15 February 2015

Botte da orbi!




Qualcuno parla già di questo festival di Sanremo, come del Festival del Golpe. Non è uno scenario azzardato, tenuto conto che l'Abusivo di Palazzo ha lodato espressamente il suo concittadino Carlo Conti in tv, per l' alto indice di ascolto ottenuto nelle cinque serate.  Inoltre, mai visti tanti toscani, e in particolare fiorentini, ospiti in tv: da Giorgio Panariello, Vittoria Puccini (fiorentina anche lei che è venuta a fare lo spottone per la fiction su Oriana Fallaci), Elena Sofia Ricci (fiorentina a sua volta). Tutte coincidenze casuali o operazioni legate al "Giglio magico" renziano? Fatto si è che nelle notti del Festival, in parlamento si sono consumati sfracelli su sfracelli. 

La Rai si è guardata bene, durante le notti "sanremesi", di mandare in onda nei suoi notiziari,  la deprimente immagine dei deputati  e deputate del Pd,  accasciate sui banchi dell'aula morte di stanchezza che si appisolavano, mentre il dibattito anzi, il monologo,  con l'emiciclo vuoto e desolante andava avanti fino alle 4 del mattino . Altro che "bivacchi di manipoli"! 

Per non dire della telecronache delle botte da orbi, fatte passare per crisi di nervi di un'opposizione provocatrice che impedisce il libero varo delle "riforme"  della costituzione, di cui sono stati ritoccati ben 40 articoli, nel cuore della notte. Come i ladri!  E mentre va in onda Sanremo, la Costituzione non c'è più.
Nel parapiglia,sarebbero volati ceffoni da "fuoco amico". Fatto si è che, se FI, Sel e Lega siedono assieme superando gli steccati ideologici e di schieramento, se Grillo lancia un appello all'unità di tutte le forze d'opposizione e arriva a minacciare perfino le dimissioni dei suoi,  significa solo che è accaduto qualcosa di molto grave. 
Personalmente non conto molto sugli incontri con Mattarella fatti dai gruppi dell'opposizione martedi prossimo, ma è un rito da ottemperare comunque vada. 
Che cosa succede e perché non ci informano correttamente, sulla stampaglia di regime? Perché fanno sembrare che ci sia un impazzimento dei parlamentari d'opposizione,  quando l'impazzimento è in chi vuole buttar per aria quel che resta dei diritti democratici dei cittadini? 

Succede che gli oligarchi delle istituzioni sovranazionali non hanno più bisogno della democrazia partecipativa che ora temono come la peste e che vogliono cancellare irreversibilmente con manovre losche. 
Perfino l'arma del referendum è in pericolo,  arrivando ad  alzare il quorum della raccolta delle firme. Succede che un sindachino di Firenze spuntato come un fungo dalle Primarie del  suo partito (se le cantano, se le contano, se le ballano solo tra di loro), calzi perfettamente al caso loro. Non possiede investitura parlamentare, non è stato eletto e quindi per paradosso, è libero come un ergastolano. Avete presente quegli ergastolani mandati in missione omicida a "regolare i conti" contro i compagni di cella durante i venti minuti dell'aria? Quale altra pena si può aggiungere oltre l'ergastolo a costoro in caso di misfatti conclamati? Ebbene, l'Abusivo di Palazzo  è nelle stesse condizioni: fa quel che vuole lui e muro o non muro, tira dritto, anche se dovesse parlare solo con se stesso.  Intanto non deve rispondere a nessun elettorato. E da Twitter, risponde con sarcasmo il suo "me ne frego!". contro "gufi" e "sorci verdi".

