08 July 2017

Dal vertice di Tallinn sull'immigrazione: nulla!




Chi si aspettava qualcosa di concreto e fattivo dal vertice di Tallinn sull'immigrazione ha avuto la risposta che si meritano i creduloni piddioti: nulla di fatto. E non c'era bisogno di andare in Estonia. Minniti è tornato  umiliato e con le pive nel sacco, costretto ad ammettere: "Ci sono posizioni diversificate, se ne discuterà con molta franchezza”. Anche al vertice informale dei ministri dell’interno di Tallinn non è decollata la proposta italiana di “regionalizzare” (e cioè redistribuire in quote nei paesi membri) l’approdo dei migranti tratti in salvo in mare nel Mediterraneo che, ora, vengono sbarcati all’85% nei porti della Penisola. Il perché è semplice. Per quanto i governanti degli altri stati siano di fede eurocratica, capiscono al volo che non devono forzare troppo la mano su un fenomeno ingovernabile e letale come l'immigrazione. I peggiori tra i peggiori, li abbiamo solo noi. Ed è di questi giorni la notizia-bomba fornita da Emma Bonino su un video nel quale racconta che gli ultimi governi italiani (Letta, Renzi, Gentiloni) hanno mentito agli italiani, nascondendo informazioni che invece andavano rese pubbliche. E cioè che furono i nostri governanti a richiedere che il coordinamento della Guardia Costiera di tutto il traffico immigrazionista fosse a Roma e che ora non si può più fare granché con gli altri paesi, dal momento che gli ultimi governi violarono deliberatamente il Patto di Dublino. Ascoltatela.




Dunque all'interno  di forze mondialiste volano già gli stracci. E sappiamo anche che sono state le pressioni per richiedere lo sforamento del fatidico 3% a determinare questo grande afflato  di tipo"umanitario"senza LIMITI E CONFINI.  
Questo blog ha sempre sospettato (anche senza "pistole fumanti") che il patto scellerato  tra il governo e la Ue era "più sforamento di conti" (per le regalie di Renzi come gli 80 euro) in cambio di masnade di invasori. Anche Mario Mauro, l'ex ministro della Difesa del governo Letta ha ammesso l'accordo. Nel discorsetto  ricattatorio di Tito Boeri sugli immigrati che servono a pagarci le pensioni, è visibile il desiderio di volerci mettere una pezza anche peggiore del buco. Ed ecco la dettagliata intervista di Gotti Tedeschi  al Giornale, il quale smentisce categoricamente la balzana idea che gli immigrati possano creare un circolo virtuoso in grado di "pagarci le pensioni. 

Ma ecco alcuni inquietanti interrogativi: perché solo ora si è venuti a conoscenza del patto scellerato? perché la Bonino che da sempre fa parte del mondo ONU e delle Ong,ora vorrebbe fare uno sgambetto a Renzi e a Gentiloni? Temo che tanto zelo nel raccontare certe verità nascoste voglia presagire che è iniziata la mattanza degli squali e che ora si stiano scannando tra di loro sputtanandosi a vicenda. Un po' come avviene fra cosche mafiose rivali, quando l'uno vuole scaricare l'altro. Ovvio che Emma Bonino, che non a caso chiamano "il turbante di Soros" è dentro a queste faccende fino al collo. Ma questa rivelazione è  molto importante, tant'è vero che le principali testate giornalistiche, dopo averla resa nota, l'hanno subito archiviata, segnale questo, di paura. 

L'opposizione non la faccia cadere nell'oblio e sappia servirsene con determinazione.  

55 comments:

Bet said...

Ciao Nessie e frequentatori del blog. Dunque l'Italia in cambio di un 'lieve' (perché se no son subito bastonate) sforamento di conti, dopo essere stata devastata economicamente e socialmente da anni di austerità imposta, si fa sommergere di clandestini. E la Francia, che i conti li sfora allegramente da anni ed anni, che cosa ha mai dato in cambio?
Ma possibile che gli scemi del villaggio siamo solo noi?

Anonymous said...

