04 August 2014

Le panzane del Pallonaro e il voltafaccia della stampa

 
 
 
 
Rieccoci qua al pollaio nostrano. Sapevamo già che gli 80 euro non c'erano per tutti e che era una bufala elettorale per pochi clienti. Ma ora lo conferma pure Matteuccio in persona.  Come pure sapevamo già che pochi spiccioli dati come "carità pelosa" a chi già se la passa male, non sarebbero affatto bastati a rilanciare i consumi. Ma quando mai!
Non se ne può più di sentirsi ripetere come un mantra la parola "crescita" (personalmente mi fa venire il gorgoglione allo stomaco), coi relativi dati Istat e le promesse puntualmente spostate e rinviate all'anno successivo. Dovevamo crescere nel 2013, ma poi hanno spostato il traguardo al 2014. E ora il Pallonaro logorroico ci dice che beh... dobbiamo aspettare  fino al 2015. Adesso sappiamo anche che lo spettro di una manovra aggiuntiva si avvicina sempre più e che non bastano le passerelle sulla nave Concordia e le "riforme" truffaldine del Senato di nominati e dell'Italicum.
Quel Carlo Cottarelli, già uomo-talpa del FMI e attuale commissario alla Spending Review, ha parlato chiaro: il governo vuole spendere in lavori pubblici cifre che non ha e che pensa di ricavare dai tagli sulle spese. La cosa ha fatto saltare la mosca al naso a Renzi. 
 
Manovra aggiuntiva, dicevamo. Pier Carlo Padoan sta pensando di prelevare il denaro indovinate  da dove? Dai soliti assegni pensionistici. Ma va' là! E' una novità che non immaginavamo nemmeno.
Stupisce però, la volubilità un po' schizofrenica della stampa prezzolata nell'appoggiare di volta in volta  acriticamente nuovi burattini "non eletti", per poi  disinnamorarsene in fretta  e buttarli giù come birilli. Pare che tra le voci dal sèn fuggite di Flebuccio de Bortoli ci sia stata la profezia che Renzi ci porterà alla rovina.  Che l'attuale governo sarà costretto a varare ad ottobre una manovra da 20 miliardi, che sarebbe in arrivo il citato prelievo forzoso, e che in seguito arriverà la Troika. Curioso che questi zelanti servitori dei "poteri forti", dicano la verità solo quando vengono  silurati da quei padroni del vapore che hanno così zelantemente servito. Ah! Ferruccio-Flebuccio! perché non ce l'hai detto prima? Ma se uno il coraggio non ce l'ha, non se lo può dare.
 
 
 
 E a proposito di Troika sentite un po' cosa scrive Barbapapà Scalfari, un altro adoratore di Renzi fino a pochissimo tempo fa: "Dirò un’amara verità che però corrisponde a mio parere ad una realtà che è sotto gli occhi di tutti: "Forse l’Italia dovrebbe sottoporsi al controllo della Troika internazionale formata dalla Commissione di Bruxelles, dalla Bce e dal Fondo monetario internazionale".
 
Ecco dunque come si sono ridotti i nostri prezzolati maitres-à penser:  adesso non basta più il "nominato"  di turno da Napolitano che si limita a  fare il "lavoro sporco" per  conto terzi. No,  ora per  le sorti dell'Italia ci vogliono mettere  direttamente i banchieri al governo allo scopo di incravattarci meglio. Il tempo di Pittibimbo è  già scaduto ma il rimpiazzo è anche peggiore.  Qualcuno invoca perfino i cravattari come atto di extrema ratio.
 
1809, assedio di Wagram a nord-est di Vienna. Le nobildonne riunite nel castello si domandano angosciosamente:  "Ma quando iniziano gli stupri?" (G. Byron). L'attitudine della  nostra stampaglia  è un po' come quella della nobilta' smidollata e sfiancata da abitudini ereditarie. Aspettano con ansia... "gli stupri".

  

56 comments:

roby said...

Ma quant'è carina la nostra Regina Elisabetta vestita in violettino! :-) Quanto ai giornali e ai pennivendoli, dovrebbero chiuderli e mettere al fresco chi scrive frescacce antiitaliane come quelle di Scalfari. Se la Troika andasse a decurtare il suo lauto stipendio, mi sarebbe persino simpatica.

Nessie said...

Sottoscrivo! In galera la stampa prezzolata dai poteri finanziari (Repubblica in testa) e decurtazione dei principeschi emolumenti a questa saccente Cariatide che invoca la Troika.

Quanto a Renzi, ormai siamo ai leaderini istantanei da cambiare in fretta come mutande e camicie.

Aldo said...

Da qualche tempo la mia mente è percorsa da un pensiero pericoloso e troppo ricorrente: fino a che punto mi conviene "restare nel sistema", ovvero continuare a generare ricchezza principalmente per altri tramite il mio lavoro? Sarebbe più costruttivo ritirarsi a margine e consumare (nel senso letterale, non in quello mercatista distorto col quale la propaganda ci infesta le menti) la ricchezza già prodotta prima che quegli altri se la succhino? Non durerebbe certo fino alla fine di una vita naturale così come uno la spera, ma che non è detto che uno finisca per avere, però vuoi mettere la soddisfazione di smettere di fare il gioco dei grassatori?

Non so. Il tarlo rode e consuma a sua volta. Spero d'uscirne ragionevolmente indenne, senza finire sul lettino di qualche strizzacervelli, ma non è detta. Altri nella mia stupida situazione?

Nessie said...

"ll tarlo rode e consuma a sua volta. Spero d'uscirne ragionevolmente indenne, senza finire sul lettino di qualche strizzacervelli, ma non è detta. Altri nella mia stupida situazione?"

Buona parte degli Italiani onesti, Aldo. Quelli che non invocano "gli stupri", ma che, al contrario, cercano di sottrasene.

Johnny88 said...

