26 September 2012

Deserto della politica, occupazione dei banchieri




Con immensa fatica rientro nel pollaio nostrano, pertanto vorrei dire la mia sul Laziogate o come lo si chiama.
Ricordate Lusi? In the sky with diamonds. Penati, chi se lo ricorda più? Marrazzo? si è portato perfino i trans di via deGradoli nell'ufficio del palazzo della regione. Ma chissà perché tutti i delitti, le pene (e i penati) del Pd hanno la memoria corta. Ora poi si usa scontare la pena in convento, magari con la consulenza di un frate cappuccino: c'est plus mystique. Ma i media non infieriscono sul fatto che Marrazzo, dopo quello che ha fatto ce lo ritroveremo "pienamente reintegrato" alla Rai, cioè nel servizio pubblico pagato di nostra tasca. L'ultima ruberia è sempre quella che conta di più, specie se proviene da quel che resta della destra.  Cuori, picche, denari e fiori. O Fiorito che dir si voglia.
Poi quel er Batman lì, ha  pure una faccia spaventosa, ergo, ha proprio le physique du role per essere sbattuto in prima pagina. Mentre la Polverini sembra una coatta del Testaccio.  
Ora l'opposizione che avrebbe dovuto vigilare, ma non l'ha fatto attacca: doveva dimettersi prima! la Governatora del Lazio, non poteva non sapere... E via pontificando.   Io rubo, tu rubi, essi rubano ecc. Certo le feste col maiale e il paesaggio di Roma mascherona non  è dei più confortanti.

Però... però...c'è qualcosa di losco dietro a tutto ciò che merita di essere investigato. Sembrerebbe  la realizzazione moderna del motto di Massimo D'Azeglio sugli Italiani,  parafrasato per l'uopo: una volta trombato Berlusconi occorreva deberlusconizzare tutta la scena politica.
 
In principio fu il Berlusca  ad essere costretto alla resa a colpi di clava di Spread. 
It's sad, so spread
It's a sad, spread situation
And it's getting more and more absurd
 
 tanto per fare una parodia a una celebre canzone di Elton John.
 
Poi attaccarono con la Lega e la Bossinovela (Trota,  il nepotismo e i figli che so' piezzi e' core ecc.). Ora vabbé, si spappola  una regione importante come il Lazio e  si rifaranno le elezioni, sapendo già chi le vincerà. Vasco Errani, governatore dell'Emilia-Romagna indagato si è forse dimesso? Nicki Vendola  governatore della Puglia indagato ha forse mollato?
La Polverini invece lo ha fatto in quattro e quattr'otto, ma a quanto pare non basta ancora, per questi maramaldi.
Non ho proprio nessuna voglia di difendere QUESTA classe politica, quale che ne sia il colore. Ma non vorrei che adagio adagio ci ritrovassimo con addosso un secolo di Partito Unico detto Grosse Koalition, o Governo di Scopo o come altro vorranno chiamarsi,  con a capo PD, FLI, UDC con l'appoggio  esterno di qualche Sventola bandiera bianca. E tutta la Koalition che appoggia un Monti bis o che comunque ruota intorno ai benemeriti circoli eurocratici illuminati, senza nemmeno più lo straccio di una parvenza d'alternanza.
Naturalmente per Grillo e grillini del M5S ci sarebbe subito un bello sbarramento costruito ad hoc, per impedirgli di varcare sul nascere,  la soglia di un parlamento ancora più commissariato di quanto lo è già.
Rottamare la politica per continuare a fare largo ai banchieri  piaccia o meno, sarebbe un suicidio nel suicidio.  Certamente si obbietterà:  ma questi qui fanno già di tutto per rottamarsi da sé.
E la natura  così come la società non sopportano la tabula rasa, perciò se la politica latita si fa largo la finanza predatrice.

44 comments:

Eleonora said...

Vero, non si può commentare su questa classe politica che, purtroppo è l'unica. Ma una cosa si può e si deve dirla... come giustamente ci hai ricordato tu. E ricordiamolo ancora, ci sono stati molti altri prima di Fiorito che probabilmente hanno fatto di molto molto peggio eppure, sono trattati quasi come degli eroi o quasi sempre sono stati vittime. E' evidente che il due pesi e due misure funzioni sempre meglio a sinistra che a destra.

