13 October 2013

A Monsieur Le Monde je rode

Non bastasse un cattivo giornale, portavoce delle massonerie Ue come Le Monde,  venerdi 11 anche l'inserto del Corriere "Sette" si è messo a dar voce a Jean-Marie Colombani, non più direttore di cotanto giornale francese e ora firmatario di articoli ( tradotti  e coi diritti riservati) per il pubblico italiano. Leggete voi stessi come rosica perché in Francia hanno capito che se continua a governare Hollande, il destino dei francesi sarà sempre più tasse, vassallaggio agli Usa, obbedienza a quel FMI che prevede perfino il prelievo forzoso dei nostri risparmi; più altre bellurie come  flussi migratori a gogò e nozze gay.
E lo fa per il nostro ancora narcotizzato pubblico, visto che Oltralpe, a tromboni simili,  nessuno dà  più retta. A Colombani je rode, e rosica non poco per il risveglio dei partiti identitari della destra francese (Marine Le Pen innanzitutto), e teme  pure il contagio europeo nonché la fine del pensiero unico mondialista di cui lui è sempre stato zelante  propagatore. Il corsivo evidenziato che inframmezza questi suoi grani di stolidezza, è mio.




Cosa succede all’Europa? Come mai nel nostro Vecchio Continente, in un Paese piccolo come l’Austria, il totale dei voti dell’estrema destra supera il 30%? Finora si è detto: il populismo è in crescita? Certo, c’è la crisi. In Austria però i disoccupati superano di poco il 4%, vale a dire piena occupazione. (significa che gli Austriaci sono persone previdenti e corrono ai ripari prima di essere ridotti a colabrodo come noi).  È vero che nella nostra Europa non si è mai verificato che un movimento ideologico restasse confinato all’interno di un unico Paese (anche il suo pensiero, Monsieur, purtroppo non è relegato solo alla sua penna e al suo Paese). La Storia ci dimostra che ogni volta nata, una corrente di un certo rilievo attraversa, o infiamma, tutto il continente. Oggi siamo quindi a rischio populismo. Il che significa essere a rischio di demagogia, di soluzioni che soluzioni non sono, di semplificazioni eccessive. E all’orizzonte si prospetta una sciagura ancor peggiore. Quasi dappertutto in Europa siamo doppiamente minacciati: dall’avanzata dei movimenti populisti, certo, ma anche dalla tentazione dei partiti della destra classica, e persino di una parte della sinistra, di battere sugli stessi tasti dei populisti, di riprenderne i temi, e quindi di conferire loro credibilità. Nessuno sembra sottrarsi a questa tentazione. In Gran Bretagna, dove la minaccia è rappresentata dall’Ukip, che spinge per l’uscita dall’Unione europea, il governo di David Cameron va all’attacco del welfare, cercando di rendere più severe le condizioni per ottenere l’indennità di disoccupazione. In Francia, dove la minaccia è rappresentata dall’ascesa del Front National di Marine Le Pen, i leader della destra “di governo” si fanno concorrenza strizzando l’occhio all’estrema destra: è il caso della droite décomplexée, la destra senza complessi di Jean-François Copé, presidente dell'Ump (il fatto di chiamare "senza complessi" la destra, la dice lunga sul diritto di cittadinanza democratica di cui dispone), o della frase choc dell’ex primo ministro François Fillon, un tempo nemico giurato dell’estrema destra che, dimenticando l’eredità gaullista cui peraltro si richiama, garantisce: «Fra un candidato socialista e uno del Front National è bene scegliere il meno fazioso». (l'hanno capita anche quelli dell'UMP che fazioso come Hollande non c'è nessuno)

AUTORITARISMO PUTINIANO. Il Belgio ha i separatisti fiamminghi. L’Italia la Lega Nord e il grillismo. Persino in Germania ha destato qualche preoccupazione la nascita di un piccolo partito populista sovranista che per poco non ha superato la soglia di sbarramento del 5%, che ne avrebbe consentito la presenza in Parlamento (fa parte del gioco democratico, entrare in Parlamento mediante libere elezioni, cher Monsieur). E poi c’è la Grecia, logorata, ahimè, da un vero e proprio movimento neonazista, Alba dorata, che finalmente il governo ha deciso di combattere per via giudiziaria. Era ora. Perché i nostri amici greci forse l’avevano dimenticato, ma l’Europa è, e deve restare, intrinsecamente legata alla democrazia (quale democrazia? Quella che sta facendo morire i Greci di denutrizione? quella che confisca le loro case? Quella che mette in svendita perfino le loro isolette? ). E l’Europa? Troppo spesso viene considerata la causa di tutti i mali. Il populismo però cresce anche in Norvegia e in Svizzera, stati che non appartengono all’Unione (te rode, eh?) . Il fatto è che nei nostri Paesi criticare l’Unione europea è spesso un alibi, un diversivo che serve a nascondere il giudizio severo dei cittadini sui propri governi. La globalizzazione, l’invecchiamento della popolazione e il debito pubblico dei nostri Paesi non sono certo dovuti all’esistenza dell’Unione o delle sue istituzioni (ignorante e in malafede!La Ue è stata creata apposta per creare un primo blocco globalista).

L’ostilità verso i governi nazionali (nazionali? quale nazione se le nazioni ormai non sono più sovrane?) è ben più forte di quella rivolta alle istituzioni europee. Altrove, nei Paesi dell’ex blocco sovietico, il populismo si nutre di nostalgia, e così l’autoritarismo “putiniano” diventa fonte di ispirazione, come accade per esempio in Ungheria (te rode, eh?), dove si sostituisce alla pratica della democrazia. In Austria si può parlare di crisi di identità. La tentazione è quella di cedere a esalazioni xenofobe simili a quelle della Svizzera, che si possono riassumere così: «Siamo ricchi, e l’ultima cosa che vogliamo è condividere la nostra ricchezza» (mica fessi! la socializzazione della miseria fa parte dell'insana utopia social-comunista). Qualunque siano le sue ragioni, il populismo non è altro che una risposta semplicistica a problemi ben più complessi. Potrebbe presto sconvolgere gli equilibri dell’Europa, se all’interno del Parlamento europeo tutti questi movimenti riuscissero a formare un blocco che ne diventerebbe il fulcro (magari! Plût à Dieu!).
E questo per noi è un elemento essenziale della minaccia che il populismo rappresenta. 
(Jean-Marie Colombani)
(traduzione di Giacomo Cuva)


dall'inserto Sette del Corsera: http://www.corriere.it/sette/editoriali/colombani-jean-marie/2013-41-europa_3a838f02-30f5-11e3-a950-4142d5c00dc6.shtml

116 comments:

Anonymous said...

Il Corrrieraccio deve essere proprio a corto di argomenti se si accontenta di un Solone borioso che spara aria fritta e rifritta sulla democrazia (intesa come diritto di rapina dei popoli), sull'accusa di razzismo, la xenofobia in mancanza di una valida soluzione al problema migratorio. Qui un articolo sulle differenze tra il vecchio Front national e quello nuovo

http://www.ilribelle.com/la-voce-del-ribelle/2013/10/11/il-fronte-nazionale-di-marine-le-pen-e-quello-di-jean-marie.html
Zeta

Nessie said...

Grazie Z, letto il pezzo.C'è solo da augurarsi che le élites oligarchiche non incomincino a infiltrare correnti su correnti nei partiti identitari, mandando tutto in vacca, come è loro sudicio costume.

Quanto all'articolo proposto a un pubblico ritenuto babbeo, sfido io che il CorServa continua a perder copie e a mettere in prepensionamento i suoi e tutto il pletorico apparato di Via Solferino!

johnny doe said...

Questa tirata del coglione francese è veramente la summa del luogocomunismo o piddiotismo del demenziale pensiero dominante.Un perfetto ascaro della vulgata che però,da ipocrita pennivendolo quale è,si guarda bene dal cercare di comprendere e di spiegare al lettore i motivi delle sue doleances.Se la cava con " Qualunque siano le sue ragioni...." e naturalmente tirando in ballo il populismo,con cui etichetta il malessere reale di tanta parte della popolazione europea e della sua insofferenza per il regime dittatoriale della UE.
Un clamoroso esempio della mistificazione in atto per puntellare una baracca sempre più traballante sotto i colpi della realtà e del sentimento di ribellione che aleggia in Europa (meno che da noi).E forse non a caso il Corriere della Serva lo pubblica.....per rincoglionire ancor di più il già rincitrullito popolo italiano.In Francia,probabilmente non se lo filano più.E se si muovono i francesi,come sempre ho sostenuto,l'Europa è kaputt.
Colgo anche una certa dose di paura in questo ipocrita sermone a pagamento del trombone Colombani.

Nessie said...

