13 September 2012

Il parassita Befera e il suo redditometro




Ci vogliono far sentire con la forza degli strumenti tecnologici "ladri, parassiti ed evasori". Vogliono attuare preventivamente una colpevolizzazione di massa dei cittadini, basata sul terrorismo fiscale  e in proposito ecco cosa scrive Ida Magli nel suo ultimo articolo:   "Perciò stiamo, senza accorgercene, scivolando verso la dittatura e il governo dei banchieri può fare qualsiasi cosa, così come di fatto sta facendo: dare del ladro ed evasore ad ogni cittadino che abbia in mano più di cinquanta euro, togliendogli ogni dignità, preparandolo ad una sottomissione sempre più completa".
 
Questo quando proprio oggi, falliMonti smentisce di appartenere al "governo dei banchieri". Ma nooo? E' mai possibile che sia solo, chessò una calunnia-venticello?
 
Insomma siamo alla solita vecchia fòla del ladro che urla al ladro e al vero parassita (sanguisuga, zecca, pulce ecc. ) che si fa pubblicità gettando anatemi e scomuniche  nei confronti dei cittadini chiamati con l'appellativo che spetterebbe a lui. L'ultima di Befera è il suo dannato redditometro su tutto quel che spendiamo, e guai a chi porta il bambino all'asilo perché deve recarsi al lavoro e paga tanto di retta di sua tasca. Guai a quel poveraccio che va in palestra o a nuoto o a tennis a rilassarsi e a mantenersi in forma dopo una giornata di lavoro, poiché passa per un riccastro da tenere strettamente d'occhio.  Vacanze e biglietti di agenzia? Redditometro. Baby sitter perché non si ha un nonno o una nonna a portata di mano in grado di sorvegliare i piccoli, quando si va al lavoro? Redditometro. E questo quando proprio oggi i dati di Confindustria ci dicono che mai i consumi italiani sono stati così bassi, depressi (si parla addirittura del II dopoguerra) e contenuti al minimo indispensabile.

Ecco dunque una lista satirica prelevata dal blog di Beppe Grillo su tutto quello che Befera potrebbe aver ancora dimenticato dal titolo emblematico "La tassazione della carta igienica". Certamente nel conto di Equitalia, anche il numero di volte in cui tiriamo lo sciacquone, avrà il suo...peso :
 
Spese voluttuarie come la badante, il cellulare, l'asilo, l'università dei figli, l'abbonamento in palestra, la parcella del veterinario, le donazioni alle Onlus saranno d'ora in avanti controllate dal fisco.
Vorrei dare un contributo per l'estensione dei controlli sulle famiglie italiane. Infatti, non sono ancora compresi, ma andrebbero inseriti: i maxi rotoli di carta igienica, il dopobarba, il parrucchiere, l'abbonamento per il cappuccino al bar (10 cappucci, nove euro), la tessera del tram e del treno per i pendolari, il biglietto del cinema (in particolare 3D e Imax), l'ingresso a teatro, i cotton fiocc (confezione da 100), la spesa al supermercato se superiore ai cento euro settimanali, l'abbonamento ai quotidiani, l'adsl, le scarpe (in particolare quelle da ginnastica), le aspirine in tubetti da 10, gli shampoo tranne quelli per bambini, l'utilizzo frequente dello sciaquone del water (non più di 5 volte al giorno e non per la pipì), gli scontrini dei ristoranti e delle pizzerie, le spese per il matrimonio (su questa voce ci siamo
già portati avanti), funerali, battesimi, cresime e divorzi (per divorziare è necessario ormai disporre di un reddito medio alto), le donazioni domenicali durante la messa, le assicurazioni sulla casa e sulla salute, biciclette, monopattini e oggetti per la mobilità individuale, preservativi per uso superiore alle 4 volte al mese (solo di sabato...), montature di occhiali di tartaruga, consumo di energia elettrica oltre i 40 euro mensili e di spese da riscaldamento superiori agli 800 euro annuali, parenti all'estero con un reddito (per la tassazione presuntiva in caso di donazioni in nero ai disoccupati), regali natalizi, doni di compleanno (in particolare per il diciottesimo anno), cravatte, camiceria firmata con le iniziali, maglioni in cachemire, sigari, sigarette "americane", la tessera dell'abbonamento alla squadra del cuore (obbligatorio in dichiarazione se vince lo scudetto), macchine fotografiche, zainetto per la scuola, penne "Carioca" multicolore, astuccio griffato di Batman e di Ben 10, acquari e pesci rossi in boccia da sei litri, abbonamento a Sky, collezione di francobolli del periodo coloniale, cappelli Borsalino, vecchi dischi di Little Tony, calendari Pirelli, impianti di condizionamento, ficus da appartamento, terrazzi, terrazzini e balconi di almeno tre metri quadri, finestre luminose, max 80 centimetri per un metro (come nel Medioevo), annate complete di Alan Ford e di Zagor, tessera punti benzina (sovrattassa sul regalo della stazione di rifornimento), vincite al tiro a bersaglio al luna park (da sempre senza scontrino), aria ossigenata per chi vive al di fuori dei centri urbani, vicinanza della casa a prati demaniali (basta con le corse gratis sull'erba), ecc. 

Equitalia è la scure, la mannaia dell'usura bancaria  di questa Europa,  estesa all'Agenzia delle Entrate, divenuta sempre più strumento di oppressione, di esproprio e di dittatura fiscale. Ecco come si esprime in proposito in un'intervista,  Elena Polidori autrice di un libro sull'agenzia di Riscossione nata con Tremonti, mantenuta sotto il governo Prodi e in auge sotto Monti:
 
Nel suo libro scrive che "una macchina da guerra creata per essere al servizio dei cittadini spesso si trasforma nel loro incubo peggiore". Come succede?
In molti modi. Con tassi di mora che dopo un certo periodo di tempo arrivano all'11%: una cifra altissima, se consideriamo che la soglia di usura è al 14%. Succede con ipoteche sulla casa e sulla macchina per poche centinaia di euro, magari per una multa non pagata o il canone Rai evaso. Ci troviamo di fronte all'assurdo che si arrivano a pignorare gli strumenti di lavoro di un artigiano, o perfino le pecore di un pastore sardo. E' successo anche questo, in Sardegna. Ma di esempi ne potrei fare a centinaia. Ad una persona di cui non farò il nome Equitalia ha ipotecato il garage di 80.000 euro, per un debito che era di 156 euro. continua qui


 
Non pago dell'aggio esattoriale  e dei tassi usurai praticati che hanno cagionato la  disperazione  e la morte  per suicidio di molti nostri bravi imprenditori, ora Attilio Befera (ovvero l'eco dello Strozzino), si mette pure a fare il perverso Guardone del nostro Quotidiano, minuto per minuto.
(foto in alto: zecca dei cani)

70 comments:

Huxley said...

