09 December 2016

Scenari orwelliani nella Ue: censura di siti e opinioni in manette





Archiviati con successo i risultati referendari che ci hanno dato quella giusta iniezione di fiducia di cui avevamo bisogno (vanificata purtroppo in fretta dal desolante teatrino  di queste ore),  dobbiamo cercare di capire che ogni azione buona per noi  ha delle reazioni contrarie da parte di chi ci vuole del male e vorrebbe tenerci schiavizzati.  Parlo dell'Unione Europea che in questi giorni, dopo l'esito referendario del NO,  mastica amaro, molto amaro. Le avete viste le facce ingrugnite di Juncker, di Schulz, di Moscovici in questi giorni? 
Ma ecco che una nuova direttiva UE è in procinto di essere adottata dal Parlamento europeo
Il 5 dicembre scorso, la Commissione per le Libertà Civili, la Giustizia e gli Affari interni del Parlamento europeo (LIBE) si è occupata di una direttiva europea, che rischia di limitare le libertà civili nell'UE in un modo finora sconosciuto. La direttiva europea non è lontano dalle norme già pesantemente criticate dalla Ue in Turchia a proposito di "terrorismo", ma è più facile guardare a casa d'altri che a casa propria. Ne dà notizia l'amico Silvio fornendo questo importante link dal giornale  tedesco  Deutsche Wirtschafts Nachrichten che viene estratto da un più ampio PDF .  Qui la traduzione italiana. Pare che detta direttiva sia stata fortemente criticata dagli attivisti per i diritti umani a causa della definizione molto vaga, imprecisa e generica di "terrorista" ivi contenuta. Il disegno di legge è fortemente influenzato dalla recente normativa in Francia, che permette alle autorità competenti di richiedere alle società di Internet, senza un ordine specifico del tribunale il blocco dei siti che fanno apologia di "terrorismo". Secondo Human Rights Watch, la direttiva UE dà ai governi troppo margine di manovra al limite dell'abuso.  In particolare, con tale direttiva, può essere limitato in modo arbitrario il diritto di manifestare, ed essere adottata come misura preventiva per negare ai lavoratori ogni eventuale protesta pubblica contro la riduzione dei loro diritti.

In Francia, frattanto, diventa reato far propaganda contro l’aborto. Ne scrive Marcello Foa nel suo blog su Il Giornale.


 Sì, cosa state pensando, è uno scherzo; un’opinione non può essere reato e non nella République, che difende i valori della Rivoluzione e che si mobilitava contro l’intransigenza e per libertà di espressione, all’indomani dell’orribile strage nella redazione di Charlie Hebdo, urlando: “Oui, je suis Charlie”. Ebbene, proprio quella Francia ha approvato una legge così totalitaria nelle finalità e nello spirito da evocare – per una volta non in modo retorico – i peggiori incubi orwelliani. L’agenzia di stampa Ansa, qualche giorno fa, ci informava che L’Assemblea Nazionale ha approvato la proposta del governo di punire chi fa propaganda contro l’aborto sul web. La proposta era stata presentata da una parte dei deputati della maggioranza socialista. Il testo prevede l’estensione del “tentativo di intralcio all’interruzione volontaria della gravidanza” anche ai siti internet che, spacciandosi per siti di informazione, danno in realtà informazioni di parte sulle conseguenze dell’aborto.




La legge del 1993 punisce chiunque tenti di ostacolare una donna che vuole abortire, bloccando l’accesso agli ospedali o esercitando minacce o intimidazioni al personale medico o alle donne coinvolte. La pena può arrivare fino a 2 anni di prigione e 30.000 euro di multa.

Il testo è stato votato dopo 5 ore e mezzo di dibattito, sostenuto dalla sinistra e da una maggioranza di centristi, nonostante l’opposizione della destra che denuncia una violazione della libertà d’espressione. Contrarie anche numerose associazioni cattoliche. Il testo passa al Senato, il voto definitivo del Parlamento previsto entro la fine di febbraio.


