24 April 2018

ALFIE




Mentre scrivo il battito cardiaco del piccolo Alfie potrebbe cessare da un momento all'altro e la sua fragilissima vita appesa ad un filo, spezzarsi. Il suo nome è Alfie Evans di 23 mesi di Liverpool, affetto da una patologia neurologica che nessuno sa spiegare, ma che per la sanità e la legge inglese, gli vale una condanna a morte. Curiosamente anagrammando il nome Alfie salta fuori LIFE.  Storia del tutto analoga a quella del piccolo Charlie Gard a cui abbiamo dedicato questo post corale, con un di più: questa volta la diplomazia vaticana si è mosssa per tempo e tutto era pronto per l'accoglienza all'ospedale vaticano Bambino Gesù, ma in queste ultime ore i giudici inglesi hanno posto il loro veto. Hanno  forse paura che durante il viaggio  il bimbo si strapazzi e muoia?
Così Alfie potrà tornare a casa, ma sempre solo e quando lo decidono loro. Soprattutto non potrà recarsi a Roma. Un piccolo miracolo però la personcina di Alfie lo ha fatto: destra e sinistra italiana che in queste ore litigano su tutto,  si sono mossi  di comune accordo per cercare di salvarlo e perfino Tajani e il cardinal Bassetti nella cornice europea, una volta tanto non hanno parlato il linguaggio della burocrazia, ma dell'umanità. La sua odissea di tubi staccati, riattaccati, di cibo negato, di genitori disperati che hanno rimproverato i medici i quali gli hanno negato la nutrizione; di medici che all'ultimo momento si sono fatti commuovere e hanno ripristinato la nutrizione, di cittadini infuriati che hanno sfidato la polizia,  è stata riassunta in molte cronache. Ma non ha fatto in tempo a riaccendersi la speranza per quei due poveri giovani genitori che l'alta Corte britannica ha posto il suo incomprensibile veto. Non ci sarà nessuna Italia, nessun ospedale del Bambin Gesù, ma il piccolo potrà solo tornare a casa sua.
Sarò sincera: per quanto non abbia mai fatto sconti a Bergoglio,  questa volta ho constatato che ha ricevuto con benevolenza  i due giovani genitori, li ha benedetti e la diplomazia vaticana ha potuto lavorare con giudizio. Ma se anche ci fosse stato un papa ancora più solerte, più convincente  e più  attivo di lui, temo che il cuore delle autorità inglesi sia rimasto quello crudele, gelido e spietato dei tempi di Elisabetta I contro Maria Stuarda (Mary Stuart) la sua cugina cattolica, già regina di Scozia da lei fatta uccidere. Quello di Enrico II contro l'arcivescovo Tommaso Becket trafitto a fil di spada dai cavalieri del monarca nella cattedrale di Canterbury mentre era in procinto di pregare, reo di non essersi piegato all'autorità regale avendogli preferito quella religiosa del Papa. Quello di Enrico VIII contro il grande pensatore Tommaso Moro.  Non a caso i due Tommasi (Becket e Moro) sono stati canonizzati dalla Chiesa cattolica ed eretti a simbolo della libertà di pensiero e del loro grande spirito di sacrificio, fino al martirio.  A Becket è stato dedicato un famoso dramma "Assassinio nella Cattedrale" dal poeta drammaturgo T.S. Eliot. Le armi da taglio con cui venne trucidato, sono esposte e appese ai muri della Cattedrale di Canterbury (foto sotto) e spesso, dato che ormai siamo tutti scristianizzati, dimentichiamo che da quel sangue innocente versato, nacque la loro "riforma" anglicana.


 Nel 2000 papa Giovanni Paolo II (Wojtyla)  proclamò il filosofo umanista Tommaso Moro,  il santo patrono dei governanti e dei politici cattolici.  Ovviamente non avrà pensato a quelli attuali, ma a politici dotati di una spiritualità che ancora non si vedono all'orizzonte.


Ma torno ad Alfie e alla sua dolorosa vicenda umana. Forse non ci sarà nessun aereo del Ministero della Difesa in volo per Ciampino che porterà il bimbo all'ospedale Bambin Gesù di Roma. E' assai probabile che la generosità del governo italiano che ha offerto la cittadinanza quale salvacondotto per il piccolo, non serva più  a niente. La cosa atroce di tutto questo travagliato dramma sono i due genitori che affidano a un ospedale inglese il proprio bambino, ma i sanitari per tutta risposta lo tengono sotto sequestro, non più piccolo paziente, ma prigioniero.  Negando a questi due giovani genitori la patria potestà, decidendo come divinità infernali se deve vivere o morire. Opteranno per la seconda terribile scelta.




RIDATECI INDIETRO NOSTRO FIGLIO, nel cartello esibito dai due genitori,  suona ben più di una rivendicazione o di una supplica. E' il grido di chi vuole vivere,  sopravvivere, di chi vuole salvare la specie prendendosene personalmente cura.
Dove si vuole arrivare? A una legislazione mondiale dell'eliminazione degli "scarti umani"? O di quel che si ritiene tali?  Scommetto che se fosse stato un bambino pakistano o nigeriano, lo avrebbero tenuto in vita per i prossimi 50 anni...Se si fosse chiamato Abdul o Mohammed avrebbe ottenuto analogo trattamento? Ormai il razzismo è solo "antibianco" e "anticristiano".

Presidio poliziesco davanti all'Alder Hey Hospital di Liverpool


Ecco cosa scrive in proposito Massimo Micaletti su Radio Spada. :

"Quindi Alfie morirà e morirà per il suo bene, ucciso come un cavallo azzoppato o un cucciolo difettato.
Ordunque, se Alfie muore per il suo bene, io chiedo che i caritatevoli soppressori che hanno così al cuore la dignità di questo bambino mi spieghino come posso fare anch’io a far tanto del bene.

Insomma, io voglio un protocollo Alfie.

Non voglio sapere, cari giudici inglesi ed europei, cari medici inglesi, perché fate morire Alfie, questo lo so: muore perché vi fa schifo, perché non ce la fate a sopportare la sua esistenza in vita, vi turba, non ve la spiegate, non ci trovate nulla che abbia un valore, è un barattolo che per un po’ avete preso a calci di qua e di là della Manica finchè le vostre parrucche settecentesche hanno iniziato a sudare ed è quindi ora di gettarlo, ecologicamente coscienziosi, nella differenziata. Lo gettate, sì, ma tutto a norma perché siete persone civili". (continua qui).


100 comments:

Cangrande said...

Ciao Nessie. Mi pare evidente che si tratti, da parte della cricca satanista, di un "simbolo". Un rituale satanico. Un sacrificio umano al loro "moloch" importantissimo per "loro".

Nessie said...

Me lo hai scritto anche in occasione della morte del piccolo Charlie. Nello stesso tempo io credo che vogliano stabilire una giurisprudenza mondialista circa il diritto di poter fruire di cure eliminando le parti più deboli della società. Insomma stabilire una lista nazistoide su chi ha diritto alle cure e chi no. Chi dev'essere eliminato e chi no. chi dev'essere considerato guaribile e chi no.

Anonymous said...

OT: Napolitano ha avuto un malore

Z

Cangrande said...

E il fine ultimo, quale sarebbe ? Secondo me, lo sfoltimento del genere umano, partendo dai più deboli, quelli che sarebbero più graditi a Dio. È una sfida verso il Cielo. Come l'aborto come "diritto". Magari sembro troppo "rigido", ma per me "loro", il kahal...il "sinedrio", seguono un programma ben preciso e fin troppo chiaro. P.S.: messo un Durello dei Lessini in fresco.... Satanasso sta preparando il fuoco eterno per il gaglioffo traditore nonuagenario....

Nessie said...

Certo che sarebbe lo sfoltimento del genere umano! E di sicuro queste divinità infernali vogliono attribuirsi l'arbitrio di stabilire CHI e in CHE MODO.

Nessie said...
This comment has been removed by the author.
Jacopo Foscari said...

