21 June 2016

Irradiati da Raggi a 5 stelle



E' interessante notare l'atteggiamento servile e untuoso della stampaglia ora che le due grilline Chiara Appendino a Torino e  Virginia Raggi a Roma hanno vinto al ballottaggio. Ora parlano di  un vero e proprio "trionfo", di "freschezza" della nuova politica. Fino a ieri i 5 stelle erano dei  teppisti che volevano aprire il Parlamento come una scatola di tonno. Ora invece "c'è sostanza", sono diventati improvvisamente "responsabili" e pure "moderati", un termine che non ho mai sopportato, poiché tutto quello che ci propinano in questi catastrofici anni è tutt'altro che moderato.  Ma chissà perché bisogna rispondere alla tirannia col moderato cantabile. Maturi, responsabili, pronti a governare. Eppoi, sono giovani, belli e con volti femminili. Largo alle donne, specie se carine come la giovin Virginia. Sui 5 stelle mi sono già espressa: li trovo molto superficiali, demagogici e poco chiari su un tema spinoso quale l'immigrazione del quale tacciono e non prendono mai partito, o mostrano logiche tipiche della sinistra. Potrebbero anche essere i nuovi Tsipras italiani, e questo non è certo una buona qualità. 
La balla dei ballottaggi non mi appassiona. Le trasmissioni di queste ore, ancora meno. Lo sappiamo come funzionano: vincono sempre tutti. E chi perde, in realtà è  solo un non vincente. Se proprio volete farvi un'idea qui il riepilogo. Nel nuovo che avanza è da segnalare il ritorno di Mastella da Ceppaloni: una novità.
Mentre Napule ha avuto il suo Masaniello in Giggino o' Pazz. 

Purtroppo il PD in notevole calo, non ha perso come avrei voluto. Come al solito perde da una parte per rosicchiare dall'altra. E beccarsi la Lombardia (che è il cuore pulsante dell'Italia) con due province importanti come Milano (capoluogo nonché capitale industriale di Italia) e Varese (avamposto e roccaforte leghista, nonché città frontaliera con la Svizzera) non la considero di certo una sconfitta così cocente. Hanno mandato su un maneggione come Sala a Milano che ha già detto che costruirà moschee, perché il culto islamico è la prima cosa da ottemperare. Non case di riposo, scuole materne, servizi per anziani e malati: no, mosquées  d'abord.

Ma la vera sconfitta è la Lega di Salvini. Perdere Varese dove è nata la Lega, è stata una débâcle.
Per poi sostenere la Meloni  incinta che non è andata manco al ballottaggio: suvvia! Non si perdono gli avamposti locali per inseguire un'improbabile vittoria nazionale. Questo chiamasi VELLEITARISMO.
Un'altra castroneria salviniana è stata travasare i voti alla Raggi a Roma e all'Appendino a Torino, senza nemmeno ottenere un qui pro quo. Non si fanno regali  "gratis" in politica. E fare cordate pro Parisi a Milano con gli alfaniani, è stata un'imperdonabile prova di incoerenza e di cedimento. Lo si critica aspramente ogni giorno sulla politica nazionale, per poi allearsi con i suoi nel locale? Non esiste.

Aggiungo due cosette sul termine "ballottaggio".
Più probabilmente il nome deriva dal sistema elettorale del doge di Venezia, che era costituito da una complessa successione di passaggi che alternava la determinazione diretta degli elettori del doge, e la loro nomina attraverso l'estrazione casuale di "ballotte". Ovvero sfere dorate e argentate, che venivano utilizzate esclusivamente a tale scopo. Una cosa è certa: i ballottaggi facilitano le astensioni. A Milano 500.000 cittadini avevano di meglio da fare che recarsi al seggio per la seconda volta. La pratica del ballottaggio venne introdotto nel 1993 in Italia. Chi c'era allora al governo? Ciampi, uomo caro alla sinistra. E te pareva...
Un'ultima cosa sulle due  neo sindache di Torino e  Roma. La prima (Chiara Appendino) è laureata alla Bocconi. Presto dovrà rendersi conto che  nella sua città non si muove foglia che non voglia la premiata lobby FCA-Agnelli-Elkan. Per non dire di Banca Intesa e fondazione S. Paolo. Non è escluso che lo sappia già.
Quanto alla Raggi, ereditare Roma con tutti i debiti ( i buffi) nelle sue casse, non sarà un pranzo di gala. Non vorrei che la "Roma Indebitata" diventasse città aperta alla Finanza Frankenstein. Vedremo o no, se la Città Eterna sarà sottoposta alla vendita all'incanto. 

70 comments:

habsburgicus said...

Approfitto del “privilegio” di aprire i commenti :D
Concordo praticamente su tutto
Aggiungo, che ora l’Italia va verso un bipartitismo, a livello nazionale, PD-M5S (senza dx), uno scenario non certo confortante ! (già qualcuno, mi pare ws ma non vorrei sbagliare, ha parlato di PD n° 1 e PD n° 2)
Essendo però piemontese (ma non torinese) devo anche dire che molti qui sono felici nel vedere il PD sconfitto nell’ex-capitale sabauda..Torino non era poi molto diversa da Genova, Bologna e la Toscana rossa, il PCI/PDS/DS/PD era il Partito unico [nel resto del Piemonte, no], che aveva tutto !..un po’ di opposizione farà loro bene :D (anche se poi Fassino è una persona accettabile e competente, rispetto alla media del PD un gigante !)..e nessuna illusione sulla donna M5S ! però questo senso di “sollievo” (magari mal riposto), che qui si percepisce, volevo comunicarvelo :D
Buona notte a tutte/i

Nessie said...

Quello del PD n.1 e del PD n.2 è Scarth e non ws.

Capisco il senso di sollievo di poter buttar fuori un po' della nomenklatura Piddiota. Credo che i 5 stelle siano un po' il premiuccio di consolazione per italiani creduloni. E' comunque anche questa una nottata da passare.

Anonymous said...

"La stampaglia" e sempre una cartina tornasole del reale quadro politico purche la si sappia "leggere " come "la pravda" nella famosa barzelletta. Quindi e' abbastanza chiaro che quando essa celebra il M5S significa che il "grillismo" ha dato delle "garanzie sistemiche" ( e daltronde costui era o no sul britannia ? :-) ) anche se "in europa" analisti superficiali continuano a credere al suo "euroscetticismo".

