29 January 2014

Il monocrate Mastrapasqua

Solitamente non amo tuonare inutilmente contro la corruzione della casta, non perché  questa non esista (esiste purtroppo!), ma perché trattasi di un argomento molto comodo per coprire la verità sul famoso "debito pubblico" che come è noto si accumula in modo esponenziale, a causa di una forte imposizione valutaria come l'euro nonché sull'impossibilità di stampare moneta da parte di una  banca nazionale per l'Italia ormai suddita della Ue. Ma di fronte al caso Mastrapasqua e alle numerose omertà politiche d'ogni colore che l'hanno protetto è impossibile tacere. Anche perché la voragine sui conti sull'INPS ricorda molto la favola di quel ladro che grida "al ladro al ladro"! Mastrapasqua è stato uno di quegli urlatori di "al buco al buco! " nella Previdenza e ora stanno venendo fuori pesantissime responsabilità sulla sua persona. In primis i famosi 25 prestigiosi e ben remunerati incarichi accumulati, tutti quanti in perfetto conflitto di interesse gli uni sugli altri in un intreccio di porte girevoli e di scatole cinesi senza precedenti, che lo conducono a percepire più di 3000 euro al giorno. Senza citare lo storno di fondi pubblici della regione Lazio, su una struttura privata come l'ospedale israelita. Sì più  di tremila euro al giorno:  avete letto bene, una paga che l'italiano medio di oggi, in tempi grami come quelli che stiamo vivendo, se la sogna. Della serie, se potessi avere 3000 euro al mese. E ai pochi fortunati che dispongono di un lavoro o di una discreta pensione, ci pensa la deriva fiscale a decurtaglieli. Il Corriere ha messo nei primi giorni in cui è uscita la notizia, il silenziatore, facendo il garantista "ad personam" con un trafiletto di taglio basso di poche striminzite colonnine il 26 gennaio a pag. 20. Patetico e con la coda tra la gambe il solito Ferruccio-Flebuccio.
La Repubblica finge di fare la verginella e nei suoi articoli si chiede come sia potuto accadere. Ma dov'era la stampaglia fino ad oggi, prima che alcune associazioni di consumatori si decidessero di costituirsi parte civile, accumulando denunce su denunce inascoltate?


Perfino la Fornero oggi rilascia dichiarazioni su La Stampa che  avrebbe voluto rimuovere il monocrate Mastrapasqua ma che "imprecisate" protezioni nelle alte sfere erano tante. Nomi e cognomi, o sussiegosa Madame, prego! Qualcuno di questi nomi filtra già: Gianni Letta e Catricalà se lo volevano ingraziare lasciandolo a capo delle 25 poltronissime. Ma ce ne sono ancora tanti...

Intanto ecco un bel tabulato  della Federcontribuenti sulle porte girevoli di questo personaggio dalla fisiognomica simile al Nosferatu di Murnau :

Presidente – istituto Nazionale per la Previdenza Sociale Presidente – Equitalia Sud s.p.a. Presidente – IDeA FIMIT SGR s.p.a. Vice Presidente – Equitalia s.p.a. Vice Presidente – Equitalia Nord s.p.a. Vice Presidente – Equitalia Centro s.p.a. Amministratore Delegato – Italia Previdenza s.p.a. Direttore Generale – Ospedale Israelitico Presidente del Collegio Sindacale – Aeroporti di Roma Engineering s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Aquadrome s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Cons. Cert. Qualita’ Impianti Presidente del Collegio Sindacale – EMSA Servizi s.p.a. (in liquidazione) Presidente del Collegio Sindacale – Eur Congressi Roma s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Eur Power s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Eur Tel s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Fondetir Fondo Pensione Complementare Dirigenti Presidente del Collegio Sindacale – Groma s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Italia Evolution s.p.a. (in liquidazione) Presidente del Collegio Sindacale – Mediterranean Nautilus Italy s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Quadrifoglio Immobiliare s.r.l. Presidente del Collegio Sindacale – Rete Autostrade Mediterranee s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Telecontact Center s.p.a. Presidente del Collegio Sindacale – Telenergia s.r.l. Sindaco Effettivo – Autostrade per l’Italia s.p.a. Sindaco Effettivo – Autostar Holdeing s.p.a. Sindaco Effettivo – CONI Servizi s.p.a. Sindaco Effettivo – Fandango s.r.l. Sindaco Effettivo – Loquenda s.p.a. Sindaco Effettivo – Pa.th.net s.p.a. Sindaco Effettivo – Terotec Sindaco Effettivo – Spiral Tools s.p.a. Sindaco Effettivo – Pastificio Bettini Zannetto s.p.a. Sindaco Effettivo – Consorzio Elis per la Formazione Professionale Superiore Sindaco Supplente – Telecom Italia Media s.p.a. Revisore – Almaviva s.p.a. Consigliere di Gestione – Centro Sanità s.p.a. Liquidatore – Office Automation Products s.r.l.
Dichiara che da domani inizierà la dismissione di 150 sedi dell’Inps lasciando a casa migliaia di impiegati statali e milioni di contribuenti senza un ufficio al quale accedere. Un chiaro conflitto di interesse, spreco delle risorse pubbliche, danneggiamento dei servizi ai cittadini. L’Inps non ha nemmeno un consiglio di amministrazione, è tutto nelle mani di quest’uomo e di Befera con Monti che li difende dall’alto e tutta la classe politica che ci inzuppa dentro biscotti e propagande elettorali. Se l’Inps deve diventare una gigantesca macchina mangia soldi privata, come avviene per la riscossione per mano di Equitalia, non solo si chiede di intervenire politicamente e giuridicamente contro i 25 incarichi di Mastrapasqua, ma, di modificare la legge sulla contribuzione e permettere a tutti i cittadini, lavoratori e imprenditori la giusta libertà di scegliersi con quale società legarsi per pagare i contributi previdenziali. Non si vede il motivo, se non losco, per cui un cittadino italiano debba subire un simile, incondizionato, lucroso, potere e abuso.

Ed ecco anche il comunicato stampa dell'ADUSBEF (Associazione Difesa Utenti Servizi Bancari e Finanziari)
COMUNICATO STAMPA