Come ho scritto nel post precedente, qualche anno fa vennero fuori rivelazioni scottanti circa circoli pedo-satanici all'interno del parlamento britannico, il nome più noto coinvolto fu quello dell'ex premier Ted Heath
https://www.thesun.co.uk/news/2906130/edward-heath-satanic-paedophile-ring/

La Thatcher sapeva perfettamente di queste faccende, ma fece di tutto per coprire gli scandali. La ragione? probabilmente perché come il nostro Andreotti, la signora aveva un bell'archivio personale su queste vicende che usava per ricattare i suoi parlamentari e costringerli alla ferrea disciplina che impose per 15 anni nel partito conservatore. Per dire, lo stesso Heath la detestava a morte, la odiava ferocemente per avergli sottratto la leadership del partito, ma durante il dispotico regno della Lady di Ferro non fece mai nulla per contrastarla davvero. Dopo che la Thatcher scalzò Heath nel '75 i due ebbero un glaciale colloquio privato e forse, chissà, la signora fece presente a Heath che sapeva tutto
https://www.thedailybeast.com/how-thatchers-government-covered-up-a-vip-pedophile-ring

Poi qualche anno fa le accuse cominciano a venire fuori, le vittime e i parenti cominciano a parlare e la May, dopo aver ignorato tutto, salta fuori con la più "italiana" delle soluzioni dall'imbarazzo: una bella commissione di inchiesta che non inquisisce nulla e serve solo a gettare fumo negli occhi
https://www.mirror.co.uk/news/uk-news/victory-abuse-victims-theresa-finally-5080931

Qualche anno fa avrei sorriso a ipotesi del genere, ma sommiamo questa oscena perversione ben diffusa nell'alta società britannica con le vicende di Alfie e Charlie e si fa molta fatica a non sentire un tanfo sulfureo

Aldo said...

Mi trovo costretto a cantare una parte non inclusa nello spartito imposto dalla propaganda di questi giorni. La vicenda è effettivamente rivoltante per una quantità di ragioni, incluse alcune di quelle che ci ricorda Nessie. Per altri versi, Nessie stessa cade nel trabocchetto e non evidenzia alcune ovvietà.

1) Il papa, se veramente avesse avuto intenzioni motivate da compassione e carità, avrebbe potuto agire nel silenzio più assoluto e mettere a disposizione (reperendola tra le pieghe minute del bilancio vaticano) la somma necessaria e sufficiente per un ricovero a pagamento in qualche struttura privata inglese, dove personale ben contento di lucrarci su avrebbe fatto qualsiasi cosa per tenere in vita lo sfortunato bimbetto.

2) Le spese per il trasferimento e il costosissimo ricovero (di durata non determinabile), stante quel che ci è dato intuire, non sarebbero a carico del Vaticano ma del S.S.N italiano. E, da quel che scrive Nessie, della Difesa italiana (l'aereo militare, con equipaggio e squadra medica di supporto).

3) Il ragionamento del coprire in loco le spese sanitarie presso una struttura privata inglese con una semplice serie di versamenti, senza scomodare diplomazia e burocrazia addirittura per regalare una cittadinanza (il che chiaramente serve a definire un precedente e creare un moto emotivo in favore delle cittadinanze donate a chiunque le dirigenze decidano di donarle), poteva valere anche per lo Stato italiano. Anche in quel caso, i dirigenti così solerti, compassionevole e caritatevoli potevano provvedere prelevando le cifre necessarie dai propri conti personali, magari nel silenzio generale o, al limite, aprendo una sottoscrizione volontaria. Così non è stato, e la vita (comunque condannata, a quanto pare) del bimbo non era e non è tra le priorità di chi ha deciso di trasformare un caso umano nell'ennesimo oggetto di propaganda, trasformando per l'ennesima volta l'informazione in formazione.

4) Tutto questo in un momento nel quale non si perde occasione per ricordarci che "non ci sono soldi", usando il pretesto (che episodi di questo e di altro genere, vedi interventi in Siria, dimostrano essere solo un pretesto) per affossare il tenore di vita degli Italiani, cornuti e mazziati. Anche di quegli Italiani che si rivolgono a un S.S.N. in rovina per loro comuni mortali ma, evidentemente, ben florido quando si tratta di usarlo per fini di propaganda. Alla faccia del mio amico 96enne tenuto, sfinito e dolorante, per oltre 48 ore sulla panca di un "pronto" soccorso della mitica sanità del Nord Italia perché "non ci sono posti in reparto".

Nello scrivere mi son dimenticato gli altri punti che avevo in mente, ma direi che anche solo questi quattro bastano e avanzano. E' una vicenda lercia da qualsiasi parte la si guardi, inclusa quella che intendono farci passare per "buona e giusta". Non casco (più) in queste reti.

Aldo said...

In merito a Napolitano, vado immantinente a controllare che la bottiglia che ho messo da parte sia ancora integra. E' già lì da troppo tempo, dovevo scegliere un vino che garantisse più "tenuta" all'invecchiamento.

irina said...

Da Chiesa e post concilio, commento anonimo:

IL GIUDICE HAYDEN È UN ATTIVISTA LGBT PRO GAY E PRO EUTANASIA.

Da Lifesitenews

– Il giudice Anthony Hayden, giudice al centro del caso Alfie Evans, è un membro del gruppo Lesbian and Gay (BLAGG) e co-autore di un libro sulle relazioni omosessuali e la loro pertinenza circa i diritti dei bambini.

Un post sul sito web della BLAGG – un’associazione britannica di legali che supporta “lesbiche, gay, bisessuali e transgender a tutti i livelli”- cita Hayden come membro ufficiale.

Il post è intitolato Membro BLAGG nominato all’Alta Corte mercoledì 31 luglio 2013 e rimane sul sito Web di BLAGG dal 24 aprile 2018 alle 22:05. L’articolo annuncia brevemente come Hayden è stato nominato giudice dell’Alta Corte. Il post sembra essere stato scritto nel 2015.

irina said...

Da Chiesa e post concilio, un commento anonimo:

- OSSIGENO, IDRATAZIONE, NUTRIZIONE E PROTOCOLLO DI MORTE: COSA ACCADRÀ?

Attraverso un comunicato l'Alder Hey fa sapere (dopo l'udienza) che si procede con l' "and of life care plan" ovvero il PROTOCOLLO di MORTE.

- Ció significa che: NON RIATTACCHERANNO IL VENTILATORE.

- Peró significa anche che: IDRATAZIONE e NUTRIZIONE dovranno essete somministrate poichè il diniego delle stesse NON è previsto "da protocollo". (Nessun medico si aspettava vivesse così a lungo dopo il distacco, solo i genitori ne erano certi!)

Perciò:
- OSSIGENO E IDRATAZIONE continuano
- La NUTRIZIONE invece sarà somministrata a partire da domani mattina
- Questi sostegni vitali NON POSSONO ESSERE NEGATI, in caso contrario l'ospedale sarebbe passibile di denuncia.

Nessie said...

Jacopo, purtroppo non si può escludere proprio un bel nulla, vista la reiterazione del caso. Di questi casi, e siamo al terzo.

Nessie said...

Aldo, sinceramente sono costernata dal tuo cinico intervento che concerne sempre e solo cose materiali (i quattrini!). Ho fatto riferimenti storici importantissimi dei quali come professore avresti dovuto tenere conto. Invece sei solo lì, a fare i conti della serva. Io conosco abbastanza bene gli inglesi per affermare con convinzione che se anche il Vaticano avesse finanziato il trasferimento in altra struttura e a loro spese, per essi la legge è legge (anche se legge balzana e profondamente ingiusta). Inoltre dimentichi un altro particolare: in GB tutto o quasi tutto è privato e quelli come te sempre attenti al centesimo, si troverebbero malissimo, dato che se ti siedi su una panchina di un parco che credi essere "pubblico", lo paghi (è successo alla sottoscritta). Se hai sete e speri di trovarvi una fontanella non ne trovi una nemmeno per sbaglio e paghi anche un bicchiere d'acqua del rubinetto. Se prendi un treno per andare all'interno dell'isola, quei treni hanno tratte ferroviarie, ciascuna delle quali è privata e sotto padrone. E si dà il caso che ogni padrone sia tirchio e attaccato ai soldi come una pigna secca (malattia dell'epoca anche questa), e non provvede manco a fare revisionare gli scambi ferroviari fregandosene altamente della sicurezza dei cittadini.

Nella trappola, caso mai ci sei cascato tu. Non ti auguro di sentirti male da quelle parti, perché la tua carta sanitaria non ti servirebbe a un tubo e pagheresti un occhio della testa. Non ti pasterebbero tre 27 del mese.

Vedo che di tutti i temi etici ed eugenetici che espongo ai quali sei sempre ostinatamente insensibile, quello che ti preme di più è il chi paga? . Se una volta tanto il governo di m....a che non ho mai appoggiato, dovesse pagare per la vita di un bimbo bianco, dopo tutti i negri che ci porta qui, beh... lo considererei con benevolenza.

