02 November 2016

Bergoglio non porta fede né speranza né carità




La speranza degli Italiani si sbriciola con le recenti scosse di terremoto. Le più devastanti e tremende per violenza e impatto che hanno distrutto luoghi stupendi dell'Umbria e delle Marche che tutti ci invidiano. La Bellezza, in quanto la più vulnerabile delle prerogative umane, non ci salva e non salverà sé stessa dalle catastrofi. La famosa frase di Dostoevskij ("la bellezza salverà il mondo") è stata assunta come uno sciapo slogan dall'Unesco, ma non è mai stata intrinsecamente compresa. Tra l'altro, nella lingua russa ha un significato eminentemente diverso da quello estetico comunemente attribuitogli.  Bellezza, in questo caso,  è più che estetica; possiede una dimensione etica, religiosa, trascendente. Il grande scrittore russo vedeva in Gesù un seminatore di bellezza.
Troppe piaghe bibliche in un sol colpo, troppe maledizioni (la teoria della "punizione divina" da parte del viceministro israeliano  Kara) per non pensare che in fondo nulla è mai per caso.

Cosa dovrebbe fare un papa in questi casi? Semplicemente fare il pastore di anime, portare speranza, aiutare i suoi fedeli a non scoraggiarsi, illuminare l'accidentato percorso con la voce del vero spirito, quel percorso interrotto da  tanta furia degli elementi della natura. E invece chi abbiamo? Un usurpatore falso-modesto, falso-umile, falso-buono, un demagogo che eccelle solo in luoghi comuni, in banalità plateali ad uso mediatico e in ipocriti e malvagi buonismi che non fanno che aggiungere benzina sul fuoco. Sono lontani i tempi dei papi come Pacelli (foto sottostante) che sfidò le bombe di Roma per abbracciare con larghe braccia una folla dolente, sofferente e impaurita, gesto insieme solenne, ieratico,coraggioso. Anche oggi è  in atto una guerra, sebbene con mezzi non convenzionali, ma nessuno ci aiuta e ci conforta  davvero.



Ma vengo alle più recenti  cronache. E' noto che durante le ultime scosse di  terremoto Bergoglio non abbia detto mezza parola di riprovazione nei confronti dell'infelice brutale  dichiarazione sulla "punizione divina" dell'Italia propugnata del viceministro della Cooperazione regionale di Israele, Ayooub Kara, per aver aderito all'astensione in sede UNESCO sulla città vecchia di Gerusalemme,  insieme ad altri 28 stati europei. Curioso questo Dio a senso unico! Ma guarda un po': su  28 stati  che si sono astenuti all'Onu-Unesco, la "punizione divina" del terremoto è toccata  solo ed esclusivamente all'Italia?!? Si vede che tutti  gli altri sono meno "peccatori". Bergoglio il logorroico, quello che ha sempre la battuta facile, questa volta ha stranamente taciuto.  E si sa, chi tace acconsente.

Andiamo avanti. Una catastrofe è una catastrofe e in questi casi, non preghiere, caro il mio Gesuita, ma opere di bene. Invece si limita a dire che "pregherà per le vittime"? E' un po' poco.
La coscienza di molti cattolici si indigna e non mancano articoli particolarmente pungenti, risentiti e amareggiati come quelli di Antonio Socci ben  riassunti qui su Huffington, e di Blondet.

"È rimasta in piedi solo la facciata, un'immagine che a molti è apparsa come un presagio di una chiesa che sta crollando lasciando in piedi, appunto, solo la facciata", scrive Socci.
E ancora: 

Ma cosa aveva di così urgente da fare Bergoglio, invece di consolare gli afflitti?  (tra l'altro questa  è una delle opere di misericordia spirituale). Lui dopo aver incassato il Premio Carlo Magno (Kalergi) 2016,  ha innanzitutto la sua Agenda mondialista  da mandare avanti e perciò,  col suo borsone nero da doganiere e con i  suoi pesanti scarponi da Scarpantibus è volato al raduno dei luterani in Svezia.
Il pensiero religioso unico e sincretico, non può attendere. Era una priorità?
 L'occasione è storica - si dice: la commemorazione dei 500 anni (meno uno) della Riforma protestante, nella cattedrale di Lund. Era proprio il 31 ottobre 1517 quando Martin Lutero affisse le 95 tesi nella chiesa di Wittenberg. Ma Socci lo incalza: 

«Papa Francesco va in Svezia dal nemico Lutero, mentre la Basilica di Norcia crolla per le scosse del terremoto che ha devastato il centro Italia. San Benedetto è stato il grande unificatore spirituale e culturale dell'Europa. All'opposto del santo di Norcia  sta la figura di Martin Lutero, su cui potremo avere mille pareri diversi, ma è incontestabile che sia stato, storicamente, il grande divisore dell'Europa e della cristianità.

E mentre gli Italiani sono distrutti da terremoti, macerie,  tasse, vessazioni da malgoverno e alluvioni migratorie per le quali si praticano espropri su larga scala (la recente requisizione della Caserma Montello a Milano e i fatti di Ficarolo a Rovigo), lui che fa? Pontifica a vuoto e lancia l'ennesima bolla papale pro migrantes: 

“Non dobbiamo spaventarci per i migranti perché l’Europa è stata fatta da una continua integrazione di culture”. “Se la Svezia ha perso la sua capacità di accoglienza” non è “per egoismo” e serve “prudenza” dei governanti nella fase di accoglienza, per poter dare “casa, lavoro, cultura” a tutti. “Non si può chiudere il cuore a un rifugiato”.
Però!



Più che chiudere il cuore, bisognerebbe rinchiuderlo in manicomio. In quale scenario di distruzione li vorrebbe accogliere questi "rifugiati"? E a spese di chi? E sulle spalle di quali persone, se non noi?
Un pontefice divisivo come lui (piace solo a comunisti, piddioti e sinistri vari e a non credenti), che non sa ispirare una vera fede, né sa trovare benefiche parole di speranza né mostrare autentici gesti di carità per i sofferenti vicini e sotto i suoi occhi (gli Italiani), preferendo propugnare la dottrina ONU, va esautorato quanto prima.
Non ci voleva che questa calamità "argentina" tra le tante che abbiamo già in corso d'opera. 

70 comments:

Massimo said...

Perfettamente d'accordo. Non solo la chiesa di Bergoglio mi è estranea ma, pur riservandomi un giudizio definitivo alla fine, dopo quattro puntate preferirei un papa come il Pio XIII di "The Young Pope" che questo argentino eletto in un momento di distrazione dello Spirito Santo.

Huxley said...

