05 September 2014

Moscerini e Tafazzi

 
 
 
Secondo il governo italiano è severamente vietato farsi gli affari propri. Mentre tutte le altre nazioni gareggiano nel difendere i propri interessi, i nostri politici fremono dalla smania di servire con zelo gli interessi altrui. Non si è ancora insediata nel ruolo di Lady Pesc (un acronimo insopportabile che starebbe a significare Alto Commissario per la Politica Estera e la Sicurezza Comune) che l'insignificante e insulsa Mogherini fa il muso duro a Putin.
Oh povera moscerina cocchiera! Ce lo chiede Lamerica e lei  china  subito il capo rispondendo: "Obbedisco".  Così ha agitato nei confronti del presidente russo una rappresaglia commerciale perfino più estesa di quella finora attuata dagli altri paesi della Ue, passando da un embargo a un blocco  vero e proprio degli scambi esteso a molte imprese e realtà industriali e commerciali.  I paesi Nato sono divisi sulle sanzioni da applicarsi, ma lei non ha dubbi e ha già dichiarato: "Avanti con le sanzioni!".

Sì, avanti tutta a martellarci i testicoli a sangue.  La Russia sta salvaguardando il suo sacrosanto diritto a non allinearsi alle politiche euroatlantiste, tenuto conto  che l'Ucraina ha deciso di entrare in Europa, senz'essere adeguatamente informata di cosa l'aspetta, una volta entrata!
La crisi russo-ucraina s'inserisce in un contesto già molto difficile per il nostro Paese. Orfana del petrolio dalla Siria e dall'Iran, entrambi soggetti a sanzioni internazionali, nel 2011 l'Italia si è ritrovata anche senza il petrolio libico. Prima della rivoluzione e la successiva guerra contro Gheddafi la Libia è stato il nostro storico primo fornitore con una quota del 24% del nostro import petrolifero. Qui sul Sole 24 ore quel che rischia l'Europa e in particolare l'Italia nel settore energia.
Inoltre, sempre secondo i dati del Sole "nel 2013 l'Italia ha esportato verso la Russia beni per 10,8 miliardi di euro, confermandosi il secondo Paese della Ue dopo la Germania, davanti a Polonia, Olanda e Francia nell'interscambio con Mosca".

Ma questa povera ministruccia ansiosa di eseguire diligentemente i compitini, si fa indirettamente ridere dietro perfino dal cantante Albano, il quale  in una sua intervista concessa a Battistini sul Corriere mostra di conoscere la Russia meglio di lei.  Nel leggerla, ho pensato che l'Ugola d'Oro di Cellino S. Marco in confronto a lei sembra quasi un maître à penser.
Miracoli della politica estera renziana, all'insegna del più  acuto e  grave "tafazzismo"!
La verità e che nonostante gli aiuti e le spinte di vari oligarchi come Soros, l'Ucraina ha perso la sua guerra per l'egemonia telecomandata altrove, una guerra sporca fatta di contractor e di bande armate. L'Ucraina non è  nemmeno un vero e proprio Stato ma un crocevia di gasdotti ed una lunga linea di confine tra i due blocchi. Una realtà che sarà dura da accettare per le lobby  e le multinazionali che hanno investito moltissimo in questa tarocca  rivoluzione di Maidan.
La solita Ue degli ascari tace, si allinea, e chissà se a forza di sbatterci la testa, lo capirà che questa che sta ingaggiando, è una causa persa in partenza.


Ma quel che colpisce è la spavalderia della Moscerini quando vuol far vedere che...Lei c'è e batte il suo colpo. Anche se poi si tratta di un patetico petardo solitario.  

75 comments:

Johnny88 said...

Che vuoi che interessi alla signora Mogherini se perseguire gli interessi USA a scapito nostro porterà il paese ancora più nel baratro? Lei per almeno cinque anni avrà una comoda poltrona con stipendio annuale a sei cifre, che vuoi che gliene freghi di aziende che chiudono, del turismo russo che cola a picco e via dicendo. Non è un problema che la riguarda

Nessie said...

Sono dei vassalli mentecatti e irresponsabili. Oltretutto la Moscerini (grande amica di Arafat, si veda foto) da buona piddiota, è pure una gran voltagabbana: prima faceva la russofila; ora fa il Cerbero anti-Putin. Sempre per conservarsi quel famoso stipendio a 6 cifre.

Massimo said...

Che la comunista Mogherini sia schierata contro Putin è la dimostrazione che, ormai, ci sono più comunisti nell'unione sovietica europea e nella Nato che a Mosca.

Eleonora said...

Non solo il rischio dell'energia. Ci sono anche tutti gli altri settori, agricoltura, abbigliamento, gioielli, calzature. E a proposito di calzature, nel mio distretto in particolare. Pochi giorni fa, s'è tenuto il micam a Milano. E senza russia ed ucraina coi loro compratori, è stata una ecatombe. Prevedo un freddo, freddissimo inverno per le mie zone. Ora c'è un'altra fiera in russia. Incrocio le dita per quella, altrimenti, siamo costretti ad andare tutti a spasso ed aumentare a dismisura il tasso di disoccupazione. Inutile dire che in quel malaugurato caso, ringraziamo l'imbecillità di governo e della novella lady pesc.

Nessie said...

Certo Ele. Sempre secondo i dati del Sole "nel 2013 l'Italia ha esportato verso la Russia beni per 10,8 miliardi di euro, confermandosi il secondo Paese della Ue dopo la Germania, davanti a Polonia, Olanda e Francia nell'interscambio con Mosca"

http://www.ilsole24ore.com/art/commenti-e-idee/2014-09-03/l-export-paga-prezzo-alto--083324.shtml

ma nel governo Tafazzi è sempre in agguato a martellarsi sonoramente le palle. E ieri Renzi è volato nel Galles a dare ulteriori rassicurazioni nel merito scortato da Moscerina e Pinotta.

Nessie said...

Massimo, forse sui "comunisti" sarebbe il caso di dare una registrata alla solita analisi fatta di cliché. E magari aggiungere anche che da "brucia-bandiere americane" di ieri, sono diventati oggi i più fanatici servi amerikanisti, fautori del libero mercato nonché supporter delle multinazionali.
Del resto non è più un mistero che buona parte dei dirigenti Piddioti siano dentro al CFR (Council on Foreign Relations) all'Aspen e al Bilderberg.

Inoltre la "comunista" Moscerini parla meglio l'inglese dell'Italiano.

Maria Luisa said...

Questa notizia è di circa un mese fa:http://www.estense.com/?p=402416

Maria Luisa

Anonymous said...

Ah, ah! Albano for President! Anzi come Lord Pesc!

Z

Nessie said...

