09 August 2014

Allarme contagio Ebola e altre malattie

Per la serie, non farsi mancare di niente, il  nostro Bel Paese aperto ai quattro venti, a migrazioni di proporzioni bibliche è anche il più esposto ai virus letali, ma le cosiddette autorità sanitarie non vogliono che si sappia in giro.
Spuntano come in un incubo (quando in realtà si sapeva da tempo) altre malattie come la tbc, la lebbra, la malaria, la scabbia, la meningite, l'enecefalite, molte delle quali sembravano debellate.  Ma il ministero della Sanità con l'incompetente Lorenzin asserisce che in Italia non ci sono rischi. Curiosa visione del mondo: il Paese più esposto ai rischi è quello che corre meno rischi. Oltre alla citata ministra, abbiamo il Ministro dell'Indifesa Pinotti,  quella del "state sereni". Oh, le quote rosa  shocking al Potere!
Frattanto a Monza c'è allarme all'Ospedale San Gerardo, ma arrivano "rassicurazioni" poco "rassicuranti" (perdonate il bisticcio).

«La Brianza non deve avere paura del virus ebola. La possibilità di contagio è molto remota e le strutture sono pronte ad ogni evenienza". E ancora: «A Monza e in generale in Italia non c’è alcun allarme ebola». Andrea Gori lo conferma con scientifica e consapevole certezza. Il direttore del reparto Malattie infettive dell’ospedale San Gerardo di Monza vuole tranquillizzare la popolazione preoccupata da possibili contagi anche nel nostro Paese. «Ogni giorno in ospedale e qui in reparto riceviamo decine di telefonate".
Certo, tutto va bene Madama la Marchesa fino al prossimo allarme.
Mi sembra già di vedere il film prossimo venturo: "Ah, pardon, ci eravamo sbagliati nel sottovalutare il fenomeno" (il virgolettato è mio).  Pur cercando di silenziare la questione ecco però cosa sono costretti ad ammettere sulla tubercolosi:

"Altra questione, invece, per altri tipi di malattie legate all’immigrazione, ma che hanno una pericolosità minore trattati dal reparto Infettivi che ha a disposizione 32 posti letto. «Mediamente registriamo un’ottantina di nuovi casi di tubercolosi all’anno, di cui il 70% legati appunto agli immigrati - precisa Gori -. Sono invece limitati a una decina i casi di malaria che trattiamo in un anno»

Ma l'OMS lancia  intanto l'allarme: un'emergenza sanitaria di portata globale. Ma no? Non lo  sapevamo mica.

"Noi abbiamo una sfida che necessita di un approccio collettivo", si conclude.  Siamo alla solita "condivisione globale" delle emergenze e ad un  mondo diventato improvvisamente un condominio ristretto, pericoloso, contaminato,  i cui Amministratori comandano altrove. Intanto,  osservate bene la schizofrenia: quando c'è una vera emergenza migratoria come da noi, si tace.. Quando le emergenze invece sono a carattere internazionale si preferisce fare i Filantropi globalisti e dire che dobbiamo aiutare i paesi africani spedendo delle task force. Chiudere le frontiere no, eh? Sospendere Mare Nostrum? neanche a parlarne. Sarebbe "razzista" tuonano quei mentecatti del Pd insieme ad altri immigrazionisti di vari colori politici.  

E' tempo di EbolaMorale della macabra favola: quando se ne stanno zitti, c'è da preoccuparsi. Quando  invece lanciano troppi allarmi, c'è da preoccuparsi lo stesso.

Frattanto in Italia il Sindacato di Polizia Consap ha ordinato i test anti-tbc per i poliziotti non tutelati dal governo e cresce sempre di più il numero degli agenti risultati positivi al contagio,  privi di mascherine, di guanti e di altro materiale di prevenzione. Grande accoglienza per chi ci invade, ma la massima incuria per le nostre forze dell'ordine. Esasperati, i poliziotti hanno organizzato una class action contro il Ministero dell'Interno (Alfano).

Qui una dettagliata scheda tecnica su tutte le malattie infettive tropicali e subtropicali. 
Mai come ora è il caso di dire che siamo nelle mani del Signore. Quelle degli uomini, hanno  già procurato anche troppi disastri!

44 comments:

Johnny88 said...

