18 September 2012

Befera denunciato: un barlume di speranza







L'amico Josh, mi suggerisce di aggiornare questo blog con una notizia che riporta una piccola vittoria. E' una notizia già riportata nel post precedente dall'amico Huxley. Un imprenditore bresciano  trentenne, Abele Tanghetti, stanco di subire vessazioni e angherie da parte di Equitalia si è deciso ad acchiappare il toro per le corna e a denunciare l'Agenzia delle Entrate e il suo direttore Befera per USURA.   E l'usura c'è  ed è palpabile: il 16% di interessi rispetto al tetto limite che è 8,37... scusate se è poco. Tutto inizia quando, nel 2007, arriva la prima cartella di Equitalia.
«Dicevano che alcune detrazioni nella denuncia dei redditi del 1999/2000 non andavano bene», spiega Tanghetti. A quella prima cartella ne succedono altre cinque. L'ultima, a luglio scorso: conto totale, 177.776 euro di debito con l'erario, che con gli interessi arriva a 302.815. «Da due anni pago una rata da 5mila euro al mese, per estinguere il debito. Quando è arrivata quella di luglio, ho cercato di trovare una mediazione».

Ma all'agenzia delle Entrate non vogliono sentire ragioni. Così nel frattempo....
 
 Nel frattempo Equitalia ha proceduto all'esecuzione forzata dei materiali, tra cui camion, gru e muletto, per un valore complessivo di 160mila euro.
La data per la messa all'asta era fissata per ieri, ma Tanghetti ha spiazzato tutti con una contromossa inattesa: il 31 agosto, va dalla Guardia di Finanza e denuncia Equitalia per usura
. «I miei avvocati hanno calcolato che sui 177mila euro è stato applicato un tasso di interesse del 16%». Quasi il doppio rispetto al tetto limite, che per Equitalia è dell'8,37%. «E mercoledì ho depositato un'altra denuncia ai carabinieri per estorsione – ha aggiunto Tanghetti, che ormai è inarrestabile – contro il sequestro».
 
Faccio notare che il sequestro degli attrezzi di lavoro (una vera barbarie maramaldesca)  venne proibito dall'infaticabile Bernardino da Feltre, un francescano beatificato dalla Chiesa,  durante la creazione dei Monti di Pietà, nati col preciso scopo di prestare denaro ai poveri senza richiedere "interesse". Spesso poi per questi poveracci c'era pure la galera. Lo statuto dei Monti di Pietà, era un modello di tutela giuridica per coloro che vi si rivolgevano tanto da vietare espressamente che fossero accettati in "pegno" gli strumenti e gli utensili del lavoro e qualsiasi altro oggetto necessario alla vita quotidiana, un gesto di civiltà per permettere a questi malcapitati di potere intraprendere la loro attività (erano tutti contadini e artigiani), non appena avessero onorato i debiti.  Correva l'anno 1484 (monte di Pietà di Mantova) e successivamente di Padova, Crema e Pavia.  Altra Chiesa (oggi chi tace acconsente) , altra civiltà.


 
Altro grande guerriero anti-usura fu S. Antonio di Padova, che tentarono pure di avvelenare per il suo rigoroso impegno contro gli strozzini e gli speculatori del suo tempo (Razza maledetta, sono cresciuti forti e innumerevoli sulla terra, e hanno denti di leone. L'usuraio non rispetta né il Signore, né gli uomini; ha i denti sempre in moto, intento a rapinare, maciullare e inghiottire i beni dei poveri) .
Per non parlare dell'energico frate francescano Bernardino da Siena  e delle sue predicazioni ed invettive contro questo fenomeno che da allora ad oggi, sembra essere addirittura peggiorato.   E' il caso di dire che non sappiamo più a che santo votarci.
 
Ma ora, dopo l'iniziativa  dell'imprenditore di Brescia, è il momento della speranza e auguriamoci che i cittadini d'Italia riscoprano quanto prima la capacità di consorziarsi e d' imparare a difendersi per categorie solidali. E' il momento del riscatto.

35 comments:

fabio gironi said...

Grande notizia che meriterebbe grande diffusione in rete.

Nessie said...

