11 February 2010

Fango e discredito su Bertolaso

Come diceva Agatha Christie, tre coincidenze fanno un piano.

1) Ad Haiti Bertolaso denunciò le passerelle futili di Bill Clinton, dello star system  hollywoodiano e la disorganizzazione degli aiuti ai terremotati e fu subito terremoto di polemiche su di lui.

2) In secondo luogo Berlusconi all'Aquila lo promosse ministro. Fece male? fece bene? A mio avviso avrebbe dovuto essere più prudente nell'esporlo così tanto a dichiarazioni così impegnative  sotto i riflettori. Meglio fare in silenzio che annunciare. Ma si sa,  l'uomo è fatto così.

3) Intanto la campagna elettorale avanza e le procure stanno oleando le loro armi migliori: gli avvisi di garanzia e le iscrizioni al registro degli indagati con annesso tintinnio di manette.

Dunque  era nell'aria che il capro espiatorio non poteva essere che lui, Guido Bertolaso. Ora i quotidiani hanno già sguinzagliato i cronisti modello dagospia, i titoli cubitali, la pubblicazione delle intercettazioni, e  tutto il resto si farà da sé: calunniate calunniate, qualcosa rimarrà.  Ogni giorno assisteremo alle macerie e agli smottamenti di chi si è fatto un mazzo grosso tanto e tutto il buono e il positivo del suo monumentale lavoro verrà buttato in una cloaca mefitica. Come da copione.  L'Italia è un paese di "guardoni del sociale" e lo sport preferito di certuni è godere dei guai altrui per poi poter dire  "'l'avevo detto". Per fortuna non tutti gli Italiani sono fatti in questa maniera e in queste ore, non saranno pochi quelli sinceramente dispiaciuti per quest'uomo valido con cui hanno un debito di riconoscenza.
Non ho voglia di aggiungere altro se non che sappiamo già in partenza quale sarà la prossima puntata di Anno Zero (che poi è questa sera) , con annessa letterina al cianuro del  solito Saint Just-Travaglio, il puro che epura. Che vedremo Santoro fregarsi le mani, come un untore-mestatore,  per la consueta audience. Che ci sarà  la solita vignetta del pecoreccio Vauro. Ovviamente non guarderò la puntata.
Solidarietà a Bertolaso!
Altri post sul tema: Giù le mani da Bertolaso!di Lontana e    La manovra a tenaglia della giustizia a orologeria di  Mary .

36 comments:

Lontana said...

Grazie del link Nessie, e come non essere d'accordo su quest'ultima bordata a un uomo che ha saputo bene operare?
Chissenefrega se andava con le escort, quando lo capiranno che non son queste le cose che contano?
Ma già, ora ne tireranno fuori di tutti i colori. Che barba!

PRESS said...

Ma tu non ti sei rotta di questa stanca tiritera? Non pensi che in un paese come usa dire " di diritto" tutti questi proclami da parte dei giudici e questa continua fuga di notizie riservate non siano ammissibili? Credo di si, non ne puoi più nemmeno tu. però ci sono le elezioni di mezzo e quindo questa magistratura marcia può sguazzare nel torbido e se non c'è se lo inventa.

Nessie said...

Press, non solo mi sono rotta, ma mi sono addirittura NAUSEATA.
Ormai non c'è più italiano di buon senso in grado di accettare queste schifezze. Quando intervistano il procuratore Tal dei Tali in tv, si lamentano perché dicono di non avere nemmeno la carte per i fax, ma poi dove trovano tanti soldi per origliare chilometri di telefonate altrui? Dalle nostre tasche, è evidente.

Nessie said...

Figurati Lonty. Era evidente che tenevano lì in frigo lo scandalo pronto per la bisogna, per poi tirarlo fuori alle solite scadenze precise e creare l'effetto valanga. Questi ermellini del Menga sono puntuali come la morte. E da qui a marzo ne vedremo ogni giorno delle belle. Sì, che palle!
Ci si stufa perfino di scriverle, certe cose.

Anonymous said...

Eh si, Nessie, la combinazione "dichiarazione ad Haiti"(come dici bene tu, chi tocca i fili muore) e "campagna elettorale" si è rivelata micidiale per Bertolaso. Sono scese in campo le truppe cammellate della sinistra, alias la casta braminica dei magistrati ed hanno colpito ancora. Fortuna che il giochino si è fatto troppo ripetitivo e scoperto, e sempre più italiani lo stanno capendo. Paola.

