27 February 2015

Corri, Bimbominkia, corri!



Siamo alla folle corsa verso il vuoto, del Bimbominkia non eletto. O se si vuole al "falso movimento". Renzi pratica in realtà il tapis roulant in ogni ambito della politica: corre senza correre. O la cyclette: pedala senza pedalare. Tuttavia quel suo agitarsi sul nulla, qualcosa ottiene: espropriare i cittadini dei diritti per desertificare l'esistente esattamente come fanno i nuovi talebani dell'Isis con mazze e martelli pneumatici contro le statue assire di Mosul. Ora sta desertificando le antiche libere professioni che risalgono addirittura all'Età dei Comuni.
Nell'ambito del ddl concorrenza il notaio (o notaro),  sparisce per fare largo alle banche che si pappano tutto il mercato della compravendita immobiliare, inglobando anche i rogiti notarili. Che i notai abbiano parcelle esose a causa di tasse aggiuntive poste dallo stato medesimo, è cosa nota. In Francia,  i notai che non hanno tutto questo sovraccarico aggiuntivo di sigle fiscali (tasse di registro), costano molto meno dei nostri. Ma allora se si vuole venire incontro ai cittadini è questo che si deve fare: scorporare le parcelle notarili dalle sue tasse addizionali. E invece no. Le "privatizzazioni" già iniziate con Bersani (ricordate i tassisti sostituiti con la multinazionale Uber, gli edicolanti e i farmacisti sostituiti con le parafarmacie dei supermercati?), ora devono andare avanti con i notai. Tutto il potere agli attuali Soviet Supremi: le banche!

Con quale beneficio per il cittadino consumatore? Nessuno, visto che dovrà pagare la società incaricata e provvedere a tutti gli adempimenti, senza considerare che viene fatto fuori la figura terza ed indipendente del notaio, sostituita da autenticatori orientati a fare l’interesse delle società e non a garantire le tutele di entrambi contraenti. Inoltre, verrà stravolta la tenuta dei registri immobiliari.

Con questo sistema, le banche potranno occuparsi di tutta la “filiera”: dalla compravendita dell’immobile, all’erogazione del mutuo,  fino alla sottoscrizione di assicurazioni sulla casa. Chiaramente offrendo sconti, che schiaccerebbero gli altri soggetti nel mercato (notai, agenzie immobiliari, assicurazioni non collegate a grandi gruppi bancari), o addirittura vincolando i clienti: ti assicuro solo se hai sottoscritto la transazione (e il mutuo) con le mie società.

Sarà un caso che negli ultimi mesi le due principali banche italiane abbiano creato i loro “bracci armati” nell’immobiliare? Unicredit i primi di gennaio ha esteso i servizi della sua controllata 
Casa Subito a tutto il territorio, mentre Intesa è arrivata poche settimane dopo…

INTESA SANPAOLO ALLO SPORTELLO VENDERÀ CASE (28 gennaio 2015)
UNICREDIT DAL 1° GENNAIO 2015 ESTENDERÀ “CASA SUBITO” A TUTTO IL TERRITORIO NAZIONALE


Che belle, le liberalizzazioni in cui si toglie una prerogativa a un soggetto privato, ma con funzioni e responsabilità pubbliche (il notaio), per consegnarle a un altro soggetto privato, che però ha il solo interesse dei suoi azionisti.

Lo sanno anche i sassi che il problema per i cittadini non sono i notai o le loro funzioni, ma le esorbitanti tasse di registro sugli immobili che devono riscuotere per conto dello Stato. E’ riducendo quelle, e non regalando un mercato alle banche, che si incentiva l’iniziativa privata. (fonte: http://www.informarexresistere.fr/2015/02/25/un-altro-regalo-di-renzi-alle-banche/).

Occorre forse ricordare che anche il vecchio catasto d'antan, è diventato parte dell'Agenzia del Territorio, in mano all'Agenzia delle Entrate? E che è allo studio un ulteriore consistente rialzo degli estimi catastali sulle abitazioni, equiparandoli al valore del cosiddetto "mercato"?
Tu chiamale, se vuoi, "riforme". Per me,  solo mezzi per meglio incentivare  e dare ultrapoteri ad  un fisco occhiuto e vessatorio, basato sull'esproprio sistematico.
La folle corsa di Renzi verso il vuoto, continua. Sta a noi fermarlo. Aderisco al ‪#‎renziacasa‬ .

