05 September 2016

La Caduta della Culona




E' solo l'inizio e dovremo soffrire ancora . Però si vedono notevoli segni di insofferenza nei confronti di questa Europa. Dopo la Brexit, ecco la caduta della Culona in Pomerania, la sua regione. La botta (e che botta!) gliel'ha assestata il partito identitario Alternative für Deutschland.
Il sito dell’autorevole quotidiano Sueddeutsche Zeitung vede in queste elezioni un «massacro con la sega elettrica» che ha tagliato i consensi di tutti i partiti, tranne che l’Alternative. Cerca di recuperare terreno la Kulona, e allora in merito alla questione dei "migranti", rassicura:  “da un lato ci prendiamo la responsabilità umanitaria, inclusa l’integrazione. Dall’altro mettiamo in chiaro che coloro che non hanno diritto di rimanere, devono lasciare il nostro Paese”. Insomma, un colpo al cerchio e uno alla botte. E' tardi, Frau. Non sente forse che spira già un venticello favorevole di libertà da questa fogna di Ue? 
Solitamente la Frau non parla mai di politica interna quando si trova nei consessi internazionali. Stavolta invece al G20 in Cina, non si è fatta pregare ed esprime tutto il suo malcontento. 

Tra non molto l'Ungheria andrà alle urne per dire sì o no alla ripartizione di quote di "profughi" decisa dall’Ue e si prevede un risultato plebiscitario contro Bruxelles. Nello stesso giorno, il 2 ottobre, gli austriaci ripeteranno il ballottaggio presidenziale e ci sono ottime  probabilità che a prevalere sia il leader del Partito delle Libertà (FPO) Norbert Hofer. Negli Stati Uniti, Trump sta recuperando gran parte dello svantaggio su Killary Clinton, la pazzoide spiritata. In Francia si vota tra meno di un anno e Marine Le Pen sembra destinata ad approdare al ballottaggio. Negli altri Paesi europei i partiti tradizionali  di centrodestra e di centrosinistra soffrono la concorrenza di liste identitarie che i media mainstream chiamano "populisti" o di "ultra-destra". Non parlo dell'Italia perché qui le cose sembrano non cambiare mai o molto lentamente. E perché non considero i 5 stelle un partito identitario in grado di fare i nostri interessi nazionali. 

" Il risultato di ieri, dunque, rappresenta un test per la popolarità di Frau Merkel: popolarità in calo a causa soprattutto della crisi dell’immigrazione, tanto che se tra pochi giorni il flop dovesse ripetersi nella città-regione di Berlino c’è chi dice che potrebbe essere messa in discussione la sua stessa candidatura. Il peso della sconfitta personale per la Cancelliera è amplificato anche dal fatto che il Lander in questione è considerato una sorta di patria politica: situato nella ex Germania Est, fornisce oggi il «sentiment» nelle terre un tempo comuniste. Proprio qui infatti stanno prendendo piede più velocemente le formazioni euroscettiche che, soprattutto, mettono in discussione le politiche sull’immigrazione ma anche le scelte in politica economica che nascono di conseguenza: lo dimostra il fatto che in questa regione sono ospitati solo 23mila profughi su circa un milione e 800 mila abitanti, molti meno che in altre zone." (fonte: Il Tempo).

Un fotomontaggio della Merkel "islamizzata"


Certo, meno che in altre zone, ma con gente più sveglia, più motivata, e dato che a Est sono più poveri di quelli della Germania Occidentale, non hanno alcuna intenzione di farsi portare via quel poco che hanno conquistato dopo la Caduta del Muro con l'unificazione. Questo, tenuto conto che le migrazioni selvagge penalizzano sempre i ceti più deboli.

Inutile sottolineare la mia ennesima riprovazione per il nostro Abusivo di Palazzo. Poteva giocarsi la carta della "tregua migratoria" a causa del grave emergenza-terremoto e prendersi almeno una moratoria, e  invece si accolla (o meglio accolla sulle nostre spalle) la doppia grave emergenza: i terremotati e le ondate migratorie. Quasi come se il cataclisma su 4 regioni, dovesse servire a coprire l'altro cataclisma, quello che viene dal mare.  Un omiciattolo abominevole. 

