27 December 2013

Previsioni astrologiche per il 2014



Ultimo post di un anno faticoso che per fortuna sta finendo. Apprendo dal quotidiano Libero che il direttore Sallusti si è fatto fare delle previsioni da un'astrologa circa il 2014. Ma no?!?
Ma allora non c'era solo Napoleone Bonaparte che prima di intraprendere battaglie col nemico consultava gli oroscopi. E udite udite cosa prevede l'astrologa in oggetto: "Rivoluzioni e tumulti in tutti i settori" . E ancora : "Colpa di Plutone in Capricorno. L'ultima volta causò la presa della Bastiglia in Francia".
Beh, ci volevano proprio gli astrologi per fare di queste ovvie previsioni. Ne azzardo una io: queste proteste e ribellioni dilagheranno a macchia d'olio per tutta Europa.
 I decreti di Letta prevedono una gragnuola di tasse maggiorate che andranno a colpire ulteriormente tutti i settori produttivi, le libere professioni nonché famiglie di ogni ceto sociale. Per giunta, col decreto 
Salva-Roma l'apprendista  Letta è riuscito perfino a superare il suo maestro Stregone Napolitano, costretto, sotto la pressione degli eventi ,a fermarlo (Lega e M5S, hanno minacciato ostruzionismo ad oltranza fino a far saltare la tradizionale "pausa natalizia", se non veniva cancellato dal mille proroghe).
Non farò questa volta, il solito resumé degli accadimenti peggiori di questo funesto 2013, forse  tra gli anni peggiori della Repubblica. Basta scorrere l'archivio mese per mese per vederli. Vorrei invece concentrarmi sulle possibili "vie d'uscita". Vere, verosimili o utopiche che siano è necessario concentrarci su "cosa realmente potremmo fare" per uscire da questa Eurogalera, invece che continuare a stracciarci le vesti, a inveire e stramaledire i nostri carcerieri e aguzzini sul web. Pregherei pertanto chi partecipa a  questo blog, di fare un altro tipo di sforzo: invece di postare links catastrofisti prelevandoli dai gufi di professione della stampa ufficiale e/o "alternativa", cominciare a ipotizzare soluzioni concrete. Lo so, non è facile, ma ad esempio, al globale si risponde col locale dove si è meno controllabili. Per cominciare occorre convincere i sindaci dei nostri comuni a "fare spesa" positiva a favore dei  servizi per i cittadini, invece di tenere da parte "tesoretti" per poi farseli scippare dalla "legge di stabilità" voluta dalla Merkel e dalle cancellerie Ue.
A che serve essere amministrazioni "virtuose" se poi la virtù, serve a legittimare il vizio (usuraio) altrui? 
Cosa preferiscono i sindaci? Venir prelevati  coattivamente a domicilio dai loro cittadini imbufaliti e angariati di pesanti decime feudali, o sottostare agli usurai di Bruxelles, col rischio di venir scippati di tutto il risparmio nelle casse?  Sappiano: la sudditanza non paga mai. Essi saranno l'ultimo boccone inghiottito da un coccodrillo famelico, che non farà sconti a nessuno. Pertanto, è ora di scegliere da che parte stare...
Vi sono possibili micro soluzioni per la sopravvivenza dei cittadini e per ricucire quel senso della comunità attualmente disgregata. Ovvio che nuove forme di moneta locale e complementare nonché il baratto servono per poter resistere, ma non a rilanciare l'economia.  Comunque qualcosa si deve pur fare. 

 

Inoltre nell'ultimo libro di Ida Magli "Difendere l'Italia" (che consiglio a tutti di leggere) viene fatto un ottimo esercizio intellettuale su come rispondere al Laboratorio per la Distruzione voluto dalle oligarchie (analizzato nella prima parte del libro), con un ControLaboratorio per la Ricostruzione espresso dalla parte migliore dei cittadini italiani di buona volontà. Ecco alcuni stralci significativi, dell'ultimo capitolo dal titolo "Breve itinerario di un sogno ad occhi aperti".
Sul tema "identità e cultura" sono state erette barriere, paletti e trabocchetti d'ogni genere. "Più estesa è l'informazione, meno si agisce", afferma l'autrice. Non è certamente il mondo del web e l'eccesso di informazione nella quale siamo tutti quanti immersi che farà deviare il percorso della Troika. Quando si parla di "identità" occorre tener presente che non è lo Stato che crea un popolo, ma il popolo che crea lo Stato. Anche la lingua è frutto di una lunga sedimentazione culturale. E nessuna lingua al mondo, è pervasa da musicalità come quella italiana. Amante della musica nonché studiosa e musicista, Ida Magli, dedica un capitoletto a come dovrebbe essere formulata una legislazione speciale riguardante le scuole d'arte e i conservatori di musica, da sempre nostri punti forti. In particolare La Scala, alla quale auspica il ritorno di un maestro italiano.

Altri importanti paragrafi sono riservati alla scuola, all'istruzione universitaria,  alla ricerca scientifica, all'ambiente e alla sua salvaguardia, con un occhio di riguardo alla demografia, al territorio e all'immigrazione massiva. Al rapporto tra densità demografica e natalità (siamo a un pericoloso rapporto di 198 abitanti per km quadrato, dati allarmanti che dovrebbero far riflettere). La Magli si spinge anche più in là: elabora una nuova organizzazione del potere che vada nell'ottica della salvaguardia dell'identità-cultura dell'Italia e degli Italiani. Non aggiungo altro, per non rovinare le sorprese che certamente non mancano in questo prezioso volumetto. Forse non tutto è ancora perduto: "Non siamo ancora morti e abbiamo intenzioni di NON farci impiccare dai banchieri".
Ecco, credo che quest'ultima esortazione dovrebbe servire a renderci più forti e più coesi. 

Buon Anno a tutti! e che crepino lupi, squali, sciacalli, coccodrilli, rettili e pesci piranas (nel senso dei predoni)!

PS: Questo blog boicotta il discorso  di fine d'anno del Pulcinella del Colle! 

65 comments:

Vanda S. said...

Cara Nessie, ho letto il tuo articolo (ottimo, come sempre) e ho ascoltato gli "auguri rivoluzionari".
Io credo che per una vera rivoluzione servono le "teste pensanti" e purtroppo di queste ne vedo troppo poche! La Benini non parla dell'ovvio, cioe' colpire i punti nevralgici che renderebbero chiara la protesta, perche' danneggerebbero le multinazionali!!!! Una soluzione semplicissima che ho menzionato piu' volte e' quella di non guardare piu' nessun grande canale televisivo (RAI, Mediaset, SKY) per almeno una settimana: se lo facessero quasi tutti, sarebbe un tremendo danno economico e si sa che il miglior modo per colpire duramente e pacificamente e' quello di danneggiare le LORO finanze! Altri semplici e pacifici mezzi sarebbero boicottare il calcio (altro centro del potere!); la stampa e cosi' via. Una rivoluzione silenziosa, ma mortale.....Questo per me e' quello che serve! Non ci credo nelle grandi masse di dimostranti! Questo sta diventando un paese di VECCHI e, a meno che non sei una Ida Magli, gli anziani sono paurosi, abitudinari, testardi e conformisti! Pero' i figli e i nipoti possono tagliargli i fili della TV raccontandogli qualche palla su un guasto e bloccargliela per una settimana! Insomma, io vorrei vedere delle azioni mirate e veramente efficienti ai danni del SISTEMA, altrimenti questi farabutti continueranno impassibili nel loro piano di dissanguamento dei cittadini e noi, come la rana nell'esperimento della pentola d'acqua calda, finiremo per assuefarci alla stessa tortura e morire di una morte lenta, ma inesorabile!

Anonymous said...

