24 May 2016

Austria, Hofer non deve vincere




Dopo tanti articoli disgustosamente allarmistici sull'eventuale vittoria alla  presidenza di Norbert Hofer in Austria  era scontato il risultato: ha vinto il verde Alexander Van der Bellen che naturalmente si vanta di essere stato a sua volta un profugo. La tecnica è sempre la stessa: creare l'allarme xenofobia per poi chiamare tutti quanti i benpensanti a raccolta. E se non bastano i numeri c'è sempre l'opzione "voto per corrispondenza" (il meno verificabile che ci sia). Per l'ennesima volta sono costretta a ripetermi: xenofobia proviene dal greco  ξένος ovvero xenos, "straniero" e φόβος, phobos, "paura". Ovviamente aver paura dello (o degli) straniero-i non è una colpa né un demerito ma la legittima reazione ad un pericolo. E il pericolo c'è e si vede quotidianamente: l'invasione.
Fitta, pressante, quotidiana, come mostrano le immagini. Come si vede sui treni al Tarvisio.  Come si vede al Brennero. Che dovrebbe fare uno stato piccolo  con una superficie di malapena 83.879 km² se non cercare di difendersi, preservarsi, conservarsi, venire in soccorso dei suoi cittadini? Ha ancora un senso parlare di "nativi" e "autoctoni" da proteggere?
E invece no, la solita macchina mediatica si è messa in moto preventivamente in maniera pressante. Allarme populismo! allarme ultranazionalismo! Allarme pangermanesimo del leader Hofer! Hofer va fermato! Hofer ha trascorsi nazisti!

Film già visto, già sentito  e già rivisto. "Ottimista e di sinistra", come il malinconico erotico Stomp di Lucio Dalla,  è il pesce lesso Gentiloni: «Chi governa non deve dare un messaggio di paura», sottolinea secondo cui la lezione che arriva dal voto austriaco è proprio un insegnamento anti-xenofobo, che va contro i paventati muri di frontiera.
Lo sa o no, Gentiloni che la civiltà europea ha potuto essere tale, proprio grazie a muri, frontiere, confini certi (limes) e pattugliamenti di navi?
A Poitiers nel 732 dp. Cristo i Franchi con a capo Carlo Martello fecero muro contro gli islamici che dalla Spagna cercarono di penetrare nel continente europeo. Per salvarsi dalle invasioni barbariche i monasteri benedettini issarono alte mura all'interno delle quali poterono mettere in salvo i reperti della civiltà con la loro solerte opera di amanuensi di testi pregiati che altrimenti sarebbero andati distrutti. A Lepanto grazie alla flotta della Lega Santa promossa da papa Pio V si fermarono altre invasioni saracene. E nel 1683 fu  sotto le solide mura di Vienna che  venne respinto l'assedio mussulmano in aspra battaglia condotta da Giovanni Sobieski.

Giovanni Sobieski e l'Assedio di Vienna

Ben ne scrisse Antonio Socci a proposito di Bergoglio, il papa che vuole ponti ad ogni costo, favorendo l'invasione e con essa, l'estinzione della civiltà europea, già culla della civiltà greca, romana e cristiana.

Frattanto ieri la Boldrini giunta a Schengen ha gettato nel fiume Mosella le chiavi di un lucchetto. Ma non era un lucchetto di promessa d'amore come quelli di Federico Moccia, bensì un gesto simbolico, un sigillo per riaffermare, insieme ai suoi omologhi dell'Unione europea tra cui il Presidente dell'assemblea francese Bartolone e il presidente della camera dei Deputati del Lussemburgo, l'importanza della libera circolazione degli uomini, delle merci e dei capitali in Europa. Insomma, il dogma di Schengen non si tocca e va  addirittura sigillato. 

Ci si fosse gettata lei nella Mosella, insieme ai lucchetti!

95 comments:

Anonymous said...

Che cosa cambia tra l' austria ( o la francia) di allora e quella di adesso ? la volonta' delle elites , e contro la volonta' delle elites quella dei poppoli non conta nulla. L' unico "voto" popolare che alla fine ( in tutti i sensi) contera' davvero sara' (come scrisse sarcasticamente lenin ) quello fatto "con i piedi" nel momento di una " battaglia" a cui il poppolo verra' condotto da una elite priva di credibilita' e di autorita' morale , "battaglia" che ovviamente finira' tragicamente per entrambi.

E una " battaglia" e vicina ,anzi gia' ci siamo dentro come mostrano i sempre piu' evidenti scricchioli sociali , politici , economici ( e presto anche militari) dell' €Urss , e quando essa raggiungera' l' apice a nulla varranno tutti i "trucchetti" e tutti i "lucchetti" dell' elite.
ws
ws

Nessie said...

Infatti l'articolo di Franco Venturini del Corriere (membro della Trilaterale e del CFR) alla fin fine è costretto a parlare chiaro nella sua chiosa:

http://www.corriere.it/esteri/16_maggio_23/austria-concede-all-europa-tempo-una-prova-d-appello-949c1fc6-20f9-11e6-a5a3-c2288e2f54b5.shtml

L’Austria ha concesso all’Europa il tempo per una prova d’appello, niente di più. Ma se non ci sarà una reazione unitaria (e l’unico modo per arrivarci è di rimpicciolire la UE attraverso le doppie e le triple velocità, dopo averla allargata a dismisura), non ci saranno voti per posta in grado di salvare l’Europa.

Un trilaterista come lui i "trucchetti e i lucchetti", li conosce senz'altro.

Faithful said...

Solo una precisazione Nessie:le elezioni austriache non sono state per il cancellierato (che ci saranno mi pare il prossimo anno in cui Strache si sta tenendo in caldo) ma per la presidenza della federazione austriaca (perché almeno loro il presidente se lo possono eleggere con voto popolare,anche se con voti tarocchi,noi in questo siamo gia più avanti e abbiamo i re pulcinella e i cacarella.

Detto questo volevo rispondere a Leno nel commento precedente

"Alla storia del taroccamento del risultato credo davvero poco...........quella è roba più tipicamente italiana."

L'autorazzismo col prosciutto sugli occhi sarebbe bene lasciarlo da parte e tenere di conto che:
1)Come dice Chomsky,non c'è democrazia dove mette mano la Troika (vedi noi da Monti in poi).
2)I voti per corrispondenza si sono sempre prestati a brogli,vedi le nostre elezioni del 2006 con voto estero permesso da quel demente di Fini che spinse per promulgare l'indecente legge Tremaglia,e nel caso austriaco attuale gia spuntano fuori "strani" voti annullati,e anche qui come mai alle urne Hofer è avanti di 4 punti e alle poste indietro di 20?Solo a me non sembra per niente normale una cosa simile?
3)I luoghi comuni di comodo vogliono anche la Germania bella,sana,corretta e lavoratrice,poi scavi e scopri che la società con il record di multa per corruzione è la Siemens e che,come un caporale dell'agroalimentare pugliese a caso,anche loro fanno arrivare immigrati dalla Sicilia e da altre nostre zone depresse per tenerli sottopagati a nero.

