27 January 2017

Troppa carne al fuoco di Gennaio






Gennaio sta  per concludersi, ma ci sono  così tanti avvenimenti politici nazionali e internazionali che si accavallano e intersecano che sono costretta a fare un post cumulativo, dato che c'è molta carne al fuoco. Non abbiamo ancora finito di piangere i nostri morti  per terremoto e valanghe in Abruzzo che inflessibile Pierre Moscovici, il commissario agli Affari Economici della Ue,  ieri se ne  è uscito con un a frase all'apparenza ambigua: le spese per il terremoto dovranno essere considerate «separatamente» rispetto alla trattativa già aperta con Roma sullo 0,2% di deficit da recuperare con una manovra correttiva da 3,4 miliardi. Ci vogliono vedere rasoterra a Bruxelles e non ne fanno nemmeno più un mistero, parlando di eventuale apertura di procedimento di infrazione. Ci sono le imminenti elezioni tedesche e la Germania è quella che si mostra la più inflessibile. C'è da credere nello sdegno di Padoan che lamenta sulle conseguenze di una procedura di infrazione, o si tratta dell'ennesima farsa fra poliziotto buono e quello cattivo? La sottoscritta opta per questa seconda ipotesi. Mi viene da ridere quando sento Orfini del Pd che si scandalizza. Che si aspettavano i piddioti dai becchini loro padroni? Che gli facessero degli sconti per lo zelo fin qui dimostrato nel remare contro gli Italiani?


Andiamo avanti. Pare impossibile ma si possono comprare tre banche al prezzo di 1 euro. E sono proprio quelle banche che hanno fatto trovare pessime sorprese ai risparmiatori.  E' successo a Victor Massiah dell'UBI, il gruppo bancario lombardo. Comprare tre banche per un euro? È possibile, se le banche in questione sono tre delle quattro "salvate" (ndr: si fa per dire) dal governo Renzi a un passo dal baratro. E se il compratore è il solo che si sia fatto avanti. Con un euro in mano. Affare fatto. Ieri sera Ubi banca ha siglato il contratto per acquistare il 100% di Banca Etruria, Banca delle Marche e Cassa di risparmio di Chieti. Resta fuori la Cassa di risparmio di Ferrara, che non ha trovato nel quarto istituto di credito d’Italia il suo salvagente.  Ubi è l’unico nome che abbia manifestato un serio interesse per l’acquisto. Grazie al decreto “Salva-banche” del governo Renzi a fine 2015 CariChieti, CariFerrara, Banca Marche e Banca Etruria vengono alleggerite dalla valanga di crediti deteriorati che le ha travolte. Crediti deteriorati, ossia soldi prestati, mai tornati indietro e ormai difficili, se non impossibili da riscuotere. Lo schema di salvataggio funziona così: i crediti deteriorati vengono spostati nelle casse di una bad company e le quattro banche, sgravate delle perdite, rinascono come good bank.  

Così illustra il sito di economia wired. Voi ci credete a questo miracolo dell'UBI MAIOR MINOR CESSAT?

Se questo signore si compra banche fallimentari e indebitate per 1 euro (offerta ridicola ma pur sempre necessaria a mostrare che c'è in atto una transazione), è evidente che avrà i proprio tornaconti. Eppure i media lo fanno passare per un "benefattore": della serie, da Massiah a Messia. Per l'operazione Ubi farà un aumento di capitale da 400 milioni sul quale ha già siglato un accordo di garanzia con Credit Suisse e Morgan Stanley.Da aggiungere al conto c'è anche la richiesta di Ubi di ricapitalizzare nuovamente le tre banche, prima del passaggio di mano, per una ulteriore "pulizia di bilancio".


  • Troppa la carne sul fuoco di  questo gelido gennaio! E tra questa spicca la dichiarazione del futuro ambasciatore americano presso la Ue Ted Malloch.  "L'euro? Non credo che sia solo una moneta decotta, ma un vero problema - ha spiegato nelle scorse ore in una intervista alla BBC - per gli europei ma anche per tutti gli altri. La mia previsione è che sia destinata al collasso. Diciamo entro un anno, forse 18 mesi".


