06 August 2017

Una tragedia ferrarese, italiana ed europea




Di tutte le tragedie di quest' estate africana (e lo dico in tutti i sensi e non solo in quello climatico) , quella che mi ha maggiormente colpito è stata la morte di un povero antiquario  ferrarese che se la passava male con gli affari, che non aveva più il denaro per sbarcare il lunario per la propria famiglia, che essendo stato sfrattato a 77 anni,  non era più sicuro di niente:  né di un tetto sopra la testa, né di un lavoro, né di poter mantenere la propria famiglia. La disperazione gli fa uccidere moglie e figlio, poi si suicida e prima di fare tutto ciò, brucia la casa che gli stavano per requisire mediante sfratto. Qui la dinamica dei fatti.
I nostri poveri connazionali non hanno più diritto alla pubblica assistenza, a far ricorso ai servizi sociali, a parlare con sincerità e col cuore in mano al sindaco della propria città?

Lo avrebbero soccorso? Gli avrebbero dato quella corsia preferenziale che merita chi è nato qui, o lo avrebbero mescolato a tanti altri  (troppi!)"aventi diritto", proveniente da altri continenti, facendolo sentire ancora più solo e isolato?

Io credo che se intorno all'antiquario ci fosse stata  "un'altra città" e "un'altra Italia", questo povero sventurato non avrebbe mai preso una decisione tanto drammatica e senza ritorno. Ma è il contesto che ci circonda che è disperante e che può rendere la vita più insopportabile di quella che è già. Noi siamo soliti leggere i resoconti della cronaca nera espressi in un linguaggio asettico da referto di medico legale:

Il suo corpo è stato trovato intorno alle 7.30 sotto i portici dell’Oca Giuliva, in via Boccacanale di Santo Stefano, di fronte al civico 32: un commerciante in zona ha sentito l’esplosione dei colpi di pistola e ha avvertito le forze dell’ordine. Per terra, accanto al corpo, c’era una pistola a tamburo calibro 38 con al quale l’uomo si era appena sparato. Trovati anche i corpi senza vita di due gatti.


Lo sfratto

Sono ancora da chiarire le ragioni, ma per gli investigatori si tratterebbe di un omicidio suicidio. Ma l’origine dela tragedia familiare è forse da cercare nelle condizioni economiche dell’ex antiquario, molto noto in città. L’uomo attendeva lo sfratto esecutivo dall’abitazione in piazzetta privata Fratelli Bartolucci: a mezzogiorno, l’ufficiale giudiziario avrebbe dovuto dare corso al provvedimento. Un mese fa era avvenuto il primo accesso di sfratto non eseguito perché la casa era piena di mobili e da svuotare.

Ma ecco le domande che ci assillano. Se c'è pietas per gli stranieri (il mantra del "salviamo vite"), perché è sparita per gli Italiani? Se ora si accettano perfino occupazioni abusive di case agli immigrati, perché nessuno ha aiutato a trovare un alloggio al signor Galeazzo Bartolucci e alla sua famiglia?

Ed ecco le solite giustificazioni tardive di chi avrebbe dovuto provvedere ma non l'ha fatto. 



La famiglia Bartolucci non si è mai rivolta all’ufficio abitazioni» del Comune di Ferrara «per richiedere un’eventuale assistenza dovuta ad emergenza abitativa, come non risultano contatti negli ultimi anni con l’Asp per problematiche sociali». Lo chiarisce l’assessore comunale al Welfare di Ferrara Chiara Sapigni, intervenendo con una nota sulla tragedia avvenuta nel centro storico. «Resta pertanto - prosegue l’assessore - una grande amarezza e il rammarico di non aver potuto capire il grande disagio che la famiglia stava vivendo ma che, forse, per dignità ed orgoglio non si è avvicinata ai servizi comunali preposti».



Già, di orgoglio e dignità si muore suicidi e si distrugge il proprio bene supremo: la propria famiglia. La città  (considerata in questa estate torrida,  la più calda d'Italia fino a 50 gradi percepiti) è chiusa per ferie; l'Italia e gli Italiani vanno in vacanza e i ristoranti la sera si riempiono di gente ben vestita che corre a divertirsi fino a tardi. La tragedia di Ferrara in un giorno di atroce canicola agostana, ci fa pensare al contrasto tra la disperazione interiore e l'edonismo di massa di chi rincorre piaceri effimeri.



Ma anche alla falsa ipocrisia di chi pretende sfamare folle di  interi continenti, sprofondando invece i propri cittadini nell'abisso di una depressione (economica e non) che conduce al buio nella mente e a gesti inconsulti. Galeazzo Bartolucci, anni 77 e la sua famiglia: era un antiquario conosciuto che amava il suo lavoro. Altri martiri di questa Italia e di questa pessima minuscola e meschina Europa matrigna. 
E la lista si allunga, si allunga a dismisura.




