10 May 2018

24 ore per un governo populista?



In queste ultimissime ore non so ancora se avremo o no,  un governo politico o se dovremo accontentarci della solita sbobba mattarelliana in salsa eurocratica.  Il Canuto del Colle le ha già provate tutte: quote rosa nominate da lui, un magistrato (Giovanni Maria Flick?), un uomo del FMI (Cottarelli?), un gran funzionario di stato (Tito Boeri? Sabino Cassese?), ma pare che la diarchia Salvini-5 stelle tenga duro: se non ci sarà un governo politico, niente alchimie e intrugli da laboratorio quirinalizio e faranno mancare i voti. Ora il Canuto silente lo chiama "governo neutrale". Ma che c'è di neutrale in un altro governo nominato direttamente da lui?  Hanno già fatto il colpo gobbo di una legge come il "Rosatellum" dove c'è da impazzire perché con questa legge nessuno vince.  Ma non si può fare gli schifiltosi verso chi ha vinto (ma non ha i numeri assoluti), per poi affidare numeri (presidenziali) a un "tecnico" che non ha vinto e che nessuno ha eletto. 

Sarò sincera: piuttosto che  governo "presidenziale", sarei pronta ad accettare un governo Carioca  verde-giallo (o giallo-verde) con tutte le sue eventuali incognite. So che in queste ore Nonno Inciucione freme, ma poi pare sia arrivato (dopo previe garanzie preventive per il suo partito) a una sorta di "non sfiducia"  (alchimia da prima Repubblica), chiamata col nome pittoresco di "astensione benevola". Nel mentre, Sallusti spara dalle colonne de Il Giornale il suo "resistere, resistere, resistere".  Un po' di ammuina non guasta...

Tutti i voti pro Salvini hanno rischiato di venire congelati come è avvenuto in Francia con la Le Pen, a causa dell'euroatlantista di ferro Mattarella, già vice di D'Alema ai tempi della guerra Nato contro la Serbia bombardata per 180 gg, a cui l'Italia partecipò. Il Canuto del Colle, secondo alcune indiscrezioni, pare abbia scartato l'ipotesi di un incarico a favore di Salvini premier, perché troppo sbilanciato pro Putin. Pertanto non si è degnato nemmeno di conferirgli un incarico esplorativo. Insomma tutti i peggiori intrugli e traccheggiamenti li ha messi in atto pur di negargli la possibilità di tentare di acquisire i numeri in Parlamento per governare.  E' importante capire che siamo in presenza di un altro presidente che rema contro gli elettori e non ne rispetta la volontà. 
Si tratta di  meste figure che fingono di fare i taglia-nastri e i posa-corone agli altari della cosiddetta Patria, ma poi restano, nella loro indole, dei tiranni conclamati. Questo vale anche e soprattutto per il suo predecessore nonagenario, attualmente fuori uso "per motivi di salute". E valse a suo tempo per Oscar Luigi Scalfaro, madonnaro golpista. Oggi la tradizione del presidente golpista continua, ma non si può perseverare  in eterno in questo modo.

Per questo meglio un governo "populista" che alcuni noti banchieri vorrebbero far fuori a colpi di spread, che l'ennesima truffa di Palazzo. A tale scopo ecco cosa scrive Turani su Italia Oggi nell'articolo "Siamo nelle mani di Salvini" circa la preoccupazioni di un banchiere (che vuol restare anonimo) il quale  parla a chiare lettere. Salvini non si è ancora insediato, che tramano già di farlo fuori. E, non bastasse tutto ciò, deve sopportarne anche dai suoi e dal suo stesso schieramento. Estraggo un'importante frase-chiave da Italia Oggi:

Sa, all'inizio possono fare tante cose demagogiche per procurarsi il favore popolare. E questo renderebbe ancora più difficile una loro liquidazione. Liquidazione che dovrebbe avvenire comunque per vie extra-parlamentari. Insomma, se arriva un governo populista, che fa cose populiste e che ha i voti in parlamento, poi toglierselo di torno non sarà una cosa semplice, e nemmeno indolore.

Se di tutto questo che si prospetta come un governo, che pur con le sue lacune ha se non altro il merito di cercare di far governare i due schieramenti vincitori,  non se ne farà niente...se non nascerà alcun tentativo di governo politico, allora meglio tornare alle urne. Al più  presto.

68 comments:

Andrea said...

Ciao Nessie,
complimenti per la perseveranza.
Speriamo che Salvini e di Maio facciano questo governo.
Trovino qualche punto di interesse comune importante e tengino duro.
Dico importante, perche' se cominciano a trovare temi come : cambiare la legge elettorale, lotta alla disoccupazione e usano questi temi strainflazionati per poi fare come i predecessori buona notte.
Ora che anche Berlusconi approva(turandosi il naso o costretto da scenari di nuove elezioni) si puo' fare.
Sono cautamente ottimista.
Ma lo ero anche quando e' stato eletto Trump e ora vederlo tutto pappa e ciccia con Netaniahu me lo ha fatto andare di traverso.
Cordialmente e buona continuazione
Andrea Cortesi

Nessie said...

Ciao Andrea, lieta di rileggerti. Anch'io sono "cautamente ottimista". E non perché mi piacciano le ammucchiate con dentro i 5 stelle, ma perché, per lo meno, potrebbero non rifilarci il solito Androide direttamente telecomandato da Bruxelles. Certo è che Salvini dei nemici e detrattori ne ha ancora prima di avere iniziato.

L'ultimo è il bancarottiere usuraio De Benedetti che dalle colonne del suo giornalaccio tuona sulla solita patacca (ormai buona per tutte le stagioni) dell'"antisemitismo".

Nessie said...