55 comments:

Anonymous said...

la cosa piu' incredibile e' che un soggetto cosi' gli italiani lo rivoterebbero (dice) .
I sondaggi danno infatti ora il pd al 38% ( in risalita pure ! )

Vabbe' che il 38 e' meno de 41 preso la scorsa primavera , ma siccome allora i sondaggi lo davano al 33 .. stai a vedere che alle regggionali prossime il bullo fara' "il 51" ? :-)

Nessie said...

Chi sei? Ws?

Io dei sondaggi pre-guidati non mi fido e finché non vedo non credo.
Staremo a vedere se è così tutto vero...

A proposito di sondaggisti (categoria truffaldina) basta vedere come è finito Mannheimer. :-)


http://247.libero.it/focus/22175155/42/presunta-frode-fiscale-mannheimer-risarcisce-6-3-milioni-al-fisco-e-chiede-di-patteggiare/

Carla Montanari said...

correre da nessuna parte .. giusto !!!tanto i soldi per comprare casa non ce li ha quasi più nessuno e quindi saltano le provvigioni bancarie anche se si stabilisce una regola . Ormai tentano di raccogliere le briciole e pensano di salvarsi ! a proposito hai visto come garriscono i giornalisti Rai , credevano di essere intoccabili ... ormai il mondo appartiene a 80-100 persone cosa vuoi che gliene freghi di renzie o dirò di più do obama .......sono su altri lidi ...

Carla Montanari said...

scusa mi sono dimenticata che fine ha fatto jhonny doe ???

Nessie said...

Ho sentito Carla, anche della "riforma" Rai e della controllata Mediaset che ha lanciato l'OPA. Sì guarda, per i giornalisti e per quel NULLA che hanno fatto per disinformare e velinare a tutto spiano, non mi metto di certo a piangere. Così pure per i magistrati, che sono stati per anni ed anni, intrinseci e organici a quella sinistra di cui ora criticano la nuova "riforma".

A Johnny ho già inviato un messaggio sul suo blog che però è rimasto senza risposta. Perciò ne so quanto te. Spero sia niente di serio.

Anonymous said...

nessie scrisse

Chi sei? Ws?

si , avevo dimenticato la firma

ws

Nessie said...

Ti si riconosce ;-)

Nausicaa said...

Anche se fa la cyclette e il tapis roulant, Renzi è sempre grassoccio e fuori forma :-). Ora poi dovrà vedersela con la sua fronda interna.

Nessie said...

Mah...la fronda?!? Finché non vedo una loro mozione di sfiducia, non credo. Certo, Renzi ha un problemino che non è da poco: la cassa del vecchio Bottegone che è in mano alla vecchia guardia.

Aldo said...

Prima di ipotizzare concrete divisioni tra chi ha in mano il potere, occorre tenere ben presente che la saggezza popolare è da quel dì che afferma che cane non morde cane. I cani non si mordono tra loro, mordono il pollo.

Nessie said...

Conosco quel proverbio. E d'altro canto per quanto Renzi mi stia sulle cosiddette, è pur sempre un pupazzo nelle mani di oligarchie ben più potenti di lui. E il pesce puzza sempre dalla testa. Quindi finché non si taglia la testa del mostro, lui può sempre essere sostituito con un altro bischero della sua stessa fattispecie, pronto a finire il lavoro sporco lasciato in sospeso.

Quella è gentaglia che dispone sempre di una vasta gamma di servi di riserva.

Nessie said...

PS: Aldo, domani ci sarà una manifestazione della Lega, Fratelli d'Italia e Casapound contro questo farabutto abusivo. Aspettiamoci provocazioni d'ogni tipo da parte delle solite zecche rosse dei Centri sociali, che fingono di fare i contestatori, ma che in realtà sono i migliori CAGNACCI DA GUARDIA dell'attuale sistema.

Anonymous said...

E' dai tempi di Prodi che in Italia quando non appena si sente parlare di "privatizzazioni/liberalizzazioni" c'è da fare gli scongiuri e stringere il portafoglio dato che nella neolingua orwelliana sono la traduzione di "regali agli amici" con annessa creazione di monopoli privati ultra protetti e liberi di scorrazzare peggio che nel Far West.
Vista la zombificazione in atto a mezzo propaganda di regime svolta incessantemente H24/365 dalla stampazza di proprietà degli stessi sponsor e mandanti nazionali e globali di Renzi & co. (cioè praticamente tutta) non c'è da stupirsi se arriverà al 51% e oltre.
Il punto è, visto che siamo al "si salvi chi può", come mettersi in salvo per evitare di essere divorati come schiavi dal Caro Leader, dai suoi mandanti e dalle annesse orde di famelici zombie? Ho paura della risposta...
Scarth

Nessie said...

