03 November 2015

La sindrome del commissariamento permanente




Ignazio Marino dopo un tira e molla estenuante (Marino resta, Marino se ne va) ha lasciato il Campidoglio. O meglio, lo hanno costretto a "saltare la finestra", senza aver finito di mangiare la minestra. Personalmente non me la sento di rimpiangere un sindaco inetto e incapace, preoccupato solo di registrare matrimoni gay dall'estero, per poi abbandonare la Capitale al degrado e al caos. Tuttavia, non mi piace come è stato sfiduciato, senza alcun passaggio nell'aula consiliare romana, e sottoscrivo la mia netta ostilità nei confronti del solito protervo "metodo Renzi". La vita istituzionale del nostro paese è da tempo condizionata da questioni tutte interne al Pd, dalle loro risse e dalla spregiudicatezza di un leader "abusivo" che mostra non solo disprezzo per le regole democratiche, ma anche per tutti gli avversari politici, siano essi esterni che interni.
E' chiaro, pertanto, che la faccenda delle dimissioni di Marino è una faccenda tutta interna al Pd. E' la solita "duma interna" che divora i suoi stessi artefici a "suon di purghe" in modo del tutto antidemocratico. Rassomiglia molto a una guerra per bande rivali di camorra. Feriti, moribondi e morti fino al dissolvimento di quel partito stesso, il quale non gode più da tempo, come il vecchio PCI, di alcun legame di massa. Ma ha dalla sua, solo l'arroganza dei poteri finanziari e le porte girevoli delle cooperative regionali colluse col malaffare.
Ancora una volta è assai probabile che il PD non pagherà il giusto dazio di questo suo ennesimo sfracello. E' chiaro che Marino è una creatura uscita dal loro grembo. D'Alema lo considerava addirittura "un genio" (sic!). Ma la cosa davvero grama e deprimente è che a Roma i piddioti, unitamente a qualche forzista disposto a fungere da stampella (c'è sempre chi è disposto a fare il servo),  siano andati direttamente dal notaio per non passare dall'aula consiliare e sfiduciarlo pubblicamente. Non sono romana, ma se lo fossi, mi arrabbierei a morte. 


Con ogni evidenza la loro tecnica è sempre la stessa: scaricare chi non gli serve più e tirar dritto come se nulla fosse. Loro li creano e loro li distruggono.
Torno al "metodo Renzi", accusato in queste ore da Marino di aver effettuato la sua personale marcia su Roma ("voleva Roma e se l'è presa").

Il neo commissario Francesco Paolo Tronca 

A questo punto, mettiamo i sigilli e i lucchetti al Parlamento. Per quel che serve! Ricordo che il nostro Parlamento è stato depotenziato per ben tre volte! La prima volta (2011)  è arrivata la famosa letterina da Bruxelles, scritta però a Roma da Draghi per far sloggiare il Berlusca a colpi di spread. E sopraggiunse Rigor Mortis con i suoi androidi surgelati telecomandati da Bruxelles, con l'investitura e il placet di Napolitano. La seconda volta fu Napolitano a nominare Enrico Letta (Aspen Institute) , perché la Merkel in una telefonata personale gli fece capire che Bersani lo Smacchia-giaguari era troppo "comunista" per i suoi gusti (correva il 2013). Il che è pure vero, ma non dev'essere la Merkel a dettare il mandato di un premier a casa nostra.

Ma dopo pochi mesi per Bella Napoli non andava bene nemmeno Letta jr. e pensò di metterci il Pallonaro d'Arno, in forza del suo successone alla pecorarie del Pd. Okay, ma le primarie-pecorarie le fanno i piddioti per se stessi, mica  per  tutti gli Italiani!
Fa niente: Bella Napoli, come è noto,  decise e decretò l'ascesa di Renzi a Palazzo Chigi (febbraio 2014).
E ora Renzi, forte di questa "investitura" basata sulla "nomina diretta", ha colto la palla al balzo per riempirci di nuovi "tecnici" dappertutto:  il prefetto Gabrielli già nominato  "badante" di Marino, Francesco Tronca per portare il benefico "effetto Milano"a Roma, poi vorrebbe Giuseppe Sala a Milano come primo cittadino per poter continuare la magia rutilante dell'Expo. Insomma, il "nominato" fa le "nomine" e manda in "rottamazione" (parola a lui cara) la politica.

Che dire? Che siamo alla sindrome del commissariamento permanente. Tecnici dell'Expo che arrivano a Roma. Altri che si candidano sindaci per Milano...
Bene, tanto vale  chiudere il Parlamento, le aule consiliari comunali e magari anche i Palazzi regionali: intanto per quel che servono.
Usque tandem? Per ora avremo una Capitale prefettizia e commissariata. E non è un buon segno.