Mi auguro che come primo provvedimento la troijka tolga del tutto i finanziamenti pubblici alla stampa. Così vediamo se Barbapapà continuerà a invocarla nelle sue omelie domenicali.

Nessie said...

Dato che siamo persone ragionevoli e intelligenti, la Troika è assai meglio non invocarla MAI. Nemmeno per i nostri nemici. Poiché non esiste una Troika à la carte che esaudisca i nostri desideri. Se falcia e falcidia, lo fa per tutti e in primis, per i poveracci.
Ricordiamoci il motto di Petrolini: tanti poveri fanno la ricchezza. Chi è ben rimpinguato sarà l'ultimo boccone a essere divorato. I cattivi soggetti come Barbapapà, sanno già dove e come mettere al sicuro i beni e i denari accumulati a raccontar balle.

Anonymous said...

ACCOLTI I RILIEVI DELLA RAGIONERIA DELLO STATO

Il governo, con l’emendamento che di fatto blocca il pensionamento di 4mila insegnanti, accoglie i rilievi della Ragioneria dello Stato che aveva evidenziato problemi di coperture dopo che anche il commissario alla spending review, Carlo Cottarelli, aveva criticato quella norma entrando in polemica con l’esecutivo. (corriere.it).


Z

Nessie said...

Che figuraccia! Non sanno manco quanti soldi hanno in cassa per la copertura.

SILVIO said...

Post “semi-serio” ma mica tanto
…..........

Voci (non confermate) informano che i 3 boss della Troika hanno appreso con costernazione dell'interesse per loro mostrato da ”Lu Picciaturu Calabrisi” (= ”Lo Iettatore Calabrese” alias Eugenio Scalfari) per cui - immantinente – han preso le sottoindicate precauzioni:

- Mario Draghi si è fatto appendere ai suoi preziosissimi “gemelli” un pesantissimo ferro di cavallo in modo da prendere codesti 2 piccioni con 1 fava:
a) neutralizzare la jella dell'Eugenio;
b) fare penitenza per i suoi innumerevoli peccati (come è noto, Draghi è religiosissimo).

- Christine Lagarde - con una sobrietà tutta parigina – ha invece indossato una cavigliera di platino tempestata di diamanti a forma d'aglio (regalatele da un poverissimo debitore del FMI, appartenente al V mondo).

- Jean-Claude Juncker ha infine acquistato “sulla parola” un tir di cognac “Corno Rosso” /Riserva 1815, onde bagnarsi il gargarozzo prima delle riunioni della Commissione europea.

Ma tutto ciò basterà a fermare il maleficio di
”Lu Picciaturu Calabrisi” ?
Ai posteri l'ardua sentenza.

johnny doe said...

Questa gentaglia rivela ormai il suo vero volto: la miseria morale.
Sentire un cerebroleso che invoca pubblicamente l'arrivo degli strozzini ne è la dimostrazione,e con una sfumatura di comica ignoranza,sarebbero cravattari più buoni...!
E questo scrive ormai da anni interminabili e surreali fondi su uno dei giornali più venduti!
Poveri lettori! Si convincevano a tifare per Monri,poi arrivava il contrordine...si tifa Letta....pronti,eccoci...ma dierci minuti dopo,Renzi....poveri lettori,devono ormai avere juna crisi neuronica...! E ora il colpo finale,la troika....!

Passando davanti ad una edicola,vedo il titolo del Giornale: "La coppia che cambia l'italia.Renzi si fida solo di Berlusconi"...ma vi rendete conto,la coppia che cambia l'Italia!

Non aveva torto quel tale: gli intellettuali, i politici o i giornalisti che dicono di lavorare per il bene comune, dovrebbero darne una prova concreta e suicidarsi.

Faithful said...

Ma di che vi stupite voialtri?
Barbapapà al secolo Eugenio Scalfari,memore della sua lunga (e squallida) storia,fà semplicemente quello che gli riesce meglio e cioè fare da zerbino al potente di turno.

Nessie said...

Bella questa dello Jettatore calabro, Silvio! :-) Dove l'hai presa? E' di tua fabbricazione?

Se il menagramo Scalfari avesse davvero di questi ultrapoteri taumaturgici mi diventerebbe pure simpatico, in un certo qual senso.
Sempre per la serie, il nemico del mio nemico...

Nessie said...

Johnny, la coppia più bella del mondo è composta da un Pallonaro abusivo (junior) e da un altro Pallonaro agli arresti domiciliari (senior).

Renzi? Il figlio che Berlusconi avrebbe voluto avere. E che ora ha.

Nessie said...

Faithful, Barbapapà passando dal giornale del finanziere debenedettino alla Grande Finanza tout court ha fatto il suo salto (senile) di qualità.

Anonymous said...

Altro regaluccio di Renzi, il rialzo degli estimi catastali. Continua la politica della casa come bankomat permanente:

http://www.ilgiornale.it/news/economia/riforma-catasto-citt-citt-ecco-chi-rischia-1042796.html

Z

Nessie said...

Renzi è proprio un gran figlio di Troika. E il bello è che mamma Troika non ne ha mai abbastanza di succhiarci il sangue!

Inoltre è passata la porcata del Senato.

"Col voto di oggi la maggioranza ha stabilito che il bicameralismo perfetto finisce in tutto tranne che sull’immunità. Non sono valse a nulla - prosegue De Petris - le considerazioni dettate da pura ragionevolezza che segnalavano l’assurdità di un’immunità garantita a un Senato non elettivo e le incomprensibili differenze di trattamento che vengono così a crearsi tra i consiglieri regionali e i sindaci che faranno".

http://www.corriere.it/politica/14_agosto_04/riforme-si-riparte-dall-art-3-ancora-aventino-cinque-stelle-5e624278-1bdd-11e4-91c9-c777f3f2edee.shtml

Dunque questo è il Renzusconi: di abuso in abuso.

johnny doe said...

