14 December 2016

Bugiarda e inadatta alla Pubblica Istruzione: se ne vada!


Cominciamo male. Non è iniziata nemmeno la legislatura, che questo  governo Renziloni (o Gentirenzi) è già iniziato con una solenne truffa. Le due camere erano deserte quando ha incassato (si fa per dire) la fiducia.  La ministra dalla capigliatura color lucido delle scarpe, ha tentato la sua grande patacca: far passare un corso triennale professionale da assistente sociale per una "laurea breve".

E così si viene a scoprire che il neo-ministro all’istruzione Valeria Fedeli, dicastero che ricomprende anche l’Università, non è nemmeno laureata.Sul suo sito si legge che ha ottenuto un «diploma di laurea in Scienze sociali» conseguito presso la Scuola per assistenti sociali Unsas di Milano. Ma all’epoca non esisteva simile laurea. Il titolo da lei ottenuto è un semplice diploma post-maturità. Lei ribatte che oggi sarebbe considerata una laurea. Ma c’è una bella differenza tra un diploma che potrebbe essere omologato ad una laurea e l’effettiva equiparazione che nel caso della Fedeli non è avvenuta.
Mario Adinolfi attivista del Family Day interviene sul caso: «Valeria Fedeli mente sul proprio titolo di studio, niente male per un neoministro dell’Istruzione. Dichiara di essere laureata in Scienze sociali, in realtà ha solo ottenuto il diploma alla Scuola per assistenti sociali Unsass. Complimenti Gentiloni: a dirigere scuola e università in Italia mettiamo non solo una che non è laureata, ma una che spaccia in Laurea in Scienze sociali un semplice diploma della scuola per assistenti sociali». E così conclude: “La spacciatrice di menzogne sul gender è abituata a dire bugie. Il problema non è neanche che non è laureata, ma che mente spudoratamente. Per un atto del genere in qualsiasi Paese del mondo dovrebbe dimettersi seduta stante o essere costretta a farlo”.
E così salgono a quattro i ministri senza laurea nel presente governo: Valeria Fedeli, Beatrice Lorenzin, Andrea Orlando e Giuliano Poletti. (fonte: La Nuova Bussola). 

Ovviamente la ministra contrattacca secondo la ben nota formula "la miglior difesa è l'attacco", dicendo che le fanno ostruzionismo perché lei è per le politiche Gender nella scuola, manco fosse un titolo di merito.
No, signora ministra: a coloro i quali  fanno un concorso pubblico per ottenere un posto e affermano il falso, accludendo laurea falsa, succede che gli decade automaticamente tanto di NOMINA. E non potranno mai occupare quel posto, nemmeno nel caso in  cui dovessero vincere quel concorso. Lei è un ministro della Repubblica della Pubblica Istruzione e quindi dell'Educazione (in Francia detto Ministero si chiama più propriamente così). Ricopre un ruolo di grande eticità e non può iniziare la legislatura con una menzogna. Che diranno gli studenti italiani? Dobbiamo trasformare le scuole  di ogni ordine e grado nel Paese dei Balocchi di Pinocchio e Lucignolo? Dobbiamo lasciar credere ai giovani che mentre le loro lauree ottenute con grandi sacrifici da parte delle loro famiglie,  non li portano nemmeno a guadagnare mille euro al mese? che spesso sono costretti a umiliarsi arrangiandosi nei call center o in lavori sottopagati da "nuovi schiavi" pur di poter lavorare, ma che, a differenza di loro,  basta aver frequentato le consorterie sindacali della CGIL o la scuola di Frattocchie, o la palestra della FGCI per saltare tutti i passaggi, saltare tutti gli ostacoli e vincere la Lotteria di un Ministero o di  uno scranno parlamentare? 
Troppo comodo!
Perché non diciamo papale papale che in Italia basta essere passati dalle citate conventicole politico-sindacali per effettuare i classici mirabolanti salti del canguro

Vengo ora alla faccenda secondo cui la laurea "non sarebbe importante per essere ministri", tenuto conto che abbiamo già quattro citati casi. Ogni tanto succede che ci siano grandi talenti creativi che hanno prodotto opere bellissime senza essere laureati e viceversa ci sono laureati-cani che magari hanno una laurea in ingegneria, ma fanno crollare ponti. Ci sono grandi statisti che passano alla Storia senza lauree, ma mettiamoci bene in mente che la genialità non è alla portata di chiunque, e stolto è chi lo afferma.
Ma qui in questo caso,  purtroppo non abbiamo dei geni.  Giuliano Poletti, vecchio comunista, uomo di Edilcoop e dell'Alleanza delle  Cooperative Italiane, è stato il creatore del Jobs Act, del lavoro a voucher, del lavoro a chiamata. Orlando (liceo scientifico) non spicca  di certo per essere un Geniaccio dello ius. 
La Lorenzin  ministro della Sanità penso non sappia distinguere un batterio da un virus.

Ce l'avrà la licenza elementare, la signora Ministra? 

La verità è che la politica è diventata un'oligarchia di aspiranti blasonati autoreferenziali disconnessi dai bisogni dei cittadini, inetti, cinici e superficiali, ma attentissimi ad accaparrarsi in esclusiva, privilegi di casta e prebende.

Mi si permetterà di affermare  che un ministro che ricopre un'alta carica, alleghi un diploma di laurea VERO al suo curriculum. Qui ci sono quattro ministri che ricoprono ministeri di peso, che non solo non sono laureati, ma che fanno pure gli arroganti e impongono "riforme" del tutto impopolari (Poletti ministro del Lavoro in primis...). Il che è il modo migliore per sentirsi rinfacciare il fatidico: chi ti credi di essere? Non sei nemmeno laureato...


La Ue e con essa il Nuovo Ordine Mondiale vuole  i suoi emissari ignoranti, incompetenti, senza titoli né crediti per manipolarli meglio e renderli degli esecutori feroci delle sue politiche. Un capo-bastone non ha bisogno di "crediti" né di titoli accademici. Non importa che il gatto sia "esperto", l'importante  è che sia "rosso", diceva Mao-Tse-Tung (che per l'appunto era  un dittatore)  nel suo fatidico libretto. E la Fedeli è rossa  (e non solo nella capigliatura palesemente tinta). Ma questo non è un privilegio, né deve rappresentare un titolo di merito né  tanto meno, un "credito". 
Dopo questa figuraccia del titolo accademico falso, Valeria Fedeli se ne deve andare quanto prima, se  ancora ha un briciolo di comune senso del pudore e del ridicolo. Quel Ministero non è, non può essere,  il suo posto.

FIRMATE  le petizioni on line per richiedere le sue immediate dimissioni cliccando a  questo indirizzo:

  Stop Gender nella Scuola


110 comments:

Nausicaa said...

Sì bugiarda e inadatta. Spero che la mettano in condizioni di andarsene, perché anche certi suoi antefatti (non solo LGBT) non lasciano presagire niente di buono. Come questi suoi legami con Banca Etruria:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/filo-rosso-fedeli-ed-etruria-e-protesta-delle-famiglie-1342259.html

Jacopo Foscari said...

