19 October 2016

Ultima cena: Obama ha detto SI'




Che tristezza! Un buffone abusivo e  cacciaballe, un istrione prezzolato di regime, un'atleta disabile, un sarto, una sindaca immigrazionista lampedusana...tutti  al raduno dai potenti di turno della Casa Bianca. Salta fuori il cuoco italiano  al servizio dei coniugi  Obama, mentre la nostra tv fa carrellate su Michelle che sorride beata tra cavoli, cetrioli e lattughe del famoso orto della Casa Bianca curato da lei stessa.   Si parla del menu biologico, della cucina mediterranea che tanto piace alla first lady, dello chef italiano Batali che ha concordato da mesi le portate con la moglie del presidente... E  le glicemie salgono già alle stelle. Ma intanto  arriva er Bomba ricevuto da O' Bamba e moglie all'aeroporto, seguito dal vecchio guittone Benigni insignito  di Oscar (ora dopo la morte di Fo, ci aspettiamo anche l'igNobel) con moglie Nicoletta che si  mettono la mano sul cuore quando sentono "Fratelli d'Italia" e "Star spangled banner". E' questa l'immagine servile, cortigiana e tirapiedi dell'Italia che non sopporto.
La stomachevole melassa raggiunge il suo punto di nausea nel sentire la telecronaca RAI di Giovanna Botteri, la vecchia telekabulista del PCI, trasformatasi in Obama & Killary groupie. Che volete mai, sono le  metamorfosi piddiote. 
Che dice la Botteri? Ci fornisce tutte le indiscrezioni del menù con aria segreta da Maga Merlina che rivela formule magiche. Pensate un po', la vera sorpresa del banchetto sarà costituita da un dolce al purissimo miele d'api di produzione diretta di  Michelle ma Belle!
Se sarà miele o fiele, lo vedremo presto.

Giovanna Botteri: da TeleKabul a TeleKillary
Veniamo alla conferenza stampa in giardino, in the garden, alla Cameron, con tanto di leggio, "Matteo sta portando avanti riforme coraggiose - scandisce il capo di Stato americano - noi sosteniamo il referendum per un sistema politico più responsabile". Ricordate Obama come si comportò in Gran Bretagna con la Brexit?"Amici Inglesi, restate in Europa!", disse entrando a gamba tesa nella loro campagna referendaria, facendo irritare gli Inglesi che non gliela perdonarono.
Ieri ha sentito l'impulso irrefrenabile di bissare ed esternare e, alla quattordicesima ed ultima cena prima di congedarsi da presidente, Obama ha detto "sì" al referendum, sapendo di trovare in Renzi un ventre molle. Non dimentichiamo che la sua ingerenza  era stata preceduta da qualche settimana fa da quella dell'Ambasciatore americano in Italia John Phillips. E che lo stesso Obama ha concesso proprio ieri un'importante intervista a Repubblica su molti temi cruciali: critica l'Europa e le politiche d'austerità, parla del TTIP rilanciandolo e lamentandosi che ha subito rallentamenti; stigmatizza il protezionismo, è interessato alle politiche migratorie, tuona contro i "populismi"...Insomma, in sintesi ribadisce tutto quel che gli ha messo in bocca il suo burattinaio Soros.

Il referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre è stato uno degli argomenti della conferenza stampa congiunta. Ovviamente ha dato consigli "amichevoli" al suo valletto che in caso di vittoria del NO, non dovrebbe sloggiare: « Io faccio il tifo: Renzi dovresti rimanere al timone ancora per un po’».


Loda apertamente le riforme del nostro governo e  invita gli italiani a votare "sì". "Renzi ha dimostrato di essere un leader - ha detto il numero uno della Casa Bianca - non potrei avere un amico migliore. Matteo rappresenta una nuova generazione di leader non solo in Italia, ma nell'Unione europea e nel mondo". Er Bomba gonfiava il petto, compiaciuto.

Rispondendo a una domanda di un giornalista, quel bischero del Bomba ha invece fatto lo spiritoso citando la canzoncina di Battisti-Mogol "Con il nastro rosa".

«Che cosa farò se vincerà il No al referendum? Lo scopriremo solo vivendo..., ma vincerà il Sì quindi non mi porrete più questa domanda» ha risposto piccato.

Whishful thinking, caro mio! Con il tuo padrone negro O'Bamba come testimonial hai ricevuto un bel bacio della morte: si è portato iella da solo contro la Brexit, porterà iella anche a te (e a se stesso) tifando per il SI.
Gli altri consigli al suo zerbinotto non li sapremo mai.Obama darà suggerimenti e istruzioni per l'uso sulle sanzioni antirusse, sulla Nato, sull'accoglienza profughi, su come posizionare i nostri soldati che, alla faccia dell'art.11 della Costituzione e del Parlamento ridotto a una burla, sono già ai confini della Lituania. L'Italia è l'avamposto militare mediterraneo imprescindibile e irrinunciabile degli USA,  e non ci mollano.

