24 August 2016

La farsa di Ventotene e le sue immagini



Devo dire che Giannelli è l'unico  del Corriere che riesce a divertirmi. Forse perché disegna e non fa il giornalista. Spesso si ha l'impressione che vorrebbe poter dire di più, ma che si limita, per l'appunto,  a disegnare. Come nell'emblematica vignetta qui sopra.  Vale la pena di  ricordare anche quella vignetta che fece assai scalpore, con gli Italiani che tornano  a casa dalle vacanze e che trovano i loro salotti occupati dai negri, i quali dichiarano in  coro: "Profughi!", mentre imperterriti, continuano a guardare la tv e a non sloggiare dalle case occupate.
Ma restiamo ai Tre di Ventotene.
Cosa hanno fatto di straordinario? La Merkel a prua ha fatto la polena sulla Portaerei Garibaldi, Renzi ha finto di fare il Nostromo, ma in realtà è il  loro mozzo, mentre Hollande si atteggia a Guardia Marina. Ma la Garibaldi aveva innestato  il pilota automatico, già messo  in moto in precedenza da Draghi direttamente da Bruxelles.  E' arrivato un bastimento carico di....pataccari in trasferta.
La patacca da spacciare è la Ue  del dopo Brexit. Sanno perfettamente che nessuno crede a una parola di quello che spacciano su ripresa, opportunità, immigrazione nonché sulla cosiddetta "integrazione". Per questo se ne stanno prudentemente a bordo. Se dovessero scendere non sono esclusi fischi (è successo a Renzi alla Versiliana di Pietrasanta, dove credeva di giocare in casa) spintoni e magari anche legnate.



Ieri  l'altro sera, la Rai ha dato fiato alle fanfare della retorica pro Ue mandando in onda (anzi, in ri-onda, perché era già stato trasmesso in precedenza) , lo sceneggiato "Un mondo nuovo" sulla vita di Altiero Spinelli, personaggio del quale mi sono già occupata in questo post. 
Da Ventotene al Bilderberg: questa è la sintesi della sua parabola. E passa pure per "martire della Libertà". Infatti gli hanno intestato un'aula del Parlamento Europeo, ad onta della sua scarsa popolarità politico-elettorale.

Patetico il Pittibullo di Rignano a credere che basti ammantarsi delle solita retorica antifascista, per conquistare menti e cuori di Italiani sempre più immiseriti da questa Europa. A voler ben vedere, questa  nuova dittatura che ci propinano, non ci darà pinne, fucili ed occhiali, mentre il mare è una tavola blu per andarcene a ritemprare lo spirito in un bel posticino come Ventotene. Niente fritto misto di paranza: ce lo vieta l'Europa!



Italiani, vi piace o no la Grande Patacca europea? Se vi va bene, buon per voi. Altrimenti noi andiamo avanti e ve  la terrete lo stesso. Parola dei tre Sirenetti. 
"Riscriveremo il futuro", promette il Mozzo.

30 comments:

Jacopo Foscari said...

Spinelli è una delle tante ciofeche con cui ci frantumano le gonadi. Quelli che ciarlano del suo "Manifesto" quasi certamente non l'hanno mai letto, se l'avessero fatto saprebbero che questa UE burocratica, elitaria e anti-democratica è esattamente ciò che lui auspicava. Forse Mussolini avrebbe dovuto mandarlo in mezzo al deserto in Libia anziché in villeggiatura a spese della collettività a Ventotene, avrebbe fatto meno danni

Massimo said...

Purtroppo nessuno di quei tre andrebbe in giro senza una nutrita scorta, grazie alla quale (e solo grazie ad essa) evitano le meritatissime bastonate. Lo spettacolo a reti unificate esibito è stato una indecenza. Come hai scritto tu, tocca a noi reagire, cominciando con il referendum che quanti più NO avrà, tanto prima potrà eliminare uno di quei tre. Gli altri due alle elezioni del prossimo anno nei rispettivi paesi.