E sempre in merito di saper leggere "la stampaglia" bisogna non farsene condizionare ad esempio nella canzone "salvini ha perso" , principalmente perche' questo segnala che solo Salvini resta un "antisistema " e poi perche' la lega ha perso solo IN LOMBARDIA (+) dove e' stata costretta ad imbarcare forza italia alle condizioni di questultima. Il che e' e' un messaggio chiaro alla lega (che e' il mio da tanto tempo) MAI PIU' con quel cadavere putrefatto e venduto. ( roma, "la grande meretrice " e' un' altra questione, meglio non averci vinto ).

Nella sostanza in questa tornata ha perso ( come sempre e come sempre mi aspetto ), il "poppolo" italiano, sempre pronto a seguire ogni nuovo "imbonitore" che gli promette "la cuccagna" gratis , e l' unico reale dato politico e' il rapido logoramento dell' imbonitore fiorentino .Quindi "avanti il "Kasaliergico grillismo" e stiamo a vedere quale altra nuova "soluzione b" sara' messa in cantiere per quanto anche questo avra' fatto il suo tempo.

ws

(+) a proposito, letta l' ultima del solito "positivista lombardo " blondet ? :-)

Huxley said...

Impressionante sopratutto la vittoria di Chiara Appendino a Torino, una città dove non si vince senza l'appoggio determinante della lobby FCA/Agnelli/Elkann...si stà preparando un 'puppet change' anche a livello nazionale? (Renzi ormai è usurato)

Ciao Nessie.

SILVIO said...

« Ave, Virginia!

“Council on Foreign Relations” et “Bilderberg Group” te salutant! »

Nessie said...

Sì ws, è così che va letta la stampaglia. Come le parole rovesciate scritte a specchio.

, d'altronde costui era o no sul britannia

Chi? Grillo? Non mi risulta. Ne sai di più?

Letto Blondet e sì, direi che tutto sommato è stato troppo ottimista.

Quanto alla Lega, spiacente ma ci ha messo del SUO per perdere. E potrei farti decine di esempi, che farà nel corso delle conversazioni.
Ad esempio, scaricare Casa Pound per conto terzi ;-)

Nessie said...

Ciao Huxley e ben ritrovato. "PUppet Change" è davvero la parole giusta. Mettiamala nello scherzo e pertanto ecco la canzoncina "Puppet on the string":


https://www.youtube.com/watch?v=jfeiCaRJgMY

Nessie said...

Silvio, hai notato la mise bianca (simbolo di purezza) sullo sfondo del cupolone irradiante?

Anche il nome virginale e il cognome risplendente. Sembrano proprio operazioni di marketing sapientemente studiate al tavolino.

SILVIO said...

L’ho notato a prima vista, Nessie.

Quella foto di Virginia Raggi è opera del team dei “maghi dell’inciviltà dell’apparire” .

Cioè di “European Pressphoto Agency”, che materializza in immagini le istruzioni dei boss dei media mondiali, ottenendone lauti profitti.

Virginia Raggi è esteticamente piacente ma, se non fosse stata “nelle corde” di chi conta, la vedremmo oggi mediaticamente raffigurata come una strega del “sabba” infernale.

A prova di quel che dico, fornisco il link di un video di Virginia Raggi, inserito persino dal “New York Times” nella propria playlist “Times Video”:

http://www.nytimes.com/video/world/europe/100000004482536/romes-first-female-mayor.html?smid=pl-share

Jacopo Foscari said...

Salvini e Meloni tanti casini per poi continuare imperterriti a vendere il sederino al Banana come da vent'anni a questa parte. Due Masanielli bravi solo a presenziare nei talk show e basta, infatti alla prova del nove tutti nuovamente in fila a rifare il carrozzone dei "moderati" con tanto di Banana e perfino Alfano. Il crack lombardo indica chiaramente che Salvini se lo conosci, lo eviti. Ruspa sì, ma per lui ora. I grullini bah, la Raggi ha vinto semplicemente perché non poteva perdere dopo i disastri targati Marino e Alemanno, e anche lì ti chiedi perché il duo Salvini-Meloni ha fatto tutta 'sta caciara quando era scritto che i grullini avrebbero vinto a prescindere e contro chiunque. Le faccio tanti auguri perché non oso nemmeno immaginare che razza di fogna abbian lasciato Alemanno e Marino nelle municipalizzate. Comunque abbiam capito, stan preparando l'entrata della nuova compagnia teatrale, gli Tsipras de noantri a cinque stelle.

Nessie said...

Visto il video sottotitolato in inglese dal NYT. Ma quanto onore! Grazie Silvio, la Città Eterna ora può entrare nella Storia, come dice la Raggi.

Poi sul perché disattivano i maschi dalle cariche politiche per far largo alle donne, aprirò un topic specifico. Purtroppo solo una donna, può dire qualcosa di scorretto sulle donne. Perciò, mi tocca...

Nessie said...

Jacopo, lo sapevamo già. Salvini è un barboncino che ringhia inutilmente come un botolo. Ma il prpverbio "can che abbaia non morde", non si smentisce quasi mai. Riuscire a perdere a Varese mettendo in lizza un "moderato" (il povero Orrigoni è un imprenditore patròn dei supermercati TIGROS), significa non saper toccare menti e cuori dell'elettorato dell'Insubria-Padania. Da quelle parti il tema dell'identità è molto sentito.

Oggi intanto Galimberti, il vincitore varesino antagonista di Orrigoni, ha già ottenuto promesse di fondi da Renzi, per un cosiddetto "piano per Varese".T'è capì?

Nessie said...

E' il colmo perdere dopo 23 anni di governo leghista a VA, dove tra l'altro si praticano tassazioni calmierate e accessibili, rispetto ad altri comuni, psecie piddioti. E questo va detto per onore di verità:

http://www.prealpina.it/pages/giu-dal-carroccio-varese-va-a-sinistra-118308.html

Sui 5 stelle: follow the money. Se la Raggi troverà immediati "finanziamenti" per pagare i debiti ROMANI è chiaro e lampante che ci sono di mezzo le banche d'affari americane & dintorni. ROMA ha sempre fatto gola.