L'ultima tramvata al supercazzolaro viene dalla Ragioneria....non ci sono coperture per il prepensionamento insegnanti (altro annuncio bufala)....ergo il governo incapace dei puffi,ritira il decreto.Pure i ragionieri gufi come Cottarelli?
Tempi duri per er fanfara pentolaio...!..che minaccia sempre il voto!
Lo prendessero in parola...se non avesse l'altro supercazzolaro del nano che gli dà manforte....completando così il suo suicidio politico!
Povera FI,che brutta fine!

Dicevo,lo prendessero in parola...e si va a votare con la proporzionale,sempre meglio che con la porcata dell'Italicum,che vorrebbe dire consegnare tutte le istituzioni in mano a questo buffone!Se la governabilità é questa..!
Ed il pentolaio,sarebbe spacciato coi suoi sogni di gloria da gauleiter....!
Io credo che si scorderebbe il 40%.....oggi la musica è un po' diversa....

Nessie said...

Renzi ha poco da minacciare il voto perché deve scontrarsi con Bella Napoli, il quale come al solito di urne non ne vuole sentir parlare (nemmeno della sua quando dovrà dipartire). In ogni caso, in pochi ,mesi si è bruciato il consenso e il 40% allo stato attuale, se lo sogna!
Tuttavia, la cosa più spaventosa è che dobbiamo tenercelo com'è perché la Troi(k)a è sempre lì in agguato. Sloggiato lui, arrivano i cravattari. Mammamia che scenario da INCUBO!

Non farmi dire cose ne penso di messere Bunga Cavalier dell'Ordine della Pompetta, perché non ho voglia di aprire il dizionario delle parolacce.

Nessie said...

PS: se invece di fare quaquaraquà fosse capace di far qualcosa, Grillo non avrebbe torto quando dice che I Triumviri Bella Napoli, Renzi e Berlusconi intrecciano trame extraparlamentari ed extrapartitiche per studiare il modo di gabbare la gente:

http://www.beppegrillo.it/2014/08/i_due_segreti_d.html

ma il Parlamento cosa esiste a fare? Uno schifo nello schifo.

Anonymous said...

Cara Nessie....un complimento ...per come conduci il Blog... dando la possibilità a tutti di esprimere le proprie opinioni(anche se talvolta,per qualcuno, troppo manichee)....e mediando saggiamente quando necessario.
Segno di quella "Democrazia",alla quale tutti aspiriamo...proprio perché in pratica ci manca tanto....visti i Personaggi sopra citati,quelli che li hanno preceduti,e son sicuro...quelli che tra poco li sostituiranno.
Un grazie,inoltre,ti è "dovuto"...un po' OT...ma non troppo.... visto che in questo Post si parla di "chiacchieroni"...e ciò... da un tuo lettore "occasionale",che segue con piacere,gli argomenti che proponi,i commenti dei tuoi lettori......e le tue sensate scelte.
Ciao Tonino

Nessie said...

Grazie a te, Tonino.

Aldo said...

Fuori tema (forse).

SILVIO said...

Tommaso Padoa-Schioppa è una delle figure predilette dai politici e tecnocrati psicopatici occidentali al punto che, a tutt'oggi, la Banca per i Regolamenti Internazionali quasi lo venera, alimentandone ogni anno il ricordo.

Naturalmente, io non sono d'accordo.
Anzi, colgo l'occasione per ringraziare la “Grande Falciatrice” per avercelo tolto fuori dai piedi acciocché non rechi altre sofferenze all'umanità dolente.

Non la pensa così Mario Draghi che, da psicopato-banchiere qual è, non ha mancato , nel luglio trascorso, di celebrare a Londra una messa laica in sua memoria.
Espongo quanto ha detto in presenza di tanti alligatori cannibali di alto bordo :

1- Il futuro dell'UE sta in una maggiore integrazione e non nella ri-nazionalizzazione delle economie dei singoli Stati-
2- L'interesse nazionale non conta. Quel che conta è invece il supremo interesse generale dell'UE-
3- Il dibattito sulla maggiore flessibilità delle regole europee (patrocinato quale “distrazione di massa” da Hollande e “Renzusconi”) è inutile e fuorviante .
Il “Fiscal Compact” non si tocca ed ogni deficit nazionale di bilancio deve rimanere vicino allo zero .
Parimenti, il debito pubblico nel suo complesso deve essere ridotto con ogni mezzo-
4- Non è vero che le regole dell'UE siano troppe. Anzi, ne servono delle altre.
Soprattutto quelle relative all'istituzione della ”governance” dell'UE sulle riforme strutturali, che ogni Stato aderente dovrà giocoforza avviare -
5- Nell'ottobre 2014, la BCE cesserà di sostenere i Titoli degli Stati membri dell'Unione europea monetaria, astenendosi dall'intervenire nel mercato secondario.

SILVIO said...

Nel rileggere il discorso di Draghi, rimango stupefatto.
Costui vive al di fuori della realtà.

Sembra avere un microchip addosso, contenente le istruzioni dei 161 banchieri globalisti che vorrebbero privatizzare il pianeta.

E le ripete a menadito e ad ogni intervento ufficiale, incurante del ridicolo come lo è il pazzo quando - con lo scolapasta sulla testa - sciorina ossessivamente il suo solito mantra, sconnesso e senza senso fattuale.

Ma si rende conto, Draghi, che il castello di carta dell'Occidente sta per crollare sotto il peso degli 89,5 trilioni di dollari ( quele debito totale degli USA ) che diverrà presto insostenibile allorquando il dollaro perderà i privilegi connessi allo status di moneta di riserva mondiale?

Gli USA sono tecnicamente già in bancarotta (altro che l'Argentina ed il suo volontario default selettivo “sull'odioso debito” delle obbligaziomi estere dei “fondi avvoltoio”!).

Pertanto, se non vogliamo affondare con gli USA, bisogna tassativamente tagliare il cordone ombelicale che ci lega al dollaro e fare l'esatto contrario delle istruzioni contenute nel microchip di Draghi.
A cominciare dall'abolizione della “moneta senza Stato”.

