29 December 2014

Sogno di una notte di Capodanno





Sognare è rimasta l'unica prerogativa concessaci. La tassa sui sogni non l'hanno ancora applicata. Perciò sogno... O se vogliamo dirla all'americana I have a dream...

Napolitano se ne andrà tra fischi e pernacchie sotto il Quirinale il 14 gennaio dopo il semestre europeo. Là sotto ci sono folle di dimostranti imbufaliti con squadre e  compassi innalzati e cartelli con le scritte: Massone, tornatene in Loggia. Ci hai avvelenato il PaeseComunista falce e compasso.

Renzi e il Berlusconi bollito e pascalizzato, tenteranno come i ladri di Pisa di mettere Draghi alla Presidenza della Repubblica. Ma Drago Draghi viene chiamato alla Fed a stampare denaro fasullo e lui dice: Obbedisco! Totò ne " I Soliti Ignoti" è stato un antesignano della politica della Federal Reserve.
A marzo Renzi cadrà sullo ius soli, mentre torme di siciliani, calabresi e pugliesi inferociti si metteranno a presidiare le coste con barche e barconi e  i cartelli con la scritta "STOP INVASIONE" "Tornate a casa!". La Marina Militare si ammutina perché non vuole più rischiare altre malattie.  Il marò Girone riesce a evadere dall'India  con un blitz, e a raggiungere il suo commilitone La Torre, che nel frattempo non è più ripartito. Ci sarà il sedevacantismo al Quirinale e tutti i "quirinabili" saranno  di volta in volta bruciati dalle elezioni, poiché non presentabili  al popolo italiano. Putin crea un animale di nome DragOrso con la Cina e si metteranno d'accordo per una nuova valuta.

Alla Casa Bianca le cose andranno sempre peggio, Obama è costretto a riparare in Kenia, il popolo americano applicherà il secondo emendamento e andrà coi fucili sotto Wall Street. Crescita dopata, PIL fasullo, mentre in realtà sono alla fame, hanno deciso di passare alle vie di fatto liberandosi dei tiranni usurai.
La Merkel, vista l'aria che tira ignora il TTIP  e commercia col DragOrso.
In Francia Marine Le Pen vince le elezioni e spedisce a casa Hollande. La sua prima mossa è uscire dall'euro, seguita da Olanda, Italia, Austria, Irlanda e Grecia. La Ue crollerà come un castello di carte. Salvini si metterà d'accordo con Landini per instaurare una lotta di classe padana che via via si diffonde a macchia d'olio per l'Italia. Il referendum contro la legge Fornero è stato accolto e chi doveva andare in pensione potrà andarvi per godere il meritato riposo.
Per il Pd  sarà una Caporetto e si spaccherà in mille rivoli. Ugo Sposetti scapperà all'estero col Tesoro del vecchio PCI e  uno speciale  "conto gabbietta 2". Viene fermato nei pressi di Dongo dalle milizie padane, costretto a cedere la refurtiva che potrà essere redistribuita a tanti poveracci. L'unica cosa che verrà rifiutata, sono gli orribili quadri di Guttuso. Per essi non viene nemmeno battuta asta. 
Giuliano Poletti viene incarcerato per reati di estorsione, corruzione, turbativa d’asta, false fatturazioni, trasferimento fraudolento di valori, riciclaggio. Inoltre gli  viene contestata l’associazione di stampo mafioso regolata dall’articolo ex 41bis per aver trasformato Legacoop in una cupola d'affari illeciti. I lavoratori possono dormire tranquilli: il Jobs Act non si farà!

Renzi finisce ai giardini di Boboli con la moglie nasuta, i figli e cagnolini. Aspirava a entrare nella Loggia Three Eyes di Napolitano, ma  ormai non lo vogliono neanche più alla bocciofila di Pontassieve. 


Bergoglio non godrà i privilegi del suo predecessori: non ci saranno elicotteri a trasferirlo a Castel Gandolfo bensì una mongolfiera per ignota destinazione. La quale, a un certo punto  del volo, si inceppa e precipita nella Pampas sconfinata, tra gli ululati dei vil coyotes e i gauchos  che corrono col lazo a recuperarlo assai male in arnese. La botta è stata forte  ma Pampurio esclama "Soffi el viento pampero". La sua papalina però è volata via col vento. 


