22 July 2016

Come esautorare i sindaci nei matrimoni gay




Mentre tutta la gente è assopita sulla spiaggia bruciata dal sol... l'agenda mondialista va avanti. Il Consiglio di Stato boccia la possibilità di esercitare la legittima obiezione di coscienza ai sindaci nel celebrare quelle che con un ipocrita eufemismo chiamano "unioni civili". Che tradotto nel linguaggio non orwelliano significa matrimoni con persone dello stesso sesso. Sì, perché detta così le unioni civili possono sembrare anche i matrimoni civili tra uomo e donna o unioni di fatto per coppie di eterosessuali.
C'è una disoccupazione nera? i giovani vanno all'estero per buscare mille euro? I vecchi non si curano più perché le loro pensioni non bastano per andare dagli specialisti? Arrivano quattromila immigrati al giorno? Non sanno dove metterli e li stipano in quartieri creando caos  urbanistico o li dislocano in villaggi sui bricchi stravolgendone l'identità? Niente paura. A problemi reali esiste la soluzione per falsi problemi: i matrimoni omosessuali. Una "conquista di civiltà". 

Da oggi disco verde per la legge Cirinnà e i sindaci che si opporranno verranno sollevati dalle loro attribuzioni a contrarre nozze,  nominando per l'uopo, un "ufficiale di stato civile"  o "funzionario" la cui platea è molto ampia. Esulta la gattara Cirinnà per aver trovato l'inghippo del fatta la legge, trovato l'inganno in caso di eventuali disobbedienti: "confetti arcobaleno per tutti!".  
I maestri confettieri sono avvisati. Mandorla e zucchero sì, ma anche i colori dell'iride. 
Garantisce Orlando il Guardasigilli soporifero che "entro l'estate prepareremo i decreti definitivi". Mentre sapete dove ritroviamo quel Franco Frattini ministro degli Esteri per il governo Berlusconi? Alla Presidenza della Sezione Atti Normativi di Palazzo Spada, il quale si fa garante sul disco verde ferragostano. Ma non era "di destra"? Fate un po' voi...

Che volete mai? La "democrazia" trova sempre i suoi inganni democratici. Soprattutto trova chi è  disposto e pronto ad applicarli. Mettere in galera un sindaco oppositore che ci mette coraggio e faccia, non sta bene: si passerebbe per novelli rais. Raggiriamo l'ostacolo e mandiamo in rottamazione i sindaci e le loro inutili fasce tricolori: c'est plus facile. Del resto lo hanno già fatto coi parroci che celebravano le  nozze. 
Inoltre pare che a Ferragosto sotto il solleone ci saranno strenne anticipate: matrimoni per tutti a prescindere dal sesso. Si accettano prenotazioni e si prevede già l'en plein del cosiddetto evento. Pazienza se i fiori d'arancio avvizziscono in fretta sotto il sole agostano.
Il morbo infuria, il pan ci manca, sul ponte sventola bandiera arcobaleno. E tanto peggio se salta la rima.

Giubila e gioisce il sindaco Merola di Bologna (Pd) il quale promette di celebrare i "nuovi matrimoni" nella sala rossa. "Aspetto le coppie gay nella stessa sala in cui si sposano le coppie etero".

Qual è la posizione della  Lega al riguardo?
Prelevo dall'intervista rilasciata al Corriere di oggi 22 luglio,  al sindaco leghista di Novara Alessandro Canelli.

Alessandro Canelli, lei come sindaco di Novara, celebrerà le unioni civili? 

No, non lo farò. Del resto anche il Consiglio di Stato dice che non deve essere per forza il sindaco a celebrarle, ma basta un ufficiale di stato civile. Posso non celebrarle, quindi. Del resto...

Del resto cosa? 
E' una questione di sensibilità personale. Sono convinto che nel Comune di Novara si troverà una persona con una sensibilità diversa dalla mia. 

