16 May 2017

No Way?





Ogni tanto mi guardo e mi riguardo questo vecchio video del generale Campbell che parla dell'immigrazione illegale in Australia. Perché lo faccio? Come premio di consolazione nei confronti di quelli che dicono "il fenomeno migratorio è ineluttabile" "Eravamo immigrati anche noi Italiani", "Il mondo è di tutti", "L'immigrazione è un arricchimento", "L'immigrazione è un capoosaldo dell'Unione Europea", "Senza la libera circolazione degli uomini non c'è più Europa", "Chi non pratica l'accoglienza non è un buon cristiano". Devo continuare con altre frescacce di questo tipo? Non rattristiamoci.

La politica del governo australiano è molto semplice: chi arriva via nave in modo illegale non avrà mai garantito il diritto di stabilirsi in Australia. Le regole si applicano  per famiglie, donne, bambini, bambini non accompagnati, senza eccezioni. In pratica, questo significa che il governo australiano ha schierato un grosso numero di unità per sorvegliare le sue acque in modo da poter intercettare le imbarcazioni che si avvicinano alle sue coste. Chi arriva può andare incontro a due diverse situazioni.
La sua imbarcazione potrebbe essere trainata nuovamente verso i porti di partenza, oppure gli occupanti potrebbero essere inviati nei centri di identificazione stabiliti in Papua Nuova Guinea e nell’isola di Nauru, dove le loro eventuali domande di asilo vengono esaminate e dove si riceve un permesso di residenza nel caso venga riconosciuto il diritto di asilo.


I respingimenti possono avvenire in due modi. In un caso le navi della marina militare o della guardia costiera intercettano l’imbarcazione, un gruppo di abbordaggio sale a bordo e collega con un cavo la barca dei migranti con la nave australiana. A quel punto i migranti vengono rimorchiati fino alle acque territoriali da dove sono partiti, principalmente quelle indonesiane, e quindi abbandonati. Il secondo metodo di respingimento invece avviene in un secondo momento. I migranti vengono prelevati dalle imbarcazioni e inviati nei centri di detenzione temporanea nelle isole di Horn, Christmas, oppure nella città di Darwin, sulla terraferma australiana. Da lì, dopo alcuni giorni, vengono deportati nei paesi di partenza. In alcuni casi, i migranti sono stati sistemati su imbarcazioni di salvataggio, quindi trainati fino alle acque costiere dell’Indonesia e lì abbandonati. Il governo australiano ha dichiarato che nessun "migrante" ha perso la vita in seguito a questo tipo di operazioni.





La notizia-bomba di questi giorni riportata su molti quotidiani è che in occasione del G7 in Sicilia gli sbarchi saranno sospesi.


Obiettivo:
proteggere i capi di Stato e di governo che parteciperanno al summit. In tutto, circa 8 mila uomini vigileranno sulla loro sicurezza e lavoreranno per far funzionare un sistema che deve tenere conto di possibili attacchi informatici da parte degli hacker, delle proteste dell’area antagonista e della minaccia terroristica.


E per evitare che dei "malintenzionati" attentino alla vita dei potenti della Terra, già a partire da ieri fino al 26 maggio non ci saranno sbarchi. Ancor più nel dettaglio la direttiva firmata dal capo della polizia Franco Gabrielli prevede che si debba evitare di “impegnare i porti dell’isola nei seguenti periodi: porto di Messina, dalla mezzanotte del 18 maggio 2017 fino alle 24 del 28 maggio successivo; tutti gli altri porti della Sicilia, dalla mezzanotte del 22 maggio 2017, fino alle 24 del 28 maggio successivo”. (Fonte: Il primato nazionale)


Ah, ma allora si può fare, cari miei! E non è vero che l'immigrazione è un fenomeno ineluttabile che si muove da sé! Non è vero che tra gli "arrivi" non si possa nascondere anche qualche terrorista. Ma non dovevano venire qui per lavorare e svolgere quei lavori che gli Italiani non vogliono più fare? per integrarsi? e i soccorsi delle Ong e onlus e MM, non dovevano "salvare vite"?


STOP al salvataggio delle vite africane, dunque. Prima c'è la loro, quella dei potenti del pianeta.