40 comments:

Anonymous said...

E non è un buon segno.
Da questa vicenda e' ormai chiaro che il "fascismo" , cioe' un " fascio di interessi corporativi riferiti ad un "duce" " , e' un tratto caratteriale degli italiani qualunque sia l' ideologia sotto cui questi interessi siano di volta in volta ricoverati.
In genere dal feroce "crispismo" al ridicolo "berlusconismo" questo e' avvenuto sotto l' etichetta della "destra", e bisogna quindi ammettere che l' aver posto l' attuale corporativismo " eurista" ( e quindi antinazionale) sotto l' etichetta della " sinistra" e' stato un colpo di genio, sia ideologico che politico perche' le masse di sinistra sono molto piu' bovine e manipolabili in un ottica antinazionale e antiidentitaria.
Il lato pero' divertente e' che proprio per la sua struttura "autoritaria" il fascismo ha da sempre l' effetto di "uniformare" il paese ai propri interessi e cosi' osserviamo questa "presa" renziana di Roma che " mutatis mutandis" avra' sicuramente su quella ingestibile citta' gli effetti riordinativi , seppur come sempre transitorii, delle precedenti "prese" savoiarde e mussoliniane :-)
ws

Johnny 88 said...

Il So-Marino era un povero imbecille completamente inadatto al ruolo. Il problema è che in questa disputa interna all'apparatchik Renzi e il PD cercano di scaricare tutto il liquame della mala amministrazione romana sull'ultimo imbecille, ovvero il So-marino, quando invece Marino era quel che era, ovvero un cretino, ma il marciume romano è tutto figlio delle gestioni di Veltroni, Rutelli (e Alemanno) e un marciume in cui il PD, che ha governato Roma per 17 degli ultimi 22 anni c'è dentro tutto per intero. Ora han trovato l'utile cretino (Marino) a cui affibiare tutte le colpe per assolvere così il Partito dallo squallore creato in due decenni di mala amministrazione Veltronian-Rutelliana. L'appoggio dei forzitalioti non è casuale visto che la giunta di Ale-Danno non è stata diversa da quelle di Veltroni e Rutelli, anzi, se possibile perfino peggiore. Per cui la convergenza tra l'apparatchik del PD e i destrorsi è interessata. PD e destre hanno entrambe fatto schifo al governo della capitale ed è bene per entrambe dare tutta la colpa al So-Marino il quale, vista la comprovata stupidità del soggetto in questione, il ruolo di capro espiatorio lo svolge egregiamente.

Nessie said...

@ Ws

E' un'analisi che sinceramente non convince. Il fascismo fu nazionalista oltre che corporativista. Renzi è semplicemente un pupazzo nelle mani di cinici pupari eurocratici che aspirano a dissolvere quel che resta della nostra sovranità, mediante una serie di Trattati irreversibili. Noi impieghiamo, sul piano della retorica discorsiva, categorie che ben conosciamo e che ci rassicurano proprio per questo. "Marcia su Roma"."uomo solo al comando" ecc. Intendiamoci, per comodità, lo faccio anch'io. Ma Renzi non è Mussolini. E' semplicemente uno zerbinotto piglia-ordini. Gli hanno detto di fare presto, perché il parlamentarismo fa perdere tempo alla finanza. E lui lo fa. Punto.
Come abbiamo scritto altre volte, è la finanza che non ha più bisogno dei riti democratici.E lui si adegua.
Per paradosso, Mussolini ha avuto un legame di massa infinitamente superiore all' attuale Abusivo nominato da Napolitano. Ora non ho voglia di elencare tutte le riforme del fascio, ma lì c'era uno stato sociale (le origini socialiste del duce). Viceversa qui, lo stato sociale si deve smantellare. O come dice il Pallonaro d'Arno, ROTTAMARE.

Nessie said...

Johnny88, contro il povero Sotto-Marino c'è stato un fuoco di sbarramento di parecchi cecchini. Alcuni visibili come quelli che hai citato (piddioti con l'aiuto di servi-destri). Altri invece lo hanno fatto senza mostrarsi o tenendo un low profile.
Il Vaticano ce l'aveva parecchio sul piloro perché preoccupato del Giubileo imminente. Non è stata casuale la sparata di Bergoglio in Usa sul fatto che non era lui ad aver invitato il sindaco Marino.
Pure la comunità ebraica non era entusiasta di lui, perché hanno tentato varie volte di contattarlo per problemi concernenti gli ambulanti nel ghetto ebraico, ma Marino non si è fatto trovare, a causa dei suoi frequenti viaggi "all'estero".

http://www.dagospia.com/rubrica-29/cronache/ebrei-romani-affondano-sotto-marino-rabbino-capo-roma-segni-108484.htm

Insomma, vedrai che adagio adagio, verranno fuori altri suoi oppositori.

