18 May 2009

I due di picche che ci impediscono di legiferare











Ecco le facce degli esponenti delle organizzazioni internazionali che ci impediscono di governare e di far legiferare un governo legittimemente eletto in carica a proposito di immigrazione e sicurezza. Nell'ordine: Manuel Barroso della Commissione Ue, Antonio Manuel de Oliveira de Guterres, "alto" commissario dell'ONU.
Laura Boldrini dell'ONU, nota per aver diramato nelle redazioni dei giornali uno zibaldone political correct detta Carta di Roma, sulle espressioni che i giornalisti devono e non devono usare a proposito di stranieri immigrati. Thomas Hammarberg del Consiglio d'Europa (foto piccola), che ha rilasciato interviste mendaci e cariche di pregiudi antitaliani sulle nostre politiche migratorie.
Ho più volte scritto sui miei pezzi che il governo è "altrove" e che non risiede come dovrebbe a Roma. In questi ultimi giorni ne abbiamo l'ennesima riprova. Poiché anche un paese considerato "sovrano" se fa parte della Ue è a "sovranità limitata". In particolare il nostro. Ma quanti "due di picche" nelle organizzazioni internazionali! L'unica cosa su cui non concordo con La Russa (can che abbaia non morde, e se abbaia è proprio perché non gli è dato di essere efficace) è il fatto che quelli dell'ONU non contino un tubo. Un'azione di disturbo, questi servi sciocchi delle grandi potenze, ma maramaldi coi deboli, purtroppo ce l'hanno. Quello di intralcio, di blocco nei confronti di iniziative giuste e sacrosante come quelle dei respingimenti.

Pisanu nel precedente governo Berlusconi li chiamava "contratti di riammissione". Ma il risultato non cambia, visto che in Italia si può sbarcare imperterriti e impuniti via mare, cieli, e penetrarvi via terra. Intendiamoci, non è che gli altri stati "membri" in materia di immigrazione siano conciati meglio di noi. Ma un pizzico di autonomia in più nelle politiche migratorie mostrano di disporla. Sarkozy ha rispedito al mittente un numero considerevole di rom chiamandolo "rimpatrio umanitario". Zapatero fa rima con Pistolero e ha sparato a Ceuta e Melilla contro magrebini d'assalto nelle sue enclave spagnole. Malta gira le cambiali (ovvero i barconi) su di noi Italiani facendoci pure la ramanzina se non li accettiamo (le recenti polemiche sul nostro presunto atteggiamento "disgustoso"). Noi no.
Il perché è presto detto: fungiamo da sala d'aspetto dei disperati del pianeta, da enorme CPT intereuropeo di contenimento-clandestini. In altre parole ci vogliono ESTINTI. Sta a noi ribellarsi e riprendere in mano il nostro destino.

Un consiglio amichevole al ministro La Russa. Don't talk, do it! - dicono gli Americani. Non parlare, fallo!
E che sia consapevole che per il momento i "due di picche" siamo noi. Perciò è ora di cambiare direttrice di marcia. E non solo in prospettiva delle elezioni europee. Perciò, ci rivedremo a Filippi. Cioè dopo il 7 giugno, nei mesi successivi, per mettervi alla prova.

26 comments:

Lo PseudoSauro said...

Gli abitanti dei vari "palazzi di vetro" sono misteriosi almeno quanto cio' che vi accade dentro: roghi compresi.
Il dire che l'ONU non conta nulla e' una sciocchezza, dacche' e' dal '48 che quasi tutte le giurisdizioni nazionali "recepiscono" i sacri principi giusnaturalisti onusiani trasformando le carte costituzionali in carta straccia.
Questi sono i veri "attentati alla costituzione" che creano conflitti a catena, merce' i quali Autodeterminazione e Sovranita' non valgono piu' nulla.
Ora e' chiarissimo come la morale universale sia incompatibile con le leggi nazionali e pure con la democrazia, non essendo questa gente eletta da altri se non se' stessa.

A proposito della morale universale, qui c'e' una bellissima analisi:

www.uomo-libero.com/articolo_popupf3bf.html

E qui ce n'e' un'altra sulla deriva orwelliana che ormai tutti stiamo percependo da tempo:

www.uomo-libero.com/index475a.html?url=/autore.php%3Fid%3D1%26onlyfull%3D1&hash=

Questa fonte e' davvero insostituibile: chissa' quanto durera' ancora nel "mondo libero"...

Minimo said...

