13 August 2014

Riempitivo canoro ferragostano




Per  qualche giorno starò lontano dal pc. Vi lascio in compagnia de  "Il nostro caro Angelo" di Battisti-Mogol, (1973),  una canzone musicalmente suggestiva con un testo criptico, ermetico e  un po' misterioso che quando uscì, creò sconcerto e non fu compresa appieno. Ora invece, a distanza di tanto tempo, risulta chiara: ci parla  delle  difficoltà di mantenersi puri e innocenti in un mondo corrotto e contaminato.
"Le rughe han troppi secoli oramai/ truccarle non si può più ".
"Cattedrali oscurano le bianche ali/ bianche non sembran più" è una chiara allusione a una Chiesa  potente e corrotta che getta la sua ombra cupa sull'innocente angelo, il quale cerca di librarsi in volo.  
Capito Bergoglio? con tutte le emergenze e i fronti  di guerra dietro casa  (Gaza, Siria, Ucraina) , lui se ne va bergogliando in Corea e si mette l'anima in pace con una prece per i cristiani perseguitati in Iraq.
 Eppure c'è ancora chi come...




...Il nostro caro angelo
si ciba di radici e poi
lui dorme nei cespugli sotto gli alberi
ma schiavo non sarà mai


Dedico  questa canzone a tutti quegli "angeli" che non rinunciano mai a sottomettersi e che cercano di spiccare il  volo, nonostante le  numerose reti e le trappole tese. 
Buon Ferragosto e a presto!

13 comments:

roby said...

Bergoglio in Corea è un mistero nel mistero. Forse un depistaggio? Fatto sta che la Corea del Nord non ha gradito e gli ha sparato 3 razzi:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/08/14/papa-francesco-torna-in-asia-15-anni-dopo-wojtyla-dopo-aver-sorvolato-la-cina/1090632/

Anonymous said...

Ciao cara Nessie, in effetti è di angeli, a battaglioni, che avremmo bisogno per combattere i Mostri che stanno distruggendo qualsiasi cosa.
Il brano di Battisti riemerge dai tempi felici del mondo.
Scarth

Nessie said...

Roby, Bergoglio va a fare dell'ecumenismo da 4 soldi in Corea. C'era da scommetterci che quelli della Corea detta Rogue State lo avrebbero mancato coi loro sgangherati petardi. In realtà è il marcio occidente guerrafondaio, aggressivo e in perenne adorazione del Vitello d'oro, che andrebbe evangelizzato. Ma lui di fronte alle guerre e alle catastrofi dietro casa, preferisce girare le spalle.

Nessie said...

Sì, Scarth, di angeli e di arcangeli con spade sguainate e fiammeggianti.

Sì tempi felici, tuttavia la canzone era già foriera di catastrofi ("paura e alienazione", "specchi per le allodole", prostitute che vendono "un gaio cesto d'amore che amore non è" , ecc.

Anonymous said...

Forse a quel tempo il duo Mogol-Battisti non poteva immaginare fino a che punto quel cesto d'amore che amor non è mai, fosse "gaio":

http://www.dagospia.com/rubrica-5/cafonal/che-succede-quel-mykonos-tutto-pi-cr-me-caramel-82891.htm

ormai ovunque (Spagna, Grecia) è una porcilaia a cielo aperto.
Z

Nessie said...

Dagospia fa sempre più schifo coi suoi lubrici reportage froceschi. Se lo stroncassero di querele sarebbe un regalo per l'umanità. Anche se provenisse dai miei nemici. Al "gaio cesto" non ci avevo pensato e nemmeno i due compositori citati forse pensavano ad aberrazioni della Chiesa come quelle a cui siamo giunti:

http://www.ilgiornale.it/news/cronache/prete-benedice-coppia-gay-1044791.html

Johnny88 said...

Se mi permettete una cattiveria, è un peccato che lo psicopatico di Pyongyang abbia una mira così scarsa, se avesse centrato Bergoglio sarei diventato comunista

Nessie said...

Ah! Ah! l'hanno pensata in tanti :-). Con tutti i problemi che affliggono l'umanità il gesuita di Roma si preoccupa che esistano due Coree e non una soltanto unificata!
Dev'essere il ventriloquo della Casa Bianca.

Nessie said...

