07 November 2017

Vittoria dei moderati? No, grazie!




C'è una frase che ricorre in queste ore sui titoli dei giornali (e del Giornale) dopo lo spoglio che sancisce la vittoria del centro-destra in Sicilia: "Vittoria dei moderati".

Moderati?!? Una crisi di questa portata che dura da quasi 10 anni  messa in atto bell'apposta,  con punte esasperate dal 2011 ad oggi, e con quattro governi non eletti e imposti "dal Presidente",  sarebbe forse "qualcosa di moderato"? L'invasione quotidiana sulle nostre coste è "moderata"? I provvedimenti legge imposti a colpi di fiducia sono forse "moderati"?

"Moderato"un termine assai ipocrita che serve fin troppo bene a coprire il fatto che nella realtà non esiste, non deve esistere vera "alternanza", che gli schieramenti devono rassomigliarsi il più possibile, che non deve esserci troppa differenza tra loro  e che per la Ue e l'eurocrazia,  se non è zuppa è pan bagnato. Qualche esempio? La CDU in Germania deve rassomigliare il più possibile all'SPD, sì da poterli inglobare all'interno di quella che chiamano Grosse Koalition, come del resto avviene. Ma torno al caso Sicilia. 

La strategia della sinistra è sempre la stessa: prima fanno terra bruciata, macerie e desertificazione; poi  lasciano  questo sfacelo (o meglio sono costrette a lasciarlo) agli avversari. Non c'è di che gioire, a mio avviso di aver ereditato l'amaro peso di una Sicilia fallita. Basta leggere quest'intervista del "siciliano"  Pietrangelo Buttafuoco, che proprio ierisera in tv ha pregato Nello Musumeci, il vincitore, di correre a presentare i libri  in Tribunale, libri che decretino il fallimento dell'Isola. In caso contrario, tutto il peso ricadrà sul  "vittorioso di Pirro" secondo l'effetto-Raggi (stesso scenario già sperimentato nella Roma del dopo Marino) :

Pietrangelo Buttafuoco

"Chiunque governa qui inciamperà nella voragine lasciata da Crocetta, col presidente della Corte dei Conti che ne ha impugnato il bilancio regionale. Qui non ci sono più i soldi, c' è un debito strutturale gigantesco. Quindi ci vuole uno choc".

Il precedente governatore Rosario Crocetta si è circondato di una pletora di commissari, commissioni e sottocommissioni,  guardie forestali a gogò, nomine clientelari, un vero poltronificio da  Alì Pascià, e via dissipando, con 97 indagati nella sua Giunta.  Solo nel 2016 la Procura contabile ha avviato ben 13 istruttorie sulle irregolarità gestionali riscontrate in società a partecipazione pubblica della Regione e degli enti locali.

 Ovviamente  per il Rais di Sicilia, sono tutte cose che non possono essere criticate: sarebbe "omofobo"! Intanto però il primo a svignarsela è stato proprio Battiato, suo assessore al Turismo, allo Sport e allo Spettacolo.

Ma torniamo al redivivo Berlusconi che ora si pavoneggia e si prende tutti i meriti della citata Vittoria di Pirro.  Avete notato la strana gara dei media di questi giorni, quei media che in passato lo dileggiavano e che ora gli lisciano il pelo?
Perfino Prodi suo acerrimo nemico, ora va dichiarando che può essere un argine contro il "populismo".  E lui ci crede e rilascia dichiarazioni "antipopuliste", "antigrilliste" "anti-5 stelle" Insomma i "comunisti d'antan",  ora per Berlusconi sono diventati il M5S, col rischio concreto di "santificarli".