Ma tranquillo, nessuno ti toccherà il tuo 27 su questi temi, e il piccolo Alfie quasi certamente farà la fine di Charlie.
Loro i Britannici che sono soliti interferire nell'Agenda politica degli altrui paesi, mediante incursioni e invasioni (vedi Libia e Siria) non sopportano "intrusioni" altrui.

Ti ricordo pure, se ce ne fosse bisogno, che la Royal Navy britannica mandò navi per il Mediterraneo per scaricare immigrati a casa nostra. Quelli che non vuole a casa sua!

Nessie said...

Irina, grazie per tutti questi importanti dettagli, dei quali nessuno parla.

Aldo said...

Sapevo che avresti risposto con acredine.
Nel merito, non ho alcuna intenzione di recarmi laggiù, perché Italiano sono e Italiano rimango (anzi, piemontese con qualche ascendente lombardo) e vorrei che almeno ogni tanto si cominciasse a guardare cosa si ha sotto ai piedi. Il "27" (ho capito il senso) è lo stesso per il quale quel mio amico 96enne è rimasto due giorni e passa a contorcersi su una panca di lamiera. Mi tocca di più lui, mio stretto compaesano e diretto conoscente, di qualsiasi Alfie di qualsiasi altrove. Di quattrini ne ha versati un tot nell'arco della sua lunga vita, appena di meno ne ho versati io e, come me, un sacco di miei coetanei, eppure, spendi di qui e spendi di là, per lui non c'era un posto in reparto. Quando tiri la coperta da una parte, scopri qualche altra parte -- i quattrini sono il simbolo che rappresenta le disponibilità, che non sono infinite.

Non sottovalutare il fatto che masnade di cinici assai peggiori di me stanno usando questo caso per intessere l'ennesima operazione di propaganda. Mi sono francamente stufato di questa gentaglia che continua a tentare di menarmi per il naso -- troppe volte ci sono cascato, ormai (visto che stiamo parlando di questioni che riguardano gli Inglesi) "I'm long in the tooth" e non ci casco più.

irina said...

https://www.riscossacristiana.it/alfie-nellospedale-degli-orrori-di-aldo-maria-valli/

Nessie said...

Aldo, lascia stare il cinismo che non è mai un buon consigliere, anche se posso comprenderne le motivazioni. Rifletti piuttosto sul fatto che QUEL modello mercantile inglese da RAPINA è quello che a partire dal 1992 (data della crociera del Britannia sul Mediterraneo) poi è stato già trasferito qui e per il quale il tuo amico sulla panca di lamiera si conterceva. E sulle corsie d'ospedale, dei nostri ospedali di questi casi di gente che ha pagato fior di contributi sanitari senza ottenere adeguate cure, ce ne sono ogni giorno. Non mi pare di essermi mai occupata della BENEFICIENZA UNIVERSALE traascurando i casi pietosi che avvengono ogni giorno da noi.

Ma i casi dei piccoli Charlie ed Alfie anche se casi inglesi, ci appartengono direttamente perché stanno introducendo le stesse leggi e gli stessi comportamenti (sottrazione della patria potestà genotiriale ai bambini) anche qui da noi.

La GB è il laboratorio-Frankenstein mondialista di mostruosità che poi vengono introdotte anche da noi. Ecco perché occorre occuparcene, ci piaccia o meno.

Naturale poi che intorno a questi casi ci siano strumentalizzazioni mediatiche. Viviamo in un mondo interconnesso, purtroppo!

Nessie said...

PS: Errata corrige: volevo dire "patria potestà genitoriale".

Aggiungo che cosa è stato all'origine del saccheggio del nostro Paese (compresa la Sanità e i Trasporti un tempo "pubblici"):


http://sauraplesio.blogspot.it/2010/11/cera-una-volta-un-piccolo-naviglio.html

La Regina insieme ai banchieri (c'era anche Mario Draghi) venne a farsi un giretto dalle nostre parti, per vedere che "bottino" regalare alla Finanza.

Ecco perchè sostengo che c'è del marcio in GB e non possiamo non occuparcene.

NB: Per quella buona bottiglia da stappare, temo che dovremo ancora pazientare. I rompic.... hanno la pellaccia dura.

Nessie said...

Irina, hai ripetuto il commento con il link per ben 4 volte. Comunque c' è da rabbrividire a leggerlo.

Jacopo Foscari said...

Bella Napoli è sopravvissuto all'intervento e sta benissimo, dicono. Mai una gioia!

irina said...

mi è sfuggito di mano. Per favore se puoi cancella, grazie.

Nessie said...

Jacopo, ho sentito e l'ho appena scritto ad Aldo. Pensa che è uno di quelli che vuole dare il "beverone letale" (eutanasia), agli altri.

Questo la dice lunga sugli "eutanasisti". Lui e la Bonino vogliono far fuori gli altri, ma per loro si garantiscono cure mediche di primissima scelta. Se potessero, si farebbero ibernare per garantirsi l'immortalità.

Nausicaa said...

I tentativi di sottrarre la patria potestà dei figli in tenera età ai loro genitori sono arrivati anche qui. E guarda caso, sono arrivati freschi freschi dalla GB. Si pensi alla "step child adoption" (legge che guarda caso, reca il nome in inglese) dentro la Legge Cirinnà. Un genitore gay può portare via al genitore etero (e perciò suo genitore naturale) il figlio in nome della felicità della "nuova coppia" (si fa per dire).
Non stupisce per nulla che il giudice Anthony Hayden che ha posto il veto, sia un giudice della premiata lobby LGBT: sai che imparzialità!
Apprezzo la tua costanza e capacità di argomentare anche verso chi non vuole (o non sa) capire. Io al tuo posto, non avrei analoga pazienza.
Tanto più che con casi simili come il caso Evans, vogliono sostituire il diritto mondiale e mondialista al diritto nazionale e alla libertà degli individui. Libertà di cura per i genitori di Alfie, libertà di riavere indietro il loro bambino.
E ancora una volta tutto parte dalla Gran Bretagna.

Nessie said...

Già. Anche le leggi che devono essere leggi nazionali, scritte in inglese, dovrebbero, come minimo, far drizzare le antenne. Siamo nella patria del diritto romano e dobbiamo sentire stronzate come Job's Act e Stepchild Adoption. Con una ministra della Pubblica istruzione che dovrebbe essere mandata via a a calci solo per aver scritto documenti con sovrabbondanza di termini in inglese al MUIR, contestata pure dall'Accademia della Crusca.

Ma finora non ho sentito un belato da parte della classe dei docenti, una categoria conformista e ben poco coraggiosa, che si è ingoiata pure l'educazione precoce al "gender" nelle scuole.

https://tg24.sky.it/cronaca/2018/04/18/accademia-crusca-miur-abbandono-italiano.html

Aldo said...

La "classe dei docenti" non esiste. Esistono i docenti, uno per uno, ognuno con la sua testa e le sue responsabilità. Per quanto mi riguarda, a costo di risultare anche troppo estremo ho bandito l'inglese dalla mia parlata, pur conoscendolo "benino". Gli altri vedano un po' cosa voglion fare, non è in mio potere decidere al loro posto.

Anonymous said...

vogliono far fuori gli altri, ma per loro si garantiscono cure mediche di primissima scelta.
Si questi ricchi e malvagi vecchiacchi hanno già adesso accesso ad una medicina "riservata" mai nemmeno uscita dai laboratori di ricerca delle LORO multinazionali.
Ma niente può evitare l' invecchiamento neuronale e imporre il LORO potere sul mondo e tutto ciò per cui vivono . Per questo stanno pensando al massimo della transumanizzazione : l' idea di "trasferire" la LORO " memoria di massa" in un "computer".
LORO credono alla promessa ricevuta " sarete come dei".
ws

Anonymous said...

Come scrivevo nella precedente discussione mi riesce molto difficile commentare un orrore oltre ogni limite umano come questo. Si capisce perchè questi soggetti hanno in odio inestinguibile la vecchia Chiesa Cattolica con tutto ciò che rappresentava. Inferno infinito compreso... Questi non vogliono solo la nostra Dignità, la nostra Libertà e, miseramente, i nostri averi ma vogliono a loro discrezione assoluta - d'altra parte sono il Male Assoluto - le nostre vite.
Prima lo dicevo come battuta sarcastica ora ne sono certo, vedrete che tra non molto se le persone dovranno vivere o morire anche da sanissime lo deciderà a suo imprescindibile giudizio una delle loro Authority (vi piace il termine?). Vedo già la fila di "personalità di altissimo valore morale" adatte a presiederla... E lo deciderà a furor di popolo con lo smartphone in mano...si è sempre trovato chi al momento opportuno si mette ad urlacchiare in massa e a comando "Barabba, Barabba!!!
Se Orwell 1984 e i film di zombie cannibali potevano sembrare impressionanti vedrete cosa sarà la realtà terrena se non vi sarà un qualche provvidenziale Apocalisse ultraterrena.
Scarth

Nessie said...

