15 February 2016

Il Re degli sgambetti teme lo sgambetto




E' un periodo che Renzuccio nostro si mostra nervosetto e si mette perfino a lanciare anatemi contro quella Ue a cui deve così  tanto. Sta riscoprendo il furore "euroscettico"a scoppio ritardato, poverino. Ricordate quando fu nominato da Napolitano facendo le scarpe a Letta jr?  (#hashtag: Enrico stai sereno), perpetrando il fratricidio? Strada facendo, si è fatto un bel po' di nemici.  Pesta piedi di qua, pesta piedi di là, ora a quanto pare è venuto il suo turno. La sottoscritta non si è mai bevuta la commedia  del poliziotto buono e del poliziotto cattivo nella sua querelle con Juncker. Eppoi, diciamolo pure, Renzi ha eseguito fedelmente e pedissequamente  tutti i famosi "compiti a casa", richiesti dalla Troika. L'unica divergenza può essere sulle sanzioni alla Russia, peraltro rientrate.

Arrivano carrettate di tasse sotto le più disparate sigle, continuano i suicidi ad opera di Equitalia,  si praticano tagli lineari su tutti i servizi di pubblica utilità, arrivano barconi di immigrati a gogò ("noi salviamo vite", si è messo a gridare con enfasi), non mette in discussione Schengen, ma anzi, si permette perfino di tirare per la giacchetta quei paesi che praticano respingimenti ed erigono muri, e nella sua politica non si intravedono sostanziali motivi di dissenso dal diktat di Bruxelles.

Però è anche vero, che Draghi e la Troika sono i suoi burattinai di riferimento. E che il "pupo" Renzi è a loro che deve la sua nomina. Perciò se pretesti veri e propri per dargli il solito benservito anticipato del "unfit to lead" non ce ne sono, si possono sempre inventare. Dopotutto SUPERIOR STABAT LUPUS.
Loro l'hanno messo su e sempre loro possono buttarlo giù. Si tratta di vedere quando, come e perché gli taglieranno i fili. E quel giorno, purtroppo,  ci sarà poco da ridere perché ne metteranno in piedi un altro peggiore. Di sostituti, ne hanno a stoccaggio nei loro magazzini criminali.

Gira in questi giorni il "rumor" da parte di un giornale renziano doc. Il Foglio, secondo cui sarebbe in arrivo un benservito simile a quello che fece fuori Berlusconi nel 2011. Ecco in che modo:


Al terzo giorno di ribassi massicci sui titoli bancari italiani, gli analisti e le società di intermediazione mobiliare non mancano di considerare uno scenario che traccia un parallelismo tra l’aumento dello spread del 2011 che fu evento scatenante delle dimissioni del governo Berlusconi e l’odierno aumento del rischio bancario come detonatore per una destabilizzazione di Matteo Renzi.
Tra gli altri, anche all’interno di Mediobanca, prima banca d’affari italiana con sede a Milano e Londra, ci si interroga su tale ipotesi, soprattutto alla luce delle recenti schermaglie tra Roma e Bruxelles su molteplici fronti. Destabilizzare Renzi servirebbe, nell’ottica dei tecnocrati europei – dice qualcuno in Mediobanca – a costringerlo a richiedere aiuto all’Europa a fronte di precisi paletti.

ll candidato tecnico sostitutivo, però, ci sarebbe già ed è un altro bocconiano: il presidente dell'Inps Tito Boeri la cui idea di estendere il sistema contributivo a tutte le pensioni ex abrupto a Bruxelles e Berlino piace tantissimo (meno gradita la proposta di flessibilizzazione dell'uscita dal lavoro). Una manovra da 100 miliardi di risparmio per le casse dello Stato.L'obiettivo dei poteri forti del Vecchio Continente è chiaro: fare fuori un premier spendaccione che destabilizza la linea rigorista. Risalita dello spread e tonfi a ripetizione delle banche quotate a Piazza Affari non sono solo causati da un contesto macroeconomico negativo, ma potrebbe anche esservi un intento punitivo nei confronti del Paese. (fonte Il Giornale).
E, tuttavia, proprio le banche sarebbero la spia del malessere del renzismo. Prima la grana di Banca Etruria (dai potenziali conflitti di interessi del ministro Boschi al pasticcio dei rimborsi agli obbligazionisti) e ora quella della riforma del credito cooperativo.

Purtroppo non è possibile al riguardo praticare la teoria montanelliana del "turiamoci il naso", come avveniva per la DC durante la Prima Repubblica, sgangherata finché si vuole,  ma ancora sovrana. Ovvero, teniamoci Renzi, perché poi se salta lui,  ne arriva uno peggio. Il "pupo" è un prodotto "a termine" tipico di questa logica, e in quanto tale, la sua durata a Palazzo Chigi la stabiliscono loro e solo loro. Loro l'hanno fatto e loro lo distruggeranno.

Rischio contemplato, caro Matteo. Le banche non hanno più alcun bisogno della democrazia e non perdono l'occasione per farcelo capire: da un "tecnico" Goldman Sachs chiamato per "distruggere la domanda interna", ad un altro Aspen Institute, ad un terzo "ineletto",  amico delle massonerie.
Pertanto, non puoi nemmeno appellarti al popolo "sovrano" che ti ha eletto, nel tentativo di  sottrarti agli sgambetti e rimanere in sella, o Matteuccio da Rignano. Quel popolo non c'è e non esiste, e tu  lo hai scavalcato accettando di nascosto come un ladruncolo,  una oscura "nomina"  di Palazzo.  Il gioco lo conosci e  tu ne fai parte. 
E allora come disse il Grande Fiorentino... 

Tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui

85 comments:

Anonymous said...

Di solito un economista tipo Monti o Letta , una volta cacciato dal governo,continua la sua professione di docente universitario o viene riciclato come consulente o dirigente di qualche altra baracca statale o europea.... ma Renzi ? Bontà sua è una nullità che viene dal nulla appunto, cosa andrà a fare ? A parte una misera laurea in giurisprudenza non ha qualifiche o specializzazioni in qualche branca dell'economia o della scienze. Non capisce una mazza in nessun campo dello scibile eppure ho la vaga sensazione che gli riserveranno quanto meno un posticino come deputato europeo, così , tanto per sdebitarsi per il suo impegno a finire di massacrare il Belpaese e condurre al suicidio un certo numero di poveracci caduti in disgrazia a causa delle banche, del mal governo e di ...equitalia !
Max

Nessie said...

Max, purtroppo Renzi et similia qualche "posticino" creato ad hoc per sdebitarsi dei favori compiuti, lo troveranno sempre. Il problema saranno gli Italiani, purtroppo. Qui gli aguzzini e strozzini non bastano mai e si dovranno inventare altri kapò per dissanguarli.
Pare che il prossimo potrebbe essere Tito Boeri, pronto a consegnare il bottino-pensioni alla Ue.

Nausicaa said...

A lui va sempre e comunque bene. Il suo pane saprà di sale, ma ci sarà pure sempre. E' il nostro che è in discussione. L'ultima di oggi è che vogliono far saltare le pensioni di reversibilità. O limitarle solo ai redditi bassi.

Nessie said...

Ho sentito Nausicaa. Mi sa che è la dottrina Boeri che entra già in vigore e che cominciano a far filtrare. Leggo questo articolo del Fatto il quale si chiede stoltamente:

A proposito di Inps, cosa dice Boeri di questa riforma? Economista dalla visione liberale, può accettare una riforma così profondamente illiberale solo per fare cassa, cassa, peraltro, sulla pelle delle vedove?

Una domanda davvero intelligente. E' il liberismo il problema e la causa di "questa riforma profondamente illiberale"!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2016/02/13/pensione-di-reversibilita-un-furto-sulla-pelle-delle-vedove/2461360/

Massimo said...

Bellissima la citazione di Fedro, soprattutto se la colleghiamo con il modo in cui la favola finisce, quando il lupo si lancia sull'agnello al grido "Pater hercle tuus", sarà stato tuo padre e se lo mangia. E con il governo del parolaio fiorentino, i padri hanno un ruolo non secondario ... In ogni caso chiunque favorirà l'abbattimento del chiacchierone si conquisterà un punto ai miei occhi.

Nessie said...

"In ogni caso chiunque favorirà l'abbattimento del chiacchierone si conquisterà un punto ai miei occhi"

Certamente se cadrà non mi metterò a piangere. Ma nemmeno a ridere, perché significherà solo una cosa: saremo direttamente commissariati dalla Troika. Del resto lo siamo già, ma per procura e con quel che resta dell' intermediazone di una classe politica corrotta e incapace.

Nessun punto a favore di chi lo farà cadere, perché in ogni caso non sarà il popolo sovrano, ma un altro despota. O altri despoti.

Anonymous said...