Non a caso, l'espressione sulla "coalizione dei moderati" ha già fatto saltare la mosca al naso a Giorgia Meloni che ha fiutato l'aria che tira ("I moderati in politica non esistono più. Basta con le etichette")

Vedremo. Non c'è da farsi grosse illusioni, stante così le cose, ed è bene che Salvini e Meloni stiano all'erta  e mettano giù dei punti chiari, perché inciuci e pastrocchi sono già dietro l'angolo. Alle élites va bene pure un ottuagenario, già anatra azzoppata, ricattabile  tenuta sotto tiro dalla magistratura, alla quale non è escluso che prometterenno qualche succulento "risarcimento", pur di non far trionfare i "populisti".
In ogni caso, il Pd perde sì, ma in realtà è ben contento che qualcun altro gli tolga le castagne bollenti dal fuoco. Una castagnaccia di nome Sicilia. O come la chiama Buttafuoco nel suo ultimo libro, la Strabuttanissima Sicilia.


34 comments:

Jacopo Foscari said...

In Sicilia personalmente avrei annullato la scheda scrivendo "Cesare Mori"

Per quel che riguarda le urne cinerarie prossime venture, darò un "voto utile", l'unico "voto utile" possibile, ovvero a Casa Pound. Francamente il carrozzone dei moderati ha stufato, è un film che abbiamo già visto ben tre volte e il finale è sempre stato pessimo. Non ho intenzione di vederlo una quarta volta. I grullioti hanno dimostrato la loro inadeguatezza con scema (Raggi) e più scema (Appendino), il PD non lo considero nemmeno. Vada per Casa Pound

Nessie said...

Sei stato chiaro. Il problema sono gli "attributi" e il coraggio. In un paese di don Abbondii, il "moderatismo" rappresenta solo la ferita della speranza e il riposo della volontà.


Intanto in Sicilia non ha partecipato al voto il 53,24% degli aventi diritto, ma in pochi lo scrivono.

Jacopo Foscari said...

Vero, affluenza disastrosa, il che è un altro segno che di soldi per le clientele ce ne son sempre meno. Unica cosa positiva del voto siculo è il disastro di Angelino Jolie che evidentemente aveva finito gli impieghi alle poste per piazzare i parenti

Nessie said...

Sì, disastrosa, e anche questo è un punto sul quale la Salma di Arcore dovrebbe meditare.
Angelino Jolie, è stata una jattura e non ha fatto che costruire dei CARA, nel senso dei centri d'accoglienza.

Una critica: i siciliani sono in prima fila sugli sbarchi. Se non fossero andati a votare ma avessero imbracciato i fatidici forconi ai porti, avrebbero avuto un'occasione d'oro per riscattarsi. Le lupare e qualche altra carabina ce l'hanno, dopotutto.

Angheran70 said...

Credo che di moderati dopo quattro anni di interregno PD ne siano rimasti davvero pochi..
Detto questo ridurre il tutto a una questione anagrafica mi pare azzardato. Di Berlusconi si può dire quello che si vuole - in genere tutto il peggio possibile - ma non si può dire che non pensi le cose prima di farle. Il PDL/Polo era pensato in ragione geografica prima di tutto, dato che la Lega non scendeva sotto il Rubicone e la destra (AN) superava verso Nord grosso modo la provincia di Viterbo (non è che sia cambiato molto). Tutte le sconfitte elettorali, per non parlare dei ribaltoni non elettorali, sono nati negli anni dall'area AN ex MSI. Nel 2006 rifiutarono i voti di Musumeci per volere di Fini. Musumeci prese 33.000 voti. Oggi ci dicono che sono impresentabili ma quando servivano a far vincere la sinistra erano preenti in tutte le trasmissioni. Non stupisce che il primo a cantare sia un intellettuale di area con i soliti consigli "suicidi". Ebbene Berlusconi in Sicilia ha fatto 61 a 0. Loro cosa possono vantare? Personaggi di primo piano sono arrivati a augurargli la morte perchè ancora credono che abbia "rovinato la destra" (sic). Salvini ha capito tutto da un pezzo e mentre fa l'alleanza "sovranista" con FDI si tiene le mani libere anche verso M5S perchè sa bene quale sia la miopia politica di certi atteggiamenti.

Nessie said...

Angheran, nessuno mette in dubbio le ottime capacità manageriali e organizzative del Silvio. Ma i sopraggiunti limiti d'età riguardano anche e soprattutto il suo partito. E in FI ci sono già coloro i quali pensano che formare nuovi quadri sarebbe buona cosa. In caso contrario, saremmo al mito di Crono che divora i figli.