Verissimo, ma rischia di ridurre tutto ad una questione temporanea di malgoverno. Invece è dal 1988 che il Serpentone metamorfico ha sposato questa linea. Vedere qui:
http://voxnews.info/2017/07/07/era-tutto-previsto-faremo-arrivare-in-massa-immigrati-ci-serviranno-per-rilanciare-il-partito/
Dal documento si capisce anche che nemmeno la corrente sociale della DC di sinistra era d'accordo. Si trattava di una strategia tutta comunista. Invece, oggi, si scaricano le responsabilità addirittura sul Cristianesimo, grazie anche ad un Papa che sembra stato messo lì apposta.
Per quanti discorsi ed analisi si possano fare, se questi disgraziati non vengono eliminati completamente dalla vita politica e dalla faccia della terra, continueranno a fare sfracelli insieme ai loro sodali internazionali. Faranno comunque lo Jus Soli, perchè è l'ultimo tassello per cambiare irrimediabilmente la nazione, dopo aver blindato la presenza di tutti gli stranieri in Italia attraverso la cosiddetta legge sulla tortura.
Ci manca solo che installino le camere a gas per gli italiani che le hanno fatte tutte.

IL SAURO

IL SAURO

Nessie said...

Bet, un tempo c'era lo scambio "petrolio in cambio di immigrati" . Eravamo negli anni '70. Ora c'è un salto di qualità (si fa per dire): Africani in cambio di "maggior flessibilità". Cioè il classico piatto di lenticchie rancido.

Alla tua risposta finale rispoondo SI'.

Jacopo Foscari said...

Aggiungiamo anche l'exploit di Guglielmo Cancello (nomen omen?)come segnale del "rompete le righe" nel fronte mondialista. Forse alla fine della fiera l'elezione di Trump qualcosina di buono l'ha portata davvero e ora tra logge e grembiulini sparsi è giunta l'ora del "tutti contro tutti"

http://www.corriere.it/cronache/17_luglio_06/consiglio-bill-gates-all-ue-4b4b18ac-61c3-11e7-bdfb-e027df3feb8d.shtml?)

Aggiungiamo anche i progetti nemmeno troppo velatamente neo-asburgici del cancelliere austriaco in pectore, Sebastian Kurz, il quale mira a far coalizione con Hofer e a far diventare l'Austria il quinto membro di Visegrad e che per questo ha spinto l'Austria verso la posizione che sappiamo sul tema. Evidentemente a Vienna si sono stufati di fare le ancelle dei fratelli maggiori e vogliono rifarsi il vecchio impero a scapito dei mai amati fratelloni.

Tempi interessanti, non c'è che dire. Il "contrordine compagni" della dirigenza piddiota di queste ore sui clandestini comunque resta una delle cose più esilaranti a cui ho assistito in vita mia. Ma d'altronde, conoscendo i soggetti, non c'è da stupirsi. Parliamo pur sempre di chi per 50 anni ci ha raccontato il "paradiso operaio", salvo poi riscoprirsi "liberale" e "democratico". Per ora restano solo parole al vento, buttate in pasto al popolino incazzato che li ha appena sfanculati perfino nei bunker storici, ma vediamo come evolve. Conoscendo i soggetti non mi stupirebbe di vederli ora riscoprirsi sceriffi anti-clandestini nel patetico tentativo di conservare poltrone ed emolumenti

Nessie said...

SAURO, HO LETTO! Tutte cose che sapevamo già, ma ormai i carteggi storici che lo testimoniano, si sprecano. E le pistole fumanti, pure.
Dici bene, ci mancano le camere a gas per gli Italiani. Ma quand' è che basta?!?

Nessie said...

Jacopo, ho letto le ultime dichiarazioni di Bill Gates. E' evidente che "qualche manina" sembra remare contro. ERA ORA!
Staremo a vedere se c'è un cambiamento di rotta.

Aldo said...