Siamo ormai allo psicoreato  ad  opera di un'élite eurocratica che si fa psicopolizia vessatoria senza più alcun ritegno. Si può e si deve far propaganda pro aborto, mentre non è consentita nessun altra resistenza in senso contrario. Nemmeno come semplice libera opinione.
E non è tutto.  Mentre si predica libertà di culto  per le "minoranze" e si mette in atto la moscheizzazione del nostro territorio per favorire la religione dei  "nuovi arrivati",  un tribunale dell'Alta Savoia, nella regione orientale del Paese al confine con la Svizzera, ha imposto al sindaco del Comune di Publier, Gaston Lacroix, di rimuovere un monumento alla Vergine Maria installato in un parco pubblico.

A nulla è valso anche l'escamotage messo in piedi dal Comune, che nei mesi scorsi aveva ceduto alla parrocchia i 36 metri quadrati di terreno su cui sorge la statua, per evitare che il monumento fosse collocato su suolo pubblico. Il laicismo più fanatico e cieco ha vinto ancora, nell'Esagono (fonte Il Giornale).

Ovviamente questo laicismo "a corrente alternata"  tace e acconsente nei confronti delle preghiere islamiche effettuate su suolo pubblico: lì si pratica il laissez-faire, più...illuminista.
La Madonnina savoiarda rimossa 

43 comments:

Anonymous said...

era scontato che ci saremmo arrivati, e da questo momento occorrerà procedere con maggior prudenza usando il più possibile un linguaggio " obliquo " su ogni argomento che il regime dichiarerà "sensibile" e da questo punto di vista importante sara' esepellere da ogni discussione chiunque , in "buonafede" o meno, non si attenga a questa regola di prudenza; oramai infatti dovrebbe essere evidente a tutti che non viviamo più in "democrazia"
ws

Nessie said...

Io la vedo diversamente. Intanto parallelamente a ciò cresceranno miseria, povertà ed esasperazione, che sono l'humus in cui cresce il liberticidio. Perciò è pressoché impossibile dare martellate in testa alla gente senza pensare che poi non si metta a gridare. Più siamo a protestare e a sentirci liberi di farlo, più sarà impossibile attuare la loro repressione. Se tutti sono colpevoli significa che i veri colpevoli sono loro.
Perciò la parola d'ordine è: non lasciarsi impressionare.

Jacopo Foscari said...

Ovviamente Sua Santità Papa Badoglio è troppo occupato ad accogliere per occuparsi di certe faccende e richiamare "La Poire" all'ordine

SILVIO said...


Importante precisazione :

La Direttiva UE
”CITTADINO- CHE-CRITICA-E- PROTESTA-VERRÀ-CONSIDERATO-UN-TERRORISTA”
non è stata ancora approvata .

L’approvazione da parte del Parlamento europeo è prevista per il 14 febbraio 2017 .

Ergo : non fasciamoci la testa prima che sia rotta.

Anche perché - dopo la predetta approvazione - gli Stati membri dell’UE (ad eccezione del Regno Unito, Irlanda e Danimarca, che ne sono totalmente dispensati) avranno 18 mesi di tempo per recepirla nel loro ordinamento nazionale, facendola approvare dai rispettivi Parlamenti.

Da ciò consegue, che la battaglia per la difesa dei diritti fondamentali dell’uomo – come il diritto alla libertà di pensiero e di opinione - è appena incominciata.

Né può definirsi scontato il suo esito.

Potrebbe darsi, ad esempio, che la marcia classe politica europea al potere - segnatamente quella di Germania e Francia - schiatti anzitempo travolta dalle proteste dei loro cittadini o che, addirittura, l’UE faccia la fine del Titanic.

Nessie said...