Visti i precedenti di "suina"; "aviaria" e "SARS" io rimango scettico su queste "epidemie" su cui i media fan tanto rumore. Comunque, in ogni caso, nel dubbio un governo saggio prenderebbe la decisione di chiudere le frontiere e archiviare "Mare Lorum". Invece no, porte aperte e avanti il prossimo. Anzi, già che ci siamo, facciamo una bella campagna contro la "germofobia" dilagante e per i diritti di virus e batteri, chè sono esseri viventi pure loro

Hector Hammond said...

A me questi periodi rendono paranoico , sono andato a vedere Apes Revolution - Il pianeta delle scimmie. Lì si parla di epidemia globale e della razza umana sostituita da quella delle scimmie .
Quanti i parallelismi con ebola , immigrazione ...Sarà un caso?Temo la risposta.

Nessie said...

Caro Johnny, queste sono emergenze "a orologeria". Se non ci sono le creano surrettiziamente (vedi la suina, come hai già citato) allo scopo di vendere qualche vaccino e/o altro farmaco. Se invece ci sono davvero i rischi, la prevenzione non la attuano e mandano allo sbaraglio la MM e i poliziotti senza tute, senza guanti e senza mascherine. Morale: sono dei veri criminali! Ma questo si sapeva.

Nessie said...

Hector, ormai gli scenari da fantascienza, anzi fanta-horror, si sprecano. Siamo cavie da sperimentazione.

Nessie said...

Vale la la pena di leggere (o rileggere) il link già posto da Vanda sui virus studiati al tavolino e il trattamento sanitario obbligatorio che ne consegue:


http://www.altrainformazione.it/wp/2014/08/06/alla-fine-si-capito-chi-era-sullaereo-malaysian/

Anonymous said...

Qui, immagini choc andato in onda su un reportage di France 2:

http://informare.over-blog.it/2014/08/ebola-les-images-choc-d-un-reportage-sur-france-2.html

Z

Nessie said...

E quelle immagini sono ancora niente, rispetto al materiale orrorifico che circola in giro. Lasciamo perdere va'...

johnny doe said...

«La Brianza non deve avere paura del virus ebola. La possibilità di contagio è molto remota e le strutture sono pronte ad ogni evenienza".

Ok,ma ci spieghi caro signore,in caso di contagio,a che sono pronte le strutture? Magari ad un letto...e con che lo curate questo virus...?
Dio non voglia che succeda,perchè allora assisteremmo all'ennesima sceneggiata di questo Paese,ormai un giullare mondiale.
Per il resto l'antico mare nostrum è diventato solo mare porcum.

johnny doe said...

é ot sull'argomento,ma leggiti questo di Foa http://blog.ilgiornale.it/foa/2014/08/08/come-si-permette-mr-draghi/

Io a "sinistra",vera o presunta, un editoriale come quello di Foa non l'ho visto.
Mi dispiace solo che continui a scrivere sul Giornale che ormai non perde occasione per osannare acriticamente un duo di peracottari.

Hector Hammond said...

Sperimentano si di noi , ma lo scopo è pervertitamente religioso .
Non si agisce così in grande se non si ha un grande obiettivo da colpire e questi giocano a fare Dio.

Nessie said...

Sì appunto Johnny, ormai passaimo da un'emergenza all'altra. Nessuna discussione seria e approfondita su come prevenire, sul porre un freno agli ingressi. Sulle risorse necessarie per porre un freno al dissesto ecologico, per rendere meno pesanti in futuro i danni. Sul dramma cala il sipario. In realtà l’Italia intera è tutta un’emergenza. Il Paese passa regolarmente di stagione in stagione attraverso antiche e sempre nuove emergenze. Frane e alluvioni, in autunno, in Liguria come in Sicilia. In inverno smog e inquinamento in tutte le grandi città. In primavera valanghe, smottamenti e ancora frane lungo tutta la penisola. E in estate infuriano gli incendi, ( specie al Sud ) o le bombe d'acqua nel Veneto. Fuori stagione poi i terremoti e i crolli di edifici e di monumenti .

Ma per tornare alle malattie ed epidemie, penso che tutto ciò faccia parte del pacchetto multinazionali farmaceutiche. Hanno in mente di venderci qualcosa. O di sperimentare qualcosa.

Nessie said...