Questo  è poco ma sicuro, caro ignavo sindaco Ponzio Pilato. Invece di arrabbiarsi per essere stato sollevato dalle sue attribuzioni e funzioni,  lui se ne lava le mani. Anzi, evita addirittura di sporcarsele, girando la cambiale ad un altro con "una sensibilità diversa" dalla sua.  Se questa è la posizione  ufficiale della Lega, il più numeroso partito d'opposizione, andiamo bene. Mi ricorda tanto quella di otto anni fa in occasione della ratifica del Trattato di Lisbona: uscire dall'aula quando si è sicuri che detto abominio sarebbe passato.  
Qui tutta l'intervista:
 http://www.pressreader.com/italy/corriere-della-sera/20160722/282041916484467

I sindaci autenticamente obiettori non si lascino esautorare da una cattiva legge (la  Cirinnà)  che prevede l'utilizzo di inghippi burocratici  come la creazione surrettizia di una figura-fantoccio detto '"ufficiale di stato civile" ed esigano di poter mantenere su di sé le loro attribuzioni istituzionali, esercitando il loro legittimo diritto all'obiezione di coscienza. In caso contrario, si renderanno comunque complici.




40 comments:

Nessie said...

Nota tecnica.

Non mi è pervenuta la notifica dell'invio di questo nuovo post. Spero che lo visualizziate.

Massimo said...

Visualizzato.

Anonymous said...

sì, è visualizzato.
Laura

Nessie said...

Grazie per le verifiche, ma essendo un argomento scottante, mi aspettavo commenti un po' più analitici sul tema :-).

Alessandra said...

Ciao Nessie.

Le associazioni ProVita e Giuristi per la Vita hanno offerto sostegno legale ai sindaci obiettori. Spero continuino a farlo anche ora che Cirinnà e compagnia hanno messo le briglie.

Che i sindaci abbiano diritto a non celebrare matrimoni tra omosessuali se non intendono farlo lo dice anche Antonio Baldassarre, presidente emerito della Corte Costituzionale, il quale ha affermato: "La sentenza n. 467 del 1991 della Consulta afferma una tutela della coscienza individuale quando sono in gioco valori morali importanti. La legge Cirinnà ha un carattere sostanziale per la nostra società. Pertanto ritengo che l'obiezione di coscienza possa essere esercitata da un pubblico ufficiale quando a questi sia richiesto di celebrare unioni civili tra due persone dello stesso sesso".

http://www.intelligonews.it/articoli/30-giugno-2016/45495/unioni-civili-assistenza-legale-per-sindaci-obiettori-brandi-e-amato-per-la-liberta

Inutile dire che il sindaco di Rovigo, Bergamin, è stato fatto oggetto di pubblico ludibrio da parte di politici, giornalisti e pseudovip radical chic. E ha annunciato che delegherà a qualche assessore.

Eleonora said...

Esulta il sindaco pd di Bologna... Quella Bologna degradata, "graffiata" in modo abominevole dai presunti artisti di strada che puzza di piscio e di merda dovunque passi... Invece di risistemarla pensa ai gay. Comunque, dopo l'attuazione liberticida o dittatoriale di questa ennesima porcata, tutti avranno un lavoro, i poveri arricchiranno e l'economia ripartirà. E i poveri sindaci obiettori verranno messi al rogo. Fonzarelli può tutto. Senza alcuna protesta

Nessie said...

Oh, grazie Ale. Finalmente un commento umano. Va bene che siamo in estate, va bene che ci confezionano quasi un attentato false flag al giorno; ma intanto tra una bomba e l'altra, la loro fottutissima Agenda va avanti. E guarda te che scempio giuridico stanno mettendo in piedi. Si inventano funzionari Pinco Palla per la questione delle nozze gay, togliendo l'incarico ai sindaci. Poi di questo passo, avremo il Negro per la questione africana, l'Iman per la questione islamica e via di seguito...
Avevo sentito del Baldassarre e la faccenda dell'obiezione di coscienza non si discute. Per questo corrono subito tempestivamente ai ripari con una truffa. Se il sindaco si rifiuta di celebrare il matrimonio tarocco, detto matrimonio non s'ha da fare e basta. Che senso ha inventarsi il krumiro sostituto-sindaco?

ottimo il link dell'associazione Pro Vita e sono d'accordissimo con le loro istanze: oggi è il matrimonio omosessuale, domani verrà penalizzata l'obiezione di coscienza per l'eutanasia.

Nessie said...

