08 November 2013

Lo scippo delle tredicesime




Non sanno come fare a dirci che anche quest'anno le tredicesime degli Italiani saranno erose e  risucchiate dalle tasse. Ce lo chiede l'Europa, naturalmente. Se dovessero non erogarle più e dire chiaro e tondo: "Cari Italiani, quest'anno sarà un Natale da fame, perché le vostre tredicesime ce le teniamo noi, nelle saccocce di Saccomanni", allora e solo allora finalmente il popolo si solleverebbe furiosamente. E invece no. Il trucchetto-scherzetto è sempre quello di  servirsi di sigle e acronimi per giustificare l'estorsione e lo scippo delle tredicesime.
L' Imu prima rata : ve l'abbiamo abbuonata quest'estate, ma ora dovrete rendercela. E pure  con gli interessi; più Tares, Tarsu, Trise, Tasi e Tari e altre porcherie che iniziano con T.
T come Troika.

Lo avete sentito Olli Rehn? ...Lancia seri dubbi sulla possibilità che quest'anno l'Italia blocchi il deficit al 3%. Per centrarlo è opportuno che tutte le misure previste dal governo siano applicate alla virgola. All'appello, però, mancano 600 milioni attesi dalla sanatoria per i gestori delle slot machine (ne entreranno, 235); 600 milioni dal blocco delle spese discrezionali dei ministeri; ma soprattutto c'è incertezza sul gettito della seconda rata dell'Imu sulla prima casa.
 No, gli Italiani  non l'hanno sentito: sono troppo occupati a guardare i partitucoli che non contano più un tubo, mentre litigano in tv  tra di loro (seduti a destra, seduti a sinistra, col falso conduttore super partes che finge di stare nel mezzo). Ebbene, se invece di perdere tempo ad ascoltare questa  piccionaia di futili  minus habentes, qualcuno si fosse preso la briga di ascoltare Olli Rehn, avrebbe capito che più sborsiamo e meno questi eurocrati criminali sono sazi e contenti. Non basta mai....non basta mai...Ancora, ancora...
E se per caso, si dovesse trovare quella famosa "copertura" della fatidica e ormai ridicola prima rata IMU, state certi che ci sarà uno "scoperto" di non so quante altre tasse nascoste sotto altre sigle cui dovremo far fronte.  Sicché questo è il solito gioco delle tre tavolette. Anzi, cinque tavolette, visto il numero di tasse che iniziano per T.
Poi tornerà Olli Rehn, Van Rompuy, la Culona criminale e tutto il caravanserraglio eurobabbeo a scuotere la testa,  e ad aprire nuove procedure di infrazione contro di noi (sui rifiuti, sulle galere esorbitanti, sui delfini negli acquari non a norma, sulla Nutella troppo grassa, sulle api nelle arnie, le mosche,  le zanzare e chissà quale altro demonio...). Non basta mai a questi criminali della Troika.
 Di quel  3%,   che ci soffoca e ci sospinge nel baratro, si muore.



A' la lanterne les eurocrates! E quando penzoleranno dai lampioni, nessuno avrà pietà di loro.
Già in Bretagna  i contadini con in testa i berretti rossi (les bonnets rouges) del 1675, si rifiutano di pagare l'ecotassa agricola. Nel 1675, gli agricoltori brettoni legiferarono e stabilirono un codice contadino  di varie leggi riguardanti, in particolare, l'abolizione dell'ordine feudale.
Molti anni dopo, nel 2013, i manifestanti brettoni scandiscono uno slogan significativo: "vivere, decidere e lavorare nel Paese".
Non sarà una semplice jacquerie, ma l'inizio di rivolte anti-Ue che incendieranno la Francia. Hollande (e non solo lui)  ne teme già l'effetto domino.
Berretto rosso di sera, bel tempo si spera...

100 comments:

Anonymous said...

Si bel tempo si spera ...
Intanto qui da noi un sacco di gente prima si lamenta che ha sempre meno soldi e lavoro e poi in preda alla più assurda delle schizofrenie propone come toccasana l'aumento delle tasse votando in massa figuri, partiti, movimenti e governi che hanno fatto della imposizione parassitaria una religione. Decisamente non siamo in Bretagna.
Scarth

Massimo said...

Le tasse sono il Male dei tempi contemporanei (e non solo). La confusione voluta di sigle, scadenze, percentuali, è finalizzata ad imbrogliare meglio il cittadino. La prima vera grande riforma fiscale dovrebbe partire dalla semplificazione: una percentuale di tassazione sul reddito (fissa, senza detrazioni o confusioni varie) e il pagamento dei servizi che si utilizzano (dalle fognature ai rifiuti, dall'elettricità al gas, dai trasporti alla scuola, alla sanità). Ma così si rimanderebbe a zappare la terra migliaia di dipendenti pubblici e di commercialisti ...

Vanda S. said...

Gli italiani hanno le tasche sempre più vuote ma, evidentemente, non abbastanza vuote da motivare reazioni tipo quelle degli "bonnet rouge". A volte mi chiedo se in questo popolo non vive una certa forma di masochismo...Per una come me che e' vissuta in altri paesi occidentali, potrei fornire una lunga lista dei perché (a parte le naturali condizioni climatiche) in Italia si vive male. Naturalmente parlo della totale mancanza di servizi, di semplificazione e praticità anche nelle procedure più semplici come affittare un appartamento, prendere la patente, ottenere la licenza per un attività commerciale, ecc. Eppure gli italiani di oggi viaggiano, perciò sono in grado di vedere la differenza, anzi, spesso la sottolineano! E allora che cosa li costringe ad accettare una vita qualitativamente inferiore agli altri paesi europei, pur pagando più tasse di loro? Non lo so, ma e' questa la molla che, se scattasse, potrebbe risvegliare la consapevolezza degli italiani e farli insorgere! Vi assicuro che, anche alla mia non più tenera eta', sarei orgogliosa di unirmi al mio popolo per ANNIENTARE totalmente e permanentemente i criminali che ci hanno ridotto in questo stato!

Anonymous said...

Ciao Nessie
mentre leggevo il tuo post, a parte il fatto che mi stava montando una rabbia che...., ma nel contempo stavo pensando (l'ho letto ieri sera): ma porco giuda, in Bretagna per molto meno (si fa per dire) stanno facendo il diavolo a quattro, i media, al soldo del padrone, naturalmente se ne guardano bene dal parlarne, per quanto in Italietta, cosa vuoi che facciano.
Inoltre, è notizia recentissima, l' Ungheria sta emettendo denaro SENZA DEBITO, quindi hanno una banca nazionale, e il caro Orbàn non ha nessuna voglia di rendere conto all'EUROPA CHE CE LO CHIEDE.
Eppure, neanche dell'Ungheria ne parlano, chissà perchè, hanno paura che il popolo bue insorga? nessun problema, fino a quando ci saranno le partite, i culi e le tette in tv, i grandi fratelli (quelli finti), nessun problema...
Ad maiora
Laura

Vanda S. said...

Riflettevo sulla famosa "molla" di prima: io penso che basterebbe interrompere tutte le trasmissioni da tutte le emittenti TV per un mese e probabilmente la molla scatterebbe.

Vanda S. said...