Io credo che uno che non fa niente fa meno danni di un'altro che chiamato per svolgere un ben preciso lavoro,ne fa, ogni tanto,non richiesto, un'altro che non gli compete...
Lavoro che dovrebbe invece essere fatto da un "affollato numero di addetti"...
Oddio...non è che l'affollato numero di addetti ,che.... come al mare(spiaggia) l'onda successiva distrugge la precedente...in questa specifica materia abbiano dimostrato di essere sempre... prodi e ben amati riformatori,e sopratutto rispettosi delle regole "sacrosante" stabilite nell'onda precedente...O si sono sempre dimostrati all'altezza dei problemi da risolvere.
L'INPS,è un Ente importantissimo(peraltro fondato da Capoccione come INPS..F)che deve assicurare il pagamento delle pensioni agli aventi diritto.Un'organizzazione di tantissimi impiegati(e quindi stipendi)che,come tutte le organizzazioni complesse analoghe, con una supervisione intelligente e attenta della sua Dirigenza, sul suo funzionamento, dovrebbe garantire una massima efficienza,riducendo contemporaneamente al minimo i costi di gestione....Un lavoro che "da solo" coprirebbe le "24" ore lavorative della giornata....Tanto da far... tremar le vene e i polsi.
Le politiche e le normative dei contratti sui trattamenti pensionistici...sono,invece,come "quasi tutti" sappiamo...."ESCLUSIVO"compito del Governo,non della Dirigenza dell'ente erogatore delle stesse....che ha tutt'altri problemi,pur essi importanti da gestire e risolvere.
Ricordo che quelle che si chiamano pensioni,all'origine si chiamavano.."Stipendi Differiti",perché sempre Capoccione intuì che i giovani,in genere non pensano alla vecchiaia...ed allora impose un "prelievo forzoso" in gioventù sugli stipendi...da ridare,come "stipendio differito" con un contratto "garantito" con lo Stato,ai vecchi non più giovani....ai quali,i vecchi, hanno passato il"testimone"della staffetta... che è la vita.
Finché Previdenza e Assistenza sono legate a doppio spago,e l'assistenza talvolta,in passato, si è regalata a chi poi chiude gli stabilimenti in Italia,per aprirli altrove'',spiegandoci le "loro" motivazioni economiche personali in uno slang latino/americano...."i conti non torneranno mai".
Qui ,mi pare di capire, che è arrivato il tempo di chiarire(e schiarire le idee)...
"Chi fa Ché"...Chi gestisce l'ente erogatore..e Chi(senza intromissioni) tratta la normativa previdenziale...Visti gli ormai troppo frequenti sconfinamenti verbali di tanti/troppi non addetti ai lavori(giornalai inclusi).
Estemporanei esperti,ai quali calza su misura il verso del "Sommo"Par.Can. II,versi 1 e 4
O voi che siete in piccioletta barca............tornate a riveder li vostri liti
(Traduzione dal fiorentino al romanesco)
A moré...se ce capite poco...riannatevene a casa...a fà quello che facevate.
Aridatece mastropasquale,che ,nel suo dolce far niente, almeno non aveva alzate di "basso" ingegno e non cercava di atteggiarsi a superesperto.
Saluti Mar

Nessie said...

Eh NO, eh? Mastrapasqua è stato uno dei problemi di questo sconquasso Inps (compreso il fatto che stornava fondi per l'ospedale israelitico), non la soluzione! Fino a quando ci sono italiani che ragionano con ARRIDATECE ER PUZZONE, questo paese rimarrà fatalmente senza speranza. Ma io per chi diavolo scrivo, se poi devo leggere simili sciocchezze?

http://sauraplesio.blogspot.it/2014/01/il-monocrate-mastrapasqua.html

Vatti a rilggere tutti gli sfracelli del tuo amato Mastrapasqua.

Nessie said...

... E anche qui:


http://www.federcontribuentinazionale.it/mastrapasqua-25-incarichi-per-oltre-un-milione-di-euro-lanno/

Nessie said...

E qui:

Mastrapasqua presidente dell’Inps, per volontà del governo Berlusconi, vice presidente di Equitalia nord, sud e centro, presidente del fondo immobiliare Idea Fimit, la più potente società immobiliare della nazione, direttore amministrativo dell’ospedale israelitico di Roma: 25 incarichi per oltre un milione di euro l’anno.

Presidente – istituto Nazionale per la Previdenza Sociale
Presidente – Equitalia Sud s.p.a.
Presidente – IDeA FIMIT SGR s.p.a.
Vice Presidente – Equitalia s.p.a.
Vice Presidente – Equitalia Nord s.p.a.
Vice Presidente – Equitalia Centro s.p.a.
Amministratore Delegato – Italia Previdenza s.p.a.
Direttore Generale – Ospedale Israelitico
Presidente del Collegio Sindacale – Aeroporti di Roma Engineering s.p.a.
Presidente del Collegio Sindacale – Aquadrome s.r.l.
Presidente del Collegio Sindacale – Cons. Cert. Qualita’ Impianti
Presidente del Collegio Sindacale – EMSA Servizi s.p.a. (in liquidazione)
Presidente del Collegio Sindacale – Eur Congressi Roma s.r.l.
Presidente del Collegio Sindacale – Eur Power s.r.l.
Presidente del Collegio Sindacale – Eur Tel s.r.l.
Presidente del Collegio Sindacale – Fondetir Fondo Pensione Complementare Dirigenti
Presidente del Collegio Sindacale – Groma s.r.l.
Presidente del Collegio Sindacale – Italia Evolution s.p.a. (in liquidazione)
Presidente del Collegio Sindacale – Mediterranean Nautilus Italy s.p.a.
Presidente del Collegio Sindacale – Quadrifoglio Immobiliare s.r.l.
Presidente del Collegio Sindacale – Rete Autostrade Mediterranee s.p.a.
Presidente del Collegio Sindacale – Telecontact Center s.p.a.
Presidente del Collegio Sindacale – Telenergia s.r.l.
Sindaco Effettivo – Autostrade per l’Italia s.p.a.
Sindaco Effettivo – Autostar Holdeing s.p.a.
Sindaco Effettivo – CONI Servizi s.p.a.
Sindaco Effettivo – Fandango s.r.l.
Sindaco Effettivo – Loquenda s.p.a.
Sindaco Effettivo – Pa.th.net s.p.a.
Sindaco Effettivo – Terotec
Sindaco Effettivo – Spiral Tools s.p.a.
Sindaco Effettivo – Pastificio Bettini Zannetto s.p.a.
Sindaco Effettivo – Consorzio Elis per la Formazione Professionale Superiore
Sindaco Supplente – Telecom Italia Media s.p.a.
Revisore – Almaviva s.p.a.
Consigliere di Gestione – Centro Sanità s.p.a.
Liquidatore – Office Automation Products s.p.a.

Vergognoso anche solo nominarlo!

Anonymous said...

Ma è proprio il paradossale che volevo far notare..."e ci sono riuscito"...addirittura mejo er mastropasquale...che hanno già cacciato via....piuttosto che altri signorini che non hanno nemmeno capito il loro compito odierno....e che ci propongono per più alti incarichi.
Mar

Nessie said...

Ma dove ci sei riuscito ?!? Per cortesia, non scrivere più scempiaggini. Se non capisci che i Tito Boeri (tagli e diritti acquisiti calpestati e mandati alle ortiche) sono l'altra faccia di sprechi, clientele e abusi a non finire come la gestione Mastrapasqua, ho perso ogni speranza. Per favore, per oggi basta con le fesserie, che oltretutto non sono ancora guarita dall'influenza e post come il tuo me la rifanno tornare. Qui non siamo affatto ai paradossi, ma alle due facce di una stessa maledetta medaglia.

Nausicaa said...

D'accordissimo con Nessie. I predoni del saccheggio interno come Mastrapasqua preparano il terreno per gli altri predoni del saccheggio internazionale come i Tito Boeri e i Davide Serra.
Per ciò che riguarda l'eventuale defenestrazione di Renzi, forse forse non hanno interesse a tagliargli i fili a poca distanza da quel fatidico 2018 che non è lontano. Comunque tutto può essere.

Nessie said...

Ohhh, meno male che qualcuno capisce! Tito Boeri consulente del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Mondiale, della Commissione europea e attuale presidente dell'INPS è uno degli squali internazionali che fanno da contraltare agli squali interni. In altre parole, finiscono di spazzare via quanto è già stato sbriciolato.


Su Renzi, nemmeno io sarei portata a credere in una defenestrazione immediata. Ma pare che abbia pestato i piedini a nuemrosi interessi bancari, coi suoi pasticci recenti con Banca Etruria e con il credito coopoerativo. Vedremo...

Anonymous said...

pierino non corre rischi fino ad autunno visto che berlusconi e grillo faranno di tutto a che nessuno possa battere i suoi "sindaci" a primavera .