Eleonora, proprio così. Bologna fa sempre più schifo e l'ultima volta che ci sono stata ho avuto le tue stesse percezioni (anche olfattive). Ti pare che costoro osino fare qualcosa di umano per la loro cittadinanza? No, pensano alle lobby gaie.

Renzi dopo aver imposto il voto di fiducia sui temi etici negando quindi di fatto la libertà di coscienza del singolo parlamentare, ora vuole negare quel diritto all'obiezione ai sindaci che al contrario dovrebbe rappresentare un principio di democrazia. Non ho parole. Siamo nelle mani di delinquenti fatti e sputati.

Anonymous said...

Stanno evidentemente stringendo la trappola perchè la preda non se ne vada. I parlamenti da quattro soldi non bastano più: ci vogliono leggi speciali e riassegnazione degli incarichi. E per questo il "terrorismo" cade come il cacio sui maccheroni. I sindaci detengono un potere a livello locale che può vanificare tutti gli sforzi di cambiamento a livello centrale, oppure ritardarlo. Un conflitto tra potere locale e centrale è la sola via che può percorrere chi vuole opporsi alla follia mondialista ormai quasi pienamente realizzata. Ed è anche l'unico modo per garantirsi che il governo non faccia sparare addosso alla popolazione dalle risorse che sta distribuendo ovunque. Dopo aver piazzato la bomba e disposto il detonatore, ora stanno passando al suo uso concreto. Con la sola eccezione delle città, i piccoli comuni sono ancora in grado di esprimere governi pienamente democratici e garantire un minimo di funzionamento istituzionale, ma per fare ciò devono brandire lo stato di eccezione e secedere di fatto dallo Stato ricreandone un altro a livello locale. Come si vede, il coraggio non abbonda nemmeno tra i sindaci, ma basterebbe qualche precedente perche' il fenomeno si allargasse a macchia d'olio. Non è quindi solo una questione inerente le cosiddette "unioni civili" (non sanno nemmeno più come chiamarle ormai), ma di imporre un potere sempre più stretto. Con quello che sta accadendo ormai in mezza Europa, e' il caso di cominciare almeno a difendersi prima che sia troppo tardi.

IL SAURO

Nessie said...

Questo va benone a livello generale: impedire ogni eventuale secessione ed esautorare i poteri locali in vista di una centralizzazione che controlli TUTTO.

Nello specifico del topic non si capisce bene come mai vogliono da un lato "frocizzare" la società e mandare in rottamazione la famiglia, mentre dall'altro, importano legioni di individui provenienti da subculture che appena possono i gay li appendono ai lampioni sulle loro piazze pubbliche. C'è del diabolico in tutto ciò. E' la dimostrazione che per paradosso, non perseguono nemmeno il cosiddetto Progresso. Si vuole per forza trasformare in poltiglia la società per mezzo di uno sconquasso generale modello poltergeist

Nessie said...

PS: ormai ogni volta che abilito un post su un argomento specifico, salta fuori la bomba. 14 Luglio: post sul caso Mancini sotto accusa da una vedova nigeriana, dal titolo "Santa Inquisizione Immigrazionista" . Ma ecco esplodere il camion-bomba a Nizza.

Ieri pomeriggio faccio appena in tempo ad abilitare il post sulla porcata di Renzi contro i sindaci per salvare la legge-porcata Cirinnà, che esplodono le sparatorie a Monaco.

Ginger said...

E' chiaro che ciò che dà fastidio è la coscienza: ci vogliono tutti "incoscienti".

E non so se avevi letto del ddl che vorrebbe mettere fuorilegge la cosiddetta terapia riparativa per i minorenni. Tra questo e la radiazione dall'albo per i medici che sconsigliano i vaccini si sta tentando di espropriare i genitori dei loro figli. I figli apparterranno allo stato, come in ogni dittatura che si rispetti.

Nessie said...

Giustissimo Ginger: ci vogliono tutti incoscienti e lobotomizzati, con una 40 di canali tv dove si veicola il Pensiero Unico, con il web pieno di trollazzoni arruolati per fare andare in vacca un minimo di dibattito intelligente, con la RAI presidiata a vista da Boldracche che fanno l'apologia all'immigrazionismo, coi media che fanno da mestatori difendendo questo stato di cose.

