30 January 2015

Il ballo delle verdi insalatiere



Quando vedo le urne di vimini foderate di raso verde, più conosciute come "insalatiere" con i parlamentari che sfilano per riempirli di foglietti di carta, penso con mestizia se nel XXI secolo ha ancora un senso delegare ai partiti, ai gruppetti, ai sotto-gruppetti (molti dei quali, non eletti da nessuno come NCD e il gruppo misto), il compito di scegliere un candidato  presidenziale nel nome di tutti gli Italiani.
Hanno manipolato in tutti i modi "la più bella del mondo", in materia di bilancio economico che ora viene deciso  direttamente dalla Troika, ma una vera riforma per l'elezione diretta del Capo dello Stato da parte dei cittadini, ancora non esiste. Intendiamoci, anche laddove esiste questa modalità, le infiltrazioni lobbistiche non mancano (si veda l'elezione di Obama voluta da molte banche d'affari internazionali).

Ma quel che è certo che così con il ballo dell'Insalatiera, ci si candida a tenere un Paese sotto l'urna cineraria. Ogni fazione di partiti, ogni gruppo o sottogruppo, vota solo per i comodacci propri e  per i propri interessi particolaristici, del tutto incurante delle necessità dei cittadini. I quali in una vera democrazia, potrebbero addirittura segnalare preventivamente cittadini emeriti e specchiati, in modo da poterli eleggere a suffragio popolare e per non più di 4 anni, in luogo della vecchia monarchia del settennato. Questa è la mia opinione.  In caso contrario, hanno ragione i giovani burloni a volere Magalli for President e a portarlo in trionfo davanti al Quirinale  facendolo saltare per aria, visto che intanto, uno vale l'altro.

Vota Magalli, votaMagalli, vota Magalli, Magalli for President

Renzi, tirando fuori dalla naftalina un vetero-democristo come Mattarella che è anche membro della Consulta, ha ricompattato i suoi nel nome del nuovo che avanza.  In un attimo  è passato da "rottamatore" a "restauratore".
Patetico Berlusconi a parlare di "tradimento" del patto del Nazareno, cioè un accordo oscuro e privato fra due malfattori, al di fuori delle istituzioni. 
Chi stipula  patti nefandi col Nemico deve aspettarsi che prima o poi se cerchi di fare furberie, esiste qualcuno ancora più furbo di te, che ti frega. E' una regola aurea. Il vero tradimento Berlusconi lo ha  da tempo perpetrato nei confronti dei suoi elettori,  ma non se ne è ancora accorto.

Poi capirete la differenza: in luogo di Mattarella, lui aveva pronto il Topo  Malefico, roditore di risparmi privati.
Quanto all'antico cattosinistro Sergio Mattarella, è stato Fondatore  storico dell'Ulivo, il vice di D'Alema, durante la guerra contro la Serbia, il ministro con De Mita, nonché giudice di quella Corte Costituzionale che ha  scippato  agli  italiani l'opzione referendum per cancellare la Legge Fornero. Davvero un curriculum incoraggiante! 

Oggi e domattina continua  la cosiddetta "chiama"  intorno all'Insalatiera verde. I numeri per l'operazione "restauro" ci sarebbero. Ma c'erano anche nel 2013 per Prodi e sappiamo bene come è andata, coi franchi tiratori. E c'è l'incognita M5S, con i  10 recenti fuoriusciti dal movimento,  e altre liste peregrine in libertà.

"Non dire gatto se non ce l'hai nel sacco" diceva sempre il Trap.  Purché poi dal sacco,  non schizzi fuori ancora il Topo, la Mortadella o qualche altra quota "rosa antico". All'orrore non c'è mai fine! 
Ma soprattutto vedremo se il Patto del Nazareno va  per davvero in rottamazione, o  se il Bullo farà ancora il Ballo del Mattone con Berlusconi, dopo aver fatto un giro di twist e un giro di rock con i suoi e con Sel.

Quel che è certo è che questo pomeriggio e domani, prosegue la danse macabre intorno a urne, lugubri catafalchi e insalatiere. E che i cittadini non contano un due di picche. Ma questo si sapeva.


66 comments:

Anonymous said...

Ciao, Nessie.
Se la grande letteratura del passato ci ha tramandato i capponi di Renzo, la miserabile politica attuale ci fa conoscere il… “pollo di Renzi”…
Mi riferisco naturalmente a Berlusconi, che a quanto pare si è bevuto anche il po’ di cervello che gli era rimasto. Infatti, dopo essersi fatto giocare come un fesso dal bullo fiorentino, adesso minaccia: 1) di non partecipare alla quarta votazione e 2) di affossare la riforma elettorale.
I soliti ruggiti del coniglio…
Nel primo caso farebbe un gradito favore a Renzi che, assenti i grandi elettori di FI, si vedrebbe abbassare il quorum da 505 a 434 (e il PD, da solo, ha 446 voti).
Mentre la seconda ipotesi è praticamente irrealizzabile. Alla Camera la nuova legge elettorale è in una botte di ferro. Poteva essere respinta al Senato, ma lì è passata grazie al “soccorso azzurro” garantito da FI, arrivata al punto di votare un testo che la penalizza e bocciare un emendamento sul presidenzialismo (proposto dalla Lega), stracciando quella che era stata una sua bandiera fin dal 1994.
Che dire? Siamo di fronte a un impiastro, un apprendista stregone che dieci ne fa e cento ne sbaglia. E pensare che tutto questo succede perché vede naufragare, per la terza volta, il tentativo di portare sul Colle l’infernale topastro.
C’è poco da fare: Berlusconi sta diventando il nostro vero problema (“nostro” inteso come “area”). È lui che prende voti a destra e poi li spende come gli pare, secondo i suoi capricci o le sue convenienze. È lui il dirottatore di suffragi che altrimenti andrebbero ad allargare l’elettorato di movimenti identitari e socialnazionali. Finché ci sarà lui, non avremo niente di simile, per dimensioni, al FN. È meglio farsene una ragione, e augurarsi che si tolga dai cosiddetti il prima possibile (e sarà sempre troppo tardi).
(no caste)

PS:
Sai che non sono un “tifoso” di Mattarella (ci mancherebbe altro!), ma sai anche che, tra i “quirinabili”, considero una vera sciagura l’elezione di Amato, Draghi, Prodi o Padoan (o Visco…) e pertanto, pur di evitare un simile incubo, sarei disposto a ingoiare qualsiasi rospo… anche perché non potrei farne a meno…

Massimo said...