Se non lo faremo, giorni ancora più foschi si preannunceranno e molte teste “psicopatiche” potrebbero rotolare nel cesto della furia popolare...

Vanda S. said...

Avete letto questa notizia?
ECCO CHI DOVEVA MORIRE…
Glenn Thomas, autorevole consulente dell’OMS a Ginevra, esperto in AIDS e, soprattutto, in Virus Ebola, era a bordo del Boeing 777 della Malaysia Airlines abbattuto ai confini tra l’Ucraina e la Russia.
Glenn Thomas era anche il coordinatore dei media ed era coinvolto nelle inchieste che stavano portando alla luce le controverse operazioni di sperimentazione di virus Ebola nel laboratorio di armi biologiche presso l’ospedale di Kenema. Ora che questo laboratorio è stato chiuso per volontà del Governo della Sierra Leone, emergono ulteriori particolari in merito agli interessi che nascosti dietro la sua gestione.
Bill e Melinda Gates hanno connessioni con i laboratori di armi biologiche situati a Kenema, epicentro dell’epidemia di Ebola sviluppatasi dall’ospedale dove erano in corso trial clinici sugli esseri umani per lo sviluppo del relativo vaccino, e ora, a seguito dell’avvio di un’indagine informale, emerge il nome di George Soros che, tramite la sua Fondazione, finanzia lo stesso laboratorio di armi biologiche.
Glenn Thomas era a conoscenza di prove concrete che dimostravano come il laboratorio aveva manipolato diagnosi positive per Ebola [per conto della Tulane University] al fine di giustificare un trattamento sanitario coercitivo alla popolazione e sottoporla al trattamento sperimentale del vaccino che, in realtà, trasmetteva loro Ebola. Glenn Thomas aveva rifiutano di andare avanti con il cover up, a differenza di taluni che lavorano al nostro Istituto Superiore di Sanità e sono adesso ben sono consapevoli che Glenn Thomas è stato assassinato.
I canali ufficiali dei media non hanno mai riportato una sola notizia in merito alla presenza del laboratorio di armi biologiche a Kenema, men che meno la disposizione di chiusura, né l’ordine di interrompere la sperimentazione di Ebola da parte della Tulane University. Quindi, quali altri canali ci sono rimasti perché queste informazioni diventino di pubblico dominio, e siano diffuse attraverso le reti sociali, se anche l’OMS e le istituzioni sanitarie evitano di rilasciare informazioni e di agire?
Il miliardario George Soros, attraverso la Fondazione Soros Open Society, per molti anni ha attuato“investimenti significativi“ nel “triangolo della morte Ebola” della Sierra Leone, Liberia e Guinea. Pertanto,George Soros aveva:
1) un movente per eliminare il portavoce OMS Glenn Thomas per fermare la diffusione di notizie attraverso i canali ufficiali che l’epidemia di Ebola è stata orchestrata a tavolino in un laboratorio di armi biologiche;
2) un motivo per farlo tacere molto presto;
3) il mezzo per farlo tacere ….. che potrebbe essere stato l’incidente aereo pianificato in Ucraina? – Probabilmente sì in quanto George Soros ha collegamenti con esponenti del governo ucraino, controllato a suo volta dai banchieri, e stanno emergendo prove significative che dimostrerebbero coma la NATO ha oscurato le coordinate radar del missile. Tutto ciò confermerebbe l’ipotesi che il missile BUK è stato lanciato dal governo ucraino, e non è un caso che il Primo Ministro ucraino ha presentato le proprie dimissioni.
E’ particolarmente interessante il totale silenzio dei media ufficiali in merito alla notizia della chiusura del laboratorio di Kenema pubblicata sulla pagina Facebook del Ministero della Salute della Sierra Leone.
Tratto da: informare.overblog.it
- See more at: http://www.altrainformazione.it/wp/2014/08/06/alla-fine-si-capito-chi-era-sullaereo-malaysian/#sthash.8vQ23B1N.dpuf

SILVIO said...

A dimostrazione che non ho parlato a vanvera, giungono i dati ufficiali Eurostat ed Istat – commentati da “Zero Hedge” - la cui evidenza è sintetizzata nei seguenti titoli :
1)- ”The European "Recovery" Is Over: Italy "Unexpectedly" Enters Triple-Dip Recession” = “Il recupero europeo è svanito: L'Italia entra, inaspettatamente, in recessione per la terza volta”
http://www.zerohedge.com/news/2014-08-06/european-recovery-over-italy-unexpectedly-enters-triple-dip-recession

2)- “Futures Tumble On Abysmal European Data, Euro Stocks Turn Red For 2014;German 2Y Bunds Negative” = “ I dati europei confermano l'abissale caduta dei futures, i principali titoli europei di”Euro Stoxx 50 Index ” virano al rosso per il 2014; i bunds tedeschi a 2 anni divengono negativi”
http://www.zerohedge.com/news/2014-08-06/futures-tumble-abysmal-european-data-euro-stocks-turn-red-2014-german-2y-bunds-negat


Conclusione.
Non serve fare gli struzzi, nascondendo la testa sotto la sabbia.
Bisogna cacciar via a pedatoni nel sedere i politici e tecnocrati responsabili del disastro, dopo averli interdetti per insanità mentale e/o per demenza senile.
Altrimenti, sarà la nostra rovina.
Garantita al 100%.

Eleonora said...

E' ufficiale, siamo di nuovo in recessione... Senza mai uscirne tra l'altro. E il bimbominkia che dice? Punto più punto meno di pil, non cambia la vita delle persone... Lui non sa però che se la gente non lavora, non può mangiare e ne tantomeno, può pagare le sue tasse aggiuntive. Oltretutto, ci fa anche sapere che, la crescita e' come l'estate (o il Natale), quando arriva, arriva. Complimenti, un grande premier. Un grande coglione.

Anonymous said...

