14 October 2015

Proteste a Berlino contro il TTIP. In Italia si dorme




Una grande folla ha sfilato per le strade di Berlino per opporsi agli sforzi dell'UE di adottare gli accordi bilaterali TTIP, l’Accordo Transatlantico sul Commercio e gli investimenti, e il CETA , l'Accordo Economico e Commerciale Globale tra Ue e Canada, che sollevano molti dubbi. In Italia la stampaglia tace o minimizza l'evento relegato ancora una volta ai trafiletti. Se poi vi prendete la briga di chiedere un po' in giro a colleghi, conoscenti ed amici, alla domanda "Lo sai cos'è il TTIP?" Beh, vi guarderanno allocchiti. Per forza, i canali ufficiali non non cercano minimamente di mettere a fuoco informazioni nel merito. Ma cominciamo a decriptare l'acronimo: TTIP Transatlantic Trade and Investment Partnership. Ovvero Partenariato transatlantico per il commercio e gli investimenti.


Cinque treni speciali e 600 autobus sono stati noleggiati per portare i manifestanti, provenienti da tutto il paese, nella capitale dove, a piedi dalla stazione principale, hanno sfilato attraverso il quartiere governativo e il parco Tiergarten.

I manifestanti chiedono di "porre fine ai negoziati con gli Stati Uniti sul TTIP e di non ratificare l'accordo CETA con il Canada." In un comunicato stampa, gli organizzatori dicono di temere che "i due accordi affosseranno i diritti democratici e ridurranno gli standard sociali e democratici".

La protesta è stata organizzata da una larga coalizione di oltre 30 gruppi della società civile, tra cui attivisti ambientali, sociali e culturali e dei sindacati, organizzazioni religiose.

Secondo la Reuters, "l'opposizione al TTIP è cresciuta durante lo scorso anno in Germania, con i critici che temono che il patto consegnerà troppo potere alle grandi multinazionali a scapito dei consumatori e dei lavoratori."  (fonte: L'Antidiplomatico



Ma vediamo quali sono i veri rischi quando la stipula di questi accordi "segreti" verrà ratificata: Le CORPORATION potranno far causa a intere nazioni se ritengono che quelle nazioni abbiano legiferato nell’interesse dei loro cittadini, ma non nel loro.

Ciò significa che avremo fitte schiere di multinazionali che possono intentare  cause costosissime contro il nostro Paese (e gli stati membri europei),  in forza di  agguerritissimi collegi di avvocati  di cui dispongono (possono pagarli bene), imponendoci spese di Stato rovinose di fronte alle quali un governo finisce quasi sempre per capitolare,  cambiando la sua legislazione per adattarla a interessi "non nazionali". In altre parole, le lobby private possono piegare paesi sovrani indebitandoli mediante parcelle e sanzioni da capogiro. Il TTIP prevede inoltre che le Corporation possano promuovere queste cause  presso tribunali cosiddetti OFF-SHORE. E cioè al di fuori della comunità europea, dove da veri pirati quali sono,  si trovano  più a loro agio.

Sta crescendo inoltre la preoccupazione  che tali negoziati in Europa possano  favorire gli OGM nell'agroalimentare (Monsanto, Syngenta, Bayer ecc)  e il shale gas (gas d’argille, scisto, vedi il fracking) e minacciare i diritti digitali  del lavoro, rafforzando le multinazionali. Un esempio corrente, relativo ai servizi: orde di tassisti pakistani in mano alle multinazionali dei trasporti. A Uber piace il TTIP e il TISA. 
Inoltre questi trattati sono irreversibili, non saranno più modificabili e  non  si può recedere  da essi in quanto sono sovranazionali. 
Io ho già firmato contro e se ci saranno cortei anche in Italia, non farò mancare la mia presenza, poiché ne va di mezzo la nostra vita, il nostro futuro e la nostra sopravvivenza:  nostra, dei figli e dei nipoti (per chi ne ha). Ormai siamo alla devastazione completa di quel che resta della democrazia. 

Per firma : https://stop-ttip.org/firma  




Altri acronimi della Grande Truffa Mondialista: 

TISA = Trade In Service Agreement, Ovvero Accordo commerciale sui Servizi
TAFTATransatlantic Free Trade Area. Ovvero Accordo Transatlantico per il Libero Commercio tra gli USA e la EU ha per scopo quello di “proteggere” gli investimenti” e rimuovere le barriere ad essi svantaggiose.
CETA = Accordo Economico e Commerciale Globale tra Ue e Canada.


