28 March 2014

I veri scopi della visita di Obama





Obama ha appena lasciato il nostro Paese e penso  sia ora di chiedersi qual è lo scopo precipuo del suo viaggetto in Italia, che non è certo la classica passeggiata al Colosseo né la spaghettata alla carbonara, o le penne all’arrabbiata  o le cartoline da Roma con la sua scritta: "Rome is amazing"di cui i media vogliono farci credere. Abbiamo assistito a due giorni di svenevole melassa mediatica nei quali  tutti gli Italiani erano felici di sventolare bandierine a stelle e strisce e i giorni del dissenso anti-americano è un ricordo remoto: Nixon, Bush padre, Bush figlio. Ma già, ora siamo in tempi di "pace" e la "pace" costa - dice Obama.
Disgustosa e servile  la sinistra (compresa quella antagonista) che ha mostrato acquiescenza al politicamente corretto, secondo cui un presidente di colore non si può contestare (sarebbe "razzista"). 
Eppoi cosa dovrebbe contestare, se è stata proprio l'amministrazione Obama e i suoi circoli  statunitensi ad averci rifilato la "patacca" di un Renzi non eletto che parla di Jobs Act, di Yes you can e di altre  ridicole smargiassate da Fonzie di quarta? 
Napolitano è per Obama un "old friend" e gli Italiani  a detta di costui, dovrebbero essere ultra-felici di avere una tale "roccia di stabilità". Ovvero un monarca assoluto che non muove più le sue consunte terga dal trono quirinalizio, imponendoci quel che passa per la sua mente.
Grillo parla di un Obama venuto qua per vendere il suo gas (facendo fuori commercialmente il suo nemico Putin) e gli F35. Certo c'è anche questo, ma non solo. E del resto non si può chiedere a Grillo di avere più di un'idea alla volta. La realtà è ben più terrificante.

 Mentre alla Casa Bianca e alle commissioni Ue stanno a guardare la pagliuzza (per me sacrosanta) della Crimea,  la vera annessione è arrivata qua da noi, ma  nessuno ne parla: il TTPI alias Transatlantic Trade and Investment Partnership. Ovvero la stipula tra UE e Usa del trattato segreto chiamato comunemente ”Nato Economica”. Una totale e cieca ANNESSIONE dell’Europa agli Usa che ne diviene una costola, un’appendice, più di quanto non sia già. Ovviamente questo patto non è ancora stato formalmente ratificato, perché? 
Ma perché ci sono le imminenti elezioni europee. E  tutto questo potrebbe essere un'ottima ragione per fare deflagrare l'eurozona e le sue istituzioni. Sono  già molto molto allarmati dalla crescita dei partiti contrari alla Ue e che vogliono l'uscita dall'euro. Ma davvero pensate che l'Abbronzato d'Oltre Atlantico non ne abbia fatto menzione con Napolitano?  I media anche se lo sapessero non ce lo direbbero mai. E noi, non lo sapremo che a cose fatte. 

Col TTPI,  la libera circolazione degli uomini , delle merci, dei capitali, l'ingresso delle lobby e dei servizi  finanziari ad esse annesse, diverrebbe  legge inderogabile e ineludibile.
Parlamenti locali e nazionali, governi, ordinamenti giuridici ed istituzioni verrebbero spogliati di ogni potere anche nel caso di disperata difesa del supremo interesse pubblico, (salvaguardia dell’istruzione, della salute e della sicurezza dei cittadini,  diritto a una sana alimentazione e all'agricoltura).
Ogni multinazionale, ogni lobby viene autorizzata a trascinare in giudizio quel miserrimo Staterello che dovesse sgarrare o contrapporsi alla loro invadenza, ottenendone (grazie ai loro collegi di potenti avvocati) colossali risarcimenti per danni, visto che l’unico tribunale abilitato ad arbitrare le controversie tra Stati e multinazionali è un collegio facente capo alla Banca Mondiale.
Insomma le lobby hanno diritto di far fallire gli stati con mega cause miliardarie se questi si rifiutassero di farle entrare nel mercato. Noi stiamo qui a parlare di Europa col “deficit di democrazia”? Ma all’avidità, alle interferenze, alla lesione dei diritti  dei popoli non c’è più alcun limite nel mondo. Ricordate la sigla mortifera:   TTPI. Ovvero Nuova Nato Economica.  
Siamo  di fatto già "annessi" e senza nemmeno un referendum  confermativo come è avvenuto  democraticamente in Crimea.