SCANDALO INPS - OSPEDALE ISRAELITICO: MASTRAPASQUA SI DIMETTA ! OPPURE DEV'ESSERE CACCIATO. ADUSBEF CHE AVEVA DENUNCIATO IL MARATONETA DI POLTRONE PROTETTO DA TUTTI I PARTITI,AUSPICA SEGNALE DISCONTINUITÀ RENZI.
Dopo il gravissimo scandalo che vede indagato dalla Procura di Roma il collezionista di poltrone e presidente dell'Inps Antonio Mastrapasqua, per gravi reati ed un gigantesco conflitto di interessi tra un ente pubblico e gli affari privati dell'ospedale israelitico, i cui conti sarebbero stati risanati a carico della collettività con espedienti e favori tali da integrare reati così evidenti, ma tollerati e coperti da un consolidato sistema di protezione di tutti i partiti, senza distinzione tra maggioranza ed opposizione, Adusbef che aveva presentato ben due esposti denuncia alla Procura di Roma per far accertare il malaffare, chiede le sue immediate dimissioni dall'Inps.
Anche per le capacità del 'collezionista' di dissimulare le sue evidenti responsabilità con il goffo tentativo di addossarlo ad altri ed addirittura - come è evidente dalla lettura della sua nota di ieri- di ribaltare la verità (sarebbe stato lui stesso a fare le segnalazioni alle autorità inquirenti? ), o nel messaggio cifrato di confidare nella discrezionalità e responsabilità dei magistrati che indagano, dato il danno ricevuto dalla pubblicazione della notizia di essere indagato dove lui stesso e l'Inps sarebbero estranei, se non addirittura parti lese. Adusbef nelle denunce presentate a gennaio e maggio del 2012, aveva chiesto all’on.le Procura della Repubblica, l’apertura di una inchiesta sulla gestione della Super-Inps da parte del commissario unico Antonio Mastrapasqua, volta ad accertare:" 1) se la compensazione effettuate dal direttore dell'Ospedale Israelitico, Mastrapasqua che ha risolto la sua pendenza con l'Inps presieduta dallo stesso Mastrapasqua, in virtù del decreto-legge n. 688 del 1985, convertito in legge n. 11 del 1986, non abbia configurato i reati di abuso di ufficio in atti pubblici e falso, posto che la legge invocata dava la possibilità di compensare, a richiesta dell'impresa creditrice della Asl, o del Comune, o del ministero, l'inadempienza di un ente pubblico che poteva essere scaricata sugli enti previdenziali per i crediti precedenti al 1985,e soprattutto perché tale norma è stata abrogata nel 1989; 2) se i comportamenti del dr. Mastrapasqua di richiamo scritto all’Inpdap in qualità di presidente Inps ante fusione, che nel 2010 aveva contestato le modalità seguite dall'Ospedale Israelitico per pagare i contributi all'ente di previdenza dei dipendenti pubblici, girando le solite fatture inevase dell'Asl Roma D, siano stati leciti, posto che ha stigmatizzato ciò che l’anno dopo ha considerato legittimi". Il nuovo padrone delle ferriere Mastrapasqua, dopo aver assunto la presidenza della Super-INPS che comprendeva anche l'Inpdap, abusando del suo potere si permetteva di fare richiami scritti ai dirigenti Inpdap che avevano contestato i suoi 'affari' di compensazione dei crediti con i debiti previdenziali dell'ospedale israelitico con l'Asl Roma D.


Adusbef, che dopo aver denunciato affari e malaffare si costituirà parte civile al processo penale contro Mastrapasqua, per il danno evidente che ha inferto all'Inps oltre al danno reputazionale, visto che a migliaia di aziende in crisi, strozzate da Equitalia del vice-presidente Mastrapasqua, veniva negato il diritto di compensare i crediti vantati con la Pubblica Amministrazione con i debiti verso l'Inps come invece concedeva immediatamente all'ospedale che amministrava, rivolge un appello al segretario del Pd Matteo Renzi, confidando in un confidando in un segnale di discontinuità rispetto ad un sistema di potere che ha portato l'Italia e gli italiani, alla più totale rovina.
 
Il mio modesto parere? se Adusbef confida in Renzi significa che non ha ancora capito che dietro al "nuovo che avanza" si stanno preparando pletore di altri strozzini e usurai simil-Mastrapasqua. A cominciare da Davide Serra (l'uomo che vuol far sparire i pensionati a scopo "redistributivo"), Itzhak Yoram Gutgeld e altra pessima nomenklatura. Piccoli e grandi Shylok crescono per esigere nuove libbre di carne dal nostro cuore. Che vadano avanti contando  esclusivamente sulle loro forze e su quelle di consumatori imbufaliti, quelle associazioni consumatori che si stanno costituendo parte civile. Ma lontano da eventuali imprimatur della politica, la quale è servita  finora a scodellare lauti banchetti a codeste ignobili sanguisughe. E rammentino: sanguisuga non schiaccia mai sanguisuga.
 

78 comments:

Johnny88 said...

La Fornero farebbe bene a dire quali erano le "protezioni", o non vuole dirle? Perché mi saltano all'occhio tra i tanti incarichi di Mastrapasqua quelli come direttore dell'ospedale israelitico e della casa di riposo ebraica di Roma. Erano queste le protezioni di cui parla la Fornero? E allora lo dica chiaro e tondo, o ha paura di passare per anti-semita?

Nessie said...

Dire la verità non è "antisemita". La Fornero ha preferito schiacciare i deboli (cioè gli esodati), ma gli arroganti li lascia impuniti. Come si dice, cane non mangia cane.

Anonymous said...

Firmate le dimissioni contro Mastrapasqua. Letta e Giovannini non vogliono toccarlo. Facciamolo noi:

http://firmiamo.it/vogliamo-le-dimissioni-di-antonio-mastrapasqua-#petition

Z

Nessie said...

Già firmato e fatto firmare ai miei familiari, per quel che può servire. Vergognoso Giovannini ministro del Lavoro che fa il garantista con questa sordida sanguisuga.

Alla rubagalline De Gerolamo, però non danno la stessa chance di aspettare la fine dell'istruttoria, ma l'hanno fatta subito sloggiare!

Aldo said...

Che casino! Avrò capito sì e no il 10% di questa vicenda. Quando non capisco, una cosa mi è chiara: qualcuno mi sta fregando. Più d'uno, a quanto pare, e ciascuno in modi fantasiosamente loschi e, lasciamelo dire, con una violenza intollerabile. Sì, violenza, perché la violenza non è solo quella di chi mena le mani, o stupra, o accoltella, o spara.

Quanto a Fornero e agli altri, è inutile che facciano i verginelli. Hanno taciuto e ha partecipato, quindi sono complici alla pari. Fare sconti sarebbe passare ancor più da cretini di quanto io abbia già ammesso.

Nessie said...

Guarda, il tutto è invece CHIARISSIMO. E a parlar chiaro c'è l'elenco esplicito dei 25 incarichi che ho copiaincollato integralmente, prelevandolo da FEDERCONTRIBUENTI che si costituirà parte civile al processo. Il qui presente rais della Previdenza non si è fatto mancare nulla, ma proprio nulla (da Telecom, alle autostrade, alla sanità, passando persino per la Canottieri Lazio).
E dato che è anche parte integrante di quell'associazione usuraia a nome di EQUITALIA, insieme al suo sodale Befera, tra i suoi misfatti c'è pure quello di avere sulla coscienza quei migliaia di suicidi di poveracci strangolati dalle loro cartelle esattoriali.

Oltre a ciò c'è il suo ruolo di Dracula dei Pensionati. Scusa se è poco. In ogni caso, se non potrai scappare in pensione, o se ne riceverai metà o se non la riceverai affatto, sappi che LUI c'entra. Sono gli inconvenienti della "democrazia".
Sulla Fornero sfondi ovviamente, una porta spalancata.

Vanda S. said...

Ho firmato e condiviso la petizione: una cosa INAUDITA!

Nessie said...

Aggiungo, se un povero travet di Professorino dà lezioni private per arrontondare lo stipendio, decade dal suo incarico.
Questo pluriboiaardo ne cumula 25 tutti in conflitto tra loro e trova pure chi lo protegge. Vedrai che la magistratura (aguzzina e persecutoria con certuni e permissiva con costoro) sprofonderà il tutto nel porto delle nebbie.

Johnny88 said...

La Fornero ha preferito schiacciare i deboli, ovvio. Forte coi deboli (esodati) e debole coi forti, cioè Mastrapasqua e i suoi protettori. Che schifo.

Nessie said...

