10 August 2010

Ero massone di Maurice Caillet

Il libro in questione è appena uscito nel maggio scorso nella traduzione
italiana "Ero massone" edizione Piemme ("Yo fui masòn", nella
versione spagnola originale."J'étais franc-maçon", nella versione francese). Maurice Caillet, che ne è l'autore, è stato
chirurgo di chiara fama aderente a un'importante Loggia del
Grande Oriente di Francia. Ha militato nel Partito Socialista Francese di Mitterand e si è trovato nella singolare situazione di constatare che i temi cari ai laicisti come aborto, eutanasia, contraccezione chimica, i Pacs, le manipolazioni sugli embrioni, la depenalizzazione delle droghe ecc. venivano votati all'unanimità e "trasversalmente" a destra come a sinistra.
Ovvero dai giscardiani (anche Giscard d'Estaing è stato massone) come dai mitterandiani. Il libro è una testimonianza appassionante e avvincente come un romanzo di questo medico che ha visto la sua carriera progredire finché era nel bel mezzo dell'attività legata alla Loggia, e declinare quando ha iniziato a prenderne le distanze. Poi le minacce, i ricatti, i dossier segreti previe registrazioni fatte a sua insaputa, la  sua caduta in disgrazia,  fino alla perdita del lavoro.
Infine la crisi spirituale di Caillet, la cui moglie fu colpita da un male incurabile. Ultima speranza, Lourdes e poi da qui, la sua personale conversione al cattolicesimo.
Suscita una certa impressione leggere che all'interno delle logge massoniche si praticano riti e rituali iniziatici così cupamente medievali proprio da parte di persone che predicano  il dogma del progresso ad ogni costo. Simbologie cabalistiche, occultistiche ed esoteriche convivono con parole d'ordine di carattere illuminista e positivista. La ragione e lo scientismo rappresentano il nuovo dogma dei massoni e guai a trasgredirlo, mentre lo spirito della "tolleranza" praticato all'interno delle logge, è del tutto formale, poichè in realtà si bandisce il sacro e il metafisico dalla società per porre tutte le religioni su uno stesso piano marginale. In altre parole, siamo al relativismo, il male che affligge l'attuale Occidente.

Nel libro emerge in filigrana anche uno spaccato del quadro politico francese tra gli anni '70 e '80,  tuttavia non mancano alcuni  difetti: non è chiaro, ad esempio, il passaggio dall'approccio iniziale cristiano-ortodosso a quello cattolico da parte di Caillet. Inoltre andrebbe approfondita questa trasversalità massonica all'interno dei vari raggruppamenti politici (destra e sinistra), dato che uno dei vanti maggiori della sinistra è sempre stato quello di attribuire l'appartenenza alle logge, alla destra liberale, quando invece squadra, compasso e grembiule, non confliggono affatto con la falce e martello social-comunista.
In Italia ad esempio, tutto questo avviene ad onta delle critiche moraliste delle sinistra italiana alla P2 e alla P3.
Sarebbe stato altresì  gradito un ulteriore approfondimento su come numerosi cattolici si siano  inseriti nella massoneria attraverso un sincretismo e un trasformismo di pensiero davvero stupefacenti, per due visioni così incompatibili tra loro. In ogni caso emerge un dato incontrovertibile: massoneria e cristianesimo non possono coesistere, proprio secondo il motto "non si può servire Dio e Mammona" (ovvero il denaro e i beni materiali).

Maurice Caillet vive attualmente in Spagna sotto protezione, e questo la dice lunga sullo spirito della tolleranza massonica scaturito dalla Rivoluzione francese.
Nell'ultima parte del libro un' interessante compendio su che cos'è esattamente la massoneria, i suoi gradi, le sue logge e le sue ramificazioni segrete ("le logge selvagge"), la sua filosofia "gnostica" ("la Gnosi tenta sempre di corrompere la vera fede cristiana, introducendo filosofie e simboli pagani" pag. 171). Inoltre si tratta di  una società iniziatica i cui insegnamenti vengono impartiti, in base a una formazione esoterica, segreta con misteri che vengono via via rivelati negli alti gradi. Società segreta il cui universalismo aspira al "governo del mondo", un progetto oggi sostenuto da parecchie organizzazioni internazionali pilotate per l'uopo (Trilaterale, Bilderberg, B'nai Brith, ecc).  Forse comincia a squarciarsi qualche velo.
Qui,un' interessante intervista con l'autore. Buona lettura.

25 comments:

Massimo said...

