16 June 2017

Sosteniamo l'iniziativa di Zaia!




Ogni tanto, ecco una buona notizia. E quando c'è, bisogna darla: sono così rare!  Luca Zaia governatore della Regione Veneto impugna  il decreto sull'obbligo dei vaccini imposto da Beatrice Lorenzin. Bravo Zaia!


Il presidente della Regione  Veneto Luca Zaia ha annunciato due giorni fa che la giunta regionale ha dato mandato all'Avvocatura di impugnare davanti alla Corte Costituzionale il decreto del Governo. L'impugnativa - ha precisato - sarà pronta entro una-due settimane e riguarderà non solo l'eventuale legge di conversione approvata dal Parlamento, ma anche lo stesso decreto: "Non mettiamo assolutamente in discussione i vaccini - ha spiegato - ma alcuni aspetti del decreto. Il Veneto, che non ha l'obbligo vaccinale, così come 15 Paesi europei importanti, ed è l'unica regione ad avere un'anagrafe vaccinale digitale, ha dimostrato, con una performance del 92,6%, che non è l'obbligo a risolvere il problema, quanto il dialogo con le famiglie".
Sulla stessa linea anche la vicepresidente della regione Liguria Sonia Viale, che sottolinea come "i vaccini sono una conquista delle società civili per il debellamento di alcune malattie letali, ma l'approccio non può essere la coercizione" e annuncia che "la Liguria porterà la sua posizione in Conferenza delle Regioni" per chiedere al governo una correzione del decreto. Contro le "misure coercitive" si schiera pure il consiglio provinciale di Bolzano chiedendo lo "stralcio delle misure ed una campagna di sensibilizzazione ampia ed equilibrata", e perplessità giungono dall'assessore alla Sanità della Valle d'Aosta Luigi Bertschy. (Fonte Huffington Post)


Movimenti di protesta contro l'obbligatorietà vaccinale a Treviso


"Non lo facciamo perché siamo contro i vaccini”, chiarisce il governatore della Regione Veneto che per prima, nel 2007, ha sospeso l’obbligo delle immunizzazioni. “Io non incontro mamme che mi dicono ‘no senza se e senza ma’ ma mamme che sono preoccupate dal numero dei vaccini e dall’impossibilità di scegliere un programma vaccinale. 
L’obbligatorietà non risolve il problema del dialogo con le famiglie e in Veneto l’abbiamo dimostrato”. "Questo decreto va addirittura oltre l’obbligatorietà, con misure coercitive”, ha continuato Zaia. “Le mamme dicono ’12 vaccini nel corpicino del mio bimbo mi sembrano un’esagerazione”.
(fonte Il Fatto).

E la è, un'esagerazione! Alla regione Veneto non basta quindi che sia stato tolto il riferimento alla possibilità di sospendere la patria potestà  ai genitori sui loro bambini non vaccinati. Zaia  ha pure fatto esplicito riferimento alle sanzioni fino a 7.500 euro. Una  vera coercizione nella coercizione!

Una vergognosa vessazione di stampo usuraio, tenuto conto cosa accadrà dopo il 1 luglio con la "nuova Equitalia riformata", in grado di drenar quattrini penetrando direttamente nei conti correnti. Con sanzioni simili, è il caso di dire "piatto ricco mi ci ficco"!
Zaia ha poi fatto riferimento all'autonomia della sua regione in materia di sanità, salute e  di prevenzione sottolineando come l'anagrafe vaccinale digitale del Veneto sia già operativo da tempo.

La regione Veneto è tra le più virtuose in materia di sanità e ne ho fatto personalmente esperienza con una mia parente molto anziana (98 anni) ricoverata nel piccolo ospedale di Feltre (BL), trattata benissimo senza discriminazioni relative all'età avanzata.

Se fossimo un paese intelligente, tutti dovrebbero unirsi alla civile battaglia di Zaia, al di là di come votano in cabina. Ma so che sto sognando.
Puntuale, ecco infatti le dichiarazioni farneticanti dellassessore regionale alla Sanità dell’Emilia-Romagna, Sergio Venturi, il quale ha commentato la nuova manifestazione dei comitati no vax che si è tenuta a Bologna dicendo che la lotta contro l’obbligo vaccinale “è una battaglia molto, molto di destra".