Tommaso Pellegrino said...

Hai ragione, Nessie: davvero ci mancava Bertolaso, da infangare.
Dove non c'è competizione sul piano dell'efficienza dimostrata nel governare e nel sapere affrontare emergenze e calamità, si ricorre a simili bassezze, ma non se ne può più e, prima o poi, arriverà il conto salato per quei signori.
Una simpatica tirata d'orecchie per non essere più stata presente, con i tuoi equilibrati e graditissimi commenti, sul blog del sottoscrito (l'indirizo è sempre lo stesso: www.tommasopellegrino.blogspot.com; vacci e chissà che non troverai qualcosa di interessante) e continua sempre così.
Tommaso Pellegrino-Torino

Massimo said...

Quel che mi stupisce è che c'è persino chi crede ancora a tutte queste storie. Forse ci sarebbe bisogno di qualche salutare scossone ... politico, si intende ! :-)

Nessie said...

Ormai non ci crede più nessuno Paola: quello dei magistrati è un copione ritrito. Però restano le tre coincidenze di Agatha Christie e di Conan Doyle.

Purtroppo Tommaso è sempre più frequente ricorrere a simili bassezze per sgominar l'avversario.

Nessie said...

Massimo, la menata delle escort e le luci rosse, è vecchia come il cucco ed è il caso di dire che abbiamo una magistratura guardona e origliante. Stavo per dire orecchiona, ma coi tempi che corrono è meglio di no ;-).

Orpheus said...

Nessie..ho appena finito anch'io di scrivere su Bertolaso...
E'pazzesco, che attacchino uno come lui.
D'altronde è l'uomo che meglio rappresenta questo Governo: del fare...un colpo a lui vuol dire creare disillusione nella gente e quindi spingere gli indecisi a non andare a votare alle regionali.
E' per questo secondo me che lo stanno infangando per dare una possibilità al Caravanserraglio Bersani e Company.
Chissà come mai...proprio la magistratura fiorentina ha avviato l'inchiesta...un caso???? che schifo...sono molto indignata.
Ciao mary

Nessie said...

Se 3 coincidenze, come dice Agatha Christie, fanno un piano, 4 anche di più, cara Mary. Ed è evidente che dalla procura di Firenze non può saltar fuori niente di buono.
Bersani da cani andrà a San Remo in cerca di voti, popolarità e consensi da acchiappare: Vasco Rossi non gli basta.
Sì, decapitare Bertolaso ha proprio il significato che gli attribuisci tu: ridurre il governo all'inazione e scoraggiare gli Italiani, mostrando loro che intanto niente cambia. Ora linko anche il tuo post, come ho fatto per Lontana.
Curiosamente Santoro stasera non parla dello scandalo sulla protezione civile: strano , molto strano. Si vede che non ha fatto a tempo a registrare la trasmissione sul tema. Ciao.

Lo PseudoSauro said...

E' inutile, qui con le buone non se ne esce. Ci vuole una presa della Bastiglia su modello francese. Lo vogliamo capire o no che la magistratura è uno stato parallelo nello stato?
Un partito che non ha nemmeno bisogno di farsi eleggere e che sta al di sopra di altri partiti?

Angelo D'Amore said...

solidarieta' a bertolaso. il condizionale in questi casi e' d'obbligo.
vediamo l'inchiesta cosa dice pero'.

tornando alla vicenda rifiuti in campania, l'unica cosa che non mi spiego perche' bertolaso abbia inviato a maroni una black list di soli 11 comuni, 9 nella provincia di caserta e 2 in quella di napoli ( 3 soltanto quelli sciolti dal ministro) rispetto alle tante decine che non hanno raggiunto il 25% di raccolta differenziata. mi aspettavo il pugno piu' duro, ma forse la campania amministrativamente, sarebbe andata al collasso.

Elly said...

E' un vero schifo.

Nessie said...

Sauro, il 14 luglio è tanto che lo invoco anch'io. Ma evidentemente per arrivarci occorre non avere più da mangiare né da riscaldarsi. La sete di giustizia in astratto non basta.

Nessie said...