Jacopo Foscari said...

Sì, direi che can che abbaia e non morde è perfetta per Salvini e direi per la Lega in generale. Non lo capiscono che fanno ridere presentandosi sempre in compagnia del Banana e financo di Alfano? No, dico Alfano!

Ma chi voglion prender per i fondelli a far la campagna "No Euro", "No UE", "No immigrati" e poi allearsi allegramente con chi in parlamento UE sta con la Merkel e Juncker? Ridicoli pagliacci legaioli. Il tutto perché questi clown verdognoli han paura di perdere un po' di poltrone qualora andassero da soli. Troppo attaccati alla mangiatoia pubblica questi qui. Non nutro grosse speranze nei grullini, anzi, ma se questi sono i lepenisti de noantri direi che si capiscono perfettamente i trionfi a cinque stelle. "Ruspaaaa" sì, ma per Salvini e quel ganassa bollito di Maroni. Sulla Meloncina e i fratellini stendiamo un velo pietoso. Manco i voti del fu MSI riescono a ripigliare e d'altronde proprio a Roma e nel Lazio s'è visto quanto son bravi a governare i nipotini del Duce con indimenticabili personaggi come Storace, Polverini e Alemanno.

Nessie said...

Jacopo, nella tua furia iconoclasta (giustificata, intendiamoci) ti devo un po' arginare. Storace fu prosciolto da ogni accusa quando fu governatore del Lazio. E la stampaglia relegò la notizia ai trafiletti interni. Tanto bastò però, a farlo fuori politicamente e a dare l'incarico di governatore a uno squallido personaggio piddiota che andava a transessuali portandoseli addirittura nel suo studio del Palazzo della Regione: Piero Marrazzo.

Oggi quell'incarico è saldamente in mano a Nicola Zingaretti sempre PD e fratello del più famoso Luca, (l'attore del commissario Montalbano). E quale che siano gli scandali di Roma capitale, se ne sta comodamente seduto sul suo scranno. INAMOVIBILE fino a fine legislatura.

Nessie said...

Jacopo, nella tua furia iconoclasta (giustificata, intendiamoci) ti devo un po' arginare. Storace fu prosciolto da ogni accusa quando fu governatore del Lazio. E la stampaglia relegò la notizia ai trafiletti interni. Tanto bastò però, a farlo fuori politicamente e a dare l'incarico di governatore a uno squallido personaggio piddiota che andava a transessuali portandoseli addirittura nel suo studio del Palazzo della Regione: Piero Marrazzo.

Oggi quell'incarico è saldamente in mano a N icola Zingaretti sempre IN QUOTA PD e fratello del più famoso Luca, (l'attore del commissario Montalbano). E quale che siano gli scandali di Roma capitale, se ne sta comodamente seduto sul suo scranno. INAMOVIBILE fino a fine legislatura.

Anonymous said...

E' semplicemente ridicolo dire che "la lega ha perso" visto che "tecnicamente" ora a 50 sindaci dove prima ne aveva solo 10.
Direi invece che e' sopravvissuta ancora una volta al solito trappolone della solita inutile palla del "centrodestra unito " e direi che adesso i berluscones leghisti "varesocentrici" siano stati definitivamente annientati ( ed era ora! ) con il loro Harakiri di varese (e milano) dove hanno imposto a salvini dei "moderati" di cui l'elettorato " storico" leghista ormai ne ha piene le tasche.

Poi nessuno puo' fare il "miracolo" di salvare un elettorato coglione ; se a varese ( come prima a treviso) si sono stufati ( o fregati che e' lo stesso ) di essere "beneamministrati,che abbiano quello che vogliono e buonanotte !.
ws

Nessie said...

Mi indichi dove sono collocati nella Penisola questi 50 sindaci? Tu non vuoi capire che ci sono comuni che contano molto più di altri, e regioni-chiave più di altre, perché hai uno strano livore anti Nord. E si vede da molti altri interventi.

Ti assicuro inoltre che la faccia di Salvini di questi giorni non era una faccia contenta né trionfale, fino a prova contraria. Poi quella di regalare voti alla Raggi in cambio di niente, non è una mossa astuta. Idem per Borghezio con l'Appendino a Torino. Grillo passa all'incasso, incamera e non restituisce nemmeno la carta del pacchetto. Da buon genovese, visto che la getti sulle guerre di Campanili.

Anonymous said...

e comunque a tutti quegli " arrabbiati" ( e saranno sempre di piu') tanto furbi da scoprire ADESSO il loro inevitabile destino verso il "mattatoio della storia" e che vomitano sulle miserie e sull' impotenza di una lega che ALMENO certe cose le dice d 25 anni ( e portandone il relativo crocione) mi permetto da ex-leghista uscito alla prima inutile "berluscatura" questo sintetico fescennino pisano vecchio di quando a pisa i pisani c' erano ancora...
e adesso dai la corpa e me se ciai le corna ! :-)

ws

Nessie said...

Caro mio, parli (e scrivi) al vento. Se critico è proprio perché tra gli elettori leghisti ci sono anch'io. Potrò almeno criticare i referenti politici di voti (i miei) non precisamente andati a buon fine?

Anonymous said...

cara mia tanto per precisare piu' che un ex-elettore io sono un ex MILITANTE leghista e come tale simili "cazzate" ( sia dirigenziali che elettorali ) ne ho gia' vista a iosa in tempi cui ho difficolta' a crederti ALLORA piu' che una elettrice "benpensante".
ED il mio "livore" ( se a te pare cosi' ) deriva dalla certezza che "il treno" e' passato ALLORA "dalle tue parti" e che NON TORNA PIU'.

In merito allo "scambio elettorale mancato" io al contrario di te la trovo una mossa politica intelligente perche' e' meglio fare chiarezza quanto prima sia sul fine corsa del pinocchio fiorentino che sulle falsita' del pataccaro genovese (che lo seguira') , che OVVIAMENTE sulla solita irrimedibile coglionaggine dell' elettore "medio" .
ws

Nessie said...

"Benpensante" lo dici a tua sorella, e che sia finita qua, perché mi pare stia degenerando in una conversazione del tutto sterile e anche poco gradevole.
Ci saranno altri treni, nella vita. Fattene una ragione e lascia da parte le "tosche" (e fosche) paturnie.