Eh sì, e non solo in rete Fabio, ma dovrebbe essere strombazzata dai canali ufficiali da mattina a sera. E invece a parte qualche canale locale c'è lo zittificio. Ovvio, si teme l'effetto di contagio.

Johnny88 said...

Se fossimo un paese serio al signore in questione andrebbe riconosciuta una medaglia al valore.

Nessie said...

Verissimo, e guarda caso, l'Eroe in questione, proviene dal Nord. Ovvio che la notizia venga silenziata o riportata solo localmente nel timore di una rivolta fiscale generalizzata che comunque prima o poi ci sarà. Tempo al tempo...

Josh said...

Bellissimo post, dall'importanza simbolica.

Spero in molti seguano il suo esempio, che qui siamo strozzinati dalla culla alla tomba.

E in bocca al lupo al Sig. Tanghetti.

Lo Stato non paga i suoi debiti con le aziende, a 20 anni siamo vecchi per certi lavori, a 30 siamo vecchi per certi altri, andremo in pensione a 80 anni con una specie di paghetta, e agli imprenditori che fa?
per un debito, a volte ridicolo, applica tassi illegali da usura, e sequestra i mezzi di produzione gettando sul lastrico l'imprenditore, i familiari, i dipendenti, ammazza l'attività rendendo impossibile non solo il lavoro ma anche il pagamento dello stesso debito.

Questa gente autoeletta al governo, come equitalia, che ricordiamo esiste indefessa da Prodi a Tremonti a Monti, è tutta da galera, anzi da gogna.

Josh said...

E' il caso di dire San Bernardino da Feltre ora pro nobis!

eccolo, anche se è troppo stringata la paginetta:

http://it.wikipedia.org/wiki/Bernardino_da_Feltre

mitico!

qui S. Antonio da Padova
http://it.wikipedia.org/wiki/Antonio_di_Padova

attenzione perchè anche S. Antonio è più ricordato per le reliquie padovane, ma è un Dottore della Chiesa dalla spiritualità notevole con agganci veri alla vita quotidiana all'etica, molto attuale. Ho letto molte cose sue, mi è sempre piaciuto.

Qui la vicenda di Bernardino da Siena
http://it.wikipedia.org/wiki/Bernardino_da_Siena

ce ne fossero!

Ora teniamo presente che il tasso applicato da Equitalia va contro anche quanto considerato legittimo ai tempi di questi santi!
Altro che progresso....
per non parlare dell'esproprio dei ferri del mestiere.
Da farsi ribollire il sangue.

Questi sono per la de-industrializzazione forzata. E in fondo non è purtroppo una novità.

Nessie said...

Josh, il dipinto che vedi sulla predicazione anti-usura di Bernardino da Feltre è di un pittore della scuola romagnola.
Quanto all'altro Bernardino da Siena fu anche l'inventore del tetragramma IHS (Iesus Hominum Salvator)che si trova in tutti i paramenti religiosi, ostensori compresi.

Il sequestro dei "mezzi di produzione" è fatto col chiaro intento di de-industrializzare e di desertificare gli assetti produttivi di regioni notoriamente laboriose come il Lombardo-Veneto.
Altro che mantra sulla CRESCITA, di cui si riempie la bocca Monti. E oggi pure Bella Napoli!
Se vogliono far crescere il Paese non si sequestrano gli strumenti del Lavoro, bastardoni che non solo altro.

Nessie said...

Ho letto queste interessanti agiografie dei santi e beati citati. E davvero: ce ne fossero oggi!
Forse qualcuno pensa che perché sono stati santi abbiano rinunciato alla durezza e all'asprezza della lotta quando era il caso, ma furono tutti e tre severissimi e durissimi col fenomeno dell'usura.
Propongo a Johnny88 che è di Padova, di mettere qualcuna di queste immaginette davanti ai cancelli delle fabbriche di sua conoscenza : male non fa di certo :-).

Mimeraviglia non poco, che la Chiesa taccia di fronte al fenomeno dei suicidi di massa, trattandolo ipocritamente come fenomeno "individuale". Individuale un corno!
Se si predica che la vita è un bene prezioso che solo l'Eterno ti può togliere, si deve anche predicare con chi induce con violenza alla disperazione e morte.