51 comments:

Aldo said...

A parte le difficoltà economiche, che non sono certo una novità dei nostri tempi, osservo e riporto in estrema generalizzazione e sintesi (per quel che valgono) alcune esternazioni che ho rilevato nella mia famiglia.

Mia madre, nato a metà anni '30 e con un carattere che definirei combattivo e decisionista: "Non si capisce cosa sta succedendo, è come se fossero tutti pazzi... cosa vogliono che facciamo?"

Mio padre, nata pochi anni dopo e con un carattere più remissivo e introspettivo: "Non mi ci trovo più, questo non è il mio mondo, non riesco a capirlo."

Il tono e l'insistenza coi quali si ripete questo ritornello o altri assai simili dicono più di quel che possono dire quattro righe su uno schermo.

Aggiungo che non ho mai sentito né mio nonno (classe 1912, morto a metà anni '80 più o meno alla stessa età) né mia nonna (classe 1913, morta sul finire degli anni '90) assumere un atteggiamento simile, e né mio padre né mia madre sono due mammolette -- ne hanno viste, affrontate e superate letteralmente di tutti i colori.

Allora, se persone tenaci vengono prese dallo sconcerto e si guardano attorno stranite, cosa potranno mai fare le molte persone meno tenaci o già colpite da raffiche di contrarietà che si accumulano, e si accumulano, e si accumulano fino a togliere ogni speranza di poterle gestire? Certi gesti estremi non sono il frutto di un momento come vorrebbero farci credere, né sono necessariamente la conseguenza di stati mentali patologici.

P.S. L'unica osservazione negativa che ricordo da parte di mio nonno riguarda la maggiore libertà della quale a suo avviso di poteva godere nei piccoli centri negli anni Trenta, a patto d'essere ligi al lavoro e tenersi alla larga da "certi ambienti". Ah... diceva queste cose negli anni '80... ricordi gli anni '80? (giusto per mettere le cose in prospettiva).

Nessie said...

Ovviamente nessuno di noi giustifica il gesto, dato che il poveretto si è tolto (lui e la sua famiglia) più agevolmente dai piedi tanto per facilitare il compito di questi bastardi.

Pensa solo a quanti piccoli e medi industriale e commercianti si sono tolti la vita da quando c'è questo che chiamano "crisi", ma che in realtà è stata procurata ad arte.

Anonymous said...

queste tristi storie sono solo le prime goccie delle tempesta che ci squasserà. Come quelle cadendo sulla pelle fanno rabbrividire, ma i più non ne colgono ancora il vero significato perché in questa "estate africana" per loro splende ancora tanto sole.
ws

Anonymous said...

La vergogna è delle istituzioni.Non dovrebbero nemmeno permettersi di sfrattare chiunque,sanno
benissimo chi è in difficolta'.La soluzione è una sola non pagare piu' alcuna tassa.Se lo facessero in tanti questa farsa finirebbe molto presto.

Huxley said...

Ciao Nessie, questa triste e ferale notizia è una delle poche che ha avuto eco nazionale sugli ignobili media mainstream, di solito i suicidi vengono relegati a qualche trafiletto sui giornali locali. Guarda caso l'Istat ha smesso di tenere il conto ufficiale dei suicidi dal 2012. La frequenza di queste tragedie e quasi giornaliera, ma viene silenziata per non contraddire la propaganda ufficiale che strombazza riprese (fasulle) a più non posso. Oggi leggevo che parecchie aziende agricole sono a rischio fallimento, a causa della siccità (indotta tramite geoingegneria). Temo che presto dovremo affrontare altre tragedie. Saluti e buon Ferragosto

Nessie said...

Ws, ci sono tristi storie quasi quotidiane ormai a fronte di una crisi senza fine, ma queste è davvero emblematica. Il povero antiquario ha intrapreso contro le autorità un atto di guerra deliberato: fare terra bruciata. In tutti i sensi.

E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo,
come lacrime nella pioggia.
Ma già è tempo di morire.

Nessie said...

Huxley, è già buona che questa volta la stampaglia non abbia parlato di "femminicidio". Questo è un suicidio collettivo. Ovviamente per Bergoglio queste tragedie non meritano alcun Angelus e nessuna omelia.

Sono anch'io d'accordo che questa sia siccità indotta tramite geoingegneria, ma se lo dici sei un inguaribile e paranoico complottista!

Massimo said...

