27 February 2007

C'è qualcosa di losco oggi nell'aria, anzi d'antico

E' questo, un titolo che ho ripreso dalla risposta di Giuliano Ferrara ad un lettore che scrive al Foglio di sabato 24 febbraio."La crisi di governo è un fatto politico e istituzionale decisivo, ma da questa squinternata sinistra italiana escono stolide emozioni, accuse di tradimento. Andreotti ridiventa Belzebù, il ricorso alla urne, uno spauracchio ossessivo, l'idea dell'alternanza della gara democratica, cede il passo a una logica di stato d'assedio mentale, il ritorno dell'usurpatore e altre immondizie del genere. Volano i cazzotti e parole di nuovo contundenti. Che pena". Fine della risposta.


Tutto vero. E aggiungo: i cosiddetti traditori sono tali solo se vanno a finire nello schieramento opposto. Ovvero, se indeboliscono e fanno cadere il governo della cosiddetta Unione. Se invece sono transfughi dalla CdL cambiando casacca, allora vengono beatificati e diventano " un valore aggiunto", termini questi, pronunciati da Fassino per la new (si fa per dire) entry Marco Follini. Si rispolverano - pare - i voti di scambio della serie "io ti do una cosa a te, tu mi dai una cosa a me". E la moglie di Follini, l'architetto Elisabetta Spitz, secondo quanto rivelato ieri da Libero, è stata messa alla direzione della "Agenzia per il Demanio", un potente centro di smistamento di chi ha le mani perennemente in pasta.
Rina Gagliardi scrive su Liberazione (organo del PRC) la teoria del complotto americo-plutocratico-vaticano. Un NO, lo avrebbe espresso Cossiga a nome dell'America (capirai, quanto è filoamerikano votare contro una missione in cui gli americani sono laggiù in prima fila!). Una non fiducia l'avrebbe espressa Andreotti-Belzebù a nome del Vaticano. Della serie, io do una mano a don Camillo Ruini , facendo cadere il Governo sulla politica internazionale, così poi i DICO non si fanno; il Vaticano è salvo perché non interferisce, e la colpa è solo sua: di zu' Giulio. A Berzebbù, facce ride'....!!! La terza è stata quella del "plutocrate" Pininfarina.
Ma Rina la Rifondarola ce l'ha o no un bel complotto dietrologico anche per i suoi due sfiduciatari Turrigliato e Rossi? Quelli sono sangue del suo sangue e appartengono inequivocabilmente all'album della famiglia veterocomunista. E allora? Cosa avrebbe dovuto coerentemente scrivere, la Gagliardi, se fosse stata minimamente conseguente, come per gli altri tre senatori a vita? Che sono stati pagati dall'America Latina e in particolare dal subcomandante Marcos e da Castro, per far cadere il governo di centrosinistra e favorire ipotesi da revolucion dei descamiciados? Roba da far ridere i passeri! Avessero un minimo di lucidità d'analisi.
Nel caso dei due astenuti, volano invece minacce e cazzotti comunisti, come ai tempi delle vecchie purghe staliniane, in cui c'era la caccia al "deviazionista di destra" (Bucharin) e a quello di "sinistra "(Zinoviev).

Scusate, ma non doveva esserci la fine della Guerra Fredda e il crollo del Muro? Mai visto in Italia così tanti comunisti come da quando nel '89 è crollata la cortina di ferro. Cosa sarà questa clonazione postuma dal vecchio DNA marxista? E il bello che tutti rivendicano di averci in tasca la vera "linea giusta".
Intanto, alla faccia di quel comunismo-che-non-c'è-più, qui da noi ne abbiamo individuati di 5 tipi:
1) I DS ovvero quei postcomunisti che alla fine della Guerra Fredda "dimenticarono" di fare abiura degli errori passati del vecchio togliattismo. 2) Il Partito della Rifondazione Comunista, il quale, crollata l'URSS si volse (e si volge ancora) ai Paesi dell'America Latina. 3) Il PdCI (Partito dei comunisti Italiani) di Diliberto e la sua grande amicizia per i regimi islamici 4) Il nuovo partito comunista di Marco Ferrando, scissione trotzkista di PRC, e fautore della rivoluzione ininterrotta. 5) Le nuove BR per il comunismo, autodefinitosi "partito armato politico militare".
C' è qualcosa di losco oggi nell'aria, anzi d'antico...di Rosso Antico. Puah! nemmeno buono per farsi un aperitivo.