Malloch insegna alla Henley Business School. E su Unione europea ed euro ha le idee molto chiare. "Io vi posso dare un consiglio finanziario - ha detto alla Bbc - andate corti sull'euro, e non vi sbaglierete". L'intervista alla tivù di Stato inglese è stata rilasciata alla vigilia della visita del primo ministro Theresa May negli Stati Uniti, il primo incontro ufficiale con il neo presidente Donald Trump in vista di un nuovo accordo commerciale tra America e Inghilterra tagliando fuori l'Unione europea. (Andare corti, nello slang dei traders, significa scommettere sul breve termine o sul brevissimo. Più traders sono disposti a scommettere sul crack e più la vita dell'Euro sarà breve. Quindi ci saranno squadre di traders dall'una e dall'altra parte che guideranno la tendenza degli altri investitori. Una dichiarazione simile equivale ad una dichiarazione di guerra finanziaria.)

A Bruxelles gli euroburocrati le stanno provando tutte per imbrigliare la May. Ma per Malloch si tratta solo di "un inghippo da avvocati privo di senso politico". "È come quando ingiungi alla moglie da cui stai divorziando di non avere relazioni con un altro - argomenta - è un diktat del genere è destinato a non funzionare". Il professore si dice certo di una "rapida evoluzione del quadro politico" tanto da render possibile un accordo diretto con Londra senza interferenze europee. "Anzi - sottolinea - non mi stupirei se le prossime elezioni in Olanda, Francia e Germania provocassero un' accelerazione della disgregazione dell'Unione europea". (fonte Il Giornale).




  • Last but not least, il  pessimo Italicum riveduto e corretto, scaturito dalle diatribe della Corte Costuzionale, frutto del solito italiota compromesso fra le visioni contrapposte all'interno della stessa Consulta. Ballottaggio cassato da Amato e Marta Cartabia  (toh!  chi si rivede!) che, doveva servire come ordinato dal duo Napolitano-Mattarella, a bloccare i grillini. Resta invece in piedi il premio di maggioranza che era  già anche  la peculiarità del tanto vituperato Porcellum. Per l'occasione possiamo chiamarlo "Renzellum" con capilista bloccati. Non possiamo ottenere una corretta legge elettorale dal Parlamento i cui partiti pensano sempre ai loro tornaconti. E l'Italicum  così com'era all'origine era espressione di un "uomo solo (abusivo) al comando".  Non possiamo confidare nei giudici che sono pur sempre lo specchio di poteri,  di interessi, di uomini, di forze politiche e partiti. 
Si voterà in aprile? in giugno? nel 2018 quando finirà la legislatura? Quando verranno armonizzate le leggi elettorali fra  Camera e Senato, ovvero alle calende greche? Si accettano scommesse...


52 comments:

Jacopo Foscari said...

Si voterà nella notte tra il 30 e il 31 Febbraio del Duemila e Credici

Nessie said...

Questa è la solita mossa del perfido Topo per inchiavardarci e blindarci. Lui è uno specialista di alto calibro. Lo ha fatto anche con la Costituzione Europea chiamandolo Trattato di Lisbona.

Anonymous said...

Chissà se questa è vera. Il Topo guarda avanti e penserebbe già al Quirinale:

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/12287745/giuliano-amato-quirinale-sentenza-italicum-consulta-favore-renzi-berlusconi.html

Z

Nessie said...

Questa è impensabile. Nonostante ormai tutte le assurdità siano possibili il Topo è classe 1938 e il settennato di Mattarella gli impedisce di nutrire sogni impossibili.
Per quanto sgangherati e messi male, sarebbe alla soglia dei 90 anni. E sarebbe il primo caso nella storia di questo sgangheratissimo paese, eleggere al primo mandato un quasi novantenne. Napolitano era vecchio ed è rimasto pochi mesi al secondo mandato.