Rumors indicano una prossima candidatura di 'Berija' Befera sotto le insegne del piddì... dopotutto i lettori di Repubblica e sinistrati in generale vanno pazzi per le trovate del loro 'idolo'.
Premesso ciò non posso che ripetere le stesse cose che ho scritto nell'altro post: avremo una ulteriore contrazione dei consumi e un non precisato esercito di nuove vittime del sistema Equitalia.
La perdita progressiva di libertà oramai è diventata una prassi e pare che agli italiano non importi un granchè.

Nessie said...

Che non gliene importi un granché, non lo credo proprio. Il problema è che se anche ci sono delle reazioni forti, dai media mainstream non veniamo a saperle.O lo sappiamo in versione purgata.

Tanto per cominciare in Sardegna hanno fatto un assalto a Equitalia, portandosi via un cospicuo bottino di denaro e poi dandosi alla macchia. In realtà hanno solo prelevato il "maltolto" agli usurai. Ma i sardi, per chi li conosce, è un popolo isolano molto solidale e con ancora un bel po' di palle.

Nessie said...

Huxley, ho beccato anch'io in rete i rumors sull'eventuale candidatura di Befera col Pd. E' proprio il caso di dire che questi imbecilli, sono per il suicidio...assistito :-)

Maria Luisa said...

ho un fratello a carico in quanto disoccupato, pensate che debba inserirlo nel redditometrO?
Maria Luisa

Johnny88 said...

Chissà invece che farà Befera coi suoi 400mila Euro di stipendio pagato dagli schifosi evasori...

Josh said...

d'accordo con tutto. Anche con le immagini scelte, molto appropriate.

un appunto sulla lista di Grillo
"l'abbonamento per il cappuccino al bar (10 cappucci, nove euro)"

è impossibile. Dalle mie parti un cappuccino va dai 2 euro ai 2,50 quindi l'abbonamento scontato a 10 cappuccini è almeno 19-20 euro, non di meno.
Questo se li bevi in piedi al bancone, perchè se c'è un tavolino e ti siedi buonanotte.

fabio gironi said...

D'accordo con quel che scrivi però ti seguo da un paio di mesi e mi sono accorto che qui tutti i commentatori sono sempre d'acordo. Mai una voce fuori campo. Inoltre non ho mai visto la tua firma o quello dei tuoi commentatori abituali in calce a qualche intervento su blog diciamo avvversari.
Quello che voglio dire è che questo spazio, lucido e controcorrente è chiuso in se stesso, non incide e sopratutto non rompe le scatole in altri blog ( la maggioranza )dove si continua imperterriti a scrivere di un paese e una società che non ci sono.

Josh said...

Befera sta proprio bene nel PD, con LA Fornero.
zona zecche bancarie e assassini tassatori.

Avevo letto il pezzo della Magli giorni fa. E teniamo conto che a un'intervista tv Passera aveva già aggiunto che molto probabilmente il contante permesso sarà di 20 e non più i 50 euri annunciati.

Basilari anche le osservazioni della Polidori, sui tassi da rapina in caso di verifica di Equitalia, in zona usura, ma anche gli assurdi espropri come gli esempi citati, per 150 euro che devi dare ti espropriano un immobile che ne vale 80.000,
o a un artigiano/pmi per un cifra ridicola, sequestrano i ferri del mestiere o la fabbrichetta/laboratorio, impedendogli di fatto di pagare il dbeito, e mettendo sul lastrico lui, la famiglia e i 2-3 dipendenti se li ha.
Tipico dell'anima dannata usuraia di queste impunite teste di caxxo.

Josh said...

Nessie
"ho beccato anch'io in rete i rumors sull'eventuale candidatura di Befera col Pd. E' proprio il caso di dire che questi imbecilli, sono per il suicidio...assistito"

Iniziassero a suicidarsi loro, allora, staremmo tutti meglio. Ma si sveglieranno prima o poi anche quegli idioti dei sinistrati.
Quanta fuffa fuffata di servizietti a nero gira intorno al "partito"? quanti privilegi e regalie (spese coop, orti, arci & co) anche come piccoli favori tra "partito" e simpatizzanti, pensando solo alle 'feste' ?
con lo stato di polizia fiscale certi trasversalismi non saranno possibili, non dico ai 'grandi potentati' che la faranno sempre franca, ma al pensionato komunista-tipo, all'operaio komunista -tipo molti aiutini non saranno più possibili.

a dire il vero qualche kompagno alla lunga si è svegliato, come si vede qui:
http://www.ilmessaggero.it/economia/alcoa_fornero_fassina/notizie/218636.shtml

probabilmente devono essere toccati pesantemente nella tasca per farli svegliare...del resto 'il Capitale'...peccato che mentre s'attende da 70 anni che si sveglino, noi continuiamo a pagare sempre e sempre di più.

Nessie said...

Essì, M. LUisa, mi sa che dovrai segnalarlo ad Attila-Attilio:-) il Vampiro.


Giusto aver ricordato il suo stipendiuccio, Johnny. L'ho già scritto in altro post su questa sanguisuga, ma occorre sempre ripeterlo e magari stamparlo in giro per le città.

Nessie said...

D'accordo sull'ottimismo della lista cappuccini, ma la Grillo-list è geniale perché ci ha messo pure le annate di Zagor e di Alan Ford. Il problema vero, caro Josh, e che queste sanguisughe non hanno il senso del limite né del ridicolo.

Ho sentito anch'io delle intenzioni passeracee circa il contante da diminuire ulteriormente. E' evidente che vogliono "demonetizzare" la società per ridurci allo stato amebico. Tutto grasso che cola per Befera che può controllarci in ogni minimo gesto. Anzi, no, tutto sangue che cola, per quella miserebile e schifosa sanguisuga.

Nessie said...

Josh, molti dei voti degli scontenti del PD sono già transitati sul M5S e su Di Pietro. Ma loro praticano lo zittificio staliniano e non lo fanno sapere in giro.

Anonymous said...

Salve Nessie, le cose giuste che dici ovviamente non le trovo sulla stampa di regime. Se non guardi televideo ti risparmi un mal di fegato al giorno, perchè televideo trasmette per primi i 4 giornali fotocopia di regime (tanto per non fare nomi corriere, repubblica, stampa, messaggero) che ogni giorno esaltano o comunque giustificano il governo, un po' come fa Casini, qualunque cavolata o nuova tassa mettano. Se consideriamo che anche il Tempo e il Foglio son diventati montiani, non c'è più speranza nella libertà di stampa o in qualunque libertà..-ro-

Nessie said...

