19 October 2014

O mia bela Madunina







La Lega ha avuto il pregio di riempire la piazza Duomo, di dire con sincerità che siamo ormai all'invasione e non più all'immigrazione. C'erano slogan pittoreschi come +RUM e - ROM.  O CLANDESTINO MANTENUTO PADANO SPREMUTO. E anche ALFANO IMAM ITALIANO. C'era la fantasia popolare che si è scatenata in mille modi, con ragazze dalle unghie laccate di verde, con agli occhi ombretti verdi, giovani con capigliature dalle creste da ultimo dei mohicani tinti di verde, anziani che si avvolgevano a palandrane bianche con il Sole delle Alpi verde. Disabili in carrozzella con bardature verdi, sbandieratori col vessillo della repubblica di S. Marco, gran pavesi viscontei dell'associazione culturale Terra Insubre. Verdi erano pure gli effetti speciali dei fumogeni.. C'era la delegazione romagnola, bolognese, genovese, romana, sarda, perfino dalla Calabria e dalla Sicilia.
Ho visto nascere il fenomeno Lega fin dal suo sorgere con le sue luci e le sue ombre, sul finir degli anni '80. E non mi stupisce il suo radicamento nel territorio spesso sottovalutato dai media e da   quel Grillo che con la sua  presuntuosa Scientology via web, se lo sogna un radicamento simile (i fischi di Genova parlano chiaro). Così. come è stata sottovalutata questa manifestazione dalla solita stampaglia che si è sperticata a sottolineare dell'importanza della marcia della comunità di S. Egidio. Ma chi se lo fila di questi tempi S. Egidio?

Inoltre a detta del Corserva e della Repubblica pareva che quelle quattro zecche rosse dei soliti centri sociali, pagati per le consuete azioni di disturbo, fossero riuscite a fare una "contro-manifestazionne". No, io c'ero e  il corteo dei centri sociali,  tanto strombazzato dai giornali era di poche centinaia di sfigati rifondaroli in salsa Tsipras e di leonkavallini  fumati che sono sfilati in Via Cairoli, procurando qualche rallentamento al mega corteo anti-invasione. Ma grazie alla sapiente regia della Prefettura, hanno fatto in modo da non farli incontrare né scontrare con l'imponente manifestazione in atto, deviandone il flusso.  Da lontano, solo qualche rumore di bomba carta della disperazione, lanciata indovinate un po' da chi....?!
  
Ogni tanto  in Duomo qualcuna di  queste zecche si intrufolava tra il  popolo lanciando qualche mala parola; ma lo facevano standosene a debita distanza per la paura di buscarle da qualche ligneo valligiano in vena di rappresaglie. E nel serpentone umano davvero incessante che dai bastioni di Piazza Venezia si è snodato  fino al Duomo, c'erano facce rudi e popolane di boscaioli delle valli della Bergamasca, del Varesotto, del Comasco, della Valtellina, rinforzi provenienti dal Canton Ticino con crani pelati dal collo un po' taurino accorsi a dare una mano. Un vecchio Cadorino mi dice che non riesce più a mettere piede a Milano. "Quando ci passo vedo che quattro su cinque non sono italiani e provengono da tutte le parti del pianeta. Me ne torno nelle mie valli, almeno lì parlo con qualche albero e qualche scoiattolo. E siamo ancora tra noialtri". Manifestanti dagli accenti prevalentemente nordici sono scesi dai bus,  provenienti dall'alta Italia. Ma questa volta, si sono mosse anche delegazioni dall'Italia Peninsulare.
Perché la novità di questo raduno è che la voglia di identità si è diffusa un po' per tutta Italia e ora la Lega dovrà vedersela con questo dilemma non da poco: identità nazionale o identità territoriale? Sfilano  pure le bandiere sarde coi quattro moretti .« Campo bianco crociato di rosso con in ciascun quarto una testa di moro bendata sulla fronte rivolta in direzione opposta all'inferitura. » e l'orgoglio sardo si fonde con quello padano.  Dalla Toscana arrivano gonfaloni col giglio mediceo. Per non dire del Serenissimo Leone di San Marco, adottato ormai anche dalla Lega Lombarda, in omaggio all'antico regno del Lombardo-Veneto. Perché dopotutto è vero: mandavamo via lo straniero Austriaco ("non passa lo Straniero"), ma ora siamo alle prese coi Vandali dall'Africa, che è ben peggio. Un triste paradosso storico!

Ma la vera novità è stato l'accordo con CasaPound e il pragmatismo di Salvini  che con loro (grazie alla mediazione di Borghezio) non è andato troppo per il sottile, più preoccupato di trovare ciò che poteva unire da ciò che  poteva dividere. CasaPound è nazionalista, la Lega è localista e gli slogan parlavano chiaro: "Prima il Nord"  la Lega,  e "Prima gli Italiani" Casa Pound. Intanto però i giovani di CasaPound avevano una esercito di bandiere come lo stemma della Ue sbarrato (No Ue) che è anche
corteo di CasaPound
un cavallo di battaglia della Lega: ed era proprio questo il percorso comune. Come il percorso  comune è  stoppare l'immigrazione massiva, causa di decomposizione sociale e di stravolgimento identitario. I ragazzi di CasaPound erano motivatissimi, intonavano cantici ritmati, slogan pertinenti, innalzavano striscioni e vessilli con la loro Tartaruga piazzata al momento giusto. Si fermavano per poi avanzare con simmetria senza mai sciogliere il loro drappello. Insomma, una regia iconografica davvero invidiabile che ha riscosso il plauso del popolo leghista. Ovviamente il Corserva, pagato per denigrare,  scrive: "Un corteo  con alcune centinaia di militanti di CasaPound - il primo centro sociale italiano d'ispirazione fascista - e di Forza Nuova".