Domani in tv la Botteri ci darà conto di quanto era buono il dessert fatto nientemeno che con le zucche dell'orto Michelle. E' un problema di vitale importanza per il pianeta.


81 comments:

Anonymous said...

si è portato iella da solo contro la Brexit...

sicuramente quello fu l' effetto sugli inglesi ma sugli italiani non so 😎

Nessie said...

La Firmmaaaa, ws! Tanto i gufi della notte si riconoscono subito.

Anonymous said...

E cosi' riusciranno a trasfomare un referendum interno in un referendum pro o contro gli USA.

IL SAURO

Massimo said...

Il sostegno del presidente kenyota degli usa è un motivo in più per votare NO. Tanto non è un cataclisma ...

Nessie said...

Massimo, questo è poco ma sicuro!
E spero proprio che per O'Bamba sia un altro autogoal. Obama intende alzare la testa e muovere guerre planetarie (anche) col culo degli italiani. In particolare con soldi nostri.

Nessie said...

Sauro, come vedi il capo nero della casa bianca (minuscolo voluto) non ha alcun pudore di entrare nelle costituzioni di paesi non suoi. Non solo le buttano per aria, ma ti dicono anche come devi votare. Siamo alla satellizzazione degli staterelli perfino superiore a quelle del Komintern.

Aldo said...

Il tono SEMBRA leggero, però io ci colgo una più che opportuna ed astiosa amarezza. Se era la tua intenzione, la condivido e mi associo.

Nessie said...

Perché, Aldo? A te fa piacere che grazie al Pallonaro toscano salti fuori un'immaginetta così ridicola dell'Italia ridotta a sciacquina di una grande potenza in declino che ci trascina nel suo pericoloso vortice?

Jacopo Foscari said...

Mi auguro anch'io che l'appoggio di Obama al referendum abbia lo stesso effetto di quello sulla Brexit

Aldo said...

Assolutamente no! Infatti "condivido e mi associo". A me urta in modo particolare la doppiezza di queste facce da museo degli orrori, e voglio sempre sperare che nessuno caschi nei loro tranelli "comunicativi". La disillusione che ne consegue è, ovviamente, sistematica.

P.S. Hai notato qual è il neologismo coniato per indicare i truffatori più efficienti? "Grande comunicatore". Chi le spara più grosse, chi inganna con maggiore efficacia, chi un tempo sarebbe stato considerato un poco di buono da isolare e mazziare, da alcuni anni è stato magicamente elevato al rango di "grande comunicatore". Forte, eh? L'evoluzione dell'etica.

SILVIO said...

Penosa e crepuscolare esibizione di due bugiardi patologici - affetti da disturbo paranoide della personalità - che hanno mentito su tutto, persino sui loro dati anagrafici:

- O' Bamba che ha rifiutato o di esibire l’estratto originale di nascita al giornalista che lo accusava di aver detto il falso sulle sue origini ;

- O' Bomba che , con incommensurabile faccia di bronzo, continua a sostenere di esser nato a Firenze (persino nella biografia ufficiale della Presidenza del Consiglio) quando invece è acclarato che il suo luogo di nascita è Rignano sull’Arno.

SILVIO said...

Dei due, il più pernicioso su scala globale è O' Bamba , benefattore degli squali che ingrassano grazia all’economia di guerra.

Difatti, gli fu dato il Pernio Nobel per la Pace” proprio per coprirgli il delicato deretano in caso di guerre da lui dichiarate, tra una partita di golf e l’altra.

Finora se l’è cavata benissimo, causando macerie, desolazione e morte in Somalia, Libia, Yemen, Afghanistan, Iraq, Pakistan e Siria.

Tuttavia, O' Bamba non è soddisfatto.
Il suo grande sogno sarebbe quello di passare alla Storia per aver provocato una guerra nucleare contro Russia e Cina.

Ma è quasi impossibile che tale colpaccio gli riseca prima dell’8 novembre prossimo, data “dell’ Election Day”, in cui verrà dimezzato come presidente.

Il crepuscolo lo attende e, con esso, – me lo auguro vivamente – un processo per attentato continuato ed aggravato alla Costituzione Usa.

Su O' Bomba spendo per ora poche parole, poiché ritengo che anch’egli sia giunto alla fine della pista.

Rivolgo a lui solo questa domanda:

“ Cosa risponderà ai suoi figli se lo accuseranno di essere stato uno dei becchini dell’Italia? “

Huxley said...