Aldo, la categoria sindacale dei docenti esiste, eccome. E sono quasi tutti (fatte salve le debite eccezioni come te) intruppati a sinistra e vicini alla CGIL. Ne ho avuta esperienza personale anche di recente. Lì, il Pensiero Unico mondialista riguardo

- immigrazione
- genderismo
- bioetica
- omosessualismo e adozioni ai gay

ha praticamente sfondato senza troppe resistenze.

Nessie said...

ws, "vecchiacchi" è toscano :-)? Mi piacerebbe proprio vedere la loro memoria del Piffero trasferita in un robot. Sono disgustata in queste ore dell'ipocrisia intorno a Bella Napoli: tutti al suo capezzale.

Nessie said...

Sì, esatto Scarth. Gli inglesi mantengono ancora un vecchio e radicato pregiudizio contro la chiesa cattolica d'antan. Bergoglio e non Bergoglio che sia. Basta vedere i loro programmi come Focus o altri documentari della BBC per vedere quanto sia ancora radicato tale pregiudizio: sempre e solo programmacci di sputtanamento che non mi sono certo sfuggiti.

Del resto il conflitto contro la cattolica Irlanda non è ancora finito: è solo rimasto in sonno a causa dell'Unione Europea, che è comunque un'unione solo mercantile.

Se questi due poveri giovani genitori che in queste ore si sono invecchiati più del dovuto a causa dello stress vissuto, hanno deciso di far curare il piccolo a Roma, tranquillo che a quel bimbo verrà negato ogni possibilità di farlo. E ti dirò di più: forse non riuscirà nemmeno ad arrivare a casa sua tra i suoi genitori a morire nella sua cameretta tra le loro coccole.

Giusto oggi su La Verità di Belpietro ho letto un bell'articolo (editoriale) di lui sulla vicenda Alfie.
Sembra incredibile che dei giudici abbiano potere di vita o di morte su una piccola creatura, manco fossero degli imperatori nei confronti degli schiavi.

Anonymous said...

Appello a fattucchiere,medium,
iettatori,gufi,Marco Masini, Aaron Ramsey aiutateci a far
tornare all'Oriente la mummia
napoletana.

Mario da Bergamo

Nessie said...

Temo invece che la maledizioni (che in queste ore proliferano e sono virali sul web) gli allunghino la vita.

Anonymous said...

Quante brutte notizie,quanta
violenza.
Che io sappia, nemmeno nel più
sottosviluppato paese di questo
martoriato pianeta si applica
la pena capitale sui fanciulli,
(e di questo si tratta, dato che
gli viene impedito di espatriare). E pensare, che ci sono giovani italiani che ci sono
andati a vivere. Eh si, noi siamo
un popolo di navigatori: se c'è
una guerra, ci spostiamo (in montagna) se manca lavoro ci spostiamo, se c'è da curarsi ci spostiamo (all'estero), se andiamo in vacanza, ci spostiamo
(all'estero), se abbiamo fame,
ci spostiamo (al ristorante), e se non ci vogliamo spostare, facciamo spostare il pizzettaro.
È tutto uno spostare.

John D.D.G.

Nessie said...

John, per un momento vestivamo e parlavamo tutti quanti all'inglese e Londra era la Mecca di tantissimi giovani degli anni '60, '70 e '80. E continua... Già perché la figlia di una mia amica è andata a Londra a sciacquare bicchieri e a servire caffé in un bar, roba che in Italia non avrebbe mai accettato.
Dici bene: nemmeno nel paese più sottosviluppato si decreta la morte dei fanciulli per partito preso. E dire che si vantano di avere la democrazia più antica d'Europa. Più che la Common Law sembra un'ordalia.

UnUomo.InCammino said...

Io trovo tutto questo nauseante.
Qualche giorno fa, a La Zanzara, hanno intervistato un signore (dalla cadenza direi laziale, romano) che raccontava le disavventure, fino alla morte, del padre che NON era potuto essere ricoverato in terapia intensiva: semplicemente non c'erano posti (molti pazienti erano invasori): il padre crepò durante le peregrinazioni tra ospedali in cerca di un posto per terapia intensiva.
Le risorse sono limitate e finite e se le metti da una parte le togli dall'altra.
In questo paese si fanno morire gli inferiori, gli italiani, che le hanno pagate, 'ste robe, per offerta di cure mancanti dovuta a consumo di altri e, dall'altra parte, si organizza un delirante squadra di pronto intervento, elicottero - razza- hovercraft - squadra medica etc. per andare a recuperare un moribondo bambino inglese.
Siamo alla follia, al pietismo d'accatto e al razzisno antiitaliano più estremi.

Nessie said...

Non sono una xenofila e questo non è un blog xenofilo. Il mio post è chiaro fin nell'etichetta (disvalori e NWO). Credo anch'io che in primis vadano curati gli Italiani. Ma non ho voglia di ricominciare a spiegare e rispiegare le ragioni legate a una legislazione mondiale per la quale questo gesto, una volta tanto, io lo trovo giusto e meritorio. Segui la conversazione tra me e Aldo, visto che il testo del post e il contesto con cui ho espresso la vicenda, non te lo sei nemmeno filato.

Tranquillo, il bimbo morirà e nemmeno a casa propria. In compenso ci terremo di sicuro moltitudini di negri che ti impediranno davvero di curarti e di accedere alle strutture. Ma su quelli te ne starai ben zitto per la paura di sentirti dare del "razzista".

Nausicaa said...

Ecco un'altra orrenda novità. L'ospedale di Liverpool è considerato un ospedale degli orrori dove si praticano espianti e vendita d'organi:

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/lospedale-alfie-evans-e-scandalo-sugli-organi-1519458.html

In questa storiaccia, Alfie appare un detenuto sequestrato nelle mani di delinquenti più che un piccolo paziente. Credo che questa vicenda aprirà uno squarcio anche sul traffico internazionale d'organi e sarebbe ora!

Nessie said...

Sì, sarebbe ora, visto che perfino quel bischero di Alfano (e prima di lui, Maroni) quand'era ministro degli Interni ha ammesso l'agghiacciante verità di bambini spariti nel nulla e finiti in quel traffico immondo.
Sì, il piccolo Alfie è un detenuto e non un paziente e questa foto del cordone di polizia davanti all'Alder Hey Hospital lo testimonia. Impossibile perfino un trasferimento da una casa di cura ad un'altra (sempre in Inghilterra) da parte dei genitori:

http://www.lanuovabq.it/it/lalleanza-tra-giudici-e-medici-per-far-morire-alfie

Jacopo Foscari said...

"Gli inglesi mantengono ancora un vecchio e radicato pregiudizio contro la chiesa cattolica d'antan"

Mamma mia non ricordarmelo. Un anti-cattolicesimo mediatico continuo che non ho mai visto manco in altri paesi protestanti come la Svezia o la Danimarca. Per loro l'anti-papismo è quasi una religione di stato
Nella zona di Liverpool, dove sta avvenendo il fattaccio, comunque ci sono molti cattolici discendenti di immigrati irlandesi. Interessanti comunque le notizie sul giudice pro-LGBT, ma pensa

Nessie said...

Jacopo, tu conosci bene il UK avendoci lavorato. Essere cattolici da quelle parti significa essere quasi degli eroi, dei resistenti. Non è un cattolicesimo democristo e opportunista come da noi, fatto di "comunione e fatturazione". Non per nulla nascono poi dei veri geni tra scrittori cattolici inglesi come Chesterton (un vero profeta contro l'Eugenetica), come Anthony Burgess il cui scenario distopico di "Arancia meccanica" è quello che stiamo vivendo. Come T.S Eliot e Graham Greene.
Molti sospetti che fosse un cripto-cattolico anche lo stesso W. Shakespeare. Ma nel caso lo fosse stato, dovette nasconderlo.

Nessie said...

PS: Chesterton contro l'Eugenetica, nuova tirannia dei nostri tempi:


https://it.zenit.org/articles/eugenetica-e-altri-malanni-il-saggio-di-chesterton-per-la-prima-volta-in-italia/

Jacopo Foscari said...