Dimenticavo un'altra nota importante:

Leggere l'articolo a pag. 19 del Corriere di oggi domenica 10(di spalla) nel quale i sindaci siculi ringraziano coniglio Alfano perché gli ha permesso di sforare il patto di stabilità, diventato meno rigido per chi (come loro) accoglie gli extra.

Della serie, sforamento di conti e di spesa, per chi accoglie "migranti". Tzè!

Nessie said...

Hector, è una religiosità del Male e del Crimine. E' questa la Grande Perversione.

Nessie said...

Johnny, da Foa ho letto e sono già intervenuta con un paio di commenti, se vai a leggere.

Massimo said...

L'Ebola. Magari riesce a provocare un bel reset a questa umanità degenerata ... :-)

Nessie said...

Non esistono epidemie "à la carte" (e cioè selettive). Così come non esistono dittature "à la carte". Ora è di moda invocare la Troika e far vedere che sono gli Italiani stessi che la vogliono. Qualche giorno fa lo ha fatto quel barbagianni di Scalfari, ieri Panebianco sul Corserva.

SILVIO said...

Sottoscrivo senza riserve questo “topic” di Nessie.

Il virus Ebola non va preso sottogamba.
Mai e per alcuna ragione.
Nemmeno se si trattasse di un focolaio epidemico limitato ad solo decesso.

Ebola è infatti l'arma biologica ottimale per lo sterminio degli esseri umani.

Più tardi ne pubblicherò i motivi.

SILVIO said...

Domanda:
« È ipotizzabile che il virus Ebola sia stato creato in laboratorio da scienziati pazzi?»

Risposta:
« Non è né ipotizzabile né verosimile.
Per la semplice ragione che ciò corrisponde incontrovertibilmente al vero, al certo ed al documentato-
Stasera ne fornirò la “pistola fumante”.
...Che ci lascerà senza fiato per lo sgomento...»

Nessie said...

Allora aspettiamo i tuoi motivi, Silvio.

Nessie said...

Intanto non riuscendo a reperire on line il trafiletto del Corriere di ieri dal titolo "Patto di stabilità meno rigido per chi accoglie più migranti" (pag. 19 - sezione cronache)), pubblico quest'altra "pistola fumante" su quell'omertoso siculo di Alfano che baratta la sicurezza degli Italiani in cambio di promesse di sforamento del Patto di Stabilità agli amministratori siciliani. Che vergogna!

Un'altra minkiata del governo Bimbominkia:

http://ragusaoggi.it/45939/i-sindaci-di-pozzallo-e-ragusa-ringraziano-il-ministro-alfano

Hector Hammond said...

"Patto di stabilità meno rigido per chi accoglie più migranti"
ennesima riprova che i poteri forti sono a favore dell'immigrazione.
Me ne ricorderò dovessi parlarne con un pdinno.Qua in emilia ne è pieno , non so quanto servirà ma sarà utile.

Nessie said...

Hector, a noi ci strangolano e ci strozzano con la menata del 3%. La conosci già la leggenda del perché hanno voluto mettere il numero 3?

Ma per gli extra sono sempre pronti sgravi fiscali e sforamenti del patto di stabilità. Vedrai che avranno la faccia di tolla di togliere l'IMU a chi affitta a un "extra". Non mi stupirebbe! Siamo al delirio xenofilo.

Aldo said...

Queste epidemie (che sono reali) hanno un'incidenza risibile, e credo che siano solo un mezzo per ottenere due risultati molto "bassi": 1. creare un po' di scompiglio per attirare l'attenzione su qualcosa mentre il complice ti frega il portafogli; 2. creare un "giro d'affari" a beneficio di case farmaceutiche, agenzie di "solidarietà internazionale" e così via (tanto paga Pantalone).

Effettivamente, 80 nuovi casi all'anno di TBC sono cosa da poco. Si parla di una persona ogni 750.000, lo 0,000133% della popolazione.

Altrettanto cosa da poco sono i 961 morti a causa di ebola. Il "bacino" colpito comprende quattro nazioni per un totale stimato di oltre 180 milioni di persone. Su un simile bacino, 961 morti equivalgono a circa 1 morto ogni 187.305 persone (lo 0,000533%).