Angelo, non conosco nel dettaglio la questione Campania e la black list dei comuni insolventi. Ma presumibilmente c'erano dei budget da rispettare.

Sì Elly, è un vero schifo e abbiamo toccato il sottosuolo.

Paolo della Sala said...

Bella "abbiamo toccato il sottosuolo". A parte questa vicenda, il Paese è moralmente alla frutta, cinico, ipocrita, insostenibile, il tutto mentre in Iran c'è ancora chi muore per gli ideali.

Il Mango said...

E' veramente scandaloso. E il questurino DiPietro che presenta la mozione di sfiducia....L'Italia e' un paese nel Twilight Zone. Invece di fare le riforme necessarie per portare il paese 21esimo secolo, chi governa deve continuamente guardarsi alle spalle perche' questi sinistrorsi beceri, fetenti giudicini e politicini salsa DiPietro , ignoranti, provinciali, cum Pityriasis capitis et halitus gravis, che pensano solo a distruggere, acceccati dall'odio con bava alla bocca come cani rabbiosi . Ma poi prendersela con Berltolaso.Ignobili!

Nessie said...

Sì Paolo, i ragazzi iraniani lottano ancora per degli ideali mentre noi assistiamo impotenti ad un paese che sprofonda, e nessuno riesce a raddrizzarlo.

Mango, prendersela coon Bertolaso è davvero sparare...sulla Croce Rossa.

sarcastycon said...

Mary
in fondo è anche colpa del governo se questi giudici fanno quello che vogliono e di solito per i loro sporchi interessi politici.A quest' ora la riforma della giustizia doveva essere già stata fatta alla faccia dei kogliones e del mezzopresidente.
Oltre tutto in parlamento la maggioranza dovrebbe far istituire una commissione di inchiesta sull'operato della magistratura,in quanto il suo comportamente è chiaramente sovversivo.

ciao
Sarc.

Calamity Jane said...

Decisamente, troppe per essere solo coincidenze. sfiderò il rischio di far paventare una conversione antiamericanista, e affermerò che da Di Pietro a Bertolaso le stelle e le strisce cominciano a non sembrarmi più tanto amiche.
CJ

Nessie said...

Quoto Sarc: la maggioranza c'è tutta e il consenso pure. Non si fanno mai le riforme in affanno e in emergenza, ma le si fanno PREVENTIVAMENTE e magari freschi freschi di vittoria elettorale.

Nessie said...

Bevenuta cara Calamity J. Detto da una che ha il tuo nome è tutto un programma ;-) ma se vogliamo vedere anche una quarta coincidenza, c'è anche quella dell'ambasciatore David Thorne che è arrivato a chiedere il licenziamento di Bertolaso presso Berlusconi e il suo staff diplomatico l'indomani delle sue dichiarazioni sugli aiuti ad Haiti: è TROPPO! Dagli "amici" mi guardi Iddio. Ciao

Anonymous said...

Dei gravissimi condizionamenti posti al nostro sistema democratico dalla presenza di un potere assoluto completamente discrezionale ed autoreferenziale come quello della magistratura abbiamo più volte detto. Non è questione da poco: è la differanza che passa tra il rispetto dei diritti civili o la loro violazione, la differanza tra un Paese civile e la DDR della STASI.
E' preoccupante che l'attuale maggioranza abbia cincischiato e concluso pochissimo invece di farne una crociata partendo all'assalto visto che la materia non mancava. Temo non ne abbiano la stoffa.
Scarth

johnny doe said...

Ormai non facciam altro che fare posts su una magistratura da calcio in culo e sui suoi ispiratori goebbelsiani,tipo travaglio,santoro,...
E' una nausea continua di ipocrisia,falsa moralità ed ingiustizia ad orologeria.
Qualcuno dovrà pur ribellarsi concretamentea questo stato di cose.Non è che nel Pdl sono un po' addormentati!
Perchè non si promuove una manifestazione in grande stile contro queste porcherie? O altri tipi di iniziative... Sarebbe il meno e il più assennato,perchè in verità,meriterebbero ben altro e se fossimo così cattivi come ci dipingono,ne avremmo già impiccato qualcuno

johnny doe

Nessie said...