Il probabile peggior presidente degli USA e il sicuro peggior presidente (mai eletto) della colonia Italia, che coppia.. Barak e burattini... o meglio burattino e burattino del burattino. Votare NO è un obbligo
Ciao Nessie

Nessie said...

Jacopo, O'Bamba non è molto fortunato e non ci azzecca quando fa previsioni e whishful thinking.

Aldo, hai ragione, più si comportano da imbroglioni pallonari, più vengono definiti "grandi comunicatori". Ma se ci pensi bene è la porno-stampaglia che lo fa. Ovvero quella di cui si nutrono. Se gli tagliassi questi canali, la loro perniciosità sarebbe dimezzata.

Nessie said...

Silvio, qui la creatività si scatena: O'Bomba e O'Bamba è un giochetto allitterativo efficace. :-).

Il motivo dell'omissione di Rignano è presto detto: nel mondo tutti conoscono Firenze ma nessuno conosce Rignano. Ed er Bomba, il WANNABE, vorrebbe passare alla Storia. Finirà nel pattume delle scorie, invece.

Più complesso O'Bamba che ha numerosi scheletroni nel suo armadio nero.

Non credo che i figli di O'Bamba per come sono stati educati, si metteranno contro il padre.
Da una razza (inteso come pesce piatto) non può saltar fuori un gattuccio (pesce lungo). ( Proverbo ligure ).

Nessie said...

Ciao Huxley, certamente che questa è una mega ragione di più per votare NO!

L'amico Massimo paragona O'Bamba a Odoacre, l'imperatore barbaro re degli Eruli a cui viene attribuita la Caduta dell'Impero Romano.

SILVIO said...

Beh, Nessie, se guardo la foto di famiglia – pubblicata da “Vogue” , con annesso articolo ruffianesco –

http://media.vogue.com/r/h_660,w_660/2016/09/20/matteo-renzi-family-prime-minister-italy.jpg

l’unico che butterei giù dalla torre è Matteo Renzi.

A te non sembra?

Nessie said...

La Boschi dove l'hanno lasciata? :;-)

SILVIO said...

Quanto a O’ Bamba e a O’ Bomba , sia lode al tuo genio creativo.

Come vedi, li ho subito adottati.

Nessie said...

No, O'Bomba è un tuo perfezionamento di er Bomba.

Ma devo dire che quel O apostrofato all'irlandese che sta per OF, ci sta proprio bene.

SILVIO said...

La Boschi?

Sei "monella", Nessie.'

O, forse, no.

Nessie said...

E' una vox populi che non è detto sia vera; ma sai, non la si vede mai con un fidanzato. Evidentemente deve rimanere "segreto".

Nausicaa said...

Nessie, ci sei andata vicinissima. La Botteri oggi in tv non ha dato conto delle zucche, ma dei fagioli. Ha detto che il piatto preferito di Obama è bistecca, patate e fagioli.

Nessie said...

Fagioli dell'orto di Michelle ma Belle, of course! L'ho sentita anch'io. Prevedibilissimi questi cronisti ciambellani! Il dramma è che perfino i programmi RAI sulla natura tipo Linea Verde o Geo, non la finiscono mai di rugarci l'anima con il fatidico Orto biologico della Casa Bianca. Come se in Italia non ci fossero colture biologiche, miele d'api e ortaggi freschi. Quando si dice la piaggeria!

Eleonora said...

Mioddio a cosa siamo arrivati. Ahahah, le eccellenze italiane, infatti. Benigni non mi pare rappresenti l'italia, Armani ha venduto il suo marchio anni fa, la ragazzina, che c'entra? Perchè ha vinto un paio di ori? Scherziamo, vero? Un nobel per la pace che ha distrutto mezzo mondo e che vuole portarci alla guerra contro Putin. Ma chi se ne frega del suo si, ormai, il guerrafondaio non conta più un tubo. Un motivo in più per votare NO!

Nessie said...

In effetti, Ele, colgo in rete un bel po' di incazzatura su questa pesantissima ingerenza di fine mandato dell'Abbronzato. Certo che è u motivo in più per votare NO.
Il guerrafondaio non conta più un tubo ma il suo lavoraccio sporco l'ha già fatto e ha lasciato un mucchio di sfracelli in sospeso.

SILVIO said...

Wall Street Italia ha rilanciato una news di Bloomberg circa il futuro politico dell’Italia nel caso in cui il No dovesse prevalere nella consultazione referendaria del 4 dicembre prossimo.

Nella fattispecie - secondo Bloomberg - il Presidente Mattarella sarebbe propenso ad accettare le dimissioni di Renzi per poi riaffidargli l’incarico di Primo Ministro di un governo pro-tempore che abbia la primaria missione di riformare il sistema elettorale, eliminando “l’Italicum”.