Nessie said...

La cosa più schifosa e ripugnante è che Bersani e i suoi abbiano la faccia marcia di presentarsi come ...l'alternativa. Ma quale alternativa?!?

Eppure Goldman Sachs scommette già sul Pd per le prossime elezioni.
Scommette, punta e magari finanzia pure.

Eleonora said...

Si, ho letto che la Goldman s'è schierata. Si, infatti, Bersani e Pd alternativa del nulla per il nulla. Ci vuole proprio una faccia come un didietro grosso così.

Massimo said...

Ho sempre scritto di Berlusconi come ultimo diaframma contro il disastro ... A me, poi, Fiorito sta pure simpatico, anche le sue battute ruspanti come quella ascoltata ieri. Alla domanda della giornalista "come vede il suo futuro?", Batman risponde "Fiorito" ! :-) Del resto mica ha rubato, preso tangenti, favorito fratelli o amici, ma solo incassato soldi già pervenuti nella disponibilità del suo partito ... E anche la Polverini, si è dimessa (sbagliando) senza essere neppure indagata. Ed Errani ? E Vendola ?

Nessie said...

Massimo, su Errani e su Sventola, me lo sono chiesto subito anch'io. Il problema è che se vanno TUTTI a casa, come ormai si chiede da più parti, avremmo subito banchieri pasciuti dappertutto, anche nelle regioni, il cui federalismo non si farà più tutto a favore di una "centralizzazione" ancora più occhiuta di quella che c'è già. Magari con tanti bei Beferoni alla guida di riscossioni tasse regionali, comunali e provinciali. Via la provincie, ma non via le tasse.

Huxley said...

Il cupio dissolvi di questo paese continua senza sosta, guarda caso prioprio quando l'effetto (doping) Draghi sta scemando ecco pronto lo scandalo politico servito su di un piatto d'argento. L'effeto è duplice, sviare l'interesse della massa e sostituire gli attuali incapaci con tanti 'agents' del nuovo Matrix bancario.
Meanwhile in USA Monti a cena con Geithner ed il finanziere George Soros...

Nessie said...

Huxley, la sinistra piddina, si sente già la vittoria in mano, grazie al fatto che i loro elettori perdonano volentieri i loro scandali e li mandano in prescrizione assai più di quanto facciano gli elettori del centrodestra in dissolvimento, ma la fine dei servi è imminente.

Per ora la Matrix bancaria di cui parli, ha ancora bisogno di loro. Ma giono verrà che cost' Oro non avranno più alcun bisogno di foglie di fico da mettersi davanti e vorranno gestire il tutto direttamente come già fanno.

Nessie said...

PS: Ho visto e sentito Monti e gli oligarchi "filantropi" a Palazzo di vetro.
Al popolino, gli scandali, a lui invece nuovi incarichi che rischiano di diventare il suo uso capione mondialista.

Huxley said...

Goldman Sachs vota per il Pd e questi ultimi se ne vantano pure..

http://www.partitodemocratico.it/doc/243468/goldman-sachs-vota-per-il-pd.htm

Nessie said...

Ho letto, grazie Huxley. Estrapolo un passaggio significativo:

11 maggior rischio per il Paese, secondo la banca d'affari, verrebbe da una vittoria delle forze euroscettiche e tra queste colloca il Pdl di Silvio Berlusconi e il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo. Del resto, scrivono gli analisti, «le riforme impopolari del governo Monti, ad esempio l'Imu dal valore di 20 miliardi di euro all'anno, hanno favorito campagne politiche anti-europee e anti-euro di vari partiti». Non va nemmeno sottovalutato l' appeal politico di Grillo, perché «ha buone opportunità di guadagnare un gran numero di seggi in Parlamento, riflettendo la di saffezione degli italiani all'esistente establishment politico.

