05 February 2016

Denunciati!











Verrebbe da scrivere WANTED, come negli western. Ma essere stati denunciati è già qualcosa. Parlo di Renzi, Alfano e Orlando,  denunciati dal padre del David Raggi, il ragazzo ucciso da un marocchino con un vetro di bottiglia rotto, in quel di Terni.  Come ho spiegato in numerosi altri post, siamo all'immigrazione sostitutiva. E non solo all'invasione di transito fine a se stessa. Se poi un marocchino che ha accumulato numerosi capi di imputazione si trova a circolare libero a Terni ubriaco perso nonché "omicida per caso", è chiaro l'intento da parte di chi ci governa: sguinzagliarlo perché possa  appositamente delinquere. I piani di decimazione della popolazione italiana non si contano più: attraverso la delinquenza allogena, attraverso le tasse, attraverso Equitalia, attraverso la sottrazione del lavoro e quella che Monti compiacendosi chiama "la  distruzione della domanda interna" (artefice: lui), attraverso l'esproprio delle case, specialmente ai vecchi. Poi, intervengono le modificazioni climatiche: alluvioni, terremoti, catastrofi che vengono definite "naturali", ma che non lo sono. Da ultimo, virus, batteri ed epidemie opportunamente inoculate (l'ultima della serie si chiama Zika). Tutte trappole letali messe surrettiziamente nel nostro percorso, e guai a chi osa darmi  della "complottista". 

Ma torniamo alla vicenda di Terni. Il fratello del povero ragazzo è stato intervistato da due vere e proprie canaglie  della cosiddetta informazione: Cruciani e Parenzo. A mio avviso avrebbe dovuto rifiutarsi, tenuto conto dell'infimo quoziente intellettivo dei due di La Zanzara, di cui hanno dato già ampiamente prova. Leggete qui che razza di livello è l'intervista. Roba da mettere gli autori in galera.
Come è noto papà Raggi ha denunciato le tre cariche dello stato: il Capo del Governo, il Ministro di Grazia e Giustizia, il  Ministro dell'Interno. E ha chiesto un risarcimento di 2 milioni  di euro che andranno in beneficenza, consapevole che niente  e nessuno potrà restituirgli il figlio ucciso. 
 Forse è illusorio che questo povero padre e questa povera famiglia possa ottenere un po' di giustizia. Ed è illusorio denunciare e rivolgersi proprio a a quella magistratura che rappresenta il braccio armato di questo stato delle cose, e che certamente darà ragione al bel Trio istituzionale. Ma parla chiaro il pamphlet mostrato dall'avvocato di famiglia in tv: il marocchino a nome Amin Assoul ha venti pagine di capi di imputazione, era già stato espulso ma si trovava lì, dove non avrebbe dovuto essere, col collo di bottiglia rotto pronto ad avventarsi addosso e a  sgozzare quel povero ragazzo 27enne. Pertanto,  la mossa della famiglia Raggi ha  un alto valore morale ed etico.
In compenso Renzi (l'unico a credere ancora  nella bontà di Schengen e rimasto pertanto col cerino in mano) va ululando ai quattro venti:  "Noi salviamo vite".

Quali vite? Le vite degli altri, a discapito della nostra? Le vite lontane a discapito di quelle vicine?  Proprio in questi giorni si sono svolti i funerali dell'ennesima vittima di Equitalia dopo aver ricevuto una cartella esattoriale da capogiro - un imprenditore 51enne   di Genova lasciato solo nell'angoscia e nella disperazione, e costretto a suicidarsi. Le vite dell'"universo-mondo" vanno salvate. Le vite di coloro i quali  stanno dietro casa sua, invece devono essere immolate. E per quale causa? 
 Il silenzio degli agnelli innocenti ed espiatori deve essere in qualche modo interrotto. Nessun Italiano deve più morire senza che si possa dire e denunciare perché, e per mano di chi,  è morto. 

    39 comments:

    Legge Mancino n°205 said...

    Ottima iniziativa.
    Chiaramente verrà tutto archiviato e o si troverà il cavillo per cui non è colpa loro (forse è colpa di chi scrive su internet).
    Però ottima iniziativa. Se ogni parente di chi è rimasto vittima di gente che doveva essere fuori dai confini nazionali e invece stava qua per la pelandronia di politici/magistrati/poliziotti facesse denuncia, vedreste che le cose cambierebbero subito.

    Cangrande said...

    Ciao Nessie !