Anonymous said...

L'Euro zomperà comunque prima del voto. Meglio allacciare le cinture e preparare corde e fucili.

IL SAURO

Nessie said...

Se procedono con queste lungaggini infinite, senz'altro.

Massimo said...

E' il mondo delle chiacchiere. Per questo sono tutti sorpresi da Trump che agisce e reagiscono con una ironia biliosa come quella profusa a piene mani ieri a Sky Economia alle 18,30 dove il conduttore con un nerd dagli occhialini da intellettualoide anni settante, i capelli accuratamente in disordine e il maglioncino d'ordinanza per evitare la giacca e la cravatta, non hanno fatto altro che preconizzare il fallimento delle azioni di Trump, invocando alla fine che "venga fermato" dall'America stessa. Chi fa, sorprende il prossimo. Salvini e la Meloni dovrebbero rifletterci.

Anonymous said...

vorrei far notare che questo "aborto costituzionale" sia praticamente la stessa cosa del "porcellum" cambiando la parola "coalizione" con "lista" cioe' la "corte" avrebbe fatto soltanto un po' di maquillage ad una legge da essa precedentemente sconfessata

Ma ovviamente questo maquillage contiene una precisa finalita' politica. Infatti dal momento che nessuna lista raggiungerà mai il "quarantapercento" la legge introduce un ritorno al un proporzionale puro ( ma con liste bloccate cioe' dettate dai segretari) e alla necessita' di "coalizioni" da costruire in parlamento con il fu tanto vituperato "mercato delle vacche" guidato stavolta da un "presidente della repubblica" non più garante ma manipolatore del parlamento ( alla napoletano per intendersi).

Insomma viene sommato il peggio della "prima repubblica" con quello della "seconda", come ultimo maquillage "democratico" per garantire il proseguio del dominio delle attuali " caste dirigenti". "Ultimo" nel senso che esso presuppone l' ultima ratio della " dittattura del presidente" nel caso sempre piu' probabile di un parlamento "ingovernabile" da LORO
ws

Nessie said...

Massimo, come saprai il Presidente in USA assume su di sé poteri assai più decisionali del primo ministro e della nostra democrazia di delega parlamentare. Non è un caso che le loro presidenze le chiamino "amministrazioni" (Amministrazione Reagan, amm. Bush ecc. ).
Inoltre i primi 100 giorni nei quali si insediano li considerano cruciali per i loro cambiamenti, poiché forti del consenso.

Nessie said...

ws, l'ho scritto nel post (ultime righe in basso) che è una riedizione del "porcellum".

Quanto all'impossibilità di mettere insieme una qualsivoglia alleanza, pochi giorni fa, ne ha scritto il Fatto.Travagliato finché si vuole, ma in questo caso ci ha preso:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/27/italicum-dopo-le-modifiche-della-consulta-oggi-alla-camera-non-ci-sarebbe-nessuna-maggioranza-sarebbe-la-paralisi/3344834

E' comunque vero che rappresenta tutto il peggio della Prima e della II Repubblica messe insieme. E la toppa è anche peggio del buco.

Aldo said...

Proseguo lungo la linea della saggezza popolare: chi non si muove non fa danno. In che misura un potere paralizzato è meglio di un potere in piena efficienza, appurato che le intenzioni di chi quel potere lo ha tra le mani sono a danno dei sottoposti ("sottoposti" non di nome ma di fatto)? Stanti le cose come stanno, l'ingovernabilità è davvero un disvalore?

Nessie said...