Ciao Nessie, non è stato scelto per caso, sotto la sua 'illuminata' guida la chiesa cattolica sta diventando sincretista, globalista e gnostica. In questa era oscura alla guida delle nazioni e organizzazioni ci sono i peggiori nemici delle stesse, si veda Obama, Hollande, Merkel, Rajoy e last but not least i nostri eroici governanti e figure istituzionali. Tra crisi economiche devastanti, fenomeni naturali(?), invasioni programmate, squilli di guerra prepariamoci al peggio.

Eleonora said...

Arriverà dopo, esattamente come quel terremoto di agosto. Arriverà dopo per non disturbare. Eh. Passerà solo a Norcia. Ma a che punto siamo arrivati?

Nessie said...

Massimo per noi laici è chiaro che è innanzitutto l'autorità politica che deve trovare soluzioni e che invece si comporta in modo disgustoso. Ma se a questa ci si aggiunge anche quella religiosa, il risultato è quello che abbiamo ogni giorno sotto ai nostri occhi: il disastro.

Nessie said...

Huxley : Tra crisi economiche devastanti, fenomeni naturali(?), invasioni programmate, squilli di guerra prepariamoci al peggio.

Cos'altro può esserci di peggio di tutto questo apocalittico scenario? Giusta il tuo commento che la chiesa cattolica deve essere trasformata in "sincretista, globalista e gnostica". E lo Scarpantibus ha fretta, troppa fretta per guardarsi attorno e vedere la VERA sofferenza.

Nessie said...

Eleonora, più che altro arriverà quando vi siete rimboccati le maniche, avete ripulito e magari verrà pure a dirvi che dovete essere accoglienti e che non bisogna costruire muri, ma ponti. I suoi di ponti sono tutti ponti verso il Nulla.

Jacopo Foscari said...

Come detto nel precedente post, la Chiesa Luterana Svedese è un'eccellente macchina del tempo per vedere come finirà la Chiesa Cattolica dopo la "cura Bergoglio", si ridurrà a un guscio vuoto di umanitarismo stucchevole e gli autoctoni ne prenderanno definitivamente le distanze. Gli svedesi si sa, sono un popolo pacifico e pacato, e si sono allontanati dalla Chiesa Luterana come è nel loro stile, silenziosamente e pacatamente han cominciato a disertare le funzioni religiose e a ignorare i precetti di un clero che si auto-screditava senza darsi a massacri clericali come nella Francia rivoluzionaria, nella Spagna repubblicana o nel Messico della Cristiada. Vedremo come reagiremo noi all'apostasia della nostra Chiesa, scivolando in una silenziosa indifferenza come gli Scandinavi, oppure imitando i cugini francesi e spagnoli? Ai posteri l'ardua sentenza. A questo punto speriamo che almeno la Terza Roma resista a queste tentazioni

Anonymous said...

E' solo una delle tante manifestazioni del nuovo che avanza. Come la classe politica non investe sui cittadini che l'hanno eletta e usa il denaro che estorce loro per investire sugli alieni, così l'autorità religiosa la rafforza dandole il pretesto morale per fare ciò che fa.
Dubito che gente come questo papa e il suo codazzo di satanassi travestiti da preti creda in qualcosa. Tutti insieme sono la sponda ideale per concretizzare gli scopi secolari di chi oggi governa il mondo: eliminare la fiducia in qualunque tipo di autorità, compresa quella divina. Il loro scopo è quello di togliere la speranza alimentando false speranze. Non credendo in nulla non credono nemmeno che il Padreterno li possa punire per questo atto di superbia che pure, una Chiesa con tutta la sua secolare corruzione, aveva continuato ad attribuire all'angelo caduto. Pur non essendo incline a darne un'interpretazione religiosa, questi sono fatti che, per la loro dimensione e gravità, non si sono mai visti prima nella storia delle civiltà umane. In quei pochi che ancora credono, la tentazione di abbandonare la fede viene così alimentata. E' infatti questo il vero scopo di manovre che altrimenti sembrerebbero assurde. Non ci resta che di tifare per il Padreterno e sperare fortemente che esista e si faccia sentire in qualche modo.

IL SAURO

Nessie said...

Jacopo, verissimo quel che dici del secolarismo delle chiese protestanti del Nord-Europa. Da tempo la chiesa Luterana Svedese contempla al suo interno donne sacerdoti, matrimoni gay celebrati in Chiesa, accoglienza ai mussulmani, sincretismo e relativismo a gogò contro il quale combatté papap Ratzinger (prontamente defenestrato per l'uopo). Vale, pur con le dovute, differenze anche per la chiesa anglicana.
In questo momento si vuole espungere dalla religione cattolica le parti che non permettono alle chiese mondiali di poter forgiare una religione unica compatibile alla dottrina ONU.

Nessie said...

Esatto Sauro. La cosa è tanto più grave in quanto questo impostore (la presunta "autorità religiosa") offre il pretesto morale ai nuovi arrivati ai quali garantisce il loro diritto di "primogenitura" nell'accampare diritti, su noi autoctoni.

E oggi l'arcivescovo Scola a Milano ha bissato con la sua manifestazione solidale con Anpi, Fiom, Sinistra italiana, Emergency, Camera del lavoro, Giovani democratici, Arci. La Curia Milanese è proprio disgustosa:

http://www.ilgiorno.it/milano/cronaca/caserma-montello-protesta-profughi-1.2643142

Nessie said...

PS: Parlo ovviamente dell'occupazione della Caserma Montello, caldeggiata dalla citata nomenklatura. Welcome Refugees :-(

Jacopo Foscari said...

Parlo per quando ero nel Regno Unito. La Chiesa anglicana ha da tempo imboccato la stessa china delle cugine scandinave, anche se non è ancora arrivata a quei livelli. Diciamo che è comunque a buon punto in quanto a declino morale e intellettuale a metà strada tra i cattolici e i protestanti scandinavi. Gli autoctoni in larga parte ignorano la chiesa anglicana, e come biasimarli vien da dire. Nel Regno Unito va detto che resistono ancora alcune sette di protestanti non conformati, ovvero quei protestanti che al tempo non aderirono all'anglicanesimo, alcune di queste sette sono particolarmente conservatrici, però hanno il difetto di essere auto-referenziali e settari come i lefebvriani

Nessie said...

Sui lefebvriani il discorso è un po' più complesso. Hanno fatto in maniera da marginalizzarli e renderli auto-referenziali e settari. Pena la solita lettera scarlatta. E quando il povero Ratzinger cercò di sdoganarli per inserirli nella "grande famiglia cristiana", sai già bene cosa gli accadde. Occorre anche ricordare la "scarlatta" di Tullia Zevi dell'Ucei, per il ripristino del rito tridentino. Ovvero la Messa in latino.

Anonymous said...

La lettera di ringraziamento dei lefebvriani (fraternità S. Pio X) quando papa Ratzinger lasciò il suo pontificato nel 2013


http://www.dici.org/en/documents/comunicato-della-casa-generalizia-della-fraternita-san-pio-x-2/

Z

Nessie said...