Scarth, tuttavia vorrei davvero poter misurare la forza elettorale reale di questo Abusivo. Forza elettorale VERA, non fasulla come lo strombazzato 40% europeo di cui si apprpria, che era al netto dei votanti il 50% dell’elettorato (quindi pari al 26% circa). Purtroppo la "stampazza" come la chiami, ripete e ripete fino alla nausea le solite falsità. E a forza di ripeterle qualche gonzo ci crede pure.

Hai paura della risposta?? E' quella che non osiamo applicare: spegnere tv, non leggere più niente (neppure nel web) e dedicarci all'agricoltura o all'allevamento.

Poi c'è un'altra residua speranza che secondo una mia cara amica sarebbe sperare che qualche Loggia massonica rivale a quella che lo sostiene, abbia interessi così contrastanti da farcelo fuori dalla scena politica. Ma bisognorebbe con lui, far fuori anche tutto il cuccuzzaro Ue.

Anonymous said...

Hanno gia' anticipato il carnevale.

Il sauro

Nessie said...

Ho sentito, Sauro. E' da ierisera che si sono portati avanti occupando preventivamente Piazza del Popolo. Parlo delle zecche, of course.

Nessie said...

E' sempre In Topic. Se per caso, c'è qualcuno che va a Roma a manifestare contro Renzi, ci fornisca notizie utili qui, su questi schermi. Auguro che non ci siano provocazioni da parte di chi sappiamo.

Anonymous said...

Ciao Nessie, di ritorno da Piazza del Popolo adempio alla promessa di aggiornarti sulla manifestazione…

In primo luogo, l’ordine pubblico.
Non è successo niente di niente, almeno finché sono rimasto “in campo” e nelle zone che ho frequentato. Tutto come ti avevo preannunciato, del resto.
Conosco i miei polli e so che compagno Topo Rosso – il Gran Capo dei Coyoteros – attacca quando è in rapporto di (almeno) dieci a uno, o meglio ancora se è da solo e la polizia se ne sta lì a guardare. Altrimenti osserva e rosica…
Quelli di venerdì sera erano casini preventivi, fumo negli occhi (rientrano sotto il paragrafo “Guerra Psicologica”), miranti a limitare al massimo la partecipazione spaventando i più timorosi. Della serie: «vorrei andare-ma potrebbe succedere chissà cosa-quindi è più prudente che me ne stia a casa».

Affluenza.
Eccellente, malgrado qualche spazio vuoto. Ma bisogna tener conto che: a) eravamo pur sempre nella terza piazza di Roma, per grandezza; b) non c’erano i sindacati ad offrire viaggio gratis e colazione al sacco.
Oltre, naturalmente, al fattore Guerra Psicologica di cui sopra…

Gli interventi.
- Salvini.
Grande. Credo di averti già scritto in privato che se nel 1993 Bossi avesse avuto il coraggio (o la voglia, o l’intelligenza) di parlare come lui, avrebbe avuto l’Italia ai suoi piedi e ci avrebbe risparmiato tanti anni di tribolazioni e decadenza. Non lo chiamerò mai “Capitano” (e il Sauro intuirà per quale motivo), ma è di sicuro l’unico riferimento per un moto di riscossa nazionale
- Meloni.
Una piacevole sorpresa. Lo scrivo qui, dove non ho mancato di criticarla. Non l’avevo mai vista in comizio, che è cosa diversa da un talk show televisivo, specie quando si parla a braccio. Forse lei ancora non lo sa, ma è una piccola incendiaria e questo me la rende improvvisamente simpatica (non ho mai avuto la vocazione del pompiere…).
- Di Stefano. CasaPound c’era ed ha parlato dal palco. I fessi che attribuiscono a CPI la qualifica limitativa di “centro sociale di destra” non hanno capito una fava. CasaPound è molto di più: un laboratorio di idee la cui ultima “creatura” si chiama “SOVRANITÀ- prima gli italiani”, la bandiera che oggi ha portato i piazza e che sicuramente (in un modo o nell’altro) sarà sulle liste elettorali.
- Gli altri.
Qualcuno non ha capito la differenza che passa tra un “saluto” e un comizio. Per fortuna Salvini provvedeva a “tagliare”.
In ogni caso, mi ha colpito la frase di uno che parlava di economia e finanza. Cito a memoria: «Se diamo soldi pubblici alle banche, che le banche siano pubbliche. L’Italia abbia una sua moneta e non la chieda in prestito alla Bce, pagando gli interessi. Perché il debito pubblico non è altro che la somma degli interessi che noi paghiamo alla Bce».
Oro colato…
(no caste)

PS:
La prossima tappa è a Venezia. Ma corre voce che a maggio ci sarà una grande manifestazione con la presenza di Marine Le Pen. Guai a mancare…

PPS:
Adesso vado a cena con i miei camerati, credo di averla meritata…

Nessie said...