Vedo che non è sfuggito ,alla tua attenzione,l'ultimo libro della Magli..."Difendere l'Italia"...che ci consigli,giustamente, di leggere....
Pienamente d'accordo...
Anche Io,nel post precedente facevo un breve riferimento a questo libro..."ma"nel riferimi ad esso...nel copia-incolla... un pezzo di frase è saltato...Ho,infine, scritto (Magli Maastricht) invece di (Magli...considerazioni su Maastricht..."Difendere l'Italia").
La coraggiosa vecchietta(che aveva da poco scritto un'altro libro in elogio dell'italianità)..proprio per la sua età non ha bisogno di assicurarsi consensi,dai potenti commercianti di denaro....
Ha un "decoroso" passato alle spalle e un incerto(fino alla barbarie)futuro....quindi si può "permettere" di essere sincera....e non opportunista
La sua mente...allenata nei decenni(per il lavoro di antropologa che ha sempre svolto)...a trovare le spiegazioni del sorgere e decadere delle civiltà,fin dai primordi delle stesse...l'ha portata a voler avvertire i suoi fratelli Italiani...a non farsi irretire dai giocolieri della parola(stampa,divulgazione,TV).......e l'ha fatto con la perizia di chi per decenni ha "insegnato"ai più giovani....
Inoltre ci mette in guardia dai persuasori occulti, allenati a "deviare" e a scaricare i nostri risentimenti....verso "nemici occasionali"....e non verso,l'oro.... eterni nemici del genere umano....
Infatti aggiustano il tiro anno per anno...sulla base di un canevaccio un ben definito.... pianoche a noi sfugge ma che ha come scopo sospetto..... un(nuovo) ordine "finale del" mondo.
Sicuramente(e si fa capire) la "vecchietta"ha avuto la fortuna di vivere la sua gioventù in una Italia migliore di quella che oggi i nostri giovani(privi di presente e di futuro)sono costretti a subire....anche se i nostri Leaders propagandano la loro odierna esistenza come fortunata...condendola con abbondante uso della parola "Democrazia"....
Danno la colpa della loro incapacità a costruire(questo nuovo Eden)... una "vita accettabile"e positiva per tutti..... ad una "Crisi"...(come fosse un fatto atmosferico imprevisto e incontrollabile...o peggio ancora una fatalità ).....
Invece,come tutti "ormai" sappiamo,e come sostiene la Magli, la "Crisi"non è fortuita... ma è voluta,guidata e realizzata con cocciutaggine... (Io fisserei come data di inizio del nuovo ciclo,l'attentato alle torri).
Certo hanno successo...nel raggiungere lo scopo... grazie,alla disponibilità e abbondanza,in tutte le Nazioni, di umani arrampicatori sociali,mezzecalzette,voraci e corrotti che come le ortiche infestano qualsiasi campo ci si sforzi a volerlo e mantenerlo ben seminato.....fregandosene del benessere dei loro concittadini..Ciao Mar

Nessie said...

Cara Vanda, intanto grazie per l'apprezzamento e chiedo venia per la lunga moderazione, ma questi sono giorni dove per fortuna si sta poco al pc. La Magli ha ragione: fino a quando c'è una tastiera per dar corpo ai nostri sdegni, gli oligarchi possono dormire sogni tranquilli e brindare con gaudio con Dom Perignon. Non vorrei che il web l'avessero inventato apposta...

Il pezzo della Benini, come dici può essere un buon inizio di rivoluzione silenziosa del "fare". Ricorda però, le élites sono sempre poco numerose e sarebbe velleitario augurarsi che certi modi di pensare si diffondessero capillarmente verso chiunque. Storicamente non è mai avvenuto questo!

Purtroppo i consumi non si eliminano nemmeno con la peggiore delle crisi. Caso mai, si "spostano", si "trasferiscono". E dove? Su Ebay, su Amazon, sull'High tech.
Nei primi due casi, tutto congiura a far chiudere i nostri magnifici negozi e le botteghe storiche dei nostri meravigliosi borghi, dato che trattasi di commercio delocalizzato, ancorché a prezzi convenienti. E ciò non è bene per l'artigianato e commercio nazionale che si trova sempre più in gravi difficoltà e a rischio fallimento e chiusura.

Quanto ai VECCHI, di cui parli, è evidente che se sono disabili e cronici, passeranno buona parte del loro tempo davanti alla tv (per inciso: come avviene per i bambini, sono i familiari stessi che li schiaffano lì davanti).
Ma sarebbe stolto pensare che i giovani possono essere NECESSARIAMENTE quelli, deputati a raccogliere il testimone delle rivoluzioni e del pensiero critico. Li hai visti in giro? Piercing, tatuaggi, cannabis e canne varie, jeans con lo squarci e con sbreghi vari e col cavallo così basso, che se vengono inseguiti, mancano possono correre perché col cavallo basso si inciampa per terra. Stadi pieni e teste vuote, sesso consumato nei cessi della scuola, baby prostitute che si prostituiscono per qualche ricarica in più ecc. ecc.

Ovviamente non voglio generalizzare, dato che per fortuna molti dei figli dei nostri amici e conoscenti (e pure i nostri) non appartengono a questo genere. Mi limito semplicemente a voler sottolineare che in fatto di MANIPOLAZIONE mentale e di ammaestramenti (come si fa col gregge) i perversori occulti del NWO non trascurano nessuna fascia anagrafica d'età.

Nessie said...

Mar, essere in età avanzata come la Magli e come Sartori, di questi tempi è quasi un privilegio. Se invece del prof. Sartori docente al Columbia University, certe affermazioni sulla Kyenge e sulla sua insipienza (a proposito di demografia, ius soli e cittadinanza breve), l'avesse fatto qualche altro giornalista, a quest'ora il Corriere gli avrebbe tolto la collaborazione. Del resto, in passato con altri giornalisti scomodi, è già avvenuto.

Alla Magli, come saprai, Scalfari su Repubblica le tolse la collaborazione quand'era ancora relativamente giovane.

Anonymous said...

Ciao Nessie, la mia opinione sul “che fare” la conosci: prelevare fisicamente dalle loro case i venduti all’usurocrazia, portarli allo stadio ed impiccarli in diretta televisiva. E questa non è una boutade, ma un SERIO programma politico.
Difficile da realizzare - al momento - visto che perfino chi abita a Roma non trova il tempo di muovere le chiappe e andare in Piazza del Popolo a manifestare con i “forconi”, salvo tornare a pontificare sul Blog, quando la buriana pare ormai passata e sembra tornato il tempo delle seghe mentali.
Magari informandoci che «da poco» (nel 2005!) Ida Magli aveva «scritto un'altro [un-apostrofo-altro] libro in elogio dell'italianità »…

Io non auguro Buon Anno a nessuno, perché so che il prossimo sarà peggio di questo, che è stato peggiore del precedente e così via…
Auguro invece - e di cuore - una “Buona Guerra” a chi avrà il fegato di combatterla.
(no caste)

Nessie said...

No caste, come ti sei inasprito! :-) Non ti riconosco più....
Capisco che la storia dei Forconi che dovevano "bloccare l'Italia" e che per colpa delle varie defezioni, ti abbia deluso, ma non è il caso di risentirti in questo modo. Ci saranno altre occasioni, si spera.
Anzi, ne sono quasi certa, visto il programma di scendiLetta per il 2014.

Anonymous said...

Non posso che ammirare l'irruenza sincera di (no caste)...
Poiché non sò se è un giovane idealista deluso,o un anziano che non ha,però, preso atto che con l'età è consiglibile prima pensare...poi parlare o agire....non posso emettere giudizi sui suoi metodi alla "Dario Argento" di risolvere i problemi che ci infasidiscono in comune. .
Certo chi si figura l'immagine di un esecuzione sommaria,allo stadio,vista da una delle due curve,e trasmessa per gli altri in TV...non si può certo accusare di "pontificare"...qui siamo nel cretinismo più fine, mescolato al patologico più sadico..(non mi permetto di dire come altri avrebbero fatto... linguaggio da sparacazzate)
Comunque,visto che sono Romano,incazzato più di te sull'odierna situazione...mi permetto pure Io di dire la mia sul "flop" del 18 dicembre.
A Roma era stata predisposta una forza antisommossa di circa 2000 persone....molti "incazzati"più di te ,ma con un Q.I.troppo superiore al tuo...hanno mangiato la foglia...avendo in mente i risultati analoghi avvenuti in Grecia.
Il flop c'è stato ,ma per chi cercava motivi per una repressione esemplare.
il Popolo degli incazzati è cresciuto,non ha abboccato,è rimasto a casa....ma l'incazzatura rimane...
Fortunatamente di giustizialisti come te sono venuti in pochi...e non hanno...smosso le loro chiappe per mostrarle nei loro cortei...è per questo che ancora possiamo parlare "liberamente" e studiare intelligentemente come...alla fine liberarci da chi ci opprime.
Vedo che ci tieni tanto a far sapere che hai fatto le scuole primarie(corretto uso degli apostrofi),ma poi hai continuato con le secondarie,superiori...magari una Laurea???Dal livello mentale che dimostri,almeno per i problemi politici, non mi sembra che sei andato troppo lontano....o per lo meno con poco profitto....o forse mi sbaglio.
Non ti rovinare,con queste sparate quel po' di fegato che dici di avere,mantienitelo sano (termine ciclistico)per quando arriveranno le montagne...per ora siamo solo agli inizi..... Buon Anno....Cordialmente Mar

Nessie said...