Bisogna fermarlo in ogni modo, prima che sia troppo tardi. Ma sarebbe stolto mandare via lui per farlo sostituire con un altro  del Pd, il partito che più d'ogni altro. sta distruggendo e devastando questo paese -  quel che resta di questo paese.
 Chiunque di voi avrà sentito Gentiloni che gioca all"armiamoci e partite" contro l'Isis, in Libia. O la Pinotti che da pacifista si è trasformata in una Pallade Atena guerrafondaia con missioni su missioni da rifinanziare. In questo caso, miracolosamente, i soldi ci sono e saltano fuori. E' ora di dire basta a tutto ciò, se non si vuole che siano gli Italiani a scatenarsi in "botte da orbi", contro l'inquilino "abusivo" di Palazzo Chigi.

35 comments:

Massimo said...

Il principino stizzoso probabilmente è tale perchè non gli hanno rifilato al momento giusto qualche scapaccione. Che male ci sarebbe se provvedessero gli Italiani a raddrizzarlo ?

Nessie said...

Nessun male, sarebbero botte terapeutiche! :-)

Johnny 88 said...

Bulletto, cafone e antipatico. Degno figlioccio del Banana, anzi pure peggio perché contrariamente al Banana lui ha tutti i poteri che contano (banche, magistratura, Vaticano, confindustria, stampa) dalla sua. Speriamo lo caccino prima possibile, ma la vedo dura. E vedo ancora più dura costringere il Mattarellum a sciogliere le camere anziché appiopparci l'ennesimo governicchio tecnico-istituzionale-balneare-del presidente o come lo volete chiamare

Nessie said...

Sì, odioso, arrogante, esecrabile, protervo e pure ignorante, perché in politica i compromessi e le mediazioni si fanno, eccome!

Peggio, certamente peggio del Banana che comunque è stato eletto per ben tre volte e con maggioranza larga. E che come ricordi, non aveva dietro di sé, tutto il consenso che citi.

Nessie said...

Sul Banana che gli ha regalato i numeri per le cosiddette "riforme": ognuno ha gli aborti che si merita.
Pertanto, se questo smargiasso gonfia troppo il petto è anche colpa sua.

Anonymous said...

ecco un ministro imbecille che ci mette pure a repentaglio con l'Isis:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/02/14/libia-radio-isis-contro-gentiloni-ministro-dellitalia-crociata-sirte-jihadisti-avanzano/1425675/

Z

Nessie said...

Ecco pronto un altro bischero che si calamita addosso ritorsioni islamiche. Dov'era quando il suo presidente piddiota Napolitano caldeggiava la cacciata di Gheddafi come il nuovo Risorgimento? Dopo il rais è arrivato l'Isis.

Il bello è che se la pigliavano pure con Calderoli per la faccenda delle magliette con le vignette questi imbecilli tra gli imbecilli. La reazione dell'Isis che ci ha messo subito nel libro nero della Jihad è ben peggiore.

Johnny 88 said...

Suvvia gufi e sorci verdi, smettetela di gufare e spargere pessimismo che ora la grande proletaria si sta muovendo. Armiamoci e partite per Tripoli bel suol d'amore

Nessie said...

Pazzesco! Sembra una nemesi storica. Se penso a Napolitano che ha costretto il Banana a dare l'OK per Punta Raisi come base di lancio per i droni contro Gheddafi, con la scusa del "nuovo Risorgimento libico"!....

Vanda S. said...

Il fatto che quest'anno c'e' stato un Saremo tutto toscano, e' innegabile!
Tuttavia devo dire che mi e' piaciuto molto di più' delle edizioni precedenti.
Carlo Conti e' uno dei pochi esponenti della TV che e' sempre misurato, sobrio e nei suoi programmi ci tiene a mantenere il buon gusto (niente donnine con fili interdentali e porcherie del genere)
Certo che anche lui ha dovuto giocare la sua parte di "polical correct" invitando quella/o cosa obbrobriosa di Concita, che lui ha inizialmente chiamato Tom e per questo ha scatenato le ire della/o Luxuria!
Che anche a Sanremo ci sia lo zampino del Pentolaio, non saprei...perche'? A che pro?
A parte la solita strategia del "panem et circensi", non capisco...

Nessie said...

Vanda, eppure nel post l'ho scritto a chiare lettere !

