17 July 2016

Promenade des Anglais e altre stragi




La mafia uccide solo d'estate? A quanto pare anche il terrorismo. Se lo cerchi allo stadio di Saint- Denis, lui ti sorprende al mare. Sul lungomare di Nizza: quella Promenade des Anglais festante e rutilante nei suoi fuochi d'artificio per un 14 luglio trasformatosi da festa della République a  tragedia della democrazia aperta ad  oves et boves. In questi giorni parallelamente e in perfetto sincronismo con le stragi americane coi cecchini sui tetti, quasi in simultaneità c'è il camion con gli "effetti speciali" alla "Terminator" e alla "Duel",  col solito Mohamed di turno che spara a casaccio e travolge i passanti sulla Promenade des Anglais di Nizza, provocando una carneficina di oltre ottanta morti. Occorre però, guardare cosa proporranno le élites eurocratiche e la Nato, in queste ore drammatiche. Se la risposta è la solita "ci vuole più Europa", allora è chiaro che sapremo bene a chi giova tutto ciò. 
La Boldrini è andata subito a Palazzo Farnese dalla sua collega francese a portare le sue condoglianze proprio con questa formuletta: più Europa. Un governo Onu a guida globale? Una ristrutturazione della Nato? A pensare male ci si azzecca, purtroppo. 
In ogni caso Hollande se ne deve andare. Come minimo è uno jettatore, e come massimo, è complice di qualche losco disegno. Comunque sia,  trattasi di un presidente che non sa proteggere né garantire sicurezza e incolumità ai suoi cittadini, tenuto conto che finora i morti, vittime di tutte le stragi avvenute in Francia  (Charlie Hébdo, Bataclan, Nantes e altre) ammontano a 250 .

Nella nostra Penisola, i treni italiani più che i treni dei desideri che all'incontrario vanno (come dal testo della famosa canzone di Paolo Conte) sono i treni dei deragliamenti, dei disastri ferroviari, degli scontri frontali come è successo ad Andria nella Puglia. Però certamente la compagnia privata che ha acquisito la proprietà delle tratte ferroviarie, sarà quotata in Borsa. Ma che volete che siano 23 vittime? Arriva un'altra valanga di 84 morti dalla vicina Costa Azzurra, di cui, pare, una trentina di italiani dispersi. E ogni catastrofe recentissima cancella quella immediatamente  precedente, ogni tragedia si sovrappone all'altra senza che nessuno di questi morti a noi così vicini, ottenga mai vera giustizia. Il tutto, sotto i nostri occhi attoniti e sgomenti, di spettatori impotenti.

Ma per tornare alla Promenade des Anglais che da luogo di svago si è trasformata in luogo di lutto e di rovina, ecco l'elenco delle baggianate che sentiremo proporci in queste ultime ore:

  •  l'assassino stragista era un franco-tunisino nato in Francia  (un nuovo francese) e non c'entra nulla coi barconi
  •  l'islam moderato è un'altra cosa
  •  ci vuole più integrazione
  • ci vuole più Europa
  •  ci vuole più Nato
  •  occorre sciogliere la UE in una vasta Nato (proposta della Mogherini)
  • occorre accelerare una governance mondiale per combattere il "terrorismo internazionale". (Obama dixit)
  •  occorrono leggi speciali, leggi marziali, divieti di manifestare, un esercito e Intelligence europei unificati.