Poi la grande piazza Duomo, bello, candido e svettante  con la Madunina tuta dora e piscinina che protegge dall'alto tutti i convenuti. Non è mancata dal Palazzo accanto alla Galleria Vittorio Emanuele dove c'è anche la sede dell'Onu, una provocazione insidiosa: due minus habentes srotolano uno striscione con la scritta:«Milano ha accolto sempre tutti, anche i leghisti».
E' subito boato, insulti e scornazzamenti al loro indirizzo; ma  poi tutto finisce lì. Se avessero accettato in pieno la provocazione di andare a snidarli,  ecco subito pronti i pennivendoli di regime a scrivere: "Assalto Leghista alla sede Onu". Ve lo immaginate il film? Certo che le studiano proprio tutte per far saltare i nervi...

Qualche elemento dissonante e qualche concessione al politicamente corretto sul palco c'è stata: il nuovo responsabile immigrazione della Lega Nord. Si chiama Toni Iwob, nigeriano di nascita. Arrivato in Italia a 21 anni, aveva ottenuto il permesso di soggiorno. Un gran lavoratore e certamente brava persona, intendiamoci. Tuttavia sono spiacente, ma non è con la politica delle "quote etniche" che la Lega si potrà difendere dagli attacchi di "razzismo". Intanto  (e lo dico alla dirigenza) anche con queste concessioni l'etichetta di "razzista" ve l'attaccheranno ugualmente. Pertanto, diluire il "padanesimo" nel politicamente corretto, non è una buona idea. Luca Zaia, governatore del Veneto, promette lotta senza quartiere contro la Legge di Stabilità di Renzi e i brutali tagli alla Sanità fatti in un momento in cui c'è l'emergenza Ebola. Attesissimo sul palco il comizio finale di Matteo Salvini, reduce dai successi con la Duma russa,  dove ha parlato a nome di quegli imprenditori che non vogliono applicare  le sanzioni a Putin. Andare in guerra contro i nostri interessi non è una buona idea.


Sul finire del gran raduno, ecco lanciare in aria  stormi di palloncini bianchi che salgono e salgono oltre le guglie e oltre i pinnacoli del Duomo.
Domani  (che è già oggi) ci sarà la solita guerre delle cifre sui partecipanti. Ma che importa! Quel che conta davvero è che  l'Italia ha voglia di risvegliarsi in fretta da questa lunga notte da incubo che pare interminabile, e lo si vede. E lo si sente nell'aria.

67 comments:

Carla Montanari said...

racconto bello e accorato, avrei voluto esserci anch'io , vedi mi tocca essere d'accordo con Salvini e casa Pound non l'avrei mai detto !!! Così come ho dovuto subire "l'onta " di trovarmi d'accordo con gasparri sulle unioni gay, Fino a un anno fa non sapevo nulla di economia , piano funk, e politica del gender....ma sentivo dentro di me che qualcosa non andava. Poi ho trovato goofynomics e da lì è cominciato il mio percorso.....

johnny doe said...

Mi fa piacere che sia andato tutto bene e che ci sia stato un pienone e spero che sia il primo passo per altre manifestazioni del genere contro i criminali dell'euro,mettendo da parte eventuali divergenze di storia personale.Solo uniti arriveremo a contare.
Poi,ci saranno sempre i soliti sfigati che non capiranno mai una mazza,come a Bologna.

Anonymous said...

in Emilia non succederà mai, sono inquadrati col salame sugli occhi, purtroppo.
Maria Luisa

Johnny88 said...

Chissà se ci siamo incrociati. Io ero vicino allo striscione "Angelino zerbino, sei il primo clandestino" :D Beh, per una volta non è la sinistra a monopolizzare la piazza. Speriamo sia l'inizio di tante mobilitazioni serie. La rete è un buon luogo di ritrovo e di organizzazione, ma per cambiare le cose bisogna staccarsi dagli schermi. Di Salvini mi piace l'asse con Putin e la Le Pen, finalmente la Lega sta uscendo dal provincialismo e capisce che senza alleati importanti fuori dai confini non si va da nessuna parte.

Faithful said...

"...era di poche centinaia di sfigati rifondaroli in salsa Tsipras e dei leonkavallini..."

Aggiungi anche questi,non smettono davvero mai di smentirsi

http://voxnews.info/2014/10/17/eletti-m5s-in-lombardia-manifesteranno-a-favore-mare-nostrum/

Anonymous said...

Ovviamente c'era anche il sauro in incognito... verissimo cio' che riguarda la gestione dell'Ordine pubblico. In passato sembrava che i prefetti facessero venire a bella posta in contatto fascisti e comunisti perche' si menassero. Cosa che avveniva immancabilmente. Ieri, invece, la gestione e' stata come dovrebbe essere sempre. Le provocazioni non sono mancate (ne potrei citare alcune di cui sono stato testimone) e, ovviamente, venivano da una parte sola. Il lancio di alcuni mortaretti tra i manifestanti (il cui rumore era molto simile a quello delle piccole bombe a mano da esercitazione SRCM) spiega tutto cio' che non e' mai stato spiegato degli "opposti estremismi" dagli anni '70 ad oggi, ovvero, che la violenza aveva per scopo il togliere agibilita' politica alla controparte. Il che, in un regime dichiaratamente antifascista, non e' nemmeno difficile da capire. La novita' vera e' stata la sproporzione numerica tra i manifestanti e i contromanifestanti, che era praticamente di 100 a 3. Incredibile: mai visto prima.