Allora, diciamo che non sono mai stato discriminato o maltrattato per essere cattolico. Negli ultimi 30-40 anni l'anti-cattolicesimo, almeno a livello "popolare" è venuto meno, però i media e una buona parte dell'intellighencija britannica ci giocano ancora moltissimo, questo nonostante ci siano ben 5 milioni di cattolici in Gran Bretagna che lavorano duramente, pagano le tasse e contrariamente ad altri culti non ammazzano ragazzine ai concerti pop. Questi sono principalmente operai e minatori del Nord dell'Inghilterra nella zona di Glasgow figli e nipoti di immigrati irlandesi. Blair fu costretto ad aspettare le dimissioni per ufficializzare la conversione al cattolicesimo onde non essere accusato di usare la sua posizione per fare proselitismo. Quando alcuni deputati laburisti cattolici osarono disobbedire alla disciplina di partito sulle nozze gaie vennero minacciati e tacciati dei peggiori stereotipi "anti-papisti"

"Non è un cattolicesimo democristo e opportunista come da noi"

Mah, forse una volta. Diciamo che ci sono alcuni cattolici molto tradizionalisti, come il deputato conservatore Jacob Rees Mogg o l'ex ministro di Cameron Iain Duncan Smith, ma molti altri sono come Blair ovvero cattolici per modo di dire. Questo purtroppo perché, essendo i Tories storicamente il partito dell'anglicanesimo, quasi pavlovianamente i cattolici si iscrissero in massa al Labour e beh, i marxisti sono uguali in ogni angolo del pianeta e sono sempre in grado di rovinare tutto, quindi oggi i cattolici da quelle parti sono quasi come i nostri.

Anonymous said...

nell'Aiglon collège di Villars (CH, cantone di Vaud, lo stesso ove ora manda le figlie Sarah Ferguson), dove passavo l'estate per imparare l'inglese, eravamo in tutto in 16. ben presto ci dividemmo in due gruppi ferocemente antagonisti: da una parte gli inglesi, dall'altra tutti gli altri (tra cui 2 italiani, 1 francoalgerino, 1 ebreo newyorkese, 1 ebreo iracheno appena esiliato, il principe di Thailandia). Oggetto del contendere ciò che per i piccoli lord meritava la denuncia al colonnello (baffuto professore inglese). la sera gli uni davanti agli altri, il tavolo da pingpong in mezzo, i piccoli lord iniziarono il loro attacco col grido: papisti! non lo dimenticherò mai. Da quel giorno li martellammo a calcio, alla gara di corsa in montagna; noi tutti contro di loro.
purtroppo poi dovetti constatare che il campo di molti altri amici ebrei era tutt’uno con quello anglo-americano (i cui rampolli esibiscono lo stemma dell'Ordine di DeMolay)
Oreste

Anonymous said...

Guardate dove arriva la Loro GeStaPo:

https://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/1984-la-polizia-inglese-minaccia-chi-scrive-di-alfie-sui-social/

Scarth

Anonymous said...

Tanto per inquadrare meglio la questione, di come ancora oggi siano visti i "papisti" nella Perfida Albione, vale la pena di ricordare ciò che il Centro di Bombardamento Strategico comandato da Harris si proponeva di fare durante la IIa GM. Uccidere più civili possibili ogni notte (gli USA invece bombardavano di giorno). Quest'opera meritoria veniva sostenuta come la prosecuzione della rivoluzione di Cromwell, nelle alte sfere di cui facevano parte sia Churchill che lo Stato Maggiore da questi presieduto. Da noi non è nemmeno immaginabile di quale odio siano stati, e ancora siano, oggetto i cattolici in GB. Nemmeno nella Germania luterana si è mai vista una cosa simile. La questione irlandese ne può dare ancora una seppure pallida idea. Fenomeni come quello del povero bambino servono a illustrare come ci sia davvero una questione anti-cristica, e non solo di indipendenza politica, all'origine di questi comportamenti. Alcune élites hanno consapevolmentre scelto il Male come proprio modello di comportamento. Non se ne può trarre che questa conclusione.

IL SAURO

Alessandra said...

Quello contro Alfie Evans è accanimento tanatologico, come l'ha definito don Roberto Colombo, docente della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e membro ordinario della Pontificia Accademia per la Vita.

https://www.agensir.it/quotidiano/2018/4/24/alfie-evans-don-colombo-univ-cattolica-ce-unostinazione-anti-curativa-che-e-il-contrario-delle-cure-palliative/

Questa espressione è stata usata già la scorsa estate (come detto anche dallo stesso don Colombo) dal cardinale Elio Greccia, Presidente emerito della Pontificia Accademia per la Vita, teologo e bioeticista.
Questi sono i 10 punti critici del caso di Charlie Gard che ci ha tanto addolorato e indignato quasi un anno fa, applicabili anche alla terribile vicenda di Alfie e ad altri casi analoghi.

http://www.ildonodellavita.it/card-sgreccia-10-punti-critici-sul-caso-del-piccolo-charlie-gard/

I giudici che hanno negato alla famiglia Evans il trasferimento in Italia, dopo aver acceso delle speranze che avevano già deciso di deludere, sono privi di cuore e di coscienza.

Alessandra said...

Errata corrige: il nome del cardinale è Elio Sgreccia.

Nessie said...

Jacopo, mi risulta che il conflitto anglo-irlandese non sia ancora del tutto sedato. A te cosa risulta nel merito? E comunque quando parlavo di cattolici "geniali", non mi riferivo di certo ad un criminale opportunista bugiardo come Blair (che può essere qualsiasi cosa per convenienza) e mi riferivo espressamente ad una élite di scrittori e poeti come quelli sopra citati.

Questa è comunque la posizione dell' UKIP di Farage riguardo alla questione Alfie:

https://www.maurizioblondet.it/ukip-per-alfie-e-totalitarismo/

Nessie said...

Oreste, hai dettoVillars e cantone di Vaud? Che coincidenza! Ci sono stata giovanissima (16enne) in un kinderheim per l'infanzia a Gryon sur Bex, lì nelle vicinanze a perfezionare il mio francese, lavoricchiando d'estate. E si andava spesso alla pista di pattinaggio di Villars a imparare a pattinare o in piscina lì nei pressi. Ho dei ricordi bellissimi di quell'estate.

So che c'erano famiglie di banchieri ricchissimi che portavano i bambini negli chalets adibiti a "giardini d'infanzia".

Scusa la mia ignoranza ma cosa sarebbe l'Ordine di de Mollay?

Nessie said...

Scarth, ho letto, ma temo che queste siano le ultime disperate grida della savana di un regime che non si attuerà mai, come quello che avvenne negli ultimi giorni della DDR. Leggi il link che ho già messo in risposta a Jacopo sulla posizione dell'UKIP di Farage. Ne riporto un pezzo qui:


«Alfie Evans dovrebbe avere il diritto di vivere, non il dovere di morire per volontà dello stato. La decisione della corte e dei medici è come una porta aperta al totalitarismo. Lo stato non ha diritto di dire ai genitori “non potrete avere il vostro figlio indietro nemmeno per un trattamento sanitario alternativo, fino a che non siamo sicuri che sia morto”.

Noi dell’Ukip chiediamo a tutte le persone e a tutti i politici di ogni partito di far sentire la propria voce su questo caso cruciale.

Stiamo parlando del diritto alla vita di un bambino e del diritto dei suoi genitori di proteggerlo da un sistema sanitario e da un sistema giudiziario andati fuori strada.

I nostri sistemi sanitario e giudiziario stanno scandalosamente impedendo le cure gratuite dovute a un bambino vivente.


Noi comunque andremo avanti a scrivere sul caso.

Nessie said...

SAURO, ti ringrazio per questa splendida precisazione sull '"operazione Cromwell" durante la II GM. Siamo così abituati a salutarli come "liberatori" che nemmeno lo si sapeva.

Sulla questione Alfie, vedo che sei sulla stessa lunghezza d'onda di Cangrande.

Nessie said...

Alessandra, ora leggo i pezzi che mi hai proposto, poi vado a cena. Intanto ti metto anche questo di Giuliana Ruggieri (chirurgo e docente dell’Università di Siena):


https://www.tempi.it/alfie-evans-e-la-distruzione-umano#.WuIWQohubIV

a dopo, per i commenti sui pezzi. Intanto Alfie è ancora ostaggio dei medici e i genitori si sono rassegnati. Ciao.

Nessie said...

Letto Ale, grazie. Impossibile non dare ragione a Don Roberto Colombo quando parla di accanimento "tanatologico" e di "ostinazione anticurativa".

Va aggiunto che oltre ai magistrati inglesi ( in particolare quel Hayden della lobby LGBT) ci si è messa anche la Corte Europea dei Diritti dell’Uomo, a mettere i bastoni tra le ruote respingendo ogni libertà di cura. Segno evidente che questo inglese è un esperimento eugenetico basato sull'eliminazione degli elementi deboli da rilanciare su "scala globale" (per chi ancora non volesse capire).