Attenzione alla parolina-attribuito "clandestina", prezzemolosamente abbinata ad ogni altro ingrediente abbia a che fare coi moti migratori in ingresso... i magheggi che vedremo nei prossimi mesi stanno tutti lì. No, mi correggo, c'è un altra parolina-attributo non meno prezzemolosa e bifida: "islamica". Occhio, che i prestigiatori in ambito dirigenziale hanno mano lesta, tanto che stiano usando la sinistra quanto la destra.

Nessie said...

C'è molto fango da spalare Aldo. Alle rifiniture penseremo dopo. Occorre saper distinguere il colossale, dal medio, dal piccolo, quando c'è da ricostruire. E in politica bisogna sapersi dare una scala di priorità. La cricca Gentiloni-Renzi se ne deve andare con le buone e con le cattive, perché qui siamo ben oltre i magheggi e i raggiri. Mi pare che il link messo dal Sauro metta bene in evidenza una storia di soprusi molto violenta che proviene da lontano.

Nausicaa said...

Qui la dichiarazione dell'ex min della Difesa Mario Mauro che conferma il patto scellerato: migranti in cambio di conti sforati


http://www.ilgiornale.it/news/politica/migranti-cambio-dei-conti-suicidio-firmato-renzi-e-alfano-1417263.html

Ora occorre in blocco la cacciata dei tiranni.

Nessie said...

Se il castello di carte non crolla adesso, non so più che altro ci vuole. Intanto su Libero l'appello del generale Perrotti della Folgore contro lo ius soli:

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/12418559/ius-soli-generale-folgore-perrotti-contro-boldrini-kyenge-immane-catastrofe-italia-inferno-afro-islamico-immigrazione-terrorismo-.html

tutti parole sante e strasante!

Jacopo Foscari said...

E bravo il generale. Lo Ius Sòla non s'ha da fare né domani né mai. Già ne arrivano a centinaia di migliaia ogni anno, mi manca solo l'esercito delle gravide del Terzo Mondo pronto a sbarcare in massa

Nessie said...

Bravissimo, ma sono già arrivate minacce alla sua famiglia. E te pareva! Già anneghiamo tra le risorse, se poi gli diamo pure lo stato giuridico favorevole a rimanere, allora creiamo una situazione di irreversibilità di perdita di sovranità. No non s'ha da fare in nessun modo.

Massimo said...

Anche ad Amburgo non hanno concluso nulla.
Patetico Gentiloni che, con la sua aria dimessa da curato di campagna, afferma che i paesi europei dovranno prima o poi capire che devono assumersi le loro responsabilità. Ma se le assumono: chiudono le frontiere, tanto ci sono quei coglioni di Italiani che si tenfgono cani e porci sbarcati dalle ong. In cambio di cosa ? Della concessione di fare altri debiti che strangoleranno l'Italia, solo perchè un bulletto di periferia possa produrre chiacchiere e diapositive con quello che avrebbe "fatto". Peccato che i soldi siano i nostri. C'è una sola risposta: agire. E che un generale della Folgore si esponga a criticare la Boldrini e la Chienge ... mi fa sognare.

Nessie said...

Fa sognare anche me. E credo che qualche sana "manina" stia cominciando a mettersi di traverso. O almeno, lo spero.

Bet said...

Irreversibilità no, Nessie. Nulla per fortuna è irreversibile tranne la morte. Le leggi poi si cancellano facilmente e se anche passasse l'infame norma che mira a trasformare in 'nuovi italiani' la feccia di mezzo mondo solo per perpetuare il potere del partito dementi, basterebbe azzerare tutte le cittadinanze regalate diciamo nell'arco degli ultimi 20 anni e oltre se necessario, senza guardare in faccia a nessuno. Ora che il disegno perverso di sostituzione etnica è venuto alla luce, non abbiamo nessun dovere di subirne le conseguenze.
Ps petrolio non solo in cambio di migranti, ma anche dell'islamizzazione del territorio (Roma e l'Italia centro della cristianità sono da sempre nel mirino dei fanatici muslim), non a caso la più grande moschea d'Europa si trova ad un tiro di schioppo da San Pietro, una follia totale della quale chi ha dato i permessi evidentemente non ha compreso la portata.