Maestro della finzione,pentolaio consumato, allievo che supera il maestro frodatore, come quest'ultimo e come l'insuperato ed insuperabile Benito, prima o poi non potra' sfuggire dalla realtà.(Pil -0,2%). Non so fino a che punto dovremo sprofondare prima che il Popolo italiano si accorga dei disastri che l'uomo, a capo di un partito di leccapiedi, veline e monache(la badessa Suor Racchiani in primis ), con il supporto di un pregiudicato a capo di un partito fondato con la mafia e con il benestare di un ex fascista, poi stalinista,comunista,quindi voltagabbana seriale e cultor del monito retorico sputato a bave cadenti in bocca a culo di gallina e alla fine coinvolto in modo inequivocabile in oscure vicende di trattativa fra Stato e mafia, via via sta causando in modo irresponsabile,demagogico e scellerato. Il dubbio quindi è solo su quando il nuovo uomo della provvidenza finirà (metaforicamente s'intende, cari amici benpensanti) a testa in giù in una nuova piazza Loreto. Vent'anni? o mille giorni?? Speriamo molto prima! Cari saluti il Vate

Nessie said...

Chiedo venia per la lunga attesa in moderazione, ma mi trovo in località con poca e scarsa rete e abilitare i vs. commenti è una faticaccia improba, come pure rispondervi.

Nessie said...

Aldo, purtroppo il tuo link è pertinente e c'entra. Stiamo vivendo una teerribile dittatura. Che però, mi spiace per il Vate, poco ha a che vedere con quella fascista e mussoliniana.
Mussolini in confronto a Renzi è quasi un genio. Inoltre non mi pare affatto che le cifra dei mondialisti, sia la difesa nazionale n altro tipo di nazionnalismo.

Nessie said...

Più che vero, Silvio su quanto scrivi su TPS e la giusta azione della signora con la Falce. Pure su Draghi.
Ma gira e rigira ci manca un partito identitario e nazionale che ci rappresenti per davvero, senza il quale un popolo è disarmato e non organizzato.

Nessie said...

Vanda, ormai di quello spregevole essere citato nel tuo post non mi sorprende più nulla. Mi sorprende invece (e tanto) un paese che si autodefinisce democratico che si fa tener per le palle da gentaglia simile.

Nessie said...

Ele, bimbominkia si comporta come lo slogan del panettone recitato da Pozzetto :-)

Nessie said...

Con più siamo in recessione, con più si riempiono la bocca della parola CRESCITA. Orwell insegna.

Anonymous said...

Quella di Renzi è "una dittatura" democratica ispirata da Gelli e prima ancora da Cefis, che puzza di P2 e di logge massoniche coperte, che viene attuata sotto i nostri occhi e con la benedizione silente dell'ex guf(o)ascista/comunista/ora filoamerikan al colle. È una lunga marcia iniziata con l'esproprio dei diritti costituzionali dei cittadini, con la continua delegittimazione di fatto della costituzione. Passo dopo passo. Il parlamento è stato ridotto con l'abuso dei decreti legge, che dovrebbero avere solo carattere di urgenza, a uno studio notarile che approva le leggi fatte dal governo. E' stato introdotto il porcellum dichiarato incostituzionale che ha alterato il voto dei cittadini con l'abnorme premio di maggioranza e consegnato i parlamentari all'obbedienza cieca e assoluta a chi li ha nominati. I partiti hanno delle claque, non dei parlamentari, dei pigiatasti a comando. Dei servi in sostanza. Dopo la decadenza del porcellum, rimasto in vita per anni grazie alle sporche intese, i partiti si sono riorganizzati".
Il primo obiettivo "è mettere fuori gioco gli avversari politici, impedirgli di vincere le elezioni con voti di scambio (80 euro docent). Secondo obiettvo: trasformare per sempre il parlamento in un docile strumento che non interferisca nell'approvazione di ogni decreto vergogna come fu per il lodo Alfano". Ci aspetta un nuovo ventennio come quello Mussoliniano???? Il Vate

Anonymous said...

Lo spettacolo su quanto accade al Senato, offerto da una “democrazia” che non rispetta nemmeno le sue regole di base, quelle del confronto parlamentare tra maggioranza e opposizione - peraltro più che obbligatorio se argomento della discussione e delle deliberazioni è, come è, la riforma costituzionale della rappresentanza “del popolo” (sic) – si è svolto con tempi e metodi semplicemente vergognosi.
Non soltanto (“per ottemperare”… a una sentenza della Corte costituzionale che ha abrogato il sistema elettorale Calderoli-Casini che falsava la volontà popolare con i “listini” dei nominati) ad un obbrobrio se ne sta sostituendo un altro, con un pasticcio elettorale indiretto che porterà 5 nominati dal Quirinale e 95 sindaci e consiglieri regionali eletti su indicazione dei partiti a sedersi sulle poltrone di Palazzo Madama con poteri più che limitati e cioè inutili, ma la norma è talmente abborracciata e zeppa di contraddizioni che è destinata a scoppiare come una bolla di sapone.Le piccole regioni godono di un trattamento privilegiato rispetto alle più grandi e popolate, mentre con l’Italicum la Camera diventerebbe invece, preferenze e sbarramento antidemocratico a parte, un factotum del governo, uno scendiletto per la decretazione autocratica dell’inquilino pro tempore di Palazzo Chigi. E vari marchingegni in contrasto l’uno con l’altro.Un dibattito parlamentare, oltretutto, talmente “imposto” dal diktat del Nazareno e pilotato con totale spregio delle opposizioni (Lega, Sel e Cinque stelle), con dichiarazioni di voto più che contingentate,tagliole, “canguri” assorbi-distruggi emendamenti, che ha visto un presidente, Grasso,i suoi metodi giudiziari e inquisitori per bloccare ogni discussione dittatorialmente dichiarata da costui pleonastica. Tanto da provocare l’abbandono dell’aula da parte di tutte e tre le opposizioni. Un “aventino” soltanto a stento non perfezionato a oltranza.
E se Palazzo Madama è diventato così un circo equestre, Palazzo Chigi lo ha addirittura surclassato. Con lo spacciatore di bufale – Matteodonascimento – sia nella sua sede di partito, sia in quella istituzionale, sia con l’utilizzo di ignobili “cinguettii”(twitter), impegnato in massacranti elargizioni di parole su parole: farseschi commenti sul “buon esito” di quelle che lui definisce “riforme”, sullo stato “crescente” dell’economia, salvo marce indietro su sostegni reddituali a pensionati e partite iva (i famosi 80 euro che non hanno di certo “risollevato” alcunché), a dispetto delle tragiche situazioni del debito, della recessione, della disoccupazione montante, sull’impossibilità di “pareggiare il bilancio”, diktat di stampo mussoliniano contro oppositori (partiti e persone) e collaboratori (o pseudo-tali, come Mr. spending review Cottarelli). Se non è dittatura di stampo Mussoliniano questa!! Il Vate