Per il momento è schiattato Renzi, che senz'altro avrebbe dato il suo zelante placet. E questo è un passo, anche se piccolo. Anche se dalle consultazioni mattarelliane dovesse saltare fuori un rimpasto di brutte facce (Padoaan? Gentiloni? ...) non credo che abbiano l'autorità per imporre alcunché.
Per il resto noi possiamo solo prendere tempo e augurarci che i tempi lunghi facciano il nostro gioco.

Nessie said...

Jacopo Papa Badoglio, dopo l'elezione di Trump e l'insuccesso della Clinton se ne sta schiscio perché la "primavera colorata cattolica" è stata stoppata. :-).

Comunque hai ragione: sulla Madonnina avrebbe potuto e dovuto muovere i suoi passi sulla "Poire", che ora sta diventando una "Poire pourrie". :-)

SILVIO said...


Nessie,

il testo della versione finale, relativa alla proposta di Direttiva UE in argomento, è molto lungo.

Contiene, infatti, più di 111 mila caratteri (spazi inclusi) per cui occorrerebbero circa 30 post per la pubblicazione integrale.

Un’impresa non facile!

Fortunatamente, ho reperito nel web una sua versione iniziale , già tradotta in lingua italiana, che consentirà a chi lo voglia di averne un’idea più che accettabile,.

Ne fornisco il link:

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/HTML/?uri=CELEX:52015PC0625&from=EN

Nessie said...

Ottimo, grazie! nessuno avrebbe voglia di spulciare 111 mila caratteri. Poi se dovessi fare 30 post sul tema (sempre quello), decadrebbe l'interesse alla lettura.
Dunque per l'istante la Direttiva è sospesa? Tuttavia è bene non abbassare la guardia perché comunque è nei loro cassetti pronta per l'uso.

Nessie said...

PS: L'ho pure aggiunta al testo del post.

SILVIO said...



Nessie,

la Direttiva è – come si suole dire a Bruxelles - ”work in progress” .

Cioè, dalla versione iniziale del dicembre 2015 (di cui al mio link precedente) si è giunti - dopo una lunga serie di passaggi - alla versione finale – link:

http://www.statewatch.org/news/2016/nov/eu-council-c-t-dir-outcome-final-trilogue-14673-16.pdf


dopo che il COREPER ( Comitato dei rappresentanti permanenti del Consiglio europeo) ne diede l’approvazione.

Tale versione finale verrà discussa dal Parlamento europeo a partire dal 14 febbraio 2017 .

Poi, in caso di approvazione, verrà pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’UE, entrando in vigore.

Affinché abbia efficacia in Italia, è necessario però che venga approvata anche dal nostro Parlamento, entro 18 mesi dalla sua entrata in vigore.

Quindi, parecchia acqua scorrerà sotto i ponti prima che ci venga imposto ”O il bavaglio o la galera! .

Codesta UE è un terrificante incubo ,

Che siano stra-maledetti tutti quei politici italiani che hanno reso l’Italia serva di una cosca di malfattori esteri!

Nessie said...

Sì, che siano stramaledetti! E non è ancora finita. L'hai sentito ieri l'Emerito Faccia Gialla? Ha detto che votare sarebbe una follia! Non ne ha ancora abbastanza questo masson-comunista di come ha ridotto a brandelli questo povero paese.

SILVIO said...

Presumo che ” l'Emerito Faccia Gialla” sia Giorgio Napolitano.

Qualora ti sia riferito a lui, sappi che i vip globalisti progressisti lo considerano il responsabile dell’intralcio N°3 ai loro disegni di dominio(dopo Brexit e Trump) .

E quelli non scherzano affatto.

Basti pensare che Nigel Farage ( principale promotore di Brexit) è costretto ad emigrare negli USA - ponendosi sotto la protezione di Trump – per sfuggire alle serissime minacce di morte rivolte alla sua persona, alla moglie ed ai figli.

Della disfatta di Matteo Renzi il responsabile originario è proprio Giorgio Napolitano, cocciuto sostenitore della riforma costituzionale.

A causa di tale disfatta, verosimilmente l’UE dovrà cambiare pelle.