La notizia di quel suicidio, preceduto da un duplice omicidio di moglie e figlio e da un incendio della casa. ha colpito anche me, soprattutto perchè, contestualmente, ho letto di un altro imprenditore che si è suicidato (mi sembra a Perugia) perchè non riusciva a pagare i dipendenti. Il tutto in contemporanea con le fanfare istat e governative che ci raccontavano che l'economia si è ripresa, siamo fuori dalla crisi e andiamo meglio degli altri. Se questa è la loro ripresa, allora speriamo che titorni la recessione (se mai è stata superata ...) !

Nessie said...

Anonimo, il grosso del problema è proprio quello che citi: mettersi tutti quanti d'accordo per non pagare più alcuna tassa.

Nessie said...

Massimo, ogni giorno siammo infestati da palle sulla ripresa, sul PIL, sul fatto che i becchini del FMI ci fanno i complimenti e bla, bla, bla. Ma storie come queste sono una solenne smentita e la riprova di questa immensa WEIMAR globale che stanno creando.

Vanda S. said...

Cara Nessie, quando leggo i tuoi (purtroppo REALI) post mi viene lo sconforto totale...spero che al piu' presto quest'orrore finira'!

Nausicaa said...

In relazione a quanto ha scritto Massimo, sì, l'imprenditore che si è suicidato 2 giorni fa era di Umbertide in prov. di Perugia. Qui la triste notizia che va ad allungare la lunga e mesta lista:

http://www.repubblica.it/cronaca/2017/08/04/news/non_ce_la_fa_a_pagare_stipendi_imprenditore_suicida-172345327/


Nessie said...

Lo speriamo tutti, Vanda. Nello stesso tempo non dobbiamo dimenticare questi nostri sventurati connazionali, perché già ci pensano i media ad applicare la politica dell'oblio. Magari a colpi di altre disgrazie e di sventure nuove.
Quando quest'orrore sarà finito, la nostra bastarda classe politica abusiva e usurpatrice dovrà pagare il conto. E sarà un conto salatissimo.

Nessie said...

Grazie Nausicaa. Il poveretto di Umbertide (PG), che si è suicidato perché non poteva pagare i 130 dipendenti mi era sfuggito. Ormai la conta diventa sempre più mesta e sempre più lunga.

Leggo che sulla sua scrivania ha lasciato una lettera di addio nella quale ha tra l'altro scritto che la banca non gli avrebbe più fatto credito e quindi di non sapere come fare a pagare gli stipendi

Aldo said...

Nessie, non pagheranno proprio un bel niente. Quello è il compito della "gente comune" (noi). Da sempre.

Anonymous said...

Intanto è di queste ultime ore la notizia che Pisapia fa pressing sul governo e in particolare su Renzi, che attualmente non conta nulla, affinchè Lo IUS SOLI ,di cui si sente ormai gran necessità, diventi Legge prima della fine della legislatura.
Quanta fretta sospetta !
Ciao Nessie da Max da Roma.

Nessie said...

Troppo fretta Max! Il pacchetto ius soli, eutanasia, omofobia da inserire nella Legge Mancino e altre bellurie, è bloccato al senato e vogliono sbloccarlo ad ogni costo.

Nessie said...

Aldo, tranquillo: prima o poi c'è sempre una punizione per i malfattori. Confucio docet.

Anonymous said...

Ciao Nessie,
ti ringrazio per aver parlato di questa triste "storia ferrarese".L'antiquario era stato anche proprietario del più vecchio negozio di musica di Ferrara, tanto che quando ci si dava appuntamento si diceva o angolo dei 4S o da Pistelli-Bartolucci. Prima si compravano spartiti e strumenti musicali ed ho visto qui le prime chitarre elettriche in vetrina.Nella foto che hai pubblicato si vede il suo negozio di antiquario,era situato in una piazzetta di proprietà dei Bartolucci da almeno 2 secoli.Era un luogo del tempo fuori dal tempo, come tanti ce ne sono in città, dove mi recavo per estraniarmi da un Ferrara che non riconosco più come mia.
Mi hanno fatto imbestialire i commenti dell'assessorA Sapigni (quella che diceva che i ferraresi soffrono di percezioni soggettive e che guardano troppo la TV facendosi suggestionare)e del nuovo arcivescovo "dei migranti"che non si era accorto e aveva sottovalutato il disagio in cui versavano e versano alcuni cittadini(tanto per farti inquadrare il soggetto:nello stemma arcivescovile a messo pure le onde del mare a significare il travaglio dei poveri migranti).Come ciliegina sulla torta ti invio un articolo di un giornale locale :purtroppo faremo la fine de "I Ciechi di Brueghel .

