13 February 2017

Treni della paura e ministri falsi sceriffi




C'è da farsi cadere le braccia. Da tempo non affronto direttamente l'argomento immigrazione, dato che le cronache riportano solo bollettini di guerra e i fronti sono talmente numerosi, che non so da che parte iniziare. Non c'è bisogno di Isis: il terrore c'è già, e corre sui binari. E non solo. I treni delle ferrovie private Trenord (regolarmente scalate in Borsa) delle tratte lombarde,  sono diventati i treni della Paura. L'ultimo episodio relativo alla liceale, una ragazzina diciassettenne malmenata in modo violento e molestata sessualmente  da nord-africani (sono tuttora in corso le indagini della polizia) sulla tratta di Vigevano, è solo l'ultimo in ordine di tempo. Curioso poi che con tutti i sistemi di videosorveglianza con i quali siamo perennemente monitorati, non si acchiappino mai i responsabili, quando trattasi di balordi extracomunitari. Ma sentiamo quest'altra testimonianza.
Proprio lungo la Cremona-Mantova, qualche settimana fa, una donna era stata accoltellata al collo e all’addome, e trasportata d’urgenza in ospedale. «Prendere il treno è diventato rischioso – spiega un altro pendolare della stessa tratta -. Siamo completamente da soli e alla mercé di chiunque voglia salire per farci del male. I gruppi di bulli extracomunitari si approfittano della fragilità di molti miei coetanei, che non si difendono di fronte alle sopraffazioni. Basta uno sguardo, considerato da loro inopportuno, per far scattare dispetti e umiliazioni. Non c’è il minimo controllo, neppure dopo gli episodi di violenza che si sono verificati non molto tempo fa». Spesso, a causa del binario unico, il convoglio si arresta tra due stazioni intermedie per attendere l’arrivo della coincidenza. «In quelle situazioni – spiega il testimone -, quando il motore del convoglio e le luci si spengono, ci sentiamo in pericolo e completamente abbandonati. Abbiamo paura, nessuno ci difende». ( fonte: voxnews)



Conosco personalmente queste tratte, e io stessa ho preso treni di Trenord.  Durante gli orari dei pendolari e degli studenti che si recano in facoltà a Milano, si può viaggiare relativamente sicuri. Ma non tutti hanno la possibilità di scegliersi le "fasce orarie" fuori pericolo. In ogni caso, i balordi immigrati se vedono una bigliettaia e controllore donna se ne approfittano, non pagano biglietto e fingono di scendere per poi risalire  a scrocco nelle ultime carrozze del treno, facendola impazzire (ho visto e assistito coi miei occhi). Ma sentiamo la testimonianza diretta di una di queste bigliettaia:

«Viaggio spesso a bordo dei treni nelle ore serali – ha detto la dipendente di Trenord -, mi ritrovo sempre da sola, con queste persone che minacciano la sicurezza generale.È il mio lavoro, è vero, ma qui ogni volta la sicurezza è a rischio. Se dovesse succedere di nuovo qualcosa di serio, non so come farei a difendere da sola i ragazzi contro questi prepotenti». La richiesta di un aiuto da parte delle autorità non è servita. «Conosco questi ragazzi (ndr: gruppi di immigrati che creano disordini), ho già segnalato il loro comportamento alle autorità – conclude la donna -, ma mi è stato detto che nessuno è in grado di fare qualcosa per contrastare la situazione. Ho chiesto di avvertire le loro famiglie, ma non ho ottenuto nulla. Anzi. Mi è stato detto che non devo reagire, perché potrei turbarli». (fonte: citata).
Capito? Si pratica il laissez-faire al punto che si è pensato  di regalare delle "attività-premio" proprio a loro e nascono pertanto gli "addetti alla sicurezza" di colore. Ovviamente la scusa ideologica è già bell'e pronta: si tratta di lavori che gli Italiani non vogliono più fare.  Poi per un bianco, sanzionare "un immigrato africano che sbaglia" sarebbe considerato  "razzista". Meglio pertanto far fare il lavoro a gente della stessa razza. Sì, ma così la sostituzione etnica che si fa occupazionale, diventa  completa.


Lavori che gli Italiani "non vogliono più fare"


Palle! si vuole importare in Italia il modello yankee della "discriminazione positiva". Ovvero, la disparità di trattamento in favore di chi appartiene a una minoranza, a una categoria  considerata "debole". Le categorie considerate "forti" e i "garantiti nel lavoro", con ogni evidenza,  saremmo noi. 

Ci sarebbero aperti altri contenziosi tra le prefetture e i sindaci di paesi, come il recente caso nel beneventano (a Vitulano)  dove un sindaco (che pure è del PD) ha cercato di disubbidire al prefetto che voleva imporre quote più numerose di extra degli stessi abitanti del paesino. 

Ma sentite cosa propone Minniti il Lupo della Sila, già successore di Alfano l'Africano: «L’Italia ha fatto un grande sforzo, siamo orgogliosi, ora il Paese va più orientato verso un’accoglienza diffusa. Abbiamo fatto un patto con l’Anci e si lavora per avere in tempi ragionevoli una progressiva diminuzione dei grandi centri d’accoglienza».
In altre parole trattasi di una santa Alleanza "tra stato e poteri locali" per mezzo dell'ANCI, l'Associazione  dei Comuni d'Italia presieduta proprio dagli stessi piddioti, per garantirsi un controllo più  capillare del territorio. 
Ecco cosa prevedono i due decreti varati dal governo Gentiloni:

Il ministro dell'Interno Marco Minniti 


Asilo più veloce 
 I tempi di esame per le domande di asilo verranno tagliati. Adesso sono di due anni in media. Per fare questo è prevista l’assunzione di 250 specialisti (10,2 milioni di euro l’anno la spesa prevista) per rafforzare le commissioni di esame. (leggi: altri soldi pubblici che vanno a beneficio del settore "immigrazione").

I nuovi centri di permanenza

Un’altra novità, già anticipata nelle scorse settimane, è la costituzione dei Centri permanenti per il rimpatrio che prenderanno il posto dei vecchi, affollati e contestati Cie. Ce ne sarà uno per regione per 1600 posti in tutto, preferibilmente ubicati fuori dai centri urbani.

Rimpatri più efficaci

Un punto importante è l’introduzione di misure che garantiscono l’effettiva espulsione. In tal senso vengono stanziati 19 milioni di euro nel 2017. Il rilevamento delle impronte verrà fatto non solo per chi arriva via mare, ma anche per gli irregolari rintracciati sul territorio. Chi si rifiuta può essere trattenuto in un centro per un periodo di 30 giorni massimo. I richiedenti asilo potranno svolgere, in maniera volontaria e gratuita, lavori di pubblica utilità all’interno di progetti promossi dai prefetti d’intesa con i Comuni.
Detto fuori dal solito politichese ministeriale, significa trovar loro "lavori socialmente futili".

Gentiloni: “Porte aperte ma legali”  (ndr:  ormai siamo agli ossimori)

Il premier Paolo Gentiloni ha spiegato in conferenza stampa che «l’obiettivo strategico non è chiudere le nostre porte ma trasformare sempre più i flussi migratori da fenomeno irregolare a fenomeno regolare, in cui non si mette a rischio la vita ma si arriva in modo sicuro e in misura controllata nel nostro Paese».

Il decoro pubblico

Il ministro dell’Interno ha precisato che in Italia «non c’è emergenza sicurezza» (che film ha visto, Minniti? Le elezioni sono ancora lontane, basta bugie!).  Ma servono «politiche più attente di controllo da Bolzano ad Agrigento». E qui siamo al secondo decreto ispirato da un concetto di fondo: la sicurezza, il decoro e la vivibilità urbana fanno parte di un grande bene pubblico. Il provvedimento, chiesto a gran voce dall’Anci, prevede il rafforzamento dei poteri di ordinanza dei sindaci. (i sindaci-sceriffi, possono fare molto poco, se gli sbarchi continuano e scarseggiano i rimpatri).


Il Daspo urbano

Non vengono introdotti nuovi reati (sembra che Minniti avrebbe voluto e Orlando si sarebbe opposto. (siamo al duo scemo e più scemo): Si tratta di una misura simile ai Daspo per gli stadi. Anche i sindaci potranno proporre il divieto di frequentare alcune zone della città. Si tratta di salvaguardare il decoro e la vivibilità di luoghi di pregio artistico, di transito turistico, di divertimento, locali, discoteche, piazze. Non potranno frequentarli chi spaccia e fa uso droga, abusa di alcolici, chi pratica l’accattonaggio, la prostituzione o attività commerciale illegale. Chi si è reso protagonista in maniera ripetuta di questi comportamenti sarà tenuto lontano per un periodo di 12 mesi in base ad un’ordinanza del sindaco. «Ma non ci saranno sindaci-sceriffo», ha puntualizzato Minniti.  (fonte: "La Stampa").