Quindi anche da noi. Ierisera c'era in tv una del gruppo di Welby che è riuscita a far incavolare perfino quel paraculo di Vespa, con questa storia delle "linee guida" da parte dell'OMS: la vita dei bambini in difficoltà deve essere sottratta ai genitori per passare sotto la giurisdizione dello stato e della Magistratura.
Semplicemente agghiacciante!

Anonymous said...

Cara Nessie
Anch’io ho dei ricordi bellissimi delle estati ivi trascorse (per me fine anni ’50). Io, di famiglia normalissima, ero lì per caso (un’intuizione di mia madre), mi trovai catapultato in mezzo ai padroni del mondo: cinema, tennis piscina prenotati, gite in limousine (ne bastavano 2). Lì gli inglesi li ho conosciuti una volta per sempre, l’odio contro di noi (papisti) bisogna vederlo per capirlo in tutta la sua belligeranza.
L'Ordine di DeMolay lo notai un giorno in aereo (rotta NY-Milano). Era sulla giacca di giovanetti molto ben vestiti. Squadra e compasso esibiti senza remore.
Da wikipedia:
L'Ordine di DeMolay è un'organizzazione di carattere iniziatico internazionale per ragazzi tra gli 12 e i 21 anni ispirato ai principi della cavalleria templare, vuole insegnare ai giovani dei principi morali attraverso un programma di sviluppo e divertimento.
A sviluppare l'idea di una fratellanza per ragazzi fu il massone[1] statunitense Frank S. Land, appartenente al DeMolay Council of Kadosh di Kansas City nel primo dopoguerra.
L'ordine nacque con l'intento di poter dare una famiglia a tutti quei ragazzi rimasti orfani per via della guerra, con lo scopo di renderli uomini e impartendo dei principi etici e morali.
Sebbene l'organizzazione non discenda direttamente dai Cavalieri templari, il nome di Jacques de Molay, il 23mo e ultimo dei Gran Maestri dell'ordine del Tempio, è strettamente legato a molti dei suoi rituali ed è stato scelto per onorare la memoria del suo atto eroico: sacrificare la sua vita anziché tradire i suoi fratelli.
L'Ordine oggi è sparso in tutto il mondo, seguendo un percorso associativo simile a quello del Rotary e del Lions Club International. Possono accedere a questo Ordine giovani di qualsiasi ceto sociale, con l'unica caratteristica di voler conseguire il miglioramento personale.
Tra gli appartenenti: Bill Clinton, Walt Disney, John Steinbeck, John Wayne (quest’ultimo, che io tra l’altro amo come attore e uomo, lo trovi anche effigiato nel museo della Massoneria di Bayreuth)

Oreste

Nessie said...

Grazie Oreste, su questi ordini non se ne sta mai abbastanza. Forse li avrò incontrati anch'io ma ero troppo giovane e inesperta per farci caso e far caso ai loro simboli. Chissà poi perché lì nel Vaud si incontravano ricchissime famiglie di banchieri e finanzieri internazionali e il loro rampollame veniva custodito egregiamente in questi che allora si chiamavano Home d'Enfants e quelli più grandi, nei college.

L'anno dopo invece, dal Vaud (guarda caso, vi ha la residenza Marchionne), passai a Losanna, ospite di un'amica di nome Claudine incontrata l'estate prima lì a Gryon. E furono vacanze lacustri a Montreux, Vevey, Ginevra e pure a Evian (il lato francese del Lac Léman).

Nessie said...

PS: qui questo pezzo che spiega bene cosa accadrà alla SANITA'in relazione all' EUGENETICA , EUTANASIA , E' QUESTA L'EUROPEA IPOCRISIA!

http://sadefenza.blogspot.it/2018/04/alfie-sanita-eugenetica-eutanasia-e.html

E qui un altro bell'articolo di Gianluca MARLETTA, autore del libro UNISEX


https://www.maurizioblondet.it/lideologia-britannica-tra-eugenetica-malthusianesimo-e-nuovo-ordine-mondiale/

Jacopo Foscari said...

"Jacopo, mi risulta che il conflitto anglo-irlandese non sia ancora del tutto sedato. A te cosa risulta nel merito?"

Allora, a quel che ne so, è stata raggiunta una pace nel '97 che prevede una spartizione del governo regionale tra cattolici e protestanti. I rapporti sono lievemente migliorati, ma la segregazione religiosa resta molto forte in quell'angolo del paese. Negli ultimi tempi, complice anche la Brexit i rapporti sembrano essere nuovamente peggiorati. Niente attentati e milizie paramilitari come negli anni '70, ma i due principali partiti, ovvero il DUP unionista e il Sinn Fein repubblicano, da un anno e mezzo hanno rotto la coalizione di governo e non sembrano in grado di ricomporre i pezzi. I repubblicani vogliono sfruttare il fatto che nell'Ulster ha prevalso il "remain" per riunificare l'Irlanda e forse per questo continuano a litigare per non formare il governo, rischiando però che, scaduti i termini Londra possa sciogliere il parlamento di Belfast e tornare al pieno controllo dell'Ulster come nel periodo dei "Troubles". La May in questo momento è sotto ricatto del DUP, che a Londra tiene in piedi il suo governo, e per comprare i voti degli unionisti ha promesso una valanga di soldi al governo di Belfast e quindi difficilmente può porsi come mediatrice credibile dato che il DUP può staccare la spina al suo governo in qualunque momento. Ora, come ho detto, l'epoca dei "Troubles" è finita, gli episodi di violenza settaria sono nettamente diminuiti, ma tra le due fazioni, nonostante la pace, permane diffidenza e forte segregazione

Nessie said...

Grazie per le utili informazioni. Quindi più che una vera pacificazione, è una coesistenza. Me l'aspettavo.

Anonymous said...

A proposito del Maestro J.J.De Molay, la sua vita e la sua morte sono un mito di cui la Massoneria ha dato una lettura in senso totalmente anti-cattolico, anche se storicamente fu Re Filippo a decidere di sopprimere lui e l'ordine dei Cavalieri del Tempio. La scelta di porre De Molay a proprio nume tutelare è ispirata dalla vendetta nei confronti dell'intera istituzione religiosa, le cui motivazioni non sono tanto diverse da quelle prese poi in Germania da Lutero e da altre eresie cristiane. Esiste una relazione tra queste associazioni iniziatiche e la nuova teologia di Kasper e Marx che punta a rendere la Chiesa compatibile con il Luteranesimo, anche se io credo che nel profondo ci siano motivazioni ed odii ancora più forti di questi.

IL SAURO

Nessie said...

Non sapevo niente di questo DeMolay. Credo di aver capito, trattasi di un'associazione giovanile paramassonica.

Anonymous said...

De Molay nella mitologia sarebbe l'ultimo Gran Maestro dei Cavalieri del Tempio di Gerusalemme, meglio conosciuti come Templari. Sarebbe stato imprigionato e ucciso insieme a tutti i cavalieri superstiti.

IL SAURO

Nessie said...

Interessante articolo sul "socialismo sanitario" inglese e i suoi effetti catastrofici di uno stato-padrone di vite umane. Alfie è insomma prigioniero di un Paese libero, occupato dal socialismo medico-giuridico.


http://lanuovabq.it/it/alfie-ennesima-vittima-del-socialismo-sanitario

Anonymous said...

Perché the Qeen Elizabeth non
fa un bel gesto, e adotta il
bimbo, o lo mette sotto la sua tutela? Ma no che dico, lui è
un povero plebeo. Gli inglesi
preferiscono mantenere la parassitaria famiglia reale,questa è la verità.

John D.D.G.

Nessie said...

Figiuriamoci! poi c'è il terzo Royal Baby in arrivo. Del resto suo marito Filippo di Edimburgo è quello che disse:

"Se fossi reincarnato vorrei essere restituito sulla terra come un virus killer per abbassare i livelli della popolazione umana".

Il Malthusianesimo e l'Eugenetica non sono tedeschi ma nascono in GB.

Jacopo Foscari said...

"Il Malthusianesimo e l'Eugenetica non sono tedeschi ma nascono in GB"

Sicuri? Perché i Windsor in realtà si chiamano Sassonia Coburgo Gotha ;)

Nessie said...