Perfettamente in sintonia sul presidenzialismo che non vogliono a sinistra. Del resto Mattarella non credo avrebbe un gran successo popolare. Sul Cav concordo sulla nefandezze del trattare con i comunisti per poi farsi beffa perchè credeva di aver a che fare con dei galantuomini e si è trovato davanti dei gran figli di Machiavelli. Sul futuro ... opporsi, demolire e sabotare finché costoro daranno le carte. Ogni alternativa diventa Buona.

Nessie said...

No caste, purtroppo fino a che "la più bella del mondo" (secondo il guitto prezzolato Benigni) non viene riformata in quel senso, ogni volta che decade un feroce "settennato" (che è un'eternità) ci tocca sorbirci queste purghe della danza macabra intorno all'urna cineraria, già metafora del nostro paese. Sarebbe senz'altro più semplice se i cittadini votassero per suffragio diretto impedendo a questi farabutti di confezionarsi il loro "particulare".


Bello "Topo Infernale"! Un ossimoro davvero pertinente. Quanto al Bollito di Hardcore, si può errare, ma non si deve aberrare. Il fatto di volerci rifilare per ben 3 volte l'infernale Ratto, è indice di aterosclerosi. E pensare che c'è anche chi nega l'evidenza!

Ieri Toti di FI (un vero e proprio baccalà lesso in barile) negava il fatto di essere stato per un anno "collaborazionista" del terzo governo più devastante della storia della Repubblica.
Decisamente B. è il nostro problema e mi ripugna l'idea che possa affacciarsi ancora in una riedizione del centrodestra. Quale che sia il ruolo che si acconcia a ricoprire.

Su Mattarella, vedremo se gli riesce di essere peggiore di Napolitano o di Scalfaro. E' una bella lotta.

Nessie said...

Massimo, su B. sai già come la penso perché l'ho scritto parecchie volte anche da te.

Dopo tutto il male che ci ha fatto in questi tre anni, non può che essere considerato "Padre Ignobile" del centrodestra che fu, e, per dirla con le parole di no caste, "augurarsi che si tolga dai cosiddetti", quanto prima.

E' proprio vero che chi gioca a fare il mariolo, è destinato a farsi fregare da qualcun altro più mariolo di lui. Mi spiace, ma fino a che non si toglie di mezzo, le speranze di avere un Front National all'italiana, si assottiglieranno. Dopo il Nazareno, cos'altro inventerà per fare da stampella a Renzi?

Johnny 88 said...

Ma, io ormai sono per il "sorteggio" in stile ateniese, visto che sia eleggendo direttamente che indirettamente, sempre ciofeche vengon fuori, allora che sia la Dea Bendata a decretare presidenti, ministri, giudici e parlamentari. Ovviamente sorteggio aperto non al primo che passa ma a chi è idoneo tramite test. E non sto scherzando

Comunque, siam sopravvissuti a Scalfaro, a Ciampi e pure a ben nove anni di Re Pannolone, sopporteremo anche il Mattarellum cattocomunista. Qualcuno comunque un giorno dovrà spiegarmi perché un certo "Partito" sente di avere il diritto divino di occupare il 100% delle cariche istituzionali, pur avendo preso meno del 30% dei voti alle ultime elezioni

Nessie said...

Il problema di noi Italiani è che ne sopportiamo troppe! Sopravviveremo di certo anche al Mattarellum, sempre ammesso che passi. Perché vale sempre il motto di Trapattoni sul Gatto.

"Qualcuno comunque un giorno dovrà spiegarmi perché un certo "Partito" sente di avere il diritto divino di occupare il 100% delle cariche istituzionali, pur avendo preso meno del 30% dei voti alle ultime elezioni".

Il "diritto divino" che proviene dal cosiddetto "antifascismo" del dopoguerra. Una rendita di posizione più feudale di un feudo.

johnny doe said...

"Quel che è certo è che questo pomeriggio e domani, prosegue la danse macabre intorno a urne..." e quel che è più surreale è che si tratta di danza inutile,senza senso....visto che aspettano la quarta o quinta votazione.

Per il resto condivido quanto detto nel post..

Su Mattarella, una triste salma riesumata delle guerre puniche demitiane,se non ricordo male fu ministro della difesa del bombardiere balcanico d'Alema...

Nessie said...

Sì Johnny, Mattarella ha retto il ministero della Difesa nel Governo D'Alema e nel Governo Amato (1999-2001).

Il suo incarico alla Difesa è seguito alla partecipazione dell'Italia all'operazioni NATO nella guerra del Kosovo, e ha coinciso con l'approvazione della legge di "riforma" delle Forze Armate che aboliva il servizio di leva obbligatorio - cosa di cui i compagnucci vanno molto fieri.

Col risultato che abbiamo "spinelloni", "impasticcati", tossici o nel migliore dei casi, giovinastri che vanno in cerca di "buone cause" arruolandosi nell'Isis.