Questi Goldman (men, al plurale, in questo caso) se la fanno sotto al pensiero che prenda piede l'euroscetticismo e la lotta aperta contro l'euro. E hanno già pronti un partito pompiere su cui puntare.

Anonymous said...

Nessie, fai bene a sottolineare che i “governatori” di Emilia Romagna e Puglia se ne stanno indisturbati al loro posto, nonostante siano indagati. È da escludere che a loro carico si allestiranno processi mediatici come quelli riservati alla Polverini o a Formigoni.

A chi oggi si scandalizza perché alla Pisana giravano le ostriche bisognerebbe ricordare che meno di tre anni fa giravano trans e cocaina, e gli spacciatori avevano il “passi”...

Si può accusare la Polverini di non essere stata all’altezza del compito (sebbene abbia governato solo due anni sui cinque a disposizione), ma non di aver commesso reati, e neppure – a mio avviso – di non aver saputo “vigilare”.
Il funzionamento delle Regioni, infatti, è diventato analogo a quello dello Stato: il Governo (la Giunta regionale) non può interferire su come il Parlamento (il Consiglio regionale) si finanzia.
Sono gli effetti perversi della sciagurata riforma del Titolo V della Costituzione, che tutti (a parole) disapprovano ma che nessuno in undici anni ha mai provato a modificare.
(no caste)

Nessie said...

Ottima precisazione di carattere tecnico-amministrativo, caro No caste. Non sapevo che il Consiglio regionale del Lazio, si chiamasse come la protagonista del romanzo di Ippolito Nievo :-) e lì per lì stavo per chiederti chi era costei.
Come ripeto, nessuno ha parlato della Polverini come di una tangentara, ma tutta l'opposizione parla continua a parlare comunque di "responsabilità politiche" applicando quella proprietà transitiva che non è stata MAI applicata a Rutelli, sulla faccenda di Lusi della Margherita, che come si sa era il partito di er Piacione.

Anonymous said...

Se ci fossero dubbi sulla non casualità di quel che accade basterebbe ascoltare Radio 24 del Sole 24 Ore per capire l'orientamento dei Salotti Finanziari: fare a brandelli il PDL, dopo la Lega per poi se necessario pensare a Grillo.
E già, perche sappiamo tutto del PDL e dei suoi personaggi ma singolarmente poco o nulla sappiamo del PD, UDC, FLI o di "certe" Regioni e quel poco passa presto in sordina. Un caso naturalmente. Oppure certamente sono tutti immacolati e candidi come gigli.
Sembrerebbe piuttosto chiaro che i signori dei suddetti salotti ed amichetti vari vista l'impopolarità di Monti, temendo ritorni a loro sgraditi, si siano preparati in anticipo per evitare futuri intoppi.
Detto questo PDL/Lega restano una combriccola incredibile di sprovveduti buontemponi. Dovrebbero prendere lezioni (a tonnellate) non dall'FMI (o da G. SaX come il PD) ma dallo FSB. Purtroppo non lo faranno.
Scarth

Nessie said...

Si è capito, si è capito, Scarth. E Monti da che doveva fare un governicchio "episodico" comincia già a dire che se occorre e se serve la sua presenza, è pronto a ricominciare. Ma no? Non l'avevamo mica capito che ci ha preso gusto ad avere lo scettro del potere!
E' evidente che i suddetti salotti finanziari temono reazioni sgradite che ora sembrano scuotere solo la Grecia e la Spagna, ma che poi si estenderanno anche da noi. Anche se mi chiedo cos'altro deve accadere perché queste reazioni inizino a farsi sentire.
Che razza di acronimo o sigla è il FSB?

Anonymous said...

E' l' ex KGB...
Scarth

Nessie said...

Pensa che io credevo volesse dire Financial Stability Board :-)

Anonymous said...