Grazie M.Luisa.

"I primi effetti dell’embargo imposto dalla Russia ai prodotti agroalimentari italiani si sono avuti con la rescissione dei contratti di due cooperative ortofrutticole, una di Modena e una di Ferrara, per l’esportazione di frutta nell’ex impero sovietico, avvenuta poche ore dopo l’approvazione dell’elenco dei prodotti banditi da parte del Consiglio dei Ministri, dopo che il presidente Vladimir Putin aveva firmato il decreto. Lo rende noto con preoccupazione la Coldiretti".

Tra i tanti commenti di vari lettori alla ferale notizia, ne ho scelto uno lapidario: "Teste di c…o di dimensioni immense...".

Nessie said...

Scherzi a parte Z: Albano come Mr. Pesc, visto che chi ci rappresenta attualmente, ci sta buttando nella palta e nella miseria.

Quota rosa, quota disastrosa!

SILVIO said...

Già. Il mosaico dell'Europa di Bruxelles si va ricomponeno.

Dentro Donald Tusk, Jean-Claude Juncker, Federica Mogherini, Martin Schulz (al posto rispettivamente di Van Rompuy, Barroso, Ashton, Buzek), ”al margine dei giochi” Hollande, Renzi e Cameron (che, comunque, può “consolarsi” con quel che resta del Commonwealth britannico), ”al centro dei giochi” la solita Angela Merkel che, però, ha già ricevuto un avviso di sfratto a mezzo di “Der Spiegel” (probabilmente, a beneficio di Ursula von der Leyen, attuale Ministro della Difesa tedesco e, per giunta, proveniente da potente famiglia oligarchica “doc”).

Domanda: « Ma i predetti personaggi (compresi anche tutti quegli altri che non ho citato, come Mario Draghi) contano davvero?»

Rispondo, mutuando una cruda espressione di Francesco Cossiga:
« Non contano un cazzo!»

Perché?
Perché l'Unione europea è una colonia USA, il cui governatore militare supremo corrisponde al nome di Mark Philip Breedlove,

SILVIO said...

Chi è Mark Philip Breedlove?

È un generale a 4 stelle della “U.S. Air Force” (miracolato dalla devastante purga che causò la sostituzione o il prepensionamento di oltre un centinaio di generali, ammiragli ed alti ufficiali “non in linea” con Obama) che venne nominato – in data 13 maggio 2013 – come “Comandante Supremo Alleato in Europa” (SACEUR) e, quindi, è il Capo della “NATO Allied Operations Command”.

Ha il suo quartier generale a Stoccarda, risponde direttamente agli ordini di Obama e del Pentagono e solo egli ha l'autorità di disporre di aerei, navi e carri armati facenti capo alle cenrinaia e centinaia di basi militari US-Nato dislocate in tutta l'Europa.

Nella sola Italia, tali basi sono 113 (più in là ne formirò un elenco detagliato, suddiviso per Regione) ed ospitano im taluni casi bombe atomiche tattiche ed armi chimiche di distruzione di massa.

Alla luce di ciò, vhe potrebbero fare i burattini politici civili - compreso il Segretario generale della NATO – se non ubbidire?

Cosa che han puntualmente fatto decretando le sanzioni contro la Russia, nonostante siano parsi evidenti a tutti sia la pretestuosutà delle argomentazioni di Washington sia i gravissimi danni che ne ricadranno sulla già depressa economia europea,

Mi ha, inoltre, particolarmente indignato la secumera del predetto generale Breedlove, allorché si è mostrato pubblicamente nel recarsi al meeting 2014 di “Bilderberg Group” , tenutosi a Copenaghen .

In quel meeting – tra i vari ordini del giormo – vi fu anche quello relativo all'Ucraina.

Ma che coincidenza!

Nessie said...

E che coincidenza pure il nome del generale o governatore delle forze militari che dir si voglia: BREDLOVE, Amore generato. Mi ricorda il dott. Strangelove-Stranamore di Kubrick, ovvero "come imparai ad amare la bomba". Li cooptano anche per il nome? Sarebbe interessante saperlo.. :-)

Un po' di tempo fa in un mio vecchio post del 2008, il Sauro nella sezione commenti, fornì l'elenco dettagliato tra basi e installazioni americane. Forse molte non sono più operative e magari nel frattempo ne sono sorte altre, ma vale lo stesso la pena di darci un'occhiata. Commenti delle 11,30 pm e delle 12, 10 pm:

http://sauraplesio.blogspot.it/2008/10/i-want-you-shes-so-heavy.html

Certo che ha ragione Cossiga: non contiamo una beata mazza e si sa da tempo che siamo una colonia americana. E l'Italia è la piattaforma di lancio missilistica.

johnny doe said...

Una scartina e una banderuola che dopo aver detto che la colpa è di Putin,che la Russia non è più un partner strategico...ieri,uscendo dal vertice Nato,visto il mesto nulla di fatto, dichiara che bisogna trattare con Putin una soluzione diplomatica.Non male nel giro di dieci minuti...Insomma,contrordine compagni..e i servi obbediscono.

Altri contributi sul moscerino

http://popoffquotidiano.it/2014/09/02/le-pericolose-frequentazioni-di-federica-mogherini/

http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2014/09/la-verita-sulla-nomina-della-mogherini-e-su-come-abbiamo-barattato-il-paese.htm

Nessie said...

Sì Johnny, una sciacquetta, una moscerina cocchiera nelle mani di Ledeen. E' da mo' che si sapeva. Nel giro di poche ore avrà cambiato non so quante bandiere e banderuole. Del resto il ruolo di Lady Pesc (-ivendola)non serve a un tubo. Prima c'era quella rana della Ashton che non ne ha mai imbroccata una.

Nessie said...

PS: Uhhh! mammamia, ho visto nel primo link la foto dell'idillio tra la Moscerini e quella faccia da suola di scarpa rinsecchita di Kerry. E sorride pure estasiata, la moscerina!

Johnny88 said...