Ma non vorrei aprire una polemica :-)

Nessie said...

Errrata corrige: Se si predica che la vita è un bene prezioso che solo l'Eterno ti può togliere, si deve anche predicare CONTRO chi induce con violenza alla disperazione e alla morte.

Josh said...

Una volta deindustrializzato e desertificato quel poco di aziende che finora ha resistito in Italia,
la (ex) nazione perderà sempre di più indipendenza (dovrà comprare tutto dall'estero a cifre da capogiro, più di quanto non faccia già ora)
e verranno i grandi gruppi internazionali a rilevare tutto per un soldo di cacio, come s'è già visto con industrie storiche in tutte le regioni.

Per es. solo per dire vicino a Bo Ducati e Lamborghini, ora del gruppo Audi-Volkswagen.
O magari altri con meno scrupoli ancora, che magari comprano un marchio (per es. di moda e simili) e lo mantnegono fittiziamente mentre producono in Cina.

E noi sempre senza un becco d'un quattrino e senza lavoro, dovremo magari pure ringraziare i nostri 'salvatori' dell'economia esteri che ci hanno schiavizzato (con collaboratori interni, of course) mentre paghiamo e strapaghiamo fior di tasse, mentre l'Italia sarà sempre più quel corridoio (con niente di proprio sul territorio) tra Nord Europa e Africa.

Aggiungo anche la Chiesa attuale, in questo caso la CEI, a dispetto del proprio passato,
ha dato in pratica l'investitura al governo autoeletto mosso dai banchieri ed è stata più che infallibile, inqualificabile.

Josh said...

Nessie
"Se si predica che la vita è un bene prezioso che solo l'Eterno ti può togliere, si deve anche predicare CONTRO chi induce con violenza alla disperazione e alla morte."

Più che giusto e anche, come dire, dottrinalmente corretto.

I suicidi che sono avvenuti per strozzinaggio fiscale hanno colpe belle chiare. Sono induzione al suicidio.

Un governo di banchieri ed esattori è disumano.
Attenzione che nei Vangeli Gesù Cristo diventa sì amico anche di prostitute ed esattori senza scrupoli, ma per redimerli e non per approvarli o per confermarli nei loro peccati.

La Maddalena smette di esser 'lasciva'.
Così lo strozzino.

Noi oggi abbiamo invece una CEI che ha approvato alla fine i Monti, Befera, Fornero, Passera.
Una cosa indegna.

Nessie said...

"I suicidi che sono avvenuti per strozzinaggio fiscale hanno colpe belle chiare. Sono induzione al suicidio".


Giusto Josh, e chiamasi suicidi collettivi. Pertanto non riguardano più il problema dell'uomo e della sua coscienza, ma tentano (pur nella disperazione) di trovare una via allo strangolamento secondo il motto latino "Mors omnia solvit". Chi muore, non paga debito, anche se poi gli strozzini si avventano lo stesso sui parenti specie se eredi.

Questo una Chiesa seria e attenta ai problemi della società dovrebbe saperlo e stigmatizzarlo. Io non giudico, ma constato.

Ora dopo questo piccolo coraggioso esempio, spero che ci sia un'inversione di tendenza con uno STOP ai suicidi. Molto meglio far schiattare i befera, che dover schiattare. Questo è il mio punto di vista.

fabio gironi said...

Il "guarda caso l'eroe viene dal nord" non l'ho gradita. Peccato, questa è una distinzione strumentale e non serve alla logica del post.

fabio gironi said...

Il "guarda caso l'eroe viene dal nord" non l'ho gradita. Peccato, questa è una distinzione strumentale e non serve alla logica del post.

Aldo said...

"Chi tace acconsente". Forse per non pagare dazio? Tipo con l'IMU? O magari perché chi tace in questo caso potrebbe anche essere parte attiva nel CALDEGGIARE lo strozzinaggio, in quanto la "decima" che riceve (8xmille e varie) viene calcolata in percentuale sull'esazione imposta dal governo di turno nel nome (usurpato) dello Stato? Ovvero, più alte le tasse, più alto il "contributo" di fede?