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/12/berlino-gli-italiani-disillusi-pagati-in-nero-sfruttati-imparare-tedesco-fatica/1578094/

Faithful said...

Peraltro c'è anche da dire che Van Der Bellen è un Monti austriaco tinto di verde,un (ex) membro della massoneria di Innsbruck.

Massimo F. said...
This comment has been removed by the author.
Massimo said...

La cifra distintiva di queste elezioni, come quelle francesi dello scorso anno, è che ad ogni votazione noi "razzisti, xenofobi, sessisti, omofobi, islamofobi, populisti ... etc." (tutte qualità positive, benintesi !) ci avviciniamo il traguardo e, soprattutto, senza compromessi e senza ammucchiate. Mentre per ostacolarci devono mettersi assieme capitalisti e comunisti, sinistra e consorterie finanziarie, tutti a braccetto per salvaguardare i loro privilegi (ancora per poco). Stiamo arrivando, dobbiamo solo avere pazienza e costanza.

Anonymous said...

Ha vinto Van der Bellen forse col trucco , più probabilmente con la paura e l'allarmismo. Ok ! Tuttavia il Governo manda 80 poliziotti al Brennero per controllare comunque i confini e tenere d'occhio i controllori italioti infingardi. Sempre fermo restando che in qualsiasi momento si possa predisporre una barriera di reti metalliche e cemento. Cosa è cambiato dunque nella mentalità austriaca ? Sempre gelosi del proprio territorio rimangono ! Non sarà che gli austriaci verdi o comunque democratici e progressisti sono furbi e ipocriti del tipo "Io son progressista ma ci tengo al mio Paese cacchio ! ". Mica sono scemi . E non so nemmeno in che misura accettino che lo straniero si integri (se non alle loro severe condizioni).
Max

Leno Lazzari said...

Avevo scritto un commento molto articolato in merito, purtroppo m'è mancata internet . Banda Larga per tutti ! Cavoli, qui non ha mai funzionato mezza specie bene neanche quella stretta.

Insomma, da noi la sinistra, nel quadro del suo programma di destrutturazione della società (onde rincoglionirla e meglio gabbarla) risalente ai suoi albori insiste, salvo cambiamenti (?) di rotta a lasciar entrare tanto i cani quanto i porci
e per giunta aspettandosi che il resto d'Europa si faccia anch'essa in blocco carico di questa sua "politica immigrazionale" scellerata. Soltanto da un paio di giorni sento che "pare" stiano passando alla politica degli hot spots extraterritoriali e all'idea propria della chiesa e la DX riassumibile in ...."assistiamoli nei loro paesi".....

Dobbiamo crederci ?

L'assitere in ogni modo chi è comprovatamente un profugo in fuga da una guerra civile etc è per me giustissima ma anche un obbligo in base a leggi internazionali. Al contrario, un paese dovrebbe avere il diritto (e dovere) di selezionare, se è il caso anche chiudere all'immigrazione economica quando il proprio mercato del lavoro non la tollererebbe. Forse però, andrebbe anche detto che una cosa sono i verdi austriaci e altra i nostri che sono estremamente più radicati o quanto meno provenienti dalla nostra SX alla Rifondazione o alla Comunisti Italiani. Cosa per altro vera anche per la nostra DX e quella loro. Certe ideologie non portano mai a nulla di buono.

L'Austria è indubbiamente un'isola felice (come anche la Svizzera, Grigioni etc) e questo non per grazia ricevuta ma perché negli anni (credo) '40 i governi di allora promulgarono e imposero delle leggi a tutela del paese e il suo paesaggio. La Carinzia di allora era in uno stato identico a quello dell'udinese etc (per chi l'avesse conosciuto) di alcuni anni fa essendo zona prettamente agricola e quasi "distaccata" dal resto del paese. Ha fatto storia la forte polemica di qualche anno addietro soprattutto per i nostri auto trasportatori ma non solo che pretendevano di usare le loro autostrade e suolo come porto franco-collegamento con il resto dell'Europa del nord. I nostri non volevano accettare l'idea delle
"Vignette" come loro chiamano il sistema di pagamento per l'uso delle autostrade . Ecco, loro rispettosi come sono della natura (e del prossimo) giustamente maldigerivano quella invasione mefitica.

Scuasate, tronco qui le mie lugubrazioni per mancaza di tempo .

Leno

Nessie said...

Hai ragione Faithful. Ho provveduto già a modificare. Tutto vero quel che poi puntualizzi nei vari punti. Manda se puoi, qualche link circa il fatto che Van der Bellen appartenga alla massoneria. Io ci credo, ma sai, c'è chi vuole sempre le solite pezze d'appoggio.

Ho letto illink sugli Italiani ma non mi stupisce affatto. La Germania vorrebbe migrazione "qualificata" (e quella italiana la è, e tanto) per poi pagarla da "negri". Eccola accontentata. Ora dovrà vedersela con quelli dell'Africa subsahariana.

Nessie said...

Vero Massimo, che quella che oramai battezzano come la "deriva populista", ogni anno si avvicina al traguardo senza brogli né trucchi. Se ne devono fare una ragione e non potranno ad ogni occasione (che sia referrendum o elezioni) cassare risultati a loro sgraditi. Nelle coalizioni anti-identitarie mettici pure anche la chiesa.

Nessie said...

Max, a conti fatti è come dici. Da quelle parti anche i sinistri si fanno furbi e praticano il divieto di calpestare le aiuole. Le loro. Ma sinceramente non mi sento di criticarli. I veri imbecilli, delinquenti e anti-Italiani, sono i nostri politicastri.

Nessie said...

Leno, intanto ti dico subito che gli interventi troppo lunghi non sempre vengono registrati dai moduli dei commenti, quindi ti pregherei di essere più sintetico.