Il problema appunto non è il titolo di studio di Lady Gender, ma il fatto che la suddetta abbia mentito spudoratamente come un Trota o un Giannino qualunque. Quando ci furono i casi del Trota e di Giannino il Piddì balzò sul collo delle prede senza farsi troppi scrupoli, ora che pescano Lady Gender però parlano di "svista". Ridicoli. E che razza di esempio danno ai ragazzi? Sembrano quegli insegnanti somari e terroni, quasi tutti elettori del suddetto Piddì, che protestavano contro le INVALSI perché loro avevano vinto "o concuorso" e quindi gli scatti di stipendio li devono avere in base all'anzianità e non a quanto hanno imparato i loro alunni. Non hanno nemmeno un briciolo di decenza. Lady gender si dimetta seduta stante per manifesta disonestà. Una che parte mentendo sul titolo di studio è già squalificata di per se

Nessie said...

Lady Gender è perfetto :-). Sembra la Medusa del mito greco, mamma mia!. Ricordo perfettamente come si accanirono anche con Bossi e la sua Scuola Radio Elettra. E dire che Bossi non se l'è mai tirata da grande intellettuale! Ma l'ipocrisia e il doppiopesismo sono la loro cifra. Certo che deve andarsene la Fedeli! e noi non le faremo tregua.

Nessie said...

Nausicaaa, Finanza Rossa la trionferà è una loro rischiosa costante abitudine.

Anonymous said...

Perché non diciamo papale papale che in Italia basta essere passati dalle citate conventicole politico-sindacali per effettuare i classici mirabolanti salti del canguro?

perche' il difetto "sta nel manico" in un popolo di ipocriti opportunisti, sempre moralisti e intransigenti con gli altri e lassisti assolutorii con se stessi ( secondo la nota "equazione di scanavacca" ).
Purtroppo il "piddiotismo" e' intriseco al popolo italico e il resto lo fa la "democrazia", cioe' "il sistema che garantisce che nessun popolo possa mai essere governato da qualcuno migliore di lui "
ws

Jacopo Foscari said...

Le opposizioni debbono preparare una mozione di sfiducia individuale per la signora all'istante. Vediamo se il Piddì e gli Halphanoidi hanno la faccia tosta di difendere una conclamata imbrogliona e salvarla da meritata sfiducia. Con che coraggio si potrà richiamare i maturandi a non imbrogliare se quella che gli prepara le tracce è una imbrogliona dichiarata? In Germania 3 ministri della Merkel si son dimessi per aver omesso delle citazioni in una tesi di dottorato e questa che per anni millanta una laurea inesistente non si schioda? Scherziamo? E comunque notare questa e Poletti sono di professione "sindacalisti", ovvero gente che mai ha lavorato in vita sua. Io non ho nulla contro l'avere operai, muratori, minatori, meccanici al governo anche se non laureati, ho invece parecchie riserve sull'avere al governo sindacalisti noti sui luoghi di lavoro per essere dei fancazzisti di professione

Massimo said...

Il non avere una laurea non sarebbe grave, se non fosse per il ministero che si occupa. Lo hai scritto, ci sono non laureati valentissimi e laureati cani. Ma ci si aspetterebbe che alla giustizia, alla istruzione e alla sanità vadano persone che abbiano un minimo di competenza in materia che non si può ottenere se non con una infarinatura universitaria, anche se poi si è svolta altra professione. Fondamentalmente per fare il ministro occorrerebbe una cultura di base (e per quanto scadente l'università la fornisce), una conoscenza di carattere umanistico e giuridico (e non solo per il ministero della giustizia) per realizzare leggi che tengano conto sia della nostra Storia e Cultura che delle giuste applicazioni normative.

Anonymous said...

Sarò sospettoso ma mi sa che l'abbiano messa dentro come una bomba a tempo per far saltare la mala educacion di marca ONU. Altrimenti sono semplicemente dei coglioni. Comunque sia, un governo che dovrebbe essere di scopo ed ultra provvisorio, che pensa di poter proseguire tranquillamente con l'armonizzazione UE e la progressiva trasformazione dei bambini in mostri asessuati, sarebbe da fucilare solo per averci provato. Ma tutto quanto, non solo la rossa.

IL SAURO

Nessie said...

ws, il resto lo fa la "democrazia" di delega e non la democrazia partecipativa che non c'è. Ma questi - che ben conosco, e che ben conosci - sono arrivati a sentirsi gli "aristoi" della Repubblica di Platone, e senza nemmeno essere passati per le urne.

Nessie said...

Con che coraggio si potrà richiamare i maturandi a non imbrogliare se quella che gli prepara le tracce è una imbrogliona dichiarata? In Germania 3 ministri della Merkel si son dimessi per aver omesso delle citazioni in una tesi di dottorato e questa che per anni millanta una laurea inesistente non si schioda? Scherziamo?

Jacopo hai fatto benissimo a ricordare l'antefatto in Germania, dove per molto meno si sono dimessi.

Molto spesso i sindacalisti sono degli imboscati del mondo del lavoro che hanno cercato e trovato comode scorciatoie. Avrei un paio di esempi personali da fare anche nel mondo della scuola che ben conosco. Fino ad arrivare a essere presenti nel Bilderberg e nei vari consessi internazionalisti come il Forum Ambrosetti di Cernobbio.

Anonymous said...

A WS direi che prima l'egualitarismo abbassa il livello generale, poi l'oligarchia si pone al di sopra, ma il livello è comunque più basso di prima. Si potrebbe anche sopportare un'oligarchia che si adopera per l'interesse nazionale. Fino una dittatura. Ma una congrega di deficienti autoreferenziali proprio no.

IL SAURO

Nessie said...

Massimo, per quanto sgangherata sia diventata l'Università (e tieni presente che lo è diventata proprio grazie alle loro politiche scolastiche sessantottine del "diritto allo studio" aperto a tutti), come giustamente dici ti dà un'infarinatura. Un ministro Guardasigilli che non sappia di diritto e giurisprudenza non esiste, perché significa che è l'equipe che ha dietro che è costretta a fare tutto, anche la sua parte.

Idem per un ministro del Lavoro e del Welfare che invece proviene dal mondo (già truffaldino di suo) delle coop rosse. Ricordo a tale proposito che Poletti perse la causa contro Caprotti il quale accusò dette coop nel suo libro "Falce e carrello" di agire sfacciatamente in regime di oligopolio. Un simile personaggio non avrebbe dovuto nemmeno ricoprire il ruolo che occupa (per ben due volte).

Comunque vedremo se l'opposizione saprà preparare mozione di sfiducia contro la Fedeli, perché questo è un formidabile assist.

Nessie said...

Sauro, troppo ottimisticamente dietrologo. Magari fosse così! Il problema è che questi nei brogli ci si sguazzano e ne fanno così tanti che non li tengono nemmeno più sotto controllo. Oltretutto si sentono anche degli eterni impuniti. Il che in parte è pure vero, perché nessuno li punisce a dovere.

Nessie said...

Ecco sì, "una congrega di deficienti autoreferenziali"". E ci aggiungo anche pericolosamente inetti.

Nessie said...

Sentite cosa dichiara questa imbrogliona al Corriere oggi a chi le chiede di lasciare l'incarico:

"Scherziamo? - reagisce Fedeli - io sono una persona seria. Se volevo mentire o truffare non avrei mai messo nel mio curriculum diploma di laurea, ma avrei scritto laurea e basta" .

