24 June 2016

Nel cuore degli Inglesi (e di tutti noi)




Pensate un po', mi ero già preparata da  qualche giorno il post in caso di vittoria del Brexit. Incredula e poco fiduciosa per tutto quanto di peggio è accaduto: il post sarebbe rimasto nelle bozze e nell'archivio dei bei sogni incompiuti. Avevo anche preparato la musica d'occasione. Ma non ho detto niente a nessuno quasi per scaramanzia. Ora però posso farlo. Una musica di largo respiro, bella, piena di speranze e di aspettative per tutti noi. Avremo ancora tempo per uscire da questo inferno? La vita è limitata e il tempo di ogni essere umano non è un tempo infinito. Forse è proprio per questo che adoro quest'aria che dà un senso di infinitezza. Ma soprattutto è un omaggio a John Barry, grande compositore inglese, autore di suggestive colonne sonore cinematografiche  (non solo tutte quelle di 007 ormai arcinote, ma Ipcress, Cotton Club, Nata libera, La mia Africa, Balla coi lupi e un'infinità di altre). Ma torno al referendum vinto, nonostante la campagna  di propaganda terroristica in atto, nonostante gli impazzimenti delle Borse, i ricatti di Cameron sulle pensioni e stipendi. Soprattutto, nonostante il terribile fatto di sangue a pochi giorni dal voto, che ha creato sconcerto e dolore nell'uccisione della deputata laburista Jo Cox.
Una vittoria che spalanca aspettative e speranze a tutti noi prigionieri di un'atroce distopia, cucitaci addosso come una camicia di forza. Sì,  conosco  già l'obiezione in parte vera: gli inglesi che giocano alla politica del  doppio forno volendo i vantaggi  del mercato unico senza dovere pagare dazio di entrare nella moneta unica a cambio fisso come l'euro, una coercizione valutaria che ci strozza. Gli inglesi quinta colonna Nato.  E ora  se ne escono certamente per altri loro  nuovi tornaconti: la conquista di nuovi mercati di Cina e India, lo svincolo dalle pastoie burocratiche europee. Conosco il lato oscuro di Albione e ne ho già dato conto in questo post.

Eppure tutto questo può essere l'occasione per un apripista per tutti noi. E' così inverecondo, dopotutto, saper mettere i propri interessi al primo posto? Loro lo fanno.  Brexit è un grimaldello che può fare saltare questa malsana impalcatura basata sui peggiori veti e le peggiori coercizioni chiamata Ue, e ci permette di sperare in un cambiamento a macchia d'olio che ineluttabilmente dovrà propagarsi anche nell'Europa continentale. Perché,  con il cambiamento dal XX al XXI secolo, è come fosse arrivata all'improvviso la fine del mondo. Pertanto ...



...Il nuovo mondo è liquido. Al suo interno, lo spazio e il tempo sono aboliti. Liberata dalle sue tradizionali mediazioni, la società è diventata sempre più fluida e sempre più segmentata, il che ne facilita la mercantilizzazione. Vi si vive secondo il modo dello zapping. Con la scomparsa di fatto dei grandi progetti collettivi, in altre epoche portatori di visioni del mondo differenti, la religione dell'io — un io fondato sul desiderio narcisistico di libertà incondizionata, un io produttore di sé a partire dal niente — è sfociata in una "detradizionalizzazione" generalizzata, che va di pari passo con la liquidazione dei punti di riferimento e dei punti fissi, rendendo l'individuo più malleabile e più condizionabile, più precario e più nomade. Da un mezzo secolo, l'«osmosi finanziaria della destra finanziaria e della sinistra multiculturale», come ha scritto Mathieu Bock-Coté, si è sforzata, con il pretesto della "modernizzazione" emancipatrice, di far confluire liberalismo economico e liberalismo societario, sistema di mercato e cultura marginale, grazie soprattutto alla strumentalizzazione mercantile dell'ideologia del desiderio, capitalizzando così sulla decomposizione delle forme sociali tradizionali.

E' questo un passaggio prelevato dal libro "La fine della sovranità" di Alain de Benoist
(Arianna editrice). E' proprio il sequestro del tempo nella sua circolarità (anni, mesi, stagioni, settimane, giorni e ore), nel quale stavamo immersi in modo armonico e tutto sommato, coerente prima che arrivasse quella "fine del mondo" non immediata e repentina ma "spalmata su più decenni" a partire dal cambio del XX secolo.  Il mondo che è scomparso - prosegue De Benoist - era un mondo in cui la maggior parte dei bambini sapevano leggere e scrivere. In cui si ammiravano gli eroi invece delle vittime. In cui gli apparati politici non si erano ancora trasformati in macchine per stritolare le anime. 

Ora il tempo della nostra progettualità, è sospeso e ibernato nella gabbia  di vetro di un computer. Il filosofo francese parla, non a caso, della fine delle "comunità di senso" -  quelle piccole realtà non assimilabili a logiche di mercato, di brutale soppressione ed estinzione. Non c'era bisogno di codici e di regolamenti, nelle comunità di senso, poiché erano in grado di applicare un'unica regola: il senno e la ragionevolezza dei suoi componenti. Ci sarà ancora un senso per le nostre "comunità di senso"?

Quel che stiamo cercando è solo un nuovo inizio. Ci serve solo questo per riavere un po' di ossigeno. Non possiamo abbandonarci alla disperazione di una notte infinita, di giorni che si susseguono a giorni, utili solo a pagare pesanti gabelle  e bollette o ad ascoltare notiziari che sono bollettini da Minculpop nei quali ci fanno credere che perdere la patria lasciandola invadere notte e giorno da popolazioni aliene,  sia cosa necessaria, inevitabile, giusta, utile e buona. Fino a ieri non c'era che questa cupa notte e -  eroe chi era in grado di non cedere ad una situazione disperante. Oggi invece dopo quest'esito inatteso quanto confortante, emergono segni di una possibile salvezza. Dipende da noi, tornare a sognare e ricominciare. 

Qui sotto la versione cantata  da Louis Armostrong con la sua formidabile tromba, di "We have all the time in the world" dal film "007Al servizio segreto di Sua Maestà".  Qui la versione con il testo



Nel caso ci avesse messo lo zampino anche la Regina di Inghilterra la cui vulgata vuole che sia anti-Ue, dico un grazie di cuore pure a Sua Maestà. Nel cuore degli Inglesi e di tutti noi, l'Indipendenza è ancora un valore in cui credere.