Thomas Malthus era un pastore anglicano, ad esempio. Puoi verificarlo anche da te. E il termine "eugenetica" fu coniato da Sir Francis Galton, cugino di Charles Darwin.

http://www.biosferanoosfera.it/uploads/files/50c766e1cfcfee5ee11db926388918acabd64ae4.pdf

I Windsor sono di origine tedesca ed è vero, ma non hanno inventato un bel niente. Sono solo degli "utilizzatori" di queste teorie.

Anonymous said...

Intanto sarebbe interessante sapere chi è che ha intimidito Don Gabriele Brusco il sacerdote cattolico fiduciario della famiglia Evans, obbligandolo a lasciare
l'ospedale di Luverpool e ad andare via:

http://www.liberoquotidiano.it/news/esteri/13333180/papa-francesco-vaticano-alfie-evans-don-gabriele-brusco-cacciato-ospedale.html

Qui si permette ai mussulmani di applicare la sharia, ma poi si caccia un sacerdote.

Nessie said...

Sapevo anch'io questa storia di don Gabriele che avevo già letto su Riscossa cristiana:

https://www.riscossacristiana.it/alfie-il-sacerdote-al-suo-capezzale-e-il-pastore-che-elogia-i-lupi-di-elisabetta-frezza-e-cristiano-lugli/

Suppongo si tratterà di qualche esponente delle alte gerarchia anglicane.

Anonymous said...

Questi hanno superato i Monty Python. Una volta lo stato scavalcava i genitori per il bene del bambino, qui per farlo morire. I genitori trovano una sponda all'estero liberando dal fardello economico l'ospedale e la nazione. Niente da fare, deve proprio morire li spendendo altri soldi nell'attesa. Medici, magistrati e polizia formano il coro (di dementi, è questa la novità) presente in ogni tragedia che si rispetti. Saranno rimasti indispettiti dal fatto che Stephen Hawking sia riuscito a sfuggirgli per mezzo secolo o che Schumacher non si sia rotto la testa in GB e sia riuscito a scappare dalla clinica per tornarsene a casa ? Ah saperlo ...
Sergej

Nessie said...

Già. E poiché il giudice Anthony Hayden è un omosessuale dichiarato assai vicino alla lobby LGBT, ecco affacciarsi un altro inquietante sospetto: se fosse stato il figlio adottivo di una coppia gay, avrebbero avuto tanta fretta nel terminarlo?

Anonymous said...

A pensar male spesso si indovina (cit.) Comunque questo numero da circo equestre fa il paio con la precedente vicenda del gas (esilarante ?) Questi non hanno capito che come la selezione lavora sui geni, così lavora sui memi. E francamente è difficile pensare che società basate sulle loro deliranti teorie abbiano la resilenza dimostrata da altre culture. L'Occidente in mano a questa oligarchia sta raschiando il fondo del barile e divorando se stesso (Grecia come esempio) ma per peso demografico e anche tecnologico sta perdendo rapidamente influenza. Hanno tradito e distrutto la cultura dei loro popoli e reciproco trattamento avranno. Chi vorrebbe morire sul campo di battaglia per la prossima trimestrale di qualche multinazionale o per un bilancio in pareggio ?
Sergej

Jacopo Foscari said...

"I Windsor sono di origine tedesca ed è vero, ma non hanno inventato un bel niente. Sono solo degli "utilizzatori" di queste teorie"

Certo, comunque di per se gli inglesi sono mezzi francesi e mezzi tedeschi, un connubio assolutamente terrificante

Nessie said...

Jacopo, non esageriamo dai :-). Ora siamo esacerbati da questa storia false flag del cloro in Siria, dai due casi dei lattanti da "terminare", ma certamente queste storiacce non piaceranno nemmeno a molti inglesi stessi, oso sperare!
Davanti all'ospedale c'erano anche molti cittadini britannici inferociti che hanno affrontato le forze dell'ordine. Come scrive Sergej appena sopra il tuo commento, , hanno tradito e distrutto la cultura dei loro popoli e reciproco trattamento avranno.

La storia della Letteratura inglese inizia col ciclo brettone e arturiano, esattamente come quella francese. E sono state entrambe due grandi letterature! Ci vorrebbe un fanciullo dal cuore puro e pieno di coraggio in grado di estrarre la spada dalla roccia, per ridare fiducia a questo Occidente in stato terminale.

Nessie said...

Sergej, sono pienamente d'accordo. La slealtà non può che venire ricompensata con uguale moneta.

Nessie said...

Questa mattina ho appreso che il piccolo Alfie è deceduto. Ha combattuto come un piccolo guerriero.

irina said...

DA VERIFICARE COMMENTO COMPARSO SU CHIESA E POSTCONCILIO:
VOGLIONO PORTARSI VIA IL CORPICINO DI ALFIE

Secondo quanto comunicatoci attraverso Steadfast onlus ora i medici vogliono portarsi via anche il corpicino di Alfie.
Tom si è chiuso nella stanza per impedire che si portino via il bambino e con esso le prove. A quanto pare il piccolo sarebbe morto nel corso di un trattamento praticato stanotte dai sanitari dell'ospedale di Liverpool.
Il padre chiede verità.
Stiamo presentando un esposto per omicidio alla procura di Roma. Vogliamo che la vicenda della morte di questo nostro concittadino sia pienamente chiarita.
Perché non ci sia mai più un altro caso come questo.
Simone Pillon

Jacopo Foscari said...

Mi auguro che il Vaticano lo proclami martire. Mi spiace per lui e per i suoi genitori che si sono battuti contro un branco di assatanati fino alla fine

Nessie said...

Jacopo, in questo momento siamo tutti dalla parte dei suoi genitori che sul web da alcuni privi di cervello e di cuore, vengono classificati "egoisti", solo per aver tentato l'intentabile per salvarlo. Come è giusto che sia.

Il Vaticano che si riunisce periodicamente con tutte le chiese mondiali (Unione Chiese Mondiali), dev'essere principalmente preoccupato di non sollevare vespai diplomatici con gli anglicani. Insomma, per dirla papale papale, non sono più i papi guerrieri di una volta. Scusa il bisticcio fonetico. Non solo quei papi ci mettevano la faccia, ma anche...le divisioni armate.

Anonymous said...

Purtroppo, com' era nell' aria, anche questa piccola vita è stata vittima di questa immonda, proterva tanatocrazia.

R.I.P. little big hero.


Paulus

Nessie said...

Tanatocrazia è perfetto. Si tratta della malattia del nostro secolo nel quale ci tocca (malamente) vivere.

Alessandra said...

Alfie ora è sicuramente in Paradiso, magari accanto a San Michele Arcangelo visto che ha combattuto davvero come un guerriero.
Lui voleva vivere!
Sono vicina ai loro genitori, che non si sono mai dati per vinti.
La sua non era una vita "inutile".
Ora spero che questa terribile vicenda non venga dimenticata.

Nessie said...

Certamente. Speriamo che questa dolorosa vicenda blocchi ogni tentativo eutanasico sui minori che non esiste solo in GB, ma già è in vigore anche in Olanda e Belgio. La verità è che vogliono arrogarsi il diritto di VITA E DI MORTE sugli esseri umani e sottrarre i minori alla patria potestà genitoriale. Questo trattasi di un delitto IDEOLOGICO.

E mi spiace che anche qui dentro non lo si sia capito. Mi è toccato cassare un commento demenziale in proposito.

Anonymous said...

Era la notizia che non volevo leggere, troppo dolorosa; crudeltà tronfia, ottusa ed efferata.
C'è davvero bisogno di San Michele Arcangelo che ricacci alla svelta questi demoni da dove sono stati vomitati. Non dobbiamo dimenticare quello che hanno fatto a Charlie, Alfie e ai loro poveri genitori.
Scarth

irina said...

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/11/14/liverpool-ancora-orrori-nell-ospedale-degli-aborti.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/06/02/liverpool-organi-di-bimbi-prelevati-senza-consenso.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2000/06/03/mio-figlio-fatto-pezzi-nell-ospedale-di.html

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2001/01/29/liverpool-sterline-un-organo-di-bambino.html?ref=searc

Anonymous said...

Bisogna combattere i propagatori
dell'ideologia della morte.
Che sono ovunque, e spesso sotto mentite spoglie.
Alfie era anche cittadino italiano, cosa farà adesso la
magistratura, tanto solerte nel
perseguitare i cittadini che lavorano?
Su vari social e blog ho letto
spesso commenti sul fatto che
mantenere in vita il bimbo sia
costoso. Sarei contento che
tali persone, facciano gli stessi
conti, quando i nostri governanti
regalano i soldi ai banchieri,
o acquistano costosissimi e vulnerabili (in pratica un pacco)
caccia F-35,ecc.ecc.
Auguro ai genitori del piccolo
la forza di superare il colpo e
spero dal più profondo del cuore
che ciò non li devasti psicologicamente.