Una volta centrato tale obiettivo, verranno indette le elezioni politiche anticipate.

Ciò significa che si dovrebbe andare a votare nel 2017 .

http://www.wallstreetitalia.com/referendum-se-vincono-i-no-mattarella-imporra-elezioni-nel-2017/

Nessie said...

Grazie Silvio. Circolava già su altri organacci di stampa questa trovata "geniale" di Mattarella sul possibile Renzi2. Avevi poi letto l'intervista di O'Bamba a Repubblica? L'ho messa nel post, se clicchi la parola Repubblica contenuta nel contesto. E' del servo Federico Rampini. . Notare le genuflession

SILVIO said...


Santi numi, Nessie!

Il mix "Obama + Repubblica + Rampini" è per me quasi più esiziale della cicuta.

Ma leggerò ugualmente quella intervista anche se ne immagino già i contenuti.

Nessie said...

Scusa, ma un'interivistaccia simile dove praticamente sfodera gli stessi contenuti dei leaks di Soros e del partito Dem, a chi volevi che la concedesse se non a Repubblica-Rothschild? E'il microfono più adatto a lui.

SILVIO said...

Intervista letta, Nessie.

Sono sbigottito!

Obama potrebbe tranquillamente sostituire Xi Jinping come presidente della Cina comunista.

Non vedo alcuna differenza tra i due.

Parla come Bill Ayers, il suo antico maestro (terrorista e bombarolo) e come i suoi compagni di un tempo che con lui si riunivano nella sede di ACORN, importante cellula del “ Nuovo Partito Comunista” statunitense.

Bada bene. se fossero stati combattenti in buona fede per un ideale, li avrei rispettati pur non approvando la loro ideologia.

Ed invece siamo in presenza di comunisti d’accatto al soldo della Trimurti globalista, bravissima nel creare e finanziare gli “utili idioti" della “Tesi” e della “Antitesi” al fine di seminare il caos.

Dal caos nascerebbe la sintesi, cioè – secondo i piani della Trimurti – il suo dominio sull'umanità.


“Whishful thinking” che rimarrà tale.


Gli identitari li sommergeranno con la potenza inesorabile dei “Grandi Numeri”.

Se ne accorgeranno a tempo debito.

E sarà già troppo se riusciranno a conservare il bottino delle loro predazioni.

Nessie said...

Visto che robaccia? Ho visto già vignette americane dove si scrive "Obama is a Communist". Pensavo fossero esagerate, ma è vero.

Allora non ho sbagliato quando ho scritto (in risposta al commento del Sauro) che il gesto di suggerire a Renzi di rimanere ancora in sella in caso di vittoria del NO, è roba che nemmeno il KOMINTERN di Stalin avrebbe fatto.

Anonymous said...

a silvio che scrisse
Cosa risponderà ai suoi figli se lo accuseranno di essere stato uno dei becchini dell’Italia? “
dira' : visto come e' stato bravo il babbo a trovare il modo di portarvi a vivere bene a miami invece che nel " inferno" italiano ? 😎


🦉 ( alias ws , purtroppo la piattaforma del blog sembra non incameri il qui adiacente font del gufo 😄 )

Nessie said...

Puoi sempre mettere the Owl. Anzi, ws the Black Owl .

valter erriu said...

... avete sentito il TG1 :' Renzi abbiamo l'approvazione di Obama' e questo viene definito dai beoti giornalisti un savoir faire internazionale del Bomba... azzz

invito tutte e tutti gli amici di Saura a visitare la pagina di sa defenza su FB , ovviamente ogni volta che Nessie mette un articolo lo proponiamo ai nostri lettori, per gli interessati : https://www.facebook.com/Sa-Defenza-233694076653209/

Grazie
Vaturu Erriu Onnis

Nessie said...

Grazie mille Valter, e io invito gli amici a cliccare anche il tuo sito identitario Sa Defenza che è qui sinistra della HP nel blogroll. Buon Lavoro!

Jacopo Foscari said...

Nel '53 l'ambasciatrice americana Luce poco prima delle elezioni intimò agli italiani di votare per la DC e i suoi alleati (PLI-PRI-PSDI) sostenendo che, se la DC e i tre microbi non fossero riusciti a far scattare il premio della legge truffa allora ci sarebbero state conseguenze. Risultato? Il premio non scattò perché gli italiani votarono i missini, i monarchici e il partitino di Parri e Calamandrei per protesta facendo clamorosamente scendere la coalizione di De Gasperi sotto il quorum. Ecco, auguriamoci che gli auspici di Obama abbiano lo stesso effetto dei "consigli" dell'ambasciatrice Luce

Nessie said...