PS: Pare che Bella Napoli dal capezzale ospedaliero, dia dritte di scuderia alla Mummia Sicula e lo abbia esortato a non mollare l'ipotesi di un "governo del presidente":

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13337469/sergio-mattarella-retroscena-quirinale-come-giorgio-napolitano-veto-governo-luigi-di-maio-matteo-salvini.html

spero che la sua malvagità e cattiveria gli porti sfortuna, ancora una volta.

dina lenti said...

Ciao Nessie, bello il tuo articolo. Magari nascesse un governo così fatto, io lo vedo bene. Non mi fido di Luigi, ma Salvini lo terrà a freno. Coraggio.

Nessie said...

Ciao Dina. E' presto per dire che sono nati due "politici di qualità", come ho letto in giro. Ma un'apertura di credito voglio concerdergliela ugualmente. Arrivare a evitare la trappola del "governo neutrale" (alias tecnico ed eurocratico) della Mummia Sicula, è già qualcosa.
Non dimentichiamo però il campo minato nel quale dovranno muoversi. E siamo solo all'inizio.
Una cosa non vorrei mai eppoi mai: l'economista Enrico Giovannini, uomo di Letta, gradito a Mattarella, quale premier. Sarebbe una riedizione dell'Ircocervo: mezzo politico e mezzo tecnico.

Anonymous said...

Salvini mi piace, perché ha coraggio, io no mi sarei mai alleato coi 5stronzi, magari
questo orrido matrimonio servirà
a mostrare chi è il meglio tra
le due fazioni, e sono sicuro
che i giallognoli non ne usciranno bene. Anche se la lega
incomincia a subire il fuoco
incrociato della stampa di regime
come il questo articolo ridicolo
del giornale israeliano da cesso
pubblico anni 50 "La Stampa",
che non sapendo dove attaccarsi,
si attacca alla giacchetta di
Salvini:



https://www.google.it/amp/www.lastampa.it/2018/05/10/italia/salvino-allo-stadio-col-giubbotto-di-casapound-scoppia-la-polemica-sui-social-7QXjgN47hRqTfWkSuuAhKO/amphtml/pagina.amp.html

John D.D.G.


Anonymous said...
This comment has been removed by a blog administrator.
Nessie said...

Mi riferisco al tuo secondo commento. Blondet ha semplicemente riportato l'articolo (o meglio la lettera) di un suo lettore. E' evidente che pecca di eccessivo ottimismo questo lettore ospitato nella sua rubrica.
Tuttavia un'apertura di credito voglio concerdergliela ugualmente. Arrivare a evitare la trappola del "governo neutrale" (alias tecnico ed eurocratico) della Mummia Sicula, è già qualcosa.
Non dimentichiamo però il campo minato nel quale dovranno muoversi. E siamo solo all'inizio.

Nessie said...

Quanto al tuo primo commento, l'articolo della "Stampaglia" sul giubbotto di Salvini è semplicemente vomitevole.
Sono d'accordo sulla tua valutazione di Salvini. E chi ha coraggio, fa anche a meno della reputazione . Scrivo questo in relazione al giubbotto, ma non solo.

La spietata legge dei numeri lo costringe ad allearsi a un partito che si trova situato dall'altra parte della barricata. Tuttavia, per quanto paradossaale, ubbidisce per lo meno a un sano principio: al governo ci va chi vince.

Data la situazione, pur di scongiurare il voto a luglio (che Farsa Italia non vuole) il centrodestra ha dato mandato a Salvini di provare a imbastire un governo con Di Maio. Il perché è semplice: i parlamentari forzitalioti si sono ribellati a nonno Inciucio sapendo che il voto a luglio avrebbe significato la loro decimazione, e il motivo principale è sempre legato a questa legge elettorale, voluta dal duo Renzi-Berlusconi. Pertanto il voto a Luglio, vorrebbe dire che la decimazione sicura dei parlamentari forzaitalioti.

In altre parole, ecco perché B. si è piegato alla "non sfiducia" di democrista memoria. Se Salvini riesce nel suo intento, il merito sarà di tutti. Se fallisce, la colpa sarà solo sua.

Gente stomachevole, questi di Farsa Italia!

Massimo said...

Francamente ritengo offensivo che uno come Di Maio divenga ministro, magari degli esteri. E non mi pare che tra i 5 stelle (a parte gli acquisiti con una loro professionalità) ci siano persone migliori di lui. Per me è un errore di Salvini fare il "contratto" con loro. A loro favore, peraltro, c'è la manifesta ostilità di Mattarella e di tutti i parrucconi e tecnocrati europei e italiani. Avrei comunque preferito le elezioni. Poi, se cacceranno gli immigrati dall'Italia, ridurranno le tasse, aboliranno la Fornero, si affrancheranno da Bruxelles e legittimeranno la legittima difesa blindando le vittime che reagiscono dalle persecuzioni giudiziarie, allora cambierò idea.

Eleonora said...

Ohhhh, già sono cominciate le lagne. Avete ascoltato il soporifero e stupido discorso di mattarella? È tutto un dire. "Il populismo è attraente ma..." Vauro, poraccio, era livido: "è il governo più xenofobo al mondo". La UE trema. Mattarella aveva già pensato anche al ministro dello sport, si è vociferato avesse pensato a Bebe Vio. Se mattarella deciderà di fare il governo neutrale, andrà contro quella costituzione che tanto difende. Che dire? Non mi piace l'idea di m5s-lega ma lo preferisco ai governi tecnici o a quelli non eletti.

Nessie said...