Massimo said...

Renzi ha preso il peggio della Destra ma nella sua versione caricaturale, alla Bracardi, tanto per dire, per realizzare il peggio dei programmi della sinistra (immmigrazione, omosessualità, svendita di Identità e Sovranità. tasse, repressione delle opinioni). Dalla sua una fortuna che è mancata ai suoi due predecessori, visto che, come era prevedibile, dalle crisi si esce ed uscendo il mondo dalla crisi, viene trainata anche l'Italia.

Anonymous said...

Ma Renzi non è Mussolini. E' semplicemente uno zerbinotto piglia-ordini.
questo e' ovvio , e' invece la forma mentis degli italiani che rimane sempre la stessa come e' stato evidente nel loro istantaneo passaggio dal "fascismo" al " fascismo dell' antifascismo".
ws

Huxley said...

Ciao Nessie, nel frattempo le press-titutes preparano il terreno per il 'nuovo che avanza' di gattopardesca memoria:

http://www.ilprimatonazionale.it/politica/super-alfio-la-spudorata-campagna-pro-marchini-di-corriere-e-repubblica-33399/

Nessie said...

Massimo:

"Renzi ha preso il peggio della Destra ma nella sua versione caricaturale, alla Bracardi, tanto per dire, per realizzare il peggio dei programmi della sinistra (immmigrazione, omosessualità, svendita di Identità e Sovranità. tasse, repressione delle opinioni)".

Temo che se continuiamo a ragionare con queste due categorie (sinistra/destra) che la globalizzazione mostra di aver frantumato bellamente, non se ne venga fuori. Vale anche per i commenti di ws su "fascismo/antifascismo". Le oligarchie mondialiste se ne impippano saldamente di dx/sx. A loro preme che un popolo venga ridotto in schiavitù e che le nazioni si dissolvano in poltiglia multietnica senza più alcuna sovranità.
Se proprio le vogliamo tenere per buone, allora occorre dire che la vera "sinistra" peggiore si è trasferita all'ONU e che le vecchie sinistre locali alla Renzi ne eseguono pedissequamente il dettato.

Così come la peggiore "destra" si è trasferita nel FMI e nella Troika e anche le cosiddette sinistre al governo (vale anche per Hollande) vengono costrette a smantellare ogni briciolo di welfare e di tutela. E' bene pensare ad un mostro a due teste della Chimera: testa di capra (sinistra), testa di leone (destra). Risultato: il Mostro.

Nessie said...

ws, scusa ma io non riesco proprio a vedere una "forma mentis italiana".E nemmeno quel comun sentire collettivo cui fai cenno, educati come siamo ad una forma di individualismo esasperata. E lo dimostra il fatto che Renzi per non sottoporsi ad alcun plebiscito né verdetto elettorale popolare, ci è stato IMPOSTO senza essere stato votato. Cosa di cui fai mostra di non voler ricordare. Ogni volta che il Bullo deve sottoporsi a una prova (anche questa del sindaco Marino), lui si sottrae col commissariamento e con soluzioni tecniche. Oggi, semmai, il Leviatano è altrove: è questo il vero dramma.

Per il resto, vale quanto ho già scritto a Massimo sulla Chimera, il mostro a due teste dell'attuale forma di dittatura euro-mondialista. Che comunque resta un'immagine esemplificativa.

Nessie said...

Huxley, quanto mi scrivi e quanto espone il link che mi hai messo, non fa che confermare l'esatta fotocopia locale di quanto ho appena scritto a Massimo e a ws, circa il Mostro a due teste. Il "nuovo che avanza" deve poter comprendere un po' di destrina e un po' di "sinistrina", per dirla alla Bergoglio.

Certamente, molto mondialismo (l'imprenditore privato) che finirà per regalare le infrastrutture romane (trasporti, servizi ecc.) ai vari Soros . Quel vecchio ebete di Berlusconi applaude e appoggia. Ma anche senza il suo appoggio (che finirà per screditarlo definitivamente) era già tutto previsto.

Nessie said...

PS: per il momento dovremmo sorbirci la Super Soap Opera de Roma che ha già un nome e un volto: AAARFIO! :-)

Anonymous said...