Grazie Z. E' un link che ho già pubblicato altre volte, ma forse è addirittura meglio copiaincollarlo prima che sparisca o non si trovi più facilmente.

La Fraternità San Pio X ha appreso il subitaneo annuncio delle dimissioni di Papa Benedetto XVI che saranno effettive la sera del 28 febbraio 2013. Malgrado le divergenze dottrinali manifestate ancora in occasione dei colloqui teologici tenuti fra il 2009 e il 2011, la Fraternità San Pio X non dimentica che il Santo Padre ha avuto il coraggio di ricordare che la messa tradizionale non era mai stata abrogata, e di sopprimere gli effetti delle sanzioni canoniche portate contro i suoi vescovi, in seguito alle consacrazioni del 1988.
Essa non ignora l’opposizione che queste decisioni hanno suscitato, obbligando il Papa a giustificarsi davanti ai vescovi del mondo intero. Essa gli esprime la sua gratitudine per la forza e costanza di cui ha fatto prova nei suoi confronti in circostanze così difficili e lo assicura delle sue preghiere per il tempo che desidera ormai consacrare al raccoglimento.
Al seguito del suo fondatore, Mons. Marcel Lefebvre, la Fraternità San Pio X, riafferma il suo attaccamento alla Roma eterna, Madre e Maestra di Verità, e alla sede di Pietro. Essa ribadisce il suo desiderio di portare il proprio contributo, secondo le sue possibilità, a risolvere la grave crisi che scuote la Chiesa. Essa prega perché, sotto l’ispirazione dello Spirito Santo, i Cardinali del prossimo conclave eleggano il Papa che, secondo la volontà di Dio, opererà per la restaurazione di ogni cosa in Cristo
.

Mah, per ora siamo alle macerie. In tutti i sensi.

Nausicaa said...

Gli immobili vaticani o della Curia milanese ad uso migranti i prefetti non li requisiscono mai? Qui siamo a prefetti autoritari in stile cileno che requisiscono in nome di un governo abusivo. Non se ne può più di vedere trasmissioni di poveri italiani arrabbiati, col conduttore che si serve della loro disperazione per rialzare l'audience:

http://rovigooggi.it/articolo/2016-11-01/fn-pronta-ad-alzare-le-barricate/#.WBsA59XhB0w

Nessie said...

Finora conflitti di competenza tra la chiesa e lo stato non ce ne sono stati. Oratori, canoniche, auditorium, locali della Curia purtroppo sono già ad uso "invasori" in molte città e paesi d'Italia. Ma questa non è affatto una soluzione, tenuto conto che sono ubicati su suolo italiano e che poi questa gente te la ritrovi in giro a fa' na gota (nel migliore dei casi).

Paolo said...

Ciao Nessie la notizia la saprai già. Sta nascendo un comitato 'Abano dice no' ad AbanoTerme, quella che il prefetto di Padova voleva trasformare in un centro accoglienza per profughi. Si alza la voce degli italiani che dicono "no ai profughi" e stanno cercando di dare vita a una rete di comitati per il NO, con tutte quelle realtà (cioè quasi tutti i paesi e le città) che hanno questo problema. Speriamo che qualcosa si muova:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/ecco-fronte-anti-profughi-lotteremo-italiani-1326600.html

Nessie said...

Ciao Paolo, sì, sapevo della notizia. E' auspicabile che queste iniziative possano trovare un coordinamento su larga scala. Occhio però a dichiarazioni come quel Zanon di Forza Italia. Occorre stare molto attenti ai trabocchetti retorici. Se si fanno dichiarazioni come : "Non ce l’abbiamo con quei disperati che scappano dal loro Paese e si ritrovano a vivere all’interno di strutture che tolgono loro ogni dignità. Il problema è che la presenza dei richiedenti asilo viene imposta senza lasciare alcuna scelta alle popolazioni locali, con l’unico risultato di alimentare un enorme business che arricchisce le cooperative" ebbene allora ci si mette in trappola da soli.

Il problema non è solo quello delle coop che si arricchiscono, della legalità, dello discernere fra "profughi", "rifugiati", "immigrati" "migranti" o "clandestini". Il problema vero è il piano etnico-sostitutivo già ideato e in via di realizzazione come comprovato da documenti ONU.

Alessandra said...

Con il Pampa si sta concretizzando la Controchiesa, com'è chiamata nel libro "Massonerie e sette segrete".
Oggi ha fatto una telefonata al vescovo di Spoleto-Norcia.

https://www.avvenire.it/attualita/pagine/papa-telefona-al-vescovo-boccardo-per-manifestare-vicinanza-dopo-il-terremoto-a-norcia

Sulla questione immigrazione, oggi ci si è messa pure la diatriba (finta?) tra Amnesty International e il duo Alfano-Morcone. Obiettivo? Farci sobbarcare tutti i nuovi arrivi, tutti senza distinzione.

http://www.repubblica.it/cronaca/2016/11/03/news/espulsioni_illegali_e_maltrattamenti_un_rapporto_di_amnesty_international_parla_di_violenze_sui_migranti_avvenute_in_italia-151204681/?refresh_ce

Nessie said...

Ciao Ale, stai bene adesso? Che succede di bello a Rovigo? Siete riusciti ad aver ragione sul Prefetto?
Quella di Pampurio è davvero una controchiesa, e lo dimostra ogni giorno di più. Ah, si è degnato di telefonare al vescovo di Norcia per manifestare "vicinanza"? Ma non è solo il vescovo ad aver bisogno di "vicinanza". E alle popolazioni colpite non basta la "vicinanza" per il tramite del telefono.

In un paese già disastrato dai terremoti tutti queste legioni di invasori vengono introdotti con uno scopo: il saccheggio e la predazione dopo la rovina.

Amnesty, Emergency e Medici senza Frontiere fanno parte dello stesso cartello dell'Industria della Carità.

Aldo said...

Quante famiglie devastate si sistemano con le spese di uno dei viaggetti di questi personaggi e del loro seguito? Quando saltellano qua e là anziché come le zecche si comportano come le pulci ma, in entrambi i casi, è noto che la specialità è sempre la stessa: succhiare sangue al cane.

Anonymous said...

Ciao Nessie, a me da cattolico o ex cattolico, non so più neanche cosa sono secondo i canoni della Nuova Chiesa, Bergoglio dà i brividi fin dal primo momento; da quel agghiacciante "buonasera". La sua furia dissolutrice non credo sia dovuta a dabbenaggine tanto è intrisa d'odio, anche manifesto, per tutto quello che è stato cattolico prima di lui ma a qualcosa di freddamente pianificato magari anche da altri che l'hanno mandato avanti.
Non cessano però di stupirmi la mancanza di resistenza interna e la velocità con cui è crollata una intera religione bimillenaria ridotta in breve a una semplice diramazione del Potere Globale cui è perfettamente conforme e appartenente. E' il Gorbaciov, lo Eltsin del cattolicsimo.
Scarth

Nessie said...