Resta una domanda, anzi, un domandone. Con tutti i luoghi "sicuri" del Pianeta perché hanno scelto un teatro di incontro mondiale come la Sicilia, porta spalancata sul Mediterraneo per fare il loro G7? Potevano rifugiarsi - che so - tra i boschi di sequoie del Canada. Ma ecco affacciarsi una tesi "dietrologica" pescata per forum dei quotidiani:

Forse vogliono determinare una ribellione che, nonostante infinite altre provocazioni, non c'è mai stata.Vogliono vedere fino a che punto siamo disposti a sopportare.
E sicuramente hanno già pronte le contromisure.

Vero? Falso? Complottista? La verità di queste ipotesi o suggestioni, arriva sempre troppo tardi. E quando i fatti si palesano nella loro cruda realtà, è facile dire "io l'avevo già pensato".

Frattanto, chi è in pericolo di vita può attendere. Almeno fino al 30 maggio. E anche il trattato di Schengen è stato sospeso No Way?

No, si fa a modo loro.

41 comments:

Huxley said...

Ciao Nessie, fu il cazzaro supremo (renzi) in persona, ad Ottobre che scelse la Sicilia e Taormina per il summit, la ragione addotta è che si volevano sfatre i soliti luoghi comuni sull'isola, fatti di mafia pizza e mandolino, per intenderci.
Sinceramente non riesco ad immaginare alcun tipo di possibile ribellione in questo paese, ormai condannato (a meno di vari miracoli in sequenza, perchè uno di certo non basta).

Anonymous said...

By the way...

IL SAURO

Nessie said...

Ci credo Huxley. Ma il Pentolaio non lo ha fatto solo per sfatare luoghi comuni, questo è certo. Tra quel che dichiarano sotto i riflettori dei media e gli ordini di scuderia che riceveno dall'alto, ce ne corre!

Dai un po' un'occhiatina a questa carta geografica e alle basi e installazioni militari USA in Sicilia:

http://www.kelebekler.com/occ/busa.htm

Magari sarà anche una vecchia carta da aggiornare, ma la cosa certa è che - per paradosso -la Sicilia risulta essere molto sicura, per LORO, ma non per NOI.

Per rovesciare la vecchia battuta di Clint Eastwood ne "Il Buono, il Brutto, il Cattivo", non possiamo dormire sonni tranquilli, dato che il nostro peggior nemico veglia su di noi.

Nessie said...

A proposito di cosa, Sauro?

Comunque per tornare alla chiosa di Huxley, nemmeno io riesco ad immaginare alcun tipo di ribellione. Ma nel caso ci fosse, loro hanno già bell'e pronte le contromisure per depotenziarla.

Anonymous said...

Era solo un gioco di parole.

IL SAURO

Nausicaa said...

Giusto Nessie, si fa a modo loro. Sono loro che ci dicono quanti ne devono entrare, quando si devono stoppare ai confini. L'area di Schengen per alcuni stati è diventato un tira e molla e gli unici pirla che non possono sollevare eccezioni sono i nostri governanti lecchini e sottomessi. Ora invece, in occasione del G7,contrordine compagni: si cambia fino al 30 maggio. Ma finchè non c'è una reazione di popolo molto determinata con tanto di visibilità mediatica, continuiamo a rigirare come le falene intorno al lume

Nessie said...

Intanto la Ue prevede sanzioni dure (pecuniarie, in particolare) contro chi non pratica la cosiddetta accoglienza. Ungheria, Polonia, Austria e Repubblica ceca sono nel mirino dell'UE :

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/migranti-pugno-duro-ue-infrazioni-chi-non-accoglie-1397825.html

Vanda S. said...

A proposito d questo ecco cosa ha detto Diego Fusaro, attaccato da tutti!

https://youtu.be/zwNxu-s-USg

Jacopo Foscari said...

Ungheria, Polonia, Austria, Repubblica Ceca e Slovacchia... che è? han rifatto l'impero austroungarico senza avvisarmi? :)

Nessie said...

Jacopo, magari! Ti rendi conto che abbiamo fatto ben tre guerre di Indipendenza , per poi farci invadere dai negri?

Nessie said...