Ne parlerò domani.

Nessie said...

Okay, ma fallo non oltre le undici perché dopo per me domani sarà una giornata campale e potrò collegarmi solo a sera.

Faccia Gialla è l'insulto che i napoletani danno a San Gennaro quando non fa la grazia e non scioglie la reliquia. Comunque vedo che hai capito :-).

Oggi perfino la mia parrucchiera era imbufalita solo a vederlo in tv pontificare contro le elezioni. Ormai l'orticaria collettiva degli Italiani contro questo losco individuo aumenta a dismisura. Che stia attento a comparire.

Crono-Saturno (dio cupo della vecchiaia) divora i suoi figli, e Matteo Renzi è una sua vittima come del resto Letta jr.

Jacopo Foscari said...

La mummia rossa più parla e più voti perde il PD. Quindi mi auguro continui a esternare e che i suoi messaggi vengano mandati a reti unificate a tutte le ore

Nessie said...

La Mummia Rossa sarebbe Faccia Gialla? Ciascuno ci mette i suoi colori :-).

Questo cattivo soggetto deve solo SPARIRE! E tu me lo vorresti mandare in onda pure a reti unificate?

Jacopo Foscari said...

La mummia rossa sarebbe esattamente Bella Napoli. Da un lato non vedo l'ora che vada a tener compagnia ai sui degni amici Ciampi, Pannella e Castro, dall'altro però questo ogni volta che si fa vedere in giro fa perder voti al PD per cui forse tanto male non fa ;)

Anonymous said...

Che questo fosse il Terzo Totalitarismo è diventato sempre più evidente e scoperto nel corso degli anni. Negli ultimi tempi col susseguirsi di iniziative del genere che calpestano i diritti civili e politici poi è ormai innegabile. Oltre tutto questo Terzo Totalitarismo sembra addirittura peggio degli altri visto l'ammorbante ipocrisia nettamente orwelliana con cui si avvolge.
Sul fatto che El Papa e la sua nuova Chiesa tacciano ed acconsentano sulla repressione francese (mentre straparlano e sbraitano su tutto il resto) non mi stupisce minimamente visto che i medesimi erano, per esempio, dalla parte dello Stay, della Clinton, e del Si. Cioè proprio dalla parte di quei Poteri che vogliono reprimere ed eliminare chi non è d'accordo.
Scarth

Nessie said...

Jacopo, ormai Bella Napoli si sente al di sopra del PD. Lui è l'Illuminato della Loggia Three Eyes e il popolo e la democrazia gli dà fastidio. Elezioni? Referendum? Giammai.

Nessie said...

Scarth, la cosa curiosa è che da quando c'è Bergoglio nel giro di pochi mesi è sparito il problema "pedofilia" nella chiesa. E' evidente che anche questa calunnia infamante fosse un pretesto per far fuori Ratzinger. Impossibile che ora che c'è Bergoglio, tutto va bene Madama La Marchesa.

L'Avvenire della CEI sotto il referendum ha fatto pena e pietà!

Alessandra said...

Qui da noi, non servono neppure la polizia o i tribunali, ci pensano certi preti per primi a rinnegare i simboli e le tradizioni cristiane.
A Cremona, un cappellano di un cimitero ha deciso di non far allestire il presepio perché "offende i non cattolici".

http://m.ilgiornale.it/news/2016/12/09/cremona-niente-presepe-al-cimitero-offende-i-non-cattolici/1340659/

Sulla "Venexit" di cui ha scritto Silvio in uno degli ultimi commenti al precedente post, da veneta concordo con voi.
Non è così che si combattono le élite e il mondialismo.
Piuttosto, non ho più saputo nulla della legge anti-moschee che il governo è deciso a impugnare.

