08 March 2015

Tanti Marco Giunio Bruto a comando

Tu quoque Brutus? Oramai la nostra fragile democrazia ci ha abituato a tradimenti interni, congiure fratricide, partiti e partitelli che si disgregano solo perché una parte di essi, fa armi e bagagli, per dar vita  a un ennesimo gruppo con nuova sigla. A parlamentari, che dall'opposizione, cambiando casacca, si trasferiscono alla coalizione governativa facente parte di quello stesso governo del quale poco tempo prima, confutavano le azioni politiche. Non mi  piacciono le baruffe chiozzotte, ma la faccenda della Liga tosiana che si contrappone alla Lega salviniana puzza non poco di bruciato. L'idea di fare l'infiltrato interno,  non è nuova perché era già accaduto in passato. Follini che si sfilava dal Pdl per poi finire nel Pd, Gianfranco Fini che dopo aver sottoscritto il programma del  PdL improvvisamente si mise a fare l'immigrazionista e il pro coppie gaie, fino alla resa dei conti con Berlusconi ("che fai mi cacci"?).  Poi si scoprì che i "poteri forti" lo avevano cooptato e  lautamente ricompensato, perfino con dei premi conferiti "a priori". Da ultimo, c'è Alfano e gli alfanoidi che da ex berlusconiani, ora sgovernano con Renzi, e via disgregando...


Spuntano come funghi tanti piccoli Marco Giunio Bruto a comando.  Se tre coincidenze fanno un piano, anche il furbastro Flavio Tosi, fa parte del piano tarpa-ali, per impedire la crescita di una destra identitaria. La nuova Lega salviniana sta crescendo nel Paese e si sta federando di fatto a Fratelli d'Italia. Le due manifestazioni Stop Invasione e la recente "Renzi a casa" a Roma, hanno dimostrato la sua  crescente vitalità e consenso di massa.
Ecco allora affacciarsi "il nuovo Tosi che avanza", inorgoglito dal successo di sindaco di Verona,  si attacca in apparenza alla sua conventicola locale (la Liga veneta) nonché alla fondazione che porta il suo  nome, ma nella realtà è già stato cooptato da quel che resta dei  rottami  di Sciolta civica  (detti "centristi"), da Ncd e dal Pd. Se poi constatiamo che Tosi,come Pisapia,  ha già instaurato un registro per i matrimoni gay proprio nella città-simbolo di Romeo e Giulietta , allora appare evidente che la cooptazione de facto a quei gruppi politici che portano avanti l'Agenda Ue,  non è solo un sospetto. I manipolatori della politica sono abilissimi nell'individuare i potenziali  "guastatori" e trovano sempre il modo di corromperli.
Scrive l'amico Cangrande  da Verona che ogni tanto si affaccia anche qui, a proposito della sua fama di "buon sindaco" che i media mainstream gli hanno cucito addosso in un'abile operazione di spin: 

"Verona è un DISASTRO, invece.Tasse, IMU-ICI, al massimo. Strade groviera. Trasporto pubblico urbano, il PEGGIORE tra le 11 città più grandi d’Italia (comprese alcune meridionali), gestito da inetti. Ente Lirico (Arena) gestito da un perito agrario (con tutto il rispetto per i periti agrari, che fanno il LORO mestiere), che ha portato un buco da 25 milioni di euro, appena riconfermato, dopo il disastro, con l’appoggio del PD (!!!!!!). Collusioni provate della giunta con la ‘ndrangheta. Vicesindaco (Vito Giacino, nome veronesissimo…),stato in galera, che chiedeva 12 euro a metro quadro per le cementificazioni selvagge, centri commerciali anche sul mio poggiolo, cambiando destinazione d’uso. Aeroporto AFFOSSATO con decine di persone in cassa integrazione per sperperi e assunzioni di amici degli amici(80.000 euro per piantare alcuni ulivi in vaso nel parcheggio, solo UN esempio). Gestione allucinante della “cultura” (sagre della salsiccia et similia in PIAZZA DEI SIGNORI !!!). Scandalo mense scolastiche (“diamo da mangiare ai bambini la sabbia”, da intercettazioni. Informarsi). E potrei continuare per ore…..".