Nessie said...

Ben detto Jacopo! Ci frantumano letteralmente quello che hai detto, senza che Spinelli abbia mai ottenuto un briciolo di rappresentatività elettorale. Il Manifesto di Ventotene non l'ha scritto solo lui, ma anche Ernesto Rossi, Eugenio Colorni e Ursula Hischermann, prima moglie di Colorni e poi dello stesso Spinelli, e ben pochi di quelli che lo decantano, lo hanno letto davvero. La sottoscritta, come puoi vedere ne fece un post pregresso, testé linkato con tanto di PDF, dove ne emerge un'Europa elitaria e antidemocratica del tutto autoreferenziale e dove si scrive a chiare lettere che gli stati europei saranno tutti più liberi se cederanno sovranità.

Come si dice, l'assassino torna sempre sul posto del delitto. Per questo i Tre Pirla sono andati a Ventotene.

Nessie said...

Massimo, e noi continuiamo a pagare il canone di questa sconcezza di RAI. Canone che serve per spararci addosso cannonate propagandistiche. Spinelli ce lo hanno magnificato per ben due volte nello sceneggiato.

Vedremo se, una volta caduto Renzi col referendum e con la vittoria del No, inizia davvero un nuovo processo di rinnovamento. Ma temo che se la Ue andrà in frantumi, non sarà per merito dell'Italia.

Anonymous said...

Trilaterale, Troika, Three Eyes... il triangolo no. Non l'avevo considerato.

IL SAURO

Anonymous said...

Il Vangelo di Luca dice che l' albero si riconosce dai suoi frutti; basta guardare la faccia da imbesuita ( in dialetto lombardo; in italiano corrente e corrivo sta per rincoglionita ) della figlia di Spinelli per capire che albero fosse il padre.

Per pietà tralasciamo quel che le esce dall' orifizio buccale.


Paulus


Hector Hammond said...

Se la ue si sgretola sarà per le forze che han sempre caratterizzato popoli più barbari come tedeschi e francesi .
Gli italiani con la loro foga di perbenisti , benpensanti ed lo zoccolo duro di elettorato di sinistra , potranno finire con le pezze al culo , ma non prenderanno mai decisamente posizione .

Jacopo Foscari said...

Vero erano un bel gruppetto i turisti di Ventotene, Spinelli è il più famoso. Comunque non sperate troppo nel NO al referendum. Capita l'aria che tira il ducetto di Rignano ha fatto marcia indietro e ha detto che, cascasse il mondo, lui dalla poltrona non si scolla. E anche qualora il suo stesso partito lo costringesse a farsi da parte dopo la debacle referendaria annunciata, sarà solo per rifilarci un novello satrapetto tecnico con l'imprimatur della mummia catto-comunista del Colle.

Eleonora said...

Uh, il bimbominkia con la sua lurida retorica. Oggi alle 12 in punto ha fatto la sua ennesima vomitevole conferenza stampa sul terremoto: "non vi lasceremo soli, nessuno resterà indietro". Gli suggerisco sul come aiutare gli italiani: sfrattando gli extracomunitari dagli hotel dando posto a chi non ha più nulla ma che ha pagato le tasse fino a ieri. E far smettere le trivellazioni che si svolgono da queste parti Scusa l'ot ma sono arrabbiata e spaventata.

Nessie said...

Sauro, è vero, c'è un ricorrente numero tre, e triangolazioni dappertutto. Hai dimenticato quel 3% che non si deve affatto sforare :-). E' obbligatorio.

Nessie said...

Paulus, come osi criticare la figlia di cotanto Padre? :-). Ora mi è addirittura più chiaro perché fosse l'unica giornalista donna (allora non esistevano ancora le "quote rosa") che sulla Stampa (il giornale della Fiat) venisse apprezzata quale grande "esperta" editorialista in politica estera. Altiero Spinelli dopo essere stato comunista fondò con Agnelli l'Istituto per gli Affari Internazionali italiani.