Per cortesia, non facciamo i soliti inconcludenti Italiani delle solite risse interne, sennò non pubblico più nulla o tolgo addirittura la sezione dei commenti, visto che di stare sul web in questi giorni ne ho ben poca voglia. D'ora in poi i post dove ci si sbertuccia le chiappe come fanno i babbuini chiusi dentro le gabbie, non li pubblicherò più.

Ci mancherebbe altro che oltre a dover identificare i nemici esterni, si perdesse tempo nelle discordie da portineria!Ecchediamine!!!

Anonymous said...

OT: lo so che non c'entra niente con l'argomento in oggetto ma è solo per dire che il Nwo si sta muovendo in fretta anche per la chiesa del gesuita Bergoglio:

http://www.dagospia.com/rubrica-29/Cronache/bergoglio-revolution-la-chiesa-dei-gesuiti-che-celebra-il-funerale-della-transessuale-andrea-e-69074.htm

messa di requiem per un trans chiamato col nome femminile.
Buon 2014 a tutti!

Z

Nessie said...

Che tristezza! Per inciso, nel libro della Magli c'è un capitolo contro i gesuiti e la loro ipcrisia dal titolo "Ignazio di Loyola e le donne".

Ecco invece un santo anti "usurai" come S. Antonio da Padova:

Antonio predicò in favore dei poveri e delle vittime dell'usura:

« Razza maledetta, sono cresciuti forti e innumerevoli sulla terra, e hanno denti di leone. L'usuraio non rispetta né il Signore, né gli uomini; ha i denti sempre in moto, intento a rapinare, maciullare e inghiottire i beni dei poveri, degli orfani e delle vedove… E guarda che mani osano fare elemosina, mani grondanti del sangue dei poveri. Vi sono usurai che esercitano la loro professione di nascosto; altri apertamente, ma non in grande stile, onde sembrare misericordiosi; altri, infine, perfidi, disperati, lo sono apertissimamente e fanno il loro mestiere alla luce del sole »

Il giorno che trovo un ordine religioso come questo, giuro che prendo i voti :-)

Anonymous said...

PREVISIONI ASTROLOGICHE 2014 (Il Vate)
Cari amici del Blog, ultima filastrocca
che nel 2013 ancor mi sgorga di bocca,
per darvi alcune costruttive previsioni
come Nessie nel post da disposizioni!
La prima che urge e necessita al paese
è cacciar il vecchio fautor di larghe intese,
che giunto ormai alla piena demenza senile
c’ha portato a raschiar il fondo del barile,
ha ragione Vanda niente più televisione
ad ascoltar il 31 questo emerito coglione!

Con l’oligarga Re-farsa ormai detronizzato ,
s’incominci a pensar seriamente allo Stato,
mandando a casa a calci in culo e in fretta
questo mal-governo che fa solo la burLetta,
cominciando a tagliar vitalizi e prebende
a deputati e senator ormai figure orrende.
Eliminar da subito il doppione del Senato
e con esso l’euro-falso che non è mai nato.
Si dia ritorno alla nostra sovranità monetaria
e sparisca dai nostri occhi la troi(k)a elitaria!

Eppoi per risolver il problema clandestini
checchè ne dica la congo-lesa e La Boldrini,
o Sor Pampurio e sua cleriglobal congregazione
ve la propongo io nà bella ed efficace soluzione!
Installar a Lampedusa più di un vero cannone ,
e mirar, sparando a vista ad ogni imbarcazione
vedrem che per altre sponde prenderan direzione!
No! amici, non sono nient’ affatto inasprito
No-caste, ha messo davvero sulla piaga il dito.
A mal estremo, si pone rimedio estremo
Solo così, a poco a poco forse rivivremo!!!!

A Tutti Voi –Sereno e Felice 2014 (IL VATE)

Anonymous said...

Per la verità, Nessie, non sono soltanto inasprito, ma incazzato nero…

Ho cercato di “recuperare” andandomi a leggere i post precedenti.
Johnny Doe è stato encomiabile: un vero trottolino e se avessi saputo della sua presenza in Piazza del Popolo avrei cercato di incontrarlo. Vanda ha fatto la sua parte. Tu stessa hai partecipato. Come Aldo e credo altri (mi scuso se al momento mi sfuggono i nomi).
Poi ci sono stati i latitanti, qualcuno dei quali si è rifatto vivo adesso per spiegare a noi mentecatti il perché e il percome…
Oltre agli uomini non ci sono soltanto caporali e quaquaraquà, ma anche piagnoni, fancazzisti, cacadubbi e soloni. Ciascuno può scegliersi la casella preferita, ricordando che ne può occupare anche più di una contemporaneamente.

Sul mezzo fallimento della manifestazione di Roma, non ho bisogno di lezioni “terze”: tu conosci la mia opinione, perché te l’ho scritta in privato. La confermo, come confermo le mie previsioni per i prossimi mesi.
E ribadisco che impiccare i responsabili dei nostri guai è un programma politico serio, anche se può dar fastidio a chi passa le giornate a grattarsi la pancia. Pure “Sainte Guillotine” era una cosa seria.

Come puoi constatare leggendo il mio commento di sopra, io non ho ingiuriato nessuno. Non mi si potrebbe accusare di questo neppure se avessi scritto che qualcuno, pur atteggiandosi da grande intellettuale, maltratta ogni tre per due l’ortografia, la grammatica e la sintassi, perché sarebbe stata solo una pura e semplice constatazione…
Non ho tirato in ballo il Q.I. o l’età (infantile o senescente) e altri “complimenti” del genere.

Intervengo su questo Blog dal 24 dicembre 2009. Ho scoperto le mie carte fin dall’inizio, manifestando chi sono e da dove vengo. Ho rivelato i miei trascorsi politici. Ho dichiarato di essere stato amico e allievo di Giacinto Auriti. Sono stato il primo a linkare qui una poesia di Pound (“Con Usura”). Credo di aver dato un contributo alla comprensione dei meccanismi del signoraggio, della formazione del debito pubblico, ecc. E questo con largo anticipo sull’inizio della speculazione contro l’Italia.
Spero di essere stato utile a qualcuno, ma non esiterò ad andar via se per la seconda volta sarà concesso a un cialtrone semianalfabeta (che non ho neppure nominato) di insultarmi ed avere l’ultima parola nei miei confronti.
(no caste)

PS:
Ringrazio Il Vate. Rilevo con piacere che qui siamo almeno in due a pensarla allo stesso modo

Vanda S. said...