Tutto questo mentre è da un bel pezzo che nemmeno a parole, Tosi  si degna di cavalcare più i temi originali della Lega, ma sembra un democristo consociativo e camomillifero anche quando concede interviste a Radio Pecora. Non si limita a contrastare la leadership di Salvini, come capita a tutti i partiti con le correnti minoritarie, ma  fa il  provocatore - quello che frena,  divide, cerca pretesti fasulli  di lana caprina per   spaccare.
Ora si attacca al successo ottenuto da Salvini a Roma, per stigmatizzarne lo spostamento a destra con CasaPound, e  per assicurarsi l'intangibilità dello statuto interno della cosiddetta Liga veneta che sembra sempre più un'entità consociativa tutt'altro che "Serenissima".  
L'ultimo step della sua mutazione è volersi candidare in concorrenza al governatore leghista Luca Zaia, che ha mostrato di essere un efficiente e apprezzato governatore, creando sgomento e confusione nell'elettorato. Insomma la solita strategia del "dividere il fronte interno", per indebolire la Lega nell'estensione del  suo progetto nazionale.
Teppaglia squadrista impedisce a Salvini di parlare a Genova

Nel mentre, Salvini viene cinto d'assedio dalla canaglieria dei centri sociali a Genova e a Parma, teppisti facinorosi in tournée permanente che fanno da pretoriani al governo Renzi e  che sempre più gli tolgono "agibilità politica" nelle piazza (nemmeno la possibilità di presentare il suo candidato regionale per la Liguria), costringendolo a comizi blindati in nome del loro solito "antifascismo" e "antirazzismo". Lezioni di "democrazia"  a base di squadrismo rosso,  le loro! Una vera manovra a tenaglia: quella interna (Tosi), e quella esterna (centri sociali). 

Insomma Flavio Tosi, del Bruto non ha solo la pettinatura con i riccetti  sulla fronte e tira sempre più la volata a quel Nulla di fatto che è la piddiota Alessandra Moretti, a proposito della quale ricordo questo post di Johnny Doe,  che racccoglie la sua intervista al Mattino di Padova sulle sue ormai proverbiali  sedute settimanali dall'estetista, per costosi trattamenti di bellezza  che lei stessa ha definito "modello Ladylike". Cosa significhi, lo sa solo lei. 

Beh, spero che, comunque vadano le cose, i Veneti con tutti i poveri piccoli e medi imprenditori suicidi perché angariati da Equitalia e dai famigerati studi di settore, quando andranno alle urne se la tengano bene a mente, l'intervista della piddiota Ladylike.

57 comments:

Cangrande said...

Nessie..... Sono lusingato che tu mi abbia citato.....

Sappi che tutto quello che ho scritto....beh...sono stato attentissimo (visto i tempi che corrono...). Ho citato notizie già pubblicate dai giornali locali (obtorto collo, ma hanno dovuto.....le porcherie sono troppo evidenti). Quello che sta facendo Tosi, io sono sicuro che lo fa "controvoglia"..... a differenza del mammalucco di Fini. Quest'ultimo era un abile parolaio ma poco intelligente. Tosi non è scemo. Ma è ricattabilissimo....

Eccome...........
E mi fermo qui....

Complimenti per quello che stai facendo, Nessie. Ti ammiro....

Nessie said...

Grazie mille, Cangrande. Può darsi che sia come dici: che Tosi il bastian contrario lo faccia controvoglia. Ma nei fatti chi segue la via finiota, fa una brutta fine. Poi c'è quell'altra faccenduola che disse alla trasmissione della radio "Un giorno da pecora". E cioè di avere la moglie vicino al Pd. E anche questo concorre alla "finizzazione" del personaggio.

Comunque credo che Zaia alla fin fine vincerà lo stesso alle regionali.

PS: In relazione alle tue ultime due righe, manda un'email sul prossimo commento. Ovviamente ne terrò conto senza che venga pubblicata.

Nausicaa said...

Secondo me Zaia vincerà lo stesso, nonostante queste imboscate. Quanto a Salvini, sarà senz'altro incavolato per non poter tenere le sue campagne elettorali come è suo sacrosanto diritto, ma il migliore mega spot elettorale gliela fanno proprio quei cialtroni perdigiorno dei centri sociali.

Nessie said...

Massì, vediamola così. A lungo andare sarà certamente così: il partito vincente è quello più contestato da coloro i quali ci fanno mangiare padellate quotidiane di totalitarismo, ma che poi si aggrappano al blasone patrizio dell"antifascismo" militante d'antan, sempre merce utile da spendere.

Da parte degli oligarchi però c'è una strategia molto sapiente: vanificare l'esercizio del voto, incrementare la folla dei delusi e degli astensionisti mandando un messaggio chiaro: VOTARE NON SERVE A NULLA.

Così la Troika (e i suoi figlioletti) si candida a restare in sella per un altro ventennio. E senza manco passare per le urne. Se non è vera dittatura questa!

Massimo said...