Diffido sempre dei convertiti. Non ho letto il libro che citi, ma sulla Massoneria ci sono studi profondi di storici come Mola che ne analizzano il fenomeno, forse con minor spirito di parte dei neofiti convertiti. Per quanto mi riguarda hanno ugual diritto di esistere, con i loro riti e le loro idee, tanto la Chiesa quanto la Massoneria. Spetta ad ognuno di noi, singolarmente, scegliere o, anche, eventualmente, restare al di fuori da entrambe.

Nessie said...

Per parte mia, invece, diffido di chi proferisce giudizi senza aver letto nulla. Quanto alla libertà tra scegliere Dio o Mammona, benché io sia non credente, non ho dubbi.

Elly said...

Questo mi interessa. Se non è tra i censurati o gli introvabili voglio comprarlo. Grazie per il suggerimento, mia cara.

Giovanni said...

Molto invitante questo libro. Spero di riuscire a procurarmelo, magari in lingua originale (diffido sempre dei traduttori). Per curiosità, quanto ti è costato? Comunque andrebbe fatto un discorso molto più amplio secondo me. Se infatti la massoneria riesce su quel tipo di tematiche a trionfare è anche perché oggi la chiesa è molto indebolita dopo il Concilio Vaticano II. Visto che parliamo della Francia, bisogna sottolineare che la chiesa francese ormai è veramente allo sbando e quindi non ha nemmeno più la forza di opporsi a certe "novità". Il numero dei praticanti in Francia è esiguo (si dice siano il 10-15%) e la quasi totalità dei sacerdoti transalpini sono adepti ad un terzomondismo progressista alla Tettamanzi. Insomma, se la deriva relativista massonica sta avendo la meglio anche in paesi un tempo cattolicissimi (vedi Belgio, Francia, Spagna, Portogallo, Argentina e negli ultimi tempi perfino l'Irlanda) è anche perché la chiesa non è in grado di opporsi e di piazzare le proprie "Quinte Colonne" a sinistra. Anche in Italia si sta prendendo una brutta piega, i cattolici del PD sono stati epurati, e nel PDL il Fini-pensiero comincia a non esser più tanto isolato. La Chiesa deve veramente riflettere sul dove l'ha condotta la deriva post-conciliare.

Nessie said...

Non è introvabile Elly e lo si trova in tutte le librerie, e si legge scorrevolmente. Ciao.

Giovanni, costa 15 euro. Abbastanza poco, quindi. Vero il fatto degli errori della Chiesa relativi il Concilio Vaticano II. Inutile combattere il relativismo e la secolarizzazione, se poi ci si relativizza e si abbracciano più le ragioni del mondo che quelle dello spirito.
Per paradosso, i paesi latini più cattolici sono quelli che hanno subito una maggiore deriva massonica.
Curioso, poi che ci sia certa " pseudodestra" (anche tra i blogger)che a parole combatte le idee di Zapatero, ma si farebbe scannare piuttosto che ammettere che si tratta di costumi sociali ispirati da un disegno massonico.

Giovanni said...

Si Nessie, è vero, la massoneria dei paesi "cattolici" è molto più anti-cattolica rispetto a quella dei paesi protestanti. Va però detto che c'è una differenza sostanziale, ovvero che la chiesa cattolica, per quanto estremamente indebolita, è ancora un avversario molto duro e potente, (specie dal punto di vista economico-finanziario) invece le chiese protestanti ormai fanno ridere i polli, tra vescovi-donna e matrimoni gay celebrati in chiesa. Le chiese protestanti del Nord Europa non c'è nemmeno bisogno di attaccarle, si sono distrutte da sole, vedi ad esempio l'Olanda che nel giro di nemmeno vent'anni è passata da un pluri-secolare puritanesimo calvinista ad essere un paese a maggioranza atea. Insomma, la maggior intensità di attacchi contro la Chiesa cattolica da parte della massoneria è per me dovuta alla forza che la Chiesa cattolica ancora ha e che invece le chiese protestanti non hanno. L'eccezione in questo senso sono gli USA, unico paese a maggioranza protestante in cui la secolarizzazione sembra non avanzare, anzi sembra in forte difficoltà pure adesso che non c'è più Bush il puritano alla Casa Bianca. Ora, tante cose degli USA sono contestabili, e sono il primo a riconoscere le loro colpe, però va detto che ormai sono l'unico paese Occidentale in cui su certi temi c'è ancora dibattito culturale, in cui ancora si riescono a sostenere posizioni "politicamente scorrette" ed in cui c'è una religiosità ancora molto profonda e radicata, ragion per cui negli USA pure la sinistra su certe tematiche è ambigua e timorosa di esprimersi, vedasi i continui flip-flop di Obama e della Clinton sui temi etico-religiosi. Chiedo scusa per la lunghezza del messaggio, ma la tematica in questione mi attira parecchio.