Sai bene che io non sono di quelli che tuonano contro gli "impresentabili", paroletta che rassomiglia tanto ai "deplorables" di clintoniana memoria contro Trump , e che tra l'altro, deve portare iella a chi la adopera, visto che non ne azzeccano mai una.

Nessie said...

PS: Non sono una "fan" di Buttafuoco (sebbene sappia scrivere in modo eccellente), ma fare gli auguri a Musumeci, ma suggerirgli nel contempo di portare i libri in Tribunale, non mi pare affatto una vocazione al suicidio. Semmai è diretta contro il Rais Crocetta che ha fatto trovare una marea di "buffi" e di debiti d'ogni tipo. Il Deep State all'italiana si è già messo in moto con le solite Procure, tanto per iniziare bene.

Anonymous said...

Della Sicilia non mi occupo, ma quella dei moderati è francamente un pò stantia. Con gli sfracelli ONU-UE che questa manica di traditori ha realizzato pressochè indisturbata e con un appoggio internazionale degno del fu Soviet, chi vorrebbe opporvisi ? I moderati, versione elettorale del popolo dei gessetti che scrivono paroline dolci nelle strade e nelle piazze trasformate in campo di battaglia. E assicurano che non cambieranno stile di vita. Certo, mantieni pure lo stile, ma la vita ? Berlusconi è stato pubblicamente umiliato, processato, condannato e quasi ammazzato. Personalmente l'ho sempre difeso proprio per questo che significa disprezzo totale per chi lo ha votato, prima che per la persona Ma una volta appurato che il regime internazionale tutto consente, anche la rimozione della democrazia che ci è stata imposta a suon di bombe, i moderati non mi sembrano una sufficiente garanzia. E chi mi dice che una volta vinto a livello nazionale questa coalizione non verrà spazzata via dal primo spiffero finanziario ? E i moderati che farebbero, aspetterebbero con calma che il buon Monti ritorni a finire il lavoro e i suoi sodali ci riempiano per benino di negri ? Guarda che bei moderati stiamo importando a carrettate; tutti lords calzati e vestiti che: "prego si accomodi", "mi passa il sale" ? Altro che moderati, sono addormentati che si svegliano col bacio del principe ottuagenario una volta ogni diec'anni e poi se ne tornano cuccia. Ci voglioni carri armati con questa gente, lo capiscono o no ? Quello che è accaduto dopo il 2011, ma anche prima, costituisce tutta una serie di reati che vanno dall'Alto Tradimento alla Sovversione dello Stato. Organi come la Magistratura vanno azzerati, compresi i vertici, i media vanno controllati a tappeto, le strade presidiate in armi e le frontiere chiuse. Vanno fatti rastrellamenti e rimpatrii coatti subito ! Va indetto lo stato di mobilitazione generale. Moderati.

IL SAURO

Nessie said...

Che dire? sottoscrivo ogni virgola e come ho già detto, l'unico vero aiuto che può dare una Sicilia ridotta dai Crocetta a come vediamo e sappiamo, è cercare di impedire ulteriori sbarchi. Un'isola colabrodo che lascia passare oves et boves non serve né all'Italia né a se stessa. E non ci sono "moderati" che tengano.

Jacopo Foscari said...

A proposito di toghe deviate, avete visto che fine sta facendo il "caghetta" con cognato e mogliettina? Quando nel 2010 Feltri e Belpietro tirarono fuori l'affaire monegasco tutti a urlare alla "macchina del fango", e le toghe zitte. Poi, una volta che il "caghetta" è servito allo scopo, ovvero instaurare il regime di Monti, solo allora le toghe deviate hanno cominciato a ficcanasare sulla faccenda, scoprendo il marciume di "caghetta" e famiglia. Ben gli sta al "caghetta", da sempre si sa che le prime vittime dei comunisti al potere sono gli "utili idioti" che al potere ce li mandano

Nessie said...