Cara nessie tu continui a sottovalutare l' opportunismo e il conformismo del individualismo italico che appunto si esplica nelle sue "scelte di massa" quali ad esempio quelle esplicate nelle " repentine" svolte politiche viste a ripetizioni nel 1924 , 1945 1969 1992 e non ultima quella che vedremo nel 2016-17 ( a proposito non trovi curioso il "passo " generazionale di queste " svolte" ? :-)).
E quando io dico " fascismo" io intendo questo opportunistico conformismo interessato contro cui spesso inveisce bagnai ( es ultimo http://goofynomics.blogspot.it/2015/11/i-traditori.html ) e non intendo certo quei quattro che nella ideologia fascista ci hanno creduto davvero.
E questo solo perche' fu proprio con il fascismo che questo opportunistico conformismo di massa esplose in modo politico evidente , sebbene esso fosse gia' ben visibile nelle epoche precedenti dominate dal conformismo cattolico.
ws

Nessie said...

Scusa ma mi pare che questa sia una conversazione del tutto oziosa che non porta da nessuna parte. E tu, a mio avviso, continui a ragionare come se fossimo ancora in un contesto NAZIONALE, quello che per l'appunto abbiamo già perduto. E se non c'è NAZIONE, va da sé che non può esservi popolo.

L'ha capito benissimo Napolitano (contro cui ti dovresti scagliare veramente) quando ci ha rifilato ben 3 governi "tecnici" (anche questo lo è, perché comanda Padoan che è un ex FMI) . Mi fa sorridere poi che continui a menarla col "fascismo", quando in realtà siamo in pieno "fabianesimo" massonico.

Nessie said...

PS: l'articolo postato da goofynomics, lo trovo mediocre e qualunquistico. Se questi sarebbero i "sovranisti", andiamo bene!

paolo said...

I commenti di ws sul fascismo mi ricordano quelli di Michele Serra contro Berlusconi che venne chiamato fascio-aziendalista. Non se ne può più di questo pan-fascismo visto dappertutto. Sembra la famosa notte di Hegel nella quale tutte le vacche sono nere.

Anonymous said...

mi fate sorridere perche' avete scoperto ora il "tradimento delle elites" e a questo vi attaccate per non vedere il "tradimento del popolo" , dimenticando cosi' che SEMPRE , e specialmente in "democrazia", l' elite e' lo specchio del "poppolo" e viceversa.
Volete la salvezza ? E chi ve la dovrebbe dare se non una NUOVA elite .E da dove essa dovrebbe venire fuori ? Dal " vecchio" poppolo che quantomeno si e' tenuto a ripetizione quella VECCHIA ?

ws

Nessie said...

Paolo, si dà il caso che dal dopoguerra a oggi le vacche siano state rigorosamente "rosse", ma qualcuno è daltonico.

Nessie said...

Intanto per cominciare le élites non hanno alcun bisogno di "tradire" (vecchio termine cristiano che proviene dal latino "tradere" = consegnare). Le élites (e qui, sei tu che non vuoi capire) si reputano al di là del Bene e del Male e sono del tutto "autoreferenziali", caro mio. Si situano al di là del popolo (o "poppolo", come lo chiami) di cui se ne fregano e non hanno alcun bisogno di legittimazione popolare (si veda il discorso della Malmstrom), e che vogliono perfino asfaltare in poltiglia multietnica.

Ora capisco perché il povero Petrosillo si è incacchiato tanto con te! Sei ostinato e neghi l'evidenza della situazione in cui siamo sprofondati, attaccandoti a categorie obsolete come "fascismo" e "antifascismo". Conformismo = fascismo, e via delirando. Il conformismo può essere anche "bianco" (cattolico) , rosso (comunista) , "verde" (ecologista). Non ha un colore fisso, come pretendi.

Per tagliare la testa al toro, leggiti quel che ha scritto Eugenio D'Orso sul Pd:

http://pauperclass.myblog.it/2015/10/31/degrado-sopraffazione-corruzione-nel-dna-del-piddi-eugenio-orso/


Lui ha perfettamente capito che non siamo più in un contesto NAZIONALE, tu no.Tu credi di essere ancora nel pollaio di Pontedera.

Aldo said...

Non siamo più in un contesto nazionale. In gran parte vero, anche se permangono alcuni (per di più, costosi) fantasmi di formalismi nazionali. Si può tornarci, in quel contesto? Come? Su che scala? (Stato unico italiano, confederazione di sotto-stati su scala regionale o pluriregionale, frammentazione comunal/provinciale... accetterei perfino di buon grado un marasma anarchico alla si-salvi-chi-può, di gran lunga meglio del brodo multinazionale che ci viene imposto dall'alto).

