09 September 2017

Blindatura completa o quasi




Stiamo assistendo ad una progressiva blindatura di tutti gli spazi di democrazia e  di partecipazione in senso fisico, morale e intellettuale. Non bastasse ciò, ci sono commissioni al lavoro per mettere le mani sul web con la scusa dell'Hate Speech (commissione Jo Cox, voluta dalla Boldrini, estensioni della legge Mancino  volute da Fiano, altri controlli sulla rete voluti da Orlando, ecc). E' come se gli addetti a questa Matrix creata artatamente cercassero di tappare tutte le sue maglie, i suoi fori in modo che non resti  più nemmeno uno spiraglio d'aria. La situazione non è solo claustrofobica e asfissiante, ma anche apertamente provocatoria. Mi spiego meglio.

Settembre e Ottobre sono di solito i mesi delle proteste e dei raduni di piazza: il caldo è sparito  e coincidono con la ripresa del lavoro. Era stata programmata una manifestazione pacifica e apartitica sul sito Imola Oggi dal titolo "Avviso di sfratto al governo" alla quale avevano già aderito numerosissimi cittadini. Dopo aver dato assenso, il questore Marino se lo è rimangiato mediante notifica al giornalista  Armando Manocchia. Ne dà conto lo stesso Manocchia sul sito Imola Oggi.
 E così dopo aver messo in piedi in questi anni per usare le parole dello stesso cronista una "deriva etica, morale, finanziaria, economica, sociale e democratica dell’Italia e con gli Italiani sempre più vessati, offesi, umiliati, depredati, strozzati e vilipesi da una classe politica di incapaci, parassiti, collusi, indagati, rinviati a giudizio, condannati, ladri, corrotti, corruttori e non ultimo traditori, che nel novembre del 2011, abusivamente indemocraticamente, illegalmente, illegittimamente e incostituzionalmente hanno deposto, destituito, un governo eletto democraticamente dal Popolo", sono saliti al potere occupando  tutte le Istituzioni dello Stato. E non basta ancora: stanno cercando di soffocare ogni anelito di dissenso, fosse anche un semplice raduno di massa.

Ma non solo. In tv non si può più vedere un dibattito che non sia egemonizzato da loro, privo di contrappesi o  con opposizioni ridotte all'irrilevanza numerica e di continuo azzittite e interrotte. Farebbero meglio ogni qualvolta c'è un programma tv a scrivere il titolo "Zona d'occupazione mediatica". 
Ha ragione Giulietto Chiesa a parlare di Comunicazione Mondiale Centralizzata,in un flusso informativo che viene deciso da alcuni centri molto limitati di persone, i quali determinano ogni giorno l’agenda del giorno di quanto si deve scrivere e di quanto no. Tutto il resto dei pennivendoli nostrani non capisce (o forse sì, ma dalla parte dei loro padroni) ma si adegua.


 Prelevo a tale scopo, un'immagine efficace da Imola Oggi di un articolo di Giuseppe Palma, su tutta la piramide del potere  composta da verie stratificazioni e su come interagisce:

1Primo strato: (in cima alla piramide): chi detiene il CAPITALE INTERNAZIONALE e chi lo gestisce;

2) Secondo strato: BCE e intero sistema bancario.. Qui l’euro, la moneta unica europea, funge da vero e proprio strumento di governo;

3) Terzo strato: Multinazionali e Finanza, cioè dove i detentori del capitale internazionale impiegano le proprie risorse;

4) Quarto strato: la sovrastruttura EUropea, vale a dire la Commissione EU, il Consiglio dell’UE e l’Eurogruppo. Il Parlamento europeo non conta nulla, quindi nella piramide non è citato;


5) Quinto strato: alcuni personaggi ed organizzazioni a servizio dei primi quattro strati. Oltre ad avere un ruolo di “suggeritori”, vengono – a seconda delle necessità – impiegati in ruoli politici ed istituzionali direttivi o addirittura di governo. Quando ciò non è possibile, svolgono un decisivo ruolo di moral suasion. In questa categoria rientrano anche scrittori di regime e intellettuali salariati;

6) Sesto strato: la Magistratura, cioè una parte di essa strettamente funzionale alle esigenze degli strati superiori;

7) Settimo strato: informazione di regime (soprattutto tv e giornali) asserviti agli strati.superioori, capaci di incidere fattivamente sulle decisioni dei due strati più bassi;

8) Ottavo strato: politici e Istituzioni della Repubblica, quindi Governo, Parlamento, Quirinale e Corte costituzionale;

9) Nono ed ultimo strato: il POPOLO.





Ma torno alla   manifestazione  del 12 settembre vietata in sfregio e in aperta violazione dell'art. 21 di quella Costituzione che nonostante la vittoria schiacciante del NO al referendum del 4 dicembre 2016, continua ad essere calpestata, e  che recita:

Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure. Sono vietate le pubblicazioni a stampa, gli spettacoli e tutte le altre manifestazioni contrarie al buon costume. La legge stabilisce provvedimenti adeguati a prevenire e a reprimere le violazioni.

Ovviamente gli illegali, i clandestini provenienti da Africa e Asia hanno licenza di occupazione di suolo pubblico, di manifestazioni  e cortei non autorizzati: licenza di furto, di scasso, di prendere a sprangate la segnaletica stradale e perfino licenza di bivacco alle stazioni, come quello recente di Varese, trasformata in un'immonda Lordopoli con materassi e pagliericci a vista, attorniati da cumuli di spazzatura. Per non dire della stessa Roma!
Inoltre gli innumerevoli cortei della sinistra (antagonista  e non) che hanno costellato la storia della nostra Repubblica, sono i primi a venire autorizzati in quanto i soli ritenuti "democratici" (anche coi black-bloc e  i casseurs all'opera).
Che significa tutto ciò? Che viviamo già in una dittatura peggiore di quella fascista e comunista, dove almeno l'ordine pubblico, la sicurezza dei cittadini e il decoro delle città erano garantiti.