A proposito di proteste (che non ci saranno, hai presente i nostrani "Indignati-maddecchè" di cui si è persa traccia appena sono arrivati i salotti al potere?), è una mia impressione o ogni volta che accendo la radio/televisione o giro sui siti dell'Informazione Unificata è tutto una adulazione "La Merkel ha detto che Monti fa un ottimo lavoro", "Draghi ha detto Monti è ottimo", "Il Presidente USA ha detto che Monti è superlativo", "L'OCSE ha detto che Monti è ..." ecc. ecc. allo sfinimento? Mentre ogni cosa sgradita o contraria viene smussata, minimizzata, nascosta, fatta ricadere altrove in particolare su chi non ha voce. Penso che neanche ai tempi della battaglia del grano e dei salti nei cerchi col fuoco ci fosse un strombazzamento stereofonico simile! Basta!!!
Scarth

Nessie said...

Fai benone a imbufalirti Scarth, perché ho la tua stessa impressione: è un PEANA pro Monti a reti unificate! un vero schifo.

E te ne aggiungo un'altra. Hai notato che non si vede più in tv una nave carretta, un gommone carico di "risorse" provenienti dall'Africa e dall'Asia? Uno sbarco a Lampedusa, a Linosa o chissadove...? Quando c'era la Lega al governo, era un martellamento quotidiano.

Poi vai in qualche città , nemmeno troppo grande, una cittadella qualsiasi d'Italia, e ti accorgi che le "risorse" continuano ad aumentare. E ti chiedi: ma se non abbiamo una beata mazza di lavoro nemmeno per noi, cosa sono qui a fare tutti questi extra?

A proposito, hai sentito l'ultima di Bella Napoli sul fatto che vuole scarcerare un bel po' di detenuti, quasi tutti stranieri?

Anonymous said...

Già Nessie, tutto lo stillicidio di intoppi, indignazioni, urla e problemi sollevati ogni minuto da ogni dove ai tempi del precente Governo è sparito d'incanto. E con dimissioni che venivano pretese ogni giorno. Ti ricordi Bondi dimesso per le mura di Pompei? Ti ricordi le articolesse indignate? Le mura continuano a crollare ma le dimissioni non le hanno più chieste e le notizie ridotte a trafiletti. Solo un esempio tra mille.
Poi è vero ci sono zone, cittadine che sembrano quelle dei documentari girati nel Terzo Mondo.
Non sono loro che progrediscono: siamo noi che regrediamo ogni giorno che passa.
Scarth


Johnny88 said...

Ho notato anch'io come (giustamente)il lombrosiano Fiorito e la finiota pentita Polverini siano stati messi alla forca mentre Vendola ed Errani sono ancora lì, belli e tranquilli sui loro scranni nonostante contrariamente alla Polverini siano ufficialmente indagati. La Polverini non poteva non sapere, vero, ma mi chiedo perché la stessa logica non valga per Vendola e il suo fido assessore Tedesco. O per Rutelli e il fido tesoriere Lusi o per Bersani e il braccio destro Penati. Per quel che mi riguarda comunque son contento che la signora se ne vada. Certe scene sono uno sputo in faccia a chi si accoppa per la crisi. Come diicevano in Argentina a suo tempo "Que se vayan todos". E Berlusconi faccia di bronzo oggi si sveglia, se la prende con l'Euro che chiama imbroglio e con Equitalia e Befera. Ben svegliato il Banana, gli ci son voluti solo otto anni da presidente del consiglio per capire che l'Euro era una truffa e Befera uno strozzino. Che tempismo il sultano che, ricordiamo per i fessi, è l'azionista di maggioranza di Monti

Nessie said...

La faccenda dei compartimenti-stagno tra la giunta regionale che non può interferire col Parlamento è stata ben spiegata da No caste e io sono disposta a crederci. Ma non è questo il punto. Purtroppo quando c'è una caduta di fiducia poi non si salva più nulla e i distinguo sono l'ultima cosa a cui bada il popolo in queste ore.

Quanto al Banana è evidente che andare alla ricerca della verginità perduta è fuori dal tempo e dal mondo. Si sveglia solo ora a dire che l'Euro è un Grande Imbroglio? e pensa come euroscettico con tanto di banche e assicurazioni in suo possesso, che sia da prendere in considerazione?
Se pensa di mettersi a fare il Grillo di Arcore vuole dire che è da farsi visitare. La sua grande occasione Berlusconi l'ha perduta quando Bella Napoli lo ha costretto a sloggiare. Era allora che avrebbe dovuto impuntarsi come premier legittimamente eletto, e pretendere che ci fosse regolare procedura di mozione parlamentare di sfiducia. Magari sarebbe caduto lo stesso, ma almeno sarebbe caduto con onore.

johnny doe said...