Solo un povero p-diota poteva non capire che le battaglie sulla salute non sono né di destra né di sinistra, ma semplicemente battaglie di civiltà. Ma tant'è...!


Non perdiamo la speranza e cerchiamo di diffondere sui blog, sui social e dappertutto le immagini di cortei  (tanti) e raduni  (tanti), video di cittadine e cittadini arrabbiati contro l'obbligo vaccinale che puntualmente la RAI e il mainstream ci CENSURANO. Hanno una paura boia  di far sapere di più sulle legittime reazioni a un decreto coercitivo.


Movimenti di protesta a Roma. E i media tacciono!

Una notazione pertinente: la circolare sui vaccini è firmata da Ranieri Guerra, membro del Cda della Fondazone Glaxo...Come dire? Glaxo, Big Pharma e  altre grandi corporation farmaceutiche hanno dettato la loro agenda di marketing direttamente al governo Gentiloni e alla Lorenzin. La Vispa Teresa liceale risponde: obbedisco! 
Arrogante con inermi cittadini, ma succube,  supina e prona ai potentati chimico-farmaceutici.




Guardate inoltre questo video imperdibile:

 https://www.attivotv.it/sta-succedendo-ora-a-roma-ma-i-media-stanno-censurando-tutto-scoppia-la-rivolta/

37 comments:

Massimo said...

I giornalisti, di ogni testata, sono schierati non solo sui vaccini, ma sugli immigrati, Trump, l'islam e tutto il resto. Sono il megafono delle consorterie affaristiche che hanno affidato ai giornalisti il compito di "educare" il Popolo e, infatti, i giornalisti sono in prima linea contro la libertà del web. Tornando a bomba, io non so se sia giusto o meno vaccinare. Io sono contro qualsiasi obbligo. Anche quello di contribuire ad un servizio sanitario nazionale invece di poter liberamente scegliere un piano di assistenza. Senza obblighi.

Nessie said...

Educare (o meglio, rieducare) il Popolo è un vecchissimo concetto marxista-leninista. Ergo, se ne deduce che la maggior parte dei giornalisti pende tutta da quella parte. Oggi al termine marxista si preferisce ipocritamente dire "di sinistra", ma la provenienza è sempre quella.

In ogni caso, chapeau a Zaia per l'impugnativa. Il piano vaccinale Lorenzin è roba da romanzo distopico. A quando il microchip sotto pelle?

Vaccinare non significa abusare. 12 vaccini è roba da cavalli, non da neonati.

Aldo said...

...parallelamente mi piacerebbe che si avviasse una campagna rigorosa e razionale che informi quali sono le ragioni alla base di questa spinta alle vaccinazioni.

Faccio un'ipotesi... un'illazione, se preferite... più che (o oltre che) gli interessi di chi i vaccini li vende, non ci sarà la necessità degli allevatori di assicurarsi che la mandria non si ammali oltre i limiti che ne garantiscono la redditività? Cerco d'essere ancora più esplicito: quando un allevatore aumenta il numero dei capi in stalla, soprattutto (ma non soltanto) se li acquista su mercati igienicamente non garantiti, deve assicurarsi che il bestiame non si ammali, perché diversamente il reddito va a catafascio.

So che può sembrare una "sparata" un po' esagerata ma... ripensate a certi discorsi di quel tale... come si chiama? Attali? Non credo proprio che sia l'unico, tra i mandriani, a nutrire pensieri altamente umanitari di quel tipo. Guardatevi intorno: tolti di torno i colpi di scena cinematografici, ché il mondo reale è altra cosa, siamo ormai oltre la fantascienza più sfrenata.

(ps - un mio caro conoscente ha recentemente lavorato in un mega allevamento di galline per la produzione di uova a terra, migliaia in ogni capannone; il disciplinare prevedeva l'abbattimento per quei capi che fossero riusciti a uscire dal capannone stesso; la reimmissione nel capannone era proibita per limitare il rischio di contaminazione della colonia).

Nessie said...

Ma sai dalla torre di controllo, tutto è possibile e pare che l'obbligo vaccinale verrà esteso anche agli adulti forse per rincoglionirli meglio. La mia ipotesi è molto più terra a terra: ci mandano qui "risorse" ammalate, sono saltate fuori malattie che credevamo debellate come tbc, scabbia, vari tipi di epatite e soprattutto meningite. E allora la promiscuità della società multikulti si rivela non solo un grosso affare per le varie major come Glaxo, Big Pharma, Bayer ecc. ma accelera il concetto di sostituzione.