Fa anche la sofista del verbo! "Laurea" sarebbe diverso da "diploma di laurea" che a casuccia mia sono la stessa cosa.

Anonymous said...

e addio condizionale, si diece se avessi...etc, etc.
Da come parla questa non ha sostenuto l'esame di ammissione allle medie ed ha frequentato le industriali.
Poverina non capisce la rabbia nei suoi confronti:
http://www.ilgiornale.it/news/politica/laurea-falsa-fedeli-si-auto-assolve-e-accusa-contro-me-1342771.html
Maria Luisa.

P.S.

assomiglia a Maga Magò, ma quest'ultima era più bella e simpatica

Nessie said...

L'ho letto il pezzo de Il Giornale che è ripreso dall'intervista che questa specie di gattara uscita dai cortili ha rilasciato al Corriere. E si permette pure di rilasciare interviste, uhllallà:


http://www.corriere.it/politica/16_dicembre_14/valeria-fedeli-il-diploma-laurea-leggerezza-ma-troppa-aggressivita-5e0cea56-c240-11e6-bb17-ed756927e6e7.shtml

Non so se il Corriere l'ha fatto apposta, ma lo strafalcione l'ha riportato pure nel titolo: «Se volevo truffare non avrei mai messo diploma di laurea ma solo laurea».

I congiuntivi, madama la Ministra d'i ball! "Se avessi voluto truffare....".
Sì, ma questa del titolo di studio tarocco è già una truffa a tutti gli effetti e l'imbrogliona se ne deve andare, se Gentiloni vuol garantirsi qualche mese di respiro.

Anonymous said...

Ah, Fedeli ... Fedeli, vecchio roito, dal tuo impeccabile italiano: non t' avessi mai conobbi !



Paulus

Jacopo Foscari said...

Ho inviato una mail ai parlamentari dell'opposizione della mia circoscrizione esortandoli a presentare mozione di sfiducia contro la "laureata". Vi invito a fare altrettanto nelle rispettive regioni, almeno che questi dimostrino di valere i quattrini che li paghiamo

Aldo said...

Avrei tanto voluto essere il primo pignolo a fare le pulci all'eminenza rossa per il condizionale farlocco del se volevo, però mi avete battuto sul tempo. Ma se mi piaceva l'avrei potuto rimarcarlo, no?

P.S. Non sono laureato, cuindi sono giustifichato.

Anonymous said...

@ nessie che scrisse
Si potrebbe anche sopportare un'oligarchia...
.. se, posta al comando, fosse realmente migliore dei suoi comandati .

Questo e' un problema antico ,perche' nessuna societa' prospera senza una "buona" elite , ma solo le elites forgiate nella prova sono "buone". E questo i romani lo sapevano benissimo come mostra il loro "ordine di battaglia" che schierava insieme aristocrazia e plebe in ordine di eta' e non per censo.
ws

Anonymous said...

@ a massimo che scrisse
una conoscenza di carattere umanistico e giuridico (e non solo per il ministero della giustizia)
allora stiamo a posto , il nostro parlamento rigurgita di laureati in "chiaccherologia"
ws

Nessie said...

ws Si potrebbe anche sopportare un'oligarchia che si adopera per l'interesse nazionale.

Lo ha scritto il SAURO (commento h.10, 29) non la sottoscritta. Comunque ci siamo capiti... e questa élite è solo una sarabanda di straccioni pezzenti nell'anima, in cerca della cadrega dalla quale non si schioda manco a cannonate.

-----------------------------------

Paulus, perché l'hai conosciuta? Complimenti! :-)

Nessie said...

Grazie Jacopo, buona idea. Mando un'email alla Lega Nord-Regione Lombardia e vediamo un po' se si svegliano. C'è un limite a tutto, perdinci!

Nessie said...

ws, a proposito di strafalcioni megagalattici, quel Mancino prestanome di quella famigerata legge, quando venne catturato Totò Riina disse testualmente: "Mi sono "commozionato". :-). Sì, di commozione cerebrale! ;-)

Nessie said...

Aldo, ce n'è un'altra che ti è sfuggita. Laurea e "diploma di laurea" sono la stessa cosa, ma questa illetterata sessantottara da quanto ha dichiarato al Corriere (leggere l'intervista) forse pensa siano due cose diverse.

Anonymous said...

Totalmente d'accordo con WS. E' nelle grandi prove che si distingue la classe dirigente degna di governare. Da Platone a Excalibur. Queste sono l'immagine plastica della democrazia e di come possa diventare dannosa anche quando viene pienamente esercitata. L'analfabeta messa all'istruzione è il vessillo dell'egualitarismo, almeno quanto il boia alla sanità.

IL SAURO

Nessie said...

Analfabeta e disonesta, tenuto conto che vorrebbe avere ragione anche su un atto gravissimo, come quello di aver dichiarato il falso.

Anonymous said...

E' vero. La sua disonestà ha la stessa origine, perchè è ignorante e perchè la forzatura democratica per cui le minoranze svantaggiate (in questo caso le donne), vengono privilegiate a dispetto del merito, fa loro difendere contro ogni logica (e contro ogni legge) il privilegio acquisito.

Tanto per fare un esempio, qui dentro tutti quanti si esprimono con maggior proprietà di linguaggio che non il ministro in carica. Se ne potrebbe prendere uno a caso con la certezza che non farebbe tanti sfracelli più dell'individuo prescelto.

IL SAURO

Nessie said...

Mi sono appena arrivate petizioni on line che richiedono con forza le dimissioni della Fedeli.

Firmatele se vi arrivano! e scrivete email anche alla Lega di ciascuna delle vostre regioni. Io l'ho appena fatto a questo indirizzo:

lega.nord@consiglio.regionale.lombardia.it

Nessie said...

Le petizioni on line invece si trovano a questo indirizzo:

http://www.citizengo.org/it/ed/39580-dimissioni-immediate-di-valeria-fedeli-da-ministro-dellistruzione?dr=701937::7a4b420443f826804b9c9c7bdb4cca3b&utm_source=email&mkt_tok=eyJpIjoiTWpJd05UY3laRFk0WlRWbCIsInQiOiJ0YlZqeHZPT3FsNE15dVdxdXRvVmpJTEZhMmtvam9oK3ZaZHlsK3dLTFBEZlJ0TDBZR3A2WEhrekhqSmNHb1VxM0tXUldjdzRCaFM3V1dxbnB2SldoOTc3Z25aT0x2WFNxQks1XC9rbGpIY3RcL2Z2SHh1R0xHRmJVRktGZjdkejVaIn0%3D

Ora lo aggiungo anche al post.

Anonymous said...

Chapeau a Trump, se non ho capito male ha messo a capo dei diversi ministeri gente qualificata e del settore: alla sanità un medico, alla difesa un militare ecc. Questo è quello che ho letto un po' di giorni fa.
Quando noi abbiamo avuto un medico alla sanità (Veronesi), deve essere stata una svista...
Ma cosa pretendiamo, in fondo siamo solo in itaGlia.
Laura

Anonymous said...

Ho firmato, incrociamo le dita.
Laura

Nessie said...

E' il minimo che possiamo fare, qui ne inventano una al giorno!

Anonymous said...

Abbiamo avuto anche De Lorenzo.