Solo successivamente da lascera' " complice e martire" a Boeri sull' onda del solito " fate presto!" , per poi , dopo il solito massacro "montiano" , guidare il suo partito " di nuovo vergine" alla vittoria nella successiva campagna elettorale ( qualora si tenesse davvero, perche' c' e' una guerra in arrivo).
Si trattera' insomma di un film gia' visto ( ma per gli italioti andra' ancora benissimo ) sia come interpreti ( Berlusconi=renzi) che come date ( 2011=2016) , ( 2013=2018) , con magari di nuovo un "nuovo" grillo per la stessa vecchia parte della "soluzione b" :-)

ws

Nessie said...

Purtroppo non posso darti torto. Quando leggo per vari forum che ci dobbiamo turare il naso e tenerci Renzi così com'è, sennò arriva di peggio, quando sento le solite logiche italiote der Puzzone, mi rendo conto che questo è solo un povero paese di rane spaventate e bollite. Non capiscono che creano proprio queste emergenze, per farci digerire altre schifose emergenze. Comincio ad avercene piene le cosiddette perfino di scrivere.

Anonymous said...


Forse sono stato troppo "politichese"(e quindi mal compreso) nel mio commento sul lavoro specifico che ci si aspetta da un presidente dell'ente che eroga le pensioni(l'efficienza della amministrazione)...e quello che oggi il presidente di turno estemporaneamente e parallelamente, fa,non dovuto né richiesto,come esperto del Governo per quanto riguarda la normativa delle pensioni.....Ma se rileggi il commento,dopo queste istruzioni per l'uso,capisci che mastropasquale lo trovo,come e "più" di te, un soggetto inqualificabile....e l'ipotesi che il "bravino" di turno, di cui parliamo, che dovrebbe addirittura(da voci che girano) sostituire il ronzino d'arno..( solo perché carico di titoli master,ma poca "pratica" esperienza lavorativa)...mi getta nello sconforto più assoluto.
Cadiamo dalla padella nella brace...ecco perché in maniera provocatoria,per vedere le reazioni,ho fissato come meglio,il peggio possibile... che abbiamo avuto.
Ma spero che sia chiaro che aver licenziato quel perditempo intrallazzone,era un "atto dovuto".
Saluti Mar

Nessie said...

Non si limita ad essere solo un "perditempo intrallazzone", ma un lestofante, un vampiro, una sanguisuga e un disonesto. Con truffe anche relative al servizio sanitario nazionale. Con l'emolumento percepito da cattivi soggetti come lui e come Giuliano Amato, si possono erogare almeno 10 o 20 pensioni per poveri anziani. Veri e propri pendagli di forca.

Anonymous said...

Che alcuni poteri internazionali gufino contro Renzi resta però un fatto:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/financial-times-devasta-renzi-sua-fortuna-si-sta-esaurendo-1225554.html

Z

Nessie said...


Questo l'hanno sempre fatto anche contro i governi Berlusconi. E ancora prima durante la famosa Prima Repubblica. Il bottino Italia, fa sempre comodo.

Anonymous said...

Le balle del bullo di Pontassieve e chi…le beve? (Il Vate)

Udite, le tasse son diminuite ,le tasse son scese!
E’ l’ultima gran balla del bullo rivolta al Belpaese,
delle bufale non riesce proprio a farne a meno,
mi sovvien il povero Letta a cui disse # stai sereno!
Le tasse non son affatto scese ma invero son salite
lo dice l’Istat e non c’è nessun bisogno di smentite!
Oltre al danno, pur la beffa da questo gran buffone,
che si dimostra oltrechè gran falso, un vero ladrone,
rubando in un sol colpo ai pensionati l’indicizzazione,
e ora alle vedove ruba pure reversibilita di pensione!
Un ladro patentato questo Matteodonascimento da Rignano,
segue falsariga del suo crucco sponsor tal Banalitano
che storia fece coi voli low-cost , e lancia in resta,
il vecchio maneggione lucrava ben 800 euro di cresta!

“Loro l’han fatto e pure loro lo distruggerano”
dice Nessie di questo inetto che fa solo danno!
Già la stampa estera “Financial Times” in testa
stan ora cominciando al bulletto "a far la festa”.
Le pagliacciate non posson durare all’infinito,
anche i fogliacci internazionali l’han ben capito,
non posson più mentire, né pensar “insabbieremo”
ormai il gran Re prima ancor che nudo...è scemo!
La fortuna del buffone ormai si stà esaurendo,
la ripresa proprio non c’è come lui va dicendo
e nonostante il PIL comprenda droga e puttane
un miserrimo 0,7% in statistica, ahimè,rimane.
Il che vuol dir solo peggioramento stutturale
indice di non ripresa ,e il Paese è messo male!

Ora sbraita contro l’Europa il povero pentolaio
che sino a ieri si adeguava al lor potere usuraio,
abbaiando e facendo con la Culona il buon cagnetto
leccandole senza sosta alcuna il “ gran” culetto!
Tutta finta e scena per ingraziarsi l’opposizione
che da tempo ha capito che governa un bidone!
Dall’incapacità di bloccare immigrazione di massa
a propor per Olimpiadi 2024 nuova accisa-tassa
alla gran sistemazione con poltrone importanti
di massoni, ambiziosi , sponsor e simpatizzanti.
Prevaricazione e balle in quantità industriale
han tenuto sinora a galla codesto provinciale,
ben vengan ornitologi vari, gufi ed allocchi,
a questo bisogna dar un benservito coi fiocchi!

Paolo said...

Non è OT con l'argomento il fatto che Renzi ha stipulato a Caen il 21 marzo 2015 un patto nefando tenuto nascosto e mai reso trasparente al parlamento, un accordo segreto nel quale si è impegnato a cedere alla Francia i mari più pescosi della Sardegna del Nord.

http://www.imolaoggi.it/2016/02/12/blitz-di-renzi-i-mari-sardi-piu-pescosi-sono-stati-ceduti-ai-francesi/

un accordo internazionale siglato dal ministro degli Esteri francese Fabius e Gentiloni. Sono dei servi infami e prezzolati.

Nessie said...

Grazie Paolo, una notizia da lasciare di stucco. A questo punto di infamia è arrivato questo Bullo criminale! Ho fatto una breve ricerca per vedere se si trattava di una bufala, ma purtroppo la ferale notizia è autentica:

http://www.affaritaliani.it/static/upl2015/acco/accordo-italo-francese--2-.pdf

Ma i pescatori sardi che fanno? E la stampaglia tace e non rilancia? Che vergogna!

Nessie said...

PS: un amico mi faceva riflettere sul fatto che almeno durante la IIa Guerra di Indipendenza in seguito agli accordi di Plombières, Cavour promise all'imperatore francese Napoleone III la cessione di Nizza e dellaSavoia in cambio del suo appoggio alla politica di unificazione italiana condotta dalla monarchia sabauda. Insomma, ci fu un qui pro quo .Ora invece regaliamo gratis le acqua della Sardegna alla Francia.

SILVIO said...

Nessie scrive:
« La sottoscritta non si è mai bevuta la commedia del poliziotto buono e del poliziotto cattivo nella sua querelle con Juncker. Eppoi, diciamolo pure, Renzi ha eseguito fedelmente e pedissequamente tutti i famosi "compiti a casa", richiesti dalla Troika. »

Chapeau!

Difatti Lagarde/FMI, Juncke/Commissione europea e Draghi/BCE propugnano (a parole) l’avvento degli Stati Uniti d’Europa, secondo il progetto federalista lanciato da Altiero Spinelli a Ventotene.
In “buona compagnia” coi governatori delle Banche Centrali di Germania e Francia ( Jens Weidmann e François Villeroy de Galhau) .

Matteo Renzi non è da meno , al punto che è già all’opera per rilanciare “in pompa magna” il progetto di Spinelli, cogliendo l’occasione dei 60 anni dei “Trattati di Roma” che matureranno l’anno prossimo.

Ovviamente, il progetto federalista è l’ennesimo inganno orwelliano delle élites.
Che creano immancabilmente e contestualmente una tesi (= progetto confederale = Unione europea) e la sua antitesi (= progetto federalista = Stati Uniti d’Europa) per confondere le idee al popolo-bue, dilaniandolo in lotte intestine tra gli opposti sostenitori di “tesi vs antitesi” secondo il principio del “Divide et impera”.

Fatalmente, le élites chuderanno infine il cerchio giungendo alla sintesi occultamente pianificata, che – nel caso di specie – corrisponderà al globalismo selvaggio più sfrenato senza che vi sia più uno Stato/Nazione che difenda i diritti di ognuno dall’arbitrio e dal dominio di una ristretta cerchia di super-ricchi (vedasi TTP – TTIP – CETA) .