Riappropiarsi del proprio destino, riabilitarlo come espresione della parte migliore di noi...una bella impresa! Se riuscissimo ad uscire dal tunnel planetario ( sicuramente europeo) in cui ci siamo cacciati saremmo poi capaci o disposti a vivere per i fatti nostri? Non basta tentare di scrollarsi di dosso i 2 di picche che abbiamo sul groppone, dobbiamo pensare anche al dopo. Penso anche al momento in cui tutto sarà compiuto e l'impossibilità di condividere questa penisola col resto degli italiani "aperti e civili" ci porrà di fronte ad angosciosi interrogativi, a scelte pesanti.

Leghista said...

Quello che mi fa più inc*****e e che tra questi bei tomi ci sia pure un'italiana... ma da che parte sta? Domanda retorica, lo so... :(
Sicuramente è orientata a sinistra, quindi non c'è altro da dire...

Aldo said...

Nessie: "Perciò , ci rivedremo a Filippi. Cioè dopo il 7 giugno, nei mesi successivi, per mettervi alla prova."

Anch'io temo che dopo le elezioni tornerà tutto come prima se non peggio. Non solo, ma mi piacerebbe sapere (cosa che non ci verrà mai detta a chiare lettere) che peso percentuale hanno i respingimenti sulla mole complessiva annuale degli ingressi, regolari e clandestini insieme. Temo che le azioni di questi giorni siano una manovra propagandistica, l'ennesimo ricorso a quell'effetto annuncio così praticato nei più svariati campi dai governi che si sono succeduti negli anni.

Aldo said...

Grazie al Sauro per avermi fatto conoscere il sito dell'Uomo Libero. Per ora ho solo scorso i titoli, ma pregusto ore di avvincente ed istruttiva lettura.

Lo PseudoSauro said...

eh, eh... quelli stanno sempre dalla parte degli invasori: e' storia vecchia.

Comunque e' triste constatare di avere ragione: la "comunita' internazionale" ha detto stop a Berlusconi e questi non potra' fare altrimenti, anche se lo volesse.
Gia' gli stanno preparando la fine di Craxi con l'aiuto dei soliti noti.

L' "opposizione" lavora sempre per chi comanda davvero. Non si pensi che i casini familiari, giudiziari etc. siano stati preparati in Italia.

Mi sono sempre domandato da dove sono zompati fuori tutti i portoghesi della UE e finanza varia, poi un'amica mi ha spiegato che il Portogallo se lo sono quasi comprato gl'inglesi oltre 20 anni fa. Allora si spiega.

L'unico dato positivo sta nel fatto che un po' d'italiani si stanno svegliando da un torpore quasi sessantennale. Qualcuno, non tutti, ma e' gia' qualcosa.

Elly said...

Non è esattamente in linea col post... però.

http://www.corriere.it/cronache/09_maggio_19/marco_cremonesi_la_toscana_lancia_la_sua_legge_2604f74c-443b-11de-a9a2-00144f02aabc.shtml

Chiedo scusa per il fuori tema.

Massimo said...

Una grande riforma sarebbe quella che azzerasse tutti i contributi a simili organizzazioni. A cominciare dall'onu e tutte le sue diramazioni.
Quei soldi sarebbero meglio spesi per servizi e strutture in Patria e per cospicui aumenti di stipendio e di organico delle Forze dell'Ordine.
Per cosa ? Per garantire maggiore controllo del territorio a cominciare dal respingimento dei barconi degli illegali ... :-D

Nessie said...

Sauro, sono informats anch'io sul fatto che in Portogallo si parla molto bene...Inglese:-) Infatti Barroso, che a breve sarà in Italia, quando è venuto al TG1 parlava in perfetto stile oxfordiano.
Quanto ai misteri dei palazzi di vetro, anche a me piacerebbe sapere che fine ha fatto il rogo che ieri al Palazzo della Commissione Ue era tra le prime notizie con l'inviata Mariolina Sattanino.

Nessie said...

Minimo "se riuscissimo ad uscire dal tunnel planetario ( sicuramente europeo) in cui ci siamo cacciati saremmo poi capaci o disposti a vivere per i fatti nostri?"
Il problema non è se ci riusciremo (quando si è in ballo si balla). Il problema che dovrebbe essere chiaro anche ai ciechi è che ogni mossa (anche piccola) che va in quella direzione, scatena il putiferio "internazionalista".

Nessie said...

Aldo, condivido i tuoi timori circa la solita politica degli annunci per acchiappare voti. E del resto poche rondini (ovvero i barconi finora respinti) non fanno primavera, visto che la maggior parte di questi "migranti" è già qua.

Massimo, i tuoi "desiderata" (che poi sono anche i mei) non è una riformetta da niente.

Nessie said...

Elly ho letto l'articolo di Cremonesi. Lo vedi a cosa serve l'autonomia e il federalismo regionale tanto magnificato dalla Lega? Che poi la sinistra ne approfitta per introdurre in avanscoperta norme liberticide per noi autoctoni tutti a beneficio degli immigrati.