Per quanto riguarda la provocazione dello striscione anti-lega, l'ho visto anch'io. Direi che l'astuzia di chi l'ha collocato e' stata proprio sopraffina. Collocato al piano superiore del palazzo dove campeggiavano le bandiere dell'ONU, avrebbe potuto costituire materia di lavoro per la "libera stampa" nazionale ed internazionale per mesi, se qualcuno si fosse lanciato nel palazzo per contestarlo. E qualcuno voleva farlo, ma, fortunatamente, ha combiato idea. Pero', i machiavellici anti-leghisti, lo hanno srotolato proprio mentre parlava il rappresentante negro della Lega, col che, i fischi che si sono levati dalla folla sembravano diretti a lui. Piccoli drappelli di "risorse" insultanti e di sballati cronici, che vagavano tra la folla, non hanno rimediato altro che qualche svogliato vaffa, come farebbe un gigante buono infastidito dalle zanzare. Qualche sfogo verbale colorito all'indirizzo di questri umanitaristi pelosi c'e' stato, ed e' stato ripreso da una telecamera, ma e' durato meno si un minuto.

La manifestazione di Casa Pound e' stata apprezzata da quasi tutti i leghisti tra cui, c'erano molte persone che non avevano mai militato prima nel Carroccio. Lo studio tradizionale della propaganda di massa si vedeva chiaramente ed avrebbe fatto invidia anche ad un vecchio militante comunista. Forza Nuova ed altre sigle di estrema destra erano rappresentate, ma nascoste dal virtuosismo delle tartarughe frecciate.

Ce ne sarebbe da dire, ma chiunque abbia partecipato ha anche capito chi fossero i buoni e chi i cattivi tra le due parti. Ovviamente la stampaglia minimizza o ignora, ma si e' trattato di un fatto tra i piu' importanti del dopoguerra. Di fronte ad un disastro politico economico e sociologico come l'attuale, anche a sinistra le carte si rimescolano e rimane solo la schiuma (chiamiamola cosi') a galleggiare.

Il sauro

Anonymous said...

Ciao Nessie. Complimenti per il post e per la riuscitissima manifestazione di ieri.
Come avevo predetto non ci sono stati problemi con le zecche rosse (che invece ne hanno dati a Forza Nuova, a Bologna)…
Sai che avrei dovuto esserci anch’io, ma ne sono stato impedito da causa di forza maggiore. Ho visto comunque lo striscione di CasaPound Abruzzo seguire immediatamente quello della Lombardia: l’impegno è stato onorato, dunque… Ho anche visto che i nostri ragazzi si sono portati bene: belli, “caciaroni”, esuberanti e disciplinati, come sempre. Loro sono così: creatività, esuberanza e generosità temperate dalla disciplina, come dovrebbe essere la giovinezza.
Chiedono solo di essere avvicinati e ascoltati senza pregiudizi, ma vallo a raccontare ai pennivendoli del regime…

Grazie a Internet (che maledico, ma a volte sono costretto mio malgrado a benedire) ho potuto seguire in streaming alcune fasi dell’avvenimento e sono rimasto colpito dal discorso di Borghezio, il quale – dopo un periodo di “esilio” – ha potuto di nuovo far sentire la sua voce di fronte a una grande platea leghista. È intervenuto subito prima del “nuovo italiano” Toni Iwob, attenendosi ai tempi, al contrario dell’altro, che non la finiva mai di leggere le stesse cose (con le stesse parole) nonostante fosse stato invitato per quattro volte a “tagliare”…

Borghezio ha parlato della difesa delle frontiere; ha evocato la Grande Guerra; ha ricordato i contadini del sud che difesero i nostri confini settentrionali; li ha chiamati “patrioti”, bollando come “traditori della Patria” i nostri attuali (s)governanti; ha detto che la Lega oggi difende i confini dell’Italia intera…
Avrebbe potuto, alla sua rentrée, strappare facili applausi prendendosela con “Roma ladrona”, ma non lo ha fatto ed ha invece ringraziato i “mille” venuti dalla Capitale.

Ho provato a chiedermi il motivo della sua “metamorfosi”:
- Borghezio è impazzito?
- Borghezio è rinsavito, dati i suoi trascorsi in Ordine Nuovo e in quella che all’epoca si chiamava “destra radicale”?
- Borghezio è stato influenzato dalla sua recente frequentazione con Ida Magli?
- Borghezio ha solo voluto sdebitarsi? (ricordo che deve la sua rielezione al Parlamento europeo ai voti – ottenuti attraverso CasaPound – provenienti da Roma e dal Lazio. In tanti pensarono che la sua candidatura nel centro Italia fosse un modo per far fuori chi aveva guastato i rapporti con l’Ukip di Farage).

Non so rispondermi e francamente non me ne frega neppure.
So che le sue parole mi hanno toccato il cuore. Se è impazzito, spero che non si ravveda tanto presto. Almeno, non prima di averlo potuto incontrare, stringergli la mano e dirgli: «Bentornato a casa»…
(no caste)

Massimo said...