Nausicaa said...

I 5 stelle, prima vanno all'arrembaggio, poi cercano assessori in rete. Ora la Raggi dichiara di non avere ancora pronta la su squadra e la cerca su FB
ASSESSORI CERCASI:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/aaa-cercasi-assessori-m5s-cerca-i-politici-su-fb-1274390.html

Jacopo Foscari said...

Se è per quello la sedicente destra da me in Friuli ha cacciato i Piddini da Trieste e Pordenone, per carità. La Lega aumenterà pure i sindaci, ma il dato di fatto è che questa destra spappolata e balcanizzata non va da nessuna parte. O la Lega si decide una buona volta a sciogliere le sue ambiguità, sia per quel che riguarda la mefitica alleanza con Berlusconi e Alfano sia per quel che riguarda la sua collocazione di partito politico nazionale o locale, oppure consegna questo paese ai grillini. Non so se ci siamo capiti. Il problema dei problemi è che la Lega, per quel che mi riguarda, "tiene famiglia". E' un partito che è fin troppo radicato e compromesso nel potere locale per prendere una decisione coraggiosa e drastica quale la definitiva rottura con il moribondo di Arcore. Hanno troppe posizioni di rendita con relative reti clientelari e assistenziali da difendere per poter fare il salto definitivo. Evidentemente gli sta bene vivacchiare con il 14-15% sanza infamia e sanza lodo, piuttosto che affrontare una traversata nel deserto ardua e rischiosa per conseguire obiettivi più ambiziosi. Meglio continuare a lanciar strali contro l'Europa e gli immigrati per poi allearsi con Berlusca e Alfano di modo da avere un po' di assessorati e posticini nelle municipalizzate piuttosto che rompere in toto e magari prendere qualche voto in più ma in compenso rischiare di non poter più piazzare amici, parenti e amanti a spese del contribuente

Nessie said...

Nausicaa, riflettevo sullo strano destino degli Italiani e mi chiedo se certi personaggi in fondo in fondo non ce li meritiamo: un cantantino da navi che poi diventa un grosso imprenditore di emittenti tv, un cacciapalle che chiamano "er Bomba" che va alla ruota della Fortuna e che diventa un Primo ministro non eletto.

E ora un comicastro genovese che razzola in rete i suoi aspiranti politici. Qui un filmato di quando il Buffone di Genova spacca i computer in scena. Poi si è pentito, ci ha ripensato e ha usato la rete in altro modo. Qui il suo periodo luddista:

https://www.youtube.com/watch?v=4jdHN4edCqA

La Raggi cerca lo staff in rete? Ha imparato dal suo Mentore. Fino alla prossima scomunica. Sempre in rete.

Nessie said...

Jacopo, non posso darti torto. Intanto anche gli scenari esteri sono tutt'altro che rassicuranti. Questo dovrebbe creare un cemento e una saldatura maggiore interna. E invece per taluni, siamo ancora qui con le risse da campanile.

Salvini e la Meloni in fondo in fondo dovrebbero portare un cero alla Madonna per aver perso a Roma. Per come è conciata, chi dice che sia una disgrazia starsene alla larga?

La Raggi ha promesso "il recupero crediti".In che modo non si sa.

Cangrande said...

Ciao Nessie !

D'accordo completamente con Jacopo Foscari (post 8.01 p.m.).

La Lega in Veneto ha preso completamente il posto della vecchia DC, ma prendendo solo il peggio. Pur rubacchiando (e spesso, ma non sempre, è VERO che si rubava per mantenere l'elefantiaca struttura del partito), la vecchia DC è innegabile che ha fatto decollare il Veneto: infrastrutture, libertà di impresa, agricoltura, università. Pur con tutti i difetti, era gente che sapeva, che conosceva e con una cultura generale ben al di sopra della media. Il senso era che mungevano la vacca, ma stavano bene attenti ad accudirla affinché continuasse a dare latte.
I leghisti, la mucca la AMMAZZANO.
Il loro "credo" è l'arricchimento personale tout-court, a parte lodevoli eccezioni.
Io posso parlare di Verona e non finirei più. Hanno affossato la Fondazione Arena (l'Ente Lirico, e hai detto niente), l'aeroporto, le partecipate (infarcite di inetti e avidi). Hanno cementificato il territorio in collusione con la 'ndrangeta e "capitalisti" locali (Biasi su tutti, che ha fatto fallire la sua azienda, mandando a spasso centinaia di operai, tenendosi da anni la presidenza di Cariverona, leggi Unicredit).
E soprattutto sono persone di un'IGNORANZA e di un'incompetenza che si fa fatica a credere agli esempi e che mi guardo bene di elencarli qua per decenza.
Salvini non ha capito che non basta fare come badoglio-Fini, cioè fare il viaggetto in Israele per avere l'imprimatur ei veri padroni.
Gli ebrei saranno spietati, avidi, i padroni del mondo, ma NON SONO SCEMI. Sanno riconoscere i loro servi utili dagli inetti ambiziosi. Non a caso hanno abbandonato Fini, poi Monti (troppo scemo.....) e quindi Salvini. Come Renzi.
E stanno cambiando cavallo, ma la corsa è sempre quella....

Nessie said...

Cangrande, sono certamente esperienze territoriali che servono per capire le ombre di una forza politica. Ma tranquillo, ora anche se la corsa è sempre quella, stanno cambiando cavalli. A 5 stelle come gli alberghi di lusso. Non farti delle illusioni: a Verona né altrove.

Anonymous said...

Il fatto che la stampa del regime globale abbia già benedetto la vittoria del Mov5Str è la cosa più indicativa e significativa su quali sono le appartenenze e finalità del suddetto. Mov5Str che MAI si è differenziato dal PD sui punti chiave come immigrazione, famiglia, criminalità, tasse, politica estera. Per quanto mi riguarda PD e Mov5Str sono indistinguibili al netto dell'ammuina su frivolezze di questi ultimi. Se la Lega ha perso o non ha vinto non è che per forza debba essere colpa sua o di Salvini considerate le "circostanze ambientali" e del dato di fatto che la stragrande maggioranza di chi vota o si astiene è direttamente o indirettamente favorevole a mantenere l'attuale stato di cose. Da qualche parte ho letto un commento particolarmente azzeccato che conferma la vocazione piddina anche degli elettori M5S: gli elettori di centrodestra all'occorrenza hanno votato M5S mentre il contrario non è avvenuto.
PS: sulla Lega in Veneto, Zaia e il sindaco di Padova mi sembrano ottimi. Mentre Tosi che è stato il "Fini" della Lega con tutto quello che significa certamente no.
Scarth

Nessie said...