9 Dicembre: si parla di un atto di forte protesta. Sara' efficace?
Ecco l'annuncio su Facebook:
Ci stanno chiamando da tutto il Paese per sapere come fare, cosa fare, e chi contattare.
Vi chiediamo un attimo di pazienza perché si sta “scatenando l’inferno”, intanto create dei gruppi , cominciate a coordinarvi, individuate dei posti ove andare a protestare.
N.B. se siete Camionisti o Agricoltori , localizzate dei punti strategici nelle periferie o in snodi stradali importanti che hanno spazio a sufficienza per collocare i mezzi, se invece siete dei Cittadini che non hanno mezzi da lavoro, allora selezionate dei posti dentro le città..
Se siete in grado di auto organizzarvi , a questo punto,localizzato il posto , andate nelle Questure di competenza(della vostra città) e comunicate per iscritto che fare un sit-in ..non è difficile..(almeno tre giorni prima dell’evento)
Vi chiediamo altresì: di non portare assolutamente bandiere di qualsiasi partito politico, di non usare riferimenti chiaramente ideologici, questa è una “Rivoluzione Costituzionale” del Popolo Italiano, quindi : visto che è di tutti, rispettiamoci tutti!!
N.B. Presto faremo una conferenza stampa Nazionale ove daremo informazioni più dettagliate … quando si è in “guerra” tutti dobbiamo fare la nostra parte!!
Coordinamento Nazionale
https://www.facebook.com/IlPopoloNonSiPiegaMaSiRibella

Vanda S. said...

Un altro sito italiano euroscettico:
http://systemfailureb.altervista.org/precari-di-tutta-europa/

Nessie said...

Massimo, come abbiamo sempre detto, la mancanza di trasparenza è perseguita e voluta ad hoc. E come ho scritto nel post se avessero la faccia tosta di mostrarcela fino in fondo a reti unificate dicendo "Cari Italiani, quest'anno sarà un Natale da fame, perché le vostre tredicesime ce le teniamo noi, nelle saccocce di Saccomanni", allora e solo allora scoppierebbe il finimondo.

Anonymous said...

@Vanda
Ciao Vanda
secondo me non sarebbe interrompendo tutte le trasmissioni tv che farebbe scattare la molla, prova a chiudere gli stadi, più nessuna partita, allora se ne vedrebbero delle belle! Tra tutte le porcate che ha fatto il bocconiano rettiliano maledetto, una giusta sarebbe stata proprio quella di chiudere gli stadi, che poi naturalmente non ha fatto (gli avranno detto, ma sei scemo? se è proprio con quello che li teniamo buoni)
Laura

Nessie said...

Laura, la risposta (e la soluzione parziale) l'ha data Vanda: chiusura totale della tv e dei suoi programmi narcotici che obnubilano la coscienza.
Un po' di tempo fa, sul tardi, ho visto un programma sull'Africa (non ricordo quale regione, forse il Senegal) dove un capo villaggio si faceva massacrare di botte, si è fatto rinchiudere in prigione perché non voleva sottostare al DIKTAT delle multinazionali, che pretendevono che i loro campi venissero coltivati a colza. Quando è uscito di prigione, il suo villaggio unito e compatto lo ha accolto festante conferendogli onori.

Che cosa ci differenzia da costoro per ribellarci? Il fatto che costoro non guardano la tv e sono concentrati nei loro interessi.
Il fatto che una piccola comunità di un piccolo sperduto villaggio, può essere coeso e compatto, mentre noi siamo tutti dispersi nelle nostre vite individuali e solitarie.

Nessie said...

Per inciso: la tv è anche un buon propagatore di stadi e di partite di calcio. Programmi calcistici a tutte le ore e in tutte le stagioni.

Nessie said...

Scarth, il problema sono la Trimurti e i loro alti papaveri sindacali, tutti iscritti alle consorterie mondialiste (Bilderberg in testa).

Trovarsi in Francia nel bel mezzo degli scioperi (la grève), ti assicuro che è qualcosa di spaventoso. Io mi ci sono trovata. Non si trova manco più una bottiglietta di acqua minerale per dissetarsi. Loro gli scioperi li fanno CONTRO qualcosa, con durezza e perfino spietatezza. Noi li facciamo PER QUALCOSA. Cioè per mantenere invariato il potere di questi baronazzi sindacali che ti mettono in bocca il fischietto e il cappellino con la scritta "IO CGIL".

Vanda S. said...

Cara Laura, mi fa piacere di vederti sempre più spesso sul sito di Nessie! Il calcio negli stadi non l'ho menzionato perché e' comunque un evento con una capienza spettatori limitato e limite si alza quando vuoi spendere poco per i biglietti (le curve). Invece la TV sia quella normale che i vari Sky, Mediaset eccetera, gli sport (soprattutto il calcio) te lo propinano in tutte le salse! Conosco gente che guarda QUALSIASI campionato europeo e non, e passa ore e ore a lobotomizzarsi! Vogliamo aggiungere a questi le persone che guardano i vari programmi della De Filippi, o la D'Urso e altri deleteri programmi di talk show? No! Definitivamente fare un blocco totale e non guardare al TV per almeno un mese! Per non parlare dei danni economici che procurerebbero alle multinazionali!!!!

Nessie said...

Vanda, a proposito del tuo link su facebook, il movimento dei Forconi non scherza e ha già fatto numerosi blocchi e iniziative, anche contro la confisca di Equitalia. Ovviamente queste lotte vengono opportunamente silenziate dalla macchina mediatica. Non c'è programma né talk-show che si degni di parlarne.

Vanda S. said...

Proprio come gli interventi di Nigel Farage! Ieri sera ha parlato su un programma della BBC alle 22:30. So che e' stata una tavola rotonda infuocata e volevo vedere il video: lo sai che possono vederlo solo quelli nell'UK?????? Bastardi!

Nessie said...

Te lo dico io Vanda, perché si tace sul movimento dei Forconi. Perchè i loro leader si sono candidati con Forza Nuova. E perché hanno fatto lotte durissime contro le ganasce fiscali di Equitalia.
A essere sinceri i Forconi sono arrivati anche prima dei "bonnets rouges" brettoni. Perciò, non buttiamoci così giù. Leggi questo pezzo, che risale al gennaio scorso:

http://www.huffingtonpost.it/2013/01/21/-il-movimento-dei-forconi-sceglie-lestrema-destra_n_2518851.html

Questo spiega anche perché la Ue è stata così veloce a mettere in piedi L'ECTR (il famoso Consiglo sulla Tolleranza, di cui al mio post precedente).
D'ora in poi sarà considerato "intollerante" ,
"dedito all'odio"o "antisemita", chi lotta per la propria sopravvivenza?

Anonymous said...

E' arrivata la smentita sul pagamento della II rata IMU:

http://www.corriere.it/economia/13_novembre_08/letta-imu-discorso-chiuso-non-si-paga-b9cd5930-4867-11e3-891b-7fc0b9dff093.shtml

Z

Nessie said...

Letta "palle d'acciaio" mi ricorda quei bruchi che escono dalla frutta e che in dialetto genovese chiamano "Giuanìn delle Pere" (Giovannino delle pere).

Che si mettano d'accordo tra loro, questi miserabili!

"La decisione di cancellare la prima e la seconda rata dell’Imu per il 2013 è già stata assunta, e non si torna indietro. Cosa diversa è quanto ha sostenuto il ministro Saccomanni, peraltro ripetendo quanto anche io ho più volte affermato: la copertura per eliminare questa tassa è onerosa e difficile, ma ci stiamo lavorando».
Appunto, stanno lavorando per prelevare da una parte (le 5 sigle sulla Tares) quel che fingono di toglierci dall'altra.

Anonymous said...