Almeno la Ashton taceva, questa invece parla e straparla. Comunque gente come la Mogherini, passami lo sfogo, è degna rappresentante dell'italiano medio pronto al "Franza o Spagna purché se magna". Degna rappresentante di un paese di milioni di Guicciardini che pensano al proprio "particulare" e se ne fregano del resto del paese. Alla fine le Mogherini, i Prodi, i Berlusconi, i Renzi, i Letta (zio e nipote), i Monti, i Grillo, i Napolitano e le Fornero mi sa che ce li meritiamo tutti. Tutta gente che per l'appunto ragiona come l'italiano medio e che usa la politica solo per i propri biechi e meschini interessi personali. Prendi Prodi, secondo voi non sapeva cosa avrebbe causato l'Euro? Lo sapeva, certo che lo sapeva, e oggi lo ha perfino ammesso senza vergogna, ma che gliene importava a lui. Lui per i servigi resi è stato lautamente premiato con la presidenza della Commissione Europea prima e l'ONU poi. La Mogherini non sa cosa significa attaccare la Russia per la nostra claudicante economia? No, lo sa benissimo, ma lei intanto farà la sua carriera personale. Oggi è giù lady PESC, domani chissà. E lo stesso discorso per tutti gli altri che ho citato sopra, e per buona parte della popolazione italiana che ragiona esattamente come i personaggi di cui sopra, prima il mio "particulare". Spiace dirlo, ma aveva ragione Metternich, questo paese è un'espressione geografica e tale è rimasto. Senza un'identità e senza una dignità, eterno zimbello dell'Europa intera

Nessie said...

Spiace dirlo, ma aveva ragione Metternich, questo paese è un'espressione geografica e tale è rimasto. Senza un'identità e senza una dignità, eterno zimbello dell'Europa intera"

Europa intera? Del mondo intero vorrai dire, perfino dell'India che ci mena per il naso con la storia infinita dei due poveri Marò. Sui quali la moscia Moscerini fa l'anatra muta.

Nel Bestiario che hai passato in rassegna hai dimenticato di citare Amato, che oggi si fa vedere critico contro quell'euro nel quale ci ha sospinto con cotanto zelo. Gentaglia da impiccare come meritano i pendagli di forca.

Anonymous said...

La Rai sta mandando stasera in onda il concertone di Albano e Romina Power e tanti altri cantanti italiani molto popolari in Russia, tenutosi nell'ottobre dell'anno scorso. il coro dell'Armata Rossa intona il "Va pensiero". Strano che non sia ancora scattato l'embargo canoro. Cosa sarà ? Una mossa pacificatrice?

http://www.teleblog.it/72015/news/felicita-il-concerto-in-russia-di-al-bano-e-romina-su-rai-uno.html

Z

Nessie said...

Grazie, mi sono sintonizzata anch'io. Non credo in una mossa così intelligente come quella "pacificatrice". Penso solo a una coincidenza, che si tratti di palinsesti già decisi da tempo. Qui vedo un popolo, il popolo russo che ci adora, che adora il nostro Paese. E noi in cambio, li pigliamo pure a pesci in faccia. Vergogna, doppia vergogna e che l'inferno sprofondi i nostri pessimi luridi politici.

SILVIO said...

Nessie,
Pseudosauro ha fatto un ottimo lavoro di ricerca.

Tanto più se considero che pubblicò quei dati nel 2008, anno in cui erano ancora scarsamente diffuse in Italia le mappe NRDC sulla disloicazione delle armi nucleari tattiche americane in Europa.

Pertanto - onde non ingolfare il blog con pesanti riscontri oggettivi - rinuncio a pubblicare quanto mi ero ripromesso.

Nessie said...

Quindi tra basi e installazioni americane ce ne sarebbero ben di più di 113. Il Muro è caduto nel 1989, ma a quanto pare i presidi militari yankee sono aumentati. Altro che fine della Guerra Fredda!

Che ne pensi dell'ultimo articolo di Tyler Durden su Zero Hedge?

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13874

a me non convince proprio per niente.

SILVIO said...

Nessie,

boccio quell'articolo di Tyler Durden perché irricevibile e menzognero.

E , oltre a Tyler Durden, boccio anche “Bloomberg” (il noto “bocchino” della propaganda della City e di Wall Street) e “Comedonchisciotte”, recidivo nel raccogliere e pubblicare il tutto e il contrario del tutto, senza alcun (appareente) criterio editoriale.

Ma come si fa a riportare l'opinione di Stanislav Belkovsky senza corredarla di “istruzioni per l'uso”?

Egli è stato accusato più volte di essere un diffamatore.

Se a ciò aggiungi inoltre che ha chiesto la cittadinanza ucraina e che è il cugino di Boris Berezovsky (oligarca miliardario russo in esilio appartenente alla cricca di Eltsun nonché nemico personale di Putin) capisci con quale serpe hai a che fare.

Gli Stati baltici europei sono una mina vagante per la pace mondiale.

In particolare, lo è il governo golpista ucraino, zeppo di stragisti e farabutti.

È stato un pessimo affare legarli al destino del resto dell'Europa.

Sai quanti soldi hanno chiesto all'UE nei giorni scorsi ?

La bellezza di settecento miliardi di euro!!!
http://www.deutsche-mittelstands-nachrichten.de/2014/09/66061/

Che usciranno dalle tasche esauste degli altri contribuenti europei nel caso in cui la loro richiesta venga accolta.

L'altro grande cruccio è la NATO,covo di insani guerrafondai.

Leggo adesso che la NATO vuol rispondere con la guerra a presunti attacchi cybernetici russi.

Ogni giorno ne inventano una questi malnati serpenti in divisa.

Nessie said...

Bisognerebbe uscire dalla Nato, covo di crotali velenosi, falsi, pataccari e avventuristi che ci trascinano nelle loro malefatte. Ma quale forza politica ha il coraggio di dirlo (e farlo) fuori dai denti?
E' evidente che per queste infami incursioni belliche raschieranno il barile di noi contribuenti, già ridotti assai male in arnese.

Non so se ti ricordi che quel Tyler Durden destò già i miei sospetti per altro articolo pregresso.
Purtroppo anche il web è impestato di falsa "controinformazione" (non solo "comedonchisciotte") e già ne diedi conto ad Aldo sui commenti nel mio pezzo sulla scuola.

Anonymous said...

Matteo Salvini boccia la politica estera di Bruxelles: «Suicidio politico ed economico» . "No alla Ue anti Putin".

http://www.lapadania.net/Detail_News_Display?ID=3908

Z

Nessie said...

Salvini fa bene ad andare in Russia per mostrare il suo netto dissenso con le politiche Nato. Detto ciò, speriamo che la Lega non si limiti alle passerelle per mettersi in evidenza e acchiappare voti.

Qualcun altro ha sposato la tua idea di Albano Ministro degli Esteri :-)

http://www.corriere.it/cultura/14_settembre_07/grande-putin-incompreso-canzone-stonata-al-bano-2051fa64-3659-11e4-b5da-50af8bd37951.shtml

roby said...

Bisogna dire che qualche testimonial del mondo dello spettacolo Putin se l'è guadagnato. Anche Gérard Depardieu che ha passaporto russo dal 2013, è pro Putin e contro la Francia del ridicolo Hollande:

http://www.repubblica.it/esteri/2014/09/06/news/depardieu_putin_aspetta_solo_di_tagliarvi_il_gas-95109795/

Anonymous said...