                                                       THE END  

                                                         

(Adesso però tocca a noi)

78 comments:

habsburgicus said...

Nessie
è avvenuto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! contro la quasi totalità delle ultime previsioni
un popolo serio ha deciso (almeno una volta !) e ha punito l'arroganza degli eurocrati !

habsburgicus said...

qui (mancano solo 14 sezioni)
http://www.bbc.com/news/live/uk-politics-36570120

c'è anche la cartina
Inghilterra e Galles BREXIT
Scozia UE
Irlanda del nord UE (ma l'est, protestantissimo, pro Brexit; credo che nel resto dell'Irlanda del nord l'UE abbia vinto a causa del blocco di tutti i cattolici, che guardano all'Eire, con i protestanti ricchi, pro-UE)
la City per dire è pro-UE al 75 %
e poi ci si stupisce che il PD vinca ai Parioli :D

Jacopo Foscari said...

Beh, mi son coricato deluso per i sondaggi e mi risveglio, come dice il post, raggiante perché i Sudditi di Sua Maestà, in barba a tutti i soloni han deciso di andarsene da questa Euro-gabbia. E speriamo che abbiano aperto la via alla liberazione anche di tutti noi da questo (n)eurodelirio. Ora più che mai "Dio Salvi la Regina"

SILVIO said...

REFERENDUM UE NEL REGNO UNITO
Titoli di alcuni quotidiani britannici –
Ora di Londra 4:30

1- DAILY EXPRESS:

”Farage annuncia, durante la storica notte, la vittoria di Brexit

- BREXIT :
voti ufficiosi: 10.510.478 pari al 51%

- REMAIN
voti ufficiosi: 9.844.539 pari al 48.36%

http://www.express.co.uk/news/politics/682835/EU-referendum-result-European-Union-Leave-Remain-In-Out

2- THE SUN
”BREXSPLIT!

La Bretagna in corsa per Brexit man mano che i risultati confermano la vittoria della campagna “Lascia” nel Nord e nel Galles


https://www.thesun.co.uk/news/1332742/britain-goes-brexit-mad-to-defy-downpours-and-vote-in-the-eu-referendum-as-final-polls-gives-remain-narrow-lead/

3- DAILY MAIL:
E 'BREXIT!

Il referendum UE sancisce il clamoroso voto per “Lascia” mentre Nigel Farage saluta la vittoria delle persone reali

http://www.dailymail.co.uk/news/article-3657160/Britain-brink-EU-referendum-result-knife-edge-Leave-scores-HUGE-victory-Sunderland-outperforms-predictions-Swansea-Remain-pins-hopes-London.html

Nessie said...

Ho riportato in questo post nuovo i vostri esultanti commenti. Grazie per la partecipazione.

Avevo preparato due post: quello del coccodrillo per la sconfitta e quello vittorioso per l'Indipendence Day. Poi me ne sono andata a dormire mettendo in programmazione il coccodrillo.
Stamattina presto ho dovuto abilitare il secondo e quasi quasi ancora non ci credo.

Beh, ascoltatevi la bella musica (bene augurante) dei filmatini di you tube che vi ho messo. :-)

Nessie said...

PS: riflettevo sul patetico Buffone di S.Ilario (GE). Va ad abbandonare e rinnegare Farage proprio ora che vince?
Aspettiamoci la sua ennesima capriola trasformista.

Anonymous said...

un voto anti immigrati.
non a caso a londra citta' ormai extraeuropea con sindaco paki ha vinto il remain. Cosi' come in scozia labour e filo immigraZIONista.
Contento e molto stupito ( ci son stati brogli di sicuro, e' tipico della demoNIOcrazia, veti italia2006, presid. austria2016, presid. usa2000, scozia2014)
e invidioso degli inglesi che pur sfiancati e rincoglioniti hanno votato a favore di una clase politica che faccia i loro interessi (labour e camerdon non lo fanno, farage e jonshon forse si).
Tristezza x l'italietta.
Qua son tutti a favore, del resto gli stipendi son garantiti solo restando nell ue, senno' col cazzo che come ha fatto il figlio del fascista dell'eiar ti compri attico a new york. Qua abbiamo l'assassino di genova ( ma non dovrebbe stare in galera chi uccide 3 persone dico io) e il comunista patano che oggi dice di uscire ben sapendo che i colgioni italiani voterebbero al 70% x restare.

mda non loggato

Nessie said...

Mada non loggato, chi sarebbe "il figlio del fascista dell'eiar"? Veltroni per caso?

Legge Mancino n°205 said...

ieri spettacolo dall'insetto piu' fastidioso della tv forchettona.
insulti tra unica deputata grillina seria che ha dato del portaborse di fonzy al direttorissimo del tiggiun. con l' insetto beccato dalla telecamere a chiedere ai suo capo cosa devo fare....la devo riprendere....mi dica lei.....io faccio quel che mi dice.......
una scena pietosa, tragica e comica insieme.
poi lite tra l'unico deputato decente del partito del maniaco sessuale. un tipino basso basso figlio di venditori di stracci di venezia. basso basso ma grande grande nel dire all'insetto che il suo ospite da londra era niente di meno che un amico e finanziatore di fonzy.
lite furibonda.
e oggi mi sveglio con sta bella notizia.
magnifica giornata.

Legge Mancino n°205 said...

anti fascista!!!! come ti permetti !!!! ha pure scritto un libro sul suo meraviglioso papa' antifascy come tutti durante il ventennio, che ti credi!

Nessie said...

Sì, magnifica giornata! L'insetto giallo e nero col pungiglione farebbe bene a lasciare la Rai. Le sue interviste in ginocchio sono DISGUSTOSE! Ieri poi invitando il Bandito delle Cayman Davide Serra in diretta da Londra, ha toccato il fondo dei fondi.

Il direttore Mario Orfeo del Tg1 poi dovrebbe essere rispedito a Napule. Possibilmente a Forcella al mercato ortofrutticolo.

Nessie said...

Sì, vabbé, ma chi se ne frega di Veltroni? Godetevi la giornata, una volta tanto.

Anonymous said...