Ora tutta la stampaglia di regime si attacca a questo squallido teatro di truffatori politici,naturalmente molto attenta a selezionare il numero di pagine e il risalto dedicati alla notizia.
Sperano di sviare l'occhio sul fatto che non parlano affatto del regime che ci opprime.Come non sapessimo che tutto il sistema politico é marcio,non si salva nessuno.

Questo genere di notizie mi lascia indifferente,non c'è nulla da stupirsi di quanto scopriamo,ancora scopriremo o non sapremo mai di questi intrallazzi.
La sola cosa che mi interessa é cacciarli tutti e prenderli a bastonate.Di malefatte ce ne sono già abbastanza per tutti ,nessuno escluso.
Tutto quello che dicono,promettono,fanno...é ormai privo di importanza,lo sguardo deve essere rivolto ad altri,tanto ci ritroveremo ancora Monti,alla faccia di quelli che andranno a votare...scegliendo,tentando di scegliere tra questa feccia politica che non conta più nulla.

Nessie said...

Certo che nessuno è escluso, Johnny. E chi lo nega?! Ma questo non vuole dire che non si debba smascherare i "falsi paladini" dei lavoratori, i quali oltretutto fanno i moralisti con gli altri perché detengono più di tre quarti della stampa e dei media a loro disposizione, financo a okkupare settori tv come l'effimero sanremese che quest'anno verrà affidato all'inginocchiatore lecchino di Fabio Fazio e a quella rospa della sua amica Littizetto, che per chi non lo sapesse, è pure culo e camicia con la Fornero.

Se non avessimo questo ciarpame di falsoni ipocriti tra i piedi il popolo marcerebbe unito contro il Palazzo in uno scenario spagnolo.

Anonymous said...

Messer Bunga, che oggi tuona contro Equitalia e Imu, dovrebbe ricordare quanto segue:

- Equitalia (che fa «estorsione ai cittadini») fu varata con decreto legge il 30 settembre 2005, convertito il 2 dicembre 2005.
Presidente del Consiglio: Berlusconi; ministro delle Finanze: Tremonti.

- L’Imu è una “pensata” di Calderoli (quello del “porcellum”) e sebbene istituita da Monti è diventata legge solo grazie ai voti determinanti del Pdl.
Al Cavaliere non piaceva? Poteva votare contro, come ha fatto la Lega...

È inutile venire “adesso” a raccontarci che abrogherà leggi delle quali è in tutto o in parte responsabile. Berlusconi lo sa, e infatti non è questo il suo proposito.
I suoi colpi di teatro mirano soltanto a raccattare quanti più voti possibile per farli pesare al tavolo delle trattative, nell’ipotesi che dalle urne non dovesse uscire una maggioranza parlamentare.
In quel caso si sprecheranno paroloni e accorati appelli al “senso di responsabilità”, allo “spirito di sevizio” ecc., che avranno come sbocco l’ennesima ammucchiata, stavolta in un governo tecnico-politico, sempre guidato da Mont-sferatu. Il quale si è già reso disponibile.
Non ce lo fa sapere da Roma, ma da New York, Capitale dell'Usura, quindi la “sua” Capitale...
(no caste)

Nessie said...

No caste, il tuo intervento mi ha fatto scompisciare dalle risate:-) Però quel che dici è tutto vero. E' vero sottolineare che il caricatore IMU è stato messo in mano a Monti dal governo precedente e che Iniquitalia è stata un'invenzione di Tremonti con la legge del 30 sett. 2005. Se Berlusconi fosse stato repentinamente fulminato sulla Via di Damasco del pentimento, il tempo e le circostanze per votare contro questo schifo ci sono state tutte. Ma come ricorda Johnny88. il PdL è l'azionista di maggioranza di questo schifo di governo abusivo. Oggi sorretto, pure da un tal Mons. Crociata (nomen/omen). Non ci facciamo mancare proprio nulla.