In pratica si può morire e per contagio con malattie tropicali ai quali il nostro corpo non è abituato, e per vaccini dannosi e non sperimentati nel tempo.

Nessie said...

Intanto una cosa è certa ed accertata: il firmatario della circolare sui 12 vaccini obbligatori, con sanzioni da capogiro, minacce, ricatti, ritiro dalla scuola e segnalazioni al trubunale dei minori, si chiama Ranieri Guerra ed è consigliere della Fondazione Glaxo:


http://www.igienistionline.it/docs/2014/32cvguerra.pdf

Qui siamo oltre al Fanta Horror!

Nausicaa said...

Ho trovato qualcosa sul conflitto di interessi tra il capo della fondazione Glaxo Raniero Guerra e il suo ruolo nel governo:

http://www.vacciniinforma.it/2017/06/12/5252/5252

Anonymous said...

Forse l'abbiamo già detto in qualche discussione passata ma questa faccenda dei vaccini ha TUTTE le caratteristiche delle altre campagne globaliste: a partire dal martellamento mediatico planetario unificate finendo con le manette a chi dissente. I Mostri, per i quali siamo certamente animali da macello di loro proprietà, hanno questa modalità. La chiamano democrazia. Quindi bravissimo a Zaia. Tra l'altro stanno facendo la stessa cosa anche su questo versante: http://www.maurizioblondet.it/solidarieta-al-dottor-paolo-rossaro-perseguitato/
Poi figurarsi se esseri che, sghignazzando (me li avete visti quei sorrisetti da superuomini e superuome?) scatenano in giro per il globo guerre e ripetizione con centinaia di migliaia di morti innocenti al colpo si fanno qualche scrupolo con porcherie di questo genere.
PS: naturalmente l'ondata immigrazionista e la simultanea comparsa e ricomparsa di malattie nuove e vecchie è un puro caso di cui NON bisogna discutere.
Scarth

Nessie said...

Grazie Nausicaa, letto. Un gran bel casino! In USA le lobby almeno si dichiarano come tali. Qui nella UE invece scorazzano come vogliono e imboccano i governi manipolandoli per i loro scopi, a proprio piacimento.

Nessie said...

Scarth, ho letto quel che è accaduto al medico curante di Blondet. Chiamarli dei Bastardoni è dire poco!

Zaia ha fatto benissimo, ma ora deve fare il passo successivo che è quello di mettere in salvo quanto di buono c'è nella sua regione, perché questo schifo di regime globocratico tende ad azzerrare le piccole realtà virtuose.

Ti dice niente lo sbarco di Soros e di O'Bamba giorni orsono nel nostro paese, con questo casino al cubo? Accelerazione dello ius soli, sventagliata di 12 vaccini, immigrati a gogò... Sono passati i due satanassi! E si vede...

Anonymous said...

si bravo zaia , bravo toti , bravo borghi , bravo salvini ect ect .... ma poi l' italiota vota sempre "iota" ( o al meglio non vota affatto ) perchè l' italiota è fuuuurbo!.
ws

Nessie said...

Ti costa tanta fatica, pensare per una volta che i tuoi connazionali siano intelligenti come te, che a differenza di loro, capisci tutto?

Alessandra said...

Non c'è limite al peggio: il dottor Guido Castelli Gattinara, responsabile del Centro vaccinazioni dell'Ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma, vorrebbe addirittura che venissero resi obbligatori altri due vaccini oltre agli attuali dodici: l'antipneumococcica (da effettuare a 3, 5 e 11 mesi di vita) e quello contro l'HPV (papilloma virus, in adolescenza).
E dichiara: "Il punto è che vogliamo liberarci definitivamente di questi virus e l'unico modo per farlo è vaccinare a tappeto tutta la popolazione, in modo che non riescano più a circolare."
Capito? Per ora ti obbligano fino a 16 anni, ma l'obiettivo è arrivare, un giorno, a costringere tutti.

http://www.nostrofiglio.it/neonato/vaccinazioni-ai-bambini/vaccini-obbligatori-per-legge-ecco-quali-sono

Per questo l'iniziativa del presidente Zaia è da sostenere con forza.
A maggior ragione se pensiamo che non può avvalersi del sostegno (almeno quello pubblico) dei medici "dissidenti", a meno che non decidano di immolarsi per la causa (verrebbero sicuramente radiati come già capitato ai loro colleghi Dario Miedico e Roberto Gava).