Grazie per il puntuale reportage, no caste. Sui giornali cominciano già gli sputtanamenti vari (tutti all'unisono), ma si sapeva già.

Domani leggeremo i soloni opinionisti con i soliti "allarme populismo", ma è evidente che se qualcosa di inedito viene avanti, si dia fiato ai tromboni. Meno male che non è successo niente di grave come quello che si è visto ierisera. Buon rientro!

Vanda S. said...

Solo a leggere No caste mi e' ritornato l'entusiasmo: forza ragazzi!!!!
Un saluto a tutti dagli USA (fra un mese mi trasferisco in Florida)

Nessie said...

Ciao Vanda, grazie! Ora però mi aspetto anche iniziative concrete sul piano della lotta al fisco feroce. Che so, dei comitati di lotta contro Equitalia, insomma..aiuti concreti per indebolire e accelerare la dipartita di questo governo, ma soprattutto, iniziative contro l'Ue.

Florida? Sei davvero un'infaticabile globe trotter.

Anonymous said...

Meloni sul palco a Roma: "L'unico Nazareno che rispettiamo si chiama Gesù". Qui il video:

http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/11761731/La-battuta-della-Meloni-sul-palco.html

Z

Nessie said...

Il video di Franco Bechis non si apre. Comunque (e sono d'accordo con No caste) la piccola Meloni in questi ultimi tempi è cresciuta moltissimo sul piano politico e si è data molto da fare anche in situazioni cruciali come nelle rivolte delle borgate romane di Tor Sapienza e nelle occupazioni di case al Giambellino di MI.

Una nota contro "Libero". Farebbe bene a smetterla di perorare cause perse come il Bollito di Hardcore e la sua ridicola "unione dei moderati"!. I "moderati" finora ci hanno portato al disastro che ben sappiamo.

Anonymous said...

Sono d’accordo. Nessie: è ora di finirla con questa menata dei moderati, un equivoco/ricatto mantenuto in vita da Berlusconi e dai suoi prezzolati.
Anche Salvini ne ha accennato, ieri. Concludendo che preferisce tentare di allearsi con 60 milioni di italiani. Ha anche detto di avere incontrato i cosiddetti “moderati” (artigiani, commercianti, professionisti ecc.) e li ha trovati incazzati neri…
Infatti, chi ha mai detto che un “moderato” non si possa incazzare? Al contrario, da qualche parte è scritto che bisogna temere l’ira del mansueto…
Perché – come si sa – anche le formiche nel loro piccolo s’incazzano. E quando succede son dolori…
(no caste)

Faithful said...

E cominciamo pure con il valzer dei pennivendoli di regime,cito solo il peggiore secondi solo alla Repubblica delle banane:

http://www.today.it/politica/manifestazione-salvini-roma-28-febbraio-2015.html

Anonymous said...

Quanto a “Libero”, lasciamo perdere certa stampaglia da due soldi e i suoi titoli ad effetto, degni di giornali scandalistici. La Meloni non ha dato del «figlio di…» a nessuno.
Ho trovato qui il suo intervento:

https://www.youtube.com/watch?v=Ok4JGao0KMA

Dieci minuti che consiglio di vedere.
Intanto cerco di recuperare anche il discorso di Salvini.
(no caste)

Nessie said...

Libero è diventato quasi peggio dell'Unità. Idem il Giornale che però, ha almeno la giustificazione di essere "il quotidiano della Casa". Belpietro la dovrebbe smettere di fare sondaggi fasulli e tendenziosi come...

"Secondo voi oggi Salvini in piazza del Popolo ha copiato il "VAFFA DAY" di Grillo?".

Quello che Belpietro non dice è che Grillo e il M5S sull'invasione e gli sbarchi in corso, non dice una parola contro, che sia una. E quando ha osato farlo una volta SOLO, tanto per portare via elettori alla Lega, ecco che si è trovato contro proprio i suoi grillini. Infatti il 100% dei lettori di Libero, non è caduto nel trabocchetto e ha liquidato la domandina tendenziosa con un NO .

