17 October 2014

Tutti a Milano!




Sarò al grande raduno di Milano il giorno 18 (che è domani) promosso dalla Lega col titolo Stop Invasione. Non so se la Lega di Salvini riuscirà ad essere all'altezza delle aspettative degli Italiani in questo periodo angoscioso e funesto. Sarà forse l'ennesima delusione?


 Tuttavia,  questa, ancor prima della lotta di una forza politica specifica, è la battaglia di tutti gli Italiani. Ho sentito che aderisce anche Casa Pounde che Fratelli d'Italia propone un'altra manifestazione a Reggio Calabria. Meglio sarebbe che tutte le forze politiche sovraniste  e indipendentiste che si battono contro l'euro, contro l'austerità e contro l'immigrazione massiva si consociassero insieme. Ma so che chiedo troppo, per ora. I tempi non sembrano ancora maturi per l'unificazione, ma mai disperare.  Per ora è soprattutto  il Nord a mobilitarsi e lo fa a ragion  veduta: gli sbarchi rischiano di essere non più immigrazione ma vera  e propria invasione. Sappiamo bene che non c'è lavoro per noi, che la disoccupazione è  sempre più desolante. E' impossibile che sia il lavoro a richiamare queste invasioni. Sappiamo che il vero movente è invece la sostituzione etnica e l'ho già scritto tante di quelle volte che non ho  più voglia di ripetermi. Sappiamo anche che  in questi giorni si fa pressante l'allarmismo mediatico contro l'Ebola. Vero, gonfiato, falso? Falso che sembra vero? peste nera o peste mediatica? Bioterrorismo? 


In ogni caso, la vera misura precauzionale per ogni epidemia e pandemia è quella politica: chiudere i confini e controllare le vie di comunicazioni. Ma non viene presa. Ovvio: ci si deve mescolare facendo circolare liberamente anche i virus, per poi avere il pretesto di costringerci a drastiche vaccinazioni obbligatorie di massa, delle quali non si conoscono gli esiti. E'  dunque l'affare del secolo per Big Pharma, Glaxo e altre grandi multinazionali farmaceutiche che volano già in Borsa. Inoltre ecco altri pretesti utili per scatenare in Africa una guerra batteriologica, qui con marines installati tra petrolio, oro e diamanti. 


Mobilitarsi per partecipare al raduno di Milano è innanzitutto una protesta civile contro questi criminali che impediscono al nostro Paese di poter avere un futuro. Chiudo momentaneamente la sezione dei commenti, per impedire di nasconderci ancora una volta dietro alle parole. Ne abbiamo già scambiate tante!
Ora è tempo di alzarci dalle scrivanie, di togliere gli occhi dal monitor dei pc e di ESSERCI fisicamente per testimoniare contro questo cataclisma che si abbatte giornalmente contro di noi.  A presto!

2 comments:

johnny doe said...

Spero sia un successo...poi ci racconti

Nessie said...

Domani, se posso. Ora sono appena arrivata a casa stanca morta.