Nessie said...

Grazie Ale, un link molto interessante. I "nuovi genitori" dovranno dunque passare buona parte della loro esistenza a vaccinare i figli! Come genitrice, io me la sono cavata con le canoniche quattro:
antidifterica, antitetanica, antiepatite B e antipoliomielitica.

L'impugnativa di Zaia è stato un atto di coscienza e di coraggio, visti i tempi. Io non dispero che si aprano dei varchi, perché così non possiamo continuare.
La radiazione del dott. Miedico e del dott. Gava è stato un altro gesto di una nefandezza senza pari, da parte di un governaccio non eletto.

Jacopo Foscari said...

Notare come a capo della sanità, a imporre queste norme staliniane, ci sia una che in una facoltà di medicina non ha mai messo piede. Per la serie, la fantasia al potere

Anonymous said...

Io credo che non vadano persi di vista gli obbiettivi di tutti questi provvedimenti presi a livello globale. I quali, nel caso nostro sono: esproprio, controllo, eliminazione. Esproprio, perchè c'è ancora qualcosa da espropriare; controllo, perchè il malumore sta crescendo; eliminazione, perchè la riduzione della popolazione mondiale è il primo obbiettivo tecnico del governo globale.

Se si ragiona ancora secondo i vecchi canoni (il vaccino fa bene o fa male), si pecca di eccessivo ottimismo. Tutte le politiche decise a livello globale non sono prese per il benessere dell'individuo o di una comunità: sono prese per il benessere del sistema, il quale si autofinanzia ed accresce il suo potere attraverso l'esproprio. Quando l'esproprio è completato, l'individuo è totalmente alla mercè del sistema.

Altra cosa ancora sono le possibili vie di fuga, che sono fondamentalmente le stesse per tutti i tempi e consistono nel fare esattamente il contrario di ciò che viene imposto. Quindi: ricostituzione dei legami comunitari e familiari, recupero di una sana aggressività, conoscenza di tutte le tecniche che possono permettere di vivere anche senza denaro e, infine, recupero della capacità organizzativa di gruppo, che è proprio ciò che può fare la differenza in rapporto alla brutale sopravvivenza individuale che, per altro, solo pochi saprebbero praticare con successo.

In pratica, ricostituzione di comunità con la loro totale sovranità interna. Si può fare a livello regionale ? Non lo so, ma sicuramente si può fare a livello locale. L'esperimento può essere emulato una volta accertato il suo successo e diffondersi molto rapidamente, fino a coinvolgere molta parte del territorio. Quella parte che non sarà coinvolta segnerà i nuovi confini.

IL SAURO

Aldo said...

Aspettiamoci che salti fuori qualche provvedimento del tipo "se non sei vaccinato contro X il sistema sanitario non ti copre le spese per la cura di X e malanni correlati".

Ah, a suo tempo dissi che il matrimonio omosessuale è un cavallo di troia per aprire la strada alla poligamia (e, ovviamente, alla poliandria) - penso vi sia giunta all'orecchio la novità dei primi "matrimoni a tre" (ad esempio qui, qui e qui, non per niente notizia riportata dalle nostre parti, giusto cominciare a "farci l'orecchio"). Tempo al tempo. Dunque, non prendete per una affermazione completamente visionaria quel che ho appena scritto in merito alla negazione "selettiva" delle cure mediche.

Nessie said...

Jacopo, più sono incompetenti, più sono obbedienti. E' questo il marchingegno escogitato. Fedeli maestra d'asilo (un triennio) candidata a presiedere alla Ricerca universitaria che mente sulla laurea e ieri simula una collutazione contro di lei che non c'è stata. Lorenzin Vispa Teresa liceale che sciorina la scienza di Ippocrate invece di andare ad acchiappar farfalle. Le lobby si fregano le mani per la contentezza.

Nessie said...

Bene, Sauro. Anzi male, malissimo! Le tre sequenze della predazione globale sono quindi:

ESPROPRIO
CONTROLLO
ELIMINAZIONE.