Ma certamente che tentano di portarci via anche i bambini! E già lo fanno con le circolari ONU nelle scuole materne con i famosi giochetti sui ruoli sessuali. Con maschietti a cui fanno mettere le trecce bionde e obbligano a fare il bucatino, e femminucce a cui mettono la divisa mimetica di un soldato o di un pompiere. Ne diedi conto in questo post:

http://sauraplesio.blogspot.it/2016/05/ideologia-gender-e-sdoganamento-della.html

Poi c'è anche quello che ricordi tu sui vaccini e i medici sorvegliati a vista se non aderiscono ai piani criminali dell'OMS (succursale sanitaria dell'ONU).

Aldo said...

Nessie: "[...] non si capisce bene come mai vogliono da un lato "frocizzare" la società e mandare in rottamazione la famiglia, mentre dall'altro, importano legioni di individui provenienti da subculture che appena possono i gay li appendono ai lampioni [...]"

Escludendo l'ipotesi, secondo me non plausibile, che le dirigenze siano composte da tanti idioti, rimane quella della volontà di creare una società talmente frammentata e in disaccordo da rendere impossibile il coagularsi di qualsiasi forma efficace di opposizione alle direttive delle dirigenze stesse. Per la serie, banalizzando al massimo, "finché litigate tra voi, non litigate con me (e posso continuare a fare quel che mi pare)".

Ingenuo?

Ginger said...

Sì non ho accennato a tutta la faccenda ideologia di genere/pedofilia sennò avrei dovuto scrivere un commento chilometrico! :-D
Chi ha dei figli deve vigilare con dieci occhi, e se può li tenga lontani dalle scuole pubbliche (e magari così cresceranno anche un po' più "coscienti").

Ginger said...

E' un po' OT col post, ma ho pensato potesse interessarti questo caso di censura ad un'antifemminista colombiana http://www.elespanol.com/social/20160721/141736400_0.html
Fa cmq piacere che non tutte le donne si lascino abbindolare :-D

Massimo said...

L'obiezione di coscienza purtroppo non è servita a fermare gli aborti, solo a creare qualche difficoltà. È il massimo che per ora possiamo fare. Ed è la conseguenza di avere una maggioranza parlamentare di sinistra e una chiesa cattolica che non svolge più il suo dovere.

Jacopo Foscari said...

Saluto veloce perché sono in ferie e ho poca linea. Qui ormai siam passati dalla Santa Inquisizione alla Gaia Inquisizione

Nessie said...

Aldo:


Ingenuo?

Tutt'altro! E' l'unica spiegazione plausibile: la decostruzione di una società frammentata e atomizzata in particelle impazzite.

Nessie said...

Ginger, le scuole pubbliche italiane sono state un'ottima cosa in un passato abbastanza recente. Avevamo un sistema educativo tra i migliori. Purtroppo stanno s-ragionando all'americana: scuole pubbliche multietniche in molti casi con la supremazia di immigrati sui nativi, mentre le private potranno permettersele solo i ricchi. Chi frequenta la scuola pubblica, ovviamente dovrà subire il lavaggio al cervello di cui abbiamo parlato.

Nessie said...

Massimo, questi maledetti abusivi di Palazzo hanno capito perfettamente che con l'obiezione di coscienza si perde del tempo. Ed è giusto quel che dici: serve a dilazionare del tempo, che è l'unica forma di resistenza che finora ci possiamo permettere di fare. Per questo l'hanno disattivata col provvedimento del "pubblico ufficiale" al posto del sindaco che celebra nozze. La gatta che andò di fretta però, fece i gattini morti e prima o poi questa gentaglia ci lascerà lo zampino e tutto il resto.

Nessie said...

Buone vacanze Jacopo! Bella la trovatina della "gaia Inquisizione".

Anonymous said...

Ai tempi dei Parlamenti e Governi di centrodestra legittimamente eletti certe istituzioni declamavano pubblicamente il rifiuto di applicare leggi da loro non gradite legittimamente promulgate dal Parlamento.
Ora si reprime la libertà di coscienza. Come in uno stupro.
Tanto per far notare ancora una volta cosa intendono Lorsignori per "stato di diritto" e "repubblica parlamentare".
Sono eternamente allibito per come l'opposizione non denunci in ogni modo questo incessante scempio e accetti continuamente queste manipolazioni, discriminazioni e doppiopesismo scientifico. Accetti come se nulla fosse il ribaltamento discrezionale delle regole. In una parola il Regime Totalitario in essere.
Scarth

Nessie said...