Non affermo nulla, ma chiedersi le cose non è (ancora) reato, se non erro. Dubita che ti ri-dubita, se non altro si finisce per osservare con maggiore attenzione e, magari, per intuire qualche manovra nel buio.

Nessie said...

Fabio Gironi, ti piaccia o meno, le resistenze all'invasore storicamente sono sempre avvenute al Nord (Risorgimento ecc. ). Ciò non toglie che mi auguro che avvenga in tutta la Penisola e nelle isole. E' ancora consentito esprimere dei pareri, ancorché non condivisibili?

Nessie said...

Aldo, può darsi che ci siano tornaconti bassamente economici come quelli che hai calcolato tu, ma la sottoscritta (da laica) e Josh (da credente) si preoccupano ancora di più della grave crisi spirituale e morale che attraversa la Chiesa.
Se non erro, il suicidio o "i suicidi indotti" come in questo caso, appartengono ai temi "eticamente sensibili" che dovrebbero essere di pertinenza della Chiesa.

Personalmente trovo questo, molto più grave dei calcoli sull'Imu.

Josh said...

@Fabio Gironi

ho notato che ti piace fare osservazioni puntigliose anche in scorsi post, del tipo che Nessie ammetterebbe a commentare solo gente a lei gradita (in realtà solo i commenti con meri insulti immotivati alla lunga vengono tolti, è un fatto di civiltà), o che non si partecipa abbastanza alle 'battaglie da forum' sui forum degli "altri", manco che si fosse qui a fare gli eroi da tastiera per averla vinta su un'opinione, tipo i teatrini sx-dx in tv,
e non semplicemente cercare di alzare il velo su alcune scomode verità.

Anche stavolta trovo la tua osservazione un po' strumentale.

Il "guarda caso l'eroe viene dal nord" ha un senso proprio nell'ordine di idee del post,
dal momento che il caso viene -di fatto- da una delle zone più attive e laboriose, noto come polo industriale primario del paese, per cui la vicenda dell'accanimento fiscale, in epoca di crisi e recessione, con richieste al 13% di tasso e passa e sequestro industria diviene ancora più emblematica, mentre si dice "cresci Italia".
Sarebbe stato ugualmente grave anche se avveniva al Sud.
Ma il caso è avvenuto al Nord.

Josh said...

p.s. errata corrige: il 16% di tasso

no ma vedi è talmente alto che non riesco nemmeno a capacitarmene

Huxley said...

Tra i pensieri sparsi che mi sono venuti in questo ultimo periodo uno riguarda un parallelo tra il nostro paese e l'Urss; come i cittadini sovietici anche noi italiani sobbalziamo al suono del campanello, i primi temendo di trovare alla porta emissari della polizia segreta, noi di vedere il postino con in mano una missiva di Equitalia. Dopotutto non abbiamo nulla da temere; solo nel 61% (accertato) dei casi si tratta di errori dei gabellieri.

Nessie said...

Già Huxley, il postino suona sempre due volte. Specie quello di Equitalia. Ma non sai quante gabelle gonfiate e mai verificate fino in fondo in tutte le loro voci, hanno già pagato gli Italiani, pur di togliersi questo fastidio di torno.
Fai pure la tara su un altro fatto: non sempre si è ordinati nel tenere la documentazione di roba successa 5 o 6 anni fa e allora accade che Befera è come Mussolini: ha sempre ragione.

fabio gironi said...

Qui adesso si potrebbe creare una situazione spiacevole, tipica tra l'altro del mondo dei blog.
Nessie esprime un'opinione, lo faccio anch'io e lo faccio educatamente. Il mio commento viene pubblicato, mi sembra corretto. Ognuno resta credo della sua idea, ma " le ressistenze all'invasore" dovrebbero essere spiegate. Quale invasore? Il sud è stato invaso da millenni, ultimamente dai piemontesi in bolletta, mi piacerebbe capire ma andremmo molto fuori tema.
@Josh, sinceramete non ho capito il tuo indice puntato su di me. Io aprezzo il novanta per cento di quello che viene scritto qui, il 100% mi spiace non è opzione prevista al Sud dove orgogliosamente abito. Ai prossimi commenti ( se saranno permessi).

Nessie said...