"Imbesuita" lo uso anch'io e ormai fa quasi parte del vocabolario italiano

Nessie said...

Hector, ne sono convinta anch'io.

---------------------------------------

Jacopo, quando mai un referendum fa capitolare le sorti di un paese? Dopotutto siamo pur sempre in un alveo istituzionale. Però è pur sempre un segnale che non va sottovalutato e può essere l'inizio di un qualcosa. Infatti i giornali finanziari britannici sparano a palle incatenate sull'eventuale vittoria di un NO, che farebbe (a detta loro) regredire il paese senza le "riforme" renziane.

Nessie said...

Eleonora, spero che da voi non ci siano stati danni e che tu non abbia subito delle calamità di nessun tipo. Facci sapere. Ho sentito che Madama Boldrini è venuta a recare conforto ai marchigiani. Questa sì è una vera jettatura nella già presente malasorte!

Giusto prendersela con le trivellazioni, dato che ho sentito anch'io che avrebbero conseguenze sismiche.

Eleonora said...

No, per fortuna ci sono stati pochi danni qui nel fermano. Qualche calcinaccio e qualche crepa. Ma le scosse continuano. Ce n'è stata una abbastanza forte appena prima delle 14, è stata breve. Si, madonna boldrini è andata a piangere non so dove e fonzarelli s'e' materializzato ad amatrice.

Nessie said...

Ah, bene.
Mamma mia! Renzi e Boldracca tra le macerie: le disgrazie non arrivano mai sole.

Anonymous said...

Spiace dirlo, ma su Mussolini sveva ragione Stalin: non ha mai o quasi mandato al muro i suoi nemici
E dire che gli storici sono concordi nel dire che al colmo della popolarità avrebbe anche potuto farlo.
L'8 settembre fu ordito dalle 4 M che ancora governano l'Italia e fino a che non ci libereremo di loro non abbiamo speranza.
Mafia
Massoni
Magnati
Monsignori.


Matteo

Hector Hammond said...

Vediamo se tirano su prima le chiese o la moschea come è capitato dalle mie parti dopo il terremoto del 2012 .Le nostre chiese secolari si stanno disfacendo , mentre i musulmani si godono il loro centro culturale islamico ricostruito .
Parte una minoranza , maggior parte de cattolici tace ...

Nessie said...

Non vorrei che mettessero i reduci dal terremoto nelle tende e tendopoli, mentre ti piazzano gli extra dall'Africa in alberghi a 4 e 5 stelle. Altro che guerre civili ci vorrebbero

Anonymous said...

hector scrisse
Gli italiani con la loro foga di perbenisti , benpensanti ed lo zoccolo duro di elettorato di sinistra....
A noi ci ha rovinato "roma", culla del "pretume" ora pienamente trionfante col suo papa gesuita ,con il suo peloso disonesto "pietismo" , e di cui gli attuali "sinisti" sono solo la versione laica" ( cioe' senza il fastidio del vero insegnamento cristiano ) .
ws

Anonymous said...

J. foscari scrisse
Comunque non sperate troppo nel NO al referendum.
vero,perche' non solo il referendum puo' aver al massimo solo una valenza di protesta di cui " il sistema" fara' poi comunque strame , ma anche e soprattutto perche' la stupidita' dei "furbissimi" italiani e' infinita, ed e' molto probabile che vinca pure il "SI" ..:-)
ws

Nessie said...

Il tuo pessimismo porta fortuna, ws. L'ultima volta che gufavi, ha vinto il Leave della Brexit. Perciò vincerà il NO.