Sapevo, Johnny, che ti sarebbe piaciuto da morire questo coglionazzo pomposo che in Francia non si filano manco più e che il CorServa ha rastrellato per finir di rincitrullire i suoi sempre meno numerosi lettori. :-)
Il post l'ho fatto come esempio di eurocretinismopensiero.
Ho colto anch'io una punta sgomento nel voler sorreggere un impianto che fa acqua da tutte le parti coe Eurolandia, sempre più landa desolata.

aladino said...

Carissima Nessie. IL Colombani l'avevo già inserito nella lista nera. La bestialità di questo topaccio si trova nel punto in cui afferma: ........ che la destra si è decomplessata ..... sono parole sue come quelle di qualsiasi millantatore che si trovi in VeDrò. Questi complici dei banksters, quando non lo sono loro stessi. pur trovandosi in una lista semi-clandestina alzano il ditino disapprovando qualsiasi persona o movimento politico regolarmente e democraticamente. Nel contempo leccano il ..... ai 21 MAI eletti. Si vergognino. ciao.


P,S.: Non ho mai sofferto di alcun complesso.

Massimo said...

I giornalisti di regime sono ormai talmente iunaffidabili che devono ricorrere agli stranieri per propagandare il loro liquame, sperando che possa avere una mano di rispettabilità. Le elezioni europee della prossima primavera, una volta fiore all'occhiello della propaganda europeista, potrebbero infliggere una bastonata solenne a simili cialtroni a 27 stelle.

Anonymous said...

Ciao, Nessie. Permettimi di dissentire dall’articolo di Caputo, linkato da Zeta.
Posso assicurarti di conoscere (per antica “camaraderie”) il FN, la sua storia, i suoi programmi e i suoi militanti molto più dell’imberbe e presuntuoso giornalista (nota lo stupido tentativo di parallelismo col M5S).
Quello che Jean Marie Le Pen disse nel 2010 lo diceva anche prima (lo so, per averlo ascoltato con le mie orecchie). Il FN era ed è un movimento nazionalista, sovranista, popolare, identitario e pertanto da sempre in opposizione alla NATO, all’immigrazione, al mondialismo, all’euro ecc. È sempre stato contro la sinistra, naturalmente, ma “anche” contro la destra, perché “la Droite” in Francia – da più di cinquant’anni – È il partito gollista.

(Nota ad usum delphini: cosa su cui dovrebbero riflettere certi “destronzi” nostrani, i quali non hanno ancora capito che in Italia, da quasi un ventennio, la destra È Berlusconi che ha sputtanato la qualifica al punto da renderla inutilizzabile per i secoli a venire. Meglio sarebbe definirsi “socialnazionali”, al di là della destra e della sinistra, ciò che in realtà siamo sempre stati, fin dall’inizio…).

Per tornare al Front National, oggi raccoglie i frutti della coerenza, di battaglie pluridecennali condotte in perfetta solitudine, spesso senza alcuna rappresentanza parlamentare, a causa di una legge elettorale liberticida (alle ultime elezioni ha preso solo tre deputati col 18% dei voti). E soprattutto senza essere mai sceso a compromessi, senza aver mai mendicato “posti” o alleanze con la destra ufficiale.
Marine Le Pen non ha cambiato nulla, neppure il simbolo del partito (la fiamma stilizzata) che fu adottato da suo padre, col quale lei si pone in perfetta continuità.
(no caste)

Nessie said...

Ciao Aladino, piacere di ritrovarti. La verità è che spesso tra stampaglia e politicume c'è una commistione e sappiamo bene quali sono le consorterie che li accolgono. Altro che "rinnovamento" come parla un famoso blog del Giornale :-). Come si dice, Dio li fa eppoi li accompagna.
E del resto, se tutto questo disastro ha potuto espandersi nel mondo, è evidente che editorialisti, columnist e cronisti sono in omertà con chi sappiamo.

Le monde è sempre stato vicino Al Grande Oriente (rive gauche). Ciao

Nessie said...

Proprio così, Massimo. Una "firma" d'Oltralpe serve a far credere ai più gonzi, l'idea che questo Eurogulag sia il migliore dei mondi possibili.
Colombani è sempre stato un falsificatore e nei suoi articoli è tra quelli che lascia credere che l'Italia stia vivendo il "ventennio" solo perché c'era il Berlusca.

Nessie said...

No caste, hai fatto bene a fare di queste precisazioni sul Front. In ogni caso far conoscere un link, non significa condividerlo. Caputo scrive sulla storia del Front National, cose che del resto mi è capitato di leggere anche nella cosiddetta "stampa ufficiale".

Anonymous said...

Certo, Nessie, anche a me è capitato di leggere sulla “stampa ufficiale” (quella che fa disinformazione) le stesse cose riportate da Caputo, ma se la stampa ufficiale mente bisogna pur dirlo…
E a proposito di stampa ufficiale… che ”Le Monde” sia il portavoce della massoneria francese è abbastanza noto, ma pochi sanno che quel giornale nacque, nel 1944, per volontà di De Gaulle, il capo della “Droite” francese…
Nessuna meraviglia che Le Pen abbia sempre schifato la destra gollista nelle sue varie incarnazioni.
(no caste)

Anonymous said...

Nell'altro thread si diceva che uno dei cardini indispensabili del potere unico globale è la sua stampa orwelliana. Questo ne è un esempio.
Poi nel famoso terribile ventennio Berlusconiano bla bla con la calcolatrice alla mano si scopre che Berlusconi ha governato per 3337 giorni mentre la sinistra cioè i Poteri Forti hanno governato per 3254 giorni. Gli esecutivi "tecnici" cioè i Poteri Forti hanno governato 1013 giorni. Berlusconi comunque non si è mai intestato la destra. Ci si è alleato. L' FN sembrerebbe avere molto più in comune con la Lega ma su base nazionale. Forse perchè la Francia è una Nazione.
> No Caste: ma una certa destra italiana non ha molti tratti in comune col movimento di Grillo e con le frange più dure del PD?
PS: a me piace la destra umana di Marcello Veneziani.
Scarth

Johnny88 said...

Le tue "parentesi" mi hanno fatto sbellicare. Certo che la "rosicata" del direttore del gazzettino della "gauche caviar" è veramente plateale. Insomma, a quanto pare per monsieur le directeur la democrazia va bene solo quando "esportata a suon di bombe" e quando vincono quelli della sua parte politica. Non cambieranno mai.

Riguardo al Corser(v)a come tutti i quotidiani italiani ormai si regge solo sui contributi pubblici. Curioso no? Propagandano "il mercato", ma se fosse per il "mercato" loro dovrebbero chiudere domattina.

Nessie said...

Sì No caste, sapevo che De Gaulle insieme a un suo socio, di cui ora non ricordo bene il nome, fondò una società a responsabilità limitata nel lontano '44. Poi il giornale (che esce con la data dell'indomani perché si stampa al pomeriggio) prese un taglio di gauche e di critica nei confronti del governo.
Lo stesso Colombani è stato accusato su un libro dal titolo "La face cachée du monde" (che ebbe successo in Francia) , di usare del Mondo per entrare nei palazzi dell'alta finanza.

Nessie said...

Scarth, anche a me piace Veneziani, che non è mai banale. Anche Buttafuoco a volte non mi dispiace, anche se è lontano dal mio mondo. Ma il personaggio che mi intriga di più e che vorrei ne avessimo uno simile anche qui noi, è Alain de Benoist (no caste, lo sa già). E' intelligente, colto un intellettuale coi fiocchi nell'analisi delle boiate che ci attorniano. Di lui ho pubblicato sul blog integralmente l'articolo "Morte a credito":

http://sauraplesio.blogspot.it/2011/11/morte-credito.html

Grillo non lo assocerei alla "destra", in quanto non è un conservatore su niente. Tutte le sue battaglie, le sue truppe cammellate fanno battaglie di sinistra (gayezza, reato di omofobia e ora depenalizzazione del reato di clandestinità). LUi prende le distanze dai suoi? Palle! E' il giochetto del "poliziotto buono e di quello cattivo".

Nessie said...

Johnny, lì per lì,volevo solo pubblicare una parte dell'articolo e linkare tutto il resto. Ma poi ho pensato che poteva essere un buon "paradigma" di caxxate che non si dovrebbero nemmeno pronunciare, data la gravità della situazione che sta emergendo in molti stati dell'Eurozona. Quando poi scrive: "
Perché i nostri amici greci forse l’avevano dimenticato, ma l’Europa è, e deve restare, intrinsecamente legata alla democrazia", allora ha proprio toccato il fondo dei fondi e mi è saltata la mosca al naso.
Ci vuole una bella faccia di palta, per fare affermazioni di questo genere!

C'è solo Foa, che spera in un rinnovamento di questa gentaglia. Sì, aspetta e spera. Con le nuove tecnologie informatiche possono solo accelerare il loro Bestiario, in tempo reale.