Scarth, perché non è una VERA OPPOSIZIONE. Fare l'opposizione autentica costa molte energie. Se troviamo sindaci della Lega come il citato Alessandro Canelli di Novara, di cui ho riportato il link che dice testualamente : " Sono convinto che nel Comune di Novara si troverà una persona con una sensibilità diversa dalla mia£" (leggi qualcuno disposto a fare quel che io non faccio) beh, allora buonanotte suonatori!


Mi spiace, ma se siamo giunti alla fine dello stato di diritto, all'esautorazione degli organismi parlamentari di contrappeso e di vigilanza e financo alle fine delle istituzioni locali e municipali, è colpa di tutti! sarò drastica, ma la penso così.

Nessie said...

PS: Per rimanere in tema di colpi di mano agostani, la Giannini prevede per ferragosto le "linee guida" per introdurre l'educazione gender nelle scuole. Per fortuna Massimo Gandolfini del Family Day sta già organizzando campagne di controinformazione e di mobilitazione:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-firme-dossiere-mozioni-controil-gender-a-scuola-16856.htm

Tanto per non farsi mancare nulla, Gandolfini e soci stanno anche promuovendo presso ogni consiglio comunale d’Italia un ordine del giorno che impegnerà l’amministrazione a rispettare la libertà educativa delle famiglie a non trasmettere in nessun modo “ideologie gender” nelle scuole di pertinenza comunale. Le amministrazioni locali sono, infatt,i la prima frontiera dell’impegno contro la propaganda ideologica sui minori e le contestazioni del Family Day spesso riescono a condizionare le agende dei sindaci e della maggioranze che li sostengono, come dimostra la recente decisione della nuova giunta comunale di Trieste, del sindaco Di Piazza, che ha deciso di sospendere l’adesione del comune giuliano al “Gioco del rispetto”

Ginger said...

Intanto pare che qui ci sia il primo caso di medico sottoposto a procedimento perché "dissuadeva" dal fare i vaccini http://www.dottnet.it/articolo/19074/Vaccini-a-Firenze-il-primo-procedimento-contro-un-medico-dissuasore/?tag=10218053164&cnt=1 Sui vaccini non può esistere obiezione.

Nessie said...

Grazie Ginger. Ho appena letto e estraggo questo passaggio di una dichiarazione della Lorenzin:

I medici devono agire sottoponendosi all'evidenza scientifica.

Sì, la l'ORO, quella che frutta.

Alessandra said...

A proposito di Gaya Inquisizione, guardate un po' cos'è accaduto, poco tempo fa, in Francia e in USA.

http://www.notizieprovita.it/notizie-dal-mondo/matrimonio-gay-chiesto-arresto-per-vicesindaco-obiettore-in-francia/

Viene da pensare che mandino il funzionario proprio per questo: evitare spiacevoli sorprese ai sindaci che osano pronunciare l'orrendo monosillabo "no".

Comunque questa vicenda, così come quella della minaccia di radiazione verso i medici che sconsigliano i vaccini (come se lo facessero così, perché si annoiano) sta passando in sordina, ma si sa: gli attentati, le stragi, i colpi di Stato veri o fasulli che siano servono anche a distogliere l'attenzione dalle porcherie della politica interna.

Nessie said...

Hai perfettamente centrato la questione. E difatti ho pure scritto che per non rassomigliare a qualche Rais che schiaffa in galera il sindaco obiettore, hanno inventato surrettiziamente la figura del "pubblico ufficiale". Forse in questo modo, i primi cittadini dei comuni d'Italia si eviteranno la galera, ma il tanto peggio, sarebbe diventato quasi un tanto meglio: così è più evidente la DITTATURA EUROPEA, anche a chi, nonostante quel che succede, dorme come un ghiro. Il caso francese che citi, ne è una schiacciante riprova.