Ciao Nessie.
Che dire? Quando il superatlantista Berlusconi critica la Nato; quando quotidiani “amerikani” con dieci “k” come Libero e Il Giornale prendono apertamente le difese di Putin; quando il “Giornale di famiglia” titola in prima pagina «Così Obama vuole spingerci alla guerra contro Putin», tirando fuori un documento ufficiale noto da quattro mesi, ma finora “misteriosamente” taciuto, uno potrebbe pensare: «Beh, forse ci siamo, se perfino loro…».
Invece nisba.
L’ho già scritto e credo mi toccherà ripeterlo fino alla morte: gli sguatteri della cosiddetta “seconda Repubblica” ci faranno rimpiangere finanche gli invertebrati della prima.
Infatti, i Moro e gli Andreotti, sebbene molluschi conclamati, seppero tenerci fuori dalle guerre e furono capaci (pur nei ristretti limiti della guerra fredda) di una politica estera “autonoma”. Questi, invece, obbediscono prima ancora di ricevere gli ordini, bombardano senza fiatare le “nostre” installazioni Telecom in Serbia, i “nostri” pozzi petroliferi in Libia ecc. Se ci fossero stati loro negli anni Sessanta, ci avrebbero infognati perfino nella guerra del Viet-Nam…

In questa supposta (in entrambi i significati del termine) “classe dirigente” non c’è nulla che abbia a vedere non dico con la dignità e l’interesse nazionale, ma neppure con gli innocenti “giri di valzer” dei quali perfino l’Italietta umbertina si mostrò capace.

C’è da sparasi, o da sparare… Da sperare sicuramente no.
(no caste)

Nessie said...

Ciao No caste e ben ritrovato!
E' davvero qualcosa che ha dell'incredibile! Gli Italiani non vogliono un'altra guerra, perfino gli industriali della Confindustria, la Coldiretti protesta per tutto l'export che va a farsi benedire, il Sole 24ore nei suoi articoli testé linkati, il Sallustoni sul Giornale, Belpietro e ora anche messere Bunga in persona che ha fatto dichiarazioni importanti, sbilanciandosi a favore dell'amico Putin (era ora!):

"L’ex Cavaliere, in collegamento telefonico durante il raduno dei giovani di Forza Italia a Giovinazzo, in provincia di Bari, ha spiegato che “a causa di una malaugurata carenza di leadership internazionale si sta assumendo “un atteggiamento ridicolmente e irresponsabilmente sanzionatorio nei confronti della Federazione Russa, che non può non difendere i cittadini ucraini di origine russa che considera come fratelli".

Non solo. Ma ha anche dichiarato:

"Siamo in angoscia per la profonda crisi dell’economia che va di male in peggio e ancor più per la situazione internazionale e per le decisioni dei vertici occidentali, americani, la Nato, i vertici europei che, direi incredibilmente e irresponsabilmente, hanno cancellato e stanno cancellando il grande lavoro e i risultati che avevamo conseguito noi, nel 2002, con il trattato di Pratica di Mare, mettendo fine a mezzo secolo di guerra fredda che ci aveva angosciati".

Ma a quanto pare al peggio non c'è fine perché il Piazzista di robinetteria (ora è fissato con i rubinetti) accompagnato dalla Moscerina cocchiera e dalla Pinotta, obbediscono e s'inginocchiano al "Lamerica" prima ancora di ricevere ordini.

C'è da avere paura a cadere nelle mani di imbecilli servi così conclamati.
E non è tutto. L'Abbronzato incapace d'Oltreatlantico ha pensato di escludere la Russia di Putin dall'alleanza anti ISIS (Califfato), superando in idiozia perfino Bush, che almeno l'aveva coinvolto dopo l'11 settembre, lasciandogli mano libera contro il terrorismo ceceno. Delinquenti somari planetari!

Nessie said...

Roby, sì in effetti qualche testimonial nel mondo dello spettacolo, Putin ce l'ha. Oltre Depardieu anche Mickey Rourke:

http://www.corriere.it/foto-gallery/spettacoli/14_agosto_12/mickey-rourke-pro-putin-si-allena-ring-mosca-e5392690-222c-11e4-81f2-200d3848d166.shtml

è la classe politica della sguattera Ue che latita.

Nessie said...

A proposito di asinerie planetarie Johnny Doe ha postato questo "inedito" sull'F35 di legno che faceva bella mostra a Newport (Galles)durante l'assemblea Nato:

http://www.stavrogin2.com/2014/09/la-nato-di-legno.html

SILVIO said...

Ho letto l'articolo
“Warning to the World: Washington and its NATO & EU Vassals are Insane!”
= “Avviso al Mondo: Washington, la sua NATO & i suoi Vassalli dell'UE sono pazzi!”
http://www.strategic-culture.org/news/2014/09/03/warning-world-washington-and-its-nato-and-eu-vassals-are-insane.html

scritto dell'opinionista americano Paul Craig Roberts .

Ne estrapolo alcuni passaggi significativi che inducono a riflettere.

SILVIO said...

“Avviso al Mondo: Washington. la sua NATO & i suoi Vassalli dell'UE sono pazzi!” (by Paul C. Roberts)

« Herbert E. Meyer, un pazzo che era un assistente speciale del direttore della CIA durante l'amministrazione Reagan, ha scritto un articolo in cui chiede l'assassinio del presidente russo Putin... Jose Manuel Barroso, installato come burattino di Washington come presidente della Commissione europea, ha travisato la sua recente conversazione telefonica confidenziale con il Presidente russo Putin dicendo ai media che Putin avrebbe emesso questa minaccia: ". Se voglio, posso prendere Kiev in due settimane".

Chiaramente, Putin non ha emesso alcuna minaccia...e il Rappresentante permanente della Russia presso l'UE, Vladimir Chizhov, ha dichiarato che, qualora la menzogna di Barroso venga presa sul serio, la Russia renderà pubblica l'integrale registrazione della conversazione

Apro un inciso.
Chiunque abbia familiarità con la disparità tra le forze armate ucraine e russe sa benissimo che l'esercito russo avrebbe conquistato l'Uceaina in 14 ore e non in 14 giorni.
Basta ricordare cosa è successo all'esercito georgiano, che invase l'Ossezia su istigazione di USA e Israle, che lo addestrarono ed equipaggiarono.
Morale della favola: l'esercito russo lo annientò in 5 ore.

Ritoeno a Barroso.
La menzogna che questo burattino di Washington ha detto non è degna di una persona seria.
Ma dove si trova in Europa una persona seria che sia al potere? Da nessuna parte.
Le poche persone serie sono tutte fuori dal potere.