Gran parte del SENSO del continuare o non continuare a conversare su questi temi credo che stia lì: si può fare qualcosa per rimediare al danno cagionato oppure no? se sì, cosa?

Capisco che sono interrogativi molto "in grande stile", ma sono gli interrogativi che mi pongo e ai quali non trovo risposta, per cui li ribalto "addosso" a voi, speranzoso.

Anonymous said...

beh cara nessie e' inutile continuare su questo argomento visto che ormai trascendi nel personale.
E da questo punto di vista non cadro' certo nella polemica "Petrosillo si è incacchiato tanto con te! " perche' ti riferisci ad una non-questione datosi che io sentii le dichiarazioni di garavaglia a omnibus ben dopo il convegno riportato da petrosillo.
ws

Nessie said...

Beh, caro ws, niente di personale, ci mancherebbe. Ma temo che su certe problematiche tu abbia una buona dose di ostinazione. E quella traspare anche dagli scritti.

Nessie said...

Sì, Aldo, sono interrogativi assai inquietanti e in "grande stile", perché buona parte delle persone, magari anche in buona fede, non ne vede questi risvolti angosciosi e preferisce seguire la "fiction" di questo o quel Pupo comandato per la bisogna e chiamato a recitare per un "teatrino nazionale" in via di dismissione.

A noi non rimane che fare i telespettatori attoniti e magari credere di esercitare qualche libertà nell'affibbiare nomignoli e soprannomi a un premier abusivo (Pentolaio, Bimbominkia, Pittibimbo, Pallonaro,Bomba, Sicario fiorentino e chi più ne ha più ne metta).

Di volta in volta, svuotano le istituzioni fino a depotenziarle del tutto. Una volta zac!... sparisce il Senato. L'altra sparisce un'aula consiliare della Capitale e ti confezionano un prefetto con un nome che è un programma (Tronca) neo commissario che si picca di indossare la fascia tricolore di sindaco. Ma quando mai?!? E chi lo ha eletto?

Poi con quella se ne va a fare l'inchino a fino a "troncarsi" in due da Bergoglio, poi alle Fosse Ardeatine, quindi alla Sinagoga. Insomma, si direbbe che è andato a rendere omaggio a quelli che contano a Roma.

Mi fai una domanda da un milione di punti. Per tornare al contesto nazionale occorrerebbe trovare una classe dirigente in grado di rinegoziare tutti i trattati-capestro che ci legano mani e piedi alla Ue, uscire dall'Euro, ripristinare eserciti, pattugliare i confini e imporre dazi delle merci.

L'altra domandona da 1 milione di punti è : sì, ma chi lo fa?

Poi ci sono le soluzioni strettamente locali. Si accettano sperimentazioni.

Nessie said...

PS: una ripassatina sui personaggi ai quali chi DEVE rispondere Renzi, non fa male:

http://sauraplesio.blogspot.it/2014/10/gli-uomini-che-sussurano-renzi.html

finanza, banche, multinazionali, lobby e agenti provocatori al soldo della Cia. Ecco il contesto "nazionale" che non c'è.

Nausicaa said...

Oddio dalla foto che hai messo, dover scegliere tra Marino e Renzi è davvero una bella lotta :-)

resta il fatto che Renzi si è comportato da boiardo arrogante che aveva già pronta la squadra di "tecnici" con i quali sostituire Marino, senza passare dalla procedura di "sfiducia". Chissà quanto tempo è che si studiava la mossa!
Vanno ricordati i nomi e cognomi di FI che hanno dato una mano al Pd. Un altro autogol per il partito di Berlusconi.

Anonymous said...