Non ci avrei mai creduto! Anch'io mi sono coricato col "remain" per svegliarmi col "leave"; mi rimangio le previsioni errate. In rete si leggono commenti gustosi e goliardici:
http://www.rischiocalcolato.it/2016/06/brexit-esiste-ancora-la-liberta.html
Mi immagino le vestali europeiste in gramaglie, chissà che facce...
Però siccome è gente pericolosa e vendicativa mi chiedo se useranno il "leave" per massacrare il resto dell'Europa e impartire una lezione ai riluttanti oppure, diffidando di Lorsignori nella massima misura, mi chiedo se non fosse questo il loro piano per somministrarci qualche solenne nefandezza altrimenti non somministrabile, una sorta di "false flag" in chiave finanziaria e sociale.
Però questo UK identitario e attaccato alle proprie radici mi piace moltissimo.
Scarth

Anonymous said...

io ho perso la scommessa con mia moglie ...:-)
Grande e imprevisto risulto , ma e' solo l' inizio della "battaglia di liberazione" , un piccolo passo fatto in inghilterra per tutta l'umanita . Evidentemente gli inglesi ( o almeno quelli che ancora ci sono in inghilterra :-)) sanno ancora riconoscere una dittatura prima degli altri .

ws

Legge Mancino n°205 said...

vero. Lasciamo stare i personaggi minuscoli ormai fuori dai giochi.
In inghilterra da domani avremo il solito tripartitismo>
i tory che sostutuiranno camerdon con boris j. >
lo ukip del liberale farage che va a sostituire i liberal estinti >
e un nuovo labour guidato dagli allogeni (vedi khan) e votato dagli allogeni e dai ricconi bianchi.
Bello. Mi piace. La questione razziale diventera' centrale.

Per la repubblica delle banane dalla resistenza bla bla bla, cambia poco. Siamo una colonia e diventeremo il parco giochi dei negri.
Cosi' e' deciso, l'udienza e' tolta.

Nessie said...

Scarth, per il momento queste brutte facce di tolla di piddioti si sono risvegliati euroscettici dell'ultima minuto. Ah sì?
Ora sono tutti lì a dire che "L'Europa deve cambiare". Ah sì?
Pure Renzi e Gentiloni. Strano, fino a poche ore fa avevamo visto un altro film e un'altra sceneggiatura.

Qualche volta è proprio il casi di dire che i miracoli esistono. Fino a mezzanotte Farage ammetteva la sconfitta delle forze del LEAVE. Poi...br-Exit!

Riflettevo sul patetico Buffone a 5 stelle di S.Ilario (GE). Va ad abbandonare e rinnegare Farage proprio ora che vince?
Aspettiamoci la sua ennesima capriola trasformista del tipo "oooops!: mi sono sbagliato"!


Nessie said...

Legge Mancino, per oggi i menagrami non sono ammessi. Per le sfighe, organizzati per un'altra tornata.

La faccenda di Farage con gli occhi lucidi e commosso che nnuncia dignitosamente di aver perso a mezzanotte, per poi giubilare sui torpedoni double decker per Londra al mattino, lascia pensare che ogni tanto i miracoli esistono.

E che prima o poi potranno esserci anche per questa nostra sgangherata patria.

Nessie said...

ws, è evidente che la corsa non è ancora finita. Specie per noi dell'Europa continentale e in particolare per i ciabattini lustrascarpe della Troika dei nostri governanti di cui ci dovremo sbarazzare quanto prima.
Ma intanto è una boccata d'ossigeno e per un giorno, tiriamo il fiato.

Jacopo Foscari said...

Quando mi son svegliato stamattina non potevo crederci. Dio Salvi la Regina! E ora su con le maniche e mi raccomando, torniamo a sintonizzare le nostre radio verso Radio Londra come ai bei tempi. E' finito il Terzo Reich razzista finirà pure il Quarto multirazzista

Nessie said...

La prossima sarà la Francia con Frenchxit. Lo ha promesso Marine Le Pen. Non dovrà più succedere che chi perde il lavoro non può manifestare per colpa del "terrorismo internazionale". Sì, quello che fa comodo a Hollande La Poire.

Nessie said...

Alessandra, ti confesserò una mia scaramanzia. Hai cliccato il video in basso con la colonna sonora del film "007 - Al servizio segreto di sua maestà"? Si tratta di quel "We have all the time in the world" con la tromba di Armstrong. Beh, quando i compagnucci vollero sfilare le tv al Berlusca e indissero un referendum per toglierle, Mediaset mandò in onda la stessa canzone e sul momento più bello in cui scorrevano immagini e suoni, interrompevano proprio quando subentravano le prime note del passaggio musicale della tromba. Era uno spot geniale: non interrompete un'emozione - era il messsaggio. Grazie a quella musica, Berlusca vinse il referendum. Allora mi dissi che se avrei utilizzato la stessa melodia, Brexit avrebbe vinto. Scaramanzie del tutto irrazionali, ma che però hanno funzionato :-)

Il Pentoalaio, si sta attrezzando per il suo"remain" post referendum, anche se vincerà il NO. LUi non è un British corretto come Cameron.

SILVIO said...

Purtroppo, per alcuni giorni non potrò commentare in quanto devo onorare la seguente promessa fatta agli amici della mia cerchia.

Cioè, quella di partecipare al periplo nautico della splendida isola in cui abito in caso di vittoria del Brexit.

E così è stato.

Grazie al buon Dio, che non ci lascia mai soli in caso di estremo bisogno.

Avrei voluto indirizzare a tutte le marionette politiche, che ci hanno fatto del male estremo, l’invettiva:

”Vedi Brexit e poi muori”

ma non lo faccio.

Oggi, sono troppo felice!

Anonymous said...

Non vorrei fare la guastafeste, intendiamoci, anch'io ero per il Brexit, ma non sembra un po' "strano" che il LEAVE abbia vinto con una maggioranza così risicata? e che l'assassinio della Cox (secondo me classico "omicidio strategico") sembra avesse fatto cambiare idea a tanti pro-Brexit?
Siccome si dice che: non si muove foglia che la massoneria non voglia (lo dico io ora, ma fa lo stesso) e la GB, soprattutto la City, abbia un'alta concentrazione di massoni, la domanda mi sorge spontanea: cui prodest?
Detto questo, speriamo in un effetto domino, anche se sull'ita(g)lia non ci conterei (l'UE è la nostra casa, disse il pifferaio).
Laura

Aldo said...

Scarth: "[...] diffidando di Lorsignori nella massima misura, mi chiedo se non fosse questo il loro piano per somministrarci qualche solenne nefandezza altrimenti non somministrabile [...]"