Complimenti per il suo lavoro.

John D.D.G.

Nessie said...

Scarth, come ho già detto ad Alessandra, , vorrebbero costituire un'Authority mondialista legata all'OMS (L'Organizzazione Mondiale della Sanità) per propagare sistemi eutanasici estesi anche ai minori. Ed è ovvio che per farlo, è necessario sottrarre la "patria potestà genitoriale" che fa da inciampo e ostacolo a tale progetto. Il fine è duplice: l'esproprio dei figli e la loro eventuale soppressione.

La GB in questo senso è un laboratorio-Frankenstein di questo infame progetto. Questo del piccolo Alfie, come pure Charlie, non sono nient'altro che omicidi ideologici.

Eppure viaggiando qua e là per blog sento solo fare calcoli ragionieristici su quanto ci sarebbe costato mantenerlo in vita.
Più della morte, io temo la demenza collettiva.

Nessie said...

John, è una bella domanda la tua. Già, cosa farà? a mio avviso non c'è da farsi illusioni. Intanto ti comunico che la stessa è assai solerte nel riconoscimento delle adozioni dei bambini a coppie gaie (maschili e femminili) e che in mancanza di una legislazione da parte della politica si porta avanti ugualmente riconoscendo la validità di queste cosiddette "famiglie arcobaleno".

Anonymous said...

Sottoscrivo in pieno cara Nessie: omicidio ideologico e demenza collettiva ma sempre rigorosamente con la vita altrui. E naturalmente gli stessi "rigorosi ragionieri" col pallottoliere in mano non si fanno scrupoli di spremere e spendere cifre spropositate per le LORO campagne ideologiche siano esse guerre o operazioni di indottrinamento ed imposizione martellante come quelle anti vita o pro gender e mille altre che hanno lanciato su ogni fronte. I demoni sono in "ottima", spicciola e numerosa compagnia.
Scarth

Nessie said...

Gira una disinformazione su questa questione davvero pazzesca. Sento di continuo parlare, ad esempio, di "accanimanto terapeutico": FALSO!!!

Alfie non era sottoposto ad alcuna terapia specifica, per il semplice fatto che, essendo una patologia sconosciuta, non poteva esserci ancora alcuna terapia. Ma gli hanno impedito di accedere ad altre cure palliative o sperimentali e ad altre eventuali diagnosi.

Anonymous said...

Il bambino è vissuto per 5 giorni senza respirazione assistita, quindi un viaggio di poche ore con bombola di ossigeno lo poteva affrontare e in caso infausto non avrebbe avuto sorte diversa da quella a cui è stato destinato. Sarebbe stato preso in carico da una struttura sanitaria in grado di fornire il tipo di assitenza che gli era stato negato, quindi situazione migliorativa rispetto a quella di partenza. I costi sarebbero stati sostenuti da un altra nazione, quindi obiezioni di tipo economico al trasferimento non sono presumibili. A fronte di questo si è impedito di are atto a tale intervento di solidarietà non considerando appelli di importanti figure politiche e religiose. La volontà dei genitori è stata scavalcata e ignorata. Certamente il trasferimento in Italia avrebbe costituito un precedente e, al ripresentarsi di una analoga situazione, avrebbe ancora di più messo in evidenza il nocciolo della questione. Cosa evidentemente sgradita. Va quindi preso atto che in barba alla patria potestà e alla disponibilità di solidarietà di terzi è stata posta in atto un azione di eutanasia forzata e che, vista l'ostinazione dimostrata, ciò sia frutto di una precisa scelta politica più affine alla zootecnia che allo stato di diritto. Sugli aspetti zootecnici si veda: Marco Della Luna.
Sergej

Nessie said...

Sono d'accordissimo. E' chiaro che questo doveva essere un "sacrificio umano" già preventivato. La Gran Bretagna nata come liberal-democrazia ha scelto un eticismo di stato di tipo sovietico e questo non potrà rimanere senza conseguenze. Ho visto che c'è stata una mobilitazione di massa molto forte, segno che anche i cittadini inglesi non dormono come vorrebbe l'élite oligarchica.

Ecco la posizione di Nigel Farage dell'UKIP, uno degli artefici più agguerriti della Brexit in proposito:

«Alfie Evans dovrebbe avere il diritto di vivere, non il dovere di morire per volontà dello stato. La decisione della corte e dei medici è come una porta aperta al totalitarismo. Lo stato non ha diritto di dire ai genitori “non potrete avere il vostro figlio indietro nemmeno per un trattamento sanitario alternativo, fino a che non siamo sicuri che sia morto”.
"Noi dell’Ukip chiediamo a tutte le persone e a tutti i politici di ogni partito di far sentire la propria voce su questo caso cruciale.Stiamo parlando del diritto alla vita di un bambino e del diritto dei suoi genitori di proteggerlo da un sistema sanitario e da un sistema giudiziario andati fuori strada".

Jacopo Foscari said...

"La verità è che vogliono arrogarsi il diritto di VITA E DI MORTE sugli esseri umani e sottrarre i minori alla patria potestà genitoriale"

Completamente d'accordo. Questa è roba da Unione Sovietica. Questo è totalitarismo statalista della peggior specie, e la cosa peggiore è che è già il secondo caso in pochi mesi dopo quello di Charlie Gard. Due casi quasi identici nel giro di pochi mesi, entrambe caratterizzati dalla stessa ferocia e dalla stessa cecità ideologica. Roba da totalitarismo novecentesco

Nessie said...

Se passa un disegno da parte dell'OMS di eutanasia per i più piccoli, è ovvio che cerchino con ogni mezzo di sottrarre la patria potestà genitoriale. E tanto per restare in URSS qui siamo addirittura oltre il marxismo-leninismo dove almeno ai proletari era consentito il possesso della "prole".
Spero davvero che nel parlamento britannico si discuta un'Alfie & Charlie Law, sulla base di queste ultime porcherie.

Ma per restare in tema da noi il centrodestra dovrà cancellare la Cirinnà e la stepchild adoption che è un altro modo per sottrarre i minori a beneficio delle coppie gaie. Il che è altrettanto preoccupante.

Mai simile profezia si dimostra più attuale: Spade saranno sguainate per dimostrare che le foglie sono verdi in estate (Chesterton).

Nessie said...

PS: Jacopo, come sta andando in Friuli? E' già iniziato lo spoglio e le proiezioni?

Anonymous said...

ma questa la sapevate ?
https://twitter.com/BUGMIR/status/990610849101467649
ws

Hector Hammond said...

In Friuli è andata benissimo ,secondo me .Anche per il ridimensionamento dei grillini , che su Alfie sono stati ben zitti .
Questo dovrebbe far rilettere e in Friuli credo che questa cosa sia stata determinante.La lega su Alfie ha fatto qualcosa, alla faccia del "tutti i partiti sono uguali ".

https://www.riscossacristiana.it/alfie-interrogazione-parlamentare-urgente-presentata-dalla-lega/

Nessie said...

Ciao ws, no, non lo sapevo ma non mi stupisce che i vaccini possano sortire effetti così devastanti. Sono tutte cose da riconsiderare per il nuovo governo.

Nessie said...

Hector, il silenziatore dei pentagrullini su questo e altri temi eticamente sensibili è noto. Come pure è arcinota la loro posizione sul "testamento biologico" da essi sollecitato a Gentiloni, primo passo verso l'eutanasia.

Ho sentito del successone in Friuli-Venezia Giulia. E tutto questo mentre nonno Inciucione fa scrivere ai suoi pennivendoli "vincono i moderati". A breve aggiorno il blog su questa che non è una vittoria solo locale.

Anonymous said...

Ciao Ws, sì l'avevo letta. Devo dire che anche certi commenti sulla pagina che hai segnalato sono terrificanti in quanto a perfidia e ribaltamento della realtà. Questo dimostra ancora una volta che tutto ciò che emana dai Mostri è collegato: siano le rivoluzioni colorate, le guerre sanguinarie, le campagne di indottrinamento di massa, la azioni contro la vita o la repressione delle opinioni avverse con annesso Pensiero Unico imposto per legge.
Una dittatura da incubo che si sta manifestando peggio delle altre.
Scarth

Nessie said...

Anche sul blog di Giampaolo Rossi c'erano certi commenti da "protocollo Cazzaniga", tanto per intenderci. Ma la sottoscritta è stata una buona "influencer" ed è riuscita a metterli in minoranza. Finché si può...

Stasera aggiorno sul Friuli.