Durante una conversazione privata con un alto funzionario del Pentagono, chiesi al mio interlocutore: ”Perché i governanti europei fanno tutto ciò che vuole Washington?”
Egli mi rispose:
”Perché diamo a loro molti soldi. Per uso personale e non come aiuto ai loro Stati. Loro sono in vendita, noi li comprammo. Essi riferiscono a noi. Forse questo spiega perché Tony Blair accumulò in un solo anno una fortuna di 50 milioni di dollari”.


Altro esempio. Si consideri il Segretario Generale della NATO, Anders Rasmussen. Quando era il primo ministro della Danimarca sostenne fortemente che l'invasione americana dell'Iraq era legale perché Saddam Hussein possedeva armi di distruzione di massa.
Naturalmente non era vero ma divenne il beniamino-burattino di Washington .
Ora, come segretario generale della NATO, sta diffondendo la menzogna di comportamento aggressivo della Russia di fronte al quale bisogna approntare piano d'azione “Readiness" di pronto intervento.
Solo un idiota potrebbe provocare con falsi pretesti una superpotenza nucleare come la Russia.
La NATO e l'intera Europa verrebbero spazzate via ed annientate. E Rasmussen dice questo per far piacere a Washington e per far carriera...
...La domanda è: chi rappresenta la Merkel? Washington o la Germania? Finora Merkel ha rappresentato Washington, non gli interessi commerciali tedeschi, non il popolo tedesco, e non gli interessi della Germania come paese.
Ecco una protesta a Dresda:
https://www.youtube.com/watch?v=MGqvcMvr628

dove una folla impedisce il discorso della Merkel con grida di "kriegstreiber" (guerrafondaio), "bugiarda, bugiarda," e "nessuna guerra contro la Russia"...»
- Paul Craig Roberts -

Anonymous said...

Chi vuole un’altra guerra, Nessie? Solo chi ne ha interesse. E non dovrebbe essere il nostro caso. Non solo per le esportazioni, soprattutto perché se Putin dovesse decidere di inasprire le sue contro-sanzioni e chiudere i rubinetti, corriamo il rischio di passare l’inverno al gelo e con le fabbriche ferme.
Chi ce lo darà il gas, Lamerica? Ne dubito, gli Usa sono autosufficienti sul piano energetico e se ne fregano delle conseguenze. Comprano (rubano) il surplus, ma non si sogneranno mai di darci qualcosa. Inoltre, tra noi e loro c’è l’oceano…
Se non altro, nel caso questa crisi dovesse arrivare al limite, potrebbe servire a far capire a molti (non a tutti, poiché la madre degli imbecilli figlia parecchio) cosa significa il continuum geografico e che esiste un continente chiamato Eurasia, del quale noi siamo la propaggine occidentale, mentre quello americano ne è separato da migliaia di chilometri.

Quanto all’Abbronzato, per abusare di una facile battuta, è un buono a nulla capace di tutto. È più falso di un mercante arabo. Premio Nobel per la pace non si sa in base a che cosa (non in seguito ad opere, poiché non ne aveva ancora fatte) si è rivelato un guerrafondaio come e peggio dei suoi predecessori. Ha persino mentito sulla sua nascita, la sua parola vale meno di un centesimo bucato…
Ricordi il fuori onda di oltre due anni fa?

http://www.youtube.com/watch?v=l_RwNjuMDuM

Assicurava a Medvedev che dopo la rielezione sarebbe stato più “flessibile” con Putin.
Abbiamo visto il seguito.
(no caste)

PS:
Quel tuo “Lamerica” mi è piaciuto molto e mi ha fatto tornare alla mente un pezzo dei Doors. Te lo linko per “alleggerire” e perché sono un rokkettaro, oltre che un melomane (come vedi ho tanti difetti)…

http://www.youtube.com/watch?v=TO0GgHuXUyA

Nessie said...

Grazie Silvio. Hai fatto bene a estrapolare citando testualmente i passaggi salienti. Avevo letto l'articolo di Paul Craig Roberts nella versione francese:

http://le-blog-sam-la-touch.over-blog.com/2014/09/avertissement-au-monde-washington-et-ses-vassaux-de-l-otan-et-de-l-ue-sont-devenus-fous-paul-craig-roberts.html

e vedo che c'è anche una forte reprimenda dell'autore nei confronti della stampaglia asservita, specie quella legata al potente gruppo di Amazon.

Nessie said...

No caste, "Lamerica" (1994) era il titolo (da me rubato) di un film di Gianni Amelio sulle prime migrazioni albanesi da Durazzo, quando, per l'appunto, l'Italia veniva vissuta come fosse l'Eldorado, terra dell'abbondanza. Sì, ricordo il fuori onda di Obama, il "buono a nulla capace di tutto".

Ora ascolto il tuo tubo sui Doors :-)

Nessie said...

Sul video anti-Merkel a Dresda. Almeno da quelle parti qualcosa si muove, perbacco! Qui la gente è imbesuita e lasciano il trust della piazza ai sinistronzi e alla Trimurti.
Quegli stessi che ci vogliono morti.

Nessie said...

PS: qui c'è anche un'interessante intervista a Volk, il comandante dell'esercito novorusso:

http://www.conflittiestrategie.it/kiev-ha-rotto-la-treguea-noi-siamo-pronti-a-continuare-fino-ad-odessa-intervista-a-volk-comandante-dellesercito-novorusso

ovviamente crede che la tregua non duri nemmeno lo spazio di un mattino! E difatti...

Faithful said...