Scorrete, scorrete gli incarichi e le poltrone che ho messo a disposizione di questo immondo figuro. Ce n'è una su misura per lui: Centro Sanità s.p.a. Liquidatore – Office Automation Products s.r.l.

Ecco, LIQUIDATORE!

Non c'è lavoro per i giovani ma lui è come il denaro per Gordon Gekko: money never sleeps. Dev'essere questo il senso dell'avidità: non dormire mai per la spasmodica cupidigia da denaro. Che nausea!!! Che voltastomaco!

Massimo said...

Facciamo un piccolo conto. 25 incarichi (di responsabilità). 24 ore al giorno. Vogliamo concedere 10 ore per dormire, mangiare, cura personale ? In 14 ore Mastrapasqua dovrebbe assolvere a 25 incarichi cui non arriva a dedicare neppure 30 minuti al giorno ciascuno. Ecco perchè il poveretto è così smagrito ...

Nessie said...

A proposito, oggi Pampurio ha tuonato contro quegli usuraiucci del racket nei confronti dei negozianti giù nel mezzogiorno. Pesci piccoli!

Un'omelia contro i Befera e i Mastrapasqua, o Bergoglio, quando la diciamo?

Aldo said...

Sì, Nessie, quel che rimarchi l'avevo capito. Quel che non riesco a seguire è la sfilza dei dati: sono così tanti che mi si chiude il cervello, anche perché attengono a una categoria di conoscenze che mi è piuttosto estranea. La mia non era una critica al tuo articolo. Piuttosto, era una manifestazione di sconforto per i miei limiti su questo genere di materia.

Nessie said...

Massimo, quell'imbecille di Capezzone di FI fa il garantista e dice che questo Nosferatu principe delle tenebre, non deve lasciare gli incarichi, se non a fine istruttoria. Cioè, mai. Sì, perché con questi la giustizia viaggia a TIR lumaca, mentre con altri vola alla velocità della luce.

Ma cos'hanno certi minus habentes al posto del cervello? La segatura, evidentemente.

Nessie said...

Aldo, gli articoli di Federcontribuenti e di Adusbef ho dovuto riportarli integralmente, pur sapendo che sono un po' tecnici e che possono annoiare. Ma è l'essenziale (ovvero quel che hai capito) che conta.

Nessie said...

In ogni caso, se qualcosa alla fine si è mosso è grazie a raccolta popolare di firme. Come mette in mostra questo filmato de Il Fatto, dal titolo NO MASTRAPASQUA DAY, che già si fece nel 2012:

http://tv.ilfattoquotidiano.it/2012/09/26/mastrapasqua-legge-contro-cumulo-incarichi/205752/

Anonymous said...

Assolutamente nessun riferimento al Dott.Mastrapasqua,che se gli hanno affidato 25 incarichi tra cui Presidene dell'INPS,e Direttore di un importante complesso ospedaliero,non può che essere una persona di valore.
Ho "campato" una vita(con un solo lavoro a tempo pieno)facendo conti,per lo più tecnico/economici....pur in pensione ne voglio fare un altro.
La settimana lavorativa è di 40 ore,divisa equamente per 25 incarichi...viene 1Hr e 36 Min per ogni incarico a settimana.
Questo nell'ipotesi che gli uffici degli incarichi fossero tutti contigui con tempi di trasfrimento di 0 secondi...Ogni giorno dovrebbe portarsi 5 borse diverse,di ditte diverse,con documentazioni diverse,di cui conoscere il contenuto....per poter svolgere il lavoro.
E se i posti di lavoro sono,invece, dislocati lontano tra loro....calcolando il tempo dei trasferimenti...il tempo residuo per il lavoro attivo,su base settimanale si approssimerebbe allo zero.
Fin qui niente di male,se è un Super Man potrebbe anche farcela(Io non ce la farei)....."ma"......un po' di amaro in bocca a noi pensionati(INPS) e contribuenti(Equitalia) ,pur ci rimane.....
Non "meriterebbe" almeno l'INPS un Presidente a tempo pieno,invece di uno "part time" risicato,vista l'importanza dell'Ente,e la situazione disastrosa nella quale si trova.....per Equitalia sorvoliamo per quieto vivere.
Senza voler essere "nostalgico",perché in quel tempo(il ventennio) non ero ancora nato....mi chiedo... chissà come si rivolta nella tomba il Cavaliere....nel vedere che fine ha fatto la sua INPSF...di cui andava fiero....I palazzi odierni all'EUR erano dell'epoca.
Strumento,allora, pensato e voluto,per assicurare ai lavoratori una vita dignitosa in vecchiaia.....facendo un prelievo "forzoso" in gioventù sui loro stipendi...
.il capitale accumulato veniva gestito e "garantito" dallo Stato.....e veniva "restituito ai risparmiatori forzosi,come stipendio "differito"....non come(oggi si propaganda) è divenuto un privilegio,una regalia,bontà o grazia..... ricevuta dai vari Ministri che (facendo molti danni)si sono succeduti a gestire il tutto....da diversi decenni.
Domanda...non "meriterebbe" l'INPS un Gestore a tempo pieno,e gli Italiani...le dimissioni dell'attuale,se non rinunciasse,velocemente, a "tutti" gli altri incarichi,che non gli permetterebero di poterlo fare .....vista la vitale importanza del ruolo?...Ciao MAR

Anonymous said...

Non è che capezzone è una forma dialettale del sud per capoccione....come si intendeva una volta per gli scolari tardi a capire?.Ciao Mar

Nessie said...

Mar, sarò bruscamente sintetica: Mastrapasqua è un intoccabile, un eletto, e un innominabile. Più ricattati di così si muore.

Nessie said...

Come dite a Roma? Ah, è un "impunito".

Anonymous said...

E ci sono anche gli incarichi (20 poltrone) di lady Mastrapasqua tra i quali la Rai:

http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/01/29/lady-mastrapasqua-colleziona-poltrone-dagli-incarichi-in-rai-ad-acea/861201/

Peggio della moglie di Ceausescu

Z

Anonymous said...

Questa sera su Radio Padania ho sentito una interessante interpretazione della faccenda legata alla gestione del succulento e ambito patrimonio immobiliare dell'INPS (che poi sarebbe nostro e non Loro giova ricordare).
La domanda è: perchè la faccenda degli incarichi viene fuori così e solo ora dato che va avanti da anni e non certo di nascosto? Visto che siamo in un regime dove ogni cosa è falsa e manipolata fino alle radici, la risposta potrebbe essere appunto in un gioco di potere tra fazioni all'interno del regime. Personalmente ho però dei dubbi che il nostro regime abbia realmente delle fazioni interne soprattutto dal 2011 in poi ma questo è un altro argomento.
Scarth
PS: così come giova ricordare che è nostro il patrimonio immobiliare della Banc. Ital. che si appresta a venire regalato ad alcune banche italiane (vedere decreto IMU B. It. appena approvato).

Aldo said...

Nessie: "Mar, sarò bruscamente sintetica: Mastrapasqua è un intoccabile, un eletto, e un innominabile. Più ricattati di così si muore. "

Allora non resta che la strada della fisicità più spinta. Speriamo nell'atto sconsiderato di qualche disperato estremo?

Nessie said...

Grazie Z. Più che alla moglie di Ceausescu sembra quella di Poggiolini :-), quello che metteva le banconote dentro i cuscini dei divani.
Case di cura, società immobiliari, Rai, ...Mamma mia!

Nessie said...