Anonymous said...

Nessie, non smettiamo mai di ricordare le malefatte della sinistra, ma non scordiamo quelle della destra.
L’obbligo del servizio militare in Italia non è mai stato abolito. Formalmente esiste ancora, però è “sospeso” a partire dal 1° gennaio 2005. Ciò per effetto della legge n.226 dell’agosto 2004. Ministro della Difesa: Antonio Martino; presidente del Consiglio: Silvio Berlusconi.
Non per pignoleria, solo per dare a Silvio quel che è di Silvio…
(no caste)

Nessie said...

Ottima precisazione, no caste. Ma allora a questo punto sarebbe il caso di riscrivere il concetto di "sinistra" e pure quello di "destra".

Il sinistro Bersani si vanta di aver privatizzato e liberalizzato più della destra. E il destro Feltri, si è iscritto all'Arcigay .

Nessie said...

Per inciso: non ho approvato il candidato di bandiera di Salvini e della Meloni, in Vittorio Feltri. Potevano inventarsene un altro.

johnny doe said...

Sul Kossovo ho trovato pure questa (l'avevo dimenticata)

In Bosnia non vi è mai stato l’uso di uranio impoverito». Una simile, colossale bugia fu pronunciata infatti proprio da Sergio Mattarella, ministro della Difesa di Amato e D’Alema e che ora rischia di diventare presidente della Repubblica. A vederlo con gli occhi di quell'altro grandissimo bugiardo di Renzi l'uomo sarebbe un padre della Patria perfetto. Una bravissima giornalista lo ricorda invece così: «Me lo ricordo il bugiardo Mattarella che disse alle Camere di non aver avuto mai informazioni dalla Nato su uranio impoverito. Era dicembre 2000. Poi fu smentito dalla Nato. Quindi nominò commissione medica con dati sbagliati. Una commissione di affossamento

http://informare.over-blog.it/2015/01/mattarella-e-l-uranio-impoverito.html

Nessie said...

Ho sentito qualcosa del genere sulla bugia dell'uranio impoverito e Grillo che dice ai suoi di non votare domani per Mattarella.

Poi è arrivata pure la soffiata del "venerabile" Gioele Magaldi sul fatto che Mattarella piace a Draghi e che sarebbe proprio lui ad averlo suggerito a Renzi :

http://www.tzetze.it/redazione/2015/02/mattarella_e_stato_scelto_da_draghi_1/

Bah... temo che domani ci saranno certe sorpresucce.

Johnny 88 said...

Ci tocca sperare in uno sgambetto di D'Alema a Mr. Bean, che ricambi quello fatto da Mr. Bean a Prodi e Marini. Per la serie, ma tu guarda come siamo ridotti se dobbiamo sperare in Baffino.

Anche a me non è piaciuta molto la scelta di Feltri. S'era parlato di Paolo Savona o Antonio Martino come candidati di bandiera, personalità di alto profilo e di posizioni non prone all'eurismo imperante, che francamente avrei apprezzato molto di più come candidati di bandiera

Nessie said...

Vabbé, con Feltri, hanno rabberciato all'ultimo momento un candidato di bandiera che è sempre stato non ostile alla Lega, e questo posso anche capirlo.

Martino è sempre stato vicino alle politiche neoliberiste d'Oltreatlantico. Ha sposato un'americana e lo fanno vicino alla Pilgrims Society:

http://en.wikipedia.org/wiki/Pilgrims_Society

è sempre stato per le politiche thatcheriane, ed è meglio lascialo perdere.

Guarda, magari sbaglierò, ma io avrei gradito un candidato di mera rappresentatività artistica d'alto profilo come Riccardo Muti, che ci avesse fatto fare bella figura all'estero. Insomma una sorta di simbolo intoccabile,come suggerito da Sgarbi.

Anonymous said...

Hai ragione, Nessie. I concetti di “destra” e “sinistra” andrebbero completamente riscritti… Anzi, fosse per me, ne vieterei l’uso in politica, talmente sono diventati inattuali e fuorvianti.
È vero: Bersani ha privatizzato più di Berlusconi. Per non dire di Amato o del Prodi dell’Iri…

Sono d’accordissimo su Feltri: non basta essere un grande giornalista o aver votato Lega (ma anche AN e FI) per diventare una “bandiera”, bisogna vedere cosa c’è nella testa. E a me, le cose che ha nella testa Feltri piacciono poco.
Personalmente, dato che il “voto di bandiera” è un gesto simbolico, che non mira ad eleggere il candidato, avrei scelto Ida Magli.
Ma dubito che qualcuno dei “nostri” grandi elettori abbia mai letto un suo libro…
(no caste)

Nessie said...

E' un discorso che dovremmo affrontare, infatti. Sì, è diventato un discorso inattuale e depistante.
La destra americana repubblicana e neocon, ad esempio, è neoliberista, toglie ogni forma di protezione sociale, privatizza l'istruzione e l'educazione, e i giovani che provengono da famiglie modeste sono costretti a scuole modello Bronx. In altre parole, non credo che sia un modello proponibile qui da noi, dove già stiamo soffrendo per colpa di politiche di austerità.

Ecco, l'idea di qualcuno che avesse osato proporre la Magli, piace molto anche a me. Anche se, poveretta, ha 90 anni. Ma dubito anch'io che nel Palazzo abbiano trovato il tempo di leggerla.

Non so se hai notato che ora i media stanno riducendo Oriana Fallaci a un "santino" e a breve ci sarà una fiction tv per lei. E' proprio vero che quando si muore del tuo cadavere ognuno ne fa quel che vuole.

johnny doe said...