E' evidente poi che attacchi terroristi e colpi di mano veri e fasulli, servano a distrarre l'opinione pubblica sulle porcherie che hanno in serbo a casa nostra. E difatti mi sono rifiutata di stare sull'ultima notizia e di precipitarmi a parlare dell'ennesimo attentato a Monaco.

Non possiamo farci sempre distrarre dalla loro "narrativa terroristica".

Aldo said...

La propaganda ideologica sui minori è una pratica vecchia quanto il mondo, e ha toccato e tocca qualsiasi versante ideologico vogliate farvi venire in mente. Tra l'altro, la propaganda più "intelligente" (leggi: subdola e quindi efficace) è quella che non si fa notare né da chi la subisce come discente, né da chi la mette in atto da docente (molti insegnanti fanno propaganda attiva senza neppure rendersene conto, credetemi: quale propaganda è più "trasparente" di quella basata sul luogo comune?). Il meccanismo vale ovviamente anche e ancor di più lontano dai banchi di scuola.

Al momento, la propaganda meno "intelligente", nei termini ai quali ho accennato nel paragrafo precedente, è quella che tocca i temi dell'omosessualità, del cosiddetto "razzismo" (confondendo ben bene le acque in termini di relazione tra linguaggio e significato, tra l'altro) e della religione: troppo palese, troppo smaccata e quindi facilmente identificabile anche da parte di un idiota conclamato. Quella più "intelligente" è invece quella che riguarda il Mercato, con la maiuscola, e il Globalismo, anch'esso con la maiuscola.

Fossi paranoico, e lo sono, potrei arrivare a pensare che il polverone sollevato sulle questioni sbattute in prima pagina con tanta insistenza serva a far passare inosservato (perché possa colpire alle spalle entrando zitto zitto e inosservato nel "senso comune") quello di cui interessa davvero garantire la penetrazione, ovvero l'ideologia mercatista globalizzata.

Ah, mi sovviene che con il 1989 le ideologie sono morte, dunque ora le ideologie non ci sono più, come la mafia, e possiamo stare tranquilli. Anzi, come Letta, possiamo "stare sereni". Sì, sì -- proprio come Letta.

Nessie said...

Le ideologie sono morte, ed è vero. Ma bisognava inventare qualcosa di ben peggiore per creare quel Nuovo Ordine Mondiale che si sta avvicinando a grandi balzi e a colpi di stragi.

Lo spiega bene Samuel Hungtinton nel suo libro "Lo scontro delle civiltà" (The Clash of civilizations). Saranno le religioni fanatiche come l'islam a surrogare e a sovrapporsi alle ideologie? O più semplicemente si costruirà al tavolino come in un copione hollywoodiano dei quadri fanatizzati da mandare in giro per il mondo mediorientale e in Europa, contro i quali ricompattare l'Occidente in decadimento dopo la Caduta del Muro?
Un altro zio Sam che profetizza quanto pochi anni dopo succede per davvero. .

Sono "paranoica" anch'io? Il fatto è che dopo l'ennesima strage la cura è sempre quella: ci vuole più Europa. , e ci vuole più "governance mondiale".

Aldo said...

Che cos'è questa mania della globalizzazione ("Nuovo Ordine Mondiale" è solo un nome diverso) se non un'ideologia? E vedere il Mercato come entità intangibile in grado di risolvere ogni cosa? Un'altra ideologia o, meglio, un aspetto diverso dell'ideologia globalista (un po' come la Trinità cristiana, sono tre ma sono uno -- wow, affarone! dopo il tre-pre-due, ora abbiamo perfino il tre-per-uno). Ancora. Pensare alla scienza come a qualcosa in grado di fornire l'onnipotenza non è pure ideologia?

Ideologia e pensiero religioso vanno a braccetto, tant'è che il Globalismo ha le sue Chiese (ONU, FMI, WTO...) e le sue gerarchie clericali. Stessa cosa per il Mercatismo e lo Scientismo, ammantati entrambi di abbondanti dosi di pensiero magico e malriposte superstizioni. Cambia il linguaggio, cambia l'ambientazione, ma a parte le proporzioni non c'è gran differenza rispetto alle costruzioni ideologiche che hanno caratterizzato la nostra specie attraverso i millenni.