Non entro nel merito di un'altra manifestazione del gen. Pappalardo di lunedi 11 settembre, vietata anche quella.
E in particolare, non entro nel merito delle diatribe tra lui e lo stesso Manocchia descritte nell'articolo di Imola Oggi.
Pappalardo di cui sono comparsi numerosi video sul web, avrebbe dovuto consegnare una lettera al capo dei carabinieri di Montecitorio quale denuncia allo scopo di sciogliere un governo e un  parlamento ritenuto illegittimo, accompagnato da altri cittadini. Qui il  video .  E qui un altro.
Non so se il suo Movimento Liberazione Italia,  uscito dal movimento dei Forconi, avrà successo o sarà l'ennesima patacca con conseguente delusione. Dico solo che nel dubbio il questore di Roma, ha vietato anche questo. Così come ha vietato la passeggiata (e non marcia) di Forza Nuova.  
Niente "vacanze romane" per nessuno!

Siamo alla blindatura e repressione completa (o quasi) di tutto il sistema governativo e statale contro i suoi stessi cittadini. Non sono affatto ottimista, ma occorre dire che questa diavoleria infernale sta correndo troppo rapidamente per potersi attuare in tutte le sue pieghe più recondite.
Pertanto  prima o poi  inciamperà, cadrà e farà molto rumore, anche se non so dire quando.

Aggiornamento: Ecco cosa è accaduto ieri 12 settembre davanti all'altare della Patria a Roma:

http://www.imolaoggi.it/2017/09/13/colpirne-uno-per-educarne-cento/.

Non potevo trovare un'etichetta più appropriata per il post: dittatura, appunto!

67 comments:

Pier Paolo said...

Forza Nuova, in realtà ha detto che la passeggiata romana la farà lo stesso, perché in quanto passeggiata, non necessita di permesso né preavviso:


http://voxnews.info/2017/09/08/forza-nuova-sfida-questore-marceremo-sul-tiburtino/

Nessie said...

infatti è questo l'atteggiamento giusto da tenersi: andare avanti comunque. In caso contrario, l'agibilità politica della maggioranza degli Italiani non avrà mai visibilità perché a decidere saranno sempre e solo gli usurpatori e gli abusivi che ci governano.
E' inutile chiedere MERCE' ai nostri aguzzini.

Manocchia dovrebbe fregarsene e manifestare lo stesso! E come lui, altri.

Anonymous said...

Bellissimo articolo Nessie, l'etichetta DITTATURA dice tutto. Lo strumento è il doppiopesismo discrezionale. Per esempio ai tempi dei governi di centrodestra legittimi, ma mai tollerati dal Vero Potere sottobanco, la protesta era un "altissimo diritto democratico bla bla bla" (hanno giustificato perfino le aggressioni fisiche a Berlusconi e alla Lega) ora al tempo dei governi non eletti ma graditissimi ai Padroni del Mondo Orwelliano è diventata un reato da reprimere come il manifestare opinioni e verità sgradite.
Resta da capire - per me è incomprensibile - perchè l'Opposizione (*) non se ne renda conto e faccia spallucce quando viene presa a mazzate e sgambetti e sembra stare a un gioco che è completamente artefatto e manipolato.
Scarth
(*) Opposizione di cui non fa parte il Mov5St... che non è null'altro un PD n. 2.

Nessie said...

Grazie per l'apprezzamento Scarth. Altro che "doppiopesismo discrezionale"! qui siamo al SUPERIOR STABAT LUPUS. Laddove non ci sono regole se non quelle fatte a misura loro e annullate da loro, quando non gli servono più. E lo vediamo in questi giorni anche con le intercettazioni che riguardano il padre di Renzi, dove si vuole la galera per chi "intercetta" e i piddioti diventano tutti improvvisamente così garantisti. Facce di palta, per non dire di peggio!

L'Opposizione? Io non vedo nessuna opposizione marciare tranquilla e consapevole dei suoi diritti e dell'art. 21 dove gli spazi di dissenso dovrebbero essere garantiti. Occhio però, perché après tout ça, le déluge!

E quando poi ci sarà il diluvio, travolgerà tutto e tutti. Senza distinzioni.

L'asterisco * per i 5 stelle è superfluo: sappiamo già che è un'appendice di sinistra del PD.

Anonymous said...

Stringono le briglie perchè la bestia recalcitra. Speriamo solo che non usino la solita opzione alternativa. Del resto non c'è il due senza il tre.

Il gen. Pappalardo aveva un notevole atout. La richiesta alle FFdO preposte di applicare una sentenza promulgata dalla Corte Costituzionale non avrebbe potuto essere ignorata. Uso il condizionale perchè ormai siamo di fatto in un luogo nel quale la Legge viene amministrata e interpretata in modo feudale. In forza della sentenza di cui sopra, le FFdO avrebbero dovuto accompagnare fuori dal Parlamento tutti i parlamentari e così per tutte le altre cariche che un parlamento abusivo avrebbe incaricato; fatta eccezione per il Presidente della Repubblica, ma solo per avere un referente istituzionale. Nei fatti, gli abusivi dovrebbero essere tutti arrestati a rigore di legge e non solo accompagnati fuori dalle sedi istituzionali che hanno occupato abusivamente. Conflitti interni al movimento fondato dal Generale e forzature istituzionali come quella di un Questore che, dopo aver autorizzato la manifestazione, revoca l'autorizzazione due giorni prima sono fatti incommentabili e sicuramente dovuti ad infiltrazioni e ad una gestione dello Stato di Diritto da Far West.