Vanda, scusa se insisto. E' evidente che Fusaro rispetto a chi lo attacca in studio, fa un
figurone di gigante! Su questo non ci piove.

Dove non sono d'accordo ( e qui salta sempre fuori il solito marxista ) è quando si mette a compatire i "migranti" in quanto futuri schiavi e uomini-merci che devono circolare come merci, mentre tace sulle sorti (sulla malasorte) degli autoctoni. Se proprio devo versare qualche lacrima, mi do delle priorità:

1) Prima piango per gli Italiani derubati dalle banche, angariati e usurati da Equitalia, dalle tasse, e se permetti, pure dal rischio di uno stravolgimento etnico-urbanistico e sociale dovuto proprio all'immigrazione.

2) quando avrò risolto il problema di rivedere il mio paese, libero indipendente e sovrano allora forse troverò il tempo anche per compatire chi va a raccogliere pomodori nei campi.

Scusa se è poco.

Nessie said...

Comunque sia, è evidente che questa è una tregua a misura di LOrsignori i Gisettini.

Però che pacchia! stare 15 giorni senza quei dannati TG che sembrano dei Minculpop e che usano la pietà dei "poveri profughi" come arma di distruzione di massa.

Anonymous said...

Temo che tu abbia parlato troppo in fretta, Nessie. Ventimiglia è già al collasso, proprio a causa dell'immediata chiusura di Schengen che ha creato l'effetto-tappo:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/tornata-lemergenza-ventimiglia-invasa-dai-migranti-1397890.html

Non ci lasciano neanche i fatidici 15 gg di tregua mediatica.

Z

Alessandra said...

E questi come al solito tirano tutta la coperta dalla loro parte e lasciano inevitabilmente scoperto dall'altra, a scapito della sicurezza ordinaria come dice Gianni Tonelli del SAP.

http://www.intelligonews.it/le-interviste-della-civetta/articoli/15-maggio-2017/60759/migranti-g7-di-taormina-blindato-chiusi-i-porti-e-sospesi-gli-sbarchi-parla-gianni-tonelli-sap/

Nessie said...

Z, che razza di bastardi! In un modo o nell'altro non fanno che rovinarci le estati.

--------------------------------


Ale, grazie, ho letto. E' la dimostrazione pratica che non si può andare a nozze coi fichi secchi. Il web fuma di proteste e siamo tutti incazzatissimi su questa atroce beffa. Ma ci vuole il solito salto di qualità: fino a che ci limitiamo a far fumare le tastiere....

Vanda S. said...

Nessie, forse non lo ascolti nei programmi ai quali partecipa: Fusaro e' apertamente CONTRO l'immigrazione e difende SEMPRE gli italiani indigenti: "Un pensatore che non ama essere incasellato nella tradizionale dicotomia destra/sinistra.E ci obbiga a ripensare le categorie interpretative nel mondo di oggi dominato dalla neo-aristocrazia dei banchieri e degli economisti apolidi. Con mani pulite e con Monti sono avvenuti due colpi di stato in Italia. Meglio la febbre che sarebbe stata Marine LePen che il cancro che è Macron; meglio la famiglia tradizionale che Lussuria; meglio lo stato-nazione che il multiculturalismo della Bordini. Questo e' quanto afferma il Professor Diego Fusaro."

Vanda S. said...

Hai ragione, Nessie. Tutti che parlano e scrivono, ma qui ci vogliono i lanciafiamme!

Massimo said...

L'Australia è la prova provata, ma che sia possibile erigere un "muro" di navi per respingere i clandestini lo sapevano benissimo. Al solito, da imbroglioni quali sono, dicevano che non era possibil per agevolare l'invasione e farci trovare una massa di clandestini che da un lato mettono a rischio la nostra sicurezza e dall'altro abbasseranno il nostro tenore di vita. Sia per i costi diretti (vitto, alloggio, cure, istruzione) sia perchè rappresentano una massa di lavoro pronta a sostituirci per meno della metà di quello che, dopo tanti anni, siamo arrivati ad ottenere noi. Ma che si possa fermarli, certo che si può. "Basta" avere un governo che ne rappresnti la volontà politica.

Nessie said...