Condivido in pieno. Follini, Casini, Fini, Alfano e adesso (continuo a sperare nel "forse" ...) Tosi. Imbarcati nel pci/pds/ds/pd. Tutti assieme per fare gli interessi delle consorterie internazionali ad danni degli Italiani che vengono depredati dalle tasse, espropriati della terra, per fare spazio a stranieri, immigrati (e non importa che siano clandestini, regolari o con cittadinanza) che ne determina lo stravolgimento sociale, etnico, economico, recidendo le nostre Radici e le nostre Tradizioni. Contro tutto questo Lega e Fratelli d'Italia possono rappresentare il nucleo della reazione, ben oltre la loro forza elettorale. Se resteranno coerenti, anche nelle avversità, allora avremo (o, meglio, i nostri figli avranno) una speranza di essere ancora padroni a casa nostra.

Nessie said...

Massimo, siamo nel"particulare" guicciardiniano, e questa è una malattia endemica degli Italiani, purtroppo. E' evidente che Tosi è stato cooptato altrove dai poteri eurocratici (il registro pro nozze gay). Ma per farlo, ha cominciato a mettere in piedi una "fondazione" (cominciano tutti così) che è un vero e proprio comitato d'affari a suo uso personale. Leggi qui l'intervista a Fedriga della Lega pro Salvini-Zaia:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/carroccio-catorcio-tosi-ha-piede-fuori-partito-ed-pronto-95993.htm

Anonymous said...

vorrei ricordare che tosi nasce "a destra" e salvini "a sinistra" tanto per dire che poi ognuno trova la sua "strada".
Quello che poi pero' e' veegognoso e' quando questa "strada" rinnega il proprio passato invece di integrarlo , Tosi lo ha gia' fatto ( chissa' in cambio di che ) e salvini no ( o almeno non ancora :-) )

Comunque si vedeva gia' dieci anni fa che questi erano i due futuri galli del pollaio leghista , che in un modo o nell' altro ne doveva restare uno solo e che quel gallo sarebbe stato salvini , sia per preparazione politica che per capacita' militante soprattutto nel confronto mediatico,
visto che tosi, invece che farsi il qulo a radiopadania, andava
a prendere il te da lerner :-)

ws

Anonymous said...

Tosi è il nuovo Fini. Il corrente regime che occupa ogni snodo di Potere non ammette opposizioni che vanno sbaraccate in un modo o nell'altro comprese le sprangate in piazza somministrate per interposto soggetto. Ovviamente la conquista e "normalizzazione" del Veneto, come già avvenuto con Milano e il Piemonte è parte della strategia e altrettanto ovviamente anche il povero Salvini se le percentuali di consenso saliranno verrà sistemato con le efficaci modalità già viste negli ultimi vent'anni. Orwell era dilettante rispetto a questi qui.
Scarth

Johnny 88 said...

Tra Tosi e Zaia per citare il vecchio Peppino Prisco "Il primo che segna tifo per l'altro". Nel senso che son due poltronieri democristiani clientelari ed assistenzialisti pari pari. A livello politico disprezzo fortemente entrambe. Nel caso specifico, Tosi è evidentemente la marionetta di Passera. Ciò che mi fa scompisciare dal ridere è che oggi Tosi si da arie da moderato, quando a suo tempo era l'idolo dei lefebvriani e della curva dell'Hellas (forzanuovisti sfegatati). Uno che prendeva i voti di ultras dichiaratamente fascisti oggi fa lo schizzinoso con Casa Pound. Semplicemente dopo la vittoria di tre anni fa, quando ha vinto da solo senza PDL, si è montato la testa ed è entrato in contatto con personaggi come la Passera solitaria che l'han cooptato volentieri. Sta sfruttando la storica inmicizia tra Liga Veneta e Lega Lombarda (che c'è ed è forte perché in Lega i "lumbard" han sempre trattato i veneti come poveri scemi), tra l'altro anche qui contraddicendo il suo percorso personale (a suo tempo era accusato di essere l'anti-venetista). Io comunque sono per il metodo Gentilini

http://www.ilgazzettino.it/NORDEST/TREVISO/gentilini_contro_tosi_zanzara_zaia_candidature/notizie/1207984.shtml

Luca Griggi said...

Tra un po' vedremo qualche procura fare qualche inchiesta sicuramente non hanno problemi a costruire castelli di carta basati sul nulla.
Tosi si è venduto alle consorterie straniere che ci dominano fará lo stesso percorso di Fini e Alfano
È evidente
Mi trova perfettamente d'accordo la tua affermazione su astensioneisti e elezioni
Gli ignavi sono i loro primi alleati...

Cangrande said...

Tanto per chiarirsi le idee.......

http://www.veronapulita.it/

Nessie said...