Ma la storia di Maga Mgò continua:
http://www.ilgiornale.it/news/politica/nuova-bufera-sulla-fedeli-non-ha-neppure-maturit-1343128.html

Ai miei tempi(che sono anche quelli della ministra:sono più giovane di un anno, ma poco importa)la maturità era conseguita solo da chi avesse frequentato il Liceo Classico-Ginnasio o il Liceo Scientifico, con possibilità di accedere a tutte le facoltà universitarie, mentre il termine maturità per tutti venne attribuito più avanti.Se si continua a scavare nel cursus honorum della sunnominata va a finire che scopriamo che non ha nemmeno affrontato in quinta elementare l'esame di ammissione alle scuole medie inferiori .

Maria Luisa

Nessie said...

Maria Luisa,

questa non ha nemmeno la maturità magistrale ma un triennio per maestra di scuole materne, se ho ben capito. All'Istituto Magistrale si studiava almeno il latino. I misteri si infittiscono sempre più. Firma la petizione: è sempre un passo per indebolire questo governo che fa strame del nostro NO.

Alessandra said...

Oh, ma che la Fedeli non sappia i congiuntivi non è mica un problema, almeno secondo il linguista e filologo Sabatini, presidente onorario dell'Accademia della Crusca.

http://m.ilgiornale.it/news/2016/12/12/la-crusca-il-congiuntivo-scompare-ma-non-e-un-dramma/1341414/

E noi siamo solo dei puristi schizzinosi.
E comunque non è vero che in francese e in spagnolo il congiuntivo non esiste più, visto che ne ho pratica pressoché quotidiana.
Sono schifata nel vedere che anche certi linguisti che dovrebbero, come dice il nome della loro professione, tutelare la lingua, legittimano invece il dilagare dell'ignoranza e dell'approssimazione promosso dai media, in primis la tv, il cui ruolo è ormai quello illustrato in questa vignetta.

http://www.desmotivar.com/img/desmotivaciones/3290_la_television.jpg

Mi disgusta in generale l'aria che tira: se permettiamo che una bugiarda, incompetente e arrampicatrice sugli specchi come Valeria Fedeli, ormai priva di ogni credibilità, sia ministro dell'Istruzione, quante altre aberrazioni verranno lasciate passare?

Chi la difende cerca di ritorcere contro accusando a sua volta di usare la menzogna sulla laurea come pretesto per avversare l'educazione di genere.
Tra questi l'ineffabile Boldrini e il senatore Della Vedova.
E il Corserva definisce chi si oppone al gender un "ultrà cattolico".

http://www.corriere.it/scuola/universita/16_dicembre_12/valeria-fedeli-nuovo-ministro-dell-istruzione-120a3da0-c076-11e6-84a3-703e0bacaa0c.shtml

Nessie said...

Non conosco lo spagnolo ma parlo correntemente bene il francese, dato che sono di educazione bilingue dall'età di sette anni. E quando mi sentono usare il "subjonctif" mi fanno spesso i complimenti, perché per loro è sintomo di cultura e attenzione alla lingua. Diciamo che anche da loro nel parlato è in disuso, ma nello scritto no.

La Boldrini e il Della Vedova sono dei collaborazionisti di questo sfacelo. Gandolfini e Adinolfi hanno fatto benissimo a screditarla e a sbugiardarla e hanno usato il mezzo più astuto per farlo: DAGOSPIA, un aggregatore di rassegna-stampa pagato dai siti pornografici. Se l'avessero fatto coi loro giornali, diventavano "ultrà-cattolici". Invece usando il porno Dago, ecco che tutti ci hanno creduto all'istante.

Pensa te, a che punti siamo arrivati: per dire la verità devi passare dal porno! Del resto pornografia e stampaglia è un binomio inscindibile.

Nessie said...

PS: Ale hai già parlato con quelli della Lega in proposito? Qui non solo ce n'è una al giorno, ma una al minuto-secondo.

pecosbill said...

Incredibile il modo in cui i media descrivono la faccenda: tutto in forma dubitativa, come se fare la maturità di ragioneria o raggiungere la laurea in economia e commercio fosse la stessa cosa, pazzesco.
Altra cosa stravagante è che la novella ministra, è senatrice da 3 anni e nessuno dei funzionari del senato si è accorto delle falsità del curriculum di cotanta senatrice.
Questo stà a significare che i dati pubblicati sui loro siti, possono tranquillamente essere definiti fake news.
Certo che avere il ministro dell'istruzione che dichiara il falso sul proprio titolo di studio è proprio il mondo all'incontrario, e noi abbiamo la ventura di viverci dentro .

Ducunt volentem fata, nolentem trahunt.

Nessie said...

Pecos e stasera su tutti e tre i Tiggì, zittificio all'unisono.

La consegna del silenzio è NON PARLARNE proprio. Nel mentre, le petizioni on line fumano. Sì, di rabbia! La cosa che mi manda più in bestia è che mentre ai nostri giovani non bastano lauree e titoli di studio, e che se va loro bene, ricevono l'elemosina dei 1000 euretti miserabili, queste somare incancrenite si portano via emolumenti da Mille e Una notte!

Anonymous said...

ribadisco un concetto gia' detto da altri: non e' questione di "di titoli di studio" ( la laurea non garantisce nessuna qualita' politica ) ma e' questione di FALSITA' scritta ADDIRITTURA da chi poi dovrebbe provvedere alla sostanza dei titoli di studio VERI .
Insomma un altro squallido episodio della protervia piddiota .. e pure stupida perche' alla neoministra con un po' di furbizia e lungimiranza sarebbe bastato modificare il suo CV contestualmente alla sua nomina e non ci sarebbe stato più materiale per uno scandalo
ws

Nessie said...

...e io ri-ribadisco il mio: se a dei poveri giovani si richiede la rava e la fava dei titoli di studio per poi non farli lavorare o dar loro dei lavori sottopagati, la laurea per i parlamentari (che ovviamente non basta a farne dei buoni politici, con ogni evidenza) è la conditio sine qua non per meritarsi lo scranno. Poi i calci in culo da parte nostra arriveranno anche da laureati, se saranno dei pessimi politici. Ma intanto, cari Parassiti, mostrate ALMENO di aver conseguito quel pezzo di carta che pretendete dagli altri!

Anonymous said...

questo comunque e favolosa :-)
https://pbs.twimg.com/media/CzquYl-XAAAqwEg.jpg:large
ws

Nessie said...

Carina, sì. :-) Invece è pessimo, leccazampe (per non dire di peggio) della sinistraglia arrogante, somara e presuntuosa questo articolo:

http://www.linkiesta.it/it/article/2016/12/14/viva-la-fedeli-abbasso-la-laurea/32703/

Oltretutto non tiene nemmeno conto che se i titoli di studio si sono così dequalificati, è proprio per colpa di tutta quella nomenklatura rossa che ha rotto l'anima nel tempo con:

1) la fine dei libri di testo a scuola da sostituire con il ciclostile (prima) e col computer poi.
2) l'apertura a tutte le facoltà universitarie anche se provieni dai Geometri o dall'ITIS o dalle Ragionerie

3) il diritto allo studio inteso come dogma universale, manco fosse un diritto umano di cui non si può fare a meno.

Jacopo Foscari said...