Benvenuto nel blog, Fabio Gironi e se ci leggi da qualche tempo, mi fa piacere.

Ora ti spiego. Qui intanto non è vero che scrivono solo quelli che sono d'accordo, perché in passato (ora, meno) ho bannato una buona quantità di insulti, tant'è vero che ho dovuto mettere la moderazione. Poi nel forum dei commenti c'è una dialettica interna che è un vero e proprio contributo, giacché mi permette di trarre degli spunti per nuovi post. Non vado quasi mai nei blog
"dove si continua imperterriti a scrivere di un paese e una società che non ci sono" , che sono come rilevi, la maggioranza, però partecipo abbastanza al blog di Marcello Foa che viene ospitato sul Giornale, perché piuttosto controccorrente col pensiero dominante; inoltre sono iscritta a Italiani Liberi della grande Ida Magli.

Il motivo per cui non vado nei blog banali e specchio di una società che non esiste, è simile a quello per cui non sposo il pensiero dei canali mediatici ufficiali. Io credo molto nelle élites creative, le quali per essere tali, devono potersi chiudere in sé stesse un po' come i monaci nelle abbazie. Allo scopo iniziale di riconoscersi. Poi in seguito si vedrà. Ma allora la fase della tastiera finirà per iniziarne un'altra più pratica e reale, spero.

Nessie said...

Grazie ro, ma se oltre alla sillaba ci fosse un nick intero, sarebbe meglio :-)

Anonymous said...

"Chissà invece che farà Befera coi suoi 400mila Euro di stipendio pagato dagli schifosi evasori..."

.....non deve essere dolce sentirsi unici....o quasi!

shadow

fabio gironi said...

Nessie la tua risposta non fa una grinza; quanto alla fine dell'epoca della tastiera e all'incipit di una nuova stagione, con questa legge elettorale e questi meccanismi politici e questo Napolitano ho dubbi enormi. Ciao

Nessie said...

Fabio, un po' di tempo fa ho letto di una giovane donna trentenne di Savona, licenziata e quindi disoccupata, che con coraggio si è messa un sandwich addosso andando per la città a spiegare ai cittadini che cos'è il Mes e il Fiscal Compact, tutta la sovranità che dovremo cedere ecc. sotto gli occhi incuriositi dei passanti che all'inizio erano perplessi, ma poi l'ascoltavano.

Perciò io dico che potremmo imparare a pensarla in modo diverso e magari iniziare a chiederci: che cosa posso fare IO nel mio piccolo per cambiare questo stato di cose?
Tenuto conto che...

1) Non abbiamo partiti che ci rappresentano perché si sono tutti venduti alla Ue e ai loro nefandi Trattati.

2) Non abbiamo sindacati perché la Camusso va a pranzo com Monti a Cernobbio.

3) Non abbiamo mass media che sappiano informare correttamente...

Ecco questi tre grandi impedimenti però non ci dovrebbero fermare.

Anonymous said...

Nessie, dalle parole pronunciate oggi dalla Cancellieri si intuisce che è in programma un giro di vite sulle manifestazioni di piazza. È segno che paventano, e si aspettano, l’esplosione del malcontento popolare.
Mi chiedo: se hanno così paura, quale altra porcheria stanno architettando, oltre a quelle annunciate o già realizzate?
Perché deve essere qualcosa di grosso, per giustificare tanto timore...
(no caste)

PS:
# fabio gironi.
Non è detto che una “nuova stagione” debba necessariamente cominciare nelle urne...

Nessie said...

No caste, ho fatto anch'io il tuo stesso pensiero. Questo governo abusivo di banchieri (il fatto che Monti in proposito parli di caccia alle streghe, non cambia affatto la realtà), sa bene di averle fatte grosse, molto grosse.
Solo per elencare le due ultime porcherie della settimana, c'è Passera che restringe l'uso del contante, allo scopo di eliminarlo e Befera che intende registrare anche le spese più banali che facciamo, come quelle di una palestra o di un corso di nuoto. Sono due facce della stessa medaglia il cui scopo è quello di opprimerci, immiserirci e farci vivere nella paura e in stato di cattività e soggezione. La cattività rende "cattivi" (dal latino captivus = prigioniero).

E se in caso di vacche grasse, avremmo potuto tollerare un restringimento di libertà, con le vacche magre in atto l'IRA esploderà, fatalmente, incontenibile. Loro lo sanno e cercheranno di reprimere il tutto con metodi spietati. In quest'ottica va vista la dichiarazione di un TRANS CHIAMATO Cancellieri :-)

Eleonora said...

Io c'ho qualche grammo di criceto come animale domestico... sono abbastanza ricca, dunque. Mioddio che schifo, davvero uno schifo.

Nessie said...

...e io ho un canarino. Chissà che ci sarà pure la Canary Tax :-)

marshall said...

Ottimo titolo. Non ne potevi trovare uno migliore! Parassita o Sanguisughe fa lo stesso. Questi inventano tutte ste boiate pazzesche per mantenersi il loro cadreghino e i loro emolumenti da ultraparassiti. Non hanno invece capito che per fare andar bene le cose, si devono autoridurre le paghe in proporzione di quello che in questo momento di grave crisi la Nazione può dare loro. Ma quando lo capiranno sarà troppo tardi, altro che tutte ste boiate di boiate che vanno a tirar fuori!
Rientro domenica, tanto, anche se lavorassi, non avrei più voglia di impegnarmi per farmi mangiar fuori tutto in tasse da loro. Ed ecco perchè i giovani quando possono fanno i csiddetti bamboccioni, tanto a che serve impegnarsi?
Ciao, alla prossima.

Nessie said...

Ciao Marsh, sei agli sgoccioli con la vacanza? Tutto bene, spero. Ti ho scritto in pvt a proposito del Giardino.

Quella che ho messo in foto è una zecca per cani. La disoccupazione giovanile è arrivata al 14% e crescerà ancora.

johnny doe said...

Ragazzi,sia dal post che dai commenti,avete detto tutto quello che c'era da dire su questa Agenzia di negrieri e il suo guru criminale che,vedrete sarà premiato...
vuoi vedere che magari il pecorame italiota si sveglia e succede quel che da tempo mi auguro,anche in tutta europa...!
Un quarantotto molto poco pacifico...per non dir altro.
E dai e dai,la corda finisce per spezzarsi...non vedo l'ora!
Lo so che mi direte che sogno,ma se qualcuno ha altre soluzioni...