Ws, Tosi sembra fesso, ma in realtà ha capito perfettamente chi sono i suoi veri Padroni di riferimento ;-)

Nessie said...

Sono d'accordo Scarth, nemmeno le regioni (specie le più produttive d'Italia) devono sfuggire al controllo dei poteri eurocratici e se non sono nell'orbita del partito più servo (Pd) , fanno in modo da farcelo entrare con la forza. Con le primarie poi, hanno di fatto sequestrato il voto "privatizzandolo" in modo indegno e poco trasparente (vedi casi Liguria e caso Campania). Del voto ne hanno praticamente fatto carne di porco!!!

Nessie said...

Johnny88, in Veneto non ci vivo, ma di Zaia, ne ho sentito parlar bene. E proprio da veneti. Comunque è un po' vero che un tempo i lombardi consideravano i veneti dei poveri "mona" :-). Questo, a causa della forte migrazione veneta in Lombardia. Ma questa è roba vecchia, d'antan.

Dagli anni '80 in poi, i Veneti sono stati (e sono) molto stimati e apprezzati, credimi. Gentilini l'ho visto durante al raduno a Milano su Stop Invasione. E' uno che va per le spicce :-). Fin troppo!

Nessie said...

Luca Griggi, Tosi sta già facendo il percorso di Fini e di Alfano. E pare che la sua prossima mossa sia per l'appunto, un incontro col sedicente NCD. Tra transfughi c'è del feeling, a quanto pare.

Sugli ignavi. Purtroppo fanno di tutto per fomentare l'astensione e la disaffezione alla politica, corrompendo, comprando, guastando,disgregando ecc.

Poi però, i ruoli della classe politica vengono riempiti direttamente da banchieri e tecnocrati al loro servizio. Le banche e le oligarchie finanziarie non sanno più che farsene della "democrazia". E fanno di tutto per sequestrarla e metterla in mora.

Nessie said...

Grazie del link, Cangrande. Davvero interessante e sconvolgente. Ho ricevuto anche il resto :-).

Johnny 88 said...

Te ne dico un'altra su Tosi, pensa che quando a Verona c'era la giunta di sinistra manifestò contro il gay pride al grido di "Noi siamo per Romeo e Giulietta". Ma veramente, robe da matti. Uno che potrebbe vendere la madre a un bordello per la poltrona. Basta, fatelo fuori, politicamente parlando.

Sulla questione Lombardo-Veneta, è una questione interna alla Lega, cioè il fatto che, all'interno del partito veneto lo strapotere lombardo è sempre stato malvisto, e Tosi sta provando a far leva su questo risentimento, ma onestamente non so quanto gli riuscirà. Se se ne andrà, a naso, porterà via i voti suoi e dei suoi fedelissimi. Il problema è che per quei pochi voti, per quel 5% che si porterà via, rischiamo di finire dalla padella alla brace con Ladylike in regione (Dio ce ne scampi!). Anche se credo che Zaia possa vincere comunque visto che è ancora estremamente popolare, nonostante tutto. Anche perché il PD ha avuto grossi guai a Venezia con lo scandalo Mose e le polemiche sul degrado osceno in cui i piddini han ridotto la città dopo vent'anni di dominio assoluto. Comunque prendiamola sul ridere, la Moretti governatrice porterà l'assessorato all'estetista e cambierà il vessillo regionale sostituendo il motto "Pax tibi Marce evangelista meus" con il più acconcio "So figa, so bea, so fotomodea"

Nessie said...

L'avrai letto il pezzo che Ladylike ha rilasciato al Mattino di Padova. Roba da neurodeliri! Riecco il sunto:


“Noi,brave, intelligenti e belle,Noi politiche dallo stile Ladylike,per fortuna!

È cambiato il mondo, è cambiata la politica! Il suo (ndr. quello della Bindi) era uno stile che mortificava la bellezza. Perché una si deve mortificare? Io invece ho deciso di andare dall’estetista ogni settimana.

"Cosa faccio dall’estetista? Qualsiasi cosa. Mi prendo cura di me. Mi faccio le mèches, mi faccio la tinta,la ceretta… Poi… non entriamo in altri particolari (ride, lasciando intuire trattamenti più intimi). Vado a correre: accompagno i miei figli di corsa la mattina, loro in bici e io di corsa” (e il guinzaglio...?)
Sono anche una bravissima cantante, peraltro. Insieme a tutte le altre cose che faccio splendidamente… Cucinare? Bravissima. Gli spaghetti al pomodoro… sono fantastica… guarda che cucinare gli spaghetti al pomodoro non sono da tutti…..io ci metto passione...! "
--------------------------------------
Ah! ah! Speriamo che le baruffe chiozzotte non riescano nell'intento di regalare il Veneto a questa deficiente!Ora c'è l'assalto regionale delle quote rosa. Pensa che in Liguria la Raffaella Paita è riuscita a prevalere sul Cinese, grazie ai brogli. E che brogli! Sta indagando la Procura.