Ho visto per caso l'ambasciatrice Luce, Clare Boothe Luce quando era già anziana su una nave da crociera. So che era grande amica di Montanelli. Ad ogni modo parli di un mondo dove gli assetti erano assai più semplici di quelli odierni. Prima della caduta del muro si pensava che di qua ci fosse il mondo libero e al di là della cortina di ferro, ci fosse quello totalitario. E l'America allora aveva un ruolo di prestigio.

Vanda S. said...

Io sono esasperata dall'idiozia dei liberali americani e italiani (che in Italia sono "quelli della sinistra"): sono una piaga planetaria e sembra proprio che non riusciremo a liberarcene, almeno che' non accada la VERA III guerra mondiale, cioè' il TOTALE CROLLO di questo putrido sistema economico globale!

Nessie said...

Non sei la sola Vanda, sembra proprio una congiura planetaria. Piddioti, laburisti e Dem sembrano fatti con lo stampino.

Jacopo Foscari said...

Certo era un mondo completamente differente, era solo per ricordare come, in un passato nemmeno troppo remoto, gli italiani dimostrarono di non tollerare certe ingerenze. Mi auguro che gli italiani del 2016 mostrino uguale schiena dritta.

Anonymous said...

va bene anche questo ?
http://www.focus.it/ambiente/animali/allocco-un-po-allocco

IL SAURO

Nessie said...

Che c'entra?

Anonymous said...

Ciao Nessie, avevo letto il tuo articolo ieri ma anche se abituato da anni di prepotenze e prevaricazioni PD/Americane di fronte a uno sfoggio così totale di arroganza imperiale e compiaciuto asservimento del proconsole al riparo del potente ed entrambi certi della loro onnipotenza mi ha schifato e bloccato completamente. Ma ancora di più è la certezza delle milionate di nostri connazionali zelanti kapo' al seguito che storicamente non hanno mai mancato di saltare sulla diligenza giusta...
Scarth

Nessie said...

Vero Scarth, all'arroganza vedo che non ci si abitua mai, specie quando è esibita così proditoriamente. Un capo di stato che si abbassa a fare il ,testimonial , per un piazzista di pentole per di più abusivo, era un vaudeville ci che ci mancava.

SILVIO said...

Il TAR del Lazio ha respinto – dopo 4 giorni di camera di consiglio – il ricorso presentato dal M5S e dalla Sinistra italiana contro la formulazione del quesito referendario approntato dal governo e sottoposto agli elettori.
Tale quesito era stato giudicato “ingannevole” dai ricorrenti.

La motivazione del rigetto è ”per difetto assoluto di giurisdizione” .

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2016-10-20/referendum-tar-lazio-ricorso-inammissibile--110516.shtml?uuid=ADZjU7fB

Secondo i giudici amministrativi del Lazio, competente a decidere è la sola Corte Costituzionale.

Conclusione.

La data del referendum non slitterà.
Si terrà il 4 dicembre prossimo, nello stesso giorno in cui gli elettori austriaci ritorneranno a votare per le presidenziali.

In bocca al lupo, Herr Hofer!

Nessie said...

In bocca al lupo, davvero! C'era da aspettarselo che il TAR del Lazio ricevesse ordini di scuderia. E pensare che anche Valerio Onida che è un giureconsulto ha fatto ricorso lì.
La data del referendum non slitterà e speriamo solo che non ci siano cittadini che si lasciano ingannare da un quesito che contiene in sé già la risposta affermativa contemplata nella domanda.

Siamo già alla repubblica di Marzullo: si faccia una domanda e si dia una risposta (quella che vogliono loro).

Legge Mancino n°205 said...

la botteri e quelli come lei eran più simpatici quando eran comunisti. Oggi che son diventati liberali, col culo degli altri naturalmente, sono veramente il nulla infinito.

SILVIO said...

Concordo, Nessie.


Quel quesito ingannevole è stato formulato secondo le tecniche della programmazione predittiva manipolatrice, con l’invio di messaggi subliminali all’emisfero destro del cervello (che è incapace di ragionare, essendo deputato alle sole emozioni) .

Tali tecniche sono state ampiamente collaudate dai persuasori occulti di Cinema, Tv e Tech , trasformando le persone mentalmente più fragili in zombi dipendenti dal sistema di potere.

Ci deve essere stato lo zampino di Jim Messina nella formulazione di quel quesito ingannevole.

Al riguardo, ricordo che la consulenza di Messina costerà al PD 2,8 milioni di euro complessivi:

http://www.huffingtonpost.it/2016/10/05/jim-messina-pagato_n_12348602.html

SILVIO said...

Ad ogni modo, ricordo anche che le medesime tecniche manipolatrici furono utilizzate con dosi industriali nella consultazione referendaria del Regno Unito, amplificandone l’effetto - plagio con gli interventi a gamba tesa di Obama e Rothschild.