Ragazzi,è veramente difficile trovare un uomo valido....anche perchè se leggete i ruoli e i poteri di un PDR (capo forze armate,del CSM....) non può essere che uno della cricca.
Se invece fosse solo un ruolo rappresentativo della Nazione (come dovrebbe),di tutta la Nazione e della sua identità storico,spirituale e culturale,basterebbe un uomo di cultura e di prestigio internazionale, e qui la scelta sarebbe meno ardua. Muti ad esempio,sarebbe andato benissimo...
E' la K. da riscrivere....ma non certo come stanno facendo!

Anonymous said...

Essendosi prostituito ai " padroni esteri" berlusconi gioca il ruolo che gli tocca,: finta opposizione e "fornitore di pane" ad un "gaulaiter" italico ( cioe' un PdC :-)) che non potra' piu' essere lui.

Il problema per lui pero' e che quando la " fornitura di pane" e' veramente clamorosa , come negli ultimi due mesi , B deve rifarsi un po' di immagine "anticomunista" " .
Da qui l' ammuina di questi due giorni perche' essere il perennemente perdente ( ma "ragionevole" ) "capo dell' opposizione" puo' essere ancora molto redditizio per le aziende di famiglia.... ma guai arrivare nella riffa elettorale terzo o peggio ...
ws

Faithful said...

"Personalmente, dato che il “voto di bandiera” è un gesto simbolico, che non mira ad eleggere il candidato, avrei scelto Ida Magli."

La Magli recentemente non ha parlato proprio benissimo di Salvini,quindi dubito che l'avrebbe sostenuta come candidata di bandiera.

Sinceramente Lega e FdI non so proprio chi altri avrebbero potuto mandare avanti come propri candidati, i papabili sono tutti delle facce da beccamorto eurofili e natofili che più di così si muore, forse un Marcello Veneziani ma non so se ha l'età per potersi candidare o magari si anche una persona delle belle arti come Muti ma non credo che costoro bazzichino gli ambienti politici e/o siano interessati a diventare pdr.

Rendiamoci conto di questa cosa: queste cariche istituzionali sono talmente occupate da USA/NATO che i cosiddetti "papabili" sono sempre ed esclusivamente dei loro lustrascarpe.

Nausicaa said...

Bello, il Bullo che fa il Ballo del Mattone :-))

Non essere geloso,se con gli altri ballo il twist/ Non essere furioso, se con gli altri ballo il rock...

Personalmente, credo che dopo questo strappo episodico, il ballo del Mattone continuerà. E che noi continueremo a prendere delle mattonate in faccia.

Nessie said...

Johnny, la Kostipazione, l'hanno riscritta e manipolata, sì, ma per toglierci quelle uniche parti che ci garantivano un minimo di sovranità (il pareggio di bilancio nazionale, la famiglia naturale basata su un padre-uomo e una madre-donna, il servizio di leva ecc. ecc.).

Nessie said...

Ws, PdC cosa sarebbe? partito del Cavolo?

Di Berlusconi e delle sue ammuine ormai ne abbiamo piene le cosiddette. Intanto ben sappiamo che il suo unico scopo e di far quadrare i suoi bilanci aziendali, i quali non coincidono affatto coi nostri bilanci domestici, visto che ha sostenuto tutte le macellerie sociali possibili di questi ultimi tre anni!
E ha il coraggio di venire a predicare il solito monotono NIENTE TASSE? Beati i coglioni che gli credono ancora!

Nessie said...

Faithful, la povera Magli all'età che ha, è già tanto se riuscirà a darci un nuovo prossimo libro. Comunque ha fatto bene a biasimare Salvini e quella sua ridicolaggine del "nudo con la cravatta verde". E'un tipo di popolarità quello dei rotocalchi scandalistici che è meglio non avere.

"Rendiamoci conto di questa cosa: queste cariche istituzionali sono talmente occupate da USA/NATO che i cosiddetti "papabili" sono sempre ed esclusivamente dei loro lustrascarpe".

Questo si sa e lo ha ripetuto pure Johnny Doe. Noi qui ci limitiamo solo a sognare a occhi aperti il presidente che non c'è.

Nessie said...

Nausicaa...

con te/yé yé/ con te/yé Yé/ con te che sei la mia passione/io ballo... il ballo del mattone... :-).

"Personalmente, credo che dopo questo strappo episodico, il ballo del Mattone continuerà. E che noi continueremo a prendere delle mattonate in faccia".

Altroché! Mattonate nelle gengive. E se anche non continuasse, stiamo pur certi che il sostituto partner di danza non sarà migliore.

Faithful said...

Non stavo disquisendo sul fatto che quella del Salvini fosse una mossa esatta o sbagliata Nessie, dicevo solo che non puoi portare un candidato di bandiera che giusto ieri l'altro ti ha quasi mandato a quel paese tutto qua.

Per il resto io non darei troppo per scontata la cosa dell'alternativa impossibile se c'è messer banana eh, in Francia Sarkosy è sempre lì proprio in funzione antilepenista eppure lei è avanti a tutti con 10 punti di scarto.
Già adesso messer banana è ridotto al lumicino, secondo me quelli che devono ripensare un'attimo alle priorità sono gli elettori in buona fede di pittibimbo, che per la cronaca sono sempre meno.

Il ballo del mattone evidentemente non fa male elettoralmente solo a messer banana..

Nessie said...

Certo che è così. Messer Banana serve proprio da "inciampo" nella costituzione di un partito identitario in stile Front.
Le consorterie sovranazionali lo hanno disattivato, ma non eliminato. La serva, serve ancora anche se azzoppata.

Angelino Jolie, è stato redarguito a dovere da Bella Napoli (c'è stata una telefonata) e da Bimbominkia che lo ha minacciato di cacciarlo fuori dal suo governo, se avesse votato scheda bianca. Come ministro dell'Interno sarebbe stato poco "etico". Evidentemente Renzi sa di avere altri numeri. Alfano si è subito messo a cuccia.