Un vaffanc... di massa non ha copyright, oso sperare. Non ci vedo proprio niente di "grillesco".

Ho visto il video integrale, grazie No caste.

Nessie said...

Faithful, il peggior titolo che ho letto finora è su Il Giorno: La MARCETTA SU ROMA. Ma non dispero che ce ne siano altri...
Evvabbé, fa parte della comunicazione mediatica, come si suol dire. Purché se ne parli, diceva Voltaire.

Nessie said...

PS : La Meloni ha detto che Renzi è il figlio di Wanna Marchi, cioè un millantatore, cioè la verità. Ancora una volta LIbero si distingue per essere il DUDU' di Berlusconi.

Anonymous said...

Certo, Nessie. “Figlio di Vanna Marchi”, nel senso di imbonitore televisivo, piazzista di tappeti tarlati ecc. Lo hanno capito tutti, tranne i cervelloni di Libero…

“La marcetta su Roma” è anche il titolo del Fatto. A tutta pagina e tutto maiuscolo.
Il Fatto e Il Giorno, sinistra e centro-destra (“moderato”, naturalmente) uniti nella lotta.
E nel compilare giornali in fotocopia, a dimostrazione dello stato dell’informazione in Italia…
(no caste)

Nessie said...

Il titolo su Il Giorno era a caratteri cubitali e in prima pagina esattamente come quello su Il Fatto.

Quando Roma ogni settimana del Domineiddio diventava (e diventa) invece la Piazza Rossa di Mosca, allora non faceva (e non fa) notizia. Questione di abitudini.

Faithful said...

Io davvero non capisco dov''è che quel branco di cogl***i vedono il "flop" e la "mezza piazza vuota"

https://fbcdn-sphotos-e-a.akamaihd.net/hphotos-ak-xfp1/v/t1.0-9/s720x720/11024742_10203763062135598_7822739889754893997_n.jpg?oh=0ef7d34bb2bfadc143b789e6c6ab93e8&oe=5593AF64&__gda__=1433758621_ce855fc171981ddefd8fefb139b8e302

Ma soprattutto io per quel poco che ho visto il solito "controcorteo" dei soliti ca**ari non sembrava molto popolato e ora sento 35mila?

Siamo alle mistificazioni di regime.

Nessie said...

Le foto parlano chiaro, i filmati pure. Le testimonianze di chi ci è stato, idem. La risposta alle mistificazioni è una e una soltanto: JE RODE!

Anonymous said...

Concordo con Nocaste. Infatti immaginavo che se il numero dei manifestanti fosse stato eccessivo, non sarebbe accaduto niente. Pero' c'e' un certo cambiamento dagli anni '70. Allora la gestione dell'Ordine Pubblico sembrava fatta apposta per far scontrare gli opposti schieramenti. Ovviamente la minoranza e' sempre stata quella "nera". La novita' sta nel fatto che un numero come quello attuale la "destra" se lo poteva solo sognare. Io credo che siamo alle esequie dell'Antifascismo. Del che abbiamo tutti da guadagnare: a destra come a sinistra. Una volta rimossi i veti ideologici si sceglie il campo in base a criteri razionali. Lasciarsi fare a brandelli per coerenza ideologica e' una cosa che, evidentemente, non piace nemmeno ai vecchi comunisti. Svulazen, si' ma un po' piu' basso di prima.

Il sauro

Nessie said...

Sono ottimi segni, ma ora il problema dei problemi non è più solo quello di contarsi in piazza, nonostante sia un'ottima cosa spezzare l'egemonia e il monopolio rosso (quello che è arrivato perfino ad assurdità come il "partito di lotta e di governo"). Il problema dei problemi è il FARE.

Iniziative contro il fisco vessatorio (compresa la Resistenza Fiscale), vigilanza nei quartieri contro il degrado e l'illegalità diffusa (ladri, rapine ecc.), respingimento degli sbarchi che fanno di questo povero paese un'autentico lazzaretto aperto a malattie, epidemie e a rischio terrorismo.

Insomma da fare accanto alla gente vera (e non solo in tv) ce n'è tanto e più si fa, più si cresce in termini numerici fino ad accrescere potere di contrattazione.

Johnny 88 said...