Hai dimenticato i matrimoni gay e i valori eticamente sensibili: papali papali a quelli del PD.

Nessie said...

gli elettori di centrodestra all'occorrenza hanno votato M5S mentre il contrario non è avvenuto.

Il problema è quello dell'offerta: spesso l'elettorato si sposta dove c'è possibilità di vittoria clamorosa. Tu chiamalo se vuoi, conformismo. Quando nel 1994 Berlusconi fece la sua Forza Italia e sconfisse "la gioiosa macchina da guerra" di Occhetto, non furono pochi i voti di ex sinistri che si spostarono sul nuovo partito nascente. Potrei farti decine e decine di nomi.

Jacopo Foscari said...

Vabbè, per riderci su diciamo che finalmente, dopo 25 anni abbiamo capito a cosa serve Fassino. Credo mi farò dare da lui i numeri del super-enalotto viste le sue magnifiche abilità di veggente

Nessie said...

Sì, ho sentito poveretto. Era ridotto a un vero straccio. Per lui è stata una cura...dimagrante :-)

Alessandra said...

L'astensione cresce, ma di questo ormai non importa più niente quasi a nessun esponente politico.

Alberto Toscano, corrispondente da Parigi per il quotidiano "Italia Oggi", ha dichiarato a una collega di France24 che per Renzi potrebbe essere, alla lunga, favorevole l'elezione di Virginia Raggi perché il malcontento che i cittadini hanno, ora, verso il PD potrebbe trasferirsi a chi sostiene M5S e Lega - ovviamente se la giunta M5S dovesse andare male.
Mah! Per ora il Bombarolo può consolarsi con la "conquista" fatta in terra di Russia. :-)
Tanto per riderci un po'.

http://m.ilgiornale.it/news/2016/06/21/mi-sono-innamorata-di-renzi-la-portavoce-del-ministro-russo-si-dichiar/1274244/

Comunque, se i grillini non riusciranno a ripianare i debiti e a mantenere le millemila promesse fatte in campagna elettorale, potranno sempre dire che è colpa del cratere lasciato dalle giunte precedenti nonché del governo che gli mette i bastoni tra le ruote. E nel caso, sarà difficile smentirli. È come se avessero un jolly pronto da giocare all'evenienza.
Ma come si dice: hanno voluto la bicicletta? E mo' pedalino.
Certo che la Raggi che recluta gli assessori online, dopo essere stata eletta oltretutto, mi lascia quantomeno perplessa.

Sull'immigrazione la posizione della Raggi e, in generale, quella del M5S sembra essere questa, tratta direttamente dalla pagina Facebook del neosindaco (ma copyright di Manlio Di Stefano, deputato pentastellato e grillino della prima ora).

https://m.facebook.com/virginia.raggi.3/posts/497105090465607

Quanto alla Lega, servirebbe più simile al Front National e AFD, ma in Italia un partito così è considerato reazionario e fascista più che altrove. Basti pensare alla legge anti-moschee approvata dal Consiglio regionale del Veneto e impugnata dal governo.

PS. Piccolo appunto su un dettaglio della tua considerazione finale, Nessie: l'Appendino si è laureata alla Bocconi, mentre la Raggi all'Università degli Studi Roma Tre.





Nessie said...

Ciao Alessandra, innanzitutto grazie per la puntualizzazione sulla Raggi che non è bocconiana .Purtroppo mai fidarsi delle fonti ufficiali. Avevo letto nella stampa mainstream questa storia della Bocconi e ci ho creduto, e l'ho riportata papale papale. Si capisce che chi ha scritto il pezzo ha confuse lei con la grillina torinese (l'Appendino). Ora correggo subito il post.

Ho letto il link che mi hai messo sulla posizione 5 stelle circa l'immigrazione. Niente di nuovo. Come vedi sono solo dei razionalizzatori del fenomeno ma non degli oppositori veraci.
La "razionalizzazione" dovrà farla anche la Ue e non hanno di certo bisogno dei suggeritori e consiglieri grillini. Sono delle semplici mosche cocchiere.

Nessie said...

L'astensione cresce, ma di questo ormai non importa più niente quasi a nessun esponente politico.

E' questo il dramma! Dopo le nomine dirette da parte della Troika in Italia e in Grecia(Monti, Papademos, Letta, Renzi), le le elezioni sono diventate del tutto superflue per lorsignori.

Anonymous said...

L'atteggiamento servile e untuoso della stampaglia è una prova lampante che il cinque stelle non rappresenta un pericolo per il sistema, ma un'opportunità ...
Se collasserà improvvisamente il piddì, prima che si costituisca il nuovo "partito della nazione", ecco che i grillini in crescita impetuosa di consensi (sempre di quel popolo bue che ha osannato Renzi) saranno a disposizione per sostituirlo o affiancarne i resti temporaneamente al governo. Questo spiega perché li hanno sdoganati e alcuni pennivendoli, in televisione, dichiarano che siamo fortunati, in Italia, ad avere il "movimento" cinque stelle piuttosto che i truci populisti, xenofobi, razzisti di estrema destra, come in altri paesi ...

Capito mi avete?

Cari saluti

Eugenio Orso

Anonymous said...

Alcune considerazioni che spero utili per riassumere in sintesi.