Saranno i cittadini che diventeranno "sceriffi di sé stessi", se pensano di  continuare a dare fumo negli occhi e di andare avanti con queste toppe. Ovviamente in questo polverone fumogeno ad uso beoti, il Trattato di Schengen non si deve toccare e permane il dogma irrinunciabile del governo Gentiloni.
per questa Europa.
Gentiloni al vertice di Malta
Il Piano Migratorio scaturito dal recente  vertice di Malta  (Malta Plan) sull'immigrazione lo potrete leggere sintetizzato qui. 
Ma questa frase sibillina della solita Mogherini: “Abbiamo raggiunto un accordo su un pacchetto di misure che ci aiuterà a gestire meglio il flusso e a salvare vite,  è prevista la cooperazione con le agenzie delle nazioni unite, l’alto commissariato per i rifugiati e l’organizzazione mondiale per le migrazioni, in Libia nei paesi di origine, con una forte iniziativa esterna europea per diminuire ed evitare la perdita di vite”, non lascia presagire proprio niente di buono.
Apocalisse Now. 

77 comments:

Vanda S. said...

Nel frattempo dalla costa Atlantica a quella del Pacifico continua l'assurda contestazione contro il Presidente Trump: roba da fantascienza! Persino la linea di moda di sua figlia Ivanka e' stata estromessa da i più' famosi e prestigiosi grandi magazzini statunitensi!
Inoltre e' un incassante barrage di demonizzazione mediatica!
A volte mi chiedo se la pazza non sono io che, perché' ho punti di vista assolutamente opposti a quelli che leggo ovunque!
Se in Europa si affaccia l'Apocalisse, qui se elimineranno Trump sara' anche peggio!
Il Nuovo Ordine Mondiale (concepito da entità' diaboliche come Alister Crowley) ed i malvagi piani dei suoi membri non si arrestano!
Che cosa potrà' ribaltare le sorti di questo povero pianeta?

Nessie said...

Hai capito perché hanno tanta fretta di riempirci di invasori? Temono un nuovo corso con Trump e qui l'Unione Europea accelera i tempi.

Pazzesco e meschino attaccarsi perfino alla moda. Perché già che ci sono non vanno in piazza a bruciare i vestiti come i nazi?

Jacopo Foscari said...

E' verissimo, le "risorse" fanno i lavori che noi non vogliamo più fare, per esempio: rapinare, stuprare, spacciare droga, prostituirsi, vender merce contraffatta... son lavori umili e rispettabili che chissà perché gli italiani non vogliono più fare e allora la criminalità organizzata, poverina, è costretta a importare manodopera per mantenere questi nobili mestieri. Per quel che riguarda la ragazzina, insomma, è una vera razzista. Doveva concedersi ai nostri ospiti che non vedono donne da troppo tempo e debbon soddisfare le loro esigenze e senza fare tutte quelle storie. Spero che "magistratura democratica" proceda come dovuto e condanni la razzista a una pena adeguata

NB

Ovviamente quanto scritto sopra va inteso in senso sarcastico. Di questi tempi è meglio specificare

Nessie said...

Tu scherzi Jacopo, ma le cose potrebbero andare proprio così. E 99 su 100 andrà a finire così. Per cominciare noi nelle stazioni siamo monitorati ogni volta che passiamo davanti alla videosorveglianza, ma quest'ultima a loro, li sbianca tutti e non li vede quando rubano, quando non obliterano il biglietto, quando molestano e stuprano, quando sfasciano i sedili usando i taglierini per sfoderare e tagliuzzare le poltrone dei treni. Cosa vuoi mai, è un sistema di videosorveglianza "selettiva" e "antirazzista".

Vanda S. said...

Questi non si fermeranno se non con la dura e bruta forza! Se esistessero gli uomini di una volta, molti di loro avrebbero fatto una brutta fine e gli altri se la sarebbero data a gambe per non salvarsi la pelle!

Massimo said...

Purtroppo non solo i treni. La cronaca locale a Bologna riporta quasi quotidianamente aggressioni e rapine nei confronti di anziani per strada o mentre rientrano a casa. E ci sono quelli che si lamentano perchè gli Italiani non intervengono. Ma come si fa ad intervenire, disarmati, contro una banda di delinquenti di quattro o cinque che sicuramente nelle loro tasche hanno anche dei coltelli ? Se avessimo uno stato degno di questo nome autorizzerebbe gli Italiani veri a girare armati. Allora la musica cambierebbe. E non si può escludere che, esasperati, si cominci a girare armati a prescindere dai bolli e dalle autorizzazioni. Quando ero militare ci si diceva: meglio un brutto processo che un bel funerale.

Nessie said...

Verissimo Massimo, non solo i treni. Ma i treni di Trenord in Lombardia sono il simbolo dei pendolari che si recano al lavoro e agli studi. Dunque è una fetta di lavoratori e studenti che si spostano. Vogliamo proprio farli morire questi Italiani? Lo si dica chiaramente...

Il tuo rimedio va bene in America, dove c'è una costituzione che lo consente. Noi in Italia prima che scattasse il piano di sostituzione etnica voluto dall'ONU per mezzo dei servi al governo, non ne avevamo bisogno. Il vero rimedio è non farne entrare più e smaltire via via quelli che ci sono già. Sennò si cade nello sceriffismo da ispettore Callaghan.

Speriamo solo che tutto cambi con i nuovi partiti identitari europei che potrebbero creare l'effetto domino.

Nessie said...

Senza contare che anche in America ne hanno piene le cosiddette di immigrazione e di melting pot. Da qui il successo di Trump. La gente vuol vivere in pace sotto ogni latitudine e longitudine.

Vanda, credo anch'io che con le vie pacifiche e democratiche non si fermino. Ciao.

SILVIO said...

C’era da aspettarselo!

Il falso merssaggio UE
”L’Europa chiude le frontiere…sì ai respingimenti degli stranieri verso i Paesi d’origine…”
si è ormai radicato nell’immaginario dell’opinione pubblica, con la complicità degli organi d’informazione che parlano di tutt’altro.

Invece, non è così.

L’UE degli scandali, maestra dell’inganno, delle ruberie e delle malversazioni ha colpito ancora, perpetrando l’enessima frode.

Col Malta-Plan l’Apocalisse Immigrazione” segnerà il punto di “non-titormo”, destabilizzando irreversibilmente ll’identità dell’Europa e sootponendo la popolazioni autoctone ad ulteriori angherie fiscali per alimenttare il prossimo fiume di denaro che finirà nelle tsche dei dittatori africani e dei profittatori/trafficanti di esseri umani (Ong e Chiesa “burocratica” cattolica, comprese).

Non è vero che il Malta-Plan è stato eleborato dalla Commissione europea.

Esso è stato, infatti , pianificato da ESI (= “Europäische Stabilitätsinitiative”) che è un think tank finanziato da George Soros e dalla “Fondazione Rockeffer” .

Nessie said...

Buondì Silvio. La frase ossimorica del contessino Gentiloni "porte aperte ma legali", lo lascia presagire. E la frase della Moscerini-passacarte che ho messo in chiusura di post:

Abbiamo raggiunto un accordo su un pacchetto di misure che ci aiuterà a gestire meglio il flusso e a salvare vite, è prevista la cooperazione con le agenzie delle Nazioni Unite, l’alto commissariato per i rifugiati e l’organizzazione mondiale per le migrazioni, in Libia nei paesi di origine, con una forte iniziativa esterna europea per diminuire ed evitare la perdita di vite”

non lascia spazio ai dubbi: ONU e UNHCR più organizzazioni sorosiane dette "no profit" saranno a capo di detta infame iniziativa.

Qual è lo scopo nobile di tale inziativa? "Salvare vite". Le loro.

SILVIO said...

E già: paolo gentiloni (da oggi in poi scriverò in minuscolo nomi e cognomi dei politici che tradiscono e danneggiano l’Italia) lo esplicitò a chiare lettere il valore-guida dei governanti abusivi italiani: ”la società aperta”

http://www.imolaoggi.it/2017/01/23/discorso-trump-gentiloni-lho-visto-distrattamente-noi-abbiamo-i-nostri-valori/

In lingua inglese, la ”open society” …di George Soros.

Cioè, di quel criminale finanziario nonché sovversivo finanziatore di violente agitazioni di piazza che impose a capi e capetti UE quanto segue:

“ The EU must accept “at least” one million Muslims annually, and it must provide each “asylum seeker” $16,800 per year to cover housing, health care, and education costs” =.
“La UE deve accettare almeno un milione di musulmani ogni anno, e deve fornire ad ogni "richiedente asilo" la somma di 16.800 $ all'anno per coprire alloggio, assistenza sanitaria, ed i costi di formazione”.

https://www.project-syndicate.org/commentary/rebuilding-refugee-asylum-system-by-george-soros-2015-09

SILVIO said...

E in effetti, nel 2016, l’imposizione di Soros all’UE quasi si avverò.

