05 March 2012

Ius culturae e Fiscal Compact

E' primavera e avrei poca voglia di aggiornare il blog. Purtroppo, però,  c'è una mazzata al giorno e  sono così tante che ci sarebbe da scrivere un post ogni ora. Vedrò di sintetizzare in un solo pezzo le carognate di questi ultimi giorni. La prima è la ventilata ipotesi dello ius culturae da parte di Andrea Riccardi, il nominato ma non eletto ministro per l'Integrazione e la Cooperazione internazionale (un dicastero che si commenta da sé, in fatto di salvaguardia degli interessi nazionali). Di che cosa si tratta? Di una paroletta inventata là per là per l'uopo,  perché in ogni nazione vige: lo ius sanguinis  (buona parte delle nazioni europee e non solo l'Italia), mentre lo ius soli è tipicamente americano, dato che il Continente Nuovo è nato come terra di ripopolamente e di immigrazione. In cosa consiste questa nuova alchimia dello ius culturae?
Ce lo spiega lo stesso Riccardi in questa stolida affermazione: "Si parla tanto di ius soli da una parte e di ius sanguinis dall'altra.  Io [quando si parla di immigrazione] sono per lo "ius culturae". La platea, smarrita, lo guarda. "Quando si aderisce alla storia e alla cultura dell'Italia, bisogna poter avere il diritto di acquisire la cittadinanza italiana", Insomma lo ius culturae come sintesi tra 'solisti' e'sanguinisti', superamento della fisica territorialità da una parte e della genetica dall'altra.

Della serie, come ti camuffo lo ius soli  e attraverso  questo neologismo,  do il disco verde all'immigrazione massiva, come se non bastasse quella che c'è già. Qui tutto il pezzo messo da Grotesque (Eleonora)  già comparso sull'Occidentale.

Andiamo avanti, e pezzo per pezzo il progetto del NWO  e di progressiva sottrazione di sovranità appare chiaro in tutte le sue linee. Con  Monti, detto Bin Loden, che continua imperterrito a tenere i collegamenti Roma-Bruxelles. Era di venerdi 2 marzo la firma per l'adesione al Fiscal Compact, il trattato che dal 2013 ci costringerà a continue manovre di salasso e di impoverimento sotto la garrota strangolatrice degli Eurocrati, e non più dei governi in carica. Unico giornale che ne  ha dato notizia è Libero (onore al merito) mentre il resto dei media mainstream col loro silenzio complice e assassino ha tenuto vergognosamente bordone agli strozzini. Basta leggere lo stesso Giornale per coloro i quali si fanno ancora qualche pia illusione da ultimi giapponesi, su un eventuale ravvedimento di Berlusconi . Lo avete letto, lo striminzito articoletto? Sembrano le pubblicazioni di un matrimonio, in luogo di una  vera e propria "condanna a morte" per la nazione e per il popolo italiano. E cosa  avrebbe impedito ad un "uomo libero" di far scrivere sul suo giornale (o Giornale) di cui è padrone,  la verità, nient'altro che la verità di una dittatura fiscale con un "patto leonino"  che ci impone che il bilancio annuale dello Stato dovrà sempre essere in pareggio e non potrà superare lo 0,5% del Pil? Ovvero un obiettivo durissimo e pressoché inapplicabile al quale non ha aderito la Gran Bretagna e la Repubblica Ceca. Tutti tacciono, tutti acconsentono alla morte di una nazione e nessuno si ribella.
Si arrabbia Paolo Barnard e conclude: C'è una profonda giustizia nel fatto che il Vero Potere ci pisci in testa. E ci condanni alla disperazione. Ce lo meritiamo.
P.S. piange il cuore per quei pochissimi che non se lo meritano. 



56 comments:

Massimo said...

L'obbligo di pareggio in bilancio è giusto. Non è quello il problema, ma l'aver ceduto la Sovranità, tra l'altro, di battere moneta.

Nessie said...