Aldo said...

Colombani, inventandosi una citazione che non esiste, scrive: «Siamo ricchi, e l’ultima cosa che vogliamo è condividere la nostra ricchezza».

Ora, mi piacerebbe conoscere il reddito reale di 'sto Colombani del piffero, quindi confrontarlo col mio, quindi imporgli a pedate di essere coerente con le sue stesse parole e "condividere (con me) la sua ricchezza" fino a trovarci in condizioni di parità. Scommettiamo che avrebbe giusto qualche remora?

Che gente! E magari ha pure il coraggio di credersi un intellettuale, 'sto maramaldo!

Anonymous said...

Proprio così Nessie, però M5s/PD e una certa destra hanno in comune il forcaiolismo spiccio e in particolare una fede assoluta e acritica in un certo tipo di stato e in certe istituzioni. Nonchè in certi giornali.
Scarth

Nessie said...

Aldo, sapevo che non avresti resistito ai tuoi sdegni, alla lettura amena di questo Bestiario! Sei peggio di Roger Rabbit, quando sentiva l'aria di "MMmazza la vecchia/col flit.." (non so se hai visto il cartoon :-).

Comunque se ti vuoi informare sulla biografia di questo "maramaldo" eccoti il link che ho già messo anche nel post:

http://fr.wikipedia.org/wiki/Jean-Marie_Colombani

Certamente non è un poveraccio, visto che oltre essere stato direttore editoriale era pure azionista di maggioranza.

Nessie said...

Questo, Scarth, può essere per via degli estremismi. Ma mi chiedo dove sarebbe questa destra "estremista" visto che ogni volta che c'è un corteo di casa POund o di FN, viene sempre loro impedita l'agibilità politica. Viceversa i casseurs e la teppaglia dei centri sociali ha diritto di vandalismo per ogni dove. Questa è la realtà.

Aldo said...

Grillo... Ci son volte in cui lo caricherei di bastonate, altre in cui invece scrive cose sacrosante. Come queste. Saranno anche banalità, ma come dargli torto? E' davvero populismo, questo? Diciamo piuttosto che il contraddirsi e il non far seguire a parole di questo genere i dovuti fatti rende il tutto piuttosto inutile.

Anonymous said...

No non sto parlando di estremismo in quel senso e di quei soggetti. Sto pensando ai vari Blondet, Travaglio, Fini & Co. Così di destra che mai li hai sentiti opporsi al PD e poteri annessi.
Scarth

Nessie said...

Aldo, se uno dice e scrive 99 caxxate, ma poi la centesima è buona, io non ho nessuna difficoltà a riconoscere quell'unica cosa giusta che dice. Il problema di Grillo è lo scouting. Dove li ha presi certuni con quella faccia da ottusi nemmeno buoni a parlare l'Italiano come Crimi? Reclutare in rete, non è una buona formula per mettere le persone giuste al posto giusto. Poi dopo aver visto alcuni filmati della Casaleggio & Associati, la "cosa" che hanno messo in piedi mi puzza alquanto, circa i suoi legami con certe manine d'Oltreoceano.

Nessie said...

Scarth, ma hai messo insieme tre soggetti incompatibili tra di loro. Blondet è un cattolico conservatore (a detta di alcuni, integralista). Travaglio si autodefinisce un liberale, ma in realtà è un giacobino da Comitato di Salute pubblica. E forse si deve mettere d'accordo con se stesso, visto che bazzica sempre ambienti sinistri (Girotondi, movimenti viola dipietristi, sabine guzzanti, santori e santoreidi). Macché destra! Travaglio è un piccolo St. Just.

Fini è solo fuffaglia ormai scolorita e sbiadita, poco assimilabile ad alcuno schieramento che non sia stato il suo tornaconto. I poteri forti (B'nai B'rith) avevano puntato su di lui, ai tempi del suo dissidio col Berlusca, ma poi l'hanno scaricato, perché l'uomo vale poco. Non vedo un futuro per lui che ha fondato "fare futuro".

Anonymous said...

Intendevo Massimo Fini il giornalista.
Scarth

Nessie said...

Ahh! Non è uno stupido. Di lui ho letto un paio di cose buone come "La ragione aveva torto" e "Il vizio oscuro dell'Occidente". Però tutto si può dire di lui, fuorché sia un pericoloso estremista. Quel che non mi riesce di capire di lui che è un "antimoderno" è il suo sodalizio con un "giacobino" come Travaglio.

johnny doe said...

"questo coglionazzo"...fa il paio sullo stesso giornale con BHL,un altro strabollito pensatore da cortile più guerrafondaio del mascherone Kerry....uno che ha fatto ridere la Francia commentando la figura di un filosofo mai esistito....
Questi coglioni non si chiedono mai perché in tutta europa le forze più consistenti antieuro sono di destra (ovviamente meno che da noi)....lo stesso Hollande all'affermazione di Marine Le Pen "se vinco disintegro l'euro",non trova di meglio che rispondere:
"rialzare la testa di fronte agli estremismi e alla xenofobia".

Hai capito che arguta analisi...!

Anonymous said...

# Scarth.
Francamente non ho apprezzato il riferimento alla “destra umana” che ne presuppone, evidentemente, una “disumana”…
Con Veneziani ho una storia comune: entrambi abbiamo cominciato giovanissimi (15/16 anni) a far politica nel MSI nell’epoca in cui ad ogni manifestazione di piazza fischiavano pallottole (contro di noi). Unicamente chi ne ha solo sentito raccontare può, oggi, parlare di “estremismo” così a cuor leggero…
Inoltre condivido con Veneziani un buon tratto di percorso intellettuale (Evola, Pound, la Nouvelle Droite ecc.) e ti rivelo che anche lui, come me, crede nello Stato con la “S” maiuscola. Lo Stato Etico, per la precisione, poiché lo Stato, se non è tale, se è solo mera “amministrazione” come in America, come oggi in Italia, non ha alcuna ragion d’essere. Basta leggere i libri di Veneziani, e non fermarsi ai suoi “Cucù”, per avere conferma di quello che scrivo.
Sicché, delle due l’una: o è “umana” anche la “mia” destra (ammesso che si possa chiamare così), o anche quella di Veneziani è “disumana”. Tertium non datur…

Quanto a Grillo, ha ripreso e mal digerito idee altrui (di Auriti) che gabella per sue, ed è questa l’unica cosa che lo accomuni alla “destra”, non ce ne sono altre. Quel che penso di lui, l’ho già scritto su questo blog utilizzando parole sue: «Se non ci fossimo noi, in Italia ci sarebbe Alba Dorata». È precisamente così: Grillo è un diversivo, ha la funzione di stornare la protesta per evitare che si incanali su chine troppo pericolose per l’or signori. In ogni caso, a me di lui e delle “frange più dure del PD” non frega niente. Non calibro le mie idee in base a quelle altrui.
(no caste)

PS:
Il Front National somiglia al… Front National e basta. Ma per la storia nacque e si modellò facendo riferimento al MSI, a cui chiese e ottenne l’utilizzo del simbolo, come perfino Wikipedia riconosce.
Almeno questo ce lo vorrai concedere, cazzo…

Nessie said...

Calma, no Caste e metti le due xx alla parola :-).

Johnny, te ne racconterò una di Colombani. Un po' di annetti fa, pubblicò un articolo di Tabucchi nel quale accusò Ferrara di volerlo uccidere. Colombani, a tutta la pioggia di smentite che gli piovvero sul tavolo della redazione, non ne pubblicò una. Ne diede conto il Foglio. Non male per essere nato e vissuto nel paese del volteriano "diritto di replica".

Johnny88 said...

Francamente nemmeno io riesco a capire che ci faccia Massimo Fini insieme a Travaglio & soci della ghigliottina. Molte volte lo trovo arguto, altre volte estremamente irritante (quando ad esempio parla di islam e immigrazione mi lascia attonito), ma mi sembra abbia proprio poco a che spartire con Travaglio e la sua gazzetta delle procure.

Anonymous said...

No Caste, apprezzo moltissimo Veneziani e mi piace proprio perchè non ha niente in comune con la negazione dello stato di diritto, della faziosità e nell'efferatezza e maramalderia nei confronti dell'avversario manifestata dagli altri soggetti. Cosa che li accomuna con Grillo oltre che alla sudditanza piatta e retorica nei confronti di certi Poteri e storie "istituzionali" e nazionali. Ho il massimo rispetto per la storia di Veneziani, la vostra storia.
Detto questo in questo guazzabuglio non distinguo più tra destra e sinistra o chissà cos'altro. Riesco solo a distinguere, a malapena, tra quello che viene detto e proposto. Mi attengo alla massima che non conta il colore del gatto, basta che prenda il topo.
Scarth

Nessie said...