Cara Nessie (e cari amici), come ho già detto qualche tempo fa questo blog e' un isola felice lontano dall'incombente idiozia umana!
Mi dispiace molto che No Caste sia così deluso ed amareggiato e vorrei dirgli che, anche se in "apparenza" abbiamo perso una battaglia la guerra' e' solo cominciata! Purtroppo temo che questa guerra sarà lunga e mieterà molte vittime silenziose (suicidi) e non. il POTERE dei mondialisti e' forte e controlla i nodi nevralgici delle nostre società. Confesso che anch'io nel mio immaginario, ho sognato scene di esecuzioni sommarie capitali (io preferirei una ghigliottina davanti ai palazzi del potere!), ma mi rendo conto che e' frutto della mia rabbia e dello sfinimento dovuto al fatto che ogni giorno assisto al fatto che ci sono migliaia di persone che DERUBANO E MILLANTANO gli italiani e, oltre a essere impuniti, sono anche pagati profumatamente per farlo!!!!! Inoltre credo che in Italia c'e' ancora una buona fetta di società (sembra sia il 35%) che vive grazie ai nonni: molte famiglie vivono con i genitori, che li aiutano a sostenere le spese. Quando anche quest'altra risorsa economica sarà finita, vedremo ancora più povertà e disperazione di quella che vediamo oggi e allora le persone troveranno delle buone motivazioni per lottare! Purtroppo credo che oggi non abbiamo ancora un numero elevato di disperati!
Rinnovo la mia profonda simpatia e affetto al nostro VATE, sempre pronto a sollevare il nostro spirito con le sue rime.
Fra pochi giorni sarà il 2014: il tempo passa e, per fortuna, tutto cambia! La storia di questo pianeta e' ciclica e anche queste tenebre si dissiperanno e tornera' a splendere la nuova era dell'uomo. Forse sono un inguaribile romantica, ma voglio immaginare un ultima battaglia come quella dell'episodio finale del "Signore degli Anelli" : siamo minacciati dal regno di Mordor (Nuovo Ordine Mondiale) e noi siamo quelli che affiancano Aragon nella battaglia finale. A loro Aragon si rivolge dicendo: "Figli di Gondor, di Rohan. Fratelli miei. Vedo nei vostri occhi la stessa paura che potrebbe afferrare il mio cuore! Forse arriverà un giorno in cui il coraggio degli uomini verrà meno, e abbandoneremo i nostri amici, e spezzeremo ogni legame di fratellanza, ma non è questo il giorno! Un'ora di scudi spezzati quando l'era degli Uomini finirà, ma non è questo il giorno! Oggi, noi combattiamo! Per tutto quello che vi è caro suquesta terra, vi invito a resistere, Uomini dell'Ovest!" Spero che ci sarà lo stesso grido quando il popolo europeo deciderà di combattere i nemici e riprendersi le sue terre!!!! Nel frattempo: CORAGGIO!

Nessie said...

Grazie Vate, per la simpaticissima filastrocca di fine anno, un anno lungo, brutto dove anche la sottoscritta è stata torchiata di tasse a non finire (come buona parte degli Italiani). Con l'aggiunta del fatto che è bastato un errore del 730 per vedermi recapitare una cartella pazza da capogiro da parte dell'Agenzia delle Entrate, senza che la maramaglia sindacale dei Caf, si fosse assunta la sua responsabilità dello sbaglio commesso. Altro che consulenza! Qui ci vogliono tutti quanti stramorti, ma venderemo cara la nostra pelle.

Vanda S. said...

L'avete letta questa?????

http://www.telereggio.it/2013/12/27/un-presepe-differente/

Il Sor Pampurio sta facendo veramente dei DANNI PESANTISSIMI!!!!

Nessie said...

No caste, nessuno mette in dubbio i tuoi contributi al blog. Ma non si può nemmeno pensare di imitare i compagnucci dei tempi gloriosi allorché andavano a prelevare a domicilio i crumiri e li gonfiavano di botte se non partecipavano ai loro scioperi. E sebbene i famosi "picchetti duri" d'antan, fossero utili, qualche faccia pesta e gonfia di sangue di qualche operaio di troppo che non voleva parteciparvi l'hanno lasciata sul campo. Lo facevano anche davanti ai licei e agli Atenei universitari, gli studenti rossi, contro quelli che non si allineavano con loro a disertare le lezioni.

Questo per arrivare a dire che i livelli di consapevolezza non possono essere imposti con la forza.
Se manchi da questo blog da parecchio tempo perché hai di meglio da fare in materia di interventi pratici, io ne sono contenta. Ma del post che hai pubblicato detta in tutta sincerità, non mi è piaciuto il tono.
Non è vero che solo il Vate condivide le tue idee, in sé condivisibilissime. E' il tono che fa la musica.

Tranquillo, Mar, non avrà altri diritti di controreplica. Ma non intendo accettare toni di aut aut da parte nessuno.
D'altro canto prima o poi, per come gireranno le cose, i blog esauriranno la loro funzione di chiamata alla pugna. Non escluso anche questo.
Poi comunque è vero che l'anno che verrà finché avrà i soliti burattini degli usurai, non sarà diverso da questo e che solo noi possiamo cambiarne il corso. Ma è anche vero, che esistono pure le nostre vite individuali (la salute, le persone che ci sono care). E augurare Buon Anno alle persone è sempre un gesto di cortesia.

Nessie said...

Vanda, grazie per "l'isola felice", e auguro tanta tanta felicità, salute e fortuna anche a te.

Nessie said...

Sui presepi. E' da mo' che si scatena l'iconoclastia e la blasfemia e questa almeno non è una novità esclusiva di Bergoglio. Hanno iniziato a fare presepi coi calciatori, poi con altri personaggi dello spettacolo. Oppure fanno sagome talmente brutte che è impossibile vederci dentro la Sacra Famiglia. L'ultimo che ho visto io in montagna è un presepe fatto con tronchi di betulla non lavorati e lasciati in tondo, col risultato di sembrare dei robot. Un tempo in montagna si trovavano abilissimi intagliatori e scultori del legno.
Se manca la Bellezza, manca il senso del Sacro.

SILVIO said...

MONIA BENINI ? :
A mio parere, è ”fake”.
Le prove indiziarie ? Eccole :
1) - Ha ricoperto la carica di segretaria provinciale del Partito dei Comunisti Italiani di Ferrara ;
2) - È stata la “portaborse” parlamentare del senatore del PDCI Fernando Rossi, già sindaco comunista di Portomaggiore ;
3) - Ha fondato poi - in tandem col predetto Fernando Rossi - la “Officina Comunista - Per il Bene Comune” ribattezzata in seguito (per non destare sospetti) come movimento politico di liberazione nazionale “Per il Bene Comune”, la cui lista fu ammessa a partecipare alle elezioni politiche del 2008 solo grazie alle adesioni della senatrice Franca Rame e dell'europarlamentare Giulietto Chiesa (adesioni che sollevarono quella lista dall'obbligo di raccolta delle firme in almeno 5 ragioni italiane)(PBC = “Per il Bene Comune”);
5) - Ha recentissimamente partecipato ad un meeting (tenutosi ad Atene il 3 dicembre 2013) organizzato da Dimitris Kazaki , economista comunista greco nonché fondatore di EPAM (= “United People’s Front”) a cui aderirono anche i seguenti movimenti internazionali (pseudo-identitari e di netta matrice ideologica sinistrorsa):
EPAM (United People’s Front) /Greece - “Union Républicaine Populaire”/France - “Per Il Bene Comune” /Italy - “Asociación Democracia Real Ya” / Spain - “Campaign for an Independent Britain” /Britain - “Alza Il Pugno/Eurotruffa”/Italy - “Economia Per I Cittadini”/ Italy - “National Platform”/Ireland - “Mouvement Politique d’Emancipation Populaire”/ France - “IPU”/ Finland.

Conclusione.
A mio parere, il PBC di Monia Benini e di Fernando Rossi è un “asteriode” della galassia progressista italiana (= “Marciare divisi per colpire uniti”).
La quale, a sua volta, rappresenta una pedina importante della scacchiera mondialista del ”Common Good” (= “Bene Comune”) predicato dai comunisti temporeggiatori/ comunitaristi fabiani (esempi: Amitai Etzioni, Michael Sandel, Rene Cuperus, Gordon Hughes, Aldo Caliari, ecc. ecc.) e fatto proprio dalle Nazioni Unite nella “Carta della Terra” e nella “Agenda 21“.
-------------------------
I miei più fervidi auguri di Buon Anno a Nessie ed agli amici del blog

Nessie said...

Carissimo Silvio, intanto ben ritrovato!
I trascorsi della Benini (PdCi e Diliberto detto Diliberia) li conoscevo già. Non però tutti i dettagli e gli indizi circostanziati e utilissimi che ci fornisci. Che fare allora? Cancellare tutto il video?

Il buon Dio mi ha fornito potenti filtri e sensori e di ciò lo ringrazio. E allora d'abitudine mi comporto così: se su 99 cazzate, una persona (anche nemica per ideologia) ne dice una centesima giusta, io prendo in esame quella e scarto tutto il resto. Questo come sai già, vale anche per la stampaglia sempre più mistificatrice.

Purtroppo che gli oligarchi (menti malvagiamente sopraffine) abbiano previsto anche la protesta e la contrapposizione alle loro soperchierie è sempre più evidente (Grillo docet e solo lui!). Fake, replicanti e ologrammi saranno lo scenario fanta-horror da incubi del nostro panorama.

Auguro anche a te un Felicissimo 2014 unitamente a tutti i tuoi cari!

Anonymous said...