27 comments:

Huxley said...

Ciao Nessie, a proposito di questo, riporto la dichiarazione dell'€urokomissar
Cecilia Malmström:
(la traduzione e commento sul profilo fb del Movimento per la Democrazia in Europa NO U.E.)
Commissaria UE:"Non ho ricevuto il mio mandato dal popolo europeo" (Ed è già qualcosa che non abbia parlato di "plebaglia europea", n.d.r.
TRAMITE la pagina BASTA EURO
Dall'Indipendent " La Malmström ha riconosciuto che un accordo commerciale come il TTIP non ha mai ispirato così tanta opposizione appassionata e diffusa. Eppure, quando ho chiesto a lei, Commissario per il Commercio in UE, come potesse continuare la sua promozione persistente del TTIP a fronte di tale massiccia opposizione pubblica, la sua risposta è stata raggelante: "Io non ho ricevuto il mio mandato dal popolo europeo ".
" In realtà, come ha appena rivelato un nuovo rapporto di War on Want, la Malmström riceve gli ordini direttamente dai lobbisti che pullulano nei dintorni di Bruxelles. La Commissione Europea non fa mistero del fatto che è al servizio dalle lobby del settore come BusinessEurope e il Forum Europeo dei Servizi, esattamente come una segretaria che scrive su dettatura. Non c'è da meravigliarsi che i negoziati TTIP sono impostati per servire gli interessi delle multinazionali, piuttosto che le esigenze del pubblico ".
" Cecilia Malmström ha dimostrato il disprezzo con cui lei ed i suoi colleghi commissari europei vedono il popolo europeo. Siamo stati avvertiti ".

http://www.independent.co.uk/voices/i-didn-t-think-ttip-could-get-any-scarier-but-then-i-spoke-to-the-eu-official-in-charge-of-it-a6690591.html

ma 'ci vuole più €uropa' come dice il vostro P.d.R.

Nessie said...

Huxley, ti ringrazio di aver riportato il discorso di quella stregaccia arpia della Malmstrom. E' pazzesca la protervia di questi cattivi soggetti. E ce lo vengono pure a dire a muso duro!

Ricordiamoci inoltre che col TTIP e il Tafta (che palle questi acronimi!) avremo ancora più invasione migratoria di quella che c'è già, perché il loro slogan è ONE MARKET, ONE WORLD.

Se non l'hai ancora fatto firma e fai firmare. E' una debole speranza, ma occorre sempre tentarle tutte.

Nessie said...

PS: Non è un caso che in questo sconquasso ieri alla Camera abbiano accelerato lo ius soli:

http://www.ilgiornale.it/news/politica/sinistra-approva-ius-soli-orgogliosi-dei-nuovi-italiani-1181944.html

Col TTIP in arrivo, occorre legalizzare anche le libere transumanze.

Maria Luisa said...

Ma quando si tratta di leggi e trattati ammazza europa non se ne parla mai.Credo che non siano tanti quelli che sono a conoscenza di questa ennesima" mazzata".

le cose si sanno solo ha fatto compiuto.

Maria Luisa

Nessie said...

Maria Luisa, è vero che c' è poca informazione e quella poca che c'è è tutta pilotata. Però se i cittadini facessero qualche sforzo per capirne di più qualche articolo alla voce TTIP e Tisa lo si trova. Fatti un google e vedrai da te che un po' di pubblicistica c'è:


http://www.ecplanet.com/node/4666

Hai detto bene: questi sono trattati "ammazza Europa" e "ammazza Italia". Pare addirittura che verranno eliminate le etichette di provenienza dalle merci, perché intanto siamo un SOLO mondo.
Come canta la canzone di Lennon:

....and the World will be as ONE.

sai che meraviglia!

Anonymous said...