C'è già una bozza degli obbiettivi comuni del "governo verde-giallo":

1. legge elettorale;
2. abolizione Fornero;
3. nuova legge pensioni e prepensionamenti;
4. piano svecchiamento P.A.;
5. assunzione nella P.A.;
6. nazionalizzazione di una banca (MPS);
7. nuove imprese defiscalizzate per 3/5 anni;
8. patrimoniale retroattiva su imprese delocalizzate e relativa sanatoria di salvataggio;
9. ripristino dell'IMU e defiscalizzazione bollette utenze domestiche;
10. mobilità degli immigrati economicamente motivata.

--------------------------------------------

Non mi piace il punto 9 e mi pare troppo morbido il punto 10 e spero che venga migliorato , in fieri.

----------------------------------------------

Tuttavia, il coraggio di Salvini è apprezzabile perché Mattarella stava tendendo un micidiale trappolone: Sabino Cassese o Giovanni Maria Flick. Lui (Salvini) sta, se non altro, tentando una qualche forma di governo politico per sottrarsi dagli Androidi di Bruxelles.

A Berlusconi è convenuta la "non sfiducia", perché sa che alle prossime elezioni potrebbe sparire. Ma "l'esploratore Salvini", sta facendo il "lavoro grosso" anche per lui.

Nessie said...

Il commento precedente era rivolto a Massimo.

Sono d'accordo con te Ele. Dalla Mummia Sicula mi aspettavo questo e altro. Purtroppo, ho letto qua e là per il w-ebete dei commenti "di destra" che non brillano affatto per intelligenza e che possono stare al pari dei Vauri.
A scanso di equivoci mi urge riassumere quanto segue:

1) La politica deve piegarsi alla ferrea legge dei numeri e senza l'apporto del M5s, i numeri non ci sono.

2) meglio un governo M5s/Lega che un governo tecnico-finanziario

3) è bene che a Bruxelles stiano un po' con la tremarella al deretano.

4) strada facendo si può migliorare almeno la Legge elettorale ed eliminare la legge Fornero , facendo largo ai giovani nel mercato del Lavoro.

Anonymous said...

E' presto per dire che sono nati due "politici di qualità", come ho letto in giro.

un cosa è certa, questi politici " quarantenni" ( e paradossalmente ci metto anche renzi) , al contrario dei " sessantenni" giunti in parlamento ventanni prima di loro ,stanno rifiutando di fare i lacché degli " ottantenni" che hanno sfasciato il paese dal 1992 ad oggi.
E questa è già una "rivoluzione", sentir strillare questi traditori incartapecoriti è musica per i miei orecchi.
Non so come finirà , ma comincio a sperare che nel menù "gialloverde" l' antipasto sia proprio "mozzarella al forno con banana flambè". A me già questo "spuntino" basterebbe
ws

Nessie said...

A chi lo dici! :-)).

Oggi ho sentito questa che è una scoperta dell'acqua calda sul "governo Carioca": al governo ci va chi è stato preferito dagli elettori.

Banale? Eppure sono anni che ci va chi non vince, chi non ha i voti, chi viene nominato nelle segrete stanze, chi viene segnalato dagli ominicchi di Bruxelles.

Aldo said...

Ma che sottospecie di "obiettivi" sarebbero quei dieci?

Con in testa, tanto per cambiare, una cosa di interesse prioritario per la "gente della strada", legge elettorale... vecchia puntata in replica, e vai così!
Abolire la legge fornero (quando la frase usata già in campagna elettorale era ritoccare "gli effetti negativi della legge fornero") e fare una nuova legge DI CHE TIPO? 2 e 3 non ne fanno menzione, per quel che ne sappiamo potrebbero perfino peggiorare le cose.
"Svecchiare" la P.A. in che senso? E' un'altra frase sibillina.
6 non lo capisco, sono troppo ignorante in materia quindi non mi pronuncio.
7 ennessima replica che favorisce i furbetti del "apro, chiudo, cambio 'nome', riapro, richiudo, ricambio 'nome'...".
8 ...e relativa sanatoria di salvataggio (chiamala "condono", che è il suo vero nome)
9 ripristino dell'IMU, ovvero ennesimo attacco alla proprietà e al risparmio, alla faccia della costituzione; "defiscalizzazione bollette utenze domestiche" non riesco a capire che tipo di cavallo di Troia possa essere, ma è una formulazione che non mi convince -- "quel che fai sì ch'io non capisca è una fregatura" è un assioma che, in quanto tale, non necessita dimostrazione.
10 "mobilità degli immigrati economicamente motivata" vorrebbe dire che dovremo pagare di tasca per dire a costoro "dai, per piacere, se parti ti diamo un bel tot"? Prendendo quel tot da dove? tassando chi è così ricco da vivere in una casa di proprietà? pescando ancora ed ancora dal pozzo dei fondi pensionistici (tanto per cambiare)? E se quelli decidono altrimenti e non partono comunque sia? E gli interventi RADICALI per fermare e invertire il processo migratorio, promessi in campagna elettorale (subito 600000 rimpatri; blocco totale e immediato degli sbarchi, per dirne un paio) dove sono finiti?

Spero che si tratti degli effetti di una formulazione così sinteticamente estrema da non permettere di esprimere contenuti più consoni, perché in caso contrario significherebbe proprio partire col "piede sinistro".

Anonymous said...

Visto i miei dubbi quasi-certezze sul M5S (linea uguale al PD dicevo) davo per scontato che avrebbero fatto un governo col PD. Ho sbagliato in pieno è questo è già un bene. L'altra cosa sommamente positiva è che è andato immediatamente a rotoli il governo "neutrale" (ma avete visto i nomi della Loro "neutralità" ???!!!). Condividendo in pieno la considerazione di Blondet su Salvini (e il suo gruppo) che si è dimostrato non solo molto corretto ma anche molto abile ora si tratta di vedere passo per passo quando il Governo inizierà ad agire date comunque le differenze sostanziali tra Lega e M5S su alcuni punti chiave. Di una cosa dobbiamo però stare certissimi: Lorsignori hanno già pronto tutto il loro infernale e purtroppo collaudato armamentario per eliminare in un modo o nell'altro chi non si sottomette ai loro piani. Magari non dovrei averlo ma ho un retro pensiero: scopriremo anche se il M5S è stato preposto da noi-sappiamo-chi a neutralizzare la Lega cioè la vera opposizione al Loro schema.
Scarth

Nessie said...