Mssimo Fini sull'islam. Johnny, anch'io l'ho trovato irritante al punto che gli avrei mollato sganassoni. Poi lui è un provocatore solitario, e penso che lo faccia apposta a dire cose non allineate al Common Good.
Tuttavia qualcosa di vero c'è. In passato anche se con questa gente ( i musulmani) non siamo certo mai stati simili, fra l'Italia e i paesi arabi c'erano buoni e fruttuosi rapporti, e avevamo pure proficui scambi commerciali. Penso a Mattei, alla vecchia DC andreottiana e pure a Craxi. Come mai improvvisamente è venuta fuori la serpe integralista wahhabbita & derivati vari? Chiediti il perché e CHI ha alimentato lo "scontro di civiltà", dopo la Caduta del muro e la fine della GF. Le scuole coraniche, le madrasse saudite si possono pure pagare. E magari far proliferare pure nei Balcani.Se poi l'integralismo islamico fa così schifo, c'è da chiedersi perché gli Americani bombardino (per interposta persona) i regimi laici come quello siriano,come quello libico, mentre risparmiano quei rottami della dinastia saudita.
Questo per dirti che Massimo Fini (sui cui difetti non discuto),ha ragione quando asserisce che la fòla dei diritti umani dell'ONU,sono un comodo pretesto per ficcare i piedi nel piatto degli altri. Ora non lo dice solo lui, ma lui lo diceva quando non osava fiatare nessuno ed "eravamo tutti americani" (compresa la sottoscritta).
Di questo gliene do atto.

Anonymous said...

Sto pensando ai vari Blondet, ..... che mai li hai sentiti opporsi al PD e poteri annessi.
Scarth


ma che dici ! . Evidentemente tu blondet non lo hai mai letto.
Io invece lo leggo da 35 anni , cioe' da quando givanissimo teneva la prestigiosa "terza pagina" del " giornale nuovo " (cioe' quello "vecchio" ) e ti posso garantire cher ha SEMPRE scritto contro i " poteri annessi "
anzi,nel 1985 ci perse pure il posto..
ws

Nessie said...

Sacrosanta precisazione, ws.

Scusa Scarth, ma se i tuoi "moderati" e "non estremisti" sono Mario Mauro (oggi traditore in Scelta civica), beh, te li lascio tutti.

Anonymous said...

Ws, non lo seguo così bene e così tanto ma ogni volta che l'ho letto gli strali erano per PDL, Berlusconi, Lega. Mai un accenno al PD e dintorni nè tantomeno a innominabili ed intoccabili "istituzioni" e retoriche patriottarde. Disposto a ricredermi quando leggerò qualcosa di diverso. Il tutto condito con il solito agitar di forche. Esattamente come Travaglio già pupillo di Montanelli. Ed esattamente come Grillo.
Nessie, purtroppo (sottolineo 1000 volte il purtroppo) Mario Mauro l'ho votato alle ultime europee quando era nel PDL. D'altra parte in quel partito il cambio di casacca a voti intascati è uno sport così diffuso che era quasi impossibile evitare la fregatura. Comunque non ho ripetuto l'errore.
Scarth

Nessie said...

Non l'hai letto bene, Scarth. Gli strali erano per Berlusconi semplicemente perché Effedieffe lo votò e fece per così dire dichiarazione di appartenenza. POi ne rimasero delusi, come buona parte degli Italiani che l'hanno votato.
Quanto al parallelismo con Travaglio, non lo trovo affatto pertinente, visto che T. è sionista e Blondet non lo è.

Vanda S. said...

Ascolto e seguo i discorsi di Nigel Farage, uomo politico che ammiro moltissimo e che e' quasi sconosciuto in Italia perche' pesantemente censurato!
I pochi articoli italiani che ho letto lo paragonano a Grillo: che insulto per Farage!!!!
Grillo non e' degno neanche di pulirgli le scarpe!!!!

Nessie said...

Vanda, hai capito perché il Corserva ha ingaggiato questo trombone francese di Colombani?

Temevano questo risultato:

http://www.repubblica.it/esteri/2013/10/13/news/francia_fronte_nazionale_vince_in_voto_locale_-68523997/

e l'hanno avuto.

Nessie said...

PS: Hanno tentato di ripetere l'operazione "La Honte" degli anni passati quando si sono tutti uniti per votare i gaullisti di Chirac: invano!

http://www.ilgiornale.it/news/esteri/primo-test-superato-pen-vince-nel-voto-localedopo-i-sondaggi-958162.html

Aldo said...

Nessie: "Non calibro le mie idee in base a quelle altrui."

Direi che è un atteggiamento assai sano.

Su un altro livello, visto che stiamo parlando di populismo (che è anche una forma di mistificazione), vorrei chiedere quanti tra i pur informatissimi frequentatori di questo blog hanno sentito parlare dell'importantissimo sciopero che si terrà venerdì. Ho provato a parlare coi miei colleghi della questione, che li (ci) tocca tutti assai da vicino con attacchi molto gravi e forieri di ulteriore immiserimento "alla greca", ma da tutti ho ottenuto bocche aperte e occhi sbarrati. Ma nessuno che abbia detto convintamente: "Allora sciopero anch'io!". Che sia un caso di lobotomia collettiva? C'è qualche sostanza chimica strategica negli acquedotti e nell'acqua in bottiglia? (dico così, a metà tra il serio e l'esagerato, perché personalmente mi approvigiono ad una fonte a lato d'un torrente a 30 km da casa mia, fonte che frequento armato di bottiglioni da 60 litri a colpo e che, essendo una sorgente spontanea, NON PASSA per i circuiti ufficiali).

Nessie said...

Aldo, non so nulla di questo sciopero di venerdi di cui parli. E' organizzato dalla Trimurti sindacale? Se sì, i tuoi colleghi lobotomizzati, sono parzialmente giustificati. Perché lasciare la giornata di lavoro, per un sindacato complice di questo sfacelo? Loro non sono incolpevoli di questo disastro.

Aldo said...

Non so se lo ritieni in tema o meno... secondo me è in tema, perché le tecniche impiegate in questo caso fanno l'occhiolino a quelle impiegate in altri casi, tra i quali anche quello citato nel tuo articolo. Comunque sia...

Cosa ne pensi della vicenda di Priebke e del modo in cui, da un punto di vista strettamente legato alle tecniche della comunicazione/persuasione/plagio, si affianca alle varie forme di "pensiero unico" con le quali dobbiamo confrontarci? Quanto ci hanno reso simili ai capponi manzoniani, anche in merito a questo vicenda?

Aldo said...

Lo sciopero fa capo ai Cobas, è uno sciopero nazionale/generale e multicomparto. Non una cosetta così e via. Per la prima volta da tanto tempo, inoltre, è uno sciopero strettamente a tema nel quale NON sono state inserite rivendicazioni in merito al popolo curdo o all'estinzione della quaglia trevigiana o ai diritti degli immigrati (meglio se clandestini).

Non ti ho collegato direttamente il sito dei Cobas perché usano un linguaggio che so già che ti avrebbe inutilmente innervosito, sviandoti dal messaggio di fondo.

Nessie said...

SU Priebke temo che abbiamo fatto strame della legge greca di Antigone (quella in cui i nemici dei due campi avversi imponevano tregua per raccogliere i morti sul campo), quella romana e pure quella cristiana legata alle opere di misericordia spirituale e corporale (del seppellire i defunti). Quest'ultima, discende dalle due precedenti civiltà e le riassume. Ma da oggi perfino la chiesa, ha scelto la via della barbarie. Leggi questo post dell'amico Massimo, al quale ho aggiunto un commento anch'io :

http://blacknights1.blogspot.it/2013/10/la-bassezza-morale-dei-moralmente.html

Nessie said...

...e anche questo trafiletto, peccato che il resto sia a pagamento :

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_jcs&view=jcs&layout=form&Itemid=150&aid=269409

Se lo sciopero di cui parli, è organizzato dagli autonomi e dai comitati di base, allora la cosa cambia.

Nessie said...

PS: anche questo articolo di Riscossa Cristiana è fatto molto bene sulla questione Priebke.

Per fortuna, c'è cristiano e cristiano:

http://www.riscossacristiana.it/penoso-la-democrazia-fiera-lotta-contro-la-salma-di-centenario-di-paolo-deotto/

Aldo said...

Su Priebke ho pensato la stessa cosa, ovvero che è "strano" un atteggiamento così terribilmente anticristiano in un momento in cui ci sommergono di messaggi molto cristiani (a parole). L'atteggiamento tenuto su questa vicenda mi riporta ai famosi "due minuti d'odio" di 1984 di Orwell.