E' stata "l'arma di distrazione di massa"a con la quale Renzi ha potuto manomettere la costituzione costringendo i suoi a stare in aula fino ad ore antelucane. In un altro frangente, i media avrebbero forse (e sottolineo "forse"), potuto stare sulla notizia. In questo caso, invece l'hanno occultata omertosamente tra le luci del teatro Ariston.

Qui altri links forse più specifici del mio:

http://ilcappellopensatore.it/2015/02/mentre-va-onda-sanremo-la-costituzione-non-ce-piu/

http://blog.ilgiornale.it/foa/2015/02/15/renzi-e-il-golpe-di-sanremo/

diciamo che Sanremo ha dato un "aiutino" a mascherare il golpe costituzionale. Certamente non è la prima volta che gli eventi spettacolari (Mondiali di calcio, Olimpiadi, Festival) servono a questo.

Nessie said...

PS: Carlo Conti è certamente più misurato rispetto allo schieratissimo e antipaticissimo Fabio Fazio. Ma a destarmi il sospetto che Sanremo fosse servito ad hoc al Pentolaio per i suoi loschi traffici notturni è stato il suo peana pro Conti fatto in tv al Tg, e il suo ringraziamento per l'alto share di ascolto (oltre il 50%) ottenuto.Della serie, se siete fissi lì ad ascoltare canzoni, io vado avanti a fare i comodacci miei. E difatti li ha fatti.

Quando una trasmissione ottiene una simile audience per più giorni, diventando l’argomento di cui tutti parlano (dai giornali fino ai social forum), qualunque altro fatto cade sotto il suo cono d'ombra, persino un golpe istituzionale.

Johnny 88 said...

Ma, Sanremo, per motivi a me oscuri visto che lo considero un programma vecchio inutile e noioso, fa (quasi) sempre quegli indici d'ascolto e sia che faccia buoni che cattivi ascolti occupa sempre le prime pagine dei giornali per le polemiche a non finire. Diciamo che Renzi è stato un gran volpone a far cadere il dibattito proprio durante una manifestazione che, per motivi inspiegabili, gli italiani continuano ad amare alla follia e che per questo, nel bene e nel male, a cadenza annuale catalizza l'attenzione mediatica. Comunque la TV si conferma, ancora una volta, eccellente oppio dei popoli

Nessie said...

Sì, è vero anche questo, Johnny. Anche quando l'indice di ascolto non è così alto come quest'anno (vai a capire perché - e se lo chiede perfino Aldo Grasso), offre sempre molto materiale ai media. Vuoi per le polemiche, i gossip sui vestiti delle vallette, le gaffe del presentatore, qualche broglio della giuria, qualche stecca o altro . Diciamo che è un grosso "carrozzone" che fa da traino un po' a tutto. In ogni caso, un ottimo paravento per stornare l'attenzione dei media da quanto accade in Parlamento. Volendo, rappresenta proprio una "sospensione dal politico", e "un'immersione nel fatuo".

E il Pallonaro che con le millanterie ci va a nozze, lo ha capito e utilizzato a suo vantaggio.

Vanda S. said...

Ho letto ed ascoltato forti critiche da Riccardo Bocca, dell'Espresso. Ha definito il festival "banale e populista". Al suo articolo ho commentato: - Me ne duole per il sig. Bocca che questo Sanremo e' stato all'insegna dell'italianità' e non il solito programma d'indottrinamento di stampo kalergiano con parate del polical correct, multiculturalismo, multi-etnicismo e diversità' varie.
Di sicuro non e' piaciuto alla Boldrini e ancora meno forse alla Kyenge.
Vorrei ricordargli che , almeno finora, l'Italia e' una nazione dove vivono ancora molti autoctoni che stanno morendo di nostalgia per rivedere un paese forse provinciale, ma rassicurante! E allora voglio emulare Cirilli: "Viva Carlo Conti" e il suo festival della musica ITALIANA!- Sicuramente avete pienamente ragione a sottolineare che Sanremo e' stato un ottimo "specchietto per le allodole" usato per distogliere gli italiani dalle porcate politiche di Renzi. Tuttavia a me sembra che, Sanremo o non Sanremo, di "suinate" i nostri politici ne fanno continuamente e gli italiani continuano a subire passivamente. Chi ha a scolato Panariello a Sanremo saprà che ha parlato dei "Peccati Capitali" e di come oramai non sono neanche più' considerati peccati! Io oserei affermare che il più' grande dei peccati italiani e' l'ACCIDIA! Non possiamo solamente colpevolizzare le partite di calcio, le manifestazioni sonore e la tv in generale senza ammettere che oramai da decenni gli italiani sono degli accidiosi e proposito il Boccaccio disse: " L'accidia tiene gli uomini così intenebrati e oscuri, come il fummo tiene quelle parti alle quali egli si avvolge ".