La seconda parte del tuo intervento circa le leggi sulla cura e protezione del paesaggio la condivido. Non condivido invece, la storia dei "profughi di guerra", anche se protetti da leggi internazionali. E non la condivido perché:

a) dietro all'etichetta "profughi" e "rifugiati" si nasconde un bel po' di mistificatori
b) le guerre in corso vengono definite non a caso guerre "umanitarie" e sono sotto l'egida dell'ONU che è anche l'ente preposto a sbaraccarceli tutti qui (penso all'UNHCR, che è per l'appunto l'agenzia per i "rifugiati" da cui proviene anchela Boldrini).

c)l'ONU è reo confesso di un terribile rapporto che avrò pubblicato decine di volte su questo blog circa i piani di migrazione sostitutiva. Hai capito? SOSTITUTIVA (replacement migration). Se può interessarti ne ripubblico il link per l'undicesima volta.

Ma il punto è che nessun popolo accetta supinamente e passivamente di ESTINGUERSI. Quale che sia la motivazione "umanitaria" o pseudo tale.

Anonymous said...

Su Van der Bellen massone ne scrive anche Gian Micalessin sul Giornale:


http://www.ilgiornale.it/news/politica/aristocratico-e-massone-verde-impopolare-che-frena-i-naziona-1262748.html

Z

Nessie said...

Ah, ecco. L'uomo giusto al posto giusto. In funzione di diga foranea anti-nazionale, of course.

Leno Lazzari said...

....."Ma il punto è che nessun popolo accetta supinamente e passivamente di ESTINGUERSI. Quale che sia la motivazione "umanitaria" o pseudo tale.".....

E la nostra SX è da una sessantina d'anni che lavora per azzerare la memoria del nostro passato storico. E non c'entra un acca la motivazione umanitaria.

Sui profughi o presunti tali, stando a quanto mi dici, forse basterebbero controlli delle UNHCR delmondo che non siano fatti da chi lavora per l'accettazione cristiana urbi et orbi onde meglio separare il grano dal loglio?

Sapevo della Boldrini (che odio più ancora che Renzi) all'UNHCR . Memorabile il suo "alto" intervento contro il modo di affrontare gli sbarchi da parte del governo Berlusconi mentre invece fece scena muta sulla Spagna dello stesso periodo che non si faceva remore di sparargli . Uno schifo.

Vedrò di non essere troppo lungo nei miei interventi futuri.......e meno male che non mi era partito il primo.


Leno

Jacopo Foscaw said...

Insomma se pure il mucchio selvaggio non funziona, si ricorre ai tarocchi postali, ma il margine di manovra si riduce di elezione in elezione. L'orologio fa tic-tac e il tempo per questa Europa sta piano piano scadendo. Forse pecco di ottimismo, ma penso che ormai non sia più questione di "se" ma di "quando"

Nessie said...

Leno, questo è l'agghiacciante documento originale dell'ONU sull'immigrazione sostitutiva come soluzione all'invecchiamento della popolazione, di cui dicevo poc'anzi:

http://www.un.org/esa/population/publications/migration/execsum.pdf

e questa è una sintesi ripresa dal il Tempo:

http://www.iltempo.it/cronache/2015/04/22/studio-delle-nazioni-unite-sui-flussi-migratori-previsioni-choc-le-stima-variano-da-35-a-119-milioni-guerre-e-carestie-in-africa-peggiorano-i-calcoli-l-onu-nel-2050-in-l-italia-40-milioni-di-immigrati-boom-di-arrivi-di-minori-senza-famiglia-1.1407304

per aprire i links, selezionare cliccando la parte destra del mouse e poi cliccare sulla parte sinistra.

Nessie said...

Jacopo Foscaw starebbe per Foscari? E' un nuovo nick o un errore di battitura? Così tanto per sapere...

Sono ottimista anch'io al riguardo e penso che le idee che esponiamo qui e che fino a poco tempo fa erano considerate eresie, facciano ormai parte del "sentire comune".

Jacopo Foscari said...

Errore di battitura, chiedo venia ma col telefonino capita :)

Anonymous said...

Una volta cerano le brioches, oggi i lucchetti, ma le teste salteranno ancora alla vecchia maniera. Per obbiettivita', bisogna dire che le teste dei vecchi aristocratici contenevano materiale migliore di quelle attuali. L'esigenza e' comunque la stessa.

IL SAURO

Nessie said...

Vedo che i lucchetti degli innamorati del Ponte Milvio di Moccia, non li hai digeriti :-).

Avesse almeno avuto un'idea originale propria, questa beghina della sagrestia mondialista! Di chi ci dovremmo innamorare ? Dell'Europa di Maastricht, di Lisbona e di Schengen?

Eleonora said...

Non doveva vincere e non ha vinto. E semmai, avesse vinto, avrebbe fatto la stessa fine di Haider. Punto. Oltre all'allarmismo xenofobia e cazzate vomitevoli varie, ci hanno messo di mezzo anche gli accordi economici dicendo che avrebbero causato la perdita di svariati miliardi di euro. Intanto, la UE non si ricorda più la perdita economica delle sanzioni alla Russia... Ma tant'è. Dunque, prima di Natale mio cugino andò a Vienna e parlando con la gente del posto, questi gli dissero che degli stranieri non ne potevano più. Il welfare con gli extra, sta al collasso, non c'è lavoro, gli austriaci scappano e nonostante tutto, non c'è più spazio materiale. Inoltre, un vomitevole mattarella che si sveglia e al nuovo premier dice che: "lavoreremo insieme per rafforzare la UE". 31 mila voti in più. Hm, presunti voti in più. Mi puzza e non poco anche se era persino ovvio che andasse così.

Nessie said...

Qui, l'inoppugnabile filmato della Boldrini Giuliva che sigilla la sua promessa a Schengen, con il lancio della chiave nella Mosella con l'esertazione W Schengen!:

https://www.facebook.com/325228170920721/videos/920910581352474/

Faithful said...

Questo è il profilo di Alexander Van Der Bellen,come ho detto un Monti tinto di verde e quindi si capisce perché "lo hanno aiutato"

http://www.giornalettismo.com/archives/2105990/alexander-van-der-bellen-presidente-austria-chi-e/

Nessie said...

Ciao Ele, tuo cugino ha senz'altro fiutato (e certificato) il polso della popolazione austriaca, quello che viene sistematicamente taciuto e censurato nei mainstream. L'Austria ha una superficie di malapena 83.879 km² (come le tre regioni d'Italia Lombardia, Piemonte, e Veneto sommate insieme).

E dove vanno i nativi se fanno posto agli allogeni? Sulla luna?

Nessie said...

Faithful, ho capito che è un uomo di economia e questo gli permette di avere i legami di cui dici. Ma ricorda che "Giornalettismo" è un sito de sinistra. Non vedo infatti, nessuna allusione circa le consorterie dalle quali si è affrettato a smarcarsi.

Faithful said...