Ipotesi iettatoria da tenere in debito conto.

Legge Mancino n° 205: "Siamo una colonia e diventeremo il parco giochi dei negri."

Non fare troppe specificazioni cromatiche. Non dimentichiamoci delle altre invasioni solo perché quella dall'Africa è maggiormente illuminata dai riflettori. "Arriveranno da tutte le parti, dal sud/nord, da ponente/da levante, per l'esodo, il Grande Esodo, un esodo PER NOI".

Mi associo comunque alla voglia imperiosa di credere che possa essere l'inizio di una svolta verso una direzione più costruttiva di quella che abbiamo tenuto nell'ultima ventina d'anni (abbondante).

Aldo said...

Leggendo un po' di titoloni ad effetto su quanto sia precipitata la sterlina dopo il referendum, m'è venuta la voglia di consultare questa pagina, e di osservare un po' di grafici degli andamenti reciproci tra le valute negli ultimi 10 anni. In effetti la sterlina ha avuto una flessione ma, confrontandola con quello che è accaduto in precedenza, l'entità di quella flessione va parecchio ridimensionata rispetto a come ce la raccontano i sensazionalisti d'oggidì. Ovviamente, in tv non ce lo dicono (e neppure sui giornali). Non è "funzionale" al messaggio mafioso da veicolare ai fessi (noi).

Anonymous said...

Purtroppo ci vorranno dai due a quattro anni per negoziare l'addio del Regno Unito tramite l'articolo 50 del trattato di Lisbona durante i quali le teste massoni che hanno fatto assassinare la Cox cercheranno di produrre altri danni al fine di ridurre a più miti consigli il riottoso popolo britannico ! Non credo all'uscita immediata di Gran Bretagna. Forse si tratta di una grande trappola. E comunque Padoan e Renzi si stanno dando da fare per convincere gli italiani che noi si rimane nell'unione europea, punto e basta, inutile esultare !
....un deluso Max da Roma

Aldo said...

Nel frattempo, Napolitano sembra il personaggio incattivito dagli anni di un'opera grottesca da quattro soldi: "Pura demagogia pensare di chiedere nel nostro Paese il referendum per l'uscita dall'Europa. [...] Considero semplicemente un'aberrazione il referendum inglese, istituto che non è previsto dalla nostra costituzione che saggiamente ha escluso consultazioni popolari sui trattati internazionali. [...] dall'Italia mi aspetto continuità nella tradizione di integrazione e auspico un clima meno stridente rispetto all'esigenza di un Paese che si consolida e non si destabilizza".

Capito? La nostra Costituzione SAGGIAMENTE ha escluso consultazioni popolari sui trattati internazionali. Traduzione in italiano: facciamo il cazzo che vogliamo, e voi zitti sotto (cit.).

Jacopo Foscari said...

No la corsa non è finita, ma ora come i carbonari del Risorgimento abbiamo una arzilla novantenne di là della manica a farci da madrina nella lotta di liberazione. Lunga vita alla Regina, da domani bisognerà organizzarsi sul serio perché sappiamo di non essere più soli.

Cangrande said...

Ciao Nessie !

Di istinto, molto felice anch'io. Però.... io me lo aspettavo. I sondaggi sono stati, come al solito, manipolati. La massa, inconsciamente, tende a seguire la maggioranza (presunta...). Ci sono approfonditi studi sulla psicologia delle masse. I "guru": Le Bon e Edward Bernays.
Ma io credo che le fazioni (o cosche massoniche) erano due: quella per il "remain", la cosca più grezza, quella dei parassiti eurocrati, imbevuti di ideologìa Monnettiana e Spinelliana.
L'altra, per il Brexit, la massoneria ai più altissimi livelli, a livelli..."kubrickiani".....(non a caso, la regina Elisabetta, si è schierata apertamente. Cosa inaudtita, apparentemente...).

La prima cosca, ha fatto di tutto per vincere: l'assassinio provocato della Cox (ovvio che son stati "loro"), il terrorismo mass-mediatico, far votare di giovedì (!) e non ultimo, tramite la geoingegneria, provocato alluvioni e nubifragi per far desistere la gente dall'andare a votare.
E i brogli. Che, per me, ci sono stati, ma la valanga pro-Brexit è stata MOLTO più ampia di quello che ufficialmente è stata. E non sono riusciti a truccare così tanti voti.... (loro avevano i VERI sondaggi).

La seconda cosca, pro-Brexit.......
Mah.... io vorrei restare ottimista, ma Mark Twain diceva: "Se andare a votare servisse veramente a qualcosa, non ce lo lascerebbero mai fare".

Vado ad istinto...... ma l'uscita dalla UE, io credo che abbia a che fare nell'aver mano libera, come Regno Unito, nell'attacco concertato con gli USA alla Russia.
Il Regno Unito, attore dietro alle quinte e noi coglioni, come aderenti alla UE, sotto rappresaglia nucleare russa. E finis Europae..

Sarò un visionario....... ma non credo di andarci tanto lontano.....

Anonymous said...

Ciao Nessie, i miei complimenti alla tua preveggenza e le mie congratulazioni ai cittadini si Sua Maestà che hanno dimostrato di saper resistere a minacce e ricatti.
Certo, per qualche tempo dovranno fare i conti con le ritorsioni degli eu-surocrati che un po’ vorranno prendersi le “l’oro” vendette e un po’ dovranno intimidire chi fosse intenzionato a seguire l’esempio del Regno Unito, ma ormai il dado è tratto e niente sarà più come prima.
In inglese “leave” (lascia) si pronuncia quasi come “live” (vivi), spero sia di buon auspicio…

(no caste)

Alessandra said...

Nessie adoro quel brano! E ricordo benissimo anche quello spot che risale ormai a più di vent'anni fa.
Ero una bambina e dissi ai miei genitori di votare per il NO in quel referendum, perché altrimenti non avrei più potuto guardare i miei cartoni animati preferiti. :-)
Beh, ha funzionato davvero! E se provassi a usarla anche per il nostro referendum e per Trump? ;-)

IncoeRenzi è pronto a rimangiarsi la sua promessa? Te pareva, è attaccato alla poltrona proprio come quelli che ha voluto "rottamare", ma solo per prenderne il posto. E scommetto che il dietrofront vale anche per la Boschi, oppure sarà lei a immolarsi?