Dittatura e Democrazia
Intanto fissiamo i gradi di libertà,o i punti fissi per avere un sistema o l'altro.
Il popolo sovr-ano,praticamente non conta niente nello scegliersi un sistema o l'altro.Lo dimostra quanto accaduto prima della seconda guerra mondiale.Il Comunismo,il Fascismo,il Nazismo,e il Franchismo(in Spagna)sono stati atti di violenza,imposti da gerarchie locali,coordinate,(per la distruzione dell'Europa allora esistente ,e la costruzione di una nuova non più indipendente)da una supergerarchia transnazionale.
A tragedia compiuta,ci hanno regalato finalmente le "democrazie",il sistema più subdolo di governo,dove chi "sembra"governare è il popolo....Infatti con libere votazioni...Il popolo(o una minoranza di esso)si sceglie i suoi governanti(candidati,però, dall'alto)...che governerannono poi anche per la vera maggioranza di chi non ha votato o non li ha votati.
Da un po' di tempo c'è anche il malvezzo,di far governare "democraticamente"il popolo sovrano da individui mai eletti dai governati stessi.
Io paragono la democrazia al pendolo con le sue oscillazioni...Un sistema inattaccabile studiato da menti sataniche....per governare legittimamente...col consenso libero dei pochi(ma che valgono)votanti.
Non allungo il brodo...ma il sistema funziona all'incirca così...quella che chiamiamo "da illusi"l'alternanza democratica".
Vincono ,per cominciare, per esempio i "sinistri"...Il supergoverno,facendo chiaramente i suoi interessi di potere ed economici,non accontenterà i sinistri...anzi è là che "taglierà"....Risultato i sinistri delusi si sposteranno a destra...e alle prossime elezioni vinceranno probabilmente i "destri"(sempre per libere elezioni)...e se mai il colpo non riuscisse,con tradimenti,fughe,contestazioni ,scorpori,coalizioni,un governo di "destri" si mette in poco tempo in piedi ....Compito di questo nuovo governo è scorticare i destri,scontentadoli ,così che delusi,poi,in parte, alle prossime elezioni voteranno a sinistra.
E la grande conquista democratica che dall'alto ci hanno regalato e,oggi, regalano a tutti i nuovi Stati(dopo un po' di sofferenze)...si chiama "Alternanza Democratica"....Vota,vota per chi ti pare,ma vota...poi con un po'di giochi delle tre carte...le supergerarchie governeranno come e con chi gli pare...Governi tecnici,Commissari,Consulenti locali o in prestito dall'estero...e così via fino alle prossime "libere" elezioni.
Saluti Mar

Nessie said...

Questa è l'ultima intervista di Marino a Floris andata in onda ierisera:

http://www.la7.it/dimartedi/video/ignazio-marino-svela-i-suoi-segreti-03-11-2015-166432


Nonostante la mia contrarietà verso Marino, è evidente che dal punto di vista procedurale ha ragione lui. Come romano, che vive la città mi aspettavo notizie più concrete e contingenti su questo caso, invece di un discorso generico sui "massimi sistemi intorno alla democrazia".
19 consiglieri del Pd che lasciano l'incarico per andare a firmare un documento da un notaio, è un'emerita porcata.

Gli altri 7 erano consiglieri della destra. E fanno 26. Sai dirmi quali, per caso?

Nessie said...

Nausicaa, quelli a cui accenni, non vorrei sbagliarmi, ma sono consiglieri eletti nel partito di Alemanno.

Comunque non si deve scegliere tra Marino e Renzi, ma porre l'indice su come Renzi ha gestito questa crisi del comune di Roma nel doppio ruolo di segretario di partito e di presidente del Consiglio "non eletto".

Johnny 88 said...

E ora il Banana e il suo figlio illegittimo di Firenze inciuceranno senza nemmeno più ritegno. PD e FI uniti su Marchini. Ormai nemmeno tentano più di salvare le apparenze

http://www.corriere.it/politica/15_novembre_04/lorenzin-per-roma-pd-forza-italia-convergano-marchini-9ca4e76c-82f6-11e5-a218-19a04df8a451.shtml

Nessie said...

Ho sentito di questa stronzetta! Parlo della Lorenzin e di come sta sgovernando la Sanità. Stasera al Tg ha praticamente fatto capire che l'unico modo per impedire il sovraffollamento al Pronto Soccorso di Roma con malati anziani abbandonati da giorni sulle barelle, è non andarci. Al pronto soccorso, of course.
Meriterebbe il linciaggio!

Prepariamoci col Cav Pompetta e il Pentolaio (le disgrazie non vengono mai sole) :
Prossimamente sugli schermi, una Soap Opera Mediaset dal titolo: AAARFIO!

Attore principale: Arfio

E' stato allertato tutto uno stuolo di parrucchieri per dare gli ultimi colpi di spazzola alla sua pettinatura.

Nascerà pertanto l'Arfio Hair. E per gli stilisti è già pronto l'Arfio Style.


Anonymous said...