Anonymous said...

# Faithful.
Era la mia “personale” opinione, come credo si capisca bene dalla frase che hai citato.

Comunque non ritengo che il fatto di aver parlato bene o male di Salvini sia una discriminante indispensabile (e se anche lo fosse, neppure Feltri ne ha sempre detto bene).
Ribadisco che un candidato di bandiera lo si vota come gesto simbolico, a prescindere dalle sue possibilità di essere eletto, anzi spesso sapendo che non lo sarà mai.
E lo si sceglie in base a criteri come la statura morale, le idee, l’autorevolezza, quello che rappresenta ecc. (non necessariamente tutti insieme). In tale contesto anche Muti va bene, ma Feltri no, poiché (sempre a mio parere, non è il vangelo) non rientra in nessuno di questi criteri.
(no caste)

Johnny 88 said...

E alla fine Mattarellum è stato, pure coi voti dell'emiro Al-Fanoh


Come diceva Mr. Bean? Largo ai gggiovani! Certo, largo ai ggggiovani ex ministri di Andreotti e De Mita

Faithful said...

@Nessie

Non ha molta importanza,anche senza un FN italiano un'alternativa si può costruire ugualmente,probabilmente è anche per questo che fu usato Fini:per demolire quel che era rimasto del vecchio MSI,credendo di spazzare via del tutto rappresentanze identitarie.
Ma la cosa che mi conforta è che gli apprendisti stregoni d'oltreoceano con noi non ci hanno mai azzeccato,e difatti ci fanno votare il meno possibile per evitare sorprese a loro spiacevoli.
Personalmente ho sempre creduto che è anche per questo che il mondo anglosassone e teutonico in genere non prova grandi simpatie per noi,perché siamo ben poco manipolabili da costoro.

@Nocaste

Come dice il nome un candidato di bandiera deve essere la tua bandiera,deve rappresentarti il meglio possibile proprio perché tanto poi non viene eletto e in questo senso è stata fatta letteralmente terra bruciata di candidati che andassero bene sia a Lega che a FdI temo.
Su Feltri non ho detto nulla ma ammetto che non ero a conoscenza della sua iscrizione all'arcigaio,ma è dell'altra sponda o è una provocazione o cosa?

Nessie said...

Faithful, no Feltri non è dell'altra sponda. Lo ha fatto semplicemente per essere à la page e pensando di fare l'anticonformista.

Il parallelo col Front è stato fatto tanto per intenderci. Poi è chiaro che ciascuno ha la propria storia.

Nessie said...

Johnny88, hanno riesumato questo vecchio catafalco che alla fine del settennato compirà 80 anni.

Mi chiedo io se avessimo ottenuto l'elezione diretta del PdR quali e quanti italiani avrebbero riesumato una simile salma. Certamente il Bimbominkia è contento perché fa la figura del grande statista che ha ricompattato il dissenso interno.

Faithful said...

Pittibimbo non ha moltissimo da esser contento,lui avrà anche ricompattato ma il suo schiavetto con le catene ai piedi comincia a perder pezzi:

http://www.unionesarda.it/articolo/politica_italiana/2015/01/31/sacconi_si_dimette_da_capogruppo_ap_scelta_irrevocabile_a_effetto-1-405918.html

Ancora un po e dovrà cooptare il suo secondo schiavetto messer banana,che lo faccia pure ed escano tutti allo scoperto magari è la volta buona che ce ne liberiamo per davvero.

Aldo said...

A me ha colpito soprattuto il modo sfacciatamente falso in cui è stato gestito il teatrino, il "gioco delle parti". Non c'è nemmeno più il pudore di fare le cose di nascosto.

Johnny 88 said...

Chi lo avrebbe votato in caso di elezione diretta? Forse i suoi parenti e il suo ex capo-corrente De Mita

Nessie said...

Bimbominkia non conta una benemerita mazza. Tutte le sue decisioni sono frutto delle conventicole di Bruxelles. Se è così deciso e spavaldo è solo perché ha dei buoni burattinai dietro le quinte. Ogni azione ha sempre una reazione. E il metodo unilaterale che ha adottato per la candidatura di Mattarella sulla testa dei suoi partiti-stampella è ovvio che abbia una reazione da parte dei non piddioti. Reazione però già contemplata da chi di dovere. Che provvederà a organizzargli quanto prima nuove alleanze.

Nessie said...

Aldo "Non c'è nemmeno più il pudore di fare le cose di nascosto".

E perchè mai dovrebbero averlo? Possono pure pisciarci in testa che nessuno di noi va a cingere d'assedio il Palazzo mettendo loro addosso un bel po' di spavento.

Nessie said...

Johnny, un po' di parenti li troverebbero anche nelle elezioni dirette. Ma non così tanti da diventare capo dello Stato. Hai notato che buona parte della classe politica proviene tutto dallo stesso meridiano? Napolitano, Finocchiaro, Grasso, Vendola e ora Mattarella. Bisognerebbe fare i Laenders come in Germania e creare quote ripartite da non superare, regione per regione. Non trovo giusto che il Nord industrializzato abbia meno rappresentanza politica del Sud.

Anonymous said...