Ieri ha manifestato tutto il Centro Destra, essenzialmente contro mare nostrum. Peccato lo abbia fatto ognuno per conto suo. Ma intanto è un segnale di risveglio, favorito anche dal fatto che, passata la sbornia, sempre più persone cominciano a vedere e a denunciare le vuote chiacchiere e le panzane di Renzi.

Eleonora said...

Salvini, poco prima di salire sul palco, scriveva su facebook che era emozionato a parlare a così tanta gente. Penso che non immaginava tutte quelle persone. Ma, meglio così. Anche per casapound che, finalmente è una rivelazione reale. C'era anche una delegazione di casapound Marche. Poi, ovvio che i media e la carta straccia asserviti dicano cose non vere. Le foto di facebook che ho visto, parlano chiaro, chiarissimo.

Nessie said...

Grazie Carla. Mi fa piacere del tuo percorso. Ieri in manifestazione ho trovato due amiche de sinistra riconvertite e ho strabuzzato gli occhi incredula. Furti in casa e scasso di auto hanno fatto precipitare la "maturazione politica". Cose che non si augurano a nessuno, ma che sono lezioni di vita meglio di tante chiacchiere.

Nessie said...

Purtroppo sì Johnny. Il caso Bologna serve solo ad accreditare la solita teoria degli "opposti estemismi". Ma noi guardiamo avanti...

Nessie said...

Maria Luisa, mai dire mai. E ieri me ne sono resa conto personalmente.

Vero Johnny88. Ah, c'eri anche tu? Magari sì, ci siamo pure incrociati senza saperlo. Di gonfaloni di S. Marco ne ho visti tanti. C'era un altro slogan che mi ha fatto scompisciare dalle risate: "Clandestini negli alberghi, milanesi nella merda".
Ma si ride amaro, perché purtroppo è vero!

La prossima volta, però ci daremo appuntamento tutti.

Nessie said...

Faithful, purtroppo il M5S è l'ennesima sbobba de sinistra neanche troppo camuffata. Salvini non deve mai più degnarsi di chiedere azioni comuni a Grillo per l'uscita dall'euro. Perché costui è solo un magliaro arrogante e villano che dispone di un consenso virtuale e dopato, senza nessun aggancio vero col territorio. Me ne sono resa conto ieri: il consenso si costruisce a poco a poco, sedimentandosi con le buone proposte.

Nessie said...

Sauro, i sauri in incognito, prima o poi si riconoscono :-). Vabbé, tutto sommato è stato un bel corteo con una partecipazione di massa molto sentita e abbiamo anche avuto piccole prove tecniche di un'unità tra le destre.

Massimo, a Milano, come ho appena scritto in risposta al Sauro, le prove di unità ci sono state. Mentre invece la Meloni ha scelto la via di Reggio Calabria. Cavoli suoi!

Nessie said...

No caste, sì Borghezio vuole allargare i confini della Lega sprovincializzandola ed è stato bravo a tenere i contatti con altri gruppi di destra.

La prossima volta, vedi di esserci anche tu :-)

Nessie said...

Ele, ah, era emozionato? In effetti non è un grande oratore e deve ancora sgrezzarsi un po'. In particolare, mai tirare troppo in lungo: cose importanti, fulminanti, concise e da tenere a mente per la gente. Ma si farà...

Caso mai, se hai le foto di Casapound, manda pure. Ne mettiamo qualcuna nel post

johnny doe said...

Posso pubblicare su FB questo resoconto della manifestazione,anonimo se vuoi....?

Nessie said...

Voglio sottolineare anche qualcosa che non ho avuto modo di ricordare nel post. I leghisti di Genova accolti da applausi generali scroscianti e da grande affetto. Sul palco, uno di loro era incazzato contro la gestione Burlando fatta di fango e clientele.

Importante, anche la testimonianza di del segretario di Polizia Gianni Tonelli, salito sul palco a raccontare come le mafie brindino, dato che tutte le forze dell'ordine sono impiegate a fare le bandanti per Mare Nostrum.

Nessie said...

Molto volentieri, grazie Johnny! Fai pure...

Eleonora said...

Nessie, ti lascio l'url di casapound su facebook, trovi tutto lì.

https://www.facebook.com/votacasapound?fref=nf

Anonymous said...

Un sauro con barba e baffi finti non lo riconoscerebbe nemmeno sua madre. Un travestimento perfetto, non foss'altro che per la coda :-)

Nessie said...

Grazie Ele, ora vedo di utilizzare l'immagine.

Nessie said...

Sauro, roba da agente del KGB, a quanto vero. Ma in una manifestazione come quella non c'è bisogno di tanti misteri :-)

Faithful said...

Che poi quale uscita dall'euro?Quella di un referendum senza valore legislativo e che al limite conterà come un sondaggio sull'euro (che vostra signoria userà come carta per pulirsi il cu*o)?
Comunque se guardi sul sito del comunicato dei 5 stelle

http://www.lombardia5stelle.it/2014/10/17/adesione-a-manifestazione-antifascista-antirazzista-di-sabato-18-ottobre-2014/

sotto nei commenti i loro lettori (apparte un paio) non sembrano poi molto felici della decisione presa,anzi sembrano decisamente inbufaliti..

Nessie said...

Faithful, purtroppo, non mi riesce di visualizzare il link e mi appare la scritta "Sei stata terminata".

Nessie said...

Sul referendum anti-Euro non sono né sono mai stata favorevole. E' solo un modo per perdere tempo, denaro con risultati incerti.

Anonymous said...