47 comments:

Jacopo Foscari said...

Purtroppo temo che la Culona ce la dovremo sciroppare ancora per un po'. D'altronde, in pieno stile DDR, la signora ha eliminato tutti i rivali interni a colpi di "clamorose rivelazioni" sulle tesi di dottorato dei suddetti. Non mollerà la poltrona facilmente e userà tutti i colpi bassi a sua disposizione, come ha imparato Kohl suo malgrado. D'altronde la scuola DDR non si smentisce mai. Però vediamo se qualcuno batte un colpo, i malumori nel suo partito sono molti forti, specie in Baviera

Nessie said...

Intanto ha accusato il colpo in Pomerania. Certamente cercherà di usare nuove astute strategie, ma qualcosa si sta mettendo in moto. E questa gentaglia ha un grave difetto: non ha nemmeno la sensibilità di captarlo, da tanta sicumera possiede.

Nessie said...

PS: faccio una previsione anche se non sono paragnosta e non ho la sfera di cristallo. Nel 2019 salterà per aria questa fogna di Ue.

Anonymous said...

L'Alternativa per la Germania (Afd) si presentava per la prima volta alle elezioni per il parlamento regionale. Gi altri "risultati finali provvisori" annunciati dall'agenzia tedesca attribuiscono il 13,2% (-5,2 punti) al partito di sinistra Linke e 4,8% (-3,9) ai Verdi che quindi escono dal Landtag di Schwerin assieme a neonazisti della Npd (3,0%, -3,0 punti). Già fuori erano i liberali della Fdp che hanno ottenuto il 3,0% (in aumento di 0,2 punti rispetto alle precedenti elezioni). L'affluenza, in aumento di 10,1 punti, è stata del 61,6%.
Dove prende i voti l'Afd? Visibilmente ha saccheggiato tutti: ha preso a destra 3%, 4% al centrodestra, 5% al centrosinistra e 9% alla sinistra.
zc
Quindi i due terzi del suo voto vengono da sinistra, il che significa che i pennivendoli itaglioni dicono cazzate quando scrivono che è di estrema-dx.....insomma i non garantiti(operai,disoccupati,chi è soggetto al mercato) vota AFD. Chi hai il culo al caldo, cioè i garantiti (statali, ricchi, professionisti) vota socialista o merkel. Niente di nuovo sotto al sole, anche in francia è lo stesso col front-national al posto di AFD..... in italia invece abbiamo il m5s servi di r egime

Nessie said...

Zc? Cos'è il fratello di ws? :-)
Ma certamente che i "pennivendoli itaglioni" dicono e scrivono fregnacce. Del resto si guardano anche bene dallo scrivere che la Le Pen becca i suoi voti nel bacino di utenza di sinistra come alla Citroen e alla Renault.

Anonymous said...

Certo un "bel risultato" ,che pero' , come tutti quelli che lo hanno preceduto da ventanni in qua , mi lascia ancora in bocca il sapore del "troppo poco e troppo tardi ".
Sì, certamente un 25% di tedeschi sembra arrabbiato di questo andazzo, ma l' altro 75% che aspetta ?
Perchè sì ,da qualche parte di certo " atterreremo" , ma siamo ancora "in caduta" e la "caduta" ancora accelera :-(
ws

Huxley said...

Ciao Nessie, il filo spinato attorno al lager €uropeo sta cominciando ad arrugginirsi, finalmente, tra l'altro il 2 Ottobre si vota in Austria, dubito che questa volta basteranno i brogli a far vincere il candidato 'gradito'.

Nota OT: immagino tu sia al corrente di questa nuova proposta di legge:
http://compressamente.blogspot.it/2016/09/siamo-in-una-dittatura-spietatissima.html
che rischia di uccidere completamente la libertà del web, proposta da una classica pidiota e appoggiata da quasi tutto l'arco parlamentare..

Anonymous said...