Malm-Strom....parola composta...ho cercato sul vocabolario svedese se mai avessero separate un significato corrente.
Sono rimasto incuriosito dai vocaboli sinonimi(talvolta irriverenti)che questo vocabolario on line, riporta per la lingua Italiana, per le due parole corrispondenti svedesi , s in questione... "malm" e "strom"(se separate).
Forse,ma non ho trovato dati... la parola composta ha tutt'altri significati....magari tutti positivi.
DA http://www.woxikon.it/all/stromSVEDESE
DIZIONARIO SVEDESE
-PAROLE SIMILI A MALM
per l'Italiano
melma {f} malanno {m} melone {m} Milano mulino {m} maialino {m} milione {m} millennio {m}
-PAROLE SIMILI A STROM
per Italiano
strame {m} stronzo {m} stormo {m} storno {m} strano strambo sterno {m} strana {f} storione {m} stronzio {m} stringa stremato stremare Saturno strenuo.
Non sono un linguista,nemmeno un etimologo,quindi non commento,prendo solo nota,ma mi diverte tanto il gioco.... "Nomen Omen",che qualche volta c'azzecca.
Saluti Mar

Anonymous said...

"a fatto compiuto" non "ha fattoH etc.
Sto diventando preda della disgrafia.
Ti ringrazio per il link.

John Lennon ...e pensare che mi piaceva tanto quando faceva il Beatle.

Quella delle etichette mi mancava: ma io voglio sapere da dove arrivano i pomodori pelati, non voglio quelli cinesi pieni di pesticidi, come le cozze thailandesi.
Maria Luisa

Nessie said...

Sì Mar, quale che sia l'origine (potrebbe provenire pure da Malmo, città svedese) nel caso di questa Arpia, vale il nomen/omen.

Nessie said...

Maria Luisa, noi ci svegliamo solo ora sui trattati, preché nel frattempo hanno preso un allagamento macroscopicocome il TTIP e il Tisa, ma c'era già il Trattato di Marrakech nel 1994 che sancì la nascita del WTO (Organizzazione Mondiale del Commercio). Perciò, la libera transumanza degli uomini, non fa che seguire le merci e i capitali. E' grazie a queste porcate "segrete" o semisegrete che abbiamo il ciclo non virtuoso dell'olio detto "extravergine" proveniente dal Marocco e Tunisia, passando per il POrtogallo.

https://it.wikipedia.org/wiki/Accordo_di_Marrakech

Qui un bel link sul ciclo dell'olio:

http://www.aziendaagricolacarbone.it/olio-doliva-ti-imbottiglio-truffa-oli-dimportazione-spacciati-italiani-spiegato-il-paradosso-dellitalia-campione-dimportazioni/

Johnny 88 said...

Diciamo anche che in Germania i partiti di opposizione come la Linke, i Verdi e Pegida stanno facendo molta informazione sull'argomento del TTIP. Qui da noi quelli che la dovrebbero fare tacciono o si limitano a un'opposizione di facciata. Salvini dovrebbe essere molto più duro su questo punto e spingere molto anzichè limitarsi agli immigrati (non che sia pro-immigrati ovviamente, solo che non può essere l'unico argomento).

Anonymous said...

Che mi dite se togliamo la "m" e aggiungiamo la "e"? Maelstrom! Un nome, un destino...
LaFont

Nessie said...

Dovresti spiegarmelo, perché lo svedese non lo so. Conosco il Maelstrom di Edgar Allan Poe, che significa il gorgo, l'abisso. Se è così, va più che bene per quella dannata megera.

Nessie said...

Johnny, sono d'accordo. Queste sono le classiche battaglie identitarie che dovrebbero essere sposate dalla Lega. L'immigrazione è importante, ma bisogna trattare tutta una serie di altri temi relativi alla nostra salvaguardia. E non c'è come il commercio, i prodotti alimentari e tutto il nostro made in Italy che dovrebbe essere difeso a spada tratta.

Faithful said...

Guarda Nessie io non dico neanche più nulla,ormai lo dicono loro che ci stanno sostituendo

https://twitter.com/Deputatipd/status/654231138970521600

Nessie said...

Faithful, l'hai capita o no, che difendono i loro nuovi investimenti? E cioè "le risorse". Noi non siamo più "competitivi". Hanno bisogno di gente che abbia fame, non di pasciuti borghesi bianchi, europei e occidentali. E' il mercato (il L'Oro) che esige la sostituzione. Le Grand Remplacement, lo chiamano.

Anonymous said...