Detto questo, se non vi fossero rivalità tra i vari movimenti sarebbe meglio, ma insisto sul fatto che se un comune cittadino richiede, di fronte a tanti altri cittadini, il rispetto di una sentenza, le FFdO sono obbligate a dare alla sentenza l'indispensabile esecutività: la cosiddetta Forza di Legge. Basterebbe questo per chiudere una parentesi che dura da oltre 4 anni. Pertanto, perchè non approfittarne ? Sarebbe convenuto a tutti.

Invece, nel migliore dei casi si attenderà che gli abusivi decidano quando si andrà a votare e con quali modalità. Nel caso di vittoria dell'opposizione le sarà resa la vita impossibile come già abbiamo visto quando al governo c'era il CDX. Dulcis in fundo, le congreghe internazionali rifaranno i soliti giochetti finanziari a dir poco. Sempre che nel frattempo un provvidenziale guerrone mondiale non ci costringa a quella disciplina che non sarebbe accettato in tempo di pace. Forse finirebbero di arrivare negri a carrettate, ma quelli che già ci sono continuerebbero a creare i soliti problemi.

Si vedrà bene, che il metodo più veloce, legale e pacifico, sarebbe proprio quello perseguito da Pappalardo.

IL SAURO

Nessie said...

I video di Pappalardo li ho messi lì e chiunque può farsi un'idea in piena autonomia. Certamente che una rivoluzione indolore basata sul ripristino del diritto violato sarebbe stata la più auspicabile. Ma come vedi, anche lì, il diavolo ci ha messo lo zampino. O forse gli artigli.
Certo che non riuscire a mettersi tutti d'accordo per una data e una manifestazione ti dà la misura della disgregazione a tutti i livelli che stiamo vivendo. Del resto diavolo che proviene dia e ballo ha il significato etimologico di

separare, metter in mezzo, frapporre una barriera, creare fratture.

Troppo spesso dimentichiamo l'origine delle parole e forse dovremmo prestarci più attentenzione.

https://unaparolaalgiorno.it/significato/D/diavolo

Nessie said...

PS x Sauro: per "opzione alternativa" intendi la Guerra, suppongo. Sembra che ci sia voglia pure di quella. Non ne avessimo ancora abbastanza, di guai...

Alessandra said...

Quelli che odiano i muri e invitano a costruire ponti sono poi gli stessi che si barricano contro il dissenso.
Nel leggere l'articolo su Voxnews relativo alla manifestazione promossa da Armando Manocchia, ho trovato un passaggio sconfortante.
(Il questore Marino) accosta la mia persona e la mia manifestazione a quella del Movimento Liberazione Italia di cui ho querelato il presidente circa 20 gg fa per aver fatto di tutto per boicottare la mia manifestazione. (segue lunga invettiva)
Come fatto notare anche altrove in questo blog, gli oppositori non vanno d'accordo nemmeno tra di loro e si pestano i piedi, pur dicendo sostanzialmente le stesse cose e dichiarando gli stessi intenti.
Ecco, quando le opposizioni supereranno le loro rivalità - insensate se hanno davvero a cuore il futuro del nostro Paese - allora la "diavoleria infernale" inciamperà, per usare le parole della chiusura del tuo post.
E noi dovremmo tutti sconfessare le leggi approvate dai governi abusivi e illegittimi, poiché sono tutte illegali e incostituzionali.
Sono anni che ci prendono in giro e che ci trattano peggio delle pezze per i piedi!

Nessie said...

Alessandra su voxnews ho appena letto questo su FN:

http://voxnews.info/2017/09/09/roma-militanti-forza-nuova-denunciati-per-passeggiata-non-autorizzata/

Gabrielli, a quanto pare, è già passato all'attacco. Ma dove avevi letto di Manocchia su vox? Io l'ho letto sul suo stesso sito e il link l'ho anche messo in HP del mio post:

http://www.imolaoggi.it/2017/09/07/la-dittatura-alza-lasticella-vietata-la-manifestazione-avviso-di-sfratto/

Aldo said...

Sauro: fatta eccezione per il Presidente della Repubblica

Non mi sembra un'eccezione sostenibile, perché ad eleggere l'attuale presidente è stato proprio quel parlamento del quale hai appena evidenziato l'illegittimità. Poi, per la carità, io non sono un giurista (e... faccio brutta figura a vantarmene?).

Nessie said...

Non solo, Aldo. Ma fu proprio Mattarella che allora era membro della Corte Costituzionale a tacciare di illegittimo il "porcellum", legge elettorale con cui è stato formato. Certo non solo lui, ma tutta la Consulta di cui faceva parte.
Un po' di date per capire meglio. Mattarella fu giudice costituzionale (2011-2015).

Il 31 gennaio 2015 è stato eletto al quarto scrutinio presidente della Repubblica con 665 voti, poco meno dei due terzi dell'assemblea elettiva. A rigore, non avrebbe mai dovuto accettare il mandato presidenziale.