E daje …più commissariamenti…più istituzioni assenti(Il Vate)

Il sotto Marino che da Buzzicoop si faceva finanziare
sarebbe stato forse un argine al romano malaffare??
Un pinocchietto di sindaco bravo solamente a mentire
una vera macchietta che a Roma ha fatto solo imbufalire
romani e non, con panda rossa sempre in sosta- divieto,
e poi via…a firmare matrimoni gay sempre pronto e lieto.
E come a Pittisbugh il parassita doppiò il rimborso spese,
così a Roma pranzi e cene alle spalle dei romani pretese,
e mentre al funeral Casamonica la facea da gran padrone,
il nulla che cammina, latitava ai Caraibi sotto l’ombrellone!
Alla fine tutti han capito che stò inutile ed inetto fanfarone
era solo un gran quaraquaqua incapace a gestire la situazione
e dopo avergli affiancato la rossa badante,ex civil protezione,
l’han ben trombato gettandolo come spazzatura nel cassone!

E’ iniziata l’era dei commissari e dei commissariamenti,
sintomo chiaro che la democrazia vacilla e vive di stenti,
anzi dal 2011 essa è diventata un vero e proprio miraggio
da quando al comando il Banalitano ampliò il suo raggio.
Eh…si!Il vecchio massone-inciucione e pure gran scoreggione
per Friedman, ebbe la sua folle oltreché demente invenzione,
stoppò di fatto nel paese la democrazia con un golpe infame…
tuonando tre scorreggie Monti,Letta,e piazzista di pentolame,
tutti suoi bimbiminkia servi proni e giullari della Ue reame
che sino ad oggi ci han regalato solo gran miseria e fame!
Ora il Napo…letame s’è ritirato in un covo di… serpenti
(Roma –vicolo serpenti) e mette ancora tutti sull’attenti,
Boschi compresa obbligandola ad inserire nella finanziaria
suoi benefits e privilegi ,anzichè la galera con un’ora d’aria!

Nessie said...

Vate, prepara il prossimo per Marchini e la sua pettinatura brizzolata :-). Il Napoletame come hai scritto si è ritirato (ma non troppo) nel covo di serpenti, e ora c'è il Mozzarella in carrozza.

Eleonora said...

Oltretutto, c'era una mozione di sfiducia pronta contro marino sottoscritta dai 5stelle e dalla destra... ma il pd, o meglio, quel lurido di fonzarelli ha obbligato i suoi a dimettersi tramite notaio e in una stanza chiusa a chiave. Marino èun demente assoluto MA era stato scelto legittimamente dai romani. Tutto fa schifo. Proprio tutto.

Nessie said...

Ele, evidentemente devono ringraziare la sua "demenza", se possono permettersi di fare simili porcate, in sfregio ad ogni prassi politica. Un altro li avrebbe denunciati per vilipendio nei confronti delle istituzioni. Loro li mettono in piedi, loro li distruggono, loro rieleggeranno un altro "fake" come Marchini the Beautiful.

Nausicaa said...

E' OT col tema del post, ma è una notizia così triste che vale la pena di darla lo stesso. Quel poveretto che si era difeso dai furti ripetuti degli zingari è morto di crepacuore. Gli aveano dato 5 anni e mezzo di galera e l'obbligo di risarcire gli zingari per 140 mila euro

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/morto-ermes-mattielli-1191248.html

un'altra vittima di questo che non è più uno stato di diritto.

Nessie said...

Grazie. Grande commozione. Davvero uno stato assassino e delinquenziale peggio dei ladri e dei rapinatori che del resto, protegge, specie se allogeni. E chi si somiglia, si piglia.

Faithful said...

Macché protegge secondo me ci si identificano nei ladri zingari,sono uguali,e dev'essere per questo se..

http://voxnews.info/2015/11/06/consiglio-ricorda-ermes-mattielli-pd-abbandona-aula/

La soap romana non mi entusiasma minimamente in quanto è evidentemente un teatrino ma se a Milano se li rieleggono allora i milanesi se le vanno davvero a cercare.

Nessie said...

Faithful, ti vedo infuriato. Quante volte l'abbiamo scritto che quella è "specie protetta" con licenza di furti e amnmazzamenti da parte dell'Onu, della Caritas e delle comunità ebraiche per via del fatto che Hitler li mise nei campi di concentramento e pertanto li considerano fratelli di sventura? Se non godessero di tutte queste franchigie, sarebbero giustamente sanzionati quali assassini e delinquenti comuni, puniti con il carico di pene previste dalla legge. Poi c'è la magistratura che funge da ammazzasentenze e li lascia liberi di delinquere inasprendo la pena per chi si difende, come nel caso di questo povero rigattiere, morto di infarto per le angherie subite.

Su Roma. Piuttosto di loro, preferisco addirittura il M5S.

Quanto a MI, basta coi tecnici da Expo.