Unico neo del Brexit, il rincoglionimento di scozzesi e nordirlandesi (e leader del Sinn Fein che vuole un referendum per riunire tutta l'Irlanda sotto la bandiera UE ... che tristezza la Celtic Tiger senza artigli!) e il fatto che a votare "Remain" siano stati tanti giovani ... ma avranno all the time per capire che stavano facendo una sciocchezza. :-)
PS. Mi sa che la pubblicazione si è "mangiata" il mio commento ... se è andato perso te lo rimando.

Anonymous said...

Certo che i media di regime ci devo aver dato dentro con la propaganda oggi se una persona anziana che conosco questa sera mi ha chiesto: "Ma se dichiariamo guerra all'Inghilterra poi come facciamo?".
Per quel che ho potuto ascoltare è già iniziata l'operazione "annullamento"..."Hanno votato leave nelle zone più arretrate...Hanno votato remain nei centri universitari, il referendum si deve ripetere ecc. ecc.". Io qualche porcheria da questi qui me l'aspetto.
Scarth

Nessie said...

Proprio non ce la fai Scarth a fare passare 24 ore senza rovelli e tarli! Ma lo sapete o no, che se un essere umano perde la sua capacità di progettare, di sognare, di organizzarsi le sue vie d'uscita, di vagheggiare la sua evasione dalla galera è doppiamente fottuto?

Nessie said...

Bravo SILVIO, hai proprio ragione : , Grazie al buon Dio, che non ci lascia mai soli in caso di estremo bisogno. Ogni tanto i miracoli esistono e questo è uno.

Goditi la tua crociera, e la tua splendida isola.

Nessie said...

Aldo, oggi Bella Napoli era sull'orlo di un coccolone: magari la natura avesse fatto il suo corso! Lui e Monti rosicano e si rodono anche le palle, tanto per essere irrituale!

Giusto definire i messaggi e gli avvertimenti di lOrsignori di questi giorni come MAFIOSI. Prima di Brexit, dopo Brexit. Come ho già detto la corsa è appena iniziata, ma se ci mettiamo a sparare di buzzo buono ipotesi jettatorie aprioriste, non si va da nessuna parte.

Oltretutto portano una jella cosmica!

Nessie said...

Scusa Laura, ma mi sembra, la tua, una constatazione di un'ingenuità e ovvietà disarmante. La City come ho già detto nel post precedente "Brexit: La Ue non è la nostra storia" era spaccata a metà tra chi voleva il ,Leave e chi voleva il Remain:

http://sauraplesio.blogspot.it/2016/06/brexit-la-ue-e-contro-la-nostra-storia.html

1) è evidente che ci sono massonerie pro Brexit
2) è evidente che quando è questione di referendum, possono saltare fuori le alleanze più disparate e che ci si trova anche con compagnie con le quali si fa un percorso insieme ma che poi a referendum passato, si scaricano.
3) è evidente che ci siano neoliberisti, thatcheriani, e altri esponenti globalisti, interessati alla Brexit.

La soluzione allora quale sarebbe? L'iMMOBILISMO?

Se è per questo anche per unificare l'Italia ci fu una massoneria inglese molto attiva che ospitava i nostri patrioti. E allora avremmo dovuto rimanere un'espressione geografica fatta di principati, ducati e granducati e magari lo stato pontificio tutti in guerre gli uni contro gli altri?

Nessie said...

Cangrande, frena la tua fantasia e visionarietà, di tanto in tanto e attieniti freddamente ai fatti. E leggiti quel che ha scritto Blondet sulla regina Elisabetta. La quale avrebbe potuto fare quell'affermazione sulla III GM proprio per sganciarsi dall'abbraccio mortale dell'alleanza. A 90 anni si ha poca voglia di correre simili avventure.

http://www.maurizioblondet.it/elisabetta-datemi-tre-ragioni-perche-dobbiamo-restare-nella-ue/

http://www.maurizioblondet.it/anche-elisabetta-vede-la-guerra-mondiale/

Sulle massonerie vale quel che ho già scritto a Laura.

pecosbill said...

E così hanno votato per il remain i giovani e Londra.
I primi hanno subito il brainwash della scuola pubblica, e a Londra chi ci vive ?
inglesi o stranieri ?
Comunque è impagabile vedere in tv i nostri aguzzini (riesumando anche vecchi scheletri) sputare fiele e minacciare sfracelli, spiegandoci quanto stupidi sono quelli che osano avere dei pensieri anche vagamente ostili all'europa.
Pecosbill

Nessie said...

Grazie no caste, c'è bisogno di auguri e di buoni auspici e mi pare che quel LEAVE che suoni LIVE, sia un ottimo segno.

Quanto al fatto di averci azzeccato,in realtà come ho spiegato di post ne avevo pronti due: uno per riflettere sul Remain e uno per il LEAVE. Cosa che avrebbero dovuto fare le redazioni dei pennivendoli che invece oggi hanno preso una solenne tranvata in faccia perché avevano tutti gli articoli improntati al Remain. E sono pagine e paginate dove hanno toppato di brutto. Con quel giocondo di Severgnini del CorServa in testa. E' proprio vero quel che diceva il TRAP: "NON dire gatto se non ce l'hai nel sacco".

Ma costoro, come sai praticano la bussola ideologica. Perciò, tieé!

Nessie said...

Alessandra, il discorso della Scozia pro Ue esisteva ANCHE prima durante quel referendum scozzese del settembre 2014, andato male. Ora aspettiamoci che i bastardi di Bruxelles li ricarichino come palle di pece contro la Neo Inghilterra sganciata dalla Ue. Ma io non mi preoccupo, perché gli Inglesi hanno una scorza molto dura.

Siamo noi invece che saremmo da TSO per la sindrome di Stoccolma verso i nostri carcerieri!

Nessie said...