Ma esse fecero clamorosamente cilecca e “Brexit” vinse alla grande.

Il giorno dopo, “Chattam House” commentò frastornata :

“L’impensabile è accaduto”

Succederà così anche in Italia.
I No sono saldamente in testa nei sondaggi.

Nessie said...

Legge Mancino, io invece la Botteri non l'ho mai potuta soffrire né da comunista né da "liberal". Prima era tutta un piagnisteo arcobaleno e pacifondaio contro gli odiati yankees delle cluster bombs durante la prima guerra del Golfo di Bush senior, poi fu la volta di Bush jr. Ora si è ridotta a sviolinare gli orti biologici di Michelle O'Bamba solo perché è nera e dem.

Nessie said...

Silvio, anch'io penso che ci sia lo zampino di Jim Messina in questa tecnica manipolatrice, neanche troppo astuta. L'ultima trovata mediatica è quella di spedirci Mario Monti che si schiera con il NO, nella speranza che scatti il prevedibile spirito del "bastian contrario" (delle serie se lo strozzino Monti è per il No, allora devo votare necessariamente SI). Sono disperati e non sanno più cosa tentare.

Come c'è lo zampino di Filippo Sensini (lo spin doctor di Renzi esperto di web) nella spedizione massiccia di troll e trollazzame vario in giro per i forum.

Nessie said...

Errata Corrige: Filippo Sensi.

SILVIO said...

Sì, li ho letti anch’io alcuni post dei troll renziani.

Sono di una stupidità “pazzesca”, sgrammaticati e gonfi di così evidente “trollagine” da ritenere impossibile che riescano a far breccia nelle persone con quoziente di intelligenza da 100 in su.

Tali troll sono ad immagine e somiglianza del loro mandante il quale, pur essendo toscano, parla male “l’italiano” e, ancor peggio, “l’inglese”, facendo sbellicare dalle risate le platee colte.

Per giunta, si crede un “Macchiavelli”.

Ma quale “Macchiavelli” : è solo un ex distributore di giornali fallito che, nemmeno tanto misteriosamente, è stato posto al governo dell’Italia.

“Dulcis in fundo”, non ha il senso dell’onore perché, se l’avesse avuto, avrebbe dovuto imitare Cameron , che si dimise quando Obama interferì nel referendum del Regno Unito.

Nessie said...

Ecco sì, è vero! Uno strillone fallito! I toscani di questo blog mi perdonino, so bene che non si può e non si deve generalizzare, ma il clan dei toschi in circolazione ultimamente fa davvero disonore alla grande Toscana. Sono arroganti, demagoghi e villani come Enrico Rossi (quel governatore che si è fatto fotografare con la carovana degli zingari davanti alla sua villa). Disonorevoli e meschini giullari come Benigni, insopportabili pallonari imbroglioni come Renzi ,falsamente gentili ma venefici e infingardi come la Boschi. Maneggioni e immanicati come Carlo Conti il presentatore tv prezzemolone raccomandato ufficiale di Renzi. Poi ci sono altri guitti insopportabili come Pieraccioni, Panariello, Pupo (alias Enzo Ghinazzi) e altri del clan Renzi che pullulano dappertutto.

Insomma verrebbe da dire come Curzio Malaparte, Maledetti Toscani!.

Nessie said...

PS: Malaparte che è nato a Prato, forse li conosceva bene.

SILVIO said...

Non tutte le ciambelle toscane riecono col buco, Nessie.
E quei tristi messeri che hai nominato ne sono la prova.

Per esperienza personale, ti posso garantire di avere incontrato a Firenze, Siena ed Arezzo, toscani che definisco con la seguente locuzione:

“Assolutamente stupendi, in tutto e per tutto”

Anonymous said...

avevi visto questa foto?fra poco lo chiederà pure ai Marziani.
http://www.repubblica.it/politica/2016/10/20/news/referendum_dal_canada_al_kenya_i_comitati_per_il_si_nel_mondo-150191258/

Maria Luisa

Nessie said...

Ti credo, Silvio. Ci mancherebbe! Tra le persone sconosciute si trovano quasi sempre le migliori. Io dopotutto ho nominato solo toscani noti.

Nessie said...

Maria Luisa, purtroppo di questi comitati all'estero c'è da dubitarne altamente. Il voto degli Italiani all'estero ha sempre portato brogli e truffe. Che Dio ce la mandi buona!

Anonymous said...

A proposito di immigrati, ecco la trovata di Renzi e Alfano: dare cittadinanza italiana a chi sta per tre mesi in un centro d'accoglienza, con relativa carta di indentità. Una follia!


http://www.imolaoggi.it/2016/10/16/renzi-alfano-cittadinanza-immigrati/

Z

Jacopo Foscari said...