Il politicamente corretto è un virus mortale, da debellare e da cui sì, anche chi non ne è ancora stato contagiato deve difendersi!
Già adesso siamo al punto che chi cerca semplicemente di difendere i propri diritti, tipo quello ad avere una casa, deve preventivamente precisare di non essere razzista.
E a proposito di deliri globalisti: eccovi questo video di France24, con relativo articolo, in cui si tesse l'elogio di una Basilicata "modello d'integrazione" - tradotto dal linguaggio orwelliano: laboratorio di sostituzione etnica - da esportare in altre regioni d'Italia e d'Europa.

http://www.france24.com/fr/20161205-italie-migrants-basilicate-integration-desertification-rurale

Nessie said...

Grazie, Ale, visto il video e letto il pezzo. Complimenti alla Basilicata, quale esempio da esportare in Europa! :-(.

A proposito di preti, veniva sempre il parroco a benedire le case durante la settimana dell'Avvento, ma da quest'anno ha annunciato che si è defilato per mancanza di aiuti. Sarà anche vero, ma intanto tutto concorre alla desertificazione e al fuggi-fuggi... La RAI faceva la sigletta con il Buon Natale, ma quest'anno mette dei cubi che si scompongono in altri cubi (cioè gli scatoloni dei regali) e compare la scritta Buona Feste. Tutto fa brodo pur di accontentare i "non cristiani".
A proposito di quanto dici sul "non razzismo" perfino conduttori considerati "di destra" come Belpietro a Rete 4 nel suo programmino delle 8,30 ci mette lì sempre "quote etniche" a fare da contraltare. Pessima cosa: significa legittimare il multietnicismo e renderlo necessario e inevitabile.

Nessie said...

PS: Intanto in Francia sulla faccenda delle persecuzioni legislative contro gli antiabortisti, Bergoglio TACE. E chi tace acconsente.

SILVIO said...


Il 16 settembre 2016, il “Dailly Express” titolò:
« United States of Europe in just 9 MONTHS!
The JUNCKER PLAN revealed in 12-month EU roadmap »
=
« Stati uniti d’Europa in 9 mesi!
Rivelata la tabella di marcia del Piano Juncker »


http://www.express.co.uk/news/politics/711387/European-Union-Juncker-plan-economy-army-Brussels-led-superstate

Tale notizia dava conto dell’esito del summit europeo tenutosi a Bratislava, che si concluse con una Dichiarazione finale a cui venne allegata una tabella di marcia pianificata a tavolino:

Eccone il link:

http://www.politico.eu/wp-content/uploads/2016/09/Bratislava-roadmap.pdf


Stati Uniti d’Europa?

Se malauguratamente dovesse realizzarsi, che vorrebbe dire dopo “Brexit” e la disfatta di Renzi?

Una sola cosa.

Il terzo tentativo della Germania di tradurre in realtà il sogno imperiale del visionario Friedrich Naumann, descritto in ”Mitteleuropa” .

Vale a dire, il “Quarto Reich”.

La cocciutaggine e l’ottusa supponenza dell’élite tedesca sono leggendarie.

Non demordono mai.

Salvo poi fare i conti con la Storia, che li punisce sistematicamente col medesimo epilogo, dopo aver recato all’Europa dolorose e sanguinose tragedie.

SILVIO said...


Alla luce di quanto scritto in precedenza, ora si capisce il perché Norbert Hofer non abbia mostrato eccessivo disappunto per la sconfitta alle elezioni presidenziali austriache, dopo una blanda campagna elettorale.

Ha solo esclamato : “Viva l’Austria!”

Il che s’intona a perfezione col mito della ”Mitteleuropa” .

Nessie said...

Sì, anche a me Hofer è parso tiepido e ha riconosciuto subito la vittoria dell'avversario.

Ho sentito che Barnard è tornato a collaborare per l'EXPRESS dopo aver litigato (e quando mai quello non litiga?) e che c'è un suo articolo sulla vittoria del NO italiano:

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1600

Dirò subito che se resisterà (ma l'uomo ha il carattere che ha) ne sono contenta. Tuttavia lui come al solito ha toppato l'analisi politica circa il referendum che ha sottovalutato e ha ingiustamente chiamato "il referendum di Travaglio". Non so mescolano mai i propri dissapori personali con la politica generale.