Vero, dire che è utile è perfino un complimento. Gli idioti sono sempre FUTILI.

Oggi ho sentito un mio lontano parente vecchio comunista gioire perché l'indomani della vittoria del centrodestra, hanno già inquisito quel Cateno De Luca appena eletto. Premetto che non ne so niente del personaggio. Ma con l'affare CONSIP in corso e il giallo Montepaschi, mi chiedo come quel vecchio comunista (del Menga) non riesca a capire che chi cavalca la Tigre della Magistratura,dopo non può deciderne la direzione. Hanno la fissità che è tipica degli ottusi e stentano a capire che questo è il giochetto dei 10 Piccoli indiani di Agatha Christie.

Jacopo Foscari said...

Come ho detto, io in Sicilia ci rispedirei il "Prefetto di ferro" seduta stante. Quanto al parente, che dire, trinariciuti erano, trinariciuti sono e trinariciuti sempre resteranno. Debbo dire però che da quando c'è il bischero i piddini di mia conoscenza ostentano la cosa molto meno del passato, segno che è riuscito a far vergognare perfino loro

Nessie said...

Il Bischero sarebbe Renzi? Se è a lui che alludi, sappi che i (post)compagnucci, hanno già pronta la giustificazione scolastica: proviene dalla Famiglia democrista e con noi non c'entra.
Sono delle vere facce di tolla!!! La DC è stata azzerrata da Tangentopoli. I residui cattocomunisti, margheritini e dossettiani sono tutti confluiti prima nel Pds, poi DS, poi PD, ma loro quando si trovano alla mala parata esercitano il "jamais couché avec".
A dimostrazione di ciò, sta il fatto che a sinistra del Bischero c'è già la fronda dell'art. 1 e MDP che ora si accresce di quella cima di Pietro Grasso.

Nessie said...

MDP = Movimento dei Democratici e Progressisti, sta a significare che sono in competizione col Mov. 5 str... rinunciando al Partito per fare del "movimentismo". Non sono escluse pertanto possibili alleanze tra sinistrati movimentisti 5 str. ed ex combattenti e reduci piddini riciclati MDP.

Massimo said...

Buttafuoco, filoislamico e contrario alla legittima difesa, non mi sembra una fonte affidabile. Non basta essere nato in Sicilia per essere dalla parte della Sicilia. Mentre Berlusconi prova a mettere il cappello su una vittoria di cui ha sicuramente merito proporzionale ai voti ottenuti, ma che non è solo sua. Anzi direi che i 4 governatori del Centro Destra rappresentino "altro" rispetto al moderatismo, non solo i due leghisti in Lombardia e Veneto e il missino di lungo corso in Sicilia, ma anche il berlusconiano Toti che di "moderato" ha solo il fisico cicciottello. I berlusconiani moderati, come Parisi a Milano, sono in realtà stati bocciati dagli elettori.

Nessie said...

Massimo, certe verità sui conti siculi e sugli incalcolabili debiti da ripianare, non le dice solo il "filoislamico" Buttafuco, te le può dire perfino Totò Riina e chiunque te le può confermare. Se poi vogliamo giocare agli slogan pubblicitari alla Tonino Guerra "l'ottimismo è il profumo della vita", allora è un altro conto.
Quando vedrò un governatore siculo opporsi strenuamente alla Marina Militare, badante dei mari che corre a prelevare "migranti" per trasferirli per tutta la Penisola, allora comincerò a credere che non sia un "moderato". Perché fino a prova contraria la Sicilia è l'attuale porta d'Italia, e da lì ci passa di tutto e di più. Se poi il tuo caro Cav vuole anche fare un bel ponte dello Stretto di Messina per facilitare il compito, allora siamo a posto.

Nausicaa said...

@ Massimo. Lo ha detto pure Zaia se è per questo che ripianare 8 miliardi di debiti della Sicilia "Significa mettere le dita negli occhi dei cittadini delle regioni virtuose”.

Nessie said...

Quante vecchie lire sono? 16 miliardi di vecchie lire? Un debito inesigibile e non saldabile.

Jacopo Foscari said...