"L'obbligo di pareggio di bilancio è giusto"

Sì, ma a casa nostra e in ambito nazionale. Non fatto dalla Troika. In che mondo vivi, Massimo?

Huxley said...

Ma chi l'ha detto che l'obbligo di pareggio è giusto?

- Gli Stati non sono aziende, che tra l'altro in caso di perdite possono finanziarsi emettendo obbligazioni (cosa che noi non potremo più fare con il fiscal compact)
- Gli stati hanno il diritto/dovere di privilegiare le politiche pro popolazione rispetto al bilancio, purchè non sprechino soldi
- Perchè allora gli USA, una volta raggiunto il tetto di debito, lo hanno alzato?
- E' chiaro il concetto che d'ora in avanti, ogni qualvolta uno stato dovrà preventivare una spesa di pubblica utilità (sanità assistenza o altro) DOVRA' CHIEDERE I SOLDI DIRETTAMENTE AI CITTADINI CON MANOVRE LACRIME E SANGUE?

Ultima cosa, che nessuno si aspetti che questo diminuisca gli sprechi attuali, semplicemente le lobbies più forti continueranno a mungere lo stato, mentre i più deboli periranno.

Nessie said...

OTTIMA precisazione Huxley. Mi hai preceduto di qualche frazione di secondo perché stavo per aggiungere una postilla nel merito. E cioè che per poter "crescere" (la tanto decantata "crescita" di cui tutti si riempiono la bocca) uno stato può anche indebitarsi come avvenne nel periodo del BOOM.L'essenziale è che il debito non sia nelle mani degli investitori stranieri. Ovvero holding finanziarie e bancarie internazionali.

Verissimo che col Fiscal Compact le lobby continueranno a ingrassarsi e noi a impoverirci.

Nessie said...

PS: di quella orrenda boiata dello "ius culturae" di Riccardi, che ne pensi Hux? Secondo me è un modo per nascondere con il neologismo il solito nefando "ius soli". In altri termini, oltre a impoverirci ci vogliono sostituire.

Huxley said...

Ad occhio e croce direi che si tratta una versione opportunamente riciclata e rimodellata della cittadinanza breve, non a caso ho trovato questo articolo finiota del novembre scorso:

http://www.ilfuturista.it/politica/ius-soli-una-legge-oltre-le-etichette.html

p.s. Io non mi sento un vecchio italiano, in quanto ho restituito idealmente la 'tessera' da un pezzo.

Bisquì said...

Ciao Nessie :-)
A occhio e croce stiamo parlando di manovre da circa 43 miliardi per 20 anni se si rispetta l'obbligo del pareggio.
In questo modo tra 20 anni il nostro debito pubblico sarà diminuito del 60% circa.
La metà di quello attuale.
Quindi, tra 20 anni (ma molto prima secondo me) gli italiani cercheranno il cibo nella spazzatura.

Nessie said...

Letto. E difatti è come volevasi dimostrare con questa affermazione della Turco, il cui attuale programma dei "non eletti" assomiglia sempre più a quello del Pd :

"Credo che ci si possa intendere sullo ius soli temperato. Noi diciamo che deve essere italiano chi nasce in Italia da immigrati che dimostrano già un certo radicamento, e il parametro possono essere cinque anni di residenza regolare, o i minori arrivati qui da piccoli che completano un ciclo scolastico. Convergiamo su questo, concentriamoci sul merito lasciando da parte le etichette politiche, e potremo riformare la legge».

Dunque se lo dicono loro è doppiamente vero: lo ius culturae è uno ius soli mascherato.

PS: Non ho capito di quale tessera parli. Di quella elettorale?

Nessie said...

Ciao Bisquì, certo che è così. Questa Europa di strozzini preferisce far quadrare i numeri invece che le persone. Quelle se può, le elimina. Fisicamente.