La Toscana è stata la culla di buona parte della letteratura e dell'arte italiana, vederla rappresentata dai ceffi elencati del "Giglio tragico" è qualcosa di decisamente doloroso.

Nessie said...

Quanto dici è esattamente nello spirito del mio post precedente, Jacopo. Oltretutto mentre alcune regioni "rosse" hanno conosciuto un po' di alternanza nelle loro giunte (penso perfino a Bologna col sindaco Guazzaloca) o alla Liguria con l'attuale Toti che sarà anche un topazzone lemme lemme, ma non è antipatico, arrogante e villano come Burlando ; o anche per breve tempo al Piemonte, lì in Toscana non c'è verso che le cose cambino nemmeno nel piccolo, nel locale: comunisti, rossi, arroganti, omertosi, tracotanti... Mi piacerebbe sapere a cosa è dovuta tanta impunità di questi amministratori poco virtuosi e liberticidi. E del resto è impossibile dimenticare che fu proprio a Livorno nel 1921 che nacque quel Partito Comunista che ci siamo dovuti sorbire così a lungo.E continua...

Nessie said...

Z, ho letto il pezzo di Imola Oggi. Sono d'accordo: queste concessioni di cittadinanza facilitata a gente senza documenti detti "profughi", serve a creare il presupposto per ottenere/concedere la carta di identità a chiunque: vero profugo, vero rifugiato, clandestino, opportunista, avventuriero, presunto delinquente, presunto jihadista, presunto terrorista, in pochissimi mesi grazie solo al permesso di soggiorno, e arruolare così altre truppe di elettori per il Pd. .

Ma così siamo al SUICIDIO-OMICIDIO di una nazione.

Anonymous said...

la toscana e' morta alla storia nel 1861 tradita dalla sua classe dirigente massonica opportunista ( montanelli guerrazzi ) o illusa dalla idea di poter andar a comandare in uno "stato piu' grande" ( ricasoli) ma come tutti i cadaveri storici ha continuato a produrre qualcosa di rilevante fino alla prima meta' del secolo scorso; gli ultimi ( validi da giovani e mediocri da vecchi ) esponenti della toscanita' sono stati cassola e pratolini (*) non a caso poi dissoltisi nella fanghiglia culturare pciista

Nella sostanza "l' ultimo dei toscani" , in coerenza come tale in tutta la sua vita e' stato malaparte ( che pero' era tedesco 😁 ). Per capire cosa ERA la toscana si legga il suo "maledetti toscani"

ws

🦉(*) la parabola della sua "opera omnia" e' estremamente istruttiva in tal senso

Nessie said...

Ho ricopiato il tuo commento e ci ho messo io la firma che non hai messo. Inutile che tu ti nasconda nell'anonimato: ti si riconosce benissimo. Ho abilitato questo commento perché lo ritengo interessante, ma la prossima volta non lo farò più. Se non ti firmi, peggio per te. E smettila con quelle emoticon da goliardo e non fare il "toscano"!

Nessie said...

PS: Malaparte e i suoi "maledetti toscani" l'ho già letto.

Alessandra said...

Davvero uno spettacolo penoso, com'era ampiamente prevedibile.
Avete letto questa e-mail ricevuta da Maurizio Blondet da parte di un amico che vive negli USA? Il vicepresidente Joe Biden ha detto che "Renzi è bravo, perché sa sfidare il suo popolo per obbedire al progetto". Eh sì, agire contro il suo popolo che se lo cucca senza averlo eletto, è questo il profilo di un vero leader!

http://www.maurizioblondet.it/biden-renzi-bravo-sa-sfidare-suo-popolo-obbedire-al-progetto/

Intanto i faziosi media mainstream gridano allo scandalo perché Trump non ha assicurato che riconoscerà il risultato in caso di sconfitta, ma mi sembra una dichiarazione in linea con le sue precedenti, riguardo ai media corrotti e sondaggi truccati a favore della Clinton. Cosa ormai evidente.
Trump ha anche definito Killary una "nasty woman", le calza a pennello.

Nessie said...

Ciao Alessandra, certo che le calza a pennello quel "nasty"! Bisognerebbe diffondere in tutte le scuole quel video in cui Killary parafrasava Giulio Cesare per la morte di Gheddafi (We came, we saw, he died!) Malvagia e perfida è dire poco.

Lo spettacolo dei nostri guitti, giullari coi sonagli e istrioni alla corte del Negrone è stato a dir poco avvilente! Può darsi abbia ragione Blondet: Biden al posto della Clinton "malata grave"? In ogni caso ci attendono giorni pieni di incognite.

Nessie said...

Però Blondet dovrebbe fare un'ammenda serissima sui 2 euro spesi per andare alle primarie (non sue, ma del PD) a votare per Renzi. Sono errori che poi si pagano cari!