Pecosbill, scusa ma arrivati a questo punto dei mantra e dei leit.motiv mediatici NON MI FIDO. Neanche un po'. Troppo comodo dire: "giovani" = Remain; "vecchi" = Leave. La realtà è assai meno semplicistica: giovani e meno giovani residenti nel centro di Londra hanno votato REMAIN. GIOVANI e VECCHI residenti in periferia e in rioni popolari hanno votato LEAVE. Il perché è semplice: ne hanno piene le cosiddette di immigrati che sottraggono loro grosse fette di welfare, mentre per loro non è possibile nemmeno attuare un ricovero sanitario senza pagarselo. Ne hanno piene le cosiddette di immigrazione fuori controllo con tutti i problemi di sicurezza che ne conseguono. L'immigrazione e sicurezza sono i punti N. 1 del voto, ma questi ipocriti non lo dicono

Anonymous said...

c'e' anche questa lettura ..
http://marcodellaluna.info/sito/2016/06/24/mother-of-the-free/

Anche se l' €urocosca oggi ha perso ( con nostro grande giubilo ) i "soliti squali" hanno trovato il modo ingozzarcisi come sempre. E' " l'istinto predatorio" del "grande leviatano" da cui dover tutti guardarci con estrema prudenza ... a cominciare dai loro numerosissimi stupidi e volenterosi servitori ...." alla cox"
ws

Anonymous said...

È vero, Nessie, una volta nelle redazioni era consuetudine fare come dici tu. Ma questi pennivendoli da strapazzo non sanno neppure dove stia di casa il vero giornalismo.
Comunque, vederli rosicare mi procura un piacere forte quasi quanto la gioia del risultato del referendum.

Nota stonatissima, la dichiarazione del Bollito: «Il sogno più bello sta fallendo».
Quello che per noi comuni mortali è un incubo per lui è il sogno più bello e questo spiega quanto siamo distanti. Pensare che un tempo l’ho votato…
«Me tajerebbe le mano», diceva un mio bisnonno anarchico ricordando che il 2 giugno 1946 aveva scelto la Repubblica…

(no caste)

Nessie said...

ws, scusa ma Della Luna non è nelle mie corde. Poi c'è una sua frase che puzza d'ambiguità lontano un miglio:

la libertà di movimento di persone e di merci può essere stabilita senza bisogno di un apparato costoso e inefficiente come l’Unione Europea, semplicemente mediante trattati; il Wto, nel bene e nel male, già assicura, su scala globale, l’apertura dei mercati e basse o nulle tariffe doganali

Chissenefrega del risparmio e degli sprechi: è il dogma di Schengen che fa schifo in quanto tale, e pure il WTO, macchina da guerra contro i popoli.

Nessie said...

No caste, si rodono e rosicano fino all'inverosimile. Pensa che i PIddioti hanno perfino rinviato la loro riunione di esecutivo per via della Brexit. Certo che fanno proprio pena: aiuto non so che vestito mettermi per il Nazareno perchè c'è la Brexit!

Il Bollito di Hardcore è preoccupato per le sue Mediolanum (banche e assicurazioni). Tiene famiglia allargata, lui. E' questo il suo vero sogno.

Nessie said...

Qui , a proposito di bolliti e rincoglioniti, la rissa di Bin Loden con Tremonti sul referendum:


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/brexit-lite-tv-monti-e-tremonti-1275572.html

A Monti l'insuccesso gli ha dato al cervello.

Angelo D'Amore said...

scrivo di meno ultimamente. cio che c'era da dire...lo dissi a suo tempo...ciao!

http://nonsolonapoli.blogspot.it/2011/12/fiscal-union-no-thanks.html

Nessie said...

Ciao Angelo, spero che il tuo agriturismo vada bene.

Jacopo Foscari said...

Lo zampino Sua Maestà mi sa proprio che ce l'ha messo. Non potendo dichiararsi ufficialmente, ha fatto avere al "Sun" quelle dichiarazioni ufficiose, poi ovviamente ritrattate. Mi sa proprio che quelle parole ufficiose hanno convinto parecchi indecisi. Pur con tutti i suoi difetti W il Regno Unito. E speriamo sia solo il primo passo per la liberazione dall'Euro-gulag di tutti noi. Ora su le maniche e lavorare anche per la nostra uscita da questo Euro-incubo

Vanda S. said...

Spero sia l'inizio della fine della malvagia associazione massone, globalista della EU! Rivoglio l'Europa della mia giovinezza!

Nessie said...

Vanda, se l'Europa vuole riavere la sua validità, la sua cultura, la sua bellezza, la sua voce in capitolo nel mondo deve poter ri-essere quella della tua (e della mia) giovinezza. In questo caso non servono lifting né cure al botox: basta rispedire a casa loro le "risorse".

Nessie said...

Jacopo, oggi il CorServa si profondeva in pianti greci, atti di contrizione, anatemi contro quelli che hanno votato la Brexit. Ci sono vecchi soloni prezzolati che non avrebbero nemmeno diritto di critica, autentici parassiti come Antonio Polito. Fabio Cavalera invece ne ha scritto un altro contro Boris Johnson, reo di essere un buffone, un esibizionista, uno che ama i gesti mediatici clamorosi, un pugnalatore di Cameron con cui prima era amici e compagno di università... Ma dico?!?

Abbiamo fior di pagliacci a casa nostra, guitti, giullari, cortigiani ecc. e lui si va a preoccupare di Boris Johnson?
Abbiamo Grillo che cambia idea ed è un cambiacasacca della prima ora e lui si preoccupa di Johnson? Sarebbero da passare al plotone di esecuzioni, per la loro cura nel mistificare e taroccare la verità.

Nessie said...

Ecco il collegamento:

http://www.cinquantamila.it/storyTellerArticolo.php?storyId=576e2f367ba5a

A Cavalera gli è sfuggito un altro Pagliaccione: Matteo Renzi. Eppure non doveva andare molto lontano.

Alessandra said...

Oggi ha detto la sua anche il Gran Marionettista:

http://www.cnbc.com/2016/06/25/brexit-makes-eus-dissolution-practically-inevitable-george-soros.html

Nessie said...

Lui, questo farabutto che nel '92 intentò la micidiale speculazione sulla sterlina e sulla lira, per costringere gli stati a stare tutti insieme nella "camicia di forza" detta UE, sa di che cosa parla. Prima o poi morirà, questa vecchia Mummia incartapecorita, e le sue malefatte se le porterà nella tomba.

Nessie said...

PS: dicono che finanzi anche buona parte delle petizioni on line e pare ci sia il suo zampino nella proposta di ritoccare il referendum. Una'altra delle sue bastardate.

Anonymous said...