Qua un'altro articolo su Van Der Bellen,spudoratamente di parte (gli intelliGGGGGGenti votano lui,gli stupidi votano Hofer salvo poi sproloquiare sui voti per posta scambiandoli per voti tutti esteri quando nei voti per posta quelli esteri erano intorno al 4%)

http://www.left.it/2016/05/23/chi-e-sacha-van-del-bellen-il-verde-che-potrebbe-guidare-laustria/

Faithful said...

"Non vedo infatti, nessuna allusione circa le consorterie dalle quali si è affrettato a smarcarsi."

L'allusione è nell'ultima frase,e nel sito che ti ho postato dopo (ancora più di parte) si legge "ha ammesso di aver fatto parte per un breve periodo della massoneria."

Nessie said...

GRazie, ora ho letto:

Parlamentare e poi consigliere comunale a Vienna fino al 2015, il professore ecologista, appassionato di auto e schierato da sempre contro il Ttip così come contro le politiche migratorie di Vienna, ha ammesso di aver fatto parte per un breve periodo della massoneria

Faithful said...

E anche qui aspettiamoci un bel pugnale sul groppone stile 5S,un (ex) massone contrario al TTIP?Puzza di bruciato lontano un miglio..

Leno Lazzari said...

Hmmmmmm, chissà, forse potrei scrivere a Renzuccio personalmente per spiegargli come la denatalità si possa combattere anche meglio con un po' più di attenzione ai problemi delle famiglie che, dovendosi lavorare in due ci sono ovvi problemi per seguire la stessa . Oppure come svegliare l'economia con una forte detassazione possa servire per combattere la disoccupazione e nel contempo preservare il knowhow e l'inventiva tipica degli italiani e di nessun altro.

E forse quello che ci vuole per il nostro bistrattato paese è di smarcarsi decisamente da una farlocca idea di sistema di governo e di ordine globale che garantisca la stabilità possibilmente a una Destra Sociale Liberale forte di idee vere e non di chiacchiere.

A A A Destra Sociale Liberale coesa cercasi, possibilmente amante del paese....... quella che passa il convento a pezzi.




Leno

P.S. Sto ascoltando su Radio GR Parlamento
La Boldrini che parla di immigrazione buona.
Purtroppo si, parla ancora......nun schiatta.

Nessie said...

Faithful, hanno fiutato l'aria che tira e stanno correndo ai ripari con i contentini. Che poi sono specchietti per le allodole per il popolino.

Alessandra said...

La Boldrini dovrebbe usare il lucchetto per serrarsi la bocca!

Quando, domenica sera, ho sentito che Hofer e Van der Bellen erano testa a testa, ho capito anch'io che avrebbe vinto quest'ultimo, grazie ai voti per corrispondenza (d'amorosi sensi da parte dell'UE?).
Una giornalista di France24 ha sottolineato come Hofer sia stato votato soprattutto da uomini operai, mentre Van der Bellen da donne laureate: sono troppo maliziosa se ci vedo un sottinteso di stampo ultrafemminista e classista allo stesso tempo?

Breve considerazione OT: sembra che agitare lo spauracchio della catastrofe economica (portata avanti da FMI, UE, G7, USA e di certo dimentico qualcun altro) stia cominciando a dare i suoi frutti in Gran Bretagna. Comunque, manca ancora un mese.

http://www.swissinfo.ch/ita/tutte-le-notizie-in-breve/brexit--sondaggio--pro-ue-in-vantaggio-di-11-punti/42168344

Il metodo "Dopo di noi il diluvio" verrà usato anche da noi nei prossimi mesi, temo. Spero che il suo funzionamento sia agli sgoccioli, ma chissà che altro si inventeranno poi.

Faithful said...

A proposito di dx,pare che il panico per il voto austriaco abbia spinto la fureressa a farci arrivare finalmente ai ferri corti

http://www.affaritaliani.it/politica/forza-italia-berlusconi-salvini-423723.html?ref=rss

Il canto del cigno della salma di Arcore,prima di finire definitivamente nella fossa comune della storia,o almeno me lo auguro proprio..

Anonymous said...

Nessuna elezione cambiera' mai la volonta' del sistema di potere aldila' di qualche maquillage per truffare il "poppolo" . Ricordiamoci come in america negli anni venti fu distrutto il movimento sindacale e l' opposizione politica negli anni sessanta,; se non basteranno le campagne mediatico-scandalistiche e i brogli " chi comanda" ricorrera' a metodi piu' subdoli ( infiltrazione dell' opposizione ) fino a quelli "duri" , dall' intimidazione e degli oppositori attraverso il sistema giudiziario ( sacco &vanzetti) e la collaborazione diretta della delinquenza ( vedi "cosa nostra " di lucky luciano ) fino all' omicidio diretto false flag delle figure emblematiche ( long , hoffa , malcom X ,martin luther king kennedy ect ).
Con tutte queste "tecniche" " la cupola" restera' al suo posto , e il loro impiego segnalera' solo che " il muro di sostegno" sara' sempre piu' debole " in ragione dell' esaurirsi del fondamentale consenso dei "sudditi"; ma occorrera' comunque una "tempesta" perche' " la cupola" venga giu' .
E sia chiaro che allora saranno " macerie" per TUTTI.
ws

Anonymous said...

Qui e la.

Haider: ma uno con un nome cosi' somigliante a quell'altro austriaco, qualcuno pensava potessero lasciarlo campare ? Fosse stato anche entusiasta UE non sarebbe mai arrivato ai vertici. Sarebbe come se in Germania il leader degli euroscettici si chiamasse Goetzring... ma dove andrebbe mai ? Per questa gente le parole sono piu' importanti delle cose. Basta vedere quello che dicono e poi quello che fanno.

L'Austria era stata militarmente occupata dai sovietici. E questa fu la ragione della temuta invasione del Patto di Varsavia. E' un fatto che molti ignorano, anche perche' il vecchio PCI non aveva interesse a parlarne, ed e' stato gravido di conseguenze. Oggi e' ormai una nazione senza identita' che vive di ricordi, quasi come noi. Il suo territorio non e' "prevalentemente" montuoso come il nostro: e' "totalmente" montuoso. Dove dovrebbero metterli i baluba "siriani" nei meandri sotterranei del Salzkammergut ? Ce li ritroveremo in Alto Adige che e' troppo tedesco per gli italiani e troppo italiano per i tedeschi, tanto che non se lo vole nessuno. E cosi' le diatribe razziali tra italiani e tedeschi si sposteranno tra hutu e tutsi impellicciati per l'occasione. Speriamo solo che i ghiacciai si riformino per magia e questi decidano di tornare al caldo. La cosa incredibile di queste migrazioni e' proprio che si sviluppino da Sud a Nord essendo tutte quelle storiche sviluppate su direttrici opposte. I popoli di una volta volevano andare al caldo, mentre quelli di oggi al fresco. In realta' vogliono i soldi senza lavorare e i termsifoni pure.