Ed ecco, tanto per essere esatti, quando la Corte Costituzionale bocciò la legge elettorale meglio nota con Porcellum:

http://www.ilsole24ore.com/art/servizio/2014-01-13/legge-elettorale-e-porcellum-bocciato-oggi-consulta-riunita-l-esame-motivazioni-121736.shtml?uuid=ABmS4Mp

A rigore Mattarella quando ci fu il referendum che spedì a casa Renzi non si doveva permettere di NOMINARE Gentiloni, ma come emerito e coerente giurista avrebbe dovuto sciogliere le Camere.

Anonymous said...

stringono le viti per il bersaglio grosso : i brogli elettorali della primavera prossima.
ws

Nessie said...

Io penso che solo gli imbecilli creduloni pensino di cambiare qualcosa SOLO con le elezioni. La destabilizzazione cammina ogni giorno alla velocità della luce e non c'è ancora una legge elettorale, che quand'anche ci fosse, non sarebbe favorevole all'elettore. No, stringono le viti comunque e a prescindere dalle elezioni.

Eleonora said...

Per anni hanno gridato e protestato (in qualunque modo) contro il regime berlusconiano. Ora, forti degli appoggi esterni, e, come ribadisci su questo post, illegittimamente (come lo è questo governo e i precedenti due), stanno usando ogni metodo possibile per far tacere il dissenso. Ma questo, no, non è un regime. E' molto peggio. Google, sta facendo un accordo con questo governo illegittimo contro le fake-news...

Nessie said...

... come lo è questo governo e i precedenti due.. Come i precedenti tre, vorrai dire.

E l'androide Monti dove lo mettiamo? E' dal 2011 che non abbiamo leader che siano espressione di vere elezioni.

Ovviamente ciò che è "fake" lo decidono sempre e solo loro, i piddioti.

Alessandra said...

Sì Nessie, intendevo Imolaoggi, ho avuto un lapsus e ho scritto Voxnews.
Le elezioni da sole non risolveranno nulla, specie se la Lega e FdI si presenteranno a braccetto con Forza Italia "liberale ed europeista", ormai pronta a fare il gioco del PD.
Comunque hanno occupato tutto anche attraverso il mondo dello spettacolo (o pseudo tale), anche fuori dagli schermi.
Ieri mattina mentre attendevo di essere servita in farmacia mi è caduto l'occhio su una rivista con in copertina una soubrettina televisiva che assicura: "Mia figlia è supervaccinata".
Esposta in bella vista in una farmacia.
Uno dei tanti esempi di come il regime ormai è cosa tangibile.

Anonymous said...

Aldo: hai ragione, ma è solo una questione tecnica. Non è più di moda mettere i colonnelli al governo. E' necessario un referente istituzionale. Una volta ricostituito un parlamento tutte le più alte cariche devono essere riattribuite su questa base.

IL SAURO

Nessie said...

Alessandra, piccolo particolare: intanto la carta delle elezioni passa di mano a loro e solo loro ci dicono quando, dove e come andremo a votare. E questa è già una forma di controllo e di ricatto istituzionale micidiale. Ribadisco che Mattarella il giureconsulto della Corte, una volta ritiratosi Renzi avrebbe DOVUTO (e non solo potuto) sciogliere le camere e indire le elezioni in luogo di affibbiarci Gentiloni.

E' un'ipocrita bugia quella del fatto che non c'era ancora un'adeguata legge. Lui è lì, grazie al Porcellum e ad un parlamento che quando era un parruccone della Consulta, giudicò "illegittimo". Perciò....

Ma a parte questo, dovremmo imparare dalla sinistra che quando non sgoverna, fa casino in piazza e dappertutto, come ha fatto quando c'era il Berlusca. Invece la destra (che è la maggioranza) non lo fa e accetta di buon grado di ritirarsi di fronte alle notifiche di un qualsivoglia questore che impedisce raduni. E' questa la verità...

Nessie said...

Sauro: E' necessario un referente istituzionale.

Certo, anche se si tratterebbe di un referente-fantoccio. Né più né meno come lo è adesso. E se lo hanno fatto loro (gli attuali abusivi) potremmo farlo anche noi. Dopotutto c'è un precedente.

Jacopo Foscari said...

La mummia sicula è il classico presidente della repubblica del PD che la costituzione la interpreta quando al governo ci sono i suoi compari e la applica quando al governo ci sono i suoi avversari. Per cui nulla di cui stupirsi del suo comportamento e francamente non ho sperato neppure per un secondo che sciogliesse le camere dopo il KO di Renzi. Finora si è limitato a fare il passacarte del PD, ma qualora per una qualche congiunzione astrale imprevista le urne dovessero dare una maggioranza di colore diverso, vedrete come salterà fuori l'Azzeccagarbugli manzoniano

Nessie said...

Poco ma sicuro. Per questo la strada elettorale (e istituzionale) non sarà quella che risolverà questo ginepraio intricato. Un popolo senza legge o con leggi interpretate a seconda delle convenienza, è un popolo moribondo.

Anonymous said...

Manca a livello globale un soggetto, dotato di adeguata potenza, che si opponga alla attuale Dittatura orwelliana che hanno progressivamente impiantato. Senza uno scenario in stile 2a G.M. o adeguatamente apocalittico i Mostri e i loro tirapiedi possono imperversare a piacimento. Certo che sarebbe già molto se le diverse anime dell'Opposizione - parlo di quella genuina - si rinsaldassero in una alleanza, consapevole di cosa sta fronteggiando, decentemente strutturata non solo nazionale ma anche europea.
Scarth

Nessie said...

Vero, ma se solo vedessimo un terzo delle suggestioni che stiamo dando qua dentro, ci sentiremmo tutti quanti un po' più rassicurati. Credo che saranno i movimenti d'azione (come Generazione Identitaria, ad esempio) a dare il buon esempio. Certo devono farsi più scaltri e imparare a non farsi divorare dagli squali. Ma chi è istituzionalizzato come nel caso dei partiti "d'opposizione", finisce pur sempre per fare mediazioni al ribasso.