http://www.estense.com/?p=632783
Maria Luisa
A proposito di percezioni soggettive mia figlia ne ha avuta una circa una settimana.
La risorsa che mi paga la pensione dopo aver tentato di vendere la solita paccotaglia e di ricevere un obolo dal momento che era senza lavoro, al rifiuto della ragazza l'ha strattonata e tentato di trascinarla via dicendo che non voleva andare (dove poi?)con lui perché era nero.Il tutto è accaduto non di notte ma alle 11 del mattino in pieno centro davanti alla Cattedrale.Ilaria si è divincolata,pratica muay thai, mi meraviglio che non gli abbia sferrato un calcio da spappolargli i genitali.

Nessie said...

Ciao Maria Luisa, mi aspettavo il tuo intervento in quanto ferrarese. Possibile che luoghi così belli e fuori dal tempo, non possano essere "salvati" da oculate politiche di sostegno?E' mai possibile che questo poveruomo non abbia nemmeno potuto far leva su una cordata di amici e conoscenti? La Sapigni non è piaciuta nemmeno a me: è intervenuta troppo tardi e con la solita finta e pelosa carità delle serie. "ah se avessimo saputo..."

Così come non mi è piaciuto affatto l'articolo che mi hai linkato perché in realtà l'ideologia, la vera ideologia la fanno loro. Scrivere frasi come

, Tutto fa brodo: fa più rumore una critica al momento giusto di una critica giusta, mentre la crisi economica ha reso ogni suicidio un occasione per attaccare i governi locali e nazionali, a prescindere dal caso specifico.

Intanto perché le crisi economiche si creano ad arte per favorire gli espropri e renderli inevitabili. Poi perché quando non c'erano crisi di questa portata, non esistevano suicidi seriali come sta accadendo. Non ci si suicida per sport o per far parlare i media. E nemmeno per buttarla in caciare politica.

Nessie said...

... e nemmeno per colpevolizzare le giunte amministrative, che pure si fanno in quattro quando devono trovare "sistemazioni di fortuna" per i "nuovi arrivati", costi quel che costi. Estrapolo ancora:

Siamo una società affamata di alibi, di pretesti collettivi per scaricare altrove la colpa dei nostri drammi e dei nostri fallimenti. Non riesco a spiegare altrimenti le reazioni dei ferraresi all’omicidio-suicidio messo in atto da Galeazzo Bartolucci, che riconducevano il gesto ai motivi più disparati: disinteresse degli enti pubblici al mondo dell’antiquariato, carenze assistenziali, scelte economiche del Comune, ma soprattutto il peso dell’accoglienza agli immigrati sul welfare locale.

I famigerati migranti economici, proprio loro. È anche colpa dei richiedenti asilo e del sistema che vi gravita attorno – sostengono più o meno apertamente tanti ferraresi – se è successo quello che è successo. Se Bartolucci ha ammazzato moglie e figlio per poi togliersi la vita. Poveretto, dicono, era disperato.


Ma un'assessorato che si richiama al Welfare ( NOME e cosa che prima non esisteva) ha o no, le sue precise responsabilità su come ripartisce questo benedetto "welfare"?
Secondo me, SI', caro il mio articolista del Menga.

Anonymous said...

lo "ius sola" è una priorità dell' agenda sorosiana e dovrà essere votata anche se i piddioti percepiscono che la pagheranno elettoralmente cara. Il problema è che questa "sola" si sovrappone anche all' altra sola della finaziaria, che puo' passare solo ricoprendo d' oro gli alfaniani.
Insomma hanno bel problema, se alfano ( pur ben pagato) fa passare la finanziaria poi berlusconi non lo puo' reimbarcare nel suo "centro-destra" e i voti clientelari di alfano a berlusconi servono. Insomma sono tutti intrappolati e il giochino del 2013 non lo possono più fare.
Quindi penso che andrà così: alfano voterà la finanziaria in cambio della sicilia ( che dovrà essere tutta sua , pd e FI si dovranno immolare per sbarrare il passo ai 5St) e se l' operazione passa i suoi lasceranno passare anche la "sola" a cui saranno determinanti anche i soliti "transfughi" 5St
Dopo andranno tutti al massacro "proporzionale" alle politiche il cui esito interlocutorio servirà a giustificare una crisi finanziaria manipolata da francoforte che , sul modello greco, verrà risolta da un governo di "salvezza nazionale" ( formata da pd FI, clientele locali meridionali e i soliti "transfughi" 5St) guidata da draghi che lascerà francoforte un po prima per darci la mazzata finale.
ws

Nessie said...