Giusto Scarth, anch'io ebbi la tua stessa sensazione quando si insediò. Rimasi allibita quando esortò a pregare tutti insieme. Soprattutto continuo a non sopportare il tono falso-buono della sua voce e la formuletta domenicale alla Pippo Baudo "Buona domenica e buon pranzo". Mai sentito niente di più idiota.E a quelli che non possono pranzare, non ci pensa? Già, ma lui è solo il papa degli extra.

Pensa che l'Avvenire (la Nuova UNità vescovile) dopo il suo viaggio in Svezia titola: "Adesso ci guida lo spirito di Lund". Cioè quello luterano.

Alessandra said...

Ora va abbastanza bene Nessie, posso considerarmi guarita.
Il titolo di "Avvenire" è allucinante e avvilente.

Su Rovigo si saprà qualcosa di certo, salvo sorprese, solo da lunedì prossimo, quando si terrà l'incontro tra il presidente della provincia e i sindaci di tutti i 50 comuni.
Il prefetto, Enrico Caterino, dice che non ci si può sottrarre perché "l'accoglienza è un obbligo".
Ha minacciato gravi denunce per chi partecipa a iniziative come quella di Gorino e ha dichiarato che, testuali parole, "gli albergatori in difficoltà, possono trovare nell’accoglienza dei migranti un’occasione di rilancio".

http://www.vvox.it/2016/11/04/prefetto-rovigo-ospitare-migranti-aiuta-hotel-in-crisi/

Io ne avrei di begli aneddoti da raccontare, tra la mia zona e quella di Conetta (VE) dove ho dei parenti: ad esempio, baldi giovanotti che si divertono a saltare all'improvviso come rane davanti alle macchine che passano (e se li tiri sotto è colpa tua), oppure che si tolgono le magliette e le adagiano sulle siepi delle abitazioni limitrofe, o ancora che fracassano gli zebedei chiedendo soldi per comprare le ricariche per il cellulare ... potrei continuare. Sarebbe questa la ricchezza che ci portano?


Anonymous said...

Per fortuna l'Avvenire me lo sono perso però mi capita di martirizzarmi con Radio Vaticana. Ti assicuro che supera perfino Repubblica, Corriere ecc. quanto a zelo pro immigrazione, filo Renzi, filo PD, filo UE, filo NATO con vertici di livore assoluto anti Trump e pro Killary (nota abortista e guerrafondaia) arrivando perfino a sostenere i "tagliagole moderati" di produzione occidentale che massacrano i cristiani in Siria. E naturalmente è a favore della giunta golpista ucraina e anti Putin. E non ti dico che linea hanno contro la Lega, Orban e chiunque osi pensarla diversamente dai loro potentissimi referenti. Non si fanno mancare nulla. La quintessenza della faziosità ideologica. Infine in ambito ecclesiastico ci sono delle vere persecuzioni con emarginazioni, rimozioni spicce e privazione di sostentamento contro quei religiosi che non si sono adeguati all'istante alla linea conforme al Potere globale espressa da Bergoglio che sarà "buono e misericordioso" con quelli del suo giro ma di certo è freddo e spietato con chi non la pensa come lui.
Concordo con te in pieno sul falso buono del tono e del resto.
Scarth

Nessie said...

OT: Innanzitutto una puntualizzazione tecnica a tutti i frequentatori di questo blog. Per caso avete difficoltà a postare i vostri commenti? Ditemi se avere avuto difficoltà...

Nessie said...

Alessandra, come ho detto a Scarth, l'Avvenire è peggio dell'UNità e del Manifesto messi insieme. Lo trovo addirittura intimidatorio.

Purtroppo più che ricchezza ci portano degrado urbano, istigano guerre e guerriciole di gang rivali, ma soprattutto rendono insicure e invivibili le nostre belle città. Non dobbiamo cadere nella trappola del "io non sono razzista", perché vogliono cacciarci in un'ottica eternamente "difensiva". Dovremmo poter avere il coraggio di dire che è meglio razzisti che morti, e che i veri "razzisti" sono quelli che ce li portano qua introducendo coattivamente un problema che prima non avevamo.

Nessie said...


Scarth, mi domando come fai a martirizzarti fino a quel punto! Come ho detto ad Alessandra, l'attuale corso bergogliano lo trovo addirittura intimidatorio. Si vede che li pagano bene e che hanno fatto qualche sordido baratto con Soros, sua Open Society Foundation & varie ong mondialiste.

PS: Hai letto l'appello di Riscossa Cristiana per aiutare i prelati perseguitati dal nuovo corso bergogliano?

http://www.maurizioblondet.it/aiutare-sacerdoti-perseguitati-dai-prelati-modernisti/

Anonymous said...

Già, molto intimidatorio soprattutto nei confronti dei cattolici rimasti fedeli alla religione di sempre. Che Bergoglio e i suoi siano l'espressione di un qualcosa di estremamente potente ed oscuro si percepisce, è palpabile. Ed è un qualcosa che sembra pianificare e dettare molto abilmente le mosse e le esternazioni in particolare dal punto di vista mediatico. Poi El Papa ci mette senz'altro del suo ma per certe cose deve avere alle spalle qualche scaltrissimo suggeritore. L'insieme sembra proprio quello di una delle solite "spontanee rivoluzioni colorate": questa volta invece di allestirla in un Paese l'hanno fatta dentro a una religione con lo stesso effetto finale.
Grazie per quel link Nessie, non l'avevo letto.
Scarth

Nessie said...

Penso anch'io che le sue mosse siano telecomandate. Non mi pare che abbia una grande personalità tale da muoversi in autonomia.

Nota tecnica: Hai per caso avuto difficoltà a postare il commento?

Anonymous said...

No nessuna difficoltà a postare.
Scarth

SILVIO said...


Dopo il pesantissimo FLOP del “Giubileo della Misericordia” (le casse vaticano stanno ancora lacrimando) , il signor Bergoglio ha collezionato un altro ponderoso fiasco.

Questa volta in Svezia , Nazione-burla in rotta suicida verso la rovina, popolata in prevalenza da atei, apatici e dispatici, LGBT ed altri pervertiti assortiti, depressi, ansiosi e schizofrenici.

Appena sbarcato nel suolo svedese, che ti fa il Bergoglio?
Loda la Svezia per la sua cultura dell’accoglienza.
D’intorno, un silenzio glaciale: la gaffe non è affatto gradita.

Ma non gliel’avevano detto al Bergoglio che in Svezia anche i lobotomizzati cominciano ad averne le tasche piene delle orde islamiche che spadroneggiano impunite?

Poi è la volta dell’incontro coi “ministri” della Chiesa protestante.
Un mezzo - disastro.