Aldo, la politica è l'arte del possibile e del concreto. Se ti piacciono le Utopie, è bene trasmigrare sulla luna. Questa che ho riportato è solo una bozza.
L'alternativa? Il "governo neutrale" (leggi tecnico) di Mattarella. Cioè prelievi dai conti/correnti, confisca delle case, ospedali completamente a pagamento, immigrati a gogò, e continuazione degli androidi gentiloidi. Informati meglio su quel che può bollire ancora in pentola.
Ti piaccia o no, la politica serve. La Finanza distrugge. E se siamo arrivati a questi punti è perché finora ha vinto la Finanza sulla polis.

Nessie said...

Scarth, gli inciampi potrebbero nascere proprio all'interno della coalizione stessa. Ovvero "la non sfiducia" berlusconiana. Infatti B. si è riservato di votare di volta in volta i provvedimenti legge. Che significa tutto ciò? Che se un provvedimento legislativo non fa i "SUOI" interessi potrebbe stopparlo. La corsa agli ostacoli è appena incominciata.

Per il resto, ci penseranno "i banchieri anonimi" (quelli dell'intervista ad Affari italiani di cui ho riportato il trafiletto verde) a saccheggiare la legislatura, nel caso proponesse qualcosa di sensato.

Nessie said...

PS: le trappole che paventi sono plausibili e c'è il rischio che in caso di "non riuscita" la colpa ricada tutta su Salvini e Di Maio, bruciandosi per sempre le ali. Ma loro hanno dovuto giocare audacemente al "o la va, o la spacca", perché erano già pronti in frigorifero dei megatrappoloni di Mattarella: qualche Androide telecomandato di Bruxelles, come Cottarelli o Giovannini.

Il solito allibratore furbastro N.1 della situazione è Berlusconi: non rischia niente e mette in salvo l'argenteria di famiglia con la "non sfiducia". In caso di fallimento, potrà sempre gettare la colpa su Salvini e Di Maio.

Nausicaa said...

Nessie, hai sentito il pazzesco discorso di Mattarella contro tutti i "sovranismi" e "nazionalismi"?

http://www.oltrelalinea.news/2018/05/11/sovranismo-inattuabile-cosi-mattarella-ci-piega-allue-e-non-rispetta-il-popolo/

Non so se hai mai visitato questo sito

Nessie said...

Nausicaa, certo che ho già visitato "Oltre la linea" (titolo di un famoso saggio di Heidegger e Junger). Se guardi alla tua sinistra nel blogroll appare lì nell'elenco dei link da visitare.

Il discorso di Mattarella è all'insegna dell' alto tradimento. E oltretutto i media (volutamente ignoranti e mistificatori), travisano pure l'articolo 87 dellaa Costituzione dove non è lui che deve mettere il becco nella formazione del governo e nella nomina del Premier.

Aldo said...

La questione migratoria è ritenuta prioritaria dall'elettorato della Lega.
La questione migratoria è stata inserita come ultimo punto di una lista di 10 punti, per di più con una formulazione annacquata.
Avendo esperienza di come vanno le cose, quella questione non verrà neppure sfiorata da un punto di vista operativo.
Il processo di invasione pianificata procederà come è stato negli ultimi quindici anni e poco più.
Del resto, il processo di invasione pianificata è cominciato quando la Lega era forza di governo. Cosa ci si può aspettare ora, se non il proseguimento di un piano già avallato in precedenza?
La volontà popolare non conta una fava. Il Popolo NON è sovrano. Questo è il sunto, e Salvini, a quel che appare fin'ora, non fa eccezione. Mi smentisca operativamente (appena e se si insedierà), sarò il primo a gioirne e a riconoscere d'essermi sbagliato.

Aldo said...

Sul fatto che gli altri riescano a essere peggio non ci piove, è lì da vedere. Per quelli non è che il Popolo Sovrano non conti una fava, è che proprio va annullato in quanto presenza molesta se non sottomessa. Mattarella non è il presidente degli Italiani, è ormai palese. Del resto, prosegue lungo una linea ormai tracciata, è stato scelto per quello, perché è adatto a quello e ne è (a quanto pare) pure convinto sostenitore.

Nessie said...

Intanto ti dico subito che questa che ho messo, non è una lista ufficiale, perché le trattative sono in corso. La sottoscritta l'ha prelevata da un blogger che ha messo i suoi desiderata, per cui potrebbe essere verosimile, ma non vera. O magari solo ipotetica. In particolare, può essere suscettibile di modifiche e migliorie. Il problema politico semmai è un altro. Sarà un governo di legislatura o un governo provvisorio tanto per poter fare una legge elettorale decente e traghettarci fino a lì?

Lo ripeto per l'ennesima volta, questa legge è stata voluta da Renzi (PD) e da Berlusconi (FI), tanto per non far vincere nessuno e dare mani libere ad un governo tecnico. O comunque a un governo di "responsabili" (cioè una coalizione con tutti dentro e diretta dal presidente).

Gli altri di cui parli, non sono "altri" qualunque, ma oligarchie finanziarie col potere assoluto di far sparire la politica dalla scena delle nazioni. Qualche beota irresponsabile dirà: "ah, meno male!"