Nessie said...

Mah... che dire, Vanda? Per me cinque sere di seguito sono troppe e trascinarsi dietro una trentina di canzoni per tutte e cinque le serate senza qualche inevitabile caduta di interesse e senza lo spettro della noia, è impresa pressoché impossibile. Certo, per chi è all'estero, l'operazione nostalgia è forte.

Certamente questa 65esima edizione, era meno peggio del duo Fazio-Littizzetto, che se fosse per me, butterei fuori a pedate anche da quel programmaccio che fanno sulla rete 3 (Che tempo che fa).

In relazione a Renzi e all'evento sanremese, ricordo che le Olimpiadi in Russia, servirono a scatenare la guerra in Ucraina, mentre erano tutti impegnati a guardare i giochi olimpici. E perfino Putin, che non è propriamente uno sprovveduto, fu colto di sorpresa. Ricordo anche un altro evento di massa in Argentina: i Mondiali. Approfittando dei quali la Junta di Videla fece sparire non so quante centinaia di oppositori (i desaparicidos) , nel timore che questi potessero parlare con la stampa straniera. Perciò come strategia vale il motto "nihil sub sole novi".

Resta la domanda se tali porcherie Renzi, le avrebbe fatte anche lontano dal Festival. La mia risposta è SI, ma non con questa fretta e questo stile "sudamericano".

Qui un divertente fotomontaggio di un navigatore su twitter che riprende Renzi con in mano il premio del Festival (il leone e palmizio).

https://twitter.com/marcellofoa

Anonymous said...

Tutti gli uomini d'oro del "Giglio magico" intorno a Renzi:


http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/altro-che-rottamatore-ora-affari-renzi-giro-anno-ha-94573.htm

Z

Nessie said...

Bello "Giglio magico"! lo adotterò anch'io. Che tutto il Pd faccia schifo e sia il primissimo responsabile del peggior merdaio di questi ultimi anni, è un fatto. Gli è che con Renzi hanno trovato un polarizzatore e un aggregatore di oligarchi e predoni assatanati, di un'avidità senza limiti e senza scrupoli pronti a supportarlo in mille modi. Per cominciare l'ordine di fare carta straccia della ns. Costituzione è arrivato da JP Morgan e da altre major bancarie. Ovviamente c'è di mezzo il progetto della Trilaterale:

http://www.informarexresistere.fr/2015/02/16/ecco-da-chi-arriva-lordine-di-far-fuori-la-costituzione/

Faithful said...

OT:

Ecco siamo passati direttamente alle minaccie di morte da parte del "mondo libero"

http://voxnews.info/2015/02/16/se-grecia-guardera-alla-russia-membri-governo-greco-potrebbero-avere-incidenti/

Nessie said...

Grazie Faithful, sapevo. E penso sappiano già anche i nuovi leader greci, cosa gli aspetta.

Anonymous said...