C'era da dubitarne Nessie?
Bisognava preparare il terreno per l'ennesima avventura espansionistica ammerregana piazzando tutti gli uomini giusti al posto giusto e così è stato,dappertutto,dall'Ucraina fino alla Francia ma ups.. in Russia non c'è più Eltzin che ci fa da zerbino quindi bisogna dire che la Russia di Putin è l'URSS 2.0.
Disgustosi,comunque sul patonza se vogliamo dirla proprio tutta tutta c'è da ricordare che a differenza degli altri zerbini gli interessi suoi politici un minimo di considerazione gliela degnava,non che lui non si sia mai zerbinato (come nella guerra in Iraq) ma nel senso che per evitarci aumenti di gas,luce e acqua a cui avrebbe poi dovuto rispondere gli accordi per le forniture di gas da Libia e Russia li ha fatti senza stare tanto ad ascoltare i vari enti sovranazionali che sembrano messi lì solo per alzare la voce quando i piani dei padronici del "paese egemone" vengono toccati o anche solo rallentati tipo l'ONU,purtroppo invece il PC/Pds/Ds/PD era nato come partito di zerbini (checchè ne dicano i nostalgici Gramsci era lo zerbino di Lenin,che difatti fondò il PC su suo ordine diretto non essendo riuscito ad andare a capo del PS per poi buttar fuori tutti i non comunisti duri e puri) e continua adesso la sua (in)gloriosa tradizione di partito di puri zerbini 100% di poteri e interessi esteri.
Vogliamo dirla tutta?Un partito come questo non poteva sparire dopo mani pulite,una tale forza completamente assoggettata al potente di turno faceva davvero troppa,troppa gola al "paese egemone",che difatti tributa ai loro uomini titoli ridicoli/inesistenti ma apparentemente sfarzosi come l'incoronazione di giorgio pulcinella a re da parte della loro stampa prezzolata.
Dai che in Francia la Le Pen è data per la prima volta nella storia vincitrice delle presidenziali e chissà,magari il prossim anno un po di questo vento arriva anche da noi,intendiamoci bene sarà una tornata come un'altra ma dobbiamo avere sempre in mente di questi tempi che lor signori vogliono tenerci bene al guinzaglio tramite le loro marionette come il pulcinella re e pittibimbo quindi se i loro cocchini piazzati da loro perdono presa sulla gente essi stessi perderanno terreno,ormai è evidente non stiamo più votanto delle persone a governarci ma contro o a favore di questo marcissimo sistema atlantista sopravvissuto a sé stesso e pronto a calpestare persino gli interessi dei loro sedicenti "protetti" pur di tirare a campare all'infinito.

Nessie said...

Ciao Faithful,
credo che dovremmo testimoniare in altro modo che non sia il blog o i forum dei giornali che se succederà qualcosa di irreparabile, non dovrà essere fatto NEL NOSTRO NOME.

Nessie said...

Era già tutto previsto e questi criminali vogliono trascinarci in una guerra sozza. Qui un altro articolo di P.C. Roberts:

http://www.controinformazione.info/paul-c-roberts-lancia-lallarme-la-guerra-sta-arrivando-war-is-coming/

Faithful said...

Ciao Nessie :)
Purtroppo invece senza una presa di posizione ufficiale contraria alle politiche suicide contro la Russia (che di certo ci possiamo scordare dai burattini al potere di cui sopra) verremo ricordati anche noi tra i collaborazionisti dell'operazione barbarossa ver.2014,e la nostra sarà considerata solo una posizione di minoranza che non conta niente di niente,triste dirlo ma è così :(

Nessie said...

Putin ha imparato dai suoi nemici e sa bene che si vince anche con la propaganda e con i media, conquistandosi amicizie e simpatie anche negli stati che gli dichiarano ostilità. Chiamala se vuoi "dottrina Nuland".

In Lombardia ad esempio è molto attiva l'associazione Lombardia-Russia e si stanno muovendo con intelligenza:

http://www.lombardiarussia.org/

SILVIO said...

Nessie,
sai qual è la “cosa” più temuta dagli psicopatici al potere ?

Quella di venire smascherati e spogliati della copertura posticcia di normalità e perbenismo di cui si ammantano per continuare a detenere il potere sulle masse delle persone “normali” al fine di poterle depredare, schiavizzare e, magari, decimare sino alle estreme conseguenze.

Ecco perché hanno investito ed investono somme rilevanti per monopolizzare e addomesticare gli strumenti di comunicazione di massa, senza aspettarsi alcun ritorno economico.

Ecco perché sono calati in massa su internet, aprendovi le loro fetide testate on-line o comprando all'ingrosso e per un piatto di lenticchie miserabili schiere di bloggers mercenari e di trolls.

Seppur piccolo e di portata limitata, un blog autenticamente libero ed indipendente è un tesoro inestimabile da salvaguardare e vale più di mille piazze o di una colonna di carri armati-
Perché?

Perché smaschera quei “bastards” psicopatici, denunciandone nomi, cognomi, trame e crimini.

Al resto penserà il tam-tam della rete, che ha sempre funzionato in maniera formidabile.

Così si sparge il seme della conoscenza e della consapevolezza.
Non vi è altro modo migliore.

Nessie said...

Silvio, tu non sai quante pressioni ricevo da Google per mettere la raccolta pubblicitaria al mio blog. E sempre con la formuletta: "vuoi guadagnare attraverso il blog?".
Respinta al mittente.

Oltretutto i titoli pubblicitari offendono il mio senso estetico :-)

Nessie said...

Silvio, hai letto l'articolo di Thierry Meyssan sul senatore Mc Cain, maestro e concertatore della "primavera araba", e del Califfato? Che ne pensi?
Esisterebbe, ad onta dei gonzi americani, americanisti ed americanofili de noantri, un inciucio tra lui e Obama e le affermazioni di detto articolo sulle tecniche di manipolazione per reclutare i "jihadisti" hanno dello sconcertante:

http://www.voltairenet.org/article185102.html

Hector Hammond said...

La cosa che mi schifa è vedere nel mondo cattolico un mostruoso giudizio anti Putin. Capisco che vivo in un paese pieno di cattocomunisti , però questo andazzo spiega la differenza tra noi e la Germania , dove le voci anti merkel sono la dimostrazione di una differenza antropologica insita nel popolino dei don camillo e peppone , che guareschi ha esaltato , autore che andrebbe per lo meno criticato e non esaltato acriticamente come vedo in siti e forum pure di cattolici tradizionalisti .Tutta l'umanità che nelle sue opere è magnificata , io l'ho vista all'opera , mi sembra proprio che sia quella massa che aiuta i poteri forti ed impedisce ogni azione contro il mondialismo .

SILVIO said...

Mi compiaccio Nessie.

Altri blogs sono invece divenuti “illeggibili” o da maneggiare con le pinze roventi.

Come ultimamente lo è “Zero Hedge”, prigioniero della “cricca dell'oro” e di altri sponsors pubblicitari, compreso il nostrano “Il Sole 24 ore”.

Puah!
Ma a chi credono di darla a bere?

Non puoi servire contemporaneamente due padroni.
O scegli la lotta contro gli oppressori o scegli di schierarti apertamente cogli oppressori.

Ma Tyler Durden questo non lo sa.
Il suo capo è un bulgaro che ha lavorato persino per Goldman Sachs.
Ergo: che può saperne di libertà?

Nessie said...

Hector, scusa tanto, ma con tutte le priorità, le urgenze ed emergenze gravi che abbiamo, mi pare che criticare il povero Giovannino Guareschi, che peraltro ha pagato col carcere inflittogli dai suoi detrattori, sia davvero l'ultimo dei miei pensieri. Il cattocomunismo (termine creato da Montanelli) affonda le sue radici in don Dossetti. Leggi bene gli articoli che riguardano le sommosse di Dresda, e capirai da te che si tratta di russi naturalizzati tedeschi, di popolazioni russofone confinanti e bilingui di tradizione.