E le prenderà pure a Berlino che è la città più cosmopolita. La ex Germania Est è un caso a parte, perchè è diventata bolscevica da nazional-bolscevica che era; alla fine non c'è stata tutta quella differenza, a parte la questione ebraica. Crollato il muro da vent'anni, ritorna il rimosso, ma non per una genetica tarata, bensì perchè le politiche perseguite dallo Stato riunificato sono state punitive soprattutto per la parte più storicamente tedesca: tutta collocata ad Est. La Dresda di Augusto il Forte rivaleggiava con Versailles stessa; considerare la Sassonia (e non solo Pomerania o Turingia), zone depresse è un insulto alle rispettive popolazioni. E non parliamo nemmeno dell'orgogliosa Prussia patria di von Clausewitz, tra l'altro - divisa in due parti. In realtà, sono già più di vent'anni che si rimastica la questione della IIa GM. Nolte aveva già timidamente riaperto l'historikerstreit più di 40 anni fa, ma siamo molto oltre. L'ex padrone sovietico è combattuto tra la rivelazione e la conservazione. I fatti, soprattutto quelli riguardanti l'immigrazione, sono tali da riaprire vecchissime ferite di cui, solo a tratti, si sente parlare fino da giornalisti ed alti manager. E' l'inizio della fine, o l'inizio dell'inizio ?

IL SAURO






Nessie said...

ws, non mi hai ancora tolto questa curiosità: il commento precedente delle 7, 54 am era il tuo?

Prima di preoccuparmi del 75% del popolo tedesco mi preoccupa (e non poco) della pecoronaggine al 100% del nostro. Te lo assicuro. Sembra che il terremoto serva a coprire il maremoto dalla Libia (e dalle coste africane e asiatiche) con furore.

Nessie said...

Huxley, no, non conoscevo quel link, ma non mi stupisce. Del resto che tiri un'ariaccia del genere lo lascia capire l'articolo di Sallusti dal titolo : "Tenete i cretini fuori da internet"

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/tenete-i-cretini-fuori-internet-1302899.html

Con ogni evidenza siamo al Nazareno 2 (la Vendetta), tenuto conto che il Sallustoni giorni fa aveva un altro titolazzo come "Forza italiani, forza Renzi".

Nessie said...

" E' l'inizio della fine, o l'inizio dell'inizio ?"

Sauro, a mio avviso è l'inizio dell'inizio. Come dice Huxley il filo spinato si sta arrugginendo e se promettono sei anni a chi parla male di loro via web, significa che sono alla disperazione.

Nessie said...

Sei anni di galera, tanto per specificare.

Jacopo Foscari said...

"Del resto si guardano anche bene dallo scrivere che la Le Pen becca i suoi voti nel bacino di utenza di sinistra come alla Citroen e alla Renault"

E non dicono anche che i voti decisivi della Brexit sono arrivati dal Galles e dai sobborghi di Manchester e Newcastle, storici feudi laburisti. Semplicemente non capiscono che i vari Le Pen, Petry, Farage, Wilders, Hofer e compagnia sono figli di una nuova epoca e i loro movimenti sono inter-classisti, se non addirittura a-classisti. Prendon voti a destra come a sinistra e a livello economico non sono ne socialisti ne liberisti ma semplicemente pragmatici con venature fordiste e keynesiane. Troppo difficile da capire per gente che ha studiato il vangelo secondo Karl Marx e Adam Smith

Nessie said...

Essì, i Vangeli liberisti e marxisti (le due ideologie non sono in antitesi, dato che si tratta in entrambi i casi di dottrine materialiste ed economiciste) sono dure a morire. Mi raffiguro questo nuovo terzo Totalitarismo del XXIesimo secolo come una chimera a due teste: una neoliberista nelle struttura socio-economica, l'altra neocomunista nella normativa, la burocrazia, la cultura ONusiana dei "diritti umani" che mettono sempre i piedi a casa d'altri, l'egualitarismo forzoso, l'ossessione per il controllo ecc.

Eleonora said...