@Vanda & Nessie
Sì, in sostanza sono d'accordo con voi, non c'è mezzo più deleterio della tv per propagandare qualsiasi porcata, che io evito sempre accuratamente di guardare, ormai il mio mezzo di informazione è Internet e certi blog.
Il bello (brutto) è che la maggior parte se la beve come fosse l'oracolo di Delfi, i tg, assiomi assoluti.
Ma per piacere! Le italiche pecore non riusciranno mai a fare, neanche in minima parte, quello che altri popoli stanno provando a fare. E, vorrei aggiungere, mi sa che sono più intelligenti di noi, loro sanno dove sta il loro interesse, noi purtroppo no, forse lo capiremo quando saremo completamente bolliti.
Quanto al letta "palle d'acciaio".... io d'acciaio mi ricordavo solo Superman (o Nembo Kid che dir si voglia), tu Nessie l'hai chiamato giuanìn delle pere, bèh, dalle mie parti si chiama in un modo analogo, lo zio zivinìn, che comunque resta sempre un verme.
Laura

Anonymous said...

Aggiungo che cerco di tenermi sempre aggiornata sui video di Farage, ma a volte non si trovano, neanche sottotitolati. Certo che Nigel Farage non le manda a dire a nessuno, la cosa che mi stupisce è che dopo l'attentato che gli hanno fatto, sembra non dia fastidio più di tanto. Comunque ho visto per caso dei video di Borghezio e mi è sembrato anche lui uno fuori dal coro.
Laura

Vanda S. said...

Accertamenti fiscali sbagliati: così lo stato Vampiro fa cassa:
http://www.zonedombratv.it/inchieste/1196-accertamenti-fiscali-sbagliati-cosi-lo-stato-vampiro-fa-cassa

Vanda S. said...

FN e la Lega Nord? Non mi sembra una buona idea!!!! Io non mi fiderei assolutamente di gentaglia come Bossi o Maroni!

http://www.youtube.com/watch?v=hBRS6yd52vI

Nessie said...

Laura, Nigel Farage, dopo quell'attentato non dà fastidio più di tanto perché come ho già spiegato a Vanda è neoliberista e mercatista nonché seguace di Margaret Thachter.
Come ho già detto infinite volte è il libero mercato il problema e non la sua soluzione. E' la privatizzazione del mondo (compreso per le panchine in cui facciamo riposare le chiappe) che ci ha condotto a questo stadio. Economicamente Farage finge di fare l'indiano. Che cos'è l'euro? E' il tentativo di creare un pezzo di Nuovo Ordine Mondiale in Europa, attraverso la libera circolazione degli uomini da vari continenti, delle merci e dei capitali, veicolati attraverso la moneta unica. Moneta unica di cui il Regno Unito non fa nemmeno parte. Perciò dubito foortemente che Farage faccia tutto questo per noi.

Nessie said...

PS: quella delle panchine, non me la sono inventata io: in Inghilterra, sedersi sulle panchine costa e c'è un bigliettario (solitamente di colore proveniente dalle loro colonie) che te le fa pagare, un tanto l'ora.
Si è trovata la sottoscritta in uno dei parchi reali, dove al posto delle panchine (fatte sparire per l'uopo) c'erano sedie a sdraio. A pagamento, of course.


In Germania sono anche più persuasivi con la panchina con gli spunzoni. Leggi qui:

http://sauraplesio.blogspot.it/2012/11/e-una-bella-giornata-di-sole-e-ce-un.html

Nessie said...

Nel merito del video Vanda, sarà dura, ma non c'è altro mezzo e i numeri contano. Quello del Front é un progetto nazionalista, mentre l'idea della Lega e delle macroregioni, tutto sommato non disturba più di tanto gli eurocrati manovratori. Se trovo il link di disinformazione.it riguardo all'idea di Miglio e della Padania, te lo invio.

Nessie said...

Poi comunque c'è Borghezio che è uno che ha coraggio e che va d'accordo con la Le Pen. Di Maroni invece, non c'è da fidarsi. Diciamo che è un crogiuolo di tante anime.

Ecco qualcosa sulle macroregioni che tanto piacciono alla Lega (e alla Ue):

http://www.nexusedizioni.it/geopolitica/dalle-vignette-alla-lega-nord-ecco-la-strategia-dello-scontro/

Aldo said...

1. PROTESTE - Questa mattina ho firmato una circolare che ci informava (noi insegnanti) di un ridicolo sciopero della I ora O (non E) dell'ultima per uno dei prossimi venerdì, non ricordo neppure quale. Chi l'ha proclamato, non senza altrettanto ridicola enfasi? Confederali e Snals amorevolmente uniti in carnale amplesso. Che vadano a ranare.

2. INVITI - Invitare autotrasportatori e coltivatori a fare azioni che abbiano come base i loro mezzi di lavoro è CRIMINALE. Che utilità può avere farsi sequestrare o, peggio, confiscare un mezzo che costa svariate (SVARIATE!!!) decine di migliaia d'euro in una manifestazione? Istigare a un gesto autolesionista del genere dovrebbe essere punibile con cento frustate. Manifestare in modo autolesionista (compresi gli scontri diretti con la polizia schierata, addestrata e armata in luoghi prefissati) è da evitare nel modo più assoluto. Ci sono metodi NON DI MASSA che passando per la clandestinità permettono di ottenere assai di più, quando la polizia è altrove o è distratta. Si chiama "colpire alla schiena", ed è l'unico modo in cui il debole può sperare di abbattere il forte o almeno di infastidirlo. Chiedere a qualche boss come fare. Utili corsi di aggiornamento non credo che finirebbero per costare poi così tanto.

3. L'effetto della tv è deleterio per tutti, ma soprattutto per quegli anziani per i quali è l'UNICO canale di (in)formazione. In quel tipo di anziani, e sono davvero TANTI, si chiudono uno ad uno tutti i canali di contatto con la realtà: non hanno più contatti col mondo del lavoro, non hanno più contatti tra loro (sentili quando ti dicono "che noia Tizio, è così vecchio!"), i figli vanno bene per l'assistenza ma appena dicono qualcosa che va contro il loro mondo di ricordi e fantasie ecco il paternalistico "cosa vuoi sapere tu?", escono giusto per andare al supermercato o dal medico e la loro conversazione verte più che altro sul dolorino più moderno che hanno collezionato... Ora, grande rispetto per gli anziani, ma ricordiamo che li ho citati per notare quanto più rispetto ai giovani [1], essendo isolati dalla realtà, sono influenzabili dalla tv. E parlo con cognizione di causa.

[1] Prima che qualcuno mi fraintenda: i giovani, dal canto loro, non sono meglio. Solo che le loro fonti di influenza, non meno deleterie, sono altre. Non fatemele elencare, che le conoscete tutte.

Nessie said...

Moderati per cortesia Aldo. Hai sentito quanti casali agricoli sono stati confiscati da Equitalia? Hai sentito della Sardegna e della confisca perfino di bestiame? Hai sentito di allevatori che non hanno manco più capanni né fattorie per le loro bestie? Informati meglio.

Non mi riesce di capire perché gli scioperi dei dipendenti pubblici, che PER ORA (e sottolineo quel per ora) sono pur sempre lavoratori garantiti sarebbero sacrosanti mentre queste azioni sarebbero "criminali".

Sì sa che la lotta di una categoria può creare disagio ad un'altra e pure ai cosiddetti utenti. E io che sono una viaggiatrice (sia per diletto che per necessità) ne so qualcosa di cittadini presi in ostaggio da scioperi a sorpresa.

Nessie said...

Eccone un'altra, Vanda:

http://www.lindipendenza.com/ecco-come-equitalia-ha-pignorato-i-soldi-della-mia-impresa/

Aldo said...