Anonymous said...

Visti gli innumerevoli antecedenti, e' probabile che lo tengano per le palle. Chi ? Non si puo' dire, come sempre, quando si tratta di essi alieni. V come...

Il sauro

caposaldo said...

Sono d'accordo con i pareri, sta seguendo le orme di Fini ed Alfano. Ma volevo segnalare, e mi scuso pen la ot, questo articolo di Brunetta (poi magari ci lavoriamo sopra cercando conferme, meglio avere piu' di un riscontro)sull'inchiesta della procura di trani in ordine alle ag. di rating: stanno venendo fuori cose incredibili, del resto gia' fu denunciato, tanti anni fa da Nino Galloni, cosa vuol dire aver privatizzato la banca italia...http://www.ilgiornale.it/news/politica/i-titoli-stato-e-verit-nascoste-che-fanno-tremare-repubblica-1102825.html

Nessie said...

Caposaldo, conoscevo da tempo il buon lavoro della Procura di Trani sui derivati e sulle porcherie delle majors bancarie. E' tanta roba,ma andrà in porto o si arenerà nel porto delle nebbie?

Nessie said...

Sauro, che lo tengano per le palle mi pare evidente, ma temo che stavolta tu sia fuori pista. Mi sa che sia qualcos'altro che non gli aliens :-)

Anonymous said...

Per qualunque parte del corpo lo tengano, non mi e' chiara una cosa. Se tutti sanno di alcuni suoi segreti, lo sapranno anche i dirigenti leghisti: giusto ?

E allora, perche' non divulgano l'arcano vanificando i maneggi degli avversari e togliendo di mezzo il problema ?

Capisco che non sia un metodo tanto etico, ma lasciare l'iniziativa al nemico e' parecchio stupido.

O, semplicemente, non ci arrivano ?

Il sauro

Johnny 88 said...

Altroché se ho visto il video di "Ladylike", qualcosa di agghiacciante. Robe che al confronto la Carfagna è Metternich

caposaldo said...

"Caposaldo, conoscevo da tempo il buon lavoro della Procura di Trani sui derivati e sulle porcherie delle majors bancarie. E' tanta roba,ma andrà in porto o si arenerà nel porto delle nebbie?"

E'chiaro che la cosa doveva avere un seguito politico, cosa che ovviamente non sara', salvo qualche eccezione, brunetta appunto...quello che so', e' che da piu' di 10 anni inviano alla procura di Trani magistrati scomodi, cioe' con la schiena dritta...ero a conoscenza di un paio di questi episodi, me ne ricordo uno: agli albori della tremenda mangiatoia in M.p.siena, prima ancora di antonveneta, all'epoca dell'operazione banca 121, c'era un magistrato a Siena che voleva fare casino, e fu appunto subito trasferito a Trani, cioe' la procura piu' piccola e lontana...dai e dai e' venuta fuori un'ottima procura.

Anonymous said...

A me di Tosi frega gran poco. A me interessa che qualcuno renda il Veneto indipendente e forse non hai colto che Salvini dal secessionismo del nord sta passando allo statalismo romano.

Nessie said...

Intanto sarebbe utile firmarsi. Normalmente i commenti anonimi (senza neanche un nick) li casso.
Salvini di concerto con la Le Pen sta tentando di liberarsi in primis del Leviatano Ue. Dubito che ci riesca, ma sperare e sognare è lecito.
Non sarà di certo Tosi (che aspira al dialogo con quel venduto di Alfano che ci riempie di immigrati e fa le cene con Passera) a rendere il Veneto indipendente.

Nessie said...

Sauro, è una domanda alla quale non saprei rispondere. In linea di massima è sempre meglio mettersi con le mani avanti e parlare, prima che lo facciano altri.

Caposaldo, la magistratura è piena di "grembiulini". E come sai, cane non mangia cane. Per questo gli scomodi li inviano al Trani a gogò.

Xavier said...

Ho appena scritto sulla pagina facebook di Flavio Tosi che, se ha deciso di far vincere la Moretti, è meglio che lo dica chiaramente, invece di far tanti discorsi e movimenti destinati a durare dalla sera alla mattina.
Angiolino Bignotti

Nessie said...

Xavier?! Conoscevo un Xavier francese che aveva un blog cattolico. Sei la stessa persona, per caso?