Si, si, hai voglia che sbandierano lo spauracchio dei partiti neonazisti i bravi pennivendoli dei regimi che ci stanno massacrando! Se la sono cercata e prima o poi, parte di scontento avrebbe dato mente e corpo ai partiti nazionalisti. Voglio crederci alla morte della UE e voglio credere che, anche se lentamente, i nazionalisti prendano il sopravvento. In Europa, dico, che in Italia, qualunque porcata ci facciano, stiamo fermi.

Nessie said...

Per forza dobbiamo crederci! Se ci crediamo prima o poi accadrà.Se viceversa continuiamo coi cavilli, coi dubbi, coi SE, coi MA, non accadrà un bel niente.
Verissimo che in Italia stiamo sempre zitti zitti, fermi e succubi. Ma prima o poi questo lager finirà: è nell'ordine naturale delle cose.

Anonymous said...

Anche se la cosa procura un certo sollazzo purtroppo non basta ancora. Lì come in Francia e da noi i due finti partiti alternativi hanno la stessa sorgente (i Mostri e chi altri?): a loro per comandare a bacchetta su tutto (questo fanno) basta uno sputo di 20% o anche meno mentre i partiti di vera opposizione devono avere almeno il 51 (quando mai...). Ah poi per la stampazza di regime tutto quello che non appartiene ai loro padroni è etichettato come "populista" o "estrema destra" arrivando ad insultare apertamente anche gli elettori. Alla faccia della "democrazia".
Comunque più spallate di ogni genere arrivano meglio è non fosse altro per assistere alle crisi isteriche da delirio di onnipotenza che colgono i vari cortigiani & cortigiane in queste circostanze.
Scarth

Nessie said...

Anche tu ti affacci qui per dire di queste ovvietà? E cioè che una rondine (il Meclenburg-Pomerania) non fa primavera? E chi non lo sa? Vuoi forse che trasformi questo blog nel CAHIER DES DOLEANCES permanente? Se vuoi ti accontento subito. Basta sfogliare la stampaglia e c'è una disgrazia,un omicidio, uno stupro, un furto, un ammazzamento, una morte ogni minuto.

Le spallate arriveranno, ma bisogna fare qualcosa tutti insieme per accelerarle. I semplici esercizi di tastiera non portano a un bel niente.

Nessie said...

In ogni caso, il 2 ottobre c'è il redde rationem di Hofer. E nello stesso giorno in Ungheria ci sarà un referendum contro le quote dei "profughi" dal risultato scontato, perché Orban e i suoi non scherzano.

Anonymous said...

@ nessie che scrisse il commento precedente delle 7, 54 am era il tuo ?

No. Per il resto e' chiaro che in italia non c'e' nemmeno un qualche "21%" ...Ma il problema e' molto piu' grave perche' ORMAI non bastera' nemmeno il 30% ( della lepen ) o il 51% di hofer ( se ci arriva). Perche' il problema e' che il tradimento della INTERA elite e' andato troppo avanti e ormai nessuna " democrazia" puo' piu' recuperare il rapporto fiduciario tra "popolo" ed "elite" ( come si illude bagnai).
Purtroppo per dirla in termini storici il patto " senatuspupulusque ..." e' ormai rotto in tutta europa (fatto salvo alcune limitate eccezioni ) ed e' stato attivato un processo di vita o morte tra l' attuale "senatus" ( traditore) e l' attuale "populus" (tradito) che finira' solo con l' annientamento di uno dei due "ex- contraenti" .
Ma anche di "tuttedue" ; non si e'infatti mai visto nessuna elite sopravvivere alla fine del proprio popolo. Questo le vecchie elites lo sapevano benissimo prima di farsi illudere di diventare , con il proprio tradimento, membri dell'" elite del mondo" :-)

ws

Alessandra said...

Penso che sarebbe un delitto non sperare proprio ora che si aprono degli spiragli!
L'Italia si sveglierà solo quando crollerà l'UE, perché a quel punto sarà trascinata da tutti gli altri.

Con il NO al referendum - potrebbe svolgersi tra fine novembre e inizio dicembre, ha detto la Boschi - si lancia comunque un segnale anche se forse non sarà ancora abbastanza per toglierci di torno Renzi e la sua masnada.

Nessie said...