Scarth, stasera ho seguito la Gabbia e devo dire che Gigi Paragone sono mesi e mesi (dall'Ultima parola in Rai, dove è stato sospeso) che batte e ribatte il chiodo di Mastrapasqua per quasi due anni. Era pacifico che prima o poi dovesse saltare fuori. Di denunce negli anni passati ce ne sono state a bizzeffe e nel calcolo delle probabilità qualcuna rischia di andare in porto, si spera. Mi rifiuto di credere che anche questo abominio che è chiaro e lampante come un'insegna luminosa a caratteri cubitali, venga fuori SOLO per altri giochetti interni di Lorsignori, sennò c'è solo da spararsi.
Allora facciamo così,pensiamo dietrologicamente che nel giorno della Memoria qualcuno abbia voluto giocare uno scherzetto all'"eletto" Mastrapasqua per fomentare "l'antisemitismo". Si dà il caso che tutti i giornali abbiano fino all'ultimo, praticato lo zittificio con poche eccezioni per giornaletti minori.

Nessie said...

Comunque c'è sempre la variante Magistratura, dove fra "fratelli massoni" difficilmente si debellano i poteri forti. Vedremo...

Aldo, ricorda che questo cattivo soggetto si nega ad ogni intervista. Che stasera il cronista de La Gabbia è stato garbatamente invitato a sloggiare dall'Ospedale (privato) israelita di cui Mastrapasqua è presidente e dove nemmeno l'usciere si è fatto riprendere dalle telecamere. Fai un po' tu.

Nessie said...

NOTA sulla doppia velocità della Magistratura.
Stasera la Procura ha immediatamente aperto il caso del Grillino Sorial perché ha dato del "boia" a Napolitano:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2014-01-29/il-grillino-sorial-indagato-dala-procura-roma-vilipendio-152144.shtml

Vedremo se sarà altrettanto solerte con il pluriboiardo Dracula delle pensioni, ma ne dubito fortemente.

Anonymous said...

Mastroferatu il traditore! (Il Vate)

E’ ora di finirla con questi pluripoltronai parassiti
con atteggiamenti e modi da usurpatori incalliti !
Stò tizio mena il torrone di diversi nostri enti,
con un conflitto d’interessi senza precedenti,
un Nosferatu smagrito e gracile quasi sifilitico
che trucca pure i conti dell’ospedale israelitico.
Non solo dissimula ben le sue responsabilità
addossandole ad altri , mal celando la verità,
ma tien ben venticinque incarichi e mansioni
che gli fruttan a fine anno tanti soldi e doni !
Una persona per quanto brava ed efficiente,
non può esser allo stesso modo Presidente,
o Vice di si tanti consigli d’amministrazione.
Ovvio che il Mastroferatu in tale situazione,
ne approffitti per far losca e vil speculazione,
attirando su di sé, giustamente, l’attenzione
di chi trova incompatibile tal giro di poltrone
giustificando ogni dubbio o tipo d’illazione.
Non occorreva certo intervento magistratura,
per capir tal conflitto che da parecchio dura.
Urge, necessaria legge contro la corruzione
che preveda severe pene e pur l’interdizione,
affinchè questi ladri finiscan con moglie pure
d’incassar prebende e ruberie senza fatture!
Chi al Mastro han dato incarichi son persone
che ora vogliono davvero la sua distruzione.
Mastrocosca è sempre stato oppositore tale
alla distruzione di Inps ,che un duo criminale
Monti-Fornero a compimento volean portare.
Ora per tal dissenso gliela voglion far pagare
e con gran dossier che lor conoscevan di già
con di Lanutti l’interrogazione ben tre anni fa
ove le ruberie dell’ex servo ed ora oppositore
eran ben elencate del Mastroferatu traditore!!

Aldo said...

A proposito della "vicenda" Sorial paragonata al caso Mastrapasqua, tieni presente che Sorial è (allo stato attuale) uno sfigato che dice "bùh!" a un potente, l'altro è un potente che infierisce su una massa di sfigati. Ovvio che da altri potenti (i magistrati) sia più grave lo sberleffo ai "danni" di uno di loro che la rapina continuata ai danni del popolo-vacca che sono usi mungere senza ritegno fino a giungere alla macellazione quando la vacca comincia a dare meno latte.

Non so se hai pratica dell'interpretazione dei linguaggi non verbali. Se sì, hai provato a prestare attenzione alle espressioni e alle movenze di chi ha in mano il manico del coltello? Ti sei fatta un'idea della levatura dei soggetti e del loro profilo di personalità?

Anonymous said...

Tento di giocare,ma in prosa, come il Vate egregiamente fa in versi.
La "mala" Pasqua(vedi la Cavalleria Rusticana) s'avvicina,mancano due mesi..stiamo a vedere come va a finire.
Stavo pensando se in qualche rappresentazione vivente paesana, che ancora si fa in qualche paesino del sud,del'evento.... a qualche giocherellone(per attirare turisti)
non stia pensando per la parte del"Lestos"di sinistra(il ladrone cattivo) ad un personaggio famoso di recente venuto alla ribalta degli onori della cronaca
Sai quanta folla di turisti ad assistere e urlare(ance loro dovendo interpretare la loro parte) il famoso"crucifige".
In fondo non dovrebbe essere impossibile assumerlo,per breve tempo, per interpretare quella,in effetti, fastidiosa parte....vista la "maestria" , facilità e poliedricità dei tanti lavori che interpreta(pardon "svolge")....uno più uno meno,tutto fa brodo,anche fare l'attore......Ciao Mar
P.S. mi ricorda(tutt'altro stile però) un Fanfani giovane al quale,due deputati fessi, proposero di fare il bambinello(data la sua statura)in un presepe vivente.
Fanfani rispose,entusiasta, "accetto" purché i due parlamentari scherzosi avessero interprtato la parte del bue e dell'asino.

Nessie said...

Vate, Mastroferatu o Mostroferatu?

I due termini sono assonanti :-)

Nessie said...

Aldo, la prima parte del tuo intervento è chiara: dàgli allo "sfigato".
La seconda parte è allusiva (e forse anche elusiva) e non so esattamente cosa tu voglia dire. Grazie a Dio l'espressione dell'uomo con un coltello in mano l'ho vista solo nei film thriller.

Nessie said...

Mar, ricordo bene la maledizione della Cavalleria Rusticana "a te la mala Pasqua". E' solo che per ora è una maledizione che si abbatte su di noi e non su compare Turiddu :-)

Anonymous said...

Bellissimo!!! Il nome Mostroferatu molto più attinente,
brava Nessie…peccato non mi sia venuto alla mente!!
Nel frattempo un bel Impeachement ! al banalitano
distributore di rifiuti tossici non solo nel napoletano,
ma con vivi e vibranti moniti in tutto il territorio italiano.
E alla ghigliottinara rifugiata camerale della Boldrini
che come il “recia”di Vendola combina sol gran casini!

Ciao IL Vate!

Nessie said...

La ghigliottina (o tagliola) di ieri della Boldrini è stato un atto disgustoso, ma non dimentichiamo che l'autore di quel "paletto giuridico" è il comunista della prima ora Luciano Violante.
Comunque Bella Napoli mi pare insolitamente tranquillo dell'impeachment. Con un giurista come quel barbagianni di Paolo Becchi (il consigliere di Grillo) è evidente il perché non si scomponga:

http://www.beppegrillo.it/2014/01/impeachment_a_napolitano.html

di tutte le nefandezze compiute da Napolitano si va ad attaccare alla grazia concessa a Sallusti? Siamo messi male ...

johnny doe said...