Eleonora said...

Poco fa, quella specie di essere immondo, tal Mario draghi ha detto che gli stati devono cedere la propria sovranità. Non che non conoscessimo il suo pensiero e il suo ordine ma, mi chiedo, la sovranità, noi non l'abbiamo ceduta a fine 2011? Non basta ancora questo totale sfascio?

Nessie said...

Vate, le dittature rassomigliano tutte per il disprezzo del popolo, delle istituzioni e delle garanzie democratiche, per l'autoritarismo, ecc.

Tuttavia Mussolini combatté strenuamente quelle che lui chiamava le "plutocrazie". Viceversa Renzi ne è assoggettato e servo. Per cominciare inserisce leggi che andranno a beneficio della Troika e delle sue imposizioni. Tutto il denaro rastrellato con la chemiotassazione andrà nel Mes e nel Fiscal Compact. Per favore smettiamola una volta per tutte di riferirci al passato quando siamo in presenza di sfide autoritarie moderne, modernissime, come l'obbligo del Pos anche per 30 euro, come il rialzo degli estimi catastali a dismisura (quando Mussolini cercò con l'INa casa di dare una soluzione al problema degli alloggi), con espropri su larga scala per ordine di Bruxelles e di Washington, con alleanze umilianti fino a rimetterci di nostra tasca con la Nato, il TTIP Obama e il probabile conflitto (magari armato) con una Russia che ci costerà nientemeno che qualche miliardo di euro in meno in affari commerciali e di partenariato che avevamo con l'Est. In questo momento ci stiamo tagliando le palle per assoggettarci a quelle "democrazie plutocratiche" con le quali Mussolini (sbagliando e perdendo) era in guerra. Mi pare che le differenze siano COLOSSALI!
Poi mi chiedo come si fa a mettere in comparazione un mondialista che vuole disfarsi di ogni concetto di nazione, che immette sul mercato in svendita e in liquidazione i nostri gioielli di famiglia con un nazionalista!

Nessie said...

Sì Ele, ho sentito. Costoro hanno in mente un progetto criminale.

Nessie said...

NB: Domani sarò in viaggio tutto il giorno fino a sera. Perciò, pazientate in moderazione.

Anonymous said...

Nulla da eccepire sulle tue considerazioni Nessie ,che trovo sacrosante e che già avevo intuito. Il Matteodonascimento assomiglia in modo inequivocabile al Mussolini per il fatto di "avocare" a se il potere, in qualsiasi modo e forma anche antidemocratica ed a qualsiasi costo, con l'arroganza e la determinazione propria del Benito, in questo senso interpreto la sua " una dittatura mussoliniana". Per il resto va da sé che la differenza è sostanziale ed abissale ...anche se, come l'Ebetino di Firenze è succube della Troika...anche il Benito era un po' succube del Fhurer. Ciao IL Vate

Vanda S. said...

Nessie, sul tuo del 11:06 concordo pienamente!
Come sai, mi piace tenerti aggiornata sulla situazione Roma. Monteverde Nuovo, all'altezza di Piazza Scotti e' stato sempre considerato un quartiere "buono", ma ti assicuro che il mio bilancia di residenza per un anno (il 1 settembre) in questa zona e' un vero bollettino di guerra! Via Jenner, dove si trova il mio appartamento, era la via dello shopping di belle boutique ed ora ogni 3 negozi ne ha chiuso uno! Da casa mia al mercato coperto di piazza Pellettier, c'era solo un mendicante (anche ben vestito) africano al bar della piazza: recentemente ne ho contanti 15 e la maggior parte cenciosi e puzzolenti! Gli zingari fanno da padroni e girano spavaldamente, ficcandosi in tutti i cassonetti. I furti sono cresciuti vertiginosamente (3 solo nel mio palazzo in una settimana!) ed anche la microcriminalita' per strada (rapine) e' arrivata qui dove prima non se ne sentiva parlare! Le strade e i marciapiedi sono sempre piu' dissestati; i giardini incolti; la sporcizia e i graffiti dominano il "panorama". Aggressive cornacchie e gabbiani mutanti (sono grandi come tacchini!!!!) attaccano i passanti con del cibo in mano, rubano il cibo dai tavolini dei bar e ristoranti (nonostante siano occupati), sbranano colombe, pappagalli verdi (ne abbiamo molti e sono bellissimi!) e ogni altro uccello che possa soddisfare la loro voracità! Sembra un film dell'horror! Questa e' la raccapricciante scenografia di una città che sta morendo....Stasera parto per andare qualche giorno in un paesino del sud: spero di trovare un po' di vecchia "italianità" per scaldarmi un po' il cuore e donarmi qualche bel ricordo da mettere in valigia....

Lo PseudoSauro said...

Con quello che accade oggi, andarsela a prendere con Mussolini mi sembra stupido. Noi siamo ridotti cosi', proprio perche' la politica di potenza regionale perseguita dallo Stato sabaudo, prima, e dal Fascismo, poi, e' fallita. Siamo irrilevanti perche' le maggiori potenze del mondo ci hanno sconfitti.