P.S.

Riguardo la palese connessione Zapatero-massoneria qui un'intervista un po' vecchiotta a Ricardo de La Cierva, storico spagnolo ed ex ministro della cultura iberico.
http://www.salpan.org/ARTICOLI/Zapatero%20massone.html

Nessie said...

Giovanni, grazie per il link che se anche vecchiotto, non conoscevo.
Di storie della massoneria con minor "spirito di parte di neofiti neoconvertiti" (cito Massimo) c'è pieno nelle biblioteche. E anch'io ne possiedo una.
Ma a me interessava proprio leggere una testimonianza vissuta dall'interno. E mi pare da nesci, limitarsi a chiamare "spirito di parte" forme di associazionismo che sono dei veri e propri comitati d'affari e clan iniziatici con vari gradi per molti aspetti simili a quelli mafiosi.
Quanto ai neofiti neoconvertiti, se ci fosse un po' meno ignoranza si dovrebbe sapere che perfino tra i 4 evangelisti c'erano dei "neoconverti". Pietro era neoconvertito e Matteo Levi era un neoconvertito:

http://it.wikipedia.org/wiki/Matteo_apostolo_ed_evangelista

Non a caso i Vangeli si chiamano "Nuovo Testamento".

Colgo l'occasione, a proposito di Usa, per ricordare che quel "puritano" di Bush, sotto la sua amministrazione ha regalato al mondo la più devastante crisi economica e che ha fatto fare il rifinanziamento delle Banche (private) con denaro pubblico dei cittadini americani (piano Paulson). Un'ulteriore dimostrazione (se mai ce ne fosse bisogno)che in Usa, destra o sinistra è sempre Mammona che comanda.

Intervieni pure con la lunghezza che vuoi :-)

Nessie said...

PS: Chiedo venia: Pietro (nato Simone) era un apostolo e non un evangelista. Comunque ci siamo capiti lo stesso.

Per ciò che concerne ambedue le amministrazioni Usa (rep e dem) e i temi eticamente sensibili, è evidente che vanno coi piedi di piombo, a causa del consenso elettorale.
La massa dell'elettorato non è "lobby", dopotutto.

Giovanni said...

Beh, su Bush junior sottoscrivo tutto quello che dici, ci mancherebbe altro. Un utile idiota come tanti. Che tristezza.

Anonymous said...

Dovremmo considerare, secondo la mia modesta opinione, anche le "vere forze occulte" che intervengono nei rituali massoni. Forse ciò spiegherebbe le contraddizioni tra massoni di destra e di sinistra. Dici di non essere credente, ma spero vorrai accettare il fatto che i rituali cattolici si fanno perchè "qualcosa" si muova. Ovviamente qualcosa di benevolo. E nei rituali massonici?? Sai che i rituali occulti dei Mormoni, dei Massoni e della stregoneria Wicca sono molto simili?! Io ne ho tratto le conclusioni che ti ho detto.
Cordialissimi saluti
Kaminito

Anonymous said...

Non ho letto il libro, Nessie, ma mi riprometto di farlo. Anche perché, dalle anticipazioni che fornisci, intuisco che tratta di cose serie; della “vera” massoneria e non di panzane tipo P3: una piccola congrega di affaristi trasformata in “loggia segreta”, con tanto di nome evocativo, da giornalisti compiacenti e magistrati strabici. Gli stessi togati - per la cronaca - che hanno decretato in un amen lo status di “vittima” di Marrazzo, senza indagare sull’uso per lo meno allegro di auto blu, scorta e fondi “riservati”; sull’incompatibilità tra il suo treno di vita e le sue entrate economiche e soprattutto sugli atti e le delibere firmate da un “governatore” sotto ricatto… Ma sorvoliamo…

Ho militato per anni in un partito che, unico in Italia, affermava solennemente nello statuto l’incompatibilità con la massoneria. Ciò nonostante, quando tra noi si affrontava la questione da un punto di vista più “alto”, si aveva modo di litigare anche su questo…
Da un lato i sostenitori di René Guénon (esoterista francese, massone che rimase tale anche dopo la conversione all’islam, nascosta ai suoi stessi familiari per oltre quarant’anni). Dall’altro chi condivideva l’opinione di Julius Evola, secondo cui la massoneria era un potente strumento della sovversione mondiale, tanto più pericolosa in quanto - ammantandosi di tradizionali rituali iniziatici, apparentemente “in regola” - era capace di attrarre a sé anche chi avrebbe dovuto combatterla con risolutezza.