Anonymous said...

Già, Nessie... il mons. segretario generale della Cei...
Pare c’entri qualcosa anche nel voltafaccia di Casini riguardo alla Polverini...
Fino al giorno prima l’aveva difesa a spada tratta, poi – una volta ricevuta l’imbeccata – si è precipitato in Tv a reclamarne le dimissioni, parlando addirittura di “cupola”.
Proprio lui, che impose Cuffaro alla presidenza della Sicilia...

«La differenza tra Lenin e Mussolini? Il primo non aveva il Vaticano nel suo giardino» (E. Pound)
(no caste)

Josh said...

dopo una settimana campale mi affaccio alfine per due saluti. Ottimo post. Sono d'accordo con tutti i commenti, ispiratissimi stavolta.

Nessie noto una cosa. L'art. della Goldman loves PD, che avete linkato, cosa che noi sappiamo da anni se non decenni, comparve prima su Milano Finanza.

La cosa ancora più allarmistica è che il PD ora lo reca nella sua rassegna stampa partitica come una cosa onorevole, a dire: daje, visto? la Goldman tifa per noi!
come che la cosa in sè aumentasse l'appeal della schiatta sinistra.

L'art. uscì qualche tempo prima su Milano Finanza per mostrare come si muoveva la famosa e discussissima banca, ma non come un indirizzo di pensiero consigliato.
Il Pd lo fa suo e lo ritiene una specie di "approved" dall"alto".
incredibile.

Josh said...

sui 2 pesi e 2 misure tra sx e dx, e mica solo nelle Regioni, sono più che d'accordo.

Per restare all'E/R, Errani è inquisito (ma è ancora lì) e in più in pieno terremoto e a ricostruzione NON ricominciata ancora, si autodiedero l'aumento e il premio produzione,
e solo un quotidiano fiatò. Stava bene a tutti.
E non circola sto fatto nemmeno in questi giorni di analisi sulle regioni.

http://svulazen.blogspot.it/2012/08/la-regione-er-si-autopremia-ancora.html

Aldo said...

Qualcuno ricorda il pigolìo del duo Tremonti-Berlusconi quando, nelle imminenze della loro "espulsione", ebbero a sostenere che il debito pubblico italiano non era poi un così grande problema perché gli Italiani disponevano di una cospicua quantità di beni privati. Più chiaro di così: già il Gatto e la Volpe avevano in mente di espropriare i beni privati, mica solo Monti.

A latere. Qualcuno ha notato la "finezza" per la quale Monti non si candiderà (per evitare di poter essere sputtanato da un eventuale flop alle urne) ma è disponibile in caso venisse chiesto il suo aiuto (ovvero sa già che le forze apparentemente in contrasto nelle urne saranno compatte per mantenerlo dove sta)? Tutto ciò mi rammenta un'illustrazione del mio libro di storia ai tempi del liceo nella quale era raffigurata una scheda referendaria dell'epoca del fascio. Quella scheda portava una sola casella: «SI». All'epoca c'era LA DITTATURA FASCISTA (da pronunciare con voce opportunamente cavernosa). Ecco...

Anonymous said...

Da cattolico mi dispiace immensamente per l'attuale e purtroppo ormai chiaro pieno appoggio della Chiesa alla linea senza scrupoli dei poteri forti globali e locali. In omaggio a ciò la Chiesa ha completamente abbandonato ogni richiamo a quelli che un tempo considerava valori non negoziabili e ogni riferimento alla solidarietà e difesa degli indifesi. Anzi, i rapporti con chi non rispetta minimamente tali valori non negoziabili sono più cordiali e intensi che mai.
Nel medioriente "liberato" i cristiani sono stati praticamente spazzati via senza che la Chiesa muovesse un dito. E ugualmente per gli attuali massacri e oltraggi così ripetuti. Da noi non vi è mai e poi mai alcuna presa di posizione sulle tragedie sociali, disoccupazione, insicurezza, povertà, anziani, disabili che si stanno compiendo. Gli unici strali sono ormai quelli politicamente corretti sull' immigrazione e quelli molto selettivi e conformi sulla corruzione in versione mediatica. Che tragedia.
Scarth

Josh said...

no ma stasera ancora Crociata e la CEI che invocano il Monti bis.

ma vaff...

siamo in tempi in cui la disobbedienza è dovere

Nessie said...