Nessie, io – al contrario di Eleonora – non sono su Facebook, però alcune foto sono state pubblicate oggi sulla pagina ufficiale di CasaPound:

http://www.casapounditalia.org/2014/10/immigrati-duemila-in-piazza-con.html

E questi sono due filmati già inseriti su Youtube:

http://www.youtube.com/watch?v=7EPX8TfR4wo

http://www.youtube.com/watch?v=XhW6SZpo4uo

Probabilmente nei prossimi giorni se ne aggiungeranno altri.

Hai ragione, Sauro, accennando al loro “virtuosismo”. Questi ragazzi non sono affatto degli sprovveduti, te lo dice uno che frequentandoli ha imparato a conoscerli e a riconoscere in loro il se stesso di qualche anno fa…
Nel giro di pochissimi anni sono riusciti a costruire “nidi” (i Cuib di Codreanu…) che si comportano allo stesso modo in tutta Italia. Anche ieri abbiamo visto che, fossero piemontesi o calabresi, avevano lo stesso atteggiamento, sventolavano le stesse bandiere e lanciavano gli stessi slogan. Questa si chiama disciplina. Non imposta, ma sentita interiormente e indossata come un abito. Ci vogliono le palle per fare tutto questo in così breve tempo. Come ce ne vogliono per mettere insieme una organizzazione di protezione civile (La Salamandra) senza avere alcun finanziamento.
A mio giudizio, CasaPound è quello che più si avvicina all’originaria Guardia di Ferro, ossia al “nostro” ideale di… “male assoluto”…
(no caste)

Faithful said...

Forse è perchè sei stata bannata (a proposito,che messaggio originale per dirtelo,mi chiedo chi "termineranno" quando finiranno di perdere voti),io lo leggo da sloggato,forse se slogghi da disqus lo puoi visualizzare..

Nessie said...

Belle immagini! Grazie no caste. Per il momento ho utilizzato l'immagine di Eleonora, ma un po' alla volta utilizzerò anche queste.

Nessie said...

Faithful, no, è un problema legato a google chrome. Non muoio comunque dalla voglia di vedere che questi poveri stronzi vanno con i rifondaroli della lista Tsipras, quella finanziata da Soros e con i flippati del Leonka.

Il destino di Grillo è legato a quello di Renzi. Deve solo ringraziare che non si vada a votare, perché se si torna alle urne, saranno polverizzati. Renzi e Grillo sono le due facce della solita truffa e fuffa!

Faithful said...

Strano,anch'io uso Chrome e me lo visualizzava bene,negli ultimi 5 minuti invece mi dava uno sfondo giallo e nient'altro,forse problemi di connessione con il server :/
Ad ogni modo adesso si vede,ovviamente non è niente di particolarmente nuovo o entusiasmante ma era per dare un'idea di che clima si comincia a respirare..

Nessie said...

Ho letto il loro comunicato in altro sito. E si dovrebbero solo vergognare questi poveri grullini! Del resto sono riusciti a votare CONTRO il reato di immigrazione clandestina, perciò è chiaro da che parte stanno!

Grillo non ha problemi di dover vivere in un rione degradato da extracomunitari dediti ad ogni illegalità, lassù a S. Ilario, in mezzo a mimose, ginestre e bougainville. E nemmeno ha problemi di dover spalare il fango dello straripamento del Bisagno.

Eleonora said...

In risposta a no caste, il facebook di casapound come quello di forza nuova o quello di salvini, se non sbaglio sono pubblici e accessibili alla lettura. Non serve iscriversi a meno che non si voglia commentare. Tra l'altro, casa pound si finanzia assolutamente da sola. E si, anche a me comincia a piacere davvero la struttura di casapound.

Anonymous said...

nessie scrisse
referendum anti-Euro... E' solo un modo per perdere tempo

e' peggio; anche se infatti non sarebbe costituzionalmente ammissibile potrebbe essere usato (nello stesso modo che in scozia) per stroncare "democraticamente" una montante tendenza antieuro.

ricordarsi sempre infatti che grillo e' solo un "piano-B" del sistema, quello cioe' destinato ad occupare "l' opposizione" al "piano-A" che "sta al governo".

ws

Nessie said...

Perfetto ws! Stiamoci attenti e in campana: se si vuole perdere la battaglia contro l'Euro accettiamo i referendum, che oltretutto portano pure una Sfiga tremenda.

Non so se hai letto il mio commento di ieri h. 9,22 pm su Grillo...Il suo destino è legato a quello di Renzi. Grillo ha bisogno di Renzi, per la blindatura senza elezioni che gli permette di tenere in serbo il suo tesoretto di 25 deputati (un successo irripetibile!), e Renzi ha bisogno di Grillo per la sua opposizione tarocca e farlocca fatta di sceneggiate prive di costrutto.

Anonymous said...

Quando la Lega riempie le piazze, ecco Grillo che fa finta di fare l'antimmigrazionista dell'ultima ora. C'è da credergli?


http://www.beppegrillo.it/2014/10/qualcosa_e_cambiato.html

Z

Nessie said...

Direi proprio di no! Grillo ha fatto aderire i suoi grullini alla contro-manifestazione dei Centri Sociali e ha fatto votare contro il reato di immigrazione clandestina. E' solo un furbastro da 4 soldi che cerca di non alienarsi quell'elettorato di destra che in prima battuta l'ha votato nel 2013.

Bei tempi andati! Non risuccederà mai più. Per questo deve aggrapparsi al suo "amico" Renzi.

Anonymous said...