Anonymous said...

E smettila con quelle emoticon da goliardo e non fare il "toscano"!
parafrasando bagnai ( che credo l'abbia rubata a GB shaw) posso rinunciare ad un amico ma non ad una buona battuta
quindi come potrei " non fare il toscano" ? Io ci sono nato .

ws

Anonymous said...

O gia' altre volte spiegato i ( grandi) meriti e gli ( imperdonabili) limiti di blondet che trovo in questo un "perfetto lombardo".
ws

Nessie said...

E' vero e nessuno glieli vuol togliere. Ma certamente quei 2 euri peseranno innanzitutto sulla sua coscienza.

SILVIO said...

Il direttore di “Imola Oggi” ha fatto benissimo a segnalare il pericolo che incombe:
= Il suicidio dell’Italia
(vedasi post di “Z” , ore 9,26 pm)


Apparentemente trattasi di roba vecchia, promossa nel 2006, reiterata nel 2011 e poi caduta nel nulla.

Ma se il direttore di “Imola Oggi” – da bravo giornalista alternativo - l’ha riesumata facendo scattare “l’allarme rosso” di pericolo , vuol di re che qualcosa di grave bolle in pentola.

Circa l’intera vicenda, è impossibile parlarne oggi in pochi post, anche perché sarebbe “Off-Topic”.

L’argomento è infatti molto complesso ed i primi retroscena risalgono - come già detto – al 2006.

Non sarebbe male, pertanto, che Nessie aprisse uno specifico topic, che abbia tale tenore:

”L’Italia siamo solo Noi.

L’abbiamo ereditata dai nostri Padri, che hanno speso sudore e sangue per crearla, difenderla e farcene dono prezioso.

L’italianità non s’inventa a colpi di decreto.

Vergognatevi, rinnegati !

Nessie said...

Ci avevo già pensato, Silvio. Stasera lo farò. Oggi ho numerosi impegni. La faccenda è di una gravità inaudita e fa il paio coi poveri abitanti nativi di Rosarno Calabro che hanno occupato
d'imperio case popolari messe da parte per le "risorse". Stanno creando un clima angoscioso da guerre civili. Non aspettano nemmeno la ratifica dello ius soli , fermo al Senato. Ecco perché vogliono abolirlo. per avere le mani libere di compiere abusi su abusi.

Nessie said...

PS: errata corrige su Valerio ONida. (mio commento di ieri h. 1, 33 pm verso di te). Valerio Onida ha fatto ricorso contro l'ingannevole quesito referendario al Tribunale Civile di MI e non al TAR come ho scritto. Chiedo venia.

Nessie said...

I commenti stupidi e anonimi non verranno pubblicati. Amen.

SILVIO said...

Riprendo, per un “attimino”, il tema di oggi.

Matteo Renzi – sia su Twitter che su Facebook – ha incensato (peraltro maldestramente) il suo incontro a Washington con Obama.

Stai “bonino”, messer “O’ Bomba” di Rignano sull’Arno e apri bene le orecchie:

1- Il New York Times non ha dedicato “un righino che uno” alla tua visita negli Usa.
Strano, vero?

2- Il presidente “O’ Bamba” (che tu consideri “Fratello”) ti ha “ preso per il culo” ( e ciò non dovrebbe farti piacere, considerati i noti vizietti di “O’ Bamba”) relegando le memorie delle tua venuta in un link secondario dell’Obama Diary”

https://theobamadiary.com/category/all-photos/

e non in quello istituzionale , dedicato alle visite dei Capi di Stato e ad altri eventi di grande rilevanza:

https://theobamadiary.com/tag/jill-biden/

Pertanto, fattene una ragione:
sei giunto al capolinea. Davvero!

Nessie said...

Lui è una gran faccia di tolla e non se la prenderà più di tanto. Del resto, basta vedere da dove è partito, dai telequiz. Questo è l'inoppugnabile filmato :


https://www.youtube.com/watch?v=WENbhyXSxlo

SILVIO said...

Nessie,

il linguaggio del corpo è spesso più rivelatore delle parole e raramente mente.

Una sua variante è la stretta di mano tra due persone,

Obama e Renzi se la strinsero in maniera alquanto bizzarra nell’aprile 2015in un incontro ufficiale alla Casa Bianca:

https://obamadiary.files.wordpress.com/2015/04/2015-04-17t150335z_510298705_gf10000062885_rtrmadp_3_usa-italy.jpg

Secondo te, cosa può significare tale gesto?

Nessie said...

Secondo me, sembra che O'Bamba nell'acchiappargli la mano dica: ti ho in pugno, merlo! Farai quel che voglio io.

Come del resto, sta accadendo.