Ale, prova un po' a convincere l'inquilino del piano di sopra se ci riesci :-). Io con loro comincio a perdere la pazienza. Venir qua a sgufeggiare proprio ora che si aprono degli spiragli mi pare che oltretutto sia di cattivo gusto. E' evidente che anche il NO al refrendum potrebbe essere dell'altro grasso che cola.

Massimo said...

L'Italia arriverà buona ultima, ma arriverà. Il problema è il quando. Ho ascoltato poco fa la rassegna stampa delle 5,30 condotta dal giornalista rai più allineato (Alberico Giostra che questa volta non ha avuto neppure bisogno di commentare a modo suo gli articoli visto che i suoi colleghi hanno fatto il lavoro sporco con i loro articoli). Uno tsunami contro i 5 stelle per Roma. E, a lato, le nuove promesse di Renzi: più soldi ai pensionati, in pensione prima, contratto agli statali. In pratica un bacino di una dozzina di milioni di voti che quello si propone di comprare con i nostri soldi. E qualcuno ci cascherà, puntellando il regime. Per non parlare dell'imbroglio dei "moderati" che si affidano a un socialista come Parisi che non è altro che l'altra faccia del regime, più ingannevole perchè si rivolge verso destra. Hanno oscurato Salvini e la Meloni (che riprendono solo quando critica la Raggi). Insomma dobbiamo pedalare ancora a lungo prima di arrivare al traguardo. L'importante è non mollare.

Anonymous said...

Certo che gli auspici e le speranze vanno tutti in una direzione su tutti i fronti che avete indicato. Su questo non ci sono dubbi. Così il "secondo posto" di AFD è più che benvenuto ma per quanto riguarda l'analisi a mio modo di vedere c'è da riflettere sul meccanismo letale (e soprattutto su cosa lo può superare) che è diventato evidentissimo con la povera Le Pen che al primo turno stravinse e al secondo straperse perchè i due partiti "perdenti" di Sarkollande di fintissima alternativa si coalizzarono in un baleno vanificando ogni cosa. Io continuo a sperare che tutti i partiti/movimenti in Italia ed Europa (e magari anche oltre) che rispecchiano ciò in cui crediamo sviluppino quella capacità di coesione e azione comune che ora in gran parte latita o almeno evitino quelle assurdità come l'UKIP anti immigrazionista della Brexit che predilige l'immigrazionista politicamente corretto M5Str. Oltre alle tornate elettorali citate sarà critica quella americana che magari inaspettatamente potrebbe davvero rappresentare una svolta visto che quello è il centro dell'Impero (o almeno la sua parte evidente).
Scarth

Nessie said...

Massimo, sono d'acccordo. L'Italia arriverà ultima, ma l'effetto di trascinamento alla fin fine ci sarà.
Renzi è costretto a sollevare le solite cortine fumogene del "meno tasse per tutti"(falso) e aumenti ai pensionati (irrisori). Intanto di ritorno dalle vacanze abbiamo tutti quanti pagato l'odioso canone tv dentro la bolletta dell'elettricità: UN SOPRUSO!

Nessie said...

Scarth, i media mainstream americani e internazionali stanno mentendo spudoratemente sulla killary e nascondendo le opzioni su Trump il cui consenso cresce sempre di più. Come al solito salteranno fuori sorprese "non previste", dalle elezioni. Con i lecchini di regime che scriveranno scandalizzati: TSUNAMI dell'ultra-destra, e via con le stronzate. Prepariamoci.

Anonymous said...

Intanto al Palazzo di Vetro si sono procurati un principe di sangue reale quale testimonial contro i "populismi" europei: un tal Al Hussein, il quale paragone Farage, la Le Pen e Gert Wikdes all'ISIS. Tutti i malati mentali finiscono all'Onu.


http://www.corriere.it/esteri/16_settembre_07/alto-commissario-onu-disse-efeac53e-746f-11e6-b267-7b6340139127.shtml

Z

Nessie said...