Hai fatto bene, perché gira e rigira Tosi porta acqua a QUEL tipo di mulino. Quale che sia la ragione della sua "ribellione", se così può chiamarsi. Trovo semplicemente opportunistico, poi, l'idea della fondazione. Anche D'Alema si era fatto una fondazione. E pure Fini. Ma chi li foraggia, questi delle fondazioni?

galerius said...

" Le banche e le oligarchie finanziarie non sanno più che farsene della "democrazia". E fanno di tutto per sequestrarla e metterla in mora."

Ho rivisto di recente la serie di Robocop e, alla lettera, questo è proprio quello che viene rappresentato in quei film : una multinazionale onnipotente, la OCP, politici fantocci della stessa, polizia pubblica delegittimata e polizia privata al contrario con pieni poteri ( che nell'ultimo film assolda delle specie di punk-squatter contro chi difende le propria casa... ), cittadini trattati come insetti fastidiosi da spazzare via se non si adeguano. E così via.
Curioso che glieli abbiano lasciati fare, quei film.
Se non conosci quella serie te la consiglio.
Ciao Nessie.

Nessie said...

Ciao Galerius, di Robocop devo averne visto qualcuno in tempi nei quali ero abbastanza ingenua da non voler credere che avremmo in seguito vissuto scenari da fanta-horror. Quei film glieli hanno lasciati fare perché il cinema è business e perché guardandone l'intrigo uno pensa, autorassicurandosi: "E' solo un film".

Ma ora quei tempi sono qui.

galerius said...

Hai proprio ragione ; chi avrebbe detto, all'epoca della sua uscita, che si sarebbe imboccata quella strada ?
E invece...pian pianino, passin passetto...
Vero che il cinema è business, ma è significativo che tematiche del genere non siano da allora più state trattate in maniera così esplicita e brutale, in film 'di consumo' almeno.

Nessie said...

Galerius, temo che chi di dovere sia passato alla fase 2, e che non abbia nemmeno più il pudore di nascondersi. Film a chiara matrice "complottista" continuano a farne. Ad esempio "Minority Report".

Come del resto in passato partorirono letteratura basata sulla distopia (da Orwell, ad Huxley, a G.H.Wells passando per Philip Dick e Bradbury). Poi però si viene a sapere che i primi tre facevano parte di importanti massonerie internazionali. E che non hanno fatto altro che descriverci l'Agenda delle loro consorterie di riferimento. Del resto è tipico dei massoni il dire e non dire, lasciar filtrare quanto fa comodo e occultare quanto non è opportuno.

Nessie said...

Galerius, se sei interessato alla letteratura distopica, dalla quale poi lo schermo sempre trae spunto per film, leggi qua:

http://esperidi.blogspot.it/2012/09/alan-watt-la-distopia-e-i-padroni.html

ti raccomando anche il filmato di Alan Watt sugli Huxley.

Faithful said...

Preferirei tanto sbagliarmi,ma secondo me Tosi con la scusa dell'indipendenza decisionale della Liga Veneta vuole soltanto cercare di imporre dei suoi fedelissimi (magari fedelissimi anche del Passera,vedete?Ve lo dicevo che questo vuole cercare di ritagliarsi il posticino del messere per dare ai suoi mandanti anche un cdx asservito a loro) come consiglieri alla regione per poi successivamente far partire uno stillicidio verso Zaia esattamente come fece Fini al pdl.
Prendono due piccioni con una fava,da un lato smerdano il Salvini (che stà salendo troppo per i loro gusti evidentemente) e dall'altro impongono o uno Zaia ostaggio degli uomini della fondazione Tosi/Passera o direttamente la Moretti.
La domanda è:come se ne esce?

galerius said...

Grazie per il tuo link, Nessie, non mancherò di leggere e vedere il filmato ;)


Nessie said...

Faithful, lo scenario è quello. Quanto alla domanda, la risposta la conosci già da te: con le buone e con le vie pacifiche, è impossibile uscirne.

Anonymous said...

Se non sai le cose non scrivere a vanvera. Tosi si è appellato allo statuto della Lega che in Veneto si chiama Liga Veneta. Sta di fatto che Salvini oggi non lo ha espulso. Perché? Perché mister felpa personalizzata ha deluso il popolo veneto e si sta cagando in mano.

Carlo

Nessie said...

Almeno, ti sei degnato di firmarti. Vedremo il Tosi Alfanizzato e Passeraceo da che parte ti porterà. Non capisco poi perché ti arroghi il diritto di parlare a nome di tutto il popolo veneto, tenuto conto che in questo blog ci sono veneti che la pensano diversamente da te.

Anonymous said...