E così il “mattarello” ha funzionato…
Stamani, intervistato dal “Fatto”, Mastella (uno che se ne intende…) ha spiegato tutto con poche parole: il clamoroso errore strategico di Berlusconi è stato quello di far approvare la legge elettorale prima dell’elezione del presidente della Repubblica, andando così al tavolo della trattativa «senza più frecce nel suo arco».
Doppia “tafazzata”: nel giro di pochi giorni ha incassato una legge elettorale che penalizza FI e un capo dello Stato che ritiene suo nemico (anche se non è poi del tutto vero: nel 1999 Mattarella votò contro l’autorizzazione all’arresto di Dell’Utri).
Intanto la grancassa mediatica è già all’opera e possiamo scommettere che tra qualche giorno il presidente più sconosciuto agli italiani svetterà in tutte le classifiche di gradimento.
In cuor mio spero che continui a tenere il profilo basso e si limiti a fare l’arbitro invece di giocare la partita, come ha fatto qualche suo predecessore. Anche se mi rendo conto del pericolo perché, con Renzi al governo, avremmo necessità di uno in grado di tenerlo al guinzaglio.
Ma è sempre così: se hai bisogno del pane, ti danno l’acqua e se hai bisogno dell’acqua, ti danno il pane…

#Faithful:
«…un candidato di bandiera deve essere la tua bandiera, deve rappresentarti il meglio possibile…».
Appunto. Siccome esprimevo il “mio” candidato di bandiera ho fatto il nome della Magli. Se Salvini si ritiene rappresentato «il meglio possibile» da Feltri, se lo tenga e buona notte.
Non mi risulta che Feltri sia diventato “omo” e non mi interessa: non è questo il problema. Ognuno può avere i gusti che vuole. Ma l’iscrizione a quell’immondezzaio che è l’Arcigay, le sue posizioni sulle coppie di fatto, sull’eutanasia ecc., quelle sì, sono cose che mi interessano eccome…
Sulla Magli, condivido l’opinione di Nessie: ha fatto benissimo a censurare quello stupido servizio fotografico. Una pagliacciata che Salvini poteva risparmiarsi, andata di traverso – a quanto mi risulta – a molti elettori e simpatizzanti della Lega.
(no caste)

Johnny 88 said...

Comunque, onestamente, di tutti i presidenti della repubblica che abbiamo avuto gli unici a non provocarmi la gastrite sono Cossiga e Gronchi. Sugli altri stendiamo un velo pietoso

Nessie said...

Sì, stendiamo un velo pietoso, anche se a onor del vero, Carlo Azeglio Ciampi da presidente era meno indigesto che da banchiere. In ogni caso, non è riuscito a uguagliare Bella Napoli che continua a fare il consulente anche adesso che potrebbe far riposare le sue stanche ossa.

Nessie said...

No caste
"Ma l’iscrizione a quell’immondezzaio che è l’Arcigay, le sue posizioni sulle coppie di fatto, sull’eutanasia ecc., quelle sì, sono cose che mi interessano eccome…"

Interessano a tutto quell'elettorato conservatore che finora non ha una vera rappresentanza a tutto tondo. Ma ci dobbiamo accontentare di quel che passa il convento...

Nessie said...

PS: su quello che dice Mastella è vero. Ma Mastella che è uno che nelle "gàbole" del politichese ci si sguazza, non dice lo schifo di legge elettorale che con l'aiuto determinante di Messere Bunga ci tocca sopportare. E' una pessima e antidemocratica legge che blinda preferenze e dà premi di maggioranza alla lista. Io spero (ma non ci conto troppo) che ci sia ancora lo spazio per emendarla.

Anonymous said...

scusate , fermo restando che la candidatura di un individuo come feltri era semplicemente ridicola , e che era meglio la magli ( tanto sia feltri che la magli hanno da sempre sputato sulla lega .. ma la magli almeno gratis e con piu' coerenza :-))..

... ma quale "prestigioso" italiano poteva candidare salvini che poi non ne avesse subito "preso le distanze " ? Ma lo volete capire che il disastro di questo paese e' che nella sua cosiddetta " elite" ( cioe' nella nostra classe " digerente" :-) ) non se ne trova uno che sia abbastanza coraggioso da rischiarci del suo ?

Giusto bagnai poteva candidare salvini ... ma mi sa che non aveva l' eta' .. :-)

ws

PS: comunque sempre piu' spesso salvini dimostra di essere si molto bravo tatticamente , ma strategicamente un po' scarsino ... insomma un " giovane fini" per intendersi :-)

Anonymous said...

Purtroppo, Nessie, temo non ci sia più niente da fare, ormai. La riforma elettorale si poteva bocciare solo al Senato (dove la maggioranza traballa) se tutte le opposizioni avessero fatto il loro dovere, spalleggiate dai dissidenti all’interno del PD. Ma sappiamo come è andata…
Ora il testo licenziato dal Senato dovrà essere approvato dalla Camera, dove non corre rischi poiché il governo dispone di 399 voti su 630. Pertanto, a meno che il PD non si spacchi letteralmente in due (cosa quanto mai improbabile), siamo fritti.
Resta in piedi solo l’ipotesi dell’incostituzionalità.
Il costituzionalista Villone (DS, ma contrario alla legge) ci crede e crede anzi che sarà proprio Mattarella a rifiutarsi di firmare

https://triskel182.wordpress.com/2015/01/31/litalicum-e-incostituzionale-mattarella-lo-dira-silvia-truzzi/

Per me si fa solo delle pie illusioni.

E guarda che si tratta di una legge davvero infame, assai peggiore del “porcellum”, che assegna a UNA SOLA lista una maggioranza tale da consentirle fare quel che vuole. Non ho bisogno di dirti quanto ciò sia pericoloso, specie in considerazione del fatto che il Senato (non più elettivo) avrà una facoltà legislativa limitatissima e non voterà più la fiducia al governo.
Ecco come ci hanno conciato i due ladri di Pisa, che di giorno litigano e di notte vanno a rubare insieme…
(no caste)

Faithful said...

"anche se a onor del vero, Carlo Azeglio Ciampi da presidente era meno indigesto che da banchiere."