#Eleonora.
Sul sito di CasaPound si può commentare anche senza accredito, da “anonimo”, esattamente come qui. Lo so per averlo fatto più volte.

#Nessie.
Un’eco della manifestazione di sabato anche sulla pagina del Front National:

http://www.frontnational.com/2014/10/100-000-manifestants-italiens-a-milan-contre-limmigration-clandestine/

(no caste)

Nessie said...

Grazie no caste. Sono così contenta dell'eco ottenuta che ora lo copiaincollo :-)


Samedi 18 octobre, ce sont 100 000 Italiens qui ont défilé dans Milan pour exprimer leur refus de l’explosion de l’immigration clandestine liée à l’opération « Mare Nostrum ». En effet, à travers celle-ci ce sont plus de 100 000 clandestins qui ont été pris en charge et accompagnés sur les côtes italiennes – et donc au sein de l’espace Schengen – par la Marine nationale italienne.

Le formidable succès de cette manifestation est à mettre au bénéfice de la Lega Nord et de son Secrétaire fédéral Matteo Salvini, qui siège aux côtés des députés du Front National au Parlement européen. La Lega Nord, qui est un de nos partenaires face au pouvoir de Bruxelles, partage le combat du Front National pour l’identité des peuples et la souveraineté des nations .

Face au refus de plus en plus clairement exprimé par les peuples – tant dans les urnes que dans les enquêtes d’opinion – d’une immigration massive et incontrôlée, ce n’est pas d’une opération « Triton », prenant désormais le relai de « Mare Nostrum » sous la tutelle de l’Union Européenne, dont nous avons besoin mais tout au contraire du retour de véritables frontières. A l’image de la politique actuellement pratiquée en Australie par exemple, nos marines nationales devraient être utilisées à empêcher les clandestins d’entrer dans nos pays plutôt que de les y aider !

Nessie said...

PS: Ho messo anch'io un commento (accreditato) sul sito di CasaPound.

Faithful said...

"Stiamoci attenti e in campana: se si vuole perdere la battaglia contro l'Euro accettiamo i referendum, che oltretutto portano pure una Sfiga tremenda."

Più che altro vengono taroccati e i "partecipanti" al loro show (perchè di questo si tratta) "convinti" a votare come vogliono loro tramite minacce di stampo mafioso sul proprio futuro,esattamente come in Scozia.
Anche ultimamente programmi pattumiera come quello di Formigli su La7 non fanno altro che (s)parlare della "liretta",una coincidenza?Io non credo..

Nessie said...

No, no, portano proprio jella. Purtroppo in Italia, Pannella ci ha sottoposto alla bulimia referendaria, con tutte le conseguenze che possiamo vedere: molti quesiti referendari anche giusti, non riescono a raggiungere il QUORUM.

Nella Ue, i referendum vengono addirittura ripetuti ad libitum, fino ad ottenere il risultato voluto dalle oligarchie bancarie.

Tra l’altro corre voce che nella civilissima Svizzera, ambienti gestiti dalla Ue, facciano pressione per far rivotare il popolo elvetico sul referendum contro l’immigrazione massiva. E sappiamo bene che la Svizzera non è un’Irlanduccia PIG qualsiasi.

Facciamo gli scongiuri, perché se la Svizzera verrà richiamata a rivotare, significa che ogni speranza è persa.

Anonymous said...

Lo so Nocaste. Un discorsino ce lo vorrei fare, proprio perche' e' fin troppo facile rovinare la frittata ritirando fuori le vecchie questioni Padania si' o no, Roma ladrona etc. Quello che ha detto Borghezio ha riscosso calorosi applausi, quindi si parte da li'. Del resto, l'alleanza con la Le pen era gia' fin troppo chiara. CPI ha avuto una magnifica possibilita' a Milano. I leghisti l'hanno apprezzata, ma non solo loro, anche manifestanti che venivano dalla sinistra. E poi non va dimenticato che ormai siamo ad una svolta: se lo Stato non vuole tenere conto del malessere dei propri cittadini si va verso una secessione di fatto. Non della Padania, ma di ogni singolo comune che dovra' scegliere se tartassare ancora i suoi cittadini mentre trova alloggio fino agente che viene da altri continenti. Qui non e' piu' questione di campagna elettorale: se volge al peggio si va alla rivoluzione.

Il sauro

Johnny 88 said...

Per carità, ora l'ortottero, dopo aver abrogato il reato di clandestinità e dopo aver inviato i suoi grullini a frinire insieme alle zecche si riscopre sceriffo. Che soffra di disturbi bipolari? Sdoppiamento della personalità? Schizofrenia paranoide? Quasi, quasi chiamerei la DC Comics e proporrei Grillo per il ruolo di Harvey Dent alias "Due Facce" nell'ennesimo adattamento di Batman. Ma se ne andassero a quel paese lui e Casaleggio

Nessie said...

Johnny88, non ho resistito alla tentazione di andare a sfruculiarlo nel suo blog. Ecco il breve testo:

"Curioso, quando Grillo vede le piazze piene di Italiani (non di leghisti, ma di Italiani) dire STOP ALL'IMMIGRAZIONE MASSIVA, allora corre anche lui a fare il post contro l'invasione di Mare Nostrum. E' successo a Milano e in manifestazione c'erano moltissimi cittadini che non sono degli habitués dei cortei come quei "fumati" dei Centri sociali che sono stati sostenuti dal M5S della Lombardia:

http://www.lombardia5stelle.it/2014/10/17/adesione-a-manifestazione-antifascista-antirazzista-di-sabato-18-ottobre-2014/

I voti dell'elettorato conservatore, alle prossime elezioni ve li sognerete!"