Dev'essere per questo che Obama ha regalato al papa le sementi dell'orto della Casa Bianca? E saranno "sementi approvate" da Monsanto e Syngenta o sementi biologiche?

49 comments:

Massimo said...

Annessione ? Come per l'europa unita, se ci fosse un concreto vantaggio, un sensibile miglioramento nel nostro benessere e nella nostra sicurezza, potrebbe anche starci. Il punto è che, come l'europa unita, le nostre condizioni sono peggiorate, siamo più poveri, meno sicuri con l'invasione degli immigrati cui tutto è concesso, con il prendere piede di comportamenti che violano i principi tradizionali di rettitudine e moralità. E quel che oggi importiamo dall'America di Obama sono le gare a chi beve di più, a chi salta meglio da un tetto all'altro, a chi si fotografa nella posizione più assurda e, da ultimo, a chi riesce ad abbattere con un pugno il primo ignaro passante. Il tutto rinunciando alla nostra libertà per adottare lo stesso atteggiamento servile tenuto da Renzi davanti ad Obama.

Nessie said...

Hai dimenticato il "melting pot" su cui loro hanno basato non solo la loro società, ma addirittura un modello da esportazione.
Certo che sì, che le annesssioni sono cosa buona quando sono desiderate.

Nessie said...

Anche durante il nostro Risorgimento ci furono delle annessioni: alla completa riunificazione dell'Italia mancavano ancora l'acquisizione del Veneto annesso nel 1866, di Roma annessa nel 1870, di Trento con il Trentino e di Trieste con la Venezia Giulia, annessi tra il 1915-1918 (prima guerra mondiale).

Ma queste furono promosse e volute dalle relative popolazioni. Viceversa, la Nato Economica invece è voluta per motivi di profitto statunitense. E a noi ce ne viene solo svantaggi.

Aldo said...

Nessie: Ma queste furono promosse e volute dalle relative popolazioni.

Almeno, questo è quel che si legge sui libri di storia, ovvero sulla versione ufficiale degli avvenimenti. Vista la discrepanza tra quel che ci propinano i mezzi di (in)formazione ufficiali e la realtà osservabile, quale grado di attendibilità vogliamo riconoscere ai libri di storia? Io propendo per un grado di attendibilità molto basso. Anzi, infimo.

Nessie said...

Può darsi, (anzi quasi senz'altro) tu abbia ragione, Aldo. Per questo è meglio attenersi all'attualità. E l'attualità ci dice che le popolazioni russofone della Crimea sono state consultate. E la rispoasta è stata una schiacciante vittoria del referendum. Mentre Obama viene qua a fare il padrone del mondo senza neanche degnarsi di sapere come la pensano gli Italiani, sulla Nato Economica. Anzi, ad essere sinceri, la maggior parte degli Italiani, manco sa cos'è esattamente. Prova un po' a chiedere in giro....

Anonymous said...

Io non sapevo cosa fosse la "NATO economica", anzi, non ne avevo proprio mai sentito parlare. Per fortuna leggo regolarmente il tuo blog, il che mi ha permesso di rimediare.

Sulla Crimea son d'accordo con te: le cose son lì da vedere, e non credo alla possibilità di brogli talmente capillari da dare un risultato così netto (se brogli dovessero essere stati, vorrei proprio conoscere chi li ha organizzati, perché sarebbe un tipo davvero in gamba). Il mio era un discorso generico, non riferito ad un caso specifico, quale che sia.

Anonymous said...