Di questi scenari con annesse camarille e luride manovre di corridoio mi importa ben poco. A breve scorrerà sangue per le strade e le elezioni non conteranno più un'emerita cippa. Come già fin d'ora poco contano, tenuto conto che i risultati li ribaltano sempre e solo come vogliono loro. Sic rebus stantibus, una volta tanto, il mio pessimismo supera il tuo:

http://www.ilgiornale.it/news/napoli-30-immigrati-accerchiano-5-militari-impedire-fermo-1428869.html

Nessie said...

PS: Inoltre prima che arrivi il Rettiliano della BCE c'è sempre l'opzione III Guerra Mondiale, che è sempre stato considerato un metodo sicuro per "il rilancio dell'economia":

http://sadefenza.blogspot.it/2017/08/sanzioni-contro-cina-russia-iran-e.html

Anonymous said...

Passato settembre ( il "solito" settembre) l' opzione guerra va alla primavera prossima.
Per quanto "volenterosi" i nanetti dell' est non possono affrontare l' inverno senza il gas russo . Il freddo gli spenge i "bollori" 😀
ws

Nessie said...

Non mi riferivo ai nanetti dell'Est, ma a chi ha interesse ad espandersi mandando in guerra gli altri. Comunque siamo OT.

Alessandra said...

Sai Nessie, quanto sento o leggo notizie tragiche come queste sui msm, ho sempre l'impressione che le diano per mostrarci che il "l'oro" lavoro sta dando i suoi frutti.
Sarò troppo paranoica, non so.
Una vecchia sigla televisiva recitava "delle cicale ci cale, della formica invece non ci cale mica". La citazione non è certamente colta però descrive bene l'atteggiamento delle istituzioni verso chi, come il signor Bartolucci e l'imprenditore di Umbertide, si sono guadagnati da vivere per anni con onestà e a un certo punto si sono ritrovati nell'impossibilità di mantenere la propria famiglia e la propria abitazione o di pagare i propri dipendenti (ossia privarli del compenso meritato con il proprio lavoro).

I msm sono ormai anche più realisti del re nel perorare la causa dell'immigrazione, i tg della Rai in primis, talmente servili e menzogneri che bisogna aver cancellato la parola "vergogna" dal proprio vocabolario per realizzare certi servizi senza sentirsi sporchi, sia dal punto di vista intellettuale, sia da quello morale.
I ragazzi di Generazione Identitaria (per i msm sono "militanti di estrema destra che disturbano i soccorsi in mare" ça va sans dire, per la serie se non puoi più nasconderne l'esistenza allora cerca di screditarli) sono passati ai fatti e stanno cercando appunto di fermare l'invasione, ma come previsto ecco le truppe di attivisti che protestano contro "i razzisti".

http://m.ilgiornale.it/news/2017/08/06/tunisia-a-decine-protestano-contro-la-nave-anti-ong/1428859/

Nessie said...

Ciao Ale, la cosa è controversa. C'è anche l'aspetto che dici, perché quella mainstream è una politica della comunicazione. Pertanto è possibile che queste storie rappresentino per loro capri espiatori e sacrifici umani da mettere in mostra. Ma in questo momento devono stare molto attenti perché la rabbia e la collera montano di giorno in giorno e ci prudono a tutti quanti le mani.

Generazione Identitaria è un inizio che lascia ben sperare, ma il movimento deve crescere e coordinarsi con altre forze.

Anonymous said...

E mo' pure il liceo breve da approvare al più presto ! Quattro anni con programmi più intensi, a sentir lor signori,e orari prolungati ....così 'sti giovani di oggi già debosciati e rimbambiti di droghe diventano ancor più deficienti e incapaci; in pratica perfettamente inutili per se stessi e per la società. Perfetti da manovrare come burattini. Usciti da scuola nel tardo pomeriggio quando faranno i compiti per esercitarsi e assimilare meglio gli insegnamenti della giornata ? Daranno ancor più importanza alle uscite con gli amici, per forza, studieranno di meno. Non impareranno un picchio. E io , coglionazzo, ai miei tempi (e quanti di voi) che passavo sabati e domeniche a spaccarmi la testa sui libri di greco e latino e filosofia senno' il lunedì ti spaccava qualche altra cosa il prof.!!! ( eppoi i genitori ci mettevano il carico da undici). ...e mai ho assunto droghe per sballarmi !
Un caro salutone a Nessie e a tutti da Max da Roma.

Nessie said...

No Max, i "coglionazzi" sono quegli altri smidollati che invece di ricevere il testimone e passare all'offensiva contro questo stato di cose, stanno a sballarsi con le movide.
Spero sempre in un risveglio generazionale, ma intanto è così che vanno le cose. Ciao.