In altre parole, tutto ciò che rappresenta un vero angoscioso problema, secondo le élites e i nostri politici, dovrebbe fungere da SOLUZIONE. Senza contare che queste tragedie rischiano di rendere permanente un leader a pera con la testa a pera  (e difatti i francesi lo chiamano La Poire), come Hollande che si è mostrato una vera nullità. Insomma, una vera e propria sospensione della democrazia e della libertà di espressione nella patria di Voltaire, attuata con la solita scusa della "dell'emergenza e della solidarietà nazionale".
Inoltre non convince per nulla la versione dell'autotreno dei tragici "effetti speciali", distributore di gelati. 
Dopo tutto quanto è già successo e che sta accadendo o come si fa a far entrare un camion di quelle dimensioni in zona pedonale sovraffollata senza perquisirlo,all'interno? Avrebbero  potuto esserci decine di terroristi armati, arsenali di armi o tonnellate di esplosivo.
Ma  se anche l'avessero aperto e ci fossero stati dei gelati,  avrebbero dovuto come minimo fare una telefonata di verifica al presunto destinatario (nel caso in cui  il terrorista lo avesse indicato).
Non so in Francia ma qui  da noi, non si è mai visto consegnare gelati con un TIR sprovvisto di marchi pubblicitari. Mi piacerebbe sapere poi perché, a strage avvenuta, salta fuori che il criminale stragista aveva dei precedenti penali (cinque) e simpatizzava pure per l'islam radicale, però era  comunque "isolato".
Rita Katz del del sito SITE sapeva già tutto. Beata lei! Inoltre c'è sempre qualcuno che dopo tragedie di questo tipo sente ululare la formuletta di prammatica  "Allah u' akbar". L'ISIS rivendica un loro fratello  guerriero e tanti  altri scenari già visti. Ovviamente non mancano  i cretini  "occidentali" di turno pronti a dire che "non dobbiamo rinunciare al nostro stile di vita". It's matter of style, of course.





Tanto per non farci mancare di niente, in queste estati sempre più violente, ecco arrivare contestualmente alla strage di Nizza, il colpo di stato in Turchia che ti fa 280 vittime in un solo colpo. Tutto in una notte. Anche i golpe e i crack finanziari arrivano sempre d'estate. Golpe vero? Fasullo? Voluto dalla Nato? Messo in atto per ristrutturare l'esercito e fare delle epurazioni? Per lasciare le mani libere alla repressione di Erdogan? O per dare una lezione a quell'Erdogan che si  è  riavvicinato troppo a Putin?

Un'immagine simbolo della repressione di Erdogan contro i cospiratori del golpe in Turchia

Ma a Nizza, lo scenario di morte è sempre lo stesso: bimbi che piangono, morti che non vengono identificati, nonni eroi che perdono la gamba per salvare i nipotini, ospedali e obitori in tilt, turisti che scappano e militari che presidiano ogni angolo trasformando una ridente località turistica in un check point. Per favore però, smettiamola con cumuli di fiori, candele, lumini, pelouche, bigliettini e improvvisati "luoghi della memoria" che il vento disperderà in poche ore, e passiamo finalmente alla controffensiva. E' inumano continuare a sopportare tutto ciò. Quasi certamente non sarà una promenade. Ma almeno proviamoci. 


46 comments:

Anonymous said...

la cosa piu' strana di nizza sono 15 fori circolari ( quindi con impatto frontale) sul parabrezza lato passeggero lato sinistro da cui ( dicono LORO) il matto sparava ( tenendo probabilmente il volante con i piedi :-))
La sostanza quindi delle "pieces" andate sul palcoscenico di nizza ed istambil e' sempre la stessa .: sappiamo per certo solo che la "versione ufficiale" sara' falsa.
ws

Anonymous said...

Ciao Nessie.
Probabilmente, perfino nella scalcagnata Italietta non sarebbe consentito il passaggio a un tir anonimo solo perché il conducente dichiara di vendere gelati. Come minimo pretenderebbero di vedere il permesso di transito ed ispezionare la merce. A meno che tra gli agenti del posto di blocco non ci siano dei complici…