Ma se la politica sparisce, sparisce qualsiasi ruolo di mediazione e intermediazione e comanda la Finanza. Che non sono solo "gli altri", ma CHI in questo momento ha il potere di trascinarci in guerre (Siria, Iran), CHI manovra il terrorismo, CHI decide la bancarotta degli stati per papparsi tutto, CHI lavora affinché gli stati devono essere rovinati e sommersi da alluvioni migratorie. Ti è chiaro?

Se te la cavi col francese ascolta questa intervista di J. Attali che vale più di centomila parole:

https://www.youtube.com/watch?v=AheHXnYbWMc

"Gli altri" ovvero la Finanza, di cui quest'uomo è portavoce, ci dicono a chiare lettere che siamo alle fine della democrazia e che un governo mondiale deve nascere dalla sottomissione e dalla paura delle genti. Chiaro?

----------------------------------------

Su Mattarella. Sta lavorando per ficcare il naso nella compagine governativa che dovranno mettere in piedi Salvini e Di Maio, e questo travalica ampiamente il suo ruolo istituzionale e costituzionale. E' lì per questo, messo dalla Finanza (ovvero "gli altri") e ha già detto che non si limiterà a fare il notaio della lista governativa.

E' ormai evidente che le bottiglie da tenere in serbo, saranno due. Più chiaro di così...

Nessie said...

Non voglio farmi nessuna illusione, ma Salvini e Di Maio in questo momento sono dei piccoli (piccolissimi) Davide con le cerbottane in mano contro l'esercito di Golia. In queste ore, se accendi la tv o leggi la stampaglia è tutto uno sparare a palle quadre contro "gli antisistema" nonché giovani "destabilizzatori", messi in piedi per rovinare la grande festa eurocratica.
Questa Ue così generosa, munifica, democratica e garante di pace e prosperità....e bla, bla, bla.

Aldo said...

Nessie: "Intanto ti dico subito che questa che ho messo, non è una lista ufficiale, perché le trattative sono in corso. La sottoscritta l'ha prelevata da un blogger che ha messo i suoi desiderata, per cui potrebbe essere verosimile, ma non vera. O magari solo ipotetica. In particolare, può essere suscettibile di modifiche e migliorie."

Be', questa è una buona notizia.

Nessie: "Ti è chiaro?"

Già da un pezzo, in parte (ma non solo) anche perché leggo quel che scrivi. Non sono in grado di addentrarmi in dettagli che esulano dalle mie possibilità di comprensione, però le linee generali le ho colte, eccome.

Capirai la mia diffidenza -- ho cinquanta e passa anni, di scottature ne ho subite quante basta per preoccuparmi anche nel maneggiare l'acqua fredda.

Nessie said...

Il video terrorizzante di Attali, che fa il Profeta di quello che lui stesso e quelli come lui organizzano, va comunque visto. Questo per capire come la politica nazionale ormai non conti più una beata mazza. E la Finanza sta facendo in modo da farla contare sempre meno, riducendola all'irrilevanza.

Tutti piromani pompieri nonché profeti-registi!

PS: divertenti anche i commenti imbufaliti e inferociti dei francesi sotto il video :-)

Pier Paolo said...

Hai vinto la tua scommessa su Berlusconi, quando scrivevi che lo avrebbero prosciolto da ogni accusa e che ce lo saremmo ritrovato tra i piedi. Ora serve fuori contro gli odiati "populisti" per conto di Bruxelles.

Nessie said...

Non è un caso che avvenga proprio in queste ultimissime ore. Sono stata fin troppo facile profeta. Quando faceva qualcosa di buono (con la Libia di Gheddafi dove era riuscito ad attuare i respingimenti degli immigrati) lo subissavano di processi ogni due x tre. Ora invece serve in sentina e di guardia per annacquare e calmierare i "populismi". Bah!

http://www.ilgiornale.it/news/politica/berlusconi-riabilitato-ecco-pu-tornare-parlamento-1525718.htm

Anonymous said...

Mattarella nega alla Lega i ministeri chiave con i dossier esteri. Un vero schifo! E vuole pure l'abiura pubblica alle sue idee sovraniste. Doppio schifo!!

https://www.maurizioblondet.it/mattarella-vi-insegna-la-liberta-e-lignoranza-e-forza-le-guerra-e-pace/#disqus_thread

Z

Nessie said...

C'è un triplo schifo, Z.
Mattarella che ha le mani in pasta con la magistratura (ne è il capo supremo come presidente, inoltre è stato giudice costituzionale per la Consulta), potrebbe aver messo una "buona parola", dando una mano per il disbrigo "veloce" della pratica berlusconiana.
Ovviamente non ne ho le prove, ma a pensar male ci si azzecca sempre. O quasi.

Una sentenza che arriva con due mesi d'anticipo e in perfetto sincronismo con la formazione del nuovo governo, non lascia pensare proprio a niente di buono!

Anonymous said...

La riforma della giustizia è in
programma? Già mai!! Eppure
dovrebbe esserlo dato che le
procure continuano ad essere in
mano alle solite toghe rosse.
Questa notizia è di oggi:


http://www.lastampa.it/2018/05/12/cronaca/la-procura-di-torino-al-ministero-lasciateci-processare-salvini-9p1ehxlKAho4HTSIT8RjRM/pagina.html

John D.D.G.

Nessie said...

Caro John, più che i pannicelli caldi delle "riforme" oramai credo alla presa (violenta) delle Bastiglie :-) In questo caso, delle Procure.

A Salvini potrebbe accadere quel che è già accaduto ad Haider e a Buonanno. il Mozzarella non passa giorno che non minacci apertamente, con quell'aria ieratica da mummia da sarcofago.

Pier Paolo said...