Non e' questione di forma: dittatura contra democrazia. Ma a questo proposito, sarebbe meglio avere una dittatura illuminata o una democrazia corrotta ?

Il fatto e' che la democrazia non mantiene le sue stesse promesse: il potere e' nelle mani di sconosciuti siti chissa' dove. E siccome il Fascismo denunciava proprio questo (il potere gestito dalle plutocrazie), oggi abbiamo la prova che era vero.

Tutto il resto degli orpelli va contestualizzato all'epoca ed alle mode del tempo ma, nella sostanza, il Mediterraneo non ci appartiene piu' almeno dal tramonto delle repubbliche marinare. E fosse solo questo... con il pretesto di una nemesi storica fasulla, dovremmo cedere cio' che rimane delle nostre ricchezze a gente che non ne ha diritto alcuno, men che meno, ad istituti finanziari che pretendono di gestire questa buffa redistribuzione.

Questi sono fatti, tutto il resto sono opinioni in liberta'.

P.S.
per quanto concerne la questione israelo-palestinese, colui che formulo' il principio "due popoli, due stati", fu ancora una volta Mussolini: Il Male Assoluto...

Hector Hammond said...


Salve , condivido quello che ha detto il Pseudosauro , volevo dire che esiste tutta un'altro tipo di economia né liberista , né comunista , che adempiva al compito di sostentare il popolo ,ma senza effetti collaterali.
Vi invito a cercare in rete articoli riguardanti che collegano Lincon , A. H. e Kennedy ed le loro similitudini nel campo della moneta.

Anonymous said...

@PseudoSauro "Con quello che accade oggi, andarsela a prendere con Mussolini mi sembra stupido". Non è affatto vero (se ti riferisce a me) che me la prendo con Mussolini. Ho espresso solo una "mia opinione" in merito all'accostamento (giusto o sbagliato che sia) tra Renzi e Mussolini. Per esempio...altro accostamento (oltre al piglio dittatoriale già espresso a Nessie): Mussolini aveva capito benissimo il ruolo dei media nelle società moderne, tanto che il Regime marciò più forte e con più consensi a mano a mano che incentivava il possesso di un apparecchio radio in ogni circolo, bar, ritrovo e nelle case. - Ed è assolutamente vero che Mussolini con i mezzi d’informazione ci “marciava” - esattamente come fa ora il pentolaio con Twitter ,slides e frequentissime comparsate televisive tanto da esser ridicolizzato come Matteodonascimento. Il Vate

Nessie said...

Vanda, la metafora degli uccellacci grassi come tacchini ("mutanti") rappresenta molto bene il disastro (non solo ambientale) che stiamo vivendo.

Vedrai Vanda, che giù al Sud troverai ancora quel residuo di "italianità" che cerchi(cibi, vini, ambiente sociale e paesaggio mediterraneo). Ovviamente non devi andare in prossimità delle località dell'Operazione Mare Nostrum.

Nessie said...

Vate del Mar:-) meglio quando la butti in rima. Non diciamo delle banalità per cortesia! Renzi non è NESSUNO e dimentichi che è stato messo lì da Napolitano il quale ce lo sta imponendo fino al 2018. Esattamente come fece con Monti e con Letta quando dovevano fare il "lavoro sporco" su ordini dei circoli finanziari. Se proprio ti va fare dei parallelismi che non siano fuorvianti con qualche dittatore prenditela con Napolitano, non con una macchietta posticcia messa lì da lui. Quel Napolitano che fu dapprima fascista, poi comunista e stalinista, indi poscia filo imperialista filoyankee e massone neoliberita.

Inoltre Mussolini non si sarebbe mai permesso di far entrare oves et boves nel nostro paese a rischio contagio di Ebola. E non avrebbe mai imposto i matrimoni omossessuali parificando le nozze alle famiglie etero.


Caro amico Plurinick non abusare della mia pazienza e ospitalità. L'insistenza e l'ostinazione non sono sempre delle virtù.

Nessie said...

Pseudosauro, sei resuscitato? Non sei più il Sauro estinto :-)?

Mi pare che tu abbia messo il dito nel tasto giusto: è la democrazia e le sue attuali degenerazioni il problema(esportazione della democrazia, guerre umanitarie, esportazione dei diritti cosiddetti "umani" ecc. ecc. ). E non la soluzione a tutti i mali che ci stanno rifilando.

Il totalitarismo che stiamo vivendo oggi in piena era tecnologica e tecnocratica non può essere spiegato rozzamente con i parametri novecenteschi. Ma lo sforzo di analisi lo stanno facendo in pochi.

Nessie said...

Forse solo l'OSSIMORO può venirci in soccorso : e se vivessimo in una "dittatura democratica"?

O magari in una "democrazia dittatoriale" che ci spia e ci mette sotto tutela come fossimo dei minus habentes?

Hector Hammond, sapevo che quando ci si impadronisce della sovranità monetaria e si nazionalizzano le banche (lo fece anche il vituperato Mussolini) il minimo che può succedere è trovare un sicario (detto "utile pazzo")che ti fa fuori.

Hector Hammond said...

In effetti vi sono politiche economiche dannose per la salute di chi le attua .Mi ricordo pure dell'omicidio del presidente Alfred Herrhausen ,nel 30 novembre 1989 , della Deutsche Bank , che era contro le terapie d'urto per risollevare la germania dell'est.Una bomba fece saltare la sua auto si diede la colpa ai rossi della raf ma forse dietro c'erano altri.
Segue Detlev Karsten Rohwedder , economista non allineato al liberismo contro fmi e banca mondiale, ucciso a colpi di fucile,erano tedeschi ma non modello merkel. Su questi nomi è calata l'amnesia storica d'ufficio.Io me li ricordo perché ancora non ero una persona definibile come complottista , ma qualcosa nel caso di Herrhausen mi colpì.Fu qualcosa di abbastanza irrazionale ripensandoci adesso.