Nessie said...

Silvio, cosa c'è di vero nella tesi di Claudio Cerasa del Fogliaccio neocon secondo la quale ci sarebbero ambienti bancari che vorrebbero pensionare il Bullo anzitempo?

Poi ce n'è un'altra. A che pro avrebbero - questi criminali - ceduto le pescose acque della Sardegna alla Francia senza nessuna contropartita ?

Infine c'è il ddl Cirinnà che è saltato e quando ci sono dibattiti parlamentari a rischio, Renzi taglia sempre la corda. Non so se l'hai notato.

SILVIO said...

Nessie,

a mio parere:

1) “Il Foglio”, pur vendendo poche copie, è ammanigliato bene con le fonti che contano.

Difatti, il sistema bancario vedrebbe bene come possibile alternativa a Mateo Renzi non Tito Boeri (= libertario-liberista “gold-friendly” e fiero nemico del sistema della riserva frazionaria e, pertanto, delle banche in quanto creatrici dal nulla della moneta scritturale (illegale) che - se venisse abolito il contante – diverrebbe l’unica moneta imperante inun novo sistema monetario ancor peggiore) bensì Ignazio Visco (attuale governatore di Bankitalia ) che è il loro controllore/controllato.

Ma Renzi, secondo me, durerà (a meno di un cataclisma improvviso e imprevisto) almeno sino all’esito delle elezioni presidenziali Usa, che si terranno nel novembre del corrente anno .
Ne argomenterò dopo il perché.

2) Sulla Sardegna preferisco non pronunciarmi. Perdonami.

3) Il “ddl Cirinà” venne probabilmente rispolverato da Renzi in osssequio al diktat impostogli da Obama nel corso dell’ultima visita di Renzi a Washington.

Renzi confidava in un’approvazione facile e rapida ma così non è stato, grazie specialmente al “Family Day 2016” ed alle risultanze dell’incontro tra Francesco I e Cirillo I.
Ora il cammino verso il “Sì” si è fatto piuttosto ripido, col rischio che Renzi si “bruci le penne” e che il PD divenga davvero un partito “liquido”, quasi gassoso.
In tale contesto, è comprensibile che Renzi batta in ritirata.

Nessie said...

Silvio, capisco che sulla Sardegna la cosa ti addolori. E addolora anche me. Ma temo che ci siano in ballo riassetti geopolitici dei quali non vogliono farci sapere.

Qualche tempo fa comparve la notizia di un peschereccio italiano che affiancato da una motovedetta francese davanti alle coste liguri, fu intimato di allontanarsi perchè si trovava in acque francesi;allora il comandante del peschereccio obbiettò all'equipaggio della motovedetta francese che secondo i suoi strumenti di bordo il suo battello era in acque territoriali italiane;a quel punto, la motovedetta francese sequestrò il peschereccio italiano con l'equipaggio dirigendolo verso un vicino porto francese;la cosa si risolse abbastanza rapidamente,ma la cosa cominciò a destare qualche sospettuccio circa confini, acque, marinerie, pescagione varia.

Nessie said...

Prelevo inoltre da Informare x resistere sulle reazioni dei pescatori sardi :

"L’operazione maldestra e gravissima è stata compiuta in gran segreto e nessuna comunicazione è stata fatta ai soggetti interessati. Le stesse organizzazioni dei pescatori sono state colte di sorpresa e già stamane si sono riuniti ad Alghero numerosi operatori per decidere le azioni da intraprendere senza perdere altro tempo. Si tratta di un fatto di una gravità inaudita compiuta in dispregio non solo degli operatori economici sardi ma anche delle istituzioni. Il governo italiano ha scambiato la Sardegna come una colonia che si può cedere senza alcun pudore addirittura ad un’altra nazione. L’accordo siglato a Caen il 21 marzo del 2015 è stato fatto scattare nei giorni scorsi in modo unilaterale dalla Francia, considerato che lo ha già fatto ratificare al proprio parlamento. Non altrettanto ha fatto il governo italiano che lo ha tenuto nascosto e non lo ha mai sottoposto al parlamento. Un accordo che stravolge tutti gli accordi precedenti e particolarmente cede alla Francia una parte rilevante di specchio acqueo a nord est della Sardegna, comprendendo nella cessione gran parte delle acque internazionali da sempre utilizzate dai pescatori sardi. Le marinerie da Alghero a Golfo Aranci hanno sempre utilizzato quelle aree a mare senza alcun limite. Ora su quel versante il limite della Corsica passa dalle 12 miglia ad oltre le 40 miglia. Un’operazione gravissima – ha detto Pili – sia sul piano economico che giuridica. L’alt della Guardia Costiera francese alle imbarcazioni sarde è un atto grave e senza precedenti che deve essere immediatamente risolto con la revoca di quell’accordo bilaterale Italia e Francia del 21 marzo 2015 dove sono stati rivisti i confini marittimi delle due nazioni. E’ un accordo che non ha nessun valore proprio perché non è stato ancora ratificato dal Parlamento italiano”

http://www.informarexresistere.fr/2016/02/17/i-disastri-del-governo-tra-reversibilita-e-cessioni-di-sovranita/

SILVIO said...

Sulla Sardegna affermo solo quanto segue.

È storicamente provato che essa fu un “feudo” della dinastia Rothschild sin dai tempi del Regno di Sardegna e della successiva formazione del Regno d’Italia.
Come lo fu il Piemonte.

E come lo è tuttora la Francia ove impera il ramo francese dello “Scudo Rosso”.

Le conclusioni son facili da trarre se ipotizziamo una classe dirigente sarda – attualmente al potere – incline non alla difesa delle risorse peculiari dell’Isola ma al vil ossequio dei dominatori dei tempi andati.

Nessie said...

Mamma mia! Non c'è più brandello d'Italia che non sia soggetto a predazioni. Leggi questa notizia anche sulla Liguria:

http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2016/01/14/AS6zR5AB-peschereccio_italiano_sequestrato.shtml

Nessie said...

E anche questa apparsa sul quotidiano ligure Il Secolo XIX:

http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2016/02/17/AS67TCcB-francia_politica_guerra.shtml

SILVIO said...

Nessie,
Mauro Pili (ex parlamentare di Forza Italia ed ex delfino di Berlusconi in Sardegna) si occuupa di piccolo cabotaggio e dico ciò senza voler mancare di rispetto a quell’Isola.

A me invece premono le sorti dell’Italia tutta per cui stavolta – esasperato – miro al bersaglio grosso svelando un “imbroglio” che ha dell’incredibile.
Ai prossimi post.

SILVIO said...

Domanda: “Perché Matteo Renzi rischia di essere esautorato?”

La risposta è (apparentemente) data dall’analisi del seguente grafico pubblicato da Bloomberg:

http://www.bloomberg.com/news/articles/2016-01-22/four-prime-ministers-later-italy-s-debt-is-still-growing-chart

Esso esprime inequivocabilmente che – dopo la destituzione ad opera di Napolitano dell’ultimo governo democraticamente eletto (= governo Berlusconi IV) i primi ministri (“non eletti” perché prescelti dal solo Napolitano = il peggiore presidente della Repubblica di tutti i tempi) sono succeduti (Monti, Letta, Renzi) hanno portato l’economia italiana verso il disastro, infliggendole una triplice recessione.

Ciò è condensato significativamente nel grafico del rapporto Debito pubblico /PIL , che s’impenna pericolosamente verso l’alto da Monti in poi, raggiungendo l’apice col governo Renzi (= 134,6% a fronte del 97,1% del governo Berlusconi) .
Peggiore dell’Italia è solo la Grecia, che afffoga in un debito pubblico quasi doppio rispetto sl PIL.

In questo momento, il debito pubblico dell’Italia ammonta complessivamente a circa 2.275 miliardi di euro!

http://www.brunoleoni.it/

Una voragine incolmabile!
Come rimediarvi?
Con la famigerata e sanguinosa ricetta della Troika, che sta seppellendo in una bara di cemento armato la Grecia?

Così auspicano gli oligarchi , i quali - ritenendo Renzi inadatto alla bisogna – vorrebbero sostituirlo con un tecnocrate, anche per preservare il loro partito-fantoccio (PD) dalla collera popolare.

Ma è proprio vero che esista unicamente la terapia “lacrime e sangue“ per salvare l’Italia dal baratro del debito?
Non è vero: ciò è una colossale menzogna e lo dimostrerò più avanti.

Nessie said...

Okay Silvio, riparleremo della cessione acque in altro contesto. Ma il mio fiuto mi dice che non si tratta affatto di storie di "piccolo cabotaggio", dato che la faccenda comprende pure le acque liguri, improvvisamente diventate francesi col divieto di pescare i gamberoni rossi (i nostri! e a casa nostra!). Con Schengen possono entrare i peggiori e i più infami delinquenti nel nostro paese e noi non possiamo nemmeno più circolare per i nostri mari? C'è evidentemente sotto dell'altro.