Inoltre la lingua e cultura tedesca è diffusa anche in molte aree baltiche. E' nel tessuto antropologico di questi cittadini che va ricercata la ragione delle ribellioni.

Nessie said...

@ Silvio

"Non puoi servire contemporaneamente due padroni.
O scegli la lotta contro gli oppressori o scegli di schierarti apertamente cogli oppressori.

Ma Tyler Durden questo non lo sa".

Lo sanno, lo sanno eccome! E' che pecunia non olet. Ormai è un costume mercantile diffusissimo anche da noi.

Se hai letto il pezzo su Voltaire net riguardo Mc Cain e il Califfato, dimmi, per favore, se è attendibile o se è un po' gonfiato.

Anonymous said...

Ormai è OT ma credo che questo video vada fatto girare..
Ciao Laura
http://www.youtube.com/watch?v=F6Rc_6r1BIw&list=UUYpCskuhhA3QTzt4ru1XJdQ

Anonymous said...

Al di là di tutto il video, l'unica cosa importante è la differenza tra Repubblica Italiana, Banca d'Italia e BCE.
Laura

SILVIO said...

Visti i tempi, non sarebbe male toccare il tasto dei rapporti tra Italia, NATO ed USA in tema di “condivisione nucleare” (= “nuclear sharing”).

Che significa “condivisione nucleare”?
Significa che i governanti italiani (tutti d'accordo, nessuno escluso) hanno volontariamente e segretamente deciso di coinvolgere l'Italia ( nell'ambito del trattato NATO ) nel fornire attrezzature tecniche, aerei da guerra e piloti necessari per l'utilizzo degli ordigni nucleari nonché le basi militari ove depositarli e custodirli.

Ciò in in spregio dell'articolo 11 della nostra Costituzione (“ L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali”) ed in barba al “Trattato di Non Proliferazione nucleare” solennemente sottoscritto anche dall'Italia.

Attualmente, le bombe atomiche presenti in Italia dovrebbero essere 70, di cui:
- 50, custodite nell'aeroporto militare di Aviano (Friuli Venezia Giulia: a 15 km da Pordenone), ove ha sede il “31st Fighter Wing” dell'aeronautica militare USA ;
- 20. immagazzinate nell'aeroporto militare di Ghedi (Lombardia: provincia di Brescia), ove ha sede il “6° Stormo” dell'aeronautica militare italiana.

Tali bombe atomiche sono di proprietà del governo USA che le ha date in “condivisione nucleare” al governo italiano, su cui sono riposti i costi ed i rischi annessi e connessi.

Sono del tipo B61 ed hanno – ciascuna – una potenza distruttiva pari a 900 volte rispetto a quella delle bombe di Hiroshima o Nagasaki, sino a 170 chilotoni.

Sono inoltre del tipo gravitazionale per cui hanno bisogno di aerei da guerra adatti per trasportarle.
Ergo: ecco uno dei motivi dell'acquisto dei costosissimi F35, destinati a sostituire i Tornado.

“Ciliegina finale all'arsenico su tale torta velenosa”: Chi impartisce l'ordine operativo fatale di avvio delle operazioni belliche è esclusivamente al presidente USA.
Governo e presidente della Repubblica italiana devono obbligatoriamente dare il loro assenso.
–---------------
POSTILLA:
Che ci stanno a fare le bombe chimiche americane (sarin e similari) depositate illegalmente nella base militare di “Canp Darby” - Pisa ?

Nessie said...

Sharing, share, sharing all the world - come cantava Lennon. "Sharing sarin" sembra quasi un gioco di parole.
Ho afferrato il concetto: ci abbassiamo a fare pure i portabombe in cambio dell'oro che ci hanno scippato. Il nostro oro non si condivide, è già loro. O meglio, nei forzieri della Fed. Più sicuro di così.

Faithful said...

Solo una piccola precisazione Silvio,il campo Darby è a Livorno,non a Pisa.

Aldo said...

Mi sovviene quella "barzelletta" (in effetti pronunciata con intenzioni serissime) che ci fu propinata ripetutamente non molto tempo fa, quella secondo la quale l'europa sarebbe nata per impedire il ripetersi di situazioni belliche. Oh, già... lo stiamo proprio vedendo.

I criminali d'alto bordo non passano mai di moda.

Nessie said...

Faithful, prelevo da wiki:

"Situata nel territorio comunale di Pisa, alle spalle della frazione di Tirrenia e non distante dal porto di Livorno"

http://it.wikipedia.org/wiki/Camp_Darby

non è sempre attendibile wikipedia, ma ogni tanto ci azzecca :-)

Aldo, è stravero! Ma è tutta una burla, una beffa e una grande presa di fondelli. A cominciare da quell'art. 11 della Costituzione che poi raggirano con la formuletta "missione di pace", "peacekeeping" e "peaceenforcing".
Tié!

Faithful said...

E' al confine dei due comuni Nessie,ma di fatto è a due passi dalla città di Livorno mentre Pisa è dall'altra parte quindi da quelle parti (che sono le mie per la cronaca) il campo Darby è considerato "a Livorno" anche se amministrativamente è a Pisa,comunque come cambiano i tempi eh?Un tempo quel campo veniva assediato di proteste un giorno si e l'altro pure dai "soliti noti" mentre adesso il "paese egemone" ci deposita di soppiatto le armi chimiche senza dire niente e nessuno che conta emette un mezzo fiato.

Nessie said...

Ah, sei livornese? Beh, come saprai la faccenda delle provincie è sempre controversa. Vignola (il paese delle ciliege migliori d'Italia) si trova più vicino a BO, ma amministrativamente resta in provincia di Modena. Sarà qualcosa del genere anche Campo Darby.

Sì, davvero stupefacente il trasformismo camaleontico di questa gentaglia! Ma sai , tra una protesta e l'altra, ora sono andati al potere. E come al solito, con BROGLI E TRUFFE e senza passare dal responso delle urne. Leggi un po' qua chi scrive l'Agenda governativa:

http://www.stampalibera.com/?a=27777

Anonymous said...

A proposito di "Moscerini"..eccovela Vi piace?? Tony https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10202715385501866&set=a.10202715707349912.1073741844.1115989357&type=1&theater

Nessie said...

Grazie Tonino. Una vera nana. Della politica, intendo.

johnny doe said...

Nel caso,gli articolo di Blondet sono disponibili per chi volesse leggerli,alla faccia di qualcuno...

Nessie said...

e chi sarebbe questo "qualcuno"? Ho appena letto da comedonchisciotte "Per fortuna è arrivato il Califfo":

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=13885

comunque grazie.

Faithful said...