Ti sbagli, Aldo! E di grosso. Costoro si muovono, eccome. Ubbidiscono a Mamma (anzi, Mammona) Troika e corrono e galoppano alla velocità della luce. Hanno un'Agenda dettata altrove da portare avanti e quell'inefficienza e apparente "ingovernabilità" (che poi è tutta da dimostrare ) che vedi è in funzione del Sovrastato poliziesco europeo. Quando vedrai che questa apparente anarchia smantellerà:

1) Sanità
2) Scuola
3) Sicurezza (Protezione Civile, Polizia, Carabinieri, GdF ecc)
4) POste e telecomunicazioni
5) Ferrovie, trasporti pubblici e privati

....e via con la lista degli assetti..
Quando vedrai che gli stipendi non verranno più pagati, che le pensioni verranno risucchiate, che i malati giacciono per terra nelle corsie d'ospedali (già lo fanno) allora e solo allora ti passerà la voglia di scrivere certe spiritosate. Intanto leggiti cosa fanno alla vicina Grecia, dove più di un terzo della popolazione è senzatetto:

http://www.occhidellaguerra.it/

Aldo said...

La situazione che riporti non descrive un potere paralizzato, bensì uno pienamente operativo. Ecco quindi i danni.

Nessie said...

Sì, ma le disfunzioni di questo governo, il suo caso e la sua apparente ingovernabilità e destabilizzazione non rappresentano affatto l'inazione, ma l'azione. Questo volevo dire. Mettiamola così, il Potere non dorme mai e si muove anche quando sembra stare fermo.

Nausicaa said...

Gentiloni ha deciso la linea per i prossimi giorni: con Bruxelles apre una trattativa, «l’Italia non ha alcuna intenzione di aprire guerre con nessuno», infrangere le regole o di lanciarsi nel burrone dell’extra-deficit. Ma al tempo stesso non ha alcuna intenzione - ecco il punto nodale- di ipotizzare manovre, manovrine o aggiustamenti - dice Lui.

La verità è che i giochetti sono già fatti. Fanno finta di fare i ribelli ma poi cederanno e faranno anche una manovrina aggiuntiva nel documento di Programmazione economica e finanziaria. E senza nemmeno renderlo pubblico coi media che terranno bordone. Così la vedo io.

Nessie said...

Così la vedo anch'io. Fanno melina sulla nostra pelle, come al solito, ma si sono già accordati. Gentiloni che fa finta di fare una letterina di intenti, poi fanno il DPF con la manovra aggiuntiva dentro e tutti noi gonzi, manco ce ne accorgiamo.

Oggi si è risvegliato pure il Pentolaio di Rignano in un convegno dei loro, e pareva il peggior euroscettico del Pianeta. Fregoli ha indossato una nuova maschera.

SILVIO said...


Buon giorno al blog.

Sto monitorando con meticolosità certosina gli ordini esecutivi, i memorandum ed il resto degli atti del Presidente Trump.

C’è da rimanere stupefatti: è un bulldozer!

Sta - sinora - mantenendo tutte le promesse elettorali.

I numeri e i fatti non mentono mai.

Nessie said...

Buondì Silvio. Sì ho sentito e visto. E abbiamo anche sentito anche le urla belluine dei suoi detrattori.

Già che sei a tiro però vorrei chiederti di più nel merito dell'operazione UBI, della serie tutto per 1 euro, tenuto conto che sei esperto in materia.

Il risparmiatore sbalordito prima viene turlupinato dalle citate banche di tutti i suoi risparmi, poi deve assistere a questa che sembrerebbe La grande Beffa. Puoi dirci di più?
Ci sarebbe anche l'operazione MPS che è tutto fuorché "trasparente".

Anonymous said...

Ciao a tutti,
fantastica la data di Jacopo Foscari! Ma mi sa che ci ha azzeccato..
Laura

Nessie said...

Sì, ma avanti di questo passo, salterà prima la Ue. Sono 5 anni che in Italia hanno sospeso la democrazia con 4 governi abusivi per coprire le loro malefatte.

Alessandra said...

Gentiloni non fa molto parlare di sé, ma viaggia da una parte all'altra d'Europa a pigliare ordini.
Ho sentito Renzi che ha detto loro "sanno come si fa a prendere il 40%".
Ma è ancora convinto che la percentuale rimediata dal SI coincida con il consenso suo e del PD?