Ecco due interventi paralleli che fanno le stesse puntualizzazioni: Scart e Johnny!
Da quanto tempo denunciamo gli abusi della magistratura e quanti post ho fatto per i vari casi di malagiustizia? Ormai in 5 anni di blog non li conto nemmeno più. Sì, l'ho già detto anch'io. Per la maggioranza schiacciante che ha questo governo è da mo' che avrebbe dovuto fare una riforma seria della giustizia. Altro che addormentato!
Purtroppo poi anche la dabbenaggine ha un prezzo. E che prezzo!
Leggete quest'articolo di Sgarbi che esordisce in questo modo:

"Solo in Italia può diventare un eroe Ciancimino e un criminale il responsabile della Protezione civile, Guido Bertolaso, di cui sono evidenti a tutti i meriti e la bontà dell’azione. Il pentito diventa il buono e l’uomo di Stato diventa il cattivo, avendo liberato dall’immondizia Napoli, avendo prestato opera di assistenza materiale e morale nelle emergenze dei terremoti oggi Bertolaso è indagato per corruzione".

Il seguito qui:
http://www.ilgiornale.it/interni/solo_italia_bertolaso_e_criminale/11-02-2010/articolo-id=420868-page=0-comments=1

Angelo D'Amore said...

anche io ne ho fatto un post, un po' piu' graffiante.

Pikappa said...

ciao Nessie,
notato che oggi si e' anche risvegliato dopo qualche giorno di sonno giuda iscariota attaccando (tramite un paio dei suoi. Bocchino e l'altro, quell'economista con la barba, ora non mi viene il nome) lateralmente sul progetto di "protezione civile SPA" ??
Dormiva da un po' nella sua merdosa tana ma non ha saputo resistere alla tentazione...

Nessie said...

Pikappa, il risveglio di Giuda Iscariota mi è sfuggito nel marasma delle tante dichiarazioni.
Ma lui si sa, non perde mai occasioni per smarcarsi col ditino alzato a dare lezioncine di bon ton. Del resto da uno che indica in Napolitano una "stella polare", che diavolo vuoi aspettarti?

Pikappa said...

gia' ...
quella stella polare che un giorno indicava il cammino ai suoi "fratelli dell'armata rossa" diretti gioiosamente in armi verso Budapest.
Che schifo

Anonymous said...

Aggiungo, Nessie, che, negli anni Settanta, l'attuale presidente della repubblica, fu il primo dirigente comunista italiano a ricevere il visto per gli Usa, ove tenne una serie di conferenze nelle università. Io ricordo bene l'epoca. Piena guerra fredda, il visto per gli Usa se lo poteva scordare anche il piccolo capetto della sezione comunista di Roccannuccia di Sotto.Ciascuno ne tragga le conclusioni che crede. Paola.

Nessie said...

Sì Paola e Pikappa, sapevo già del doppio volto di "stella polare". E difatti...

Riprendo l'argomento sul perchè questo governo non riesce a fare una riforma efficace della magistratura. Ieri sera Pecorella del PdL ha detto chiaramente che ogni qualvolta si provano a mettere mano a una legge seria, arriva puntuale il pentito di mafia di turno a inceppare tutto. E' un po' di difficile per un governo legiferare sotto un continuo fuoco di sbarramento. E una volta è Spatuzza,e l'altra volta è Ciancimino...

PiKappa said...

Nessie:
ogni qualvolta si provano a mettere mano a una legge seria, arriva puntuale il pentito di mafia di turno a inceppare tutto. E' un po' di difficile per un governo legiferare sotto un continuo fuoco di sbarramento

se non l'hai gia' fatto ti consiglio di leggere l'articolo di Tiziana Maiolo su "il predellino" di oggi ...

Nessie said...

PiKappa, non l'ho letto. Puoi mandarmi il link?

Pikappa said...

eccolo
http://www.ilpredellino.it/online/index.php?view=article&id=2050:e-ora-di-dare-lassalto-al-nostro-palazzo-dinverno
buona lettura e buuona domenica :)

Nessie said...

Letto, grazie Pikappa. Ma io a differenza della Maiolo sono per il ripristino dell'immunità parlamentare. Se un governo deve lavorare a tutto tondo, non può ogni due per tre venire interrotto da queste vicende giudiziarie, buona parte delle quali surrettizie e mendaci. E lo dico per qualunque tipo di governo venga eletto. Ciao e buona domenica.