Non ditemi che sperate nel voto...sarà come i malvestiti che sperano in un buon inverno,i sondaggi danno tutti ben piazzati i vergognosi marpioni.
Non cambierà nada,anzi é probabile che vada pure peggio....

Nessie said...

Johnny, ma te lo immagini il Pd che recluta Befera, con magari la presidenza a Rospy Bindi? Roba da suidicio assistito.

Ti avrò già detto almeno una decina di volte che con un Trilateralista alla presidenza "abusiva" del Consiglio, il voto è un'opzione lontana. Ma questa sospensione delle garanzie democratiche non fa che rendere più oppressiva e incombente la cappa dittatoriale, per cui faranno finta di farci votare nel 2013, secondo una soluzione ...all'olandese. E cioè in modo che i partiti "identitari" siano fuori gioco aprioristicamente. Nel qual caso, spero che arrivi una rivolta violenta a svegliarci dall'apatia.

Eleonora said...

Proprio di poco fa: Vertice al Ministero degli Interni per contrastare gli effetti della crisi economica: "L'attenzione resti alta, serve dialogo tra le parti sociali"

http://www.ilgiornale.it/news/interni/viminale-si-studia-strategia-contro-tensioni-sociali-837261.html

... addirittura un vertice per malmenare il popolo.

Nessie said...

E certo! E della nostra incolumità messa giornalmente a dura prova dall'immigrazione selvaggia con gente che per rimediare prende d'assalto i pensionati e li uccide, chissenefrega. Il Trans chiamato Cancellieri si preoccupa soprattutto dell'incolumità di qualche pezzo grosse delle ambasciate americane. E' questo il vero significato del vertice. Mentre concedono moschee a gogò e immigrazione fuori controllo, si preoccupano che qualche fanatico non vada a prendere d'assalto qualche ambasciata a stelle e strisce. Noi "animali parlanti", invece possiamo anche crepare: di crisi, di Befera usuraio o di delinquenza x loro fa lo stesso.

Anonymous said...

Josh, molti dei voti degli scontenti del PD sono già transitati sul M5S e su Di Pietro"""""""

di pietro? un collaborazionista camuffato da oppositore! che pena lui e tutti quelli che gli vanno dietro!

shadow

Anonymous said...

Non c’entra con l’articolo, ma penso possa interessarvi comunque:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/1-al-gran-premio-della-faccia-di-bronzo-a-monza-la-scorta-della-fornero-43915.htm#Scene_1

Un governo di veri e propri banksters, letteralmente.

Leone89

Nessie said...

"di pietro? un collaborazionista camuffato da oppositore! che pena lui e tutti quelli che gli vanno dietro!"

E certo Shadow, ma io mi sono limitata a fare delle ipotesi sui nuovi spostamenti dei voti di sinistra. E non a entrare nel merito dei personaggi.

Nessie said...

Leone, mi sa che le pistole fumanti le useranno anche contro chi si ribella e non solo durante la Formula, dove peraltro la Forneraccia ci ha fatto una figuraccia.

E un Trans chiamato (non desiderio) ma Cancellieri, ha già iniziato a organizzarsi nei confronti del NuoVo Ordine pubblico (si fa per dire).

Anonymous said...

<Nessie a proposito di assalti alle ambasciate a stelle e strisce ho trovato questo :

http://www.jimstonefreelance.com/benghazi.html,
non mi stupisco piu' di nulla e quasi quasi ci credo.

Paoletto

Nessie said...

Ciao Paoletto, e grazie. Neanch'io mi stupisco più di nulla. Non ho ancora analizzato bene il link che mi mandi in Inglese.
A lume di naso (ma potrei sbagliarmi) l'assalto all'ambasciata a Bengasi sembrerebbe un casus belli per scatenare una III GM. Per intanto le fregate da guerra coi marines le hanno spedite sulle coste libiche.
Non si sa mai che la Russia dovesse aiutare la Siria. In ogni caso Obama manda i marines a pattugliare il Mediterraneo.

Ma siamo OT rispetto all'usura :-).
Ciao.

Aldo said...

Prossime elezioni. Dopo alcuni anni di "astensionismo da nausea" comincio a interrogarmi su come assestare un cazzotto sulle gengive alle dirigenze standard. Al momento sono incuriosito da due ambiti opposti (5 stelle e Forza Nuova), ma temo di beccarmi la stessa fregatura che mi beccai un paio di decenni fa con la Lega. Continuo a pensare che chi ambisce a entrare nei ranghi delle dirigenze non può essere diverso da chi già occupa quegli stessi ranghi. E per quel che ne so non esiste un dirigente che sia anche solo degno d'essere chiamato "uomo" (o donna, che è lo stesso). Mi piacerebbe sapere come intendete comportarvi, Nessie e tutti coloro che, oltre a me, frequentano questo blog.

Nessie said...

In effetti è un problema Aldo, perchè astenersi quando sono già loro che sospendono la farsa elettorale è come il toro che incorna alla cieca una porta spalancata. Già l'ho detto diverse volte a Johnny. Io mi comporterò così, nel caso, si aprano le urne per la primavera 2013. Ma dubito molto che la tempistica sia a favore delle urne, dato che il TRIO MONNEZZA non si mette d'accordo per una decente legge elettorale. Se alla sagra partecipano solo partiti pro Euro e pro Ue non voterò un bel niente.

Viceversa, se parteciperà anche una sola fazione politica che avrà un programma chiaro sulla sovranità dell'Italia e l'uscita dall'Eurozona, avrà il mio voto. Anche a costo di disperderlo in una percentuale di zero virgola.
Al momento, tra Grillo e FN potrei optare per la seconda perché oltre al discorso anti-euro (che ha anche Grillo) ha in più una linea anti-immigrazionista.
Sentiamo poi anche gli altri...

Anonymous said...

Nessie, parlando di usura, questo link non è sicuramente OT... ☺

http://www.ilgiornale.it/news/cultura/pound-carta-visita-straccia-banche-usuraie-837333.html

È l’annuncio della prossima uscita della nuova ristampa del libro di Ezra Pound “Carta da visita” (1942). Naturalmente invito ad acquistarlo, sperando che abbia miglior destino dell’edizione Scheiwiller del 1974, a proposito della quale correggo un piccolo errore della redazione del Giornale: non fu stampata in mille copie, ma in “ben”... duemila... Tutte numerate.
Così, almeno, è scritto sulla mia copia, che è la n.1454...
(no caste)

Nessie said...

Grazie No caste, ho letto e se lunedi c'è questo bel regalo, comprerò il Giornale.

Solo una cosa quando Pound cita Bacon ha che scritto: «moneta come concime, utile solamente quando sparsa». Jackson: «il luogo più sicuro di deposito: le braghe del popolo».