Nessie: "Non mi riesce di capire perché gli scioperi dei dipendenti pubblici, che PER ORA (e sottolineo quel per ora) sono pur sempre lavoratori garantiti sarebbero sacrosanti mentre queste azioni sarebbero "criminali".

Nessie, credo di capire dove stia il fraintendimento. Non volevo assolutamente intendere che la protesta sia criminale o anche solo immotivata, anzi! Intendevo invece dire che è criminale, da parte di chi li propone, proporre quei metodi di protesta, pericolosi più per i manifestanti che per coloro che la manifestazione dovrebbe "convincere a più miti consigli". Schierare i propri mezzi in zona di manifestazione espone al rischio di farseli portar via seduta stante e di non rivederli più (ed è un fior di danno, perché sono mezzi costosissimi). Inoltre, ogni mezzo è abbondantemente registrato e immediatamente riconducibile a un proprietario: in caso di disordini, i proprietari dei mezzi sarebbero i primi a finire nell'occhio del mirino della magistratura.

Insomma, anche per protestare occorre scegliere dei metodi RAZIONALI, ovvero quelli che offrono il massimo vantaggio col minor rischio. Lo scontro frontale con chi ha il coltello dalla parte del manico è molto cinematografico e come tale dà ottimi risultati... al cinema. Nella realtà, è un autogol di prima categoria.

Avevi inteso questo? Se sì, spiegami perché sarebbe una posizione poco moderata, perché da solo non lo capisco.

Nessie said...

E' poco moderato il termine "criminale", applicato a questo preciso contesto. E più che altro mi pare tu non voglia considerare il fatto che ciascuno si difende coi mezzi che ha. Se un contadino ha un trattore e vuole usarlo insieme ad altri contadini, per fare una specie di barricata, non mi pare sia così disdicevole. Avrebbero il loro daffare le forze dell'ordine a confiscarglieli tutti, vista la mole dei mezzi. Poi per il resto, sono d'accordo con quanto hai chiarito.

Dubito però, che di fronte a una violenza inaudita come quella descritta nel link che ho appena girato a Vanda (commento delle 8,14 pm) e di quello che Vanda ha girato a me (5: 13 pm) ne usciremo fuori con metodi perfettamente "razionali". Qui mi pare che di moderazione e di raziocinio ce ne sia stato perfino troppo, rispetto ai veri CRIMINALI: GLI USURAI!

Nessie said...

Detto in parole povere, riserviamo il termine "criminale" a chi veramente lo è e non a chi si difende dai crimini e soprusi.

Aldo said...

D'accordo, ritiro volentieri il termine "criminale", anche perché è inessenziale in questo contesto.
Circa i metodi razionali... "razionale" significa "basato sulla ragione", ovvero su un calcolo mirato e calibrato in funzione di un effetto che si intende ottenere. Far finire nei guai decine di persone per poi non ottenere nulla è irrazionale perché non avvicina d'un passo al risultato dichiarato. La razionalità imporrebbe di impiegare poche persone preparate e motivate per colpire obiettivi, diciamo così, "sensibili". Per questo, se si sa dove mettere le mani (e io certo non lo so, senza contare che la mia proverbiale codardia probabilmente sarebbe paralizzante), esistono fior di professionisti disposti a fare il lavoro sporco per cifre tutto sommato non tanto esose, se divise tra un numero di tasche sufficienti. Ecco, tirar fuori un po' di quattrini senza fare troppa pubblicità sarebbe un rischio ben minore (e più efficace) che andare a farsi spaccare inutilmente la testa in una manifestazione di piazza. Capito che intendo per "razionale"?

Aldo said...

Sia chiaro che è un discorso puramente di principio, del tutto astratto.

Nessie said...

Aldo, sarò fissata con la lessicologia, ma allora in questo caso si dice "funzionale". E cioè adeguato alla funzione e perciò efficiente ed efficace.

Aldo said...

Va bene, anche questo, a mio umile avviso, è inessenziale. Diciamo pure "funzionale". Ci sto. Non cambia la sostanza, direi.

Nessie said...

No, non è inessenziale. Le parole stanno alla sottoscritta, come le note stanno a te. Tu sarai pignolo in alcune cose che ritieni importanti, io sono pignola in altre. E le parole per me sono importanti in quanto servono a meglio qualificare un concetto.

Aldo said...

Sì, "inessenziale" nel senso che non ho problemi a cambiare il modo d'esprimermi che ho usato, riconoscendo che il tuo va benissimo. Come ti ho scritto, "ci sto". Ma la sostanza?

Nessie said...

La sostanza è la stessa. Ci vorrebbero dei piani molto ben congegnati che sappiano ottenere molto, minimizzando i rischi. In pratica quello che hai detto anche tu. E' solo che se ci mettessimo a descriverceli qua, l'indomani arriverebbe la polizia postale a farci chiudere il blog per "sedizione". Non so se mi spiego.

Nessie said...

@ Tutti. Questa è una vecchia intervista di Marine Le Pen concessa a Lucia Annunziata (2011). Guardate bene come non cade mai nei trabocchetti e nei luoghi comuni "de sinistra" tesi dall'Annunziata che di fronte a lei, sembra banale, mediocre e perfino inadeguata a fronteggiarla:

https://www.youtube.com/watch?v=hvc1euyO9-U

Anonymous said...

Elucubration dal Nessie blog! ( Il Vate)

E’ poco moderato dice Nessie il termine criminale
io invece l’applicherei ben al Babbion al Quirinale
ove indegno regna si vecchio falso ed incosciente
che coi suoi governi ha massacrato tanta gente!

Leggo pur in altro loco di bevitor di fermo Barbera
analisi perfetta e lucida, di certo, non fatta di sera
in cui s’evince di lor signori l’immane strapotere
con Ectr ed ingenti mezzi ma senza diritti fan valere,
sino a reprimer e minacciar per ceder al lor terrore.
Ma a noi euroscettici,questi non incutono alcun timore
anzi a noi aumentan di sana rabbia queste lor prevaricazioni
sino a prender forconi come “les bonnets rouges” bretoni!
Anziché tosto e di brutto lor scomunicar , il Pampurio papa
ne condivide unico pensier, opinion e pure la calva crapa
basti solo sentire la liberal -progressista Radio Vaticana
che apre gambe al poter globalista quasi fosse una puttana!
Ci raccontan un sacco di palle e bufale sui Lampedusani
che dicon felici ad accooglier meticci e migranti africani,
mentre in realtà ne han pieni i zebedei e fan le barricate
cosi stanchi d’invasori da prenderli anche a randellate!

Ne avrei ancor da dire su questo governo del Lettamaio
che ha sol “testa di minchia” altro che palle d’acciaio!
lor camerier si dimostra con la sua servil legge di stabilità
che di tasse zeppa com'è, tredicesima ci scippa e null’altro dà!

Nessie said...

Vate, stavolta hai fatto la tua promozione commerciale: paghi uno e prendi due. Infatti hai fatto la tua unica ode su due post.

Un letterato come te, però avrebbe dovuto scrivere "brettoni" e non "bretoni". Nella lingua dantesca si dice infatti "brettone", come il ciclo letterario. Scriverlo con una "t" è un gallicismo (dal francese "Bréton") :

http://www.manuscritto.it/Lingua/Che_lingua_parli_46.html

"Diverso, invece, è il caso dell’aggettivo “brettone” – che le solite “grandi firme” scrivono erroneamente con una sola “t”. La forma corretta è con due “t” (brettone), non perché in questo caso “entra in vigore” la legge dell’assimilazione linguistica, ma perché il termine viene dal tardo latino “britto, brittonis” dove la doppia “t” è insita nella radice. Bretone, con una sola “t” e che alcuni ritengono grafia corretta, è l’italianizzazione del francese “breton”. Gallicismo che sconsigliamo vivamente se si vuole scrivere e parlare la lingua di Dante in modo corretto".