Non saprei,un €urofanatico al pari,se non peggio,dei tre porcellini G&S (Prodi,Monti,Draghi).

@nocaste

Il discorso non verteva tanto sulla qualità di Feltri ma su quella di tutti gli altri,tralasciando il caso Ida Magli chi altro c'era?
Giusto qualche personalità esterna alla politica che non si sà neanche che opinioni abbia in merito ai temi di attualità come Muti e basta.

Non per ripetermi ad oltranza ma è sconsolante..

Nessie said...

Ws, Salvini per dirla col linguaggio degli allevatori dei cavalli è ancora "verde". Ma si farà. O almeno lo spero.

Nessie said...

o caste, stasera in un'intervista ai microfoni del Tg pure Bersani ha criticato la legge elettorale e i suoi elementi di antidemocraticità (parlamentari nominati, premio alla lista vincente ecc. ) e ha lasciato capire che dopo l'elezione del Capo dello Stato, se ne riparlerà. Non ha spiegato come.

Sì i due ladri di Pisa ci hanno davvero conciato per le feste. Non sopporto il vittimismo di Brunetta quando asserisce con la stampa che loro hanno offerto MOLTO (l'eliminazione del doppio turno e tutto il resto delle fregature che hai citato) e hanno ottenuto un bel niente da Renzi, dopo la nomina di Mattarella. Ben gli sta, perdinci!

Hanno fornito fregature agli Italiani e sono stati ricompensati con egual moneta.

Nessie said...

Faithful, che il sor Ciampi fosse un eurofanatico si sa.
Ma io parlo del suo protocollo di Capo dello stato. Che era assai meno invadente e pervasivo di Bella Napoli, sempre col ditino alzato a pontificare. Se Mattarella si limita alle 5 parole in croce del suo esordio, la ritengo già una qualità.

Faithful said...

"Ma io parlo del suo protocollo di Capo dello stato. Che era assai meno invadente e pervasivo di Bella Napoli, sempre col ditino alzato a pontificare."

Il livornese era semplicemente molto meno logorroico,pomposo,retorico e (di conseguenza) fastidioso di re pulcinella ma era ugualmente invasivo anche se agiva più in sordina,per dire fu lui a sabotare in parte il porcellum imponendo il premio di maggioranza al senato su base regionale rigirandosi come gli pareva quello che c'era scritto sul titolo V della cartaccia "più bella del mondo".
Non ha agito in maniera molto diversa dai parrucconi della consulta che hanno finito di sabotare quella legge togliendo direttamente il premio di maggioranza per costringerci ad accettare l'italicum di pittibimbo.

Quello che non erano riusciti a fare col governo Prodi e col referendum del 2009 lo stanno facendo adesso:portarci a un bipartitismo all'americana per meglio controllare i governi delle loro coloni..ahem..volevo dire "paesi liberi".

Johnny 88 said...

In effetti Ciampi le porcate peggiori le ha fatte prima di diventare Presidente della Repubblica, come governatore di Bankitalia, bruciando le riserve valutarie per evitare la svalutazione della lira, che poi arrivò lo stesso, e come ministro del tesoro quando taroccò i conti per farci entrare nell'Euro. Come presidente è stato abbastanza innocuo, forse il meno peggio tra quelli della cosiddetta seconda repubblica. E il fatto che Ciampi, uno che dovrebbe marcire in galera per le suddette porcate, sia stato il meno peggio la dice molto lunga sugli altri due, ovvero Scalfari e Napolitano. Il Mattarellum oggettivamente era il meno peggio che ci potesse capitare, visti gli altri nomi che giravano. Possiamo dire che c'è andata, non dico bene, ma molto meno male di come poteva andare se avessero eletto Prodi o Amato. Se si limita a vegetare e tacere, come fatto durante la sua trentennale carriera politica, potrebbe anche risultarmi meno indigesto di Sua Altezza Imperiale Re Giorgio di Napolitano-Savoia, Re d'Italia e Imperatore d'Etiopia

Nessie said...

Certo che siamo proprio dei poveracci, noi Italiani! Costretti a dover scegliere tra stracci e cenci. E ci accontentiamo pure di poco,visto che siam qua a scongiurare il meno peggio.

Intanto vale la pena di sottolineare che un giudice della Corte Costituzionale come Mattarella si becca 420.000 EURO all'anno, più bonus. Dopodiché si può anche permettere di fare il modesto con la Panda grigia.

Anonymous said...

"Persino quelli che avevano guadagnato una certa qual fiducia e consenso, visto che si presupponevano nuovi alla politica (i 5 Stelle) si sono rivelati una grande delusione dovuta al fatto che, una volta dentro il Palazzo, nello spazio di un lasso di tempo, in molti hanno disertato aggregandosi agli altri, mentre quelli che sono rimasti non hanno trovato di meglio, loro che volevano apparire “rivoluzionari”, che proporre nominativi screditati per la presidenza, come Romano Prodi, proprio quel personaggio che ha portato l’Italia nel disastro dell’euro"

http://www.informarexresistere.fr/2015/01/31/sceneggiate-della-politica-mentre-il-paese-reale-affonda/

Z

Nessie said...

I 5 stelle sono passati alle 10 stalle.

Anonymous said...

In qualità di suddito e schiavo mi sono tenuto alla larga da queste cerimonie della nostra "democrazia" orwelliana e della sua gerarchia... Poi questo è un paese così democratico che anche quando il PD/PDS e Poteri annessi non avevano i voti e perdevano le elezioni detenevano comunque il Vero Potere figuriamoci ora...
Quanto a Berlusconi sarebbe interessante capire quanto del suicidio e dell'essersi ridotto a una marionetta è dovuto alla pistola che si ritrova puntata alla tempia da cui sono già partiti un paio di colpi e quanto alla sua dabbenaggine sconfinata. L'unica possibilità per una futura forza di opposizione (per quanto consentita da Lorsignori naturalmente) è che Forza Italia venga spazzata via elettoralmente.
Scarth

Nessie said...