Adesso arriva la CEDU del tribunale di Strasburgo a restituirci il Berlusca immacolato come una colombella. E tutto finisce a tarallucci e vino.


http://www.ilgiornale.it/news/politica/strasburgo-pu-restituire-cav-dignit-politica-1525857.html

Nessie said...

E te pareva! La pagliacciata riabilitativa non è ancora finita. Adesso pure Strasburgo (sempre in perfetto sincronismo) che ci restituirà un Berlusconi "candeggiato" e sbianchettato a dovere. In teoria B. può già candidarsi, ma con questa "legittimità" europoide, ce lo restituiranno addirittura immacolato.

Mi piacerebbe sapere qual è la "ricompensa" promessa. Ma presto lo sapremo.

Anonymous said...

Ciao Nessie,
a proposito della “riabilitazione” di Messer Bunga si leggono e si ascoltano dei commenti a dir poco surreali.
Sembra quasi che egli sia stato riconosciuto ufficialmente vittima di un errore giudiziario, mentre le cose stanno in maniera diversa. Semplicemente, l’art. 179 c.p. stabilisce che il condannato, trascorsi almeno tre anni dall’estinzione della pena, può chiedere la “riabilitazione”, che consiste nella cessazione delle pene accessorie ed ogni altro effetto penale della condanna. Come – nel caso specifico – la sospensione dell’elettorato attivo e passivo. Tutto qui. È un atto dovuto, una cosa che spetta a Berlusconi come all’ultimo dei mariuoli. Non è una santificazione, anche se viene gabellata come tale.
Certo, per il Cav, cade come il cacio sui maccheroni. Dato che gli effetti della sentenza sono immediati e prescindono dall’eventuale ricorso della Procura, se vuol tornare subito in parlamento non deve fare altro che “convincere” alle dimissioni uno degli eletti nei collegi uninominali e candidarsi alle elezioni suppletive.
(no caste)

Anonymous said...

Ma Di Maio e Salvini quando formeranno il nuovo governo,dovranno giurare fedeltà alla Repubblica Italiana o alla Commissione Europea? La mummia sicula travestitasi ormai da demerita e demente mummia napoletana non ha dubbi in proposito: bisogna rivolgersi presso la Mecca di Bruxelles, inginocchiarsi e recitare la nota preghiera "Angela di Dio che sei la mia custode illumina, custodisci e soprattutto GOVERNA me che ti fui affidato dal Pd alla Troika.Amen!
Senza offesa caro Mattarella contro i tuoi interessi,
Mi pare che gli italiani alle elezioni si siano ben espressi!
Inutile che maneggi per un governo di tregua o neutrale
tanto tutti sappiamo che lo vuoi fortemente UE succursale!
L'Italia non vuole te il tuo partito e se fosse per molti
nemmeno l'Europa che ci fece veder Monti re degli stolti?
Invochi la democrazia RISPETTALA tu e i tuoi compari piddioti
non avete l'esclusiva della verità né di far "golpe"a noi noti? (IL Vate)

Alessandra said...

Insomma, la statua di cera quirinalizia ha, con il pretesto di ricordare Einaudi, rivendicato per sé il diritto di mettere la bocca e le mani sul nome del “premier terzo” e sulla lista dei ministri, che dovranno essere rigorosamente filo-Troika.
Come ho scritto due mesi fa, meglio un governo pentastellato-leghista che un governo tecnico o uno qualsiasi con dentro il PD o comunque privo di forze sovraniste.
Continuo a non fidarmi dei grillini e di Di Maio, specie se è vero il “simpatico” retroscena raccontato dalla Meloni, con l’offerta di alcuni posti nel nuovo governo in cambio del sostegno a una premiership sua o di un altro purché pentastellato.
Ecco, temo sempre che si tratti di una trappola anti-Salvini. Ma d’altro canto, chi non risica non rosica e che sarà un percorso irto di ostacoli e di mine pronte a scoppiare lo sappiamo da tempo.
Staremo a vedere.

I nomi fin qui circolati per la guida di questo “governo del cambiamento” non mi entusiasmano, ma potrebbero anche essere stati fatti tanto per tenere a bada i media.

Anonymous said...

Mi piacerebbe sapere qual è la "ricompensa" promessa.
la testa di salvini.
ws

Nessie said...

@ ws. Quella è una ricompensa che offre su un piatto d'argento alle élites, come Erode con Salomé. Ma la sua? E' certamente qualche sconto affaristico-giudiziario.

Nessie said...

No caste, sono ottime spiegazioni tecniche e giuridiche quelle che dici. Ma sul piano politico ce lo rimettono ancora in sella, per fare il "guastatore" nonché "sabotatore" del centrodx.

Nessie said...

Vate, sono quesiti più che legittimi. Ma se non andiamo a fare l'assalto all'EuroTower, mi sa che non ne veniamo a capo. Non prima però di aver fatto l'assalto al Quirinale.

Nessie said...

Alessandra, la Mummia sicula ha già sentenziato che non si limiterà a fare il notaio della lista dei ministri. Ciò significa che vorrà metterci il becco e le zampe, e che potrebbe essere lui a dire "questo SI', QUELLO NO". Una cosa è certa: Di Maio ha più chance di Salvini di ottenere posti di visibilità.

Nel qual caso, piuttosto che un governo farlocco che piace al Colle, alla Ue, all'ONU, alla Nato e a Galantino, allora meglio far saltare il banco. Però bisogna comunque correre il rischio.

Anonymous said...