L’Italia, ad esempio, fu investita dall’onda d’urto di ben 181.436 invasori, così ripartiti a seconda del Paese di provenienza :

Nigeria ________ 37.551 invasori
L'Eritrea_________20.718invasori
Guinea _________13.345 invasori
Costa d'Avorio___12.396 invasori
Gambia _________11.929 invasori
Senegal __________10.327 invasori
Mali ____________10.010 invasori
Sudan __________9.327 invasori
Bangladesh_______8.131 invasori
Somalia ___________7.281 invasori

TOTALE arrivi 2016 -181.436 invasori

SILVIO said...

Dal 2017 - a causa del Malta- Plan - le cose peggioreranno in quanto, oltre ai costi interni per i rifugiati e per i “migranti economici”, vi saranno quelli esterni relativi ai vari Fondi per lo Sviluppo dell’Africa e chissà quant’altro!.

Uno scenario abominevole di corruzione conclamata e di sperpero di denaro pubblico (prelevato dalle tasche dei cittadini europei) che sollazza assai l’avidità dei profittatori e dei trafficanti di esseri umani .

SILVIO said...

La prova di quanto affermato nel mio post precedente?
Questa.

Mentre i leader europei si apprestavano ad incontrarsi per il meeting tenutosi a La Valletta (capitale di Malta), il thimk tank ESI (= creatura di Soros e di Rockefeller) pubblicò la seguente newsletter :

The Malta Plan – a humane EU border and asylum policy is possible = “Il piano di Malta - una politica umana di confine e di asilo nell'UE è possibile

http://www.esiweb.org/index.php?lang=de&id=67&newsletter_ID=112#4

anticipandone anzitempo – con singolare precisione di titolo e di contenuti – le risultanze del meeting ,conclisosi parecchie ore dopo.

Leggetela con attenzione e vi convincerete.

Se del caso, ove abbiate difficoltà con la lingua inglese, domani la tradurrò.

SILVIO said...

A proposito di “business dell’immigrazione”, invito a leggere anche codesto articolo pubblicato da “Il Populista”:

” Soldi e immigrati, le conoscenze imbarazzanti di Alfano”
http://www.ilpopulista.it/news/13-Febbraio-2017/10733/soldi-e-immigrati-le-conoscenze-imbarazzanti-di-alfano.html
_________
Postilla:
A mio parere, “La Lega” farà il pieno dei voti alle prossime elezioni politiche, purché Salvini tenga la barra a dritta senza farsi sfiorare da perniciose istanze autonomiste locali.

Aldo said...

In merito alle aggressioni a sfondo sessuale o anche solo economico, se si volesse non credo sarebbe chissà quanto difficile organizzare delle vere e proprie trappole. Una bella esca... che so, una vecchietta che esce dall'ufficio postale contando una bella mazzetta di denaro, una ragazzotta procace che zompetta in aree "a rischio"... Una nutrita pattuglia appostata in luogo nascosto, tipo un furgone senza contrassegni. Scatta l'aggressione, scatta la contro-aggressione, ovviamente documentando ogni momento dalla "a" alla "z". In questo modo si potrebbero acciuffare un bel po' di loschi personaggi, bianchi, neri o a strisce, disponendo per di più d'abbondante materiale probatorio per addivenire senza troppi fronzoli a condanne maiuscole. Insomma, una specie di "autovelox anti-rapina"...

CHISSA' PERCHE' non si fa.

Anonymous said...

certo ormai abbiamo solo due "possibilità" : tenerci questo andazzo ( e tra dieci anni saremo completamente "sostituiti") oppure lo scoppio della tanto desiderata( dal sistema) "guerra alla russia" " con cui sicuramente i "nostri" governi ( e militari) avrebbero altre "cose" da fare.
Insomma la solita alternativa del diavolo : rischiare di morire subito o scomparire sicuramente domani ? In questi casi la scelta dei "vecchi" e dei "giovani" potrebbe anche essere diversa , ma da noi i "giovani" non esistono più , da noi ci sono i "gggiovani" , tutti già "vecchi" a ventanni.
ws

Nessie said...

Silvio, intanto fai benissimo a chiamarli col loro nome lì nelle percentuali degli arrivi dall'Africa: INVASORI. La fotografia che vedi dei negri addetti alla sicurezza è presa come puoi ben riconoscere dalla stazione Centrale di Milano. Ogni volta che arriva un controllore a vidimare i biglietti arriva scortato da due negri con il grembiule verde e lo stemma della Rosa Camunia verde, che è quello della Regione Lombardia. Il progetto sostitutivo, come vedi, è già a buon punto.

Il contessino Gentilizio è il pilota automatico della Ue e a differenza di Renzi, non fa nemmeno più "ammuina" ma obbedisce. Sfido io che la chiama "società aperta".
Ho letto dal link del Syndacate Project e prelevo una frase-chiave che era già stata annunciata da quell'altro farabutto di Sutherland:

E 'altrettanto importante per consentire entrambi gli stati e richiedenti asilo di esprimere le proprie preferenze, utilizzando il meno possibile la coercizione. Collocare i rifugiati dove vogliono andare - e dove sono richiesti - è una condizione sine qua non del successo.

Ricordi? Era una promessa di Peter Sutherland, ex BP, poi Goldman, poi UNCHR ecc. ecc.

Nessie said...

Che Alfano l'Africano avesse le mani in pasta coi CARA, i Cie a Mineo, lo si sapeva. Ma come vedi, ha ottenuto il premio del dicastero agli Esteri. E quando il Contessino gli ha dato gli Esteri togliedogli le castagne dal fuoco degli Interni, ha fatto un sorriso da castoro di soddisfazione.

Sulla Lega. Spero bene che ottenga consensi. L'importante e l'essenziale, poi è che non li butti alle ortiche come è avvenuto in passato!

Grazie per la copiosa documentazione, stasera sul tardi, mi leggerò con calma il documento dell'ESI.
Non ho comunque il minimo dubbio che le marionette UE si muovano ai comandi di questi bastardoni, anche nei loro fucking meetings.

Nessie said...

Aldo, è un bel trappolone il tuo. E se ci fosse la volontà di applicarlo, ti assicuro che funzionerebbe e metterebbe un po' di fifa a chi di dovere.
Sì, ma ci vorrebbe un altro governo e non questi infami governanti autori e complici di questo disastro.
Il PD significa P-disastro, P-Demenza. PI-diozia. Hanno fiutato l'aria che tira: una brutta aria anche per loro, perché molti sindaci Piddini si stanno ribellando. Per questo è stato varato il Piano di Minniti per corresponsabilizzare i sindaci che ho sunteggiato nel post.

Quel crapa pelata calabro che non si è degnato di farsi vedere nei giorni della valanga, adesso ci vuole confezionare un altro pessimo trappolone immigrazionista.

Nessie said...

ws, è questo il nostro dramma: nessun giovane che raccolga il testimone e che comprenda appieno che la vera rivoluzione odierna è per la conservazione della nazione sovrana.
Intanto l'ipotesi del voto (che pure non risolverebbe comunque) si allontana sempre più. E ogni giorno ci sono negri dappertutto. Pure la figlia di Padoan si è messa a fare la loro Pasionaria.

SILVIO said...

Nessie,

se non ci fosse il Presidente Donald Trump, sarebbe davvero spaventevole constatare che l’UE è totalmente in mano alla consorteria progressista-globalista, di cui Soros è il sicario più noto ed esposto.

Per nostra fortuna, gli scenari sono cambiati al punto che la predetta consorteria è stata costretta a trasferirsi in Canada, sotto la protezione del premier James Trudeau , “amico del cuore” (in senso stretto) del pervertito Barack Obama.

In materia, eccoti due immagini molto significative di James Trudeau + le sue frequentazioni predilette:

http://themillenniumreport.com/wp-content/uploads/2017/01/trudeaufaggot3.jpg

http://stateofthenation2012.com/wp-content/uploads/2017/01/justein2-2.jpg

Nessie said...

"Non c'è un'emergenza da affrontare, ma ci sono paure da rassicurare", così parlò il contessino Gentiloni Silveri, nobile di Filottrano, Cingoli e Macerata. Allora significa che si mette male. Costoro mentono come respirano!

Ho visto la combriccola di frociacchioni frequentati da James Trudeau. Complimenti! Eccone un altro della premiata mafia LGBTQ = Mafia.

Speriamo che Trump resista in sella. E' la nostra sola speranza.

Oggi sono riusciti a distruggere perfino il povero San Valentino con Grasso e la Boldrini che parlano di "femminicidio" e di "delitti di genere". Quelli di razze, invece non li vedono. Tanti cioccolatino purgativi a loro.

Eleonora said...

Di questa ultima violenza, non ne ha parlato nessuna femminista radical chic. Né Selvaggia Lucarelli, sempre in prima linea su certi argomenti (quando i violenti sono di razza pallida e italiani), non Madonna boldrini che vuole far tacere tutto il web... E la ragazzina ha solo 17 anni. Ma va tutto bene, ci difende minniti coi suoi cie in tutte le regioni italiane. Poi, andrà ancora meglio.