Però non aveva fatto i conti con la moneta elettronica. Se c'è qualcuno che crede ancora nelle braghe, nella mattonella o nel materassi e con un click svalorizzano tutto il contante, significa che quello che si è messo da parte non può nemmeno spenderselo. Peggio di così...la tecnologia è lo strumento del demonio.

Aldo said...

Hai detto giusto: "la tecnologia è lo strumento del demonio", non il demonio in sè. Esattamente come un fucile è lo strumento nelle mani dell'assassino, ma può anche essere quel che ti permette di mettere un coniglio in pentola e riempirti la pancia. Ergo, se si deve intervenire sia contro il demonio, non contro lo strumento.

A questo proposito, ho sempre pensato che le tecnologie dell'informazione rimarranno utili solo fino a che esisteranno in giro persone (hackers e crackers) in grado di renderle assolutamente inaffidabili -- quale criminale vorrebbe tra le mani un fucile che rischiasse di esplodergli in faccia? Soprattutto considerando che i criminali (specie quelli delle alte sfere) sono sostanzialmente dei codardi.

Quando hackers, crackers e simili saranno fuori gioco, in quel preciso momento vedremo la tecnologia dell'informazione usata come arma di predazione. Forse che quel momento è già arrivato?

Aldo said...

Tra l'altro, testimonio che è in corso d'opera un'operazione (di puro e semplice controllo, nessuno si illuda che le finalità siano altre) di informatizzazione degli aspetti burocratici dell'attività scolastica. E mi giunge voce diretta che lo stesso tipo di operazione sia in corso in altri ambiti (amministrazioni locali).

Spero che qualche capoccione dalle idee un po' fuori dalle righe sappia presto intervenire per mettere fuori gioco i nuovi giocattolini di controllo che sono in fase di implementazione. Forza, esperti del ramo, un bel virus (informatico) di quelli letali non vi riesce proprio di programmarlo? Direi che questo è il momento più opportuno per spararlo tra i raggi delle ruote del demonio al quale faceva cenno Nessie poco sopra.

Nessie said...

Mi è appena arrivata una telefonata da una mia amica Prof che, disperata, mi racconta che esiste già il registro informatico ed elettronico e che nel suo istituto sono costretti ad aggiornarlo ogni giorno del Domineiddio. In pratica, è più il tempo che si deve passare intorno a questi aggeggi infernali, che il rapporto con gli alunni. Senza contare che se si dovesse rinunicare all'ADSL per via della spesa che comporta, ti obbligano ad averne uno.

Registri on line, pagelle on line, libretti sanitari e cartelle cliniche on line, cure on line, moneta virtuale e carta elettronica, spese strettamente controllate da occhiuti strumenti elettronici in mano agli strozzini alla Befera: l'unico rimedio mi sa che sia una bella deflagrazione universale di tutto questo infernale ambaradan.

Solo allora, potremmo rifarci una vera vita.

Anonymous said...

Nessie, condivido anche le virgole di quanto avete scritto tu e Aldo nell’ultimo scambio di opinioni.
Ove ce ne fosse bisogno, a tingere l’avvenire di colori ancora più foschi, c’è un fatto al quale abbiamo già accennato altre volte, ma che viene sistematicamente silenziato dai grandi organi di (dis)informazione.
È la notizia secondo cui il Presidente Obama avrebbe firmato una disposizione in base alla quale entro il 23 marzo 2013 tutti i cittadini statunitensi subiranno l’impianto di un microchip alla mano.
Naturalmente, per nascondere i veri scopi, questo inaudito sopruso sarà fatto digerire al popolo in nome della “salute” e della “sicurezza” (di chi?), così come l’abolizione del contante viene spacciata come arma finale contro i “parassiti”...

Sebbene la questione (per ora) non ci riguardi, sappiamo benissimo come andranno le cose: gli Usa sono il “Paese guida”, sono sempre “avanti”, e noi non potremo fare altro che seguirli...
Verrà il giorno in cui chi vorrà resistere, o semplicemente non vorrà arrendersi a un destino di robot umano, sarà davvero costretto a prendere la “Via del Bosco”.
(no caste)

Nessie said...

Guarda No caste, questa faccenda del "paese guida" e Obamba che oggi afferma alla luce degli episodi che sono accaduti (e su cui ci sarebbe da indagare con altro occhio di quello che ci riportano i soliti media) "non rinunceremo alla leadership del mondo", mi fa letteralmente imbufalire. E chi li autorizza a sentirsi i padroni del mondo? la loro forza militare? ma quella non è eterna.

Sono "avanti" mi dici? A me pare che siano in regressione totale se uccidono l'uomo per mandare avanti le loro fottute tecnologie (macro, micro o nano che siano).

E transeat delle tecniche didattiche che hanno esportato nelle scuole (Atenei compresi) con quelle orrende verifiche per gli esami selettivi di ingresso a base di "items" True- False e altre vaccate assurde simili.


E' tempo di dire basta a tutto questo sconcio. Avevamo una vera cultura e ce la siamo giocata per stare dietro a questi ignobili vaccari da Rodeo tecnologizzati

Anonymous said...

Sì Nessie, hai ragione, ma non a caso avevo scritto “avanti” tra virgolette. E a ben vedere lo sono. Nella corsa verso il baratro...
Purtroppo, noi siamo a ruota, perché i nostri “comandanti in capo” sentono l’impellente dovere di seguirli.

Non conosco nel dettaglio gli «"items" True-False» ai quali ti riferisci, ma se sono qualcosa di simile ai quiz con risposte multiple, ti do assolutamente ragione.
Ricordo quando passai l’esame per la patente di guida. Non ero un granché preparato, lo riconosco, però indovinai tutto semplicemente escludendo le risposte più improbabili.
Con quel sistema anche un semianalfabeta può laurearsi a pieni voti...
(no caste)

Nessie said...

Esatto No caste, è proprio qualcosa del genere. Con la differenza che lo fanno anche nelle prove d'ingresso delle facoltà universitarie non senza risultati che sono tra il grottesco e l'assurdo, facendo cadere in equivoci gli studenti più brillanti.

E' vero che i nostri ottusi governanti sentono l'impellente bisogno di seguirli a ruota. Sempre nel nome del "progresso".

johnny doe said...