Ormai credo sia chiaro a tutti che ci troviamo di fronte ad una unica cricca....istituzionale.politica.giudiziaria e mediatica - non sarebbe altrimenti il regime che é...e di cui Mastronatale é un esponente di spicco e di merenda,a quanto pare.
Detto questo,distinguerei la posizione dell'INPS,che se facesse quello per cui è stata fondata,non potrebbe mai essere in passivo,operando sulle stesse tabelle di una assicurazione privata,tipo Generali.Un ente che adopera i tuoi soldi per 40 anni,che sui fotte i contributi sdotto,i 20 anni,senza contare i morti dopo qualcheano dimpensione...non potrà mai essere in passivo.
Purtroppo i ricavi Inps son stati adoperati per anni per altri scopi da tutti i governi(ruberie comprese).....fino ad arrivare all'ultima porcata dell'aggregamento all'Inps di quell'altro ente previdenziale statale deficitario Inpadap(o come diavolo si chiama)di cui lo Stato non ha mai versato i contributi.
E te credo che è in passivo!

Un'altra storia italiana,tutti conniventi...in questi giorni siamo arrivati all'ennesimo ed inverosimile caso limite di una Nazione allo sfascio...sembra di vivere veramente un sogno perverso,un incubo senza fine....ma purtroppo é la realtà.

johnny doe said...

E te credo che il pulcinella è tranquillo...! E' tutta una sola (e solo,o chiuso...) cricca....e finchè nessuno reagirà come si dovrebbe ,possono pure dormire tutto il giorno.

Ultima chicca (non mi ero sbagliato) : http://frontediliberazionedaibanchieri.it/2014/01/c9d-proposta-a-lucio-chiavegato.html

mi sa che siamo solo dei don chisciotte senza speranza...

Nessie said...

Questo è pacifico, Johnny. Se un pensionando si divertisse prima di dimissionarsi dal lavoro a richiedere che fine hanno fatto i suoi "accantonamenti" versati, è evidente che non ci sono più da un pezzo e che di questo sono responsabili tutti i governi precedenti. Ma mettere nelle mani di un boiardo multiplo come Mastrapasqua l'Ente significa mettersi nelle mani di un liquidatore.
Te lo immagini adesso dovergli pure pagare il TFR ? prelevo da Dagospia:

"Buongiorno DAGO, se Mastrapasqua lascia o lo lasciano, scatterà il problema dell'ammontare del suo TFR. Per calcolarlo, visti i suoi numerosi incarichi e ruoli, ci vorrà Zichichi".

Nessie said...

"mi sa che siamo solo dei don chisciotte senza speranza...".

Stai attraversando un periodo di ubbie e di malinconie,Johnny, e ti capisco. Ma vedrai che poi ti passa. E' una lotta di lunga durata, e non possiamo essere noi a stabilirne i tempi.

johnny doe said...

Già..ma quello che mi fa rabbia é che appena si mette in piedi qualcosa che può funzionare,subito c'è chi pensa più o meno volutamente di romperla.
Ormai son passato attraverso troppe esperienze e disillusioni per credere al riscatto di questo popolo.
Non posso demordere perchè è nella mia natura...va bene il cuore....ma anche il cervello non puoi spegnerlo.E razionalmente,se non succede un miracolo non saprei nemmeno quale,c'è poco da star allegri.Mah...

Nessie said...

Purtroppo è una guerra, la III Guerra Mondiale, combattuta con mezzi finanziari invece che con l'artiglieria, e i loro strumenti (anche di infiltrazione dei movimenti stessi) sono pari ad una grossa superpotenza di fuoco.
In ogni caso, quel che c'è dentro di noi, può esserci anche fuori di noi. Io di questo ne sono certa. Ciao, e non demordere eh?

Anonymous said...

Già, combattuta con la finanza (l'equivalente degli attacchi aerei di massa, si è visto perfettamente nel 2011), con la manipolazione mediatica sistematica, globale, orwelliana e con l'occupazione occulta e capillare di ogni istituzione critica. Il risultato è una fintissima "democrazia" e un altrettanto finta "libertà" cioè regime puro a tutti gli effetti. Il Terzo Totalitarismo uguale agli altri due a tutti gli effetti. O forse peggio.
Scarth

Nessie said...

Scarth, la democrazia per potersi sorreggere ha bisogno del benessere. Senza quello, decade automaticamente. Come decadono i nostri diritti di cittadini sempre più sospinti verso il basso, alla stregua di sudditi e di schiavi. Inutile pertanto riempirsi la bocca con QUELLA parola. Chi lo fa, mente sapendo di mentire.
La Grande Bugia sta già mostrando tutti i fili della finzione.

Anonymous said...

Qui un rendiconto molto tecnico della Gabanelli che dimostra come Mastrapasqua per favorire l'ospedale israelita ha fatto andare in rosso la regione Lazio e l'INPS. Dopo aver accumulato il "rosso" con l'INPDAp dei dipendenti pubblici:

http://www.corriere.it/inchieste/reportime/societa/santissima-trinita/f788da28-89f4-11e3-be5b-d457abaa7165.shtml

Z

SILVIO said...

Con tutto il rispetto per l'ADUSBEF e per il suo presidente Elio Lannutti, fatico a seguire le argomentazioni del loro comunicato-stampa, redatto in forma piuttosto contorta ed ermetica.
Ad un certo punto vi si legge:
« L'Adusbef nelle denunce presentate a gennaio e maggio del 2012, aveva chiesto all’on.le Procura della Repubblica, l’apertura di una inchiesta...volta ad accertare:" 1) se la compensazione effettuate dal direttore dell'Ospedale Israelitico, Mastrapasqua che ha risolto la sua pendenza con l'Inps presieduta dallo stesso Mastrapasqua, in virtù del decreto-legge n. 688 del 1985, convertito in legge n. 11 del 1986, non abbia configurato i reati di abuso di ufficio in atti pubblici e falso, posto che la legge invocata dava la possibilità di compensare, a richiesta dell'impresa creditrice della Asl, o del Comune, o del ministero, l'inadempienza di un ente pubblico che poteva essere scaricata sugli enti previdenziali per i crediti precedenti al 1985,e soprattutto perché tale norma è stata abrogata nel 1989...»

Abrogata ? Mah... a me non risulta.
Difatti, nella CIRCOLARE INPS del 23 maggio 2001 N° 110 - PARTE QUINTA/PAGAMENTO DEI CONTRIBUTI MEDIANTE CESSIONE DI CREDITI (articolo 102, comma 3)- è scritto:
«Come è noto, il regime giuridico della “cessione di crediti”, disciplinato dall’articolo sopra richiamato, quale misura generalizzata di pagamento dei contributi dovuti all’Istituto, è stato successivamente abrogato dalla legge 28 luglio 1989, n. 262, di conversione, con modificazioni, del decreto-legge 29 maggio 1989, n. 201 ed eccezionalmente ripristinato dall’articolo 3 della legge 30 dicembre 1991 n. 426 e dall’articolo 4, comma 12, della legge 30 dicembre 1991, n. 412, a favore di istituzioni ed enti, non aventi fini di lucro, che erogano prestazioni di natura sanitaria direttamente o convenzionalmente sovvenzionate dallo Stato, dalle Regioni o dalle ASL.»
http://www.altalex.com/index.php?idnot=2886

Ergo: quel marpione di Mastrapasqua sapeva bene il fatto suo allorché si recava presso lo studio notarile di Mario Liguori per sottoscrivere - a mezzo di atto pubblico - il contratto sulla base del quale Antonio Mastrapasqua (Presidente dell'INPS) accettava da Antonio Mastrapasqua (Procuratore generale dell'Ospedale Israelitico di Roma) la cessione del credito vantato dall'Ospedale Israelitico nei confronti dell'ASL Roma D quale formula di pagamento dei contributi previdenziali dovuti dall'Ospedale Israelitico all'INPS.
Altre storie sarebbero le accuse di fatture gonfiate o di altro ancora penalmente perseguibile.