Naturalmente era anche la mia opinione, niente affatto mitigata col tempo.
Quando leggo su libri coraggiosi, ancorché misconosciuti, o su questo scostumatissimo blog e su pochi altri le denunce delle “imprese” della sinarchia universale, non di rado incappo in nomi che sono contemporaneamente riconducibili ad ambienti massonici, comitati d’affari, organizzazioni mondialiste, potentati economici ecc. E tutto questo mi rafforza nell’idea che la massoneria è parte fondamentale del “disegno”…
Perché io credo, come te, che ci sia un “disegno” e non si può minimizzare liquidando tutto col diritto di iscriversi ad una data associazione piuttosto che ad un’altra.
(no caste)

Nessie said...

Certo che è così, Kaminito. La liturgia cattolica si pratica per creare una mediazione tra l'umano e il divino, e per cercare di migliorare gli esseri umani. Come nata e cresciuta nel cattolicesimo, posso senz'altro testimoniarlo. Il fatto che mi senta poi indifferente ai richiami religiosi (della mia religione) non mi impedisce affatta di essere obiettiva.

Delle stregonerie occulte Wicca francamente non ne so nulla.
La cosa che non mi piace affatto è che queste società segrete cercano di perseguire scopi che sono altri rispetto ai reali bisogni umani e che tengono sotto sequestro la democrazia. Nel pacchetto, mettiamoci anche il soverchiamento del mondo, la globalizzazione, l'immigrazionismo forzoso, oltre a tutte le altre cosette citate circa i temi eticamente sensibili.

Nessie said...

Infatti caro No caste, hai centrato con lucidità il nocciolo del problema: "non si può minimizzare liquidando tutto col diritto di iscriversi ad una data associazione piuttosto che ad un’altra". O di rimanere fuori da entrambe come se Chiesa (pur con tutti i suoi limiti e carenze) e Massoneria fossero due cose omologhe da mettere superficialmente a confronto.

Esistono tante, troppe false libertà oggi nel mondo e vale la pena di distinguere una volta per tutte il termine "libertà" (che non è mai disgiunta da responsabilità) da "licenza". Licenza di ruberie, di abusi di potere, di appartenere a quel pervasivo regno delle "porte girevoli", secondo cui puoi trovare perfino un magistrato iscritto alla tua loggia che ti fa vincere una causa civile.
Tutte cose che vengono puntualmente denunciate nel libro di Caillet che pur avendo alcune carenze (si mostra ad esempio, debolino, nei confronti del Concilio Vaticano II)
rappresenta pur sempre una finestra aperta su un tema di cui non se ne parla proprio.
Ti risulta che abbiano mai paparazzato, ad esempio, una di queste riunioni segrete? A me no.
Meglio paparazzare Topolanek in costume adamitico nella villa del Berlusca.

Luca said...

Mi piacerebbe sapere perché è stata fatta una legge apposita contro la P2 (la legge Anselmi) e per queste associazioni a delinquere c'è l'impunità assoluta. Anzi, quasi quasi è un vanto e una gloria appartenervi. Quasi che fossero dei titoli nobiliari.

Anonymous said...

Già, Nessie… meglio paparazzare “Topolinik” e mostrarlo al mondo come mamma l’ha fatto…
Anche se trovo per lo meno curioso che si possa tenere per sei mesi a tiro di teleobiettivo (e dunque di schioppo…) la villa del Capo del governo, e non si riesca a penetrare in certi sancta sanctorum… I quali, evidentemente, dispongono di servizi di protezione molto più efficienti di quello che dovrebbe garantire l’incolumità di Berlusconi…
Condivido anche il resto: libertà con responsabilità; diritto con dovere. Altrimenti si scade nella legge della giungla.
E aggiungo che “libertà”, a parer mio, è una parola che andrebbe coniugata al plurale (“le” libertà), perché al singolare è talmente generica e vuota da poter essere riempita con tutto e dunque suscettibile di diventare pericolosa.
(no caste)

Nessie said...

Luca mi pare che la risposta l'abbia in un certo senso fornita No caste.
P2 e P3 "sono piccole congreghe di affaristi trasformate in “loggia segreta”, con tanto di nome evocativo, da giornalisti compiacenti e magistrati strabici".