DAL LINK CITATO.




Anonymous said...

Hai perfettamente ragione cara Nessie,ma la rima con "prevaricazioni" mi ha obbligato alla seppur erronea scelta od opzione.Spiacente per un ode, anche il Vate ha ,purtroppo, qualche problemino di salute nonostante le sue amanti!! Mercì pour la leçon! Au revoir (Il Vate)

Vanda S. said...

GRANDE Vate! Fantastico! Buongiorno e buon sabato dalla capitale di tutti i vizi "capitali"!
Ho aggiornato le miei informazioni seguendo il link di Nessie su Equitalia e il resto dei commenti.
La gravita' di questa situazione e' poi ingrandita dai piccoli drammi che noi "comuni mortali" viviamo ogni giorno in quest'ignobile paese! E' da quando ho avuto la malaugurata idea di tornare nella meta' del 2010, che ho iniziato un interminabile calvario lastricato di assurdi ed inconcepibili problemi creati solo ed esclusivamente dal sistema di questo paese.
Dai guai che sto passando con furto della mia identità, avvenuto nel lontano 1993 quando io vivevo già da anni negli USA, dove anonimi hanno preso soldi in prestito da una banca (vorrei proprio sapere come, visto che non avevo neanche UNA dichiarazione dei redditi in Italia o un versamento INPS perché non avevo mai lavorato con una busta paga!) ed io mi sono trovata una voragine di 245,000 euro di "sofferenza" in banca! Il mio avvocato mi dice che e' una causa che potrebbe prendere 10 anni per risolversi, ma nel frattempo io sono perseguitata dall'Agenzia delle Entrate, Equitalia e per non parlare del fatto che non posso neanche avere un conto bancario!!!!
A questo si aggiunge il fatto che mia madre, 84 anni, sta per essere rinchiusa in un nosocomio contro la sua volontà solo perché un assistente sociale del Comune ha messo gli occhi sul suo appartamento presso le case popolari! (mia madre e' disabile e avrebbe diritto all'assistenza 24H, ma la regione Lazio dice che non ha soldi!!!! Maledetti ladri! Pero' i soldi da dare agli zingari ci sono!!!!) La prossima settimana dovrò recarmi in tribunale per cercare di fare un ricorso contro le richieste degli assistenti sociali. Mia madre ha solo la pensione minima e io guadagno appena per vivere e non posso certo permettermi di pagarle una badante, che guadagnerebbe più di me! Io non posso accudirla perché le mie condizioni fisiche non mi permettono di sollevare una persona per lavarla, ecc. Oltretutto lei vive fuori Roma, ed io non ho neanche la macchina! (altro problema tutto italiano: non ho potuto immatricolare la mia auto che proveniva dagli USA e introdotta in Francia perché la burocrazia per una macchina fuori dall'EU e' a dir poco fantascientifica!) Così e' ferma in un garage di amici. Scusate se vi narro i miei fatti personali, ma questo per fare il punto di una cosa: in questo schifoso paesi si parla di accoglienza agli extra comunitari, ma s'ignorano e abbandonano i cittadini ITALIANI rimpatriati!!!!!! Non esiste un agenzia governativa o un programma per re-inserirci o assisterci nella re- introduzione nel nostro paese! Sono stanca di lottare da 3 anni e sono arrivata al punto quasi di odiare e maledire la mia patria! Sono stata un'espatriata per lungo tempo, ma nessun paese straniero mi ha fatto sentire così sola ed abbandonata come questo! Sto aspettando la fine dell'anno scolastico ed il conseguimento della maturità di mio figlio (che poi se ne andrà in Australia perché anche lui ne ha abbastanza di questo paese!). Appena sarò sola, me ne tornerò in California e penso che l'unica cosa che resterà di me in questo paese, saranno le nuvole di polvere che mi lascerò dietro quando andrò di corsa all'aeroporto! Questo paese di vittime ne ha fatte e continua a farne: io mi considero una "danno collaterale".....

Nessie said...

OH che storia, Vanda! hai fatto benissimo a sfogarti qui, ci mancherebbe! E del resto le storie che linkiamo sulle quotidiane angherie di cittadini non illustri e che non hanno santi in paradiso, sono del tutto simili alla tua.
Possibile che non ci siano cordate di avvocati che difendano gratis, le vittime dell'usura?!?
Quella dell'assistente sociale "interessata" alla casa di tua madre che fa la consigliera fraudolenta, mi mancava proprio.

Prendi contatto con Wally Bonvicini di Federitalia e anche con Movimento per la Gente:

http://cervelliamo.blogspot.it/2013/02/difendersi-da-equitalia-con-laiuto.html

http://www.movimentoperlagente.it/content/intervista-wally-bonvicini

Cerca anche i suoi interventi su you tube. Ne parlai anch'io qui sul blog di questa coraggiosa donna. E' venuta anche qui nella mia provincia e molti imprenditori si sono rivolti a lei.

Nessie said...

Qui sul Corriere (redazione di Roma) ci sono altre notizie su di lei e Federitalia:

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_settembre_27/equitalia_tassi_usura_indagine-2223325362803.shtml

Nessie said...

Come contattare:

Wally bonvicini
Presidente FEDERITALIA – Associazione Antiusura
per informazioni:
TEL 0521 985610 FAX 0521 985824
oppure contattare florianabaldino@gmail.com
PASSATEPAROLA!!!

http://www.mlnv.org/main/archives/13802

Vanda, prendi subito contatti, fai qualcosa, sennò tu all'età di tua madre non ci arrivi. Maledetti bastardi che non sono altro!

Vanda S. said...

Scusa Nessie: ho scritto con impeto e ho fatto un bel po' di castronerie! Inoltre senza lo spell check e spesso, causa la mia pessima vista, non riesco a leggere gli errori sullo schermo del computer.

Nessie said...

Sei stata chiarissima, invece. Prenditi tutti i riferimenti che ho messo qui eppoi fammi sapere.
La sede centrale di Federitalia è a Parma, ma ci sono tante succursali sparse per l'Italia.

Vanda S. said...

Grazie, Nessie. Ci proverò, anche se ti confesso, che oramai le mie di speranze per avere giustizia e vivere una vita "normale" sono quasi completamente sparite.
Sto vivendo peggio di una clandestina nel paese dove i miei avi hanno combattuto contro i nemici della nostra libertà e la democrazia! Qualche volta guardo le foto del mio bisnonno, giovane "Ardito" nella I guerra mondiale, e mi viene un nodo alla gola se immagino che da lassù lui possa vedere il mio dolore e la mia rabbia. Penso a quando vivevo a San Francisco e durante la celebrazione per il Columbus Day si innalzavano le voci del coro che cantava l'aria dal "Nabucodonosor": alla frase "o mia patria, sei bella e perduta" mi veniva un nodo alla gola e mi uscivano le lacrime.....Hanno ucciso un sogno.

Nessie said...