Sì, che soffi il vento, ma non solo quello pampero...Fino alla fine del mondo. Di questo mondo che hanno tentato di ingabbiare e  rendere unico, con mercato unico, moneta unica, Pensiero Unico, e che ora sfugge loro di mano. 

Buon Anno a tutti!


28 comments:

Massimo said...

I sogni son desideri che, a volte, si avverano. Ma non accade per grazia ricevuta, bensì perchè tante formichine si sono incazzate ed è diventata una valanga. Il problema è che, ancora, questa valanga non si vede. Buon Anno.

Nessie said...

E' vero Massimo che i sogni son desideri e che in fondo ho fatto la lista dei "desiderata". E' altresì vero che per realizzarli ci vuole impegno da parte di tutti. Ma di finire l'anno con le solite geremiadi che ben conosciamo, non me la sentivo. Tra i miei sogni c'è anche quello di vedere Monti e la Fornero mendicare una ciotola alla Caritas.

Non li ho citati tutti, ma potete continuare voi...

B>uon Anno!

Pier Paolo said...

Carina Nessie. Hai dimenticato il bollito di Hardcore.
A lui auguro di finire i suoi giorni con un'ottantenne. A maggio sono previste le nozze. Per lui, divieto di divorzio.
E vissero felici e contenti :-)...

Nessie said...

Buona quella dell'ottantenne coetanea di Berlusconi! Questo sì sarebbe un grande dispiacere per lui.

E la Pascale? Pentita da tanto mercimonio, si è innamorata di un giovane studente squattrinato ed è scappata con lui :-)

Aldo said...

Mi sa che ci serviamo dallo stesso spacciatore... roba buona, nè! :)

Nessie said...

Io non ne ho bisogno. Sono già una visionaria di mio :-). E' evidente che trattasi di sogni. Ma se avessi fatto la solita geremiade su quel che va male (cioè tutto) avrebbe cambiato qualcosa?
Buon Anno, Aldo.

Aldo said...

Buon anno anche a te, ovviamente. E, permettimi, anche a tutti gli altri lettori/commentatori delle tue pagine.

Nausicaa said...

Con Napolitano sei stata troppo buona. Con quel che ci ha fatto passare in questi ultimi 3 anni, qualche contestazione sotto il Quirinale cosa vuoi che sia? Il fatto è che nella realtà, questo vecchiaccio se ne andrà alla chetichella senza manco quelle,purtroppo. In ogni caso, non ascolterò il suo discorso.
Buon Anno.

Anonymous said...

E buon anno... pejote per tutti ed ogni sorta di allucinogeno per farcelo passare alla svelta in totale inconsapevolezza. Sento gia' i botti.

Il sauro

Nessie said...

Nausicaa, in effetti a Napolitano ci vorrebbero le picche in quel culo secco che si ritrova. E invece non vedremo nemmeno le contestazioni antimassoniche che almeno i comunisti d'antan sapevano fare. Si trangugiano proprio di tutto questi compagnucci!
Ovvio che nemmeno io assisterò allo strazio del pistolotto nauseabondo di fine anno. Auguri.

Nessie said...

Grazie Sauro, altrettanto a te! Altro che peyote ci vuole!

Anonymous said...

Ciao Nessie!
belli i tuoi sogni, che alla fin fine corrispondono ai sogni di moltissima gente. Per quanto alla bella napoli i mortaretti glieli infilerei in quel c..o da massone rinsecchito.
Se ne avverasse almeno uno!
Buon Anno con tanta speranza
Laura

Nessie said...

Grazie Laura. Ho fatto una semplicissima operazione creativa: quella di cercare di rimettere a posto quanto, questi bastardoni, sono riusciti a scompaginare e a destrutturare. Almeno nel sogno a occhi aperti, si può e si deve fare. Nella realtà è evidente che la strada è in salita. L'Italia, purtroppo è al centro di una "tempesta perfetta", come al solito provocata sempre da L'OR Signori.
Un sereno Anno Nuovo anche a te.