Nessie said...

Sarà uno scenario orrido, Ele. Crapa Pelata calabra crede che basti redistribuire gli INVASORI per tutto il territorio, per favorire "l'accoglienza" e "l'integrazione". C'è da sperare in un qualche fenomeno trascendente che fermi questa Apocalisse.

Il silenzio sugli assaltatori della ragazzina 17enne è semplicemente abominevole.

Alessandra said...

Fino a pochi anni fa ero una pendolare, ora frequento meno le stazioni dei treni, ma ho notato quanto il comportamento della gente sia cambiato, quando è il momento di salire e cercare un posto.
Oggi anche chi preferiva viaggiare in un vagone poco affollato cerca di andare dove c'è più gente.

Nella mia provincia le quote di immigrati da ospitare nei Comuni sono assegnate da una settimana. I sindaci possono rifiutarsi, se vogliono, ma il prefetto ha fatto capire che ci saranno delle sgradevoli conseguenze per chi si avvale di questo diritto.
Di questo passo, ci toccherà davvero diventare un esercito di dirty Harry, Nessie.
Gli sbarchi non si fermano e il Malta Plan è l'ennesima presa per i fondelli.

Quando i MSM sono costretti a parlare (ormai sempre più raramente, adesso sorvolano senza remore) delle violenze commesse da immigrati l'invito è sempre a "non fare di tutta un'erba un fascio", quando un uomo bianco picchia o uccide la compagna corredano la notizia con le fatidiche statistiche sulle percentuali di donne che sono state uccise o hanno subito violenza da "colui che diceva di amarle", come se tutte le donne italiane dovessero aver paura in primis del compagno o marito.

Il fighetto Trudeau è il nuovo beniamino della Botteri (orfana del suo Barry), che nel servizio sulla visita del bellimbusto canadese a Washington ha sottinteso che lui sarebbe un giovane moderno, dalla mentalità aperta e di larghe vedute da prendere a modello, mentre Trump sarebbe un vecchio babbione reazionario.
Così moderno che tra qualche anno, se continua così, ci sarà il Canadastan con tanto di Sharia.

https://mobile.twitter.com/hashtag/canadastan









Nessie said...

Per fortuna non sono una pendolare, ma solo una viaggiatrice occasionale.Però vedo e constato i cambiamenti che anche tu hai riscontrato, Alessandra. E le bigliettaie donne le devono spostare ad altre attività più sicure, nell'ambito delle ferrovie, perché nelle ore serali e notturne sono a rischio e non sarà certo una divisa a tenere questi farabutti alla larga. Perché tutti questi balordi provengono da inculture dove le donne contano meno delle capre e quelli che... "non si deve generalizzare" mentono sapendo di mentire. Sono dei negazionisti dell'evidenza più lampante.

Altro che "dirty Harry" ci toccherà diventare. Ma il punto è che ormai si sono assicurati la mucillagine. Ovvero un tessuto sociale non reattivo incapace di restituire con uguale ferocia i torti subiti.
Per quanto il Canada vada verso Canadastan, da quelle parti ci sono sterminate foreste di sequoie e il Canada è un paese ampio, a bassa densità abitativa.

Mi preoccupa ben di più Italistan, Rom-Roma, Milanistan ecc.

La faccenda dell'accanimento mediatico sugli uomini italiani bianchi (mariti, fidanzati e padri a cui tolgono i figli), serve proprio a garantirsi questa " società-mucillagine" e a impedire che il maschio usi la sua giusta dose di "aggressività" positiva nel sociale. Nel senso latino di "andare verso".

SILVIO said...

Alessandra ha ieri scritto:
« Il fighetto Trudeau è il nuovo beniamino della Botteri (orfana del suo Barry), che nel servizio sulla visita del bellimbusto canadese a Washington ha sottinteso che lui sarebbe un giovane moderno, dalla mentalità aperta e di larghe vedute da prendere a modello, mentre Trump sarebbe un vecchio babbione reazionario.
Così moderno che tra qualche anno, se continua così, ci sarà il Canadastan con tanto di Sharia. »

________
“Canadasian con tanto di sharia?”

Non credo che si arrivi a tanto.
Se elezioni presidenziali francesi del 2017 (primo turmo:23 aprile – secondo turno: 7 maggio) confermeranno il risultato previsto ( = Marine Le Pen: Presidente della Francia ) in Canada risuonerà nuovamente l’urlo ” Vive le Québec libre ! ,che terrorizzerà il pavido “fricchettone.- bsex” sino a mandarlo in paranoia.

Quanto alla Botteri, non capisce un tubo né di economia, né di geopolitica.
Il buttero della Maremma toscana la supera di gran lunga in perspicacia.

Difatti, il motivodell’incontro “Trump- Trudeau” è di un’evidenza lapalissiana.

Il Presidente Trump convocò Trudeau per fargli (più o meno ) il seguente discorsetto:

« Sentimi un po’, ragazzino, bada bene a quello che farai.
Se ti metterai di traverso, dichiarerò guerra commerciale al Canada, decretando dazi (sino al 45% dell’imponibile) sui prodotti e servizi canadesi esportati negli USA.
Pertanto, sta in campana se ci non vuoi che vada in malora la bilancia commerciale del tuo Paese »

Nessie said...

La Botteri è un avanzo di Telekabul, passata con disinvoltura dal periodo bolscevico di RAI 3 di Kurzi, a quello DEM-enziale O'bambiano e clintoniano.

NB: Oggi potrò solo collegarmi sul tardi perché sono molto impegnata.
Prego tutti voi di pazientare in moderazione.

Alessandra said...

Mi fa molto piacere leggere queste cose, Silvio!
E sicuramente la situazione è molto più preoccupante in Italia e in Europa, dove Frontex prevede 180mila arrivi per quest'anno via Mediterraneo centrale e il Parlamento UE ratifica il CETA. Speriamo in qualche parlamento nazionale ribelle (non il nostro attuale, ovviamente).

Intanto ci sono già i msm (minuscole volute) francesi in paranoia: è ufficialmente cominciata la campagna anti-Le Pen. Paventano possibili interferenze dei media russi nella campagna elettorale per le presidenziali.
E vorrebbero convincerci che quella della sostituzione etnica è una delirante teoria cospirazionista istillata dai russi tramite Russia Today e Sputnik News.

http://m.france24.com/fr/focus/20170213-video-influence-medias-russes-presidentielle-2017

Ma sembra che Wikileaks abbia pronto del materiale compromettente sull'uomo Rothschild Macron.

Nessie said...

Intanto, ecco l'ultima aberrante novità nel trevigiano: immigrati che bivaccano all'interno degli ospedali:

http://www.ilpopulista.it/news/15-Febbraio-2017/10735/l-ultima-novita-immigrati-che-bivaccano-all-interno-degli-ospedali.html


E per predisporre un clima favorevole all'accoglienza "esotica" ecco la Milano di Sala con palmizi e banani trasformata in Milanistan in piazza Duomo. Che ci azzecca col gotico della cattedrale?

http://www.imolaoggi.it/2017/02/15/milano-stile-afro-palme-e-banani-piantati-in-piazza-duomo/

SILVIO said...

Alessandra,

Frontex ha previsto per il 2017 l’arrivo in Italia di circa 180 mila invasori?

Questa notizia mi era sfuggita.

Nondimeno , ciò conferma quel che in molti già si pensa, cioè che il “Malta-Plan” è stata l’ennesima buggerata dei governanti malviventi dell’Unione europea: putrida e maleodorante istituzione-cloaca .

Quei loschi individui sono servi prezzolati dei Vip progressisti-globalisti (tutti banchieri e/o grossi speculatori finanziari internazionali e/o controllori occulti dei grandi traffici di esseri umani, droga, armi, uranio, scorie nucleari, diamanti, oro, ecc. ecc.) e non si vergognano di mostrarlo pubblicamente.

Quando ai media russi autori di “Fake-News”, essi sono dei dilettanti di fronte ai professionisti della menzogna globale , costituiti dalle agenzie occidentali di intelligence e dai media mainstream dell’Occidente, molti dei quali sono di proprietà dei tiranni arabi degli Stati del Golfo.

Quanto infine ad Emmanuel Macron, ritengo che Wikileaks non si debba scomodare per scoprirne gli scheletri nascosti negli armadi.

Quell’ex banchiere è inviso ai francesi ( François Fillon invece sarebbe stato pericoloso se non avesse incocciato nel recente scandalo) ed il suo protettore – Edmond de Rothschild – non ha certo il carisma e l’’influenza del barone londinese Jacob Rothschild.

Chiudo, segnalando un bel tweet di Marion Le Pen:
” En avant vers la victoire !

https://twitter.com/marion_m_le_pen

Auguro di cuore che la vittoria si avveri.