Interessante articolo per capire i movimenti del vecchio demente al Colle!! Rinnovo i miei auguri Buon 2014 (IL Vate) http://www.coscienzeinrete.net/politica/item/1694-napolitano-blinda-la-dittatura-dell’emergenza-ci-hanno-impoverito-per-comandarci-meglio

Anonymous said...

Accetto il rimbrotto Nessie, riconosco di avere ecceduto nei toni e me ne scuso.

Mi spiace sapere che anche tu hai ricevuto le attenzioni della Banda Befera. A me è successo qualche mese fa. Mi hanno detto: «Puoi fare ricorso, ma prima devi pagare».
È giusto: così si comporta lo Stato usuraio. Mentre lo Stato biscazziere agevola il proliferare di quelle infernali sale gioco dove i disperati possono tentare la fortuna, magari dopo una visita al “Compro Oro” messo proprio lì, a due passi…
(no caste)

Nessie said...

Letto Vate. E aggiungo un'altra cosa importante: negli States la strategia del "terrorismo islamico" e dello "scontro di civiltà" è servita a far digerire ai cittadini americani e non, l'amaro boccone dello spionaggio delle loro telefonate, email e intrusioni varie nella loro privacy. Da sempre il POtere utilizza la strategia dell'emergenza (il terrorismo, le crisi economiche provocate per l'uopo) per SPIARE ed eleaborare dati su di noi. Bella Napoli, comunista preferito di Kissinger, queste cose le sa bene.

Nessie said...

Lasciamo perdere No caste... E non solo. Oltre a ciò, mio marito ha ricevuto una multa automobilistica risalente al 2006 (quindi in teoria, caduta in prescrizione) con tutti gli interessi di mora e gli anatocismi possibili e immaginabili fino a diventare 750 euri. Aveva già pagato? E chi lo sa! nessuno tiene le ricevute per così tanto tempo. Era caduta in prescrizione? Sì, ma prima bisogna pagare, poi l'Agenzia delle Entrate, dice che rimborserà...Seee...
Hanno fatto sparire, e non a caso, i giudici di pace dai tribunali, figure al servizio dei cittadini, cool risultato che ora il cittadino è SOLO a combattere contro questi abusi, contro queste truffe usuraie che possono saltar fuori a sorpresa a chiunque e da un momento all'altro come un nemico invisibile che si apposta dietro a un angolo buio della città e ti accoppa mentre, ignaro, stai per rincasare.

Qui non bastano corni, amuleti, talismani, scongiuri e zampe di coniglio scaramantiche...
Altroché se sarebbero tutti da impiccare!

Anonymous said...

Ciao Vanda, Auguri a te e Buona Battaglia.
Anche io sono persuaso che siamo solo all’inizio…
A partire dal 2014, con l’entrata a pieno regime del Fiscal Compact, potremmo ritrovarci con leggi di Bilancio da 50, 60 miliardi la botta e allora forse comincerà a svegliarsi anche chi oggi dorme sonni paciosi.

Ti invito, nel caso non la conoscessi già, ad ascoltare questa intervista a Paola Musu: http://www.youtube.com/watch?v=oEvJadkfb98

Dura circa dieci minuti e contiene anticipazioni interessanti, anzi: terribili.
Inoltre, verso la fine ci sono rivelazioni su come altri riescano, pur dentro la gabbia dell’UE, strappare concessioni che noi possiamo solo sognarci. Ad esempio: stampare moneta e sforare il deficit di oltre il 4%. Lo fa la Francia, per finanziare le sue politiche di sviluppo. Che si fanno “a debito”, come sanno tutti tranne i nostri talebani-bocconiani.
Ma la Francia ha sull’Italia un vantaggio incolmabile, potendo contare su una classe politica ancora capace di “sacro egoismo nazionale”, sebbene sia anch’essa complice dell’usurocrazia.
Noi invece dobbiamo contentarci di scendiLetta che scrivono libri intitolati “Euro sì. Morire per Maastricht” e sono bene felici quando possono fare “compiti a casa” che comportino lacrime e sangue per i loro concittadini.

C’è qualcosa di aberrante e che andrebbe analizzato a livello psicanalitico in questo atteggiamento di odio sfrenato dei nostri (s)governanti verso il popolo al quale – pure – dovrebbero appartenere…
(no caste)

Nessie said...

Ascoltato l'intervista della Musu. Sì è terribile sapere che i più bischeri, i più bistrattati, i più torchiati, salassati e spremuti siamo noi, grazie a quei mentecatti della ns. classe dirigente che dirige solo nella loro direzione! Cioè verso la catastrofe.
E che perfino la Francia ha la sua exit strategy per la stampa in Nuova Caledonia della vecchia moneta nazionale.
Della Musu segnalo anche quest'articolo sulla morte della ns. repubblica:

http://www.stampalibera.com/?p=69786

SILVIO said...

Fossi in te, Nessie, “bannerei” Monia Benini. Ne spiego i motivi.

Monia non è una donna qualunque. È scaltra, colta, navigata, scrive e parla fluentemente in inglese e francese ed ha ben definiti agganci internazionali.
Ergo : non può non sapere quel che bolle nel pentolone del NWO progressista/rothschildiano in merito al destino futuro degli Stati nazionali e dell'Unione europea.

Argomento concisamente:
1) - «No Euro, a prescindere!» insistono, ruggendo, gli euro-scettici “della prima ora”.
2) - «No Euro per l'Italia!» predicano, infidi, gli euro-scettici “della penultima ed ultima ora”, compresi i movimenti posticci e telecomandati di liberazione nazionale.
3) - «No Euro per la Germania!» o, in alternativa, «Fuori dall'Euro i Piigs!» ghigna George Soros, la “iena ridens” ungaro-babilonese.
4) - «No Euro per i Piigs!» barrisce il pachiderma teutonico Hans-Werner Sinn , che è il ventriloquo prediletto di Wolfgang Schäuble.

Che sta succedendo ? Tutti - più o meno - d'accordo appassionatamente ?
Non è possibile. E allora, chi è che bara e chi no ?

A mio parere, i bari sono quelli elencati ai punti (2) – (3) – (4) (ne riparleremo dopo le elezioni europee del maggio 2014).
Per intanto, la Commissione europea ha già dato il via libera alla sua squadra di killers tecnocratici (guidata dal globalista Ignacio Garcia Bercero) di portare a termine il l terzo round delle trattative UE-USA in merito al perfezionamento del TTIP (= “Transatlantic Trade and Investment Partnership”), che è il fratello gemello del TPP (= Trans-Pacific Partnership).

Che significherebbe ciò (ove venissero entrambi ratificati) ?
La diluizione di Usa – Canada – Messico – Unione Europea, ecc. ecc., nel NWO progressista/rothschildiano.

Questo è l'immane pericolo che incombe.
Prepariamo ora i fucili d'assalto.
Dopo, sarà troppo tardi.

Nessie said...

Sì Silvio, ma da quest'Euro, occorre uscirne o tenercelo come tagliola permanente? E' questo che va spiegato, dato che anche Barnard sta facendo grandi manovre per la rinegoziazione dei Trattati Ue e alla trasmissione La Gabbia parla spesso di ritorno alla lira.

Anonymous said...

Ciao a tutti,
senti, ora passerò per quella che è appena scesa dal pero, ma se la consulta ha dichiarato illegale il "porcellum" perchè continuano a legiferare senza che ne abbiano il diritto?
Forse mi è sfuggito qualcosa....
Augurare buon anno, sinceramente, mi sembra una presa per i fondelli, considerando quello che ci aspetta, in ogni caso, auguro tanta Buona Salute a tutti (mi sembra più onesto).
Laura

Nessie said...

Laura, io me la spiego così: Napolitano che si è autoincoronato Monarca assoluto privo di ogni statuto costituzionale, applica il latinissimo e dispotico "ET SI OMNES EGO NON" .

Cioè quando lui, che presiede il Consiglio Superiore della Magistratura, dice che una cosa non vale, non la fa valere. Quando invece dice che il Parlamento (che a conseguenza della Consulta, dovrebbe essere illegittimo) DEVE funzionare comunque, allora lo spettacolo deve continuare. SHOW MUST GO ON.

Aldo said...

Nessie, permettimi, con spirito quanto mai costruttivo, di suggerire a No Caste di non esporsi a vuoto.