IL SAURO

pecosbill said...

Pensare che la maggioranza degli austriaci, dopo tutto quello che è successo in questi ultimi tempi, sia favorevole alla politica di accoglienza degli immigrati (islamici) espressa dal neo eletto presidente di sinistra ecologico, significa credere alle favole.
Chisa come mai, in tutte quelle situazioni in cui una forza popolare sta per vincere, all'ultimo momento , perde (Scozia, Le Pen, Grillo, Hofer).

Faithful said...

"http://www.swissinfo.ch/ita/tutte-le-notizie-in-breve/brexit--sondaggio--pro-ue-in-vantaggio-di-11-punti/42168344"

Ci sono anche sondaggi che danno in leggero vantaggio il Leave.

Nessie said...

Faithful, hai messo lo stesso link svizzero di Alessandra. Ovviamente i sondaggi vanno presi con le pinze e a loro volta hanno il potere di influenzare gli indecisi facendo vedere "dove va il vento".

Sulla faccenda di Berlusconi e i suoi rapporti col PPE è chiaro che non si può stare contemporaneamente col diavolo e l'acqua santa e tutti i nodi vengono al pettine. Comunque sia ...requiescat!

Nessie said...

Alessandra e Pecos Bill, è il loro trucchetto preferito: allontanare il trofeo della vittoria ogni volta che sta per essere raggiunto.

----------------------------------------------------

Pecos Bill, il M5S al governo ci andrà eccome. Non credo che vogliono congerlarlo, perché serve ad allontanare la mascita di un vero partito identitario

Nessie said...

ws, lo so che non saranno le elezioni a cambiare questo stato delle cose. Ogni volta lo ripeti, ma ben lo sappiamo. Gli è che per il momento il convento passa solo questo. E quel che si dice la "democrazia".

Faithful said...

Lo so,ho citato il link che era stato postato,comunque se ne parla anche qui (tutto giusto tranne lo svarione del sole24palle citato)

http://www.azioneculturale.eu/2016/05/brexit-tra-informazione-apocalittica-e-nuove-opportunita/

Peraltro ho seguito la cosa e posso confermare che il Leave sono parecchi mesi che è costantemente avanti,anche se di poco,strano che adesso quasi alla vigilia saltino fuori questi megasondaggioni mai visti che danno il remain in vantaggio a doppia cifra,ma chissà perché..

Nessie said...

Sauro, non ricordavo l'episodio storico che citi, se non nello scenario visto nel vecchio film "Il terzo uomo" tratto dal romanzo di Graham Greene con Orson Welles, che si svolge in una Vienna in macerie, occupata militarmente tanto dagli Angloamericani che dai Sovietici.

Che gli austriaci siano costretti a vivere di bei ricordi è più che naturale: hanno perso due GM. A quanto pare, però, non ne vogliono sapere di piegarsi ai piani Kalergi, che dopotutto è nato in Austria, anche se meticcio, in quanto figlio di una principessa nipponica e di un diplomatico austro-ungarico.

Faithful said...

"E quel che si dice la "democrazia" "

Io la vedo così:se non voti in un sistema marcio lasci campo libero al marcio,se voti in un sistema marcio e il marcio ci mette del suo dai la possibilità alla popolazione di rendersi conto che c'è del marcio,e non solo in Danimarca..

Faithful said...

Anzi ora che mi ricordo,quando Obama andò a Londra a dire agli inglesi di restare il leave schizzò in alto nei sondaggi..

http://townhall.com/tipsheet/mattvespa/2016/04/28/brexit-brits-wanting-to-leave-the-eu-spikes-after-obama-tried-to-convince-them-to-stay-in-it-n2155123

Jacopo Foscari said...

"il M5S al governo ci andrà eccome"

Di questo ne sono sicuro, infatti stanno pian piano "sdoganando" la faccia di tonno di Di Maio, il degno vice della Boldrini proponendolo in tutte le salse e lui stesso si sta facendo in quattro per smentire l'euroscetticismo grullino. Al massimo farà come Tsipras, un po' di scena per qualche mese e poi ritorno all'obbedienza cieca pronta e assoluta a mamma Europa

Faithful said...

Ecco,tornando alle elezioni austriache,146% di affluenza in un comune!!!!!!!!!!!!

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/giallo-sulle-elezioni-austriache-comune-affluenza-146-1263143.html

Le comunali di Viareggio dell'anno scorso impallidiscono,e la moneta da 3 euro comincia a materializzarsi..

Anonymous said...

Fuor di metafora, bisogna attendere che i popoli interessati si accorgano tutti che queste "democrazie" sono una presa in giro. Se non vince quello giusto non se ne fa niente. Se il livello di rischio aumenta, i pastori sono disposti a usare tutti i mezzi. dai brogli, all'omicidio, al terrorismo e fino a guerre su grande scala. E non e' che hanno cominciato oggi: e' piu' di un secolo che lo fanno. Quindi e' auspicabile che si mettano da parte le categorie politiche storiche e ci si metta tutti quanti a salvare il salvabile, tenendo conto che ogni cedimento alle vecchie contrapposizioni belliche, non solo non serve a niente, ma e' proprio il mezzo con cui siamo stati tenuti accuratamente divisi. Elezioni o no, l'invasione continua senza sosta e non conosce sabato e domenica ne' festivita' di precetto. Se si attende che la consapevolezza sia al massimo grado non sara' piu' possibile fronteggiare il fenomeno nemmeno per telefono. Un eventuale ripiego in qualche santuario diventera' l'unica opzione possibile, col rischio di finire esattamente come gli indiani d'America: un fenomeno folcloristico.

IL SAURO

Nessie said...

Faithful ho letto l'originale col traduttore automatico:

http://www.heute.at/bpw16/Naechster-Daten-Skandal-146-9-Wahlbeteiligung;art83655,1291864

come al solito il sospetto nostro sui brogli era l'anticamera della certezza.

Nessie said...

Su Brexit rilancio un link già postato dal Sauro sulla voce dal sen fuggita della Regina Elisabetta. Saremo a O Brexit o guerra mondiale?

http://www.maurizioblondet.it/anche-elisabetta-vede-la-guerra-mondiale/

Nessie said...

Sauro, infatti da che storia è storia, la consapevolezza non può (Né potrà mai) essere un fenomeno di massa. Se aspettiamo che il popolo intero capisca, campa cavallo...

Nessie said...