Comunque, adesso i burocrati e i lacchè UE avvertono il pericolo e vogliono un esercito europeo, una politica europea affinché questo carrozzone diventi "una superpotenza".
Speriamo davvero di infilare anche quest'anno, un'altra tripletta (elezioni in Olanda-Francia-Germania, almeno un bel risultato per AfD).

Certo non si rassegnano e sono disposti a tutto. Ho letto sul blog di Foa il suo ultimo articolo: sta cominciando una caccia alle streghe ai danni dei giornalisti e blogger non allineati.

Nessie said...

Ciao Alessandro. Infatti è errato limitarsi a vedere Gentiloni come un clone di Renzi (alla Crozza). Gentiloni è un silente galoppino della Troika che non esterna ma esegue. Ho già segnalato questo articolo che forse conoscerai nel merito:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-gentiloni-non-e-solo-una-fotocopia-purtroppo-18593.htm

E' perfettamente vero quel che lascia intendere:

S’intende soprattutto l’atteggiamento di chi ha scritto in faccia che sta al potere non perché lo vuoi tu, ma perché lo vogliono gli amici suoi; e finché lo vogliono loro tu te lo devi tenere..

Sulla censura di Google e il caso Messora. Innanzitutto devo dire che pur solidarizzando con lui per quanto è avvenuto non posso esimermi dal constatare che anche la sottoscritta ha ricevuto in passato "l'offerta" da AdSense l'agenzia di Google per la raccolta pubblicitaria. Ma conoscendo il metodo delle corporation ho risposto: "NO GRAZIE". Mi spiace ma non saranno quegli spiccioletti a risolvermi la vita, ben sapendo che poi te ne chiedono conto. Queste cose un esperto della "comunicazione" come Messora, dovrebbe ben saperle.

Pertanto non so proprio perché c'è cascato dentro.Intendiamoci, un blog te lo possono far chiudere per tanti svariati pretesti, specie di questi tempi. Ma andarsi a cercare la raccolta pubblicitaria che sappiamo essere sempre supina e prona all'ipocrita "politically correct", significa andarsela a cercare.

Comunque sia, ritengo che non ci sia da rallegrarsene.

Nessie said...

PS: Perdona il refuso, dovuto alla fretta: volevo scrivere Alessandra, naturalmente :-).


Sergey Brin di Google anni fa disse qualcosa di molto inquietante: "A breve saremo in grado di conoscere i tuoi pensieri". Come ho spesso detto, noi siamo pesci in una boccia di cristallo e pochi si rendono conto che la libertà di manovrare questo giocattolino detto internet, in realtà è una nuova prigionia.
Mi sa che tra non molto dovremo tornare a carta, penna e postino. Ciao.

Anonymous said...

A proposito di quello che ha scritto Alessandra, mi pare che un esercito europeo ci sia già, o no? L'EGF (Eurogendfor) con sede a Vicenza, e la politica europea sono 15 anni che ce la impongono, complici i loro galoppini (stra)pagati da noi.
Laura

Nessie said...

Sì, ufficialmente ci sarebbe già:


http://www.informarexresistere.fr/2015/06/16/eurogendfor-partner-dei-carabinieri-ora-e-ufficiale-ecco-il-comunicato-dellarma/

Nei fatti, manca ancora un coordinamento intraeuropeo. Speriamo che collassi tutto il cuccuzzaro.

Anonymous said...

Già, speriamo che collassi tutto quanto, a questo punto, Bruxelles e compagnia cantante.
Laura

Nessie said...

E la Ue in queste ore si permette di dare lezioncine morali a Trump: "Noi non discriminiamo mai". Ma sono gli stessi che hanno creato l'emergenza terrorismo. Da anni chiudono gli occhi davanti al pericolo islamico trasmesso da un'immigrazione incontrollata e sempre più devastante. L' anno scorso hanno pure dovuto fare i conti con le stragi di Bruxelles, Nizza e Berlino. Ma si prendono pure la briga di pontificare le loro verità.