Camere a gas sì e sì: ma per i traditori.

Anonymous said...

"mini' tirabusciò " ha fatto "'a mossa" , e per la massa piddiota potrebbe ancora bastare.
ws

Nessie said...

Traduci ws :-). Stai parlando del calabro Minniti?

Nessie said...

vero Bet, ma ci vuole la volontà politica per azzerrare il tutto e ricominciare. Prima si rimpatriano le risorse. Poi si procede a rifare le leggi a favore degli autoctoni.

Anonymous said...

Un'Italia economicamente distrutta dal peso della massa degli immigrati è proprio ciò che vogliono in Europa. Ma tranquilli c'è sempre Vasco Rossi che catalizza e canalizza i giovani italioti rendendoli catatonici ectoplasmi che non per niente si "distinguono dall'uomo comune" ,... e che caspita ! Loro grazie al questo Guru hanno capito tutto della vita, mica si fanno coinvolgere in meschine e superflue diatribe che riguardano il loro futuro. Siamo tutti liberi liberi ,omosessuali ,transgender, multietnici,multiculturali,accoglienti, colorati e trasgressivi : vogliamo solo divertirci in fondo in fondo ! La vita è una sola ! Intanto come ci racconta l'esimio Blondet la Cina ultra-nazionalista procede come un carrarmato in una politica aggressiva di espansione economica e militare atta a rendere il suo popolo il migliore, il più preparato, il più unito per le sfide del futuro. I cinesi , e io li osservo attentamente a Roma, lavorano sodo , fanno enormi sacrifici e non si perdono in cazzate inutili. I giovani quando non sono concentrati nello studio aiutano i parenti nei negozi con umiltà e dedizione. Sono gli unici stranieri da cui abbiamo molto da imparare. Se non ci sbrighiamo a fotterli e spedirli a calci in culo nella patria di origine ci sommergeranno e sottometteranno. Saremo i loro schiavi dopo che questa stramaledetta sinistra gli ha aperto tutte le porte. Epperò aggiungo che in caso di loro successo saranno gli unici che ci difenderanno dagli islamici dato che sono tutti laici e atei e non hanno tutte quelle fisime pietiste e piagnone dettate dalla religione cattolica e da certi Papi ambigui e falsi !
Max da Roma.
Un caro saluto a Nessie e a tutti i lettori.

Nessie said...

Ciao Max. Gli accoordi con la Cina purono stipulati dal WTO (organizzazione mondiale del commercio) l'11 dicembre 2001 pochi mesi dopo l'attentato alle Torri gemelle, che a quanto pare, servì a dare la stura alla globalizzazione e il via libera alle "guerre "umanitarie" contro il cosiddetto "terrorismo internazionale". Dunque a onor del vero non è stata solo la sinistra a incoraggiare la migrazione cinese. Negli Usa c'era Bush. Quanto allo scenario che prospetti in funzione antiislamica, oramai sappiamo che per niente non mena la coda nemmeno il cane. Meglio cercare di metterci in salvo da soli magari coordinandoci con le forze sovraniste di altri paesi che ci stano a dare la spallata.

Bet said...

@ Max, le fisime pietiste e piagnone non sono dettate dalla religione cattolica ma dalla deriva terzomondista che ha preso piede in Vaticano in tempi recenti grazie alle infiltrazioni massoniche. Il risultato è una Chiesa degenerata e depravata, una caricatura dell'originale che si lascia invadere e massacrare senza colpo ferire. Ma in altri tempi, quando la Chiesa era di tutt'altra pasta, c'erano le crociate, ci fu Lepanto...segno evidente che se c'era da menare le mani, alla don Camillo, non c'era spazio per pietismi farlocchi neppure tra i preti. Quella Chiesa non avrebbe MAI consentito la costruzione di moschee in territorio italiano, sempre che ci fosse stato tra le autorità laiche del tempo qualcuno così pazzo da desiderarlo.
Quanto ai cinesi, non so se ci difenderebbero dagli islamici in virtù del loro ateismo. Quel che è certo è che come colonizzatori non sono secondi a nessuno, basta vedere ciò che stanno combinando in Africa.