Io ricordo che ai tempi della Gelmini i sinistrati le fecero le pulci per aver fatto l'abilitazione per avvocato a Reggio Calabria, e noi dovremmo star zitti su una che ha dichiarava di esser laureata e invece ha la terza media? Si, perché l'ultima che è venuta fuori è che pare la tipa non abbia fatto manco le superiori. Poi, è pur vero che il peggior governo della storia è quello dei professori universitari di Monti, che mia nonna era insegnante elementare senza laurea perché ai tempi bastava la magistrale per insegnare alle elementari, ma il dicastero della signora si chiama Istruzione e Università, ora una che all'università manco c'è mai andata che diamine ne potrà capire?

Nessie said...

INECCEPIBILE! Ricordo anchio l'episodio dei sinistronzi contro la Gelmini. Alla ministra somara ricordo che il dicastero a cui ha voluto presiedere, comprende anche Università e Ricerca Scientifica. A quanto pare, lei un diploma di laurea appeso al muro (magari di un suo parente) non l'ha mai visto in vita sua, se poi asserisce che se avesse voluto truffare (il suo "se volevo truffare") avrebbe messo "laurea" invece di "diploma di laurea". Si dà il caso, o somara, che siano la stessa cosa. Che vada in cerca di funghi o a coltivare cavoli e patate, se ci riesce.

Poi per Bin Loden-Monti o per il Topo Giuliano sono d'accordo con te. Trattasi di celebri laureati più rovinosi di un terremoto. Ma questo è un altro discorso ancora: quello degli "specialisti" in rovine.

Alessandra said...

Ho scambiato qualche battuta via web, sono d'accordo con noi, ma per il momento non sembra muoversi niente al di là delle dichiarazioni.
Ci vorrebbe una mega-contestazione da parte di forze politiche, insegnanti e studenti e poi ovviamente anche tutti quelli che non approvano la nomina della Fedeli.
Con tutto quello che è saltato fuori, come può essere considerata credibile?
Comunque mando anch'io un'e-mail alla Lega Nord del Veneto.

Ho trovato un paio di articoli.
Uno secondo cui la Fedeli sarebbe stata messa all'Istruzione per una vendetta nei confronti dei docenti mobilitatisi per il NO.
Per questo se ne fregano e anzi, la difendono?

http://it.blastingnews.com/politica/2016/12/scuola-valeria-fedeli-al-miur-vendetta-renzi-per-il-no-degli-insegnanti-001327737.html

Quest'altro, secondo cui Renzi vuole far cadere questo governo entro giugno, per evitare il referendum sul Jobs Act.

http://www.iltempo.it/politica/2016/12/14/news/matteo-renzi-punta-a-far-cadere-paolo-gentiloni-entro-giugno-per-evitare-il-referendum-sul-jobs-act-1024274/

Cangrande said...

Ciao Nessie !

Io sono sicuro che la "nostra" non abbia neppure il diploma....

Invece di buttarla su laurea o non laurea, non si può, con tutti i mezzi possibili, COSTRINGERLA ad esibire un banalissimo diploma di maturità ??? (che per me, al 99% NON ha mai conseguito ?).

Sarebbe uno sputtanamento bestiale per questo governo di buoni a nulla e capaci di tutto in tutto il mondo....

Nessie said...

Ciao Cangrande, questa se ne deve andare comunque. Che sia per le palle raccontate, per le carte false che ha fatto, per l'ultima faccenda cui fai cenno della maturità, ma soprattutto per le sue posizioni GENDER, se ne deve andare e basta!

Questo governo di troll telecomandati da Renzi in Italia, e da Bruxelles all'estero è bene che abbia vita brevissima. E noi daremo una mano.

Nessie said...

Ciao Ale, ho letto quei due articoli, ma mi convincono fino a un certo punto. Che Renzi non sia sparito è un fatto, che la Fedeli sia stata imposta come donna di apparato PD è un altro fatto. La Giannini del resto non aveva santi in paradiso dopo la dissoluzione di Sciolta Civica, meglio puntare su una vecchia militante portata a realizzare in fretta il genderismo.

Forse forse su questo governicchio, mi convince questa tesi di Gentiloni uomo trait-d'Union col Vaticano:

http://www.libreidee.org/2016/12/un-governo-di-spettri-guidato-da-un-troll-del-vaticano/



Nessie said...

Insomma potrebbe essere una versione massonicamente più avanzata di quella del suo trisavolo Vincenzo Gentiloni e del suo famoso Patto (che prese il suo nome):

https://it.wikipedia.org/wiki/Patto_Gentiloni

Cangrande said...

Ma certo che deve sparire soprattutto per la sua ideologia eterodiretta (non mi sembra proprio capace di avere idee proprie....) su culatonagginerie varie (la parola "gender" la rifiuto: fa parte di quegli anglicismi che nascondono sempre fregature). Ma diversamente da qua, all'estero questo tipo di menzogne, tipiche della comunista con complesso d'inferiorità dettato da invidia sociale, hanno una prorompenza devastante. E se si riuscisse ad "espandere" colà lo sputtanamento, potrebbe essere esiziale per questo governo fantoccio.

Nessie said...

Cangrande, dobbiamo ammettere che ci hanno dichiarato guerra in tutti i modi possibili e immaginabili, e che ormai è il caso di dire che ce n'è una al giono, all'ora e perfino al minuto. Comunque la petizione on line ha più di 41.000 firme raccolte.

SILVIO said...


Ieri, il conte Paolo Gentiloni Silveri ha fatto il suo esordio internazionale in qualità di “4° PM golpista “ d’Italia, partecipando al summit del Consiglio europeo tenutosi a Bruxelles.

Come se l’è cavata?

Ha fatto una “nobile” figura di merda!

Perché?

Perché è crollato davanti ad Angela Merkel, condividendone supinamente tutti i suoi “diktat”, compresi quelli relativi all’ immigrazione ed all’estensione delle e sanzioni contro la Russia.

Principali conseguenze?

1- Trump + Putin contro l’Italia: i danni annessi e connessi sono facilmente immaginabili.

2 – “Italia 2017 “ sommersa dai clandestini, trasportatati in massa dalle ben note Ong ”trafficanti di esseri umani” , con la compiacenza delle istituzioni italiane ed europee.

E poi?

Meglio fermarsi qui per non esacerbare il magone natalizio, causatoci dall’incauta scelta di Sergio Mattarella.

Nessie said...

Ciao Silvio, ho visto ieri in tv il Nobile a rapporto dai suoi padroni e mi sono già depressa.

Hai già firmato per la cacciata della ministra gender ignorante e bugiarda?

SILVIO said...


No .

Dove devo firmare, Nessie?

Nessie said...

Ho messo l'indirizzo nella frase in grassetto STOP GENDER NELLA SCUOLA che trovi alla fine del testo di questo post in Home Page.

Se clicchi lì ti si apre il modulo di compilazione per la firma.

Anonymous said...

Che la signora Fedeli abbia o non abbia la laurea non interessa più di tanto. Ma che il ministro sia BUGIARDO si che ci interessa.
Oltretutto é anche recidivo avendo assicurato che nel caso avesse vinto il NO sarebbe andato a casa.
Vai a casa! Adesso ti ci mandiamo noi....
Oltretutto una come lei nella scuola brrrrrrrrrrrrrr.

Nessie said...

