24 May 2012

Oro, argento e casa


Ovvero, come aggredire il patrimonio dei beni-rifugio degli Italiani. Propongo due video davvero illuminanti. Il primo tratta del franchising dell'oro. Improvvisamente da qualche anno a questa parte,  saltano fuori come funghi,  negozi improvvisati ed outlet da ogni angolo delle città, con la scritta compro ORO e ARGENTO. Chi c'è dietro? E chi tira le fila di questo business dei preziosi intimi ricordi?




 Mi è capitato di trovarmi un un' oreficeria al cospetto di una coppia di coniugi che vendeva i loro anelli. L'orefice ha subito sfilato la pietra dall'anello, fingendo di disprezzarla e deprezzarla. Poi, ha pesato l'anello e  ha tirato fuori dal cassetto qualche banconota di euro: denaro fasullo, in cambio di oro vero
E' iniziata la svendita dei ricordi, dei beni rifugio, delle radici generazionali: orologi che si tramandavano da padre in figlio, orecchini o collier che una figlia ereditava dalla madre, gioiellini delle prime comunioni,  argenteria di famiglia che finisce al Monte di pietà, collezioni numismatiche. In cambio di che? di cartaccia-moneta come l'euro che in poco tempo non sarà manco buona per lanciare aeroplanini di carta. Fine della famiglia quale nucleo di trasmissione dei beni.
Il secondo video ripropone in modo molto chiaro e dettagliato, l'affare dei prestiti vitalizi ipotecari, di cui ho già trattato nel post Piromani pompieri. Si tratta di un “eccellente affare” per gli operatori del settore, che si candidano ad acquisire una cospicua fetta di patrimonio immobiliare italiano specie dei pensionati, erogando in media somme per circa un terzo del valore della casa, remunerate con tassi variabili (oggi tra il 6 e il 6,5%), e con spese fisse determinate da una serie di clausole e di condizioni capestro. Una grande speculazione che si abbatterà come una scure sugli eredi, che corrono il rischio di perdere il bene patrimoniale, perché impossibilitati a risarcire una somma enormemente superiore a quella erogata. I due video sono a cura di valter49, il quale spiega con dovizia di particolari e con chiarezza davvero encomiabile.
 Il cerchio si chiude dunque in questo modo: un'Italia senza sovranità monetaria, senza confini ed eternamente invasa da flussi migratori indiscriminati, senza più made in Italy né prodotti nostrani, né materie prime, né industria, né riserva aurea (si trova nel caveau della FED) . E ora, anche senza beni rifugio come la casa, l'oro, l'argento e i gioielli di famiglia.
Era già tutto predisposto per il nostro declino, essendo tutte queste coincidenze, davvero troppe, per non  pensare che siano state a lungo pianificate e pertanto, che costituiscano tanti tasselli di uno stesso mosaico!
 E' l'ora della sveglia!

PS: altri link sullo stesso argomento sul blog Il Jester:
 1) Lo scandalo vergognoso dei prestiti vitalizi ipotecari
 2) L'ombra tenebrosa della speculazione sui beni-rifugio

29 comments:

Anonymous said...

Video davvero imperdibili! Intanto l'usura continua e i suicidi pure:

http://www.corriere.it/cronache/12_maggio_23/gli-pignorano-la-casa-si-impicca-a-genova_071ed41c-a511-11e1-907b-f16c9de9fcc2.shtml

zeta

Nessie said...

Letto, grazie. Monti si recherà a portare solidarietà agli strozzini di Equitalia invece che ai parenti dei suicidi.

Sareth said...

rientro nella terza categoria. la mia famiglia è stata depredata di quei beni trasmessi attraverso le generazioni. guarda caso i sospetti (non identificati) avevano un accento dell'est, su indicazione del vicinato.

seiZero said...

Ho letto. Quale sveglia?

Huxley said...

Dopo aver spogliato la popolazione dei propri averi, e aver di conseguenza creato una massa di poveri (locali e di importazione, che ovviamente si troveranno nella necessità di delinquere per sopravvivere) si passa alla fase finale, sullo stile degli Usa; ovvero si privatizzano le carceri (esiste già un progetto di legge presentato dal governo degli androidi) e si utilizza tanta mano d'opera gratuita. Ho letto che ad es. nello stato dell'Alabama c'è una industria fiorente, con percentuali di detenzione che non hanno riscontro da nessuna altra parte.
Ah, dimenticavo, chissà che non si arrivi al carcere anche per debiti.

Nessie said...

Uhmm, vero Sareth. Poi ci sono anche i topi che arrivano dai 4 cantoni del pianeta a completare l'opera di saccheggio voluta dalle banche. Anche questo fa parte del pacchetto.

Nessie said...

Huxley, va bene che porti il nick che porti, ma non pago di commentare le nefandezze del post in oggetto (a proposito, li hai visti i filmatini?) vai anche a cercare altri scenari horror futuribili.
Quello delle carceri è un'altra porcata di cui questo blog s'era già occupato se ben rammenti:

http://sauraplesio.blogspot.it/2012/01/le-galere-non-saranno-piu-patrie-ma.html

E fisso come l'oro (visto che è di questo che trattiamo) che d'ora in poi in galera si finirà pure per inadempienza ai debiti come ai tempi di Dickens.
(David Copperfield, I remember)

martina said...