@ Nessie, mi hai suggerito un'idea. Quali sono, in ordine di importanza, le priorità per far ripartire l'Italia? Ecco, magari se aprissi un capitolo su questo tema potrebbe saltarne fuori qualcosa di interessante, che ne dici. Intanto ecco le mie prime due assolute: 1) via le basi Usa dall'Italia, madri di tutti i servaggi 2) via i governi autoinsediati (o imposti da altrove, che fa lo stesso). Queste per me le primissime condizioni per riprenderci ciò che è nostro e cacciare le cavallette che si stanno mangiando il 'paese più bello del mondo'.

Bet said...

Oh, e a proposito di movimenti sovranisti:

https://generazione-identitaria.com/

Se non erro sono proprio quelli che contrastano in mare le ong scafiste. Non ho la palla di vetro, ma a mio avviso sono da tenere d'occhio. Il futuro mi sa ci riserverà delle (piacevoli, spero) sorprese!

Nessie said...

Hai ragione Bet. Passiamo il tempo a criticare ma dovremmo concentrarci su quale programma instaurare quando usciremo da questo sconquasso.

Diciamo che personalmente sono contraria al "capitalismo di rapina" e contro la finanziarizzazione del capitale su scala globale.Controllare la Borsa e le speculazioni. Sono per la piena sovranità degli stati-nazione, per l'uscita dall'Euro, per uno stato regolarizzatore delle storture e degli abusi che sappia dare impulso alla piccola e media impresa, che sappia far rientrare la manifattura, che valorizzi le maestranze, l'artigianato e gli antichi saperi e che non consideri "un furto" la proprietà privata .


Ovviamente sono contro l'immigrazione e opto da subito per il rientro massiccio degli invasori a casa propria. Che si arrangino a combattere e ad abbattere le loro dittature, se ne sono capaci. Qui non ci sono Eldoradi né paesi del Bengodi da sfruttare.

In ultima battura lo IUS SOLI NON DEVE PASSARE. Nemmeno in modo soft.

Nessie said...

PS: dimenticavo il problema banche. Sono per la nazionalizzazione della Banca d'Italia. Al momento Bankitalia è privata.

Aldo said...

"Al momento Bankitalia è privata."

Numerosi precedenti "illustri" hanno già dimostrato che una banca è privata finché rende. Quindi diventa qualcosa di simile a una roba pubblica quando c'è da ripianare i debiti fatti intenzionalmente proprio per farseli ripagare da altri. Ridiventa privata immediatamente dopo.

Il ragionamento di 'ste robe è quel che è mio è mio... quel che è tuo, pure.

Nessie said...

E' la verità. E' il solito gioco sporco del socializzare le perdite e privatizzare solo i profitti. Déjà tristemente vu. Anche la BCE per chi ancora non lo sapesse, è privata. Per questo ci rastrellano di continuo quattrini in nome del "ce lo dice l'Europa".

Anonymous said...

Quale programma instaurare ? Io direi regime. Ma è ovvio: il fascismo: l'unico vietato per legge in quasi tutto il mondo. Se cerchiamo una soluzione tra quelle consentite, tempo dieci anni e siamo daccapo. Personalmente ho saltato tutti gli steccati ideologici possibili, come le pecore dell'intervallo televisivo; ma, un esclusione dopo l'altra, non mi è rimasto che questo qui. Non che sia facile trovare un altro Mussolini, anzi, probabilmente sarà impossibile ma, in ipotesi, sarebbe l'unico regime che fa tutto il contrario di quello che si fa oggi. Quello che è vietato è, con tutta probabilità, l'unica medicina giusta.

IL SAURO

Nessie said...

Sono scaramantica: chi perde non può essere riciclato.

Jacopo Foscari said...

A proposito di fascismo, Renzi dice "aiutiamoli a casa loro", ricordiamo che LVI a li aiutava eccome a casa loro ;)

https://italiacoloniale.wordpress.com/2017/07/09/asmara-citta-modernista-del-ventennio-fascista-dichiarata-patrimonio-dellumanita-dallunesco/

Nessie said...