    Vado solo a sfiorare l'argomento (non c'è nulla, purtroppo, da aggiungere...: tutto vero. E' un chiarissimo piano per sostituire gli italiani).

    Volevo sottolineare la VOLONTA' di farci fuori anche con le cosiddette "scie chimiche", e gradirei, cortesemente, un tuo post, in futuro, sull'argomento. E' un fatto così PALESE anche agli occhi di uno sprovveduto, che mi sembra impossibile che la gente quasi non se ne accorga. E credo proprio, quindi, che "ce lo meritiamo" (parlo in generale, ovvio...).
    E in conseguenza di ciò, come per i crimini dei "profughi", c'è l'ordine di mettere a tacere l'aumento esponenziale dei tumori negli ultimi anni...

    Mi dispiace...ma io non vedo speranza... L'Italia, con altri metodi e con l'asservimento complice e CONSAPEVOLE dei traditori che ci comandano, sta subendo le stesse conseguenza di una guerra: devastazione del tessuto economico, crisi morale, sterminio della popolazione. Sì: sterminio.

    Nessie said...

    Legge Mancino, ho sentito che la Lega offre avvocati gratis per quegli Italiani vittime, colpite dai reati dei clandestini:

    http://www.imolaoggi.it/2016/02/04/dalla-lega-avvocato-gratis-per-le-vittime-degli-immigrati-clandestini/

    Nessie said...

    Ciao Cangrande, io credo però che con l'accumulo sistematico di questi soprusi, crimini, delitti, e assassinii dovrebbe esserci una mobilitazione molto forte "dal basso". E invece esiste ancora uno spirito di delega che mi spaventa. Come, cosa, perché e a chi dovremmo delegare i nostri destini, se non a noi stessi? Che si aspetta? nuove elezioni?
    Questa è già in sé UNA GUERRA DI DEVASTAZIONE E DI STERMINO DELLA SUA POPOLAZIONE .
    Tuttavia, non vedo nessuno spirito di autoconservazione. Perfino nella tranquillissima Svezia si stanno svegliando. Cos'altro aspettiamo? Di contare l'ennesimo funerale con l'ennesima vittima e con le varie Kyenge che ci dicono che non dobbiamo "etnicizzare" i delitti?

    Massì, potrei parlare anche di scie, di modificazioni climatiche e di tante altre porcherie, ma il vero problema sono gli Italiani che non si svegliano e che preferiscono ammazzarsi piuttosto che RIBELLARSI!

    Cangrande said...

    Nessie..............

    Noi non siamo un "popolo"....e non ci identifichiamo in quel "comun sentire per fare qualcosa di grande", chiamato "stato".
    Inutile che ce la raccontiamo.... Mai e poi mai ci siamo identificati in questo schifo di stato nato dalla massoneria, dalla menzogna, dalla fellonia, dall'inettitudine, dal tradimento, dalla massoneria....
    L'unico che ha tentato di provarci è stato tradito, attaccato, combattuto, denigrato, vilipeso e...appeso...

    Anonymous said...

    E sapete quanti Italiani muoiono in media ogni anno in incidenti stradali causati dagli immigrati? Circa 500.
    Un vecchio lettore

    http://www.ilprimatonazionale.it/cronaca/arezzo-rumeno-ubriaco-39111/

    Anonymous said...

    Quasi certamente l'iniziativa non avra' conseguenze istituzionali, ma potrebbe averle in termini propagandistici se opportunamente pubblicizzata.

    Il cambiamento nell'opinione pubblica comincia ad essere visibile. Quello che una volta veniva derubricato a stupidita' della classe dirigente comincia ad essere addebitato ad una volonta' precisa. Del resto, come interpretare il fatto che ancora mentre scrivo mandano imbarcazioni della nostra MM e dei nostri "alleati" a prendere moltitudini sulle coste del Nordafrica ?

    Premesso che la stupidita' dovrebbe comunque essere causa di rimozione anche violenta di simili "amministratori", quando viene appurato che c'e' una volonta' precisa in tal senso e' Alto Tradimento con tutte le aggravanti del caso. E dovrebbero essere le istituzioni "democratiche" stesse a provvedere alla messa sotto accusa dei dirigenti. Il singolo cittadino non ha nemmeno il potere di accusarli formalmente.

    L'esempio di scuola e' il seguente: che fareste se aveste le prove che il vostro governo sguinzaglia assassini stranieri nel vostro territorio e moltiplica in ogni modo la conflittualita' interna creando nuove categorie che non si riconoscono nella Legge vigente ?