Vanda, ti capisco. Però l'unico pensiero che mi viene in mente e che non so se ti consola, è che tante infelicità separate le une dalle altre, rendono la vita ancora peggiore. Viceversa, averne consapevolezza e unirle con altri nella tua condizione, diventano un temibile uragano per chi le infligge. Pensa a questa donna non più giovane (l'imprenditrice Bonvicini), che combatte come una leonessa e che in quanto ad attributi ne ha più lei degli imprenditori gettati sul lastrico a cui dà assistenza e consulenza. Si sono degnati una sola volta di invitarla in tv, da Santoro. Poi, per il resto, i media la ignorano. O scrivono di lei, solo quando la Procura archivia un caso di usura. Qui c'è il video:

http://sauraplesio.blogspot.it/2013/02/complimenti-signora.html

Allora lei prontamente che fa? Ripresenta l'istanza ad un'altra procura. Eppoi ad un'altra e un'altra ancora. Alzi la mano chi ha una tempra e una resistenza simile.

Anonymous said...

Questa le batte tutte. Il Topo meno Amato dagli Italiani ci avverte che l'euro fallirà e che gli Americani ci avevano avvertito:

https://www.youtube.com/watch?v=2culAA6_wwY

Johnny88 said...

Non so se sia OT, ma segnalo questo post che spiega dove vanno a finire i nostri soldi, quelli che ci pigliano con IMU, IVA, TARES, TASI o come-cavolo-si-chiama. Ovviamente sempre perché "E' l'Europa che ce lo chiede"

http://www.scenarieconomici.it/storify-claudio-borghi-aquilini-i-fondi-salvastati-fanno-scendere-lo-spread-se-giri-il-grafico-si/

Aldo said...

Nessie: "E' solo che se ci mettessimo a descriverceli qua, l'indomani arriverebbe la polizia postale a farci chiudere il blog per "sedizione". Non so se mi spiego."

Non solo ti spieghi benissimo, ma concordo con te. Lasciamo le cose nell'ambito del non detto. A volte per capirsi basta un'occhiata virtuale. Come in questo caso, direi.

Aldo said...

Di fronte a una vicenda come quella che ci ha narrato Vanda, per la proverbiale codardia della quale non ho mai fatto mistero credo che sceglierei la strada della "fuga" (barbonaggine) se non addirittura quella del suicidio.

E' assurdo e, aggiungerei, immorale che possano verificarsi situazioni del genere. Non che si possa pretendere di fare una vita da re, ma almeno la garanzia d'una vita umilmente normale dovrebbe essere cosa scontata in un Paese civile.

Molto opportuno il riferimento all'ipocrisia dell'accoglienza per forestieri di varia natura e al contrasto con l'avvilente accanimento contro chi, dei "nostri", è appena in difficoltà (anzi, come chi probabilmente non sarebbe neppure in difficoltà se non ci fosse chi s'accanisce contro di lui/lei).

Aldo said...

Sono onorato d'esser stato citato in una lirica del Vate. Quanto poco ci vuole per ringalluzzir l'orgoglio! :)
Grazie Vate.

Nessie said...

Credo che valga la pena per tutti di leggere le esternazioni del Topo Amato nel video. Fino a ieri secondo il Topopensiero, si doveva morire per Maastricht. Lui è il responsabile di averci chiesto con Prodi, la tassa per entrare in Europa. Ora ha il coraggio di dirci che l'euro fallirà. I topi hanno le antenne. Sanno sempre tutto in anticipo e quando la nave sta per affondare, scappano a zampe levate.
Dopo aver fatto l'eurocrate convinto fino a ieri, ora ha la faccia marcia di dirci che gli americani avevano ragione?

Se l'euro fa crac, come al solito chi ci andrà di mezzo saremo noi.

Nessie said...

Aldo, alla fin fine era questa "la sostanza".

Sono d'accordo sul fatto che le difficoltà e gli accanimenti contro i nostri concittadini, questi bastardoni li creano ad hoc. Il loro nefando progetto è fin troppo chiaro e lo abbiamo già sviscerato in lungo e in largo.

Nessie said...

Johnny, solita ciofeca avvelenata europea. Vanno a finire in qualche fondo (truffa) affondastati. Chiamarlo "salvastati" sarebbe troppo lusinghiero.

Anonymous said...

Mi dispiace per la situazione che sta vivendo Vanda. Questo non è un paese per brave persone e nemmeno un paese civile. In più ci raccontano un sacco di palle (d'acciaio) sui soldi che non ci sarebbero. Soldi che invece prodigiosamente saltano fuori a carrettate senza nessun problema nè discussione per le spese politicamente corrette e di mantenimento del regime. Vogliono farci credere che siamo cittadini seppellendo ogni cosa sotto a tonnellate di retorica ma, alla fine, le brave persone per loro sono solo sudditi, polli da spennare e carne da macello.
Scarth

PS: prestate attenzione a questa rubrica:
https://www.youtube.com/watch?v=3H4ZCLq2KvE

...e a cosa diceva il vecchio leone (minuto 1:21:50 ) in un comizio di una quindicina di anni fa (ma anche il resto merita):

https://www.youtube.com/watch?v=ACTUFFAaqiM

Anonymous said...

Devo ringraziar per lor gradito elogio e menzione
sia la Vanda che l’Aldo e la Nessie in redazione,
e tutti color che in queste pagine scrivon apertamente,
quel che veramente pensan senza timor di niente!!
In particolar a Vanda va data tutta ns. solidarietà,
per la sua triste testimonianza detta con umana sincerità!
E cio'serva d'input e monito anche a noi normal persone,
per capir l’ipocrisia di questo ns. Stato coglione!
Ove tra la balena Cancellieri, Kienge e la Boldrini
non tutelan piu’ gli interessi di noi tutti cittadini.
Un governo burla anzi Burletta con l’ ossessione,
solo di servir l’usuraia Troi(k)a e la globalizzazione
Che sprecan risorse sol per diritti di meticci e africani
Mentre a noi ci lascian le briciole sti maledetti cani!!!!
Cordialita’ (IL Vate)

Nessie said...

Siamo tutti con Vanda, per quel tanto o poco che questa solidarietà può servire! Per favore, continuate e fornire indirizzi validi per far fronte a queste sconcezze. I cittadini non possono essere lasciati soli di fronte a questi gravi abusi; specie poi se amici di questo blog.

Nessie said...

Prelevato da Johnny Doe. Barnard fa a pezzi il tedesco Udo Gumpel ospite in studio nella trasmissione "La Gabbia", dando dei bari al governo tedesco che pretende rigore dagli altri, ma sfora. E sfora di brutto. Guardata qui:

http://www.newspedia.it/video-la-gabbia-paolo-barnard/

Anonymous said...

@Vanda
Ciao, sto leggendo solo ora il blog di Nessie (mi sono appena collegata) ho letto delle tue disavventure, mi dispiace immensamente per te (che ho capito essere una brava persona, come del resto le altre che frequentano questo blog).
Ha ragione Nessie, prova a rivolgerti alla Walli Bonvicini, non so molto di lei, ma ho visto una volta un'intervista in rete, mi è sembrata una donna veramente in gamba, chissà che possa fare qualcosa per aiutarti o, comunque, darti delle dritte. Mando un'abbraccio virtuale alla tua mamma, io ho perso la mia 3 anni fa, ma non c'è giorno che mi manchi.
Laura

Nessie said...

Laura, qui in questo filmato Wally è a Varese con dei piccoli imprenditori e artigiani. Nel 2012 ha depositato più di 10.000 querele contro Equitalia.
Le banche sono nel consiglio di amministrazione di Equitalia. La pratica usuraia è sempre quella: l'anatocismo (ovvero gli interessi sugli interessi). Lo stato ha delegato le banche a fare da collettore e gabelliere.

L'intervista che hai visto, per caso è questa?

http://www.youtube.com/watch?v=jpYu6TFHi1A

Nessie said...