Anonymous said...

La banana è tornata di moda. Si confonde facilmente con la mezzaluna. Ringrazia che non ne hanno ancora messa una dorata al posto della Madunina. Se ricordo bene gli uffici del UNHCR stanno proprio in piazza del Duomo sulla sinistra. Magari il dom non lo vedono, ma i banani sì.

IL SAURO

Nessie said...

Sì Sauro, gli uffici ONU sono proprio sopra il Duomo nel Palazzo della Galleria. Questa è gente che si tratta bene e non vanno di certo a farsi le loro sedi nei ghetti neri che lasciano più che volentieri ai poveracci.

--------------------------------------------


Sì Silvio, la notizia di Frontex, ente più volte invocato dagli encefalogrammi piatti dei nostri politici quale "soluzione ai problemi migratori ", è ufficiale e ripetuta anche dai TG:

http://www.huffingtonpost.it/2017/02/15/frontex-migranti-flusso_n_14767302.html

Ce li vogliono imporre per amore o per forza. Soprattutto per forza

Nausicaa said...

Interessante intervista a Zaia: Minniti continuatore di Alfano.
"Il governo non ha un piano, se non quello di aspettare l'arrivo del prossimo barcone".


"Io non vedo alcuna linea dura. Non vedo accordi seri, né campi di prima accoglienza nei paesi del Nord Africa. Non vedo inasprimenti delle pene, non vedo poteri speciali alle forze dell’ordine. Vedo solo un’operazione di maquillage rispetto al vecchio progetto alfaniano e renziano. Nulla di più".

http://www.ilpopulista.it/news/15-Febbraio-2017/10816/immigrazione-zaia-minniti-disastroso-come-alfano.html

Angheran70 said...

La pentola a pressione non tollera più il minimo spiffero. E' pronto il ddl contro le "fakenews" in realtà mirante a colpire blog e forum , il vero problema del paese. La Corea del Nord è sempre più vicina, naturalmente per il nostro bene.

SILVIO said...

In effetti , è vero.

Frontex ha effettivamente asserito che nel 2017 l’Italia verrà invasa da un nuovo esercito di almeno 180 mila clandestini e che la pressione migratoria sull’Europa non diminuirà, anzi aumenterà:
“FROONTEX : RISK ANALYSIS FOR 2017”
hhttp://reliefweb.int/sites/reliefweb.int/files/resources/Annual_Risk_Analysis_2017.pdf

Nel contempo, leggo che nel 2016 l’Europa è stata invasa da 1.234.558 extracomunitari registrati (senza contare gli immigrati illegali, non registrati) , provenienti dal Medio Oriente, Africa ed Adia :
EASO – 2016 – Latest Asylum Trends -
https://www.easo.europa.eu/sites/default/files/Latest%20Asylum%20Trends%20Overview%202016%20final.pdf

Dunque , George Soros è stato più che accontentato, visto la cifra degli arrivi 2016 superò abbondantemente il milione/ annuo di nuovi immigrati da lui suggerito.

Dunque , il “Malta-Plan” è incontestabilmente una presa per i fondelli se lo si propaganda come uno strumento per ridurre l’immigrazione.

Ed allora, a che serve?
La domanda è retorica, le risposte sono molteplici, scontate e variamente argomentabili.

Ne propongo alcune.

In primis, a manipolare l’elettore sprovveduto e disinformato ( sono ancora in tanti ad esserlo) , facendogli credere che gli Stati membri dell’UE si stanno muovendo per frenare l’immigrazione.

In secundis, a foraggiare :

- i despoti mediorientali, africani ed asiatici ,che ricattano l’Europa contrabbandandovi le masse meno desiderabili dei loro cittadini, perché più turbolente e improduttive.

- il serbatoio elettorale dei partiti europei al governo, costituito da un vasto sottobosco parassita e profittatore che, in Italia, va dalla dalle lobby imprenditoriali ( talora, in odore malavitoso) sino alle nefaste Ong laiche e religiose

Per quanto detto, appare sin troppo evidente la connotazione criminale assunta dalla catena di comando dei governi europei (salvo alcune eccezioni) .

Quando finirà questo abominio?
Presto.
Molto prima di quando comunemente si pensi.

Nessie said...

"Catena criminale" è la parola giusta. Nel governo degli abusivi a capo di questa cosca ( , Il PD , ),litigano anche tra di loro un po' come fanno le bande rivali di camorra. Ovviamente sono ai minimi storici di consenso perché ora si stanno svegliando anche i loro elettori beoti nei loro feudi regionali. Ma è proprio per questo che sospendono la democrazia e allontanano le elezioni. Nella catena criminale piddiota è contempleta la possibilità di far eleggere i loro ascari africani (Khalid Chaouki e Kyenge) e togliere agli Italiani perfino la residua speranza di omogeneità etnica nei vertici: ladri, corrotti ma della nostra etnia. E ormai anche i cosiddetti programmi che denunciano i misfatti degli invasori vengono costretti a tenere in studio "quote etniche" per fare il cosiddetto "contradditorio" (zingari se si parla di rapine rom, islamici se si parla di islam, ecc). Io una siffatta "democrazia" non la voglio.

Intanto penso alle migliaia di nostri compatrioti, VITTIME, COLPITI e morti per mano di invasori con LICENZA DI UCCIDERE.

E oggi il Giornale riporta a caratteri cubitali un titolo come questo a base di tumulti e sequestri di persona:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/garante-nazionale-linfanzia-sequestrata-migranti-minori-1364894.html

Quand'anche questo "abominio" finisse presto, ha lasciato molti morti e feriti sul campo. E questo non può essere dimenticato. Mai.

Nessie said...

Nausicaa, Zaia è un duro e ha le idee chiare. I piddioti quando non sanno che pesci pigliare si mettono a fare i "leghisti", i "populisti" nella vana illusione di recuperare il consenso perduto e di ingannare i gonzi.

--------------------------------------

Anghran70, altro che Corea! Le nefandezze delle dittature si scoprono in particolare quando passano. Quando ci si è dentro lo si capisce solo in minima parte. Chissà cose ne dovremo raccontare ai posteri!

Aldo said...

Intanto, dalle mie parti, viene promossa una lectio magistralis dal titolo sibillinamente tendenzioso: "Trump e l’era post-democratica". Ovviamente post-democratico è qui da intendere nel senso amerregano del termine -- repubblicani contrapposti a democratici -- però, nel sentire comune nostrano post-democratico ha un sapore ben diverso e, conoscendo il relatore per averlo già ascoltato in precedenza (giusto un minimo tendenzioso, e indovina per quale parte), non ho poi molti dubbi sull'uso strumentale dell'equivoco.

Così, giusto per darvi un altro motivo di gioia.

Nessie said...

Se dovessi trovarti a discutere con qualcuno di queste teste di legno, preparati a ricordargli che per colpa della "democrazia" siamo arrivati alla "daneistocrazia" (il potere del denaro) con diritto di ruberie e di espropri da parte delle banche. E che se un bel negrone della Nigeria di fede islamica che milita nelle file del PD dovesse presentarsi candidato e magari ottenesse dei suffragi dai suoi supporter, te lo potresti ritrovare "democraticamente" eletto al governo. Poi, una volta eletto, potrebbe togliere le leggi vigenti e introdurre la "sharia" (la Legge islamica del Corano). In altre parole per colpa della "democrazia" si perde definitivamente la Democrazia.
Tu chiamalo se vuoi, paradosso democratico" Fantapolitica?

Jacopo Foscari said...

Concordo col fatto che le nefandezze dei regimi emergono solo quando questi son caduti. Per esempio, il fenomeno dei desaparecidos divenne di dominio pubblico solo dopo la caduta delle giunte in Cile e Argentina. Talvolta anzi, per scoprire certe nefandezze bisogna aspettare decenni prima che si aprano gli archivi di stato

Nessie said...

La riprova di quanto dici sta nel fatto che mentre viviamo momentacci angosciosi, sono solo poche "élites creative" (copyright Ratzinger) ad avere la sensibilità di capire l'inferno che stiamo attraversando.

E noi qui dentro, in questo piccolo blog identitario, apparteniamo a questa nicchia. Non facciamocene un cruccio se fuori di qui non tutti capiranno. Poi quando tutto sarà passato vorranno tutti farci credere d'essere sempre stati identitari e con spiccato spirito nazionale. Palle!

Jacopo Foscari said...

"Poi quando tutto sarà passato vorranno tutti farci credere d'essere sempre stati identitari e con spiccato spirito nazionale"

Beh, siamo o non siamo in Italia? Qui nessuno è mai stato fascista e nessuno è mai stato comunista. Un po' come il nostro presidente (d)emerito Napolitano che nel '42 scriveva per i giornaletti di propaganda fascista, poi venne folgorato dal Sol dell'Avvenire sovietico, quindi fulminato dalle Stelle & Strisce per poi tornare al punto di partenza ad esaltare la supremazia tedesca in Europa. Se riesce ancora a campare qualche anno e a vedere l'implosione del IV Reich sarà buono a dire che lui non era mai stato europeista e che in fondo l'aveva sempre detto

Nessie said...