Un'Europa continentale a guida tedesca dopo lo strappo della GB è il peggiore degli incubi.

In più non dimentichiamoci la componente STASI dell' Est della vecchia DDR.

Anonymous said...

La vecchia buona STASI della rimpianta DDR era una combriccola di sprovveduti ingenui rispetto alla Psicopolizia Orwelliana del Terzo Totalitarismo in auge ora.
El Papa tace perchè è sodale ed alleato di chi per un paio di millenni ha cercato invano di distruggere la Chiesa Cattolica. Cosa che in brevissimo il suddetto Papa ha invece portato a conclusione.
Scarth

Nessie said...

Non si butta via niente, caro Scarth, non ti preoccupare. Nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma. Molti ufficiali e spioni STASI sono stati reclutati nell'Eurogendfor sono già all'opera.
Se pensi che abbiamo un'ex DDR come la Merkel al governo di una potenza che vorrebbe far da traino a tutto il resto! Che Dio ce la mandi buona.

Alessandra said...

Davvero inquietante questo progetto, basato sul controllo in stile "Grande Fratello" su tutti i cittadini europei!
Ora che ci penso, kapò Schulz ha recentemente annunciato che lascerà il parlamento europeo per candidarsi alle prossime legislative in Germania e puntare alla cancelleria.

http://m.ilgiornale.it/news/2016/11/24/schulz-lascia-il-parlamento-ue-si-candidera-contro-la-merkel/1335382/

Nessie said...

Alessandra, sotto le festività se ne hai il tempo vai a vedere "SNOWDEN" di Oliver Stone, che tratta il tema di come vennero spiati i cittadini sia dopo i Patriot Acts di Bush che sotto l'amministrazione Obama. Snowden lavorò sia per la CIA che per la NSA con il famoso programma informatico PRISM che si stendeva come una rete a strascico su tutti i cittadini del Pianeta, spiandoli nelle loro email e cellulari. Il film è un po' debolino nella parte geopolitica, ma vale comunque la pena di vederlo.

Jacopo Foscari said...

La stessa "Culona" è spesso oggetto di sospetti circa la sua attività nella DDR, c'è chi dice che sia stata proprio un agente della STASI quando era dirigente del partito comunista. Sarà per questo che è così amica di Bella Napoli? Tra "compagni" alla fine ci si intende sempre

Nessie said...

Quanto male hanno fatto queste miserabili ideologie! E non è ancora finita...

Ora pare che il candidato scelto dalla Mummia sicula sia un altro di loro, quel pesce bollito in barile di Gentiloni.

Sua frase di culto: "Non possiamo illuderci e tanto meno possiamo illudere i nostri cittadini, sulla possibilità che il fenomeno dell’immigrazione possa essere cancellato".

A proposito, hai sentito la sindaca di Oderzo (Treviso) che brava a respingere gli invasori che volevano una carta di identità gratis da lei?

Anonymous said...