E difatti non ha funzionato. Così oltre a sottrarre quattrini alla cittadinanza italiana "per aiutarli a casa loro", te li ritrovi anche qui. Abbiamo fatto la Cassa del Mezzogiorno e si è visto con quali risultati. Ora che facciamo? La Cassa d'Africa?

Aldo said...

Concordo con Nessie. Anche la musica del tempo, più o meno di propaganda, ci aiuta a capire l'inghippo: "Faccetta nera, piccola abissina,/ti porteremo a Roma, liberata./Dal sole nostro tu sarai baciata [...]"

Anche no, grazie.

Che è, 'sti personaggi che smaniano per aiutare a destra e a manca, portando qui o lasciando là... tutti convinti che questi siano incapaci di provveder a se stessi? Ovvero che siano... inferiori? Uè, si scopre che il razzismo alligna proprio là dove non ci si aspetterebbe di trovarlo. O più probabilmente è solo gente che annusa affari a non finire e che sarebbe pure disposta a vendere la madre sotto ai viali per far quattrini, come han fatto le dirigenze (in senso lato, non solo politico) di qualsiasi popolo in qualsiasi epoca. Non esistono e non sono mai esistite verginelle negli ambienti "altolocati". No.

Ah, fuori tema (forse): hai visto che bel neologismo ti ha sparato su questo qua? Al di là del contenuto della pagina, direi che accoglioni è molto centrato. Epperò pare che gli accoglioni comincino ad averne abbastanza di passare per tali. Per ora "mirano" in basso, purtroppo, (la responsabilità maggiore è di chi ci costringe ad essere accoglioni ancor più che di chi appesta le strade) però almeno qualche segnale comincia a essere lanciato. Metterei tra i segnali anche l'esito del referendum dello scorso ottobre e quello delle più recenti consultazioni amministrative.

Nessie said...

"Accoglioni" è carinissimo e "questo qua" sarebbe lo Sprirlì, che sarà anche una "vecchia checca" (così si autodefinisce), ma non le manda a dire.

Quel che mi manda più in bestia è il fatto che quando abbiamo la possibilità di regolare i conti, arriva la polizia a difenderli. Mai una volta che intervenisse a prevenire i loro misfatti e difendesse noi.

Anonymous said...

Per Aldo: i fascisti avevano una concezione etnica del popolo, non credo volessero trasferire l'Abissinia a Roma. Questo lo fanno gli anti-razzisti.

IL SAURO

Jacopo Foscari said...

Direi che non ce n'è tornato in tasca nulla di buono tra sanzioni e il fatto che le colonie si rivelarono scatoloni di sabbia inservibili. Comunque se Berlusconi vuole fare il Piano Marshall per i neretti lo faccia pure, ma coi soldi suoi. Bello fare la beneficenza col portafoglio degli altri. Riguardo il capitolo consiglio il libro di Dambisa Moyo "la carità che uccide", in cui è spiegato bene il sistema "umanitario" e come questo sistema sia pernicioso e finisca per alimentare signorotti e feudatari tribali vari

Nessie said...

Appunto! In Somalia ad esempio con la scusa di "aiutarli a casa loro" abbiamo alimentato feroci satrapie. E sappiamo come è andata.

Anonymous said...