Anonymous said...

E certo, cara Nessie, vuoi mettere lo sballo di una movida notturna a base di musica tecno, drink di chupito, mojito, un po' di ecstasi ? Eppoi c'è il concertone del Vasco nazionale o di Piero Pelù o della neo mammarock Nannini, eppoi il partitone di Champions, le corse di Formula 1, il moto mondiale. Ma chi si spreca a studiare o protestare perchè non c'è lavoro, tanto ci sono quei fessi di mamma e papà a mantenermi e a pagarmi il tatuaggio alla moda o l'anello al naso o l'abbronzatura di lampade o la vacanza alle Baleari. Fanno bene, scusa , gli Africani a venire a milioni tanto non troveranno alcuno ad affrontarli. Si prenderanno l'Italia tranquillamente grazie anche ai Renzi e soprattutto ai Pisapia che hanno una fretta eccezionale di far approvare uno IUS SOLI di cui si sente gran necessità e per cui il Paese è ormai maturo. Sta'necessità però la percepisce solo il povero Pisapia , quello che ha regalato le moschee a Milano perchè ormai i tempi erano maturi e se ne sentiva la necessità. Questo qui dev'essere più geniale ed intuitivo di Einstein perbacco !
Ciao Nessie da Max da Roma.
P.S.
Domenica ho fatto un salto per sbaglio nell'amato e mai dimenticato quartiere di Tor Pignattara ove nacqui tot anni fa, e ho trovato una via di mezzo tra una kasba e un suk più putrido,lurido e puzzolente dell'anno scorso. Bidoni traboccanti di ogni tipo di immondizia, macchie sui marciapiedi di liquidi urinari fermentati mescolati a birra e verdure spiaccicate, miasmi bollenti sotto il micidiale sole di Agosto, sporcizia, alberelli secchi,marciapiedi sfasciati, asfalto liquefatto e ...tanti tanti tanti africani,bangladesi, cinesi e...tanti tanti tanti esseri avvolti in veli e burka di varia foggia, bancarelle,sudicie frutterie piene di verdure guaste, barboni, ubriaconi e schifezze varie.

Nessie said...

Ti vuoi far del male Max? che ci sei tornato a fare a Tor Pignattara? Non dobbiamo mai più tornare dove il territorio non è più nostro.

Nel merito della riforma del liceo, la Fedeli vuole riportare la scuola al suo livello. Ma senza le chance che ha avuto lei, da ignorante col triennio di maestra d'asilo. I giovani d'oggi saranno senza veri titoli accademici e senza lavoro: un bel risultato, non c'è che dire.

Anonymous said...

Intanto ecco la ricompensa (meritata) dei buonisti nei confronti di chi ospita africanI : o ci date i soldi o incendiamo la vs. casa


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/napoli-8-migranti-minorenni-sequestrano-chi-li-ha-accolti-1429214.html

Z

Nessie said...

Mi sembra giusto! Chi raccoglie vipere non può che farsi morsicare il petto.

Eleonora said...

Ma si preoccupano dello ius soli, dei poveri "migranti"... gli italiani, che si arrangino pure, e se si ammazzano, meglio, c'è più spazio per i poveri "migranti" e pensioni risparmiate.

Anonymous said...

Ebbene si,a volte un po' di nostalgia ti porta a ripercorrere i luoghi dove abbiamo passato un infanzia felice. Tanta bella gente, classe operaia ma brave persone,povere ma dignitose e pulite, oneste, lavoratrici,amanti della famiglia e del viver sano.
Bellissima e appropriata la stilettata a quella brutta cornacchia di cuoio rinseccolito e grinzoso della Fedeli !!!
Vorrei tornare all'Italia di un tempo .
Un caro saluto da Max da Roma.

Nessie said...

Esatto Eleonora. Fatece largo che arrivamo noi, i "nuovi italiani". E se gli Italiani nativi veri crepano tanto meglio: Boeri risparmia in pensioni e sussidi.

Nessie said...

Ci credo Max, ma quel buon tempo è andato e lo vediamo solo nelle commedie all'italiana in bianco e nero. Eravamo tutti quanti tra di noi e nonostante lo stile di vita modesto, c'era una grande ricchezza: la coesione sociale e familiare.

Alessandra said...

A proposito di pensioni, ecco la boiata del giorno.
Secondo Boeri, imbeccato come al solito dai tecnocrati di Bruxelles, lo stop all'aumento dell'età pensionabile è "pericolosissimo". Ce lo dice l'Europa!

http://www.ansa.it/sito/notizie/cronaca/2017/08/09/pensioni-boeri-stop-aumento-eta-pericolosissimo-_14e2bebe-dbb8-4fe1-8f2b-c5034d1fa1eb.html

Le scemenze del duo Renzi-Gentiloni sull'immigrazione non fanno neanche più notizia, anche se trattandosi di loro i msm ci danno conto anche dei loro starnuti.