Il governo Renzi strangolerà a poco a poco Roma e Torino "tagliandogli i viveri" in termini di risorse finanziarie e dando una grossa mano al cinque stelle per fallire. Non per nulla la soubrette delle banche Boschi ha minacciato prima del voto, in tal senso, i torinesi.
Sembra che amministrare Roma sia la cosa più difficile e rischiosa in Italia e credo che il cinque stelle non sia attrezzato in tal senso, nonostante il bel faccino etero della Raggi che ha "bucato" gli schermi televisivi.
Tutti i discorsi sul tri partitismo/polarismo implicito negli esiti di queste comunali, vengono dopo la considerazione che in Italia, dal 2011, ci sono governi non eletti e non credo che le élite neocapitaliste - cioè coloro che decidono i governi italiani secondo i loro interessi di dominio - rispetteranno i futuri verdetti elettorali politici (2018).
Queste elezioni comunali non sposteranno nulla, in termini di linea politica governativa, se non altro perché questa è decisa all'esterno del paese e Renzi è il burattino delle eurocrazie.
I risultati delle comunali testimoniano una certa frantumazione e molta confusione, tenendo conto che ai ballottaggi quasi il 50% non ha votato. Grazie alla presenza del cinque stelle, non ovunque ma sopratutto nei grandi comuni, l'astensionismo è stato contenuto. La frantumazione del voto, invece, ci dice che gli italioti votanti sono così disorientati e confusi che, se il loro voto contasse veramente qualcosa, con le future politiche (se ci saranno!) e senza il trucchetto dell'Italicum arriveremo in breve all'ingovernabilità.

Cari saluti

Eugenio Orso

Nessie said...

Capito mi avete?

Eugenio è da mo' che si è capito. E del resto è Grillo stesso che in questo senso dà piene rassicurazioni a chi di dovere che finché c'è lui non ci saranno mai le "albe dorate". Non so quante volte lo ha già detto e ripetuto. Senza contare in queste ore le pagine entusiaste della stampaglia straniera, sul fatto che abbiamo a Roma per la prima volta un "mayor" "female". Una vera "svolta storica", insomma.

SILVIO said...

“CFR: LA BLACKLIST DEI PARTITI ANTI-GLOBALISTI EUROPEI
Nell’oscuro e psicotico linguaggio globalista i partiti identitari (= nazionalisti) vengono etichettati – al fine evidente di demonizzarli – come ”Populist Parties” o, peggio ancora, come ”Prominent Far-Right Parties” .

Traducendo nella nostra bella lingua avremo:
“Partiti Populisti” e “Partiti di Estrema Destra”.

Il “Council on Foreign Relations” (che è la super-loggia per definizione) ne ha stilato una “lista nera” europea, pubblicata dal “New York Times” nello spazio riservato a Parag Khanna, opinionista CFR :

http://www.nytimes.com/interactive/2016/world/europe/europe-far-right-political-parties-listy.html?_r=0

La riassumo in estrema sintesi:
1- Germania: “Alternativa per la Germania”
2- Francia: “ Fronte Nazionale”
3- Olanda: “Il Partito della Libertà”
4- Grecia: “Alba Dorata”
5- Ungheria: “Jobbik”
6- Svezia: “Svezia Democratici”
7- Austria : “Partito della Libertà”
8- Slovacchia: “Partito Popolare- La Slovacchia”
______________________

E l’Italia?
Omologata dai globalisti.

Nessie said...

E l’Italia?
Omologata dai globalisti.


Che significa Silvio? Che secondo il CFR in Italia non esistono partiti identitari?

SILVIO said...

Esatto, Nessie

Esistono solo i partiti H

Che vuol dire?

Lo si capisce all’impronta tracciando la consonante maiuscola “H”.

Prima tracci le due linee parallele (I I), dipoi le unisci a metà altezza da un trattino orizzontale (- ).

Le due linee parallele rappresentano i programmi politici (ad uso e consumo dei beoti) di schieramenti falsamente antagonisti.

Il trattino orizzontale simboleggia invece la loro comune origine e gli identici obiettivi che perseguono.

Non ci vuole il cervello di Einstein per capire l’inghippo.

Nessie said...

Insomma, H come Handicappati, quali siamo.

Alessandra said...

Di nulla Nessie.
Approfitto per aggiungere che l'Appendino non è del tutto estranea all'orbita Agnelli.
Per preparare la sua tesi di laurea ha lavorato alla Juventus, come si evince da questo articolo con tanto di elaborato scaricabile in formato PDF.

http://torino.repubblica.it/cronaca/2016/06/21/news/tesi_appendino-142518282/

Vedo che dall'elenco del CFR manca anche il Regno Unito.
Qui da noi, Forza Nuova può definirsi un movimento identitario, ma ha percentuali tipo quella del sale nello yogurt, perciò le élite globaliste non possono considerarlo un pericolo.
Inoltre chi prova ad allearsi con i forzanovisti o con CasaPound viene subito diffidato dal farlo: vedi Salvini come ha già scritto Nessie, e a livello locale anche diversi sindaci hanno ceduto alle pressioni di democratici e anche pentastellati.
Basta pronunciare le due paroline magiche "deriva estremistica" et voilà, il sodalizio finisce ancora prima di cominciare.
A proposito, anche i due Didì (Di Maio e Di Battista) hanno detto che grazie al M5S si sono evitate, per l'appunto, "derive estremistiche" anche in Italia.

SILVIO said...

Nessie,

in verità, “handicappati” (in acume politico) sono i loro attivisti e simpatizzanti e non i notabili di quei partiti.

Questi ultimi, infatti, sanno fare benissimo il loro sporco lavoro, che è quello di ”fottere” i loro elettori - gonzi recidivi all’ennesima potenza - per poi rimangiarsi le promesse elettorali subito dopo il voto.

Megio definirli (in lingua bantù) , H come "Hoax Parties" .

Cioè, “Partiti Bufala ” , servi del potere globalista

SILVIO said...

In un suo commento, Eugenio Orso scrisse che Matteo Renzi intende fondare il “Partito della Nazione” per salvare il salvabile e pur di non dover fare la fine degli altri killers tecnocratici dell’Italia, suoi predecessori.

Vale a dire, di Monti e Letta , ormai finiti nella pattumiera della Storia.
La notizia corrisponde al vero.

Se il “lifting” del PD dovesse andare in porto, avremmo la sequenza delle seguenti identità:
PCI > PDS > DS > PD > PN

= Trasformismo camaleontico grottesco.

Perché?

Perché PN suonerebbe come (falso) acronimo identitario sulla scia di FN, che è la sigla vincente del “Fronte Nazionale” di Marine Le Pen.