Ormai non è più questione di laurea, ma - pare - addirittura di maturità . Facciamo il mazzo ai nostri figli affinché arrivino almeno (e sottolineo almeno) al traguardo della maturità, ma poi c'è chi si fa passare per GENIO sindacale con diritto (leggi: abuso ) di saltare tutte le tappe.

Un nick per favor, anonimo.

Anonymous said...

Vedo che abbiamo superato le 50.000 firme, ed altre se ne aggiungono.
Voglio proprio vedere se faranno finta di niente, com'è loro solito, dl resto.
Laura

Anonymous said...

Ma adesso devono essere 100.000 le firme?? Mi sembrava 50.000, cosa mi sono persa? Non è che poi devono diventare 150.000?
Laura

Nessie said...

Appunto! Ho visto anch'io, Laura. Poi mi piacerebbe vedere che se dovessimo superare le 100.000 o 200.000, Gentiloni continuare a fare il pesce in barile.

Anonymous said...

Sì, poi ne vorranno 2 milioni e così via...
Che infami! (e giusto per fargli un complimento).
Laura

Nessie said...

Ma no dài! Abbi fiducia. Non c'è mica ancora un commercio delle firme!??

SILVIO said...

Carrellata di infamità , segnalate da “Imola Oggi”:

1- Migranti, Frontex accusa le Ong di collusione con trafficanti
Mio commento:
“Frontex mente, sapendo di mentire.
Sono le medesime Ong ad essere i trafficanti di esseri umani.
E lo fanno alla luce del sole, arrivando e partendo dai nostri porti sotto l’occhio benevolo della guardia costiera agli ordini del pessimo ministro Delrio “


2- Ong e contractors americani fanno contrabbando “industriale” di immigrati?
Mio commento:
“Oh, yes!”


3- Traffico di migranti: Sos Méditerranée premiata a Bruxelles

4 - Caserma Montello: italiani senza casa chiedono ospitalità, i frati li cacciano

5 - Milano, le mani della mafia nigeriana sulla caserma Montello?

6 - Reclutava clandestini per farne spacciatori, maghrebino arrestato

7 - Rimini, a scuola canti africani al posto di “Tu scendi dalle stelle”
____________________
http://www.imolaoggi.it/category/rislt/

Nessie said...

Ecco una bella rassegna-stampa per tirarci su di morale. Ogni anno il Natale è sempre più sequestrato. L'ultima di Scola a Milano è rinunciare al Presepe nel Duomo per non urtare altre sensibilità ecc. ecc. Demenziale!

Anonymous said...

Ho appena letto di quest'obbrobrio dei cori africani, per non essere razzisti, dicono. Ma allora, non sono razzisti verso i cristiani, che oltretutto sono a casa loro???? Io, quella gente l'appenderei all'albero della cuccagna per farne bersaglio di qualsiasi cosa.
Attraversavo oggi la via principale del mio paese, con enorme soddisfazione ho visto che sulla facciata del Comune hanno fatto un Presepe, bello. Non ci ho mai badato più di tanto ma, credimi, ora mi viene voglia di fare il Presepe anche a casa. Viva il Presepe, viva "tu scendi dalle stelle", viva tutti i canti natalizi che cantavamo a scuola prima delle vacanze di Natale.
N A T A L E, E' la nostra cultura, le nostre radici.
Laura

Nessie said...

Tutti gli anni è 'sta menata. E tutti gli anni riescono a buttar per aria sempre qualcosa in più e a marginalizzarci a casa nostra. Se anche dovessimo riconquistare la sovranità nazionale, ormai l'omogeneità sociale è perduta. Per colpa di gentaglia come i piddioti.

SILVIO said...

Nessie,

la precedente rassegna stampa è solo un minimo assaggio di quel che sta succedendo.

Le élites sembrano aver perso la bussola, le une contro le altre .


È difficile raccapezzatesi e prevedere quel che accadrà..

Jacopo Foscari said...

Intanto noto che Magistratura Democratica ha fatto partire l'assedio alla Raggi. Onestamente non riesco a dolermene troppo, chi di giustizialismo forcaiolo ferisce, di giustizialismo forcaiolo perisce

Nessie said...

Silvio, Magaldi che è più dentro di noi nelle consorterie, fa le scoperte dell'acqua calda:

http://www.libreidee.org/2016/12/magaldi-solo-teatro-nessuno-vuol-fare-guerra-a-bruxelles/

Fin qui ci arrivavo anch'io.

Secondo alcune tesi dietrologiche la Fedeli sarebbe stata mandata allo sbaraglio con le sue carte tarocche da qualcuno che non ama il "gender" e vuole sputtanare in fretta questo govenicchio Renziloni. Della serie, metto la capra al comando di un dicastero così sputtano prima questo governo. Mah... sinceramente non so più cosa pensare...Troppo inarrivabili le ramificazioni massoniche in gioco.

SILVIO said...


Nessie,

Magaldi e “Libre”” sono cani sciolti” della consorteria liberal-progressista che, ultimamente, ha preso una batosta dietro l’altra.

Entrambi tifano smodatamente per l’avvento degli “Stati Uniti d’Europa”, in singolare armonia con Renzi, da cui fan finta di prendere le distanze.

Ma, al di fuori dell’Italia, contano nulla o quasi.

Ben altra cosa è l’Economist, il portavoce londinese del globalismo progressista.

Sai che ha fatto oggi?
Ha malmenato - utilizzando il velenoso “british humour” - sia “il Bomba” che “Paolo il mollusco”.

Renzi è stato definito ranocchio provinciale (= “a provincial toughie” ) .

Mentre Gentiloni si è beccato l’epiteto di ”affabile aristocratico romano incline al compromesso.
Il suo discorso inaugurale , fatto il 13 dicembre in Parlamento, è rimasto memorabile per la sua ottusità”

=
(= “an affable Roman aristocrat with a preference for compromise.
His inaugural speech to parliament on December 13th was memorable largely for its dullness”)


http://www.economist.com/news/europe/21711933-matteo-renzis-successor-may-only-be-keeping-seat-warm-his-return-paolo-gentiloni-italys?zid=307&ah=5e80419d1bc9821ebe173f4f0f060a07

Dunque : duplice “de profundis” – inteso come salmo penitenziale per i defunti – per i pupi di Napolitano e Mattarella.

Aldo said...

Alessandra: "E il Corserva definisce chi si oppone al gender un 'ultrà cattolico'."

Pensa te che io sono ateo conclamato, altro che "ultrà cattolico", eppure vedo certe prese di posizione come il fumo negli occhi. Questo voler infilare la religione anche dove c'entra come i cavoli a merenda è un modo di fare non poco odioso (se non fosse strumentale, aggiungerei che è pure parecchio scemo). C'è da dire che ormai i mezzi di (in)formazione ci hanno più che abituati a vederli assumere prese di posizione che non stanno nè in cielo nè in terra.

Nessie said...

Jacopo, purtroppo la sfortuna si abbatte sempre sugli sprovveduti. E i 5 stelle lo sono. Oltretutto sono come dici, dei velleitari giustizialisti e per nemesi storica finisce sempre come dici. La Lega dovrebbe a sua volta far tesoro della lezione e non esultare per la povera Raggi, caduta in un gioco più grande di lei.

Nessie said...