Nessie, sicuramente in molti si augurano che Berlusconi faccia il guastatore. Ma che stando in parlamento possa fare più danni di quanti ne faccia standone fuori ho i miei dubbi. Essere parlamentari non è una condizione necessaria, se si hanno volontà e mezzi. Grillo e Casaleggio comandano a bacchetta il M5s, pur non essendo parlamentari. Per non dire degli euroburocrati che tengono in riga centinaia di nostri politicanti, a cominciare dalla mummia canuta. Che solo adesso, peraltro, rifiuta sdegnato il ruolo del “notaio”. Peccato non lo abbia fatto anche prima, ad esempio quando ha firmato senza fiatare una legge elettorale oscena, invisa a tutti tranne che al suo partito.
(no caste)

Anonymous said...

Vedendo gli ultimi sviluppi della vicenda elettorale - e losche manegge collegate - sono sempre più convinto che questo marcescente paese, incapace di auto emendarsi, abbia bisogno di essere decapitato in ogni suo ganglio istituzionale ( leggasi dalle cariche elettive al bidello dell' asilo ), magari anche manu militari.
Purtroppo ciò resterà un sogno dell' anima, mancando materiale umano atto allo scopo, e ci si avvierà mestamente ad un declino inarrestabile.


Paulus

Nessie said...

No caste, Mattarella è un professionista di pessime leggi elettorali (Mattarellum docet). Quindi non poteva che approvare anche questa. Dopotutto il gioco passa nelle mani sue.


--------------------------------

Paulus, mah... potremmo avere anche un colpo di fortuna, quando meno ce l'aspettiamo. Mai abbandonare la speranza. Dopotutto non c'è che quella.

Nessie said...

PS: La pessima legge elettorale (Rosatellum) ha avuto il contributo determinante di Renzi e Berlusconi: non bisogna stancarsi di ricordarlo.

Anonymous said...

un altro magistrale articolo d MDL che ci spiega che , se anche questo " governo populista" riuscirà a partire , e con tutti i " compromessi" imposto dal "viceré imperiale ( mozzarella), avrà davanti parecchi "problemi".
http://marcodellaluna.info/sito/2018/05/13/il-sovrano-e-il-presidente/
Eppure da qualche parte bisognava partire per toglierci il giogo di dosso e questo ( se sarà) sarà un passo importante.
Quindi non vi fate infinocchiare dai soliti me(r)dia : "comunque vada sarà un successo " . Il popolo ha cominciato a rifiutarsi di essere "poppolo" e ha sputato in faccia al sistema; è solo un primo passo su di una strada colma di sofferenze ma non percorrerla significa solo morire da schiavi.
ws

Anonymous said...

Mi sembra che il Pres. Rep. abbia il potere di respingere in prima istanza la nomina di un Pres. del Consiglio o di un Ministro ma non può rifiutarla se viene ripresentata per la seconda volta. E' corretto?
Poi noto il solito doppiopesismo del PD, Poteri Forti ecc. su questo tema: prima di avere per 27 anni loro Pres. del Rep. ogni volta che un Pres. della Rep. esternava qualcosa insorgevano furibondi paventando travalicamento di ruoli e infrazioni costituzionali salvo poi diventare accaniti sostenitori dell'interventismo presidenzialista quando Loro si sono aggiudicati la carica.
Scarth

Nessie said...

Scarth, ci raccontano un sacco di palle nel merito. Supportate e gonfiate bell'apposta dai media. Questo è quel che dice l'art. 87. Non una riga di più:

https://www.senato.it/1025?sezione=128&articolo_numero_articolo=87

Strada facendo (Scalfaro, Napolitano e ora Mattarella), si sono allargati fino a fare una repubblica presidenziale nascosta (ma nemmeno troppo), senza aver consultato il parere del popolo italiano.

Il PD fa e disfa regole e regolamenti a seconda della sua convenienza.

Nessie said...

A scanso d'equivoci lo trascrivo pure:

Il Presidente della Repubblica è il capo dello Stato e rappresenta l'unità nazionale.

Può inviare messaggi alle Camere.

Indice le elezioni delle nuove Camere e ne fissa la prima riunione.

Autorizza la presentazione alle Camere dei disegni di legge di iniziativa del Governo.

Promulga le leggi ed emana i decreti aventi valore di legge e i regolamenti.

Indice il referendum popolare nei casi previsti dalla Costituzione.

Nomina, nei casi indicati dalla legge, i funzionari dello Stato.

Accredita e riceve i rappresentanti diplomatici, ratifica i trattati internazionali, previa, quando occorra, l'autorizzazione delle Camere.

Ha il comando delle Forze armate, presiede il Consiglio supremo di difesa costituito secondo la legge, dichiara lo stato di guerra deliberato dalle Camere.

Presiede il Consiglio superiore della magistratura.

Può concedere grazia e commutare le pene.

Conferisce le onorificenze della Repubblica

Nessie said...

ws: Sono d'accordo. E' un laboratorio di prova (il primo in UE) che va comunque incoraggiato. Il fatto di aver contro pure l'oligarca Attali venuto espressamente a Torino al Salone del libro, significa che c'è qualcosa che Lorsignori non gradiscono.

Nessie said...

PS: Vengono tutti quanti in Italia a darci lezioni.

http://www.repubblica.it/speciali/robinson/salone-libro-torino2018/2018/05/12/news/attali_con_calabresi_lega_e_m5s_devono_rassicurare_l_europa_-196173035/

Ps di PS: In queste ore si fa il nome di Giulio Sapelli premier. Se così fosse è una brava e competente persona, vicino al Carroccio.

Anonymous said...

A proposito di lezioni, moniti e similari, vale la pena di osservare il curriculum col quale si presentano questi signori.
http://www.repubblica.it/online/fatti/amat/amat/amat.html
https://it.wikipedia.org/wiki/Dati_macroeconomici_italiani
Parliamo di 28 anni di manovre economiche correttive che alla fine, in mano a questi, hanno portato il rapporto debito/pil dal 94.6% al 131,5% del 2017 senza mai scendere sotto al valore iniziale. Un quarto di secolo abbondante per produrre questi lusinghieri risultati. E il problema sarebbe il populismo. Questi vanno chiusi in un canile.
Sergej

Anonymous said...