Sulla Turchia, io che sono un gran peccatore penso malissimo e per questo finirò di sicuro all’inferno.
Per me, a Erdogan è riuscita la ciambella col buco, al contrario di quanto successe a Gorbaciov che nel 1991 provò un giochetto simile riuscendo ad ottenere solo una frittata…
Intanto, non si è mai visto un golpe in cui, per prima cosa, non si pensi a catturare o assediare il pesce più grosso. Poi, guardiamo il risultato: Erdogan ha l’occasione di sbarazzarsi in un colpo solo di qualche migliaio di magistrati e alti ufficiali kemalisti, il tutto mentre “spontanee” manifestazioni di piazza inneggiano ad Allah e lo invocano (lui, Erdogan) come sultano.
Anche se a destra, da qualche anno e grazie ad intellettuali che non voglio nominare, Kemal Ataturk (peraltro grande ammiratore di Mussolini), viene sempre più denigrato è bene ricordare quello che fece di buono:
- depose il Sultano;
- liquidò il Califfato;
- proibì la sharia;
- vietò il velo nei locali pubblici;
- proibì la lingua araba nelle predicazioni;
- mise un limite alla costruzione delle moschee;
- adottò l’alfabeto latino, il calendario gregoriano, la domenica come giorno festivo ecc.
Inoltre, Kemal pose l’esercito e la magistratura a guardia della sua rivoluzione, assegnando loro il compito di intervenire ogni volta che la laicità dello Stato fosse minacciata.
Il golpe del 1960 ci fu perché il partito allora al potere decise l’apertura di nuove moschee, mentre nel 1998 la magistratura imprigionò Erdogan e sciolse il suo partito per il suo estremismo religioso.
Purtroppo, uscito di prigione, Erdogan ne fondò un altro, solo all’apparenza più moderato (quel gran pensatore di Buttiglione lo salutò come “la Democrazia Cristiana turca”) e i risultati non sono tardati ad arrivare…
(no caste)

Nessie said...

Ce ne sono a bizzeffe di stranezze, ws. E le armi giocattolo dove le mettiamo? E le versioni contrastanti del solito pazzo isolato? poi è arrivata la pista islamica. In ogni caso costui aveva dei precedenti penali, ciò che non gli impedì di spacciarsi per gelataio .

Jacopo Foscari said...

"l'assassino stragista era un franco-tunisino nato in Francia (un nuovo francese) e non c'entra nulla coi barconi"

Questa purtroppo è vera. Il problema è che questa frase viene usata come se fosse tranquillizzante, quando invece è terrificante. Terrificante perché vuol dire che anche quelli che "si sono integrati", in realtà non si sono integrati per nulla. Ergo, se anche quelli "integrati" si comportan così, figurarsi i disperati sui barconi. Hollande semplicemente indecente, per fortuna tra 10 mesi se ne va, anche se temo seriamente che ci ritroveremo il Sarkonano e non so francamente chi sia peggio tra lui e Hollande. E' una dura lotta.

Riguardo alle "Cose turche" che abbiam visto in questi giorni, ma, mi sa che Erdogan se la fa e se la racconta pure. Voleva una scusa per stanare gli ultimi giapponesi laici nell'esercito ed epurarli definitivamente e l'ha trovata da bravo levantino machiavellico quale è. Comici il duo Obama-Merkel che parlano di "ordine democratico", peccato però che in Ucraina il presidente democraticamente eletto sia stato rovesciato con il giubilo dei sopra-citati e senza tanti complimenti.

Nessie said...

No caste, non mi pare si tratti di kemalisti, ma di generali direttamente nominati dallo stesso Erdogan. Qualcuno di questi è addirittura islamico.
Mustafa Kemal detto Ataturk fu un esponente della massoneria e non lo dice solo Blondet. Poi come al solito, vale per lui come per altri capi carismatici il discorso di luci e ombre. In ogni caso, laica o meno, io la Turchia in Europa non ce la vorrei.

Prelevo da fonte ufficiale e pertanto da prendere con le pinze:

Intanto restano tesi i toni con gli Usa, dove si trova il leader islamico moderato Fethullah Gulen, che il presidente Recep Tayyp Erdogan ritiene regista del tentato colpo. «Invito il presidente degli Stati Uniti a consegnarci Fethullah Gulen perché implicato nel tentativo di golpe», aveva detto venerdì notte Erdogan. «Stati Uniti, dovete estradare questa persona», ha aggiunto. Gulen, che vive in Pennsylvania, ha negato di essere coinvolto nel tentativo di golpe. «Sto chiedendo all’America e al presidente Obama di estradare o consegnarci questa persona che vive su 400 acri di terreno in Pennsylvania», ha affermato Erdogan senza ma citare il nome di Gulen...

http://www.corriere.it/esteri/16_luglio_17/turchia-arresto-seimila-persone-telefonata-erdogan-putin-1ada235e-4c0a-11e6-9b53-09d4e26665fb.shtml

Può darsi mi sbagli, ma quando anche un leader che mi piace poco come Erdogan, si avvicina (o riavvicina dopo l'episodio dell'aereo abbattuto), a Putin, succede sempre qualcosa.