Anonymous said...

cmq a proposito vorrei segnalare che anche nelle disgrazie viene sfruttata ogni occasione per lavare i cervelli italioti .
Noto ad esempio che ad amatrice OGNI "impiegato istituzionale" ivi portato ( giornalisti e funzionari della "macchina" ) usa continuamente la parola "accoglienza" laddove non c'e' proprio da ACCOGLIERE nessuno ma solo ASSISTERE chi abita li .
Evidentemente 'sti "volenterosi" ( lo stipendio prima di tutto :-)) sono stati SUBITO cosi' tanto catechizzati da usare gli slogan ricevuti in un modo spropositatamente ridicolo.
ws

Nessie said...

Taci che mi sono volontariamente imposta il silenzio mediatico. Sentire cronisti idioti che fanno domande ancora più idiote del genere "come ha vissuto questa tragedia?", "spera ancora che siano vivi sotto le macerie?". Senza contare Bru-Neo Vespasiano già pronto a fare il plastico dei paesi colpiti magari coi morti dentro, che ieri sorvolava le zone colpoite in elicottoro con la troupe RAI. Uscite a spasso e non guardate un bel niente: sono solo corvacci menagrami e sciacalli.

Alessandra said...

A proposito di forme triangolari, è da citare la piramide che la Merkel mostra immancabilmente congiungendo le dita in ogni foto ufficiale.

Nessie, ho dato il tuo stesso consiglio a un'amica laureata in Geologia cui parte l'embolo ogni volta che sente le castronerie che dicono nei tg.
Sono da boicottare.

Aldo said...

Nessie: "Uscite a spasso e non guardate un bel niente"

Fatto. Anche perché non c'è proprio niente da guardare, se non per qualche strana e diffusa forma di perversione. Chi non sa cosa succede quando un terremoto colpisce e quanto è tragica la questione? A cosa serve sentirselo ripetere a oltranza per mesi ogni tre/quattro anni (cioè ogni volta che un terremoto colpisce)? Ah, vogliamo ricordare quei loschi affaristi che ridacchiavano al telefono sfregandosi le mani nell'assaporare il grasso boccone sul quale avrebbero stretto i denti? Chi saranno, questa volta?

Comunque, Nessie, sono con te: meglio non dare (ulteriore) spazio alla questione terremoto. Gli sciacalli sono già in azione, e il loro appetito può essere tanto più saziato quanta più risonanza si darà all'evento. Non contribuirò (in effetti avrei dovuto evitare anche questo commento).

Nessie said...

Sapete bene e sappiamo tutti bene come vanno le cose quando ci sono terremoti, perché è un triste scenario déjà vu. E' già da considerarsi una tragedia il solo PERDERE LA CASA, anche se poi magari si è rimasti illesi e vivi coi propri cari. Inoltre finché ci sono altri nelle tue stesse condizioni è il caso di dire che pur nella disgrazia e infelicità "mal comune, mezzo..." ecc.ecc. . Ma poi la ricostruzione della propria vita la si fa DA SOLI. E in quel momento si spengono i riflettori mediatici e nessuno ti fa più domande, nemmeno idiote. Il che per certi aspetti è un bene, ma per altri si è abbandonati a se stessi.

.............................................

Alessandra, mi sfugge la mano a piramide della Polena teutonica. Segnalami magari qualche foto di qualche link.

Alessandra said...

Eccola qua Nessie.

http://static.euronews.com/articles/341906/612x344_341906.jpg

Non c'è vertice o appuntamento istituzionale in cui non posi in questo modo.

Nessie said...

Ah, sì, hai ragione. Non sono particolarmente attenta alla segnaletica...illuminata :-).

Anonymous said...

Il triangolo è il simbolo di pericolo. Nel codice stradale... e forse non solo. Probabilmente e' una richiesta di aiuto in un momento di evidente crisi. Non oso pensare in che potrebbe concretizzarsi l'aiuto della Confraternita. Facciamo le corna, anche se temo sia la stessa cosa.

IL SAURO

Nessie said...

Lascia perdere va...Non vorrai passare per "complottista" sui segnali d'aiuto. :-)