Equitalia, il vero killer dell'economia reale, della conoscenza e delle maestranze aziendali nonché del risparmio familiare:

http://www.youtube.com/watch?v=7C9xmPJ4tGk

Anonymous said...

No, era un'altra, buona occasione per vedermi questa, grazie per il link.
Certo che ce ne vorrebbero molte di più di Wally Bonvicini...o, quanto meno, gente che fa capire chiaramente che è stufa di essere presa per i fondelli e di rimetterci la salute, se non la vita.
Estemporaneo: stavo guardando...66 comments, manca un altro 6 e poi siamo tutti assatanati (indiavolati).
Laura

Nessie said...

Laura, guarda anche il link che ho messo nel commento delle 9,45 pm. Lo sto ascoltando ed è interessantissimo.

Vanda S. said...

Mamma mia quanti bei commenti e suggerimenti: grazie di cuore a tutti! Sicuramente fato' dei tentativi anche se sono un po' intimorita: da questo stato canaglia c'e' da aspettarsi di tutto ed e' per questo che finora ho cercato di essere elusiva! L'appartamento dove vivevo precedentemente aveva il contratto a mio nome ed il mio avvocato mi aveva avvertito sul cosa fare in caso di una visita dell'ufficiale giudiziario: ma vi rendete conto? Aver paura di rispondere alla porta o al citofono, come fossi una criminale? Mah!
Fra l'altro, la cosa più difficile e' stata cercare di spiegare a mio figlio, che e' sempre vissuto all'estero e che ancora non riesce a capacitarsi come possano succedere cose del genere????
Meglio stendere un velo pietoso...
Buona notte a tutti e grazie ancora.

Anonymous said...

Sto cercando di vederli tutti e 2, ma con il wireless ci vuole più tempo a caricare, nel frattempo, oltre a seguire te, mi sto vedendo un sito che tratta di manipolazione mediatica, se ci farai un post, ti invierò il link.
Laura

Nessie said...

Ok, grazie Laura.

Anonymous said...

Quello delle 9,45 è quello che ho visto! mi è piaciuta molto l'intervista di Elia Menta, anche lui fa parte del ristretto gruppo di bloggers intelligenti che seguo.
Laura

Nessie said...

Buona notte a te Vanda. E mi raccomando, promettici che non ti arrenderai mai. Non diamogliela vinta a questi farabutti!
Hai sentito cosa ha detto la Wally nel commento finale alla sua intervista? Ha detto di non ammalarci, di tenere ben stretta la propria vita e farne una risorsa invincibile:

http://www.youtube.com/watch?v=7C9xmPJ4tGk

Nessie said...

Elia Menta chi sarebbe? Quello dell'Accademia per la LIbertà?

Seguo anche Barnard per ciò che concerne la macroeconomia. Ma ritengo che nel frattempo bisogna saper dare anche delle risposte spicciole e immediate ai poveri disgraziati colpiti dalle cartelle "equitaliche" da coccolone cardiaco. E questo la Wally lo sa fare bene.

Anonymous said...

Non sarà una semplice jacquerie, ma l'inizio di rivolte anti-Ue che incendieranno la Francia.

vorrei ma non credo :-(

ws

Nessie said...

Se non credi non succederà. Se credi, succederà.

Vanda S. said...

Dobbiamo credere! Non possiamo pensare che il nostro continente finirà per diventare come il Brasile! Abbiamo millenni di storia, tradizioni e culture che non potranno essere spazzate via con un colpo di spugna da questi cialtroni, senza alcuna resistenza da parte degli autoctoni!!!!

Nessie said...

Vanda, ricordi il film "Sogni"di Kurasawa? Il soldato stava per abbandonarsi alla morte, la morte che sopravviene per ipotermia. E nell'abbandonarsi pareva quasi provare sollievo, perché la lotta per la vita era finita.

In detto film, un gruppo di scalatori viene sorpreso da una tormenta ad alta quota. Dopo aver lottato per ore invano contro le forze della natura, ad uno ad uno cadono addormentati, vinti dalla fatica. Solo il capocordata resterà sveglio, e verrà raggiunto da una "yuki-onna" che lo lusingherà con una voce suadente, ma saprà resisterle. Ella svanisce insieme alla tormenta, ed il cielo torna sereno rivelando il campo base a pochi metri di distanza. Gli uomini vi ritornano con gioia.

Ecco, siamo un una fase dove abbandonarsi e dire a noi stessi che intanto "non c'è più niente da fare" è più facile che rimanere svegli e lottare fino all'ultimo sangue. Bisogna combattere contro la seduzione del "lasciarsi andare".

Vanda S. said...

Bella la tua allegoria, Nessie!
Mi associo con questo aforisma:
"Potranno tagliare tutti i fiori, ma non fermeranno la Primavera!"

Anonymous said...

Cercare di essere lucidi e consapevoli è certo la cosa da fare. Tuttavia quello che abbiamo attorno, basta osservare comportamenti, commenti e sondaggi elettorali, dice esattamente il contrario su una presa di coscienza diffusa. Grecia docet:

http://www.rischiocalcolato.it/wp-content/uploads/2013/11/Schermata-2013-11-10-alle-11.14.04.jpg

Che poi l'autore dell'articolo propenda per una soluzione (Mv5st) peggiore del male (o che fa parte del problema stesso) è un altro discorso...
Scarth

Nessie said...

Quale sarebbe l'articolo Scart? Io vedo solo numeri e cifre, che in sé non mi dicono proprio un bel nulla.
Anche Moody's, Standard e Poors ecc.. parlano solo il freddo linguaggio dei numeri. E purtroppo, c'è pure chi ci crede. Perfino Hollande (sulla scia del successo del Front National) ha fatto dire a un suo ministro che queste cifre delle 3 luttuose sorelle, vengono fornite da agenzie in piena combutta con le banche stesse.

Per favore, non farmi rivalutare perfino Hollande. Qui ci sono casi gravissimi, e qua dentro nessuno ne sottolinea mai abbastanza la gravità. Non c'è bisogno di sgufeggiare ancora ad oltranza

Anonymous said...

Il grafico dice che i greci comunque comunque votano per i propri aguzzini.
L'articolo è qui:
http://www.rischiocalcolato.it/2013/11/senza-reagire.html#

Non si tratta di gufare ma di osservare.
Scarth

Nessie said...

E' evidente che certe sperimentazioni vengono fatte laddove possono passare. La Grecia col suo quasi 60% di dipendenti pubblici e mancanza di attività produttive, in questo senso ha fatto da cavia ed è una vittima fin troppo designata.
Non sono affatto convinta che le stesse sorti sarebbero accettate supinamente da Francia e Germania.

Anonymous said...

La testa dell'Italia su un piatto d'argento fu il prezzo che Mitterand pagò a Kohl per convincerlo a trasformare il suo marco in "moneta unica". E' proprio vero che la madre dei cretini è sempre incinta (Hollande), ma intanto noi siamo stati lì a prenderla in quel posto osannando Ciampi, il più pulito (che ha comunque la rogna). La tragedia più grande è che ancor oggi, a risultato ottenuto, la maggioranza non abbia ancora la più pallida idea di cosa le è capitato! Bagnai, con tutti i suoi difetti, è uscito da questa categoria maggioritaria di perfetti imbecilli. Credo che Scarth abbia ragione quando dice che i greci non hanno preso ancora coscienza dello stato in cui si trovano e comunque anche se ne han preso coscienza non reagiscono a tal regime!Come ha ragione da vendere la Vanda quando dice che gli italiani nonostante le tasche sempre più vuote , non son ancora motivati abbastanza da innescare reazioni tipo quelle degli "bonnet rouge". A volte anch'io mi chiedo se in questo popolo (e anche quello greco) non vive una certa forma di masochismo!!! L'unica speranza che covo nel segreto del mio animo è che sia la Le Pen a provocare un effetto domino che ricordi a tutti che in mezzo alle gambe abbiamo "le palle" non certamente quelle di fieno del burLetta già divorate dalle sue stesse "bufale". Ciao IL Vate

Nessie said...