Nessie said...

Z,articolo molto tecnico ma direi che in questo caso la Gabanelli ha fatto centro.
La conclusione è quella che più lascia esterrefatti:

"Quindi, oggi, la Regione Lazio e non l’Ospedale Israelitico, dovrebbe pagare gli interessi per il ritardato pagamento di quei contributi previdenziali ceduti. Ma dice che non pagherà perché quelle fatture erano gonfiate o non dovute. Insomma l’efficientissimo presidente dell’Inps ha sicuramente provato a fare gli interessi dell’Ospedale Israelitico, ma non quelli della Pubblica amministrazione che si chiami Regione Lazio, Inpdap o Inps, visto che parte di quei contributi probabilmente non potranno più essere richiesti da Equitalia perché prescritti".

Se il governatore del Lazio Zingaretti si rifiuta di pagare il non dovuto passerà per "antisemita"?

Nessie said...

Mamma mia, Silvio, sei un vero Azzeccagarbugli! Confesso che questo errore ( o inesattezza) dell'Adusbef mi era sfuggito.
Poveri noi, in mano di chi siamo!

Il Dracula dei Pensionati in pratica succede a se stesso. Come nella leggenda che lo chiama, non a caso, "il mai morto".

Per il momento lui e la moglie si limitano a disertare i galà mondani, nei quali vengono invitati.

SILVIO said...

Tranquilla, Nessie.
C'è anche una sentenza della Corte di Cassazione che stabilisce la certa e ragionevole esigibilità dei crediti ceduti.
Non mi pare che tale fattispecie si adatti a quella dell'Ospedale Israelitico, anche per certi giochetti oscuri illustrati dai NAS nel loro dossier.
Detto questo, la vedo “grigia” per Mastrapasqua (il cui mandato INPS scade comunque nel dicembre di quest'anno) .
Un segnale? Il 28 gennaio corrente, il ministro del Lavoro Giovannini ha dichiarato :
«Stiamo raccogliendo i documenti e fino a che non è terminata l'istruttoria non intendo rilasciare altre dichiarazioni...»
Embeh, che significa tale dichiarazione ? Nulla.
Ma significa moltissimo che Giovannini abbia detto ciò nel contesto del convegno “Studio ergo lavoro” realizzato da McKinsey.
Vale a dire, uno dei burattini del calamaro gigante/vampiro Goldman Sachs.
E Itzhak Yoram Gutgeld – guardiano della marionetta politica emergente Matteo Renzi - ne ha fatto parte al punto da essere divenuto un “kynseniano” vita natural durante.

Nessie said...

Sinceramente non capisco e di Giovannini non mi fido neanche un po'. In sostanza che vuol dire?
Che lasceremo l'asino per cavalcare il somaro?
Sì perché è evidente che Mastrapasqua comincia a essere scomodo pure a L'Or Signori e ai loro progetti.

SILVIO said...

Nessie, la vicenda “Mastrapasqua” (assediato dalla francese Veolia e dalla “cricca del mattone” italiana con l'intento di impadronirsi dei 13 mila immobili dell'INPS senza colpo ferire) è solo uno dei tanti aspetti della guerra scoppiata in Italia tra i Rinnegati, divisi in due bande contrapposte di cui una è formata dalla vecchia guardia che non vuol cedere il potere, mentre l'altra è costituita dalle nuove marionette che il centro nevralgico USsionista vorrebbe precocemente installare in sostituzione di quelle vecchie, pur sapendo che tale operazione potrebbe clamorosamente fallire in sede elettorale.

La richiesta di impeachment presidenziale del M5S (che danneggia Letta e la vecchia guardia catto-comunista mentre premia Renzi appoggiato dal camaleonte Berlusconi assetato di vendetta) va pertanto vista in tal senso.
Non dimenticare infatti che sia Grillo che Renzi ebbero uno sponsor comune. Cioè Michael Leeden, il plenipotenziario dei Poteri forti per le “rivoluzioni colorate” in Italia.

Domanda : « A noi che ce ne viene ? »
Risposta: « Direttamente quasi nulla, visto che in Italia manca un sincero e forte partito anti-globalista come, ad esempio, c'è in Francia ove Marine Le Pen è saldamente in testa ai sondaggi.
Di riflesso tantissimo in quanto gli Ussionisti (di cui Leeden è il plenipotenziario) sono in affanno non solo in Italia ma anche in Europa e su scala globale per cui la loro agenda potrebbe subire un serio stop».

Clamorosa è stata al riguardo la dichiarazione televisiva del generale americano Paul Vallely :
« Sono disposto a guidare 250 mila marines per circondare la Casa Bianca ed il Campidoglio al fine di arrestare e porre sotto processo Obama e tutti i membri corrotti del Congresso». ». http://thinkprogress.org/security/2014/01/28/3213361/retired-army-general-tells-tea-party-group-lead-coup-government/
E Vallely guida un “Tea Party” che conta una moltitudine di cittadini americani, militari in prima fila.

Nessie said...

Allora l'ho pensata giusta: lasciare l'asino per cavalcare il somaro.

"Ahi serva Italia, di dolore ostello, nave senza nocchier in gran tempesta, non donna di province, ma bordello".

Michael Ledeen? Buono quello! Un vecchio destabilizzatore per tutte le stagioni d'Italia.
Tea Party? Buoni pure quelli...

Nessie said...

PS: domani o dopo, magari posterò qualcosa sulla faccenda della (s)vendita ai "privati" di Bankitalia.
Qui ci vogliono ridurre alla pastorizia.

Anonymous said...

Magari fosse solo alla pastorizia Nessie. Questi ci vogliono ridurre direttamente alla schiavitù materiale e morale. Materiale con la finanza predatrice e morale con la psicopolizia orwelliana. E non è una battuta.
Scarth

SILVIO said...

Nessie, il "Tea Party" di Vallely non è quello visto in passato.

Trattasi infatti di un partito patriottico nuovo di zecca chiamato "Reclaim America" (= "Riprendiamoci l'America"):
http://www.reclaimamericanow.net/

Nessie said...

Scusa Silvio, pensavo fossero gli "amici" di Oscar Giannino. O di quel Michele Boldrin che imperversa in tutti i salotti.

Scarth, a proposito di quanto dici, come se non bastassero le lunghe code di queste settimane agli sportelli, è notizia d'oggi che l'usuraio Befera sta recapitando 35.000 lettere agli Italiani già trombatissimi ed esasperati, per accertare spese fiscali che vanno in detrazione nei 730 (il redditometro). Ma è mai possibile che a un cattivo soggetto simile, si limitino solo a fargli qualche scherzuccio di Carnevale come è avvenuto oggi con la letterina di insulti?

Anonymous said...