18 comments:

Lo PseudoSauro said...

Piuttosto divento astemio. :-)

Anonymous said...

piu` leggo e piu` mi rivolta lo stomaco. Hugs Mytwocents

Nessie said...

Hi Mytwocents! :-)
What a mess in here in Italy! Dev'essere dura da capire per chi sta all'estero, eh?

pesimedia said...

Cara Nessie, hai dimenticato una 6° tipologia, ossia il C.Q.I., che non sta per “calcolo del quoziente intellettivo” ma per "Comunismo Qualunquista Italiano", quello cioè di coloro che cazzeggiano in piazza col pugno alzato giusto per dare aria alle ascelle.

Massimo said...

Follini ? "Tiene famiglia" come ci ha rivelato "Libero" e gli estremisti di sinistra ? Si sono imborghesiti.
Però ammetterai che andare a bombardare i talebani, partendo da Vicenza e utilizzando anche la TAV, con il voto favorevole dell'estrema sinistra ... beh, un po' di piacere sadico lo provoca :-)

Occidentale said...

Cara Nessie,
devo ripetermi fino alla monotonia:concordo pienamente con quanto hai scritto (d'altro canto parlare male dei comunisti, di qualsiasi tipologia, è così facile:che appartengano alla prima, alla seconda o terza categoria, hanno un humus comune:la disonestà intellettuale, la faziosità che raggiunge livelli stratosferici e l'essere totalmente fuori dalla storia.Un anacronismo vivente nonostante i crolli di Muri, Stati Socialisti (sic) e tiranni condannati definitivamente dalla Storia).
E in quanto ai vini, mi associo allo Pseudosauro-che saluto- e divento astemio o, meno drasticamente, mi limiterò alla gamma dei vini bianchi o rosé!
Un saluto da Occidentale

Nessie said...

Occidentale e Sauro: W gli astemi! (specie sei rossi sono troppo invecchiati e pressoché imbevibili).
Massimo, stanotte Prodi conterà le pecore come nella vignetta di Gianelli: 158, 159, 160, affidandosi di nuovo al cambiacasacca di turno e alla loggia delle Cariatidi a vita. Eppure tira dritto...
Pesimedia, di gente che butta il cervello all'ammasso, la sinistra è piena. Pensa, ad esempio, che quando dovevano fare i cortei contro la Riforma Moratti, non c'era uno tra gli intervistati che conoscesse il disegno di legge contro cui marciava: succede!
Mytwocents: mi accorgo ora rileggendo di aver messo un "in" di troppo. Correggo: What a mess here in Italy (che casino qui in Italia!). E il bello che ogni volta che devo tradurre a uno straniero le nostre alchimie politiche, il poveretto di turno mi guarda con gli occhi in coma e l'espressione annichilita.

Lo PseudoSauro said...

Nessie - Occidentale: e' vero. I rossi troppo invecchiati sono estremamente pesanti e indigesti. Magari un Mouton Rouge d'annata se proprio bisogna accompagnare qualche vivanda particolare, ma il Rosso Antico a digiuno, proprio non va. E poi fa male alla prostata, si sa. :-)

Monica said...

Roba dell'altro mondo...

Fra la sinistra che abilmente Nessie frantuma come fossero schegge impazzite, c'è anche chi sostiene che l'Italia deve diventare un "Paese Normale" e ciò non potrà mai esserlo se, grazie alla caduta di un Governo, il capo dell'opposizone trae frutti dal rialzo del listino in Borsa.