Col che non intendo dire che non esiste un problema sanitario legato al sovraffollamento e allo spostamento per mari e monti di troppa gente, anzi! Il problema esiste ed è gigantesco, ma ridurlo alla questione ebola è quanto mai inopportuno, così come è inopportuno dedicare la propria attenzione solo allo spostamento delle persone e al "peso" del via-vai sulla componente umana di ogni zona (non dimentichiamo il diffondersi in ogni dove di malattie, parassiti e specie invasive d'ogni genere, animale come vegetale, dovuto ai commerci internazionali ipertrofici del mondo d'oggi). Tu che sei ligure, hai in mente l'effetto sui castagneti della graziosa vespetta recentemente importata dall'estremo Oriente? A noi bipedi quelle vespette non fanno né caldo né freddo, ma stanno creando uno sfacelo nell'ecosistema appenninico ligure.

La follia globalista e globalizzante è un disastro a 360°, ebola o non ebola.

===========================

Sul favoreggiamento di governo ai movimenti d'invasione migratoria mi ha colpito quello che ho scoperto qui, dove in una noticina insignificante persa nella pagina si scopre che i "soccorritori" nostrani, dopo aver prelevato gli invasori, lasciano alla deriva i mezzi navali sui quali viaggiano. Non c'è scritto, ma è lecito pensare che quei mezzi non vengano affondati allo scopo di permettere ai trafficanti complici del nostro governo di recuperare i natanti e usarli nuovamente? Eh, ma come sono paranoico!

Nessie said...

Aldo - 2. "creare un "giro d'affari" a beneficio di case farmaceutiche, agenzie di "solidarietà internazionale" e così via (tanto paga Pantalone).

Il punto 2 non mi pare affatto un risultato "basso", perché lasciare andare in giro gente contaminata (o che può contaminarsi) per poi rendere obbligatorio un vaccino è un risultato tutt'altro che "basso", ma un target riuscito.

Sulla tbc - "Effettivamente, 80 nuovi casi all'anno di TBC sono cosa da poco. Si parla di una persona ogni 750.000, lo 0,000133% della popolazione".

Questo andrebbe bene, se si avesse la certezza delle cifre diffuse dall'Ospedale di Monza. Ma siamo davvero così sicuri che l'approssimazione (per difetto) sia reale? Quando decade la fiducia, abbi pazienza ma c'è da dubitare di tutto. In particolare delle cifre.

Poi getta un'occhiata ai siti del sindacato Consap di polizia e vedrai da te, quanti poliziotti risultano "positivi" al test sulla tbc.

E' vero: ebola sì o ebola no, la globalizzazione è un vero manicomio e chi l'ha messo in atto dovrebbe essere portato via a ricovero coatto con la camicia di forza.

Aldo said...

"Risultato basso" era da intendere nel senso di eticamente basso, non nel senso di di poco conto.

Sull'inattendibilità delle fonti devo darti ragione al 1000%. Non più d'una settimana fa, l'Unicef dava un numero di contagiati da ebola pari a 1063 persone. Nella stessa giornata, l'Oms dichiarava che il contagio interessava "oltre 1600" persone.

Anche in merito all'altro tipo di attendibilità, ovvero alla accuratezza dei rilevamenti, devo darti pienamente ragione. Le cifre che circolano sono di solito "stimate", col che si lascia inteso che gli errori di rilevamento sono inevitabilmente presenti (ammesso, ottimisticamente, che siano "errori" e non "mistificazioni").

Ah, da non dimenticare: tra i vettori di malattie hanno un ruolo non certo secondario i turisti. Mi piacerebbe poi tanto sapere a che livello arriva il ruolo di "untore" delle derrate alimentari, quelle che non perdono occasione di dirci che nel caso dell'Italia sono "tra le più controllate al mondo". Sarà...

SILVIO said...

Cara Nessie,
ho deciso di inviare domani i iei post su Ebola.
Il motivo?

Un amico (blogger) mi ha invitato a non essere perentorio nello “sposare” la tesi ufficiale (OMS e varie agenzie governative ) ed a tener conto anche di un'altra tesi alternativa (portata avanti da ricercatori e bloggers specializzati in materia) .

Qual è il dilemma ?