No caste, non mi dire: il chiesino Casini si fa dare delle dritte di scuderia da Crociata per togliere il consenso alla giunta laziale, pronto a trovare altre clientele con la prossima giunta che ci sarà dopo il voto ? UDC, ovvero Unione delle Clientele. Beh, a questo punto in mezzo a tutto 'sto marciume, Fiorito comincia pure a starmi simpatico. Almeno è un ladro vero. E da ladro vero, ha detto che si ricandida :-)

Nessie said...

Josh, i compagnucci sono passati con disinvoltura dal Partito di classe, al Partito di Finanza. Alle capriole a quanto pare non c'è più alcun limite. Mi meraviglio di qualche "coglione" che pur sapendo che i Piddini hanno banche (Montepaschi e BNL), assicurazioni (Unipol) e multinazionali nell'agroalimentare (Coop, Granarolo, Pastifici di Corticella e molto altro) si illudano ancora che possano fare i loro interessi di elettori

Aldo said...

Ho appena letto questo articolo, e mi è piaciuto. Nessuna rivelazione clamorosa, solo un sunto scritto bene della situazione, con l'aggiunta di un po' del sale rappresentato da una interpretazione fantasiosa ma non necessariamente falsa della figura di Mario Monti e della sua cerchia.

Nessie said...

PS: come tutti i parvenus delle vere ricchezze, è chiaro che menino vanto di Goldman Sachs e del suo endorsement nei loro confronti.

Su Errani, Vendola e il doppiopesismo, siamo sempre nell'ambito di quella doppia morale di cui sono maestri. Chi si sente antropologicamente superiore se ne fotte della morale comune.

Nessie said...

@ Aldo -
Qualcuno ricorda il pigolìo del duo Tremonti-Berlusconi quando, nelle imminenze della loro "espulsione", ebbero a sostenere che il debito pubblico italiano non era poi un così grande problema perché gli Italiani disponevano di una cospicua quantità di beni privati. Più chiaro di così: già il Gatto e la Volpe avevano in mente di espropriare i beni privati, mica solo Monti.

Fu proprio la sottoscritta in questi modesti spazi a dare visibili segni di irritazione (se per ricordi) quando Tremonti continuava a menarla col "vispavmio pvivato degli Italiani". Non ti dico il torcibudella!
Però non sono d'accordo col tuo processo alle intenzioni, poiché metastorico. Loro sapevano benissimo, poiché sono dei politici consumati, che se avessero osato mettere in atto simili scellerati propositi di depauperizzazione così veloce dei ceti medi (quegli stessi che li hanno votati) sarebbe stato un fatale boomerang per la loro stessa esistenza. Tant'è vero che Berlusconi non si è nemmeno fatto pregare per un secondo per sloggiare via in quinta velocità dalla sua carica di Primo Ministro, e a far fare il lavoro sudicio a Monti.

Quanto a Rigor Mortis, mi spiace ma non ha proprio bisogno di prendere lezioni da nessuno. Inoltre come ho già detto altre volte, il peggiore dei politici, riesce sempre a far un po' meglio del migliore dei tecnici. I primi, hanno clienti ed elettori da accontentare. I secondi non devono accontentare proprio nessuno. Anzi, sì: i loro referenti superiori sono la fatale TROIKA (FMI, BCE e commissione UE).

Nessie said...

Aldo, ho appena ricevuto il lungo saggio su Rigor. Vedo che è lunghetto, ma mi riprometto di leggerlo. Intanto ora becco il link del fatto che alla Bocconi (o in Bocconi, come dicono i milanesi) tutti gli appartamenti destinati agli studenti (800 euri alla stanza) sono esenti dal pagamento IMU, perché passano come immobili "senza scopo di lucro". Dire LADRI e farabutti è dire poco. A dopo per il link

Nessie said...