Lo sciopero è organizzato dagli autonomi, sì. Ed è brutalmente silenziato, il che è molto democratico e fa onore all'informazione libera e non di parte che caratterizza il nostro Paese (sarcasmo, qualora non si fosse capito). Da notare che i primi "silenziatori" sono i sindacati cosiddetti "maggiormente rappresentativi". Quelli, per intendersi, dei quali era alto dirigente Epifani, coautore e convinto firmatario delle misure di affamamento "alla greca" che ci si attende un po' per tutti i comparti, sanità e scuola in testa.

Aldo said...

Volevo commentare la pagina di Massimo, ma dovrei iscrivermi e non ne ho proprio voglia. Gli scrivo passando da casa tua, se me lo permetti...

===

Una parola sola: vigliaccamente squallido. Non sono certo un filonazista, ma in questa vicenda si sfonda un limite oltre il quale non voglio spingermi. Avrei trovato molto, ma molto più coerente e umanamente apprezzabile una esecuzione sommaria nelle imminenze dell'arresto o una condanna a morte immediatamente successiva a un processo equo. A morte avvenuta, però, infierire sul "cadavere" è davvero basso, in particolare dopo sesssanta e più anni. Su questo, Franceschino bello non ha nessuno a cui sussurrare "vergogna!"? E' improvvisamente ammutolito?

Nessie said...

Gli obbiettivi e le ragioni per cui scioperare mi sebrano più che giuste. Resta il fatto che purtroppo, quella dello sciopero è un'arma spuntata e lo stato ladro ringrazia, per la giornata. Comunque qualcosa s'ha da fare...

Leggi anche gli altri pezzi che ti ho segnalato. Intorno a questa comune mancanza di altrettanto comune "pietas" vedo molta paura e allineamento alla comunità ebraica, da parte di tutti (sindaco, parroco, Vicariato ecc.).

Trascrivo anche qui quanto ho già scritto anche da Massimo:
"In questo ore perfino la chiesa (minuscolo voluto) si sta macchiando d' infamia maramaldesca (uccidere un uomo morto) negando sepoltura, uno delle opere di misericordia (sia spirituale che corporale) del Cristianesimo. Che abbiano il coraggio di buttare il cadavere di Priebke in un cassonetto della spazzatura almeno, visto che si comportano come sciacalli. Cioè mangiatori di carogne. Alla fine, chi si ciba di carogne, lo diventa.

Nessie said...

PS: Qui, una lettera di Montanelli (che tra l'altro venne fatto prigioniero dei tedeschi durante la II GM) che scrisse di suo pugno a Priebke:

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=269382:quando-montanelli-scrisse-a-priebke-qcapitano-e-una-sentenza-insensataq&catid=35:worldwide&Itemid=152

Come verrebbe giudicata oggi che siamo in pasto a jene incapaci di ragionare, questa lettera?

Anonymous said...

Ho letto questo interessante articolo:
http://www.noreporter.org/index.php?option=com_content&view=article&id=20454:fai-paura-anche-da-vinto&catid=5:tempi-moderni&Itemid=20
Sai, a questo punto mi stanno sorgendo un po' di perplessità, che il diavolo non sia sempre come lo si dipinge è cosa risaputa, ma conoscendo la nefandezza degli usa, che non si fermano davanti a niente ed a nessuno (11/09,Boston, Londra, Oslo ecc), beh, mi viene da pensare, che questo "eroe" di guerra dicesse qualcosa di vero?
Pur considerando che i tedeschi non sono mai stati campioni di umanità, il dubbio resta.
Laura

Anonymous said...

la vicenda priebke e' incommentabile in quanto segno della hybris che sta travolgendo l' intero sistema ( chiesa romana compresa )
La colpa " legale" di priebke ( e il suo superiore kappler ) fu quella di aver fucilato 5 ostaggi piu' di quanto era concesso secondo le leggi di guerra allora ammesse ( oggi non so ) nel caso di attacco a " soldati in divisa" da parte di "civili senza divisa".
In sostanza priebke "esegui' gli ordini" per i primi 330 fucilati ma " eccesse" per 5 altri sventurati e questa fu infatti la motivazione per cui kappler fu condannato subito dopo la guerra.

Il fatto in se considerando l' immane massacro DI CIVILI della WWII era sostanzilmente marginale ma ' il problema della religione "olocaustica" e' tenere vivo il " sacrificio"cosi' priebke si e' prestato egregiamente allo scopo campando prima libero fino a 86 anni e poi da " mostro nazista " per altri 16.
Bene adesso e' finita "col botto" e vedremo per i prossimi " sacrifici" dove potranno reperire altri "nazisti" viventi ..
ws

Nessie said...

Lasciamo perdere. Capitolo chiuso e fine dell'OT. La verità non si saprà mai. E in ogni caso, temo che semmai ci fossero stati dei segreti di guerra, se li porterà nella fossa. Purché abbia una buca di terra che lo seppellisca. Una fossa non si nega nemmeno alle bestie. Il mio cane l'ho regolarmente seppellito. E pure il mio gatto.

Nessie said...

Ws tu hai giustamente parlato di hybris. Aldo di tecniche di coercizione. Penso che una volta archiviate le divise di comandanti con la svastica, i prossimi "mali assoluti" saranno imporre con la forza lo schifo che già ci preparano (migrazioni alluvionali, euroGulag e tasse, cambiamenti di sesso, nuove e più gaie famiglie, ecc.). Sarà ovviamente considerato portatore di "mali assoluti" chi non vi si adegua. Non chi impone questo sfacelo.
Perciò prepariamoci tutti al peggio.

Lo PseudoSauro said...

I nazisti hanno fatto la guerra agli ebrei e l'hanno perduta. L'hanno perduta loro ma anche tutti gli alleati dei loro nemici. Oggi sono i vincitori a suonare la musica a cui tutti gli altri devono ballare. La pieta' cristiana e' appunto roba da cristiani, non da ebrei, e la Chiesa cattolica sembra piu' interessata a conservare la fede nella Shoa' piuttosto che quella in Gesu' Cristo. Anche in Vaticano ballano ormai alla stessa musica.

L'interprete della SS che ha ammazzato una sola persona in tutta la guerra, non viene condannato per cio' che ha fatto, ma per cio' che era. L'occasione della morte di Priebke cade come il cacio sui maccheroni per ammonire i "populisti" a votare come si deve senza farsi troppe domande sul passato che non deve passare.

Purtroppo, le cause che hanno portato all'ascesa dei populisti di ieri, sono le medesime che viviamo noi, oggi, moltiplicate per mille.
Ecco perche' dopo settant'anni la questione e' ancora cosi' attuale.

In definitiva, mentre mezza Africa varca il Mediterraneo, si discute se sia giusto o meno che un europeo sia sepolto in Europa. Per noi, che pure non siamo nazisti, non c'e' piu' posto nemmeno nei cimiteri, mentre vengono allestiti veri e propri sacrari per i "migranti".

Il caso del nazista mai pentito e' emblematico anche per chi nazista non e' mai stato e, peggio ancora, per chi rischia di diventarlo per mera disperazione. Come dice anche Colombani: non si capisce perche' il populismo cresca in Europa. Questi non lo capiscono.

Colpirne uno per educarne cento: in fin dei conti e' lo stesso principio che sta alla base della teoria della decimazione. Cambia solo chi detiene il potere, e non e' un cambiamento da poco, visti i presupposti.

Nessie said...

Mi ero ripromessa di chiudere l'argomento perché lo ritengo alquanto scivoloso. Credo comunque che una volta archiviata la stagione della caccia al nazista, (quella al comunista è durata poco), della caccia al terrorista islamico,ci saranno altre "cacce grosse" all'uomo. Non più chiamato "uomo" in quanto individuo con una dignità da rispettare, ma semplicemente "essere vivente".

Già stasera un trans che si chiama Cancellieri ha detto che tutti i reati (anche i peggiori, quelli che la legge mosaica puniva severamente) possono essere amnistiati, tranne i reati fiscali. SIC! Avete capito cosa è servita la "pubblicità-progresso" del governo Monti, verso il parassita?

Nessie said...

Aldo, ho pubblicato il tuo commento da Massimo. Alla tua domanda se Franceschiello tace, ti rispondo subito che chi tace, acconsente. Invece dell'abito talare, costui indossa il grembiule e invece del pastorale, brandisce il compasso. Perciò, ordini di scuderia. O se vuoi, di Loggia.

Anonymous said...

Le monde de Jean Marie (Il Vate)

Pauvre maçon Colombani, in carriera…
sol premio a Ischia fu per te sol gloria vera,
per il resto caliam velo triste e pietoso
dalle critiche a Chirac e Mitterand in modo odioso,
ai funesti servizi su Sette del Corserva di Flebuccio
ove di bufale, fandonie e balle ti dimostri il reuccio!