No Caste, quando si ha a che fare con un avversario troppo forte è più costruttivo "fare gli indiani", non dare nell'occhio, passare "da dietro" e fingere che non sia mai successo nulla. Se hai da fare e se SAI fare, fai. Ma taci, non far vedere, non far conoscere, non rivendicare. Assicurati d'avere intorno gente magari passiva ma altrettanto amante del silenzio. E, soprattutto, buona fortuna.

Riporto: "La Resistenza coinvolse oltre 200.000 combattenti partigiani, di tutte le classi sociali, ma appartenenti soprattutto agli strati proletari; lo scopo era di raggiungere un ampio rinnovamento sociale e politico. A nord i partigiani godevano di un vasto appoggio popolare. La lotta non si sviluppò esclusivamente con attacchi armati, ma vi era anche la componente resistenziale passiva (la rete degli informatori, dell’accoglienza: chi ospitava e nascondeva i partigiani, chi gli forniva il cibo).
E' vero che una buona parte della popolazione fu attendista, non si schierò per paura degli uni e degli altri. Molti avevano sostenuto il fascismo e non volevano esporsi prima che si capisse chi sarebbe stato il vincitore. Questi non parteggiavano per la resistenza, ma non si esprimevano nemmeno in favore del regime."


Lascia perdere che si parli di destra, sinistra, rossi, neri, grigi... Cambiano i colori, ma non le forme e, soprattutto, non la sostanza.

Nessie said...

Di silente costruttività senza inutile ridondanza ce n'è sempre bisogno, Aldo.

Anonymous said...

Grazie per l'illuminazione Nessie, così ha un senso, anche se folle.
Da:http://perchiunquehacompreso.blogspot.it/:
Alle prossime elezioni vota ALI' BABA', almeno sei sicuro che i ladroni sono "solo" 40.
Laura

Vanda S. said...

Confesso che quello che ha scritto Silvio mi terrorizza!!!! Sembra davvero la trama di un film di fantascienza-horror!!!

Aldo hai ragione sulla Resistenza ed i suoi numeri, ma bisogna agire con ESTREMA cautela e scaltrezza perche' abbiamo a che fare con delle iene assetate di sangue!!!!

Laura, il tuo link mi conduce a una pagina senza alcun articolo. Appoggio anch'io Ali Babà a patto che sia almeno copto ! ;-)

Nessie said...

Sì, inquietante, Vanda. Che dire? Nel dubbio meglio rimuovere quel video. Mica voglio essere io a fare da involontaria cassa di risonanza...!

Attendo però che Silvio risponda alla mia domanda di ieri (7,05 pm) sull'euro, dato che improvvisamente ora tutti quanti sembrano aver infranto il tabù e si mostrano anti-euro, dopo aver permesso questa scellerata predazione.

Anonymous said...

Letta fa lo smargiasso e si inventa tagli di tasse x il 2014 che non ci saranno

http://www.lindipendenza.com/letta-fa-il-gradasso-e-sinventa-il-taglio-delle-tasse-nel-2014/

Z

Anonymous said...

Ciao Nessie,non sono brava come astrologa ma, nonostante la situazione attuale non rendea particolarmente ottimisti, ti faccio i miei migliori auguri per un sereno 2014.
Maria Luisa
PS
Spero sia una bufala:http://www.antikitera.net/news.asp?ID=12941

Nessie said...

Lo spero tanto anch'io Maria Luisa.
Buon 2014! E buone battaglie contro questi vermi.

Vanda S. said...

Microchip obbligatorio ancora no....ma non siamo molto lontani da un prossimo futuro....L'RFID e' gia' in programma..

http://it.wikipedia.org/wiki/Radio_Frequency_IDentification

SILVIO said...

@ Nessie

Tenerci l'euro, più gli annessi e connessi ? Non sia mai !
Sarebbe come optare volontariamente per il suicidio di massa.
Non dimentico mica quel che disse Robert Mundell (= “il genio del male” che architettò l'euro, dopo avere ideato le “Reaganomics”) al giornalista investigativo Greg Palast che lo intervistò:
« Lei sostiene che l'euro è stato un fallimento ? Lei è un ingenuo...Posso assicurarle invece che l'euro ha centrato e sta centrando tutti gli obiettivi per cui venne creato...».
Chi conosce la teoria della “distruzione creativa” di Joseph Schumpeter capisce al volo che Mundell non parlò allora né a caso né a vanvera, visto che l'euro è stata ed è l'arma silenziosa di distruzione di massa di molti Stati nazionali europei.
Prima o poi, verrà anche il turno della Germania. Le prime avvisaglie sono state già avvertite.
Ad esempio, in questo allarmato articolo “Deutsche Mittelstands Nachrichten” denuncia che Goldman Sachs, Morgan Stanley, JP Morgan ed altri colossi finanziari multinazionali si sono impadroniti di importanti settori dell'economia tedesca e che tale tendenza continua inesorabile:
http://www.deutsche-mittelstands-nachrichten.de/2013/12/58035/

Ma il peggio deve ancora arrivare. Mi riferisco al ”Bail-in”.
Tale locuzione appartiene alla NeoLingua anglosassone ed è stata ideata per occultare all'opinione pubblica il suo vero significato, che è quello di confisca dei risparmi e degli averi delle famiglie e di ogni singolo cittadino (eccetto quelli appartenenti ai super-ricchi) col pretesto di salvare le banche.
”Caveat Depositor”: l'ha deciso a maggioranza il vertice del G 20 riunitosi in Francia nel novembre 2011 :
http://www.bt.dk/sites/default/files-dk/node-images/669/4/4669151-france-finance-economy-public-debt-g.jpg

L'opera di confisca e di predazione verrebbe completata dall'utilizzo di “Unfinished Business” e “Public Enterprise in Crisis”, che sono i manuali (della Fabian Society) principalmente utilizzati dai governi centrali e locali per vendere i beni e le attività degli Stati nazionali attraverso la formula del partenariato pubblico-privato secondo una strategia globale volta a trasferire (direttamente o indirettamente) i frutti della privatizzazione in proprietà dei big di London City/Wall Street.

Infine, dovrebbe giungere il “peggio del peggio”.
Cioè, TTIP + TPP = NWO progressista/rothschildiano.
Ma un centinaio di alti ufficiali Usa è già sul piede di guerra, disposto a tutto pur di salvare la Nazione, la Costituzione e la bandiera americana.
Ne vedremo delle belle!
Quelli non scherzano...faranno nero “l'Abbronzato”, come minimo!

Nessie said...

Quindi, Silvio, in sostanza il "bail -in" sarebbe la soluzione (finale) alla cipriota!

E le soluzioni poste sul tavolo, visto che hai criticato anche la Benini, sarebbero tra costoro e i "nuovi" propugnatori del No euro in versione globalista "decrescitista" "pauperista" modello POrto Alegre.

Non c'è che dire: abbiamo delle chance e delle grandi opzioni!

Vabbè, per stasera festeggerò (non si sa bene cosa) con gli amici.

Intanto, raccomando a tutti quanti di non ascoltare il discorso del vecchio massonaccio del Colle. A meno che non si desideri masochisticamente che il cenone resti sullo stomaco.

Ancora auguri a tutti!

Anonymous said...

# Aldo.
Ti ringrazio per i consigli, dei quali – sapendoli sinceri – farò tesoro, sebbene il carattere mi spinga al confronto aperto: tra il Samurai e il Ninja, la mia preferenza andrà sempre al primo…

Avrei qualche dubbio sui numeri della Resistenza e sul reale appoggio riscosso, a suo tempo, a livello popolare, dato che oggi perfino Giampaolo Pansa – dopo più attente ricerche – rivede certi giudizi. Lui che, pure, si laureò a pieni voti con Alessandro Galante Garrone con una tesi di oltre 500 pagine sulla guerra partigiana.
Ma nella sostanza condivido la citazione e soprattutto le tue conclusioni: «destra, sinistra, rossi, neri, grigi…» andrebbero consegnati al dimenticatoio della storia. Certi steccati – e recenti avvenimenti lo confermano – sono mantenuti artificiosamente in piedi dal Potere allo scopo di “dividere”, mentre avremmo una disperata necessità di “unire”.