PS: chiedo venia se i vostri commenti sono stati un po' in moderazione, ma sono fuori sede. Ciao.

Nessie said...

Leghista, da che parte vuoi che stia un "alto commissario ONU", anche se italiana? Dalla parte del suo lauto stipendio.

Anonymous said...

Cara Nessie, non sono mica tanto d'accordo che siano dei "due di picche". Sono alcuni dei tanti funzionari (non eletti dal popolo) di un apparato di potere onnipotente e che è in grado di condizionare praticamente tutto. Hanno sicuramente più potere di chi è stato eletto democraticamente. Mi fa ridere quando si stracciano le vesti perchè la società di Berlusconi controlla 3 reti televisive italiane. Tra le altre cose questi, con i vari Economist, FT, Repubblica ecc e altre testate, radio e TV fotocopia sparpagliate ovunque controllano il 99% dell'informazione MONDIALE (e detestano e cercano di far la festa a quell'1% che rimane of course).
Scart

Josh said...

caro Scart, certo per l'eco e le conseguenze che hanno le loro decisioni sti bei tomi hanno un impatto che va oltre al 2 di picche, purtroppo per noi e per come è organizzato questo sciagurato sistema. Ma dall'aspetto, dall'intenistà dello sguardo (...) e dalle fanfaluche che dicono sono effettivamente meno che 2 di picche.

Josh said...

Proprio oggi rientrando, trovo nella buchetta della posta 2 foglioni uguali tipo carta di giornale, sigillati col trasparente, che recano una specie di gigantografia a vista, uno per me e l'altro per la consorte. Foto in b/n, anni '40, eccetto una stella di David tinta di giallo in risalto, appuntata sul petto di una delle figure di derelitte raffigurate, con seguito di figliuoli.
Leggo, e....sono i Radicali! che scassano i cosiddetti anche a domicilio!

Lì si sostiene che rimandare indietro i barconi di immigrati è una nuova deportazione, che in Italia oggi ci sono le leggi razziali un'altra volta contro gli extracomunitari, che in Italia in pratica gli extracomunitari ricevono un trattamento da Auschwitz, che in Italia siamo nazisti-fascisti-razzisti oggi con gli extracomunitari.

Sono veramente stufo di questa mm...(sono educato). Cara Nessie, aiutaci tu: non permettere che incontri di persona un radicale o qualche 2 di picche più o meno presidenziale o sinistro.
Ma si può essere così? Con tutti gli extracomunitari che abbiamo, aiutati, sistemati, lanciati in avanti a scapito sempre degli italiani, con le scuole (vedasi episodio di questi giorni) con preside radicalsinistrata che vuole dedicare la scuola (8 alunni italiani) da Carlo Pisacane a un misterioso pedagogo suzukikawasaki,
si potrà sostenere mai che in Italia ci sono leggi anti-extracomunitari? che gente.

Nessie said...

Scart, se hai letto con attenzione il mio post, non sono d'accordo neppure io:

"Un consiglio amichevole al ministro La Russa. Don't talk, do it! - dicono gli Americani. Non parlare, fallo!
E che sia consapevole che per il momento i "due di picche" siamo noi".
E' questa la mia chiosa. Purtroppo "i due di picche" degli organismi internazionalisti che avrei dovuto virgolettare, si mettono sempre di traverso per privarci di ogni minimo potere decisionale.
L'ultimo colpo basso lo ha dato Barroso negando a Frattini il vertice straordinario sull'immigrazione tra i paesi membri. Evidentemente teme che volino gli stracci. Oppure ha già deciso di annetterci all'Africa.

Nessie said...

Josh, Il Partito radicale trasnazionale è stata la prima costola di quegli organismi internazionalisti che ci opprimono. Non per nulla pare che abbiamo sempre beccato dei gran quattrini proprio da questi innominabili enti. E pure dallo stesso Soros. Questo spiega perché abbiano rotto sempre i santissimi zebedei da quando sono sulla scena politica, anche quando avevano delle percentuali da zero virgola. E il bello è che piangono sempre miseria.
Sulla faccenda dell'ultima cialtronata della stella gialla mi sono già espressa sul post relativo a "Sua Pallidezza", e non ho voglia di tornarci su.
Non dobbiamo stancarci di demistificare questi meschini mistificatori a proposito di migrazioni bibliche.

Nessie said...

PS: la Boldrini è informatissima di come si comporta Zapatero (le Canarie sono il principale cimitero marino dei cosiddetti "dispersi"). Sa delle fucilate che si sparano dalla Grecia. E pure di Malta la quale ha messo un solo punto nelle sue campagne elettorali: lotta all'immigrazione. Ma tace e se la prende solo coi suoi compatrioti. Questa gente si è venduta l'anima e bada solo al suo miserabile tornaconto personale.