Anonymous said...

Nessie, qualcosa dei tuoi desideri, si è appena avverato. Il bollito di Hardcore e la Pascale non sono più insieme. La signora ottantenne con cui legarsi in matrimonio, appare sempre più probabile. Non si capisce che fine abbia fatto Dudù:-)

http://www.dagospia.com/

Auguri!

Z

Nessie said...

Beh, questo non era un gran desiderio, ma uno spettegulèss. Ovvio che le cazzatelle succedono. Auguri a te.

Anonymous said...

Auguri a tutti gli amici del Blog,e sopratutto a chi lo gestisce,con la speranza che il "seme.... seminato nel buon terreno,prima o poi darà buon frutto".
Mi auguro che il sogno descritto nel Post ,sia più una visione ineluttabile da veggente "druidica",per un futuro migliore possibile......che un semplice desiderio.
L'Italia ce la può fare....anche se infettata da vari Italiani opportunisti(purtroppo in posti nodali)...che si mettono a "servizio"degli investitori(strozzini)internazionali....dimenticando che la ricchezza di una Nazione non è la carta straccia(inutile)...ma le braccia e le menti di "cittadini" che vogliono produrre la vera ricchezza col lavoro...che però richiede il sudore della fronte.
L'Italia(Roma latina....scusatemi il campanilismo)ha fatto uscire l'Europa e poi il mondo dalla barbarie.... E una seconda volta....dopo l'oscuro Medio Evo dei mercanti...con il suo Rinascimento....ha riportato di nuovo il desiderio e l'attuazione di una vita "civile"migliore.
Oggi siamo di nuovo sotto attacco di "nuovi "barbari,manipolati dagli "eterni" nemici.
Il DNA che ci portiamo appresso,però,prima o poi ,l'avrà vinta,e....a calci nel sedere,dopo aver cacciato i servi(benestanti) dei mercanti....sarà il punto di partenza e il faro per una nuova(anche se antica)civiltà....per noi e per il mondo intero.
Mi associo al tuo sogno,e al tuo augurio....Saluti MAR

Nessie said...

Grazie, o Marc'Antonio Romano! Ho semplicemente fatto un post "surreale", dato che la realtà di ogni giorno è sempre più deplorevole.
Auguri all'Italia e agli Italiani. Resisteremo alla "tempesta perfetta" che ci stanno scatenando addosso. E conteremo sul DNA di cui parli.
Buon Anno a te e ai tuoi cari.

Anonymous said...

Non riuscendo più nemmeno a sognare* direi che l'inconsapevolezza (peraltro allegramente coltivata con gaudio e profitto da intere folle di zombie affamati delle vite altrui) sarebbe un ottimo rimedio agli incubi fatti realtà.
Buon anno a tutti!
Scarth

PS: Nessie però non sottovalutare la capacità di tassazione dei "nostri". E non sottovalutare nemmeno il fatto che i sogni potrebbero anche proibirli o sorvegliarli con appositi gendarmi onirici.

Nessie said...

Scarth, non sottovaluto niente. Compresa la tassa sui sogni che potrebbero chiamare Dream Tax. Ma in fondo non è bello tenere un po' da parte le paturnie almeno per qualche ora e svagarsi un po'?
Cosa ci sia da festeggiare non lo so nemmeno io, ma Buon Anno lo stesso!

Vanda S. said...

Che bei sogni, Nessie!
Speriamo davvero che l'incubo finisca e che si potrà' tornare ad una vita VERA e UMANA!
Un caro augurio di buona fine 2014 e che il 2015 sia l'anno dei grandi e concreti cambiamenti!!!

Nessie said...

Grazie mille, cara Vanda. Un sentito augurio di Buon Anno a te e famiglia e...tante bollicine di champagne! :-)

Anonymous said...

chicca di fine anno: a mio fratello medico è arrivata una cartella esattoriale dove gli chiedevano di spiegare come facesse a pagare i versamenti previdenziali visto il suo reddito... cioè piu o meno come faceva a pagare le tasse visto che non guadagnava abbastanza per farlo!

buon anno a tutti vi stimo,

rocco

Vanda S. said...