Lo esprimo in questo titolo esageratamente lungo ma esaustivo:
PANDEMIA DI EBOLA: PERICOLO GLBALE REALE O BUFALA PSYOPS - (by SOROS/GATES/ MONSANTO/GOVERNO FEDERALE USA ) – PER DIFFONDERE IL PANICO ED IMPORRE SU SCALA MONDIALE L'ACQUISTO E L'UTILIZZO DEI VACCINI ANTI-EBOLA, PRODOTTI DA TEKMIRA PHARMACEUTICALS/MONSANTO ?

Conclusione.
Mi occorre ancora tempo per riflettere e riordinare gli appunti.

SILVIO said...

La promessa che invece intendo mantenere è quella relativa alla documentazione sulla creazione in laboratorio di una varietà del virus Ebola.

Trattasi del virus ”Ebola Bundibugyo (= EboBun)” inventato artficialmente da Jonathan S. Towner e da altri ricercatori, la cui documentazione venne depositata ad Atlanta presso il CDC (Centro per il Controllo e la Prevenzione) e regitrata col numero di brevetto federale US 20120251502 A1:
“ Human Ebola Virus Species and Compositions and Methods Thereof”
http://www.google.com/patents/US20120251502


La storia di tale invenzione è intricatissima, attraversa due continenti e coinvolge il governo federale USA (cioè, il CDC) , George Soros, Bill Gates, Tekmira Pharmaceuticals Monsanto e i presidenti di due repubbliche africane molto vicini a Soros.

Vale a dire :
1)- Ernest Bai Koroma, presidente della Sierra Leone
2)- Ellen Johnson Sirleaf, presidentessa della Liberia.

Quest'ultima è stata addirittura a capo della “Open Society Initiative per l'Africa occidentale” (OSIWA), ong fondata e finanziata da Soros.

Nessie said...

Fai pure con comodo, Silvio, poiché è evidente che l'argomento è controverso.

Il mio fiuto mi ha fatto presagire tutto ciò, nella frase che ho sintetizzato nel post circa la MORALE DELLA MACABRA FAVOLA.
E cioè: quando lanciano l'allarme c'è di che preoccuparsi, quando viceversa se ne stanno zitti, c'è da preoccuparsi lo stesso.

Proprio stasera a cena una cara amica che conosce un medico dell'Ospedale Sacco di Milano (Reparto infettivi) mi ha raccontato che il suddetto dottore le ha riferito che in caso anche solo di uno o due casi del genere, non hanno a disposizione nemmeno un'ambulanza attrezzata per l'uopo. Che il personale sanitario dovrebbe essere interamente infagottato in una specie di tuta molto spessa e scafandro incredibile, che ovviamente non hanno.

Altro che baggianate del genere "La Brianza non deve avere paura del virus ebola. La possibilità di contagio è molto remota e le strutture sono pronte ad ogni evenienza!". Ma quando mai?!

Toh, spuntano sempre gli stesso nomi: Soros, Bill Gates e Monsanto. Ma come è piccolo il mondo!

Nessie said...

Aldo

"Anche in merito all'altro tipo di attendibilità, ovvero alla accuratezza dei rilevamenti, devo darti pienamente ragione. Le cifre che circolano sono di solito "stimate", col che si lascia inteso che gli errori di rilevamento sono inevitabilmente presenti (ammesso, ottimisticamente, che siano "errori" e non "mistificazioni")."

Considerati i padroni del vapore che dirigono l'OMS, optiamo pure per la seconda ipotesi ("mistificazioni")

Hector Hammond said...

Conosco la storia di quel parametro Nessie, l'invenzione di un anonimo funzionario e delle sue ragioni estetiche . Che gabbia di matti questa europa , l'uomo moderno è uno psicopatico , però se lo dico in giro non so quanti voti prendo .

Hector Hammond said...

Sospetto che questa storia di virus sia fatta pure per modificare il genoma umana, visto che tipicamente i virus entrano nelle cellule , alcuni poi tipo herpes mischiano il dna loro con quello dell'ospite .
Mi aspetto ogni diavoleria .

Nessie said...

Hector, qui la leggenda di quel povero stronzo che ha fatto un po' di alchimia sulla Trinità e che ha dato i numeri: il 3%: Si chiama Guy Abeille,un oscuro funzionario di Mitterand:

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2014-01-29/parla-inventore-formula-3percento-deficitpil-parametro-deciso-meno-un-ora-102114.shtml?uuid=ABJHQ0s

Nessie said...