Vanda, Fusaro lo ascolto eccome nei suoi interventi! L'ho ascoltato varie volte ospite alla "Gabbia" e ad altre ospitate in tv. E ad ogni volta, ho notato che non va oltre il discorso economico "di classe", che - intendiamoci - è pure giusto, ma che a mio avviso non basta. Comunque se è in grado di analizzare tutto quanto dici, e se avrò la fortuna di sentire quella parte di materia che hai riportato (LGBT, diritti ai gay, multietnicismo sostitutivo) non ho nessuna diffocoltà a dargli ragione. Anzi ne sarei contenta.

Può pure darsi che in tv non gli permettano di fare interventi a largo raggio e che io ne abbia solo ascoltato una parte.

Nessie said...

Massimo, sono d'accordo, ma fare QUEL tipo di governo di cui scrivi, significa anche avere addosso il mondo intero, la macchina mediatica e tutto il resto. Di queste immani difficoltà dobbiamo esserne consapevoli.

Anonymous said...

Per Wanda.
Fusaro riesce quasi a riconciliarmi con il marxismo, ma ci sono parecchi buchi nella sua analisi.
Principalmente uno: l'analisi economica, liberale e marxista, è adatta ai tempi di pace.
In una guerra, dichiarata o no che sia, il fine è costringere il nemico a fare ciò che si vuole.
Le modalità con cui questa situazione viene portata avanti sono quelle tipiche della guerra, nella quale le leggi scritte vengono ignorate e vige la legge del più forte.
La Lotta di Classe in uno Stato sovrano viene portata all'interno. Si spostano "eserciti di riserva del Capitale" appunto all'interno, da zone disagiate a zone produttive.
Fingere che sia normale spostare masse da un luogo all'altro del pianeta in spregio a tutte le leggi delle nazioni di provenienza e quelle di arrivo, presuppone che il mondo intero sia già unificato sotto un'unica giurisdizione mondiale. Il che non è: ogni nazione ha ancora la sua.
Quindi, viene evidenziato l'aspetto utopistico comune a visione marxista e liberale: l'economia al primo posto.
La rimozione ideologica del conflitto, o la sua riduzione a meri fini economici, non è sufficiente a spiegare l'oggi come non lo è stato per l'ieri.

IL SAURO

Nessie said...

Sauro,
In attesa che la Vanda (e non Wanda) ti risponda, ti rispondo io. Leggi questo articolo di Fusaro preso da Il Fatto travagliato, per favore:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/05/15/g7-di-taormina-al-summit-per-miliardari-non-sono-ammesse-le-nuove-plebi/3587194/

L'ho letto e l'ho riletto e dal mio punto di vista ci ho trovato degli errori di analisi. Prelevo questo passaggio:


2. È evidente ormai: i signori del mondialismo classista deportano schiavi migranti per:
a. abbassare il costo della forza lavoro;
b. creare lotte orizzontali tra gli ultimi (migranti vs autoctoni);
c. imporre il nuovo profilo antropologico dell’homo migrans et globalis (aspirando non a integrare i migranti, ma a rendere come i migranti gli autoctoni)


MI fermo sul punto punto b. Non è corretto chiamarla "lotte tra gli ultimi", variante del marxistissimo "lotte tra i poveri". Gli Italiani NON erano poveri prima del governo Monti e della crisi del 2008. Una crisi sguinzagliata proprio allo scopo di depredare, di creare disoccupazione e pauperismo diffuso. E in fondo se non scendono in piazza e non cingono di assedio il Parlamento, è perché la vera fame non è ancora arrivata e hanno ancora degli scampoli di benessere da consumare.

Quand'anche li avessero consumati, non vorrebbero mai "mescolarsi" e "meticciarsi" con "gli ultimi" venuti dalla Nigeria o dal Togo. Il perché è ovvio. Chi è nato qui si sente profondamente diverso dall'africano, portatore di una cultura diversa, religione diversa e di una sensibilità profondamente diversa.

Sono abbastanza d'accordo col punto "c" per ciò che concerne le intenzioni malevole delle élites: rendere uguali i loro stili di vita. Ma anche qui un'uguaglianza antropologica tra l'homo migrans globalis allogeno e il futuro Homo migrans globalis autoctono, non ci sarà mai.