    Lo denuncereste ? Non credo. Andreste a prenderli tutti e li attacchereste ai lampioni. E ne costruireste dei nuovi se i vecchi non bastassero. Denunciarli ai loro stessi tribunali sarebbe solo una perdita di tempo. E il tempo non e' solo denaro quando e' in gioco la vita.

    Sulla menzogna globale questo dell'ottimo Blondet:

    http://www.maurizioblondet.it/i-tedeschi-in-rivolta-contro-i-loro-media-sarebbe-ora/

    Il sauro

    Nessie said...

    E' vero Cangrande. Noi non siamo un "popolo". Ma questo infame ambaradan di trasformare il mondo in un vasto mercato è riuscito a trasformarci in tante monadi isolate. E questo processo di disgregazione è in atto anche presso altre nazioni dove esiste ancora un "popolo".

    Nessie said...

    Vecchio lettore, grazie per il link. Prelevo:


    "Le due sfortunate si aggiungono alla lista delle almeno 500 persone che ogni anno perdono la vita sulla strada a causa di stranieri, di cui ricordiamo che almeno 200 sarebbero risparmiate se soltanto questi seguissero le stesse statistiche degli incidenti causati da Italiani".

    Mancano statistiche vere di quanti sono stati investiti da stranieri ubriachi. Mancano statistiche di quanti suicidi abbiamo avuto per mano di Equitalia. Mancano statistiche di quanti italiani sono morti con rapine ad opera di immigrati. Mancano...E intanto l'ecatombe continua...

    Nessie said...

    Sauro, sì è vero. Comincia ad essere visibile il cambiamento sebbene non sia ancora "retributivo" rispetto a tutto il Male inflitto. Ed è tanto questo Male che perdura nel tempo.

    Non so se funzionerà l'iniziativa della Lega, ma mettere a disposizione avvocati perle vittime di questi crimini può essere una buona cosa. Purché poi, tenuta sotto pressione dalla psicopolizia del Pensiero Unico, non ceda e non apra l'iniziativa anche agli immigrati per paura di sentirsi dare della "xenofoba". Sì, perché deve essere chiaro CHI sono le vittime e che cosa rappresenta e che funzione ha questo cantiere di demolizione chiamato invasione.

    Letto l'articolo che hai linkato ed è verissimo affermare che più che servi e tirapiedi, gli attuali media sono essi stessi la PSICOPOLIZIA DEL REGIME GLOBALE.

    L'ultima che ho sentito da questi schifosi vermi (senza offesa per i vermi veri) dopo un assassinio ad opera di immigrati è andare dai genitori a chiedergli: " Scusi, ma lei è razzista?

    Hai letto bene. La domanda non la pongono a chi sopprime una vita innocente. No. La fanno alle vittime. Se questi non sono scherani e sbirri armati del potere, cos'altro sono?

    Johnny 88 said...

    Complimenti al padre. Quasi certamente non se ne farà nulla,però intanto da un segnale di reazione forte che speriamo molti altri imitino.

    Anonymous said...

    a chi dovremmo delegare i nostri destini
    i PDoti hanno delegato "il partito " , e siccome sono tutti allevati nella presunzione di essere i "migliori" poi assaltano tutti quelli che criticano la politica del loro "partito"..

    Quindi non se ne esce, bisognera' aspettare il "contrordine compagni" e pure poi sorbirsi da questi coglioni il loro solito "teorema pajetta" :-)

    Nel frattempo pero' saremo tutti andati a gambe all' aria . E sara' tutto "darwinianemente" giusto , in quanto siamo " in democrazia" e loro, i cretini, saranno sempre " la maggioranza". :-(
    ws

    Nessie said...

    Lo spero tanto anch'io. E se tutti i parenti stretti delle vittime di delitti allogeni fossero capaci di denunciare quelle tre cariche che dovrebbero essere preposte alla nostra SICUREZZA E INCOLUMITA', le cose comincerebbero a cambiare.

    Nessie said...

    Non sono del tuo stesso parere, ws. NON SONO LA MAGGIORANZA! Purtroppo la "maggioranza" la costruiscono in modo fasullo attraverso la propaganda, i media al loro servizio, e le clientele radicate negli anni. Il problema è che devono apparire MAGGIORANZA . E che se non c'è se la inventano coi brogli. Ora sono diventati particolarmente aggressivi e sputtanatori perché sanno che la gente di loro ne ha piene le cosiddette.