Non sarei tanto d'accordo sugli scatoloni di sabbia. Lo vediamo proprio adesso che significa avere una sponda in Africa. Senza dire del fatto che la Libia era uno scatolone di petrolio, non solo di sabbia, ma allora non si sapeva come utilizzarlo. Sarebbe bastato solo quello per avere l'autosufficienza energetica: tanto lì non hanno bisogno nemmeno oggi di tanta energia. Tutta la fascia del sud Mediterraneo era nelle mani dei turchi e dei vari sultanati musulmani almeno dal '600 DC. Con la modernità, e dopo la distruzione della Turchia operata dall'interno e dalla Ia GM, le potenze coloniali hanno rafforzato la loro presa ma, a parte Spagna e Francia che avevano storiche colonie, tutto il resto era sotto la nostra influenza: Egitto compreso, il che non è poco. C'è voluta la IIa GM per indebolire questa influenza ma, con qualche arzigogolo, siamo riusciti a mantenerla sia in Libia che in Egitto e, parzialmente, anche in Tunisia. Craxi è morto ad Hammamet mica per niente. Naturalmente, dell'Africa subsahariana, neanche a parlarne: l'influenza è ancora oggi delle rispettive nazioni colonialiste, quindi è a loro che si dovrebbe chiedere conto della marea umana che solo di recente è stata messa in movimento. Aldilà dei luoghi comuni, nel dopoguerra ci siamo barcamenati come potevamo, se non altro con la diplomazia, solo negli ultimi dieci anni ci hanno sfrattato, ma abbiamo ancora migliore influenza noi italiani in Libia dei Francesi e degli inglesi. Per non dire degli statunitensi che nemmeno la tribù più scalcagnata può vedere.

IL SAURO

Nessie said...

Una cosa è certa: noi abbiamo dato molto di più di quanto abbiamo ricevuto, dalle colonie. E in cambio abbiamo avuto ingratitudine, dileggi ecc. Tanto valeva comportarsi da sfruttatori come l'Albione: alla fin fine si è più rispettati. Specie da popoli abituati ai colpi di machete dei loro signori della guerra.

Nessie said...

Qui un buon articolo sullo ius soli e i progetti di ingegneria sociale:

http://www.imolaoggi.it/2017/06/28/i-fanatici-dello-ius-soli/

Anonymous said...

https://twitter.com/KTHopkins/status/885097683521810432
"short but impressive" ( per dirlo in renzese) video che mostra due cose sulle "risorse".
1) le vanno a prendere sulle coste libiche come fosse un "servizio di linea"
2) i numeri forniti dal governo sono truccati e vanno moltiplicati per almeno un fattore 2
3) chiunque dica di credere alle mosse di "minnì tirabusciò" ormai non è nemmeno un cretino: E' UN TRADITORE.
ws

Nessie said...

Ci vorrebbe il plotone d'esecuzione per ALTO TRADIMENTO, per tutte queste stramaledette facce di palta, per non dire di peggio. Minnì Tirabuscio, lo adotterò anch'io :-)

Jacopo Foscari said...

Bah, per me la colonizzazione dell'Abissinia fu l'inizio della fine del fascismo. E sia chiaro che non faccio parte del coro dell'anti-fassismo e che riconosco al regime diversi meriti nella politica sociale e nelle infrastrutture, ma quello per me fu il punto in cui il fascismo cominciò la parabola discendente verso il disastro. Senza contare che l'Abissinia non si rivelò certo l'eldorado per i contadini italiani promesso dal regime. Tornando ai giorni nostri Lolitò mi ha sorpreso dicendo senza mezzi termini che il "Piano Marshall" per l'Africa è una stupidaggine e che finché continueranno a figliare come conigli di soldi per loro non ce ne saranno mai abbastanza

Nessie said...

Vedo che qui abbondano i soprannomi :-) Lolitò, per la cronaca chi sarebbe? Berlusconi?

Jacopo Foscari said...

Lolitò sarebbe Macron ;)

Nessie said...

Ah, già :-).

Oggi anche il responsabile di Frontex ci chiude la porta in faccia sulle trattative-immigrazione:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/12/migranti-anche-frontex-chiude-allitalia-altri-stati-non-disponibili-ad-aprire-porti-m5s-renzi-ci-ha-svenduti-per-gli-80-euro/3724512/

Nessuno vuole quote, tranne i nostri BASTARDONI che ci hanno svenduto per 80 euro!

Pecosbill said...