Forse OT...boh? non lo sò
Simpatico l'inserto oggi a TG5(ora pranzo)...dell'Albertone,come Marchese del Grillo.che notifica al suo prestatore/strozzino che non gli ridarà una "lira" del "buffo" con lui contratto...per vecchi prestiti ricevuti.
Istruttivo il metodo mediatico,di associare la scena a quanto sta accadendo ai Greci da parte della consorteria usuraia europea...Il Marchese del Grillo(Tsipras) che fanxxla(nun te dò 'na lira) senza metti termini il povero,sempre "preso di petto piagnucoloso" strozzino(le Banche mondiali)....e la ripresa TV (in effetti un po' maliziosa)...che si sofferma a mostrare lo stupore,il disappunto,il panico,il dolore interno(come fossero soldi loro)...di alcuni personaggi a servizio della finanza internazionale(tra gli altri l'operatore si sofferma su,"la guardia" del FMI,il ministro teutonico dal cuore di pietra...e il nostro ministro,forse inquadrato per caso.
Forse ...il pezzo del TG5 è un parlare a suocera perché nuora intenda...visti i nostri screzi con gli stessi "Signori",per gli stessi motivi..."ma"solo un dubbio...
Non dovrebbe essere il nostro gagliardo Premier,sia metaforicamente,che fuori da metafora...a..fanxxlare...questi novelli "mercanti di Venezia"...che vogliono il pezzo della nostra carne pattuito...se non paghiamo a scadenza i buffi ????
Oppure,"malgrado" tutto,e tutto quello che alcuni ne dicono....solo il (c)avaliere ha lo spirito,un po' di coraggio per farlo,facendoci vedere, anche se in chiave satirica, e in una sua TV la pochezza dei nostri interlocutori...che provocano,però, la sciolta ai nostri (l)eaders,,,almeno gli ultimi tre.
Saluti Mar

Anonymous said...

Ciao Nessie, intervengo sul Blog in un giorno (martedì) per me poco consueto, complice quella che forse dovrebbe diventare a pieno diritto la nostra “vera” Festa Nazionale…
Premetto che uscirò fuori tema. Non perché non abbia nulla da dire su questo, anzi… ma per approfittarne e – come si dice – “portarmi avanti col lavoro” su quello che immagino sarà il prossimo (o uno dei prossimi) topic. Mi riferisco alla “guerra di Libia p.v.” che, se non saremo noi a fare, sarà fatta contro di noi.

Per una volta confesso di non sapere che pesci prendere…
Quando il “fatto scatenante”, ossia il cosiddetto “risorgimento libico” (ah, Napolitano…) era in corso, o poco prima che lo fosse, era tutto abbastanza chiaro, facile da analizzare e prevedere, come si può constatare leggendo i post dell’epoca.
Adesso non è più così.

Che fare?
- Elemosinare l’aiuto Usa (o Nato, è lo stesso), sapendo che se ce lo daranno, non sarà per salvare il culo a “noi”, ma perché da decenni sono ligi al dettato massonico “order from chaos” e si comportano di conseguenza (intendere: ci aiuteranno solo per combinare più casini)?
- Cercare un’intesa, una sorta di “pace separata” con chi ci ha dichiarato guerra in quanto “Stato crociato”, perché sede del Papato, e promette di inviarci – oltre quelli che già abbiamo in casa – centinaia di migliaia di “profughi” («poveri disperati», Berlusconi dixit), pronti a trasformarsi in tagliagole?
- Partire in guerra, “forti” di ben 5.000 soldati (‘azzo!), come può venire in mente a mentecatti che non hanno fatto un solo giorno di militare e non saprebbero distinguere la divisa di un vigile urbano da quella di un assaltatore? Ministri di un governo le cui motovedette restituiscono i gommoni a trafficanti di uomini armati di kalashnikov, invece di sparare ad alzo zero? Amministratori di uno Stato che ne tollera uno al suo interno un altro il quale agisce da Cavallo di Troia, reclamando sempre maggiore “accoglienza” per chi vuole scannaci?
Secondo Ezra Pound il nostro problema era avere «il Vaticano in giardino». Oggi è più vero che mai…

Brecht diceva: «Beati i popoli che non hanno bisogno di eroi», io ho sempre controbattuto dicendo: «Beati i popoli che quando hanno bisogno di eroi, li trovano».
Adesso (visti i tempi) mi contenterei di trovare degli Uomini, ma non li vedo.
Se qualcuno ha una vista migliore della mia, mi faccia un fischio (il mio udito è ancora buono)…
(no caste)

Nessie said...