Auguro Buon Anno e Buona Battaglia a te, a tutti quelli che hanno “partecipato”, alla nostra paziente Padrona di casa che oltre a partecipare ha fatto da cassa di risonanza e al “Trottolino della Rivoluzione” – Johnny Doe – che immagino preso dal giusto riposo del guerriero…
Vorrei inoltre citare degli splendidi ragazzi che negli ultimi tempi ho avuto modo di conoscere più da vicino: quelli di CasaPound, impegnati in questi giorni a consegnare “pacchi viveri” agli italiani indigenti (solo agli italiani).
Mi piacciono. Forse perché rivedo nel loro entusiasmo il me stesso di qualche anno fa, e perché sono gli unici ancora capaci di “provocazioni futuriste” in un Paese di morti viventi… Senza dimenticare la cosa più importante: sono riusciti ad organizzare un gruppo di protezione civile (“La Salamandra”) che si sta estendendo su tutto il territorio nazionale. Da Roma a Milano, da Bolzano a Pordenone, a Napoli ecc.
Sono stati presenti all’Aquila, in Emilia-Romagna e recentemente in Sardegna. E senza sventolare bandiere di partito o godere di sussidi statali.
Render merito al loro operato è il minimo che possa fare.
(no caste)

Anonymous said...

# Nessie.
Per quel che può valere la mia opinione, restare nell’Euro o uscirne nel nome della “decrescita” (come vorrebbe anche Grillo) non cambierebbe i nostri destini. Sono le due facce della stessa medaglia o, se preferisci, la fotografia della nostra forca ripresa da destra o da sinistra.
Salveremo la pelle solo recuperando la sovranità monetaria (meglio: la sovranità tout court). Per finanziare politiche di sviluppo, non di decrescita.

Era una cosa che bisognava fare da subito, e ne discutemmo proprio qui, quando non eravamo ancora allo stremo, prima dell’avvento del Mortifero e delle sue letali medicine recessive: il “Salvaitalia” e il “Crescitalia”. Ora è tutto più difficile, ma più tempo si perderà, più lunga e faticosa sarà la risalita.

Però sbaglierebbe chi credesse che ci troviamo al punto in cui siamo per incapacità da parte dei nostri (s)governanti. Tutt’altro. A parte i 700, 800 “peones” che siedono in Parlamento, cooptati solo per ratificare e che neppure si scomodano a leggere quello che votano, gli altri, i “capoccia” sanno benissimo quel che fanno essendo complici da sempre: Dini, Ciampi, Prodi, Monti, Letta ecc. Compreso Berlusconi che dal 2008, diventato comproprietario di Bankitalia, è a tutti gli effetti uno di “l’or signori”.

Non possiamo sperare nulla da questa gente. E neppure dalle “nuove leve” che vediamo emergere.
Guardo e ascolto Renzi e mi chiedo: dopo Panariello, chi dobbiamo aspettarci prima di toccare il fondo? Checco Zalone?...
(no caste)

Johnny88 said...

Buon anno a tutti, augurandoci che segni l'inizio della fine dell'Euro-mostro.

Nessie said...

No caste, condivido il tuo discorso sui nostri (s)governanti. E non è un caso che la Magli se la pigli con veemenza in primis con loro. POtevano impedire tutto questo se avessero avuto un briciolo di amor patrio, ma non l'hanno fatto buttandoci direttamente e deliberatamente tra gli artigli dei "Mortiferi".

Grazie Johnny88, buon anno anche a te e a tutti i blogger e amici di buona volontà !

Anonymous said...

Ri-Auguri a tutti di Buona Salute.
Vi propongo un post che ho letto oggi, rispecchia alla perfezione il mio pensiero e, credo, di tanti fra Voi.
Nuovamente Auguri!
Laura
http://altrarealta.blogspot.it/

Vanda S. said...

Oggi la Troika ha mietuto l'ultima vittima suicida/omicida del 2013 : un uomo di Torino disoccupato da un mese e disperato!
http://www.corriere.it/cronache/13_dicembre_31/uccide-moglie-suocera-spara-figlia-30enne-8282aa0c-721f-11e3-9570-45a67b1bba62.shtml
Stasera' brinderò all'augurio di vedere questi maledetti che hanno ridotto l'Italia in questo stato, appesi a una forca con la lingua di fuori!!!!
E chi non beve con me, "peste lo colga" !
Auguri, amici!

Aldo said...

Nessie: "Potevano impedire tutto questo se avessero avuto un briciolo di amor patrio, ma non l'hanno fatto buttandoci direttamente e deliberatamente tra gli artigli dei "Mortiferi"."

Perché, facendo essi stessi parte a pieno titolo dei mortiferi, hanno il loro grasso e gradito tornaconto. C'è gente che per molto meno venderebbe la madre, non vedo perché dovremmo pensare che distillando il peggio della società (e la scalata al potere distilla il peggio man mano che si sale) magicamente salti fuori gente dotata di migliori princìpi.

L'analisi razionale porta a concludere che quelli che stanno in cima a un gruppo sociale sono sempre coloro che hanno le migliori capacità e le peggiori intenzioni che quel gruppo sociale può esprimere. Ergo, altrettanto razionalmente si può concludere che non è mai male agire in modo da ostacolare il più possibile gli arrampicatori.

E' un processo che si attua a partire dai livelli più bassi, gomito a gomito con i figli, la moglie, i parenti, i vicini, il capufficio, il principale, il parroco, l'assessore... e su, su salendo verso i "piani alti".

Chi sente il desiderio di iniziare la scalata è, almeno in embrione, peggiore di coloro che ha intorno. Va ostacolato, sgambettato, sabotato. Sempre. Subito. A partire dalle piccole cose, da quei minuscoli "sì" che ci lasciamo sfuggire quotidianamente, per "quieto vivere", nei confronti degli aspiranti tiranni che ci circondano. Ognuno di quei "sì" è un boomerang che ci tornerà sulla testa amplificato a dovere dalla catena dei furbi turno, in un crescendo rossiniano fino ai più "alti" livelli.

Sembra un commento inutile, ma non credo che lo sia completamente. Nel mio piccolo, con metodi obliqui e poco appariscenti, questo messaggio cerco di far passare alle giovani generazioni. Una goccia nel mare è poca cosa, ma sempre acqua è. Abbiamo bisogno d'escludere dalle nostre vite gli arrampicatori, di isolarli, di ostracizzarli.

Nessie said...

Sì, Peste lo colga. Siamo nel 2014, sperèm!

Aldo said...

Vanda, ho appena centellinato un bicchierino di grappa fatta in casa (dunque esente da accise) levando il bicchiere in seguito al tuo invito. Ora mi aspetto che tu brindi con me quando stapperò la bottiglia di buon brachetto che tengo in cantina con su scritto un nome "napolitano". La stapperò con soddisfazione il bel giorno in cui la "persona" alla quale la bottiglia è dedicata passerà nel mondo dei più. Non è molto che ho stappato quella con su scritto "cossiga". Era moscato, quello, purtroppo un po' svaporato perché tenuto lì per più tempo di quanto sarebbe stato auspicabile. Con "andreotti" m'è andata meglio, perché era un barbera fermo e ha retto meglio l'eccessivo invecchiamento. Purtroppo non ho una cantina sufficientemente grande per tenere tutte le bottiglie che dovrei dedicare ai troppo numerosi delinquenti di stato che ci affliggono.

Nessie said...

Andreotti?! E' quasi da rimpiangere rispetto alla nomenklatura odierna. Fu quello che rimpatriò l'esodo di albanesi da Durazzo, cosa che peraltro gli costò l'ostracismo della stampa internazionale, in particolare britannica. Gli Americani e gli israeliani lo detestavano per la sua politica panarabica, ma intanto grazie a quella, facevamo eccellenti affari energetici. Poi su di lui gli americani coniarono il celebre motto che quando il pianista del saloon suona male, ma si dispone solo di quello, non gli si può sparare. C'era la Guerra Fredda e l'Italia faceva comodo così com'era, perfino coi governi balneari. E difatti sul "pianista" Andreotti spararano solo dopo a seguito della fine della Guerra Fredda. Tout se tient

Sono ancora un po' frastornata dai fumi dei brindisi vari, ma lo spirito di discernimento mi funziona ancora...

Vanda S. said...