Intanto la clandestina congolese torna alla carica. Occhio che quella di mettere fuori legge i partiti "sgraditi" potrebbe essere la carta finale da usare se certi partiti diventassero troppo "pericolosi" per chi tira i fili
http://www.ilgiornale.it/news/politica/kyenge-va-allattacco-lega-e-casapaund-vanno-messi-bando-1100533.html

Vanda S. said...

Ho visto il video dell'intervento della GRANDE "piccoletta": accidenti che temperamento!
Tuttavia, forse perche' sono lontana, ancora sono scettica sulla reazione della massa....
I miei amici romani mi dicono che l'abulia impera, insieme ad una rassegnata disperazione....
Attendo FATTI.

Nessie said...

Johnny88 - Prelevo dall'articolo: "L'ex ministro, però, non esclude il carcere come misura estrema: "Può essere preso in considerazione quando l’istigazione all’odio scatena episodi di violenza".

La Kyenge dovrebbe preoccuparsi di tutti gli episodi di violenza IMPUNITI (e sottolineo, impuniti), dei quali sono stati vittime gli Italiani per mano di stranieri senza documenti che vengono arruolati in bande criminali disseminate per la penisola. La legge Mancino è una nefandezza, ma bisognerebbe applicarla per noi, i veri discriminati.

Nessie said...

Vanda, certo ora i fatti. Purché li lascino operare. Negare l'agibilità politica è il primo passo per annientare forze sovraniste.

Nessie said...

Link per link metto anche questa vergogna discriminatoria contro gli Italiani:

http://www.ilgiornale.it/news/regaliamo-agli-immigrati-pensione-sociale-e-loro-tornano-1100608.html

gli immigrati hanno la "sociale" senza aver versato un soldo bucato di contributi, mentre gli Italiani non hanno più lacrime per piangere. Questa si chiama SOSTITUZIONE ETNICA.

Anonymous said...

Sono un difensore della libertà di opinione di tutti gli uomini,e della possibilità di esprimerla in tutti i modi consentiti e legali...e farla conoscere agli altri.
Questa libertà...però non contempla che le opinioni di chiunque debbano poi essere convertite in obbligo per gli altri di "doverle stare a sentire",o addirittura(in rispetto delle stesse)... considerare ed assumere per cambiare il proprio stile di vita.....magari "plurisecolare e comune alla moltitudine dei propri connazionali".
Visto che ti piace il Latino...."beccate questa"....."Sutor ne supra crepidam"
Apelle noto pittore dell'epoca classica,mostrava il suo ultimo dipinto...un uomo,probabilmente importante con toga, seduto su un seggio,ma tra la folla notava uno che criticava qualche cosa.Avvicinatosi chiese al criticone,che succedeva...Quello fece notare che il calzare,così come dipinto era sbagliato.Apelle andò su tutte le furie...ma poi,quando seppe che chi criticava era un calzolaio....si decise a ripitturare il calzare.Non finì là...perché l'ignorante criticone ricominciò a criticare,incoraggiato dal successo,allargandosi anche al drappeggio della toga....A questo punto Apelle scoppiò d'ira(non rispettando"l'opinione"di un non idoneo a criticare ciò che non capiva,e se ne uscì col famoso VAFFA metaforico...
"Calzolaio non oltre la scarpa"
Con la rappresentanza di tanti,miracolati del voto,premi di maggioranza,quote "colorate" a vario titolo,"paracadutati" dall'alto,o rotolatici dal basso...che decidono per Noi in Parlamento....sulla base delle loro opinioni(non specializzazioni),che valgono quello che valgono....che scorta di "vaffa"ci vorrebbe oggi per un Apelle????
Un mio amico,molto decisionista,seriamente..propone ...uno solo.... un bel "vaffa cumulativo"...esprimente "democraticamente anche la nostra opinione....Quindi come tale da "rispettare".
Saluti Mar

Aldo said...

Il giochino delle pensioni, da che è iniziato e rispetto alle "regole d'ingaggio" iniziali, mi è costato fin'ora 240.000 euro, che non sono propriamente uno scherzo. Ancora più grave, mi è costato dodici anni di lavori forzati, ovvero di porzioni della MIA vita che dovrò cedere* ad altri per sbarcare il lunario.

Quanti come me? Quanti non ci hanno ancora seriamente pensato e preferiscono fingere che non sia successo niente, come gli struzzi?

* non certo spontaneamente, bensì a seguito dell'esercizio di una vera e propria violenza sulla mia persona da parte di chi si è appropriato delle istituzioni

Nessie said...

Dei vaffa, ormai se ne fanno un bel baffo. E' meno di un buffetto. Nodosi bastoni ci vogliono. Dall'arma della critica, alla critica delle armi.