Mar, non vedo quasi mai il TG5, perciò non so a cosa ti riferisci. So invece che il Galoppino della Troika ha trovato un sistema per non farci più né prelevare né versare contante: semplicemente tassarlo. Leggi qui:


http://www.tzetze.it/redazione/2015/02/arriva_la_tassa_sui_contanti_versati_in_banca/index.html

Anonymous said...

Appendice:
Berlusconi ha dichiarato che sulla questione assumerà un atteggiamento “responsabile”… Forse intende la parola in senso proprio: ossia relativamente a chi ha responsabilità di quanto accaduto…

Io non potrò mai dimenticare i suoi atteggiamenti codardi e servili. Mi vergognai come un cane quando lo vidi esibirsi in un pubblico baciamano a Gheddafi e poi, di nuovo, quando lo bombardò, poche settimane dopo avergli pubblicamente giurato «eterna amicizia» (parole sue).
Sì, cara Nessie, perché l’Italia non si limitò ad assicurare le basi per la partenza dei droni, ma bombardò la Libia e perfino i pozzi dell’Eni, per adempiere meglio alla sua funzione di cagnolino scodinzolante al sevizio degli usurai. Queste cose le scrissi a suo tempo e non me le inventai, avendole riprese da un documento ufficiale: il resoconto annuale delle operazioni dell’Aeronautica Militare.

Del resto, Messer Bunga è in buona compagnia: nel 1999 l’allora capo del governo, D’Alema, rase al suolo gli impianti di Telecom Serbia, acquistati l’anno prima da Telecom Italia (pagandoli, peraltro, il doppio del valore).
Come vedi, Tafazzi abita qui…
A parte poche eccezioni (finite male) abbiamo sempre avuto governanti adeguati al “Teorema Berlusconi”: concavi con i convessi e convessi con i concavi. Per nostra sfortuna, gli “altri” sono sempre convessi…
(no caste)

Nessie said...

No caste, aggiornerò a breve il blog sulla faccenda Isis che non è per niente chiara. Ierisera Luttwak ha dato uno dei suoi guizzi di genialità ad una sarabanda di rammolliti italioti-piddioti ( conduttore Formigli in testa). "Voi non dovete fare un bel niente, perché chi ha voluto questo casino sono Francia e Gran Bretagna". "Perciò sono loro innanzitutto che devono trovare il modo di metterci una pezza".

In altre parole, ha detto che costoro (l'Isis) provocano per l'uopo affinché mettiamo direttamente mano in questo vaso di Pandora che altri hanno scoperchiato per noi e vogliono attirarci in quella trappola.

Nel frattempo però i tagliagola addestrati dal Pentagono, hanno creduto opportuno incentivare "la bomba umanitaria", mandandoceli tutti qua. Arriveranno il quintuplo e il decuplo di clandestini di quanti siamo stati abituati ad accogliere, fino a farci collassare. Per cui bisognerebbe distruggere barche e barconi e spianare i mitra contro i trafficanti. Altro che farceli spianare!

Berlusconi (che non voleva intervenire contro Gheddafi per le ragioni che già sappiamo) è stato brutalmente alzato di peso da Napolitano e da altri vertici della Nato affinché partecipasse obtorto collo. E bisognerebbe far pesare anche questo, presso chi di dovere. Certo che di fronte a pericoli così gravi, non potevamo essere più disgraziati: i Piddioti al governo!!!

Nessie said...

Consolati: adesso siamo passati da Berlusconi a Gentiloni e alla Pinotti. Al peggio, non c'è mai fondo.

Nessie said...