Costoro, infatti, lo trattano con nordica sufficienza, come si conviene al (presunto) rappresentante di una religione minoritaria, che in Svezia conta appena l’1% del totale.

Mi ripeto.
Ma non gliel’avevano detto al Bergoglio che ai luterani benedire gli omosessuali non basta?

Quelli c’hanno pure il sacerdozio femminile e le vescove lesbiche, sposate in chiesa con le loro sacerdotesse.

Altro che porre i luterani sotto il suo giogo!
___________________________

Conclusione.

Che pena, il Bergoglio: rimedia in Svezia la figura del medioevale capitato per caso nel regno dell’empietà

Ma Bergoglio ha una risorsa segreta, analoga alla faccia di bronzo dei politici.

Contattato dai giornalisti dichiara:

”Il sacerdozio femminile?
Giammai , per sempre”


Mi vien da sorridere quando associo codesta frase di Bergoglio alla famosa favola “ La volpe e l’uva”.

Nessie said...

Ciao Silvio, tutto bene?

A proposito del Giubileo della Misericordia, mi corre l'obbligo di far rilevare che non più tardi di ieri in Piazza Duomo a Milano ho potuto osservare una cosa disdicevole già tipica delle chiese protestanti: l'uso smodato della simonia. Ovvero file inarrestabili di turisti e visitatori che dovevano attraversare il posto di blocco col parà in divisa che ti apriva la borsa con la solita scusa del "terrorismo" e munirsi di biglietto pagato al botteghino per entrare nella casa del Signore. Capisci? alla faccia della Misericordia, bisogna pagare esattamente come fanno gli Anglicani inglesi con la cattedrale di Canterbury. Chi va da quelle parti infatti deve munirsi di biglietto al botteghino (come fosse uno spettacolo) e mettersi pazientemente in fila.

Per farla breve, l' "armonizzazione delle Chiese Mondiali" , ovvero la Religione Unica del Pensiero Unico è già avvenuta.

Appena dietro all'ingresso del Duomo, nasce una struttura battezzata "Duomo Shop" che prima non esisteva. Cosa c'era là dentro? Magliette con la cattedrale stampata e altra paccottiglia per turisti.

Anonymous said...

>Silvio, visto nell'ottica della società secolarizzata l'omaggio a Lutero con incorporata attestazione che aveva ragione può sembrare cosa trascurabile o un fallimento ma nell'ambito di quei cattolici rimasti fedeli alla Chiesa di sempre è stata una ennesima coltellata e di conseguenza, per Bergoglio e chi per esso, un enorme successo nella strategia della dissoluzione.
Figurarsi che El Papa che sarebbe prima di tutto il pastore, il padre di tutti i cattolici, nella prima versione del viaggio ha ammesso che non voleva incontrare la sparuta minoranza cattolica per non fare ombra all'avvenimento e che poi si è adattato per le sollecitazione. Hai capito lo Jefe?
Scarth

SILVIO said...


Scarth,

è probabile che la tua teoria sia verosimile.

Quel che sostieni mi è stato confermato da un’amica di famiglia di lunga data, ex luterana poi divenuta cattolica, con doppio passaporto svedese e italiano.

Tuttavia, c’è qualcosa che non quadra e che mi induce ad avere riserve.

Quel “qualcosa” si chiama
“Consilium Conferentiarium Episcoporum Europae” (CCEE)

http://www.ccee.eu/ccee

che venne fondato nel 1995 da Giovanni Paolo II con la missione precisa di riunificare le Chiese cristiane e di riportale sotto l’autorità del Pontefice.


Dunque, tale strategia sussiste ed è prioritaria rispetto alle eventuali tattiche “dissolutorie” di Bergoglio, tanto più perché egli è succube del CCEE che lo fece eleggere, provocando le dimissioni di Papa Benedetto XVI.

Nel rileggere le righe che ho scritto, mi rendo conto di non essere stato chiaro ma è impossibile concentrare “il complesso” in poche semplici frasi.

Vedrò di spiegarmi meglio in seguito.

SILVIO said...


Nessie,

ora: tutto bene.
Grazie di tutto.

Il problema stava nel pulsante “Pubblica” che sta in coda all’anteprima del tuo blog.
È quello che non funziona, provocando la dicitura “Bad Request – Error 400”.
Basta evitarlo!
_____________

Quanto alla Curia simoniaca di Milano, non c’è da meravigliarsi.

Il monaco agostiniano Martin Lutero l’avrebbe posta in prima linea come bersaglio delle sue croviate.

Ed il suo capo, il cardinale Angelo Scola, è il “degno” successore del gesuita cardinale Carlo Maria Martini – oggi defunto - che fece parte della mafia prelatizia di Sainkt Gallen, responsabile delle dimissioni di Papa Benedetto XVI e dell’elezione - canonicamente non valida - del luciferiano Jorge Mario Bergoglio a sommo pontefice.

Luciferiano?
Perché?

Perché egli, presunto rappresentante di Dio in terra, dichiarò pubblicamente:

”Dio non esiste”

http://novusordowatch.org/2014/10/francis-god-does-not-exist/

Va la diavolo, tecnico chimico argentino.

Einstein: QI> 140 e quindi di gran lunga più intelligente di te, la pensava in maniera diametralmente opposta.


Nessie said...

Silvio, mi è stato detto da informazioni riservate che nel comitato per i restauri del Duomo milanese sono entrati a gamba tesa il Gotha dei finanzieri americani e che una certa contessa "mecenate" abbia dato un ricevimento in loro onore per inserirli nell'opera restaurativa della cattedrale. Se poi Scola è il degno continuatore del gesuita Martini, è il caso di dire che tout se tient. Questo spiegherebbe l'ingresso a pagamento della chiesa che prima non c'era.

SILVIO said...

Nessie,

appresi anch’io dell’operazione “Save Milan's Cathedral” dal quotidiano “The Local”:

http://www.thelocal.it/20160401/italys-fashion-brands-step-in-to-save-milans-cathedral

Ma non ho altri riscontri se non quelli relativi all’impegno in tal senso da parte dei grandi nomi della moda italiana più Tiffany - Italia, in collaborazione con la casa d'aste Christie.

http://www.thelocal.it/20160401/italys-fashion-brands-step-in-to-save-milans-cathedral

Vedrò di documentarmi meglio.


Nessie said...

Tiffany è da molto tempo che si è preso il trust del grande albero di Natale in Piazza Duomo con risultati davvero scintillanti. E anche quest'anno si replicherà l'addobbo a partire da S. Ambrogio.

Qualche nome in relazione al comitato restauri te l'ho dato in pvt.

Alessandra said...

Nessun problema quando ho postato il commento, Nessie.