Defenestrato da “Le Monde” e fido cane del petit Sarkò ,
provasti la Tv in Nuova Caledonia che pur li ti trombò.
Eurocrate da toujours e fedel servo, del Sarkozy pensiero
mentre Villepin la reputazione gli demoliva col mortal siero.
Delle banche le perdite ,voi, volevate la socializzazione
mentre di utili e profitti ne bramavate la singolar opzione!
Indipendenza e strapotere della democratica magistratura
caldeggiava lo Jean-Marie, l’Ezio Mauro da spazzatura!!

A Marine, rodendo, urlava Populisti..! Demagoghi..!!
sappiam tutti Jean ,che questi eran i tuoi miseri sfoghi
contro la destra e in particolar modo a quella estrema
t’incazzavi ,povero demente, perché non avevi altro tema
se non l’Union Europea col suo rigido e stupido schema
che contro i paesi dell’area mediterranea vilmente rema !
A Mauro, Scalfari o Bernard H. Levy ,a lor Jean somigli
sia come pennivendolo che venditor d’insani consigli
solo evangelizzatori siete del rimbecillimento umanitario
al soldo del potente di turno e per misero onorario!!!

Nessie said...

Beh, ci mancavi tu, Vate. Aspettavo con ansia il Pasquinario su Colombani e puntualmente è arrivato.
Vedo che la documentazione è di primissima scelta :-).

Anonymous said...

Come se non bastasse già lo sfacelo (indotto) generale ora abbiamo un problema in più: Bergoglio. E il problema vale un miliardo di Colombani in quanto a devastazione.
Scarth

Nessie said...

Purtroppo Scarth. Perchè se anche un potere millenario come la Chiesa si piega definitivamente ai diktat delle oligarchie, abdicando ai suoi principi, allora è finita. Sì, altro che Colombani !
E comunque l'articolo in oggetto è stato pubblicato in previsione della schiacciante vittoria di Marine Le Pen. E guarda caso!

Vanda S. said...

Sono contenta della vittoria del FN francese. Comunque vorrei ascoltare più discorsi come questo:

http://youtu.be/sviTqlTBCno

Amo quest'uomo! Nei miei sogni, c'e' un uomo politico italiano che abbia il coraggio e la determinazione di Nigel Farage!!!
Ovviamente, da noi e' sconosciuto....

johnny doe said...

Pure ieri il Colombario ha scritto sul Corserva.....altro articolo demenziale pro euro.
Un amico francese,mi ha inviato uno stralcio del programma economico del Front...sul lavoro,sembra scritto dal vecchio Pajetta....e te credo che la votano anche gli operai!
Altro che la nostra fuffa cattodemocristiana...!

Anonymous said...

Mi vengono in testa alcune considerazioni...le conclusioni scontate le lascio a chi ci legge.
La rappresaglia(peraltro applicata da tutti i belligeranti in tutte le guerre)ha delle regole ben precise,rispettate meticolosamente da chi ha la "disgrazia"per la posizione militare che ricopre di trovarsi(suo malgrado) a doverla eseguire.
La rappresaglia ha una causa a "monte" che la fa scattare... generalmente un atto terroristico,e non una azione di guerra.
In alcuni casi si è "evitata" perché,i responsabili,dell'atto terroristico, si sono presentati,per evitare il massacro di gente innocente.Famoso e commovente rimarrà per sempre l'atto eroico di Salvo D'Acquisto,innocente... che si presentò...per salvare i suoi paesani.
La rappresaglia "non" la decide il "graduato" che comanda il plotone di esecuzione,ma la decidono i suoi "superiori"....Lui(purtroppo per Lui) dà l'ordine di esecuzione,e non può rifiutarsi,perché è un militare sotto le(orribili)leggi di guerra.....non la esegue nemmeno materialmente ,perché a sparare sono altri "disgraziati"militari,del plotone, sorteggiati a dover eseguire quella "barbara"usanza.
"Nessuno",penso possa approvare o scusare una rappresaglia subita....anche a distanza di anni....Istintivamente,per tutta la vita, "conserviamo" l'odio per chi l'ha fatta....Ci si dimentica purtroppo che essa è un effetto automatico di un atto(spesso inutile e dannoso) ..che forse ragionandoci bene,prima di farlo.... per gli effetti automatici che provocherà...con un po' di "buon senso" si sarebbe evitata.
Per finire,però,vorrei alzare un po' il tiro della criminalità in tempo di guerra....in modo da vedere le cose più chiare....facendo un discorso in relativo ad altri massacri..... obbligatori in tempo di guerra.
Dove "riposano" gli "eroi"che hanno sganciato le due bombe atomiche.... sganciate su "inermi"e ignare popolazioni di donne,vecchi e bambini...(senza possibilità di difendersi,o ripararsi in ricoveri).
Bombe micidiali non certo,sparate su obbiettivi strategici....ma su due "indifese e non pericolose" città Giapponesi,che in due notti....e poi per gli anni a venire hanno fatto il milione di morti e invalidi....Quella non è una rappresaglia preventiva???O cosa altro è????
Un piccolo appunto(da modesto Cristiano quale sono),se mi è consentito.... al nostro Papa Francesco,che dovrebbe consigliare il Vicariato a rileggersi meglio i Vangeli....prima di pontificare a posto e nome suo..
"Nemmeno" Lui(tanto meno il Vicariato), può sapere(o decidere) se "Dio"nella sua "infinita" bontà...ha perdonato(alla fine) anche il"boia"di Roma....e se nel chiudere gli occhi lo stesso "boia"all'ultimo momento(solo con se stesso) non abbia visto finalmente chiaro,il fallimento della sua vita,e l'atto atroce che si è trovato a "dover" compiere,per le spietate regole della guerra......Ciao Mar

Anonymous said...

non è il post adatto comunque su Bergoglio:
predicazione di Padre Cantalemessa davanti al Papa la sera del Venerdì Santo nella Basilica di San Pietro durante la Passione di N.S.G.C. :
http://blog.messainlatino.it/2013/04/la-predica-preoccupante-di-p.html

incontro tra pentecostali protestanti e pentecostali cattolici carismatici (?)...
http://www.fedeecultura.it/file/past_inf.pdf

Possiamo pensare al pentecostalismo, in tutte le sue modalità, come ad uno dei mezzi, non certo il solo, per realizzare una nuova ed unica religione mondiale?
http://www.preghiereagesuemaria.it/sala/nuova%20religione%20mondiale.htm
http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2013/04/il-pentecostalismo-e-il-nuovo-papa.html

tre ragioni di allarme. S. MAgister
http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1350621
... m
http://www.fedeecultura.it/

Nessie said...

Vanda, Farage parla chiaro. Ma temo che il suo interesse principale sia il suo Paese e gli interessi dalla GB. E non credo che la GB sia uno stato che in quanto a difendere il proprio interesse, abbia bisogno di suggeritori.
Ovviamente se avessimo qualcuno a cui stanno a cuore gli interessi dell'Italia, come a lui stanno a cuore quelli britannici, saremmo a posto. Tuttavia c'è qualcosa in lui che non mi convince fino in fondo. Poi ti dirò quale... Ci devo ancora studiare sopra ancora un po'

Per il momento mi chiedo: che fine ha fatto il British National Party?

Nessie said...

Mar, anche Storace ha fatto le stesse tue considerazione sui criminali delle bombe atomiche di Hiroshima e Nagasaki ai quali nessuno ha torto un capello. Puoi immaginarti, però, le reazioni che ha suscitato.

Nessie said...

Johnny, come ha già detto Massimo, la stampaglia nostrana si è talmente sputtanata che ora le grandi testate de noantri devono ricorrere alle "griffe" straniere per propagandare i loro liquami, nell'illusione di dar loro una parvenza di credibilità.

Anonymous said...

Questo è un paese finito, un popolo finito con una Chiesa finita. Non abbiamo nessuna possibilità di cavarcela nè materialmente, ne eticamente, nè spiritualmente.
Hai usato il termine giusto Nessie: liquami in ogni dove. E con l'obbligo di dire che è acqua di colonia.
Scarth

Nessie said...

pS: Vanda, la Thatcher e il thatcherismo citati da Farage, fanno parte di uno spirito neoliberista inglese. Ma la cura della Thatcher nei confronti dei coal-miners è stata spietata, dato che la Thatcher era grande estimatrice (insieme a Reagan) della scuola economica austriaca di Von Hayek.

Mi piace questo giovane deputato belga che si è ribellato a Hollande e alle sue avventure belliche al servizio delle multinazionali:

http://www.stampalibera.com/?p=59032

Nessie said...

Scarth, allo zoo sub-umanoide che vogliono fabbricare, qui dentro nessuno ci si è ancora abituato. E' solo una piccola goccia, ma credo che prima o poi, tante gocce faranno l'oceano.