Per l'amor diddio livornese mai :)
Parlavo di zona a grandi linee,in realtà abito a 1/4 d'ora di macchina da lì verso l'entroterra in prov. di Pisa.

SILVIO said...

Faithful ha detto il vero.

La base militare di “Camp Darby” - pur appartenendo amministrativamente al comune di Pisa – si trova in sostanza alla periferia nord di Livorno, al cui porto è collegata a mezzo del canale dei Navicelli.

Pertanto, i gravissimi rischi potenziali di disastro ambientale incombono innanzitutto sugli abitanti e sull'ecosistema di Livorno.

Certe basi militari straniere sono un obbrobrio, un mostro da abbattere ed è possibile farlo (come ha fatto la Grecia, che ha eliminato tutte le armi atomiche americane presenti nel proprio territorio) perché tali basi insistono su territorio italiano dato in concessione alle Forze armate USA per cui non godono di extraterritorialità come le ambasciate.

SILVIO said...

Riprendo il discorso su “Camp Darby”.

La notizia delle bombe chimiche americane presenti in codesta base mi è stata data da Gordon Duff, senior Editor di “Veterans Today” nonché valoroso combattente in Vietnam.

Egli, al riguardo, è stato perentorio:
I principali centri di stoccaggio delle bombe chimiche americane (utilizzate - a suo dire - dalla NATO contro la popolazione civile dell'Ucraina orientale filo-russa) sono:
1)- “Camp Darby US Army Weapons Depot” outside Pisa in Italy;
2)- “Aviano Air Force Base” in ItalY;
3)- The British held Indian Ocean base on the Island of Diego Garcia;
4)- “MK Air Base” in Romania.

Per verfiche ed approfondimenti, leggasi:

VETERANS TODAY -
”Mystery Bombing Runs Over Ukraine” - By Gordon Duff, VT Editor : http://www.veteranstoday.com/?p=314413

Nessie said...

Congratulazioni per l'autonomia di cui godiamo! E dire che c'è ancora qualche "nostalgico" della Guerra Fredda che caldeggia lo "stato guida" americano d'Occidente. Obama, ovviamente sarebbe solo un incidente di percorso. Non è così. "Stato guida" contro cosa? Contro Putin? Contro la Russia? Contro quell'"integralismo islamico" creato da essi stessi nei premiati laboratori di Intelligence?

Ne approfitto per chiarire ulteriormente la nuova nozione amerikana d'Occidente. Che poi sarebbe "l'americanizzazione" del Pianeta con un'Europa satellite e suddita. Lo dice anche il filosofo tedesco Jurgen Habermas.

Nessie said...

Faithful, siete strana gente, voi Toscani. Non vi potete soffrire fra Pisani e Livornesi, fra Fiorentini e Aretini, tra Senesi e Grossetani, ma poi vi sopportate fiumane di extracomunitari proveniente da ogni angolo del pianeta. Non sarebbe meglio unirvi fra toschi e cacciare a pedate tutti costoro? E in particolare, non sarebbe ora di far saltare le vostre opprimenti giunte rosse?

Faithful said...

Guarda Nessie,a Pisa ogni volta che uno zingaro o africano combina qualche macello in pubblico c'è sempre una mezza folla inferocita pronta a fargli la festa,con tanto di polizia mandata lì non per arrestarli ma per salvarli dalla suddetta,un paio di esempi:

http://www.pisatoday.it/cronaca/ladri-arno-furti-auto-camper-pisa.html

http://ricerca.gelocal.it/iltirreno/archivio/iltirreno/2004/08/11/LX1LX_LX172.html

http://iltirreno.gelocal.it/lucca/cronaca/2014/05/18/news/colpisce-una-commessa-al-viso-e-scappa-1.9245852

A parte tutto,il problema principale è che i toscani,checchè ne dicano i soliti noti,sono abituati da secoli ad andare dietro al potente arrogante di turno che li fa sentire in qualche modo "speciali" e sono rimasti quasi tutti con quel retaggio lì,il massimo della ribellione di cui sono capaci è dare un voto di protesta una tantum come a Prato 5 anni fa o Grosseto nel '99 mi pare (Livorno non lo considero nemmeno,tanto i 5 stalle vengono considerati alla stregua di SEL),e questo senza considerare che,come tutto il resto del vecchio continente,anche la Toscana stà diventando un posto pieno di vecchi e ti assicuro che,almeno da queste parti,tutti o quasi i 70/80/90enni pensano di essere ancora in piena guerra fredda (quella passata intendo) e che il PD rappresenti ancora "l'alternativa".
Si insomma è chiaro che questo è un sistema che per reggersi in piedi si serve di "utili idioti",e chi meglio degli anziani che tendono a vivere in un passato che semplicemente non esiste più?

johnny doe said...

Quelli di Effedieffe,che hanno voluto che cancellassimo gli articoli di Blondet,per poi ritrovarveli liberamente scaricabili da Rischio calcolato come da utenti FB...

E poco importa nel caso (ammesso ma non concesso) che RC abbia ottenuto ik permesso di pubblicarli....ma che si possano scaricare,con evidente infrazione al copyright.Perchè mai il Copy dovrebbe valere per altri e non per RC?
Comunque il ns legale si sta interessandoi alla vicenda.Per principio....poi vedremo...

Anonymous said...

cara nessie a quando un post sull' esibizione dei "sette camerieri ( dei banchieri)" alla festa della (fu) unità a bologna ? :-)
ws

Nessie said...

Ws, parli forse di questi qua?

http://www.unita.it/politica/per-vincere-le-camicie-bianche-br-dovranno-sporcarsi-1.587331

Troppa grazia! Sette camicie bianche per Italiani sempre più descamiciados
:-)

Nessie said...

Grazie Faithful. Un po' di botte, da quanto mi hai linkato, effettivamente sono volate. Ma è ancora poca roba. Ci vuole più rigore nel NON votare chi ci mette in queste pesti.

Nessie said...

Johnny, Rischio Calcolato deve avere degli accordi di collaborazione col Blondet, dove compare come collaboratore. Restano, invece, un mistero la diffusione dei suoi articoli a pagamento sui gruppi di FB.

johnny doe said...

Probabile,ma se scaricabili liberamente,perchè mai Effedieffe ha qualcosa da lamentarsi se noi li condividiamo? Molti hanno gli stessi titoli dei nostri,e di lì potremmo averli scaricati.Che vogliono quindi?

Su Fb trovo questo articolo,ad esempio:

Luigi Morandini & Augusto Monda
IL NOSTRO PAESE ALLO SBANDO TOTALE. -Riproduzione vietata, tranne agli "amici della penna" autorizzati. Chiedete l'autorizzazione.

Questo è corretto...!