Faithful said...

"Su Roma. Piuttosto di loro, preferisco addirittura il M5S."

Guarda una loro eventuale vittoria a Roma potrebbe essere persino auspicabile in quanto propedeutica sai?
Questi qua nei comuni di una certa importanza in cui sono saliti (vedi Parma e Livorno) hanno dato prova di essere capaci né più né meno quanto lo era il vecchio governo Prodi del biennio 2006/2007 (ve lo ricordate vero?)
Forse Roma darebbe loro i riflettori che non hanno avuto dove governano ora (e si capisce anche perché).

Sugli zingari liberi di fare quel ca**o che vogliono dico solo che le zingare riprese tempo fa da striscia a mettere le mani nelle borse a Pisa una settimana dopo quel servizio erano di nuovo sul "posto di lavoro".
E' semplice:li fanno venire,gli regalano ogni ben di dio (il comune di Pisa a quegli zingari anni fa gli regalò addirittura una casa in muratura,oltre a tutti i vari prefabbricati) e li fanno "sentire a casa" lasciandoli impuniti di fare quello che vogliono,nel quartiere dove si sono piazzati questi la gente ha addirittura smesso di mettere i panni ad asciugare fuori in giardino per dire che bel clima che c'è.

Anonymous said...

"E tutto questo mentre agli italiani viene chiesto di compilare rapporti Isee, Istat, 730, 740 , dichiarazioni alle Agenzie delle Entrate sui metri quadri di una casa, atti del catasto da inviare all'Enel per l'allacciamento della luce, e altre menate a non finire sulla loro redditività."
Abbi pazienza Nessie , Mattarella e Severgnini hanno detto che non dobbiamo lasciarci rubare il nostro stile di vita ! Che caspita !
E a Paulus vorrei far notare che, ripetendosi in Italia una simile situazione, se a qualche ragazzo durante la mattanza venisse malaugaramente in testa l'idea di reagire per difendere se stesso e le altre potenziali vittime facendo secco il fanatico che sta sparando verrebbe subito il magistrato di turno a indagare perchè e percome ha ucciso il folle, perchè prima non ha tentato solo di ferirlo, perchè prima di sparare per difesa non lo ha avvertito, sparato tre volte in aria, l'angolazione della pallottola, se c'era volontà di offesa premeditata , e simili cazzate. Dopo di che verrebbe indagato, avviso di garanzia , inquisito per eccesso di leggittima difesa etc etc.
Il nostro stile di vita deve rimenere sempre lo stesso accidenti ! Pagare le tasse e prenderla in quel posto. Eppoi dobbiamo capire comprendere , accettare l'estraneo; poverino viene da un paese in guerra, la guerra è un risultato di cattiva politica di noi europei sfruttatori. Dobbiamo metter una toppa al nostro secolare egoismo di portatori di civiltà e progresso a danno delle loro culture.
Quella band Metal alla moda suonava musiche discutibili per farlocconi alla moda ma resta sempre il pensiero che in mezzo a quei ragazzi che avevano l'unica colpa di sentire uno stupido concertazzo rock c'era anche una brava ragazza italiana, ricercatrice laureata, che voleva trascorrere una serata diversa con gli amici. Sarà pure musica scombiccherata e fracassona ma la differenza tra noi occidentali e gli islamici è che siamo liberi di fare ciò che più ci pare e piace senza rendere conto a himam e preti che ci educano (impongono) quello che dobbiamo o non dobbiamo fare nella vita. Un occidentale può tranquillamente essere un bravo lavoratore, uno studente modello, uno scienziato brillante e nello stesso tempo ascoltare la musica che più gli interessa. Ma dov'è il problema ? In fondo le nostre usanze sono cavoli nostri !
Il fallito islamico figlio di paesi arabi falliti e miserabili per causa della loro arretratezza culturale e religioso-superstiziosa non ha diritto alcuno di insegnarci (imporci) i valori della sua subcultura da sottosviluppati mentali !
Se l'Europa non ti sta' bene vattene !
Cordiali saluti
Max da Roma

Nessie said...

Max, hai ragione: è vero che le nostre usanze sono cavoli nostri e che non dobbiamo rendere conto a nessun imam. Ma io non è che volessi stigmatizzare chi va al concerto di una band metallara. VOlevo soprattutto criticare le nostre dirigenze come Mattarella e Bergoglio, certa stampaa e il loro qualunquismo.
Però non capisco come mai metti questo commento sotto un vecchio post che risale al 3 novembre, invece che sotto l'ultimo appena fatto. Saluti.