Proteste a Berlino contro il TTIP,in Italia si dorme.
Che in Italia si dorme,è verissimo,un po'per un popolo allevato(sapientemente) negli ultimi decenni nell'ignoranza....un po' perché i più intelligenti hanno fiutato che è da tempo che siamo schiavizzati da pochi "transnazionali"(con cultura plurisecolare a guadagnare sul commercio del denaro),ed è meglio per loro per sopravvivere di "obbedire" piuttosto che "combattere"....Un po'perché in questi ambienti marci,che si sono formati, vengono "naturalmente" a galla i più furbi, talvolta ciarlatani e incapaci,ma paladini manifesti di tutte le libertà....A chiacchiere,ma schiavisti dei loro stessi connazionali,per conto terzi.
Gli accordi di cui parli,come gli altri similari del passato,e altri ancora peggiori da aspettarsi per il futuro,sono le ultime spallate ai muri ideali divisori che caratterizzavano le identità nazionali.
I nomadi istituzionali,hanno vinto da tempo,non sono più pastori come nei loro tempi mitici,ma mercanti,i peggiori tra i mercanti,quelli che speculano sul denaro....fissandone i costi e gli interessi....Quando invece il denaro dovrebbe essere solo il mezzo per consentire/sveltire gli scambi tra merci prodotte e consumate.
Uno Stato che non ha una propria moneta da gestirsi autonomamente,in funzione delle alternanze economiche interne è perso in partenza....Se in difficoltà deve rivolgersi ai "cravattari"che ti fanno pure la grazia di prestarti "carta straccia" ad usura.
Sono pessimista....malgrado la sporadica massiccia protesta Berlinese,per dimostrare che in fondo abbiamo la libertà di protestare(che te la sbatti se non approda a nulla).. e in questo caso particolare per le leggi di libero scambio tra Continenti.....Ma è purtroppo da tempo che siamo stati schiavizzati da pochi cialtroni....e da questa condizione non ne usciremo "più"...anzi...Vedi la Grecia....il peggio deve ancora venire.
Tutto cominciò(come ho già detto) dalla Rivoluzione Francese,che creò poi a ruota Napoleone("bon a rien" come diceva Giuseppina)...
Quattro fratelli banchieri,che facendo firmare quintali di cambiali,agli Stati cugini o fratelli,per combattersi e per difendersi l'uno dall'altro.....col risultato assurdo finale di massacrarsi a vicenda....A bocce ferme i banchieri divennero,allora, i padroni del vecchio continente... con solidi pacchetti di debiti pubblici,in tasca,firmati da tutti i belligeranti...debiti da allora cresciuti a dismisura.
Complimenti ai Berlinesi che almeno ci provano....ma i risultati che otterranno sono facilmente prevedibili...Una grande manifestazione di libertà democratica(organizzata magari dai loro padroni,a loro insaputa) di un popolo suddito,non più sovrano....ma che "deve" continuare a essere convinto di essere sovrano e decidere autonomamente il suo destino.....Oggi le manifestazioni non si negano a nessuno...servono da camomilla per i più arrabbiati.
Saluti Mar

Nessie said...

Può essere che tu abbia ragione. In fondo una manifestazione di oltre 250.000 persone non la si può negare. Ma chiedi al tuo giro d'amicizie e di conoscenze: nessuno (o pochi) in Italia sa cos'è il TTIP. I tedeschi hanno i loro difetti ma sono dei consumatori molto intransigenti. E fanno bene.
Il problema è che il consumo vogliono gestirlo quelle élites a cui fai riferimento. E che non ci saranno più opzioni. A cominciare dalle etichette di provenienza che spariranno.

Hector Hammond said...

Qualcuno disse che nei tedeschi è rimasto qualcosa di barbaro ma non selvatico dico io ed è forse questo a fare la differenza, ci siamo troppo civilizzati il che porta a guasti irrimediabili , una volta perduto il sistema immunitario è arduo tornare indietro .

Nessie said...

Hector, a proposito di che cosa, dici questo sui tedeschi? Mi riferisco a "qualcosa di barbaro ma non selvatico"...

Anonymous said...