Trovato il link, guarda qua e trasecola :


http://www.daw-blog.com/2012/09/27/perche-la-bocconi-non-paga-limu-sulle-stanze-che-affitta-a-800e-al-mese-agli-studenti/

Il filmato è preso dal programma l'ULtima Parola di venerdi sera RAI2 alle 23, 30. Un discreto programmino che per lo meno ha il pregio di dare la parola a chi se la passa male. C'è anche il blogger Claudio Messora di byoblu.

Nessie said...

Scarth e Josh, vi capisco: una vera tragedia. Ma pensate allo IOR, alla finanza vaticana, alle immense proprietà immobiliari, terreni, ong, associazioni, assicurazioni ecc.
Scarth, anche l'Opus Dei è una massoneria.
Come si può pensare anche solo lontanamente che la Chiesa non sia allineata ai poteri mondialisti?
Ne sentiremo e vedremo ancora delle belle.

Aldo said...

Visto il filmato. Interessante soprattutto il modo arrogante del tipo «cosa vieni qui a rompere?» (alias «non abbiamo niente da dichiarare»). E' proprio vero che con le buone maniere, in questi casi, non si ottiene nulla. 2600 euro al mese per un appartamento... senza scopo di lucro... non mi sentirei dispiaciuto se prendesse fuoco lo stabile, magari con dentro chi fa la cresta.

Nessie said...

Sono immobili che MOnti sa bene a chi appartengono: a quelle Banche d'Affari che già finanziano la Bocconi. E la legge-regalo sull'IMU da esentare per l'Oro, gliel'ha confezionata su misura questo dannato becchino che ci vuole morti. Anch'io mi auguro che saltino tutti quanti per aria.

Stasera, guarda se riesci il programma "L'Ultima parola" alle 23, 30 su Rai 2 , perché solitamente riserva qualche buona sorpresina.

Anonymous said...

per inquadrare la situazione (e come siamo arrivati qui) e' bene definirla per punti certi
1) la democrazia e' una truffa, nel senso che e' il sistema mediatico a definire il quadro politico e i media appartengono ai RICCHI
2)la truffa si articola in un teatro di finta " sinistra" contro finta " destra"
con i RICCHI che comunque selezionano una classe politica di docili strumenti ,corrotti, ricattabili e quindi funzionali ai loro ( dei RICCHI) interessi
3) l'attuale eliminazione per via mediatica di una parte di questi gaglioffi ( i " destri") significa solo che questi sono percepiti ( dai RICCHI) per il futuro o piu inutili o pericolosi quelli sinistri"
3a)Ma a questo punto va messo in evidenza che cio' non potrebbe avvenire senza la vigliacca disponibilita' del capo della cosidetta " destra" il RICCO berlusconi .
4)Perche' la " destra" deve dissolversi? perche' probabilmente essa e' percepita dai RICCHI come un pericoloso ricettacolo di un possibile " populismo"( mentre la "sinistra" evidentemente no) , e stavolta quindi la " destra" dovra' dissolversi davvero , I RICCHI non vogliono un' altra fastidiosa sorpresa come quella del '94
ws

Nessie said...

Hai sottolineato dei punti ineccepibili. Ma hai anche ammesso una verità che viene spesso taciuta: le aspettative identitarie e di possibile riacquisto della sovranità si annidano nell'elettorato di "destra". Quello di "sinistra" è completamente andato e fuso.p Proprio a cominciare dalla tanto decantata "classe operaia", sempre più in via d'estinzione. Anche fisica.

baron litron said...

"Ma non vorrei che adagio adagio ci ritrovassimo con addosso un secolo di Partito Unico detto Grosse Koalition, o Governo di Scopo o come altro vorranno chiamarsi..."

si chiamerà go-go-pro, governo golpista a programma.
interinale, precario, irresponsabile e ciucciasangue.

una vera festa