Anonymous said...

comunque pare che questo " botto" sia servito a presentare in parlamento una proposta di legge PD-M5S-SEL che criminalizza " il negazionismo" .
PS. Notare che ogni volta che il padrone chiama M5S risponde .. Elettori M5S meditate :-)
ws

Nessie said...

Ws, il meccanismo è sempre lo stesso : la creazione del casus mediatico, la sua generalizzazione su larga scala (lo fanno col "femminicidio" e con il reato di Omofobia, dove sembra che quasi ogni giorno muoia un omosessuale perseguitato), la sua amplificazione nei notiziari, e alla fine una bella legge liberticida che viene fatta digerire "per amore" o "per forza". Di solito è CON LA FORZA. Legge presentata come "giusta", "sacrosanta", "necessaria" nonché "indispensabile".

Nessie said...

Barnard sul M5S:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=731

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=731

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=729

e anche qui:

http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=728

Anonymous said...

Già proprio come avete osservato. Però ciò è possibile perchè a un buon 99% del poppolo indottrinato a suon di stampa unificata, di libertà di opinione, diritti umani, diritti civili, libertà di pensiero non importa assolutamente nulla.
Nel caso degli elettori M**S su quei temi poi la percentuale sale oltre a 100...
Scarth

Nessie said...

Scarth, Marco e Ws, ce n'è un'altra in serbo per voi: Il Grande Oriente a Palazzo Giustianiani insignerà col premio Galileo, nientemeno che Franco Cardini, quale personalità "non massonica" dell'anno:

http://www.riscossacristiana.it/la-massoneria-premia-franco-cardini-di-redazione/

Ah! ah! Ah! Qui abbiamo non credenti e massoni premiati dai Papi (è il caso di Scalfari di Repubblica), nonché credenti e non massoni premiati dalla Massoneria. Se non ci fosse da piangere, ci sarebbe da rotolarsi per terra dalle risate!

Anonymous said...

Robe da matti... per un attimo ho pensato premiassero il Papa o viceversa...tanto è la stessa cosa.
Scarth

Nessie said...

Eddai, ridici sopra Scarth che è meglio. Non vedi che viviamo l'epoca dell'universo capovolto satanico? Qui non basterebbe nemmeno Padre Amorth per disinfestare i demoni
:-).
Per intanto le discussioni politiche non si svolgono più in parlamento ma a Palazzo Giustiniani. Procuriamoci cappucci, grembiuli e compassi, chissà mai che non ci salti fuori qualche buon affaruccio anche per noi :-)

Anonymous said...

Ma si che sghignazzo. Però con questo andazzo cara Nessie di sghignazzate ce ne faremo a carrettate temo. Solo che i buoni affarucci li faranno solo Loro. Quelli commerciano in schiavi.
Scarth

Nessie said...

A proposito di schiavi, leggi questo pezzo di Blondet. E' un po' lunghetto, ma ne vale la pena. Dicevi che non se la prende con la sinistra? Senti cosa scrive della Kyenge e di quel danzatore di "macumbe" di suo padre:

http://www.effedieffe.com/index.php?option=com_content&view=article&id=269478:vergogna-a-chi&catid=83:free&Itemid=100021

Anonymous said...

Ciao Nessie, letto, è insieme il ritratto della nostra fine e del nuovo totalitarismo globale.
Tra non molto nel mondo orwelliano che stanno imponendo un articolo sarà vietato scriverlo.
Scarth

Vanda S. said...

Hai ragione, Scarth! Altro che "Brave New World"!!!!

Anonymous said...

comunque diamo anche al PDL la sua parte di " merito"

http://www.liberoquotidiano.it/news/italia/1331793/Senato--pronta-la-legge-sul-reato-di--negazionismo-.html

quindi elettori del PDL se non vi sono bastati ancora ventanni delle sue bugie delle sue inerzie e delle sue ridicole cavolate , quando berlu' vi richiamera' ancora ( magari stavolta solo per "interposta figlia" :-)) correte ancora a mettere il crocione sul mitico nome di berlu' .. :-)
ws

Nessie said...

Certo. L'inasprimento della legge Mancino voleva già farlo Alfano. Tutti complici.

Anonymous said...

Ci sarebbe anche questo pezzo di Veneziani:

http://www.ilgiornale.it/news/interni/calci-e-sputi-salma-tengono-vita-priebke-958923.html

Z

Johnny88 said...

Che cuor di leone i sinistri, in 200 contro un cadavere in decomposizione. Certo che comunque, bastava tenere la notizia "segreta" per qualche giorno, tempo di tenere le esequie e seppelire il tutto in luogo segreto, e si evitava la (prevedibile) cagnara.

Aldo said...

Johnny, se si fosse tenuto il segreto non si sarebbe potuto montare il caso per poi sfruttarlo secondo convenienza, ti pare? E' per procedure di questo tipo che sono arrivato a pensare che le navi cariche di clandestini (oh, scusate, di profughi) potrebbero essere state rovesciate intenzionalmente: creare un caso e poi sfruttarlo secondo convenienza. E' un'illazione, nè, che sia ben chiaro!

Nessie said...

Aggiungo che la società mediatica, basata sulla ridondanza e l'amplificazione è stata creata apposta. E che chi si muove al suo interno, ne deve subire i danni collaterali.

Qui, il problema è anche peggiore di Piazzale Loreto, dove almeno per tanta ferocia c'era la giustificazione della guerra, della caduta del regime, con tutte le rovine che reca in sé. Qui si vuole creare un "casus" (soffiando opportunamente sul mantice del popolino e della sua pancia) per far passare la legge sul negazionismo e revisionismo storico. E sue estensioni. Soprattutto sue "estensioni" in ogni ambito delle opinioni ("razzismo", "omofobia" ecc. ecc.) . La polizia del pensiero si prepara così. Prima ti creo il casus, poi ti faccio una bella legge liberticida. Per cortesia Aldo e Johnny, non soffermatevi solo su un cadavere centenario. Quel cadavere è in sé, un cadavere eccellente morto per l'uopo, per creare una legge che hanno approvato (con l'appoggio di tutte le forze politiche) in quattro e quattr'otto. La gente comune nemmeno capisce a cosa servirà. Ma chi l'ha fatta lo sa.

Nessie said...

Pure qualche buon cristiano che non si è bevuto il cervello, comincia a drizzare le antenne di fronte a un sincronismo così stupefacente:

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2013/10/sincronicita-sospetta-ma-non-e-una.html

Nessie said...

PS: a proposito, da oggi in carcere si andrà per "negazionismo", "revisionismo storico" e per evasione fiscale. Per tutti gli altri (stupratori, serial killer, rapinatori, tagliagole ecc.) sarà una vera pacchia della serie LIBERI TUTTI!

Anonymous said...

Comunque agli occhi di ogni uomo raziocinante quale piu' forte indizio di trovarsi davanti ad una falsita' di quando si fa una legge penale a suo sostegno ? "La verita'" , quando e' veramente tale, non ha bisogno di questurini :-)

Evidentemente chi ha fatto questa scelta ( che non sono certo i parrucconi della politica ...) e' proprio convinto di non avere a che fare con una umanita' raziocinante ma solo con greggi di " animali parlanti".

E probabilmente e' proprio cosi :-(

ws

Nessie said...

La verità l'ha detta Bella Napoli oggi in sinagoga, quando ha detto che con questa legge-lampo, l'Italia ha fatto da apripista ad altri paesi:

http://roma.corriere.it/roma/notizie/cronaca/13_ottobre_16/rastrellamento-ghetto-sinagoga-cerimonia-70-anni-napolitano-a33afd3a-363d-11e3-b4e4-e4dfbe302858.shtml

Pensate che da oggi "saremo più liberi", dice lui.

Johnny88 said...

Beh certo. Spacciatori, stupratori e killer in libertà. In galera ci andrà solo chi si macchierà di orridi psico-reati (xenofobia; omofobia; negazionsimo etc.)

Nessie said...

Quel'imbecille di Grillo e dei suoi grullini, non hanno ancora capito che potrebbe toccare anche ai cosiddetti "populisti". Oggi pare che si siano smarcati all'ultimo momento, per "questioni di metodo". Altro che metodo, idioti!

http://it.ibtimes.com/articles/57609/20131016/ddl-negazionismo-olocausto-m5s-giovanardi-opinione.htm

Chissà se si svegliano 'sti minus habentes e che capiscano che col Trattato di Lisbona possono essere considerati "terroristi" coloro i quali non si adeguano alla cortina di ferro dell'eurogulag. La psicopolizia è già in agguato e Bella Napoli benedice.

Nessie said...

E intanto la mordacchia e le opinioni in manette viaggeranno di pari passo con gli ESPROPRI.
Guardate qua cosa sta preparando il FMI: una bella patrimoniale del 10% da rastrellare (di questi rastrellamenti non parla mai male nessuno) dai nostri risparmi:

http://intermarketandmore.finanza.com/proposta-shock-del-fmi-patrimoniale-del-10-sui-conti-correnti-58926.html

chissà se ribellarsi a questo schifo sarà essere considerati "antisemiti" o "negazionisti"...