Nessie said...

Jacopo, negli USA ai tempi di Al Capone e più tardi di Cosa Nostra, estradarono nei paesi di origine i principali boss mafiosi e gangster anche se di seconda generazione a dispetto di tutte le leggi federali e delle garanzia costituzionali. Alla fin fine in Europa si dovrà fare questo anche con gli islamici di IIa generazione, se vuole salvarsi.

Sul tentato golpe (si fa per dire, dato che ci sono 280 morti) in Turchia è assai probabile che sia un regolamento di generali interni. Ma io non sono una 007 né un'amante delle spy stories. Vedremo...

Anonymous said...

Questa sequenza di accadimenti mi ha lasciato la solita pessima sensazione di assistere a uno spettacolo dell'orrore di cui "Loro" sanno già quali saranno le prossime scene e come andrà a finire.
Detto questo riflettevo sul fatto che mi sembra che per la prima volta nella storia sull'intero pianeta ci sia in pratica un solo schieramento, il "Loro", che detiene tutto il Potere da quello militare a quello mediatico, finanziario ecc. Una sproporzione di forze e mezzi inaudita tra Loro, i Mostri e i poveri pellegrini che cercano di sottrarsi al giogo. Una volta almeno, lasciando perdere torti e ragioni, vi era una certa equivalenza tra le parti con quel che ne conseguiva. Ora no purtroppo e noi ci siamo dentro fino al collo. Spero che la mia sia una considerazione sbagliata perchè diversamente ci potremo affidare solo all'imponderabile per uscirne.
Scarth

Jacopo Foscari said...

Tra i meriti di Ataturk sopra elencati aggiungo anche che tramutò Santa Sofia da moschea in museo, mentre Erdogan ha provveduto a rimetterci i muezzin. Checché ne dica Blondet la turchia kemalista era assai meno peggio di quella islamista, ma si sa Blondet c'ha una fascinazione segreta per i maomettani da buon clericale quale è. La Turchia in Europa manco io la voglio, islamica o laica che sia, però piaccia o non piaccia coi turchi bisogna farci i conti comunque e allora, visto che comunque ci tocca avere a che fare con loro, preferisco dover trattare con gente come i kemalisti che non finanziano il terrorismo islamico in giro per il mondo e che non ha nessuna intenzione di fare proselitismo al di fuori dei propri confini piuttosto che con un personaggio come Erdogan che invece vuol rifare l'Impero Ottomano e islamizzare i cani infedeli.

Anonymous said...

Nessie, neppure io vorrei la Turchia in Europa, a prescindere da chi la governa, tuttavia preferisco saperla fuori dall’Europa, laica e con i mussulmani all’angolo, piuttosto che retta da un presidente con chiare ambizioni di sultano. E che, fuori o dentro che sia, usa contro di noi l’arma del ricatto.
Quanto a Kemal, fu proprio lui ad introdurre in Turchia i cognomi all’occidentale. Il parlamento approvò una legge con la quale gli assegnava quello di Ataturk che pertanto, da allora, divenne il suo cognome ufficiale (prima non lo aveva, come non lo aveva nessun turco). So che fu un massone e commise anche porcherie, ma mi sono permesso di ricordare quello che, a mio giudizio, fece di buono, non scriverei mai che fece solo cose buone.

Anche molti “Padri della Patria” risorgimentali furono massoni, come il “Padre dei Turchi”. Però fecero l’Italia, realizzando il sogno di Dante, Petrarca, Machiavelli ecc., ed io l’accetto così come me l’hanno consegnata gli avi, pur sapendo che poteva nascere meglio. È quello che mi fa divergere da Blondet: lui è un nostalgico di Pio IX e del Papa Re e disprezza l’Italia perché, ai suoi occhi, ha il grave peccato originale di essere stata fatta a spese della Chiesa. Io, viceversa, considero il Potere Temporale (fondato su una menzogna) la più grossa disgrazia che ci sia mai capitata.
(no caste)

Nessie said...

Sì Scarth, si ha come l'impressione di una cabina di regia di carattere mondiale. Non a caso, l'ho messa in connessione con i fatti dei cecchini neri americani che sparano a caso tra la folla.

Nessie said...