Tranquillo Jacopo, quando avranno esaurito tutte le cartucce possibili, sarà molto probabile per loro far spendere la Patacca a 5 stelle con relativi pataccari. La "rivoluzione colorata" e telecomandata continua...Dopotutto che ha detto Grillo in morte di Pannella?
"E' stato il nostro precursore".

Jacopo Foscari said...

Ma certo, solo che da un certo punto di vista quasi, quasi non vedo l'ora di vedere i 5 Seghe al potere, giusto per pigliare per i fondelli certi grullini di mia conoscenza che credono sul serio che loro siano contro l'Euro e l'UE

Tornando a Van der Belinen la polizia austriaca ha appena annunciato che la costruzione della barriera al Brennero prosegue, checché ne dica Van der Belinen. Anche se di sinistra sono austriaci, mica fessi come noi italiani.

Nessie said...

Sei genovese anche tu? :-)

Anonymous said...

Anche nel caso dell'Austria abbiamo visto all'opera l'infernale repertorio manipolatorio di criminalizzazione (chissà perchè per loro gli insulti sono ammessi a norma di legge?) stereofonica di chi si oppone ai Mostri e alle loro strategie. Si vede quanto sono buoni e cristallini i nostri sinceri democratici dittatori orwelliani... ed è il repertorio standard indicato da Ws. Visto quanto sopra sulla Brexit non mi faccio illusioni.
Continuo ad aspettare un compatto fronte unico nazionale e soprattutto europeo che denunci tutto questo almeno per provarci. Oppure una gigantesca meteora che centri in pieno il pianeta Terra.
Scarth

PS: anche l'inaffidabile Berlusca adeguatamente addomesticato con la sua FI di voltagabbana filo renziani al seguito si è distinto nel maramaldeggiare contro chi cerca di resistere e opporsi.

Anonymous said...

La metafora del lucchetto andrebbe approfondita. Prima ti dicono che non ci vogliono i muri e poi che ci vogliono i lucchetti ? Ma per chiudere cosa se di porte non ce ne sono ? Per chiudere le manette che ci hanno messe ai polsi. Cosi' tutto si spiega. Qui ci vuole il sangue a fiumi, altrimenti non se ne esce.

IL SAURO

Nessie said...

Scarth, i trucchi a cui ricorrono Lorsignori sono sempre gli stessi, ma un bel blocco dell'Europa continentale che si coalizzi contro, non ha ancora emesso un vagito. Nemmeno io mi faccio illusioni circa la Brexit.

Berlusconi dopo aver cercato di mettere i piedi in due scarpe (con glieuroscettici in patria e col PPE in Europa), ora si è messo anche lui a criminalizzare la "deriva populista". Per forza, possiede banche, assicurazioni e immobiliari, mica bruscolini! Questo tipo di Ue gli calza a pennello.

Nessie said...

Sauro, faccio una battuta scherzosa tanto per sdrammatizzare. Con il lancio della chiave nella Mosella, non è che la Boldrini si voglia garantire la verginità mediante cintura di castità?

Anonymous said...

Sei proprio una saura. Che credi se ne faccia certa gente della verginita' ? L'unica che conoscono e' questa:

https://it.wikipedia.org/wiki/Vergine_di_Norimberga

Notare come unisce tanti aspetti apparentemente diversi.

IL SAURO

Alessandra said...

Dall'Austria arrivano notizie di altri brogli. A Linz viene riportata un'affluenza addirittura del 598 %!

http://www.riscattonazionale.it/2016/05/25/austria-si-allarga-lo-scandalo-brogli-al-ballottaggio-nella-citta-linz-affluenza-del-598/

Su Brexit, ricordo bene il fastidio che provocò l'esortazione di Obama, fu giustamente liquidata come un'ingerenza.
Poi i sondaggi non vanno presi per oro colato, è pacifico.

Sentito cos'è successo a Firenze? Spero almeno che sia un sinistro presagio per il governo del pallone gonfiato.

Nessie said...

Letto il link, grazie Alessandra. Chi perde in forza di brogli deve incominciare ad aprire contenziosi, non a rassegnarsi. La "sportività" con la quale si accetta una sconfitta, appare alquanto sospetta. Non sarà che poi sottobanco si mettono d'accordo?
Ormai le elezioni (non solo italiane) sono strapiene di questi brogli.

00000000000000000000000000

Sauro, più che della Vergine di ferro, la Boldrini ha l'aria della suorina infilzata falsa e ipocrita all'insegna del Buonismo Malvagio.

Jacopo Foscari said...

No, non sono genovese, sono di Udine, però si sa che "Belin" è universale come parola e il gioco di parole mi è venuto spontaneo.

Anonymous said...

Ragazzi, se fanno i brogli a Linz dove e' nato Hitler, vuol dire proprio che si cagano addosso. Per usare una perifrasi :-)

IL SAURO

Nessie said...

Forse temono l'uncle Adolf GHOST.

Alessandra said...

Nessie poco dopo le 15 ti avevo mandato un commento ma forse è andato perso oppure ho ciccato l'invio.
Comunque avevo scritto questo:

I media mainstream tacciono su questa vicenda. Tutto archiviato, tutto bene, pericolo scampato non importa come.

La reazione di Hofer è stata talmente calma e "filosofica" da risultare indisponente.
Il presidente del FPO, Strache, ha denunciato i primi brogli su Facebook per poi cancellare il post, al fine di "non provocare reazioni popolari".
Altri due link in merito:

http://www.secolo-trentino.com/48195/attualita/presidenziali-austria-possibili-brogli-elettorali.html

E soprattutto questa analisi dettagliata.

http://www.rischiocalcolato.it/2016/05/al-brennero-si-chiude-al-voto-vinto-brogli-problema-vero-un-altro-cosa-ci-aspetta.html

Nessie said...

No Ale, non è arrivato nulla. Solo quel commento sui brogli di Linz, ma quello l'avevo già abilitato.

Ho letto il pezzo di Mauro Bottarelli su Rischio Calcolato. In effetti non mi è piaciuta manco un po' la resa immediata di Hofer, giustificabile solo in caso di forti intimidazioni.

Anonymous said...

Secondo me Hofer ha fatto benissimo. Il richiamare alla mobilitazione la sola sua parte politica avrebbe scatenato la repressione. Evidentemente la sua intenzione e' quella di mobilitare molta piu' parte del popolo austriaco. Comunque, non ci vorra' ancora molto perche' le manovre europeiste siano pienamente manifeste.

IL SAURO

Nessie said...

Potrebbe. Ma è d'obbligo il condizionale. Intanto le oligarchie continuano indisturbate coi loro sfracelli sfacciati.