@aldo

piuttosto che votare,mi faccio castrare...e tu hai già indicato nel tuo primo commento i motivi per cui continuerò a non votare.
A prescindere da altre considerazioni,Forza nuova farà molta fatica a superare un probabile sbarramento del 5,nel qual caso tutti voti persi,magari non per il finanziamento...credo che basti l'1%...
Di Grillo e il M5S é meglio che non parli,avrei una decina di motivi per non votarlo......farà la fine degli altri una volta in Parlamento.
E' inevitabile con questo sistema...e lì il web conta poco...
Poi c'è tutta una truppa di generali senza truppe su Fb e dintorni,alcuni pure buoni,ma destinati allo 0,001%..
Se poi guardi i sondaggi,vedi sempre in testa i soliti...roba da fiondarsi al mare il giorno delle elezioni e tornare dopo mesi...

Nessie said...

E se Barnard mettesse in piedi un partito che fai? Lo voteresti?

Anonymous said...

Oltre ai toni (dagli all'untore!) quello che non convince della campagna sulle "entrate" è l'assoluta assenza di anologhe attività/controlli sul fronte delle "uscite" sia come quantità che qualità. Quando andiamo a far la spesa stiamo molto attenti a quanto ci viene dato in cambio dei nostri soldi; singolarmente (ma non per caso...) questo non accade affatto quando paghiamo le tasse. Poi un evasore e uno stipendiato con soldi pubblici che, ad esempio, trascorre sistematicamente ore a far la spesa o altre cosucce del genere dovrebbero essere messi sullo stesso piano. Ma ciò non avviene, anche qui NON per caso.
Sul ragionamento di Johnny Doe sull'andare a votare: è vero quello che dici ma l'astensionismo di massa può sortire effetti solo se accompagnato da altre misure come ad esempio uno sciopero/serrata generale ad oltranza. Pura fantasia quindi. Altrimenti come abbiamo già visto non succede proprio nulla.
Secondo me il punto è chiedersi: "qual'è l'esito elettorale che più da fastidio a Lorsignori?" E muoversi di conseguenza.
Scarth

Nessie said...

Ciao Scarth, sono perfettamente d'accordo sul controllo che il cittadino dovrebbe effettuare sulle voci ENTRATE ed USCITE. Ma mi pare evidente più che mai, che a questo punto si fa strozzinaggio sociale generalizzato a fondo perduto e i nostri denari finiscono nel mare magnum della speculazione bancarottiera. Cioè in una voragine senza fine.

D'accordo anche su quanto dici a Johnny. Io sono stata (e sono ancora) una grande astensionista; ma dico sì all'astensionismo come mezzo e non come ideologia fissa pregiudiziale in stile ottocentocentesco alla Bakunin. Le ideologie ormai sono ciabattume da relegare in soffitta, dato che ci muoviamo in una società altamente sofisticata.
In altre parole, non succedeva niente quando ho votato per la Lega e non succedeva niente quando non votavo per nessuno. Se a questo non si accompagna un bell'assalto al Palazzo, ci si condanna all'irrilevanza. Chi di noi può disporre di mille uomini per dare assalto al Palazzo? Senza contare l'Eurogendofor che stanno preparando.

E' più che lecito riflettere a freddo sul tuo quesito su qual è l'esito (elettorale e non) che dia più fastidio a L'Or signori.

Anonymous said...

# Johnny Doe.
Permettimi una precisazione sui rimborsi elettorali.
Qualche anno fa la legge è stata modificata: da allora ne hanno diritto solo le liste che superano lo sbarramento. Ciò vale per il Parlamento nazionale come per quello europeo, dove alle elezioni del 2009 solo cinque partiti hanno eletto rappresentanti. E quei cinque partiti si sono divisi - da buoni compagni di merende - l’intero malloppo, costituito da oltre 40 milioni (un euro per ogni elettore). Sì, perché nel “montepremi” rientrano anche i voti dati agli altri partiti, quelli nulli, le schede bianche e gli astenuti. Insomma... tutto il cucuzzaro...
Questo è uno dei motivi per cui hanno preso gusto ad innalzare lo sbarramento: più sarà alto, meno partiti lo supereranno, maggiore sarà la quota parte dei “grandi”.

# Scarth.
Condivido la tua opinione sull’astensione: non serve a nulla.
Se anche il 60% di noi non andasse a votare, in Parlamento entrerebbero comunque mille morti viventi. Né avremmo la consolazione di risparmiare sui rimborsi, poiché - come ho scritto sopra – il totale è calcolato in base agli “aventi diritto” e non ai “votanti”.
E neppure potremmo illuderci di aver mandato un forte “segnale” agli inquilini dei Palazzi, perché farebbero finta di nulla. Al contrario, essendo bravissimi nell’arte di rigirare la frittata, magari ci direbbero che l’Italia è finalmente diventata una democrazia “matura”, come la Gran Bretagna o gli Usa, dove più della metà degli elettori preferisce starsene a casa...
Oltre al danno avremmo la presa per il culo...

Nessie, personalmente non so ancora per chi voterò fra sette mesi. Non che non abbia le idee chiare, intendiamoci, ma è ancora prematuro. Non sappiamo neppure quali partiti saranno in lizza, oltre quelli rappresentati al Parlamento nazionale e a quello europeo, che non avranno necessità di raccogliere le firme. Ma degli altri, chi ci riuscirà? Tutto dipenderà dalle norme della nuova legge elettorale.
Non escludo neanche (anzi, lo ritengo probabile) che si formino rassemblement di forze più o meno omogenee per superare il doppio ostacolo rappresentato dalle firme e dallo sbarramento.
Insomma, mi sembra troppo presto per formulare una dichiarazione d’intenti. Però di due cose sono già sicuro:
- andrò a votare;
- non voterò per il Pdl, o come diavolo vorrà chiamarsi.
(no caste)

Nessie said...

Ottime precisazioni tecniche, No caste. In realtà non sapevo che nel "montepremi" rientrasse tutto il "cuccuzzaro". E cioè anche i voti dati agli altri partiti, quelli nulli, le schede bianche e gli astenuti.

In ogni caso, da qui a sette mesi, fermi restanti i punti di vista che ciascheduno di noi può avere nel merito (tutti rispettabili), temo che le deflagrazioni e i mutamenti siano assai bruschi repentini e che la fotografia non sarà quella tranquilla che ci vogliono far credere quei venduti sondaggisti alla Mannheimer, alla Pagnoncelli o alla Ghisleri.

Perciò mi pare inutile fasciarci la testa. Io mi riservo sempre un margine di imprevedibilità nelle mie mosse, perché oramai è pacifico che camminiamo sul filo del rasoio.

Anonymous said...

nessie ma quindi secondo te non è vero che in itali ci siano una manica di evasori senza ritegno?

shadow

Anonymous said...

Nessie, sono d’accordo sul fatto che Mannheimer & Co. (e con loro giornali e televisioni) sono impegnatissimi nel dipingere un quadro più rassicurante di quello reale. E anch’io prendo tempo, convinto che in tanti mesi la situazione potrebbe anche imboccare vie non previste.
Per lo meno, me lo auguro. Non sia mai che dopo aver passato una vita a fare l’incendiario, mi metta i panni del pompiere proprio adesso...
(no caste)

Nessie said...