Tosi e Ladylike sono due perfette icone del PD, anzi direi che potrebbe sostituirla o farle da vice come proconsole renziano in Veneto. D'altra parte la linea politica dei due piccioncini è la medesima.
Scarth

Nessie said...

Certo Scarth. E stasera c'era al Tg3 Angelino Jolie, che sta facendo "scouting" tirando la volata a Tosi. Certo che se i Veneti si fanno infinocchiare da chi si fa sostenere da Alfano e da Passera, significa che non temono né altre valanghe di immigrati, né altre tasse, tenuto conto che Alfano è quello di Mare Nostrum, e il Passera è quello che con Monti e la Fornero, ha desertificato l'industria italiana.

Anonymous said...

La domanda è:come se ne esce?

buttando fuori tosi alla svelta .
Perchr' qui si vede la capacita' strategica di salvini (una cosa che deve ancora dimostrare ) perche' piu' tollerera' questa farsa e peggio sara' per lui

ws

Johnny 88 said...

Ufficiale, Tosi fuori dalle scatole. Alla buon'ora. Temo però che per colpa sua, forse, mi troverò la fotomodella mancata in regione. Ecco un altro grande show di Ladylike

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2014/01/31/qui-perche-brave-a-fare-pompini-moretti-pd-ripete-in-tv-linsulto-di-de-rosa-m5s/263635/

Cangrande said...

@ Carlo - 7.06 PM.

Salvini avrebbe deluso il "Popolo Veneto" ??? E Tosi sarebbe il salvatore ??? Ma chi è lei per parlare al nome del "Popolo Veneto" ?? Salvini non mi è simpatico.... E' un "prodotto del sistema" anche lui (basta vedere le comparsate in tv...se fosse pericoloso per il sistema, 'sto cavolo che ci sarebbe).

Ma Tosi è PEGGIO. Ha un addetto stampa personale, pagato dai veronesi, tal Bolis, con stipendio spropositato. Molto abile nelle "relazioni" per farlo apparire come un "buon sindaco" (nello "spin" ci è caduto anche Marcello Foa, vedi suo blog...).

Buon sindaco ??? In una città con aliquote di imposte al massimo, il PEGGIOR trasporto pubblico tra le 11 città più grandi d'Italia, gestito da inetti. L'Ente Arena allo sfascio, gestito da un perito agrario (con tutto il rispetto per i periti agrari che fanno il LORO mestiere), con un buco dichiarato di € 25 milioni (ma in realtà dovrebbero essere QUARANTA), con una stagione lirica da dopolavoro. Addirittura avevano tagliato la corrente nella sede. Ente Fiera allo sfascio (ma tenuto ben nascosto grazie ai "giornaloni" cittadini compiacenti). Scandalo mense scolastiche (nelle intercettazioni: "Diamo da mangiare ai bambini la sabbia"). La cultura ? Sagre della salsiccia in piazza dei Signori....!!!! Per tappare i buchi, biglietto per visita all'Arena di DIECI euro (il Louvre costa € 11) senza pensare che ci sarà il crollo delle entrate. Incompetenti allo stato puro.
L'importante è circondarsi non da competenti, ma da "AMICI" fedelissimi e ignoranti e inetti come zappe. E ho riassunto solo una piccolissima percentuale dell'INCAPACITA' di Tosi.
Per non parlare della cementificazione selvaggia (addirittura deliberato un cimitero-grattacielo su terreno vincolato desrinato a fantomatiche ditte con capitali sociali irrisori).

Tanto per farsi un'idea:

http://www.veronapulita.it/

Paladino dei Veneti ??? Ma dove ????

Semmai paladino di certi tipi di calabresi................ (vedi link).

Io sono stra-convinto che Tosi, stia facendo la strada di Fini, in quanto, come Fini, ricattabilissimo da certi ambienti....

E Tosi, a Verona, lo sanno TUTTI perché sìa ricattabilissimo....

Parafrasando Pasolini (chissà perché......mi è venuto in mente proprio Pasolini......!!!!!!!!!!):

"Io SO, ma non ho le prove".

Ma il bello, che, in questo caso, le "prove" sono sotto l'occhio di tutti i Veronesi ogni giorno.....


Ma per favore...."Carlo"...........

Faithful said...