Ws ha ragione quando sostiene che se la Lega andrà in coalizione col Bollito di Arcore, non succederà un bel niente. E saremo punto e daccapo.

Anonymous said...

penso che solo gli imbecilli creduloni pensino di cambiare qualcosa SOLO con le elezioni
questo lo dici a me che ho sempre irriso "er poppolo cojone" ?

Comunque , per LORO il rito elettorale resta importante; finché potranno far credere di avere il consenso "der poppolo " potranno evitare di dover transire dalla " democrazia indiretta " alla " dittatura diretta" .
ws

Nessie said...

Ti sei sentito chiamare in causa su nella mia risposta a Scarth? ;-)

Io ho un altro punto di vista... In dittatura (diretta e indiretta) ci siamo già. Con o senza elezioni.
Ultimamente le banche internazionali ci hanno fatto fin troppo chiaramente capire che non hanno più bisogno della democrazia. Per questo si vota così poco!

Anonymous said...

Già Nessie, il punto è che la politica di opposizione fa troppo pochi ragionamenti come quelli che facciamo qui. Sono convinto anch'io che la parte di Forza Italia legata a Berlusconi sia un Cavallo di Troia per neutralizzare la vera opposizione. E a dirla tutta lo dichiara anche apertamente. Per esempio ieri Berlusconi da affermato di essere orgoglioso di appartenere al PPE. Purtroppo la Lega è tra l'incudine e il martello: se va da sola con FdI è al 20% mentre PD + M5Str. + Vari di sinistra/Alfano ecc. = oltre 60%. Il che incidentalmente vuol anche dire che al 60% degli italiani le cose stanno benissimo così e ne sono contentissimi. Un bel pasticcio.
Scarth

Nessie said...

Sì, c'è poca analisi, molta superficialità, poco approfondimento ma soprattutto non vedo una vera strategia né tattica. Per ciò che mi riguarda, guardo ai fatti concreti. Se la Lega non ancora al governo, ma già al governo di una regione importante come il Veneto (il caso Zaia) ha subito abdicato alla moratoria dei vaccini accontentandosi di pannicelli caldi come il limitarsi a fare ricorso alla Consulta, beh... è il caso di stare con le antenne ben dritte.

Jacopo Foscari said...

E occhio perché la mummia brianzola ha in serbo un regalino mica male, ovvero candidare come premier nientemeno che l'eurocrate Tajani, presidente del parlamento UE ed ex commissario europeo, grande amico di Junker, della Merkel e di Schultz, probabilmente in cambio di una sentenza favorevole delle corti europee. Per la serie siam messi tra l'incudine di Renzi-Di Maio e il martello del Banana. Le Lega si accoderà perché ormai li conosciamo, son troppo legati alle grasse poltrone delle giunte regionali e comunali. Faranno un po' di scenate con gli elmi e i corni e poi torneranno da Papi Silvio come sempre. Ormai mi son convinto che da questo incubo non si esce per via democratica

Anonymous said...

Per capire come ci stanno DAVVERO cucinando ho sempre consigliato di leggersi Marco Della Luna.
Ma ora in particolare consiglio di leggere il suo ultimo libro ( "Oltre l' agonia" ) che rappresenta una ottima sintesi della sua visione e contiene ( finalmente !😎 ) una nota "positiva" : il LORO progetto di " zootecnia per popoli superflui " fallirà .
Purtroppo sarà una "agonia" ( credo ampiamente meritata dai "poppoli cojoni" , soprattutto il nostro così pieno di furbi-fessi ) ma fallirà .
La contraddizione insita nel sistema capitalistico che essi credono di poter governare rendendo la società fluida ed amorfa usando il "caos " ,la "fiat money" , il " controllo tecnologico" , " il terrorismo sintetico " ect per transire i " poppoli" verso una nuova società binaria con tutto il potere nelle mani di una aristocrazia che "crea il credito" e tutti gli altri ne siano "servi", collasserà per mancanza dei necessari fattori sociali di stabilità che LORO stessi hanno distrutto.
ws

Nessie said...

Jacopo, niente di più facile! Mummie di qua, mummie di là e a noi cosa resta?

Ormai mi son convinto che da questo incubo non si esce per via democratica

Io pure, e l'ho già detto. A meno che...anche questo incravattarci fino a farci esplodere non sia anche questo, voluto.

Nessie said...

ws, Della Luna, non è nelle mie corde, e mi pare di avertelo già detto.

La moneta Fiat non è uno dei caposaldi del Keynesianesimo dei Bagnai e dei Barnard?

Anonymous said...

Tanto peggio,tanto meglio,vorrà dire che invece di ritrovarsi a dibattere ci si ritroverà a cospirare,in qualche scantinato
in cui non dovrà entrare nessun apparecchio elettronico,saranno banditi tutti gli oggetti creati nel 1900...

Giulio

Nessie said...

Buona Idea, Giulio! Hai sentito che ci preparano il blockchain?

http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=1882

Altro che SNOWDEN!

Anonymous said...

scientia potentia est...
Theodore Kaczynski aveva già capito tutto...
Ah dimenticavo che nelle cantine ci sono i contatori della luce.

http://www.thrivemovement.com/smart-meters-and-global-domination-agenda.blog


Giulio

Anonymous said...