    Ogni tanto c'è pure qualche notizia che fa bene al cuore: il caso Stacchio è stato archiviato e pure il pm parla di "legittima difesa":

    http://www.ilgiornale.it/news/cronache/anche-pm-sta-stacchio-archiviare-legittima-difesa-1220053.html

    Ma tutto questo succede se c'è mobilitazione e compattezza da parte delle persone.

    Anonymous said...

    Leggo solo oggi,a seguito del tuo Post,con stupore,e non lo sapevo,che l'attuale Ministro della Giustizia come titoli accademici,si è fermato alla sola maturità scientifica.
    Poi incuriosito, sulla rete,trovo che il suo sponsor Renzi,lo elogia per la sua scelta...basata soprattutto sulla giovinezza del neoeletto..
    Da ormai non più giovane,mi sarei aspettato,a quel posto(e tanti altri equivalenti)...un "vegliardo",con i capelli quasi bianchi....con solida carriera nel settore giudiziario,in tutti i suoi aspetti...e con la conseguente grinta e autorità(costruita negli anni)ormai naturale verso chi deve coordinare....
    Altrimenti,mi chiedo,in situazioni analoghe..(come quando ancora lavoravo come Dirigente di un settore in una azienda privata)...cosa sarebbe successo...se il Capo di un settore di una azienda è quello che(per uno striminzito curriculum) ne capisce di meno di molti dei suoi sottoposti .
    Forse il parallelo non regge(azienda/Stato)...in una azienda privata se chi dirige non conosce il lavoro dei suoi sottoposti...avviene il caos...addio coordinamento.
    Forse nello Stato... i settori sono "autoregolanti"e il Capo è poco più del cappello che porta....Una carica,una persona di rappresentanza,un punto di riferimento....che dura una legislatura,fino a quando arriva il prossimo....Boh!!!!!
    E Voi vi chiedete perché questa povera Italia sta andando sempre più a rotoli?
    Saluti Mar

    Nessie said...

    Mar, sono costretta a bacchettarti come uno scolaretto disattento :-). Che Andrea Orlando, (Silvio lo chiamò giustamente "lo spezzino lesso") avesse solo la maturità liceale, l'ho scritto qui parecchie volte. E ne scrissi pure nei commenti dal povero Johnny Doe. Eh!Eh!

    E scrissi pure che Napolitano fece personalmente la sua nomina a Guardasigilli, per poterselo giostrare come voleva. C'era in lizza la nomina di Nicola Gratteri, ma Bella Napoli, allora sotto inchiesta per la trattativa Stato-Mafia, non ne volle sapere e gli preferì lui. Il signorino Due di Briscola.

    Anonymous said...

    Ma!!!... conta talmente poco,che,il suo caso, non l'ho forse ritenuto a mente...o l'ho "voluto dimenticare per non crearmi "un'orticaria"...Ma forse inconsciamente l'ho voluto ripetere a qualche lettore che non ha letto i tuoi precedenti Post...per sottolineare da quali geni siamo governati....
    a te l'ardua sentenza
    Mar

    Nessie said...

    Sì, conta poco. Ma non dimenticare che anche lui esce dal cappello magico di Bella Napoli, vecchio specialista in magheggi. Un perché l'abbia fatto è evidente che c'è.

    Marco Zorzi said...

    "Mi piace"

    Anonymous said...

    Avevo letto di questo tragico fatto e della legittima iniziativa della famiglia. Mi aggiungo allo sdegno che avete già manifestato. Purtroppo visto che nel nostro paese orwelliano non c'è un reale rispetto dei diritti umani, civili e politici l'esito sarà come è stato detto, "illusorio" se addirittura la famiglia non verrà magari perseguita. Le cifre delle vittime italiane in gran parte senza giustizia di questa campagna di immigrazione pianificata (la mancanza di regole e il vale-tutto è la regola applicata) sono innumerevoli e naturalmente il più nascoste e censurate possibili. Tutto ciò accade perchè alla stragrande maggioranza dei nostri concittadini, letteralmente posseduti dallo smarthphone, dalla partitella su Sky e messi in riga da quattro giornalazzi di regime non frega assolutamente nulla o sono completamente indottrinati come notava Ws. Infine quella "trasmissione" (radio di regime, inascoltabile) che hai citato Nessie, è fatta per far passare gli intervistati per dei cretini, dei pazzi o dei criminali in pratica serve come randello e olio di ricino per mettere in riga chi non è allineato col Potere. Purtroppo le vittime ci cascano. Se li mandassero invece a stendere avrebbero già chiuso con i loro trucchetti manipolatori.
    Scarth

    Nessie said...