Sì andremmo fuori tema e ogni volta che parlo con un "sudista" ci scappa sempre la rissa, proprio a causa di questa permalosità e suscettibilità che scappa sempre fuori dalle righe. Perciò meglio finirla qui sul nascere. Di' pure che sono poco...ehm "democratica", come oramai recita il mantra. E ora basta.

fabio gironi said...

Questo significa che non ho il diritto di replica? E' importante per me e per non far perder tempo ai tuoi ospiti ( tutti Nordisti convinti?). Buona sera

Nessie said...

A volte ritornano. E sotto altro nick :-) . Conoscevo un sudista che viaggiava con più nick di un narcotrafficante ceceno che era fisso su due temi:

1) dovevo andare a esportare la democrazia (ovvero i temi del mio blog) su altri siti, per non apparire settaria

2) saltava per aria come l'Etna ogni volta che si accennava alla questione settentrionale e vedeva complotti antimeridionali dappertutto.

Ti conosco (o meglio ti riconosco) mascherina, perciò sono io che non voglio perdere tempo coi fissati cronici. Mi stia bene, specie se alla larga

Nessie said...

Josh, c'era un tuo commento dell 13,15 che nonostante io abbia abilitato parecchie volte non compare qui nei moduli.

L'hai per caso bannato tu?

Diceva:

Ho visto hai pubblicato, benissimo....sì intendevo se lo facevi tu...
Peccato che una notizia così importante, con le notazioni su usura e requisizione dei mezzi di produzione sia un tornare al medioevo.

Meritava un post con tanto di titolo, e tag rintracciabili dal web, se no si sarebbe persa l'argomentazione nei commenti.

Vabbé, misteri informatici...

Josh said...

cara Nessie, quella cosa lì che mi dici l'ho scritta proprio così, un po' sgrammaticata:-)) ma mica qui,
era al post sotto, cioè deve essere il 70esimo commento a
"Il parassita e il suo redditometro" e già si vede giù in fondo da oggi a pranzo, di più nin zo :-))

Nessie said...

Ah ecco! Ora ho capito: era nel Befera 1. Qui siamo al 2, la vendetta :-)

Aldo said...

Nessie: "la sottoscritta e Josh si preoccupano ancora di più della grave crisi spirituale e morale che attraversa la Chiesa. [...] Personalmente trovo questo, molto più grave dei calcoli sull'Imu."

Sono due facce della stessa medaglia, direi. Non vedo contrapposizione né contraddizione tra le vostre e le mie preoccupazioni. Quel che intendevo dire è che moralità e spiritualità (quelle pelose, ovviamente) vanno dove tira il vento della convenienza.

Josh said...

Aggiungo che, dati i risultati, non so come faccia il PD con i suoi sciocchi adepti a voler cooptare Befera a prossimo ministro anche nel governo dopo elezioni -se mai ci saranno-, date le premesse.

Bisogna proprio essere fuori dalla realtà.

Nessie said...

"Quel che intendevo dire è che moralità e spiritualità (quelle pelose, ovviamente) vanno dove tira il vento della convenienza".

Aldo, purtroppo è così. Ma io a questo punto ci metterei delle belle virgolette su queste due parole così impegnative ("moralità" e "spiritualità") , dato che allo stato attuale non c'è né l'una né l'altra. Sarebbe un discorso piuttosto lungo da fare ( Conc. Vaticano II, enciclica Nostra Aetate ecc.) e Josh potrebbe farlo con più diritto di me. Un miscredente (agnostico, ateo, non osservante e affine) dopotutto non investe niente, ma un credente investe molto in materia di fede.

Nessie said...

Josh, lascia pure che questi imbecilli arruolino Befera nelle loro fila. Solo così il loro elettorato che già sta veleggiando per altre sponde, gli girerà completamente le spalle.

Nessie said...

Chiedo venia per la lunga attesa ma in questi giorni non potrò essere molto presente sul pc.

johnny doe said...

Goduria maxima per questa denuncia dell'usuraio...anche se troveranno sempre il solito appiglio per non fargli pagar dazio.
Certo il cappio...

L’usuraio distruggerà ogni ordine sociale, ogni decenza, ogni bellezza.”
Ezra Pound (1933)

Nessie said...

Ottima, la citazione e più che veritiera.