Ciao Nessie, mi scuso se i miei interventi (per quel che possono valere) si diradano sempre di più: tu ne conosci la ragione e sai che sono causati da forza maggiore…

Li abbiamo visti i due, “Barak & Burattino”, dare il meglio del peggio di se stessi nel giro di poche ore:
- il primo, Kaiser d’Occidente, che di fronte alla maestà del Colosseo non trova altro commento che: ‘azz, è quasi più grande di un campo da baseball… Neppure immaginando – l’abbronzato vaccaro – dove si trovasse e che nel corso dei secoli, nelle vicinanze, abitarono Imperatori i quali – al contrario di lui – furono anche grandi generali, legislatori, filosofi e perfino artisti…
- e il secondo, quello che tutti chiamano con piaggeria “Fonzie”, mentre in è realtà qualcosa di molto più casereccio: un imbranato miscuglio tra Panariello e Nando Mericoni (‘mericano der Kansassiti: ies auanagana, orrait?…).
Un tempo i fiorentini potevano vantarsi di aver fatto del loro dialetto una lingua nazionale. Ora ne abbiamo uno a capo del governo che va avanti a furia di “giobbacte” e “iesuichenne”… Ammettiamolo, Spadolini (ancorché “amerikano” fino al midollo) era di ben altro spessore…

La “Nato economica” è precisamente quello che scrivi e l’Ue è uno dei suoi principali tentacoli: mentre strozza popoli che dovrebbero essere alla base delle sue stesse fondamenta (“Europa” è un nome greco, fino a prova contraria), promette decine di miliardi di euro per adescare nuovi polli (ucraini) al solo scopo di incravattarli e ridurli in schiavitù.

In tale contesto, stante l’attuale situazione e consapevole della “consistenza” della nostra classe dirigente, io non trovo altra uscita che tenere lubrificati gli sputafuoco. Non facciamoci illusioni: prima o poi dovremo imbracciarli, se vorremo tirarci fuori dalla merda…
(no caste)

Anonymous said...

Sono sempre più convinto che vi saranno due possibili scenari: l' assoggettamento di massa, causa torpore e indottrinamento, oppure vi saranno atti violenti a iosa.


Paulus

Nessie said...

Anonimo del commento delle 4,44 pm, sei ancora Paulus?

Qui un altro articolo su che cos'è la Nato economica. Putroppo applicano lo zittificio per il semplice fatto che meno la gente è informata, tanto più le truffe globali possono realizzarsi:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=11705

Nessie said...

No caste, ormai è opinione comune che con le buone non se ne esce. Oltretutto stanno facendo tagli alla sicurezza.
"La “Nato economica” è precisamente quello che scrivi e l’Ue è uno dei suoi principali tentacoli: mentre strozza popoli che dovrebbero essere alla base delle sue stesse fondamenta (“Europa” è un nome greco, fino a prova contraria), promette decine di miliardi di euro per adescare nuovi polli (ucraini) al solo scopo di incravattarli e ridurli in schiavitù.".

L'Ucraina è già nel mirino del FMI. Ovvero degli incravattatori. Vuoi scommettere che ci chiameranno a partecipare ai loro debiti chiedendoci pesanti "contributi di solidarietà"?

Anonymous said...

@ Nessie

No, non sono io: ho un solo post e l' ho firmato.

Nessie said...

Paulus, sull' assoggettamento di massa, causa di torpore e indottrinamento, o viceversa, sugli atti violenti a iosa, sono d'accordo. Temo che vie di mezzo non ne avremo, nonostante quel pirla del Berlusca si ostini a richiamare all'unione di tutti i "moderati". I soprusi che stiamo ricevendo sarebbero forse "moderati"?

Comunque prego tutti gli anonimi di firmarsi regolarmente col proprio nick.

Anonymous said...

Anche Battiato contro gli F35: "Da CHI CI DOBBIAMO DIFENDERE?"
http://www.corriere.it/politica/14_marzo_29/battiato-come-grillo-contro-obama-comperi-f35-soldi-suoi-e87ee2c4-b759-11e3-ba7c-41adf96a3a3a.shtml

Zeta

Anonymous said...

Europa è un nome greco,fino a prova contraria"...dice un lettore.