    Tre spanne di ghiaccio non si formano in una notte sola. Non gettiamo tutta la colpa all'oggettistica High-tech e alle partite di calcio: sarebbe assai banale. E' dal dopoguerra a oggi che studiano il sistema per mandare in "pappa" nazioni e popoli. Vale per tutti il famoso piano dell'insider dott. Day che circola dappertutto in PDF:

    http://www.stampalibera.com/?a=28180

    ora però le cose le sappiamo e smettiamola di piangerci addosso o di spalleggiarsi tra "piagnoni".
    La famiglia Raggi ha fatto bene ha utilizzare questo percorso "legale" (i cui limiti li ho già rilevati io nel post) , perché tutto va tentato. E perché è pur sempre una mossa di pubblicizzazione e di mobilitazione.
    Male che vada, l'assassino sarà costretto a rimanersene in galera per almeno 30 anni.

    Massimo said...

    Denunciare quella triade è giusto. Sarebbe anche utile se fossimo in un "paese normale". Ma qui denunciare, rivolgersi alle "autorità", querelare, significa solo dare fiducia alla magistratura e alle istituzioni. Una pia illusione. Forse solo un conforto momentaneo per il dolore che provano.

    Nessie said...

    Sono d'accordo, Massimo. Ma al posto di quella famiglia e di quel povero padre, hai forse un'idea migliore, oltre all'opzione (impossibile al momento) di andarli a prelevare e impiccare su una pubblica piazza?

    Johnny 88 said...

    Secondo me dipende. Se resta un caso isolato probabilmente rimane un gesto puramente simbolico, se però altri cominciano a imitarli allora forse qualcosa potrebbe muoversi sul serio

    Nessie said...

    Anche secondo me.

    La faccenda del benzinaio Stacchio, anche se è diversa da questa, insegna che se non c'è mobilitazione e indignazione collettiva, la magistratura può colpire l'individuo e la persona, invece di garantirgli giustizia. Stacchio è stato prosciolto da ogni accusa, perché non era solo e perché intorno a questo caso c'è stata mobilitazione e sostegno.

    Paolo said...

    Non mi faccio pie illusioni, ma se questi tre, che solo a vederli fanno venire il voltastomaco, dovessero essere condannati perché hanno lasciato libero un criminale sgozzatore con tanto di bottiglia rotta in mano, sarebbe un po' come Al Capone e l'accusa di "evasione fiscale": il cavillo che servì a incastrarlo per tutto il resto dei crimini. Ce ne sarebbero dei capi di imputazione contro di loro!

    Alessandra said...

    Quella del fratello di David Raggi è un'iniziativa che approvo e sostengo pienamente. Finirà con un buco nell'acqua? Probabile, ma almeno si batte un colpo, e crea un precedente per chi volesse tentare un'azione analoga. Speriamo sia un punto di partenza.

    Sulle scie chimiche ci sono ancora troppi scettici, per adesso, anche perché ci sono blog molto frequentati tipo quello di Paolo Attivissimo la cui opinione in merito è:
    "Se credete alle “scie chimiche”, nel migliore dei casi siete troppo pigri per ragionare e per informarvi; nel peggiore siete degli imbecilli".
    Allora secondo lui anche il generale Fabio Mini è un imbecille.

    https://m.youtube.com/watch?v=PIhLzNCCruY

    Speriamo che in un futuro il più prossimo possibile le cose cambino.

    Nessie said...

    Paolo, in effetti se andiamo a ritroso del due Renzi-Alfano e la loro fissazione per l'immigrazione coercitiva e gli HOTSPOT per tutta Italia , ce ne sarebbero dei crimini e misfatti!
    Per cominciare i parenti di quei due coniugi, vittime di quell'assassino sfuggito dal CARA, dovrebbero fare come la famiglia Raggi: DENUNCIARLI!

    http://www.corriere.it/cronache/15_settembre_02/coniugi-uccisi-tracce-abusi-lei-alta-tensione-picchiati-due-profughi-914f4638-5131-11e5-addb-96266eadb506.shtml

    Nessie said...

    Alessandra, anch'io spero in un punto di partenza.
    In caso contrario ci sarebbe solo da spararsi, tenuto conto di quel verme di Alfano che ha minacciato di piantare un bel HOTSPOT in Friuli-Venezia Giulia, tanto per pareggiare i conti con la sua Sicilia.