Jacopo e No caste, molte delle cose che dite le condivido anch'io, e nemmeno a me piaceva il vecchio corso di Blondet sui figli di Allah. Ora però vedo che da un po' di tempo in qua è giunto a più miti consigli e parla di fine della nostra identità, in forza della loro invasione. Come in questo post:

http://www.maurizioblondet.it/ritroviamo-la-nostra-identita-sapendo-cose/

Certo che ce ne ha messo del tempo. Meglio tardi che mai.

Anonymous said...

Ho letto l’articolo, Nessie. Grazie per averlo segnalato.
Uno dei problemi di Blondet è che arriva sempre troppo tardi. A dargli retta negli ultimi tre anni avremmo dovuto:
a) recarci due volte (noi e i nostri familiari) a votare Renzi alle primarie del PD, versando il relativo obolo al Gran Partito;
b) votare Grillo alle politiche del 2013;
c) esultare all’elezione di Francesco, “papa peronista” (ricordi l’articolo su Effedieffe?).
Poi gli capita di aprire gli occhi, ma quando anche i ciechi hanno visto tutto…
(no caste)

Anonymous said...

seguo blondet da 40 anni e sulla sua buonafede non ci sono dubbi . Il problema di blondet e' che e' un "positivista" e come tale si auto- abbindola spesso e volentieri per poi , inevitabilmente deluso ,attaccare ferocemente i suoi vecchi "idoli" . E nella lista dei suoi "idoli infranti" renzi e badoglio sono solo gli ultimi ( ma ha spiccato anche berlusconi per tanti anni :-))
Un' altro esempio divertente di questo processo e la sua attuale critica alla "cultura meridionale" ( beh chiamiamola cosi' :-)) quando ventanni fa blondei si scagliva ferocemente contro la lega che faceva allora i suoi discorsi di oggi.
Insomma un incoerente giornalista di razza :-)
ws

Nessie said...

Forse spera sempre che salti fuori qualche politico di razza che ci porti fuori dal guado, salvo poi rimanere inevitabilmente deluso.

Anonymous said...

Le prese di posizione di Blondet che avete già elencato hanno in passato decisamente sconcertato anche me (tra l'altro mi sembra che Renzi rientri ancora tra i suoi "idoli" o lo inquadra, a torto, nel meno peggio. Aspettiamo il ravvedimento) però c'è da rendergli onore per la sua opera per così dire dalle catacombe dove il regime l'ha ficcato. Ce ne vorrebbero altri mille della stessa stoffa nelle redazioni dei giornalazzi del Potere a rimpiazzare gli attuali organici orwelliani.
Scarth

Huxley said...

Ciao Nessie, il burattino Hollande (pure peggio del nano Sarközy) ha prorogato di altri tre mesi lo stato di emergenza, Mission Accomplished si potrebbe dire, in modo da far ingurgitare ai francesi le riforme (loi travail in testa)
Ultima osservazione, questi 'terroristi' colpiscono sempre gente comune, mai un attentato verso i mandanti ed esecutori del sistema, chissà perchè...

Nessie said...

Osservazione più che pertinente, la tua Hux. Pensa che intorno all'Eurotower di Bruxelles, c'è il quartiere belga di Molenbeek che è un vero hotspot per terroristi composto da "nuovi belgi" arabo-mussulmani. Credi forse che si diano all'assalto del parlamento Ue? Manco per sogno, sono invece i loro protettori. Direi, i loro pretoriani più fidati.

Anonymous said...

Ma "tornando a nizza" pare che non interessi agli inquirenti francesi nemmeno verificare la storia ( dichiarata dai familiarii ! ) dei 100000 euro inviati dal "matto" alla famiglia in tunisia. due giorni prima della strage. :-)

E questo mi pone la domanda se l' uso cosi' smodato fino al ridicolo delle tecniche e dei depistaggi della "strategia della tensione" sia sintomo di "disperazione" o di una ragionata convinzione che essa , per quanto sempre piu' ridicola, funzionera' ancora benissimo...

Ma comunque una cosa e' certa, la "SStoria" sta accelerando incrementando enormemente il nostro rischio di venirne schiacciati come a nizza :-(.
ws

Nessie said...