E' evidente:temono un effetto valanga della Lega di cui è difficile prevederne le proporzioni considerando tutte le cagate fatte/dette dal pittibimbo e da algerino afghano da almeno 2/3 anni fino ad ora e la totale inconsistenza della loro opposizione fantoccio M5S e quindi stanno preparando il terreno per sabotarla dall'interno visto che oramai attaccarla dall'esterno è inutile e,per loro,controproducente (più li attacchi,più ne parli,più ne parli,più hai visibilità,film già visto da Gandhi a questa parte e gli anglosassoni hanno imparato la lezione),spero non sia così ma se ricordate bene anche Fini cominciò lo stillicidio aggrappandosi ad alcuni punti dell'allora programma di governo che non erano stati ancora attuati e tentando di dividere il pdl in correnti come la dc,troppe similitudini per non pensare male.

Capisco che i veneti hanno sempre mal sopportato le ingerenze di Milano (com'è giusto che sia) specie ora sotto elezioni regionali ma vorrei anche far notare che se non fosse stato per "mister felpa personalizzata" la Lega a quest'ora avrebbe preso il 3% alle scorse europee,il comune di Padova sarebbe finito in mano al vice-Zanonato (evidentemente a qualcuno piace il dominio rosso incontrastato tipico della mia terra purtroppo) e la Lega sarebbe finita allo sfascio tra le vittime delle rottamazioni spiccie del "rottamatore" (per conto terzi naturalmente).
Io ci starei molto attento ad additare degli amici scambiandoli per nemici,è il classico tentativo di confondere la popolazione per poi di conseguenza far saltare il banco (equilibri politici e tutto il resto).

Machiavelli si sarebbe sbizzarrito nella nostra epoca.

Nessie said...

Grazie a tutti per gli interventi.

ws, a quanto pare è già successo.

D'accordo con Faithful sul fatto che Salvini ha "salvato" la Lega che prima era da percentuale da prefisso telefonico. (caso Bossi-Belsito).

Nessie said...

Cangrande parla da testimone cittadino, quindi è più che credibile. Inoltre aggiunge cose che le operazioni mediatiche di spin, ci impediscono di sapere. Sì, perché per chi non lo sapesse, molto spesso chi fa politica si procura anche un "image maker" all'americana. E noi ce le beviamo tutte.

Dirò un'ultima cosa...La nuova Lega nazionale è nata da poco. Salvini ha certamente dei limiti, ma io non me la sento di gettare via l'acqua sporca di un bambino non ancora nato. Chi vivrà, vedrà.

Inoltre siamo in piena dittatura eurocratica, e prima di coltivare orticelli ristretti di gruppi localistici con relativi statuti, è bene sbarazzarsi da questa orrendo Leviatano Ue.

Nessie said...

Curioso: ci hanno rifilato il Fiscal Compact, che è una garrota, manipolando e manomettendo la Costituzione, ci stanno togliendo tutti i diritti del lavoro con le porcate renziane, e c'è chi ancora si mette a parlare dello statuto della Liga.

Johnny 88 said...

Tosi perché è ricattabile è finito su tutti i giornali manco troppo tempo fa, per piacere

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/07/verona-tosi-contro-report-scambio-di-accuse-su-presunto-video-a-sfondo-sessuale/943147/

La Gabanelli può star simpatica o antipatica, e a me non sta affatto simpatica, ma quando rovista nel torbido di solito ci becca. E a Verona ha trovato tanto torbido tra ndrine e raccomandati

http://www.liberoquotidiano.it/news/personaggi/11589762/Report-attacca-Tosi--affittopoli-.html

Nessie said...

Grazie Johnny88, ho letto e sono allibita. Se dovesse essere vera 'sta storia, prima la Lega se lo toglie dai piedi, meglio è per tutti loro. I bubboni non si lasciano mai marcire.

Se invece, trattasi di normale macchina del fango, allora lui saprà farsi risarcire. Temo che sulla Gabanelli, tu abbia ragione. Non la amo, non mi piace, ma molti dei suoi servizi hanno trovato un bel po' di gente col sorcio in bocca.

Anonymous said...

Mi sembra d'aver detto fin da subito che di Tosi non me ne frega granché. Il resto l'ho già scritto.
Comunque tutti i Veneti dovrebbero votare Veneto Sì di Gianluca Busato. La vera indipendenza.

Carlo

Nessie said...

Non s'era capito.

Anonymous said...

la gabba quarda sempre e solo dove vuole il padrone.
insomma una " giornalista " alla feltri :-)
ws

Nessie said...

Ma ciò non toglie che su Tosi possa essere stata sulla pista giusta.
Giornalisti perfetti non ce ne sono e il più buono c'ha la rogna.

Faithful said...

Ecco per l'appunto tale e quale a Fini!
Il dittatore cattivo Salvini lo ha cacciato poverino :(

http://www.quotidiano.net/lega-tosi-salvini-zaia-1.749678

Nessie said...

Ai provocatori non si replica e si tira dritto per la propria strada, cosa che Salvini farà.