Su Bella Napoli. Alias Faccia Gialla . Di tutte le mutazioni genetiche nonché metamorfosi politiche da te citate, esiste una sua costante: squadra, compasso, triangolo, cappuccio e grembiulino. Ed è quella che ha fatto sì che ce lo trovassimo tra le palle per tutto questo tempo.

La sua Ur-Lodge ovvero Loggia Internazionale si chiama Three Eyes, la stessa di Kissinger.

Nessie said...

e di Bush padre. Per il resto hai dimenticato di menzionare "nessuno è mai stato forcaiolo né giustizialista". Cade il 25esimo di Mani Pulite (voluto dalla FBI americana, per far saltare il meglio della nostra Imprenditoria e per favorire il cambio di regime dopo la Caduta del Muro), e dopo che tutti erano forkaioli dipietristi , sono diventati improvvisamente garantisti.

In quegli anni non avevo un blog ma appena mi azzardavo a dire che sentivo puzza di montatura giacobina-comunista diretta altrove, mi sentivo azzannare.

Jacopo Foscari said...

Io ammetto purtroppo che all'epoca di Mani Pulite mi lasciai trascinare da forche et similia. Quando poi Di Pietro andò a fare il ministro di Prodi il quadro mi si chiarì definitivamente e da allora ogni volta che salta fuori un avviso di garanzia sento sempre puzza di bruciato. Ero giovane e mi lasciai trascinare pure io come tutti, pensando fosse un giusto momento di palingenesi, e invece fu il momento della nostra condanna definitiva. All'epoca i mezzi di informazione erano completamente schierati sulle tesi dei magistrati. Il problema per quel che mi riguarda non è tanto il cambio di idea, siamo umani possiamo sbagliarci, quanto la faccia tosta di gente che dopo esser stata fascista o comunista per decenni si atteggia come se non lo fosse mai stata senza ammettere l'errore e fare mea culpa. Anzi, abbiamo pure i Napolitano, gli Scalfari, i Bocca, i Dario Fo che per decenni ci hanno fatto la lezioncina dell'anti-fassismo senza un briciolo di vergogna

Nessie said...

Sì, lo so, Jacopo. Molti amici e conoscenti leghisti commisero quell'errore (il cappio esposto a Montecitorio). E non dimentichiamo che la Lega di Bossi si affermò sulle ceneri della 1a Repubblica affossata proprio da Tangentopoli. Non finì neanche Tangentopoli che anche Bossi venne accusato di raccogliere tangenti. Ma questo fu nulla rispetto alla pena di contrappasso che la Lega dovette subire con l'affare Trota, i diamanti, "cerchio magico" e Belsito.
Penso che ormai dovremmo essere tutti quanti smaliziati sulla via giudiziaria al comunismo e i suoi giacobini giustizialisti. Quegli stessi che scarcerano con disinvoltura i vari "kabobo".

Anonymous said...

Cose che capitano quando il cappio lo si agita soltanto. O ci appendi qualcosa, oppure te lo ritrovi al tuo di collo. Chiamarlo errore tattico è poco.

IL SAURO

Anonymous said...

Nel giro di poco tempo andando avanti in questo modo il Belpaese diventerà un centro di permanenza a cielo aperto.Come Lampedusa,passata da essere una perla in mezzo al mare a una discarica abusiva devastata da straccioni di tutto il pianeta.Ma anche con tutti i crimini e i reati che ci saranno,certi serpenti tanto lisci e 'carini' continueranno a negare il degrado e a minimizzare.I giorni scorsi,parlando del caso della ragazzina molestata,ho sentito che i reati nei treni sarebbero in calo.Prendeteli tranquillamente senza timore.E per la prossima estate,più o meno gli stessi sbarchi dell'anno scorso.Dunque,niente allarmismi.Tanto è normale che vengano tutti qui,in un paese piccolo e troppo popolato.Dobbiamo essere 'campioni di accoglienza'.Ci stanno ripagando con tanta gratitudine.Iniziano da piccoli.Guardate il caso dei minori che hanno sequestrato il Garante per l'Infanzia.Massimiliano

Anonymous said...

vorrei focalizzare che la proposta "liberticida" per cui si legalizza la menzogna dei media di sistema per colpire la "liberta' di opinione " di singoli ( alla cui intimidzione evidentemente non bastava nel caso il vecchio istituto della querela per diffamazione ) porta anche la firma di un "discusso" leghista (https://it.wikipedia.org/wiki/Sergio_Divina ).

Come infatti abbiamo gia visto in tutte le merdate "europee" il sistema in parlamento cerca di ottenere sempre "la firma" di tutti i partiti e divina stavolta ci ha messo la sua come altre volte hanno fatto altri "liberi" leghisti senza subire alcuna sanzione dal partito.

Bene , io sono stato in lega e ne sono uscito disgustato dalla sua "berluscazione" di cui questo soggetto e' l' esatto prototipo : galleggioni locali con precise origini "sistemiche specialisti di sottogoverno di nessun spessore ideologico e" molto più attenti ad espellere che ad acquisire militanti di qualita'. Con questa gente la lega non combinerà mai nulla se non raccogliere estemporaneamente voto di protesta con cui tenere "aroma" i soliti "sugheri".

La mia domanda quindi e' questa: Salvini , borghi e C su questo divina non avete niente da dire ORA salvo poi votare INUTILMENTE DOPO contro questa ennesima maialata sistemica "sparpagliati" come sempre ?
ws

Nessie said...

Ti ringrazio per avermi fornito questo importante "dettaglio" del quale non ero a conoscenza, ws. Come al solito il diavolo si annida nei dettagli e la cosa ha tutta la mia riprovazione, per quel che può servire.

Nessie said...

Sauro, hai ragione. Meglio appenderli "à la lanterne" che venire appesi. Ma questo lo si è scoperto solo dopo.

Nessie said...

Ciao Massimiliano, come ho già detto infinite altre volte, ci vorrebbero legioni di giovani infuriati e ben motivati che andassero ai porti di sbarchi a impedire alle navi di attraccare. Sarebbe un bel gesto simbolico. Ma i giovani meritevoli sono già partiti in cerca di fortuna altrove, e quelli rimasti sono dediti alle movide, ho vanno a sfaciare biblioteche come è avvenuto a BO. Le proteste fatte qui in loco nei paesini ottengono solo il risultato che i prefetti, una volta negato l'accesso, si rivolgono altrove. E qualche crumiro dei loro lo trovano sempre.

SILVIO said...

“Perché il governo italiano non riesce a contrastare il traffico di clandestini nel Mediterraneo?
Perché non vuole”


by GEFIRA
https://gefira.org/en/2017/01/02/why-the-italian-government-cant-resolve-the-problems-of-mediterranean-smuggling-boats-because-it-doesnt-want-to/
__________________________ PARTE PRIMA ____________

« … Nel mese di ottobre del 2013, il governo Letta , di fronte a ondate di profughi in fuga dal caos della ”primavera araba” in Libia (organizzata dalle potenze occidentali, utilizzando gruppi radicali islamici) diede il via all’operazione "Mare Nostrum" inviando la Marina militare italiana nelle acque libiche per ”salvare” i profughi che attendevano sostando nella costa libica.

Per quanto nobile possa apparire, tale operazione ebbe l’effetto di deleterio di incoraggiare sempre più persone ad intraprendere i viaggi in mare perché acquisirono la certezza che la Marina italiana li avrebbe “salvati.”

Il risultato fu un aumento del 224% nel numero di imbarcazioni che lasciarono la Libia dirette verso l’Italia, col conseguente onere di 10 milioni di euro mensili a carico del bilancio italiano.

Nel novembre 2014 ”Mare Nostrum” venne sostituito da ”Triton “ , operazione similare dal costo di 3 milioni di euro al mese.

L’obiettivo reale di ”Triton “ trasportare in Italia il maggior numero possibile di stranieri, a prescindere dal fatto che fossero rifugiati, migranti economici o clandestini illegali.

Da allora, i contrabbandieri di esseri umani , invece di sparire, si moltiplicarono, cooperando addirittura con la Marina italiana nelle operazioni di “salvataggio”, che consistevano nel semplice trasbordo dei “passeggeri “ dai barconi alle navi militari italiane.

Tale “procedura” venne ben presto adottata dalle Ong ,, divenendo anch’esse trafficanti di quegli esseri umani che desiderassero stabilirsi in Italia e in Europa.
……………
Circa le Ong, Dimitris Avramopoulos (Commissario europeo per la Migrazione, gli Affari interni e la Cittadinanza) disse:
“ Bisogna combattere i comuni contrabbandieri di esseri umani …solo le Ong sono autorizzate a fare quel che essi fanno…”

Nessie said...