Ora ci divertiremo a vedere la faccenda dei referendum per abrogare il Fiscal Compact.Vedrai che ne impediranno la raccolta di firme. Oppure useranno la solita soluzione "all'irlandese". Cioè ritenerlo nullo, fino a farli votare e rivotare in modo da far uscire i loro risultati.

Huxley said...

Parlo della tessera da italiano, Nessie. Un popolo di pecore che si credono faine.

Nessie said...

E' vero. Ma vedrai che arriverà la carta di identità Ue. E quella sarà anche peggio, perché reca pure i dati biometrici. Ma tutte le pecore si allineeranno agli sportelli per ottenerla.

Aldo said...

Paradossalmente, gioisco per il mio esser prossimo ai 50 (non ho più tanti decenni di "futuro" davanti, quindi magari scanso quel peggio del quale non mi sento per niente causa) e gioisco di non aver voluto figli. Gli eventi mi stanno dando ragione: è stata una scelta saggia.

Nessie: «tutte le pecore si allineeranno agli sportelli per ottenerla»

Le pecore non avranno alternative concrete, se non di quelle che passano attraverso la violenza cieca. Ma la violenza cieca genera disordini, e nei disordini i primi a patire le conseguenze peggiori sono proprio le pecore stesse, dunque la violenza cieca non è un'opzione razionale. Forse più razionale sarebbe la violenza mirata, ma quella strada non si può seguire in assenza di organizzazione, e organizzazione significa un potere che guida dall'alto. Ma chi è che sta in alto? Gli stessi che andrebbero presi di mira e che certo non sono tanto masochisti da organizzarsi contro se stessi. E' una situazione di stallo che dà sempre maggior vantaggio a chi ha in mano il timone e il fucile. E quando non c'è contrapposizione di poteri, il potere unico viene sempre gestito a danno di chi non ce l'ha.

Scusa le ovvietà.

Josh said...

post di legittima rabbiosità...e quoto in pieno l'intervento di Huxley.
Macchè giusto il pareggio di bilancio, imposto in questa maniera, per uno Stato come fosse un'impresa e una nazione senza un briciolo di sovranità, nemmeo formale.

Siamo e saremo 'strozzinati' a vita, e nemmeno legiferando e organizzandoci intra nos.

E appunto cfr. invece l'esempio USa che si autoelevò il tetto del proprio (immenso) debito. C'è chi può. Noi a quanto pare non può, e chissà come mai....

E lo ius culturae? ma per pietà.
E' chiaro che è una svendita mascherata.
Ma anche entrando nel merito (di una faccenda già sbagliata nel suo stesso modo di porsi) chi è che misurerebbe l'italianità-culturale-acquisita di qualcuno?
Questa è proprio roba da PD.
ma certo che ci vogliono sostituire.

E Nessie, la misura del quoziente di ius culturae italianae verrà applicato anche agli italiani già italiani da sempre?
mettiamo, se io mi fossi molto vaticanizzato, o molto inglesissato, con i meiei studi ed esperienze,
mi spediscono in vaticano o in UK, perchè è venuto meno il mio ius culturae?
In compenso però magari un imam fondamentalista di 3rza generazione che magari progetta attentati ha lo ius culturae italianae:-)

E li strapaghiamo pure questa manica di idioti traditori.

Josh said...

ma certo...e al più presto la carta d'identità UE con i dati biometrici, tutta la propria storia fiscale, reddituale, delle proprietà mobili e immobili, degli studi, la fedina penale eventuale, la storia sanitaria, le caratteristiche del DNA in una sola card.

E poco dopo questi dati saranno presenti in un codicillo con tutti i fatti tuoi che striscerai per ogni acquisto, per ogni atto, ti si leggerà in ogni luogo monitorato -cioè tutti- in cui metterai piede.

E..sai com'è, poi il progresso, l'information technology,
presto sarà tutto in un microchip non ingombrante, magari da mettersi in fronte e sulla mano destra.

No ma sai è la nanotecnologia, il progresso...poi e vabbè "la pace e la sicurezza"...