Naturalmente le mie sono provo-
-nazioni "Saura Plesio".
Gli italiani sono proprio un popolo di scemi..Per quanto mi riguarda tu potresti essere qualcuno dentro forte Braschi davanti ad uno schermo che se la ride mentre sorseggia una bibita,
(fa ancora caldo).

Saluti

Giulio

Nessie said...

L'avevo capito, qui invece fa freddo e la temperatura è calata di 12 gradi.

Anonymous said...


Mescoli bagnai e donald e non ti convince" MLD ? allora ti mancano un sacco di elementi senza i quali puoi descrivere i fenomeni sociali ma non capirli davvero.

La moneta Fiat non è uno dei caposaldi del Keynesianesimo dei Bagnai e dei Barnard?

No, il "fiat money" e ' un arma di ASSERVIMENTO del lavoro al capitale , è credito creato dalle banche centrali per tenere in piedi il sistema (creditizio e privato) e ogni altra spesa utile solo ad indebitare i cittadini e comprimerne i redditi ; non sono soldi che vanno all' economia reale ( come vorrebbe bagnai ) ne per "la pensione a vita" dell' MMT di barnard.

Perché il problema chiave è CHI e PER COSA ha il monopolio della CREAZIONE del credito/ moneta.
ws

Nessie said...

Non ho mai detto di capir qualcosa di economia. Oggi di esperti d'economia ce ne sono davvero troppi e davvero a bizzeffe, e tutti promettono "la salvezza". E il bello che non siamo mai stati così impoveriti come da quando pullulano tutti questi Nobel. "Sarete circondati da eserciti di economisti", dice un testo che non si può nominare.
Il Fiat Money (ovvero denaro dal nulla) lo conosco storicamente anch'io (1971 - Nixon).

Nessie said...

E' che io non credo alla via economica dei Bagnai-Asciugai e dei Barnard senza aver preparato prima un'adeguata classe politica che non c'è. L'economista è pur sempre un tecnico che deve essere arruolato dalla polis e non il contrario. Non so quante volte l'ho scritto ai barnardiani fanatici.

Anonymous said...

Nemmeno io sono un esperto di economia e finanza, ma la teoria di Mosler non mi dispiace. L'ho letta con una certa attenzione. Ovviamente l'emissione della moneta è basata sulla fiducia, ma non solo questa. Si tratta della cosiddetta Fiat Money e la differenza la può fare solo una classe politica onesta e seriamente intenzionata a perseguire l'interesse nazionale. Il segreto sta tutto qui, dato che la classe dirigente che abbiamo avuto è riuscita fino ad alienarci le riserve auree. Ci hanno letteralmente messo in mutande. Quindi, anche se decidessimo per ipotesi di riadottare il Gold Standard, non potremmo farlo. In effetti non c'è molto da scegliere. Io preferirei il sistema economico e finanziario adottato dai nazisti, ma temo che la proverbiale disciplina mediterranea sarebbe di ostacolo.

IL SAURO

Nessie said...

Gold standard? Certo che no, non potremmo adottarlo, dato che le nostre tonnellate d'oro giacciono nel caveau della FED. Sempre che ci siano ancora....

Nausicaa said...

Spero che ci sia qualcuno iscritto in qualche gruppo di Facebook che ci informi se a Roma in queste ore si sta svolgendo qualche presidio di protesta, nonostante le manifestazioni dell'11 e del 12 non siano state autorizzate.

Nessie said...

Leggo che quelli del movimento Liberazione Italia si riuniranno al Teatro Capranichetta a Roma alle 10. Cioè tra poco:

http://tv.liberoquotidiano.it/video/italia/13233008/generale-pappalardo-movimento-liberazione-italia-via-politici-abusivi-colpo-di-stato-presidio-davanti-boldrini-.html

Anonymous said...

Questo è un estratto pubblicato dal MLI di Pappalardo.
https://www.youtube.com/watch?v=2gvh7hyhMng&feature=share

Nessie said...

Grazie Anonimo, lo guardo subito. Però mettiti un nick, non siamo ancora sotto il NKDV, anche se ci stiamo avvicinando a grandi passi.

Nessie said...

Guardato! Suppongo fosse il teatro Capranichetta di Roma che è piuttosto piccolo. Intanto però vedo che gli abusivi di Palazzo sono riusciti nel loro intento: relegarli al chiuso di un piccolo teatro e negare il raduno intorno al Parlamento.

Alessandra said...

Quella di Giulio qualche commento sopra sarà stata anche una provocazione, però non è andata poi così distante dalla realtà.
Per vietare le manifestazioni si attaccano a quelle due parole nell'articolo 21 della Costituzione, "buon costume" e gli danno il significato che più aggrada, ossia in questo caso "tutto ciò che è contrario alle politiche del governo ONUpiddiota e al modo di pensare che intende imporre all'intera popolazione".

Questo governo abusivo vuole papparsi tutto e trova persino nelle previsioni meteo un pretesto per poter mettere le mani su quell'articolo V che il NO al referendum non gli ha permesso di cambiare.
Il ministro dell'Ambiente Galletti vuole, infatti, un centro meteo nazionale e non più affidato alle Regioni.
Venti sistemi meteo regionali «sono un errore, hanno una governance che non funziona»; piuttosto «serve un centro meteo nazionale», ma per istituirlo tocca «cambiare il titolo V della Costituzione, e serve farlo il prima possibile.

http://www.ilsecoloxix.it/p/italia/2017/09/11/ASpu1JMJ-altrimenti_galletti_nazionale.shtml

Nessie said...