    Non dimentichiamo inoltre una cosa: l'Italia e la Grecia, ridotte a un miserabile lazzaretto di profughi fa comodo anche al concetto di Europa a due velocità voluto dalla Merkel.

    Anonymous said...

    Facciamola breve, che con la Magistratura attuale e relativa Consulta si sa come andra' a finire: una bella Corte Marziale previa dichiarazione di Stato di Mobilitazione, accusa di Alto Tradimento e applicazione della Pena prescritta, non l'Ergastolo come ha previsto la modifica di Berlusconi. E visto che ormai siamo abituati alla "civilta'" di condannare alla pena effettiva anche gli ottuagenari "nazisti", facciamolo anche per questi che sono pure piu' pericolosi. Loro hanno creato il precedente e allora se lo gustino. Sai che risparmio con la folla superstipendiata che sono.

    Il sauro

    Nessie said...

    Vedo che vai per le spicce! :-). Bisognerebbe che tutti i congiunti dei cittadini morti di questi disastri (Immigrazione e Equitalia che sia) sfilassero con le bare davanti a Palazzo Chigi e al Palazzo di Ingiustizia. Sarebbe già qualcosa.

    Aldo said...

    Nessie: "Bisognerebbe che tutti i congiunti dei cittadini morti di questi disastri (Immigrazione e Equitalia che sia) sfilassero con le bare [...]"

    Be', una manifestazione del genere sarebbe realisticamente fattibile, qualora ci fosse qualcuno con la volontà e i mezzi per organizzarla. Sarei curioso di vedere cosa escogiterebbero per sabotarla e farla passare per "sconveniente" e "immorale" agli occhi dell'opinione pubblica, perché certamente escogiterebbero qualcosa in quella direzione.

    Nessie said...

    Sì, ne sono convinta anch'io che con le loro brutte facce di palta (per non dire di peggio) riuscirebbero a farla passare per esibizione sconveniente e immorale.

    Sono arrivati ad un tale punto di aberrazione che non c'è da stupirsi di niente!

    Anonymous said...

    A Milano sono stati condannati i delinquenti di quella banda del machete che ha tranciato un braccio al bigliettario:

    http://milano.repubblica.it/cronaca/2016/02/08/news/milano_machete_ms13_condanne-132957031/

    solo 16 anni ai criminali salvadoreni. Poca roba!

    Zeta

    Nessie said...

    Sì, pochi! 16 anni anni significa solo che sarà festa grande se ne sconteranno 7 in galera.

    Anonymous said...

    Ma perché 16 anni nelle nostre patrie galere a spese nostre...un bel calcio al culo e rispediti a casa loro a scontarli....caricati sul primo aereo di linea loro a spese loro.
    ABBIAMO IL PIù FORTE GOVERNO DI TUTTI I TEMPI...APPROFITTIAMONE...IN UNA PAUSA DI LAVORO PER I MATRIMONI(?????)DIVERSI DAI TRADIZIONAKI...trovassero pochi minuti per un nuovo de-cretino ad Hoc....pentastellati chiaramente concordi.
    Mar

    Nessie said...

    Hai ragione, Mar. Vedo che stai rinunciando ai toni diplomatici per andare anche tu per le spicce. :-).

    Questo "governo più forte di tutti i tempi" è però il vero PROBLEMA e non la soluzione ai nostri guai.

    Anonymous said...

    A parte che in proporzione lo Stato ha rifilato molto di più agli indipendentisti veneti vorrei vedere quanti ne faranno davvero prima di essere riveriti a mezzo TV...direi che oltre a fornire una specie di palese salvacondotto legalizzato per l'impunità sia in atto anche una neppure troppo discreta operazione di minimizzazione, censura o occultamento delle malefatte dei loro privilegiati beniamini accompagnata da altrettanta neppure troppo discreta operazione per far passare per cretini i cittadini che si lamentano dello stato delle cose. D'altra parte è emerso dopo i recenti fatti che in Germania esistono direttive in tal senso. In Italia no? possibile? Proprio noi che siamo quelli che "ce lo chiede l'Europa" (e un'altra dozzina di soggetti da cui prendiamo regolarmente ordini)?
    Scarth

    Nessie said...

    Se ti stai riferendo all'aberrante proposta di Alfano, è vero, quel che dici sul Triveneto. Che ci sia in atto una politica mediatica di minimizzazione e censura di reati gravi (siamo ormai alle efferatezze) è altresì vero.
    NEGARE, MINIMIZZARE, OCCULTARE sono diventate le loro specialità.