Il messaggio di Magdi Allam mi sembra giusto.

Buongiorno amici! Alla vigilia di Capodanno dobbiamo definitivamente prendere atto che siamo deliberatamente vittime di una crisi strutturale e straordinaria, frutto di una strategia premeditata che di fatto è una vera e propria guerra mondiale di natura finanziaria con risvolti sociali e culturali che, unitamente a una dittatura eurocratica, bancaria, tecnocratica, relativista, immigrazionista, multiculturalista e islamofila, avvalendosi di un Governo ed un Presidente della Repubblica asserviti a questa dittatura, stanno devastando e depredando l’economia reale sottomettendola e svendendola all’arbitrio della finanza speculativa globalizzata; stanno destrutturando il nostro sistema economico e sociale che storicamente è prosperato grazie alla sua pluralità incentrata sulla micro-dimensione per omologarlo nella macro-dimensione globalizzata; stanno perpetrando il crimine epocale di trasformare l’Italia ricca in italiani poveri; ci hanno spogliato della sovranità popolare e della democrazia sostanziale imponendoci un sistema di potere nemico degli italiani; ci stanno facendo perdere la certezza di chi siamo come persona, famiglia e comunità sul piano delle radici, valori, identità, regole e leggi, provocando un processo di denatalità che rischia di essere irreversibile con il conseguente declino della nostra nazione e perdita della nostra civiltà.
Ebbene, se è ormai definitivamente assodato che stiamo subendo una guerra mondiale e siamo vittime di una dittatura, la nostra missione nel 2015 è di ribellarci per vincere questa guerra e liberarci di questa dittatura, se non vogliamo morire come persone depositarie dei valori inalienabili alla vita, alla dignità e alla libertà; come famiglia naturale concepita quale fulcro della costruzione sociale; come comunità locali orgogliose e prospere grazie alla solidità della propria specificità identitaria che si radica sul territorio, si tramanda salvaguardando la propria tradizione e progredisce valorizzando il patrimonio ambientale, culturale ed umano; come sistema di sviluppo che mette al centro i micro, piccoli e medi imprenditori che sono i protagonisti dell’Italia che produce beni e servizi reali; come democrazia sostanziale che rappresenta concretamente la sovranità popolare e persegue esclusivamente l’interesse supremo e il bene comune degli italiani; come nazione fiera della propria storia comune e certa della positività della pluralità e della cooperazione tra le comunità locali per favorire il benessere generale; come civiltà che si fortifica in virtù della consapevolezza delle nostre radici greche, romane, ebraiche, cristiane e illuministe e della capacità di confrontarci da una posizione di forza con una globalizzazione monca e distruttiva concernendo la sola dimensione materiale della modernità senza abbracciare la dimensione spirituale dei valori assoluti e universali, dei diritti fondamentali, dello stato di diritto e della democrazia sostanziale. (continua)

Vanda S. said...