Gert Wilders, volevi scrivere forse. L'ONU è una conventicola di parassiti strapagati da fare schifo, solo per trasmettere agende inique contro i popoli. La Boldrini, Staffan de Mistura e altri parassiti sono stati (e sono) seduti su una fortuna economica colossale. Ora c'è pure il principe arabo? Beh...Che pensi alla grande democrazia del suo paese, dove si governa per dinastia divina.

Avete mai osservagto il logo dell'ONU? Una ragnatela che impiglia gli stati sovrani e toglie loro ogni sovranità. I diritti cosiddett "umani" sono il pretesto principale per mettere i piedi a casa d'altri e destabilizzare gli stati. Perfino Bush jr. ebbe a dire che se il popolo americano dovesse sapere che si va approntando un governo mondiale a guida ONU, imbraccerebbe i fucili l'indomani. Cosa che mi auguro accada e che marcino contro il palazzo di Vetro per ridurlo in frantumi.

Jacopo Foscari said...

L'ONU è quell'organo che ci ha regalato cervelli sopraffini come Laura Boldrini e che tiene in piedi quel tragicomico carrozzone della FAO, un ente che costa un miliardo di dollari per lo scopo di "combattere la fame nel mondo". Di sicuro combattono la fame dei parassiti che ci lavorano, su questo non abbiamo dubbi

Legge Mancino n°205 said...

news di oggi silenziate dal regime demoNIOcratico.
- l'inghilterra costruirà muro lungo 5 km e alto 4 metri per chiudere calais e la jungla.
- l'austria ha votato 6 mesi di chiusura totale ad asilanti. zero richieste asilo. prorogabile 3 volte poi si vede.

in pratica gli immigrati che catia e i suoi prodi marò latorre e girone vanno a pigliare in libia, ce li puppiamo tutti noi....

Legge Mancino n°205 said...

qua il problema sono il M5s (che catalizza voto dei disoccupati e dei giovani) e che è una operazione dell'ambasciata usa a roma; la lega del comunista al parlamento padano del 1996 (cercarsi video sul tubo); e farsa italia della tessera n°2 del Pd nonchè tessera 1816 della P2.
Quando si troverà il modo di eliminare politicamente questi partiti e unire queste 3 anime che devono parlarsi e trovare un accordo (contro il pd rappresentante dei garantiti), allora ci sarà uno spiraglio.
Prima di allora inutile farsi qualsivoglia illusione.

Nessie said...

Grazie per le news silenziate. Ma che ti vuoi aspettare?

Legge Mancino n°205 said...

il grande timoniere che ci salverà dal pd, il grande comunista padano che en passant fu anche muslumano padano:
https://twitter.com/fabio_fazio_fax/status/765905816872419329

Nessie said...

Siamo sicuri che sia lui? La foto non è chiara.

Nessie said...

Jacopo, Laura Boldrini non è stata traghettata a caso alla presidenza della Camera: rappresenta una costola ONU. Poi c'è quel Staffan de Mistura che non ne ha mai azzeccata una. Compresa la storia annosa dei marò.

Anonymous said...

@ Blogger Legge Mancino n°205

cit.:

Quando si troverà il modo di eliminare politicamente questi partiti e unire queste 3 anime che devono parlarsi e trovare un accordo (contro il pd rappresentante dei garantiti), allora ci sarà uno spiraglio

====

Questo è onirismo: la maleolente cloaca in cui è stato trasformato questo paese - ma possiamo allargare il discorso all' intero globo terracqueo - deve essere letteralmente ridotta in frantumi ( istituzioni di ogni tipo e rango, ordinamento giuridico e "partiti" politici ) e ricostruita ex novo; non prima di aver cambiato la testa ai cittadini, cosa alquanto improbabile.

E ciò può avvenire solo in modo molto traumatico.


Paulus

Nessie said...

Fra tutti...concorrete a tirarmi su il morale. :-(

Anonymous said...

Personalmente non sono pessimista.
Il potere è sempre oligarchico ma mai complesso, e prima o poi le elite si cedono il passo.
L'unica vera discriminante è il numero di vittime che si lasciano dietro, che in questo caso potrebbe essere altissimo.
Il problema di determinati ambienti di controinformazione è il complottismo, che rende sempre le questioni più complesse di quelle che sono in modo da castrare ogni velleità alternativa.