Per il mio amico (No Caste)...una nota di cultura...per evitargli... "nei"... nel settore.
"Europa è il nome di una delle tante(tremila) oceanine"...è vero!
ricordata anche da Esiodo(nella Teogonia)..."ma"...il suo nome è probabilmente derivato da altre lingue ..il fenicio o l'assiro...."non" è originalmente greco.
"Ereb" significava per tali naviganti orientali....geograficamente l'occidente
Il nome Europa deriva probabilmente dall'assiro Ereb (Greco Antico: Ἔρεβος - Tenebre) e avrebbe il significato di "Terra del buio"; infatti per le civiltà orientali il territorio europeo si trovava a occidente, dove tramontava il sole.
Le etimologie(su frammenti linguistici greci) che fanno di Europa quella dagli occhi belli....o dalla faccia larga..sono tarde e probabilmente fasulle.
Come vedete vi leggo sempre(ed è vero)con piacere(pur non facendo commenti)...ma se posso...ad alcuni "amici" lettori mi permetto di aiutarli ad aumentare la loro vasta cultura.Ciao MAR
.

Aldo said...

L'anonimo delle 4.44 sono io. Mi firmo sempre, ma questa volta l'ho dimenticato. Alzheimer?

Anonymous said...

E' venuto a vedere l'andamento della colonia con l'insediamento del nuovo proconsole. Il popolo plaude.
Scarth

Anonymous said...

hai perfettamente ragione.
Daltronde nell' economia globalizzata basata sul dollaro e dove gli americani controllano tutte le piazze di intemediazione finanziaria , il bastone delle " sanzioni" e' un arma temibile per chiunque , tale addirittura da intimidire anche cina e russia.

Nella sostanza e' un arma maligna paragonabile ai bombardamenti a tappeto USA della WWII,il cui effetto e' si meno devastante sul piano della distruzione materiale ma molto piu' efficace sul piano della distruzione sociale e morale.
ws

Anonymous said...

L'Air Force One con a bordo il presidente statunitense, Barack Obama, detto O’ Banana,è decollato alle 10.55 di venerdì dall'aeroporto di Fiumicino. Sono finite così le 36 ore di vacanze “esotiche”romane del presidente abbronzato . Venuto espressamente in Italia - in perfetta assonanza con quanto in questi giorni scritto nel post di Nessie - per bloccare ogni riduzione delle spese militari per forniture degli Usa all’Italia (i maledetti, inutili , disastrati e costosissimi F35) e per proporre il “gas di scisto made in Usa” (e a costi superiori, naturalmente, rispetto a quello africano – Libia e crisi Ucraina permettendo – e russo) per i bisogni italiani.
O’bamba è venuto in Italia, dopo essersi fatto “due foto ricordo con il papa” (altro furbastro)per fermare la diminuzione delle spese militari, così “Napolitano,da buon “cagasotto” (per niente porta,perennemente, il pannolone d’ordinanza)- e ancor più, da buon umile servo, va subito in televisione a dire che non bisogna tagliare le ‘spese essenziali’”….(sic come le sue) e, aggiungo, viene rassicurato dallo stesso Renzi e, in parallelo alla sua partenza, dalla ministro Gianni&Pinotti che parlando ai vertici dell’Aeronautica ha annunciato che non verranno fatti “passi indietro” subito confortata da una dichiarazione dello Speranza (il piddiota ad oltranza) sull’ “utilità degli F35”.
Sul gas da comprare dagli Usa le direttive coloniali peraltro sono già state prese: non a caso Paolo Scaroni (Eni) è andato negli Stati Uniti per negoziare eventuali acquisti in sostituzione del gas russo (e libico: la produzione Eni, in Cirenaica, è stata quasi dimezzata). Ecco, a veder questi scenari, fatti da leccaculo accondiscendenti, m’incazzo davvero . Abbiamo politici senza né ritegno né coglioni ,delle mezzeseghe o mezzepatacche ,degli emeriti pagliacci a cui interessa solo difendere il loro status quo (basta sentire le dichiarazioni di oggi di Homo Ridens ,che non vuol schiodare il culo dallo scranno del Senato!. E che gliene fotte ,poi a loro ,se i cittadini sono allo stremo ,alla frusta e al disagio sociale ,che ormai, è divenuto palpabile in ogni dove! Maledetti bastardi, che Dio li fulmini all'istante!!! Saluti il Vate

Anonymous said...