Nessie said...

Hector Hammond, in effetti ce ne sono stati tanti di omicidi irrisolti. Sai dirmi qualche cosa sulla strana morte del banchiere olandese Wim Duisenberg?

Per non dire della morte a orologeria di Jorg Haider.

Nessie said...

Io su Duisenberg ho pescato questo link :

http://lists.peacelink.it/conflitti/2006/02/msg00012.html

ce ne sarebbero casi da riaprire...!

Anonymous said...

Mi sento imbarazzato ad essere paragonato con il grande Vate.
-Amo la buona poesia..da utilizzarsi..preferibilmente nel campo sentimentale,altrimenti..per fare satira..arrivo al più ai Trilussa,Belli e Pascarella.
-E poi,ieri per caso ho rivisto un vecchio documentario(stranamente super partes,pur fatto da RAI 3(la nota Telekabul).
Se lo trovi forse pure in rete,è molto istruttivo a vedersi.
Titolo:"Come eravamo".
Ti fa vedere come il popolo,dall'infanzia alla vecchiaia,sorridevano,tutti.Erano(o per i critici sembravano) felici)pur avendo poco..e sembravano pure entusiasti..e non c'erano i registi dei Combact Films.
Mi chiedo perché allora sorridevano e sembravano onestamente felici,mentre oggi siamo tremendamente incazzati.

Ho deciso di scrivere questa nota,perché ho appena subito un furto in casa.
"allora"..almeno gli Italiani per bene,potevano girare tranquilli in casa,e per strada.
Last but not the Least...
èvvero!abbiamo partecipato ad una guerra sbagliata...ma abbiamo almeno tre scusanti:
-Le "così dette" Democrazie(Francia/Inghilterra) in casa loro,ma "schiaviste",spesso disumane nelle loro immense colonie...con le loro "sanzioni"ci hanno buttato,loro, in mano a quel demente,pazzo,criminale e per di più,sempre odiato "baffetto"
-Dopo la farsa della fuga degli Inglesi a Dunkerke(che lasciarono ai Tedeschi armi e bagagli di una armata di 300.000 uomini),e il collaborazionismo Francese del Mr.Petain..Il Cavaliere abboccò come un fesso a fare previsioni di una guerra breve,facile e vittoriosa.
-Non potevamo pretendere che in una guerra(scatenata congiuntamente dagli alleati Tedeschi e Democratici comunisti Russi)nel '39..solo noi,(spaghetti e mandolino)ne potevamo restare fuori...e così,sperando... con mille morti di andare al tavolo "della pace"...siamo franati,da fessi, nella catastrofe,che già contava una cinquantina di belligeranti

Come storiellina ,tanto per sdrammatizzare..negli anni a cavallo degli 80(quando la "Angela" andava all'università di chimica),costruimmo un impianto in DDR(area Lipsia)....in una delle tante pause di lavoro... tra le riunioni...il capoprogetto con coro di impiegati appresso(tutti rigidamente con distintivo del partito...poi svenduto appena caduto il muro)mi pose una domanda imbarazzante con premessa imbarazzante...
Lei sà che il Duce ha plagiato Hitler... con le sue scenografie...col risultato finale per grande Germania che conosciamo!..Ebbene che pensa...Herr MAR di Mussolini???
Visto che il "fesso" mi fece la domanda in Italia...pregai il mio ingegneretto(di lingua mezzamadre tedesca) di tradurre esattamente,pure con le inflessioni...nel rispondere...
Risposta(la mia)...romanamente quasi dai Rostri...molto lentamente all'inizio..più marcata ad alta voce alla fine...
Io penso che Mussolini è stato un "idiota"....pausa(con grande sorriso di "soddisfazione" del cliente Democratico,che come cliente notoriamente ha sempre ragione)....ma vorrei spìegare perché....ho continuato
Dica bitte Herr Mar....seguito...perché solo uno stupido poteva pensare di vincere una guerra con uno (mi si perdoni l'originale)"Stronzo"come Hitler...e ho faticato molto(ho pensato al mio stipendio)a non aggiungere e con un popolo di "coglioni" come Voi.
Certo se stavamo in riunione nella democratica Berlino est,dove entrando ti trattenevano il passaporto...forse con un sorriso "artificioso ma ben studiato" ebete avrei eluso la domanda)
Per favore,"est modus in rebus",stimo il Vate come tanti tuoi altri lettori.... ma mi basta per il tuo Blog il mio "modesto Mar".....il Vate è il Vate anche se non condividiamo sempre antipatie e simpatie...è la "Democrazia".
Saluti Mar....ripeto Mar

Nessie said...

Finiamola per cortesia con le spammate insulse, altrimenti sarò costretta "fiscalmente" (avverbio che mi piace poco) a richiedere la registrazione per tutti!

Hector Hammond said...

Ciao Nessie ,di Duisenberg rammento una critica alla rigidità dell'euroza al tetto del 3% sul rapporto deficit-pil.Essendo nato come economista keynesiano , convertitosi poi al dogma liberista , mi vien da dire che stesse ritornando sui suoi passi.Se uno come lui cominciava a fare la voce critica , poteva essere un problema per chi comanda.
http://ilsignoraggio.blogspot.it/2005/08/e-morto-duisenberg-tremonti-trema.html
Mi colpisce l'accostamento con tremonti , che a volte ha dato segno di critiche antieuro.
Curioso che dopo qualche suo exploit e che si fosse parlato che voleva uscire dall'euro quando ministro, sia venuto fuori la storia che fosse gay.

Nessie said...

Ho letto il tuo link, Hector Hammond, ma non c'è niente che non sapessi già su Duisenberg. Stupisce solo che un keynesiano abbia risvoltato la casacca per diventare neoliberista. Ma non credo che sia questa la ragione per cui l'hanno fatto fuori. Sì, perché sono convinta, a differenza di Padoa-Schioppa, che costui non sia morto di morte naturale.