Nessie said...

Boeri non sa più come terrorizzarci: dall'accettazione passiva delle risorse che ci pagherebbero le pensioni, ai poveretti che devono crepare sul lavoro fino a 70 anni, sennò il sistea pensionistico va a catafascio. E' un miserabile ricattatore.

Anonymous said...

Il tragico accadimento della discussione ha colpito molto anche me. Una cosa assolutamente inammissibile nel 2017 in un Paese civile che evidentemente civile non lo è per nulla. E inammissibile in un Paese che destina fondi illimitati per importare e mantenere immigrati mentre contemporaneamente taglia quelli di sanità e spese sociali dei propri cittadini e mentre la povertà degli italiani è in aumento. Questo totalitarismo, quello del turboliberismo progressista, quello del pensiero unico, quello della repressione arcigna delle opinioni, riesce ad essere più efferato e a fare peggio di quelli che l'hanno preceduto socialmente come su quasi tutto il resto dove mette mano e becco. E di sicuro vince le competizioni intergalattiche di falsità, manipolazione ed ipocrisia.
Sulle pensioni stessa efferatezza sociale e stessa tecnica orwelliana: chissà perchè il blocco dell'età pensionabile è "pericolosissimo" per i conti mentre per scucire miliardi per andare a prendere e mantenere centinaia di migliaia di immigrati compresi quelli che non fuggono nè da guerre nè da carestie non è per nulla "pericolosissimo". Domande inutili ovviamente perchè la spiegazione è unica e chiara: QUESTA E' UNA DITTATURA.
Scarth

Nessie said...

Scarth, ormai questi casi umani come quello del povero antiquario si sprecano, ma non riesco ugualmente a farci l'abitudine.
Il turboliberismo sarà certamente in economia, ma in politica e nella scala valoriale siamo al comunismo più allargato al pianeta possibile, con tanto di CENSURA COMPRESA. Del resto il carrozzone ONU è questo che vuole, e la sinistra è certamente la più adatta a mettere in piedi dei governi a guida ONU, come questo di Gentiloni e quello di Renzi.
Hai notato che è già la seconda volta che si precipitano i loro portavoce qui a Palazzo Chigi? Prima Ban Ki Moon da Renzi. Ora Ghassan Salamè, ricevuto con tutti gli onori da Gentiloni. Ma sul fatto che noi siamo già un governo a guida ONU farò un post specifico.

Anonymous said...

@ Scarth che scrisse
mentre per scucire miliardi per andare a prendere e mantenere..

se gli italioti non riescono a mettere in relazione le due cose bisogna farsene una ragione, nemmeno Dio può salvare chi non si vuol salvare.
ws

Vanda S. said...

Ho deciso che entro l'anno iniziero' un blog che si chiamera' "Italiani in Diaspora: come la sostituzione etnica programmata dalla finanza globale, sta estromettendo un popolo dal proprio territorio". Voglio proprio vedere se qualcuno aderisce!

Nessie said...

Io mi prenoto subito :-)

qualcuno said...

Buongiorno, visto che siete continuamente attaccati da vari servi del regime mondiale satanico, voglio avvisarvi tutti di una censura occulta, non annunciata e trasformazione metafisica di parecchi blog ce si presentavano come siti alternativi o addirittura contrari al regime mondiale....si tratta di una censura de facto attiva anche senza una legge apposta...Di colui che manipola le menti da dietro le quinte. Vi ricordate, mesi fa qua ndo sono partite le inchieste sulla tratta di negri, ong, soros era venuto da gentiloni...vi consiglio di leggere sul sito di comunità eritrea lo sputtanamento del traffico umano messo in atto da soros e promosso dai mass media, scoprirete tanti nomi famosi sul libro paga...soros ha aperto 2 uffici operativi per gestione di troll e guerra virtuale a roma e Firenze....i troll che vengono ad attaccarci qui o ognidove, scrivono da quei posti li....inoltre soros sta cambiando anche la gestione di parecchi blog pseudo complottisti, qualcuno minaccndo, qualcuno corrompendo...tra questi anche radio maria, cdc, ecc

qualcuno said...