Dal vocabolario Treccani (consultabile on line):
«Europa (gr. Εὐρώπη, lat. Europa)…»
«In origine il nome greco Eὐρώπη sembra aver designato un territorio ristretto», ecc, ecc…

Ho scritto che “Europa” è un nome greco e sfido chiunque a dimostrare il contrario. Non mi sono addentrato in ricerche etimologiche che so essere incerte, come confermato dall’avverbio “probabilmente” sfuggito al mio dotto censore…
Trovo a dir poco surreale, con tutto quello che ci (e mi) capita, dover star qui a rintuzzare gli attacchi di un perdigiorno il quale sembra non avere altra occupazione che far le pulci al sottoscritto…
Se tali esibizioni muscolari lo gratificano e lo fanno star meglio continui a praticarle, vorrà dire che me ne farò una ragione. Soltanto, gli rinnovo l’invito a studiare l’Italiano.
È inutile prodursi in raffinate discussioni filologiche, quando si ignora perfino l’ortografia. Riparta dall’ABC… non è mai troppo tardi, come diceva il buon Alberto Manzi…
(no caste)

Anonymous said...

L'Air Force One con a bordo il presidente statunitense, Barack Obama, detto O’ Banana,è decollato alle 10.55 di venerdì dall'aeroporto di Fiumicino. Sono finite così le 36 ore di vacanze “esotiche”romane del presidente abbronzato . Venuto espressamente in Italia - in perfetta assonanza con quanto in questi giorni scritto nel post di Nessie - per bloccare ogni riduzione delle spese militari per forniture degli Usa all’Italia (i maledetti, inutili , disastrati e costosissimi F35) e per proporre il “gas di scisto made in Usa” (e a costi superiori, naturalmente, rispetto a quello africano – Libia e crisi Ucraina permettendo – e russo) per i bisogni italiani.
O’bamba è venuto in Italia, dopo essersi fatto “due foto ricordo con il papa” (altro furbastro)per fermare la diminuzione delle spese militari, così “Napolitano,da buon “cagasotto” (per niente porta"perennemente" il pannolone d’ordinanza) e ancor più da buon umile servo, va subito in televisione a dire che non bisogna tagliare le ‘spese essenziali’”….(sic come le sue) e, aggiungo, viene rassicurato dallo stesso Renzi e, in parallelo alla sua partenza, dalla ministro Gianni&Pinotti che parlando ai vertici dell’Aeronautica ha annunciato che non verranno fatti “passi indietro” subito confortata da una dichiarazione dello Speranza(altro p"idiota" ad oltranza) sull’ “utilità degli F35”.
Sul gas da comprare dagli Usa le direttive coloniali peraltro sono già state prese: non a caso Paolo Scaroni (Eni) è andato negli Stati Uniti per negoziare eventuali acquisti in sostituzione del gas russo (e libico: la produzione Eni, in Cirenaica, è stata quasi dimezzata). Ecco, a veder sti scenari fatti di leccaculo accondiscendenti, m’incazzo davvero oltremodo .Abbiamo politici senza né ritegno né coglioni ,delle mezzeseghe o mezzetacche ,degli emeriti pagliacci a cui interessa solo difendere il loro status quo... (basta sentire le dichiarazioni di oggi dell' Homo Ridens ,che non vuol assolutamente schiodare il culo dallo scranno del Senato). E che gliene fotte ,poi a loro ,se i cittadini sono allo stremo ,alla frusta e al disagio sociale che è palpabile in ogni dove! Maledetti bastardi che Dio li fulmini!!! Saluti il Vate

Nessie said...

Ws, purtroppo è così. E' come se fossero bombardamenti con mezzi commerciali e finanziari. Del resto Banca Mondiale, WTO e FMI sono in sé macchine da guerra.

Nessie said...

Zeta, in questo caso ha ragione Battiato. Gli F35 servono solo a sconfiggere quel "terrorismo internazionale" creato ad arte proprio da loro. A cominciare dai weahhabiti dell'Arabia Saudita, dove si è appena recato OBama. Poi ci sono i "salafiti", i "qaedisti" e tutta quella genia creata nei loro premiati laboratori per destabilizzare.

Nessie said...

Mar, qua dentro non sei affatto gradito. Oltretutto sbrocchi con una sicumera pseudo-intellettualoide che non ci azzecca proprio un tubo coi problemi che ci affliggono. Fai a meno di ripassare. Adieu!

Nessie said...