Una cosa molto misteriosa da segnalare.
Da quando i pulcinella governativi, spaventati dagli sbarchi in massa ( 15000 in 24h) hanno protestato, peraltro negando tutto ciò che avevano detto fino al giorno prima, e dovendo rimangiarsi tutto in 24 ore,
più nessuna notizia di sbarchi ci è giunta.
Ora i casi sono due: o effettivamente più nessuno è sbarcato da più di 10 giorni e quindi è il governo a decidere quanti devono sbarcare,
oppure gli sbarchi continuano come prima ( ovvero a 7-8000 clandestini al giorno) ed allora la dittatura mediatica è talemte capillare che nessuna tv , nessun giornalista, nessun blogger, nessun sito web , può dire nulla.
Niente e nessuno può parlare.
Non è stravagante tutto ciò?

Pecosbill

Nessie said...

Pecos, ti sbagli. Non più tardi di stasera al TG hanno fatto vedere una zattera di gomma con attaccati almeno 500 negri. Tutti tratti in salvo. Ovviamente continuano a chiamarla "emergenza immigrazione". Sono almeno 10 anni di emergenza continuativa!!!

Aldo said...

Non hai capito un tubo -- è emergenza nel senso che questi emergono dalle acque, più o meno come la Venere di Botticelli.

Nessie said...

Ahhh! ora è chiaro :-)

Anonymous said...

Sarà anche brutto a dirsi, ma la quiete non è uno stato di natura. Se non ti muovi tu, lo fa qualcun altro. La peggiore ipocrisia del dopoguerra è stata il voler far credere che non è così. Infatti qualcuno non ha fatto che estendere il suo dominio a spese di qualcun altro. Ora che ci siamo ben svegliati è troppo tardi, eppure consideriamo ancora oggi abominevole il nostro, per altro modesto, tentativo di imitare le grandi potenze. Se non torniamo rapidamente con i piedi per terra non perdiamo solo quel poco che ci resta ancora della nostra influenza internazionale, ma il controllo del nostro stesso territorio. E questo significa che dobbiamo ritrovare l'istinto vitale che i selvaggi che arrivano in Italia a frotte, hanno conservato.

IL SAURO

Anonymous said...

Questa del PD che si è messo a fare il leghista è solo una fintissima sceneggiata ad uso zombie dopo la mezza batosta delle amministrative che li ha sconvolti. L'importazione di immigrati, che è la primaria industria nazionale unitamente alla produzione di selfie, andrà avanti secondo gli ordini ricevuti finanziata da fondi illimitati da usare a loro piacimento e senza alcun controllo effettivo da attingersi a man bassa principalmente dalle tasche degli italiani. A proposito di controlli è significativo che si siano imbastite inchieste e campagne mediatiche tuonanti per scontrini (dell'opposizione) da due euro mentre qui c'è un giro di miliardi tutto discrezionale e off limits. Pensa te che caso....
Scarth
PS: sono di ritorno da un giretto in Francia...in una settimana non c'è stata una singola volta che mi sia trovato davanti a una TV senza che ci fosse un programma con Macron, su Macron e per Macron. Una ossessione...a momenti lo sovrapponevano anche al Tour de France o magari l'hanno fatto. E naturalmente rigorosamente nulla sul F N.

Nessie said...

Sauro, purtroppo è vero. Non esiste nemmeno on Fisica un completo e totale stato di quiete e per quanto non ami Eraclito c'è del vero nella sua massima "Non c'è realtà permanente ad eccezione della realtà del cambiamento; la permanenza è un'illusione dei sensi.”

Nessie said...

Scarth, il PD si smentisce ogni due per tre, perché mentre quel beota di Renzi urla ai 4 venti che ci vuole una contabilizzazione degli ingressi da una parte, poi dice che lo IUS SOLI è un principio irrinunciabile e imprescindibile. Che leghismo ad uso minorati mentali sarebbe mai?

Nessie said...

PS. in che zona della Francia eri?

Anonymous said...

Regione Pirenei; avranno anche i loro problemi con il loro nuovo Proconsole da laboratorio che gli hanno rifilato ma era già un passo avanti rispetto all'Africa Italiana dove sono tornato.
Scarth

Nessie said...

Curiosa coincidenza: anch'io :-) Per l'esattezza Midi Pyrenées.