Aldo said...

La cagnara che stanno sollevando intorno a Trump, buono o cattivo presidente che sia, è davvero surreale. La credibilità della campagna in corso è prossima allo zero o poco più sotto. Eppure, per quanto possa sembrare impossibile, mi sa che c'è lo stesso chi "abbocca" e ci casca.

Nessie said...

Come vedi, l'"erba voglio" non cresce più nemmeno nel Giardino della Casa Bianca, dato che sulle attuali decisioni di Trump ci sta mettendo becco, artigli e zampe la loro Magistratura. Ed è stata proprio una magistrata obamiana a far sbloccare il decreto Trump.

Ecco qui chi è il giudice (o la giudice) si chiama Ann Donnelly:


http://www.occhidellaguerra.it/giudice-contro-trump/

Come vedi, TUTTO IL MONDO E' malPAESE

Aldo said...

Sì, hai ragione. Il mio commento, però, era riferito più al tenore della narrazione così come ci viene proposta che alla sostanza dei provvedimenti. Sono in uso tecniche d'una sfrontatezza talmente sfrontata da stupirsi che qualcuno possa davvero abboccare, non credi?

Nessie said...

Eppure qualcuno abbocca. Oggi il Fattaccio travagliato aveva un articolo dal disgustoso titolo:

UNO SCHIFO CHIAMATO TRUMP a firma Andrea Scanzi:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/01/30/uno-schifo-chiamato-trump/3350030/

con tutto lo schifo e la m...a che ci circonda abbiamo pennivendoli preoccupati dei presidenti altrui.

La principale fabbrica per boccaloni si chiama STAMPA. Anzi, stampaglia.

Jacopo Foscari said...

A Trump semmai si potrebbe rinfacciare un provvedimento che non mette nella lista degli indesiderati paesi come l'Arabia Saudita e il Qatar. Tutta la sinistra al caviale planetaria riunita a dargli addosso comunque mi conforta, significa che, pur nei suoi limiti, Trump sta facendo qualcosa di buono

Nessie said...

Beh, scontata la critica secondo cui Petroleum Non Olet. E qui Trump presta il fianco ai suoi oppositori. Tuttavia sentire il canadese Justin Trudeau insistere sui soliti temi dell'accoglienza ad ogni costo, fa venire il latte alle ginocchia.

Alessandra said...

Nessun problema Nessie, non mi hai provocato dubbi sulla mia identità sessuale. ;-)
Sì, ricordo di quando hai scritto, in un commento a un vecchio post, di aver ricevuto anche tu un'e-mail da AdSense e di come con ogni probabilità si tratti di "esche" gettate a blogger non allineati per indurli a cambiare sponda.
Il caso Messora sembra confermarlo, visto cos'è successo a lui che ha continuato a non allinearsi.

Scanzi stasera dalla Gruber è andato anche oltre il suo misero articolo facendo il solito parallelo Trump-Hitler (che fantasia!).
Trudeau è il progressismo-globalismo politicamente corretto fatto persona, il nuovo alfiere Oltreoceano ora che non c'è più Obama.

http://www.ilfoglio.it/esteri/2016/11/12/news/quello-che-leconomist-non-racconta-di-justin-trudeau-nuovo-fumetto-liberal-106452/

@ Laura
È vero, esercito e politica europea ci sarebbero già, ma ora stanno accelerando il processo di assorbimento degli Stati nazionali nell'unico organismo sovranazionale. Mi riferisco in particolare a queste dichiarazioni della Mogherini.

http://classeuractiv.it/news/mogherini-ora-con-trump-l-ue-sia-una-superpotenza-201611111737059684

Nessie said...