Vate, La ministra Gianni e Pinotti ha copiato da Renzi l'espressione "State sereni!", alle forze armate. Che razza di deficiente in "rosa"! prima promette sgravi di spesa militare, poi si allinea a Napolitano.

Nessie said...

Ciao Scarth, vedo che ultimamente scarseggi su questi schermi :-). Obama è venuto a sincerarsi che sulla portaerei Italia, tutto funzioni.

Anonymous said...

Forse pecco di estemporaneità o/e di disinformazione sull'argomento. Se non ho capito male O'Bamba ha detto che ci vende lui il gas, ma per il trasporto non lo devono liquefare? e a destino, non lo devono poi rigassare? ma mi sembra che LE SINISTRE non avessero voluto i rigassificatori, quindi del gas liquido che ce ne facciamo, lo beviamo alla salute degli usa (e getta)?
Ringrazio chi vorrà darmi delucidazioni.
Laura

Anonymous said...

Ciao Nessie, leggo sempre ma in pieno papato renziano sono rimasto senza parole. Direi che in poco tempo si sono materializzati tutti gli incubi peggiori che abbiamo descritto minuziosamente per anni.
Ora che sulla "portaerei" post restaurazione ogni cosa è stata normalizzata "Stiamo sereni" (per legge naturalmente).
Scarth
PS: ma anche dai voi quasi tutti i grillini sono diventati renziani?

Nessie said...

Laura, Obama è anche consapevole delle difficoltà europee a stringere il cappio delle ritorsioni economiche alla Russia con cui ha sempre avuto ottimi rapporti commerciali, perciò studia la possibilità di un consistente export di gas naturale dall’America che ne ha in abbondanza ma ne vende poco all’estero. Ma il processo di liquefazione che chiedi, sinceramente non lo so. Le questioni tecniche scientifiche non sono il mio forte. Attendo lumi a mia volta.

Nessie said...

Scarth,
Il problema dei grillini è il web, visto come la panacea di tutti i mali del pianeta. Visto come lo strumento principale di "democrazia informatica". E dato che anche quell'idiota di Renzi, mitizza il web, twitter e cinguettii vari, ecco che c'è un fil rouge che lega entrambi. Tutti e due scambiano i mezzi coi fini. E sopravalutano queste tecnologie per ottusi automi.

johnny doe said...

E' andato in scena a Roma l'ennesimo teatrino...con O'bamba,altro pagliaccio da circo osannato come genio dai soliti mentecatti pennivendoli.
Leggere quanto hanno scritto Repubblica,la Stampa.....c'è da vergognarsi per anni.....i due gemelli,bravo Matteo,finalmente un leader per l'Italia...ma sopratutto i toni lecca lecca da ultimi lacchè....fino a magnificare una pacca sulla spalla come accreditamento mondiale del pentolaio.
In verità,O'bamba manco l'ha filato:oltre al TTPI,gli ha solo imposto di cacciar i soldi per gli F-35 e di dire che Putin é un despota tirannico....naturalmente subito accontentato.
All'abbronzato yankee non gliene frega nulla di Renzi e dell'Italia (e del povero straziante accattone Marino...alla ricerca di un autografo fin sotto le scalette dell'aereo....sapeste che dicono a Roma di questo pinocchietto...!)....non gliene frega nulla perchè sa che nulla ha da temere dai servi italioti....saranno sempre i bulgari dell'impero....
Lui era solo qui per prendere i voti cattolici per le elezioni di mid term....quindi gli interessava il Papa....pur essendo in contrasto con tutta la politica sociale della Chiesa....sulla famiglia,gay.....in fondo non gliene frega nulla pure di questo troppo presto santo Francesco...solo spot elettorale.

A proposito,pure del Colosseo pare non gliene freghi nulla.
Questo pagliaccio ignorante,il lume e conducator dell'Occidente,dopo aver visto il Colosseo (costruito quando lui stava ancora sugli alberi) così ha commentato " è più grande di un campo di baseball"
Ditemi voi come uno sano di mente può uscirsene con sta madornale cazzata
Come se commentando il David michelangiolesco,se ne uscisse a dire che é più grande la statua della libertà.....
Ma che ce lo portate a fare al Colosseo...! Portatelo al McDonald o a Disneyland...glorie culturali yankee...!