P.S. Anche Io mi illudo che qualche cosa possiamo fare dal..."Basso",almeno per far capire a chi è in "alto" che ancora non ci hanno tutti appecoronati...E aderirò(con la mia Signora) all'iniziativa di manifestare contro queste leggi,firmando il mio "No grazie".
Penso che più saremo e meglio è,ma ormai siamo abituati a tutto....pure all'interpretazione poco onesta dei risultati.
In caso di pochi aderenti al No,gli organizzatori o controorganizzatori potranno dire che ha stravinto il fronte dei simpatizzanti del Si....perché non hanno votato No.
Come mi hanno insegnato nelle scuole materne...e meglio contarci "chiaramente"..Forse una formulazione in forma di referendum,dove appaiono i Si e i NO..e la conta dei votanti informati al problema,e i dormienti...avrebbe schiarito le idee a chi comunque deciderà e legifererà come impostogli dai "suoi datori di lavoro"..sbattendosene dei desiderata del popolo sovr-ano.
Saluti Mar


Nessie said...

Questo è un meccanismo planetario, che una volta messo in moto è difficile da controllare e da stoppare. Non so quale altra catastrofe dovrebbe intervenire per fermarne il corso.

Anonymous said...

Ancora sul TTIP e le conseguenze relative all'impunità per gli abusi delle corporations:

http://www.informarexresistere.fr/2014/09/05/pericolo-ttip-il-trattato-transatlantico-che-permette-alle-multinazionali-di-farsi-le-leggi-ad-hoc/


Z

Nessie said...

Prelevo un commento graffiante ed efficace da Stampa Libera. Meglio di così l'autore del commento non si poteva esprimere :

Scritto da Giordano Giordano
"In Italia invece mi raccomando tutti davanti al televisore a guardare il grande fratello. E scioperare solamente a scuola quando si guasta un termosifone giusto per non fare lezione. Ma per le cause davvero importanti e vitali per noi essere umani, mi raccomando non organizziamo un bel niente e se qualcosa venisse organizzato mi raccomando nuovamente, stiamo a casa al calduccio davanti al televisore con pantofole e pigiamino. Ecco perché l'Italia non e' mai stata una vera nazione e mai lo sarà. Sarà tutt'alpiù una leccaculo e obbediente nazione degli ordini impartiti dai guerrafondai americani. Evviva l'Italia, l'Italia chiamò..."

http://www.stampalibera.com/?a=30513

Hector Hammond said...

Ciao Nessie !Il barbarico è inteso come contrapposto al selvatico nel senso che il secondo indica colui che vive in base al volere dei suoi visceri , incapace di costruire un telefonino ma bravissimo nell'usarlo .
In pratica la sua vita è basata sul godimento e soddisfazione dei suoi istinti , insensibile a produrre grande cultura .
Il barbaro può costruire cellulari , produrre cultura , ma nel profondo rimane un'animo lineare con un limitato numero di risposte difronte ai problemi che lo possono colpire , ha in sé il senso dell'ordine come risposta al caos maligno della natura, caos che nel fondo dell'animo non dispiace al selvatico .
E le sue reazioni tendono ad essere atti di forza .Che colpiscono direttamente , lineari . Il selvatico se può inganna , colpisce alle spalle , è privo di un reale senso dell'onore .Non a caso i politicamente corretti offendono i leghisti chiamandoli barbari , sono poi gli stessi poi che accolgono i selvaggi dal sud del mondo . Un animo barbaro è alieno al mondo moderno ove la stessa visione della realtà viene sofisticata , adulterata , coperta da tonnellate di parole .Eppure è proprio attraverso la parola che passa l'inganno , le parole celano come disse Lacan .
Ovvio che al selvatico va bene così come a tutti gli ingannatori .

Nessie said...

Molto interessante, grazie. Che cos'è? Una classificazione lacaniana quella del "barbaro" e del "selvatico"?

Hector Hammond said...

Diciamo che Lacan aiuta a psicanalizzare il mondo :) .Ne era parecchio critico della psicanalisi,la vedeva come un sintomo del male dell'uomo moderno , ma il suo modo di spiegare i concetti della psicologia umana è come frequentare una palestra di arti marziali, la mente è pronta per andare in guerra contro il resto del mondo. Non mi stupisco che susciti reazioni di amore-odio .

Anonymous said...

A proposito di Uber finanziata da Goldman Sachs, a Londra è riuscita a sconfiggere i tassisti veri:

http://www.imolaoggi.it/2015/10/17/uber-goldman-sachs-e-diventa-legale-a-londra-sconfitti-i-tassisti/

Z