Ha ragione Buttafuoco, la Sicilia deve dichiarare la bancarotta e ripartire da capo e subito dopo va revocato loro lo statuto speciale. E' chiaro che continuando così non ne vengono fuori e il conto tocca sempre pagarlo noi Pantaloni. Sui deliri della mummia di Arcore circa il ponte sullo stretto mi censuro che è meglio. Non so quanti soldi abbiamo buttato nel cesso per quell'opera inutile e dannosa.

Nessie said...

Soprattutto se lo Statuto Speciale (ovvero più autonomia e decentramento amministrativo rispetto allo Stivale), glielo dobbiamo pagare noi. Noi che siamo già alla canna del gas di nostro.

Una notizia. Sul sito di Blondet, margine destro in basso c'è una sezioncina dal titolo CI SONO PIACIUTI. E noto con piacere che in alto c'è "Le elezioni in Sicilia - Il miglior commento".
Cioè noi. :-)

https://www.maurizioblondet.it/

Anonymous said...

I media continuano a non citare l’etnia del clan Spada. Tentando invece una improbabile "connivenza" tra lui e CasaPound. Ma pare che Roberto Spada, quello che ha dato una capocciata e che ha sfondato il naso del cronista della Rai fosse uno zingaro, con un suo clan a Ostia:

https://voxnews.info/2017/11/09/ostia-lo-zingaro-roberto-spada-e-stato-fermato-dai-carabinieri/

Z

Nessie said...

Grazie, non lo sapevo ma col precedente del clan Casamonica non mi stupisce affatto. Del resto fra mafioso e zingari non vedo una grossa contraddizione. Mi fa ridere quella parodia di Minniti quando dice che non tollererà "zone franche". Ormai Roma e dintorni è tutta una "zona franca".

Anonymous said...

8.000.000.000 di € sarebbero 15.490.160.000.000 di vecchie £. Tre zeri in più: una quisquilia.

IL SAURO

Nessie said...

Hai ragione!! E tre zeri in più non sono affatto una quisquilia. E' che il debito è così alto che si fa fatica a convertirlo un vecchie lire. Sana abitudine, questa, che non bisognerebbe mai abbandonare.

Aldo said...

Se vuoi essere ancora più colpita dall'entità di quei numeri (e di altri della stessa natura, cioè ogni volta che si parla di soldi) convertili in ore/lavoro secondo la paga oraria minima legalegale (netta, però, non lorda).

Ancora più efficace. Convertila in annualità di capacità di risparmio, sempre per il cittadino che percepisce quella paga. Volendo, potresti poi convertire il tutto in vite di risparmio, che è un altro bell'esercizio.

Vengono fuori risultati per i quali anche il Maalox si rivela totalmente inefficace.

P.S. Mi sento sempre meno "moderato", ma nel senso più lato del termine, non solo nel senso "politico". Non che questo cambi i miei comportamenti, giacché ci sono limiti oltre i quali è dura spingersi, però cambia sicuramente il mio stato d'animo. Non so il tuo.

Alessandra said...

Un governo che propone agli italiani di non aumentare lo scatto dell'età pensionabile a patto che crepino prima (e i sindacati che paiono favorevoli); la Raggi che si sveglia solo quando si tratta di stigmatizzare i "neofascisti" e che continua a dormire sui campi rom; le scemenze e le balle di Minniti e Gentiloni e mi fermo qui per carità di patria. Insomma, ai vertici delle varie istituzioni ci sono non solo sicari del potere, ma degli imbecilli conclamati.
Il mio commento sui "moderati" è riassumibile in un vecchio ma inossidabile proverbio:
A mali estremi, estremi rimedi!

Nessie said...

Uguale Aldo, uguale. Come si fa a essere impassibilmente "moderati" con tutti i guai che ci buttano addosso? Il fatto è che se nessuno li ferma, questi andranno avanti.

Nessie said...

Ale, la trattativa sull' aspettativa di vita che vede come attori principali governo e sindacati, è a dir poco IGNOBILE!
La tua chiosa diventa pertanto, inevitabile.