Scusa Shadow non è la prima volta che transiti da queste parti. Certamente che l'evasione c'è e chi lo nega? Ma i mezzi straordinari impiegati non devono rappresentare una criminalizzazione generale di cittadini già controllabilissima nelle loro entrate con i normali mezzi di controllo (dichiarazione dei redditi con controlli incrociati, richiesta di rendicontazione nelle aziende ecc.).

Ti cito, al riguardo, una frase del giornalista polemista Massimo Fini:

"Se uno Stato non è capace di contrastare l'evasione, la corruzione, il riciclaggio senza far pagare un pesante pedaggio ai cittadini che non sono né evasori, né corruttori, né riciclatori di denaro sporco, non è più uno Stato. Rovesciamolo assieme alle sue classi dirigenti, politiche ed economiche, che ci hanno portato a questo punto e ricominciamo da capo. Infine non è possibile che lo Stato (che non per niente Nietzsche chiama "il più freddo di tutti i mostri") si intrufoli attraverso la cosiddetta "tracciabilità" nella mia vita privata fino a conoscere, nel dettaglio, i miei acquisti, le mie predilezioni, i miei gusti, i miei vizi".


Qui al link tutto l'articolo:


http://sauraplesio.blogspot.it/search?q=massimo+fini

Nessie said...

Credo, caro No caste, che una delle nostre forme di Resistenza sarebbe informarsi lasciando fuori dalla nostra attenzione i canali mediatici ufficiali e in particolare i talk show di "approfondimento" (in realtà di sprofondamento) politico coi falsificatori dei sondaggi, sopra citati. Sono dei manipolatori di opinioni. Oggi poi va di moda chiamare i manipolatori col nome di "spin doctors". Non cambia la sostanza.

A proposito di trasmissioni, c'era l'Ultima Parola di Paragone (venerdi 23, 30 su Rai2) che aveva la buona abitudine di invitare blogger alternativi, (anche Barnard è stato ospite).
Poi si è insuperbito dagli indici di ascolto e ha iniziato a invitare le solite ciofeche come della Della Vedova (FLI) e altri politici istituzionali come pure sindacalisti, nel nome del cosiddetto "pluralismo". Morale: l'altra sera è saltata fuori la solita sbobba a metà strada tra una Santoreide e Balle-rò, e il povero blogger di Byoblu Claudio Messora è rimasto completamente marginalizzato. Peccato, perché è uno molto bravo e insiste sul signoraggio bancario e altre scomode notizie.

Anonymous said...

certo certo era tanto per.......shadowww^^^^

Anonymous said...

nessie comunque guarda che noi siamo un paese allucinante e sdarrupato da questo punto di vista. non esiste da nessuna parte che uno entra in uno studio medico e deve leggere "con fattura tot, senza fattura tot"....non esiste e non dovrebbe esistere. in un certo senso un po di bastonate sul filone ce le meritiamo. non voglio contraddire una sola parola di quelle che sono state dette qui, ma evidentemente se tanto ci da tanto un motivo ci deve anche pur essere. shadow''''

Nessie said...

Mi si deve spiegare allora perché quelle categorie a rischio evasione fiscale sono state tollerate a lungo perfino nelle strutture pubbliche come gli ospedali, quando i mezzi per snidarli esistono da molto tempo, e ora diventiamo IMPROVVISAMENTE tutti evasori anche quando andiamo in tabaccheria a comprare le sigarette. Le "bastonate" pigliatele tu, se ti piacciono tanto. Io ho sempre pagato tutto fino all'ultima lira. Financo l'"aggio esattoriale" sulle multe. E ora mi aspettano le rate di una tassa sulla casa (l'IMU) dove di tasse ne ho già pagate una caterva al momento della compra-vendita, al momento del rogito notarile, durante i governi precedenti (ICI). E ti assicuro che con queste tasse già onorate mi sarei potuta comprare quasi un'altra casa. Senza contare che con le rate dell'IMU i nostri soldi finiscono non già nelle casse del nostro stato, che non esiste più, ma in un'entità bancaria chiamata UE. Scusa, shadow, ma queste considerazioni masochistiche sulle bastonate da parte di "abusivi" neanche eletti dal popolo, non mi piacciono neanche un po'.

Huxley said...

Imprenditore denuncia per usura (in)Equitalia:

http://www.ilgiorno.it/brescia/cronaca/2012/09/14/771832-brescia-flero-denuncia-equitalia-imprenditore-disperato-abele-tanghetti.shtml

Il rischio che la denuncia finisca seppellita e dimenticata è ovviamente altissimo, ma speriamo che l'eco mediatica della notizia serva a riportare un pò di giustizia in questo paese, ridotto a subire vessazioni degne di tempi (quasi?) altrettanto bui.

Anonymous said...

ma scusa, se ti ho premesso: "non contraddico nemmeno una parola di quelle scritte qui" e tu mi rispondi le bastonate pigliale tu! la mia era una considerazione a posteriori! che chi sta ai vertici economici/politici non viene mai neanche sfiorato non deve essere una novità mi pare! ma che tutti (tutti tanto per dire) allora ci mettiamo a fare gli stronzi perchè altri gia lo fanno è un altro paio di maniche e la cosa merita analisi a se. comunque stai parlando con uno che i befera li conosce molto bene e non li ha in simpatia! mi sono beccato una sanzione per uno studio di settore applicato nel primo anno di attività che come dovresti ben sapere in tal caso non si applica! perchè, tra le altre amenità, un audi a3 del 98 nel 2004 pagata con un finanziamento di 4000 euro, è stata considerata un bene di lusso da una pletora di fancazzisti che altro non fanno che eseguire una query sul pc per mandarti una sanzione! che pur avendo quasi 40 anni e avendo lavorato in proprio per quasi 10, pagando regolarmente tasse e contributi sta messo peggio di un operaio generico di 20 alle prime armi! Avendo sempre vissuto con poco più di 1000 euro al mese, a volte neanche. che l'unica ambizione è che gli venga un colpo apoplettico che lo lasci li secco! che ogni volta che è entrato alle agenzie delle entrate voleva piccare fuoco a tutto lo stabile con tutta la gente dentro piu presa a fumare e ad ascoltare la radio che altro! io le devo prendere le bastonate? era solo un modo di dire. ahahahhaah sempre sugli scudi eh nessie? non verrei neanche qui se non trovassi giusto quello che scrivi, ma questo non dovrebbe obbligarmi a dire sempre "si sono tutti cattivi" ciao buona giornata shadow..............