Vengo al resto. La triplice recessione fa parte di quel piano di distruzione della domanda interna magnificato da Monti e proseguito con gli altri due. Il mercato nazionale fa loro schifo e lo vogliono distruggere.

SILVIO said...

Giungo adesso al “piatto forte “ dei miei commenti.

È un piatto altamente venefico di fronte al quale ogni italiano che si rispetti dovrebbe maledire la dabbenaggine di chi ha riposto la fiducia elettorale in partiti felloni, che onsegnarono le sortidell l’Italia nelle mani dei Padroni del denaro, scippandole la sovrabità monetaria e spedendola – come un mendicante – a pietire finanziamenti nel mercato secondario.

Leggete quanto contenuto nel link

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/17/DOSSIER/804277/index.html?part=dossier_dossier1-sezione_sezione8-h2_h26

http://www.repstatic.it/content/nazionale/img/2014/12/10/125403280-64906a08-3e45-4cf9-8045-b5efb1debc25.jpg

rimarrete estrrafatti!
Ne riassumo il tutto per vostra comodità, puntualizzandone i dati che contano.

Trattasi, innanzitutto, di documenti ufficiali del Senato della Repubblica italiana, elaborati in sinergia con la Ragioneria Generale dello Stato.
Consideriamo la Tabella 1.1 – Spese per Missioni – Anni 2008/2014 , focalizzando la nostra attenzione sull’ultina sezione presente in calce (posta dopo l’anno 2014) e denominata ”Spesa media ammua 2008-2014” .

Scendiamo alla fine della tabella analizzando la voce 34- Debito pubblico ed il Totale complessivo-Bilancio dello Stato .

Apprenderemo allora ufficialmente che lo Stato italiano ha speso mediamente – nel periodo 2008/2014 - € 307, 881 miliardi annui per il “Servizio del Debito pubblico” (spesa per interessi + spesa per rimborso dei prestiti esistenti + spesa per nuove emissioni di debito che sostituiscano i prestiti rimborsati) .

Una cifra pazzesca, pari al 39,9% del Bilancio dello Stato, che è risulato mediamente pari a € 771,080 miliardi annui .

Una vagonata di denaro regalata ai finanziatori privati proprio a causa della nostra mancanza di sovranità monetaria .

Assurdo, inconcepibile, criminale!

Roba da appendere per i piedi, con la testa all’ingiù, quei politici italiani che si sono macchiati di tale tradimento infame.

Nessie said...

Sì, veri e propri pendagli di forca! Ma gli italioti dementi che continuano a dare loro fiducia col voto, dove li mettiamo? Qui non si ODE nemmeno la più flebile delle reazioni!

Anonymous said...

Toh! Monti attacca Renzi e Renzi lo contrattacca. Il bue dà del cornuto all'asino :

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/braccio-ferro-renzi-monti-sulleuropa-1226270.html

Z

SILVIO said...

Nessie,

quando
- pignoreranno le case per le bollete non pagate
- confischeranno i risparmi depositati in banca o alle poste (annoverando anche i depositi inferiori a 100 mila euro)
- instaureranno la “Società senza contanti”rendendoci totalmente dipendenti dalle banche
- aboliranno il Sistema Sanitario nazionale impedendoci di accedere alla sanità publica
- privatizzeranno la Scuola, a cui potranno accedere solo i rampolli delle famiglie benestanti
- renderanno impossibile un futuro occupativo per le nuove generazioni
- scateneranno l’inflazione dei prezzi al consuno al puntoche diverrà proibitivo l’acquisto dei beni di prima necessità
- taglieranno le pensioni (in Grecia è già successo provocando una rivolta civile anche tra i sindacati della Polizia, che pubblicamente eslamarono: “I membri della Troika andrebbero tutti arrestati!”
Allora – solo allora – gli italiani dormienti potrebbero svegliarsi.
Ma sarà troppo tardi.
Perché lo scenario avrà raggiunto il punto di non ritorno.

Anonymous said...

Renzi e la sua corte non arrivano spontaneamente dal nulla ma da una pianificazione svolta "altrove", cioè dello stesso circolo che coopta fedeli proconsoli ovunque pertanto al netto delle finte manfrine pseudo anti europee a anti crucche ad uso del popolo adorante dubito alquanto di una sua celere rimozione. Anche perchè, nell'ottica di chi l'ha insediato, sta facendo un ottimo lavoro: trasferimento di ricchezza dagli italiani ai suoi referenti, immigrazionismo senza limiti, impeccabile esecuzione degli ordini ricevuti in politica estera, imposizione delle ideologie globali che vanno dalla liberalizzazione della criminalità a quelle gender, indottrinamento/rincoglionimento di massa, controllo assoluto di ogni centro di potere. Il tutto svolto con velocità impressionante. Cosa si può volere di più? Perchè rimuoverlo? Non fa ancora abbastanza?
Scarth

Nessie said...

Silvio, dopo questo quadretto apocalittico di stampo greco (del tutto plausibile, perché ci siamo già dentro) , mi devo fare una camomilla per prendere sonno.

Giocare d'anticipo per gli italioti, no? Bisogna proprio arrivare al punto di "non ritorno"?

Nessie said...

Scarth, in teoria è così. Renzi ha eseguito perfettamente i loro compiti, come ho già scritto ed elencato nel post. In pratica, estromettendolo e rimettendo il solito tecnico collettore per la Troika, impediscono al PD lo sfaldamento totale. Loro hanno bisogno di un partito euroservo e il PD è il peggiore della serie. Il servo serve.

Anonymous said...

sulla questione dei confini marittimi intorno alla corsica ho gia' spiegato sul blog " orizzonte degli eventi" che si tratta di confini di SFRUTTAMENTO ESCLUSIVO ( e non di transito !) definiti correttamente in base alla estenzione della " zona di sfruttamento esclusivo" secondo le ultime regole internazionali ( e come potete osservare nella cartina li riportata).
ws

Nessie said...

Il parlamento italiano non ha ancora ratificato l'accordo e ci sono delle interpellanze e mozioni parlamentari al riguardo. La mossa dell'accordo di Caen del 21 marzo 2015 è unilaterale da parte della Francia, ma non dell'Italia. Per noi non è in vigore e non ha nessuna efficacia né giuridica né operativa per il nostro paese:


http://www.camera.it/leg17/410?idSeduta=0570&tipo=atti_indirizzo_controllo&pag=allegato_b#si.5-07797

Anonymous said...

Gli italiani hanno firmato l'accordo, quindi c'e' poco da discutere. I francesi hanno completato l'iter istituzionale mentre gli italiani no. Quindi abbiamo sbagliato due volte: a firmare e a non ratificare. Comunque non e' stata né una dimenticanza né un ripensamento. Chissa' cosa stanno firmando a nome nostro in questo preciso istante... e chissa' quando ce ne accorgeremo. Misteri della Democrazia.

Il sauro

Nessie said...

Sauro, leggi il link che ho messo per ws sulla Camera. In ogni caso io non credo che la finalità di questi accordi (tenuti segretissimi) sia solo lo sfruttamento esclusivo di pescagione.

La Legionr Straniera è in Corsica e niente mi toglie dalla capoccia che trattasi anche di questioni strategiche e militari. Vero comunuque che quel pesce lesso di Gentiloni ha firmato con Fabius.

Quel Gentiloni che ha detto che la crisi migratoria sarà permanente:

http://www.imolaoggi.it/2016/02/12/gentiloni-la-crisi-dei-migranti-non-finira-nel-2016-e-permanente/

questa gentaglia sa di cosa parla e per conto di chi.

Nessie said...

A proposito di trattati segreti e semisegreti, ecco il link della Dichiarazione di Barcellona e Partenariato euromediterraneo. Ovvero 12 paesi africani che chiamano eufemisticamente del "Sud Mediterraneo":

http://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=URISERV%3Ar15001

ecco perché quel pesce lesso è rassegnato all'immigrazione permanente.

SILVIO said...

DA APRILE POTREBBE SCATTARE UN ALTRO BALZELLO: LA TASSA SULL’ASCENSORE

- Importo della tassa :
Circa 350 euro/ annui per nucleo famigliare

- Posssibili oneri aggiunivi connressi:
Su segnalazione dei verificatori autorizzati, costose spese di adeguamento degli ascensori in servizio alle norme di sicurezza, di cui alla Raccomandazione europea del 1995.

- Effetti della nuova tassa:
Annullamento dei benefici derivati dall'abolizione della Tasi sull'abitazione principale.
Per giunta, la nuova tassa potrebbe essere di importo doppio rispetto alla Tasi abolita.