Non avevamo dubbi, Silvio. Ma le pistole fumanti a supporto della tesi "demografico-sostitutiva" dell'ONU e dei piani kalergiani, sono sempre un'ottima cosa. Senza contare che i "comuni contrabbandieri di esseri umani" non lavoravano in proprio né in "splendido isolamento" , nemmeno prima.

Resta da capire perché nessun governo abusivo di marca piddiota non voglia risolvere la questione, nemmeno a costo di perdere i suoi stessi elettori. Per il momento possono permettersi di perdere consenso, grazie al trucchetto del NON FARCI VOTARE.
Poi si vedrà...

SILVIO said...

“Perché il governo italiano non riesce a contrastare il traffico di clandestini nel Mediterraneo?
Perché non vuole”


by GEFIRA
https://gefira.org/en/2017/01/02/why-the-italian-government-cant-resolve-the-problems-of-mediterranean-smuggling-boats-because-it-doesnt-want-to/
_________________ PARTE SECONDA ____________

Fu il governo Monti ad istituire un Ministero per l'Integrazione, affidato ad Andrea Riccardi della "Comunità di Sant'Egidio" , spianando la strada al progetto Ong delle “frontiere aperte”.

Nacquero così i cosiddetti ”corridoi umanitari” .

Il Ministero per l’immigrazione venne poi affidato a Cécile Kyenge (una donna di colore nata nella Repubblica Democratica del Congo) il cui obiettivo fu quello di ridurre drasticamente i requisiti per acquisire la cittadinanza italiana, proponendo una legge che avrebbe permesso di darebbe la cittadinanza ai figli degli immigrati se nati sul suolo italiano.

Sotto Renzi, il ministero venne ridotto a un Dipartimento del Ministero per gli Affari interni, a cui fu preposto Mario Morcone anch’egli affiliato alla "Comunità di Sant'Egidio".

Cosa succede una volta che i migranti di ogni genere raggiungono il suolo italiano?

Essi vengono inviati neii centri di accoglienza, dove possono richiedere lo status di rifugiati.

Va notato che i centri di accoglienza italiani sono da tempo sovraffollati per cui il governo italiano ha predisposto l’asilo dei rifugiati in alberghi, ostelli o in abitazioni private, sobbarcandosi il relativo onere.
………………..
L’esperienza ha inoltre mostrato che “i rifugiati” sono soliti distruggere precauzionalmente i loro documenti per cui, in caso di rifiuto della loro domanda di asilo, sarà quasi impossibile identificarli.
Tanto più se diverranno clandestini, dopo avere devastato , durante le frequenti risse, i beni di chi li ospita.
….
Come è emerso dalle indagini su "Mafia Capitale" , vi sarebbe stata una collusione tra i membri del governo Pd (che controllano le istituzioni relative all'immigrazione all'interno dello Stato italiano) ed i centri dei rifugiati, le ONG la criminalità organizzata … fornendo enormi profitti illeciti per i racket.

Una dichiarazione di un membro della criminalità organizzata conferma quanto sopra enunciato.

Cioè, rivela che l'immigrazione è ormai il business più redditizio , dopo il traffico di droga… »

____________________________FINE _________

Anonymous said...

Nessie,i giovani adesso o passano il tempo a mandarsi le 'faccine' con il cellulare e a drogarsi o se ne vanno all'estero,alcuni anche in previsione del futuro che ci aspetta qui.Non ci è permesso protestare,gli unici che lo fanno sono quei disgraziati dei centri sociali che devastano tutto-per difendere i loro rifornitori clandestini-sapendo di farla sempre franca.I giovani adesso hanno altri 'valori',non pensano alla difesa del territorio.E i pochi che ci pensano hanno le mani legate,ci darebbero con il manganello. Massimiliano

Nessie said...

Silvio, intanto ti chiedo di scusarmi ma il tuo commento relativo alla IIa parte di Gefira è caduto nella casella dello spamming e ne ignoro la ragione. Pertanto lo vedo solo a quest'ora, ora nella quale mi sono collegata dopo essere stata fuori a cena.

Sapevo che era stato Monti a costituire il Ministero dell'Integrazione con l'ambiguo e subdolo Andrea Riccardi della Comunità di Sant'Egidio. Mentre Cécile Kyenge è stato un bel regaluccio del governo Letta. E Mario Morcone (sempre di Sant'Egidio) è un regalone di Renzi.

Diciamo pure che abbiamo ricevuto bastonate da tutti questi abusivi e che ciascuno ci ha messo del suo. Grazie.

Nessie said...

Massimiliano, ma quelle dei centri sociali, non le chiamarei affatto "proteste", ma proposte.. E per di più indecenti e facinorose proposte.

Jacopo Foscari said...

Intanto oggi il peggior Papa dai tempi di Borgia ha fatto il suo ennesimo exploit politico nel silenzio tombale del coro che ai tempi dell'assai meno loquace Ratzinger sbavava ogni volta che il Papa teutonico si limitava a ribadire la posizione della Chiesa cattolica sulla bioetica

SILVIO said...

Fa nulla, Nessie, son cose che succedono.
Però, avevo temuto il peggio.

Infatti, la procedura di ”salvataggio” dei clandestini (= dai barconi dei contrabbandieri di immigrati alle navi militari italiane) , adottata dalla Marina italiana (alias, Guardia Costiera , agli ordini del ministro dei Trasporti Delrio ) , sa di connivenza e di collusione dei marinai italiani coi trafficanti di esseri umani.

I Codici militari permettono ciò?
Non credo proprio.

E allora, perché i Tribunali militari non intervengono ?
Non mi risulta che la Guardia Costiera abbia l’immunità diplomatica.


Comunque, resta sintonizzata.
A questi strani salvataggi ha incominciato ad interessarsi anche l’autorità giudiziaria.

Ne darò conto più tardi.

SILVIO said...

“Italian investigators probe private migrant aid boats off Libya” =
”Le navi private, che soccorrono i migranti al largo della Libia, sono entrate nel mirino degli investigatori italiani”
- THE LOCAL – link:
http://www.thelocal.it/20170217/italy-probes-private-migrant-aid-vessels-off-libya
______________
« Carmelo Zuccaro - procuratore capo presso la Procura della Repubblica di Catania - ha dichiarato ieri all’agenzia di stampa AFP che la sua Procura segue con interesse le procedure di salvataggio dei migranti al largo della costa libica, effettuate dalla flotta privata delle Ong che ivi operano.

Il procuratore ha altresì precisato che, “ allo stato, non vi è alcuna indagine in corso per il semplice motivo che non si hanno ancora informazioni certe se eventuali reati siano stati commessi”.

Per ora, sono all’ attenzione della Procura “ talune modalità delle operazioni di soccorso, come l’utilizzo di strumenti sofisticati e costosi, quali sono i droni ”.

“Il che significa che qualcuno li sta finanziando. Pertanto ci interessa sapere chi e perché ” »

Nessie said...

Jacopo, ho messo dal parte il link del discorso sconclusionato, sgrammaticato e da illetterato di Bergoglione, con tutte le sue bergoglionerie. So che lo avrai già letto, ma è bene che lo leggano tutti:


http://www.ilgiornale.it/news/mondo/papa-francesco-attentatori-bruxelles-erano-belgi-1365431.html

La chiesa con lui ha raggiunto il gradino più basso della storia. Per favore leggetelo e giudicate voi se dobbiamo sopportare un minus habens tanto sgomentevole e imbarazzante!!!

SILVIO said...

Ma quali sono le Ong che utilizzano quei mezzi “sofisticati e costosi” - come i droni - citati dal procuratore capo Carmelo Zuccaro?

Certamente li possiede e li utilizza la Ong MOAS (= Migrant Offshore Aid Station ) , la cui base operativa sta a Malta.

Essa è stata fondata dal milionario americano Christopher Catrambone che - come George Soros – si è auto ammantato di filantropia umanitaria.

Ma è tutto vero quel che riluce?
O c’è dell’altro?

Costui e la moglie Regina sono nelle grazie di Bergoglio e delle parassite Ong religiose che succhiano denaro da ogni dove, soprattutto dalle casse del Tesoro italiano e dalle tasche dei credenti più sprovveduti.

Il che non depone certo a favore della coppia milionaria

Il solito “Zero Hedge” (se non ci fosse , bisognerebbe inventarlo per il bene dell’umanità!) ha fortunatamente provveduto a togliere la maschera ai coniugi Catrambone, rivelando che appartengono alla satanica banda Soros-Clinton:

ZERO HEDGE : ” NGO Fleet Bussing Migrants Into The EU Has Ties To George Soros, Hillary Clinton Donors
http://www.zerohedge.com/news/2017-02-09/ngo-fleet-bussing-migrants-eu-has-ties-george-soros-hillary-clinton-donors

Quindi, trattasi di infame business , altrimenti detto “traffico di esseri umani a scopo di lucro” .
Altro che spirito umanitario a protezione dei deboli e degli afflitti!