Dirò di più: in caso di soluzioni cipriote (prelievo forzoso dai c/correnti), sarebbero capaci di mandarci qui direttamente il Califfato a dissuaderci da qualche eventuale ribellione anti-Troika. Questi sono così fetenti e cinici da servirsi perfino di loro.

Anonymous said...

Berlusconi (che non voleva intervenire contro Gheddafi per le ragioni che già sappiamo) è stato brutalmente alzato di peso da Napolitano

oh povero "eroe" ! :-)

Ricordo che non solo esiste l' istituto delle DIMISSIONI ( che cmq poi a "gheddafi morto" gliele hanno comunque imposte ) ma quantomeno in un politico esite il "minimo sindacale" di esprimere il proprio DISSENSO che non deve essere certo un "borbottio" da affidare a qualche esponente minore del partito ( e che pure nemmeno c' e' stato ) .

Quindi non confondiamo la sostanza dei fatti, sulla libia pinotti e gentiloni sono la copia esatta di larussa e frattini e vaffa' al sempre " responsabile" berlusconi , un vile che da 21 anni prende sempre per i fondelli chi lo ha votato ...

ws

Nessie said...

Vero, ma Bella Napoli? Non dimmenticare che ha preso "ordini di Loggia" e che ha chiamato questo disastro "Risorgimento libico". Certamente se B. avesse un minimo di palle, glielo ricorderebbe.
Ma tu piombi qui dentro solo per fare pulci?!?

Anonymous said...

Nessie, farai bene ad occuparti di una questione importante al punto che potrebbe rappresentare l’inizio della nostra fine…
Permettimi di intervenire qui, poiché non sono sicuro di poterlo fare nei prossimi giorni.

Certo che avere in questa circostanza i piddioti al governo è una disgrazia, ma non credo che se avessimo i forzitalioti staremmo messi meglio…
Il passato ci insegna che nei confronti degli Usa, Fi ha sempre osservato la regola di quell’ubbidienza «cieca, pronta e assoluta» rinfacciata da Guareschi ai trinariciuti. Non finirò mai di ricordare che nel 1999 Berlusconi (dall’opposizione) diede i suoi voti a D’Alema, il quale avrebbe potuto trovarsi in difficoltà visto che i comunisti di Diliberto – ministro di quel governo – erano contrari alla guerra contro la Serbia.
Berlusconi non ebbe bisogno, in nessuna circostanza, di essere “convinto”, con le buone o con le cattive. Ê sempre stato “convinto” di suo: quando il Far West ha chiamato, si è messo sugli attenti ed ha ubbidito, spesso andando perfino al di là di quanto gli veniva richiesto, e comunque sempre contro i “nostri” interessi.

Napolitano…
Il comunista preferito da Kissinger è sempre stato un maneggione in odore di massoneria, questo lo sappiamo tutti. Ma secondo il nostro ordinamento il presidente della Repubblica non ha “veri” poteri. Può assumerli solo quando il suo contraltare – il capo del Governo – recede dai suoi, dato che in politica il “vuoto” non esiste e quando si determina viene comunque “riempito”.
Napolitano poteva “esternare” le sue omelie alla maniera di Crozza, ma Berlusconi avrebbe potuto replicare a tono e soprattutto ricordargli a chi dei due la Costituzione affida il Potere Esecutivo. Non lo ha mai fatto. Perché?
Secondo Bossi era ricattato ed io gli credo.
Ne deduco che abbiamo avuto per venti anni (quasi la metà dei quali trascorsi al governo) un capo politico ricattabile perché nella condizione di essere ricattato…
Personalmente non sono più disposto ad aprigli un credito e neanche a giustificare, sia pur minimamente, le sue porcherie. Al massimo gli concedo l’onore delle armi. E sono fin troppo generoso.