Ci sono piani oligarchici di tutti i tipi e per tutti i gusti. Essendo appunto oligarchici, calano dall'alto ed operano attraverso le istituzioni dei diversi Stati nazionali.
Ma i cittadini rimangono gli stessi, almeno fino a quando non vengono anch'essi sostituiti.
I cittadini possono ignorare qualunque istituzione non persegua i loro legittimi interessi e possono ricostruirsi uno stato a misura di questi.
Con la massiccia immigrazione ciò non è più possibile, quindi è questo il primo dei problemi da affrontare. Una volta ceduto in tutto o in parte alla ricolonizzazione del territorio operata da vere e proprie truppe di invasione dedite al saccheggio legalizzato, non si torna più indietro e la sostituzione diviene completa.
Quindi, più che i progetti della tale entità o della tal altra è importante la situazione sul territorio. Siccome la devastazione sociale e l'accelerazione della sostituzione etnica hanno per scopo l'acquisto a costo zero dell'Italia, che è ancora uno dei più bei posti al mondo insieme alla Grecia, è anche chiaro il modo di opporvisi. E questo è il rifiuto totale di ogni proposta: compresa la concessione di rifugio. Rifiutata questa finisce anche l'ambiguità circa il diritto di ottenerlo. Ed è evidente che anche questa è un'altra corda al collo. All'ONU non viene vietato l'accesso in nessuno Stato africano. Sarebbe quindi semplicissimo scegliere in loco chi può aspirarvi. Ma tra la proposta ONU circa l'accoglienza dei rifugiati e l'obbligo a farlo, vi corre il mare. E' quindi evidente che si tratta solo di un modo per rimuovere la coesione nazionale attraverso la sostituzione della popolazione. Ecco, in due parole, una semplice strategia basata su di un'analisi altrettanto semplice. Francamente, non vedo alcuna forza politica disposta a rifiutare sistematicamente l'invasione, la ricolonizzazione e i saccheggi. Tuttalpiù si discute di moderarne l'antità o redistribuire le truppe. Niente di più sbagliato: l'unica garanzia di riscatto è nell'impedire che anche un solo soldato ONU si possa insediare in una comunità. Per impedire gli sbarchi ci vuole anche il controllo dei mari, ma se non si ha il controllo del territorio è impossibile ad ottenersi.

IL SAURO

Nessie said...

E' evidente che trattasi di una ricolonizzazione da parte di quelli che sono da considerarsi truppe cammellate dell'ONU. Giusto oggi l'ONU ha detto che gli Italiani che già devono subire una massiccia alluvione che altri popoli (giustamente) respingono sono tra i "più razzisti" del mondo. I ladri gridano al ladro. I razzisti dell'ONU che vogliono attuare la sostituzione etnica, hanno il coraggio di dare dei "razzisti" agli Italiani.

SILVIO said...

UE = QUARTO REICH NAZI -COMUNISTA

Circa il totalitarismo che avanza, è doveroso ricordare che - oltre alla “Proposta di Direttiva in argomento” - graverò sui diritti fondamentali dei cittadini europei anche la
“Proposta di risoluzione del Parlamento europeo sulla comunicazione strategica UE, onde contrastare la propaganda da parte di terzi contro le istituzioni UE”

http://www.europarl.europa.eu/sides/getDoc.do?type=REPORT&reference=A8-2016-0290&language=EN

Trattasi di due proposte di Direttive, redatte con linguaggio orwelliano, che apparentemente sono indirizzate a contrastare rispettivamente il terrorismo e la propaganda di soggetti terzi, nemici dell’UE .

Ma, in realtà , sono provvedimenti dittatoriali volti a punire con sanzioni pecuniarie e la prigione ogni cittadino che esprima pubblicamente critiche e malcontento contro l’operato dell’UE , sia che i bersagli siano le politiche sia che lo siano i singoli personaggi che le attuano.

Qualora tali direttive entrino in vigore, sarà pertanto criticare e detestare il governante-non eletto che ti opprime sino a confiscarti tutto, persino la speranza.

Ma non è ancora finita.

Germania e Francia stanno premendo per convincere gli Stati membri UE ad accettare il riconoscimento del Procuratore UE per la Pubblica Accusa :

http://www.politico.eu/article/france-and-germany-make-new-push-for-eu-prosecutor/

che ordinerà Il Mandato d’arresto europeo :

http://ec.europa.eu/justice/criminal/recognition-decision/european-arrest-warrant/index_en.htm

Se a ciò aggiungiamo le altre fondate notizie sulla progressiva militarizzazione dell’UE , mi si dica se ho torto o ragione quando scrivo
UE = Quarto Reich nazi-comunista

Nessie said...