Secoli di stanzialità dell'uomo bianco, fanno la differenza. Viceversa la tribù di nomadi in Africa sono già in situazione di erranza e di itineranza. I Somali migrano, gli Eritrei migrano, i Masai del Kenia se li fermi da qualche parte muoiono.

Anonymous said...

la Ue prevede sanzioni dure (pecuniarie, in particolare) contro chi non pratica la cosiddetta accoglienza.

ma non lo faranno mai QUELLI HANNO ANCORA LA LORO MONETA. Le €urobastonate sono per i paesi svenduti dalle proprie elites (+) col giochino della "moneta unica".
ws.
Però questo non deve giustificare gli €uropecoroni come noi, c'è della "giustizia" in tutto questo , perche' le elites ce le siamo votate e rivotate. i programmi e i giornali del sistema massmerdiatico ce li siamo bevuti , e i puttanoni che ci "lavorano" ce li siamo "incensati" come "autorevoli " etc ect.

Nessie said...

Scusa ws, mi faresti il santo piacere di non parlare con la prima persona plurale? Noi chi? Semmai dovremmo dire CHI per noi. Il conte dei miei stivali è stato nominato da un'altra Mummia massonica, per iniziare.

E' il primo paese dove un delinquentello bocciato con un NO all'unisono al referendum, mette la sua amante a sottosegretario.

Nessie said...

Non so a te, ma a me prudono le mani, per questo e per altri torti e abusi su abusi.

Anonymous said...

dal momento che tutti siamo nati e viviamo in italia , il "noi" è riferito a "noi italiani"; purtroppo cara Nessie "la storia fa le somme" e "la somma" degli italiani è quella .
E ovviamente io sono da sempre "incavolato nero", ma nella "somma " la rabbia "di pochi" conta "poco".
ws

Nessie said...

Allora ti do un consiglio: applica il mio espediente retorico di parlare e scrivere di LORO anziché NOI. Se non altro, aiuta a sentirsi meno "incavolati neri". Fino a prova contraria, è la democrazia basata sulla delega a compiere sfracelli. E non solo italiani.

Anonymous said...

io uso il LORO per un altro "clan" molto più dannoso degli italioti che ci circondano.
ws

Nessie said...

in questo caso si dice L'ORO :-)

Anonymous said...

Cari Nessie e Ws, ciò che induce a pensieri sempre più cupi è l'evidenza che Loro, L'Oro, insomma i Mostri e chi per essi hanno creato la dittatura perfetta: quella, (quasi) invisibile in cui sono le vittime (i.e. zombie a frotte) a collaborare zelantemente alla propria fine e, purtroppo, anche a quella di chi vorrebbe salvarsi. E tutto ciò senza che si intraveda una realistica via d'uscita almeno in tempi umani mentre si intravede benissimo dove ci stanno portando. Detto questo rimane la speranza, l'anelito estremo che si verifichi qualcosa che ribalti l'infernale piano che stanno attuando.
Scarth

Vanda S. said...

Ciao Sauro. Il mio entusiasmo per Fusaro forse deriva dal fatto che, disgraziatamente osservo i giovani, sempre più' stupidi ed ignoranti, assumere dei modelli di vita allucinanti! Se non altro Diego Fusaro e' colto ed intelligente!
Comunque ha ancora tempo: o di omologa e diventa anche lui un contapalle come tutti, oppure potrebbe diventare l'ideologo di una nuova ribellione.
Vedremo....
Scarth, con il tuo ultimo post mi hai uccisa!Gia' la maggior parte dei miei amici in Italia mi dice di non sognarmi neanche di ritornarci a vivere dopo il pensionamento, ma mi dicono che se potessero scappare lo farebbero a gambe levate!
Neanch'io riesco a vedere uno spiraglio di luce....ma deve esserci! L'Italia, il più' bel paese del mondo non può' finire cosi!
Sono tutt'altro che religiosa (spirituale si) ma se esiste un dio, deve fare giustizia!

Nessie said...

Dobbiamo fare come Parsifal l'ultimo cavaliere del Santo Graal: non abbandonare mai la ricerca.

Anonymous said...