E' evidente che in questo caso è più facile criminalizzare e eventualmente creare leggi su misura per piccoli comitati d'affari, piuttosto che inafferrabili élites oligarchiche.

Nessie said...

No caste, chissà se ci sono mai stati veri cronisti coraggiosi in grado di "illuminare" con le loro inchieste, queste società di "illuminati" segreti.
Ma so già che faccio una domanda assurda, dato che è proprio questa stessa gente che dispone di testate, quotidiani, magazine ed emittenti tv con tanto di giornalisti prezzolati . Si può dunque immaginare che razza di reporter d'assalto si siano schierati contro di loro.

Sì, meglio sparare teleobiettivi su "Topolinik". C'est plus facile!

Anonymous said...

A me il libro di Caillet è piaciuto; in particolare nella narrazione del cammino verso la liberazione e la conversione.
E' un frammento di quel mondo penso molto più vasto ed oscuro che alla faccia della "democrazia" manipola le realtà.
La prova dell'esistenza di queste manine occulte è direttamente nei concretissimi fatti.
Dato che queste presenze falsano tutto il resto è una tragedia che non vi siano forze politiche nazionali o globali che sollevino la questione ( ammesso che dopo averla sollevata riescano a sopravvivere).
Poi non è un caso ma un fatto che la Chiesa Cattolica sia il bersaglio di questi strategie.
Scarth

Nessie said...

Ciao Scarth, mi aspettavo il tuo intervento dato che sapevo dal post precedente che lo stavi leggendo anche tu. Sì, il libro è scorrevole e si legge bene.

Che altro aggiungere? C'è stato il XX Settembre 1870 con la Breccia di Porta Pia che ha sancito la divisione della Chiesa dallo stato divenuto laico.
Ora ci vorrebbero altri XX Settembre con altre brecce di Porta Pia all'incontrario: gli stati per essere davvero sovrani dovrebbero prendere drasticamente le distanze dai circoli massonici.
"Ammesso che riescano a sopravvivere", scrivi?
Ma la verità è che così non sopravvive proprio nessuna democrazia. E questo è già un lento morire.
Come avrai capito dall'esperienza di Caillet, le fazioni politiche opposte in parlamento si mettono d'accordo facilmente quando si tratta di fare il gioco di Lorsignori.
Il giochetto ricorda le "fiches" della roulette di Montecarlo: si punta un po' sul rosso, un po' sul nero et voilà...les jeux sont faits.

Anonymous said...

Già Nessie, l'unica cosa che assolutamente non ammettono è che vada al potere un soggetto fuori dal loro giro: allora deve essere estromesso. Non so perchè ma mi ricorda tanto l'Italia questa cosa...
Hai citato il Risorgimento: se ti va dai un'occhiata ai documentatissimi libri della storica professoressa Angela Pelliciari. Valgono più che mai anche per i giorni nostri.
Scarth

CloseTheDoor said...

* prossimo acquisto su amazon *

Grazie. Forse lo avrai visto, ma su La7 è passato ormai tempo fa, un interessante documentario sulla massoneria.

Nessie said...

Purtroppo no, non l'ho visto Close. Anche perchè in questo periodo estivo si sta molto a chiacchierare tra amici e molto poco davanti alla tv e al pc. Ciao e buone vacanze anche alla tua cucciola.

Scarth, mi procurerò quel testo di storia che hai segnalato.

Anonymous said...

Grazie ma inviterei a vedere il video OBAMA DA PAPA FRANCESCO. ...INTEGRALE!Si potrà vedere che Obama prima di salutare il papa in vaticano....saluta numerosi massoni....uno per uno.La massoneria è parte del vaticano....che sia contro è una farsa che serve a ingannari i cattolici che credono ancora alle falsità e sllr illogicita'della chiesa che sta realizzando il nwo...cioè il regno di satana!?

Anonymous said...

Ma mi sembra non vero questa co versione da massone a cattolico. ...non cambia niente. ...la massoneria sta nel vaticano. Cercate il video OBAMA DAAPA FRANCESCO....vedrete che Obama prima di salutare il papa saluta numerosi massoni in Vaticano. ....

Nessie said...

La Chiesa cattolica non è nata infiltrata dalla massoneria. Leggiti le encicliche di Leone XIII e di Clemente VII contro la Massoneria. Semmai, lo è diventata col tempo. E su questo posso essere d'accordo con te. Però per favore firma i tuoi interventi con un nick sennò non posso pubblicarli per il futuro.