Legge Mancino n°205 said...

Questa è la demoNIOcrazia!
Una bella lezione per chi pensa che basti mettere una crocettina su una scheda per cambiare le cose o salvare l'europa. No cari. La crocettina non basta. E se bastasse non ve la lascerebbero mettere, statene certi. O truccherebbero le elezioni come in Austria. O farebbero votare gli immigrati per i voti decisivi come in Scozia l'anno passato.

Jacopo Foscari said...

Comunque, siccome i muri non funzionano, da quando Orban ha recintato il confine gli arrivi di immigrati illegali son crollati in un mese da 10mila ad appena 41 (sì, 41).

http://www.breitbart.com/london/2015/10/29/hold-hungarian-border-fence-so-effective-illegal-immigrants-are-now-at-pre-migrant-crisis-levels/

Ma i muri non servono, bisogna costruire ponti, non muri come ci ammonisce El Papa. Sì, son d'accordo, costruiamo ponti... ma levatoi

Nessie said...

Appunto, levatoi. Possibilmente con tanto di coccodrilli nel fiume con le fauci spalancate :-). Scherzi a parte come friulano e perciò appartenente al Triveneto, conoscerai le mura e il castello di Marostica sotto il dominio di Cangrande della Scala. Di quanti borghi e città murarie dispone l'Italia? E come mai lungo le coste liguri ci sono torre e torrioni di avvistamento per i saraceni che assalivano i villaggi?

Nessie said...

Legge Mancino, hanno già fatto votare i cinesi, se è per questo.

Anonymous said...

Questi non si sono fatti il minimo scrupolo a causare con le loro manovre centinaia di migliaia di vittime innocenti in medio oriente (Siria, Libia, Iraq ecc.) e prima ancora in Jugoslavia ed ex URSS e a infliggere sghignazzando massacri sociali come in Grecia oppure a somministrare veleni alimentari e farmacologici su scala planetaria figuriamoci se hanno problemi a manipolare in qualsiasi modo ritenuto necessario delle "votazioni".
Ah oltre la Brexit c'è anche il nostrano "referendum" ad esito già predeterminato.
Scarth

Nessie said...

Più che vero. La democrazia è al loro completo servizio. Inutile lamentarsene perché ci viene sottratta. Chi la fabbrica ne fa l'uso che gli pare.

SILVIO said...

Elezioni presidenziali austriache:
Gravi e fondati sospetti di frode elettorale a danno del “Partito austriaco della Libertà” (FPÖ).

Difatti, la “Procura federale contro la corruzione e per la prevenzione dei crimini economici” (WKSTA) ha aperto un’inchiesta circa i voti pervenuti per corrispondenza e per telefonia mobile in quattro distretti elettorali dello stato della Carinzia.


Ne ha dato ufficialmente comunicazione il Ministero dell’Interno nel seguente comunicato:

http://www.bmi.gv.at/cms/bmi/_news/bmi.aspx?id=6973366E7575715263474D3D&page=0&view=1

Nessie said...

Grazie Silvio. Ovviamente i nostri tiggì tacciono per non disturbare la Mummia sicula, Renzi e Gentiloni che hanno tirato il loro sospiro di sollievo.

A proposito, è un caso se il nostro marò Salvatore Girone arriva dopo 4 anni, a casa fresco fresco dall'India per le elezioni amministrative del 5 giugno?

SILVIO said...

Nessie,

non sono solo i nostri “mainstream” a tacere sui verosimili brogli elettorali austriaci ma anche i principali media europei.

Il muro omertoso è stato, però, spezzato da alcune fonti austriache, dal “The New American” e dal “The New Observer”.

Eccone i relativi link:

1) “The New American” :
http://www.thenewamerican.com/world-news/europe/item/23276-was-the-austrian-election-stolen

2) “The New Observer” :
http://newobserveronline.com/austrian-govt-investigates-vote-irregularities/

3) “Die Presse”
http://diepresse.com/home/politik/bpwahl/4995745/Villacher-Wahlergebnis-beschaeftigt-die-Justiz?_vl_backlink=/home/politik/index.do

4) “Tiroler Tageszeitung Online”
http://www.tt.com/home/11547785-91/bp-wahl-bmi-zeigte-unregelm%C3%A4%C3%9Figkeiten-in-k%C3%A4rnten-an.csp

In cosa confidarono tutte le altre ”prostitute giornalistiche” silenti?
In un colpo di spugna che azzerasse l’inchiesta giudiziaria?

Han fatto male i loro conti.
Per intanto, il verde (dalla bile) Alexander Van der Bellen non potrà giurare sino ad inchiesta conclusa ed a risultati ufficiali definitivamente proclamati.

SILVIO said...

Quanto a Salvatore Girone, preferisco non pronunciarmi per non “sporcare” i nostri passati post di accesa passione civile con cui lo difendemmo.

So per certo che non ha trascorso nemmeno un giorno in prigione, dato che fu ospitato dalla nostra ambasciata in India.

La “Marina Militare” italiana dovrebbe togliersi le stellette dalle divise, visto il comportamento anti-italiano costantemente tenuto nell’imbarcare clandestini dalle coste libiche per poi trasportarli in Italia, fornendo loro - a spese nostre – ogni agio possibile.

Nessie said...

Temo, caro Silvio, che con il voto telematico ne vedremo delle belle. Ho sentito che ci sono dei software in grado di far fare grossi salti della quaglia ai risultati che risulterebbero così gonfiati per l'uopo.

Ti ricordi quando nel 10 aprile del 2006, un Fassino stravolto e a urne ancora aperte e a conteggi in corso diede notizia della vittoria di Romano Prodi ed ebbe il coraggio di chiamarlo un "voto chiaro e netto"? Beh, questa chiamasi "operazione di immagine". O anche "colpo di stato mediatico". Della serie, non è importante le vittoria REALE ma l'immagine della vittoria secondo i media. Non è la prima volta che i voti effettuati per posta (i meno controllabili che ci siano), salvino i voti reali e ribaltino i risultati.
Da ultimo abbiamo gli esempi relativamente recenti dei famosi referendum irlandesi fatti e rifatti affinché saltasse fuori l'adesione (gradita) dell'Irlanda alla Ue e al Trattato di Lisbona.

Non vorrei che di questo passo, dall'arma della critica, si fosse costretti a dover passare alla critica delle armi. Il problema è che non abbiamo nemmeno il Secondo Emendamento che ci protegge, come è contemplato nella Costituzione americana.

Comunque sono contenta che Van der Bellen per il momento se ne stia in panchina.