Silvio, il fischio del merlo Economist non mi lascia per niente tranquilla.

Non posso di certo provare amor patrio per due venduti come Renzi e Gentiloni che meritano il peggiore dei biasimi. Tuttavia Economist-Rothschild che maramaldeggia promette poco di buono.

Nessie said...

Aldo, i media mainstream si guardano bene dal dichiarare che contro il genderismo,laici e cattolici sono uniti. Sarebbe insospettire il pubblico e indurlo a riflettere che se credenti e non credenti non vogliono queste fetenzie è perché è OGGETTIVO che trattasi di fetenzie che poco hanno a che vedere con lo studio, l'educazione e l'istruzione.

Anonymous said...

su questa vergognosa vicenda di protervia piddiota twitter e' una miniera di riflessioni interessanti

acuta questa
https://twitter.com/GrecOfficial/status/809743981777186818?lang=en
Il problema non è tanto il Ministro senza laurea e senza diploma a Montecitorio, quanto l'ingegnere con laurea e master al Call Center.

e valide molte risposte tra cui particolarmente questa


lhalanciatamara
‏@lalanciamara

@GrecOfficial Abbiamo l'ing. al call center proprio perchè abbiamo classe dirigente che mente sui propri titoli di studio

che pero' ancora non centra il problema che noi "abbiamo classe dirigente che mente sui propri titoli di studio" perche' GLI ITALIANI L'HANNO VOTATA!.

Purtroppo non c' e' niente da fare, siamo sempre al solito "limite della democrazia" sistema che " garantisce che nessun popolo possa essere mai governato da qualcuno migliore di lui " .
ws

Alessandra said...

@ Aldo
Quoto Nessie.
Chi osa criticare il pensiero e i progetti veicolati da Lorsignori è bollato come un estremista e poi tutta la sfilza di appellativi che ormai conosciamo bene.
"Ultrà cattolico" è l'ultima della serie e ormai non sanno più cosa scrivere per far credere che il gender "è cosa buona e giusta".
Il bello è che credendo di etichettare chi non li approva e li appoggia, finiscono per marchiare sé stessi.

@ Nessie
Gentiloni-Vaticano? È possibile, considerato anche chi è il Papa.
Però "The Economist" mi fa temere che si stia puntando a un futuro arrivo della Troika. Per ora preferisco non pensarci.

Nessie said...

Gli Italiani non l'hanno votata, ws. Nel gioco delle spartizioni di poltrone (e senza nemmeno più le famose preferenze), una come quella non la voterebbero nemmeno gli elettori filo-piddì. Cerchiamo di non perdere la trebisonda per favore, sennò di questo passo ci meritiamo il rapper Bello Figo for President.

A cui, tra l'altro hanno impedito il concerto sennò volavano legnate di santa ragione al suo indirizzo, perché ora siamo tutti quanti stufi marci di farci pisciare in testa:

http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/voglio-scopare-fighe-bianche-alzarmi-tardi-rapper-bello-figo-137836.htm

Nessie said...

Alessandra, Ultrà cattolico, populista, razzista, xenofobo ohhh che palle! Ma chi credono più di spaventare?

L'Economist-Rothschild è possibile che caldeggi per la Troika. Ma se lo faranno, accelereranno la loro FINE.

Jacopo Foscari said...

"Gli italiani l'hanno votata" valeva, giustamente, per la Leonilde Iotti in Togliatti o la Tina Anselmi. Quelle due effettivamente ce le siamo votate. Ma questi qua mica li ha votati qualcuno, questi si sono autonominati con una legge elettorale infame e incostituzionale che non ti lascia nemmeno la possibilità di esprimere delle preferenze

Anonymous said...

@nessie che scrisse
perché ora siamo tutti quanti stufi marci di farci pisciare in testa

mi dispiace nessie ma noi ,i " tutti quanti" che dici , per quanto sia una nostra convinzione basata sulla cerchia delle rispettive conoscenze ( ma non certo delle mie ) siamo ancora una minoranza. " La maggioranza" resta la stessa : un branco di stupidi opportunisti.
ws

Nessie said...

Sì, vabbé sentivamo tutti la mancanza delle tue noticine natalizie pessimiste. Si vede che la mia cerchia (e non parlo di cerchia virtuale) delle mie conoscenze è un po' più agguerrita della tua.

Comunque episodi come sono avvenuti a Brescia dove a un negro razzista, sessista e anti-italiano è stato impedito di esibirsi nelle sue scurrilità, lasciano capire che non siamo ancora del tutto morti. Ti prego di risparmiarci la tua controreplica disfattista.

Nessie said...

Sono perfettamente d'accordo Jacopo. Con un terzo governo di nominati c'è poco da scrivere certe corbellerie. Senza contare che già il POrcellum senza preferenze è stata - per ammissione dello stesso Calderoli - una porcata.

Anonymous said...

Qui un'altra novità a proposito di genderismo e di giustizia ingiusta e ideologica. Si favoriscono i cambi di sesso a seconda dei desiderata:

http://corrieredelmezzogiorno.corriere.it/catania/cronaca/16_dicembre_17/giudice-cambio-anagrafico-uomo-donna-anche-senza-intervento-3954e1e6-c448-11e6-a0b5-4f8d25eb179c.shtml

Z

Nessie said...

Semplicemente iniquo! Come ho detto molte altre volte, la Magistratura è il braccio armato del NWO. In mancanza di leggi certe sugli argomenti della famigerata Agenda mondialista (e il gender è questo) si arroga il privilegio di anticiparle lei stessa, al di fuori del Parlamento.

Jacopo Foscari said...

"Magistratura Democratica" conferma di essere un vero cancro del paese anche in questo. In America e in Inghilterra hanno il problema delle "porte girevoli" tra finanza e politica, noi quello delle "porte girevoli" tra politica e magistratura. Berlusconi all'epoca avrebbe dovuto semplicemente sciogliere le correnti politiche nella magistratura

Nessie said...

Aveva la forza politica e numerica per farlo, ma non l'ha fatto. E al solito l'agenda della politica così come quella dei "diritti ONU" viene promossa e spinta obtorto collo dalla Magistratura.

Anonymous said...

Vanno ricoverati i richiedenti e chi pensa di poter prendere decisioni in merito. A ben vedere è solo l'evoluzione dell'anti-razzismo, solo che invece di cambiare cittadinanza a dispetto di ciò che sei in tutta evidenza, puoi cambiare anche sesso. E così potrai essere donna di origine uomo o viceversa. E se cambi identità due volte alla settimana che devi fare, domanda in carta da bollo tutti i giorni ? Tutti in manicomio.

IL SAURO

Nessie said...

Il 27enne che si è visto riconoscere dal Tribunale di Ragusa il cambio di sesso all’anagrafe racconta che «indipendentemente dai documenti, io voglio diventare donna a tutti gli effetti. Come sono? Dolce, schietta, nevrotica, insomma donna […]

Secondo questo elevato geniaccio giuridico, basta diventare quel che si desidera. Della serie, l'imagination au pouvoir.

Jacopo Foscari said...

"Io mi sento donna quindi lo sono" è perfettamente sovrapponibile al "mi sento laureata quindi lo sono" della ministra con la terza media. Due facce della stessa medaglia. Allora, seguendo questa logica, io mi sento medico e domani vado in sala operatoria a operare un tumore ai polmoni

Nessie said...