All'"Ortottero bipolare", je rode parecchio, perché gli sono scappati 100.000 italiani mentre erano impegnati a fare i pagliacci al Circo Massimo.

Nessie said...

PS: Occhio che ora c'è lo IUS SOLI di Renzi.

Vedrai che l'ortottero non farà mancare il suo appoggio, in nome della sua ehm..."opposizione".

Aldo said...

Faithful: "Anche ultimamente programmi pattumiera come quello di Formigli su La7 [...]"

Non conoscevo il programma, che non ho mai guardato prima, né 'sto Formigli. Per puro caso, "saltellando" con lo zapping, questa sera me li son ritrovati davanti e ho provato a seguirli. Ho resistito un quarto d'ora sì e no prima di riscontrare l'estrema faziosità d'una trasmissione che, mi son detto, è un pregio non conoscere. Ho spento e mi sto rinfrancando con questo blog.

Nessie said...

Grazie Aldo! Formigli (non lo guardo mai nemmeno io) era un Santoro boy che poi si è messo ...in proprio.

Aldo said...

Nessie: "Occhio che ora c'è lo IUS SOLI di Renzi."

Ennesima cartina di tornasole, che per altro è facilissimo indovinare quale colorazione assumerà anche per quel che riguarda M5S.

Nessie said...

Appunto! vedrai che i 5 stelle non faranno mancare il loro voto al Bullo fiorentino.

L'ho appena scritto che Renzi è il defribrillatore di Grillo. Sono in simbiosi e sono funzionali alla loro reciproca sopravvivenza! Del resto tra Buffoni, ci si intende...

Johnny 88 said...

Con lo Ius Sòla andrà come da copione, ovvero come sul reato di clandestinità. L'ortottero sbraiterà in piazza contro lo Ius Sòla, poi però chiederà il parere alla "rete" e magicamente e sia chiaro senza alcuna manipolazione da parte del dinamico duo Grillo-Casaleggio, la rete dirà "Sì" allo Ius Sòla, ovviamente senza alcuna prova che le cose siano andate realmente così e invece non sian state pilotate dall'ineffabile coppia a 5 Stelle. Che l'ortottero non creda siam così pirla da non aver capito il suo giochetto.

Nessie said...

Noi sì, senz'altro. Ma di mentecatti che portano il cervello all'ammasso, ce ne sono sempre in circolazione. Purtroppo!

Faithful said...

@Aldo

Forse non tutti concorderanno con me (anche perchè,avendo a cuore certi valori,bisogna avere uno stomaco parecchio duro per reggere gente così) ma io sono sempre stato dell'idea che per avere una visione che sia il più possibile completa delle vicende sociali/economiche/politiche bisogna dare un'occhio un po a tutte le campane,anche a gente che preconfeziona questo tipo di format,per la cronaca comunque la puntata di piazzapulita in cui parlano tanto male della "liretta" è questo

http://www.youtube.com/watch?v=HQxkqo67S1o

Il bello è che questo branco di ipocriti di m. fino a ieri prendevano la nord korea come esempio da seguire,oggi se chiedi (per dirne una) l'isolamento dei paesi dove c'è l'epidemia di ebola ti accusano di volere la nord korea.

Nessie said...

Sulla "liretta". Non passeranno molti anni che lo stesso sistema che ha creato l'Euro, lo sostituirà con qualcos'altro. Occhio, che perfino Soros ne parla male. Noi non siamo che cavie da sperimentazione.

Sui programmi tv che citi, sono con Aldo. Se ne può fare a meno, perché non aggiungono nulla alla mia consapevolezza che coltivo altrove. Di tanto in tanto li guardo solo per constatarne l'arretratezza, la banalità e l'irrilevanza.

Anonymous said...

Gran bel pezzo Nessie! Un saluto da tempi andati a tutti gli amici e una referenza da non perdere in Francia: Eric Zemmour e il suo nuovo libro: Le suicide français, che poi é come il suicidio italiano con pochissime varianti.
Ciao, Lontana

Nessie said...

Ciao Lonty!!! Da che preistoria mi salti fuori? :-)))

Forse questo pezzo è stato messo da Johnny su FB, per questo mi hai trovato. Ho visto che Mary ha messo la foto panoramica del raduno in Duomo sulla sua pagina di facebook. Cercherò il libro che mi hai indicato.

Ripassa pure quando vuoi che mi fai piacere.

Anonymous said...

Ciao Saura, ho visto che hanno pubblicato un tuo post su Sollevazione e ti avevo rivolto una domanda che ti rigiro qui.

A me sembra ovvio che se si vuole lottare contro l'Europa oligarchica, internazionalista e tecnocratica occorre un movimento politico a) interclassista b) che riunisca (e non rinneghi) destra e sinistra le quali "dopo" ricominceranno a combattersi ma "prima" devono necessariamente unirsi per sconfiggere il nemico.

Io sono di sx, tu di dx; mi dici secondo te quali sono le differenze e quali a tuo parere sono o eventualmente "non" sono invalicabili?

Grazie

Ciao

M.

Anonymous said...