Ciao Vanda, come dice Nessie MAI arrendersi. Mi spiace aver indotto scoraggiamento ma credo che il constatare la realtà condividendo con chi ha un sentire comune possa coesistere con la ricerca della salvezza oltre che procurare sollievo. Purtroppo i suddetti Mostri hanno per così dire standardizzato l'oppressione orwelliana sia al Centro dell'Impero come delle colonie... Poi, vada come vada, la buona battaglia deve essere comunque combattuta con tutti i mezzi alla nostra portata. A me Fusaro per quanto mi capita di seguirlo non dispiace. Tra le speranze mi piacerebbe che chi si oppone realmente (astenersi perditempo e M5str...) in questa fase critica si unisse senza badare a differenze e provenienze. Se ci sara un poi ci si potrà dividere DOPO. Purtroppo, e mi dispiace moltissimo, la frammentata opposizione anche a livello comune è al suo interno molto litigiosa. Mentre Mostri, zombie e Kapo' al seguito al dunque si compattano SEMPRE.
Scarth

Anonymous said...

oggi ho trovato questo : http://defend-europe.org/it/support-us_it/


non so se sia una cosa seria o meno.
Maria Luisa

Alessandra said...

Giusto Nessie, ci vuole una reazione veemente, feroce non solo a parole, per quanto sacrosante.
Anche perché l'invasione non si ferma neppure in questi giorni!
Gli sbarchi sono per ora sospesi in Sicilia, ma stanno proseguendo nelle regioni del Sud Italia e in Sardegna. Ieri altri 2300 soccorsi da Guardia Costiera, Marina Militare e ong, altri in arrivo nei prossimi giorni.

http://m.france24.com/fr/20170518-migrants-secourus-mediterranee-large-libye-italie-gardes-cotes-ong

Per non parlare di quella pagliacciata della marcia pro-immigrazione in programma domani!

Nessie said...

Maria Luisa e Alessandra, oggi mi hanno inviato questo video su Generazione identitaria:

https://www.youtube.com/watch?v=COzWRT7S4zs

sì, Maria Luisa, è la stessa organizzazione di cui a questo articolo de Il Giornale:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/nasce-flotta-patriottica-fermeremo-ong-sciacalle-1398947.html

Di fronte a una scempiaggine come la manifestazione pro immigrati di MI tutti gli Italiani (o almeno i MIlanesi) dovrebbero fare blocco contro. Ma al solito, so che sto sognando.

Nessie said...

PS: Noto che anche sui giornali francesi adottano il termine onusiano "migrant".

Anonymous said...

Per Wanda.
Preciso che a me Fusaro è simpatico. E' la visione marxista che non funziona. Sintetizzo: se si accetta la questione come posta da F (Capitale, Proletariato, sfruttamento etc.), si accetta anche il fatto che le sovranità nazionali non ci siano già più. Invece ci sono ancora: all'Italia viene riconosciuto il pieno diritto all'autodeterminazione proprio dall'ONU. Abbiamo una struttura statale che è ancora in piedi, anche se viene smantellata ogni giorno. E così è per quasi tutte le altre nazioni del mondo. Quindi, non si può accettare per normale un fenomeno che prescinde dalle leggi di ogni Stato sovrano e dal Diritto Internazionale.
Quando ciò accade, significa che si è in guerra, quindi è dell'aspetto strategico che si deve parlare. Delle motivazioni che stanno a monte bisognava occuparsene prima.
Il "migrante" è un termine che presuppone un contesto di pace nel quale è solo l'economia e la libera iniziativa individuale a governare la volontà.
E' evidente che in tempo di guerra nessuno può andare dove gli pare senza rischiare di farsi sparare addosso.
Infatti di questo il Marxismo non se n'è mai occupato, in quanto tratta le cause come fossero gli effetti e viceversa.

IL SAURO

Nessie said...

L'avevi già scritto nel commento delle 11, 57 am di qualche giorno fa. Più o meno.

Anonymous said...

Si vede che invecchio. Comunque è una rimasticatura degli stessi concetti.

IL SAURO

Nessie said...

Passa ai piani alti, dove c'è un post nuovo e smettila di fare coccodè con le cocorite ;-)