- Chi ha proposto la nuova tassa?
Il pessimo ministro delloSviluppo Economico – Federica Guidi - (che è nata nella rapace Modena e che si avvale di un altrettanto pessimo viceministro: Ivan Scalfarotto) adducendo il solito pretesto:
“Ce lo dice l’Europa

http://www.studiocataldi.it/articoli/21069-in-arrivo-la-tassa-sull-ascensore.asp

Nessie said...

Ho sentito Silvio. Si attaccano proprio a tutto! La tassa sul WC, no? La Guidi fece parte dei giovani industriali di Confindustria, con la Artoni e la Marcegaglia.

A proposito di Modena, pare che Soros abbia comprato un bel pacchetto azionario della Ferrari.

Anonymous said...

In Corsica c'e' poca roba. Io ricordo il II° REP perche' avevo conoscenti dalle parti di Bastia, ma non mi sembra ci sia molto altro oltre a Solenzara. L'Armee' mi pare tutta li'. Che i francesi trattino la Corsica come i domini d'oltremare, mi pare abbastanza evidente. Naturalmente puoi immaginare di che colore sia il prototipo del legionario oggigiorno... i tempi di Italo Balbo e di Stanlio ed Ollio o della Bandera sono ormai lontani. Io credo che l'assetto del Mediterraneo non cambiera' molto fino a che rimarranno i turchi; poi si trattera' di fare la conta tra le potenze nucleari gia' presenti, oltre a inglesi, americani e russi, ovviamente. Ma ce n'e' una in particolare che offre pochissimo bersaglio, nonostante sia al centro di tutti gli sconquassi locali. Per usare un eufemismo, noi non contiamo piu' un cazzo dai tempi di Mussolini.

Il sauro

SILVIO said...

Nessie,

Enzo Ferrari – grande modenese DOC – un giorno disse, accigliato, ai giornalisti:
“Giù le mani dalla Ferrari: di me dite quello che volete.”

Soros azionista della Ferrari?
Non penso che a “Drake” il pirata (= soprannome di Enzo Ferrari) la “cosa” sarebbe andata a genio.
Da buongustaio qual era, non avrebbe mai apprezzato la carne di squalo: puzza schifosamente di urina.

Battute a parte, la “Modena” di Enzo Ferrari è morta da tempo.
Fatti salvi i modenesi perbene, è oggi popolata di muta-forma cannibali che stanno divorando gli asset economico-finanziari del resto dell’Italia con una spietatezza degna del loro maestro: George Soros.

SILVIO said...

Nessie,

a ri-proposito di Soros, guarda questo video

https://www.youtube.com/watch?v=pP3XY9FgjcM&ebc=ANyPxKrfpaY-vLGEHFg0D2BIDBgVF-tG6Mag1vI9gujW8JRpWnpLaeVuz-Yn0Fqkp0t7QAJQETHSk3FpyYjXXhWGqvhlKeafww

Venne girato nel settembre 2015 nel corso del “Clinton Global Initiative”, meeting massonico annuale organi zzato da Bill Clinton sulla falsariga dei meeting di Bilderberg.

In questo video vedrai Bill Clinton in amichevole compagnia di George Soros, Alexis Tsipras e Matteo Renzi.

La conclsione è ovvia: ecco con chi è ammangliato Matteo Renzi.
Se Hillary Clinton diverrà il futuro presidente degli Dtati Uniti, nemmeno le cannonate scollleranno dal potere “Il Bomba” di Rignano sull’Arno.

Nessie said...

Sauro, sì ho sentito che anche nella Legione Francese c'è pieno di arabi e di gente di colore.

Sulla faccenda della fine dei confini acquatici e del rimescolamento terracqueo, leggi questi pezzo:

http://www.ilfoglio.it/politica/2016/02/15/confini-marittimi-renzi-da-un-po-di-mare-sardo-alla-francia___1-v-138274-rubriche_c199.htm

Nessie said...

Silvio, d'accordissimo sul grande Enzo. Quell'Italia e quell'Emilia di coraggiosi capitani di industria non esiste più, purtroppo. E non è nemmeno escluso che quel terremoto sia un caso non fortuito, che ha finito di dare il colpo di grazia.

Ho visto il disgustoso meeting con Clinton e Tsipras, quest'ultimo un vero super SLURP! Non ho notato però l'ombra di Soros tra loro. In ogni caso Syriza era chiarissimo dall'inizio che era sua creatura.

Un partito che permette il taglio delle pensioni, la fame nera, la fine dell'assistenza sanitaria in cambio delle nozze con adozioni ai froci, chi può avere interesse a metterlo in piedi?!?

Nessie said...

Quanto ai futuri presidenti degli USA sono stufa di vedere quella gallina ovaiola della Clinton, imperversare dappertutto. Passare dall'Abbronzato a lei, sarebbe come passare dalla padella alla brace.

Anonymous said...

A proposito di potere, anzi Potere, renzista se avete fegato e un adeguato scafandro anti saliva, la Bignardi che intervista Renzi un paio d'anni fa. Attenzione, può avere effetti fortemente lassativi:

https://www.youtube.com/watch?v=hMfp2j7Tjfc

Scarth

Nessie said...

La Birignarda non la reggo proprio. E'il tipico prodotto radical chic del renzismo, lei e quel buono a nulla di suo marito. Scarth, ho sentito che il Bomba se li porta dietro nella sua nuova rai riformata (si fa per dire).

Come vedi non conta nemmeno l'audience, tenuto conto che sul La7 faceva percentuali di ascolto da prefisso telefonico.

SILVIO said...

Le frottole di Bloomberg sulla Spesa pubblica in Italia per le Pensioni
“L’autorevolissimo” Bloomberg ha pubblicato il 17 febbraio c.a. un articolo ( sula Spesa pubblica italiana per le ni) per il finanziamento previdenziale( talmente manipolatore da farmi “imbestialire”. ➀
In esso è scritto:
“Quasi un terzo del totale della spesa pubblica in Italia, al netto dei costi del debito di finanziamento, è stato destinato nel 2015 al finanziamento delle pensioni, per un totale di 259 miliardi di euro …”.

Non è vero: ciò è disinformazione.

Sia perché han messo arbitrariamente nel calderone “pere e mele” senza fare distinzione tra previdenza e assistenza sia perché viene taciuto che “il grosso” delle entrate dell’INPS deriva dai contributi obbligatoriamente versati da datori di lavoro, lavoratori dipendenti e lavoratori autonomi ( nel 2015 le entrate contributive son state pari a circa 214 miliardi di euro)
Lo Stato interviene esclusivamente per finanziare gli eventuali disavanzi economici nonché le prestazioni istituzionali relative allo “Stato sociale”.
___________________
NOTE
➀ Bloomberg: “Italy Must Fix Pension Jam to Give Youth Jobs, Boeri Says”
http://www.bloomberg.com/news/articles/2016-02-16/italy-must-fix-pension-bottleneck-to-give-youth-jobs-boeri-says

SILVIO said...

Quanto detto nel commento precedente, è corroborato dalla Tabella 1.1 – Spese per Missioni – Anni 2008/2014 , di cui ai miei precedenti post. ➀

Per una migliore visualizzazione la rielaboro parzialmente, estrapolandone le voci di Spesa pubblica più importanti:

- Totale Spesa pubblica media/annua nel periodo 2008-2014 : 771,080 miliardi di euro
34 - Servizio del Debito pubblico - 307,9 miliardi € 39,9%
3 - Trasferimento fondi agli Enti territoriali - 112,5 miliardi € 14,5%
25 - Politiche previdenziali (PENSIONI) - 79,3 miliardi € 10,3%
29 - Politiche di bilancio - 64,6 miliardi € 8,4%
22 - Istruzione scolastica - 42,2 miliardi € 5,5%
24 Diritti sociali 28,9 miliardi € 3,8%
4 - L’Italia in Europa e nel mondo - 26,6 miliardi € 3,4%
5 - Difesa e sicurezza del territorio - 19.4 miliardi € 2,6%
33 - Fondi da ripartire - 12,9 miliardi € 1,7%
7 - Ordine pubblico e sicurezza - 10,3 miliardi € 1,3%
13 - Diritto alla mobilità - 10 miliardi € 1,3%
___________________
NOTE
➀ Senato della Repubblica italiana: “Tabella 1.1 – Spesa per missioni – Anni dal 2008 al 2014”
http://www.repstatic.it/content/nazionale/img/2014/12/10/125403280-64906a08-3e45-4cf9-8045-b5efb1debc25.jpg

Johnny 88 said...

Renzi è quel che è e per carità il giorno in cui lo esautoreranno non mi strapperò le vesti. Però, purtroppo mi sa che ci aspetta una svolta assai peggiore con governo tecnico e dalemiani in maggioranza nel PD. Governo che provvederà subito a:

-Restaurare l'IMU
-Fare la patrimoniale
-Abolire il contante

Per cui, pur disprezzando Renzi temo passeremo dalla padella alla brace.