L'84 % circa degli italiani non hanno seguito il discorso di Giorgio Napolitano.
Non è stata solo protesta militante ma disinteresse spontaneo, sfiducia per lo Stato e per la classe politica che lo governa!
La gente è stanca!!
Molti di noi, ieri sera, hanno spento il televisore perchè vedono in Napolitano il dominus dell'attuale azione di governo.
Di fatto si sono sintonizzati su quella trasmissione la sinistra, gli alfanoidi ed i democristiani militanti!!
Appena 10 milioni di telespettatori.
Questi analiticamente i dati che sono stati diffusi:
RAI1 4.834.000 spettatori
RAI2 862.000 spettatori
RAI3 1.047.000 spettatori
CANALE5 2.174.000 spettatori
LA7 1.121.000 spettatori
Totale 10.038.000 spettatori.

Nessie said...

Ottimo Vanda! Una vera débâcle in perfetta sincronia coi nostri desiderata!

Anonymous said...

Solo i giornalacci di regime parlano di successo di Napolitano e di fallimento del boicottaggio. In realtà le cose stanno così...

http://www.qelsi.it/2012/il-discorso-di-napolitano-seguito-solo-dal-16-degli-italiani/

Z

Anonymous said...

aldo scrisse
Abbiamo bisogno d'escludere dalle nostre vite gli arrampicatori, di isolarli, di ostracizzarli

questo e' un aspetto, come ho gia altre volte detto , del fatto che l' unica cosa che ormai ci resta e' una PERSONALE "secessione" da questo sistema iniquo e mortifero.

Quando "secederemo" in tanti ,questo uccidera' il sistema (anche se purtroppo non ci aiutera' a salverci come individui :-() , e prima cio' avverra' e maggiori saranno le possibilita' che la civilta' umana possa sopravvivere a questa macchina di morte .
ws

SILVIO said...

Diecimilionitrentottomila tele-morenti che hanno ascoltato il vetusto pigionante quirinalizio ?

Ma quando mai ?!

Esulta, Vanda S. !

Quella cifra riportata dai servi della stampa mainstream è un'allucinante menzogna derivante dalla truffaldina proiezione statistica dei dati AUDITEL.

Il cui panel è costituito in realtà da 5200 famiglie per complessivi 14.000 iitalioti fissi, più gli eventuali ospiti occasionali con cui ulteriormente taroccare i parametri di partenza già di per sé farlocchi.

Tale imbroglio è così manifesto e smaccato da non meritare neppure di essere citato.

Nessie said...

Ah, Ah! E come se non bastasse, caro Silvio, hanno OBBLIGATO i meno fessi ad ascoltare i resumé di cotanto elevato discorso in tutte le edizioni successive dei TG del giorno dopo. Per la serie, vi siete persi qualcosa e allora tié....eccovi il bignamino.

Ma sapete che ha fatto la sottoscritta? ogni volta che minacciavano il Bignami del discorso, tic!... a colpi di telecomando io cambiavo canale. Non c'è trippa per gatti. Specie se infami.

Vanda S. said...

Ciao Silvio. E' comunque un fatto incontestabile che esiste una fetta di popolazione cerebrolesa che fa auditel a programmi demenziali come quelli della De Filippi, Barbara D'Urso eccetera.
Io credo che questi poveri idioti, che hanno la tv costantemente accesa dalla mattina alla sera, probabilemte erano a cena e avevano il canale sintonizzato sul discorso del vecchiaccio. Poi magari neanche l'avranno notato o ascoltato!

SILVIO said...

Concordo, Vanda.
Ma sono pronto a scommettere che il numero dei televisori sintonizzati sulla Rete Unificata della Menzogna oligarchica sia stato molto lontano dalle cifre diffuse dalle “prostitute intellettuali” nostrane.

Parimenti, mi par di sentire i moccoli indirizzati a quel simulacro presidenziale, che è stato ed è uno dei maggiori responsabili delle sofferenze e delle sventure degli Italiani.

Resta la consolazione che il tempo gioca a nostro favore.
Un giorno non molto lontano alzeremo al cielo i calici, spargendo (metaforicamente) il sale sulla memoria di ogni rinnegato trapassato a peggior vita.

Aldo said...

Magari vi sfugge un particolare: non è che perché uno ascolta un altro sproloquiare deve per forza condividere quel che sente dire, né! Dieci milioni di spettatori? E perché no? Ora ci dicano però quanti di quegli spettatori erano plaudenti e quanti invece oscillavano tra il livoroso e il maledicente o magari si spingevano pure più in là con vivaci esortazioni defecatorie. In caso contrario, il dato non significa nulla.

Nessie said...

Ma certo Aldo. Tranquillo: non ci sfugge. Il problema però è un altro che invece sfugge a te. Chi va in tv sa che esiste SOLO se la si accende e se la propria immagine viene vista. Magari anche per essere maledetto, insultato o per sentirsi tirare le ciabatte contro il video (qualcosa che ovviamente non danneggia chi vi compare e parla, ma il proprietario stesso della tv).

E' un vecchio discorso ben noto perfino ai tempi di Voltaire, il quale era solito dire dei suoi scritti: "Parlatene come volete, purché se ne parli".
Ecco perché tra il vedere il vecchiaccio e criticarlo, o viceversa oscurarlo, è preferibile la seconda opzione.

Aldo said...

Conoscevo quel detto di Voltaire. La notorietà, dunque, come valore assoluto. Non so. Ci devo pensare, ma così sui due piedi non mi convince del tutto. L'unica considerazione che mi viene in mente a supporto della tesi di Voltaire è che ogni volta che ti viene proposta un'idea, in un modo o nell'altro parte di quell'idea che magari prima manco ti sfiorava finisce per "appiccicartisi" addosso. Dai e dai, potrebbe essere che se ne rimanga condizionati a prescindere dalle inclinazioni di partenza. Esiste anche un nome per questa tecnica nella teoria della comunicazione, la si definisce "ridondanza". A me subire l'applicazione sistematica di questa tecnica genera più che altro una crescente irritazione e irrefrenabili crisi di rigetto, ma non saprei dire se il mio caso personale è statisticamente rilevante. Probabilmente no, se no non si sarebbero presi la briga di codificarla.

Anonymous said...

D.D.D.D.D

A voi italiani gran mentecatti e gran coglioni
rivolgo il mio saluto, quali emeriti barboni ,
così v’ho ridotto coi miei due euro- governi ,
di cui Alfano ora è pur ministro degli interni.
Sarete già al corrente di ciò che a fine anno,
v’ho elencato, parlandovi non senza inganno.
Ad ogni modo, ci tengo e intendo a farvi noto
che quel discorso ve l’ho fatto con lo scroto.
Si lo so sono un presidente buffone e infame,
v’ho ingannato inondandovi di lezzo letame
ho parlato come Monti-Marionetta di ripresa
ma nel tunnel non vedo nessuna luce accesa
anzi avete visto l’altra volta com’è andata,
col Prof. vi ho tirato la classica bidonata!
Ora col burLetta cerco sempre larghe intese,
per portar ad ulterior sfascio il vostro paese
che ho svenduto ai mie cari amici europei,
in cambio di un po’ di gloria e tanti “schei”.

Potente e blasonato, da nessun male affetto,
faccio il re e nella reggia al colle mi diletto,
a rubarvi mensilmente parecchi quattrini
fornendo servi zi vari ai vostri strozzini ,
che a Bruxelles vivon in perfetta sintonia
Ue,Bce,Fmi e tutta l’elitaria compagnia!
Come vedete cari miei barboni italiani ,
è ridicolo pensar ch’abbia potere nelle mani
Però avete visto che dopo la mia rielezione,
ho continuato a distruggere la mia nazione
E vi prometto che continuerò lo sfascio sociale
per tutto il tempo che rimarrò al Quirinale
Fintanto che non si sveglieran pretendenti
che con me al loro culo devon stare attenti
Perché io è ben chiaro e netto che lo si dica,
pure la costituzione riesco a farmi amica
Nel frattempo vi propongo alcune letterine
Perché so che il mio regno non avrà mai fine!!



Saluti IL Vate –D.D.D.D.D.(Del Discorso demenziale del demente)

Nessie said...

La citazione di Voltaire, coglie solo l'aspetto scandalistico del problema. Il problema dei media odierni va studiato meglio, Aldo. Per paradosso, anche un apparecchio che acceso che nessuno guarda e fa bla, bla, bla come un rumore di elettrodomestico in sottofondo, assume subito un significato statistico. Su questo quoto Vanda.

Nessie said...

Troppa grazia, Vate. Un demente delinquenziale (ecco un'altra D) del genere non meriterebbe nemmeno l'invettiva. Peraltro molto efficace.