Scarth, ieri i media hanno organizzato una tragica pupazzata non stop fino all'una di notte, con la solita Vespiade e il plastico delle insalatiere, o poco ci manca. Una farsa indecente. Poi la Gruber che con grande pluralismo ha invitato in studio la Serracchiani (piddiota), uno scrittore sinistro come Veronesi, e Paolo Mieli. Sulle reti private in alternativa, c'era Schindler List e filmografia olocaustica che dal 27 gennaio si sono prolungati fino al 31. Si ricordano i morti del passato, per ignorare quelli del presente.

Ma torno al Bollito di Hardcore. Delle tue due opzioni ce n'è una terza che hai dimenticato: i suoi affari in Borsa dell'impero Mediaset. Ogni volta che dice YES alle porcate di Renzi, le sue azioni volano.

Faithful said...

Occhio gente,qualcosa mi dice che hanno già trovato il sostituto del messere in via di pensionamento

http://www.imolaoggi.it/2015/02/01/passera-nasce-italia-unica-partito-di-liberali-moderni-che-condanna-il-populismo/

L'ennesima "alternativa" made in U$A.

Nessie said...

I sostituti del Banana sono tanti soggetti a cui sta pensando Renzi (non ultimo i tsiprioti italioti), e non solo il Passera solitario, per il quale, a occhio e croce, non vedo un grande futuro, se non come listarella di disturbo. Il povero Passera ogni volta che reclamizza la sua "cosa passeracea" lo fa fa nei momenti in cui i media sparano i loro riflettori altrove. Come è avvenuto ieri:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/passera-che-masochista-ogni-sei-mesi-circa-corradino-lancia-suo-93586.htm

Faithful said...

Ecco avevo l'impressione che faccia da beccamorto e il livornese di.. fossero parecchio in sintonia,e a quanto pare ci ho preso:

http://www.imolaoggi.it/2015/02/01/mattarella-telefona-a-ciampi-grazie-per-tutto-quello-che-hai-fatto-per-il-paese/

Forse non saranno fastidiosi come re pulcinella ma aspettiamoci eurofilia da tutti i pori e stilettate dove più fa male come quella tirata per affossare il referendum sulla legge Fornero o quella del livornese sul porcellum,poi affossato anch'esso da faccia da beccamorto insieme agli altri azzeccagarbugli per meglio rifilarci la prossima legge elettorale che anche se è una porcheria stiamo tranquilli che lì il premio di maggioranza alla lista non verrà minimamente toccato da lor signori.
Alla fine non vedere più re pulcinella e la sua claque adorante è solo una magrissima consolazione.

Nessie said...

Sì, ho sentito che i due si sono cercati. Martedi ci tocca la purga dell'insediamento al Quirinale con grande cerimonia e gran parate.

Coerenza avrebbe dovuto suggerire al neo Presidente di rifiutare la sua nomina e incarico, visto e considerato che è stato eletto da quello stesso parlamento che fu giudicato da lui, già membro della Consulta, come illegittimo.

Hector Hammond said...

Un paese in mano ad un demoKristiano , di vecchio stampo ed ad un giovane toscano di sinistra .Da certa classe dirigente non ci si riesce a liberare e non è che il nuovo , vedi movimento 5 stelle abbia brillato molto . Ho trovato dignitosa la lega di salvini , per quanto non esente da difetti , ha avuto almeno il pregio di chiamarsi fuori da questi giochetti . Penso che il fatto di essere un movimento nato al di fuori di internet alla fine abbia ripagato rispetto ad un movimento basato sul vacuo mondo della rete .

Nessie said...

Sui 10 stalle, mi sono già espressa. Alla fin fine non mi è ancora chiaro che razza di opposizione fingano di fare. Già ne abbiamo le scatole piene della falsa opposizione consociativa di Forza Italia, che anche dopo la batosta presa è già pronta a "riprendere il dialogo".

Vanda S. said...

Purtroppo io credo che molta gente e' talmente disperata da credere anche alle favole: la maggior parte delle persone che conosco in Italia all'elezione di Mattarella hanno commentato che "e' una persona seria, onesta. Gli hanno ucciso il fratello. Questo sicuramente rimetterà' le cose a posto" Sono pronti a credere a tutto pur di avere l'illusione che esista un leader in grado di salvare il paese dallo sbando....anche se non e' così'.....Sappiamo bene che gli arriveranno altre bastonate e allora a chi santo andranno a pregare?

Nessie said...

Se è per questo, Vanda, ci sono in giro tante "brave persone" che hanno creduto in un passato recentessimo alla magnanimità e correttezza di Napolitano. Ma questo fa parte della creduloneria e faciloneria "di massa", dovuta soprattutto alle "favole" create ad hoc dai media. Si parla tanto di "hearts and minds", ma i più grandi costruttori di operazioni legate alla conquista dei "cuori e delle menti", sono i media mainstream.

Aldo said...

Credi una volta, credi due, credi tre... passano i decenni e alla fin fine ti svegli e, con grande scorno, non credi più a niente. Ma è del tutto inutile, perché son già pronti milioni di giovanotti ignari che riprendono a credere esattamente da dove hai smesso tu. Morale?

Nessie said...

"Ma è del tutto inutile, perché son già pronti milioni di giovanotti ignari che riprendono a credere esattamente da dove hai smesso tu. Morale?"

Morale la vita continua... Con le sue illusioni, le sue delusioni e le sue disillusioni.