Sarò considerata "complottista", ma temo che la cabina di regia tra i fatti "americani" a Dallas e a Baton Rouge, l'autotreno di Nizza e il golpe turco (tarocco o meno) sia lo stesso. Forse in questa accelerazione della "SStoria" il NWO c'è già e noi non ce ne siamo accorti .

Nessie said...

Qui un bel post sui presunti abusi della polizia americana contro i negri:

http://euroholocaust.blogspot.it/2016/07/polizia-usa-razzista-i-dati-che-dicono.html

Anonymous said...

Enrico Aspenio detto Stai Sereno, ha una soluzione in tasca: uno stato di polizia europeo in stile Israele:

http://www.imolaoggi.it/2016/07/18/strage-nizza-letta-dobbiamo-cambiare-modo-di-vivere/

Valls ne ha un'altra: imparare a vivere nel e col terrore.

caposaldo said...

Colpaccio piddiota! http://www.ilsussidiario.net/News/Economia-e-Finanza/2016/7/18/J-ACCUSE-Perche-l-Italia-consegna-le-sue-spiagge-all-Ue-/715325/

Nessie said...

Anonimo, un nick per favore. Ho sentito le provocatorie affermazioni di Valls «bisognerà convivere con la minaccia terrorista». Per non dire di quelle di Enrico Letta.
POrtare qui tutti gli islamici per avere poi il pretesto di costruire uno stato di polizia con tanto di Mossad permanente? Un'idea a dir poco da miserabili mentali. Il mostro si abbatte tagliando la testa e qui certa gente non ci deve arrivare: né di prima né di seconda generazione.

Eppoi hanno il coraggio di dare dei complottisti quando si tracciano delle ipotesi sul "cui prodest".

Nessie said...

Caposaldo, è il caso di dire che siamo all'ultima...spiaggia. Se poi ci mandano i kamikaze vestiti da vu' cumpra', allora sarà un'operazione ancora più facile, quella di sfrattarci.

caposaldo said...

Si ripetera' pari pari, Nessie, lo schema bando pubblico trasporti regionali della regione toscana. L'azienda soccombente, quella toscana, titolare fino ad ora del servizio, delle sedi e degli autobus, sara' costretta a svendere alla nuova societa' , controllata direttamente dallo STATO FRANCESE il tutto, ad un valore nettamente inferiore al mark to market. Non avranno scelta, ed i dipendenti ri-assunti con un contratto da schiavi. In questo caso gli attuali bagnini-30000- che hanno fatto nel loro piccolo rilevanti investimenti, saranno costretti a svendere l'attivita' a quasi nulla alle multinazionali estere(probabile), in cambio anche essi di un contratto da schiavo(se gli va bene). Ma chissa', magari non gli pagano proprio nulla...si pensera', ma e' uguale anche negli altri paesi ue. NO, tutti gli altri stati della ue hanno difeso le loro coste con successo. C'era un chiaro articolo del sole alcuni mesi fa, in proposito.

Alessandra said...

Letta evidentemente la pensa come la Boldrini, secondo cui il vero pericolo sono "i populismi" (e certo, perché rappresentano l'unica speranza concreta di mandare all'aria il loro piano dittatoriale e genocida). Da questo video è, invece, sempre più evidente chi è il vero nemico.

http://m.ilgiornale.it/news/2016/07/18/quando-la-boldrini-diceva-aiutare-gli-italiani-mai-cosa-piu-sbagliata/1285472/

Non so se è una mia impressione, ma mi sembra che ultimamente i media diano ancora meno spazio - da poco che era già - alle voci del dissenso; alcune dichiarazioni lette su Internet non sono nemmeno passate in tv, o al massimo sono state riportate due parole al volo, di quelle che entrano in un orecchio ed escono dall'altro.

Anche Alfano ha partorito la genialata:

http://www.lastampa.it/2016/07/18/italia/cronache/il-piano-migranti-ogni-mille-abitanti-E4vOtrBKE3ZQnd20VjmIfJ/pagina.html

Io vivo in un piccolo comune e sarebbe il caos. Già adesso la situazione non è delle più rosee, figuriamoci se rimpinzano i piccoli centri di altre new entry.
Per non parlare degli immigrati "fantasma", quelli che sono arrivati qui e non si sa dove siano.
Temo abbiano intenzione di mettere il turbo. :-(

Nessie said...