Un "Paese normale" ?
Come si può puntare ad un "Paese normale" se si è sub-normali ?

Ciao Nessie

textman said...

Non sopravvalutare troppo le capacità della Gagliarda. Pretendere logica da una comunista è come cavar sangue da una rapa.

Nessie said...

Tex, cavar sangue da una rapa è una Mission impossible, hai ragione :-)
Monica, almeno in Germania Schroeder (che non è una cima) ebbe l'ardire di metterli tutti da parte i gruppuscoli comunisti e marxisti, emarginandoli senza mai far pastetta con loro.
Ma con Mortimer-Mortadella è inutile far raffronti.

Unedame said...

Guarda Nessie, é stomachevole vedere come questi gruppuscoli di ragazzi invecchiati stanno menando il paese.
Un momento, ci sono i ragazzi invecchiati e le mummie. Tutto per stare immobili e diventare cubani.
Unico decente é stato Castelli.
Castelli for President! :-D

siro said...

C'è qualcosa di tragico, direi, in queste teste di gulag che pur di non ammettere il fallimento totale dei loro politici di riferimento s'inventano le balle più assurde, tipo il complotto dell'America e del Vaticano.
D'altra parte, sono avvezzi a credere alle favole, per cui niente di nuovo sotto il sole.
Ciao Nessie :-)

Anonymous said...

Toujours cherche l`America!! :-))
Mytwocents

Nessie said...

La Dame, la Lega è stata l'unica a mostrare il muso duro e a volere le elezioni. Sì, Castelli for President.
Siro, testa di Gulag mi piace proprio :-)
Mytwocents, chercher l'Amérique ormai è diventato il leit-motiv di un'italietta veterocomunista e nostalgica del Muro. Ciao :-)

Cittadino perplesso said...

Ciao, Nessie, e ben ritrovata!
Il muro di cemento armato - con relativi graffiti - è caduto (e qualcuno ha trovato pure il modo di monetizzarne i frammenti), ma non è caduto un altro muro, ideale, creatosi tra i neo-formati "popoli della sinistra" ed il resto delle varie popolazioni locali europee, a causa del dilagare della convinzione che quell'ideologia non sarebbe mai stata applicata veramente, o che lo sarebbe stata nel modo errato, o che una sua eventuale applicazione potrebbe avere un "volto umano" o addirittura che sia stata tutta un'invenzione (strano a dirsi, c'è pure chi è disposto a credere ad una simile ipotesi). Quel muro ideale è proprio quello dietro il quale si arroccano quei nostalgici e che impedisce ogni possibilità di comunicazione con il resto del popolo che non condivide le loro idee. A meno che qualcuno di loro, come ogni tanto capita (cfr Richard Wurmbrand, per citare un caso illustre), in un barlume di consapebolezza si accorga del pantano in cui sguazza, faccia atto di abiura e testimonianza e si apra al confronto, il resto è tetragono a qualsiasi tentativo di dialogo e sereno confronto.
Mi ha piacevolmente sorpreso trovare il video di Françoise Hardy: bei tempi, quelli! Dagli anni 70 non ne avevo più sentito parlare e mi domandavo giustappunto che che fine avrà mai fatto. Ma per molti, oggi, quei tempi sono già preistoria.... (a proposito: bello, il titolo del blog! E comunque, sia sempre lode ad Afrodite immortale, dall'adorno trono, ecc. ...)

Nessie said...

Grazie Cittadino,
è proprio questo il nodo gordiano da sciogliere: quello di un muro che crolla nel '89, ma che lascia intatti nella mente e nel cuore la sua aridità in chi ha professato quella fede, e che in ogni caso ne è stato condizionato in tutta la sua struttura antropologica. Per costoro (certamente oggi vecchie mummie, ma seminitori di gramigna - nome questo che guarda caso è pure quello di un centro sociale) solo un sano e provvido ricambio generazionale può toglierceli dai piedi. Ma forse noi non ci saremo...

Simone said...

io aspetto ancora le dimissioni della signora franca rame!!