Ma perché certi argomenti così scottanti non devono trovare diritto di cittadinanza sulle pagine dei quotidiani? Eppure riguardano il nostro futuro immediato. Perché non ce li fanno sapere e dobbiamo venirlo a sapere dalla rete?

Nessie said...

Martina, hai fatto una domanda da 1 milione di punti. E va ancora bene che per ora ci sia la rete, fino a quando ce la lasciano. La risposta più ovvia è che le testate giornalistiche hanno per soci sostenitori onorifici, proprio le banche. Solo il gruppo Corsera Rcs ne ha tre nel Patto di Sindacato, tanto per fare un esempio. E figurati un po' se vengono a rivelarci i loro arcana imperii.

Anonymous said...

Nessie, non c’entra con l’articolo, ma riguarda il Monti, ergo penso possa interessarti egualmente:

http://www.albamediterranea.org/index.php?option=com_k2&view=item&id=353%3Aperch%C3%A9-l%E2%80%99informazione-di-regime-ti-parla-delle-lauree-del-trota-ma-non-ti-fa-sapere-che-mario-monti-%C3%A8-il-nipote-del-pi%C3%B9-potente-compagno-banchiere-della-storia-italiana%3F-by-xkom55&Itemid=16

Leone89

Anonymous said...

Siamo alla canna del gas cara Nessie. E più la situazione peggiora meno forze politiche si oppongono. Il PDL è sparito del tutto, la Lega è diventata una sorta di scialbo PD/IDV del Nord senza arte nè parte e nemmeno proposte sui temi più importanti per la soppravvivenza. In più alle stesse vittime sacrificali, completamente rimbambite, della immonda situazione sembra non importare nulla. A poterselo permettere ci sarebbe da fuggire a gambe levate da un postaccio simile.
Scarth

Nessie said...

Infatti caro Scarth, preferisco concentrarmi sui misfatti e descriverne punto per punto gli aspetti nefandi ai lettori che transitano qua. Chi dovrebbe difenderci, non solo non ci difende dagli abusi qui descritti, ma ce li propina senza neanche farcelo sapere. Io di loro (dei politici) non parlo più. Parlarne significa valorizzarli e non meritano nemmeno il mio disprezzo. Che peraltro c'è. Sì, chi può permetterselo è bene che se la fili a gambe levate.

Nessie said...

Sì Leone, sapevo già di questa notizia di Monti nipote del massonaccio Raffaele Mattioli e fui tra i primi a darne notizia su questo blog chiedendomi come mai i giornali glissano via su questa parentela che non è affatto un "particolare".

johnny doe said...

I COMPRO ORO e ARGENTO,tolto qualche strozzino di professione,sono quasi tutti riciclatori di capitali come le fantomatiche agenzie di prestito, e la storia dei vitalizi l'ennesima truffa permessa in questo paese guidato da miserabili buffoni,i cui cittadini invece di impegnar oro,dovrebbero comprarsi un kalashnikov....
esagero?...lo so...ma sempre meno di tutti gli strozzini che ci depredano da ogni parte...

Nessie said...

No, non esageri. L'esasperazione crescerà a dismisura e chi è disperato farà cose disperanti. Temo che questa crisi sia stata creata ad arte per dare l'avvio al saccheggio e alla razzia dei beni degli Italiani. Come durante una vera guerra d'aggressione.

Nessie said...

PS: JOhnny, dietro a Compro Oro c'è il crimine organizzato, l'usura e la frode fiscale, visto che la GdF va a Cortina a fare i blitz, ma non mi risulta che si fiondi dentro agli abusivi del Compro Oro:

http://www.ilgiornale.it/milano/dietro_compro-oro_ce_crimine_organizzato/04-11-2011/articolo-id=555207-page=0-comments=1

Aldo said...

Mi piace come questo signore rende semplici anche materiali che di solito vengono presentati in modo oscuro. Così dovrebbe parlare CHIUNQUE si rivolga alla gente, in particolare chi quella gente dovrebbe rappresentarla. Invece conosciamo tutti molto bene il modo VOLUTAMENTE oscuro col quale ci sentiamo dire-ma-senza-dire cose importantissime al preciso scopo di non farcele comprendere, di tenercene fuori (salvo poi farcene cadere sulla zucca le conseguenze). Dovremmo mettere in cima alla lista un criterio di esclusione: NON dare mai credito, e men che meno appoggio, a chi parla un linguaggio incomprensibile.

Ho aggiunto qualche collegamento ai miei "preferiti".

Aldo said...

Nessie: «non mi risulta che si fiondi dentro agli abusivi del Compro Oro»

Se è per questo non si fionda neppure nelle China Town nostrane, né sfiora ambienti analoghi che fanno capo al altre attività altrettanto massificate in mano alle "nuove energie fresche per l'Italia" (cit. Napolitano)...

Nessie said...