Nessie said...

Shadow, leggi bene quell'articolo appena messo da Huxley (apri il link). Non sono tutti cattivi: peggio! dai cattivi ci si può sempre difendere, dagli strozzini no, perché non si respira. Equitalia è un'associazione di strozzini usurai.

Nessie said...

Huxley estraggo dal tuo articolo:

"Nel frattempo Equitalia ha
proceduto all’esecuzione forzata dei materiali, tra cui camion, gru e muletto, per un valore complessivo di 160mila euro.
La data per la messa all’asta era fissata per ieri, ma Tanghetti ha spiazzato tutti con una contromossa inattesa: il 31 agosto, va dalla Guardia di Finanza e denuncia Equitalia per usura. «I miei avvocati hanno calcolato che sui 177mila euro è stato applicato un tasso di interesse del 16%». Quasi il doppio rispetto al tetto limite, che per Equitalia è dell’8,37%. «E mercoledì ho depositato un’altra denuncia ai carabinieri per estorsione – ha aggiunto Tanghetti, che ormai è inarrestabile – contro il sequestro».

Dobbiamo renderci conto che ci stanno portando ai tempi dell'usura della Serenissima Repubblica di Venezia (e anche prima). La Chiesa che allora aveva le palle, fece istituire da S. Bernardino da Feltre il banco di Pietà cristiano dove alle vittime del debito veniva fatto esplicito divieto di NON asportare gli attrezzi del lavoro, in modo da permettere loro di poter continuare a lavorare. Ma allora la Chiesa aveva le palle e praticava il costantiniano "Nessuno tocchi un cristiano". Ora invece si è piegata anche lei all'idolatria del Vitello d'oro e non muove un dito.
Befera ci ha riportato a periodi medievali in cui oltre a strozzinare deindustrializza il Paese, privandolo dei suoi mezzi di produzione, e va rimosso quanto prima.

Anonymous said...

Nessie said...
Shadow, leggi bene quell'articolo appena messo da Huxley (apri il link). Non sono tutti cattivi: peggio! dai cattivi ci si può sempre difendere, dagli strozzini no, perché non si respira. Equitalia è un'associazione di strozzini usurai


>>> nessie ti ripeto che conosco equitalia che mi ha colpito tra l'altro mentre il lavoro cominciava ad andare male! ti ringrazio per il link. lo so comunque! quello che ribadisco in soldoni è che è verissimo! il fine non giustifica i mezzi! ma evidentemente il detto è tutto ed anche il suo contrario, e lo dimostrano i fatti. il punto è che noi (in senso piu ampiamente generale come paese italia) abbiamo dato adito a che questo invece avvenga, avvallando la scusa che favorisce il pretesto per applicare questi mezzi, cioè, che per uno o pochi pagano molti o tutti! spiace che possa sembrare da parte mia, un voler assecondare sti folli, ma si è sempre rivelato un metodo abbastanza efficace. se fossimo stati un paese, con una coscienza nazionale forte, con una propria armoniosa integrità, invece l'italia è un paese di individualisti menefreghisti che hanno sempre pensato al proprio orticello e sti stronzi ce li siamo tirati addosso, proprio perchè possono trovare come scusa/attenuante i pretesti di cui sopra e costruirci sopra discorsi come "il paese ha vissuto sopra le proprie possibilità" >>> capiscimi, è ovvio che da qualche parte attecchiscano, perchè purtroppo non si tratta di falsità ma di mezze verità conclamate. spero sia chiaro. ciao shadow33333

Nessie said...

L'usurocrazia che sta dissanguando il Paese, non riguarda solo l'Italia, ma sta pigliando in ostaggio i cosiddetti PIGS. Gli stessi scenari si svolgono infatti in Grecia, in Spagna, in Portogallo e in Irlanda. Evidentemente questa è una strategia della cosiddetta "agenda" Ue. Ho girato il mondo abbastanza (e qualche annetto ce l'ho pure) per constatare che nessun paese nasce virtuoso.

Anonymous said...

sono perfettamente daccordo nessie ma il punto a mio parere non è il virtuosismo o meno ma aver avvallato eccessivamente politiche di matrice prettamente statalista, socialista, che evidentemente non sono molto gradite da certe parti dove il liberalismo (o presunto tale) la fa da padrona. i cosidetti pigs sappiamo che sono quei paesi dell'area mediterranea dell'europa, fatta eccezione per l'irlanda, che per quanto mi è dato di sapere hanno campato sempre con certo assistenzialismo. evidentemente vogliono tracciare una sorta di linea gotica che la futura eurabia non potrà e/o non dovrà oltrepassare. shadow..PPP

Nessie said...

Resta in zona, ne riparleremo in prossimi venturi post, perché l'Eurabia purtroppo è un progetto che riguarda perfino la Norvegia, dove cominciano a spuntare i vari Mohammed dai fiordi vickinghi.

Più semplicemente, quel che cercano di fabbricare gli oligarchi è la famosa Europa a due velocità. E quella mediterranea sarà da relegare al Maghreb. O poco ci manca.

Anonymous said...

beh infatti è quello che stavo sostenendo. che i confini tendano a spostarsi più a nord però mi sfuggiva e sarò ben lieto di venire a leggere i prossimi post. ciao grazie. shad;;;

Josh said...

per me la vicenda di Brescia dell'imprenditore Tanghetti che ha denunciato Equitalia per usura e sequestro strumenti di lavoro merita un post intero, come exemplum...cosa dici, cerchiamo di farlo?

Sulle Esperidi non ci sta dati i temi...cosa ne pensi di provare qui, più che altro per mettere in evidenza la vicenda, anche semplicemente...
ovviamente con il parallelo con S. Bernardino da Feltre. Per me è importantissimo mettere in evidenza tutta la questione, appoggiandosi a un fatto di questi giorni....

Nessie said...

Cioè? Dovrei farlo io? Ci avevo pensato, magari la notte porta consiglio... La sai una cosa Josh? Magari ti sembrerò scaramantica, ma quando è successa 'sta cosa della denuncia (qualche giorno dopo il mio post) , mi sono sentita un po' come quelli che invocano il goal della propria squadra di calcio, eppoi all'improvviso la squadra del cuore segna. Sì, è un inizio.

Josh said...

Ho visto hai pubblicato, benissimo....sì intendevo se lo facevi tu...
Peccato che una notizia così importante, con le notazioni su usura e requisizione dei mezzi di produzione sia un tornare al medioevo.

Meritava un post con tanto di titolo, e tag rintracciabili dal web, se no si sarebbe persa l'argomentazione nei commenti