PS: la Cina gli ha già fatto capire che occuparsi dei fatti cinesi, significa per loro una gran rottura di "bergoglioni". Se deve crollare il comunismo per poi dover "importare la democrazia usuraia", è come dire di essere obbligati a scegliere fra Scilla e Cariddi.

Johnny88 said...

Eccerto, uniamo le due Coree. Ma qualcuno gliel'ha detto a Bergoglio che l'unico che vuole unire le Coree è proprio il pacioccone psicopatico che l'ha salutato coi missili? No perché a Seul non ci pensano manco morti a riunificarsi col pacioccone psicopatico visto che nel caso si dovrebbero sobbarcare loro i costi immensi del processo, oltre a vedersi una fiumana di disperati nord-coreani in giro per il paese?

Nessie said...

Uhmm... non credo sia solo il "pacioccone psicopatico" coi suoi modesti petardi a nutrire una simile ambizione. E' da mo' che gli amerikani parlano di rogue state (North Korea) e di Corea indivisibile.
Bergoglio, da buon gesuita "mondano" è in missione per conto del "in God we trust".
Di Ucraine l'Abbronzato d'Oltreoceano ne vuole due. La Serbia è stata mutilata dal Kossovo da Clinton e dalla Albright. Ma chissà perché con la Corea parlano di just "one Korea". Solo L'ORO possono unire o dividere a loro bell'agio. E a seconda della convenienza.

SILVIO said...

POST DELLA SERIE “PSICOPATICI AL POTERE”- COLLANA “MERDE UMANE IN VETRINA”©
« Cari connazionali: “Aprite i vostri cuori!” Rassegnatevi ed apprrovate: “No Money” per voi, tutto il denaro nazionale deve essere speso per l'immigrazione illimitata »
A lanciare tale folle appello non è stato né lupo Bergoglio né Renzusconi & Feccia PiDiota di supporto, bensì un loro clone che incassa 148 mila dollari al mese per fare il Primo ministro in Svezia.

Chiamasi Fredrik Reinfeldt e l'appello in questione è stato da lui lanciato il 16 agosto scorso agli Svedesi affinché ne confermino la rielezione:
http://www.friatider.se/reinfeldt-vi-kommer-inte-ha-r-d-med-s-mycket-annat-n-invandring-fram-ver


Non so se ciò avverrà ma, se dovesse succedere , vorrebbe dire che i discendenti degli antichi Vikinghi si sono “mangiati il cervello” optando per il suicidio di massa della loro “razza bianca”.
Perché dico questo ?
Perché in Svezia gli immigrati di altre razze (soprattutto di pelle nera) assommano già ad oltre un milione di individui rispetto ad una popolazione totale di circa 9 nilioni di abitanti, afflitta per giunta da bassissima natalità.

Non solo. Con l'arrivo degli immigrati i grafici del crimine hanno registrato impennate mai viste.
Violenze e stupri ormai non si contano più.

L'ultimissimo della serie è toccato ad una ragazza bianca della città di Jönköping, ove una banda di immigrati del Gambia l'ha ripetutamente violentata e seviziata (la beffa? È rimasta pure incinta!):.
http://new.euro-med.dk/wp-content/uploads/swedish-women-rape-victim.jpg

Conclusione.
Non ci sarà mai una vera conclusione sino a quando gli psicopatici -delinquenti nati ed irrecuperabili - rimarranno al potere.
Ergo:...............
--------------------------------------------------
NOTA E FONTE -
Ringrazio il blogger danese Anders per avermi dato lo spunto orginale di tale post:
http://new.euro-med.dk/20140819-swedish-prime-minister-moves-to-white-neighbourhood-saying-open-your-hearts-no-money-for-swedes-everything-must-be-spent-on-unlimited-immigration.php

Nessie said...

Grazie Silvio. Notizia molto importante e fonte attendibile, tenuto conto della condotta della stregaccia Malmstrom ai tempi delle "rivoluzioni colorate" maghrebine. Durante la crisi tunisina fu proprio la Malmstrom che, ad onta della chiusura di (temporanea) di Schengen da parte di Sarkò-nano, intimò a Maroni di tenerci i tunisini e di aprire loro i nostri cuori. E ovviamente i nostri portafogli per mantenerceli.