Anonymous said...

X Laura/Nessie... come eccezione... "non" un commento ma la delucidazone tecnica richiesta..
Una volta il gas si bruciava (Quando l'olio costava 7 dollari al barile e il dollaro a 650 lire).....all'uscita dei pozzi ..
Se volavi con l'aereo in zone medioorientali vedevi le torce da molti KM di distanza.
Poi si cominciò ad utilizzare ,questo gas ,a distanza,del punto di produzione, circa nel '60....
Il gas veniva trattato ..si recuperavano i componeni pesanti,pregiati C3,C4(i famosi LPG)...
la maggior parte oltre il 95%(metano ed etano) veniva liquefatto e stoccato in grandi stoccaggi refrigerati(a pressione atmosferica)
stoccaggi enormi,complicati,costosi, pericolosi(più le opere portuarie)..il prodotto si chiamava NLG(Natural liquefied Gas).
Per arrivare a destinazione(all'utente)doveva viaggiare con "enormi" navi,refrigerate,a pressione atmosferica...e al punto di arrivo,questo gas, era a sua volta stoccato in stoccaggi(e opere portuarie) analoghi a quelli di partenza,
E' chiaro(come ben ha intuito Laura) che per arrivare all'utilizzatore finale,attraverso reti di distribuzione locali...il metano liquido doveva essere riportato allo stato gassoso,in opportuni impianti,
Oggi dati i grandi volumi,di gas trattati si usano i gasdotti...dove il gas è immesso all'origine ad alta pressione,e magari ricompresso durante il percorso...per farlo"camminare".
Esistono gasdotti anche sottomarini...e negli anni d'oro,dellingegneria italiana, l'Italia era nella costruzione di gasdotti,alla avanguardia(vedi la Saipem).
Col gas americano la vedo brutta...non esistendo impianti locali,o "gasdotti esistenti"..e non pensabili da realizzare(a meno di non ritornare alle navi di trasporto NLG)....
dovendo aspettare, almeno un decennio...è meglio tenersi "caro"quello russo(dello zio Putin) e/o nord-africano.CiaoMAR

Nessie said...

Ecco questo va bene, perché è in topic. Non ho strumenti per dire se tutti i dettagli tecnici che hai fornito siano esatti, ma Laura e la sottoscritta ringraziano.

Nessie said...

Johnny, sei tornato più agguerrito che mai, vedo :-). Del "campo da Baseball" ne ha già ironizzato il Vate e pure No caste. Vero che bisognava portare Obamba a Diseyland o a Mc Donald. Quelli sono i suoi luoghi di elezione.
E' altresì vero quello che aggiungi sui voti "cattolici" delle elezioni mid term. Anche se un "cattolico" pro gayezza come Pampurio della Pampas è all'acqua di rose.
Ma a loro, piace proprio per le ragioni che noi gli contestiamo.

Vanda S. said...

Stiamo assistendo al tracollo del dollaro. Ma nessuno ce lo dice.

http://www.controinformazione.info/stiamo-assistendo-al-tracollo-del-dollaro-ma-nessuno-ce-lo-dice/

Anonymous said...

Grazie MAR, ora un'idea me la sono fatta.
E mi sono fatta anche l'idea, come dici tu, che è meglio tenerci buono lo zio Putin, che se gli gira di chiudere i rubinetti siamo belle che fottuti. Altro che Obamba: ve lo do ioooo il gas!!!!!, detto alla Oriano Ferrari di Zelig (alias Marco della Noce).
Ciao Laura

Vanda S. said...

Bella questa sul Sor Pampurio!


http://www.qelsi.it/2014/bergoglio-il-papa-che-sta-cambiando-il-mondo-ma-va-la/

Nessie said...

Che il dollaro stia crackando sono già in tanti a dirlo, Vanda. Poi basta lo zelo con il quale Obama è venuto a fare il giro delle 7 chiese per rastrellar quattrini, per capirlo. Senza contare che questi criminali, pur di farlo stare in piedi sarebbero capaci di trascinarci in una guerra contro la Russia.

Su Pampurio quando dice: «Sigmund Freud diceva, se non sbaglio, che in ogni idealizzazione c’è un’aggressione».