Se è per questo, caro Aldo, eccoti un'altra affermazione assai "oscura", da decriptare come i caratteri in sanscrito della Fornero sulla "bontà" dei prestiti vitalizi ipotecari (in inglese "Reverse Mortgage"):

"Se la formazione è importante per i giovani, per gli anziani è essenziale la disponibilità di rendite il più possibile economiche, semplici e sicure, così da incoraggiare l’assicurazione contro il rischio idiosincratico di longevità. In questo caso, occorre sviluppare e rendere più appetibili prodotti, quali il prestito vitalizio ipotecario (reverse mortgage), per rendere maggiormente liquido il valore dell’abitazione che di solito rappresenta la parte di gran lunga preponderante del patrimonio degli anziani".

Ora tu giustamente dici che i politici che parlano in questo modo non dovrebbero avere più nessun credito. Bene, il PdL si è liquefatto alle ultime amministrative, la Lega l'hanno disinnescata a colpi di scandali non appena è passata all'opposizione. Chi resta ancora saldamente in piedi? Guarda caso il PD, il partito di riferimento di Elsa Fornero (già assessora ai lavori pubblici a Torino sotto questo stemma). Ti dice nulla la coincidenza?
E' evidente che costoro hanno ancora molti assi nella loro manica da giocare per alcune ragioni su cui poi magari ci farò un post, la prima delle quali sono le radici ben salde nel mondo della Finanza internazionale.

Nessie said...

In sostanza, perché mentre si parla dappertutto di "antipolitica" questi, che sono i principali agenti dei poteri "forti", restano anoora in piedi nelle giunte, con un elettorato bovino che corre a votarli, invece di affossarli come meriterebbero?

Quanto alla seconda parte del tuo post, so bene che le sacche di illegalità ad opera delle "nuove energie fresche dell'Italia" fanno comodo, molto comodo e vengono tollerate da chi sappiamo. Costoro sono degli acceleratori del processo secondo cui, "Italia delenda est". Perciò, venghino venghino...

Josh said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Josh said...

ps 2

Vedo poi che come sempre LA Fornero compie un'operazione 2 pesi 2 misure:
non la preoccupa il peraltro costosissimo "rischio idiosincratico di longevità" delle mummie sinistre quirinalizie.

Nessie "perché mentre si parla dappertutto di "antipolitica" questi, che sono i principali agenti dei poteri "forti", restano anoora in piedi nelle giunte, con un elettorato bovino che corre a votarli, invece di affossarli come meriterebbero?"

la sinistra e il capitale, la sinistra e i poteri forti, la sinistra e i finanzieri 'internazionali', la sinistra e le sponsorizzazioni estere a valenza antinazionale
è un campo che mai sarà sondato a sufficienza.

Nessie said...

Josh, aggiungerei alla lista degli appoggi dati al PD (gli altri poveri falcemartellati di minoranza non contano più nulla), anche il sostegno della casta togata e quello dei grandi media ufficiali sia della carta stampata che della tv. I principali conduttori dei talk show politici sono dei loro. E ti par poco?

Ps: sul Giardino da cui latiti da un po' parlano di te. E non male
:-)

Aldo said...

Ecco, anch'io come Josh sono rimasto colpito dal peso dell'espressione "rischio idiosincratico di longevità". E conseguentemente condivido il giudizio tranciante che dà di questo essere di sesso pseudofemminile. Con aggeggi pseudoumani di questo tipo siamo ben oltre la comune criminalità -- si sfondano limiti di patologia sociale di fronte ai quali gli accadimenti di Brindisi sono acqua fresca.

Nessie said...

Perfetto! "essere di sesso pseudofemminile" poi dà davvero la misura della sua identità.
Però attenzione, perché questi qua sono letali e anche quando il loro mandato sarà scaduto nel 2013, i danni e i misfatti compiuti non verranno più corretti né risarciti.
Dovesse ereditare il governo anche la forza politica meglio intenzionata, erediterà solo delle macerie. Dovremo ricordarcene e chiamare in causa tutti i loro schifosi "collaborazionisti" che gli tengono attaccata la spina .

Il Jester said...

Ciao! :)
Ti linko questo post:

http://www.iljester.it/la-fornero-privatizzare-le-disabilita-attraverso-unassicurazione-privata-lo-stato-non-puo-farsi-carico-di-tutto.html

Buona giornata cara Saura... ;)

Nessie said...

Saura è il blog. Nessie è la gestora :-). Ricevuto e fatto passare ai piani superiori dove ho appena aggiornato. Buona domenica.

Anonymous said...

E' l'ora della sveglia!

purtroppo la sveglia e' suonata ventanni fa ma gli italioti ( tipo " l'operaia-col-cappellino ") sono rimasti tutti a letto a sognare :-(
ws

Josh said...

Nessie:

tutto già ottimamente spiegato,
ma voglio metetre in evidenza questa espressione della Fornero, dallo stralcio riportato sopra

"...così da incoraggiare l’assicurazione contro il rischio idiosincratico di longevità."

quindi per LA Fornero "è necessario assicurarsi contro il rischio della longevità",
ergo la longevità è diventato un rischio.

della serie, è meglio che voi sudditi moriate da piccoli, così "costate" meno e vi espropriamo prima.