In queste ore si fa il nome di Giulio Sapelli premier. Se così fosse è una brava e competente persona, vicino al Carroccio.
allora mozzarella lo scarterà.
Questo però, volente o nolente, lo avrebbe dovuto ingoiare ( https://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Savona)

ws

Nessie said...

Canile?!? Sei generoso Sergej. I cani si offenderebbero. Questi andrebbero buttati nella discarica in pasto ai corvi. Non farmi il nome di Amato, sennò mi si guasta la digestione.

Nessie said...

Ws, Savona non lo vorrei. Ma non mi pare che sia stato fatto il suo nome.

Alessandra said...

Tramonta l’ipotesi Sapelli, ora gira il nome di Giuseppe Conte, economista vicino a Di Maio.

https://www.civilistiitaliani.eu/soci/soci-effettivi/200-conte-giuseppe

Mah … avrei preferito Sapelli ma a quanto pare è già bruciato.
Comunque oggi sapremo chi è questo Mister X, inutile stare dietro a tutti i nomi che saltano fuori.

Spero che a Renzi e ai suoi compari i popcorn e il caffèlatte (l’ha scritto proprio così su Twitter) vadano di traverso.

Sì, capita troppo spesso che il presidente della Repubblica si prenda delle “licenze” rispetto alle funzioni previste, sempre con la scusa della “responsabilità”. E lo incensano pure! Deve finire anche questo.

Nessie said...

Anch'io, se proprio è obbligatorio cuccarci l'economista, avrei preferito Sapelli. Non vorrei che ci fosse un premier gradito solo alla mummia, cioè mattarellato. Nel qual caso, meglio far saltare il banco con tutte le carte.

Anonymous said...

L' euro è la causa di tutti i nostri mali e savona è un antieuro fin dal 1992 e rappresentava una garanzia. Scommettiamo che alla fine salvini dovrà ingoiare in PdC pro-euro ?
ws

Nessie said...

Salvini sta facendo mosse molto rischiose. Ma se non porta a casa niente, getteranno tutta la colpa e il discredito su di lui. Ho appena letto interviste gongolanti del Bobo Maroni su Libero.

Ho pure letto Della LUna e sono d'accordo con lui anch'io: non ha senso tenere un presidente falso notaio che in realtà trama solo per mettere bastoni tra le ruote e fa il lacché dei poteri sovrannazionali. E' un vero schifo. Ci vorrebbero dei comitati cittadini che raccogliessero firme per far finire questo sconcio infinito. Il Colle non è Italia e non rappresenta più gli Italiani da un bel pezzo, ma solo interessi stranieri.

L’operato degli ultimi presidenti manifesta che il presidente della repubblica non è un’istituzione italiana, è un organo dell’ordinamento sovranazionale preposto ad assicurare l’obbedienza dei governi italiani agli interessi stranieri egemoni, cioè al vero sovrano. Bisognerebbe rivolgersi a lui come a uno straniero.

Anonymous said...

Salvini sta facendo mosse molto rischiose
è quello che rischia di più (e ce lo siamo detto fin dall' inizio) ne è consapevole e finora non ha sbagliato mossa. Vedremo.
Per quanto riguarda Maroni , lui pesa ZERO e la sua " politica" ( riportare la lega sotto fogna italia ) è vecchia di 25 anni ed irrealistica. Magari il paese fosse ancora nelle condizioni del '94 !
ws

Nessie said...

Perché? l'hai letta l'intervista? Anch'io penso comunque che Maroni sia fuori-gioco. E oggi tanto per restare nell'ambito delle gran canaglie ecco il solito servo tirapiedi Sallusti con l'ennesimo articolo anti-Salvini:


http://www.ilgiornale.it/news/cronache/povero-salvini-1526246.html

quando si nasce stronzi e sciacquini del capo!

Nessie said...

Ecco come sono andate le cose, in questa intervista di Giulio Sapelli:


http://www.ilsussidiario.net/News/Politica/2018/5/15/GIULIO-SAPELLI-Ecco-perche-Di-Maio-e-Mattarella-non-mi-hanno-voluto-come-premier-/820936/

Nell'intervista, la domanda al professore<:

Chi è stato a mettere il veto su di lei?

Risposta: L'asse Mattarella-Di Maio, prono all'Europa, anzi a questa Europa, alla Ue così com'è

Alessandra said...

Nuova entrata a gamba tesa da parte dei cravattari di Bruxelles.
Chi andrà al governo, dicono, dovrà continuare a obbedire ai diktat UE e accogliere le “risorse”.
Secondo loro rischia di nascere, in sostanza, un governo razzista, di idee “vecchie” e poco attento ai conti.
Salvini ha prontamente replicato, Di Maio zitto.

http://www.repubblica.it/economia/2018/05/15/news/dombrovskis_monito_al_nuovo_governo_fate_scendere_debito_e_rispettate_le_regole_ue_-196435639/

Se davvero c’è un’asse Mattarella-Di Maio allora meglio andare al voto. Sperando che non si inventino dei giochetti per mandare in cabina di pilotaggio “i soliti noti”, tecnici o politici che siano, visto che i piddioti si sono messi a chiedere a Lega e M5S di “farla finita”.

Nessie said...

A questo punto lo penso anch'io. Salvini rischia di fare Indiana Jones sprofondato in una fossa di serpenti.

Nessie said...


PS: HO appena aggiornato il blog con nuovo post sui retroscena della mancata premiership di Sapelli e su come ha intrigato Mattarella.