Ho visto alcune fotografia di colpiti dall'ebola e sono davvero raccapriccianti! Anch'io mi aspetto ogni genere di diavoleria da fantascienza.

Anonymous said...

Intanto l'OMS ora parla di oltre mille decessi e stanno sperimentando un vaccino 'sperimentale' che però richiede l'assenso del paziente

http://www.lastampa.it/2014/08/12/esteri/ebola-si-allarga-il-contagio-superati-morti-GDri4Jf0BqQERYyr1OXEzJ/pagina.html

Z

Anonymous said...

Io credo che ci sia un modo per capire il perche' della diffusione di notizie di segno opposto. Ce lo forniscono gli stessi manovratori. Tratto, liberamente, dalle confessioni di un insider "illuminato" (registrazione di un discorso tenuto in USA intorno agli anni '60): "noi promuoviamo l'uso degli stupefacienti e ne promuoviamo il contrasto".

Il perche' e' spiegato nello stesso (lungo) articolo: "lo studio della psicologia di massa dimostra come per l'uomo sia impossibile tenere a mente contemporaneamente piu' di due tesi contradditorie tra loro".

Cio' significa che viene introdotta una sorta di competizione innaturale ove quella naturale e' stata arginata dal progresso scientifico. Fondamentalmente, significa che sopravvive il piu' atto. E' scientificamente provato come nelle guerre tendano a morire i piu' deboli; e non necessariamente i militari. Nonostante il perfezionamento di armamenti che colpiscono indiscriminatamente, quindi, rendono inefficacie la competizione tra guerrieri di alto livello, la regola sembra funzionare comunque. Almeno, se vogliamo fidarci (?) delle solite statistiche.

Si tratta di una competizione che avviene in laboratorio. Pertanto, che ci sarebbe di strano se i virus fossero stati studiati in laboratorio ? Potrebbero anche non esistere affatto ed essere, le notizie, inventate di sana pianta. L'effetto sarebbe comunque sufficiente. Ma il fatto stesso che esistano davvero ne esalta l'efficacia.

Il sauro etc. etc.

Nessie said...

Sauro (in Pseudo), meglio il nick con la registrazione, visto che ce l'hai già :-).

"Il perche' e' spiegato nello stesso (lungo) articolo: "lo studio della psicologia di massa dimostra come per l'uomo sia impossibile tenere a mente contemporaneamente piu' di due tesi contradditorie tra loro".

La sottoscritta in quanto a ciò, ha già mangiato la foglia, il ramo e pure l'albero, purtroppo! La stessa cosa la fanno col reato di "pedofilia". Mi dirai: "Che c'azzecca con il virus dell'Ebola?"

C'entra il fatto che mentre viene favorita e permessa da forze politiche liberal-radicali, viene nel contempo anche duramente sanzionata al punto tale che se si vuole togliere dai piedi un nemico politico, niente di meglio che accusarlo di "pedofilia" per toglierselo dai piedi. L'accusa più infamante del mondo, e nel contempo favorita da quelli che "tutto è permesso".

Stesso fenomeno per la droga: viene fatta "liberamente circolare" da associazioni delinquenziali, ma poi si dà la caccia alle partite di droga illegali.

Se cominciamo a capire il loro cervello bacato, e la loro mente depravata e schizofrenica, riusciremo a capire anche una questione: ti infiltrano il virus (o batterio o altra diavoleria), per poi poterti vendere l'ANTIDOTO. Magari, come dal link di Zeta, in fase "sperimentale".

Hanno bisogno di cavie umane!

Nessie said...

PS: di questo passo è più che lecito pensare che anche il "terrorismo internazionale di matrice islamica" sia la stessa cosa dell'Ebola: infiltrato per l'uopo, per poi avere il pretesto di combatterlo a mezzo di guerre "umanitarie" e bombe "democratiche".

Hector Hammond said...

Puzza quel limite di amore per i numeri di stampo esoterico . Diciamo pure massonico .
E questo casino nel mondo è il classico solve et coaugula , sciogli e solidifica , ordo ab caos , ordine dal caos . Siamo nella mani di chi maneggia l'esoterismo , vediamo cosa ci combinano tra 3 anni , trecentenario della massoneria ufficiale .

SILVIO said...

Mi sento di confermare quanto scritto nel mio primo post su Ebola: è l'arma biologica OTTIMALE per lo sterminio degli esseri umani.