Adesso Pampurio fa il Renzi, non dice "più Europa" ma credo sia sottinteso.
In questo articolo è rintracciabile un'altra frase-trappola, di quelle che servono a far sentire in colpa chi è contrario a questa invasione.
"Quell'altro potresti essere tu" (che suona quasi come una minaccia, visto che vogliono sostituirci, costringendoci a emigrare a nostra volta oppure eliminandoci fisicamente), anche se ha aggiunto "... o io", ma vabbè, quello fa parte del suo stile falsamente umile.
Lo scopo è cercare di mandare in crisi la nostra coscienza e attenerci al mantra imposto da Lorsignori.

http://m.ilgiornale.it/news/2016/11/04/migranti-papa-francesco-litalia-da-sola-non-puo-farcela/1327183/

Jacopo Foscari said...

A proposito di religione e cose varie, l'avete sentita l'ultima su Hitlery che va alle cene spiritiste di Marina Abramovic? La cosa tragicomica è che i membri dell'elite planetaria si vendono al pubblico come persone razionali e atee/agnostiche quando in realtà, come emerge dalle mail sui truculenti banchetti della Abramovic pro-Hitlery, sono quanto di più superstizioso ci sia sulla faccia del pianeta. Dietro la facciata di razionali atei si nascondono gli adepti dell'ultima grande superstizione religiosa, quella massonico-occultista, e dei sui truci e immondi rituali. Trump ha i suoi difetti, ma Dio ci scampi da quella sociopatica guerrafondaia di Hitlery, checchè ne dicano quei lombrichi di "Avvenire"

Nessie said...

Ciao Ale, è talmente subdolo il Pampero-Pampurio che si ha come l'impressione che voglia tirare la volata a Renzi per il referendum. Quanto a quella frasetta intimidatorio:

"Quell'altro potresti essere tu...o io " , non è nemmeno originale, perché prima di lui l'aveva già detta la Boldrini- ONU.

Nessie said...

Jacopo, sapevo della Abramovic e delle email del 28 giugno 2015,a Podestà, per averlo letto da Blondet. "Marina Abramovic, una “artista” molto apprezzata nella élite mondano-culturale di New York, invita John Podesta, il capo della campagna di Hillary (e “cattolico adulto”) ad una serata “a casa mia”: una serata di Spirit Cooking."

http://www.maurizioblondet.it/7326-2/

"Artista" quella lì? E' solo una fattucchierona. Ha portato varie delle sue ridicole performance (le chiamano così) anche a Milano. E il bello è che molti gonzi ci abboccano pure. Ne ho conosciuta giusto una che con aria estatica ha esclamato: "Sono stata a vedere la Marina Abramovic. Ah che energia! uh che portento!".

Seduta per 6 ore a fissarsi nelle palle degli occhi fino a farti venire il mal di testa. Come minimo. Poi se vuoi saperne di più delle schifezze che compie ad usum beoti , leggi qui:

https://it.wikipedia.org/wiki/Marina_Abramovi%C4%87

Ma intanto lei ci ricava un bel po' di quattrini, per la felicità dei coglioni.

SILVIO said...


Alessandra,

“el señor” Bergoglio vuol tirare la volata a Renzi per vincere il referendum costituzionale?

Povero illuso!

Leggi quel che ha pubblicato “Wall Street Journal - Italia” sull’argomento:

http://www.wallstreetitalia.com/referendum-se-si-votasse-domani-no-al-90-antipolitica-mai-cosi-forte/

Cioè, se si votasse domani, il No vincerebbe col 90% dei consensi.

Jacopo Foscari said...

"E' solo una fattucchierona"

Fattucchierona e furbacchiona a sfruttare l'ignoranza della plebaglia arricchita che riempie il suo portafoglio. Mai andato a vedere una sua "performance" e mai ci andrò. Per fortuna di solito il tempo è galantuomo e mi auguro che costei finisca nel dimenticatoio come merita. Era comunque utile annotare la contraddizione dei vari Clinton, Obama e compari che si definiscono razionalisti e agnostici o atei e poi in realtà sono adepti del culto più superstizioso e farlocco che ci sia, quello massonico che altro non è che uno scimmiottamento grottesco e patetico degli antichi culti misterici e pagani

Aldo said...

1. Per non pagare il biglietto d'ingresso al Duomo basta non andarci, magari riscoprendo tecniche ormai considerate (chissà perché?) obsolete come il picchettaggio per incoraggiare i dubbiosi a seguire l'esempio; al limite, se il picchettaggio sembra troppo "radicale", esistono il semplice boicottaggio e forme di dissenso più aperto benché inattaccabilmente pacifiche, come il presidio e il volantinaggio.

2. Chi non si riconosce nella linea del papa attuale, vista l'impossibilità di "detronizzarlo" potrebbe ad esempio svuotarne le chiese (intese come edifici) a partire da pratiche tipo un bello "sciopero del battezzo" e di qualsiasi altro sacramento (che so, i matrimoni?), magari impartendo parallelamente sacramenti non ufficiali e parecchio (parecchio) plateali, ben pubblicizzati. In definitiva, chi l'ha detto che per essere e dichiararsi cristiani si debba reggere la coda a chicchessia? Oggigiorno, oltretutto, non sono più ammesse forme di rappresaglia sanguinaria come quelle che dovettero subire gli eretici per un bel numero dei secoli passati. E' una protesta a costo zero per chi la pratica.

Ah, ovviamente... alla larga da donazioni e lasciti, nè!

Non è difficile, basta volerlo fare.

Nessie said...

Aldo, sarebbe un'affermazione intelligente, la tua ?!? Complimenti. Le chiese sono già svuotate e vuote. E se siamo conciati in questo modo è per colpa dell'ateismo, materialismo, gnosticismo, neopaganesimo ecc. Informati meglio sulla cifra massonico-ateista di questa Europa. Non mi pare che abbiano creato né l'Eldorado in terra né il Paradiso in cielo. Nemmeno per quelli che la pensano come te.

Il "picchettaggio" si fa davanti alle fabbriche per non fare entrare crumiri. Magari extracomunitari; non davanti alle chiese. Vuote e per di più con le crisi di vocazione.

Nessie said...

Jacopo, sono perfettamente d'accordo sulla fattucchierona-furbacchiona :-) e anche su tutto il resto relativo a questi massonacci.

Ma si sa, "chi non crede a niente, non è vero che non crede a niente, perché è disposto a credere in tutto" (Gilbert Keith Chesterton).

Anonymous said...

Sì Bergoglio con la sua intera Chiesa sono ostentatamente pro PD (oltre che a favore di tutto ciò che vuole il Potere Globale dall'immigrazione ai matrimoni omo). Al punto che quando il cattolico Renzi stava per varare i matrimoni omo la Chiesa Cattolica bergogliana prese le distanze, con stizza, della manifestazione nazionale a favore della famiglia che era stata indetta guardandosi bene dall'esprimere vicinanza come avevano sempre fatto i Pontefici in precedenza. D'altra parte El Papa ha attaccato anche Trump tirando la volata alla nota sadica sanguinaria.
Scarth

Aldo said...