Se poi vai da Eleonora (blog Grotesque) a leggere gli ultimi bollettini di guerra sui terremotati, con l'inverno alle porte, c'è solo da spararsi.

http://eleonoraemme.blogspot.it/

Nessie said...

... e ne leggo un'altra. Ora per avere agibilità politica nella piazza e nel diritto di riunione, ci vuole il certificato di purezza antifascista:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/lultimo-bavaglio-rosso-certificato-antifascismo-scendere-1462067.html

Non veniamoci a dire che questa non è una VERA dittatura!

Aldo said...

Un passo avanti sarebbe prendere finalmente coscienza di massa del fatto che sono ormai anni che stanno implementando l'eliminazione delle garanzie pensionistiche (comprate a suon di soldoni, ben inteso, mica regalate) per le generazioni a partire dal baby boom degli anni '60 -- un'ottima generazione, finché in età da mungitura; materiale per dadi da cucina e scatolette per cani quando in età non più produttiva. E' un progetto di medio-lungo periodo, studiato appositamente in modo tale da non palesarsi fino al momento del compimento. Del progetto, tra parentesi, fa parte pure il percorso delle leggi sul fine vita, espressione di merda per nascondere sotto uno strato di miele più falso dell'oro di Bologna l'intenzione di eliminare un peso. Noi da vecchi.

Per capire veramente occorre rendersi conto della psicologia patologica che viene selezionata nell'ambito della classe dirigente, che non è certo la psicologia delle persone "comuni". Per le persone anche solo parzialmente sane è una forma mentale difficile da accettare come reale, perché fa carta straccia del concetto di umanità. Guardate in faccia quella gente. Radiografàtela. Non vedete niente?

Nessie said...

Sull'eutanasia a scopo SOSTITUTIVO (detto in altre parole più brutali, per levarci prima possibile dalle palle) ho già scritto e ancora intendo scriverne nello specifico. Ma intanto ti raccomando di leggere questo pezzo molto esaustivo sugli "eutanasisti" più famosi, perché c'è dentro pure il Vaticano e i vescovi. E bada che lo scrive un indignatissimo cattolico praticante :


https://www.maurizioblondet.it/vaticano-signori-considerano-gli-esseri-umani-piaga/

Nessie said...

Poi non può mancare un famigerato cultore di ingegneria genetica e di TRANSUMANESIMO come il già citato Jacques Attali. Ecco un estratto:

Alcune delle democrazie più avanzate sceglieranno di fare della morte un atto di libertà e di legalizzare l’eutanasia. Altre fisseranno dei limiti precisi alle proprie spese per la sanità, calcolando anche una spesa media, un “diritto di vita” che ognuno potrà utilizzare a suo piacimento fino ad esaurimento. Si creerà, allora, un mercato dei “diritti di vita” supplementari, in cui ognuno potrà vendere il proprio, in caso sia affetto da una malattia incurabile o sia troppo povero. Si arriverà, un giorno, persino a vendere dei “ticket di morte”, che daranno il diritto di scegliere tra i vari tipi di fine possibili: eutanasia a scelta, morte a sorpresa nel sonno, morte sontuosa o tragica, suicidio su commissione, ecc. La propria morte come la morte di un altro».

http://www.lacrocequotidiano.it/articolo/2017/07/11/societa/jacques-attali-e-la-legalizzazione-delleutanasia-in-occidente

Aldo said...

E' sempre bello ( = fa schifo) scoprire di aver intuìto giusto. Detto da me che, avendo in mente il proprio futuro probabile, sono sempre stato favorevole all'eutanasia per scopi sinceramente caritatevoli, ha un peso particolare.

...e poi si permettono pure di fare le pulci al signor baffetto, come se fosse in qualche modo migliori.

Ora vado a leggere gli articoli che mi hai collegato (preparo il Maalox, ma non servirà).

Nessie said...

Leggi, leggi. Il "Signor Baffetto" (lo zio Adolfo), er Baffone georgiano (Stalin) e Pol Pot, erano dei dilettanti, rispetto a questi oligarchi.