Infatti. Io mi sento Soros, e da domani esigo tutti i trasferimenti delle sue ricchezze a mio favore :-). Qui, a quanto pare, la DEMENZA regna sovrana.

Anonymous said...

Variante classica: io mi sento Napoleone. Una volta era comune vedere tanti Napoleone nei manicomi.

IL SAURO

Anonymous said...

Che piaccia o no, solo i fascisti capiscono a fondo il perchè di questa roba. Gli altri si arrampicano sugli specchi.

http://www.fascinazione.info/2016/12/gender-unideologia-aberrante-per.html

IL SAURO

Anonymous said...

Comunque, credo che dovremo tenerci la "quasi laureata" necnon la "quasi diplomata", visto che le 100.000 firme non credo si raggiungano :-(, e, ammesso e non concesso, aumenteranno a 150.000 (riforma renzi NON riformata ma allegramente applicata).
Laura

Nessie said...

Sauro, sì, Napoleone con lo scolapasta rovesciato in testa. Più o meno è così che funziona la demenza collettiva. Leggerò il link sull'Alter Ugo :-), grazie.

Nessie said...

Laura, io non sopravaluto mai le petizioni on line, dato che con tutto quello che ci stanno combinando, ci vuole altro. Molto altro! Io dico che le 100.000 saranno raggiunte e che in ogni caso un personaggio del genere sarà messo alla pubblica berlina ogni qualvolta vorrà intervenire presso gli studenti per affermare un'autorevolezza che non ha né potrà mai avere.

Anonymous said...

Questo è poco ma sicuro, già adesso in rete se ne vedono delle belle, vero che la vergogna non conosce confini!
Laura

Nessie said...

Quindi se se ne sta lì, è a suo rischio e pericolo di venir cucinata a fuoco lento.

Alessandra said...

A proposito di piddiote bugiarde con disinvoltura, non posso non segnalarvi Ladylike Moretti costretta alle dimissioni da capogruppo PD al consiglio regionale del Veneto.
Aveva infatti annunciato la sua assenza alla discussione della legge di Stabilità perché "malata", salvo poi farsi sgamare pubblicando su Instagram alcune foto che la ritraevano allegra e sorridente in India, dove è volata per partecipare al matrimonio di un suo amico.
E questa voleva fare la presidente! Ahah!
Spero solo che, visto l'andazzo, non la nominino sottosegretario o la mettano in lista d'attesa in caso di futura sostituzione di qualche ministro.
In fondo, lei è "bella brava e intelligente", no? :-)

Intanto Renzi dice che ha effettivamente pensato di mollare, ma resta perché non vuole lasciare il Paese agli altri e vuole salvare i giovani che non l'hanno votato dai populismi.
Vade retro! E si porti con lui tutto il Giglio Tragico e flora attigua.

Nessie said...

Sì, ho sentito anch'io quella dell'oca giuliva Ladylike beccata mentre se la spassava in India. E il bello che vanno pure sui social a farsi beccare in flagrante.

Più che il motto orwelliano BIG BROTHER IS WATCHING YOU, bisognerebbe soffermarsi sulla patologia di massa secondo cui ciascuno fa del suo PEGGIO per mettersi in mostra e farsi guardare.

Jacopo Foscari said...

Ma Ladylike non si poteva lasciarla in India? Bisognava proprio riprenderla?

Nessie said...

Non è più capogruppo piddiota. Il progresso c'è :-)

SILVIO said...

18 dicembre 2016 - Da “Imola Oggi” :

1- Mattarella:
“Migrazioni :fenomeno che va affrontato per far fronte ai drammi umanitari”

2- Bergoglio:
“ Migranti: Accogliere l’altro è come accogliere Dio”
_________

Mio commento:

Ennesima indecente pronunzia antitaliana dei due bracci cosiddetto potere combinato-disposto secolare e religioso, un tempo molto influenti un Italia.

Tra i due, il peggiore è sicuramente quello pseudo-religioso impersonato dall’impostore Bergoglio che, pur di portare a termine la missione distruttiva per cui è stato nominato, non ha esitato a macchiarsi di blasfemia ” nominando il nome di Dio, invano .

Pidocchio quadrumane!

Si è persino vergognato della Croce, nascondendola sotto la veste talare in un suo incontro cogli islamici.

Per non offendere la loro “sensibilità”.


Nessie said...

"Pidocchio quadrumane" mi piace troppo! :-)
In questi giorni ha snocciolato un mucchio di fesserie, una più sciapa dell'altra, da vero Banal Grande. Poi in occasione del suo compleanno salta fuori a dire che non bisogna fare gli auguri prima della sua data di nascita , perché al suo Paese dicono che porti jella. Il Cristianesimo è nato per combattere le superstizioni e le scaramanzie (anche se poi queste sono radicate nel popolino). Ma un pontefice che si abbassa a fare il "popolino" minuto minuto è da cacciare seduta stante! Ci mancava poco che facesse le corna o stringesse la zampetta di coniglio.

L'ultima l'ha detta oggi all'Angelus: "bisogna imparare a fare un po'di silenzio, in questo periodo". Ma ci provassi tu a startene zitto che fai vergognare ogni volta che ti si ascolta!

La croce è da parecchio che la nasconde.

Nessie said...

Su Mattarella. E' riuscito nell'abile capolavoro di fare una "napolitanata" conferendo l'incarico a Gentiloni senza sembrare Napolitano. Qualcuno però si è accorto della furbata e lo sta biasimando:

http://www.lanuovabq.it/it/articoli-mattarellaci-ricorderemoanche-di-te-18371.htm

Ci ricorderemo anche di lui.

Jacopo Foscari said...

A proposito di femministe piddiote sull'orlo di una crisi di nervi la mia adorata governatrice (sarcasmo) Serracchiona da Roma si è messa a frignare per far risalire la sua disastrosa popolarità. Come ha fatto a diventare presidente di regione probabilmente non lo sa manco lei, anzi lo so io, quei ciuchi di destra si son divisi e questa ha vinto con il 39%. Ma se le da così fastidio essere in politica può prendere e tornarsene nella sua amata Roma, tanto qui nessuno la rimpiangerà, manco i suoi la reggono più

http://ilpiccolo.gelocal.it/trieste/cronaca/2016/12/14/news/debora-serracchiani-scoppia-in-lacrime-sopportato-piu-di-attacchi-di-chiunque-altro-1.14566428

Nessie said...

L'ho vista anch'io in tv, mentre caragnava ( in dialetto lombardo: piangeva ). Simpatica non è, ma è talmente velleitaria da aver sottovalutato friulani e veneti giuliani: gente tosta!

Volevano azzerare le peculiarità regionali con la schiforma, ma gli è andata male: appena bocciata a furor di popolo.
La Sardegna ha avuto ben il 72% di NO. E ora sta iniziando una bella guerriglia sarda anti immigrati e anti-prefetti che li vogliono imporre con la forza:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/sardegna-nel-caos-linvasione-dei-migranti-1336318.html

Anonymous said...

Intanto ierisera studenti universitari hanno fatto un'ironica e goliardica festa di laurea per la Fedeli:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/festa-laurea-fedeli-canti-e-brindisi-ora-dimettiti-1344002.html

Z