Aldo said...

Nessie: "chissà se ribellarsi a questo schifo sarà essere considerati "antisemiti" o "negazionisti"..."

Ribellarsi... come?!?!? Non sto provocando, né facendo le pulci ad alcuno. E' una domanda fatta col cuore sperando che qualcuno sia più intelligente di me e sappia darmi una risposta realistica. Io proprio non riesco a immaginare vie che non siano al contempo distruttive e autodistruttive. E non ho cuore per metterle in atto.

Johnny88 said...

Ribellarsi al Fondo Monetario comporta i seguenti psico-reati

Anti-semitismo
Negazionismo
Islamofobia
Xenofobia
Omofobia
Femminicidio

Come si sa lo psico-reato non comporta la morte ma è la morte

Johnny88 said...

@Aldo

La tragedia è stata provocata dai clandestini stessi a quanto scrive Blondet. Probabilmente han dato fuoco alla nave per farsi soccorrere. Comunque la "tragedia" in realtà non era questione di "se" sarebbe accaduta ma di "quando". Comunque non dimenticherò mai di ringraziare per questi avvenimenti Obama; Sarkozy e Berlusconi che han fatto saltare "Il tappo", ovvero Gheddafi. I sedicenti "rifugiati" li manderei tutti a casa di questi signori.

Nessie said...

Aldo, non fare finta di non capire. Pensare col proprio cervello è GIA' ribellarsi. Perché allora tutti questi signori hanno tanta paura delle opinioni e fanno leggi liberticide dove le si punisce?

Curioso poi il Pulcinella del Colle che asserisce che da oggi siamo tutti più liberi. Sì, liberi di non pensare.

Anonymous said...

Dopo i primi due ecco il Terzo Totalitarismo ancora peggiore perchè sommamente ipocrita.
Nessie, 10%, 50% tanto possono fare cosa vogliono: sono le vittime stesse a volerlo. Sono riusciti ad avere questo diabolico punto di forza.
Scarth

Nessie said...

Vero quanto asserisce Johnny sugli psicoreati. A che serve morire se ci condannano poi a fare una vita da morti viventi?

Anonymous said...

Poi, s'intende, la lista degli psico-reati, se non bastasse, può essere ampliata a piacimento e interpretata a discrezione a seconda le occorrenze...
Scarth

Nessie said...

E' quel che faranno, che già fanno, per l'esattezza.

Aldo said...

Nessie: "Aldo, non fare finta di non capire. Pensare col proprio cervello è GIA' ribellarsi."

No, non faccio finta. Che ci guadagnerei?
Comunque, se ribellione può essere conservare l'autonomia di giudizio allora anch'io posso considerarmi abbastanza audace da ribellarmi. Ma non so se è sufficiente.
Vuoi che ti dica, però? A volte temo di cadere in qualche trappola di quelle così sottili da indurti a credere d'esserti fatto una certa idea controcorrente tutta di testa tua, ma in realtà progettata in modo da spingerti lungo un percorso accuratamente predefinito. Paranoia, paranoia, spero solo che tu muoia.

rocco said...

se posso consigliare una lettura non proprio "off topic" (ma preferirei dire "fuori tema"). ecco il "link"( ma preferirei dire "collegamento")

http://chiesaepostconcilio.blogspot.it/2013/10/sincronicita-sospetta-ma-non-e-una.html

Nessie said...

Rocco, il tuo collegamento l'ho già riportato nel commento delle 6: 55 pm. Se guardi un po' più su, lo vedi. Comunque, grazie.

Nessie said...

@ Tutti. Qui un bell'articolo di Ambrose Evans-Pritchard sul Front National e la Le Pen:

http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=12457

rocco said...

pardon! i commenti sono tanti e qualcuno sfugge !

Vanda S. said...

Un solo pensiero mi consola: che fra non troppo tempo i Pulcinella, il Gatto e la Volpe e tutti i personaggi sopravvissuti alla II Guerra Mondiale se ne andranno all''inferno! Io stessa sono nata 10 anni dopo la fine dell'ultimo conflitto mondiale ed e' una vita che mi rompono i cabbasisi con la propaganda dei "buoni e cattivi" e tutto il resto! Vorrei che questa storia si seppellisse e diventasse solo uno dei tanti episodi avvenuti nel passato e che appartengono al passato! Beati coloro che vivranno in un futuro senza i partigiani, i nazisti, fascisti, la shoa, i fasci, le svastiche, falce e martello, faccetta nera, bella ciao....aiuto!!!! Mi avevano sfinito gia' quando avevo 10 anni!!!! Ma che cosa pensano veramente i giovani d'oggi di fronte a questo teatrino? Mah!

Vanda S. said...

Considerazioni: ci arrivano sempre pochissime notizie dai paesi dell'est europeo e quelle poche che conosco attraverso amici slavi, mi raccontano una realtà molto diversa dalla nostra...altro che accoglienza e meticciato! Gli slavi sono sempre stati caratterialmente diversi da noi e forse, dopo essere stati sotto la repressione sovietica per così tanto tempo, non sono disposti da farsi occupare da altri invasori! Inoltre il loro odio verso i paesi occidentali ed il loro sdegno e disprezzo per averli "regalati" all'Unione Sovietica e condannati ad una terribile sorte, li spinge non solo a non imitare i nostri modelli sociali, ma a deriderli e considerarli appartenenti a una cultura da "basso impero". Sara' un interessante partita del futuro....

Anonymous said...

Sponsorizzate aborto, contraccezione, campagne Lgbti. Cosa ci imporrà l’Europa tra cinque giorni
http://www.tempi.it/ue-impone-a-tutti-fecondazione-assistita-per-lesbiche-educazione-sessuale-pro-lgbt-e-aborto#.Ul_uQM5H45s

A parole, l’Europa difende i cristiani perseguitati. Nei fatti, li perseguita. Ecco come
http://www.tempi.it/a-parole-europa-difende-i-cristiani-perseguitati-nei-fatti-li-perseguita#.Ul_ulM5H45s

Papà è un rapinatore? No è gay, «che sollievo». Sono queste le letture adatte a bambini di 4 anni?
http://www.tempi.it/papa-e-un-rapinatore-no-e-gay-che-sollievo-sono-queste-le-letture-adatte-a-bambini-di-quattro-anni#.Ul_vBc5H45s
m

Anonymous said...

Clero di Roma kaputt
http://www.papalepapale.com/develop/clero-di-roma-kaputt-i-funerali-mancati-di-priebke-e-la-morte-della-pieta-cristiana/
m

Nessie said...

Ti capisco Vanda. Passi nel dopoguerra, ma vedere che va in scena sempre e solo lo stesso copione e le stesse contrapposizioni scassa non poco gli zebedei. Ha ragione da vendere Veneziani: il mondo si divide fra chi vorrebbe dimenticare e andare avanti, e quei gendarmi delle memorie coatte che ci obbligano sempre e solo al solito maramaldesco copione di chi sta con la testa all'indietro. Oh che palle!!!
Il discorso poi si complica quando l'Europa nata dall'antifascismo e antinazismo pretende in nome di non si sa bene quale democrazia, di imporci la sua DITTATURA a base di tasse per ripianare i debiti delle banche e museruola sulla libertà d'espressione. Ed è questa la ragione precipua per cui ci obbligano a torcere la testa eternamente all'indietro. E' un basso quanto ignobile RICATTO MORALE e basta.

Interessante il vento dell'Est. Hanno ragione le popolazioni slave e panslaviste e disprezzare il gulag in cui ci hanno cacciato dentro. Loro hanno fiuto.

Nessie said...

Marco ho letto papale papale. Ciao
:-)

Anonymous said...

Per quanto riguarda l'Est i Signori da questa parte hanno fatto, fanno e faranno ampio uso di Cavalli di Troia interni con contorno di apposite Fondazioni, ONG, personaggi creati ad hoc e campagne stampa stereofoniche.
Con la Russia il boccone è grosso ma di certo a Lorsignori un'altro maggiordomo tipo Eltsin (o del tipo nostrano che qui abbonda) al posto di Putin sarebbe molto gradito.
Scarth

Aldo said...

Vanda: "Ma che cosa pensano veramente i giovani d'oggi di fronte a questo teatrino? Mah!"

Se vuoi faccio un rapido sondaggio nella fascia d'età tra gli 11 e i 13 anni e poi ti faccio sapere. Un sondaggio non scientifico, nè! Semplicemente qualche domandina casuale lasciata cadere durante gli intervalli, nei cambi d'ora e all'uscita da scuola. Sarebbe curioso.