Allora ciò vuol dire che costoro accelerano quanto prima la loro dipartita. Non si può togliere la speranza del futuro a nessun popolo senza accelerare un destino fatale e andare inevitabilmente incontro ad una sorte esiziale.

Su Mattarella. MI spiace aver avuto ancora una volta ragione. Questo nuovo governo Gentiloni sarà senza scadenze, non sarà un governicchio sciistico che ci traghetta in fretta alle elezioni, ma un governo blindato esattamente come avrebbe fatto Napolitano. Quando poi sento la Mummia sicula parlare di "armonizzazione" delle leggi elettorali, allora io decifro e decripto dal linguaggio orwelliano: armonizzazione secondo i dettami UE.

Anonymous said...

Mattarella e il PD daranno al MES le chiavi dello stato:

http://www.maurizioblondet.it/mattarella-pd-daranno-al-mes-le-chiavi-dello-impariamo-cose/

Z

Nessie said...

Grazie, ho letto questo articolo di Blondet e so cos'è il MES e la truffa abissale che nasconde al suo interno.

Alessandra said...

Grazie Nessie, avevo già messo "Snowden" nella mia personale lista dei film da vedere e sicuramente lo farò.

Con Gentiloni hanno scelto proprio il lacchè ideale. Inutile dire che la lista dei ministri non la stilerà lui, ma gli sarà solertemente suggerita dall'esterno.
Sembra però che non cambierà molto.
Secondo alcune indiscrezioni, agli Esteri vanno Calenda o Fassino e Renzi, che rimane pur sempre segretario del PD, vuole la riconferma della Boschi.
Ovviamente restano Alfogna, Padoan, Pinotti.
Ma alla fin fine il toto-nomi è una questione oziosa: c'è un lurido piano da portare avanti e questi sono tutti, invariabilmente, esecutori materiali.

Nessie said...

Stasera, se posso aggiorno il blog. L'Agenda deve andare avanti e gli ominicchi sono sempre quelli lì, sullo scacchiere. La Mummia Sicula ha voluto un garante (morto de sonno finché si vuole) da qui al 2018.

Anonymous said...

Chissa' se questo c'entra qualcosa

http://www.egaliteetreconciliation.fr/Suede-un-depute-nationaliste-denonce-les-aides-a-la-presse-il-est-exclu-pour-antisemitisme-43039.html

XY

Anonymous said...

Gentiloni incaricato?…o Ebetino infiltrato?

Veramente uno schifo tutto italiano
iniziato col parassita napoletano,
gran demerito burattinaio e giullare
che solo sa ingannare ed inciuciare!
E che continua col si..culo Mattarella
dai grandissimi piddioti messo in sella,
che ci rifila per queste feste il Gentiloni
altro e quarto abusivo senza quid né maroni,
nominato ovviamente senza passar a elezioni
per non allertar lor Ue usurai padroni!

Un quarto governo Ue succursale
che all’Italia continuerà a far male!
E chi mi dice che sotto sotto al pacato
Gentiloni… non vi sia il bulletto nato
visto che il suo uomo Lotti ha piazzato
vicino al nuovo-premier incaricato?
E che a consultazioni ha partecipato,
parallele a quelle del capo di Stato?
Questa nomina di un Sig. Nessuno
ci fa capire che dietro c’è qualcuno!
Vuoi vedere che dietro a tale farsa
v’è il buffone figura non scomparsa?
Di quell’uscito dal museo delle cere..
non mi fido ora che detiene il potere
all’ebetino potrebbe ricambiar piacere!
(Il Vate)

Nessie said...


Dal Protocollo Napoletano siamo passati a quello Siculo. L'importante, per costoro, è non votare fino al 2018.

Aldo said...

Silvio: "Qualora tali direttive entrino in vigore, sarà pertanto criticare e detestare il governante-non eletto che ti opprime sino a confiscarti tutto, persino la speranza."

In tal caso, in quanto perseguitato ingiustamente, potrò chiedere asilo in Nuova Zelanda?