Oltre a MOAS, sono tante le altre Ong che operano nelle acque libiche, imbarcando masse di clandestini di ogni tipo e sbarcandoli in Italia, sotto l’occhio benevolo del governo abusivo italiano.

È qui impossibile citarle tutte, per cui rimando all’ottimo articolo, scritto in lingua italiana, pubblicato da

AURORA : “ Le ONG contrabbandano immigrati in Europa?
https://aurorasito.wordpress.com/2016/12/07/le-ong-contrabbandano-immigrati-in-europa/

Nessie said...

Grazie Silvio. Coniugi Catrambone? Nomen/Omen. Con tutte le buone intenzioni del Procuratore Zuccaro e con le sue denunce, io però non credo che il rimedio a questa emorragia possa venire da istituzioni come la Magistratura. Quando ne sorge uno buono di loro (vedi la piccola procura di Trani) fanno in modo da zittirlo in tutti i modi. Qui fino a quando non cambia radicalmente il quadro geopolitico e geostrategico, chissà cosa ne dovremo passare ancora ....

Nessie said...

In aggiunta di ciò, c'è anche Medici Senza Frontiere che è una multinazionale della Beneficenza globalista.

SILVIO said...

Su “Medici Senza Frontiere” dico solo che è stata finanziata da George Soros.
Con ciò, ho detto tutto.

Una volta per tutte, bisogna entrare nell’ordine delle idee che “l’Apocalisse Immigrazione” che sta sconvolgendo l’Italia e l’Europa ( non altri Paesi come il Giappone, che ha accettato solo 28 rifugiati) ha come pianificatori i Vip della consorteria massonica progressista-globalista, i quali hanno mandato allo scoperto principalmente George Soros come sicario finanziatore.

Ecco perché egli appare onnipresente, persino nel calendario-visite del Commissario Ue per l’Immigrazione:

Esempio :
- Jeudi,” 11 juin 2015 -
Mr Dimitris Avramopoulos receives Mr George Soros, Chairman of the Open Society Foundations
:

http://europa.eu/rapid/press-release_CLDR-15-5129_en.htm

Nessie said...

Innanzitutto, chapeau ai giapponesi! Meglio sarebbe non accettarne nemmeno uno, per non creare precedenti pericolosi. Poi vedo che la Mesta Mietitrice tarda a liberarci del losco Soros e temo quel che ho sempre sostenuto: TUTTO il Male che sta facendo è il suo GEROVITAL di lunga vita.

SILVIO said...

Ma gli esempi “virtuosi “ non si limitano al Giappone, Nessie.

Nella stessa Africa , i respingimenti degli “invasori” sono una prassi frequente che gli Stati africani adottano nei confronti dei clandestini di altri Paesi africani.

Ne da conto il New Observer in codesta carrellata di notizie:
http://newobserveronline.com/category/africa/
----------------

Da essa ne estrapolo TRE (di quelle che mi hanno più colpito):

1- ”L’Egitto presenta legge anti-invasione”
http://newobserveronline.com/egypt-introduces-anti-invasion-law/

2- “ Il Kenya di espelle 425.000 "rifugiati" somali “
http://newobserveronline.com/kenya-expel-425000-somali-refugees/

3- “ Il Congresso Nazionale Africano dichiara che tutti i bianchi verranno espulsi dal Sud Africa entro i prossimi 50 anni
http://newobserveronline.com/anc-drive-whites-south-africa-within-50-years/

Quanto detto è verità incontestabile!

E allora, cosa aspettiamo a liberarci dei luridi vermi politici italiani ed europei che, un giorno sì e l’altro pure, cercano di convincerci del contrario, spacciando per verità quella che invece è la strada che ci condurrà verso l’inferno?

Maledetto PD!
Maledetta “sinistra “ !
Cancro dell’Italia e dell’Europa!
Da estirpare senza pietà!

Aldo said...

Quante delle navi usate per le operazioni di traghettamento battono bandiera non italiana? Non credo sia una domanda oziosa, perché per quel poco che ne so una nave è territorio della nazione della quale batte bandiera, il che dovrebbe aprire tutto un volume su chi dovrebbe effettivamente farsi carico delle persone imbarcate (mi spiego: se una nave che batte bandiera francese imbarca 100 persone, non si dovrebbe considerare che il territorio di primo approdo è la Francia? Se così fosse, in base a quale norma del diritto quei 100 dovrebbero essere sbarcati in Italia?).

Aggiungo, anche se mi pare d'averlo già osservato...

Sempre per quel poco che ne so (e potrei sbagliare) il soccorso in mare obbligatorio prevede lo sbarco nel porto più vicino. Orbene, se una qualsiasi nave imbarca 100 persone nei pressi della costa libica, come è mai possibile che quelle 100 persone vengano invariabilmente sbarcate in Italia?

Può essere ch'io abbia il naso troppo raffinato, ma direi che 'sta roba puzza.

Alessandra said...

Ho visto alcune immagini di questi coniugi Catrambone. Sono pure giovani, al contrario della diabolica cariatide.
Ovviamente i msm e affiliati li descrivono come due santi. Questo articolo, per esempio, li esalta ma se letto con il detector, rivela molte cose su questi due.

http://www.chefuturo.it/2015/05/moas-catrambone-migranti-mare-nostrum-droni-salvataggio/

Sul Pampa ormai non ho più parole, non riesco neppure a dire che ha toccato il fondo, perché è da mo' che ha cominciato a scavare.

OT ma neanche poi così tanto, visto che sempre di "società aperta" si parla.
Ieri sera mi sono imbattuta nell'ennesima pubblicità progressista, quella di Brand Portal per una petizione indetta dall'emittente televisiva Real Time per chiedere all'Accademia della Crusca l'istituzione del genere neutro per la parola "amore".
Lo slogan è: Un amore è un'amore.
Sì, scritto proprio con l'apostrofo.

http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/il-refuso-di-real-time-una-campagna-gender-rendiamo-amore-un-termine-neutro-57578/

In nome dell'Ammmore, violentano anche la già da anni oltraggiata lingua italiana.

Nessie said...

Silvio,

Maledetto PD!
Maledetta “sinistra “ !
Cancro dell’Italia e dell’Europa!
Da estirpare senza pietà!


Il mio prossimo topic previsto tra stanotte e domani sarà dedicato proprio a questo tema, in funzione di quell'aborto di congresso che stanno facendo.

Nessie said...

Aldo, sono domande, le tue, che trovano fior di risposte nella monumentale documentazione prodotta dal nostro impareggiabile Silvio.
Si prega di leggere con attenzione il suo commento delle 11, 10 am
poi 10,16 am di oggi 18. Lì troverai nomi, cognomi e indirizzi dei responsabili.

Poi quello delle 12, 57 pm e delle 12, 43 di ieri 17 febbraio.

Spiacente, ma dopo tanti sforzi investigativi, non sono più ammesse domande ingenue :-)

Nessie said...

Alessandra, ho visto le foto dei due Catramboni, grazie. O meglio, Ca-Tromboni di Soros :-).
E che Tromboni!

C'è sempre da stare molto in guardia quando si trovano in circolazione simili "filantropi"!!!

Quanto a Pampurio, è diventato un penoso caso umano. Meno male che con quella battutaccia che non si deve dire "terrorismo islamico", sta cominciando a schiacciare qualche callo anche ai suoi stessi burattinai!

Agli ignobili accademici globalisti della Crusca della parola Amore (coniugata con tutte le desinenze) dedico questo sberleffo:

https://www.youtube.com/watch?v=mfoW0In0tGE

Aldo said...

Capisco quel che vuoi dire con "domande ingenue" e perché usi quell'espressione nei confronti dei miei "dubbi", però mi pare che ci sia qualche sfumatura nell'approccio: se ho capito bene, Silvio parla di una ipotesi di indagine su illeciti perpetrati di sottobanco, io cerco di pormi dei quesiti in merito alle pretese di applicazione di presunti ordinamenti sovranazionali che ci vengono imposti dall'alto (l'UE, ma non solo, insiste su un nostro presunto obbligo di accoglienza che io non sono poi così convinto che sia effettivamente esigibile, e proprio quella esigibilità era l'oggetto delle mie osservazioni dubbiose).

Nessie said...

Non siamo più in un regime di sovranità, ma nello stesso tempo la "messa a regime" legislativa di una "cessione di sovranità" totale non c'è ancora. Per fortuna.
Ti faccio un esempio concreto. Un'amica mi chiede il perché io sia così nettamente contraria allo ius soli se intanto poi gli immigrati li abbiamo già tutti qua.

La cosa cambia. Se non hai ancora una legge che li sancisce di "cittadinanza italiana" hai la tenue speranza di poterli rispedire.

E' su questo che dobbiamo giocarcela: impedire ad ogni costo la "messa a regime".