Decreto d'urgenza per licenziare Mastrapasqua. Letta nipote non ascolta Letta zio:

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/lettanipote-licenzia-mastrapasqua-la-governance-inps-va-riformata-e-presenta-un-disegno-di-legge-71084.htm
Z

Aldo said...

Nessie, in merito al mio riferimento all'interpretazione dei linguaggi non verbali, posturali, gestuali, mimici e così via, intendevo dire che se guardi con attenzione il modo in cui si atteggiano le persone riesci con buona approssimazione a capire cosa passa loro per la testa. Non dati precisi, ma attitudini e intenzioni. Osserva i più o meno "potenti" con occhio critico, non ascoltando le loro parole, ma cercando i segnali di fondo, quelli che denotano la nostra animalità sfuggendo al controllo - un'espressione, il corrugarsi d'un angolo della bocca, il sollevarsi di una palpebra, l'impettirsi, l'arcuare le spalle, il muoversi con lenta ostentazione, lo scattare nervosi... Guarda. Osserva. Analizza. Sintetizza. Concludi. Che gente ha in mano il manico del coltello, ovvero le leve del "potere"?

Nessie said...

Presto Mastrapasqua sarà imbarazzante anche per quei farabutti che fino a ieri l'hanno tenuto in piedi. Ma ce n'è un'altra relativa al suo sodale di Equitalia Befera :

http://www.dagospia.com/rubrica-2/media_e_tv/agenzia-delle-entrate-e-delle-scappatoie-centinaia-di-dirigenti-senza-titolo-firmano-gli-accertamenti-71087.htm

centinaia di funzionari senza titolo firmano accertamenti. Anche Equitalia è fatta di "nominati". Ma che immondezzaio!

Nessie said...

Aldo, lo dici a una che è quasi lombrosiana. :-)

SILVIO said...

@ Z

Toh!...Letta/nipote fa la mossa di "arrocco" onde evitare lo scacco matto da parte di Renzi,

Chissà se sono d'accordo Letta/figlio (= Giampaolo. dirigente della berlusconiana "Medusa" nonché amicissimo di Mastrapasqua) e Letta/padre, antico protettore del presidente INPS, poliedrico accumulatore di cariche in conflitto di interesse tra loro.

Anonymous said...

Ciao Nessie, complimenti per il post e… per la foto. Se mai ci fu un “Nosferatu”, la sua fisionomia non doveva essere molto diversa da quella di Mastrapasqua…
Come sai, confido molto sulla memoria e pertanto non ho link da segnalare, ma ricordo che il “mastro” in questione – famiglio di Gianni Letta – divenne capoccia dell’Ospedale israelitico nel 2001 (governo Berlusconi), consigliere di Amministrazione dell’Inps nel 2005 (governo Berlusconi) e presidente dello stesso Ente nel 2008 (governo Berlusconi). Non mi meraviglio dunque, da inveterato malpensante, né del “garantismo” di Capezzone, né del silenzio della rinata FI su questa porca faccenda.
È una riflessione che dedico a chi, ancora oggi, dovesse nutrire illusioni su Messer Bunga (Cavaliere all’Ordine della Pompetta) e sulla sua famosa “discesa in campo”, che avrebbe addirittura “salvato l’Italia dal comunismo”…
Come abbiamo visto nelle ultime ore, certe roboanti e nobili enunciazioni servono per mascherare prosaici e meschini interessi: FI ha potuto “coerentemente” votare un decreto “contro l’IMU”, sapendo di fare gli interessi dei soci di Bankitalia, tra i quali – guarda caso – c’è anche Berlusconi…
(no caste)

Nessie said...

Niente di più probabile, Silvio. Enrichetto il Chierichetto ha fiutato l'aria che tira e potrebbe aver giocato d'anticipo.

Un po' di tempo fa lessi questa saga della Letta Family:

http://news.you-ng.it/2013/08/22/ecco-chi-sono-davvero-i-letta-storia-di-una-delle-famiglie-piu-potenti-ditalia/

Nessie said...

Ciao No caste, grazie. Sono una collezionista di vecchi film e tra questi mi piace il periodo dell'espressionismo tedesco. Ecco perché la scelta di Murnau per Mastrapasqua :-).
Temo che la memoria non ti tradisca e che tra i grandi sodali e sostenitori di questo succhia sangue, il fu PdL è stato anche più accanito del Pd. Dio solo sa il perché.

Tranquillo: su Messere Bunga nessunissima tentazione e nessunissimo ripensamento.

Nessie said...

Aggiungo che l’azione dei grillini contro il decreto-fustino paghi uno e pigli due, (cioè quote Bankitalia più IMU seconda rata 2013) è stata una ribellione dovuta a una grandissima e ricattatoria porcheria. Ma come è possibile mettere insieme carciofi con cipolle?

Dovevano scorporare le due cose, anziché metterle insieme per far vedere che se non si accettava tutto il pacchetto truffaldino, si gettava la colpa sui 5 stelle. Purtroppo una simile ribellione avrebbe dovuto farla e capeggiarla un partito identitario alla Le Pen che in Italia non c'è. I grillini mi ricordano quella massima di Lenin: Un passo avanti e due indietro. Ieri sono andati avanti, ma poi?

gimsy said...

triplice fraterno abbraccio

cari fratelli , il momento e' grave. silvio e' al tramonto. per ingravescentem aetatem, non solletica, non stimola piu' la parte molle del popolo, la sua reazione carnale. come lo distraiamo? gli italiani devono avere un nuovo fulcro politico col quale accanirsi e dimenticare tutto il resto. e' necessario trovare il diversivo... crare un nuovo partito . movimento 5 stelle. devono essere rivoluzionari, con un leader amato da tutti. devono parlare alla panza e ai bassi istinti, e costituire un terzo polo senza storia che non sa cosa fare ma che sa farsi amare per tutte quelle cose che piacciono all'italiano educato da noi, saranno quindi giovani, dinamici, simpatici, aggressivi-remissivi. devono dire che tutto fa schifo ma non devono proporre nulla se non quello che gia abbiamo deciso, come le unioni omosessuali. cosi alle elezioni arriveremo ad uno stallo con 33 33 e 33 tra i tre poli, e nessuna alleanza possibile perche' sono tutti contro tutti. e cosi potremo mettere noi il presidente del consiglio. come i mariuoli che fanno il gioco delle tre carte. intanto il nuovo governo andra avanti con unoni gay e immigrazione. come se i principali problemi fossero quelli, e da quelli dipendesse il tanto agoniato scatto di civilta'. quando le acque si calmano troppo fate fare qualche gesto eclatante a qualche estremista, possibilmente di destra. facite muina. nel frattempo tassate tutto e privilegiate direttamente o indirettamente delinquenti, immigrati, persone ricche. fate arrivare gli immigrati in ogni modo, chi non ha problemi con la legge e puo' espatriare prenda i comuni mezzi di trasporto, gli altri, delinquenti, ricercati, chi non puo passare la dogana, venga via mare. sui barconi sia sempre messa una o piu' donne incinta per suscitare la pieta, o donne con bimbi molto piccoli. per quanto riguarda la chiesa.... e' oggi finalmente un fulgido esempio di ordine. e' ormai quasi nostra , ancora non del tutto , ma quasi. e questo vescovo di roma e' perfetto. fate in modo che la gente pensi che sia il vescovo vestito di bianco.

Aldo said...