Io ne aggiungerei una quarta. SOSTITUZIONE DELLA POPOLAZIONE.

Vedo che ti porti avanti sulli scenari relativi alla sopravvivenza. Ma nel caso di regioni virtuose, pensi forse che realtà tanto produttive e interessanti per gli usurocrati, gliele lascerebbero in mano a chi si ribella?
Ecco un altro punto interrogativo da sviluppare...

Nessie said...

Aldo, ma certamente che sarà così. Non è una visione o un'allucinazione la tua. D'ora in poi il servizio sanitario nazionale sarà a dispisizione degli obbedienti ai Protocolli.

Per quanto riguarda il "poliammmore" hai dimenticato di aggiungere ai tuoi collegamenti, il link del mio post sul Satanasso Attali (2014):

http://sauraplesio.blogspot.it/2014/08/attali-e-il-poliamore-ai-tempi-della.html

Lui è uno che si porta sempre avanti con gli scenari. Le notizie vengono riportate proprio con lo scopo di "farci l'orecchio" e di abituarci a considerare normale questi fatti. Altrimenti dette "Finestre di Overton".

Ora aspettiamoci pure la benedizione di queste funzioni poligamiche e poliandriche da Satanasso Bergoglio, magari con la croce alla rovescia.

Nessie said...

Intanto, dal blog di Gioia Locati che vi consiglio di visitare (è nei miei link a sinistra della Home Page), prelevo quest'altra pezza probatoria: la circolare sui vaccini firmata da Ranieri Guerra della Glaxo.


http://www.trovanorme.salute.gov.it/norme/renderNormsanPdf?anno=2017&codLeg=59569&parte=1%20&serie=null

Jacopo Foscari said...

Certo, indimenticabile il ministro dell'ignoranza con la terza media che vuol riscrivere le regole della grammatica per i suoi capricci femministi. Più sono incompetenti e meglio vanno per il potere

Nessie said...

Interessante questo articolo sulle tre domande da fare alla Vispa Teresa liceale dalla scienza ippocratica infusa:

Ho trovato altre interessantissime domande da fare alla LORENZIN:

– Ma se noi italiani siamo il popolo più sano del mondo perché proprio noi dobbiamo essere il popolo con il maggior numero di vaccinazioni obbligatori?
Leggi qui: http://www.quotidianosanita.it/studi-e-analisi/articolo.php…

– Ma se la madre attraverso il latte materno trasmette i propri anticorpi al bambino ALLORA perché i bambini allattati al seno non li si vaccina dopo lo spezzamento, anziché vaccinarli a 2/3 mesi?
Leggi qui: http://www.allattiamo.it/jnimmune.htm

– E inoltre, se la madre da piccola è stata vaccinata contro polio, difterite ecc.. e ha fatto morbillo, varicella ecc. ha gli anticorpi di questi virus e li trasmette al figlio attraverso il latte, per cui prima di vaccinarlo non sarebbe più appropriato verificare attraverso analisi se il bambino ha già quegli anticorpi?

http://zapping2017.myblog.it/2017/05/29/renzi-lorenzin-e-glaxo-una-storia-molto-sporca-ecco-tutta-la-verita-sui-12-vaccini-obbligatori-per-il-bene-degli-italiani-questi-sono-crimini-contro-lumanita/



Inoltre leggi nel suddetto link, le politiche di Renzi pro Glaxo e perché la Glaxo Italia farmaceutici avrebbe dovuto licenziare molto personale ma poi non lo fece. Leggere quale patto faustiano è intercorso fra la Glaxo e gli Abusivi di Palazzo.

Jacopo Foscari said...

Io dico solo che il cognome della liceale è fin troppo simile a quello del suo indimenticabile predecessore De Lorenzo. E se è vero che nomen omen...

Nessie said...

Ci ho pensato anch'io. Chiamiamola De Lorenzin, un nome, una garanzia.

Anonymous said...

Le manifestazioni contro i vaccini censurate da tutti i media. Non solo in Italia. In tutto il mondo i genitori stanno protestando contro i governi che vogliono introdurre nuove vaccinazioni obbligatorie e sanzioni e coercizioni per i genitori, violando i diritti dei cittadini. Anche la Polonia si mobilita

https://www.dionidream.com/manifestazioni-vaccini-obbligatori/

Z

Nessie said...