OT

A proposito di sgambetti, vedo che Sua Simpatia è entrato a gamba tesa sulle elezioni americane, subtio dopo aver detto che lui non si intrometteva sulla Cirinnà. Un mio amico dice che Dio alcuni papi li dona, altri li tollera e altri ancora li infligge, questo direi che appartiene alla terza categoria

Nessie said...

-Restaurare l'IMU. (Renzi mise la Tasi e ora anche la tassa sugli ascensori e la rateizzazione del canone)
-Fare la patrimoniale (ne ha create di tante piccole occulte attraverso nuemrsi balzelli, per la felicità dei gonzi). Inoltre in pochi si sono accorti che si è tenuto in tasca gli interessi sulle pensioni che sono state accreditate con l'anno 2016 il giorno 5 invvece che il 1 gennaio.


Ti Ho già detto che Renzi è un esperimento da laboratorio Troika e che la sòla del turarsi il naso non funziona. Tutti questi giochetti servono solo a spaventarci a renderci insicuri e a far dire ai poveri italioti: teniamocelo perché c'è di peggio! A parte il fatto che a 28 anni non si dovrebbe ragionare in questo modo, ma qui non c'è la padella in luogo della brace: qui SIAMO già ALLA PADELLA E ALLA BRACE insieme . . Con la rimozione delle pensioni di reversibilità cos'altro manca?!?

Nessie said...

Grazie Silvio. E' evidente che preparano il terreno per l'esproprio successivo che sarà quello pensionistico. Padoan e Poletti negano che toccheranno le pensioni di reversiblità , ma ormai siamo smaliziati. E il testo del disegno di legge delega per il contrasto alla povertà contiene un bel detonatore: quel passaggio che fa riferimento a interventi di razionalizzazione “anche di natura previdenziale”.

Negano, ma non tolgono il "detonatore". Ma di questo parlerò in prossimo apposito post.

Anonymous said...

Per tornare alla questione delle "zone di sfruttamento esclusivo" si evince benissimo dalla cartina postata dal foglio
http://static.ilfoglio.it/redazione/articoli/2016/02/15/138274/accordo-italia-francia-mare-sardegna.jpg
che la spagna ha ceduto davvero mare "suo" nel golfo del leone ( probabilmente in cambio di concessioni sul mare dei biscaglia ) mentre il confine italia-francia segue correttamente il principio della "minima distanza " dell' accordo ONU.
E questo per ribadire che i "tradimenti" PDoti sono ben altri...
ws

SILVIO said...

Condivido totalmente quanto hai scritto, Nessie.

Il loro obiettivo è quello di tagliare le pensioni o (magari) di impedirne l’elargizione collegandone il diritto a percepirle con le aspettative di vita (Innalzamento dell’età pensionabile a 75-85 anni?)

Sarà tutto “grasso che colerà” a favore dei Padroni del denaro e dei politici-pupazzi.

Ho però il presentimento che questi ultimi si pentiranno amaramente per le loro malefatte e malediranno le loro madri per averli messi al mondo.

Guarda infatti quel che sta succedendo nella pazientissima Grecia per il paventato taglio alle pensioni:

http://www.euractiv.com/section/social-europe-jobs/news/pension-reform-sparks-fiercest-protests-since-tsipras-took-office/

Nella meno paziente Italia succederà di peggio.
Molto peggio.

Nessie said...

Lasciasmo stare il "benealtrismo", ws. E mettiamoci dentro al computo degli sfracelli anche questa, per come si sono comportati da ladroni notturni stipulando patti segreti dei quali si è venuti a conoscenza solo dopo il sequestro del peschereccio Mina. Che tra l'altro per riaverlo indietro il governo ha dovuto sborsare 8.300 euro alla Francia. Vergogna!

http://www.ilsecoloxix.it/p/imperia/2016/01/20/ASmbLkFB-pagata_tornare_cauzione.shtml

Nessie said...

Ho letto Silvio, grazie. I greci però ringrazino quell'ebete venduto di Tsipras e dei suoi tsiprioti sorosiani.

Alessandra said...

E il vertice UE in corso dimostra, una volta di più, che Renzi È un servo fedele e fa solo finta di volersi, ogni tanto, ribellare.
Ieri, parlandone con mia madre, mi ha detto: "Ormai non si sa nemmeno più se siamo in Italia, avanti di questo passo ci toccherà procurarci il passaporto per restare qui".
Sono d'accordo sul fatto che non dobbiamo fare il gioco di Pollyanna, perché onestamente non trovo validi motivi per essere di buonumore, specie dopo le belle "novità" lette nei commenti.
Ormai mi preoccupano più le notizie che NON compaiono sui giornali.

Nessie said...

Fai bene Alessandra, a preoccuparti di ciò che non compare sui media. I giornali sono i megafoni del potere, e quindi il loro scopo è distogliere e distrarre. Soprattutto non far conoscere, nè far riflettere né far pensare.

Renzi è un omiciattolo ributtante, grassoccio e schifoso. La sua bordata contro l'Ungheria e Orban è un servizietto che rende direttamente al suo protettore Soros :

http://www.ilgiornale.it/news/mondo/ue-renzi-impone-laccoglienza-ricollocamenti-o-niente-fondi-1226921.html

Alessandra said...

Già, Soros!

Ho letto anche il pezzo di Giampaolo Rossi linkato sulla stessa pagina dell'articolo.
Magnifico, adesso è tutta colpa di Putin!
Verrebbe da dire che è alla frutta, ma con questi soggetti purtroppo non si può ragionare come per le persone normali. Anche perché il titolo Ferrari ha fatto un bel balzo dopo il suo ingresso in società.
Mi ricordo che questo figuro aveva già cercato di comprare la Roma nell'ormai lontano 2008, poi l'affare saltò.

Da questo vecchio articolo si evince come i rapporti con Renzi siano consolidati già da tempo.
http://corrierefiorentino.corriere.it/firenze/notizie/politica/2010/23-gennaio-2010/renzi-fa-l-accordo-soros-firenze-blogger-dissidenti-1602334136307.shtml

Posso immaginare il trattamento che riserverebbero ad altri dissidenti, cioè quelli come noi.

Nessie said...

Grazie Alessandra, una vecchia chicca d'archivio, che però serve a rinfrescare la memoria sul perché il Bullo d'Arno ha fatto tutti questi salti del canguro che lo hanno poi condotto a Palazzo.

Nel caso ti fosse sfuggito questo mio post del 2014 quando Renzi era sulla via di Palazzo Chigi, guarda un po' che bella genia lo ha sostenuto:

http://sauraplesio.blogspot.it/2014/10/gli-uomini-che-sussurano-renzi.html

tutti saccheggiatori del nostro paese.

Nessie said...

PS: Sul blog di Rossi ci sono trollazzi e tirapiedi sorosiani di qualche sua ong italiota che piombano a fare azioni di disturbo.

Anonymous said...

Un'altra delle prodigiose conquiste progressive piddine renzine:

http://www.rischiocalcolato.it/2016/02/verso-la-bancarotta-lapocalisse-demografica-italiana.html

...e sono solo all'inizio.
Scarth

PS: ah tra l'altro ho visto che il nostro proconsole locale va anche in giro per l'Europa a fare il kapò impartendo lezioni per conto terzi, come se non ce ne fossero già abbastanza di kapò...

Nessie said...

Ciao Scarth, sono stati costretti perfino a dirlo nei TG. Il che è tutto dire. Sì ieri il Ducetto d'i ball si è messo a dare lezioncine a Orban e ai paesi dell'Est. Brr...sai che paura!

Anonymous said...

Ciao Nessie, quelle dinamiche sono tipiche dei paesi in fase di degrado. Per esempio si sono verificate dopo che hanno fatto crollare l'URSS quando c'è stato un repentino scadimento generalizzato delle condizioni di vita e delle strutture sanitarie e sociali grazie al liberismo saccheggiatore eltsiniano ispirato dai suoi consiglieri occidentali. Ricorda niente?
Quanto ad Orban e quelli come lui sperano si moltiplichino e resistano. Perchè se c'è una cosa certa è che gli sgherri della UE' oltre che kapo' sono anche estremamente velenosi, perfidi e vendicativi alla faccia della "libertà (orwelliana)" di blaterano in continuazione.
Scarth

Nessie said...

E dire che c'è anche chi si vorrebbe turare il naso e tenersi questo schifoso verme! arrogante coi paesi più deboli e sottomesso ai forti (vedi il fatto che faceva lo stuoino della Merkel). Roba da matti. Tutti si fanno i loro interessi e il cretino che continua a "salvare vite", fino a far perdere la vita a noi italiani.
Aveva detto che se non passava la Cirinnà si sarebbe ritirato, e invece col ciufolo! Rieccolo in circolazione.