Nessie said...

Più che ovvietà, Aldo, scrivi delle tautologie. Il potere potente e onnipotente. I gesti estremi e rivoluzionari che dovrebbero prendere di mira i veri responsabili, ma poi ci vuole un'organizzazione verticistica e a sua volta gerarchica, ergo il potere c'è sempre anche quando è contropotere ecc.

Insomma, io credo che una via di uscita se si vuole la si possa anche trovare e che non c'è peggiore cosa dell'inazione. Anche perché l'inazione fatalmente porta a dover subire l'iniziativa altrui. Certo fino a che ci si limita a parlarne solo qui...

Qualcuno che prova a fare diversamente c'è, e questo convegno di Rimini della MMT (Modern Money Theory) mi pare un buon inizio.

Qui, alcuni atti del convegno:

http://www.stavrogin2.com/2012/03/principi-base-della-mmt-modern-money.html

Nessie said...

Josh, certo che lo ius culturae è la svendita mascherata e rappresenta la volontà delle sinistre (e Riccardi è un cattosinistro, inutile girarci intorno) di praticare la cittadinanza breve, senza dare direttamente nell'occhio con le parole. Con la complicità del PdL che quando governava non avrebbe potuto aderire a un simile progetto così smaccatamente perché di riffa o di raffa, la Lega glielo impediva.

Gli USA oltre a elevarsi il tetto del debito a piacimento, possono spalmarcelo addosso a tutti noi, peggio della Nutella su una fetta di pane. Massimo si è dimenticato di aggiungerlo, quando dice che l'obbligo di pareggio è giusto.
E' solo che tutto il debito di costoro Nutella non è :-).

Poi comunque se si ha il più potente esercito del mondo, agli altri stati sudditi, non resta che pagare, sacrificarsi, tirare la cinghia, farsi ammazzare e tacere. Perfino quando ci chiameranno in guerra (pagata dai nostri governicchi fantoccio con soldi veri) per conto l'ORO.

Anonymous said...

Altri segni di risvegli di primavera:

http://www.lapoliticaitaliana.it/Articolo/?d=20120303&id=54185

zeta

Anonymous said...

Io non ho sentito mezza parola del "cattolico" (???) ricciardi sulle estemporanee iniziative della "signora" Fornero (colei che non vuole il "la", fa troppo "sessista", sig)
http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-i-tecnici-della-lobby-gay-4563.htm

siccome questi sono squalidi esecutori di terz'ordine (l'obama sarà solo un gradino sopra, ovvero squallido esecutore di second'ordine) è bene tenere bene a mente quello che ci aspetta:
"Davvero non ci sono precedenti all’attacco proditorio che l’Amministrazione statunitense guidata da Barack Obama sta conducendo da settimane contro il fondamento stesso della nazione americana, vale a dire il principio costituzionale della libertà religiosa"
http://www.labussolaquotidiana.it/ita/articoli-500-leader-in-campo-contro-obamaper-difendere-la-libert-religiosa-4699.htm
m

ps pareggio di bilancio probabilmente incostituzionale (a parte che non ritengo l'attuale parlamento di "nominati" e a fine legislatura legittimato a riformare alcunché della Carta)

Nessie said...

Appunto! Un esecutivo di non eletti non dovrebbe riformare un bel niente. Invece pare che abbiano una fretta indemoniata di rigirare l'Italia come un calzino. I due link della Bussola li conoscevo già.

Li ho letti da Foa, dove non vado più finché ci sono i disinformatori prezzolati e logorroici per ostruire un dibattito che si stava guarda caso - facendo interessante.

Oltre subire quello che stiamo subendo ci mancherebbe altro che si perdesse del tempo con i fake.