Grazie, forse la Torre di Lucifero potrebbe crollare propio su questa storia dei vaccini. Metto anche quest'ottimo intervento appassionato dell'on. Lucio Malan, sullo stato-Idolo che sacrifica i bambini alla sua s-Ragion di stato:


https://www.youtube.com/watch?v=NmkbqaFfOvU

Anonymous said...

Il sottoscritto insiste sul solito punto: perchè prendersela con ogni provvedimento preso dal nuovo ordine globale invece che con l'intero nuovo ordine globale ? Non sarebbe più facile ?
Il pensare che vi possa essere anche solo qualcosa di utile tra gli innumerevoli ed inquietanti obblighi che impone è illusorio. Il fine è l'accettazione dello stesso, oppure l'eliminazione dei renitenti. Ormai è fin troppo chiaro: o l'accetti, o lo rifiuti; e se lo rifiuti, le conseguenze sono quelle che sono.

IL SAURO

Nessie said...

La sottoscritta blogger che deve fare, secondo te? Scrivere post tutti uguali e ripetitivi contro il NWO e limitarsi a dire "mazzei tucc"?

Un blogger che si rispetti deve poter intervenire su tutti i provvedimenti che questi bastardi prendono contro di noi. Di quante legioni disponi tu?

Nessie said...

Intanto mi corre l'obbligo di informare che il 27 e il 28 giugno prossimo ci sarà un presidio davanti al Senato contro la coercizione vaccinale che strappa i bambini ai genitori. Per informarsi:

segreteria@moige.it o al numero: 06.32.36.943 per confermare eventuale partecipazione.

Qui alcune iniziative del MOIGE che è anche attivissimo contro il gender:


http://www.moige.it/c/informati/comunicati-stampa)

Anonymous said...

Sulla stessa linea tirannica dei vaccini e cure industriali c'è anche la terribile vicenda del piccolo Charlie il bimbo inglese affetto da una grave patologia di cui è stata decretato l'assassinio dai giudici inglesi che hanno rifiutato ai genitori la possibilità di tentare una cura negli USA. Ora si attende la decisione (ma chi sono Questi che hanno potere di vita e di morte sul genere umano?) della Corte Europea. Questo è un qualcosa vomitato direttamente dalle fogne dell'Inferno. Non può esserci altra spiegazione.
Scarth

Anonymous said...

PS: aggiungo in link: http://www.antoniosocci.com/charlie-come-aylan/#more-6140
Naturalmente gli immondi mezzi di (dis)informazione di regime di solito strombazzanti se ne stanno ben zitti come anche il loquacissimo loro Papa Bergoglio.
Scarth

Nessie said...

Ciao Scarth,

ho sentito del piccolo Charlie e del dolore dei suoi genitori. Ma vogliamo scherzare? Ma come si permette questo stato Idolo di chiedere simili sacrifici umani? e a che titolo? Sembra di regredire ai tempi dei Maya come nel film "Apocalipto" di Mel Gibson. E' uno scenario da far venire i brividi.
Altro che dittatura! Dalla Common Law ai sacrifici umani alla Dea Kalì? Un delirio.

Anonymous said...

Hai detto bene Nessie ed è la stessa cosa che ho pensato io: è un mostruoso sacrificio umano.
Qui il link per Charlie: http://www.charliesfight.org/
Scarth

Nessie said...

Se però il piccolo Charlie fosse stato negretto o di colore, col ciufolo che quel giudice si sarebbe permesso di decretarne la morte! sarebbe subito subito scattato l'allarme al "razzismo"!

Sarò paranoica ma in questo disastro non perdono mai di vista un obbiettivo: vogliono l'estinzione della razza bianca.

Anonymous said...

E' una paranoia condivisibile la tua. Sembra che coi visi pallidi e i crocifissi ce l'abbiano particolarmente.

IL SAURO

Nessie said...

Sauro, condividere è sempre un piacere. Poi vai ai piani alti dove ho appena aggiornato sulla vittoria di Micron.

Nessie said...

Leggi questo bell'articolo di Zecchi sul piccolo Charlie e sul perché non si deve staccare la spina:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/forza-dei-genitori-piccolo-charlie-batte-anche-scienza-1411041.html