Non vorrei vorrei essere accusato di avere contribuito a diffondere notizie false e tendenziose ma sembra che in larga parte dell'Africa occidentale (Sierra Leone, Liberia, Guinea, Nigeria, ecc.ecc. ) siano state create le condizioni per far esplodere l'apocalisse pandemica.

È di pari avviso ZERO HEDGE che ha pubblicato l'articolo:
“The One Question About Ebola That Nobody Can Seem To Answer” = “Una domanda su Ebola a cui nessuno sembra dare risposta”
http://www.zerohedge.com/news/2014-08-12/one-question-about-ebola-nobody-can-seem-answer


Invito a leggerlo.
------
POSTILLA-

Un “buontempone” (?) mi ha avanti ieri “crackato” il computer, quasi zombizzandolo.
Ieri potevo leggere ma non comunicare con l'esterno ed avevo il mio “gravatar” fuori uso.

Stamane sono riuscito provvisoriamente a riattivarlo ma è di una lentezza esasperante.
Ci vorrebbe un tecnico ma se ne parlerà dopo ferragosto.

SILVIO said...

Ah, dimenticavo:

« Non sarebbe il caso di sbarrare con lucchetti blindati le nostre frontiere (aeroporti, porti ed ogni altro accesso) nonché costringere alla resa dei conti i tanti fautori ( molto ma molto interessati per esigenze di loro portafoglio o di incremento della looro base elettorale) dell'accoglienza illimitata ed incondizionata? »

Guarda caso, una buona fetta degli immigrati clandestini proviene proprio dall'Africa occidentale, Senegal compreso.

Vanda S. said...

Anche questa notizia e' molto inquietante!

www.imolaoggi.it/2014/08/11/immigrati-francia-se-tutta-europa-vedesse-cosa-accade-a-calais-avrebbe-paura/

Nessie said...

Hector, se ti riferisci al numero 3, questi bontemponi che citi sono attentissimi alla numerologia.

Nessie said...

Silvio, innanzitutto mi spiace per l'episodio informatico increscioso che ti è accaduto. Spero che tutto si risolva quanto prima.
E' una buona occasione per trascorrere qualche ora lieta ferragostana, con amici e parenti. Cosa che farò anch'io.

Vengo all'Ebola e ai link di Zero Hedge. Che non ce la contino giusta, è più che evidente e tutto ciò puzza di marcio lontano un miglio!

La domanda che ti chiedi, sul bloccare ingressi e frontiere è quella che ci facciamo tutti noi, ma vedo che se la pone anche il cronista di Zero Hedge:

"Stiamo rapidamente arrivando al punto in cui sarà impossibile per contenere questo virus.

E se si diffonde negli Stati Uniti, stiamo per essere in una massiccia quantità di guai. La verità è che non siamo preparati per una pandemia di Ebola , e una tale crisi sarebbe creare una massiccia ondata di panico e paura in tutto il paese .

Purtroppo, nonostante i rischi, continuiamo a riportare la gente in questo paese prima di sapere che è sicuro farlo ...".

Se leggi il link posto più sotto da Vanda sull'orrendo bivacco di Calais, ti rendi conto sempre più, che il Totem e il Tabù della transumanza universale
non si può nemmeno osare sfiorare. A costo di morìe di massa, in larga parte procurate. E forse, proprio per questo.

In Sicilia, un internauta su FB ha lanciato una notizia (con ogni probabilità gonfiata e non corretta) sui casi infetti di Ebola nell'isola e la Polposta sai che ha fatto? Si è subito preoccupata di andarlo a reperire e di fargli lo screening ideologico di "xenofobo" con l'accusa di "procurato allarme". Avrà certamente esagerato, ma allo stato attuale, mi pare che la priorità non sia di certo quella della caccia al "xenofobo"!

Nessie said...

Sì Vanda, la cosa che affligge di più è che in tutti gli stati Ue non si levi una sola voce di dissenso contro questa continua calamità. Nessuno che osi mostrare un minimo di attributi. Eccezion fatta per la Svizzera a proposito della quale, ti linko la lettera di un lettore svizzero a Ida Magli, la quale è sempre più angosciata:

http://www.italianiliberi.it//Lettere/confusione-sotto-il-cielo.html