Prima o poi morirà, questa vecchia Mummia incartapecorita

e' proprio questo che mi lascia incuriosito .La "foga demoniaca" di quedti "finanzieri" utranovantenni ( non c'e' solo lui ) contrasta con l' inevitabile resipiscenza che inesorabilmente colpisce ANCHE al livello psicologico chi sente inequivocabilmente attraverso il decadimento del proprio organismo l' arrivo inesorabile della "nera signora".Queto processo e' una cosa che ognuno puo' vedere in tutti i vecchi ( come io comincio gia' a vedere in me stesso :-)) ma non in QUEI VECCHI , perche'?

Due semplici ipotesi non necessarimente in contrasto tra loro : O sono "posseduti" da "entita' sovraumane" o dispongono di una "medicina " (molto) segreta tale da dargli la convinzione che non decadranno dalle loro funzioni vitali per almeno altri 10 anni.
ws

Nessie said...

Tutte e due le ipotesi. Sono sorretti dal demonio, quello nel quale non crediamo più nemmeno noi. Nemmeno se il mondo che ci attornia ne è invasato.

Anonymous said...

Ho fatto il bravo per le nostre 24 ore di tripudio (con giudizio...) però non mi sembra affatto che i vari gerarchi, kapò, tirapiedi e zombie euopeisti, loro che sono "sinceri democratici", intendano rispettare il risultato del referendum. Ws, oppure hanno una fede granitica, invincibile in un progetto di ampissimo respiro che si dipana nei secoli di cui stanno vedendo il tangibile e pieno compimento. C'è però un'altro elemento che da da pensare: sembrano avere una fretta indiavolata al punto di statenare contemporanemnete il finimondo su tutti i fronti da quello sociale, umano a quello militare e geopolitico. Perchè?
Scarth

Nessie said...

Scarth, su questo dormo tranquilla su 10 cuscini. Ieri un loro giurista inglese ha tranquillamente detto che secondo il loro diritto "non c' trippa" e che il risultato del referendum non si tocca.

Se proprio devo preoccuparmi mi preoccupo (e molto) del mio paese che rimarrà l'ultimo col cerino in mano, schiacciato sotto il giogo eurocratico. Ieri Renzi è corso dai suoi padroni Merkel e Hollande benedicendo la nostra Costipazione perché contiene al suo interno l'inghippo per non farci mettere a referendum i trattati europei. Felici, lui e Bella Napoli, di tenerci in gabbia.

Anonymous said...

Nessie, fortunatamente tra tanti propagandisti inconsolabili si ascolta la voce di uno “del mestiere”, un giurista che dice le cose come stanno…
Ci mancherebbe che riuscissero ad ottenere la ripetizione del referendum. Anche se la Gran Bretagna non ha una costituzione (ebbene sì, si può vivere anche senza) e dunque la sua legislazione è più elastica della nostra, non credo lo sia al punto da consentire a chi ha perso una consultazione elettorale di chiedere subito la ripetizione del voto attraverso una semplice petizione (che non ha alcun valore giuridico). Diamine, stiamo parlando del Regno Unito, mica di una qualsiasi repubblichetta delle banane!
Se c’è un Paese che dovrebbe tornare immediatamente alle urne è semmai l’Austria, dove al ballottaggio per le presidenziali ne hanno combinate di tutti i colori.
Fa riflettere comunque che in poche ore la petizione abbia superato i due milioni di firme. C’è poco da fare: hanno una potenza di fuoco che noi neppure ci sogniamo. Sarà difficile, per non dire impossibile, misurarsi con loro (o l’oro), eppure dobbiamo.
(no caste)

Nessie said...

No caste, l'Austria va verso l'annullamento delle elezioni. Ne sapremo di più dopo l'8 luglio. Leggi qui:

http://www.opinione-pubblica.com/austria-si-va-verso-annullamento-elezioni/

Soros detiene diverse agenzie di parecchie ong, esperte in petizioni on line, primo passo verso le rivoluzioni tarocche. E' chiaro che anche questa volta, lui e chi per lui, cercheranno di pescare nel torbido. Uno che ha la faccia tosta di dire che la GB se esce con Brexit, avrà una crisi della sterlina simile a quella del '92, cioè quella provocata da lui, meriterebbe l'impiccagione pubblica nel London Bridge.

Anonymous said...

Direi che la mentalità repressiva, autoritaria, oligarchica, elitaria, sprezzante dell'attuale totalitarismo e dei suoi solerti attuatori è ben rappresentata da questa vignetta di Krancic:
https://www.facebook.com/116286145065861/photos/a.116288878398921.14594.116286145065861/1351638258197304/?type=3&theater
PS: ogni regime ha le sue "avanguardie" quelli di erasmus sono perfetti per quello orwelliano attuale.
Scarth

Nessie said...

Scarth, smettiamola, per favore, almeno tra noi qua dentro, di berci tutte le palle mainstream che corrono nei canali ufficiali in queste ore.

Compresa la panzana inventata di sana pianta da quel prezzolato di Severgnini che sarebbero stati vecchi, campagnoli delle contee e pensionati a fare lo sgambetto ai ggggiovani col Brexit che li sfavorirà. Leggi qui, perfino Lettino jr. è costretto a dover smentire:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/enrico-letta-i-giovani-anti-brexit-hanno-ignorato-voto-1276033.html

la generazione Erasmus è composta da 4 gatti e tutti mantenuti dai genitori e ha spostato pochi voti.

No, la vignetta di Krancic stavolta non mi piace perché la trovo un'insalata russa che non spiega un bel niente e non mette a fuoco quel che dovrebbe.

Anonymous said...

Fa riflettere comunque che in poche ore la petizione abbia superato i due milioni di firme
la "democracy on line" e' " carta igienica telematica " , buona solo per dare " lo spin" . Ma "spin" a cosa e dove ? Forse a bruxelles o a berlino perche' a londra se " chi comanda" voleva brogliare lo aveva gia' fatto ...

ws

Anonymous said...

LORO contavano e (contano) sui ggggivani , una generazione "europoide" allevata senza memoria e senza cultura nel mito dei "paese dei balocchi" da scagliare poi contro le vecchie generazioni additate mediaticamente come la causa dei problemi in cui affonda la nostra societa' ( e i gggiovani con essa OVVIAMENTE ).