Ciao Ale, speriamo che il generale domani consegni la denuncia a chi di dovere, anche se a mio avviso finirà nel Porto delle Nebbie. Dopotutto la Piramide che ho messo nel post sui vari poteri parla chiaro e sappiamo in mano di chi sono gli organismi consultivi preposti alla legalità.

La gente è stufa marcia e di aspettare altre elezioni truccate con leggi elettorali truccate a monte, non ne ha più nessunissima voglia. C'è un mucchio di roba in ballo e in primis le vaccinazioni ai lattanti.

Ho letto il pezzo di Galletti e c'è una frase chiave che spiega tutto:
abbiamo bisogno di centralizzare gran parte di quei poteri che oggi sono affidati ai Comuni e alle Regioni»

Centralizzazione è la parola d'ordine di questi bastardi, che significa espropriare tutte le piccole realtà delle loro legittime attribuzioni e funzioni pubbliche ad uso dei cittadini in vista di una governance

Stiamo in campana!Abbiamo a che fare con dei delinquentoni.

Nessie said...

Governance mondiale, of course. Che razza di tirapiedi venduti!

Aldo said...

A proposito di moneta e "beni reali": non è detta che una moneta debba per forza essere vincolata all'oro per garantirne la solvibilità. Ancor più concreto sarebbe, ad esempio, vincolarla alle materie prime (non ultimi i terreni agricoli) rilevanti per la sussistenza di base. L'oro stesso, del resto, è una convenzione esattamente come le banconote e come materia prima è di dubbia utilità.

Nessie said...

Aldo, è ufficialmente dal 1971 che non è più legata all'oro. Ma anche questo non è esente da rischi e l'abbiamo visto.

Anonymous said...

Purtroppo di finanza non ci capisco nulla ma, a proposito di blindature pensi che qualcuno ci spiegherà questo?
http://mobile.ilsole24ore.com/solemobile/main/art/notizie/2017-05-18/la-proposta-portare-finanzia-islamica-italia-143553.shtml?uuid=AEY0qjOB&refresh_ce=1

Maria Luisa

Nessie said...

Allucinante!!! non c'è più alcun limite alla voglia di suicidarsi e di rimanere SCHIAVI!

Maria Luisa, leggi quest'altro articolo della Silvana De Mari su tutti i maschi africani che entrano:

http://www.maurizioblondet.it/introdurre-un-territorio-centinaia-migliaia-maschi-un-crimine/

Nessie said...

PS: Sempre a proposito di iniziative, oggi il generale ha formalmente consegnato davanti ai testomoni al commissario il suo atto di denuncia:

https://www.facebook.com/MLIMovimentoLiberazioneItalia/videos/pcb.791176817728232/791175821061665/?type=3&theater

Anonymous said...

...e qui alle ore 15 ci sarà il raduno di Manocchia davanti all'altare della Patria in piazza Venezia:


http://www.imolaoggi.it/2017/09/10/roma-12-settembre-incontro-allaltare-della-patria/

Z

Nessie said...

Sì, insomma, tutti quanti fanno delle innocue passeggiate (ognuna in disaccordo con l'altra), mentre loro stringono il cappio in mille modi.
Grazie.

Jacopo Foscari said...

A questo punto è meglio una dittatura dichiarata di una finta democrazia come questa. Almeno quando hai a che fare con un tiranno dichiarato sai chi hai di fronte e ti regoli di conseguenza per affrontarlo, qui invece continuiamo a illuderci che le elezioni servano a qualche cosa e ha tollerare questo regime mascherato da democrazia. Questa democrazia è in realtà la perfetta dittatura in cui tolleri qualunque sopruso perché l'alternativa è la tirannia senza accorgerti che nella tirannia ci sei dentro

Nessie said...

Perfettamente d'accordo, Jacopo. Un mio amico si è visto bannare un commento su FB per aver scritto "negro" in luogo di "nero". E il dizionario e il suo uso è sempre un buon indicatore per saggiare a che punto siamo con la DITTATURA.

Per giunta, tutti questi stupri a ripetizione (ora anche il bengalese contro la finlandese) ci danno la misura dell'invasione micidiale che stiamo vivendo. Questi sono stupri di una guerra non dichiarata, ma pur sempre tale. E il bottino di guerra sono le donne, come dice giustamente Silvana De Mari, nel link del commento che ho messo a Maria Luisa.

Jacopo Foscari said...

"e ha tollerare"-> ovviamente volevo scrivere "a", ma la fretta nello scrivere alla tastiera è sempre pessima consigliera

Nessie said...

L'avevo ben capito :-). Ho esaminato dei filmati in Svezia circa questo schifo di società multikulti e noto con rammarico che non c'è un angolo di mondo che si svegli e che abbia un sussulto d'orgoglio e di spirito d'appartenenza. E' mai possibile ridurre una società in questo stato? Con la polizia che ha paura di affrontare queste bestiacce? Ma cosa hanno dato da mangiare agli europei per renderli così tutti quanti rincoglioniti?

https://www.youtube.com/watch?v=XcjcpKY0hpo

Aldo said...

Nessie: "ora anche il bengalese contro la finlandese"

Una domanda (tendenziosa) che non richiede l'ovvia risposta: nel frattempo, tra "gli Africani contro i Polacchi" e "il Bengalese contro la Finlandese", quanti "xxx contro gli Italiani" ci sono stati senza che ci si soffermasse più di tanto?

P.S. Il maschile nel parlare delle vittime è voluto, perché la regola delle concordanze vuole che in caso di genere misto prevalga quello maschile, e non dobbiamo cadere nella trappola di chi vuole indurci a dimenticare che tra le vittime di violenza ci sono veramente moltissimi uomini (quando non bambini), magari mentre costretti dalla necessità a svolgere qualche mestiere tra quelli che un tempo erano comuni e oggi son stati resi pericolosi. Che so, il controllore sui treni? Mio nonno era controllore sui treni, mai un "incidente" in quarant'anni. Oggi? Mica solo lo stupro è violenza, eh!