Ideologia è credere a qualcosa con tale intensità da convincersi che quel qualcosa è vero e reale (o comunque realizzabile) anche quando dovrebbe essere evidente il contrario. Siamo sommersi dalle ideologie! Lo stesso credere che le ideologie siano morte è in sè una forma di ideologia (in realtà chi ha promosso la diffusione di quell'atto di fede sa benissimo come stanno le cose e trova utile plasmare il senso comune in quel senso).

Nessie said...

Io alludevo alle ideologie "forti" del Novecento (comunismo, socialismo, liberalismo ecc.).

Ma sono disponibile ad accettare anche le mutazioni genetiche delle ideologie. E il Mercatismo e il porre "market uber alles", può essere la nuova ideologia del XXIesimo secolo. Con tutto quel che di pessimo ne consegue. Però in questo caso, a differenza del secolo precedente, siamo alle IDEOLOGIE SENZA IDEALI.

Anche la dottrina dei Diritti Umani propugnata e veicolata dall'ONU può essere considerata una degenerazione ideologica di questi catastrofici anni. Per premiare minoranze che non sono da considerarsi affatto oppresse , si schiaccia la maggioranza dei cittadini.

Anonymous said...

Altra prova di forza estiva del governo: la legalizzazione della cannabis e la possibilità di coltivarsela pure sul terrazzo. Ma non ne hanno più di puttanate da inventare?


http://www.repubblica.it/politica/2016/07/25/news/cannabis_parlamento_legalizzazione-144778710/

Z

Nessie said...

E' la solita banda Delle Vedove radicaloidi con l'aiuto della Perfida Dama di San Vincenzo Luigi Manconi (compagno della Berlinguer). Non hanno un tubo da fare che inventarsi delle "puttanate" come le chiami. Vogliono imbesuire e rimbecillire i giovani più di quello che sono già.

Anonymous said...

la questione " cannabis" e' omplessa e si potrebbe paragonare all' alcool nel senso che in linea di principio il suo impiego e' utile in piccole quantita' e la dipendenza si genera solo in situzioni personali gravi ( come con gli ubriachi cronici).Come l' alcool quindi rappresenta lo stesso fattore di rischio sociale ( esempio per la guida) senza generare dipendenze socialmente gravi ( come le droghe pesanti ).
E' comunque chiaro che i soliti "radical shit" stanno cavalcando la questione come un ulteriore passo per una maggiore diffusione di tutte le droghe .
ws

Nessie said...

Guarda, la questione delle droghe è sempre complessa (morfina compresa che serve ad uso medico). Ma la verità la sai già da te. Quelli che chiami con un azzeccato eufemismo "radical shit" sono sempre in prima prima fila quando c'è da capovolgere la scala non dico dei valori (parola obsoleta), ma addirittura dei criteri di buon senso. In questo modo hanno sempre rovinato da anni migliaia di giovani con quel permissivismo che ci ha portati dove vediamo. Soros (che li paga) si frega le mani dalla contentezza.

Ginger said...

A quanto pare ieri Saviano si è scagliato contro i medici antiabortisti, dicendo che l'obiezione di coscienza sta esautorando la legge sull'aborto. Stai a vedere che tra un po' metteranno fuorilegge pure loro.

Nessie said...

Poco ma sicuro. La società laicista e materialista vuole abolire il concetto di "coscienza".

Anonymous said...

In un posto non governato da mentecatti il medico con obiezioni verso le trasfusioni non andrebbe dove si fanno trasfusioni e il medico con obiezioni verso l'aborto non andrebbe dove si fanno aborti. Qui si è portato il conflitto tra libertà di coscienza e diritto di ricevere prestazioni previste dalla legge per chi tali obiezioni non condivide, al livello della fornitura del servizio. Una soluzione che lascia aperte infinite possibilità di polemiche senza che si possa ovviamente giungere ad una qualsiasi soluzione a quel livello. Effetto voluto per far rientrare dalla finestra ciò che era uscito dalla porta o effetto spaghetti, un inestricabile groviglio gordiano di leggi prodotto da una classe dirigente diversamente abile ? Il predicatore Savianarola non ha dubbi e scaglia la croce contro l'obiettore dimenticandosi di risolvere il dilemma. Non mi stupisco ...
Sergej