Buondì Alessandra. Ah beh, se ce lo dice la Mogherini allora siamo a posto! :-). Pare impossibile ma siamo sempre i più zelanti, servizievoli zerbinotti nel caldeggiare la messa a regime della tirannide Ue. Uso il plurale majestatis anche se dovrei dire "loro". Per questo ci danno questo genere di incarichi (vedi l'ultimo a Tajani).
Il mandato quinquennale di Lady PESC, pezza da piedi, scadrà nel 2019. Speriamo che nel frattempo venga giù tutto come un castello di carte.

Nessie said...

Ed ecco cosa è disposto a fare il neoeletto zerbino Tajani, pur di accontentare Mammona Ue: la censura sulle cosiddette (da loro) "fake news", un termine che non posso più soffrire, perché sembra che dirlo in Inglese, abbia maggior autorevolezza. D'ora in poi propongo di chiamarlo con la sua traduzione "notizie false"; e in fatto di false notizie, la stampa mainstream e i politici Ue sono i primi in classifica:

http://www.corriere.it/esteri/17_gennaio_31/fake-news-avvertimento-ue-facebook-36c618a2-e72d-11e6-b669-c1011b4a3bf2.shtml

Ma chi censura i CENSORI?

Anonymous said...

Nessie, so che sei una sua estimatrice, se ti interessa in questo momento sulla pagina FB di Salvini sta parlando Marcello Foa
https://www.facebook.com/salviniofficial/videos/vb.252306033154/10154480318563155/?type=3&theater
Laura

Nessie said...

Più che estimatrice lo considero il meno peggio nell'ambito dei mainstream. Intendiamoci, anche lui ha i suoi difetti, ma messo in confronto ai suoi colleghi, ci puoi ragionare. Grazie Laura, ora ascolto.

Anonymous said...

http://www.sapereeundovere.com/zero-hedge-negli-stati-uniti-e-in-corso-una-rivoluzione-colorata/

XY

Nessie said...

Grazie, me ne servirò per il prossimo (o i prossimi) topic. Certo, un gran bel casino!

Jacopo Foscari said...

Bella Napoli dal sarcofago ci fa sapere che voteremo nel 2018

SILVIO said...


Lo scellerato ministro abusivo Alfano” l’Africano” ha deciso di sottrarre all’Italia 200 milioni di euro per regalarli ai corrotti dittatori dei Paesi africani.

Euractiv – Link :
http://www.euractiv.com/section/justice-home-affairs/news/italy-sets-up-fund-to-help-african-countries-stop-migrants/

Presto verrà la resa dei conti elettorali anche per lui.

Nessie said...

Silvio e Jacopo, le mie budella sono a torciglioni per le notizie sempre più beffarde e crudeli di questo nostro disgraziatissimo Paese.

In primis Bella Napoli. Un ex presidente oggi senatore a vita coi nostri denari pubblici dovrebbe risparmiarci le sue geriatriche esternazioni di dittatore comunista che l'ha scampata bella, e che ora può godersi un sostanzioso appannaggio con denaro pubblico. E visto che parla di "un paese civile", allora noi diciamo che un vero paese civile giammai avrebbe tollerato un dittatore comunista fautore di un golpe tecno-finanziario che ha dato la stura alla rapina della Troika per il tramite di Monti. Non pago di ciò, ci ha rifilato altre due patacche non elette, come Letta e Renzi.

Ora un presidente l'abbiamo già, e per quanto non mi piaccia, spetterebbe a lui proferirsi sulla data elettorale.Oltretutto Napolitano manca di ogni bon ton ed educazione nei confronti del suo successore. La sua invadenza e prepotenza non conosce limiti di età, né di tempo né di luogo.

Nessie said...

Parte IIa. Vengo ad Half-Ano L'Africano. Ho sentito la faccenda dei € 200.000.000. Dunque per questo genere di investimenti, improvvisamente i soldi che ci strappano dalla bocca, ci sono!