La fantasia delle menti bacate progressiste va altre ogni limite della decenza…

Come Grillo, il cui "No-euro" non significa affatto "NO-UE".
_____________

Con l’occasione, domando ad Eugenio Orso:
« Che vuoi fare da grande? »

SILVIO said...

Oggi è giovedì, 23 giugno 2016:
giorno del referendum UE nel Regno Unito.

“Brexit o non Brexit, il processo di disgregazione dell’UE è già iniziato”.

Non lo dico io:
l’ha, bensì, dato ad intendere Mario Monti, l'ex ’Androide” telecomandato per demolire l’Italia.

Anonymous said...

la lista sopradetta con " italia mancante" significa semplicemente che ( lasciando ovviamente perdere il fake grillino) la lega e' percepita non rappresentare piu' nessun pericolo antisistemico da quando si e' fatta inglobare nel berlusconismo

E "il resto" ( caspound e similia ) e' ovviamente "il niente" in quanto un "antisistema" che si richiama espressamente alla ( fallita e facilmente demonizzabile ) esperienza fascista ( ma anche "comunista" :-) ) e' quanto di piu' il sistema desidera
ws

Nessie said...

Partito della Nazione è un altro di quegli stratagemmi orwelliani che indicano proprio il contrario: la nazione va in poltiglia? Bene accontentatevi del "brand". Lo fecero anche nel 2012 per l'anniversario dell'unità di Italia, celebrato dal liquidatore Napolitano.

A pochi mesi della nostra rivoluzioncina colorata (il grillismo), l'ambasciatore americano a Roma nel suo discorso ai giovani disse: "Fate come i grillini".

SILVIO said...

Ritorno al personaggio principale del topic.

Cioè, Virginia Raggi che – oltre ad essere bella – è anche una donna profumata di incenso dei media mondiali.

Esempi eclatanti:

1- CFR/New York Times:

http://www.nytimes.com/2016/06/21/world/europe/rome-mayor-virginia-raggi-five-star-movement.html?&moduleDetail=section-news-1&action=click&contentCollection=Europe&region=Footer&module=MoreInSection&version=WhatsNext&contentID=WhatsNext&pgtype=article

2- CNN:

http://edition.cnn.com/2016/06/20/europe/italy-rome-mayor-virginia-raggi/

3- BBC:

http://www.bbc.com/news/world-europe-36569410

4- The Guardian:

https://www.theguardian.com/world/2016/jun/19/virginia-raggi-faces-five-key-tests-if-rome-mayor-five-star-movement

Sin troppo “profumata”, direi .

E baciata dalla sorte al punto che anche l’austero “The Economist” l'ha salutata con :

” High-five”

http://www.economist.com/news/europe/21700801-mayoral-wins-populist-women-spell-trouble-prime-minister-matteo-renzi-italys-five

Che traduco come ”Danni il cinque! (Virginia)

Nessie said...

Alessandra, i ragazzi di Casa Poud, sfilarono ordinatamente a Milano nel corso della manifestazione promossa dalla Lega il 18 ottobre 2014 STOP INVASIONE, e ne diedi conto anche su questo post, dato che ero presente in piazza Duomo:

http://sauraplesio.blogspot.it/2014/10/o-mia-bela-madunina.html

Casa Pound non accettò provocazioni e intrusioni dei centri sociali e pure di quella bravata sul balcone dell'appartamento ONU. Ma Salvini dovette liberarsene lo stesso, per sopraggiunti "ordini di scuderia".

Nessie said...

Silvio, la stampa straniera al soldo delle consorterie festeggia la sua rivoluzione colorata tarocca. Loro lo sanno, gli Italiani votanti ancora NO.
Il commento più sopra delle 9, 18 am era diretto a te.

Nessie said...

Su Brexit. Ora anche la Regina esterna la sua opzione pro Brexit:

http://www.thetimes.co.uk/article/queen-give-me-three-reasons-to-stay-in-europe-klf25rgzq

SILVIO said...

Nessie,

la notizia - così come propalata da “The Tines” (= quotidiano decisamente pro-UE) è sicuramente una bufala poiché non è stata la Regina ad esprimere pubblicamente le 3 buone ragioni per restare nell’UE, bensì è stato uno dei suoi tanti biografi, un certo Robert Lacey.

Bisogna segnalarlo.

Nei giorni precedenti il referendum, nel Regno Unito è accaduto di tutto e di più :
persino “false flag” con scenografie in stile “hollywoodiano”.

Ma un giorno la verità emergerà…

SILVIO said...

A riprova di quel che ho scritto su Grillo (post ore 7:01 am) :

[Come Grillo, il cui "No-euro" non significa affatto "NO-UE"…]

giunge codesto articolo di “Imola Oggi”:

“Brexit, il M5s scarica Farage: “L’Europa si cambia restando nella Ue”

http://www.imolaoggi.it/2016/06/23/brexit-il-m5s-scarica-farage-leuropa-si-cambia-restando-nella-ue/

Così funziona il "mondo dei Giuda".

Vano è illudersi del contrario.

Nessie said...

Silvio, ho sbagliato link. Volevo mettere quello del Sun accusato di strumentalizzare le dichiarazioni di Her Majesty:

http://www.maurizioblondet.it/elisabetta-datemi-tre-ragioni-perche-dobbiamo-restare-nella-ue/

Nessie said...

Su Grillo. Era chiaro che non aveva nemmeno un terzo della chiarezza del sul collega dell'Ukip. Certamente un trader amico della City, ma con quella eloquenza che non ammette ambiguità, della quale il Buffone de Zena è del tutto privo. Se l'è fatta subito sotto non appena ha visto questo poster per cui Farage è stato già oggetto di denunce:

http://www.corriere.it/esteri/16_giugno_18/brexit-poster-elettorale-farage-assomiglia-propaganda-nazista-3e83de7e-3532-11e6-8ef0-3c2327086418.shtml

e allora Grillo si smarca, rinnega e scarica.

Anonymous said...