Un tempo quando i papi non avevano a che fare con la Massoneria, non avevano certo bisogno di Freud per capirlo. Bastava la parabola delle tentazioni di Cristo nel deserto ad opera del demonio.

Anonymous said...

SLIDE DEI CACCIA – YES YOU CAN-
ALLA FACCIA DEGLI ITALIAN (Il Vate)


Grazie Roma! Abbiam visto un bel teatrino,
a incominciar dal povero coglion del Marino,
che l’autografo elemosinava del suo Divino,
che con pacca sulla spalla benedisse l’Ebetino!.

Che tristezza veder questi biechi provinciali…,
bravi a leccar sin al culmine le profondità anali,
inetti ,servi senza schiena né briciol di dignità,
incominciando da quello di più avanzata età,
che dal colle monita scemenze e tal assurdità
come quella sugli F35 vera e propria oscenità!

L “Er capoccia” yankee sa dove andar a parare
con l’Ue degli eurocrati capace sol di balbettare
ma qual figura di fesso ci faccio al mio Congresso
se non vi vendo i miei “caccia” che son un cesso?
Su…su pentolaio caro, mio Matteodonascimiento
beccati questi F35, vedrai ne sarai molto contento
non vedi quanto è felice il tuo piddiota napoletano
fregatene se resti con le ruote dei carrelli in mano!

Non mancavan alla gran parata di leccaculi ,
i neo ministri, clown e giullari proni come muli
che con Roma imbandierata a striscie e stelle
osannavan genuflessi l’Obamba scuro di pelle.
Son disgustato di tanto servilismo a capo chino
ridotti come siamo all’impotenza e fatal declino
spogli di sovranità ed ora la beffa oltre al danno
ci costan “tal aeroplani ben 8,5mld/euro all’anno!!!

Nessie said...

Ehh, questa ci voleva proprio , o Vate!

Guarda un po' il ministero di Gianni e Pinotto che passa in rassegna i militari e ripete loro il tormentone di Renzi "State sereni":

"http://www.huffingtonpost.it/2014/03/28/pinotti--militari-state-sereni_n_5047920.html

Pinotto, la deficienza "rosa" al potere!

Anonymous said...

Qui un vecchio articolo dell'Espresso in cui si dice che gli F35 oltre ad essere costosi, sono pure di bidoni:

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2013/01/15/news/gli-f35-sono-un-bidone-1.49700

E NOI PAGHIAMO!

Zeta

Nessie said...

Grazie Z, me l'aveva detto un mio amico esperto in questioni militari che gli F35 erano una gran ciofeca.
Siamo proprio degli imbecilli a pagare fior di quattrini dei velivoli già nati obsoleti.

Vanda S. said...

Su Bella Napoli, sara' vero?

http://seigneuriage.blogspot.it/2012/03/napolitano-e-figlio-del-re-umberto-ii.html?m=1

Nessie said...

Vanda, è da tanto che circola questa voce. Sono anni che mi mandano questo link. Sinceramente, non mi stupirebbe affatto.

Nessie said...

Vanda, il tuo link sul 6 aprile lo metto anche qui:

https://www.youtube.com/watch?v=zelk0Wse35Y&feature=youtu.be

Vanda S. said...

Ti ringrazio di cuore!!!!

Nessie said...

Stasera stanno sbarcando a centinaia a Lampedusa (parlano di seicentomila o giù di lì). Nel mentre in Italia si ruba, si uccide, si stupra, si tollera ogni crimine e sopruso hanno arrestato i Serenissimi del referendum. In serata pubblico un post al riguardo.

Josh said...

http://www.legadeicomuni.it/index.php/11-dalla-stampa/106-obama-alias-brzezinski

Blondet ci aveva visto lungo

Nessie said...

Abbiamo molte scelte, a quanto pare: ci è consentito scegliere tra mondialisti alla Zbi e sionisti. Quindi tra Scilla e Cariddi.
Sempre in ritardo, eh? ;.)

Josh said...

il ritardo ormai è diventato atavico:-)) questi mesi sono stati tremendi...la solfa poi che mi si è aperta ora con la dentatura è peggio del resto...ma tirem innanz:-)