Anonymous said...

probabile serva il pareggio di bilancio in costituzione per legittimare quello schifo di mes europoide...ne parlò anche il giorgino
http://lavocedelcorsaro.myblog.it/archive/2011/07/13/giorgino-napolitano-una-cariatide-yankee-e-guerrafondaia-al.html

O facciamo un tentativo di mobilitazione adesso o sarà troppo tardi.. credo che su difesa Costituzione (assemblea costituente o comunque riforme solo con nuovo parlamento) e dell'art. 18 (forse anche su altri temi)... si potrebbe creare un blocco trasversale, al di là dei partiti e delle convinzioni politiche (ormai mi sembrano morti entrambi...)
m

Nessie said...

Tentativo di mobilitazione? Io ho firmato la mozione della Undiemi contro il Mes, ma qui ci vogliono altro che mozioni!
Io sono comunque convinta che se un po' di No Tav mettono in crisi Monti se ci fosse una forte mobilitazione trasversale, qualcosa alla fin fine salterebbe fuori.

Anonymous said...

difesa articolo 18 e costituzione sarebbe da vedere chi ci sta...
c'è un clima di rassegnazione pericoloso... m

Anonymous said...

Lunedì 5 marzo in parlamento cambiano la Costituzione: lo sapevate?

http://sergiodicorimodiglianji.blogspot.com/2012/03/lunedi-5-marzo-in-parlamento-cambiano.html

m

Anonymous said...

ps ho provato ad inserire ultimo link che ti ho messo nel blog di Foa ma non lo vedo...(MAH ?)
Comunque la parte rilevante dell'articolo è questa:

"..Inserire il pareggio di bilancio in Costituzione significa fornire una base di legittimità costituzionale alle politiche liberiste per rendere permanenti le misure di austerità, imposte dai governi 'tecnici' in Italia e in Grecia. Significa sostanzialmente blindare la dismissione definitiva del settore pubblico e dello stato sociale, già rifiutata dai cittadini con il referendum di giugno 2011..."
Ciao. m

Angelo D'Amore said...

vogliono il pareggio di bilancio ma alla fine, non si abbassano gli stipendi e riducono solo del 20% il numero dei parlamentari.
senza sviluppo potranno racimolare soldi solo con le tasse.
monti crede di risollevare l'italia a botta di scontrini fiscali. ma alla maggior iva in entrata dalla maggior fatturazione, deve sottrarsi quella in meno dovuta alla chiusura di tante aziende per mancanza di credito.
la banca centrale ha dato oltre 100 miliardi alle banche italiane, le quali li tengono congelati in depositi o ne acquistano titoli di stato.

Nessie said...

Sì,Angelo, le banche italiane incamerano denari dalla BCE ma poi gettano nella disperazione centinaia di piccoli e medi imnprenditori (molti dei quali si sono suicidati), senza concedere loro il prestito di un becco di quattrino.

Nessie said...

Non ti preoccupare Marco, i link spesso vanno in moderazione, può succedere da quelle parti. Io lì non ci vado fino a che non si ripristina il clima favorevole che c'era prima. Ora si sono infiltrate le sentinelle dell'economically correct neoliberista, degli Ogm che servono a sfamare il popolo e della Russia che è fatta di autocrati, mentre invece gli Usa sarebbero il fior fiore della democrazia.

Tu chiamalo se vuoi "pluralismo delle idee".

Nessie said...

Certo, Marco, che si deve modificare le costituzioni degli ex stati sovrani. Anche perché gli statuti rappresentano un ostacolo per gli Eurocrati e i loro piani di saccheggio.

Anonymous said...

@ nessie
il mio commento non risulta inserito neppure stamattina nel blog del Foa... oltre ai Debunkers e Gatekeeper cominciata anche la tattica di censura commenti?

Comunque aggiungo qui ultima considerazione sullo scippo della Costituzione in corso (che sta passando COLPEVOLMENTE sotto "opportuno" silenzio ed anzi pubblicizzando solo contentini per il popolino tipo la ridicola riduzione dei parlamentari...)