Perchè stupirsi? A parte qualche finta per accalappiare i gonzi (come su tutto il resto) il Mov5Str è sempre stato pro EU (nonchè pro-qualsiasi cosa di conforme al Potere Globale ci sia). L'hanno costruito per: 1.far fuori il fu centrodestra, 2.affiancare il PD come rete di protezione del Potere. E l'hanno costruito bene a giudicare dai risultati: tra PD e M5Str fanno il 60% di voti a favore di immigrazione senza limiti, UE, politiche gender, giustizialismo forcaiolo stile Far West, liberalizzazione della criminalità comune, politica estera aggressiva e probabilmente mi sono anche dimenticato qialche altra porcheria.
Scarth

Nessie said...

Infatti non ci stupiamo. Ormai l'offerta politica si basa su un movimentismo esagitato portatore di un bel nulla. Di ragazze carine messe in bella mostra, magari con la blusa bianca come una papessa, di simboli, brand ecc. Insomma, la politica è diventata marketing, mercato e mercatismo. E i consumatori abboccano...

Anonymous said...

"... è coronata di stelle perché rifulge delle grazie degli Angeli, degli Apostoli e dei Santi in altissimo grado, ed è tutta illuminata dai suoi incomparabili privilegi e dalle sue virtù. Rifulgono in Lei la fede, la speranza, la carità, la religione, l’umiltà, la verginità, la fortezza, la povertà, la carità fraterna, l’obbedienza, la misericordia e la modestia, ed Essa rifulge, come dice S. Bernardo nella sua concezione immacolata, nell’angelico saluto, nella infusione dello Spirito Santo, nella divina maternità, nella incomparabile verginità, nella fecondità senza corruzione, nella gravidanza divina senza gravame alcuno, nel parto senza dolore, nel pudore dolcissimo, nell’umiltà devotissima, nella grandezza della fede, nel martirio del cuore."

Sarebbe la Madonna, ma fa lo stesso. Non vorremo mica discriminare la Raggi ?

IL SAURO

Nessie said...

Oggi ha fatto la Mattarella 2, la Vendetta: è andata alle Fosse Ardeatine. Pensavo si occupasse di buche grosse come fosse, di viabilità caotica, di metropolitane che funzionano a scartamento ridotto, di "risorse" che dormono davanti al Colosseo, del Policlinico che fa morire i pazienti . E invece è corsa subito a dare garanzie "antifassiste". Che palla!

Anonymous said...

A me risulta che Fosse Ardeatine e Sinagoga siano percorsi tradizionali per tutti i sindaci neoeletti. Maniman... Vabbe' che S.Pietro sta all'estero e ci vuole il passaporto per andarvi, ma non dovrebbe essere come ai tempi di Canossa nel 2016.
Mi pare che con la citta' di Roma i papi avessero qualcosa piu' a che vedere. Quelli che fanno le buche sono proprio quegli altri. Boh.

IL SAURO

Nessie said...

Maniman? :-). Ma se sono proprio certi papi per primi che disertano le stanze vaticane !...

Jacopo Foscari said...

E adesso la bella Virginia sembra pronta a rimangiarsi pure il "niet" sulle Olimpiadi. Massì, facciamo le Olimpiadi a Roma visto quanto bene han portato ad Atene e Rio de Janeiro, così Caltagirone e Montezemolo son contenti. Intanto pare che purtroppo il sacrificio umano abbia dato gli esiti sperati con una vittoria europeista sul filo di lana. Consoliamoci col possibile annullamento delle elezioni austriache, mi dicono che durante l'audizione davanti alla Corte Suprema ne stan venendo fuori delle belle

Nessie said...

Ah! Ah! Foa parla di "freschezza" e di "sostanza"? A poche ore dall'elezione delle due grilline, abbiamo già assistito a diverse capriole. E' la freschezza che avanza...:-)

Jacopo Foscari said...

Vabbè, la Virginella mi sa che dura poco. Se prova a metter le mani dove non deve la impallinano come manco Marino. Quella di Torino invece proprio sveglia, la San Paolo è uno dei pochi gruppi bancari "sani" in questo paese e lei si mette a litigare col CDA subito, giusto per magari scatenare un po' di speculazione. Dilettanti allo sbaraglio.

SILVIO said...

REFERENDUM UE NEL REGNO UNITO
Titoli di alcuni quotidiani britannici –
Ora di Londra 4:30


1- DAILY EXPRESS:
”Farage annuncia, durante la storica notte, la vittoria di Brexit

- BREXIT :
voti ufficiosi: 10.510.478 pari al 51%

- REMAIN
voti ufficiosi: 9.844.539 pari al 48.36%

http://www.express.co.uk/news/politics/682835/EU-referendum-result-European-Union-Leave-Remain-In-Out

2- THE SUN
”BREXSPLIT!
La Bretagna in corsa per Brexit man mano che i risultati confermano la vittoria della campagna “Lascia” nel Nord e nel Galles


https://www.thesun.co.uk/news/1332742/britain-goes-brexit-mad-to-defy-downpours-and-vote-in-the-eu-referendum-as-final-polls-gives-remain-narrow-lead/

3- DAILY MAIL:
E 'BREXIT!
Il referendum UE sancisce il clamoroso voto per “Lascia” mentre Nigel Farage saluta la vittoria delle persone reali

http://www.dailymail.co.uk/news/article-3657160/Britain-brink-EU-referendum-result-knife-edge-Leave-scores-HUGE-victory-Sunderland-outperforms-predictions-Swansea-Remain-pins-hopes-London.html

Jacopo Foscari said...

Beh, mi son coricato deluso per i sondaggi e mi risveglio, come dice il post, raggiante perché i Sudditi di Sua Maestà, in barba a tutti i soloni han deciso di andarsene da questa Euro-gabbia. E speriamo che abbiano aperto la via alla liberazione anche di tutti noi da questo (n)eurodelirio. Ora più che mai "Dio Salvi la Regina"

habsburgicus said...

Nessie
è avvenuto !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! contro la quasi totalità delle ultime previsioni
un popolo serio ha deciso (almeno una volta !) e ha punito l'arroganza degli eurocrati !

Nessie said...

Amici, state scherzando vero?!? Mi sono appena alzata insonnolita. E mi sto sfregando gli occhi, bevendo il primo caffé.

Ora vedo i vostri commenti e ancora non ci credo. Avevo preparato due post: quello del coccodrillo per la sconfitta e quello vittorioso per l'Indipendence Day. Ora abilito il secondo, ma per scaramanzia prima vado a leggere i dati ufficiali.