Alessandra said...

Eh sì, ho notato i troll.
Li definirei alquanto "Goofy" che significa sciocco e strampalato ma è anche il nome originale di Pippo. Senza offesa per Pippo, ovviamente. :-)
La loro saccenteria è inversamente proporzionale alla qualità dei loro interventi. Non credo ci sia pericolo che possano fare proseliti, non tra i lettori di questi blog, anche perché i "complottisti demoplutogiudaicomassonici" si difendono molto bene. :-)

Avevo letto il tuo vecchio ma ahimè attuale post alcuni mesi fa ma ho dato una rinfrescata alla memoria, che di certo non può fare male.
Sembra facciano di tutto per far svuotare, un po' alla volta, l'Italia dei suoi autoctoni e far così posto ai nuovi, incessanti arrivi, spingendo i giovani ad andarsene e tartassando i vecchi perché schiattino il prima possibile. Non dimenticando ovviamente chi sta in mezzo, molti dei quali faticano ad andarci, in pensione.

In un paio di commenti a quel post si è fatto cenno alla massoneria. Ho fatto alcune ricerche, miriadi di siti, ma non riesco a capire una cosa ... bisogna fare delle distinzioni tra massoneria, Illuminati e altre consorterie o alla fin fine si tratta di gente tutta della stessa risma?

Nessie said...

Quello della massoneria (e delle massonerie) è un discorso lungo e complesso. Pur essendo brutta gente tutta della stessa risma, si combattono tra di loro come cosche mafiose rivali. Ne esistono di matrice neoaristocratica e di matrice cosiddetta progressista. Si tratta in ogni caso di società segrete sovrannazionali che chiamano Ur-Logde. Ma ultimamente cercano di rendersi palesi, perché si sentono sicuri del fatto loro

Se ben ricordi ai tempi del governo Monti dove si tenevano le loro riunioni coi capi dei tre principali partiti Alfano, Bersani e Casini?
A Palazzo Giustiniani sede del Grande Oriente. E non ne facevano nemmeno mistero. Ci sono diversi libri al riguardo e uno dei più famosi è "Massonerie e sette segrete" di Epiphanius.

Aldo said...

Nessie, spero vorrai perdonarmi il fuori tema, ma sono appena venuto a conoscenza di questo documento. Possiamo smettere di affermare cautelativamente che l'immigrazione così come la conosciamo dal 2001 potrebbe essere il frutto di una pianificazione studiata a tavolino e implementata ad arte -- è il frutto di una pianificazione ecc. Modo indicativo, tempo presente già da almeno quindici anni. Anzi, ormai passato, per quanto ancora attuale per i prossimi trentacinque anni almeno e per cominciare. Dico, tu avevi già letto quella roba? Io no ("fesso!", mi dirai tu... eh, be').

Cangrande said...

Ciao Nessie !

Sono felice che tu abbia menzionato il libro "Massoneria e sette segrete - Il volto oscuro della storia".

Credente o meno, il lettore, questo libro è INDISPENSABILE per capire....
(p.s.: e "loro"....CREDONO..... Spero di essermi spiegato...).

Nessie said...

Posso tirarti benevolmente le orecchie, Aldo? Sono mesi che parlo di questo documento ONU sull'immigrazione sostitutiva quale rimedio all'invecchiamento della popolazione europea e ho già postato il link di quel documento sia nella traduzione e riduzione fatta dal quotidiano Il Tempo, che nell'originale. Capisco che nelle decine e decine di links che copiaincolliamo, ti sia sfuggito, ma io l'ho diligentemente fatto. E più volte. Certo che è una pianificazione al tavolino. E non è la sola.

Nessie said...

Ciao Cangrande, è un libro che continua a fare testo, tenuto conto che compare spesso nella bibliografia dei libri della grande Ida Magli.

Aldo said...

Tiramele pure, le orecchie, che me lo merito. Quel che colpisce è l'esatta coincidenza delle quantità nello "storico" dal 2001 ad oggi. Li ho nelle orecchie, i capoccioni che recitano da un TG all'altro, da un convegno all'altro: "Fenomeno spontaneo e inevitabile che, in quanto tale, è impossibile contrastare". Già. Intanto Babbo Natale guida la sua slitta nella notte stellata. Che grandissime merde!

Nessie said...

Merde è dir poco. Vai a leggere cosa stanno preparando sulle pensioni di reversibilità, in caso di morte di uno dei due coniugi, nel post che ho appena abilitato ai piani superiori. Macelleria sociale su macelleria sociale.

Anonymous said...

Alcuni giorni addietro ho inviato un commento,per"puro caso"in linea coll'argomento del tuo Post....non lo ritrovo...Che fine ha fatto?..Non l'ho correttamente inviato?Oppure si è perso nei meandri del Blog?
Dal carme del Vate...."han tenuto sinora a galla codesto provinciale,"
Io penso,che per motivi e qualità"personali"a galla ci si tiene da solo.
Anch'Io vorrei esternare la mia ammirazione per questo luminare della politica Nazionale e internazionale...che il "destino" ci ha regalato(non le votazioni).
Mi riferisco al discorso tenuto a Buenos Aires,in Italiano,che ho ascoltato tra una risata euna incazzatura e l'altra.
Paragonare l'emigrazione Italiana in Argentina,con l'invasione da paesi del terzo e quarto mondo che stiamo subendo(e forse facilitandola, per ordini dall'alto )è proprio da sprovveduti del minimo di conoscenze storiche e sociopolitiche....necessarie per fare tali paragoni.
Premetto che tra quelli che emigrarono negli Stati(USA),molti hanno fatto fortuna...Di quelli che andarono in Argentina solo pochi.
Il Renzi afferma che così come i nostri emigranti furono accolti "benevolmente" in quel Paese,noi di rimando dobbiamo accogliere a porte aperte i "migranti"che scappano per non fare la guerra,e i clandestini che cercano fortuna in una terra da conquistare.
Ma mi chiedo....pensa prima quello che dirà....e lo ascolta mentre lo dice????
Quando i nostri emigranti andarono in Argentina...il Paese era praticamente "disabitato"...e i nostri emigranti portarono una "forza lavoro",senza rubarlo ad altri locali...I filmati dell'epoca mostrano "intere"famiglie,che partono(..partono i bastimenti) a cercare fortuna.
I migranti che invece ci stanno "invadendo"...se non vivono a nostre spese in alberghi o quant'altro...molti delinquono(rapine,spaccio,prostituzione)...ed alcuni(sfruttati dalle mafie)rubano il lavoro alla nostra bassa fascia operaia.
E poi,il toscanello lo dovrebbe sapere quanto è alta la densità di popolazione Italiana,considerata su una superficie totale includente luoghi non abitabili,come vari tratti delle zone montuose.
Con i 60 milioni che sfioriamo fra poco dovremo camminare uno a "cavacecio" all'altro.In Argentina ,paese ricchissimo di materie prime e di terre adatte alla agricoltura e l'allevamento,in certe aree è pure difficile incontrarsi tra umani.
La mia Ditta costruì(quando eravamo una potenza industriale)"alcune raffinerie" in Argentina,tra le quali una in Buenos Aires(Avellaneda)che visitai più volte.
Ebbi modo di vedere la loro organizzazione(che oggi paragono al modello del NWO,che si sta instaurando dovunque)...Una élite mista,mezza di antica lingua spagnola,e una più moderna di lingua tedesca(con aerei privati per raggiungere le loro fattorie)...Una fascia,anonima, intermedia di lavoratori,tra i quali tantissimi Italiani...eppoi i Peones(la servitù????)che non saprei come altro definire.
Chi comanda da loro?... la Fernandez/Kirchner(marito morto da tempo),che ogni tanto fa la voce grossa con gli "Stati",ricevendo subito il "siluro"di risposta.... Fernandez/Kirchener,splendida unione unione tra dinastie,e anche uno "splendido" esempio del papale"camminare insieme",tra élites.
Ma come si fà a fare paragoni tra due Nazioni,completamente all'opposto in tutto tra loro...pure come Stagioni,ed Emisfero.
Ma quanto è lodevole tacere ,quando non si ha "niente da dire"....e poi si "ombra" perché spesso lo rimproverano di parlare troppo.
L'emigrazione italiana in Argentina..."somiglierebbe"secondo il loquace studioso...all 'invasione,di "masse" che non "ci" somigliano in niente... per cultura, Religione,fisicità...Tutti ottimi presupposti per un'ottima "integrazione".Ma ...per piacere!
Saluti Mar

Nessie said...

Non è pervenuto nulla. Forse è stato bloccato dallo spam perché troppo lungo o non so per quale altro motivo.