Nessie said...

Aldo, ho appena fatto un post sul tema nel quale denuncio in primis il fatto che ci si sofferma e si dà spazio di più alla vittima se straniera rispetto alle vittime italiane, e adesso che fai? Mi accusi di non insistere abbastanza?

Dovresti aver capito che la povera polacca e la povera finlandese a differenza di noi, hanno dietro autorità del loro paese che sa nno farsi sentire. E ti par poco? noi siamo doppiamente vittime in quanto non abbiamo difensori nemmeno tra chi ci dovrebbe difendere. E ora per favore, non ripetiamoci.

Vengo a chi ha perso un braccio per controllare biglietti. Certo che non solo lo stupro è violenza! E infatti quel povero controllore che ha perso il braccio se la sta prendendo con la magistratura che ha dato pene lievi <agli aggressori.

E anche qui sorge un altro conflitto: se gli aggressori del bigliettario controllore fossero stati italiani, la magistratura avrebbe usato la stessa mano lieve come ha fatto per i criminali latino-americani?

Un'ultima cosa: i due poveri carabinieri finiti nella trappola al miele. Io non credo che pochi gorni dopo il branco bestiale di Rimini, in tempi sospettissimi, sia da mettere sullo stesso piano, quanto è avvenuto su quella spiaggia, con quanto è successo a Firenze ai due carabinieri in relazione alle americane ubriache nonché assicurate contro lo stupro.
La cosa puzza, e puzza alquanto. Ma di questo parlerò nel prossimo post. In ogni caso, quest'ultima notizia è riuscita a cancellare l'altra ben più efferrata. E forse è proprio quel che si voleva.

Nessie said...

Refuso: ho scritto "gorni" invece di giorni.

Nessie said...

PS: due cose sullo stupro. Stupro è una parola che ha una forte valenza simbolica che travalica la violenza eminentemente sessuale, che pure quando è realizzata in branco è il secondo delitto dopo l'uccisione. E' STUPRO quando ciurme di invasori sbarcano a casa nostra violando la nostra amata Patria. E' stupro quando accampano senza fatica diritti che a noi sono costati sangue, sudore e generazioni. Inoltre leggo questo articolo di Manocchia di Imola Oggi che mi ha lasciato allibita su quanto è accaduto ieri davanti all'altare della Patria a Roma:

http://www.imolaoggi.it/2017/09/13/colpirne-uno-per-educarne-cento/

In poche parole, ieri si è consumato lo stupro della libertà. E’ stata una vera e propria tortura quella di cui siamo stati vittime. Una violenza che oltre all’anima, danneggia il cuore e la mente. Perché questa è una violenza che ti impedisce di pensare, di dire e di agire. Una violenza privata, perché tutto ciò che pensi, che dici, che fai, viene demolito. Una violenza, una tortura, uno stupro i cui danni non sono fisici, ma ti massacrano l’anima. (da Imola Oggi)

Jacopo Foscari said...

Aggiungiamo che negli USA le accuse di stupro son diventate il bancomat delle donne a corto di soldi. Chiedere ai vari Bill Cosby, Donald Trump, Mike Tyson, Kobe Bryant, Bill Clinton etc. per informazione

Comunque, indipendentemente da "stupro" o "rapporto consenziente", io mi guarderei ben dal definire "poveri" i due soggetti. Anche se il rapporto era consensuale (come personalmente tendo a credere) resta il fatto che i due pollastri stipendiati con le mie tasse, se la stavano spassando in orario di servizio con tanto di gazzella e divisa d'ordinanza, ergo, fuori dall'arma a pedate nel deretano. Io non pago le tasse perché i tutori dell'ordine si facciano i comodi loro in orario di servizio, spargendo disonore su tutti i loro colleghi che si fanno il mazzo per tenere l'ordine. Episodi del genere nell'Arma non devono essere tollerati, sono il sintomo di un pessimo andazzo. Robe che manco nelle peggiori barzellette sui carabinieri. Manco nei film di Lino Banfi ed Edwige Fenech

Nessie said...

Se hai pazienza ci scrivo sopra un post entro la notte. Intanto leggi su Imola Oggi quanto è avvenuto ieri davanti all'altare della Patria:

http://www.imolaoggi.it/2017/09/13/colpirne-uno-per-educarne-cento/

Aldo said...

Mi accingo a leggere, e non è detta che poi commenti "ad alta voce".
Nel frattempo, mi preme rilevare che la mia critica precedente non era rivolta a te, bensì al modo di agire di chi costruisce e demolisce ad arte il "comune sentire" per scopi che non sono certo commendevoli.

In merito agli "allegri carabinieri" ho espresso un paio di volte nel mondo vero osservazioni simili alle tue, che son sovvenute pure a me. Che tu ci creda o no, non sono stato ben compreso, quasi che stessi tirando fuori dal cappello chissà quale astruso concetto (il riferimento è al fatto che in casi del genere la colpa da puntualizzare per prima dovrebbe essere l'inopportunità di mantenere nell'ambito dei servizi di polizia chi fosse tanto stupido da lasciarsi andare a condotte in contrasto col servizio proprio mentre è in servizio; dopo e solo dopo si accerti se si è o non si è trattato di stupro, cosa che potrebbe solo peggiorare una situazione già censurabile in se e per se).