Lombroso ha sbagliato solo a pretendere di potere deterministicamente stilare una casistica troppo precisa. Si fosse limitato ad enunciare il principio, ammettendo l'impossibilità di trovarne applicazioni troppo stringenti per essere realistiche, avrebbe fatto centro e sarebbe stato inattaccabile.

Anonymous said...

Ariciao, Nessie.
«Ma come è possibile mettere insieme carciofi con cipolle?».

Purtroppo è così, e non solo in Italia, basti pensare ai famosi “emendamenti alla Costituzione” degli Usa: se si sa che il carciofo piace, ci si mettono assieme un paio di cipolle e pazienza se poi qualcuno piange…

Mai avuto dubbi su tuoi eventuali ripensamenti. Mi riferivo a discorsi sentiti in giro da parte di carciofoni (appunto) che dimostrano di non aver capito un ca…volo (tanto per restare in tema ortofrutticolo)…

Quanto all’espressionismo, qualche settimana fa avrei potuto consigliarti di vedere e/o scaricare il film “Jud Suss” (in tedesco, ma con sottotitoli) da questo sito:

holywar.¬org/¬italy/¬txt/¬cogno.¬htm

Peccato sia stato rimosso.

Libertà è una parola vuota che ognuno può riempire a proprio piacimento. Soprattutto chi ha il potere di farlo…
(no caste)

Nessie said...

Gimsy, non ti ho mai visto prima transitare da queste parti. Comunque non sono così Vispa Teresa da non aver capito il gioco del M5S e mi limito a giudicare le loro azioni di volta in volta. In questo caso, sul decreto Bankitalia-Imu, avevano ragione. Idem per la Boldrini e la sua mossa della "tagliola" alias ghigliottina.

Pollice verso, invece sui gay e sulla depenalizzazione del reato di clandestinità.

Nessie said...

No caste, lo schema di decreti che mettono insieme cipolle con carciofi, rassomiglia molto a quei salsicciotti, dove ci si mette carne suina, con carne bovina con nitriti e altri conservanti. Insomma, uno scempio!

Non va bene nemmeno abusare di decreti, altrimenti i parlamenti si delegittimano da sé. A prescindere dagli apritori di scatolette di tonno :-).

Anonymous said...

Giallo Mastrapasqua 1. Spariti i due faldoni dalla Regione Lazio a testimonianza dei favori all'ospedale israelitico:

vicenda giudiziaria che riguarda il potente manager si tinge ora di un nuovo giallo. Dalla Regione sono infatti spariti due preziosi, anzi preziosissimi faldoni: quelli contenenti i documenti originali che hanno determinato la stesura dei due protocolli con cui la Regione Lazio, a guida Polverini, aveva favorito, secondo la procura di Roma, proprio l'Ospedale Israelitico-

Giallo Mastrapasqua 2. Non è nemmeno laureato e si è comprato una laurea tarocca. Qui lo scoop di Libero:

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1395491/Mastrapasqua--lo-scoop-di-Libero--Mister-25-poltrone-ha-la-laurea-falsa.html
Z

Vanda S. said...

Grazie a tutti per le interessanti dritte sugli USA, visto che sto considerando un eventuale ritorno: ci sono delle speranze per il dopo-Obama!

Nessie said...

Z, Mastrapasqua si è finalmente dimesso. Era ora. Mi piace che il governo ha rilasciato una dichiarazione dal sapore derisorio: "Grati per la sensibilità".

Vanda, tutto bene con le alluvioni romane? Ho sentito che siete in grave difficoltà.

Anonymous said...

A certi ladri di stato, e sono la maggioranza, messi lì per ragioni "politiche" dalla sinistra, si dovrebbero confiscare tutti i beni, ma proprio tutti soprattutto quelli detenuti all'estero, e, privati di liquidazione e di pensione, dovrebbero essere condannati a svolgere servizi sociali, leggi: pulire i cessi pubblici! In uno stato comunista sarebbero stati condannati a morte per alto tradimento e fucilati nella schiena come sa bene il komunista Napolitano, che ora ,se la ride dell'Impeachment,dopo tutti i danni che ha causato con la nomina delle sue Mario-nette e BurLette!! Ad ogni modo,questo è soltanto uno della infinità dei grandi "potenti"(o teste di legno) in grado anche di deviare come vogliono la politica italiana. Una rondine, non fa Primavera.Ora in ogni caso ce lo ritroveremo impegnato ad Hollywood sul set del remake di Nosferatu!!! Però bisogna dire, cara Nessie, che col tuo Blog colpisci nel segno !." Sei davvero maga Amalia- fattucchiera...che tutto ciò che dice si avvéra!!!". Ricordo il caso Marò..ed ora Mostroferatupasqua. Complimenti! Ciao "IL Vate".

Nessie said...

Vate, magari!!! Vado subito a giocare al Lotto, allora. Chissà che non riesca a diventare ricca, grazie alle mie doti divinatorie :-)).

No amico, sono semplici fortunate coincidenze. Qualche tempo fa mi indignai di brutto sulla situazione di stallo dei nostri Marò. Qualche settimana dopo lo stallo si sbloccò. Idem per il caso Mastrapasqua.

La prossima testa che dovrebbe cadere è quella dell'usuraio Befera, istigatore di suicidi.

gimsy said...

mai pensato che fossi vispa teresa. anzi.

per quanto riguarda il m5s e' la prima cosa buona che fanno. il decreto tra l'altro mira forse ad altro come sottolinea big babylon.

ma come si dice una rondine non fa primavera. e il m5s e' inverno pieno.

Anonymous said...

Adesso ci manca solo che Mastrapasqua faccia la vittima e urli al "complotto" e siamo al completo. Farlo fuori (chiunque l'abbia fatto) è stato il minimo che si poteva e doveva fare

http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/la-caduta-di-mastrapasqua-anche-la-conferma-che-il-suo-santo-protettore-gianni-letta-71141.htm

Z

Anonymous said...

A quando la rottamazione di Befera, anche lui in palese conflitto d' interessi ?
E che conflitto !

( questo, corca... che ce/se lo scrollano di dosso

Paulus

Anonymous said...


Malapasqua ce lo siamo tolti dalle sfere(anzi lo ha fatto sua sponte)....e con grande anticipo.

A quando una bella inchiesta(magari un Post dedicato) sui metodi di Equitalia
-Gestione generale
-metodologia degli avvisi di pagamento
-sanzioni
-penalità e interessi applicati
-ipoteche,pignoramenti
-diverso peso(quasi un abuso) nel pretendere i crediti e pagare i debiti
-P.E....in caso di errore il"Solve et Repete"....paga subito poi...fra qualche lustro sarai risarcito(senza sanzioni,penalità,ipoteche e pignoramenti)...e forse sei pure andato fallito.
- chi ha scritto e approvato le metodologie quasi medievali applicate????
-chi sceglie e su quali basi si selezionano i managers e....si fissano i loro,"stratosferici" stipendi.
Chissà che,con un po' di buona volontà,èarlandone, non ci liberiamo le parti intime,pure di altri fastidiosi privilegiati,(come diciamo noi a Roma),ed arriviamo ad una gestione non solo pubblicitaria ma realmente "equa" e in tutela "dell'Italia" e degli Italiani....del denaro pubblico..e non dei soliti l'or signori....Ciao MAR
Nuove dimissioni.anticipate, spontanee,in posti chiave ,non credo che genererebbero panico e rimpianto nella totalità degli Italiani.