E' evidente che noi Italiani siamo diventati "superflui" e che l'ordine europeo tassativo è quello di investire sui nuovi arrivati o in procinto di arrivare. O per la ricostruzione, non delle zone terremotate, ma dei paesi africani.
Tuttavia c'è un altro personaggio della stessa risma dell'Africano, astuto e che se ne sta nell'ombra: Minniti il Calabrese. E' scaltro come una volpe e lascia scoperto solo il più fesso dei due, ma dietro a questa operazione c'è anche lui. Stasera in tv, hanno fatto anche il suo nome.

Va sottolineato che si è defilato anche durante la tragedia del Gran Sasso. E questo non va dimenticato. Sempre che ci facciano votare.

SILVIO said...


La cariatide Napolitano conta oggi come il 2 di picche.
Cioè, nulla.

Se fosse credente, farebbe bene a preoccuparsi della sorte della sua anima: il tempo a sua disposizione si restringe sempre di più.

Ma siccome presumo che non lo sia (= credente) , dovrebbe almeno allarmarsi per la teglia terrena che gli è caduta recentissimamente tra capo e collo:

”Il Giornale: “Inchiesta Ubi Banca, spuntano le telefonate tra Napolitano e Bazoli”
http://www.ilgiornale.it/news/politica/inchiesta-ubi-banca-spuntano-telefonate-napolitano-e-bazoli-1358319.html

Quanto alla data delle prossime elezioni politiche, il voto anticipato al giugno prossimo potrebbe essere un’opzione verosimile.

In fondo, trattasi solo di sfiduciare l’accozzaglia ministeriale abusiva guidata dal “contessino” Paolo.


Aldo said...

Nessie, hai letto della meritata rispostaccia di Salvini al Napo? Sai che ho da ridire anche su Salvini e sai perché, ma questa volta ha colto nel segno e ne ha detta una giusta, foss'anche solo per recitare un ruolo, per fare un "colpo di teatro".

Nessie said...

Silvio, sono curiosa di leggere la telefonata integrale tra Bella Napoli e Bazoli. Domani vedrò se su Panorama si reperisce l'edizione on line.
Stai tranquillo: della sua anima non se ne preoccupa, ma della sua vecchia carcassa invece sì. Purtroppo togliamoci l'idea che lo mettano al fresco. La formula la conosci già: sopraggiunti limiti d'età.

Poi comunque, due di picche o meno, certe esternazioni peggiori delle stecche, non si dovrebbe più permettere di farle. Ne ha già dette e fatte anche troppe.

Nessie said...

Aldo, quel che ha detto Salvini, rispetto a quanto ci ha fatto Napolitano è il minimo. Nonostante ciò, non mi riesce di capire come mai la sua battuta faccia tanto scandalo. Ma del resto chi solidarizza con Napolitano in queste ore ? I soliti piddioti che gli devono la cadrega.

Anonymous said...

hai ragione:troppa carne al fuoco, vorresti aggiungere anche questa braciolina?
http://www.interno.gov.it/sites/default/files/patto_nazionale_per_un_islam_italiano.pdf ?

Maria luisa


Nessie said...

Troppa carne al fuoco, e nessun grasso che cola :-). A noi solo calamità, naturali e non. Oggi cambio topic.

Alessandra said...

A proposito di rompiscatole che si permettono di interferire in decisioni che spettano ad altri.
Il nuovo segretario generale dell'ONU, Antonio Guterres, ha chiesto a Donald Trump di ritirare il suo decreto anti-immigrati perché predispone "misure inefficaci e non protegge gli USA dalla grave minaccia di una possibile infiltrazione di terroristi".
Oh, allora meglio lasciarsi invadere, no?
Lui, per ben dieci anni a capo dell'UNHCR, è uno dei principali fautori di questo casino!

http://www.askanews.it/esteri/onu-segretario-guterres-a-trump-revocare-bando-anti-immigrati_711997840.htm

Nessie said...

Ciao Ale,

ONU, Mogherini e Tusk (cioè la Ue), tutti quanti terrorizzati che salti l'impianto della globalizzazione. E con essa i loro stipendi stellari da Nababbi.