Vate, però non so se hai notato che i popoli che citi (i cosiddetti PIGS) sono stati in passato, i più egemonizzati da comunisti, socialisti e ora dalla cosiddetta sinistra globalista. Secondo me, il "masochismo" di cui parli, parte tutto da lì. In fondo sono "chiese rosse" che hanno lavorato a lungo e predicato a lungo e forgiato stampa e propaganda, secondo la loro ideologia e i loro dettami.

Anonymous said...

Ciao Nessie, sono appena arrivata.
Elia Menta è sì quello dell'Accademia della Libertà.
Stavo guardando alcuni sondaggi oggi (in rete), dalle percentuali che vedo pare che qualcuno cominci a svegliarsi ed i poteri forti cominciano a preoccuparsi. Ti risulta o sono male informata?
Laura

Nessie said...

Non saprei dirti, Laura. Io non sono mai così interessata ai sondaggi.

Anonymous said...

In effetti neanch'io ci bado più di tanto, mi hanno sempre dato l'impressione del falsificato ad arte, ma per caso oggi ho visto alcuni siti e tutti dicevano pressochè la stessa cosa (copia-incolla?)
Laura

Anonymous said...

L'emiro del Qatar compra 6 isole greche. E' la privatizzazione, bellezza:

http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2013-03-05/lemiro-qatar-compra-isole-110515.shtml

Z

Nessie said...

Già. E quei coglionazzi del PdL si mettono proprio su questa strada con la svendita delle spiagge. Bei deficienti!

Anonymous said...

Sulle proteste in Bretagna e notizie relative:

https://www.youtube.com/watch?v=Qojc1aQYGRo

Il PDL che era già messo male prima si è suicidato con l'appoggio a Monti e prima ancora con la campagna di Libia. Probabilmente B. l'ha fatto per cercare di salvarsi riducendosi a una marionetta per ingraziarsi chi sta dietro alle quinte. Si è vista come è andata a finire. La sua agonia però non è ancora conclusa: possono incarcerarlo, buttare la chiave e prendersi le sue aziende a costo zero.
Tanto valeva cascare in piedi, con dignità, 2-3 anni fa ma con un fragore che l'avrebbero sentito a 10000 km. Il nuovo partito di Alfini, completata la metamorfosi, è indistinguibile dal PD (ma non è il PD ad essere mutato) così ora abbiamo un partito unico per il sollazzo dei Poteri Forti. Vade retro.
Scarth

Vanda S. said...

Buongiorno Nessie. Durante la mia ultima visita in Bretagna ho acquistato questo libro, che raccomando a chiunque volesse conoscere la storia (dal punto di vista Bretone!) di questa terra:

Histoire de Bretagne: le point de vue breton
scritto dal bretone Jean-Pierre Le Mat
http://www.yoran-embanner.com/hst-histoire-de-bretagne-francais.php

Ne esiste anche una versione in inglese (purtroppo non in italiano!)

Nessie said...

Scarth, leggi questo articolo della Magli sulla Grecia:

http://www.italianiliberi.it//Edito13/la-grecia-si-consegna-alla-dittatura-della-ue.html

Lei dice la verità sul fatto che i Greci si sottomettono volontariamente ai dettami dell'impero Ue,e questo è molto triste. Ma in realtà cos'è oggi la democrazia parlamentarista? E come l'hanno ridotta? In tutti i Parlamenti degli stati cosiddetti "membri", ci sono solo le pedine di detto impero. Quindi il tavolo dell'osceno gioco è già truccato a monte.

Sto ascoltando il tuo link sulla Bretagna a cura dei leghisti.

Vanda S. said...

Anch'io sto ascoltano lo stesso link ! Adoro questi ragazzi! Altro che questi degenerati che oggi vediamo in giro! Somigliano molto ai miei figli: niente piercing, tatuaggi, capelli assurdi con creste o a modello dei calciatori, eterosessuali e un modo di vestire NORMALE, insomma degli alieni!

Vanda S. said...

Davvero inquietante l'articolo della Magli! Vorrei comunque sottolineare che già da un bel pezzo e' iniziato l'acquisto di tutto ciò che e' acquisibile in Grecia, da parte dei turchi. Di fatto, sappiamo che questa nazione, dopo la sua decadenza e' stata per un bel pezzo terra di nessuno, quando non c'erano i turchi. Una ricerca genetica ha trovato più persone con il ceppo genetico greco nella nostra ex Magna Grecia, che nella stessa Grecia! Io credo che la Grecia sia una nazione che già da secoli e' stata privata della sua identità nazionale e oggi dovremmo guardarla come l'immagine di un nostro vicino futuro!

Nessie said...

Beh, non è che ragazzi così siano da proteggere col Panda. Da noi in queste provincie del Nord, è quasi un fatto normale. Quasi.
Il discorso della Lega sul localismo però, non mi convince fino in fondo. Le macroregioni è stato anche un progetto europeo. Frantumare le nazioni in tante piccole patrie, rende più facile il gioco agli oligarchi.

Vanda S. said...

E allora nelle province del nord e' ancora Italia! Qui a Roma e' peggio della torre di Babele! Posso reclamare l'identità padana? La mia famiglia e' venuta a Roma da Torino, quando Roma e' diventata capitale d'Italia ed il mio tris-nonno era un funzionario delle reali ferrovie. Mia madre e' invece nata a Roma, d'origine sarda ma i suoi avi provenivano dalla Catalogna.
Sono d'accordo con te che la frantumazione delle nazione fa il gioco degli oligarchi: "dividi et impera", no?

Nessie said...

Chiarisco meglio, a scopo di equivoci. La Lombardia ERA un piccolo Eldorado fino a poco tempo fa. Le famiglie avevano un certo reddito, i figli (simili a quelli che hai visto nel filmato) ben avviati alle varie professioni e con un alto tasso di acculturazione; le attività produttive (piccole, medie e grandi) viaggiavano come locomotive. La qualità dei servizi era buona, per via dell'efficienza proverbiale delle persone.
Ora è diverso. Lo scrive anche Ida Magli nel suo articolo sul 3% che ci uccide:

"Faccia un giro nella Lombardia, motore dell'economia produttiva italiana, cara Signora Merkel, e vedrà il risultato del grande mercato promesso da Maastricht e dalla sua moneta: le fabbriche sono tutte chiuse".

Leggi questo articolo su un'industriale vinicolo varesino costretto a denunciare Equitalia per usura ed estorsione, e capirai da te che vento tira anche qui:

http://www3.varesenews.it/economia/equitalia-ristabilisci-la-correttezza-252275.html
Pensi che questo poveretto otterrà giustizia da uan Magistratura sostanzialmente supina e prona agli interessi dei globalisti?

Allo stato attuale i Padani chiedono ospitalità alla vicina Svizzera. Perciò per la "cittadinanza padana", sappiati regolare di conseguenza...

Vanda S. said...

Parlando di finanza, della serie "facciamosi due risate":

http://youtu.be/QIJRi1t2WYw

Nessie said...

Ho ascoltato. Carina davvero :-)