L'art 138 sulle modifiche costituzionali
http://www.senato.it/istituzione/29375/131336/131428/131434/131435/articolo.htm

era chiaramente tarato sul sistema proporzionale, quindi era garantita la RAPPRESENTANZA.
Con l'introduzione del maggioritario (con l'aggravante della mancanza della preferenza....) questa garanzia a mio avviso non c'è più.
Ecco perché ritengo che l'unico modo corretto per riformare la Costituzione sia l'elezione di una assemblea costituente eletta con sistema proporzionale puro (e con minimo sbarramento, un 1 per cento).
In ogni caso questo parlamento a fine legislatura e posto sotto sequestro dai poteri forti è assolutamente INADEGUATO a riformare la Costituzione Italiana.
Credo anche che il famigerato pareggio di bilancio sia incostiutuzionale.

Questo governo era nato "per l'emergenza" e sta invece mettendo mano su tutto... prima viene staccata la spina e meglio è.
Introducano la preferenza e torniamio al corpo elettorale.
Ciao. m

Nessie said...

Sì ma chi la stacca? Oramai i partiti si sono piegati al ruolo di infermieri con le flebo.

Anonymous said...

considerazione esatta la tua... ma vedo un appiattimento genarale... e proteste forse indirizzate su argomenti, magari anche importanti, ma comunque secondari...
Manca una pressione (chiaramente non violenta) della base.
Domanda: siamo davvero sicuri che torneremo a votare?
m

Nessie said...

Sì, torneremo a votare quando il panorama politico sarà tale da dover scegliere la seguente opzione (si fa per dire):

1) Partito A : lo straccio

2) partito B : il cencio.

Insomma ci toccherà scegliere tra il cencio e lo straccio. Mentre tutte le altre opzioni minoritarie saranno state buttate fuori dal parlamento.

Anonymous said...

La scomparsa di Lidia Undiemi dal web (elenco indirizzi web)
http://www.vocidallastrada.com/2012/03/la-scomparsa-di-lidia-undiemi.html#more
m

Alba kan. said...

Sottoscrivo in toto!

Nessie said...

Adesso lo sparalink lo faccio io. Leggetevi questa ennesima nefandezza:

http://euroholocaust.blogspot.com/2012/03/money-transfer-e-contanti.html

Agli extra, niente tetto per il contante!

Huxley said...

Eccoli qua, cara Nessie, i becchini dell'ultima parvenza di democrazia.
Se qualcuno vuole aderire...

http://www.prolunghiamoilgovernomonti.it/

Anonymous said...

..certo, vuoi mica limitare alle varie mafie di riciclare i soldi sporchi..m
poi il "programma" prevede "criminalità impiegata per gestire la società"
http://www.nexusedizioni.it/apri/Argomenti/Nuovo-ordine-mondiale/I-PIANI-DEL-NUOVO-ORDINE-MONDIALE/
ps mi sembra si stiano facendo "progressi" su tutti i punti.

Nessie said...

Scusa Hux, ho aperto e ho visto la faccia spaventosa dell'Androide surgelato, perciò ho richiuso subito. Chi sarebbero i promotori-becchini di quest'agonia?

Nessie said...

Come vedi, gli usurai hanno pure dei seguaci e dei supporter. Peggio di così, si muore. E difatti...

Anonymous said...

Serge Latouche - I pericoli della mondializzazione
http://www.movimentozero.org/index.php?option=com_content&task=view&id=383&Itemid=53

integrazione al punto 4:
"La mondializzazione distrugge l'etica"
http://santaruina.it/etat-desprit
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=1073&forum=42
http://www.luogocomune.net/site/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=315&forum=42
http://www.vocidallastrada.com/2011/01/new-age-new-order-lera-dellacquario-e.html
m

Huxley said...

Grande mistero, su chi organizza:

* Per preservare la privacy sino ad uno stadio più avanzato dell’iniziativa dei numerosi esponenti del mondo produttivo e culturale italiano, la lista dei membri del Comitato Promotore e del Comitato Organizzativo di Prolunghiamoilgovernomonti.it sarà resa pubblica il prossimo 30 Maggio 2012.