Josh said...

Hai proprio ragione Nessie. A proposito, dimenticavo che nel 'prezioso' incunabolo radicale giuntomi c'era anche un bollettino postale in bianco: chiedono ancora una volta soldi uno per uno ai cittadini, per suicidarci e autonegarci meglio, con la panzana del dirittificio (dei diritti degli altri, che manco sono arrivati nel paese).

Sulla Boldrini: pare che se Zapatero spara sui barconi lui può, perchè è Zapatero, è omofilo & co. E' noi che non può.

Josh said...

anche Obbbbama ora caccia i clandestini, ma come Zapatero, se lo fa lui rimane san Obbbama. Perchè? :)

http://www.tgcom.mediaset.it/mondo/articoli/articolo450156.shtml

Orpheus said...

Ciao Nessie...io penso che decidono loro quando contare come il due di picche:-)
Ergo con i regimi islamici si prostrano e chiudono ambedue gli occhi, con le democrazie dipende...certo il nostro paese é nel mirino. Come mai?
La colpa, se così si può dire, che abbiamo da scontare, é l'aver scelto un governo di cdx.
Ho la netta sensazione che da quelle parti siano tutti sinistrorsi...ergo a Zap permettono di sparere sui clandestini, a noi fanno storie infinite, per aver rispedito indietro un barcone.
Giustamente vedremo dopo l'elezioni se questo governo ha le palle, o fa finta di averle;-)
Ciao Mary
PS. ma tu sei via?

Nessie said...

Josh, Zapatero può e non solo perchè è omofilo o di sinistra, ma perché non paga antichi "debiti" di guerra. Così pure Sarkozy e la Francia. Vale sempre il vae victis, anche se poi sono passati sessant'anni. Eppoi c'è la manovra a tenaglia nei confronti del Belrusca, manovra preelettorale, no? Nella nota di addebito per lui c'è:
a) il suo avvicinarsi alla Russia di Putin per motivi di rifornimento energetico.
b) la misure protezionistiche di Tremonti.
Ecco perché tutto questo accanimento contro il ns. Paese che potremo sintetizzare in tre punti:
1) lo scatenamento internazionalista contro le nostre misure anticlandestini.
2)la Veronica-novela concertata ad hoc.
3)L'attuale caso giudiziario Mills ad opera della Gandus.

Nessie said...

Mary, sì sono via e lavoro con un barnascio portatile lentissimo.
Le risposte sul perché ce l'hanno con noi, ho tentato di darle già a Josh.
Non credo sia tanto questione di dx o sx, ma di paesi che contano di più nello scacchiere europeo e paesi che contano di meno. La GB fa e disfa come vuole ( anche la questione-Malta docet).
Sarkò avrebbe un governo di centrodestra (si fa per dire) e però fa i rimpatri "umanitari". Noi abbiamo un leader da "sansebastianizzare" durante le elezioni. E quel che sta avvenendo la dice lunga.

marshall said...

Cari amici,
ho letto l'articolo e tutti gl'interessantissimi commenti. Un ringraziamento particolare a Josh (c'è un blogger molto letto in america che si chiama Josh Marshall), il quale ci informa di quanto potrebbe arrivare nelle nostre cassette della posta, rendendoci poi edotti sull'eventuale da farne.

Di Massimo, vorrei poi consigliare a tutti quanti di andare nel suo blog, e leggere cosa ne diceva dell'ONU già due anni fa, in tempi, quindi, non sospetti come ora.

Di Pseudosauro, è bello leggere i suoi istruttivi commenti, dal momento che ora è quasi l'unico modo per leggere qualcosa di suo, perchè ora non scrive quasi più post. Ed è un vero peccato!

Per quanto riguarda il "due di picche", pronunciato da La Russa, penso che tutti noi sappiamo a cosa si riferisse, senza con ciò dare troppo nell'occhio a chi non ha la capacità di vedere. E d'altronde, basterebbe rileggersi quell'articolo di due anni fa di Massimo, per comprendere appieno il significato dell'espressione di La Russa.

Per quanto mi riguarda, sto andando a rileggere un pò di storia antica, per conoscere le cause di estinzione di famose etnie e civiltà del passato. Ida Magli ce ne dà un saggio, in un articolo recensito da Elly.

Nessie said...

Grazie Marsh, anche a nome di tutti.
Non so cosa accadrà, ma certamente questi enti sono i pifferai dei poteri economici forti internazionalisti di cui . l'Ue è solo una parte. Sebbene, una parte considerevole di questa filiera finanziaria.