Non sto parlando di ateismo, ovviamente. Sto parlando di scaricare la chiesa (l'istituzione) dei ciarlatani farlocchi e furbacchioni e farsene un'altra su misura per coltivare il proprio spirito cristiano. Un tempo li chiamavano scismi, eresie o simili. Le chiese (gli edifici) non devono per forza essere quelle ufficiali, e per quel poco che ne so, alle origini della cristianità essere o non essere sacerdoti era alla portata di chiunque fosse riconosciuto come tale dalla sua comunità. Diversamente?

Il picchettaggio davanti a un duomo a pagamento avrebbe (nella mia fantasia) esattamente la stessa valenza di quello che citi: scoraggiare i "crumiri" dall'alimentare quella bestia anticristiana che è la Chiesa (l'istituzione) di Bergoglio & C.

Poi è ovvio che si può vederla diversamente, mica ho la Verità in tasca. Quello è attualmente il Bergoglio, a sentire e versioni ufficiali dell'oste che dice che il vino è buono.

P.S. Nel paesino dove vivo i "mugugni" dei locali, che comprendevano il tenersi alla larga dalla chiesa (l'edificio) e dalle sue pertinenze, compreso il danno d'immagine e (in misura minore) economico, ha comportato la sostituzione di due parroci sgraditi consecutivi. In piccolo...

Nessie said...

Scarth, non so se ti ricordi quando Bergoglio, appena insediatosi, ricevette i giornalisti della stampa cosiddetta "accreditata". Alla fine, prima di congedarsi disse una frase agghiacciante (cito a memoria): "Non vi do la benedizione, perché so che qualcuno di voi potrebbe non essere credente".

Domanda: è un papa uno che sragiona così?

Nessie said...

Aldo, nel piccolo è più facile muoversi. E lo abbiamo già visto. I veri credenti invece dovrebbero, a mio modesto avviso, rifiutarsi di fare "i turisti" davanti al Duomo. E pretendere ed ottenere che la Casa del Signore venga lasciata aperta. Ma la verità è che ci sono solo moltissimi "turisti" e pochi "devoti" nonché "osservanti".

E' questo il vero dramma.

Il biglietto si può pagare, invece, per andare su in alto a visitare le terrazze del Duomo dove ci sono i camminamenti tra le guglie e i pinnacoli. Perché lì è chiaro che c'è anche un problema di manutenzione assai delicata.

Nessie said...

PS: Ricreare una chiesa parallela dopo un eventuale scisma? Non saprei, ci vorrebbe una personalità dotata di un grande carisma a guida dei fedeli, che per ora non si vede all'orizzonte. Le personalità (politiche o religiose che siano) non si improvvisano.

Anonymous said...

Sì Nessie mi ricordo e di numeri così ne ha fatti e ne fa a raffica. Per forza che è simpatico a chi la Chiesa Cattolica l'ha sempre voluta distruggere. Poi tra le prime cose dopo il terrificante "buonasera" disse anche che di temi etici se ne era già parlato fin troppo e da lì venne il famoso "chi sono io per giudicare" pro unioni gaie. Infatti bisogna parlare solo di immigrazione. Dammi retta questo qui è un Lutero al cubo; quando avrà finito del cattolicesimo non resterà più nulla. Ah! Tra l'altro oggi hanno epurato per le spicce un'altro reverendo che secondo loro ha sgarrato.
Scarth

Nessie said...

Chi sarebbe questo prete epurato? Hai il nominativo? LO avresti mai detto che il Nuovo Sant'Uffizio dell'Inquisizione odierna fosse laicista? (matrimoni gay, fecondazione in vitro, donne sacerdoti, immigrazionismo ecc.)

Alessandra said...

@ Silvio

Sì, il vantaggio del NO è tale che per Renzi ci vorrebbe proprio un ... miracolo.
Ma non credo avrebbe a che vedere con l'intercessione divina. :-)
Nemmeno la super-autoreferenziale Leopolda con i suoi yesman e le sue cocorite lo aiuterà.

Su Marina Abramovic ho visto questo video, qualche mese fa.
A quanto pare è la musa ispiratrice delle popstar più in auge, tipo Lady Gaga.
Non mi è mai piaciuta come cantante per non parlare delle sue provocazioni e dei suoi video, e sapere cosa c'è dietro ai suoi dischi e performance è davvero repellente e anche inquietante.
Chi supporta? Killary, obviously.

https://m.youtube.com/watch?v=cOqbu-4Arlk

Nessie said...

Grazie Alessandra, ho visto quel video agghiacciante di Marina Abramovic. Confermo che è una fattucchiera al servizio degli Illuminati. Ben pagata anche da tutti questi fuori di testa dell'attuale show biz. Ho visto che anche su quel video non mancano i plausi di qualche minus habens. Dobbiamo convivere con la demenza più criminale.

---------------------------------------

Sul referendum , speriamo che il tribunale civile di MI, non accolga il ricorso di Onida con la Consulta che magari può bloccare tutto. Quando la verità (il quesito ingannevole) arriva troppo tardi, non serve più a nessuno e sarebbe solo un bell' assist per Renzi. Al momento il NO prevale, perciò con la scusa della "legalità" e del quesito ingannevole, potrebbero tentare di farlo slittare.

Jacopo Foscari said...

"Ho visto che anche su quel video non mancano i plausi di qualche minus habens"

Ecco, se c'è qualcosa di peggio delle santone mitomani e truffatrici come la Abramovic sono i loro adepti. La squallida plebaglia arricchita che affolla sette, occultisti, spiritisti facendo la fortuna di questi sedicenti santoni è il peggio del peggio. E i Clinton cosa sono? Plebaglia arricchita, poveracci bifolchi che han fatto i soldi non creando lavoro con l'ingegno, ma usando la politica e svendendo il loro governo, e quello delle colonie europee, alle peggiori lobby del pianeta. Lo stesso dicasi per Obama e la mogliettina laureata in "quota negra". Vedere queste coppie di bifolchi arricchiti tra i fervidi seguaci di questa santona truffatrice non mi stupisce proprio per nulla.

SILVIO said...


Nessie,

l’eventuale blocco del referendum costituzionale a chi gioverebbe?

Secondo me, solo a Renzi ed al suo branco governativo di non eletti .

Cameron avrebbe dato chissà cosa per bloccare il Brexit con fondate motivazioni giuridiche.

Se le avesse trovate, sarebbe ancora oggi al potere col Regno Unito a far parte integrante dell’UE.

Ma non è riuscito nell’intento e, siccome è un politico serio, si è conseguentemente dimesso.

Qui in Italia, invece, vige la politica dell’imbroglio e della doppiezza.