Così tanto tempo per togliersi il cappuccio?

Nessie said...

Ah, ah, ah! Si vede che sono cappucci che si tolgono a rallenti :-). Beh allora faccio a tempo a leggere il libro "Il club Bilderberg" di Daniel Estulin, che mi hanno appena regalato :-)

Anonymous said...

..buon libro.
questo il sito di estulin
http://www.danielestulin.com/
su "vocidallastrada" diverse traduzionu di suoi articoli (ricerca "daniel estulun"). m
http://www.vocidallastrada.com/2010/06/lo-storico-discorso-di-daniel-estulin.html

johnny doe said...

Pure la Spagna,pur costretta ad aderire, ha detto che lo 0,5 se lo possono scordare...

Poi c'è sempre l'ACTA in pista di lancio.....e tanto per non smentirsi,pure il dietrofront,ben aiutato dalla trimurti dei fessi,PDL;PD;TERZO POLO,sul tentativo di appioppar qualche spicciolo sul groppone delle banche.E te pareva!

Ora c'è pure la furbata dello ius culturae (Quando si aderisce....) di questo baciapile di ministro,per altro non nuovo a simili idiozie.
A prescindere dal trucco incluso,mi immagino la comica scena davanti all' ascaro di Riccardi .
- Aderisci?-
- Aderisco! - (magari in hurdu o swaili)
Ok,sei figlio della lupa...

Certo che ormai ogni post che facciamo somiglia a un necrologio...
Invece a me,piange il cuore per tutti quelli che se lo meritano.
Voglio esser tenero,altrimenti...

L'obbligo di bilancio una delle più grandi iatture che ci potessero capitare.Vuol dire consegnare in mani altrui,e sappiamo che mani,la politica economica del paese e condannarlo alla recessione.Anzi,é un vero e proprio crimine.Nessun paese al mondo,un paese libero,accetterebbe questa schifezza.

Quanto a Berlusconi,lasciamolo stare....meglio che si occupi delle sue aziende.

Nessie said...

Grazie per il sito di Estulin, Marco.

Johnny, dici bene: ognuno dei nostri post è un necrologio. Senza contare che per quanto ci si affanna a rimanere sulla feral notizia, ce ne sono come minimo due o tre in un colpo solo, per cui qualcosa si tralascia sempre.

Bella, la scenetta di Riccardi che dà il premio della Lupa all'ultimo arrivato. Sembra quasi di vedere il film :-)

Troppo tenero: d'accordo che quelli che se lo meritano sono (o meglio, sarebbero) la maggioranza, ma per costoro non ho la minima pietà né misericordia.

Resta solo da vedere se è vero, che sono la maggioranza, perché io a quanto spifferano i media non ci credo.

Nessie said...

JohnnY, quanto a Berlusconi, i molteplci avvertimenti massonici ricevuti (il lancio della cattedrale in faccia & altre carezze) ormai lo hanno convinto che è meglio fare il docile soldatino. Non si può entrare in quelle consorterie per poi uscirne quando non fa più comodo. E lui da qran leggerone ha fatto finta di non saperlo, ma glielo hanno ricordato.
Così ha abbandonato "il suo amico" Gheddafi" al suo destino, convinto di poter salvare il suo. Questa è la mia modesta opinione.

Anonymous said...

probabilmente l'unica cosa buona del b. è stata quella di cercare di dare all'italia una politica energetica logica (collaborazione con russia, libia...)che poi sarebbe la politica che dovrebbe attuare l'europa in generale...
A volte però penso che ci hanno fatto vedere un film di durata quasi ventennale... il b. era iscritto alla p2 gelliana...e si identifica non poco con quel "programma" (due soli partiti etc).
Non so se tutto questo era studiato per preparare il paese a forme di governo autoritarie vista l'inconcludenza della politica (probabilmente la stessa cosa si potrebbe notare anche nelle altre nazioni occidentali).
Comunque l'uomo probabilmente è diverso da come appare (o vuole apparire)... basta vedere il mausoleo arcoriano
http://www.youtube.com/watch?v=aF5IiA7qVN0
ed anche la veronica (amica dell'esoterico Cacciari?)che parla di "Vergini che si offrono al Drago"... figli che frequentano la scuola Waldorf, istituto steineriano di Milano http://christusveritas.altervista.org/societ%E0_antroposofica.htm
sono, forse, un indizio m

Nessie said...