Legge Mancino n°205 said...

sangue in arrivo
http://www.noreporter.org/index.php?option=com_content&view=article&id=24356:fronte-del-brennero&catid=7:alterview&Itemid=13
altro che croci elettorali.
croci tout court.

SILVIO said...

Concordo.

I voti espressi per corrispondenza o a mezzo di strumenti telematici on line si prestano facilmente ad ogni sorta di manipolazione, per cui puzzano d’imbroglio lontano un miglio.

Non a caso, infatti, essi vennero proposti e propugnati dalle maggiori cricche mondialiste.

Ma il punto cruciale da cui dipende il nostro destino non è l’espressione del voto ma il varo definitivo del poker infernale TTIP – TPP – CETA – TISA .

Alias , la penultima tappa verso l’implementazione del NWO occidentale governato esclusivamente da élites private dopo il collasso degli Stati nazionali , come pianificato da Kissinger e Brzezinski.

Circa il TTIP, la Francia ha annunciato che non lo sottoscriverà.

E ciò è molto importante, dato che è necessaria l’adesione unanime di tutti i Paesi europei.

Nessie said...

L. Mancino, dice Adinolfi: "Guerra civile diffusa? Ci proveranno".

Non è una grande scoperta, tenuto conto che ogni giorno si spalancano boccaporti con 2000 extra alla volta e che l'unica fonte di contenimento sono le mareggiate. Perfino Thierry Meyssan parla di strategia statunitense del caos su voltairenet.

Nessie said...

Silvio, sai mica chi è questo anonimo signor Nessuno di La Gabbia? Guarda che bel filmatino chiaro e riassutivo sul TTIP, Tisa e Ceta:

https://www.youtube.com/watch?v=9z9Kx7lswR4

SILVIO said...

Non saprei, Nessie.

Ritengo che si sia trattato di un “escamotage” giornalistico per attirare l’attenzione dei teleutenti ed internauti, svelando cose già note pubblicate in precedenza da “Attac France” e “Corporate Europe Observatory”.

Rivelazione ben più seria è stata invece quella fatta da “Greenpace- Olanca”:

http://classeuractiv.it/news/ttip-la-posizione-usa-nelle-carte-svelate-da-greenpeace-201605021639503016

https://ttip-leaks.org/

che ha reso di dominio pubblico migliaia di pagine del famigerato TTIP.

SILVIO said...

Greenpeace – Olanda e non Greenpace – Olanda .

Mi scuso per il refuso

Nessie said...

La trasmissione della Gabbia è condotta da un paraculo come Paragone e sulla rete di Urbano Cairo. Ma quella del sig, Nessuno è una striscia fissa di pochi minuti al suo interno, la sola che valga la pena di guardare. Non so perché ma ho pensato si tratti di qualche insider (Bisignani?), perché anche se breve, è particolarmente incisivo. Ho sentito che Barnard dopo aver litigato furiosamente con Paragone è tornato e qui c'è il suo resoconto sul TTIP:

https://www.youtube.com/watch?v=Qjv41uEtLnY

L'ho trovato rispetto al solito, un po' moscio e sottotono.

Nessie said...

PS: l'Italia come al solito funge da cavallo di Troia per fare passare il TTIP ai reticenti come i francesi. E Renzi fa il galoppino insieme al nuovo ministro dell'Industria e infrastrutture Carlo Calenda, quello che è subentrato alla Guidi:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/alt-governo-italiano-si-schiera-favore-ttip-trattato-libero-125580.htm

Hector Hammond said...

In questo l'italia è maestra , non solo a causa delle classi dirigenti , ma del sentimento del popolo . Il mio collega , fan di bergoglio, che impara l'arabo perché quello è il futuro è il segno del carattere nazionale . Non c'è mai in questo paese da 70 anni almeno un senso di appartenenza ad una civiltà cristiana ed europea , solo un essere cittadino del mondo assieme a quello di appartenere al proprio clan familiare .
E questo porta ad una società di individui soli , perché in questo mondo marcio non c'è neanche la famiglia che tiene di fronte a quello che ci aspetta .Servirebbe uno stato forte e giusto ,che nel fondo del cuore l'italiano medio detesta .Ama lo stato predone , visto che lo subisce senza fiatare come di fronte ai predoni che vengono dal mare pare muoversi lentamente . Io penso che la mancanza di reazione difronte ad un nemico spesso sia dovuta ad una sorta di identificazione con il medesimo . E questo è terribile .

SILVIO said...

Giusto, Nessie.

Paolo Barnard è davvero irricomoscibile.

Figuranti mediocri - come Piercanillo Falasca – li avrei “disintegrati” facilemente pure io.

Figuriamoci il Barnard dei tempi d’oro!

Nessie said...

Ma certo che li avresti disintegrati. Hai visto poi quella specie di minus habens di Parenzo? Ma dove lo ha pescato Radio24 (la Zanazara) lui e quell'altro ebete di Cruciani? Sembrano due jene ridens. Della serie, le disgrazie non vengono mai sole. Non esiste un apparato mediatico peggiore del nostro, composto solo di untuosi lacché, buffoni, guitti, velinari e tirapiedi.

Nessie said...

Hector, quanto scrivi è tremendamente vero. Conosco anch'io gente che corre a comprarsi il Corano, senza mai essersi degnata di leggere un solo rigo del Vangelo.

Alessandra said...

Hector Hammond:
Io penso che la mancanza di reazione difronte ad un nemico spesso sia dovuta ad una sorta di identificazione con il medesimo.

Similmente, sento tante persone dire: «Sì, noi ci lamentiamo, li malediciamo ma se fossimo al loro posto, ci comporteremmo allo stesso modo.»

Io quando ho visto questa foto, ho pensato che, ai soggetti ritratti, una bella pala la darei ... a tempo indeterminato.

http://ep01.epimg.net/internacional/imagenes/2016/05/25/actualidad/1464191601_913777_1464250830_noticia_normal.jpg

Hector Hammond said...

Nessie penso che questo sia un vero rifiuto del Vangelo , fortissimo, sotterraneo e preoccupante .L'anticristianesimo dell'elité ormai è parte del popolo .

Hector Hammond said...

Alessandra quelli che ragionano come dici mi spaventano , perché il credere che tutti si reagisca alla stessa maniera è il primo passo per l'omogeneizzazione della gente .La persona più speciale del mondo nulla può , quando crede lei stessa di essere normale e questo vale per i popoli od altri gruppi.
Riguardo ai soggetti della foto , il corpo come le facce dice tutto , manichini di carne...

Nessie said...

PS: i Francesi sono patriottici, ma non abbastanza da impedire lo sfracello che mi hai appena mostrato nel link, a quanto pare.