Saluti a Lontana anche da parte mia.
Nessie, ho letto i tuoi interventi sul sito di CasaPound.
A meno di non aver preso un granchio, credo di avere anche riconosciuto lo stile del Sauro nel commento delle 8:05 di stamani… ☺

Oggi tutti i giornali riportano la notizia di Grillo che dal suo Blog ha ruggito: «I clandestini debbono essere identificati e rispediti a casa».
È sempre più nel pallone… non sa che in Italia, di fatto, non esistono più “clandestini” perché non c’è più il reato di immigrazione clandestina, e questo grazie ai suoi parlamentari…
(no caste)

Nessie said...

Caro M., vuoi sapere cosa ci può unire da cosa ci può dividere?
Comincio con la prima parte: ci può unire la stessa lotta per uscire da questa gabbia mortale fatta di banchieri usurai chiamata UE e la riappropriazione della moneta battuta nel tuo stato di appartenenza, dei confini, della giurisdizione, dello stato di diritto, della produzione che non può essere delocalizzata nei paesi cosiddetti "emergenti", la protezione della piccola e media imprese, le tutele lavorative.

Mentre se sei di sinistra, ci possono essere divisioni sui valori etici (patria contro universo, famiglia naturale contro nuove coppie gay, politiche demografiche, immigrazione ecc.

Le persone oneste di buona volontà potrebbero almeno trovare dei percorsi comuni. POi una volta raggiunta la meta, dividersi su altre cose.

Nessie said...

No caste, non saprei, dato che si tratta di un commento anonimo e il sauro solitamente si firma.

Guarda, sulla questione di Grillo sono addirittura FURIOSA, per non dire furibonda. I TG che hanno dedicato distratti e veloci commenti alla manifestazione del 18, il Corriere on line, che ha subito messo di taglio basso la cosa creando una surrettizia "par condicio" tra questa dimostrazione oceanica e quattro sfigati dei centri sociali, hanno oggi invece dedicato ampio spazio al post di un Pagliaccio, di un Buffone, a un disonesto che oltre aver fatto aderire i suoi al suddetto corteo della teppaglia Leonkavallina (si veda al link)

http://www.lombardia5stelle.it/2014/10/17/adesione-a-manifestazione-antifascista-antirazzista-di-sabato-18-ottobre-2014/

oltre ad aver fatto abrogare il reato di clandestinità, ora si IMPROVVISA pure anti-immigrazionista dell'ultima ora solo perché gli rode il fatto di non essere stato lui a portare tutti quegli Italiani in Piazza Duomo?

Ws nel commento di ieri 5, 56 pm, ha perfettamente ragione quando ci ricorda che Grillo è un fake, un gatekeeper. E chi ne dubita, basta che abbia notato come i media mainstream siano subito pronti ad amplificare ogni sua futile chiacchiera, mentre hanno cercato di occultare 100.000 poveri disgraziati che hanno affrontato disagi di viaggi, le levatacce per manifestare il loro malcontento contro Mare Nostrum.

"Ricordarsi sempre infatti che grillo e' solo un "piano-B" del sistema, quello cioe' destinato ad occupare "l' opposizione" al "piano-A" che "sta al governo"." Da incorniciare.

Nessie said...

PS: stasera dovevo parlare di Bergoglio e della svolta legata alle sue politiche pro gaiezza, ma dopo aver letto il post di quella faccia di palta (per non dire un'altra parolaccia) di Grillo, mi sa che riprendo l'argomento della sua falsità e doppiezza da ologramma virtuale.

Se dopo il Pagliaccio Renzi, gli italiani si butteranno tra le braccia di un altro clown, giuro che cambio Paese.

Anonymous said...

Sono spuntata dal sito di Marcello Foa, i cui ho visto i tuoi commenti e il link a questo post. Purtroppo non leggo più tanto i blog perchè mi sfogo su FB dove c'é il vantaggio di scambiare anche con gente di altri Paesi senza troppi sforzi. :-). Anche Marilena é molto attiva su FB e la leggo sempre volentieri. Ri-saluto tutti!! Lontana

Nessie said...

Sì, anche Mary trova più comodo FB perché più sintetico e veloce. Se la senti, salutala da parte mia!


Anonymous said...

Senz'altro! Ciao! Lontana

Anonymous said...

O Lontana, sei piu' vicina, o dove sei ?

Beccato. Ha ragione Nocaste. Era proprio il sauro quello del commento.

Offro per l'ennesima volta la mia definizione semplificata di "destra" e "sinistra".

Destra = Capitale e Sinistra= Proletariato e' il vecchio cavallo di battaglia comunista. Storicamente noi non abbiamo mai avuto una Destra cosi'.

La destra liberale era in realta' rivoluzionaria e anti-cattolica forse ancora piu' della sinistra socialista. Vedi Breccia di Porta pia.

La sinistra socialista e' stata molto piu' conservatrice della destra. Vedi il caso di Turati, superato a sinistra dal Mussolini socialista.

Il Fascismo si poneva a destra perche' era saltata la IIa Internazionale. Era di fatto una forza di sinistra nazionale. Infatti, la maggior parte della politica del Ventennio e' inequivocabilmente "di sinistra". Una sinistra nazionale.

Poi: destra e sinistra sono termini che hanno senso solo vigente la democrazia parlamentare.

Speriamo di non dover tornare su questi noiosissimi temi.

Il sauro

Anonymous said...

C`ero anch`io ed eravamo tantissimi. MI sono sentita a casa dopo anni.

Stella

Nessie said...

Allora, benvenuta a casa. Però il potere si è già subito mosso per far condannare Borghezio con l'accusa di "razzismo", istigazione all'odio e bla, bla, bla...