Conosco quel video del mausoleo arcoriano, Marco. E conosco anche le profferte di B. ai suoi amici per un eventuale loculo da poter passare "a futura memoria". Il programma di FI è lo stesso di quello di Gelli. La P2 era una loggetta da bocciofili in confronto a quelle a cui appartiene Monti. Ma c'è un fatto: una volta che entri in una di quelle consorterie è difficile uscirne. Leggi se non l'hai ancora fatto "Ero massone" di Maurice Caillet.

Sulla politica energetica di B. è chiaro che chiunque abbia a cuore la nostra sovranità, non poteva che appoggiarlo. Ma è durata poco, come vedi. Lo hanno riportato a più miti consigli e nel giro di pochi mesi abbiamo perduto quel poco che avevamo guadagnato.

Della Lario, ho poca voglia di approfondirne il profilo. Ora comunque tace, perché è stata accontentata. In termini pecuniari, intendo.

Nessie said...

PS: Irlanda ancora al referendum per il Fiscal Compact: ci scommettiamo che li faranno giocare a dadi, finché poi non saltano fuori i numeri giusti, i l'ORO?

http://www.legnostorto.com/index.php?option=com_content&task=view&id=34068

johnny doe said...

Credo anch'io,son bastat due sberle al titolo Mediset per convincerlo....anche per Gheddafi.
Certo é che non ha fatto una gran figura.Pensa ai suoi elettori!
E comunque,senza tirar in ballo eroi,credo che un leader di uno Stato con le palle,avrebbe avuto qualche chance in più,prima di farsi mettere alla porta come un qualsiasi cameriere.
Cadere almeno in piedi pare non sia contemplato nel codice politico italiota.

Anonymous said...

Rajoy silura il fiscal compact
http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=76527:rajoy-silura-il-fiscal-compact&catid=83:free&Itemid=100021
m

Nessie said...

Ho sentito di Rajoy, grazie Marco.

Johnny, cadere in piedi? Mhhhm, purtroppo il Berlusca si è messo carponi.

Anonymous said...

Perché il Meccanismo Europeo di Stabilità MES possa essere emanato, il Trattato che lo istituisce deve essere ratificato dai Parlamenti di 17 Stati membri. Comunque, molti dei passaggi di questo Trattato vengono riconosciuti antidemocratici, e si beffano di principi fondamentali come quello di rendere conto al popolo.
Ai Belgi, da Investig’Action viene raccomandato di reagire inviando la lettera che segue ai loro parlamentari. Diventa indispensabile questa azione anche per gli Italiani!

http://www.vocidallastrada.com/2012/03/mes-il-nuovo-dittatore-europeo.html

http://www.vocidallastrada.com/2012/03/la-scomparsa-di-lidia-undiemi.html

m

Anonymous said...

cartoline da un paese morente
http://www.ilgrandebluff.info/2012/03/strong-buy-itagliaaaaa.html#more

IMU: la tassa che “costringe” al sistema
http://crisis.blogosfere.it/2012/03/imu-la-tassa-che-costringe-al-sistema.html

m

Nessie said...

Letto quello della Billi. Lo scopo delle tasse sulla casa è l'ESPROPRIO da parte delle banche.

Anonymous said...

http://phastidio.net/2012/03/09/cartoline-da-un-paese-morente/
mi sa che il peggio deve, purtroppo, ancora arrivare...m