Altro che genialata quella del Coniglio Mannaro! Questi sarebbero da appendere a un lampione e non è escluso che prima o poi quel giorno arriverà.

Quella di Letta è anche peggiore perché vorrebbe uno stato di polizia permanente, con tanto di intelligence in stile Mossad e Cia in pianta stabile. E tutto per impedire che si lotti europei contro europei. Notare che chiama "europei" anche i magrebini. L'importante è che vadano in Europa. Che si innalzino muri che secondo questo intelligentone, non servono a nulla. Ma soprattutto che li si accolgano a braccia aperte.

................................................

Caposaldo , so bene che gli altri paesi Ue difendono le loro coste, tranne i nostri politici asserviti e ridotti a fare gli zerbini.

Anonymous said...

Questo pezzo di Blondet non è malvagio:

http://www.maurizioblondet.it/perche-sodomiti-diventano-kamikaze-sterminano-francia/

Z

Nessie said...

L'affaire SITE di Rita Katz, sinceramente puzza parecchio. Del resto in tutta questa storiaccia di conti che non tornano ce ne sono troppi.

Intanto godiamoci le bordate di fischi e il grido di "assassins" e "démissions" che sovrastano Valls e le autorità del governo francese sulla Promenade des Anglais:


http://www.lefigaro.fr/politique/le-scan/couacs/2016/07/18/25005-20160718ARTFIG00111-manuel-valls-hue-lors-de-l-hommage-aux-victimes-de-l-attentat-de-nice.php

Nausicaa said...

Intanto ammontano a sei le vittime italiane dell'attacco di Nizza.

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/nizza-cinque-vittime-italiane-stroncate-dallodio-islamista-1286203.html

Mi piacerebbe vedere se la Boldrini e la Boschi andranno ai funerali come si sono precipitate a fare per il nigeriano.

Nessie said...

Anche a me.

Jacopo Foscari said...

Fossi uno dei parenti delle vittime rifiuterei la presenza delle veline Boschi-Boldrini e le manderei al diavolo chiedendo funerali in forma strettamente privata. Proprio non ce le vorrei in mezzo. Ma questa è una mia privata opinione ovviamente.
Comunque bene i fischi a Valls, anche se qualche pomodoro marcio ci sarebbe stato bene, tre attentati del genere in un anno e mezzo in un paese come la Francia non sono ammissibili. O Valls e Hollande sono dei completi imbecilli, o sono conniventi in ambo i casi sono indegni di ricoprire il ruolo che coprono. De Gaulle si rivolta nella tomba.

Nessie said...

E' anche la mia opinione Jacopo.


O Valls e Hollande sono dei completi imbecilli, o sono conniventi in ambo i casi sono indegni di ricoprire il ruolo che coprono. De Gaulle si rivolta nella tomba

Sono vere entrambe le cose. Ovvero trattasi degli utili imbecilli di piani criminali. De Gaulle si buscò fior di attentati da quelli che credeva essere i suoi "alleati". E tanto bastò per renderlo recalcitrante ad entrare nella Nato. Però almeno rischiava la pelle lui ma rendeva la Francia più sicura e più libera di quella attuale.

Cangrande said...

Ciao Nessie !

Riguardo a Nizza, vorrei porre alla tua attenzione (e a quella dei lettori), questa interpretazione.
Ti dirò..... sembrerò un paranoico, ma poche ore dopo il fatto, ho pensato quasi esattamente le stesse cose (partendo dal fatto che un parabrezza crivellato di proiettili, non si riduca a "ragnatela", come succede quando prende un semplice sassolino. Sì....era blindato !!!).

http://federicodezzani.altervista.org/strage-alla-nizzarda-terrorista-gigolo-le-armi-finte-cambio-frigo-blindato/

Nessie said...

Ciao Cangrande. E' possibile che molte delle cose rilevate nel blog di Dezzani, siano vere. Lui però si è dimenticato, a proposito di "false bandiere", di ricordare su ,super false flag: il caso Moro. Non doveva andare al governo e fare il compromesso storico con l'allora PCI. E difatti fu fermato con infiltrati sotto falsa bandiera. Del resto l'Italia di allora (e ancora più quella di oggi) era terreno di pascolo di servizi segreti delle due superpotenze (URSS col KGB) e USA con la CIA. Senza voler nominare il Mossad.