Della serie “Vado a far ricorso contro la tua riforma della Costituzione per salvare il tuo governo fino al 2018” .

Non c’è altra alternativa: bisogna andare tutti alla conta elettorale se vogliamo scacciare le locuste abusive.

SILVIO said...


Leggo che a Jacopo Foscari non piace Hillary Clinton.
Nemmeno a me.

Oltre ad essere affetta da PD (acronimo che nella fattispecie non significa “Partito Democratico”, bensì ”Parkinson's Disease” = Sindrome di Parkinson)
che la costringe a portare costantemente il catetere ,:

https://fellowshipofminds.files.wordpress.com/2016/08/hillarys-back.jpg?w=500&h=376

è una scellerata guerrafondaia, che si macchiò in passato di un numero incredibile di reati documentati, restati sinora impuniti.

Tale sinistro “palmares” è stato arricchito di recente da codesta notizia-bomba:

”Hillary Clinton, oltre che gravemente malata, è pure drogata”

Chi ha fatto una simile affermazione?

Nientemeno che la First lady degli Stati Uniti d'America : Michelle Obama !

http://edwardklein.com/michelle-hillary-is-on-drugs/

Com’è possibile che la “First lady” abbia osato attaccare il candidato preferito in un momento topico della corsa alla presidenza?

È possibile, è possibile:
per scoprirlo, è necessario guardare la luna e non farsi distrarre dal dito che indica la luna.

Esemplifico con codesti flash ( e mi si corregga se sbaglio) :

1- Hillary Clinton = Non è idonea a governare
2- Donald Trump = Non è idoneo a governare
3- Legge marziale
4- Modifica della Costituzione americana : viene inserita la possibilità di un terzo mandato presidenziale per ogni Presidente eletto.
5- Barack Obama viene confermato Presidente per la terza volta.

Fantapolitica?
Certo. Ma ciò non significa che alla Casa Bianca qualcuno non ci abbia pensato.

Concludo.

Negli Usa, in questi giorni convulsi, è successo di tutto e fi più in quanto a scorrettezze ed irregolarità.

Ha ragione Putin : gli Usa son divenuti una “Repubblica delle banane”.

Anonymous said...

Ciao Nessie, si tratta di Padre Cavalcoli, un teologo che ha fatto considerazioni puramente teologiche tratte dal Catechismo della Chiesa Cattolica sulle catastrofi naturali che sono state manipolate ai fini del suo pubblico linciaggio cui ha partecipato in prima fila il Vaticano.
Scarth

SILVIO said...


Firenze, sabato 5 novembre 2016
Mentre Renzi parla alla “Leopolda” a favore del “Sì” magnificando l’operato del suo governo, Firenze scende in piazza contro l’abusivo di Rignano per protestare contro le iniquità economiche e sociali subite.

La protesta è sacrosanta ma la polizia non la pensa così.

Ligia agli ordini di chi ha devastato e devasta l’Italia, pone brutalmente fine - come da copione - alla legittima e comprovata contestazione della Firenze (e dell’Italia) che soffre.

Alla “Leopolda”, invece, il “devastatore” (abusivamente) in carica prosegue indisturbato il suo show.

Ecco due video degli scontri avvenuti ieri a Firenze:
https://www.youtube.com/watch?v=Tiy4Q9KaxRE

https://www.youtube.com/watch?v=EeTetAOHhoU

Nessie said...

Sì Silvio, hanno detto che il Tribunale civile di MI riguardo al ricorso di Onida si deve pronunciare fra 10 gg. Se tanto mi dà tanto, siamo proprio alla vigilia del voto. E siccome mi frulla ancora per il capo la frase da crotalo subdolo di Soros tratta dall'intervista al Corriere concessa l'estate scorsa "Credo che Renzi sia abbastanza abile – è un politico molto abile – da non permettere che si arrivi a un referendum che lui rischia di perdere. Immagino che modificherà il piano che sottopone al voto dei cittadini, in modo da raccogliere abbastanza sostegno da farlo passare. E questo sarebbe positivo perché il piano attuale ha delle serie carenze e ora Renzi ha un’occasione per modificarlo»...

...ebbene non vorrei mai che il diabolico piano fosse proprio quello di aver messo un quesito referendario del Menga, dove sono prevedibili contenziosi e i ricorsi, e usare proprio quelli per prendere tempo. Tutto apparentemente legale, ma è una legalità che messa nelle mani della Magistratura, fa ancora una volta l'interesse di Renzi.

Bene ha fatto Salvini, (una volta tanto!), a non cadere nella trappola dei ricorsi e a non associarsi ai 5 stelle o altra componente. Vedremo...

Nessie said...

Jacopo, ma l'hai guardato bene il video messo da Alessandra? Altro che "santona"! La stella a 5 punte che brucia nel fuoco è un simbolo della chiesa di Satana di Anton La Vey. In quanto a pratiche occultiste, la Abramovic è seguace di costui e di Aleister Crowley. Dappertutto spuntano i simboli degli Illuminati. Altro che "performance artistiche"! Questa è una lurida stregaccia.
Quanto ai munus habentes che la seguono oltre all'invasata Clinton e ai coniugi O'Bamba, c'è anche una pletora di comuni cittadini succubi in cerca di "emozioni forti" che andrebbero rinchiusi.

Nessie said...


PS: Comunque dopodomani 8 novembre sapremo se le sorti del mondo seguiranno, o no, un nuovo corso. E se con la vittoria di Trump, riusciremo ancora a guardare le stelle.

Nessie said...

Scarth, immaginavo che volessi alludere a lui. E non sfugge il doppiopesismo delle gerarchie vaticano-bergogliane: con il viceministro della Cooperazione regionale di Israele, Ayooub Kara che ha detto cose ben peggiori sulla "punizione divina" le autorità ecclesiali non hanno detto "beh"... e hanno mandato avanti la Mummia sicula a far finta di protestare.

Ma si sa, padre Cavalcoli ha osato stigmatizzare le "unioni civili". Ovvero il matrimonio gay.

Nessie said...

Silvio le botte da orbi e le manganellate delle cosiddette forze dell'Ordine erano ben visibili anche in tv. Vergognosi i poliziotti a difesa di un abusivo e a impedire un corteo del NO. Tanto più che quando in piazza sfilano gli identitari, gli stessi poliziotti praticano il laissez-faire nei confronti delle zecche rosse dei centri sociali.

Anonymous said...

La questione della repressione è un pò controversa. Qui è andata diversamente.

http://www.riscattonazionale.it/2016/11/06/roma-zecche-dei-centri-sociali-volevano-cacciare-fascisti-cittadini-cacciato/

IL SAURO

Nessie said...

Centro sociale "Macchia Rossa"? E piazza Fabrizio De André a Roma? Io trasecolo...

Comunque se a furor di borgata hanno tenuto buonine le zecche, hanno fatto bene.