2a parte
Ma vorrei denunciare oggi qui anche il sito comedonchisciotte, in passato esposto anche da diversi altri blogger come gatekeeper...la verità è che cdc ora è diventato di fatto un portavoce di m5s, è sommerso dai troll m5s che usano il blog x far lodi a m5s, x promuovere l ideologia new age oppure Gaia di neosatanismo aka luciferismo che sta alla base di m5s. ( scintology è una rame di new age, neosatanismo, religione mondiale inventata da ebrea blavatskaya, e anche raeliani sono un subgruppo dello stesso movimento. Le dichiarazioni, idee del finto papa sono pari pari presi dal Gaia/ new age/luciferismo)...il blog cdc è fonte di propaganda Gaia liberal globalista o liberal satanista, gli autori, moderatori che lo guidano sono i militanti m5s...deviano consapevolmente i lettori dai veri autori delle disgrazie, dai veri motivi e target di processi globali, censurano chiunque sputtana m5s oppure il piano satanico globale...molti utenti veterani del sito si lamentano, lasciano il blog...io sinceramente ogni tanto ovvero ogni 3 mesi trovavo solo un articolo decente su cdc da leggere, e non commentavo mai...ma visto gli sfigati psicopatici che col minimo potere si divertivano a censurare con arroganza, sfottio utenti, ho scritto la mia, e li ho avvertito che nel caso di censura dei miei commenti li avrei sputtanato ogni dove. La gente deve sapere con chi hanno a che fare. Colto l occasione avviso che un simile moderatore gestisce anche il sito di blondet - di per se pare che blondet x via di problemi di salute non riesce a star dietro il suo blog, moderarlo, ecc...e quindi il suo mod esattamente come sul cdc, blocca e censura qualsiasi commento anti globalismo, anti Sion, anti complotto antico dei fratelli di serpente ecc...dunque comedonchisciotte mi ha censurato , bloccato e non ha risposto al mail di lamentele sul fatto che il loro blog sia diventato il salotto della repubblica e m5s...ed io mantengo la promessa, avviso tutti della loro situazione ed in generale della censura totalitaria che sta avanzando. Sappiatelo. Finora mi ha bannato solo comedonchisciotte ed il fattoquitidiano che è il giornale di m5s...fate 2+2....già che spesso i moderatori stessi aprono account con i quali eseguono l attività di troll...per esempio su comedonchisciotte il mod wm direi con 199 % di certezza che è lo stesso troll desessenties alias molti altri nomi fasulli del troll m5s che insulta, attacca e promuove new Age h24 senza mai essere bannato...ovvio che il mod non bannera se stesso nonostante molti utenti ignari gli chiedono le misure contro di fatto lui stesso...

Dunque, sappiate che Google esegue una censura al livello di censura cinese, ha tolto tutte le info, materiali e fonti che potevano ostacolare in qualche modo il piano globalsatanista, ha eliminato ogni verità scomoda sulle origini dell'umanità, sugli scandali altolocati della rete politica satanista mondiale...se fate la ricerca su Google, al top mette solo la versione del regime mondiale...e vi accorgerete che vi da molto meno risultati, per esempio sulla stessa domanda 1 anno fa Google ti dava almeno 15 pagine di risultati, ora ne da solo 3 con roba ridicola che convince solo i ritardati...lo stesso succede su youtube...perciò vi consiglio di passare su altri motori, per esempio libero.it, qwant, bing, ecc...Google esegue una manipolazione mentale scientifica, promuove il programma ebetizazzione mondiale, ovvero gender, femminismo, finta uguaglianza e finta fratellanza, falsifica la storia è fatti ecc...

Nessie said...

Ciao Stone, grazie. Ho già letto questi tuoi post sul blog di Foa. E' certo che ormai esiste una censura planetaria e che Soros e i suoi ci mandano decine e decine di troll.

Aldo said...

...e qui torniamo all'importanza del riconoscere la forza del pregiudizio: se ho già pensato e ripensato fino a giungere a un giudizio, a quello mi affiderò indipendentemente da quanto mi viene raccontato in un luogo qualsiasi, particolarmente se virtuale. Il pregiudizio non sia fondato su quel che si racconta, ma su quel che si vede. Coi propri occhi. Nel mondo reale, non in quello virtuale. I magheggi vanno a zero, se si sanno tenere i piedi saldamente ancorati al suolo rispedendo al mittente le suggestioni. Ma per chi ci hanno preso?

Nessie said...

Come mai scrivi qui su questo vecchio post? Nel frattempo ne ho fatti due (uno poche ore fa, e un altro l'11 agosto scorso.

Aldo said...

Ho visto il riferimento ai commenti di "qualcuno", son venuto a leggerli e li ho a mia volta commentati. Il promemoria sul mio tormentone in merito al valore del pregiudizio era per "qualcuno".