Nessie said...

Okay Aldo, ma vale anche per te quanto detto sopra. Ogni trattativa "democratica" richiede di un nodoso bastone nascosto. E non sono parole mie, ma di W. Churchill. Se non abbiamo "punti di forza", non ci resta che soccombere.

Luca Griggi said...

Nessie la situazione diventa sempre più simile a quella greca come da copione:
http://www.infiltrato.it/inchieste/renzi-tagliera-le-pensioni-non-ha-alternativa-report-shock-del-fmi
Intanto avete visto lo spettacolo delle primarie piddine:http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/02/pd-primarie-e-irregolarita-ho-votato-in-5-seggi-con-documenti-scaduti/1100887/La situazione diventa sempre più simile a quella greca come da copione:
http://www.infiltrato.it/inchieste/renzi-tagliera-le-pensioni-non-ha-alternativa-report-shock-del-fmi
Intanto avete visto lo spettacolo delle primarie piddine:http://m.ilgiornale.it/news/2015/03/02/pd-primarie-e-irregolarita-ho-votato-in-5-seggi-con-documenti-scaduti/1100887/

Aldo said...

Certo. Non esiste altro diritto al di fuori di quello del "più forte" (dove "più forte" deve essere coniugato secondo la situazione contingente). Ora come ora, noi moderna carne da Mercato (con la maiuscola, perché è la nuova divinità) non abbiamo ALCUNA forza.

Nessie said...

Sì, Luca, ho sentito la porcheria delle primarie piddiote. Dovrebbero chiudere la sordida bisca (pardon, i loro seggi) per associazione a delinquere: C'è chi vota due volte, chi coi documenti scaduti, poi mandano al voto immigrati senza permesso di soggiorno.

Ho già seguito le primarie in Liguria, dove perfino Cofferati (cioè uno dei loro) ha dovuto presentare un esposto alla Procura per truffe e brogli aggravati. Un Cinese fatto fuori dai cinesi. Mandati a votare senza documenti :-).

Quanto alla minaccia del FMI sulle pensioni, è da un po' che circola. Ma temo che nel frattempo assisteremo a cambiamenti epocali e che il colpo grosso non riuscirà fino in fondo.

Nessie said...

Aldo, hai detto una sacrosanta verità: siamo al Dio Mercato e noi ne siamo gli agnelli sacrificali.

Nessie said...

L'amico Lif di Euroholocaust ci ha dato il suo reportage della giornata delle Manifestazione di sabato qui:

http://euroholocaust.blogspot.it/2015/03/saluti-romani-sulla-manifestazione-di.html?showComment=1425339136948#c3259816514464950621

Anonymous said...


Prendo lo spunto dal buon MAR, che riferisce uno degli episodi mitologici della nostra classicita', per dire che, purtroppo, l'Opposizione non e' adeguata. Non riesce mai a rispondere a tono a veri e propri processi mediatici, organizzati quasi dappertutto. Ha successo quasi solo in mancanza di un interlocutore.

Ieri sera ho visto, col solito fastidio, uno dei solitissimi programmi di "informazione" organizzati con il preciso scopo di massacrare l'avversario.

Argomento, tanto per cambiare, l'alleanza della Lega con i "fascisti del terzo millennio" di Casa Pound. Pur essendo in presenza di persone disposte a combattere sole contro tutti, non ce n'e' uno che attacca: tutti a difendersi, con il che, lasciano libero campo all'avversario. Non pretendo certo che diventino tutti esperti dell' "arte di avere sempre ragione" di Schopenauer, ma almeno si addestrino un po'. Non si va davanti al pubblico a mostrare la propria debolezza: o si e' forti o non ci si va. E questo, nonostante abbiano dalla loro parte argomenti tanto forti che, quando solo accennati, riescono comunque a trovare spazio perfino tra un pubblico cosi' fazioso.

Invece di accusare l'attuale classe dirigente di voler distruggere economicamente, culturalmente, e fino fisicamente, cio' che rimane dell'Italia, stanno al gioco e si giustificano circa il perche' o il percome delle loro alleanze. Quando passano all'attacco lo fanno con una malagrazia tale che riescono a trasformare un possibile successo in una sicura sconfitta.

Non voglio dire che sia facile, ma non si rendono conto che se si vuole lottare non basta la disposizione alla lotta: ci vuole esercizio. E in questo va dato atto che almeno i vecchi fascisti si fanno cogliere molto meno impreparati, ancorche' la loro stessa qualifica basti ed avanzi a dimezzare la loro forza. Continuo a non capire come sia possibile che gente che e' ormai in politica da anni non si metta finalmente ad imparare come si fa.