Nel 2015 gli italiani hanno il diritto e il dovere di riscattarsi e di indicare sulla base di una inequivocabile scelta della maggioranza, che manifesterà la propria volontà di cambiamento sull’insieme del territorio nazionale, un governo che abbia a cuore l’interesse supremo e il bene comune degli italiani, assumendo la storica decisione di uscire dall’euro, dall’Unione Europea, dal Consiglio d’Europa, dall’Organizzazione mondiale del commercio, dalla Nato, dalle istituzioni delle Nazioni Unite che nuocciono ai nostri interessi, avviando una radicale riforma del modello di Stato, di sviluppo e di società che mettano al centro la priorità dei cittadini italiani nell’attribuzione delle risorse e nell’erogazione dei servizi; la sovranità monetaria, legislativa, giudiziaria e nazionale; una moneta nazionale emessa direttamente ed esclusivamente dallo Stato senza creare debito con le banche; la nazionalizzazione della Banca Centrale d’Italia e la separazione tra banche commerciali e banche d’affari; una tassa unica al 20% da versare direttamente ai Comuni; la democrazia sostanziale e lo stato di diritto; l’economia reale e la tutela della produzione nazionale; i micro, piccoli, medi imprenditori e la valorizzazione del turismo, della terra e della tecnologia; le comunità locali che s’interfacciano direttamente con lo Stato eliminando le Province e le Regioni; l’autonomia amministrativa e finanziaria dei Comuni e la solidarietà nazionale; l’istruzione raccordata con il posto di lavoro e l’etica del lavoro come dovere sociale; la sicurezza interna ed esterna delle nostre frontiere e la salvaguardia della nostra civiltà.
Nel 2015 intendo dare un contributo a questo processo di salvezza degli italiani, di rinascita dell’Italia e di salvaguardia della nostra civiltà promuovendo, da un lato, un processo di informazione corretta e di formazione costruttiva sull’insieme del territorio nazionale insieme a tutti coloro che sceglieranno di parteciparvi aderendo all’Associazione “Amici di Magdi Cristiano Allam”; favorendo, dall’altro, la nascita di un movimento di protesta e di rinascita popolare, democratico e pacifico che s’ispira al Mahatma Gandhi per dire basta alle tasse più numerose e gravose al mondo, all’usura bancaria legalizzata, alla restrizione del credito, all’indebitamento forzoso dei cittadini, all’istigazione al suicidio degli imprenditori e dei disoccupati, al crescente impoverimento del ceto medio, all’abbandono a se stessi dei pensionati e degli invalidi, al disinteresse nei confronti delle famiglie e dei giovani, alla svendita del patrimonio pubblico e privato; basta al Governo e al Presidente della Repubblica asserviti alla dittatura finanziaria che hanno spogliato il Parlamento della rappresentanza della sovranità popolare e posto fine alla democrazia sostanziale; basta allo Stato ladrone, corrotto, onerosissimo, burocratizzato, invasivo e inefficiente; basta alla criminalità organizzata collusa con centri deviati dello Stato, dell’imprenditoria, delle forze dell’ordine e della magistratura; basta alla magistratura politicizzata e golpista che si sostituisce al potere legislativo e determina il potere esecutivo; basta all’euro, all’Unione Europea e alla Nato; basta all’invasione dei clandestini e alla saturazione degli immigrati; basta all’arbitrio dei Rom e al degrado dei loro campi; basta alla diffusione delle moschee e al terrorismo islamico.
Con il 2015 è arrivato il momento di agire per essere pienamente noi stessi a casa nostra. È arrivato il momento di rimboccarci le maniche e di metterci la faccia. È arrivato il momento in cui ciascuno di noi deve dare il proprio contributo per il successo della causa comune. È arrivato il momento di passare dalla denuncia alla proposta. È arrivato il momento di passare dalle parole ai fatti.
Con il 2015 è arrivato il momento di dire “Basta!”. Andiamo avanti forti della verità, certi dei nostri valori e con il coraggio della libertà. Insieme ce la faremo! Buon anno amici!

Nessie said...

Grazie Rocco, infiniti auguri. Anche per tuo fratello. Spero solo che il 2015 sia l'anno delle grandi Ribellioni.

Nessie said...

Vanda, mi sono alzata solo ora, reduce dalle bollicine del brindisi. Lo sappiamo bene che con le buone non se ne esce, e questa non è una novità.
Quello che hai riportato è il discorso di Magdi Allam. Ovviamente vale il proverbio cinese "cento fiori fioriscano". E se tutti vogliono fare qualcosa di concreto per questo paese, io ne sono contenta. Ma sinceramente avendolo conosciuto anche personalmente, è un personaggio di cui non mi fido molto. Comunque vedremo...

Vanda S. said...

Sono d'accordo al 100%!!!

http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/01/01/pane-pane-vino-vino/1308903/

Nessie said...

Vanda, che devo dire? Che ci tocca dare ragione perfino a quel comunistone di Giulietto Chiesa.