Qui la testimonianza di Nino Galloni figlio del DC Giovanni Galloni:

https://www.youtube.com/watch?v=yLDj5cdbbGg

Cangrande said...

..... e inoltre, Moro NON era in via Fani.....

Anonymous said...

Purtroppo non c'è incongruenza e contraddizione che tenga; il "pubblico medio standard" (99% ?) si beve senza problemi la versione propinata e non si fa domande e poi pensa (quando pensa...) di conseguenza.
Credo che a tutti in questi giorni sia capitato di cogliere commenti su quanto successo che confermano questa considerazione.
Tutto ciò, abbinato al fatto che sullo scenario mondiale non esiste una forza alternativa con strumenti adeguati in grado di opporsi ai Mostri, non è rassicurante per gli esiti di quanto ci stanno inesorabilmente somministrando e induce un senso di impotenza e insicurezza frustrante.
Scarth

Nessie said...

Ci vorrà del tempo e ancora dei morti. Ma prima o poi si sveglieranno. La differenza tra te e me è che tu non vedi che zombie al punto tale che non senti nemmeno i fischi, gli insulti, le parolacce e invettive contro Valls sulla Promenade. Io ho passato in rassegna diversi blog e social francesi e in molti di questi, la consapevolezza cresce sempre più. Come in questo blog:

http://pierre.parrillo.over-blog.fr/2016/07/nice-la-majorite-cherche-a-faire-taire-la-contestation-pour-mieux-nous-imposer-sa-pensee-unique.html

Ogni tanto sarebbe utile guardarsi in giro, invece di ripetere sempre i soliti lai.

Nessie said...

Inoltre il giornale NICE MATIN si rifiuta di cancellare le immagini della notte del 14 luglio registrate nella videosorveglianza disobbedendo al decreto ingiuntivo del governo Hollande che ne vuole invece la cancellazione, per i motivi che si possono bene immaginare:


http://www.nicematin.com/faits-divers/la-ville-refuse-deffacer-les-images-de-videosurveillance-du-14-juillet-66336

Anonymous said...

Cosa significa Promenade des Anglais ?

IL SAURO

Nessie said...

Sarebbe un commento intelligente?

Anonymous said...

Dipende dell'intelligenza di chi lo legge. Dopo la Brexit avviene un attentato in un luogo che si chiama "passeggiata degli inglesi". Nessuno ci trova niente di strano ? E' un caso come tutti gli altri ? Come Osama-Obama e tutte le spiritosaggini numeriche e verbali simili ?

IL SAURO

Nessie said...

Mi pare andare alla ricerca di coincidenze da Agatha Christie. Se avessero voluto fare uno sgarro agli inglesi, cosa gli impediva di farlo in terra d'Albione direttamente? del resto l'hanno anche fatto.

Anonymous said...

Questi messaggi non sono diretti ai popoli, dei quali a nessuno frega nulla, ma ai governi che non fanno bene i compiti, o che tardano a farli. E' un pò come la matrioska: ci sono tanti livelli quante sono le bamboline contenute in quella più grande, ma ognuno ha la sua importanza e chi deve capire capisce quasi sempre.

IL SAURO

Cangrande said...

Concordo con "IL SAURO".

"LORO" sono ossessionati dai messaggi occulti, simbologìe ed esoterismo.
Nulla, NULLA è lasciato al caso.
Tutto ha sempre un "senso".

E, appunto, i burattini, messi dì da "loro", questi messaggi sanno leggerli benissimo (e forse è l'unica cosa che sanno fare bene...............)

Nessie said...

Come i mafiosi che lanciano sempre segnali a chi deve capirli. Intanto segnalo questo pezzo:

http://www.maurizioblondet.it/hollande-ordina-nizza-cancellare-le-immagini-delle-camere-sorveglianza/

Intanto c'è un altro attacco terroristico a Monaco di Baviera, centro commerciale.

Leggete anche il post più recente appena abilitato. E' importante, l'agenda va avanti.