Luttwak…
Non ho seguito la trasmissione, quindi ignoro quello che ha detto e le sue argomentazioni. Ma se mi racconta una banalità come: il sole sorge a est e tramonta a ovest, non posso contraddirlo solo perché è un giudeo, ammanigliato con i poteri che sappiamo. Perché si tratta – appunto – di banalità.
È vero: il casino in Libia lo ha avviato Sarkozy (e proprio allora cominciai a chiamarlo “Nano-leone”). Fu lui il primo a bombardare, tirandosi dietro Cameron. All’inizio gli Usa non c’erano.
Ricordo che dopo una decina di giorni di bombardamenti Nanoleone & Socio avevano finito le munizioni e si rivolsero ad Obama. Ricordo anche i commenti sarcastici dei giornali statunitensi (in particolare il New York Times) che ironizzavano sugli eserciti da operetta europei, buoni per le parate ma non per la guerra (e questo dovremmo raccontarlo a Gentiloni e alla Pinotti).
Ignoro se Luttwak ha rievocato tutto questo. Se lo ha fatto, ha ragione. Ma ha torto quando dice che siccome il casino lo hanno combinato Francia e Gran Bretagna, spetterà a loro risolverlo. Nella merda ci siamo finiti noi, e possiamo esser certi che nessuno muoverà un dito per aiutarci ad uscirne fuori.
In fondo è giusto così: è la paga che spetta ai servi, si chiamino Berlusconi, Prodi, D’Alema, Renzi o in qualsiasi altro modo li si voglia chiamare.
(no caste)

PS:
Condivido ws.
E rincaro la dose su La Russa, l’unico del mazzo ad aver fatto il militare (Ufficiale dei Lagunari), quindi più colpevole degli altri.


Johnny 88 said...

Già, come dimenticare Sua Maestà Re Giorgio I di Napolitano-Savoia, Re d'Italia e Imperatore d'Etiopia, come esultava per la primavera libica. Come si riempiva la bocca di Risorgimento Arabo e altre puttanate "umanitarie" dall'alto del Colle. Tra l'altro dopo aver baciato la mano a Gheddafi e aver firmato un trattato di non aggressione con lo stesso manco sei mesi prima

Nessie said...

Mi spiace che tu non abbia visto la trasmissione ierisera perché le cose riferite sembrano più banali di quanto non siano state, no caste.

E mi spiace che dobbiamo sentire un americano criticare il papa a Lampedusa, che fa da Pifferaio magico nei confronti dei "migranti" (venghino, venghino...) , quando in realtà dovremmo essere noialtri a farlo.
Ora Bergoglio piange per i copti sgozzati? E' tardi.

Quanto a Napolitano mi spiace contraddirti, ma è stato il "plenipotenziario" di tutti i golpe tecnofinanziari che si sono avvicendati in questi digraziato paese. Non mi pare per nulla che si sia attenuto a quelle che sono state le sue vere attribuzioni. Ma non voglio anticipare temi che saranno oggetto del mio prossimo post.

Nessie said...

"E mi spiace che dobbiamo sentire un americano criticare il papa a Lampedusa, che fa da Pifferaio magico nei confronti dei "migranti" (venghino, venghino...) , quando in realtà dovremmo essere noialtri a farlo.".

Mi correggo: noi lo critichiamo anche troppo. Volevo soprattutto alludere ai politici ospiti in studio,che si sono scandalizzati con Luttwak perché ha semplicemente detto le cose che avrebbero dovuto dire loro.

Nessie said...

Johnny, Napolitano appartiene alla loggia Three Eyes chiamata altrimenti Tre Architetti, loggia sovranazionale segreta e potente legata direttamente alla Trilaterale, una paramassoneria fondata da Rockefeller direttamente collegata a detta loggia che ha come membri di spicco Brzinski, Kissinger, e pure la Lagarde. Se ha fatto quello che ha potuto fare quel che ha fatto, è perché non è un presidente qualunque ma un "venerabile", come si dice nel linguaggio massonico.

Nessie said...

Comunque sarebbe carino (oltre che educato)), parlare anche dello scippo della Costituzione in atto in Parlamento, che non è propriamente un buffetto. Che poi è il vero topic relativo al post. Altrimenti chiudo baracca e burattini e non scrivo più.