Una mossa molta astuta che pero' non ha consistenza economica, in quanto a parte gli "erasmini" la nostra generazione perduta puo' contare solo sui soldi e sui risparmi dei propri vecchi.
Insomma "la finanza" avida voleva fare la " sua europa" con i "fichi secchi" . Magari ce la fara' lo stesso ma come si e' visto giovedi', la sua mostruosa "creatura" fa ( e fara') sempre piu' acqua.
ws

Nessie said...

ws, hai letto che cosa ha scritto Letta jr. sui ggggiovani? Lui fa il docente universitario alla Sorbona, gestisce i progetti Erasmus e le cose le sa. Questi ragazzi se ne sono impippati saldamente di andare al voto. Tutto quello che stiamo vedendo in tv in queste ore circa la contrapposizione VECCHI > GIOVANI è puro spin. E' una contrapposizione artificiosa creata ad arte da quel "giovincello" di 60 e passa anni di Severgnini, la voce della Londra anni '60. Lui si che se ne intende di "young people" con quella pettinatura vetero-Beatles ormai incanutita! E' divertente vedere cosa stanno almanaccando in queste ore pur di non rassegnarsi.

D'accordissimo poi che la democrazia on line è pura carta igienica telematica. Io ho la casella di posta elettronica letteralmente ingorgata di puttanate sul tipo "firma qua, firma là".

Anonymous said...

Il Corriere più che Europeista è leccazampista delle elite e delle lobby finanziarie che lo sostengono! Povero Severgnini , quello dell'ottimismo a tutti i costi...l'unico, nonostante la frangetta sugli occhi a veder improbabili luci in fondo al tunnel ...invisibilI agli umani! Ora , ai titoloni sul Corserva si legge "Decrepita Alleanza" ! Da la colpa ai nonni il pennivendolo di regime, dalla bocca contorta, che con Brexit avrebbero fatto lo sgambetto alle nuove generazioni sic! Cari giovani,, i vostri nonni, che sanno cosa è stata la guerra, hanno a cuore un futuro di libertà per voi, insieme ai vostri genitori ! Sono convinti , che questa Europa dei burocrati,delle multinazionali,delle leggi sul sesso degli angeli,dello spreco,dell'indecisione,dell'interesse egoistico dei singoli stati ,questo baraccone disneyano senza identità politica culturale,senza potere,senza esercito,senza leader ,senza moneta sovrana, a Voi cari giovani non potrà mai dare un futuro!

Ci hanno imposto , tramite Prodi, Ciampi ed il voltagabbana demente di Napolitano, con la scusa della democrazia rappresentativa ,una moneta artificiale, l’euro, che è sospesa nel nulla, non ha cioè uno Stato sovrano che la regoli, non si sa di chi sia, e soprattutto noi Stati europei la possiamo solo USARE, non possedere. E’ tutto qui il disastro. Pertanto, cari ragazzi l'Europa è vostra : non lasciate vincere il venditore di pentolame...rifilatoci dal Napo...letame...e nemmeno ascoltate i consigli del Severgnini...uno dei più grandi servi e lecchini della Ue unione che ha portato il paese in questa disastrata situazione!(Il Vate)

Jacopo Foscari said...

Il bello è che creano la contrapposizione vecchi-giovani ma non si rendon conto di due cose

1-"l'ago della bilancia" non son stati ne i "vecchi" ne i "giovani" ma quelli che stanno in mezzo, ovvero quelli tra i 25 e i 50 anni che subiscono più di tutti le conseguenze della crisi i quali han votato per andarsene. Oppure da oggi si è "vecchi" anche a 30 o 40 anni?

2-I sessantenni che han votato in massa per andarsene sono quelli che avevano vent'anni nel 1975, anno del primo referendum sul Regno Unito in Europa e votarono in massa per restare. Non è che in quei quarant'anni è successo qualcosa che ha fatto loro cambiare radicalmente idea?

Ma che discorsi mi tocca sentire. Poi le comiche, gli stessi che un anno fa gioivano delle gaie nozze d'Irlanda con imprimatur referendario oggi berciano contro la volontà popolare che sancisce l'addio all'UE da parte del Regno Unito. Per la serie, il referendum va bene, ma a patto che vada come voglio io. Ridicoli, semplicemente ridicoli

Nessie said...

Vate, le due cose (leccazampismo e filo-UE) non si escludono affatto a vicenda. Il Corserva ha parecchie banche e società finanziarie nel suo patto di sindacato, guarda caso.

-----------------------------------------

Jacopo quello che mi deprime di più di tutto questo bailamme è che ormai viviamo l'Internazionale Mediatica del Sant'Uffizio internazionalizzato. E che i nuovi Torquemada sono diventati i media mainstream autori del pensiero unico trasversale a tutte le nazioni. Dappertutto, lo stesso film.

E' evidente che l'arma referendaria è considerata giusta e sacrosanta, solo quando ubbidisce ai dettami di lorsignori.

Anonymous said...

Come da copione il terrorismo mediatico propone scenari deliranti per il dopo brexit; tra un po' ci diranno che torneremo all' età della pietra.

Questi volgari sciacalli amplificano il "tonfo" della sterlina, dimenticandosi di dire che giorni prima - sull' onda emotiva dell' assassinio della Cox - loro stessi, gli sciacalli mediatici, gongolavano, informandoci dell' apprezzamento di oltre il 20% della valuta britannica, mentre pregustavano il ripugnante esito conseguente al sacrificio della Cox ( sacrificata da chi, poi ... ) ovvero la vittoria del remain.

Gentaglia da patibolo.


Paulus


Nessie said...

Hai ragione. Ma dove? Tower Bridge o London Bridge? Anche la location è importante e fantasticare non è ancora proibito. Per ora.

Anonymous said...

Sarò perfido: suggerisco Black Friars' bridge.

:-)


Paulus

Nessie said...

Quello di Calvi? Il Ponte dei Frati neri? Ti prenderanno per un "grembiulino" d'alto grado :-)

Anonymous said...

No, ma quale grembiulino ?!

La mia era perfidia allusiva a certe morti; decessi che per alcuni, però, sono salvifici o quasi ....


Paulus

Nessie said...

E la mia era un'allusione alla strana morte del banchiere Calvi, dove - a detta di molti- c'era la firma dei suoi "Fratelli".
Comunque l'idea dei Frati neri mi piace.

Anonymous said...

Concordo con Paulus, il Blackfriars Bridge avrebbe bisogno di un po' di colore.

IL SAURO

Nessie said...

Bridge over troubled water :-).

Poi passate sopra che ve ne conto n'altra. Nel senso di post nuovo.