E questo riguarda proprio tutti: da Salvini fino a Borghezio, che sono tra i piu' combattivi. La Le Pen, che pure e' una signora, riesce a fronteggiare alla perfezione ogni attacco e riesce a volgerlo a proprio favore. L'ho visto qualche tempo fa in un altro di questi programmi fotocopia. Evidentemente, lei ha studiato come si fa; non e' solo in virtu' dei propri argomenti e della propria convinzione che si vince.

A me dispiace dirlo, ma e' sconfortante.

Il sauro

Nessie said...

Giusto. Se si va in tv a duellare con l'avversario, bisogna prepararsi a difendersi contrattaccando, che è un'arte. Non si tira di scherma o di fioretto se non si è ben addestrati. In caso contrario, si rischia di venire infilzati. Marine Le Pen, succhiava politica nel biberon al posto del latte fin da poppante, e pertanto conosce l'arte di fronteggiare gli attacchi volgendoli a suo favore.

Anonymous said...

Che poi non sarebbe nemmeno tanto difficile. Questi sono abituati ad una totale assenza di concorrenza, tanto che quando si trovano di fronte qualcuno che tiene loro testa non sanno piu' che fare. Il caso di D'alema e' esemplare: la Le Pen l'ha distrutto senza nemmeno infierire e con grande educazione. Gia' si parte con le mani legate con mille pregiudiziali a sfavore, se poi non si e' nemmeno in grado di reggere il confronto, capirai... e' come se in un duello alla sciabola ci si concentrasse solo sulle parate. Lo stumento nasce proprio per menare fendenti: bisogna conoscerne l'arte.

Il sauro

Nessie said...

Sauro, parli del programma "Piazza pulita" andato in onda su La7 ierisera, suppongo.
Io non l'ho visto perché è uno dei tanti talk in fotocopia con tanto di conduttore de sinistra (il santoriano Corrado Formigli) e perciò, già truccato a priori. Occorre tener presente anche di questo: che la gestione di questi talk è tutta in mano loro: la bilderberghiana Lilli Gruber, i santoriani Formigli (Piazza Pulita) e Iacona (Presa diretta), la "fabiana" Milena Gabanelli, il Repubblica-Rothschild Giannini, i supersinistri Floris e Santoro ecc. ecc.

Se cominci ad avere degli anchor men del genere, la prima cosa che fanno è di interromperti e di portarti via la parola, non appena hai qualcosa di interessante da dire o da controbattere. Sicché la tua mossa per difenderti è duplice: quella contro l'avversario politico piazzato lì in salotto e quella contro il conduttore, incapace di essere "terzo" e "neutrale". Occorre riflettere anche su questi paletti non da poco.

Faithful said...

Ecco Sauro ha spiegato per quale motivo dicevo tempo fa che il Salvini al momento non è ancora pronto a prendere il posto occupato dagli abusivi.
E' inutile girarci tanto intorno,quando sei in prima linea con dietro di te tutti a seguirti devi farti un esperienza che per forza di cose non puoi farti da consigliere comunale o anche da parlamentare,per la Le Pen il discorso è completamente diverso,lei ha avuto per tutta la vita il padre a prenderla per mano durante tutta la carriera di lui e l'esperienza sul campo se l'è fatta in quel modo.

Comunque per risollevare il morale a tutti vorrei solo farvi notare che dopo la giornata romana del renzi a casa i nostri cari piddioti burattini e carne da cannone sono diventati talmente nervosi e protervi da sfiorare persino la sadicità nei confronti dei disgraziati,leggete questo articolo

http://iltirreno.gelocal.it/prato/cronaca/2015/03/02/news/l-allucinante-sabato-sera-di-un-ventenne-di-prato-1.10964887

E leggete i commenti schiumanti di rabbia sotto,addirittura lo si accusa di essere,oltre al sempreverde rassista,persino smidollato e altre cose degne del peggior bullo di periferia e ovviamente la zingarella ha fatto bene a fare quel che ha fatto e ad approfittarsi della situazione.

Divertente come poi questi si presentano sempre come "i buoni".

Nessie said...

Letto l'articolo, grazie Faithful. La domanda del ragazzo di Prato andrebbe rivolta direttamente a Renzi che sul tema immagrazione fa lo GNORRI come se non esistesse affatto.