Matteo

Anonymous said...

La questione non si risolvera' "democraticamente" perche' l' ATTUALE elite e' andata ormai troppo oltre nel suo tradimento e non potrebbe tornare indietro senza perdere COMUNQUE il SUO potere. Purtroppo ormai e' una questione di vita o morte : o noi o loro.

Quindi la "controinformazione" e' "complottista" perche' appunto c'e' un " complotto" , in quanto ci sono " centrali strategiche" che hanno ordito gli eventi e ci sono intere classi previlegiate che hanno sostenuto questo "complotto" con grande malizia e disonesta'; cosi' credere che le cose possano cambiare accettando il LORO " gioco" sporco (e pure il LORO "linguaggio " distopico) e' pura illusione.
ws

Nessie said...

"Malizia"? Malvagità e malignità, vorrai dire. Comunque come ho detto già un infinito numero di volte (anche per i sordi che praticano la filosofia del "cane di Mustafà"), il complottismo nasce da una crisi di fiducia nei confronti delle élites. Chi non rende trasparenti i propri piani e complotta ai danni del popolo, crea un "effetto di specchio".

Anonymous said...

è facile capire la differenza fra il complottismo e la controinformazione.
Basta chiedere la complottista cosa ne pensa dell'argomento X.
Qualunque, dal Risorgimento alla musica metal.
Poi, dopo 5 minuti, gli si chiede cosa ne pensa dell'argomento Y, che può essere sempre qualunque cosa, tranne quello precedente.
E poi...devo proprio continuare?


Matteo

Nessie said...

Se "la complottista" in oggetto sarei io (visto che ti rivolgi al femminile), allora tu appartieni alla categoria del "cane di Mustafà". Cerca pure su google cos'è, e fatti un giro in qualche altro blog: sei insopportabile. Sei arrogante, dici sempre le stesse cose e hai sempre le stesse fissazioni (la chiesa e il complottismo) . Che palle!

Anonymous said...

Mentre noi stiamo a soffrire per l'invasione, c'è chi provvede a blindarsi e a difendersi.

http://www.paeseitaliapress.it/news_3708_Calais-Jungle-la-Gran-Bretagna-paghera-due-milioni-di-sterline-per-il-muro-antimigranti.html

Z

Alessandra said...

Per tornare all'ingloriosa protagonista del topic, Horst Seehofer, leader della CSU, la forza politica bavarese "sorella" della CDU, ha minacciato la rottura dell'alleanza se la Merkel non rivede la sua politica migratoria (e non solo), peraltro criticata già da mesi.
Ma sembra che OttusAngela ancora non ci senta.

http://m.ilgiornale.it/news/2016/09/06/ora-la-csu-e-in-rivolta-merkel-sempre-piu-sola/1303726/

Nessie said...

Ecco grazie a questi ultimi due interventi si ritorna in topic. Ne ho piene le cosiddette di provocatori che vengono qui a spandere m.... e spocchia, e d'ora in poi saranno bannati.

Z, l'argomento che hai messo sarà oggetto del mio prossimo post. Tutti si difendono tranne noi, vale la pena di essere ripreso e merita un post a parte.

Nessie said...

Alessandra, OttusAngela è perfetto :-). La Culona di Pomerania ha in effetti, la fissità che è tipica degli ottusi.

Jacopo Foscari said...

OttusAngela è strepitoso. Comunque credo che la tipa sia sotto ricatto, altrimenti non si spiega nulla. Per 10 anni ha fatto la sceriffa dicendo a destra e a manca che il "multi-culturalismo" era un fallimento e poi di punto in bianco giravolta a 360 gradi e nel giro di qualche mese fa entrare un milione e mezzo di clandestini come nulla fosse. D'altronde ai tempi la Culona era un'alta funzionaria del partito comunista della DDR, e difficilmente una persona per bene faceva carriera da quelle parti. Vuoi mai che abbiano vinto le sue resistenze facendole vedere qualche documento compromettente di quei tempi? Chissà